Issuu on Google+

www.lusitanum.ORG

PontifIcio ColLEgio PortOGHESE nume ro 13

APR I LE

2013

[+ info]

// LIBRO

// AGENDA CULTURALE CONCERTO [+ info] Il Sacrificium di Cecilia Bartoli

OPERA [+ info] Samson et Dalila

Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Teatro dell’Opera - Costanzi

8 aprile 2013

CONCERTO [+ info] Musiche di M. Balza, R. Cilia, M. Cimagalli, M. Manganelli, V. Miserachs Grau, S. Presciuttini. 22 aprile 2013

Pontificio Istituto di Musica Sacra

MOSTRA [+ info] Cubisti/Cubismo 8 marzo 2013 | 23 giugno 2013

Complesso Monumentale del Vittoriano

// FINESTRA

[+ info]

5 aprile 2013

CINEMA [+ info] L’amore inatteso

CINEMA [+ info] Su Re

Verdirosi - Viaggio senza ritorno Via S. Croce in Gerusalemme, 83

“Dio mi canta oggi, canta tutto oggi. Nulla esiste al di fuori del suo canto, e nulla potrebbe permanere senza essere sostenuto dal suo fiato. Egli ha un grande rispetto per ciò che canta, e gode della libertà delle cose e delle persone che vengono all’essere. Non è assolutamente confinato al limitare dello spazio siderale. Egli è qui, ‘intimior intimo meo’, nel mio cuore più intimo, in ogni fibra, in ogni quark. E sorride, mentre canta ogni cosa.” (Jonah Lynch) “Le prefazioni non mi sono mai piaciute tanto. Di solito non le leggo proprio. Scopo della prefazione è parlare del libro che si prefàzia. Ma se io il libro lo devo ancora leggere perché mi devo fare influenzare anticipatamente? Tuttavia, per onorare il mio impegno con l’autore, scriverò giusto due parole su ‘Egli canta ogni cosa’. Fa compagnia.” INFO Jonah Lynch, Egli canta ogni cosa, Lindau, 2013.

MOSTRA [+ info] Paul Klee e l’Italia

9 ottobre 2012 | 27 gennaio 2013 Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

ALDA MERINI

La pazza della porta accanto «Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la terra. Ma del resto dico spesso a tutti che quella croce senza giustizia che è stato il mio manicomio non ha fatto che rivelarmi la grande potenza della vita.»

// MONDO

Alda Merini è nata a Milano, Italia, nel 1931. La sua prima raccolta di poesie è “La presenza di Orfeo”, pubblicata da Schwarz nel 1953. Sono stati pubblicati in seguito “Paura di Dio”, “Nozze romane”, “Tu sei Pietro”. Nel 1965, inizia il triste periodo degli internamenti in ospedale psichiatrico che si protrassero fino al 1972, quando la Merini ritorna a scrivere sulla sconvolgente esperienza manicomiale “La Terra Santa”. Escono anche “Destinati a morire”, “Fogli bianchi”, “Testamento”, “Vuoto d’ amore”, “Ballate non pagate”. Sono uscite inoltre varie edizioni di due sillogi presso Scheiwiller che hanno incluso anche “Le satire della Ripa “ e “Le rime petrose”. “L’ altra verità” è il primo libro di prosa e

ad esso sono seguiti “Delirio amoroso”. Nel 1993 è pubblicato il volumetto “ Aforismi” con fotografie di Giuliano Grittini. E’ stata inoltre proposta dall’Accademia Francese per il Premio Nobel per la Poesia. Nel 1995 sono apparsi il volume “La Pazza della porta accanto” e nel 1996 “La vita facile”.


Newsletter de Abril de 2013 | Agenda Cultural [Roma]