Issuu on Google+

5

Anno 66

16-31 MARZO 2012

L’IMU va modificata, intanto è stata riformata Simest Le associazioni di consumatori aderiscono alla “Alleanza per il Made in Italy agroalimentare” di Coldiretti Poste Italiane s.p.a. – Spedizione in Abb. Postale – D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 1, DCB/CN - In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a soddisfare il diritto di restituzione

Coldiretti in prima linea con le banche e CreditAgri Italia per i danni da gelo


3

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Sommario Nasce l’alleanza per il Made in Italy

3

Coldiretti ottiene la riforma di Simest, Ice e Sacet, ora bisogna modificare 4 l’IMU. Retromarcia del Governo sugli Ogm

Foto da archivio Il Coltivatore Cuneese

“Il Coltivatore Cuneese” Editore Federazione Provinciale Coldiretti Cuneo 1 copia euro 2,00 Abbonamento annuo euro 40,00 Direttore Amministrativo Bruno Rivarossa

IMU: Imposta che va modificata

4

Coldiretti in prima linea con le banche e CreditAgri Italia per i danni da gelo

5

Suini, nel 2011 in calo la produzione, segno più per le esportazioni

6

Mangime: in italia è più caro

7

Nasce l’alleanza per il Made in Italy voluta da Coldiretti

8

Storie di vita

9

Padre Cesare Falletti, l’anima del Monastero di Pra ‘d Mill

9

La tradizione cristiana della Pasqua celebra l’inizio di nuova vita

10

L’energia pulita al servizio del risparmio

11

Il Corsivo del Coltivatore

12

Buonsenso ed alta finanza

12

Direttore Responsabile Michelangelo Pellegrino

Bando di concorso per il SIAL di Parigi

12

Coordinamento di redazione Chiara Serra

La Posta del Coltivatore

14

A Fossano il “Mercato dei Produttori”

15

Assemblea annuale del CATAC di Fossano

16

Una fondazione regionale per la ricerca in frutticoltura e orticoltura

18

Cosa ne pensa la Regione

19

Suini, dall’UE nuove norme sul benessere

20

Limitazioni agli erbicidi con Terbutilazina

22

Decima edizione di Fruttinfiore a Lagnasco

23

Gestione qualità dell’acqua nelle imprese alimentari

24

Hanno collaborato: Sonia Abrate, Marco Benzo, Roberto Bianco, Claudio Bono, Silvia Bosco, Alberto Burzio, Daniele Caffaro, Laura Calcagno, Piero Camperi, Marcella Cavallo, Marcello Cavallo, Mara Chiardola, Damiano Dutto, Nicola Fontana, Tiziana Franchino, Cesare Gallesio, Roberto Giobergia, Rosangela Giordana, Rosanna Giraudo, Massimo Gonella, Roberto Lingua, Paolo Marengo, Manuele Molinari, Laura Occelli, Franco Parola, Lauro Pelazza, Marcello Pellegrino, Franco Ramello, Fabrizio Rapallino, Simonetta Re, Manuela Renaudo, Sonia Riba, Davide Roà, Annalisa Sola, Paolo Stassi, Piermario Turina

Finanziamenti agevolati per interventi di efficienza energetica

25

Modello 730/2012… ecco le novità

26

Redazione ed amministrazione: Piazza Foro Boario, 18 – 12100 CN Tel: 0171.447211 • Fax: 0171.447300

Comunicazione all’Agenzia delle Entrate per chi prosegue i lavori per il risparmio energetico

26

E-mail: ilcoltivatore.cn@coldiretti.it

Fabbricati rurali: proroga domande di variazione

27

Donne, lavoro e disabilità

29

“Non calpestiamo i fiori”

29

Accesso al credito e strategie di marketing agli incontri di UNCI-Coldiretti Cuneo

31

Rinnovo Prestiti di conduzione per cooperative agricole

31

A Savigliano la Fiera del biologico “CamBio… per un’altra Terra”

32

Vino biologico: pubblicato il regolamento CE

33

Punti Campagna Amica: opportunità di sviluppo

34

Ben tornata Primavera!!!!

36

Decreto “mille proroghe”: deroghe alle nuove regole sull’accesso alle pensioni

38

Scadenze aziendali

39

Il mercatino del Coltivatore

40

Sito Internet: Il Coltivatore Cuneese è interamente pubblicato e scaricabile dal sito www.cuneo.coldiretti.it Registrazione del tribunale di Cuneo n. 3296 del 7/12/55 45.000 Copie Il Coltivatore Cuneese viene inviato a tutti i soci della Federazione Provinciale Coldiretti di Cuneo Grafica e stampa: AGAM Via Renzo Gandolfo area 90 Madonna dell’Olmo – Cuneo Tel. 0171.411470 – Fax 0171.411714 E-mail: direzione@agam.it Concessionaria esclusiva della pubblicità TEC arti grafiche Via dei Fontanili 12 12045 Fossano (CN) Tel. 0172.695770 • Fax 0172.695898 E-mail: adv@tec-artigrafiche.it

C

on la mobilitazione di Coldiretti il 15 marzo a Roma, è stata sancita l’alleanza per il Made in Italy con la sottoscrizione di un documento a difesa delle eccellenze agroalimentari e del lavoro degli imprenditori agricoli italiani. Nel manifesto, si chiede alla politica un forte impegno per: Valorizzare le distintività dell’agricoltura italiana che contribuisce in modo rilevante alla crescita economica e sociale del Paese sul mercato interno e internazionale, quale risorsa strategica per il Paese. 1. Contrastare le posizioni di rendita e i fenomeni illeciti che usurpano il valore del marchio “Italia” contro il rischio di delocalizzazione produttiva, la perdita di posti di lavoro e l’impoverimento dei territori. 2. Sostenere la vera internazionalizzazione delle imprese affermando condizioni di competitività basate sulla qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari, l’equità sociale e il rispetto dei diritti dei lavoratori, la correttezza e la trasparenza delle informazioni. 3. Condividere il ruolo di salvaguardia dell’agricoltura alla tutela dell’ambiente, della biodiversità e del paesaggio, rafforzando la cultura della manutenzione per preservare i territori dai fenomeni di progressiva usura delle risorse. 4. Promuovere la qualità e la dimensione del lavoro in agricoltura contrastando forme di impiego irregolare e di sfruttamento della manodopera, anche dando piena attuazione all’avviso comune sulla riforma del mercato del lavoro e sulla previdenza agricola sottoscritto dalla filiera. (continua a pagina 8)


4

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Coldiretti ottiene la riforma di Simest, Ice e Sacet, ora bisogna modificare l’IMU. Retromarcia del Governo sugli Ogm Vinta la battaglia con Simest che ora sarà riformata insieme a Ice e Sacet, enti di promozione dell’Agroalimentare Made in Italy nel mondo. Marini fa rimangiare al Ministro Clini le assurde dichiarazioni da lui fatte sugli Ogm

F

inalmente ha vinto il buonsenso. È un grande risultato della mobilitazione di Coldiretti l’annuncio della cessione da parte della finanziaria del Ministero dello Sviluppo economico Simest delle quote di partecipazione in Lactitalia, la società che produce in Romania i formaggi pecorino e caciotta che fanno concorrenza alle produzioni del vero Made in Italy. È quanto afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel ricordare che si è conclusa positivamente la battaglia della Coldiretti, delle associazioni dei consumatori e di 2215 i comuni, 12 regioni, 26 province, 41 Camere di Commercio e 119 tra Comunità Montane, Consorzi di Tutela e altri enti come Unioncamere, che hanno adottato delibere con le quali si denunciava che le operazioni di sostegno dell’Italian sounding, da parte della Simest, determinano danni gravi in quanto bloccano ogni potenzialità di crescita delle imprese italiane a causa della “saturazione”del mercato con prodotti che richiamano qualità italiane senza essere di origine nazionale. “Ora l’impegno del Governo e del Parlamento – ha affermato

Marini – deve essere rivolto a vietare per legge il finanziamento pubblico di prodotti realizzati all’estero che imitano il vero Made in Italy. Occorre avere la forza di distinguere la vera internazionalizzazione da quelle forme di delocalizzazione

aggravate dall’uso improprio del ‘marchio Italia’ che danneggiano il Paese facendo perdere occupazione e svilendo il valore del Made in Italy, costruito con sacrifici da generazioni di imprenditori”. Per quanto riguarda la questione della società Lactitalia attraverso un comunicato emesso al termine della manifestazione della Coldiretti in piazza Montecitorio è stato annunciato che, ‘’Simest ha portato a conclusione la procedura di partecipazione alla societa’, dalla quale è uscita con la cessione delle quote” dando ‘’piena adesione al rafforzamento del contrasto all’italian sounding e alla diffusione del made in Italy’’. ‘’Simest ha prontamente recepito la direttiva in materia agroalimentare emanata dal Ministero dello Sviluppo

IMU: Imposta che va modificata

C

he l’IMU sia un’imposta ingiusta lo abbiamo già scritto e detto tante volte. Coldiretti, con l’impegno in prima persona del presidente Sergio Marini, non perde occasione per chiedere al Governo la sostanziale modifica della nuova imposta. Si chiede con convinzione di ridurre l’aliquota IMU nei confronti degli agricoltori professionali, vale a dire coloro che vivono esclusivamente di agricoltura. Che nel settore agricolo, in termini di pagamenti delle tasse, siano presenti delle figure che nulla hanno a che vedere con l’agricoltura è a tutti noto. Anzi, spesso l’acquisto di terra e di

fabbricati agricoli è diventata occasione di puro investimento e speculazione. Spesso professionisti ed operatori economici di settori industriali hanno acquistato cascine generando una concorrenza sleale al vero agricoltore. L’IMU deve colpire proprio queste figure e salvare l’agricoltore vero che sul bene terra non specula, anzi ci vive. In questo senso, nei giorni scorsi, è stato approvato un ordine del giorno dal Parlamento. Il ministro Catania ha promesso il suo impegno per una modifica ora che ha anche acquisito il consenso del Parlamento. Certo, molto dipenderà dal Governo. m

Economico, che prevede la revoca di partecipazioni deliberate, qualora le imprese pongano in essere pratiche commerciali in grado di indurre in errore i consumatori, anche nei mercati esteri, circa l’origine italiana dei prodotti commercializzati, sia attraverso elementi specifici dei prodotti stessi che del relativo packaging’’. Intanto il Governo ha annunciato di voler sostenere l’internazionalizzazione con la riforma, dopo Simest, dell’Ice, Sacet. La mobilitazione di Roma (vedi altro servizio a pag. 8) è stata l’occasione per affermare la centralità del settore agroalimentare quale una delle poche leve competitive di cui il Paese dispone per ricominciare a crescere. Dal mancato divieto per legge del finanziamento di prodotti realizzati all’estero che imitano il vero Made in Italy alle sperequazioni determinate dall’’IMU in agricoltura che aumenta in maniera maggiore per chi la terra la usa per vivere rispetto a chi la dispone per divertirsi o speculare, fino ai ritardi accumulati sull’applicazione della legge nazionale sull’etichettatura per fare sapere agli italiani quello che mangiano. Intanto tra Coldiretti ed il ministro dell’Ambiente Corrado Clini è scoppiata un’altra dura polemica. “Con le sue considerazioni superficiali e scorrette il ministro dell’Ambiente Corrado Clini vuole affossare anche la pasta dopo aver colpito il basilico ligure, il riso Carnaroli, il pomodoro San Marzano e la Cipolla Rossa di Tropea e la vite nero d’Avola che non mancheranno di subire gravi danni economici sul mercato dalle sue dichiarazioni”. m


N° 5 – 16-31 marzo 2012

Coldiretti in prima linea con le banche e CreditAgri Italia per i danni da gelo Gli Istituti di Credito che hanno partecipato all’incontro indetto da Coldiretti per sostenere il comparto BANCA ALPI MARITTIME BANCA D’ALBA BANCA DELLA NUOVA TERRA BANCA DI CHERASCO BANCA DI LEGNANO (EX CR ALESSANDRIA) BANCA POPOLARE DI NOVARA BANCA REGIONALE EUROPEA BANCA SELLA HOLDING C.R. ASTI C.R. SALUZZO C.R. SAVIGLIANO CARIPARMA INTESA S. PAOLO-AGRIVENTURE MONTE DEI PASCHI DI SIENA UNICREDIT

P

er sostenere il comparto ortofrutticolo, Coldiretti Piemonte ha chiesto agli Istituti di credito del territorio di intervenire, studiando insieme al Consorzio Fidi, CreditAgri Italia, un piano economico finanziario di rilancio delle imprese agricole, gravemente danneggiate dal gelo di fine gennaio e dalle escursioni termiche del mese di febbraio, che hanno messo letteralmente in ginocchio i frutteti, le coltivazioni orticole in

CreditAgri Italia interviene con una specifica garanzia, a supporto delle richieste di finanziamento presentate dalle imprese agricole serra e la floricoltura piemontese. Ad oggi si stimano in 80 milioni di euro i danni, ma la cifra è destinata ad aumentare, se non si interviene tempestivamente, con un terzo della produzione ortofrutticola compromessa e seimila posti di lavoro stagionali a rischio. Ora si attendono le prime misure concrete, dopo l’incontro tecnico-operativo che si è svolto venerdì 9 marzo nella sede della Federazione regionale. Riguardo all’allarmante situazione,

di cui si è prontamente fatta portavoce Coldiretti Piemonte, la risposta delle banche non si è fatta attendere: i principali Istituti di Credito del territorio hanno partecipato alla riunione indetta dal presidente Paolo Rovellotti e dal direttore Bruno Rivarossa, nonché dal membro di giunta regionale Roberto Moncalvo, con delega al settore ortofrutticolo, presso la sede di Coldiretti Piemonte: “Vogliamo dare una risposta concreta alle 3000 imprese agricole che generano un indotto economico di 85 milioni di euro, dall’agroindustria all’occupazione di oltre 7000 dipendenti“. Aggiunge Gianni Arnaudo, presidente Consulta Frutticola Coldiretti Cuneo: “Il modello di intervento proposto alle banche non ha fini risarcitori, ma deve consentire il rilancio di un settore provato anche da anni di crisi del mercato. Il gelo che ha compromesso la produzione pone in crisi di liquidità le imprese agricole che debbono essere poste in condizione di ripartire con le normali operazioni colturali affinché non venga compromessa l’economia degli impianti attraverso le anticipazioni colturali indispensabili al di là del prodotto”.

5 L’intervento chiesto alle banche vedrà attivamente impegnato il Consorzio Fidi, CreditAgri Italia, quale supporto agli Istituti di Credito per sostenere in modo adeguato le imprese agricole attraverso finanziamenti che permettano di ammortizzare nel tempo il danno subito. Spiegano Enrico Rinaldi, responsabile nazionale di CreditAgri Italia, e Adelina Reolfi, direttore di CreditAgri Italia Piemonte: “Per rispondere in modo efficace e tempestivo alla grave situazione in cui si trovano le imprese del Piemonte, CreditAgri Italia si impegna a definire, insieme al sistema bancario, un modello di intervento finanziario che consenta di affrontare e superare l’emergenza immediata per dare respiro al settore ortofrutticolo e florovivaistico piemontese. In particolare supportando, attraverso il rilascio di una specifica garanzia, le richieste di finanziamento presentate dalle imprese agricole, e consentendo alle aziende di continuare a fare gli investimenti necessari per poter accudire le piante, in modo che non venga compromessa la produzione degli anni a venire”. “Abbiamo chiesto e ottenuto l’impegno da parte dei principali attori del mondo bancario di attivare solide garanzie a favore del comparto ortofrutticolo, voce di primaria importanza per l’economia del nostro territorio – concludono Paolo Rovellotti e Bruno Rivarossa – ora attendiamo che venga avviato l’iter che porti a sbloccare la situazione il prima possibile”. m

La serie Cuneo nasce per soddisfare al meglio le sempre più sofisticate esigenze dei clienti nell’ambito della trinciatura di stocchi di mais e sarmenti ed è disponibile in varie dimensioni, da 1,80 m a 3,20m, e con diversi tipi di attacco e spostamento (posteriore o posteriore e frontale, fisso o con spostamento idraulico). Per i clienti più esigenti OMARV ha creato il modello CUNEO P, ideato per aumentare la produttività in campo e ottimizzare il trasporto su strada grazie al sistema pieghevole idraulico (ingombro su strada pari a 2,40 m). Disponibile in varie dimensioni ,da 3,60 m a 6,40 m, CUNEO P su richiesta può essere dotato di TBC (trincia banda centrale), una mini-trincia idraulica posteriore atta ad eliminare il residuo centrale lasciato dai due rotori.

www.tec-artigrafiche.it

AT T U A L I T À

OMARV s.r.l. • Via Cuneo, 60 • 12038 SAVIGLIANO (CN) • tel. 0172 715114 • fax 0172 780028 • www.omarv.com • e-mail: info@omarv.com


6

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Suini, nel 2011 in calo la produzione, segno più per le esportazioni

S

323 mila i capi macellati nel 2011 in calo del 3,2 per cento rispetto al 2010. La carenza di prodotto italiano è stata in parte supplita dai suini di importazione, che

si stima abbiano raggiunto circa 1.047.500 capi (il 7 per cento del totale macellato). L’aumento dei suini esteri rispetto all’anno precedente è

Spollonatore meccanico adattabile a qualsiasi decespugliatore

è applicabile a: TRaTTORi ReVeRSibili e Da FRUTTeTO cON SOlleVaTORe aNTeRiORe e pReSa Di FORZa puNTI VENDITA

econdo le prime stime diffuse dall’Anas, l’Associazione nazionale allevatori suini, in base ai dati Istat, sull’andamento del settore nel 2011 si sono raggiunti i 12 milioni e 276 mila capi allevati, in calo del 5,2 per cento rispetto al 2010. Un risultato frutto della contrazione della consistenza delle scrofe (meno 7,4 per cento nel giugno 2011 rispetto all’anno precedente) determinata dalla prolungata crisi del settore. Gli effetti della diminuzione produttiva sono stati più evidenti nei mesi conclusivi dell’anno come confermano i dati parziali del circuito DOP che ad ottobre indicavano ancora una contrazione meno marcata (meno 0,84 per cento). La minor disponibilità di prodotto nazionale ha innescato un effetto domino sull’attività di macellazione: circa 13 milioni e

rilevante: più 28,3 per cento. Le importazioni hanno riguardato soprattutto la categoria dei lattoni e per questo rispetto all’anno precedente il peso complessivo stimato di 43.944 tonnellate per i suini vivi importati è aumentato solo dello 0,7 per cento mentre il valore è diminuito del 5,4 per cento. Nel 2011 è proseguito il trend di crescita delle importazioni di carni suine (più 3,2 per cento) per un totale di 1.036.066 tonnellate corrispondenti ad un valore superiore ai due miliardi di euro (+5,5 per cento rispetto all’anno precedente). Segno positivo anche per le esportazioni di carne che hanno raggiunto quota 313.625 tonnellate, un balzo del 6,6% rispetto al 2010, per un valore di circa 1.219,4 milioni di euro (+9,5% rispetto al 2010). In ripresa i prezzi dei suini nazionali da macello, con +12% per quelli leggeri e +15,6% per quelli pesanti Dop 160/176 kg. Grazie al rafforzamento delle quotazioni, lo scorso anno il valore della produzione suinicola italiana è cresciuto del 9,6% (per un totale di 2.644,3 milioni di euro) nonostante la www.tec-artigrafiche.it

Da Coldiretti progetti per valorizzare la produzione piemontese

• AgRIpIù (Diano D’Alba) • ColmuTo VANNI (Castagnito) • gIoRDANo (Cortemilia) • moNChIERo (pollenzo) • RobINo (S. Stefano belbo)

RaccOG liTRici eSSicaT Oi SeleZiO NaTRici

di Valter Rivetti • www.rivmec.com NEIVE • C.so R. Scagliola, 228 • Tel. 0173 677544 • Fax 0173 677687


AT T U A L I T À Franco Ramello, responsabile del Servizio Economico regionale di Coldiretti. Sul fronte dei prezzi, il 2012 si è aperto con le quotazioni dei suini da macello in discesa,

ma a febbraio si registra una tendenza al miglioramento che dovrebbe confermarsi anche nei mesi successivi. Secondo le previsioni dello Rabobank, un importante istituto bancario

7 molto attivo nel comparto agricolo, nel primo semestre di quest’anno infatti i prezzi dei suini da macello raggiungeranno quotazioni di assoluto interesse. m

Mangime: in italia è più caro

O

ltre che per la benzina, l’Italia è il paese più caro d’Europa anche per il mangime dei suini che, nel 2011 ha raggiunto il costo record di oltre 36 euro al quintale, contro i 28 euro circa di danesi e olandesi, i 26 euro di tedeschi e francesi, i 29 euro dei polacchi, i 30 euro e mezzo degli irlandesi, i 27 euro degli ungheresi o i 29 euro degli spagnoli. Fra il 2010 e il 2011, secondo i dati Anas, i prezzi medi sono aumentati di 8 euro al quintale, con un aggravio di oltre il 29 per cento. Sui costi del mangime hanno influito: le quotazioni in crescita delle materie prime, il prezzo della benzina, visto che lo maggior parte dei trasporti avviene su gomma e la polverizzazione del mercato che non permette la movimentazione in blocco di grandi quantità di mangime con una maggiore economia sui costi finali. Il ruolo dei Consorzi Agrari d’Italia è strategico per una miglior gestione del mercato e degli acquisti di sementi e cereali, anche per un settore come quello suinicolo che in 5 anni ha perso 140 mila scrofe e la capacità di allevare 3 milioni di suini all’anno a fronte di un aumento delle importazioni dall’estero. m

Dai energia ai tuoi investimenti! www.tec-artigrafiche.it

contrazione nelle produzioni. Il settore si trova ancora oggi a dover fronteggiare un notevole rincaro del prezzo delle materie prime per l’alimentazione degli animali, soprattutto per mais (+33,7%), orzo (35,9%) e crusca di frumento tenero (30,2%). La crisi della suinicoltura italiana è aggravata dallo scarso potere contrattuale degli allevatori all’interno dell’intera filiera produttiva. Da una stima di Coldiretti, nel 2011 le quote percentuali dei prodotti ottenuti dai suini pesanti italiani si ripartiscono in un 16% agli allevatori e un 10,5% ai macellatori contro il 23,5% dell’industria e il 50% alla distribuzione. “Per risollevare le sorti di questo comparto, che per la qualità delle produzioni è sempre più apprezzato sui mercati esteri, è importante valorizzare tutte quelle iniziative che, come i mercati di Campagna Amica, accorciano la filiera offrendo la giusta remunerazione ai produttori e prezzi più convenienti ai consumatori” – dicono Marcello Gatto, presidente Coldiretti Cuneo e Mauro Marengo, presidente di Coldiretti APS Piemonte. Inoltre non mancano i progetti di Coldiretti per valorizzare il suino nato, allevato, macellato e trasformato in Piemonte. “Vi sono allo studio dei progetti di filiera sul comparto suinicolo a livello piemontese attraverso probabili accordi tra gli allevatori e i più importanti salumifici presenti sul territorio”, evidenzia

N° 5 – 16-31 marzo 2012

ISCAT S.r.l. Via Silvio Pellico, 19 SALUZZO (CN) Tel./Fax 0175 44648 www.iscat.com info@iscat.com


8

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

(continua da pagina 3)

5. Riportare in Europa la centralità degli interessi nazionali di tutela dell’identità del patrimonio agroalimentare contro le manipolazioni genetiche, dell’origine geografica degli alimenti e della professionalità del lavoro. 6. Riconoscere il ruolo dell’agricoltura per la coesione sociale e il presidio dei territori, valorizzando anche le diverse forme di filiera corta che creano nuove economie e occupazione con la piena soddisfazione delle aspettative dei cittadini consumatori. 7. Rimuovere le inefficienze della p.a. che si traducono in ritardi per le imprese agricole ed avviare sostanziali azioni di semplificazione degli adempimenti amministrativi, contro vecchie e nuove forme di rendita.

8. Determinare condizioni di equità e sostenibilità nell’applicazione della fiscalità riconoscendo le funzioni di interesse generale che svolge l’agricoltura a partire dalla produzione di beni comuni nell’interesse dei cittadini. 9. Premiare gli investimenti in innovazione e tecnologie sostenibili. 10. Garantire un futuro ai giovani, sostenendo le opportunità che l’agricoltura

offre in termini di creatività imprenditoriale e di dialogo con la società e sopprimendo le logiche di rendita. Vi hanno già aderito tutte le più importanti associazioni dei consumatori: Legambiente, Aiab, Codacons, Federconsumatori, Adusbef, Assoconsum, Adoc, e Federparchi, oltre alle organizzazioni sindacali del lavoro in agricoltura Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil e Acli. m


R I T R AT T I D I I E R I E D I O G G I

I

n una delle immagini più simpatiche del documentario di Fredo Valla girato a Pra ’d Mill, è ripreso mentre toglie le pinzette del bucato. Ma il monaco scherza su questo: “Non mi occupo solo del bucato!”. Padre Cesare Falletti, monaco cistercense, ha gli occhi azzurri, lo sguardo sorridente e la figura del saggio. È lui l’“anima” del nuovo “Monastero Dominus Tecum”, nato in una comba esposta a mezzogiorno, sotto la mole di Punta Ostanetta, tra i castagneti, a 900 metri di quota, sopra Bagnolo.

I PRIMI ANNI DA PRETE Prima di essere monaco, lei ha fatto il prete? “Sono nato a Torino il 22 ottobre 1939: mio nonno era di Villafalletto. Sono entrato in seminario a 23 anni, dopo aver studiato un po’ di Giurisprudenza a Roma. A 28 anni sono stato ordinato prete, che ho fatto per quattro anni e sono stato anche il responsabile delle vocazioni adulte del Seminario di Torino. Poi sono entrato nel Monastero cistercense dell’sola di Lerins”. Come è finito a Pra ’d Mill? “Sono arrivato qui spinto da Leletta d’Isola, una donna estremamente saggia con cui avevo molto feeling e con cui mi confrontavo sovente. Nel 1968 quando l’ho conosciuta era insegnante di Filosofia, ma quando andavo a trovarla si era ritirata nel Priorato di Saint Pierre, per ragioni di salute. Era una laica, molto conosciuta in Val d’Aosta, dove ha fatto del bene”. Prima di entrare in seminario ha avuto la fidanzata? “Fidanzata no, a 22 anni in quei tempi era presto! Amiche sì, le donne mi piacevano. E forse ancora adesso!” E oggi con quale occhi guarda le donne? Padre Cesare ride: “Con i miei, dotati di lenti a contatto!”. L’ACCOGLIENZA Quando è arrivato per la prima volta a Pra ’d Mill? “Il 23 settembre 1984, era buio, c’era la nebbia e pioveva, ed ero con quattro amici. Abbiamo visto

N° 5 – 16-31 marzo 2012

9

Storie di vita a cura di Barba Bertu (info@barbabertu.com)

niente, ma Pra ‘d Mill ci è piaciuto molto! Leletta ci aveva spinti a salire fino a qui”. Oggi quanti monaci cistercensi siete? “Sul registro, siamo 13. Ma un fratello lo abbiamo “imprestato” ad un altro Monastero per tre anni, e con noi è arrivato un altro monaco”. Come vi guadagnate il pane? “Lavorando: siamo impegnati nell’accoglienza delle persone, che ci prende molto tempo. È bello accogliere e condividere la nostra vita con la gente che arriva qui da noi. La nostra vita non è in funzione degli ospiti, ma è offerta agli ospiti. Produciamo miele e marmellate e oggetti di artigianato”.

Di cosa si occupa lei in particolare? “Oltre che delle pinzette del bucato del film di Fredo Valla, io sono il responsabile di questa comunità e devo farla andare avanti, seguendo i miei fratelli! A livello mentale, è certamente faticoso”. Chi sale a Pra ’d Mill? “Viene molta gente: vengono in tanti in questa Valle a cercare Dio, anche se non sanno nominarlo. Persone di tutte le età: preti, laici, uomini e donne, impegnati e non. Cosa vengono a cercare? Non lo so o, meglio, so che dietro a quella che neppure loro sanno, sono alla ricerca di Dio, della bellezza del suo volto sorridente e accogliente, misericordioso e stimolante verso la pienezza della vita”. Chi sono? “C’è di tutto. Gente disperata, o in crisi, o che vuole pregare, o è solo, o vuole “staccare” dai ritmi frenetici della vita, o alla ricerca di amicizie vere e del senso della vita. E noi li accogliamo”. Cosa pensa della Chiesa cattolica? “È la mia madre. Fatta di donne e di uomini che sbagliano, io per primo!”. E del mondo in cui viviamo? “È un mondo che sta cambiando, mi piacerebbe vedere come finirà questa storia. Ma il finale non lo vedrò”.

NON SOLO IL BUCATO Come si svolge la sua giornatatipo? “Sveglia alle 4 del mattino, con diversi momenti di preghiera comunitaria alternati a momenti di lettura e alle diverse occupazioni. A letto si va alle 21, il più delle volte stanchi”.

SENZA TELEVISIONE La televisione? “Non la guardiamo! Leggiamo quotidiani e riviste, e poi con Internet se si vuole si è documentati ormai su tutto”. Essere monaco oggi cosa significa? “Siamo una parte dell’umanità

che sta davanti a Dio e risponde a Dio”. C’è chi fa fatica a capire una scelta come la vostra, non crede? “Anche noi a volte facciamo fatica”. ATTORE MANCATO Contento della scelta che ha fatto? “Molto, non ho dubbi su questo. Se avessi continuato a fare il prete, sarei sicuramente più solo e avrei meno amici”. Pra ’d Mill ha un futuro? “Visto che di questi tempi ci ampliamo, spero che il Monastero duri qualche tempo!”. E i soldi dove li avete presi? “Dalla tasca della Madonna! Il primo finanziamento per fare la Foresteria è arrivato dalla Comunità europea, poi più niente da loro. I soldi il più delle volte arrivano dalle persone normali e non dai ricchi”. Lei non è più giovanissimo: la vecchiaia le pesa? “A volte sì, ma si diventa saggi invecchiando”. Il film di Fredo Valla le è piaciuto? “Sì, perchè è una bella parabola”. Il pensiero della morte la sfiora? “Sempre! Io ho vissuto una vita molto interessante e bella, e mi basta così”. Non le è mai pesato di non avere una famiglia e dei figli suoi? “No. Anzi, ne ho troppi! Basti pensare ai 34 novizi di Lerins, e ai 13 fratelli di qui”. Se non faceva il monaco, cosa le sarebbe piaciuto fare? “Magari l’attore in teatro. Ma non ho memoria”. m


10

FESTIVITà

N° 5 – 16-31 marzo 2012

La tradizione cristiana della Pasqua celebra l’inizio di nuova vita

L

a Pasqua è nata come festa agricola: dopo la crisi dell’inverno, inizia una nuova stagione di vita. Il ciclo della natura è sempre aperto, perché nessuna stagione è l’ultima: né l’estate, né l’inverno, né la primavera, né l’autunno! La Pasqua cristiana rafforza questo messaggio: nessuna crisi è definitiva, la storia non finisce in tragedia. La passione di Gesù, conseguenza di una condanna a morte che nessuno è stato in grado di interrompere, non conferma la triste sapienza di antiche culture, che non vedevano scappatoie dalla tragedia umana.

La passione sfocia nella Risurrezione! La morte nella Vita! Da molto tempo ci chiediamo se ci sia speranza per un mondo così complicato e sempre sull’orlo di grandi pericoli. Ognuno tira fuori le proprie carte e scommette a modo suo sull’ottimismo o sul pessimismo. È lo sfogo

delle nostre conversazioni quotidiane, senza tuttavia essere mai sicuri di quello che diciamo. Nessuno scommetterebbe troppo sui propri pronostici: sappiamo che alla fine la piega dei fatti è sempre una sorpresa imprevedibile. La speranza cristiana della Pasqua non è scommettere sull’ottimismo. È credere sulle risorse indistruttibili della Vita: anche i morti risorgono, chi è stato abbattuto si può rialzare, le colpe personali sono superate dal perdono. Sul Golgota, davanti ai tre uomini crocifissi, nessuno era ottimista, neppure Maria, Giovanni o i migliori discepoli.

Eppure in loro c’era la certezza di non essere all’epilogo di una tragedia, di non essere spettatori della fine del mondo. La Risurrezione è il germe della vita che non muore, neppure dopo le vicende più brutte della storia. Ottimisti o pessimisti sulla situazione del mondo di oggi, possiamo credere nella Risurrezione: colui che è stato Crocifisso non è prigioniero della morte. La sua parola di pace e perdono comunica uno spirito nuovo con cui vivere. Auguri di Buona Pasqua! Don Giuseppe Pellegrino Consigliere Ecclesiastico Coldiretti Cuneo


AT T U A L I T À

11

N° 5 – 16-31 marzo 2012

L’energia pulita al servizio del risparmio Nuove prospettive di risparmio energetico per le aziende agricole

M

ai come in questi tempi di crisi si è parlato di risparmio energetico, in presenza soprattutto di costi dei combustibili tradizionali (gasolio, GPL, metano) che stanno diventando davvero proibitivi. Gli indirizzi energetici a livello nazionale nonché le direttive comunitarie più recenti sono finalizzate ad incentivare soluzioni compatibili con l’ambiente che garantiscano l’autosufficienza energetica mediante la produzione di energia pulita, in sostituzione

dei combustibili tradizionali che, oltreché inquinanti, hanno altissimi costi. Non è pensabile, alla luce anche degli obiettivi del protocollo di Kyoto, l’utilizzo in modo sconsiderato dei combustibili tradizionali che oltre a determinare l’emissione di sostanze inquinanti tossiche, hanno altissimi costi energetici di produzione e trasporto. La competitività, in agricoltura come in altri settori, si gioca sulla riduzione dei costi di produzione sui quali incide in maniera importante la voce combustibili. Oggigiorno le aziende agricole, alla luce degli aumenti davvero insostenibili dei combustibili tradizionali (gasolio, GPL, metano, olio combustibile), avvertono

come esigenza inderogabile il ricorso a fonti alternative di energia che consentano sensibili risparmi nel rispetto dell’ambiente. In particolare, il riscaldamento degli ambienti, dalle abitazioni rurali agli agriturismi, dagli allevamenti alle aziende agroalimentari, rappresenta una voce significativa nel bilancio aziendale, che tende ad assottigliare i pur risicati margini operativi aziendali. Di qui l’esigenza di ricorrere a fonti alternative di calore in grado di garantire sensibili risparmi, ottimi rendimenti, energia pulita. Si stanno diffondendo da tempo caldaie di nuova generazione di varia taglia e potenza, alimentate

a energie rinnovabili (pellet), che garantiscono rendimenti eccellenti, un consumo minimo di biomassa vegetale, nel rispetto di un minimo ingombro, ed assicurano riscaldamento ed acqua calda sanitaria per ambienti anche di dimensioni consistenti. Sono caldaie modulanti di nuova concezione che consentono un notevole risparmio (fino all’80%) abbinato ad un elevato potere calorifero e ad un alto rendimento (superiore al 90%). Ciò può garantire inoltre una detrazione fiscale pari al 55%. Tali soluzioni innovative, alla portata di tutti e a costi contenuti, consentono di coniugare energia pulita e risparmio energetico, che, di questi tempi, non è poco. m


12

varie

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Il Corsivo del Coltivatore

Bando di concorso per il SIAL di Parigi Riservato ai titolari di azienda agricola under 40

Buonsenso ed alta finanza

E

www.tec-artigrafiche.it

cco a che cosa si deve fare appello. Non solo alla consapevolezza di essere economicamente nei guai, alla constatazione che, più o meno, la cinghia bisogna tirarla, alla scelta di una politica finanziaria personale attenta anche agli spiccioli, alla presa d’atto che gli anni delle vacche grasse sono tramontati da un pezzo, alla convinzione che la barca si tira avanti insieme. Bisogna guardare tutti ad una grande virtù che, nell’ultimo decennio, sembra essersi appannata: il buonsenso. In molti l’hanno già capito ed hanno rimesso al centro dell’attenzione una dote che non ha tramonto, che si è mantenuta nei tempi, che ha trovato pane da mordere quando le altre risorse sembravano alla fame. Mi è piaciuto il riferimento chiaro, scelto dalla Coldiretti, per pubblicizzare il ruolo della organizzazione. Un accenno semplice, sintetico, ma anche efficacissimo che non parla di successi, di vittorie sindacali, di battaglie portate avanti con grinta, di aspirazioni stratosferiche, ma pone al centro di tutto la “straordinaria Italia del buonsenso”. Una efficacissima contrapposizione al Paese delle parole, degli esperti, dei maghi della finanza, degli operatori del marketing, dei sostenitori di una politica progettuale più che concreta, degli analisti a tutti i costi e dei brokers internazionali. L’Italia del buonsenso è quella di chi non chiacchiera sulle più moderne teorie della finanza, di chi non rincorre le due o tre A della pagella finanziaria internazionale, ma di chi sa guardare con realismo alla situazione, di chi ha capito che la rinascita non può essere soltanto calata dall’alto, di chi, nel suo piccolo mondo di imprenditore agricolo, artigiano, commerciale o industriale, sa distinguere a naso, per esperienza e maturità le scelte utili alla sua portata, le iniziative da porre in essere per il bene proprio e della comunità e sa scovare nelle pieghe dell’operare la pazienza per resistere e la forza per adeguarsi ai tempi. Nelle aziende agricole il buonsenso, invocato dalla più grande organizzazione professionale di categoria, non è mai tramontato e trova oggi il suo rilancio, forte di un appello che la gente capisce e che tutti condividono perché è alla base dell’operare giornaliero, fa parte della natura imprenditoriale del mondo dei campi o di bottega ed è virtù che non ha mai tradito né mai è stata messa in discussione in un contesto, come l’attuale, in cui il filosofeggiare spesso la spunta sul fare. m Bastian Contrari

I

l Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, al fine di promuovere l’imprenditoria agricola giovanile, selezionerà 50 imprese agricole condotte da giovani uomini e donne, di età inferiore ai 40 anni, ai quali sarà data la possibilità di partecipare alla manifestazione SIAL 2012 che si svolgerà a Parigi dal 21 al 25 ottobre 2012. I vincitori del bando avranno diritto ad uno spazio espositivo gratuito all’interno dell’area riservata all’Osservatorio per l’Imprenditorialità Giovanile in Agricoltura (OIGA). Il SIAL è il più grande salone internazionale dell’alimentazione: ospita circa 6000 espositori provenienti da ogni parte del mondo, suddivisi in 19 aree tematiche, dal vino ai dolci, dalle carni ai prodotti caseari. Non mancano il vino, la ristorazione, le conferenze sui temi di salute e benessere alimentare. Giovani Impresa e Donne Impresa Coldiretti vi invitano a partecipare al bando come grande opportunità di promozione a livello internazionale: se siete titolari di un’azienda agricola e avete meno di 40 anni potete contattate gli Uffici Zona Coldiretti per richiedere la documentazione necessaria alla partecipazione al bando. La scadenza per la presentazione delle relative domande è fissata al 15 aprile 2012. m


Lo specialista italiano del fotovoltaico

presenta... Meglio un uovo e una gallina... oggi! ... no CoCCa, ne riparliaMo tra un anno...

Ma dovrei sborsare soldi subito...

Ma Così potrei farti Molte più uova ogni giorno!

Ma ti ripaghi Con Quello Che vendi...

un Mese dopo...

avevi ragione, CoCCa... vendiaMo l’energia e non sborsiaMo una lira!

non devi fare rinunce oggi per ottenere un vantaggio domani. informati! grazie al Quarto Conto energia puoi realizzare il tuo impianto fotovoltaico nella tua azienda agricola, ripagandoti le rate con i soldi guadagnati dalla vendita dell’energia che produci in più oltre a quella che consumi, azzerando così le tue bollette.

numero verde

800 984666

Corso Barolo, 15 - 12051 Alba (CN), Italy • Tel. +39.0173.285882 - Fax +39.0173.283069 - info@albasolar.it • www.albasolar.it


14

LETTERE

N° 5 – 16-31 marzo 2012

La Posta del Coltivatore Difendersi dalla fauna selvatica: serve una soluzione efficace Egr. Direttore, difendersi dalla fauna selvatica è diventata, per gli agricoltori, l’occupazione principale delle stagioni fredde. Da ottobre a marzo si lavora quasi esclusivamente per erigere, riparare o sottoporre a verifica le difese contro i caprioli, i cervi, i daini ed i cinghiali. Tanto per fare un esempio di cosa significhi, per un agricoltore di montagna, difendersi dalla fauna selvatica, riporto un breve elenco degli sport invernali da noi praticati nel corso di questi ultimi anni: abbiamo dapprima provveduto a recintare la proprietà piantando pali di castagno ed installando una rete, che ci ha permesso, tenendo lontani i cinghiali, di vivere

tranquilli qualche mese, almeno fino a quando sono calate le orde dei caprioli. La pace, ahimé, è durata pochi mesi: dopo la fanteria è avanzata la cavalleria, dopo i caprioli sono apparsi i cervi, anch’essi sempre più numerosi e affamati. Vediamo, si potrebbe pensare di elargire un qualche tipo di contributo alle aziende che affrontano spese per la propria

www.tec-artigrafiche.it

Defogliatrice DFR470

difesa, eventualmente inserendo un’appropriata misura in uno dei futuri PSR. Peccato che, in virtù dell’ingegnoso meccanismo con cui tali contributi vengono elargiti, non essendo la nostra azienda in grado di investire grosse somme di denaro, non potremmo mai sperare di entrare in graduatoria (ed in effetti non è mai successo). In poche parole: non abbiamo abbastanza soldi per poter ottenere dei soldi. Qualcuno è a conoscenza del fatto che, in Europa, l’85% degli aiuti va al 19% delle imprese agricole? Ma torniamo alle possibili soluzioni: si potrebbe continuare con la già avviata introduzione, nel disordinato minestrone ambientale, di un’altra specie assolutamente autoctona come i lupi, predatori di ungulati. Sarebbe però importante non farlo sapere

COSTRUZIONI MECCANICHE E APPLICAZIONI TECNOLOGICHE 12051 ALBA (CN) Italy - Reg. Rondò tel. 0173 35450 - fax 0173 35214 www.bmv-italy.com e-mail: bmv@bmv-italy.com

Vasta gamma di defogliatrici e cimatrici per qualsiasi tipo di vigneto

ai nostri cugini allevatori, anche se credo che a lungo andare se ne accorgerebbero ugualmente, infatti già ora, quando un lupo attacca uno dei loro animali (che, è bene ricordare, vengono accuditi non per passatempo ma per lavoro), hanno l’arroganza ed il cattivo gusto di stizzirsi. E cosa succederebbe qualora anche il numero dei lupi dovesse andare fuori controllo? Sorge un dubbio: non è che forse l’unica soluzione efficace di questa calamità consista nell’abbattimento controllato? Senza dubbio si tratterrebbe di una decisione tanto difficile quanto impopolare. Roberto Ferraro Garessio (CN) È proprio il caso di dire che il problema dei selvatici e del lupo rischia di diventare una guerra tra

Cimatrice “E600 ”


VA R I E

15

N° 5 – 16-31 marzo 2012

poveri. Se almeno per una volta tra agricoltori la si smettesse di guardare ai problemi che interessano in prima persona questo o quell’imprenditore e si fosse capaci di portare avanti, almeno a livello di opinione una battaglia tendente a contenere nell’accettabile la presenza di selvatici e dello stesso lupo, forse qualche risultato in più si potrebbe ottenere. Come Coldiretti abbiamo ribadito in tutte le sedi competenti che selvatici e lupi debbono essere ricondotti in termini numerici ad una convivenza con l’agricoltura e l’allevamento. Non sta a noi individuare le soluzioni. Lasciamo che gli esperti battano un colpo. Detto fuori dai denti, sarebbe ora! m NUOVA LEGGE CACCIA: SACCHETTO replica A TARICCO Vorrei replicare, se mi è concesso, al velenoso intervento del collega e amico Mino Taricco apparso sullo scorso numero del Coltivatore Cuneese. Pur stimando sinceramente Taricco non posso non rammaricarmi per le parole offensive espresse con la bava alla bocca ma soprattutto viziate da inesattezze presumo volute rispetto alla vicenda del referendum regionale sulla caccia. In realtà la sentenza della Corte d’Appello del dicembre 2010 ha posto la parola fine ai vari gradi di giudizio espressi dal Tar e dai Tribunali rispetto alle firme raccolte dal Comitato promotore nel 1987 e un ulteriore

ricorso in Cassazione avrebbe semplicemente certificato, con ulteriori costi a carico della Regione, ciò che già avevano sancito i precedenti gradi di giudizio. L’unico modo per evitare il ricorso alle urne era quello di abrogare la Legge regionale in materia venatoria (la 70 del 1996), cosa che ho tentato di fare il 9 gennaio del 2012 in III

Commissione consiliare con un emendamento che però ha visto una levata di scudi da parte delle opposizioni, facendo naufragare il tutto. Questo emendamento era frutto di un anno di lavoro, è falso sostenere che per un anno non ci si è occupati della cosa, e prevedeva oltre all’abrogazione della Legge regionale tutti i passaggi di

A Fossano il “Mercato dei Produttori”

Venerdì 16 marzo a Fossano, nella sala consiliare del Municipio, si è svolta la presentazione della convenzione tra Comune e Coldiretti Cuneo per la gestione del “Mercato dei Produttori” che sarà ufficialmente inaugurato sabato 12 maggio, in occasione della manifestazione “Naturalmente Expoflora”. A gestire il mercato dei produttori agricoli sarà la cooperativa Localmente, che aderisce al circuito UNCI-Coldiretti Cuneo: oltre al mercato che sarà aperto di pomeriggio, il martedì, giovedì e sabato, sarà inaugurata “la Bottega”, che tutti i giorni offrirà ai consumatori prodotti freschi e trasformati provenienti dalle aziende agricole del territorio.

carattere amministrativo che ci avrebbero consentito di svolgere il contenimento delle specie di fauna selvatica appoggiandoci normativamente sulla Legge nazionale 157/92. Quindi la soluzione per risparmiare 20 milioni di Euro e per aumentare la pressione venatoria e quindi ridurre i danni alle colture agricole (la Legge nazionale consente maggiori libertà di manovra rispetto all’attuale norma regionale) c’era ed era quella da me prospettata ed è pertanto il Consiglio regionale ed in particolare il Partito dell’amico Taricco ad essere responsabile della situazione che è venuta maturando. Sull’incapacità di gestire vorrei ricordare all’amico i problemi che lo stesso aveva avuto nel 2006 con i caprioli o semplicemente il lacunoso Psr che ci ritroviamo purtroppo ad affrontare fino al 2014 che lui stesso ha concepito o la montagna di soldi spesi dall’Assessorato negli anni 2005-2010 per cose di dubbia efficacia e mi fermo qui per non dilungarmi troppo altrimenti avrei molto da scrivere. Mi premeva però fare un po’ di chiarezza sull’argomento, sperando di avere lo stesso ben visibile spazio avuto dal collega sul Vostro giornale che apprezzo così come il Vostro lavoro per ovvie ragioni di imparzialità che vengono dichiarate. Con preghiera di pubblicazione porgo distinti saluti. Claudio Sacchetto, assessore regionale Agricoltura

ZAPPE PER FRESE - DENTI PER ERPICI ROTANTI - COLTELLI PER DECESPUGLIATORI E TRINCIASTOCCHI - ALBERI CARDANICI E LORO COMPONENTI - RICAMBI PER BARRE DI TAGLIO - MATERIALE ELETTRICO E FANALERIA

Punto vendita: S.S. laghi di Avigliana, 51/A 12020 S. Chiaffredo - Tarantasca (Cn) tel. 0171 937197 • fax 0171 940835 • e-mail: garelli.ricambi@libero.it

www.tec-artigrafiche.it

R I C A M B I AG R I C O L I


16

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Assemblea annuale del CATAC di Fossano

M

artedì sera 28 febbraio, presso il salone Brut e Bon del comune di Fossano, si è tenuta l’annuale assemblea del CATAC. Il CATAC di Fossano, (Centro di Assistenza Tecnica Agricola e Contabile dell’AGENZIA 4A Coldiretti Cuneo – Agenzia per l’Ambiente, l’Agricoltura e l’Alimentazione), diretto dal presidente Raffaele Tortalla di Fossano e dai membri del Consiglio Giuseppe Ambrogio, Giovanni Eandi, Giuseppe Fruttero, Aldo Giordano, Piercarlo Panero, Elio Pettiti, Domenico Pirra, Stefano Rocca, comprende un gruppo di circa 550 aziende agricole delle zone del braidese, fossanese e saviglianese. “Il principale scopo del centro

consiste nella valorizzazione del prodotto e nella massimizzazione del reddito, fondando le proprie basi sulla collaborazione e la sinergia che si instaurano tra le aziende agricole ed i vari enti che, a diverso titolo, collaborano – sottolinea il presidente Raffaele Tortalla – . L’attuale periodo di crisi sprona ulteriormente la squadra del CATAC, ad operare sempre di più in un’ottica di tutela del reddito dell’impresa agricola. L’assistenza tecnica prevede una doppia tipologia di consulenza: una definita “d’ufficio” e una “di campo”. La prima tipologia si pone come obiettivo principale quello di elargire consulenze relative alla condizionalità della PAC, alla direttiva nitrati, alle misure agro ambientali (mis. 214

del PSR), al benessere animale (mis. 215 del PSR), alla sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/08), cercando per quanto possibile di sgravare le aziende agricole dal sempre più pressante carico burocratico attraverso la compilazione dei registri (quaderno di campagna,

registro concimazioni, PUA,…). Il servizio prevede inoltre l’invio di bollettini e note tecniche di aggiornamento e l’invio di SMS grazie ai quali, in tempo reale, è possibile informare gli associati su quanto avviene sul territorio. La seconda tipologia di consulenza, quella “di campo”, rappresenta il fiore all’occhiello dell’attività CATAC, grazie alla quale è stato possibile realizzare, con la collaborazione di vari enti sull’intero territorio provinciale, numerose iniziative sia di tipo tecnico che economico.

TECNOCEMENTEDIL TECNOLOGIE IN VITICOLTURA

IRRIGAZIONE A GOCCIA SU MAIS

www.tec-artigrafiche.it

• Risparmio idrico • Resa maggiore del 30% • Subirrigazione • Macchinari per stesura • Macchinari per raccolta • Consulenza tecnicoagronomica

BALDISSERO D’ALBA (CN) • tel. 0172 40627 www.agricoplast.it info@agricoplast.it

• Pali in cemento vibrato • Pali in cemento precompresso • Canne in PVC antigelive • Pali in acciaio zincato • Pali in legno trattato • Pali in castagno • Tutori per barbatelle • Filo CRAPAL OPTIMUM e CRAPAL 2 • Filo INOX e tripla zincatura • Tracciamento e realizzazione vigneto • Fornitura materiale per “Metodo Grimaldi”

www.tec-artigrafiche.it

ATTORNO AL NOSTRO PALO I MIGLIORI VIGNETI

TECNOCEMENTEDIL di Genesio Pierangelo • Località BUSSIA, 11 MONFORTE D’ALBA (Cn) • tel. 0173 787101 • fax 0173 240024 www.tecnocementedil.it - e-mail: info@tecnocementedil.it / tecnocementedil@wmail.it


AT T U A L I T À

Paolo Stassi, tecnico cerealicolo Agenzia 4A, commenta: “Grazie alla fondamentale collaborazione con il CAP (Consorzio Agrario delle Province del Nord Ovest), sono stati stipulati diversi contratti di filiera cerealicola, quali l’orzo di qualità, il grano di qualità (var. Graindor e Bologna), il grano da glutine (var. Aubusson ed Excelsior) e il grano da seme (var. Illico); sono inoltre stati stipulati accordi commerciali di vendita di mais (convenzionale, alimentare e di qualità) e sono stati progettati

17

N° 5 – 16-31 marzo 2012

contratti relativi alla coltivazione e alla commercializzazione di grano saraceno e di sorgo da granella per biomassa”. Sempre con la collaborazione del CAP, è attivo già da diversi anni un vantaggioso acquisto collettivo di mezzi tecnici (sementi, concimi ed antiparassitari), grazie al quale si riescono ad ottenere prezzi interessanti; con il FATA è stato stipulato un accordo per l’assicurazione del frumento da filiera contro la grandine, infine è attiva un’ulteriore convenzione

per l’acquisto di cisterne per lo stoccaggio di carburanti a norma in base alle disposizioni del D.Lgs 81/08. Oltre al CAP, nella progettualità CATAC, sono state realizzate convenzioni con l’istituto ZOOPROFILATTICO e l’APA per l’assistenza tecnica in zootecnia. L’assistenza tecnica di campo prevede inoltre, grazie ad una proficua collaborazione con enti istituzionali quali la Provincia, la Regione e l’Università, la diagnosi delle erbe infestanti,

il monitoraggio insetti, la programmazione degli interventi fitosanitari, i campionamenti di terreno per la predisposizione dei piani di concimazione. “L’attività principe del CATAC rimane però la realizzazione di diversi campi sperimentali (mais da granella, mais da trinciato, mais alimentare, grano, orzo, sorgo e confronto di mezzi tecnici) grazie ai quali è possibile dare sempre più corrette indicazioni agli associati – aggiunge Mario Dotto, segretario di Zona Coldiretti di Fossano. Sono anche previsti momenti di formazione (serate divulgative, convegni, corsi presso scuole, incontri tecnici, giornate dimostrative, fiere, rassegne) e momenti di aggregazione. “Aggregazione, collaborazione e sinergia – conclude Tortalla – saranno capisaldi imprescindibili grazie ai quali sarà meno gravoso affrontare le sfide del futuro, con la globalizzazione e scenari mondiali sempre più complessi”. m

PIVOT - FERTIRRIGAZIONE SUB IRRIGAZIONE impianti definitivi per irrigare e fertirrigare Maggiore resa Migliore qualità Preventivi gratuiti e personalizzati

0,75 m

E.S.I. Srl

Via Giolitti, 74 12030 Torre San Giorgio CN Tel. 0172.96074 Fax 0172.96184

www.esi-irrigazione.com


18

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Una fondazione regionale per la ricerca in frutticoltura e orticoltura Coldiretti appoggia il progetto per rafforzare e istituzionalizzare l’attività svolta dal CReSO

L

a frutticoltura sta vivendo momenti cruciali. La batteriosi minaccia di spazzare via le coltivazioni di actinidia, mentre la frutta estiva è esposta a ricorrenti crisi di mercato. Si preannunciano grandi cambiamenti. Ma i cambiamenti, se ben governati, portano nuove opportunità che il settore intende cogliere per continuare a svolgere un ruolo da protagonista. Per questo, ricerca e innovazione saranno ancor più decisive nei prossimi anni. La Coldiretti intende avviare una riflessione su questi temi con le proprie imprese sul territorio. Tutti apprezzano l’attività del CReSO e chiedono che la ricerca sia messa nelle condizioni di lavorare a pieno regime, per guidare i cambiamenti, invece che subirli. Cosa serve alla ricerca per lavorare meglio? L’abbiamo chiesto a Michele Quaglia,

membro di giunta provinciale Coldiretti delegato alla frutticoltura e presidente del CReSO. “La frutticoltura ha cicli poliennali e la ricerca non può lavorare solo su progetti spot, che oggi ci sono e domani chi lo sa. Abbiamo visitato nei mesi scorsi alcuni dei migliori centri di ricerca italiani, in particolare

in Trentino, dove la frutticoltura svolge un ruolo di rilievo come da noi. Sono istituiti direttamente dalle Regioni, dispongono quindi di risorse finanziarie stabili, che consentono una programmazione di ampio respiro sulla base delle esigenze delle imprese. Sono organizzati come Fondazioni, cioè enti non a fini di lucro che possono ricevere contributi da tutti e possono partecipare ai bandi dell’Unione Europea per portare a casa ulteriori risorse. Per garantire nei prossimi anni una ricerca di eccellenza sul nostro territorio occorre prima di tutto costruire una base stabile, sulla quale sia poi possibile cercare ulteriori risorse a progetto a livello nazionale e soprattutto europeo. Quello che chiediamo ora alla Regione è di istituire

di AGR. Ivon Disderi Servizio Fitosanitario Nazionale Passaporto delle piante Cee Servizio Fitosanitario Regionale del Piemonte

www.tec-artigrafiche.it

Codice Produttore : 02603970043 Cod. Iscr. Reg. Nazionale Fornitori CN 0004

Micropropagazione di potinnesti ibridi cac - virus e nematodi esenti

GF 677 - MRS 2/5

ISHTARA FERCIANA® - CADAMAN AVIMAG®

Disponibili in florpak - vaso e innestati - epoca di impianto no stop Selezione di

ACTINIDIA HAYWARD e ToMURI

NovITÀ

MIRTIllI DUKe

Micro Plant - Revello - tel. 0175 259049 - fax 0175 259991 - 333 8686366 www.micro-plant.it

e-mail: microplant@gmail.com

una fondazione per la ricerca in ortofrutticoltura. La legge istitutiva deve prevedere una dotazione finanziaria adeguata alle necessità del settore, ma soprattutto continuativa per evitare l’incertezza dell’anno per anno”. Presidente Quaglia, perché lo chiedete alla Regione? “La Regione è l’Ente che ha competenza istituzionale su ricerca, sperimentazione e dimostrazione in agricoltura e dispone delle relative risorse finanziarie. Si è già impegnata in CReSO, evitando che le risorse andassero disperse in mille rivoli, come è purtroppo successo in altri settori. Quest’anno il CReSO


AT T U A L I T À ha compiuto i suoi primi 10 anni e si è rivelato un pieno successo. I consigli di amministrazione e i comitati tecnici sono stati guidati da imprenditori, ha un gruppo di ricercatori e tecnici che ci sono invidiati a livello internazionale, si sono costruite le strutture. È ora il momento di fare un passo avanti, affiancando al CReSO la Fondazione che ne rafforzi l’operatività e ne garantisca la continuità. Le riforme istituzionali in discussione in questi mesi potrebbero portare alla chiusura di Province e Comunità montane, che in questi anni hanno dato un supporto generoso alla ricerca attraverso la partecipazione al CReSO. Anche per questo occorre rivedere l’assetto regionale della ricerca in agricoltura”. “Il CReSO è riuscito a entrare nel giro buono della ricerca europea – conferma Silvio Pellegrino, direttore del CReSO – Facciamo parte di network quali Eufrin, Medex, Areflh, etc. che mettono in rete i migliori

19

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Centri di ricerca e consentono di accedere alle risorse finanziarie dell’UE. Quando si tratta di prendere i soldi siamo però

penalizzati dalla mancanza di un fondo di dotazione da portare a cofinanziamento. La Fondazione istituita con

Cosa ne pensa la Regione

A

livello nazionale, il Ministero dell’Agricoltura ha attuato un profondo riassetto della ricerca, sfoltendo i tanti istituti e concentrandoli nel CRA – Consiglio Nazionale per la Ricerca in Agricoltura. Al suo istituto, il Ministero destina giustamente tutte le risorse finanziarie. Il CRA è impegnato in una ricerca di base, talvolta in inutile competizione con il sistema delle Università. Alle singole Regioni spetta invece il compito di organizzare la ricerca applicata, quella che più interessa gli operatori, perché è più vicina alle imprese, si fa carico dei loro problemi e immette la linfa dell’innovazione nella rete dei tecnici di base (l’Agenzia 4A

di Coldiretti) che la portano capillarmente a tutte le aziende. Abbiamo chiesto all’Assessore Regionale Claudio Sacchetto (nella foto) come intende procedere al riassetto della ricerca in Regione. “In Piemonte abbiamo di tutto e di più. Ora che mancano le risorse, bisogna

ROSSO

legge regionale consentirà alla ricerca piemontese di fare quel salto di qualità che da tempo auspichiamo”. m razionalizzarle, concentrandole sulle cose che funzionano. Ho recepito le istanze della filiera ortofrutticola e ho già pronta una proposta di legge per mettere in sicurezza l’attività svolta dal CReSO. Prevede l’istituzione di una Fondazione per la ricerca, con un fondo di dotazione annuale continuativo. Sarà un bell’esempio anche per gli altri settori. Si creerà un sistema in cui la Regione investe le risorse disponibili sul suo Centro di ricerca, sapendo che questo collabora con il CRA e le Università, che a loro volta sono già finanziate a livello nazionale. Niente più duplicazioni di ruoli e la certezza che la nuova Fondazione sarà messa in condizioni di portare sul territorio ulteriori risorse finanziarie della UE, ma anche delle fondazioni di origine bancaria”. m

MACCHINE AGRICOLE E SERRAMENTI

www.tec-artigrafiche.it

Produzione e vendita macchine agricole dedicate alla frutticoltura

CARPENTERIE METALLICHE • Costruzioni in acciaio • Capannoni • Costruzioni speciali • Scale

VILLAFALLETTO (CN) • via Monviso, 61 • tel. 0171 942242 • fax 0171 942773 • www.rossomacchineagricole.com


20

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Suini, dall’UE nuove norme sul benessere Dal 1 gennaio 2013 riguarderanno tutte le aziende suinicole, non solo quelle di nuova costruzione

C

on il Decreto Legislativo n. 122 del 7 luglio 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 2 agosto 2011, l’Italia ha recepito la Direttiva 2008/120/CE che stabilisce le norme minime per la protezione dei suini, abrogando il precedente D.lgs n. 534/1992. Il testo conferma alcuni capisaldi del benessere dei suini, già applicati per le aziende adibite a tale uso dopo il 1 gennaio 2003, e che dovranno essere osservati

da tutte le aziende a partire dal 1 gennaio 2013. Di seguito riportiamo una breve sintesi di quanto dal nuovo decreto legislativo. Disposizioni a partire dal 1 gennaio 2013 Alcune norme sui locali devono già essere applicate dalle aziende nuove o ricostruite o adibite a tale uso per la prima volta dopo il 1 gennaio 2003. A partire dal 1 gennaio 2013 tali disposizioni verranno applicate a tutte le aziende. Si tratta nello specifico di: - superfici libere a disposizione per scrofe e scrofette; - pavimentazioni conformi; - scrofe e scrofette devono essere allevate in gruppo nel periodo compreso

tra 4 settimane dopo la fecondazione ed 1 settimana prima della data del parto. I lati del recinto in cui viene allevato il gruppo di scrofe dovranno avere una lunghezza superiore a 2,8 m; nel caso in cui vengano allevati meno di 6 animali i lati del recinto dovranno avere una lunghezza superiore a 2,4 m; - i suini malati o feriti sono posti in recinti individuali. Ambito di applicazione Le norme minime si applicano ai lattonzoli (dalla nascita allo svezzamento), ai suinetti (dallo svezzamento all’età di dieci settimane), ai suini all’ingrasso che hanno superato le dieci settimane, alle scrofe e alle scrofette. Questi animali, salvo

eccezioni (parto, allattamento, verro), sono allevati in gruppo. Definizioni Per azienda s’intende qualsiasi luogo, anche all’aria aperta, in cui gli animali sono allevati o detenuti, anche temporaneamente, quindi le norme riguardano anche le stalle di sosta. Questa definizione è uniformata alla definizione contenuta nelle disposizioni riguardanti già la malattia vescicolare dei suini. Lattonzoli (non svezzati) Nessun lattonzolo deve essere staccato dalla scrofa prima che abbia raggiunto un’età di 28 giorni, a meno che la permanenza presso la madre influenzi negativamente il benessere o la salute del lattonzolo o di quest’ultima. Lo svezzamento a 21 giorni è possibile in caso di allevamento in impianti specializzati (con un sistema di pulizia e di disinfezione tra gli impianti). I lattonzoli non svezzati devono poter essere allattati senza difficoltà.

COSTRUZIONE

LAGNASCO (Cn) Off. via Tapparelli, 11/A - Abit. via Manta, 20 tel. 338 4939908 - fax 0175 72527

www.tec-artigrafiche.it

AZIENDA AGRICOLA•VIVAISTICA

BARBERIS p.a. LUIGI • progettazione e realizzazione aree verdi e giardini • produzione e vendita piante ornamentali, fruttifere, noccioli (d.d.c.) 12062 CHERASCO (cn) • via Stura, 7 • tel./fax 0172 489276 www.vivaibarberis.it info@vivaibarberis.it

www.tec-artigrafiche.it

• CARRI RACCOLTA • GIRORAMI • ATOMIZZATORI • CARRELLO ELEVATORE FUORISTRADA

www.tec-artigrafiche.it

VENDITA E ASSISTENZA MACCHINARI PER FRUTTICOLTURA

PRODOTTI E CONSULENZA

PER L’AGRICOLTURA Via Provinciale Barge, 26/28 • 12030 Envie (CN) Tel. 0175 278152 / 278345 • Fax 0175 281956 / 278345 e-mail: corsinoagri@tiscalinet

BOTTO FABRIZIO IMPRESA EDILE VIA TORRE 17-VILLANOVA MONDOVI’ TEL. 339.6307480 – 0174.597481

COSTRUZIONI, RISTRUTTURAZION, SCAVII E PICCOLI LAVORI DI VARIO GENERE


AT T U A L I T À Suinetti e suini all’ingrasso Occorre prendere misure per evitare lotte tra gli animali. I suini sono allevati in gruppo e non dovrebbero essere mescolati tra loro, se non in caso di necessità prima dello svezzamento o entro una settimana dallo svezzamento. Gli animali particolarmente aggressivi o feriti vanno separati dal gruppo. L’allevatore deve mettere in atto misure destinate a prevenire le aggressioni nei gruppi. La somministrazione di tranquillanti per facilitare la commistione va limitata a condizioni eccezionali e solo dopo aver consultato un veterinario. Scrofe e scrofette Le scrofe e le scrofette gravide devono, se necessario, essere sottoposte a trattamento contro i parassiti interni od esterni. E’ vietato costruire o convertire impianti in cui le scrofe e le scrofette sono tenute all’attacco. I pavimenti devono essere non sdrucciolevoli e senza asperità per evitare lesioni ai suini. Le scrofe e le scrofette sono allevate in gruppo nel periodo compreso tra quattro settimane dopo la fecondazione e una settimana prima della data prevista per il parto Una settimana prima del parto le scrofe e le scrofette devono essere isolate. Dietro alla scrofa o alla scrofetta deve essere prevista una zona libera che renda agevole il parto naturale o assistito. Gli stalli devono essere provvisti di sistemi di protezione dei lattonzoli. In deroga alle disposizioni, le scrofe e le scrofette allevate in aziende di meno di 10 scrofe possono essere allevate individualmente nel periodo in precedenza, a condizione che gli animali possano girarsi facilmente nel recinto. Operazioni che possono arrecare dolore agli animali Solo un veterinario o altra persona formata sugli aspetti relativi al benessere degli animali, è autorizzata a svolgere le seguenti operazioni:

N° 5 – 16-31 marzo 2012

- riduzione degli incisivi dei lattonzoli, - mozzamento di una parte della coda (entro il settimo giorno di vita o, se successivamente, solo sotto anestesia e con somministrazione prolungata di analgesici da parte di un veterinario), - castrazione di suini di sesso maschile (entro il settimo giorno di vita o, se successivamente, solo sotto anestesia e con somministrazione prolungata di analgesici da parte di un veterinario), - apposizione di un anello al naso negli allevamenti all’aperto. La riduzione degli incisivi e l’amputazione caudale sono da effettuarsi soltanto ove sia comprovata la presenza di ferite. Salute I suini malati o feriti sono posti in recinti individuali. In tal caso, il recinto individuale deve permettere all’animale di girarsi facilmente se ciò non é in contraddizione con specifici pareri veterinari. Alimentazione Il Decreto prevede altresì norme relative all’alimentazione in «quantità sufficiente» e all’abbeveraggio «continuo». Tutti i suini devono aver accesso agli alimenti contemporaneamente agli altri suini del gruppo. Gli animali devono essere nutriti almeno una volta al giorno. Locali di stabulazione Le norme sulla superficie sono stabilite secondo il peso dell’animale: 0,15 m3 per un suino al di sotto dei 10 kg; 1 m3 per animali superiori a 110 kg; 6 metri quadri per un verro (10 metri quadrati se il verro viene impiegato per l’accoppiamento);1,64 m_ per scrofetta; 2,25 m_ per scrofa. Allorché siano allevate in gruppi di meno di 6 animali, le superfici libere disponibili devono essere aumentate del 10%;oppure se sono allevate in gruppi di 40 o più animali, le superfici libere disponibili possono essere ridotte

del 10 %. I pavimenti devono essere non sdrucciolevoli e senza asperità per evitare lesioni ai suini. La zona in cui coricarsi, che deve consentire che tutti i suini possano distendersi contemporaneamente, deve essere confortevole, pulita e asciutta. I suini devono riposare e alzarsi contemporaneamente. Ambiente I rumori continui di intensità superiore a 85 decibel sono vietati. I suini devono essere tenuti alla luce di un’intensità di almeno 40 lux per un periodo minimo di 8 ore al giorno. Ispezioni Ogni anno il Ministero della salute, le Regioni e le Asl provvedono a realizzare ispezioni su un campione statisticamente rappresentativo. Annualmente, entro il 30 giugno, il Ministero della salute presenta alla Commissione europea una relazione sulla base delle ispezioni effettuate.

21 Formazione del personale Il personale addetto ai suini deve aver ricevuto istruzioni in merito ai requisiti generali riguardanti gli allevamenti. I corsi per il benessere sono organizzati dalle regioni che provvedono con risorse proprie. Importazioni Per essere importati nell’Unione europea, gli animali provenienti da paesi terzi devono essere accompagnati da un certificato attestante che hanno beneficiato di un trattamento almeno equivalente a quello accordato agli animali di origine comunitaria. Sanzioni Chiunque non osserva le disposizioni é soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1.550 euro a 9.296 euro. Nel caso di ripetizione delle violazioni la sanzione amministrativa pecuniaria é aumentata fino alla metà. m


22

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Limitazioni agli erbicidi con Terbutilazina Dal Settore Fitosanitario regionale, le corrette indicazioni di impiego per l’annata agraria 2012

L

a Regione Piemonte ricorda che, a partire dalla campagna agraria 2008, sono in commercio e vanno impiegati esclusivamente formulati che contengono la Terbutilazina in miscela con altre sostanze attive diserbanti. Sulle etichette di tutte queste miscele, sono riportate le seguenti limitazioni all’impiego della Terbutilazina. “Rispettare una fascia di sicurezza non trattata distane almeno 5

metri dai corpi idrici superficiali. Nelle aree definite vulnerabili, ai sensi del D.L.vo 152/2006, impiegare ad anni alterni ed esclusivamente con interventi localizzati sulla fila di semina”. Come già segnalato gli scorsi anni, si comunica che per la campagna in corso, relativamente alla limitazione d’impiego che prevede i trattamenti ad anni alterni con distribuzione

localizzata sulla fila di semina, l’area in cui permane tale limitazione coincide con gli aerali definiti TO08 e TO09. Di conseguenza, nei suddetti aerali, chi avesse impiegato diserbanti contenenti Terbutilazina nel 2011, nell’anno in corso non potrà utilizzarli sugli stessi appezzamenti, mentre là dove è stata impiegata Terbutilazina nel 2010 e non

nel 2011, nell’attuale campagna la sostanza attiva potrà essere utilizzata, ma sempre con distribuzione localizzata sulla fila di semina e facendo ricorso a formulati che la contengono in miscela con altri erbicidi. Ulteriori approfondimenti sempre relativi alle aree vulnerabili da fitofarmaci sono riportati all’indirizzo http:// www.regione.piemonte.it/acqua/ aree/areevulne.htm Si precisa, infine, che la limitazione relativa al mantenimento di una fascia di sicurezza non trattata, distante almeno 5 metri dai corpi idrici superficiali va comunque rispettata su tutto il territorio regionale e nazionale. m (tabella nella pagina a fianco)

COSTRUZIONE RIPARAZIONE E VENDITA MACCHINE AGRICOLE

• Riper pieghevole 4mt. ex prove • lama anteriore per silos • Spianatori usati • Rotofresa pieghevole 4,20 • Riper 2,50 • Arginatore posteriore • livellatore 2,50 • Rimorchio 4x2 ribaltabile omologato • Macchine fienagione varie • Falciacondizionatrice claas 270 • Falciacondizionatrice galfrÈ 210 • Rototerra MoRenI KRonoS 5 mt. pieghevole • Caricatore frontale con parallelo • Dessilatore a sollevamento

www.tec-artigrafiche.it

• FIAT F100 DT freni aria • Pressa balloni newhollAnD D800 • Rototerra moreni 2,50 • Rotofresa morra 2,50 con seminatrice • Seminatrice grano 2,50 a falcioni • Spandiletame 4x2 omologato • Rotolama maschio 2,50 • Rotolama kuhn 300 • Scavafossi ø 80/90 • erpice a dischi 25/29/33 • Aratro trivomero segala variabile • Bivomeri • Macchina raccoglisassi • Carro Botte BoSSInI - 2 assi con braccio idraulico • Rulli per terreno • estirpatore pieghevole 3,75 e 2,50 fisso

Spianatore

TECNOENGINEERING progetta, realizza ed installa coperture in acciaio e telo, amovibili o fisse, per uso industriale ed agricolo. La nostra esperienza trentennale ci consente di costruire strutture solide ed economiche, ottenendo la massima resistenza agli agenti atmosferici. RIVENDITORE AUTORIZZATO TECNOENGINEERING

www.tec-artigrafiche.it

E L E N C O U S AT O

tel. 0171 772423 • fax 0171 771289 e-mail: dalmasso.snc@alice.it

GARANZIA DI SICUREZZA DI UN PRODOTTO TECNOENGINEERING

CARRù (Cn) • Strada Trinità, 32/C • tel. 0173 750788 • fax 0173 217658 • www.roccaalbino.it


TO08

001197 Poirino

Da 001 a 029, 031, da 039 a 055, da 076 a 095, da 106 a 108

TO09

001197 Poirino

030, da 032 a 038, da 056 a 075, da 096 a 105, da 109 a 138

N° 5020 – 16-31 marzo 2012 da 001COMUNI a 009, 011, 012, 019, 23 RELATIVI DI APPARTENENZA E ZONE TO09 001203 Pralormo Da 021 a 029, da 038 a 049, 056 IDROGEOLOGICAMENTE SEPARATE (Z.I.S.), NEI QUALI SONO VIGENTI LE TO08 001215 RivaPREVISTE presso Chieri PRESCRIZIONI IN tuttiETICHETTA PER LA SOSTANZA ATTIVA FOGLI DI MAPPA, RELATIVI COMUNI DI APPARTENENZA E ZONE IDROGEOLOGICAMENTE SEPARATE (Z.I.S.), TO08 001257 Santena Da 001 a 012 TERBUTILAZINA

V A R I 001203 EDI MAPPA, TO08 Pralormo FOGLI

NEI TO09

QUALI SONO VIGENTI LE PRESCRIZIONIDaPREVISTE 001257 Santena 013 a 025IN ETICHETTA PER LA SOSTANZA ATTIVA TERBUTILAZINA

TO08

001280 Comune Trofarello

TO09 z.i.s.

001308 Villastellone codice denominazione

TO08 TO09 TO08 TO09

001009 004041 Andezeno Caramagna Piemonte 001012 004062 Arignano Ceresole d'Alba 001048 Cambiano 004140 Monteu Roero

da 004 a 015, da 018 a 021 fogli di mappa ricadenti nelle zone vulnerabili da prodotti fitosanitari tutti

ProvinciadidiTorino Cuneo Provincia

TO08 TO09 TO09 TO09 TO09

001058 004222 Carignano Sommariva del Bosco 001059 Carmagnola

TO08 005012 Buttigliera d'Asti TO08 001078 Chieri TO08 005033 Cellarengo TO08 001123 Isolabella TO08 005052 Dusino San Michele TO09 001127 La Loggia TO08 005101 San Paolo Solbrito TO08 001153 dal Mombello di Torino orna a Lagnasco 13 al TO08 005112 Valfenera 15 aprile001156 Fruttinfiore, la TO08 Moncalieri TO08 005118 Villanova manifestazione che per tre giorni d'Asti TO09 001156 Moncalieri

da da 006 005 aa011, 007 013, 014 da da011 001 aa017 035 004, 007 a 021 001, da 006, 007 Da 015, da 032 a 038, 040, 041, 093, 097 da 006 001 a 004 Da 001 a 049, 054, da 057 a 092, da 098 a 118, da 124 a 146, 164, da 166 a Provincia di Asti 172 da 001 a 003, da 007 a 013 da 025 a 034, da 037 a 046, da 053 a 063, da 066 a 093 da 001 a 005 tutti 001, da 008 a 010 020 001, 002 008 cui regia è affidata alla Pro Loco da 001 a 004, da 007 a 011, 013, 014, 016 partecipano, sezione censuaria di Moncalieri: 019, 022, 023, di daLagnasco, 025 a 028, da 039 a oltre 056 da 001 a 003, da 009 a 050 all’ A mministrazione comunale, sezione censuaria di Moncalieri: da 057 a 066

Decima edizione di Fruttinfiore a Lagnasco

T

vuole festeggiare la migliore le più importanti associazioni TO08 001197 Poirino Da 001 a 029, 031, da 039 a 055, da 076 a 095, da 106 a 108 produzione frutticola locale, per di produttori frutticoli del 001197 Poirinoe 030, da 032 a 038, da 056 a 075, da 096 a 105, daPiemonte, 109 a 138 laTO09 frutta: quella sana, buona… nonché l’associazione 001203 da di 001 012,attività 019, 020 inTO08 fiore! Giunta alla suaPralormo decima e valorizzare il lavoro una 009, 011, e tante didattiche che le raccoglie: Assortofrutta, edizione, è intero territorio. Protagonista i più piccoli. Confermato insieme a Coldiretti Cuneo e TO09 l’inaugurazione 001203 Pralormo Da 021 a 029, daper 038 a 049, 056 venerdì 13 aprile alle 16.30 nel dell’edizione 2012 sarà lo Fruttintavola, un percorso CReSO. TO08 001215 Riva presso Chieri tutti piazzale Asprofrut. Fruttinfiore STAO, Salone delle Tecnologie gastronomico per celebrare la Il programma dettagliato TO08 001257 Santena Da 001 a 012 frutta anche a tavola, tra piatti accompagnerà i visitatori in Applicate all’Ortofrutticoltura, dell’evento è visitabile sul sito TO09 001257nelSantena Daricchi 013 a 025 tradizionali e gustose ricette una full immersion mondo ma anche i mercatini ufficiale della manifestazione: della frutta facendo scoprire di prelibatezze, i laboratori innovative. All’ o rganizzazione, la www.fruttinfiore.it m TO08 001280 Trofarello da 004 a 015, da 018 a 021 www.tec-artigrafiche.it

TO09

001308 Villastellone

tutti

Provincia di Cuneo

TO09

004041 Caramagna Piemonte

da 005 a 007

TO09

004062 Ceresole d'Alba

da 001 a 035

TO09

004140 Monteu Roero

001, 006, 007

TO09

004222 Sommariva del Bosco

da 001 a 004

TO08

005012 Buttigliera d'Asti

da 001 a 003, da 007 a 013

TO08

005033 Cellarengo

da 001 a 005

TO08

005052 Dusino San Michele

TO08

005101 San Paolo Solbrito

TO08

005112 Valfenera

TO08

005118 Villanova d'Asti

TECNO

IRRIGAZIONI www.tec-artigrafiche.it

Provincia di Asti

• Progettazione • manutenzione • installazione

impianti di irrigazione agricoli 001, da 008 a 010 tel. 345 6331871 e residenziali 001, 002 • www.tecnoirrigazione.com da 001 a 004, da 007 a 011, 013, 014, 016 • info@tecnoirrigazione.com da 001 a 003, da 009 a 050


24

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Con il DGR 2-3258 del 2012, le linee guida della Regione Piemonte

Gestione qualità dell’acqua nelle imprese alimentari Le norme del decreto riguardano agriturismi, laboratori, punti vendita

C

www.tec-artigrafiche.it

on la pubblicazione della DGR n. 2-3258 del 10 gennaio 2012 “Approvazione linee guida per il controllo igienicosanitario della qualità delle acque utilizzate nelle imprese alimentari”, tutte le imprese alimentari, che utilizzano l’acqua nella loro attività di lavorazione, sono tenute a considerare l’acqua come un prerequisito igienico-sanitario fondamentale per la propria attività. A tal proposito le imprese alimentari devono inserire il controllo della qualità dell’acqua nel piano di autocontrollo igienico sanitario (manuale haccp) considerando la situazione della rete idrica interna, l’utilizzo dell’acqua e la topologia di approvvigionamento idrico (acquedotto, pozzo, sorgente, ecc). Il provvedimento normativo classifica le aziende alimentari in funzione dell’utilizzo previsto dell’acqua in 2 categorie: categoria 1: imprese alimentari che non svolgono preparazione

e/o trasformazione ma svolgono principalmente attività di vendita, deposito, centri imballaggio uova, confezionamento frutta, ecc. categoria 2: imprese alimentari che svolgono attività di preparazione e/o trasformazione (macellerie, agriturismi, laboratori, ecc.). I punti acqua presenti nell’impresa alimentare, devono essere numerati, riportati in planimetria e classificati in funzione del loro utilizzo: punti a: utilizzo dell’acqua come ingrediente o come coadiuvante nelle preparazioni punti b: utilizzo dell’acqua per il lavaggio di impianti e attrezzature destinati a venire in contatto con le sostanze alimentari punti c: utilizzo dell’acqua alimentare per scopi tecnologici quali raffreddamento impianti, ecc. Seguendo la classificazione sopra esposta le aziende di categoria 1 che non hanno punti acqua di tipo a non sono obbligate ad effettuare analisi mentre le imprese di categoria 2 devono rispettare il piano di analisi previsto dalle linee guida in relazione al tipo di approvvigionamento idrico (pozzo, acquedotto, ecc.) e alla tipologia di punto acqua. Il piano di analisi prevede i seguenti controlli:

Aziende alimentari con approvvigionamento autonomo (pozzo, sorgente, ecc.) 2 analisi all’anno a rotazione sui singoli punti acqua di tipo a; 1 analisi all’anno a rotazione sui singoli punti acqua di tipo b; con i seguenti parametri: microbiologici: - coliformi a 37°C - Escherichia Coli - Enterococchi

chimici: - pH - conducibilità - ferro - ammonio - parametri organolettici - nitriti - nitrati - nichel - cromo - piombo


VA R I E

25

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Le nuove aziende alimentari, oltre a rispettare il piano di analisi, dovranno richiedere, prima di presentare la SCIA, il giudizio d’idoneità delle acque utilizzate al SIAN dell’ASL territorialmente competente, presentando la seguente documentazione in relazione al tipo di approvvigionamento idrico. Aziende alimentari con allacciamento all’acquedotto a) relazione tecnica con descrizione della tipologia della fonte di approvvigionamento, degli impianti di accumulo, adduzione, distribuzione e dei materiali utilizzati nella rete idrica interna ai sensi del DM 174/2004. b) individuazione dei potenziali centri di pericolo indicati al comma 4, articolo 94 del D.Lgs 152/2006) c) copia del contratto con l’ente gestore dell’acquedotto. Aziende alimentari con approvvigionamento autonomo a) dichiarazione documentata di impossibilità di allacciamento all’acquedotto o in caso di allacciamento già esistente dichiarazione di documentata necessità di rifornimento idrico aggiuntivo b) relazione tecnica con descrizione della tipologia della

fonte di approvvigionamento, degli impianti di accumulo, adduzione, distribuzione e dei materiali utilizzati nella rete idrica interna ai sensi del DM 174/2004. c) individuazione e descrizione delle attività di potenziale pericolo di inquinamento

eventualmente presenti nel raggio di 200 mt dal punto di captazione d) autorizzazione rilasciata dalla Provincia o copia della domanda regolarmente inoltrata. Successivamente il SIAN dell’ASL provvederà a rilasciare il giudizio di idoneità effettuando a seconda

dei casi i controlli analitici ufficiali. È sempre consigliabile consultare l’Asl territorialmente competente prima di richiedere il giudizio d’idoneità dell’acqua. I nostri uffici sono a disposizione per ulteriori chiarimenti in merito all’argomento. m

Finanziamenti agevolati per interventi di efficienza energetica

A

partire dal 16 marzo e fino al 14 luglio, è possibile presentare domanda per finanziamenti agevolati per interventi di efficienza energetica e sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili (decreto ministeriale 25 novembre 2008). I finanziamenti sono erogati in base a un Fondo rotativo, con una dotazione finanziaria complessiva pari a 600 milioni di Euro, finalizzato a incentivare, attraverso finanziamenti agevolati, le misure finalizzate all’attuazione del Protocollo di Kyoto. Le risorse disponibili per gli interventi da realizzare in Piemonte per la prima annualità (in totale ne sono previste tre), con riferimento alle Misure ���Microcogenerazione diffusa”,

“Rinnovabili” e “Usi finali”, sono pari a 9.790.000,00 Euro. Si tratta di prestiti a 3 o 6 anni a tasso agevolato pari allo 0,5 % annuo. Le modalità di presentazione della domanda (telematica e

cartacea) e la documentazione completa sono reperibili sul sito di Cassa Depositi e Prestiti al seguente link: http://www. cassaddpp.it/cdp/Areagenerale/ FondoKyoto/index.htm m

o e battello

7-9 aprile – in pullman

del Po Pasqua a Ferrara e Delta n

11–14 aprile – in pullma

Trenino della Centovalli e il Lago Maggiore

Domenica 29 aprile – in

Roma, città Eterna

pullman

tofino Santa Margherita Ligure e Por

lman

Domenica 15 aprile in pul

Messer Tulipano al Castello di Pralormo n

21-25 aprile – in pullma

Borgogna, Champagne, e vino Alsazia: paesaggio, arte

Domenica 22 aprile – in

25 aprile – in pullman, tren

pullman

i Busseto e luoghi Verdian

n e treno

28-29 aprile – in pullma

na, Trenino Rosso del Berni mo Co di o con sosta sul Lag

29 aprile-01 maggio – in

pullman

29 aprile-04 maggio – in

pullman

di Lago di Costanza e Isola le e nz ge Bre con u, Maina cascate di Sciaffusa la Fede

Medjugorje ed i luoghi del

Piazza Europa, 9 – 12100 Cuneo (PIANO SEMINTERRATO) Tel. 0171.67575 • Fax 0172.294940 staff@interrredigranda.com • www.interredi.com Per maggiori informazioni sui viaggi e sulle proposte rivolgetevi direttamente in agenzia o negli uffici Coldiretti della vostra zona.


26

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Modello 730/2012… ecco le novità

C

ome ogni anno, l’Agenzia delle Entrate apre la stagione delle dichiarazioni dei redditi pubblicando per primo il modello 730. In effetti questo modello, abbastanza semplice nella compilazione, può essere utilizzato da parecchie categorie di contribuenti (ad esempio lavoratori dipendenti, pensionati) per dichiarare i propri redditi prodotti nel 2011 ma anche per vantare crediti su specifiche spese sostenute. La condizione principale per poter utilizzare il modello 730 è avere un sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico) che a luglio 2012 (per i dipendenti) e agosto/settembre 2012 (per i pensionati) possa effettuare le operazioni di conguaglio cioè possa dare in busta paga il credito spettante o possa prelevare la somma dovuta per l’eventuale debito. Non possono presentare il modello 730 coloro che per l’anno 2011 hanno posseduto: t redditi d’impresa; t redditi di lavoro autonomo con partita IVA; t alcuni redditi diversi non previsti nel modello 730; t plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazione qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti

in paesi o territori con fiscalità privilegiata. Risultano: t privi di sostituto d’imposta che possa conguagliare il risultato contabile; t residenti all’estero nel 2011 e/o nel 2012; t obbligati alla presentazione di altre dichiarazioni quali 770 – IRAP – IVA. Ecco le principali novità che riguardano il modello 730/2012: ? l’introduzione della cedolare secca per i fabbricati concessi in locazione ad uso abitativo. Trattasi di un’imposta facoltativa che sostituisce l’IRPEF, l’addizionale regionale e comunale, l’imposta di registro e bollo per il reddito derivante dall’affitto. ? La proroga della detrazione riconosciuta per l’incremento della produttività per i lavoratori dipendenti che nell’anno 2010 non devono aver percepito un reddito da lavoro dipendente superiore a €40.000; ? La proroga della detrazione per il personale del comparto sicurezza (max €141,90); ? La proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi riguardanti il risparmio energetico ? L’eliminazione – a partire dal

14 maggio 2011 – dell’obbligo di inviare preventivamente la comunicazione di inizio lavori al Centro Operativo di Pescara per poter usufruire della detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia riportando i dati direttamente in dichiarazione; ? L’introduzione del contributo di solidarietà pari al 3% da applicarsi per la parte eccedente il reddito complessivo di €300.000;

? la riduzione di 17 punti percentuali del secondo acconto IRPEF e CEDOLARE SECCA; ? l’introduzione di apposita casella per evidenziare l’affidamento esclusivo , congiunto o condiviso dei figli quando un genitore intende usufruire al 100% della detrazione per figli; ? È stata abolita l’agevolazione per l’acquisto di frigoriferi e congelatori in classe energetica A+.

Gli uffici di Impresa Verde Cuneo srl e del CAF Coldiretti sono a disposizione per l’assistenza a tutti i contribuenti interessati alla presentazione di tale dichiarativo. m

Comunicazione all’Agenzia delle Entrate per chi prosegue i lavori per il risparmio energetico

E

ntro il prossimo 2 aprile tutti coloro che proseguono nel 2012 i lavori, finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti, sono tenuti ad inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate apposita comunicazione. Per i soggetti invece il cui periodo d’imposta non coincide con l’anno solare (vedi ad esempio le società) devono inviare la comunicazione entro novanta giorni dal termine del periodo d’imposta.

Con tale adempimento i soggetti interessati evidenziano, per ogni tipologia di intervento a risparmio energetico, il costo sostenuto nel periodo precedente. Se gli interventi proseguono per più periodi d’imposta (anni) il modello dovrà essere presentato entro novanta giorni dal termine di ciascun periodo d’imposta. Qualora più soggetti abbiano sostenuto le spese é ammesso


AT T U A L I T À

27

N° 5 – 16-31 marzo 2012

(in dieci rate annuali) per le spese sostenute e pagate per gli interventi di qualificazione energetica prevedendo però

l’inoltro di tale comunicazione anche da parte di un solo soggetto che ha sostenuto le spese stesse. La mancata osservanza dell’invio non comporta la decadenza del beneficio fiscale ma è soggetta all’applicazione della sanzione da un minimo di e258 a e2.065. Si rammenta che entro novanta giorni dal fine lavori occorre trasmettere all’Enea, in via telematica, la copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica (allegato A) e la scheda informativa (allegato E o F) relative agli interventi effettuati. Tali documenti devono essere rilasciati da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici e impianti nell’ambito delle competenze attribuite dalle leggi e comunque iscritte ad un ordine o collegio professionale. Infine si rammenta che il decreto “Salva Italia” ha prorogato a tutto il 2012 la detrazione fiscale del 55%

che a partire dal 2013 saranno agevolati al 36%. Gli uffici di Impresa Verde Cuneo srl sono a disposizione degli

associati per l’assistenza in merito nonché alla compilazione e all’inoltro della comunicazione all’Agenzia delle Entrate. m

Fabbricati rurali: proroga domande di variazione

L

a normativa in tema di fabbricati rurali ha visto ripetute evoluzioni nel corso del 2011. In particolare il legislatore ha fatto proprio l’orientamento della giurisprudenza di Cassazione, che richiede l’iscrizione dei fabbricati rurali in apposite categorie catastali quali la A/6 per i fabbricati abitativi e la D/10 per i fabbricati strumentali. Per l’attribuzione di tale categoria è stato stabilito di dover presentare una autocertificazione agli uffici dell’Agenzia del Territorio con cui si attestano i requisiti della ruralità, la cui scadenza è stata già oggetto di diversi rinvii. Il

CI.EMME

S.N.C.

di Murialdo Arturo e C.

ProduzIoNE PAlI IN ACCIAIo zINCAto A CAldo E Cor-tEN Promozione valida PEr tutto Il MESE dI APrIlE OFF

€ 2 99ERTA

,

+ IVA Sez. cad 33x5 PAl 2 mt o zI . 2.5 NC 0 IN C Ato A CAl oNt do INu o

RTA

OFFE

A

€1

.0 1.8 - 2 diam. Io u l l MIN INCo A z o Il F

Pali in cemento Pali castagno Canne PVC tutori per barbatelle

Filo zinco-Alluminio tendifili rete per recinzione Altri accessori

www.tec-artigrafiche.it

IV al kg. + 9 4 ,

Loc. Galli, 5 • Fraz. S. Giuseppe • Sommariva Perno (Cn) tel. 0172 450004 • cell. 335 470018 www.palipervigneti-ciemme.com

info@ciemmepali.it

termine inizialmente previsto al 31 marzo 2012 è stato ora definitivamente prorogato al 30 giugno 2012 per effetto della conversione in legge del Decreto mille proroghe. Coloro che non avessero ancora presentato

la domanda potranno, ove sussistano i requisiti, beneficiare della nuova scadenza. Gli uffici di Zona Coldiretti di riferimento potranno fornire agli associati gli ulteriori approfondimenti necessari. m


28

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Consulenza e progettazione

Consulenza e progettazione

Pratiche Enel e GSE

Pratiche Enel e GSE

Installazione

Installazione

Collaudo e messa in funzione

Collaudo e messa in funzione

Assistenza Assistenzapost-vendita post-vendita CUNEO CUNEO- Corso - CorsoGiolitti, Giolitti, 27 27

solare.fotovoltaico@tiscali.it solare.fotovoltaico@tiscali.it

Resp.Commerciale: Resp.Commerciale:347.5314693 347.5314693 Sedi: 0171.262938- -0171.902115 0171.902115 Sedi: 0171.262938


varie

N° 5 – 16-31 marzo 2012

29

Donne, lavoro e disabilità

D

elia Revelli, Responsabile Provinciale Donne Impresa Coldiretti, ha partecipato alla Conferenza Stampa che L’ANMIL Onlus ha organizzato nella ricorrenza dedicata alle donne, domenica 11 marzo 2012, per promuovere una proposta di legge sulla tutela delle donne lavoratrici e con disabilità. Nel corso del 2011 la Coldiretti ha attivato oltre 100 corsi sulla sicurezza sul lavoro, sull’uso del macchinari agricoli e dei dispositivi di protezione personali, anche per sottolineare la multifunzionalità dell’imprenditrice che sempre più spesso svolge molti ruoli differenti in azienda. m

“Non calpestiamo i fiori”

“N

on calpestiamo i fiori” è il secondo libro di Ettore Robbione. Lo scrittore si racconta nella presentazione ai suoi lettori: “ho fatto tanto mestieri, ora sono contadino, allevo api e cavalli, appartengo alla mia terra, mi sento poeta e mi atteggio a profeta. Le api mi pungono, i cavalli a volte mi scalciano, le persone spesso mi deludono, ma dobbiamo ricordarci che solo attraverso il dolore si scopre cos’è l’amore, quindi voler bene a tutti, nonostante a volte sia difficile”.

Da sempre appassionato di iniziative culturali e innamorato di Gaiola, il suo paese natale, porta nei suoi libri, la saggezza antica di una vita vissuta appieno, lo sguardo concreto e disincantato, con cui racconta la realtà che vede, senza dipingerla con orpelli e facili pregiudizi, ma nel modo che più gli riesce bene, con schiettezza e levità. Non mancano i versi di poesia e il dialogo con i grandi pensatori e scrittori di tutti i tempi: Dante, Leopardi, Nietsche, solo per citarne alcuni. Con loro, idealmente, apre un confronto sui temi di maggior dibattito del nostro oggi: cultura, pace, libertà, rispetto per la natura. Non mancano pagine di riflessione sulla Resistenza, uno scambio di lettere con Nuto Revelli, da cui scaturisce un messaggio più attuale che mai. La strada per vincere le battaglie più dure non è semplice, sta al lettore più curioso scoprirla e renderla propria, partendo da una piccola ma significativa presa di coscienza.. imparare a non calpestare i fiori, i principi e gli ideali è il primo passo per costruire una società più giusta e più vera. m

GESTIONE E BROKERAGGIO DELLE ASSICURAZIONI

COMPAGNIE ITALIANE ED ESTERE RICERCHE ASSICURATIVE CONVENZIONI

Incontriamoci in fiera: aggio! per te, un gradito om

E-MAIL:

- info@gibibroker.com - grandine@gibibroker.com

• Grandine • avversità atmosferiche • Bestiame • infortuni • all risks • r.c. Prodotti • r.c. aziende aGricole • incendio e furto • imPianti antiGrandine

NOVITÀ POLIZZE MULTIRISCHIO/ PLURIRISCHIO PER FRUTTA SOTTO RETE

• Guasti aGli imPianti antiGrandine • Gelo - Brina • vento • PioGGia • siccità • Grandine • Pluririschio • multirischio

www.tec-artigrafiche.it

ASSICURAZIONI RISCHI AGRICOLI:

12037 SALUZZO (Cn) • Piazza Cavour, 6 • tel. 0175.249163 • fax 0175.249129 • www.gibibroker.com


30

N° 5 – 16-31 marzo 2012

PRESENTAZIONE nuovo

t c a p m o c 0 7 o t e t t Fru

E IL IB T T A B IM O Z Z E R P a partire da

€ 19.990

CLUSI

IVA E TRASPORTO ES

orte

www.tec-artigrafiche.it

sc Fino a esaurimento

WALKER


VA R I E

Accesso al credito e strategie di marketing agli incontri di UNCI-Coldiretti Cuneo Bilancio sugli incontri formativi rivolti alle cooperative aderenti al circuito

A

ccesso al credito e strategie di marketing: sono i temi su cui si è sviluppato il ciclo d’incontri organizzato dall’associazione UNCI-Coldiretti Cuneo, durante il periodo invernale, rivolto alle cooperative ad essa aderenti. “Obiettivo del percorso formativo – dice Dario Armando, presidente di UNCI-Coldiretti Cuneo – è stato quello di creare un momento di confronto interno su tematiche di fondamentale importanza. L’accesso al credito, quale condizione indispensabile per poter avviare tutti quegli investimenti necessari finalizzati al mantenimento della competitività delle imprese; le strategie di marketing, quale elemento basilare per arrivare a conquistare traders e consumatori, comunicando loro la distintività ed il valore delle nostre produzioni”. Il primo argomento è stato trattato da Duilio Macario, responsabile del Settore Finanziamenti alle imprese della

31

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Banca Alpi Marittime. Nel corso del suo intervento, Macario ha fornito alcune indicazioni sul rapporto cooperative e istituti bancari, sui requisiti essenziali

richiesti oggi dal mercato dei servizi finanziari, soprattutto in un contesto difficile come quello attuale. Domenico Girò, segretario provinciale CreditAgri Italia, ha completato la panoramica in materia di credito soffermandosi sul ruolo svolto dai confidi, non soltanto finalizzato a concedere garanzie, ma anche nel fornire una prima consulenza alle imprese ed indirizzarle verso le formule di finanziamento più opportune. Il secondo incontro dal titolo “Evoluzione dei mercati e processi di marketing delle imprese cooperative” ha avuto come relatore Daniele Fornari, docente di Marketing

internazionale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e direttore del Cermes – Centro di ricerca su marketing e servizi dell’Università Bocconi di Milano. Nel corso della sua relazione, Fornari ha sottolineato l’importanza di fare marketing sia nei confronti del consumatore (consumer marketing) e nell’intercettare le sue esigenze, sia verso la distribuzione (trade marketing) nel saper “conquistare gli scaffali”. Conclude Bruno Rivarossa, direttore di Coldiretti Cuneo: “Prosegue il nostro impegno a 360 gradi nel campo della cooperazione, affiancando alla proposta di importanti accordi di filiera, iniziative formative che possano contribuire alla crescita delle realtà cooperative e soprattutto fornendo strumenti concreti, come CreditAgri Italia, che possano realmente rispondere in modo efficace e tempestivo alla esigenze delle nostre imprese”. m

Rinnovo Prestiti di conduzione per cooperative agricole

C

on la determina del 7 marzo 2012 n.186, pubblicata sul BURP s.o. 08/03/2012 La Regione Piemonte ha aperto i termini per la presentazione delle domande di prestito di conduzione per le cooperative agricole che hanno già in essere tal prestito e la cui scadenza avverrà entro il 30 giugno p.v.; la chiusura dei termini

di presentazione è fissata al 31 maggio 2012. L’apertura riguarda esclusivamente le domande per il rinnovo di prestiti di conduzione in essere e con scadenza naturale entro il 30 giugno 2012 per le cooperative agricole. La determina demanda a successivo provvedimento

la riapertura dei termini di presentazione delle domande per il rinnovo di prestiti di conduzione con scadenze successive al 30/06/12 e per nuove operazioni di credito a seguito dell’esatta quantificazione delle risorse assegnate. Per ulteriori informazioni, potete rivolgervi agli Uffici Coldiretti. m

da 40 anni al servizio dell’agricoltura

Via Circonvallazione, 3 - S. ALBANO STURA - Tel. e Fax 0172.67372 Cell. 335.7010231 - 339.2876315


32

BIOLOGICO

N° 5 – 16-31 marzo 2012

A Savigliano la Fiera del biologico “CamBio… per un’altra Terra” Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

www.tec-artigrafiche.it

Di sani principi morali, dolce, semplice e carina, 34enne, nubile, vive in campagna e sarebbe disponibile a trasferirsi, qualora conoscesse un uomo serio, con cui formare una famiglia. 329 6412710

Proviene da famiglia cattolica, 36enne, celibe, ha una grande azienda agricola, ama andare a cavallo, ragazzo sensibile, crede nel matrimonio. Alto, gioca a pallacanestro, sogna di conoscere una donna con cui costruire un rapporto serio. 346 3941533

Veterinaria, 42enne, bella donna, sola da tempo, senza figli, ha sempre dedicato la sua vita al lavoro e ai suoi genitori, ora vorrebbe incontrare un uomo onesto, semplice, per un futuro insieme. 339 1262291

Giornalista, 48enne, vedovo, è un uomo molto creativo, ha un carattere solare e aperto al dialogo, alto, brizzolato, occhi azzurri, incontrerebbe compagna per dedicarle amore e affetto. 334 7773872

Piemontese, vedova, pensionata, ex operaia, è una donna dai modi gentili, seria, 54enne, ama cucinare e fa volontariato presso la pro-loco del suo paese. Dedicherebbe volentieri la sua vita ad un 348 7154544 uomo affidabile.

Affascinante, impiegato in banca, 56enne, distinto e di buona cultura, divorziato, ama viaggiare, leggere, e andare a teatro, è un uomo affidabile, incontrerebbe compagna per condividere futuro. 347 9972155

Molto giovanile, pensionata, 61enne, ex maestra, piemontese, libera da impegni familiari, gioca a bocce, ama curare il giardino, è di buon 342 0362328 carattere e cerca un compagno per seria unione.

Ex imprenditore, 63enne, vedovo da tempo, dinamico, gioca a golf, ha casa al mare, è un ottimo ballerino, ama stare in compagnia, sogna di conoscere una gentildonna con cui 340 9483847 instaurare una bella relazione d’amore.

Pulizia di canne fumarie Video ispezioni Manutenzioni Intubazioni

Manfredi Roberto • tel. 335 1661803 • tel. 331 2912811 BRICCO DE FAULE - Cherasco - via Fossano, 31

dell’Associazione Regionale Produttori Biologici Terramica – sono molto importanti per dare risalto al comparto dell’Agricoltura Biologica del nostro territorio. Un’agricoltura nella quale diverse centinaia di aziende si impegnano quotidianamente per offrire ai consumatori un’ampia gamma di prodotti agroalimentari certificati e di altissima qualità che spaziano dall’ortofrutta ai formaggi, dal vino al miele, dalle carni ai trasformati. È sicuramente un’opportunità che le aziende Terramica potranno cogliere, partecipando gratuitamente alla manifestazione visto l’impegno della nostra Associazione

Pneumatici

www.tec-artigrafiche.it

inserirà all’interno della mostramercato Quintessenza giunta alla sua 15a edizione e ormai appuntamento fisso per migliaia di visitatori proponendo erbe, spezie e fiori. All’interno della mostra-mercato, un’intera area sarà dedicata esclusivamente all’Agricoltura Biologica locale permettendo di mettere in risalto le aziende partecipanti. L’intera giornata dalle ore 9 alle ore 19 si svolgerà all’interno di uno dei due Chiostri siti nel centro storico di Savigliano (Chiostro dell’Università oppure Chiostro di San Pietro). “Tutte queste occasioni – afferma Aldo Viale (foto accanto al titolo), Presidente

nell’acquisto degli spazi espositivi che come noto hanno un costo”. Alla manifestazione potranno prendere parte esclusivamente le aziende con prodotto certificato. Le aziende interessate a partecipare dovranno contattare l’Associazione Produttori Biologici Terramica, per procedere alla compilazione del modulo di adesione e per il perfezionamento dell’iscrizione, telefonando ai seguenti numeri: 0171/447248 – 349 oppure via mail terramica.cn@coldiretti.it o via fax 0171/447300.

Le adesioni verranno accettate fino a concorrenza degli ultimi posti disponibili. m

GHIBAUDO BOVES

Gomme sezione ristretta per diserbo e semina Consulenza e servizio presso la Vostra azienda Via Peveragno, 81 tel./fax 0171 389249

www.tec-artigrafiche.it

A

nche per quest’anno, l’Ente Manifestazioni della Città di Savigliano ha deciso di puntare sull’Agricoltura Biologica: un settore in continua e costante crescita, sempre più apprezzato e ricercato dal consumatore. Dopo la prima edizione, tenutasi lo scorso anno, torna l’appuntamento con le aziende biologiche del nostro territorio. Domenica 20 Maggio infatti si terrà la seconda edizione della fiera del Biologico “CamBio… per un’altra Terra” che permetterà alle aziende presenti in vendita diretta di incontrare i visitatori facendogli conoscere e gustare le proprie eccellenze aziendali. Quest’anno la manifestazione si

COStRuziONi teLAi ANtiRibALtAmeNtO OmOLOGAti PeR tRAttORi AGRiCOLi SOLLeVAtORi ANteRiORi SPAzzAtRiCi e SPAzzOLAtRiCi zAVORRe PeR mACChiNe AGRiCOLe CASALGRASSO (CN) Via Ponte Alto, 20 TEL. 011.975991 • CELL. 335.5299113 • corimamet@alice.it


BIOLOGICO

33

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Vino biologico: pubblicato il regolamento CE

È

stato pubblicato – sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea serie L 71 del 9 marzo 2012 – il Regolamento di Esecuzione (UE) n.203/2012 della Commissione che stabilisce le modalità di applicazione del metodo di produzione biologico relative al vino. Finalmente, quindi, il vino biologico potrà essere etichettato come tale e non come “vino da uve biologiche”, in quanto, ora, l’UE ha stabilito il disciplinare di produzione secondo il metodo biologico, per l’intero processo di vinificazione e non solo rispetto alla coltivazione delle uve come é

stato fino ad oggi. La normativa definisce, infatti, anche l’utilizzo di sostanze e di pratiche enologiche consentite. Il Regolamento entra in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea, e si applica a decorrere dal 1° agosto 2012. Per il

settore del vino si tratta di un passo importante in quanto ora é possibile diversificare ulteriormente la produzione offrendo al consumatore un vino di alta qualità ottenuto con processi di produzione a basso impatto ambientale. Tuttavia, l’UE ha perso un’occasione importante per differenziare in modo netto il vino biologico da quello convenzionale, non accogliendo nel regolamento il principio che occorra addivenire alla produzione di vino bio senza il ricorso all’anidride solforosa. In merito, infatti, sono stabiliti dei limiti che non si discostano in modo significativo dal

convenzionale, così come si é consentito il ricorso ad alcune pratiche enologiche che forse non avrebbero dovuto essere ammesse nel vino biologico. Ad ogni modo, la nuova normativa potrà favorire lo sviluppo di un settore molto importante dell’agricoltura biologica che vede il nostro come il primo paese produttore ed esportatore europeo. Non é escluso che dopo un periodo di applicazione della normativa si possano introdurre norme di produzione maggiormente restrittive che ora non sono state condivise dall’UE in quanto avrebbero creato notevoli difficoltà ai paesi nord europei. Intanto, i produttori di vino biologico italiano possono pubblicizzare l’ottima qualità del loro prodotto differenziandosi così dai vini bio molto commerciali prodotti in altri Stati dell’UE. m

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

PNEUS INTERNATIONAL srl IMPORT EXPORT

Il più grande centro italiano di vendita pneumatici

PER E OLTOR

L’AGRIC

PREZZ

O

CONCESSIONARIO: MICHELIN, KLEBER, GOODYEAR, BARUM, CONTINENTAL, CEAT, DUNLOP, BRIDGESTONE, FIRESTONE, ALLIANCE

E per chi acquista pneumatici nuovi... il montaggio è gratuito e a domicilio!

www.tec-artigrafiche.it

LE TRATTORI PALE RIMORCHI SPECIA AUTOCARRI AUTOVETTURE PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE

BRA - Borgo S. Martino, 48 (SS. 231) tel./fax 0172 432682

EFFETI

s.n.c.

di Fornasero Paolo & C.

REG. N. 457-A UNI ENI ISO 9001: 1954

Impianti elettrici civili e industriali - Automazioni Assistenza autorizzata radiocomandi Via Roata Gollè, 18/C • BUSCA (CN) tel. 335 6109550 • fax 0171 940989 e-mail: effeti.cn@libero.it

Tel. 335.6109550 - fax 0171.940989 - effeti.cn@libero.it Fr. S. Chiaffredo, 86 - 12022 BUSCA (CN) - effeti.cn@alice.it


34

AT T U A L I T À

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Punti Campagna Amica: opportunità di sviluppo

I

l consumatore, nei Punti di Campagna Amica, può acquistare direttamente in azienda, senza intermediari, il meglio delle produzioni fresche e trasformate del territorio per le quali si rispetta la massima attenzione in termini stagionalità, freschezza e tracciabilità. Comunicare è molto importante al giorno d’oggi. Spesso è essenziale per la buona riuscita di un progetto. A questo proposito, Campagna Amica Coldiretti ha organizzato un corso obbligatorio per tutti gli imprenditori titolari di Punti di Campagna Amica al fine di migliorare la conoscenza del progetto e la capacità di comunicarlo all’esterno, le opportunità e le metodologie a loro vantaggio.

“Per comunicare tutto ciò al consumatore e per rendere i Punti riconoscibili, sono anche importanti l’insegna, i colori e il messaggio: questi hanno uno stile inconfondibile che rende riconoscibili i Punti di Campagna Amica, – ha detto tra le altre cose Sara Paraluppi di Fondazione Campagna Amica di Roma – rendendoli il più grande circuito di agricoltori in vendita diretta d’Europa”. Attraverso il corso, le aziende agricole coinvolte, hanno avuto modo di approfondire vari aspetti e, tra questi, in particolare, il fatto che far parte di una rete così ampia ed importante possa portare valore aggiunto alla loro attività aziendale. m

co m u n i c a z i o n e m i r ata

arti grafiche

t i p o l i t o g ra fi a ▪ p u b b l i c i t à ▪ g ra fi c a ▪ e d i t o r i a

TUBI IN PLASTICA PER IRRIGAZIONE E BIALERE

TUBI PASSACAVI TUBI PER BIOGAS

TUBI E GEOTESSUTI PER DRENAGGIO

VASCHE E CISTERNE POMPE

Termoplastica Sas • Via Don Orione 79 • 12042 Bra (CN) Tel. 0172 422146 • Fax 0172 431021• www.termoplasticasas.com

a 40.000 associati, distribuzione in 45.000 copie e 18 numeri l’anno…

www.tec-artigrafiche.it info@tec-artigrafiche.it Via dei Fontanili, 12 ▪ 12045 Fossano (CN) ▪ Tel. 0172 695770


www.deltadoc.eu


36

N° 5 – 16-31 marzo 2012

N otizie dal mondo dei cavalli

Ben tornata Primavera!!!!

E

con un valore inestimabile, ma è un valore affettivo, in realtà spesso costa meno di una media bicicletta da corsa. Con l’arrivo della bella stagione “noi ricchi” spesso non andiamo in vacanza perché il cavallo chi lo guarda? Ma non siamo dispiaciuti, perché la domenica la passiamo in compagnia del nostro amico a quattro zampe e di molti amici appassionati come noi, che non amano le lunghe file in autostrada e le spiagge super affollate, ma amano fare delle passeggiate o partecipare ai raduni organizzati dai Circoli A.C.S.T.E. e alla fine della giornata, facendo i conti abbiamo speso al massimo 15 o 20 euro proprio quando esageriamo e ci concediamo un pranzo in trattoria. Pensandoci bene siamo veramente ricchi, non una ricchezza quantificabile in denaro ma in passione, in

Tubi in cemento Pozzetti irrigui Canali per irrigazione Vasche raccolta acqua

Fosse IMHOFF Separatori Olio e Grassi Nicchie per contatori acqua (marmotte)

www.tec-artigrafiche.it

d ecco che la primavera è arrivata, le gelide giornate d’inverno sono un ricordo, le prime rondini stanno arrivando ma noi appassionati di cavalli abbiamo sentito la primavera già nelle prima giornate di marzo quando la mattina presto, dando da mangiare ai cavalli prima di recarci al lavoro, abbiamo sentito il cinguettio felice dei passeri. Sottolineo la mattina presto, perché noi appassionati del mondo equestre, considerati ricchi dal fisco, siamo semplicemente persone che con fatica sono riusciti ad acquistare il cavallo e tenerlo a casa, a volte anche con qualche discussione in famiglia, perché il cavallo è impegnativo, richiede tempo e dedizione, va pulito giornalmente! Inoltre per ognuno di noi il proprio cavallo è il più bello, il migliore

CARAGLIO (CN) • Via Paschera S. Carlo 42/B • Tel. 0171 817110 • Fax 0171 610707 • info@manufattisancarlo.it


N OT I Z I E DA L M O N D O D E I C AVA L L I amore per la natura, per il nostro territorio e le nostre tradizioni. Ed ecco che arriva puntuale il Calendario degli appuntamenti organizzati dai Circoli A.C.S.T.E., dove persone amanti delle cose semplici che trasmettono emozioni grandi, con una gran voglia di fare pensando al divertimento e non al lucro, organizzano delle belle feste.

N° 5 – 16-31 marzo 2012

CALENDARIO APPUNTAMENTI STAGIONE 2012 • 25 marzo Fiera di Quaresima al Miac Comune di Cuneo e A.C.S.T.E. • 22 aprile trekking Oasi di Sant’Albano Circolo Bombonina • 5 maggio Passeggiata a cavallo Valle Ellero Roccaforte Mondovì • 2 giugno trekking da Bagnolo P. a Montoso Circolo di Bagnolo Piemonte • 2-3 giugno Raduno a Bombonina Circolo I SERVAJ • 9-10 giugno Raduno Passatore- Pro Loco di Passatore • 17 giugno Raduno “AL RANCH” ai Boschetti di Centallo • 24 giugno trekking alle Meschie-Monte Bisalta Circolo di Bombonina • 30 giugno-1 luglio trekking Artesina-Prato Nevoso Circolo di Borgo • 14-15 luglio trekking Ippovia Valle Stura da Borgo S. Dalmazzo a Argentera Circolo di Borgo • 21-22 luglio Passeggiata a Palanfrè Circolo di Borgo • 4 agosto Notturna nel Parco Fluviale Gesso-Stura Circolo di Bombonina • 11-12 agosto trekking da Bagnolo P. a Rucas Valle Infernotto Circolo di Bagnolo P. • 14-15 agosto due giorni a Desertetto Circolo di Borgo • 26 agosto trekking a Caporale Circolo di Bombonina • 9 settembre Raduno al Filatoio Rosso di Caraglio Circolo di Bernezzo • 23 settembre Raduno A.C.S.T.E. • 7 ottobre Raduno a San Martino di Busca Circolo di Busca • 13-14 ottobre Raduno a Bagnolo Piemonte • 14 ottobre Raduno a Demonte Circolo di Bernezzo • 18 novembre Passeggiata sul sentieri della Valle Ellero Roccaforte Mondovì.

37


38

notizie epaca

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Decreto “mille proroghe”: deroghe alle nuove regole sull’accesso alle pensioni

C

ome già anticipato ai lettori, la riforma previdenziale varata con la Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 “Manovra Monti” si compone di tante misure che hanno l’effetto di modificare i requisiti per l’accesso alle pensioni dal 01 gennaio 2012. L’articolo 6 del Decreto “Mille proroghe” ha apportato alcune innovazioni alla Manovra Monti, ampliandole le casistiche di deroghe, aggiungendo altre due tipologie di soggetti che potrebbero beneficiare della precedente normativa:. RIEPILOGO COMPLESSIVO DELLE DEROGHE È opportuno ricordare che le deroghe di cui possono beneficiare alcune categorie di soggetti, non hanno eguale forza, in quanto ci sono:

1) DEROGHE CHE SI APPLICANO IN MANIERA CERTA E GENERALIZZATA (art.24, comma 14, primo periodo), a: a) Soggetti che hanno maturato il diritto entro il 31/12/2011; b) Donne che optano per il sistema contributivo ex art.1, co.9, legge n.243/2004. 2) DEROGHE CHE HANNO UN’EFFICACIA CONDIZIONATA AD UN BUDGET DI SPESA (art.24, comma 14, lett. a, b, c, d, e, e bis): a) Autorizzati ai versamenti volontari prima del 04/12/2011; b) Soggetti in mobilità ordinaria e lunga in base ad accordi stipulati prima del 04/12/2011; c) Lavoratori che alla data del

04/12/2011 avevano titolo all’accesso a prestazioni straordinarie a carico dei fondi di solidarietà; Lavoratori del pubblico impiego che alla data del 04.12.2011 hanno in corso l’esonero dal servizio ex Legge133/2008; d) lavoratori esodati cessati dal lavoro entro il 31/12/2011; e) lavoratori in congedo straordinario al 31/10/2011 per assistere il figlio disabile. Entro il 30 giugno 2012 sarà emanato il decreto ministeriale che disciplinerà le deroghe nei limiti delle risorse economiche disponibili. RIDETERMINAZIONE DELLA PENALIZZAZIONE PER PENSIONAMENTI ANTICIPATI Come è noto, l’accesso alla pensione anticipata con età

inferiore ai 62 anni comporta la penalizzazione della riduzione percentuale del trattamento pensionistico. Tale penalizzazione non si applicherà ai soggetti che maturano il requisito di anzianità contributiva entro il 2017, qualora la predetta anzianità contributiva derivi esclusivamente da prestazione effettiva di lavoro, includendo i periodi di astensione obbligatoria per maternità, per l’assolvimento degli obblighi di leva, per infortunio, per malattia e di cassa integrazione guadagni ordinaria. Gli uffici EPACA di Coldiretti sono a disposizione per i chiarimenti in merito. m

NON SBAGLIARE STRADA, SCEGLI NOI

Prezzo competitivo Realizzazione opere a regola d'arte Produzione propria dell'asfalto certificato CE Esperienza quarantennale Azienda certificata Uni En Iso 9001:2000

SICAS ASFALTI s.r.l.

Via Scarnafigi, 26 - 12030 Monasterolo di Savigliano (CN) C.F.–P.IVA–Iscr. R.I. CCIAA CN: 00159170042 Tel : 0172/373115 Fax : 0172/373 185 – e-mail : info@sicasasfalti.it REALIZZAZIONE ASFALTI PER SILOS - CORTILI - STRADE VICINALI

www.tec-artigrafiche.it

Defogliatrice

Trattori - Macchine agricole Giardinaggio Cimatrice per vigneti Potatore ALBA - C.so Canale, 73 - tel. 0173 440702


S cadenze aziendali

N° 5 – 16-31 marzo 2012

31 MARZO

39

16 APRILE (essendo il 15 festivo)

IVA ESPORTATORI I contribuenti che si avvalgono della facoltà di acquistare o importare beni e servizi senza pagamento dell’imposta devono annotare nei registri di cui agli art.23 o 24 ovvero 39, secondo comma, entro ciascun mese, l’ammontare di riferimento dell’esportazione e quello degli acquisti effettuati senza pagamento dell’imposta. Il tutto risulta dalle fatture e bollette doganali registrate entro il mese precedente. IVA REGISTRAZIONE FATTURE Per le fatture di vendita il termine per effettuare la registrazione è stabilito in 15 giorni dal momento in cui sono state emesse. Le fatture d’acquisto devono essere annotate in apposito registro entro l’anno nella cui dichiarazione viene esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta. ELENCHI CLIENTI E FORNITORI “BLACK LIST”: SOGGETTI MENSILI Invio telematico della comunicazione relativa ai contribuenti mensili che abbiano effettuato operazioni attive e passive (beni e servizi) con soggetti economici con sede o domicilio fiscale in Paesi “black list” registrate o soggette a registrazione nel mese di febbraio 2012. PROSECUZIONE VOLONTARIA CONTRIBUTI I soggetti autorizzati dall’Inps a proseguire volontariamente nel pagamento dei contributi devono, entro questa data, versare i contributi relativi al quarto trimestre 2011, il versamento deve essere effettuato utilizzando gli appositi bollettini di conto corrente postale rilasciati dall’Inps.

IVA FATTURAZIONE DIFFERITA Entro tale data deve essere emessa, la fattura per le cessioni di beni effettuate nel mese di marzo, la cui consegna o spedizione risulta da idoneo documento. La fattura differita deve essere registrata entro la stessa data e con riferimento al mese di consegna, cioè marzo. VERSAMENTO RITENUTE FISCALI IRPEF Scade il termine per i versamenti diretti, con modello F24, delle ritenute effettuate nel mese di marzo sui redditi di lavoro autonomo e di lavoro dipendente. IMPOSTA VALORE AGGIUNTO MESE DI MARZO Annotazione di liquidazione per il mese di marzo e versamento dell’eventuale imposta da parte dei contribuenti che esercitano attività agricola d’impresa e di lavoro autonomo che nell’anno 2011 hanno realizzato un volume d’affari superiore a euro 400.000,00, se prestazione di servizio o di euro 700.000,00 per le altre attività. Devono inoltre effettuare la liquidazione tutti i soggetti con volume d’affari inferiore al limite suddetto che non hanno effettuato l’opzione ai sensi dell’art.66, legge 427/93. IVA- COMUNICAZIONE DEI DATI CONTENUTI NELLE DICHIARAZIONI D’INTENTO Entro tale data deve essere trasmessa telematicamente la comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d’intento, ricevute nel mese di marzo 2012. Sono obbligati a tale adempimento le ditte IVA che emettono fatture nei confronti degli esportatori abituali ai sensi dell’art.8 lettera c) del D.P.R. 633/72. m

MACCHINE UTENSILI UTENSILERIA

SCAVINO e SCAVINO srl

Via C. Cordoni, 17 • 12038 SAVIGLIANO tel. 0172 712467 • fax 0172 711643 www.formut.it

• Dichiarazioni di conformità del dispositivo di protezione in

Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte Il dell’allegato V del D.Lgs. 81/08. La nostra ditta produce e installa su ordinazione, il telaio adatto ad ogni trattore nel pieno rispetto delle linee guida dell’ISPESL. Forniamo ed installiamo inoltre il sedile con cinture di sicurezza.

DICHIARAZIONI RILASCIATE:

caso di capovolgimento.

• Dichiarazione di corretta installazione del dispositivo in •

VENDITA SPECIALIZZATA DI:

INOLTRE REALIZZIAM0 ED INSTALLIAMO

www.tec-artigrafiche.it

Strutture metalliche, tettoie, capannoni, scaIe, serramenti in alluminio, civili ed industriali.

www.tec-artigrafiche.it

SEGATRICI - LAME NASTRO TRAPANO - PUNTE MASCHI PRESSE - AUTOCENTRANTI TORNIO - UTENSILI DA TORNIO FRESATRICE - UTENSILI DA FRESA LEVIGATRICE - SABBIATRICE PONTE SOLLEVATORE - CHIAVI - CARRELLI UTENSILI BETA ARMADI PORTAVERNICI

caso di capovolgimento. Dichiarazione di corretta installazione del dispositivo di ritenuta del conducente.

Borgata Molino, 26 • VERDUN0 (CN) tel. 0172 470160 • fax 0172 470266 info@scavinoescavino.com


40

P R O P O S T E D ’A F F A R I

Via Carmagnola, 5 - POIRINO (TO) tel. 011 9450558 - fax 011 9451972 • www.ermesgomme.com • ermesgommista@tiscali.it

VENDO H Autocaricante Supertino C30, omologato con sbarramento idraulico, ottimo affare, come nuovo Tel. 3498329488 H Girello e andanatore per piccola azienda Tel. 0174681167 H Erpice a disco da 25 in buono stato Tel. 017441514 ore pasti H Silos per cereali e sala mungitura 12 posti ovi-caprini Tel. 3497022911 H Legna da ardere di Faggio, Rovere, Carpino, Gaggia, consegna a domicilio Tel. 3387453766 H Falciatrice BCS Tel. 3343181120 H 5 botti Rovere di Francia da 30 hl., bellissime Tel. 0141840344 3472387331

Il mercatino del Coltivatore

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

N° 5 – 16-31 marzo 2012

Da 50 anni lavoriamo dentro il mondo del pneumatico • Coperture d’occasione nuove e usate • Trasformazione ruote strette • 3 furgoni attrezzati per assistenza a domicilio Daremo una svolta ai vostri pneumatici!

H Semovente e caricaerba Lerda omologato, molino Lerda 48 martelli Tel. 0171946943

H Seminatrice mais pneumatica 2 file con rullo, elevatore fieno-mais Tel. 017377540

H Fiat 300 Piccola e seminatrice per mais 2 file pneumatica Tel. 0172696106

H Idropulitrice 130 atmosfere acqua fredda Tel. 3332564384

H Ripper largo m. 1,50 con rullo idraulico e vasche in vetroresina di varie dimensioni Tel. 0172411871 ore pasti

H Pali in cemento di diverse misure (8x8 9x9), altezza m. 2,50 - 2,70 - 3,00, adatti per recinzione Tel. 3338686369

H Rotoballe Supertino 1500 in condizioni perfette Tel. 3409796945

H Erpice a 29 dischi, forcone carica letame Tel. 3388598819

H 2000 canne nostrane nuove, pronte all’uso, altezza m. 3 da fagioli, a buon prezzo Tel. 0174789076 dalle 13 alle 14

H Essicatoio mobile Agrimec per cereali, capacità 110 q.li in ottime condizioni Tel. 0172654281 ore pasti

H Pompa centrifuga Caprari diametro 200, 5 tronconi, pompa e m. 1,5 di pescante Tel. 3333826127 H Lamborghini 874 90 DT Turbo, rotofalce Galfrè, forca posteriore, livellatore m. 2,50, spandiconcime q.li 4, rimorchio 2 ruote ribaltabile piccolo Tel. 3478541068 H Trattore Fiat 90 100 CV DT, bivomero, rimorchio ribaltabile su 3 lati 4x2 Tel. 3388798902 H Elevatore mais con pianale, trapano a colonna professionale e taglierina disco per ferro Tel. 3396536605

H Materiale naturale per riempimento e terreno agricolo 2 g.te Piemontesi vicinanze Mondovì (S. Avagnina) Tel. 3393103304 H Caricaerba Supertino medio, revisionato e omologato Tel. 0174587334

H Nuclei di api, 6 telaini Tel. 3492941151 3385845254 H Rullo 1 disco Olivero 29, girello Claas, forca carica letame anteriore Tel. 017268414 H Botte diserbo l. 1000 collaudata Enama con certificazione regionale, rastrellina fieno a circa Euro 500,00 Tel. 3397753930

H Girello Galfrè 480 non idraulico Tel. 3334329452

H Bottiglie nere da vino da l. 1 Tel. 0174699205 ore pasti

H Vino Barbera, Dolcetto, Nebbiolo e Arneis, prodotto in azienda Tel. 3381276171 3358219503

H In piccole quantità Dolcetto Langhe Monregalesi e Bianco Favorita, imbottigliato o sfuso, prodotto in azienda Tel. 3289745082

H Girello Claas idraulico m. 5,40 in ottimo stato, erpice a dischi da 21 Tel. 3331015604 H Diritti di reimpianto Tel. 0173750178

H Piantine di nocciole Tonda Gentile, certificate Tel. 3387767674

H Diritti di impianto per uva, max 1200 mq. Tel. 0173794089

H Trattore Lamborghini C503, mulino Invincibile 16 martelli Tel. 3336995395

H Dolcetto d’Alba, veramente ottimo Tel. 3334825274

H Trattore New Holland 90 CV, anno 2009, ore 380 Tel. 3393452551

H Bivomero doppio Annovi idraulico, buone condizioni, trattore David Brown 990 con pala anteriore Tel. 3336969116

H Biga trasporto bestiame a sollevamento, collaudata, a Euro 700,00 Tel. 3332468561 ore pasti

H Rullo m. 2,10 a sollevamento e trainato Tel. 0171902255

H Autocaricante Supertino, livellatore e forca Perlo Tel. 3494670906 H Scavafossi Fissore diametro 80, erpice a dischi Tel. 0172381952

H Solforatore vigneto Gibli, perfette condizioni Tel. 3334556023 H Seme di trifoglio nostrano Tel. 0172437982 ore pasti H Rotoballe Morra MR 1500, rastrella da fieno Fella Tel. 3381403976

H Vino Dolcetto, Barbera, Nebbiolo prodotto in azienda, consegna a domicilio Tel. 3356226624

H 2 motoseghe Husquarna in buone condizioni a prezzo trattabile Tel. 3408364748

H Botte acciaio l. 1000, botte in resina l. 1000, pompa per vino, macchina pigiatura elettrica Tel. 3480636015

H Rimorchio agricolo 4x2 ribaltabile, rotofalce Galfrè, disco da 25, rincalzatrice mais Tel. 0172633996

H 300 pali cemento vigna, precompressi e non, da m. 2,50 a prezzo modico Tel. 3395721947

H Spandiconcime Cea di capacità l.700 Tel. 3803257074

H Cingolo Fiat 605, sega circolare elettrica Tel. 0173748171 3407193837


P R O P O S T E D ’A F F A R I H Estirpatore 11 punte Rosatello, compressore aria l. 100, gabbie estensibili raccolta frutta Tel. 3388314523 3389071601

H Vogliere: rettangolare altezza 150x100 largh. 120x0,75, ottagonale altezza 150x100 in ferro su ruote Tel. 3334642297

H Trattrice agricola Pasquali 946 snodata, 4 RM, ottima occasione Tel. 0171411215 H Piante di limoni grandi e piccole, cariche di frutti Tel. 0171931073 H Semovente Riberi omologata e spianatore idraulico m. 4,50 Tel. 3392314578 H Aratro erpice a disco 24, ranghinatore, fabbricato a Stroppo da ristrutturare Tel. 0171946911 H Rototerra Lelly, estirpatore particolare entrambi m. 2,50 Tel. 3389481621 H Famiglie e nuclei api Tel. 3343548736 H Aratro bivomero, rullo m. 2, disco da 25, atomizzatore l. 1000, aprifossi e attrezzi vari Tel. 3336899375 H Talpa e girello Tel. 017143010 H Frigo latte Alfalaval l. 360 Tel. 0171387336 H Rimorchio trazionabile 135x180 ribaltabile a 3 sponde, 2 ruote Bertolini adatto per motocoltivatore Tel. 0171757590 ore pasti H Box in pannelli coibentati con porte e fineste, misure altezza m. 1,90 - 2,20, lunghezza 4,00, mai usato Tel. 3348756852 H Silos in vetroresina capacità 120 q.li, 2 abbeveratoi antigelo CTA Tel. 3395453040 H Seminatrice mais 4 file, pneumatica, buono stato Tel. 0171619614 ore pasti H Seme loietto nostrano perenne Tel. 0171946941 3492758026 H Macchina pianta fagioli - pianta e lega canne, poco usata, prezzo trattativa privata Tel. 3205313100 H Fieno di 1° e 2° taglio in balle piccole Tel. 3357092490 H 2 arnie, 10 telini, smielatore manuale per 12 telini Tel. 3343231283 H Tubi in cemento da cm. 40x1 m. di diam. Tel. 3355231290 3494653804

41

N° 5 – 16-31 marzo 2012

H Tubi zincati lunghezza 6-4-2 m. diametro cm. 4 con morsetti Tel. 3772350716 ore pasti

H Rotoballe spago e rete 120x150, come nuova Tel. 3356619080

H Automatica per scalzare e rincalzare piante Tel. 3475254552

H Trattore Massey Ferguson 3060 DT, usato poco, gommato nuovo, in ottime condizioni Tel. 3395420667

H Piantini peperoni “Cuneo” e Lungo, melanzane e pomodori Tel. 3403862645

H Pianta canne con legatore idraulico completo di semina fagioli e rincalzatore seminuovo Tel. 3295905494

H Rimorchio omologato 4x1,80 a prezzo modico, erpice piano sollevamento, paiolo in rame diametro 70x35 Tel. 3336968671

H Fieno balle grandi, rimorchio agricolo 2 ruote, 3x1,6 m., ribaltabile a mano Tel. 3397199431

H Spannocchiatore Capello 5 file pieghevole, attacco N.H. Tel. 3343994731 ore serali

H Macchina esporta letame motorizzata, come nuova con salita a sinistra Tel. 0119715178 0171931031 H Blocco motore Ford 590 E, CV 87 con ruota 18.4/15.26 Tel. 3491033285 H Bruciacorna a gas, motorino elettrico 1,5 CV Beta CC in ottime condizioni Tel. 3333458816 H Carica balle Omas 104, sarchiatrice mais con concime, fuori solco Moro 5 q.li n. 14 Tel. 3385717158 H Pianale Crosetto m. 8 con rampe, freni ad aria e fresa Meritano m. 2, ottima occasione Tel. 3491367221 H Trifoglio nostrano Tel. 3383538858 H Fiat 880 DT con sollevatore anteriore omologato Tel. 3387826870 H Cancelli zincati per box vitelli, silos in lamiera, Dumper freni aria omologato 110 q.li Tel. 0174686145 H Bottiglie di Dolcetto, Barbera, Nebbiolo e Rosato prodotto in azienda, in confezioni regalo, o damigiane diverse capacità Tel. 3391266359 H Rotofalce, scavafossi, fuorisolco, seminatrice, macchine per salami, damigiane Tel. 3319218760 H Macchina piantacanne fagioli con botte diserbo Tel. 0171682640

H Same Minitauro 60 KW DT, falciatrice BCS, cingolo Fiat, vericello, taglia legna circolare Ballario Forestello, idropulitrice con bruciatore come nuova Tel. 3203723838 H Frigo latte e 1000 cassette in legno Tel. 3406001061 H Botte disinfestazione piante da l. 500 con circa m. 30 di gomma Tel. 0175230095 ore pasti H Taglia legna a nastro, saldatrice a filo, trapani a colonna, mini escavatore Kubota q.li 18 e attrezature edili Tel. 3407729798 H Atomizzatore l. 2000 acciaio inox, estirpatore m. 2,50, elevatore fieno m. 11, elevatore cassette m. 5,50, botte spandiliquami, mulino Beccaria Tel. 3470467747 ore pasti H Elettro pompa sommersa monofase Lowara Tel. 3332092682 H Trattore Fiat 680 DT, ottimo stato in regola normative Tel. 3480023430 H Falciatrice BCS, petrolio e benzina per pezzi ricambio Tel. 3407406810 H Pompa Caprari diametro 120, alta pressione, attacco sollevamento getto mandata m. 70 Tel. 011974320 ore pasti H Motozappa Benassi 75H, 3 marce e retro di larghezza variabile, Euro 300 Tel. 011674356

H Rimorchio m. 4x1,95 con sponde, bivomero Moro 16 idraulico Tel. 0172389066 ore serali H Peso q.li 400 8x3 smontato, non elettronico, Same Laser 100 con pala Fasano Tel. 3355482175 H Centine serre larghezza m. 6 Tel. 335258927 H Rimorchio 2 ruote non ribaltabile e carro in legno, ottimo stato Tel. 3381904996 H Diritti di reimpianto vigneto per Ha 0.34.46 Tel. 3391044400 H Rotoballe Volagri R10 come nuova Tel. 3490760476 H Trincia Ferri semi professionale, braccio lunghezza m. 6, comandi elettroidraulici Tel. 3396093271 H Canne per uso agricolo Tel. 017240253 ore serali H Quota latte 70 q.li in zona montana Tel. 3396811526 H Arginatore posteriore idraulico, cassone trasporto bestiame, bilance 12/5 kg. orologio Tel. 3336844264 H Rotoballe Krone 150, generatore corrente 15 KW, scavafossi, Fiat 110/90 Tel. 3389100625 H Rimorchio non omologato 1,80x4 m., bilama Slam da 1,80, vero affare Tel. 3387931622 H Spandiletame e seminatrice mais pneumatica 4 file con microgranulatore, spandiconcime e arginatore Tel. 3338268017 H Asini maschi e femmine, abilitati alla play pet Tel. 3381165528 H Toro Piemontese iscritto L.G. Tel. 3332134636

H Canne per fagioli Tel. 0173797256

H Seminatrice mais 4 file pneumatica con impianto diserbo, cavalletti pomodori Tel. 3487324972

H Asina di 6 anni grigia, dolce e adatta per bambini Tel. 3331695333

H Girello Deutz Fahr, funzionante a prezzo modico Tel. 3398111705

H Mulino Caravaggi 72 martelli, biga bestiame, rotofresa m. 2,50 Tel. 3285669270 3358341326

H Mucche razza Angus adatte alla pulizia dei boschi Tel. 017564257 3357072136 ore pasti

FORN

ITUR

www.tec-artigrafiche.it

- Assistenza • Vendita e usato • Nuovo idropulitrici • Noleggio fissi lavaggio • Impianti • Aspiratori e spazzatrici

cell. 335 5732802

PUNTO VENDITA E OFFICINA

VIA PIUMATI, 272 - BRA (Fr. Riva) tel./fax 0172 490273

www.tec-artigrafiche.it

2 erre

A VAS I PER MIEL E

Sugherificio di Raviola Bruno LAVORAZIONE TAPPI IN SUGHERO DI QUALITÀ GARANTITI MORBIDI E INODORE VENDITA INGROSSO E MINUTO ISOLANTI IN SUGHERO PER EDILIZIA NATURALI SENZA AGGIUNTA DI COLLA Località MANZONI, 63/A - MONFORTE D’ALBA tel. 0173 787170 - cell. 339 3583699


P R O P O S T E D ’A F F A R I

N° 5 – 16-31 marzo 2012

H Occasione, Motard Derby Senda 50 come nuovo, prezzo da concordare Tel. 3407751771

H Portone per magazzino seminuovo, 3,20x3,60 Tel. 0171402678

H Coppia di asini di 5 anni, femmina gravida Tel. 3476786329

H Camion Isuzu, ribaltabile trilaterale, immatricolato anno 2000 a Euro 6.500,00 Tel. 3392547742

H 2 gomme trattore Taurus Rap 420/70/30 50-50 Tel. 3478798933

H Agnelli per allevamento e pecore da macello Tel. 017352672

H Suzuky Samurai anno 2001 “Euro 3”, km 110.000 Tel. 3355369104

H Zona Bossolasco rudere con fontana e laghetto con possibilità di terreno prevalenza boschivo, fino a 11 g.te Piemontesi Tel. 3494180504

H Citroen C3, Opel Astra anno 2007, 2 rimorchi a 12 e 14 ruote, pali cemento kiwi e traversine Tel. 3286894441 3383532778

H Cavalla Avellinese di anni 12, molto brava da sella e traino e Pony di 4 anni femmina con documenti Tel. 3334642297

H Macchina per cucire Husqvarna Platinum 770 Braccio libero. Funzionamento elettronico. Punti disponibili: 137 punti, 2 alfabeti, 4 memorie e 9 asole. Euro 500 Tel. 3495443174

H Ape Car portata 7 q.li, collaudata come nuova Tel. 3387496884

H Casa libera su tutti i lati e terreno circostante Tel. 0174551197

H Moto Yamaha MT 03 cc. 660, colore nero, anno 2008, 10.300 km., poco utilizzata, gomme appena sostituite a Euro 4.000,00 Tel. 3666853339

H Vigneto/bosco a “Chiabotto” in frazione di Benevagienna con possibilità di allacciamento a metano, luce, telefono Tel. 3339674913

H Caravan CI Sprite anno 1984 adatto per alpeggio, veranda e stufa a Euro 3.000,00, ottime condizioni Tel. 3337788649

H Terreno agricolo a Guarene: superficie 3,40 g.te Piemontesi, irriguo, libero Tel. 3357560932 H Monforte Alba: casa e terreni misti di cascina, circa 20 g.te Piemontesi Tel. 3283911222 H Capannone da suini m. 800 a Gerbola di Villafalletto e circa 2 g.te Piemontesi Tel. 0171938943 3458177775 ore pasti H Rustico parzialmente ristrutturato con 6 g.te Piemontesi circa di terreno in zona Busca Tel. 3475629708 ore serali H 2 g.te Piemontesi adatte vigneto, zona Santa Vittoria d’Alba Tel. 3384457550

H Fiat Punto 75 ELX, km. 105.000, Euro 2.000,00 Tel. 3383603701 H Circa 1.500 coppi vecchi Tel. 0172377217 ore pasti H Schlumer anno 1963 funzionante con aratro, seminatrice, pala posteriore, rimorchio m. 4,20x1,90 e cariola ribaltabile con due ruote Tel. 0171719497 dopo le ore 20,00 H Cancello da cortile di 6 m. (diviso in 2 parti) in ferro battuto, cancelletto di m. 1 e nucleo di api Tel. 0172696166

H Fabbricato rurale vicinanze Barge con tettoia e 1200 mq. terreno recintato indipendente da ristrutturare Tel. 0175343106

H Sega a nastro Tel. 3336615614

H Fuoristrada mod. Hyundai Santafè del 2003, uso agricolo, ottimo stato Tel. 3489790149

H Porte e finestre, vetri doppi e semplici, varie misure Tel. 3315783436

H Autocarro Mitsubishi Pajero a prezzo interessante, vomero Garnero larghezza m. 2,50, come nuovo Tel. 3387453766

H 6 porte e 5 finestre da esterno in ottimo stato a libera offerta Tel. 3206059607

H Fiat Panda Yung, anno 2003 di colore bianco, ottime condizioni Tel. 0172691415 ore pasti H Fiat Scudo con allestimento e autorizzazione USL per trasporto animali vivi Tel. 3395655151

H Finestre doppio vetro colore testa di moro cm. 1,50x125 n. 3, cm. 1,60x125 n. 2 e bici da donna nuova con cambi colore bianco e nero Tel. 3395070616 H Generatore corrente 3 KW monofase, saldatrice Cev 210 trifase Tel. 3357281203

LAVORAZIONE ACCIAIO INOX dei Fratelli ROSSO Costanzo e Marco s.n.c

CERCO H Caprone con pelo lungo, capre con latte per alpeggio 2012 Tel. 3284783326 H Trattore 50/70 CV basso Carraro, verricello, tutto a modico prezzo Tel. 3392541563 H Per acquisto titoli Pac e vendo aratro modello 34, in ottime condizioni Tel. 3491960620 3476994624 H Ovini in custodia per alpeggio 2012, località Monte Pigna Roccaforte Mondovì Tel. 3381702779 H Cerco margaro con cui condividere alpeggio da 100 a 200 bovini Tel. 3491873447 H Aratro trivomero 12 q.li circa, in buono stato Tel. 3388445221 H Terreno agricolo da affittare in zona Fossanese Tel. 3471620677 H In affitto terreno zona Peveragno Pianfei Tel. 3343889102 H Spaccatronchi a vite, attacco terzo punto Cardano Tel. 0171757596 ore pasti H Motore scoppio Musso per betoniera Tel. 3208244741 ore pasti H Terreni in affitto a Verduno, La Morra e Roddi Tel. 3392547742 H Trattore 90/100 CV, DT, possibilità frenatura pneumatica, pagamento immediato Tel. 3381309966 H Bovini in alpeggio Tel. 3315378667 H Ovini, caprini in custodia alpeggio 2012 Tel. 3498316384

H Bottiglie Barolo, Barbaresco, annate vecchie a prezzo ragionevole, massima serietà Tel. 3357311627 H Gomme tassellate per fuoristrada, misure 265-70-R15 Tel. 3331278153

AFFITTO H In Corsica – Calvi, da maggio a ottobre, anche mensilmente, monolocale sul mare, comodo ai servizi Tel. 3485943489 H Cella frigo frutta e verdura in zona Magliano Alfieri Tel. 3490735944 H Trilocale mq. 60 di recente ristrutturazione, termoautonomo cantina e garage, posizione centrale, soleggiato a Mondovì Carassone Tel. 3382049080 H Capannone, uso agricolo mq. 600, 2 km. da Alba, completo di carroponte ed impianto elettrico a norma, riscaldamento Tel. 3357441035 H Savigliano, zona lago Sirenetta, alloggio in cascina con orto e ampio cortile Tel. 3495440031 H Azienda con alloggio, stalle da ingrasso e terreni tra Bra e Cavallermaggiore Tel. 3295726127

REGALO H Cuccioli taglia media meticci Tel. 3345432073 H Cuccioli cane meticci, taglia piccola, nati il 8/03/2012, zona Boves Tel. 3391739416 H Cuccioli taglia piccola, pelo raso Tel. 3402345508 ore pasti H 2 cani da guardia mucche di 2 e 3 anni Tel. 0171936063 3498920686 H Cuccioli incrocio Pastore Tedesco bellissimi Tel. 3283749423 H Cucciolo bianco di taglia media, incrocio Lupetto e Labrador per custodia bestiame Tel. 3476904550

VIVAI E PIANTE dA fruTTO Actinidia • Castagno • Mirtillo gigante (Duke), Fruttiferi • GF 677 Vaso Peschini innestati in vaso

CUNEO - Via Pollino, 52 - Fraz. Ronchi - tel./fax: 0171 43393 e-mail: avertronchi@virgilio.it

PIANTE CErTIfICATE

www.tec-artigrafiche.it

dall’Osservatorio Fitosanitario Regione Piemonte - Passaporto CEE

www.tec-artigrafiche.it

42

COSA EZIO AGROTECNICO Via Roma, 20/C • Pagno (Cn) • tel./fax 0175 76109 • cell. 340 6440344


P R O P O S T E D ’A F F A R I

VARIE H Studio Geometri offresi per accatastamento fabbricati rurali secondo nuova normativa, riconfinamenti, misurazioni Tel. 3491649684 H Permuto con terreni o fabbricati Opel Admiral cc 2800 - anno 1970 iniez. elettronica, iscritta ASI dal 2006 km. 110.000, gomme nuove, esemplare unico, indistruttibile Tel. 3387653402 H Potatura alberi alto fusto e da frutto compresi ulivi, abbattimenti controllati, personale specializzato Tel. 3470872989 3474465489 H Allevamento equino adatto bovino con 15 grandi capanni e relativi steccati, moderno impianto irrig., maneggio 10 box, 8 Ha recintati, zona Bra Tel. 3358070791 H Pierin l’imbianchin piemunteis: tinteggiature, decorazioni interne ed esterne, preventivi gratuiti Tel. 3342323917

H Fratelli piemontesi trabucant: intonacature, rasature di ogni genere e qualità Tel. 3407751772 H Trabucant piemontese, esperto 20ennale esegue lavori di intonaco, prezzi interessanti, preventivi gratuiti Tel. 3382006149 H Ragazzo con qualifica di falegname ed elettricista civile, cerca lavoro Tel. 3889241525 H Cerco lavori in campagna Tel. 017369406 H Cedo terreno per asservimento liquami zona Cherasco Tel. 3474465040 H Ragazzo automunito cerca lavoro come tornitore, negli allevamenti suinicoli o qualsiasi altra tipologia Tel. 3274452515 3470023228 H Offro in gestione gratis, piccolo vigneto produzione Dolcetto, località Villarello Ceva Tel. 3391151914 H Ragazzo 30enne cerca lavoro come operaio presso allevamenti avicoli, mungitura, manutenzione aree verdi Tel. 3349044385 3295468457

GRUPPO CN - 334 3354847 A U O M I N I V E R A M E N T E I N T E R E S S AT I Offriamo l’immediata possibilità d’incontrare la persona giusta per un serio legame sentimentale Leggi le nostre proposte nella rubrica ‘Matrimoniali’ del Mercatino • UNICA

43

N° 5 – 16-31 marzo 2012

SEDE A CUNEO • Aperto anche il sabato tutto il giorno

MATRIMONIALI a cura di Gruppo CN 334.3354847

H Vedova 65enne, sono ancora dinamica, mi piace camminare e sono appassionata di cucina visto che ho fatto per 32 anni la cuoca. Non ho figli. Cerco un uomo serio per futuro insieme. Tel. 3291529189

H Abito in vicinanze di Cuneo e sono una ragazza nubile. Ho 35 anni, da quando il mio ragazzo mi ha deluso non riesco più a fidarmi di nessuno. Vorrei conoscere un ragazzo sulla H Ragazza di 36 anni, nubile, semplice, quarantina, carino, abbastanza magro, collaboratrice domestica, nativa di senza baffi. Abito in famiglia e per ora Saluzzo, conoscerebbe uomo max non posso trasferirmi. No scherzi. 40enne di serie intenzioni, scopo Tel. 3889266253 eventuale fidanzamento H Deborah, classe 1979, nata in Tel. 3455741369 provincia di Asti, ora nel cuneese dove lavoro da persona di servizio, H Vengo dall’Albania, ho 35 anni e sono cerco uomo sincero e affidabile, brava, il mio viso è bello. Io lavoro anche più grande di me, basta che sia tanto a fare le pulizie. Abito vicino a serio e ancora interessato a formare Cuneo, sono sola e voglio avere una famiglia. Telefonare ore pasti o dopo famiglia. Il mio piacere è di trovare le 17. uomo più grande di me, gentile, non Tel. 3464212226 violento, per matrimonio e bambini. H Solo per fidanzamento ed eventuale Tel. 3315221100 matrimonio cerco uomo di non oltre 55 anni. Esclusa convivenza. H Sono Alessia, il mio problema è Ho 36 anni, residente Cuneo, timida, l’eccessiva timidezza e forse proprio separata senza figli. per questo non ho mai frequentato Tel. 3290324126 un ragazzo. Sono di buona presenza, H Ex ambulante, 53 anni, vedova, segno del leone, figlia unica. di carattere espansivo, sincera, Preferisco passare le serate in casa, assolutamente contraria ad non guido, mi piace lavorare e amo avventure, incontrerebbe uomo gli animali. Cerco un uomo che la di età adeguata per iniziale seria pensi come me. conoscenza. Astenersi maleducati Tel. 3486674222 Tel. 3343376141

Azienda Agricola Capello Lorenzo

ArtIgIAnI pIemontesI

del risparmio energetico

Isolamento a cappotto e insufflaggio di cellulosa a intercapedine, opere murarie comprese

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

Prenotazione e vendita pulcini nostrani ”Bionda di Villanova” Piccoli, svezzati e vaccinati contro le principali malattie. A richiesta: polli, galline e uova da incubare Fraz. Paolorio, 10 Sommariva del Bosco tel. 0172 55871 / 338 7216218

Cell. 328 2553368 / 346 8480417 e-mail: iso2@hotmail.it

M.G. SERVIcE S.n.c.

Per un servizio funebre rispettoso e onesto

Onoranze Funebri

PESATURA FRIGO LATTE www.tec-artigrafiche.it

di

• PESE A POnTE • RIPARAZIOnI • cEnTRALInE cARRI MIScELATORI

Bottero Giacomino e Tarditi Natale

Servizi funerari in tutti i Comuni, in Italia e all’estero, Ospedali e Case di Riposo. Vestizione salme, iscrizioni lapidi, servizio fiori, adempimenti delle pratiche relative alla cremazione. Agevolazioni ai tesserati Coldiretti. Possibilità di finanziamenti in sede. Carrù • v.le V. Veneto, 68 Farigliano • p.zza V. Emanuele, 5

ScALEnGhE (To) • tel. 339 2496544

Magliano Alpi • via Langhe, 4 Niella Tanaro • via XX Settembre, 25

Reperibilità 24hsu24 • cell. 339.6087133 / 333.6884736


CUNEO

NUOVO

RAPPRESENTANZE DELLE MIGLIORI MARCHE

Fresatura • Tornitura • Lavorazione lamiera

OLTRE 300 MACCHINE IN PRONTA CONSEGNA E PER OGNI ESIGENZA

USATO

REVISIONI

www.tec-artigrafiche.it

Revisione meccanica ed elettrica - installazione nuovi CNC messa a normativa CE

Borgo San Dalmazzo (CN) • via XI Settembre, 77 • info@tecnoinsrl.it tel./fax 0171 260658 • cell. 348 3344393 • 348 2684196

w w w . t e c n o i n s r l . i t


Coltivatore Cuneese n.05/2012