Page 1

Le produzioni, l’ambiente, l’alimentazione

Coldiretti Cremona Informa, Anno V NewsLetter

Informazione on line Venerdì 29/10/2010 – Anno V, Numero 35 ♦

Latte. Riparte il prezzo, mentre volano Grana Padano e ‘spot'

Biogas. A causa dei mega-impianti, gli affitti dei terreni schizzano verso l’alto

Avvisi alle Imprese/1. Nitrati, confermato il divieto / Gal Oglio Po, bandi PSL

Avvisi alle Imprese/2. Parte il Sistri, in punta di piedi

In agenda. Mercati di Campagna Amica / Festival della zucca a Cremona

Informazione. Agricoltura online e in tv / Coltivatore Cremonese, nuovo numero

…………………………………………………………………………

…………………

Lombardia, riparte il prezzo del latte alla stalla mentre volano lo “spot” e il Grana Padano Riparte il prezzo del latte in Lombardia: in queste settimane la Coldiretti e le aziende che rappresenta hanno siglato con diversi caseifici accordi fra i 37,3 e i 38,5 centesimi al litro, quindi ben al di sopra dei 34,5 centesimi offerti da Assolatte in estate e superiori anche all’intesa stipulata a Cremona da Confagricoltura che si ferma invece a 36,9 centesimi rispetto al boom del mercato. L’ultimo contratto targato Coldiretti è stato firmato a Varese e prevede 37,5 centesimi al litro fino a dicembre e poi 38 centesimi fino a marzo 2011. Nel Bresciano – secondo le rilevazioni di Coldiretti Lombardia - gli accordi hanno coinvolto diversi caseifici con valori intorno ai 38,5 centesimi. Nel Cremonese la tendenza è stabile sopra i 37 centesimi. Nel Mantovano, dove la maggior parte del latte viene lavorato dalle cooperative del Grana e del Parmigiano, le previsioni scommettono sui 50 centesimi al litro, considerato che l’anno scorso si era già a 47 centesimi. La Lombardia, con i suoi 4 milioni e mezzo di tonnellate, pari al 40 per cento della produzione italiana, è il punto di riferimento del settore – spiega la Coldiretti regionale – e qualsiasi movimento che la coinvolga diventa la cartina tornasole per l’andamento nazionale delle quotazioni. Basta vedere il latte spot (quello venduto al di fuori dei normali contratti di fornitura), che sulla base delle rilevazioni sulle piazze di Lodi e Verona oscilla fra 43,30 e 43,82 centesimi al litro (elaborazione Clal su dati Camere di Commercio). Mentre il Grana con 15 mesi di stagionatura ha raggiunto una quotazione di 8 euro al chilo, superiore di 90 centesimi rispetto ai 7,10 euro registrati il 9 agosto scorso e vive un picco nei prezzi che non si vedeva da quasi 13 anni. Anche il Grana con 9 mesi di stagionatura sta continuando a guadagnare posizioni e adesso oscilla fra i 6,95 e i 7,20 euro al chilo contro i 6,60 di minima toccati in piena estate. “Tutte le tendenze di mercato e quello che sta succedendo sul territorio – commenta Nino Andena, Presidente della Coldiretti Lombardia – confermano la correttezza dell’analisi di Coldiretti e delle scelte suggerite agli allevatori”.


COLDIRETTI LOMBARDIA

Biogas, rischio di bolle speculative: gli affitti dei terreni schizzano verso l’alto Il boom degli impianti per la produzione di energia grazie all’uso di cereali e reflui zootecnici sta gonfiando i valori dei terreni, in particolare in provincia di Cremona dove, fra autorizzati e in attività, si concentra quasi il 45% dei siti lombardi: 94 sui 210 in attività o autorizzati in tutta la regione. “L’avanzata di grandi impianti industriali rispetto a quelli medio piccoli che affiancano l’attività agricola – spiega la Coldiretti Lombardia – sta generando una bolla speculativa sugli affitti dei terreni destinati al mais e alla segale usati come carburante energetico piuttosto che come foraggio per gli animali, facendo schizzare i valori da 500 euro a oltre 1.000 euro all’ettaro. Gli incentivi dello Stato sulle energie rinnovabili sono giusti, ma in certi casi rischiano di diventare una leva che gonfia il mercato e strozza chi invece continua a fare dell’agricoltura la sua attività principale”. Per questo Coldiretti Lombardia chiede che la Regione verifichi e autorizzi solo quei progetti che dimostrino la loro sostenibilità ambientale dal punto di vista del consumo di suolo e dell’integrazione dell’attività agricola e poi che vengano rivedute le tariffe energetiche concesse ai grandi impianti. Coldiretti Lombardia stima che attualmente in provincia di Cremona, dove si trova la prima linea della bolla speculativa, il biogas stia monopolizzando quasi 25 mila ettari su un totale di 130 mila. “E’ chiaro che con una pressione del genere gli affitti dei campi vanno alle stelle – commenta Eugenio Torchio, Direttore di Coldiretti Lombardia e Delegato Confederale di Coldiretti Cremona –. Per noi il biogas buono è quello che completa l’attività agricola riutilizzando prodotti di scarto nell’ottica di una vera sostenibilità ambientale. Ma quando invece diventa un’attività industriale allora cominciano a vedersi squali a caccia di terreni a colpi di migliaia di euro e cresce la bolla speculativa sul mercato degli affitti”. Un problema che – avverte la Coldiretti lombarda – potrebbe coinvolgere anche gli impianti fotovoltaici che, invece di finire su tetti di stalle e cascine, rischiano di tappezzare le aree agricole con pannelli al silicio al posto di mais, grano, fieno o boschi.


AVVISI ALLE IMPRESE AGRICOLE

Nitrati: confermato il divieto di spargimento invernale La Direzione Generale Agricoltura delle Lombardia ha fissato, anche per quest’anno, il periodo di divieto invernale di spargimento dei reflui zootecnici. Le date e le modalità sono le stesse già fissate per lo scorso anno con diversità tra le zone vulnerabili e non. Nel dettaglio viene stabilito: 1. NELLE ZONE VULNERABILI di cui alla Direttiva 91/676/CEE il divieto di spargimento parte dal 10 novembre 2010 e termina il 7 febbraio 2011 compreso; 2. NELLE ZONE NON VULNETRABILI di cui alla Direttiva 91/676/CEE il divieto di spargimento parte dal 1 dicembre 2010 e termina il 7 febbraio 2011 compreso; Si sottolinea che il divieto di spargimento invernale, con le tempistiche di cui sopra, riguarda anche i fertilizzanti chimici contenenti azoto e i fanghi. La conferma di questa finestra di divieto, più stretta rispetto a quella prevista dalla normativa in materia, prevede che, dal primo di novembre al primo di dicembre 2009 e dal’otto febbraio al 28 febbraio 2011, lo spargimento sia effettuato solamente se le condizioni atmosferiche e agronomiche lo consentono con l’ausilio del monitoraggio meteorologico demandato all’ERSAF.

Parte il SISTRI, in punta di piedi Con il decreto del Ministero dell’ambiente 28 settembre 2010 è stato approvato un regime transitorio finalizzato a consentire il graduale avvio del sistema di tracciabilità dei rifiuti. Il provvedimento prevede che, ferma restando la data di avvio dell’operatività del sistema (fissata per il 1 ottobre u.s.), è stato prorogato il termine previsto per l’ultimazione della consegna dei dispositivi che slitta dal 12 settembre al 30 novembre 2010, a causa della complessità della procedura di verifica delle iscrizioni fatte ad oggi. In secondo luogo, il decreto dispone che fino al 31 dicembre 2010 è obbligatorio continuare ad adempiere agli obblighi di tenuta del registro di carico e scarico e del formulario di trasporto, parallelamente alla fase di avvio e la verifica della piena funzionalità del SISTRI, con le relative annotazioni sul sistema informatico (da parte delle ditte e imprese che iniziano le “prove” di registrazione con le chiavette). Altro elemento importante deriva dalla precisazione che le azioni sanzionabili restano esclusivamente quelle relative alla violazione delle norme in materia di tenuta dei registri di carico e scarico e di formulario. Pertanto, per le nostre imprese agricole iscritte al sistema SISTRI, si informa che sono in fase di ritiro presso la CCIAA i dispositivi informatici, i quali saranno consegnati alle stesse imprese – previo invito – appena espletate le verifiche previste dalla procedura di consegna. Tali imprese devono continuare ad adempiere agli obblighi di tenuta dei registri di carico e scarico e del formulario di trasporto comunque fino al 31 dicembre 2010, anche se verranno in possesso dei dispositivi entro novembre. Le chiavette potranno essere usate “per prova” dopo loro attivazione online e solo con trasportatori/smaltitori a loro volta già operativi.., e comunque chi userà la USB dovrà tenere doppia compilazione fino alla fine del 2010. Coldiretti invita tutte le Imprese Associate a procedere con il sistema normale (formulario) alle operazioni di smaltimento dei rifiuti accumulati in azienda, se possibile prima della fine anno, tenendo presente che dicembre è un mese difficile, dove le richieste si accavallano e si rischia di non avere il servizio di ritiro nel breve periodo. Evitare le emergenze nei primi mesi del 2011, in cui il sistema SISTRI sarà realmente in vigore, permetterà agli operatori di poterci servire con maggiore calma, e a noi di poter collaudare meglio il nuovo sistema informatizzato. Ulteriori informazioni ed aggiornamenti saranno forniti tempestivamente dai nostri Uffici di Zona e dalla Sede.


PSL 2009 – 2013 PIANO DI SVILUPPO LOCALE GAL OGLIO PO PUBBLICAZIONE BANDI PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI Il Piano di Sviluppo Locale del Gal Oglio-Po prevede varie misure volte alla valorizzazione delle attività agricole e del territorio casalasco viadanese. Nel corso del 2010 sono state approvate dalla Regione Lombardia le procedure per l’attivazione dei vari bandi di accesso ai contributi.

Dal 2 novembre 2010 sono aperti ufficialmente i seguenti bandi: Per le aziende agricole singole e/o associate: 1. bando Misura 1.1 “Filiera Corta” azione 6 “Realizzazione di punti di vendita (aggregazione dell’offerta) presso le aziende agricole (in forma associata)”: scadenza 31 gennaio 2011; 2. bando Misura 2.1 “Produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili” azione 3 “Avvio di microimpianti presso le aziende agricole”: scadenza 31 gennaio 2011; 3. bando Misura 1.1 “Filiera Corta” azione 6 “Realizzazione di punti vendita (spacci aziendali) presso le aziende agricole”: già aperto con scadenza prorogata al 31 gennaio 2011;

Per persone giuridiche di diritto pubblico (Enti Locali territoriali e pubblici): 4. bando Misura 2.1 “Produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili” azione 4 “Diffusione delle buone prassi nella gestione delle energie rinnovabili”: scadenza 31 gennaio 2011; 5. bando Misura 3.1 “Valorizzazione dello spazio rurale e del paesaggio” azione 2 “Valorizzazione e recupero del patrimonio storico-culturale-architettonico”: scadenza 30 novembre 2010.

Possono aderire le aziende agricole e gli enti territoriali insediati nei comuni cremonesi che fanno parte del territorio del GAL OGLIO PO (Comuni che interessano le Zona di Cremona e Casalmaggiore):

Ca' d'Andrea, Calvatone, Casalmaggiore, Casteldidone, Cella Dati, Cingia de' Botti, Derovere, Drizzona, Gussola, Isola Dovarese, Martignana di Po, Motta Baluffi, Ostiano, Pessina Cremonese, Piadena, Rivarolo del Re ed Uniti, San Daniele Po, San Giovanni in Croce, San Martino del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Spineda, Tornata, Torre de' Picenardi, Torricella del Pizzo, Volongo, Voltido. I testi del bandi, contenentI le modalità per la presentazione dei progetti e i relativi allegati, è disponibile presso la sede operativa del GAL Oglio Po, Piazza Donatore del Sangue, 17 - 26030 Calvatone e sul sito web all’indirizzo www.galogliopo.it. Per una breve sintesi dei bandi è possibile vedere le locandine esposte negli Uffici Zona di Cremona e Casalmaggiore (ove chiedere ogni ulteriore informazione).

www.cremona.coldiretti.it Www.cremona.coldiretti.it è l’indirizzo del sito di Coldiretti Cremona. Uno strumento di informazione e comunicazione, aggiornato in tempo reale, rivolto agli imprenditori agricoli e a tutti i cittadini attenti ai temi della difesa e valorizzazione dell’agricoltura e alimentazione made in Italy, alla promozione del territorio, alla tutela dell’ambiente.


Mercato di Campagna Amica, prossimi appuntamenti Aspettando la “Festa d’autunno” dedicata ai cremaschi (che gli agricoltori di Coldiretti stanno ‘apparecchiando’ per il prossimo 28 novembre), si prepara la prima uscita del mese per il Mercato di Campagna Amica a Crema: le vendite a km zero torneranno infatti nel cuore della città, in via Terni a pochi passi dal distributore automatico di latte fresco, domenica 7 novembre. Tutti i cittadini-consumatori che apprezzano la freschezza, la genuinità e la bontà dei prodotti a km zero, potranno ‘approfittare’ di questa nuova occasione per acquistare in vendita diretta tutti i prodotti dell’agricoltura made in Crema e made in Cremona. Verdura e frutta appena colte in campagna, formaggi (con latte di vacca, bufala e capra) ottenuti da latte del territorio e lavorati nei caseifici aziendali, carni e salumi in arrivo dagli allevamenti della provincia, e ancora miele, farine, pane, paste e marmellate, rigorosamente a km zero, saranno offerti dagli agricoltori, a prezzi convenienti. Ricordiamo tutti gli appuntamenti con il Mercato di Campagna Amica in provincia: - CREMONA. Al Foro Boario ogni venerdì, dalle ore 8 alle 13. - CASALMAGGIORE. In Piazza Turati, il sabato mattina. - VESCOVATO. Tutti i sabati, in piazza Roma. - CASTELLEONE. La mattina del sabato in via Garibaldi. - SORESINA. Il lunedì, ore 8-13, davanti al Palazzo Comunale. - PANDINO. Il 1° e il 3° giovedì del mese, in piazza Vittorio Emanuele. - BAGNOLO CREMASCO. La seconda domenica del mese, in piazza Aldo Moro. - CREMA. Appuntamento in via Terni domenica 7 e 28 novembre.

Giovani Impresa all’Eima Giovani Impresa Coldiretti Cremona propone per mercoledì 10 novembre una visita (con viaggio in pullman) all’EIMA INTERNATIONAL 2010 di Bologna, l’Esposizione internazionale di macchine per l’agricoltura. Le iscrizioni sono già aperte. Il programma, con orari e costo di partecipazione, verrà comunicato a breve a tutti gli interessati, che possono contattare Giovani Impresa Cremona (Segreteria: Giacomo Maghenzani, tel. 0372.499814) o il proprio Ufficio Zona.

Agricoltura e Ambiente sono in tv Ricordiamo che W l’Agricoltura, la trasmissione tv proposta da Coldiretti Cremona, va in onda: ogni giovedì, ore 20.15 circa, su TeleColor e ore 20.20 su PrimaRete in replica la domenica, alle ore 12, su Telecolor.


Halloween, arriva il tiramisù alla zucca A Cremona, il 1° novembre, “festival della zucca” Halloween, arriva il tiramisù alla zucca. Verrà preparato la sera del 30 ottobre prossimo nel Mantovano, culla lombarda di questo ortaggio che è anche la base di un primo piatto molto popolare della tradizione gastronomica regionale, ossia i tortelli. Ma la zucca – spiega la Coldiretti Lombardia – è uno dei prodotti più versatili che ci siano e può essere usata sia per il salato che per il dolce, abbinata a pasta, carne, formaggi e torte. E adesso, anche nel tiramisù, che verrà preparato la sera del 30 ottobre 2010 da uno degli agriturismi di Terranostra-Coldiretti, il “Nuvolino”, che si trova nelle campagne di Monzambano (Mantova). “Di solito è un ortaggio che per i dolci si usa più che altro nelle torte da forno – spiega Katia Bertaiola, 26 anni, figlia dei titolari e cuoca pasticcera – ma abbiamo visto che il sapore si sposa bene anche con la tradizionale crema di mascarpone”. Il tiramisù arancione debutterà sabato prossimo e verrà riportato in tavola anche quello successivo, il 6 novembre, per due serate durante le quali la zucca verrà declinata in tutti i suoi impieghi gastronomici: crocchette di zucca e grana, torta di zucca con salsiccia, focaccia di zucca con prosciutto crudo, tortelli di zucca (che a Mantova non potevano certo mancare), cannelloni alla zucca, gnocchi di zucca con burro e salvia, bigoli cremosi con zucca, porri e gorgonzola, lonza di maiale con zucca gratinata, torta di zucca con salsa di lamponi, bavarese alla zucca con salsa vaniglia e per chiudere il tiramisù alla zucca. In Lombardia – secondo le stime di Coldiretti – si producono, in media, oltre due milioni e mezzo di zucche su oltre 500 ettari di campi. Le province più “zucchifere” sono Mantova (310 ettari), Pavia (108 ettari), Cremona (42 ettari) e Brescia (33 ettari), mentre fra Milano, Lodi e Monza ci sono poco più di 8 ettari e quasi due ettari sulla fascia prealpina fra Varese, Como e Sondrio. Quest’anno – secondo le rilevazioni di Coldiretti Lombardia presso un campione di aziende – la produzione è calata fra il 10 e il 20 per cento a causa delle condizioni meteo primaverili ed estive, mentre le quotazioni riconosciute agli agricoltori oscillano fra i 40 e i 50 centesimi al chilo. Anche Cremona, nei prossimi giorni, farà il suo tributo alla zucca, con un “festival” interamente dedicato a questo ortaggio: lunedì 1° novembre piazza Stradivari accoglierà gli stand dei produttori, fra cui varie aziende di Coldiretti. E’ previsto anche un convegno, alle ore 11 presso la Camera di Commercio, nella saletta Mercanti.

“IL PUNTO COLDIRETTI” E’ il giornale online per le imprese del sistema agroalimentare, creato dalla Coldiretti, che assicura un costante aggiornamento su economia e settori produttivi, fisco, ambiente, lavoro, credito, energia, previdenza, formazione, qualità, innovazione e ricerca, scadenze e prezzi, previsioni meteo. Per sfogliare Il Punto Coldiretti l’indirizzo è: www.ilpuntocoldiretti.it.


Il Coltivatore Cremonese è in distribuzione Segnaliamo che presso lo stand Coldiretti, alla Fiera internazionale del bovino da latte in corso fino a domenica, è in distribuzione il numero di settembre-ottobre de Il Coltivatore Cremonese, periodico di Coldiretti Cremona. Il giornale è in arrivo in tutte le case degli imprenditori agricoli di Coldiretti Cremona ed è inoltre presente presso gli Uffici Zona.

Principali argomenti Il Presidente Marini: “Non si aumentino i costi delle imprese” Il progetti di Coldiretti per il rilancio dell’agricoltura Nuovi incarichi nelle Zone Festa del Ringraziamento Latte, mercati positivi: ma ci si muove con il freno tirato Direttiva nitrati: a rischio il futuro della zootecnia Novità in materia di energia Parte il Sistri, in punta di piedi Agrifidi: bando di credito per le imprese agricole Fiscale: attività agricole connesse Datori di lavoro: compensi per incrementi produttività e detassazione Patronato Epaca: la quattordicesima Gal Oglio Po, piano sviluppo locale Mercato di Campagna Amica tutti gli appuntamenti Avvisi: divieto combustione e taglio boschi Pensionati in festa a Soncino Cividale, festa dell’agricoltura Agricoltura online e in tv

OBIETTIVO IMPRESA: Conigli made in Gallignano / Spaccio a km zero presso l’azienda Rho INSERTO STACCABILE DATORI DI LAVORO: tabelle paga per operai agricoli, florovivaisti e impiegati

Il Coltivatore Cremonese si può sfogliare sul sito www.cremona.coldiretti.it S

W l’Agricoltura – Coldiretti Cremona Informa Vi dà appuntamento alla prossima settimana Il ‘diario’ in posta elettronica di Coldiretti Cremona è nei siti www.cremona.coldiretti.it e www.lombardia.coldiretti.it

coldiretti cremona informa 35/2010  

il diario di Coldiretti Cremona