Page 1

Le produzioni, l’ambiente, l’alimentazione

Coldiretti Cremona Informa, Anno V NewsLetter

Informazione on line Venerdì 25/06/2010 – Anno V, Numero 22 ♦ ♦ ♦ ♦ ♦ ♦ ♦

Assemblea Nazionale. Vince il Paese vero, venerdì 2 luglio al Palalottomatica Assemblea Provinciale. Martedì sera a Cremona. Invito a tutti i Soci Energie alternative. Coldiretti Cremona, intervento “A proposito di biogas” Coldiretti Lombardia. Vertice al Pirellone: verde a km zero per le grandi opere Appuntamenti. Mercati di Campagna Amica / Festa Regionale dei Pensionati Crisi. Dopo 16 mesi si ferma il crollo dei prezzi dei prodotti agricoli Informazione. www.cremona.coldiretti.it / Agricoltura e ambiente in tv

…………………………………………………………………………

…………………

Venerdì 2 luglio 2010 alle ore 9,00 al Palalottomatica di Roma Eur

La filiera agricola tutta italiana ...vince il Paese vero! ASSEMBLEA NAZIONALE COLDIRETTI Alla presenza di 15mila coltivatori italiani provenienti dalle campagne di tutte le Regioni e Province in rappresentanza di 1,6 milioni di associati, venerdì 2 luglio alle ore 9,00 al Palalottomatica di Roma Eur si svolgerà l’Assemblea Nazionale della Coldiretti con la relazione del Presidente Sergio Marini La filiera agricola tutta italiana...vince il Paese vero. Sono previsti gli interventi del Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, del Ministro delle Politiche Agricole Giancarlo Galan, del Ministro del lavoro Maurizio Sacconi e del Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani. I lavori saranno aperti dai saluti del Segretario generale della Cei Mons. Mariano Crociata, del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, dal Presidente della Regione Lazio Renata Polverini e dal Presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo. In occasione dei festeggiamenti dei 150 anni dell’unità d’Italia che coincidono con la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di Paolo Bonomi, fondatore della Coldiretti, sarà aperto dalle 9,00 il Salone dell’Innovazione nella tradizione, dove per la prima volta saranno mostrati casi esclusivi della dinamicità dell’agroalimentare italiano, che in pochi anni da un’economia di sussistenza ha saputo conquistare primati mondiali e diventare simbolo e traino del Made in Italy. La Federazione di Cremona invita tutti i Soci a prendere parte a questo importante appuntamento ed ha organizzato un servizio con pullman che partiranno da tutte le Zone. Per ogni informazione e per le adesioni è possibile rivolgersi ai Segretari di Zona.


MARTEDÌ 29 GIUGNO, ALLE ORE 20.30, A CREMONA PRESSO IL SEMINARIO VESCOVILE

Assemblea Provinciale di Coldiretti Cremona Invito a tutti i Soci Coldiretti sta attraversando un periodo di straordinaria e intensa attività che coinvolge tutte le sue molteplici articolazioni territoriali. Un milione e mezzo tra imprese e famiglie associate, due milioni di aderenti alla Fondazione Campagna Amica, oltre il 70% dell’agricoltura italiana e una parte crescente dell’agroalimentare: questa è Coldiretti oggi! In questo contesto la nostra attenzione non può che essere rivolta verso quegli attori della filiera agroalimentare che ci hanno dato l’onore e l’onere di rappresentarli, per costruire non solo il futuro dell’agricoltura italiana, ma di un pezzo importante dell’economia, della vita sociale e del nostro territorio. Dopo aver declinato a livello nazionale il nostro progetto operativo per una filiera agricola tutta italiana, in grado di trasferire direttamente al consumatore i valori di genuinità, sicurezza, territorialità, che sono propri delle nostre produzioni, sentiamo forte l’esigenza di farne percepire, anche a livello locale, la portata innovatrice, calandolo nella realtà cremonese. Con queste motivazioni, e con rinnovato entusiasmo, abbiamo quindi voluto organizzare l’Assemblea annuale della nostra Federazione in forma pubblica il giorno martedì 29 giugno 2010 alle ore 20,30 presso il Seminario Vescovile, in via Milano n. 5, a Cremona. Sarà l’occasione per presentare gli esiti dell’attività annuale, fare il punto della situazione e contemporaneamente illustrare il progetto di Coldiretti a cui stiamo lavorando per costruire una filiera agricola tutta italiana che vedrà coinvolta una parte importante dell’economia cremonese. Siamo quindi lieti di invitare tutti i Soci a partecipare a questo importante appuntamento per la vita della nostra Organizzazione. Con i più cordiali saluti.

Il Direttore

Il Delegato Confederale

Simone Solfanelli

Eugenio Torchio


TUTTI I SOCI SONO INVITATI


A PROPOSITO DI BIOGAS Da un po’ di tempo ci capita sempre più spesso di raccogliere il pensiero dei nostri Soci a proposito di energie alternative ed in modo particolare dei cosiddetti impianti biogas. Per la verità, sempre più di frequente ascoltiamo racconti preoccupati e spesso, non senza ragione, indignati. Proviamo a capirci un po’ di più sui numeri. Nella provincia di Cremona ci consta vi siano 87 impianti biogas per 81 megawatt di produzione e oltre 25 siano in attesa delle necessarie autorizzazioni per essere realizzati. Facendo un rapido calcolo, se consideriamo che per produrre un solo megawatt occorrono circa 300 ha (3.600 pertiche cremonesi o 4.500 pertiche milanesi) di produzione vegetale, questa realtà impiega ad oggi ben 24.900 ha (298.800 pertiche cremonesi o 373.500 pertiche milanesi). Cioè quasi il 18,5% della superficie agricola utilizzabile di tutta la provincia di Cremona. Il risultato di tutto ciò è che il mercato fondiario si sta stravolgendo: chi ha realizzato l’impianto biogas senza il terreno necessario è disposto, visto il realizzo finanziario dato dal conto-energia, a stipulare contratti di affitto con canoni di locazione che vanno dai 1.500 ai 1.800 euro ad ettaro. Nessun imprenditore agricolo tradizionale di buon senso, visti i prezzi che i prodotti realizzano sul mercato, è disposto a spendere tali cifre. Senza considerare che questo 18,5% della superficie agricola utilizzata di Cremona viene sottratto alla filiera zootecnica e quindi al meglio delle produzioni agroalimentari del nostro territorio. Sia chiaro che nessuno in Coldiretti si sogna di demonizzare la produzione di energia da parte dell’imprenditore agricolo, ma dobbiamo essere consci che c’è impianto ed impianto. Quando ci troviamo davanti ad un’impresa che ha fatto una scelta di realizzare una struttura che si integra nella sua realtà aziendale, che è dimensionata alle sue potenzialità produttive e quindi si alimenta con la produzione propria, allora sappiamo di avere di fronte un imprenditore che ha fatto una scelta di diversificazione della propria attività, che ricerca del reddito anche oltre la necessariamente preminente attività agricola. In una parola sola parliamo di multifunzionalità. E la salutiamo con interesse e favore. Quando vediamo mega-impianti del tutto scollegati alle reali potenzialità produttive aziendali e sappiamo che quella struttura per funzionare ha bisogno di materiale vegetale che non è possibile produrre nell’azienda che realizza la centrale, ci preoccupiamo e molto. Spesso questi pseudo-imprenditori (che a volte abbiamo il sospetto siano semplici soccidari) vengono anche a farci la morale su come debba evolversi l’agricoltura cremonese. Abbiamo motivo di credere che c’è necessità di ripensare questo modello speculativo dal fiato corto. Le autorità locali che autorizzano la realizzazione di questi impianti a nostro giudizio dovrebbero farlo con la consapevolezza di non operare solo una scelta tecnicoamministrativa, ma bensì di dare un preciso indirizzo al proprio territorio e quindi di fare un vero e proprio atto politico. Da ponderare con la dovuta attenzione. Abbiamo bisogno anche di mettere in moto meccanismi di controllo più approfondito: ad esempio la rintracciabilità ed il controllo del tipo di materiale utilizzato. Dobbiamo sapere cosa si utilizza in questi impianti. Penso che questa sia una nuova sfida del sindacato agricolo nella nostra provincia. Simone Solfanelli Direttore Coldiretti Cremona


Vertice di Coldiretti con il Pirellone: task force agricola nelle scuole e verde a km zero per le grandi opere Piante e fiori a km zero contro l’asfalto delle grandi opere e una task force agricola nella scuole per spiegare ai ragazzi il valore della corretta alimentazione e dei prodotti del territorio. Sono proposte che la Coldiretti Lombardia presenterà lunedì 28 giugno, presso la propria sede a Milano in via Filzi 27, all’assessore regionale Gianni Rossoni (istruzione, formazione e lavoro) e all’assessore Alessandro Colucci (sistemi verdi e paesaggi) Il summit con tutti i rappresentanti di Coldiretti in Lombardia è previsto alle 10.30 con Rossoni e alle 11.00 con Colucci. “Per la nostra regione - spiega Nino Andena, Presidente della Coldiretti lombarda - è fondamentale mettere dei punti fermi anche per quanto riguarda l’impatto delle nuove grandi arterie stradali in costruzione”. La Brebemi, ad esempio, entrerà come la lama di un coltello nella “carne” delle aree agricole coinvolgendo 60 aziende agricole in provincia di Milano, 150 in quella di Bergamo con quasi un milione e mezzo di metri quadrati di terreno sottratti alle coltivazioni che salgono a due milioni nel Bresciano per oltre 200 aziende colpite. “Visto l’impatto che queste opere hanno sul territorio, crediamo che le opere di mitigazione con piante e fiori debbano essere realizzate da imprese florovivaistiche lombarde con l’uso di essenze autoctone coltivate in Italia – afferma Andena – e al tempo stesso non possiamo non sottolineare come le procedure per risarcire gli agricoltori vanno avanti con il contagocce e con qualche tentativo di modificare gli accordi già sottoscritti circa i valori delle indennità. Una situazione che vogliamo chiarire al più presto”. Mentre sul fronte dell’educazione alimentare la Coldiretti ha proposto alla Regione Lombardia una collaborazione sul programma “Scuola e cibo” anche alla luce del protocollo d’intesa siglato con il Ministero dell’Istruzione a livello nazionale.

Associazione Regionale Pensionati Coldiretti Lombardia

7a Festa Regionale MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2010 - Desenzano del Garda La Federazione Regionale Pensionati Coldiretti Lombardia organizza la 7^ edizione della “Festa Regionale Pensionati”, che si terrà il 30 giugno a Desenzano del Garda. Anche quest’anno l’iniziativa pone al centro i valori che da sempre troviamo nelle nostre famiglie contadine. Ci sarà dunque uno speciale momento dedicato alle coppie che nel 2010 celebrano l’anniversario dei 20, 30, 40, 45, 50 anni e oltre di matrimonio. PROGRAMMA: Ore 10.30. Duomo di Desenzano. Ritrovo dei partecipanti – Incontro con i dirigenti provinciali, regionali e nazionali. Ore 10.45. Santa Messa concelebrata dall’arcivescovo Mons. Giovanni Battista Morandini, dal consigliere nazionale padre Renato Gaglianone, don Claudio Vezzoli, consigliere regionale, e dai consiglieri ecclesiastici provinciali di Coldiretti Lombardia. Ore 13.00. pranzo presso il ristorante “ Al Monastero” a Soiano del Garda (costo € 32,00). Nel pomeriggio, gita facoltativa in motonave alle Grotte di Catullo - Sirmione (BS). Informazioni e adesioni presso tutti gli Uffici Zona Coldiretti o presso la Segreteria provinciale dell’Associazione (Maria Luisa Parmigiani, tel. 0372.499808).


DOPO 16 MESI, SI FERMA IL CROLLO DEI PREZZI AGRICOLI Dopo 16 mesi consecutivi di continue riduzioni su base annuale che hanno messo in crisi le imprese, si ferma il crollo dei prezzi dei prodotti agricoli nelle campagne che fanno registrare per la prima volta dal gennaio 2009 una variazione nulla a maggio, rispetto allo stesso mese dello scorso anno . E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ismea. Dopo le previsioni positive di Confindustria sull’uscita dell’Italia dalla recessione, un risultato incoraggiante - sottolinea la Coldiretti - viene anche dal settore agricolo anche se dovrà essere confermato nei prossimi mesi. La situazione nelle campagne rimane infatti particolarmente grave con i prezzi riconosciuti ai produttori che - continua la Coldiretti - hanno raggiunto livelli così bassi da non riuscire a coprire i costi. Difficile è la situazione dei cereali dove, in controtendenza con l’andamento generale, si continua a registrare a maggio - precisa la Coldiretti - un calo del 12,3 per cento su base annuale. La situazione di difficoltà del settore non dipende però solo dalla crisi generale ma dai due furti ai quali è sottoposta giornalmente l’agricoltura italiana: da una parte il furto di identità e di immagine che vede sfacciatamente immesso in commercio cibo proveniente da chissà quale parte del mondo come italiano come dimostra la vicenda della mozzarella blu; dall'altra il furto di valore aggiunto che vede sottopagati i prodotti agricoli nazionali senza alcun beneficio per i consumatori, come dimostra il fatto che - conclude la Coldiretti - il prezzo di un prodotto aumenta più di cinque volte dal campo alla tavola per colpa delle distorsioni e delle speculazioni lungo la filiera.

www.cremona.coldiretti.it A tutti i lettori di Coldiretti Cremona Informa rivolgiamo l’invito a visitare il sito di Coldiretti Cremona, considerandolo un puntuale, approfondito – ma soprattutto tempestivo – canale di informazione. Il sito, inaugurato in febbraio, viene aggiornato pressoché quotidianamente e contiene, oltre ai comunicati stampa diffusi dalla Federazione, uno spazio riservato a tutte le aree di Coldiretti e Impresa Verde Cremona. La consultazione è semplicissima. Tra le tante informazioni cui si può quotidianamente accedere, ne citiamo alcune: - è possibile sfogliare sia il periodico Il Coltivatore Cremonese sia questa newsletter settimanale; - è presente una sezione “Avvisi alle Imprese” che raccoglie una serie di utili informazioni per le aziende agricole; - c’è il “Bollettino diabrotica”, con il costante monitoraggio della situazione sul territorio; - attraverso una serie di link, è possibile collegarsi al Punto Coldiretti (il giornale online delle imprese agricole creato da Coldiretti), ai vari siti nazionali di Campagna Amica, Caf, Caa, Terranostra, Patronato Epaca, ecc; - c’è il calendario di tutti gli appuntamenti sul territorio, dal Mercato di Campagna Amica alla partecipazione di Coldiretti a Fiere e manifestazioni; - dalla prossima settimana prenderà avvio uno spazio ‘mercati’ con le quotazioni della settimana e i collegamenti alle principali borse nazionali. Molto altro (dalla rassegna stampa locale alle interviste tv, dalle ‘coordinate’ dei nostri uffici ai servizi offerti) può essere rapidamente letto sul sito, che si sta arricchendo di settimana in settimana. L’indirizzo è www.cremona.coldiretti.it.

Agricoltura e Ambiente sono in tv W l’Agricoltura, la trasmissione di agricoltura, ambiente, alimentazione proposta da Coldiretti Cremona, va in onda: * ogni giovedì, ore 20.15 circa, su TeleColor e PrimaRete * in replica la domenica, alle ore 12, su Telecolor.


Domenica 27 giugno a Crema ‘Festa del melone’ al Mercato di Campagna Amica Si chiamerà “Festa del Melone” è sarà una ‘speciale uscita’ del Mercato di Campagna Amica a Crema. Domenica 27 giugno nel cuore della città – sotto il portico di via Terni, a pochi passi dal distributore automatico di latte fresco – torneranno a prendere posto gli stand gialli degli agricoltori della Coldiretti, per proporre ai cittadini, in vendita diretta, tutti i prodotti dell’agricoltura made in Crema e made in Cremona. Frutta e verdura di stagione appena colta in campagna, formaggi (con latte di vacca, bufala e capra) ottenuti da latte rigorosamente del territorio nei caseifici aziendali, carni e salumi in arrivo dagli allevamenti della provincia, e ancora miele, farine, paste, rigorosamente a km zero, saranno proposti a prezzi convenienti. Ci saranno alcune sorprese pensate proprio per questo appuntamento, che gli agricoltori hanno voluto dedicare al frutto di stagione per eccellenza: il melone. Le aziende offriranno, gratuitamente, alcune freschissime degustazioni. Sarà un modo per ringraziare i cittadini di Crema che hanno accolto il Mercato di Campagna Amica, fin dal suo esordio, con grandissima attenzione e con presenze da record. Il calendario a Crema prevede poi due uscite nel mese di luglio: domenica 4 e domenica 18 luglio.

Campagna Amica, tutti gli appuntamenti Segnaliamo tutti gli appuntamenti con il Mercato di Campagna Amica in provincia di Cremona, sempre dalle ore 8 alle 12.30:

⇒ CREMONA. Al Foro Boario ogni venerdì mattina. ⇒ CASALMAGGIORE. In Piazza Turati, il sabato mattina. ⇒ SORESINA. Il lunedì, davanti al Palazzo Comunale. ⇒ CREMA. Prossimo appuntamento, in via Terni, domenica 27 giugno ⇒ PANDINO. Il 1° e il 3° giovedì del mese, in p.zza Vittorio Emanuele ⇒ VESCOVATO. Tutti i sabati, in piazza Roma ⇒ CASTELLEONE. Appuntamento in via Garibaldi la mattina del sabato. ⇒ BAGNOLO CREMASCO. La seconda domenica del mese, in piazza Aldo Moro. S

W l’Agricoltura – Coldiretti Cremona Informa Vi dà appuntamento alla prossima settimana Il ‘diario’ in posta elettronica di Coldiretti Cremona è nei siti www.cremona.coldiretti.it e www.lombardia.coldiretti.it

coldiretti cremona informa n.22/2010  

è il diario di Coldiretti Cremona

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you