Issuu on Google+

MIGRAZIONI I viaggi alle origini dell’umanità


MIGRAZIONI I viaggi alle origini dell’umanità


MIGRAZIONI – I viaggi alle origini dell’umanità, è una mostra divulgativa e didattica dedicata all’approfondimento di tutti gli aspetti storici, antropologici, linguistici e culturali connessi alla grande esplorazione dei 5 continenti da parte dei nostri antenati nella preistoria. La mostra racconta con ricostruzioni scientifiche e scenografiche, video emozionali, dinamiche installazioni interattive e soprattutto con laboratori didattici e percorsi educativi l’avventurosa ed emozionante avventura della scoperta del globo, vissuta da differenti generi di Homo a partire da 800.000 anni fa e giunta al suo culmine intorno a 40.000 anni fa, quando sulla Terra convivevano ben 5 generi di Homo. Il percorso espositivo, i contenuti video e le installazioni interattive sono il frutto del lavoro di ricerca di Luigi Luca Cavalli-Sforza. La mostra risponde al bisogno educativo di illustrare una storia planetaria che racconta come ciascuno di noi sia il frutto di un percorso di diversità umana, nel quale alcuni concetti basilari come l’inconsistenza scientifica del concetto di razza sono smontati in modo semplice e immediato. Innumerevoli gli spunti di approfondimento e di riflessione, moltissimi i temi presenti nei programmi scolastici di ogni grado d’istruzione che vengono interpretati nella mostra in una luce nuova e inseriti in un contesto interdisciplinare. La mostra tocca temi legati alle scienze naturali, alla genetica, alla storia remota, all’archeologia, all’ecologia, alla demografia e alla geografia, ma non sono secondari riferimenti all’educazione artistica, alla musica, alle lingue, all’educazione civica. Benché essa non tratti la contemporaneità in modo diretto, il pubblico, gli insegnanti, i ragazzi e i bambini possono rileggere temi di attualità, legati alle diversità e ai conflitti del presente, traendo spunto dalle suggestioni di un passato che ci riguarda direttamente. Evocare e riflettere su questi aspetti della nostra storia, personale e planetaria, attraverso la metafora del viaggio, assume una particolare significatività educativa se pensiamo di rivolgerci a bambini e a ragazzi che stanno costruendo la loro identità, soggettiva e culturale al tempo stesso, cercando una collocazione nel mondo, che dia senso alla loro esperienza esistenziale quotidiana.

HIGHLIGHTS • Un’ambientazione immersiva e avvolgente • Impressionanti ricostruzioni di antenati umani realizzati con criteri scientifici • Centinaia di reperti, riproduzioni scientifiche e calchi per illustrare ogni passaggio nel lungo cammino dell’evoluzione umana • Nove emozionanti video didattici • Cinque installazioni interattive, touch e proiezioni scenografiche • Decine di mappe originali


LE SEZIONI DELLA MOSTRA

1. Le radici Strani primati di grossa taglia fuoriescono dalle radure africane e colonizzano il Vecchio Mondo. Nel momento in cui abbiamo cominciato a diventare umani, abbiamo anche iniziato a vagare negli spazi aperti, a solcare le praterie, ad attraversare vallate e istmi, a cercare qualcosa oltre la collina. Perché?

2. Il cespuglio dell’umanità Quando la nostra specie Homo sapiens nacque in Africa, intorno a 200 mila anni fa secondo i dati genetici e archeologici, una delle sue prima attività sembra sia stata quella di… spostarsi! Ma il Vecchio Mondo era già affollato di specie del genere Homo fuoriuscite dall’Africa in almeno due ondate precedenti. Fino a quaranta millenni fa, un battito di ciglia del tempo geologico, ben cinque specie del genere Homo vivevano tutte insieme nel Vecchio Mondo!

3. I geni, i popoli e le lingue Il mosaico del popolamento di Homo sapiens sulla Terra si va componendo e con esso prendono forma i tracciati della diversità genetica, linguistica e antropologica dell’umanità. Grazie alla convergenza di dati provenienti da discipline diverse – come la genetica di popolazioni, l’archeologia e la linguistica – è oggi possibile ricostruire l’albero genealogico delle diversificazioni dei popoli sulla Terra e la trama delle ramificazioni che hanno portato la specie umana a diffondersi in tutto il globo.


4. La conquista del pianeta La domesticazione di piante e animali, avviatasi in più parti del mondo tra 12mila e 7mila anni fa, finito il grande freddo dell’ultima glaciazione, immette nel sistema terrestre un insieme di pratiche antropiche che fanno sì che gli ecosistemi producano ben più di quanto sarebbe naturale. La popolazione umana, con le prime civiltà agricole e urbane, inizia a crescere a ritmi mai visti prima, innescando nuove diffusioni di popoli, colonizzazioni, ibridazioni, e anche nuovi conflitti tra antichi e più recenti tracciati di espansione umana.

5. L’unità nella diversità La diversità umana non è dovuta ad alcuna essenza biologica e cognitiva già scritta, ma è figlia di molteplici storie contingenti che sono ancora in corso. Il tema dell’unità nella diversità può essere letto a più livelli, dalle emozioni primarie alle lingue, dai tratti fisici alle culture. Da quei passi incerti nel tufo di Laetoli, 3,75 milioni di anni fa, a quell’altra camminata umana, che ha aperto una nuova frontiera, sulla Luna, ne abbiamo fatta di strada.


DIDATTICA

La mostra MIGRAZIONI – I viaggi all’origine dell’umanità si presta a visite guidate per gruppi di visitatori e laboratori didattici per bambini, ragazzi e scolaresche. Codice. Idee per la cultura organizza la formazione del personale della didattica attingendo alle risorse disponibili presso l’organizzatore della mostra e può, in alternativa, provvedere alla gestione della didattica in mostra nel corso della manifestazione. Visite guidate Le Migrazioni della preistoria Homo sapiens in tutti i suoi aspetti: dalla nostra storia più profonda alle grandi rivoluzioni della nostra specie, dalla colonizzazione del pianeta all’analisi della varietà umana. Un percorso completo che affronta tutti i temi della mostra. Percorso paleontologico Milioni di anni di storia umana: conosceremo i nostri antichissimi antenati e parenti, alla scoperta dell’intricato albero genealogico di Homo sapiens e delle caratteristiche uniche della storia della specie alla quale apparteniamo. Percorso sulla varietà umana Chi è Homo sapiens oggi? Da dove discendono tutte le differenze che possiamo osservare nell’umanità attuale? Scopriremo che ciò che siamo oggi è il risultato di un processo storico dalle radici profondissime e dalle caratteristiche peculiari.


Laboratori didattici L’antenato comune e le migrazioni umane Homo sapiens, eterno viaggiatore: esso da sempre si è spostato in cerca di luoghi adatti alle proprie esigenze, spesso lasciando tracce del suo passaggio.Un viaggio attraverso antiche popolazioni indigene permetterà di scoprire usi e costumi lontani dalla nostra quotidianità: saranno i ragazzi stessi ad indovinare il nome e la provenienza dei protagonisti dell’attività, e a ripercorrere, guidati da indizi ed immagini, il lungo percorso che ha portato i nostri antenati a colonizzare i cinque continenti, partendo dall’Africa. Il cespuglio dell’umanità Un famoso paleoantropologo incaricherà i ragazzi di osservare e analizzare preziosi reperti fossili di ominidi, cercando di dare loro un nome: attraverso schede, oggetti totemici e reperti di diversa natura, si ricostruirà il famoso ‘modello a cespuglio’ dell’evoluzione umana. Segni e disegni per comunicare Uomo e comunicazione da sempre sono un binomio inscindibile! Attraverso l’osservazione, l’analisi e l’interpretazione di reperti e oggetti risalenti a diverse epoche del passato e provenienti da vari continenti, verranno fatte conoscere le prime forme di comunicazione umana: dagli oggetti con figure zoomorfe ai reperti con segni di concettualizzazione astratta e di conteggio fino alle prime forme di prescrittura.


PROPOSTA ECONOMICA

La mostra viene proposta ad Amministrazioni pubbliche, Musei, Istituzioni culturali e centri espositivi e scientifici con organizzazione a cura di Codice. Idee per la cultura, e allestimento chiavi in mano. La mostra è disponibile per affitti mensili a partire da un mese, con le seguenti fee:

1 mese: € 45.000,00 + IVA 2 mesi: € 75.000,00 + IVA 3 mesi: € 110.000,00 + IVA 4 mesi: € 125.000,00 + IVA Ulteriori tariffe per periodi di affitto più lungo possono essere proposte. In aggiunta all’affitto della mostra Codice. Idee per la cultura è in grado di fornire anche un servizio di didattica connesso alla mostra, qualora le Istituzioni del territorio o il Museo ospitante non sia in grado di gestirlo in proprio. La mostra è in lingua italiana. La mostra richiede uno spazio di almeno mq. 300, con soffitto di almeno 3 m. L’Organizzatore, in accordo con Codice. Idee per la cultura, è responsabile della comunicazione della mostra, della sua promozione e della realizzazione di tutto il materiale cartaceo e pubblicitario della mostra. Il tempo di allestimento della mostra è di 8 gg. lavorativi. ll tempo di disallestimento è di 4 gg. lavorativi. La sede ospitante deve mettere a disposizione energia elettrica, guardiania, pulizia, agibilità degli spazi ed eventuale servizio di biglietteria. Info e Contatti: Stefano Karadjov | s.karadjov@codicecultura.it


La mostra MIGRAZIONI – I viaggi all’origine dell’umanità  è organizzata da Codice. Idee per la cultura   Codice. Idee per la cultura è una società di progettazione e organizzazione di grandi eventi culturali, con una particolare specializzazione nella produzione di grandi mostre scientifiche, dal carattere divulgativo e attente alle esigenze della scuola con offerte didattiche dedicate e approfondite.  Grazie al dialogo con il mondo della scuola, della ricerca, delle università e delle imprese, Codice. Idee per la cultura realizza eventi capaci di coinvolgere pubblici ampi e articolati.  Dal 2003 a oggi Codice.Idee per la cultura ha progettato, prodotto e organizzato 9 mostre scientifiche e 8 di arte/ scienza, visitate da più di 1.000.000 di visitatori.


Via Giuseppe Pomba 17, 10123 Torino tel. +39011.19700579/580 fax. +39011.19700582 codice@codicecultura.it www.codicecultura.it



Migrazioni