Page 1

150385

Quotidiano

Pag. 2


150385

Quotidiano

Pag. 3


150385

Quotidiano

Pag. 4


Data Pagina Foglio

  05-2019 62 1

150385

Mensile

.

Pag. 5


Data Pagina Foglio

  05-2019 76/80 1 / 3

150385

Mensile

.

Pag. 6


Data Pagina Foglio

  05-2019 52/53 1 / 2

150385

Mensile

.

Pag. 9


Data Pagina Foglio

  05-2019 52/53 2 / 2

150385

Mensile

Pag. 10


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+6 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 2


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+6 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 3


16-05-2019

Data

VANITYFAIR.IT (WEB)

Pagina

1/3

Foglio

Video People Beauty Benessere Lifestyle Fashion Show More

Topic: Royal baby Meghan Markle Lavoro Sport Musica Dieta ...

CERCA 

ACCEDI 

TECNOLOGIA

TEMPO LIBERO

TECNOLOGIA

WhatsApp e il virus che spia il telefono: come difendersi

Back to the Nineties: una notte a bordo dello Spice Bus

Kardashian, Photoshop maldestro

LIFESTYLE . TECNOLOGIA

Al Wired Next Fest 2019 si costruisce il futuro 16 MAGGIO 2019 di N I N A V E R D E L L I

SFOGLIA GALLERY

150385

Il weekend del 24 – 25 – 26 maggio, a Milano, torna il festival dedicato alla cultura dell’innovazione organizzato dal magazine Wired Italia. Pronti a parlare di futuro con Edward Snowden, Roberto Bolle, Elio Germano e tanti altri? 

TOP STORIES

Pag. 13


VANITYFAIR.IT (WEB)

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

2/3

Vi interessa mettervi sulle tracce della verità con Edward Snowden, l’ex tecnico della CIA che, nel 2013, ha sollevato lo scandalo della sorveglianza di massa e della compravendita dei dati di privati cittadini? Preferite forse assistere a uno spettacolo teatrale di Elio Germano in modalità Realtà Virtuale? O, ancora, parlare di perfezione con l’étoile perfetta, Roberto Bolle? Esplorare il web con una web star come Camihawke? Sondare l’origine dell’universo con Guido Tonelli l’astrofisico che, insieme a Fabiola Gianotti, ha scoperto il «la particella di Dio»? Non prendete impegni per il weekend del 24 – 25 – 25 maggio: ai Giardini Indro Montanelli di Milano va in onda la decima edizione del Wired Next Fest, la kermesse italiana organizzata dal magazine Wired Italia che celebra scienza, tecnologia, rete e innovazione. E che, giunta alla sua decima edizione, quest’anno parla di futuro. Un futuro che, proprio grazie alle nuove tecnologie, è già presente e che, come sostiene il direttore di Wired Italia, Federico Ferrazza, «è compito di ognuno di noi costruire. Serve una classe dirigente che capisca la centralità delle tecnologie nel mondo del lavoro: è il momento di indirizzare anche le bambine verso un percorso di studi tecnico-scientifico, di aggiornare i diritti dei lavoratori, di prevedere un percorso di formazione continua, di assicurare il benessere a breve termine salvaguardando però il Pianeta». Questi sono solo alcuni degli argomenti che verranno trattati in una tregiorni a ingresso libero e completamente gratuito. Tre giorni intensi di talk e dibattiti, ma non solo: ogni sera un concerto (qualche nome? Manuel Agnelli, Daniele Silvestri, Priestess, Ghemon) o un dj-set (alla console, gli Ofenbach, Cosmo, Merk & Kremont). Ogni ora, una sorpresa: dal planetario che si trasforma in palcoscenico sotto le stelle alla possibilità di viaggiare nello spazio con Space Engine, il più famoso software di esplorazione spaziale. Da una masterclass di recitazione curata da Alessandro Borghi a workshop interattivi con robot umanoidi. Il programma completo su: https://nextfest2019-milano.wired.it/. Buon divertimento e buon futuro che, come diceva Albert Einstein, «arriva sempre troppo presto». Il Wired Next Fest è realizzato con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con Audi e grazie al supporto di: Mobile partner: Huawei Main partner: Barbie, E-Distribuzione, Nexi, Reale Mutua, Vodafone 150385

Partner: Adecco, Amaro Montenegro, Autogrill, Asi (agenzia spaziale italiana), Gruppo Cap, Deloitte, Istituto Marangoni, Mastercard, Modis, Nastro Azzurro, Nescafé, Phyd, Roche Partner scientifico: Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro Event supporter: Fuzetea, Homepal, Lago, MIND Milano Innovation District,

Pag. 14


VANITYFAIR.IT (WEB)

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

3/3

Moleskine, Gruppo Remedia, Wavemaker Official Hotel: NH Hotel Group Official Radio: RDS 100% Grandi Successi Media partner: Urban Vision Thanks to: Papillon Milano 1990, Vini Pasqua Partner tecnico: ATM, Verso Exhibit & design production: Piano B

Pag. 15


VIDEO Clicca qui per vedere il video

16 maggio 2019

16/05/2019 ITALIA FOODBALL CLUB LANCIO DELLA NUOVA FANTA ARANCIATA ROSSA IGP

Sul canale YouTube di Italia Foodball Club vengono ripresi gli interventi di Cristina Broch, Direttore Comunicazione e Pubblic Affairs Coca-Cola Italia, e Federica Argentati, Presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, a Tutto Food relativamente al lancio della nuova Fanta Aranciata Rossa IGP.

Clicca qui per vedere il video


Quotidiano

Data Pagina

148655

Foglio

17-05-2019 32 1

Coca-Cola & Brands


Data Pagina Foglio

17-05-2019 10 1 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 11


Data Pagina Foglio

17-05-2019 10 2 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 12


Data Pagina Foglio

17-05-2019 10 3 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 13


Data Pagina Foglio

17-05-2019 4 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 14


Data

16-05-2019

Pagina Foglio

Francesca Biagioli INFORMARSI RIFIUTI & RICICLAGGIO

1/3

16-05-2019

Bottiglie e lattine Coca-cola i rifiuti più presenti sulle spiagge

Le bevande a marchio Coca Cola sono responsabili della maggior parte dei rifiuti rinvenuti sulle spiagge, almeno su quelle del Regno Unito. A dirlo una ricerca che ha indagato sulle fonti di inquinamento dei litorali britannici. A condurre l'indagine è stata la Surfers Against Sewage (SAS), organizzazione di conservazione marina, che ha valutato quanto raccolto in seguito ad una serie di 229 pulizie delle spiagge britanniche, condotte ad aprile in occasione dello Spring Beach Clean. A queste hanno partecipato oltre 45mila volontari e, grazie al loro lavoro, si è riusciti non solo ad eliminare la gran parte dei rifiuti ma anche a portare a termine la più grande indagine sui rifiuti marini del Regno Unito. Il sondaggio ha rilevato che 10 società sono responsabili di oltre la metà della spazzatura presente sulle spiagge e identificata grazie al marchio. Le bottiglie e le lattine di Coca-Cola inquinano in misura maggiore rispetto ad altri tipi di rifiuti. Secondo quanto sostiene lo studio, infatti, questi imballaggi costituiscono quasi il 12% 150385

dei rifiuti trovati sul litorale. Se si considerano poi altri marchi di proprietà di Coca-Cola, la quota dell'azienda, relativamente alla spazzatura rinvenuta, sale ad oltre il 15%. Dei 50.000 rifiuti trovati sulle spiagge, circa 20.000 di questi portavano

Pag. 15


Data

16-05-2019

Pagina Foglio

2/3

su di sé ancora i marchi ben identificabili. Al primo posto, come già detto, c'è Coca Cola, seguita dalle patatine Walkers, da Cadbury's, McDonald's e Nestlé.

Secondo quanto dichiarato da Hugo Tagholm, amministratore delegato di SAS, le aziende in questione dovrebbero assumersi la responsabilità dei rifiuti associati ai loro prodotti, servono dunque nuove regole che costringano i produttori a prevenire il problema: “I produttori devono offrire piena trasparenza sulla quantità e il tipo di imballaggio che usano. Il nostro ambiente è in pericolo e l'inquinamento plastico è un chiaro indicatore del fatto che il business come al solito non se ne occupa. Questo non è un problema di sporcizia: le aziende hanno bisogno di fornire nuovi sistemi radicali e responsabili che riducano drasticamente il loro impatto sugli oceani, sulle foreste e sulla natura in generale".

Al momento, le aziende sono responsabili dei loro imballaggi solo se hanno un fatturato annuo di oltre 2 milioni di sterline e gestiscono più di 50 tonnellate di imballaggi all'anno. Tuttavia, SAS lamenta che in pratica la maggior parte del costo di gestione dei rifiuti ed imballaggi (circa il 90%) è a carico delle autorità locali e che le società madri di molti marchi leader non condividono le informazioni sulla quantità di imballaggi che producono . La Coca-Cola, già accusata pesantemente da Greenpeace negli anni scorsi, ha subito risposto prontamente, tramite un suo portavoce che: “Non vogliamo vedere nessuno dei nostri imballaggi a terra o 150385

nell’oceano. Siamo una delle poche aziende a pubblicare la quantità di imballaggi che usiamo, a livello globale e locale, e sosteniamo la riforma della responsabilità estesa del produttore, inclusa l’introduzione di un sistema di restituzione dei depositi per aiutarci a ottenere più imballaggi”.

Pag. 16


Data

16-05-2019

Pagina Foglio

3/3

Il noto marchio, che produce 3 milioni di tonnellate di imballaggi in plastica all’anno, si è impegnato a riciclare una bottiglia o una lattina per ognuna che vende e l’anno scorso ha promesso di aumentare, entro il 2020, il riciclo delle sue bottiglie dal 25% al 50%. Nel frattempo, però, le spiagge di tutto il mondo continuano ad essere invase di plastica!

150385

Leggi anche:

Pag. 17


Data

DONNATOP.COM

Foglio

Home

Maternità

Breaking News

Shopping

17-05-2019

Pagina

Make up

Benessere

Gossip

1

Video Channel

Il Mercato Europeo domani arriva a Bologna

Home / Viaggiare / Mare e Spiagge / Bottiglie e lattine Coca-cola i rifiuti più presenti sulle spiagge

Bottiglie e lattine Coca-cola i rifiuti più presenti sulle spiagge  Mare e Spiagge

Le bevande a marchio Coca Cola sono responsabili della maggior parte dei rifiuti rinvenuti sulle spiagge, almeno su quelle del Regno Unito. A dirlo una ricerca che ha indagato sulle fonti di inquinamento dei litorali britannici. A condurre l’indagine è stata la Surfers Against Sewage (SAS), organizzazione di conservazione marina, che ha valutato quanto raccolto in seguito ad una serie di 229 pulizie delle spiagge britanniche, condotte ad aprile in occasione dello Spring Beach Clean. A queste hanno partecipato oltre 45mila volontari e, grazie al loro lavoro, si è riusciti non solo ad eliminare la gran parte dei rifiuti ma anche a portare a termine la più grande indagine sui rifiuti marini del Regno Unito. Il sondaggio ha rilevato che 10 società sono responsabili di oltre la metà della spazzatura presente sulle spiagge e identificata grazie al marchio. Le bottiglie e le lattine di Coca-Cola inquinano in misura maggiore rispetto ad altri tipi di rifiuti. Secondo quanto sostiene lo studio, infatti, questi imballaggi costituiscono quasi il 12% dei rifiuti trovati sul litorale. Se si considerano poi altri marchi di proprietà di Coca-Cola, la quota dell’azienda, relativamente alla spazzatura rinvenuta, sale ad oltre il 15%. Dei 50.000 rifiuti trovati sulle spiagge, circa 20.000 di questi portavano su di sé ancora i marchi ben identificabili. Al primo posto, come già detto, c’è Coca Cola, seguita dalle patatine Walkers, da Cadbury’s, McDonald’s e Nestlé. Secondo quanto dichiarato da Hugo Tagholm, amministratore delegato di SAS, le aziende in questione dovrebbero assumersi la responsabilità dei rifiuti associati ai loro prodotti, servono dunque nuove regole che costringano i produttori a prevenire il problema: “I produttori devono offrire piena trasparenza sulla quantità e il tipo di imballaggio che usano. Il nostro ambiente è in pericolo e l’inquinamento plastico è un chiaro indicatore del fatto che il business come al solito non se ne occupa. Questo non è un problema di sporcizia: le aziende hanno bisogno di fornire nuovi sistemi radicali e responsabili che riducano drasticamente il loro impatto sugli oceani, sulle foreste e sulla natura in generale”. Al momento, le aziende sono responsabili dei loro imballaggi solo se hanno un fatturato annuo di oltre 2 milioni di sterline e gestiscono più di 50 tonnellate di imballaggi all’anno. Tuttavia, SAS lamenta che in pratica la maggior parte del costo di gestione dei rifiuti ed imballaggi (circa il 90%) è a carico delle autorità locali e che le società madri di molti marchi leader non condividono le informazioni sulla quantità di imballaggi che producono . La Coca-Cola, già accusata pesantemente da Greenpeace negli anni scorsi, ha subito risposto prontamente, tramite un suo portavoce che: “Non vogliamo vedere nessuno dei nostri imballaggi a terra o nell’oceano. Siamo una

Pag. 18


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+26/7 1 / 4

150385

Quotidiano

Pag. 19


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+26/7 4 / 4

150385

Quotidiano

Pag. 22


Data

CALNEWS.IT

Foglio

LIVE

16-05-2019

Pagina

1/2  Entra

CONTATTI

HOME

CATANZARO

COSENZA

CROTONE

REGGIO CALABRIA

VIBO VALENTIA

ITALIA

MONDO

Home  Italia  Milano :: Dal 16 al 19 maggio Cibo a regola d’arte porta a Milano il futuro del cibo.

ITALIA

Milano :: Dal 16 al 19 maggio Cibo a regola d’arte porta a Milano il futuro del cibo. Masterclass, incontri, degustazioni, talk, corsi di cucina, laboratori per i bambini e il bookstore dedicato, nella quattro giorni di Corriere della Sera .

CalNews

il 16 Mag 2019

Condividi

6

MILANO :: 16/05/2019 :: Dal 16 al 19 maggio Cibo a regola d’arte porta a Milano il futuro del cibo con un’edizione che trasforma la manifestazione di Corriere della Sera dedicata alla cultura dell’alimentazione in un vero e proprio Festival e “accende” fornelli e ri essioni su quanto avverrà in fatto di cibo e alimentazione: dall’innovazione alla sostenibilità, dall’economia alla ricerca, dall’ambiente alla politica. Presso la Fabbrica del Vapore di via Procaccini 4, sotto la direzione artistica di Angela Frenda, responsabile editoriale di Cook, e con il patrocinio del Comune di Milano e della stessa Fabbrica del Vapore, Cibo a regola d’arte propone quattro giorni di talk, incontri, degustazioni, corsi di cucina e laboratori per i più piccoli, che prenderanno il via giovedì 16 maggio, con gli interventi di Michele Placido, Lucio Cavazzoni e Gian Carlo Caselli in tema di legalità del cibo e una performance esclusiva di Francesco Piccolo. “Torniamo a Milano, in una nuova sede, con un’edizione rinnovata e ampliata.” – spiega Angela Frenda, direttrice artistica di Cibo a regola d’arte e responsabile editoriale di Cook – “Un festival di quattro giorni, insieme a esperti e personalità, per condividere pensieri e ri essioni sul futuro del cibo e dell’alimentazione. E anche imparare e sperimentare in prima persona l’arte della cucina. Perché il cibo e il mondo collegato a esso sono anche un racconto della nostra cultura e riguardano ognuno di noi.” Un denso palinsesto di attività, per provare a tracciare le linee guida dell’avvenire dell’alimentazione, che vedrà alternarsi sul palco grandi chef, pizzaioli e pasticceri – tra gli altri, Enrico Bartolini, Andrea Berton, Alessandro Borghese, Martina Caruso, Moreno Cedroni, Caterina Ceraudo, Chicco e Bobo Cerea, Enzo Coccia, Pino Cuttaia, Alfonso e Livia Iaccarino, Asma Khan, Ernst Knam, Antonia Klugmann, Iginio Massari, Norbert Niederko er, Davide Oldani, Ciro Oliva, Valeria Piccini, Niko Romito – ad esperti nel campo scienti co e della comunicazione, scrittori, registi, attori, in uencer e protagonisti di aziende e istituzioni, tra cui Marc Augé, Francesca Barra, Roberto Burioni, Antonella Clerici, Lodovica Comello, Paolo Crepet, Maurizio De Giovanni, Amalia Ercoli Finzi, Paolo Giordano, Helena Janeczek, Antonio Marras, Francesco Piccolo, Giuseppe Remuzzi, Claudia Roden, Claudio Santamaria, Bruno Vespa, Andrea Vitali. Anche in questa decima edizione, grande spazio alle Masterclass, vere e proprie performance tra giornalismo, spettacolo e cucina, con chef stellati, esperti, ospiti e giornalisti, e a degustazioni e

Pag. 23


CALNEWS.IT

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

2/2

talk, per scoprire tradizioni e progetti legati a prodotti e imprese alimentari. Presenti anche il bookstore dedicato all’editoria di settore e i corsi di cucina, con chef, pizzaioli e pasticceri, nelle versioni base e, per la prima volta, avanzata, per imparare i trucchi e le tecniche direttamente dai maestri di cucina. Tra le novità, inoltre, il laboratorio “Orto delle Idee”. Una maratona non stop per raccontare i cambiamenti del mondo dell’alimentazione a livello globale, con gli interventi di oltre 50 relatori che illustreranno progetti in tema di: sostenibilità, nei settori scienza, ambiente e salute; racconto, dal foodwriting alla fotogra a, alla comunicazione digitale; empowerment femminile, dedicata al ruolo femminile nel mondo dell’alimentazione. Nello spazio bakery “Pane e parole” saranno invece ospitati momenti di incontro tra giornalisti del Corriere della Sera e autorevoli scrittori e narratori, alle prese con cibo e cucina. “Cibo a regola d’arte si conferma ancora una volta palco d’eccellenza per ciò che riguarda il mondo del food, e non solo.” – commenta Raimondo Zanaboni, direttore generale RCS Pubblicità – “Lo dimostra il grande e immediato riscontro ottenuto dalle tante primarie aziende che anche in questa decima e rinnovata edizione hanno scelto di confermare la loro presenza o di diventare per la prima volta protagonisti di questo festival, con la loro storia, i loro progetti e le loro eccellenze.” Coop Italia, Eni, Ferrarelle, Pasti cio Garofalo, illycaffè e Rovagnati con la linea Naturals, i main partner che hanno scelto Cibo a regola d’arte per dare visibilità ai molteplici contenuti rilevanti per le industrie del mondo del food: dai trend che governeranno il futuro dei consumi alimentari ai temi di sostenibilità ed economia circolare, senza dimenticare l’attento lavoro di narrazione e valorizzazione delle eccellenze. Per il secondo anno consecutivo, sparkling partner è il Consorzio di Tutela del Prosecco Doc, con il sostegno di Veneto, The Land of Venice, mentre Birri cio Angelo Poretti si conferma beer partner della kermesse. Tanti poi i partner che contribuiranno ad animare con diverse attività e ottime degustazioni i vari momenti negli spazi di Fabbrica del Vapore: i Consorzi DOP del Parmigiano Reggiano e di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana, il Consorzio IGP della Nocciola di Giffoni, e ancora Cromaris, e l’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani. Così come le nuove attività dell’Orto delle Idee, che vede la partecipazione, in particolare, della Maison de Champagne Veuve Clicquot con Atelier des Grandes Dames, network ideato con lo scopo di sostenere e celebrare i talenti femminili dell’alta ristorazione, nella giornata dell’empowerment femminile, e Coripet, Consorzio per il riciclo del Pet, nella giornata della innovazione e sostenibilità. Kitchen partner di Cibo a Regola d’Arte è Frigo2000 high performance kitchen, con gli elettrodomestici di punta Bora, Sub-Zero Wolf e V-Zug. Design partner del Festival è Bontempi Casa. Radio uf ciale dell’evento è Radio Italia. Programma completo dell’evento, modalità e iscrizioni ai corsi su: www.ciboaregoladarte.it

150385

Condividi:

Pag. 24


Data

MENTELOCALE.IT/MILANO(WEB2)

16-05-2019

Pagina Foglio

1/4 OFFERTE CLUB

mentelocalemilano concerti

teatro oggi

Food

Milano

cultura

libri

food

ACCEDI / REGISTRATI

cinema

domani weekend altra data

mostre

bambini

outdoor

viaggi

oggi al cinema oggi a teatro

Cerca nel sito attualità

ristoranti locali

benessere

shopping

esperienze by

UniCredit Pavilion

Cibo a Regola d'Arte 2019: il programma completo e tutti gli ospiti 

Da giovedì 16 maggio a domenica 19 maggio 2019

© SHUTTERSTOCK

Da giovedì 16 a domenica 19 maggio 2019 alla Fabbrica del Vapore di Milano è in programma la decima edizione di Cibo a regola d’arte, l'evento a cura del Corriere della Sera, dedicato al mondo della cucina. Ogni anno chef, produttori, pasticceri, maestri pizzaioli, panificatori ma anche scrittori ed esperti di gastronomia raccontano novità, tendenze ed evoluzione nel food. Quattro giorni di masterclass, talk, corsi di cucina, degustazioni e laboratori per bambini, in cui il cibo diventa lo strumento per raccontare la nostra cultura. Due le novità dell’edizione 2019: Orto delle idee, una maratona non stop di grandi esperti che raccontano come sta cambiando il mondo del cibo a livello globale; e Pane e parole, uno spazio bakery che ospiterà scrittori e narratori alle prese con il cibo e la cucina. Per raccontare il cibo in tutte le sue sfaccettature, dagli ingredianti al piatto, tra i protagonisti di questa edizione: il pizzaiolo Davide Longoni, gli chef Pino Cuttaia, Alessandro Borghese, Yoji Tokuyoshi, i maestri pasticceri Iginio Massari e Ernst Knam. Personaggi televisivi come Antonella Clerici, Bruno Vespa e Pupo. Ma anche medici, come Roberto Burioni, professore ordinario di Microbiologia e Virologia, o Paolo Crepet , psichiatra e sociologo, solo per citarne alcuni. Di seguito il programma completo di Cibo a Regola d'Arte 2019.

Giovedì 16 maggio  Ore 19.00 Sala Masterclass. L'inaugurazione: Storia di un un pomodoro. L’inchiesta del Corriere della Sera

Pag. 25


MENTELOCALE.IT/MILANO(WEB2)

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

2/4

di Antonio Castaldo, Alessandra Dal Monte, Isabella Fantigrossi e Gabriele Principato Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, incontra Gian Carlo Caselli, magistrato e presidente dell’Osservatorio Agromafie Coldiretti. La legalità del cibo: con Lucio Cavazzoni, presidente di Goodland, Marco Pedroni, presidente Coop, e Michele Placido, attore, regista e fondatore della Cantina Placido Volpone – Ordona (Foggia). Pasta al pomodoro: Pino Cuttaia, chef del ristorante La Madia, due stelle Michelin, a Licata (in provincia di Agrigento) dialogano con Angela Frenda e Giovanni Bianconi, Corriere della Sera. Di cibo e altre ossessioni, reading di e con Francesco Piccolo, scrittore e sceneggiatore.

Venerdì 17 maggio  Ore 10.00 Area corsi. La prima colazione sana: i biscotti all’olio con Simone Salvini. Corso di pasticceria di 60 minuti con lo chef Simone Salvini. Al termine ogni partecipante può portare con sé il grembiule di Cibo a Regola d’Arte e i biscotti da cuocere a casa.

 Ore 10.30 Sala Masterclass. L'altra inaugurazione: una nuova leggerezza. Puff, il dolce sfogliato con crema di mandorle. Con Iginio Massari, maître pâtissier della Pasticceria Veneto, a Brescia, e della Pasticceria Massari, a Milano, e Debora Massari, tecnologa alimentare. Modera Francesca Fagnani, giornalista e conduttrice televisiva. Segue degustazione (ingresso gratuito fino a esaurimanto posti).

 A seguire Sala Masterclass. La tavola italiana è a rischio? Difendiamo i nostri prodotti tra ricchezze e imitazioni. Con Daniele Manca, vicedirettore del Corriere della Sera, a colloquio con Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Alberto Grandi, docente Storia delle imprese, Storia dell’integrazione europea, Università di Parma, autore di Parla mentre mangi, e Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 A seguire Sala Masterclass. Il bao dell’alpino. Con i fratelli Chicco e Bobo Cerea, chef del ristorante Da Vittorio, tre stelle Michelin, a Brusaporto (in provincia di Bergamo). Segue degustazione (ingresso gratuito fino a esaurimanto posti)

 Ore 11.00 Area corsi. La pasta con le sarde con Pino Cuttaia. Corso avanzato di cucina di 60 minuti con lo chef Pino Cuttaia. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (evento a pagamento - sold out).

 Ore 12.00 Area corsi. Manate e ‘Ncannulate, paste pugliesi della tradizione con Antonella Ricci. Corso di cucina di 60 minuti con la chef Antonella Ricci. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (evento a pagamento).

 Ore 12.15 Area Bakery. Mozzarella Dop experience: dalle origini della filiera al laboratorio con il casaro. Con Chicco e Bobo Cerea, chef del ristorante Da Vittorio, tre stelle Michelin, a Brusaporto (in provincia di Bergamo), Antonio Limone, direttore dell’istituto zooprofilattico del mezzogiorno, Pier Maria Saccani, direttore del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, e Mimmo La Vecchia, maestro casaro. Conduce Gabriele Principato, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti)

 Ore 12.15 Area Food Talk. Salumi etici: i valori del manifesto IVSI. Con il presidente IVSI Francesco Pizzagalli, e Luca Govoni, docente di Storia della cucina e gastronomia ad Alma, la scuola interazione di cucina italiana. Conduce Martina Barbero, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 12.15 Illycaffè. Gli aromi del caffè: un'esplorazione olfattiva. Saper riconoscere la vera qualità di una tazzina di caffè utilizzando il senso dell’olfatto con Elena Zottig Pintor, docente dell’Università del Caffè (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 13.00 Area corsi. Fave e cicoria con Vitantonio Lombardo. Corso avanzato di cucina di 60 minuti con lo chef Vitantonio Lombardo. Conduce Anna Paola Merone, Corriere del Mezzogiorno (evento a pagamento).

 Ore 13.00 Sala Masterclass. La masterclass doppia: Evoluzioni. Gnocchi di carciofi, mandorle e zafferano con Enrico Bartolini, chef del ristorante Enrico Bartolini, due stelle Michelin, a Milano. Susci mediterraneo con Moreno Cedroni, chef del ristorante Madonnina del Pescatore, due stelle Michelin, a Senigallia (in provincia di Ancona) e Paolo Crepet, psichiatra, sociologo, educatore e saggista. Conduce Maria Luisa Agnese, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 13.15 Area Bakery. Bread of the future: i nuovi panificatori agricoli urbani. Con i maestri

150385

panificatori Davide Longoni, dell’omonimo panificio a Milano, Valeria Messina, del Forno Biancuccia, a Catania, Giovanni Mineo, di Crosta, a Milano, Matteo Piffer, del Panificio Moderno, a Trento, Pasquale Polito, del Forno Brisa, a Bologna, e Stefano Caccavari, fondatore del progetto Mulinum. Conduce Tommaso Galli, Corriere della Sera. Segue sfornata di pane con segale di Chiaravalle preparato da Davide Longoni (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 14.00 Area Corsi. La pizza nel forno di casa secondo Enzo Coccia. Corso di pizza di 60 minuti con il maestro pizzaiolo Enzo Coccia. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (Evento a pagamento - Sold out)

 Ore 14.15 Area Food Talk. Chocolate experience: viaggio nel mondo del cacao. Lezioni di cioccolato con Cecilia Tessieri, creatrice di cioccolato. Conduce Martina Barbero, Corriere della Sera. Segue

Pag. 26


MENTELOCALE.IT/MILANO(WEB2)

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

3/4

degustazione (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 14.15 Area Bakery. Senza conservanti: la scommessa del prosciutto naturale. Con Evelina Flachi, nutrizionista, e Luigi Ranieri, direttore marketing Rovagnati. Conduce Tommaso Galli, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 14.15 Area Food Talk. Va a zappà... a chi? Il futuro del cibo e del ritorno alla terra Con Casa Surace, fattoria creativa di produzione video. Conduce Gabriele Principato, Corriere della Sera (Ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 14.30 Spazio Orto. L'orto delle idee | Il racconto del cibo. Spunti per il cibo del futuro con scienziati e scienziate, chef, filosofi e filosofe, innovatori e innovatrici in un flusso continuo di pensiero. Intervengono in ordine alfabetico: Paolo Alliata, sacerdote. Helena Attlee, scrittrice. Marc Augé, scrittore. Luciana Boccardi, storica del costume, autrice di Colori, simboli, storia, corrispondenze. Diego Breviario, dirigente di ricerca, Istituto Biologia e Biotecnologia Agraria di Milano. Maurizio Carucci, camminatore, contadino e cantautore/frontman degli Ex-Otago. Paolo Crepet, psichiatra, sociologo, autore di Passione e Perché finisce un amore. Csaba dalla Zorza, scrittrice. Maurizio De Giovanni, scrittore, sceneggiatore e drammaturgo. Giovanni Dinelli, professore ordinario in Agronomia, Università degli Studi di Bologna. Elizabeth Jones, fondatrice della NY Food book fair di Brooklyn e della compagnia Risotto & Steel. Andrea Illy, imprenditore, scienziato umanista e narratore. Francesco Maccapani Missoni, autore di The Missoni Cookbook. Domenica Marchetti, giornalista, food writer e columnist, Washington Post. Brian Mcginn, creatore e produttore di Chef’s Table. Rosita Missoni, imprenditrice e stilista. Ciro Oliva, pizzaiolo. Nuccio Ordine, professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università della Calabria. Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta dell’età evolutiva, scrittore, ricercatore del dipartimento Scienze Biomediche, Università degli Studi di Milano. Nicola Perullo, filosofo, professore ordinario di Estetica, Università di Pollenzo, autore di Il gusto non è un senso ma un compito. Francesco Pizzagalli, presidente Istituto valorizzazione salumi italiani. Pupo, cantautore e conduttore. Claudia Roden, scrittrice e antropologa culturale. Andrea Tagliapietra, professore ordinario di storia della filosofia, insegna storia delle idee e filosofia della cultura, Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Faith Willinger, food writer (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 15.00 Sala Masterclass. Marchesi boys: 4 alllievi per un risotto. Con Andrea Berton, chef del ristorante Berton, una stella Michelin, a Milano, Daniel Canzian, chef del ristorante Daniel, a Milano, Pietro Leemann, chef del ristorante Joia, una stella Michelin, a Milano, Elio Sironi, chef del ristorante Ceresio 7, a Milano. E con Enrico Dandolo, amministratore del Gruppo Gualtiero Marchesi, e Antonio Ghilardi, executive chef del Gruppo Gualtiero Marchesi, Conduce Isabella Fantigrossi, Corriere della Sera (Ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 15.00 Area Corsi. Le orecchiette di grano arso alle cime di rapa con Antonella Ricci. Corso avanzato di cucina di 60 minuti con la chef Antonella Ricci. Conduce Anna Paola Merone, Corriere del Mezzogiorno (evento a pagamento).

 Ore 16.00 Area Corsi. Tutto sul lievito madre con Davide Longoni. Corso di panificazione di 60 minuti con il maestro panificatore Davide Longoni. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (evento a pagamento Sold out).

 Ore 16.15 IllyCaffè. Coffee experience: illy cold brew. A cura di Marco Arrigo, mixologist e illy ambassador (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 16.15 Area Bakery. Tutti i trucchi di una cucina sana e senza odori: pan nuvola con egg benedict. Con Luigi Cassago, bistrot Ecooking, a Milano, e Paola Massobrio, amministratore delegato Frigo 2000. Conduce Tommaso Galli, Corriere della Sera. Segue degustazione (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 16.15 Area Food Talk. Il pesce del futuro: tra innovazione e buone pratiche di allevamento. Con Alessio Bonaldo, professore associato del dipartimento di Scienze mediche veterinarie dell’Università di Bologna, Claudio Mazzini, responsabile Coop Italia, e Andrea Questa, ecommerce manager Europe Sealed Air. Conduce Alessandra Dal Monte, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 17.00 Area Bakery. Sfornata di Pane brunetto. Con Stefano Caccavari, fondatore del progetto Mulinum. Segue degustazione (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 17.00 Sala Masterclass. Matera e le stelle. Con Francesca Barra, giornalista e conduttrice 150385

televisiva, Claudio Santamaria, regista e attore, e Vitantonio Lombardo, chef dell’omonimo ristorante con una stella Michelin, a Matera, che prepara la sua versione contemporanea del piatto Fave e cicorie. Conduce Candida Morvillo, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 17.00 Area Corsi. Gli gnocchi di patate e ricotta con ragù di crostacei in bianco con Chicco e Bobo Cerea. Corso avanzato di cucina di 60 minuti con gli chef Chicco e Bobo Cerea. Conduce Simona Brandolini, Corriere del Mezzogiorno (Evento a pagamento - Sold out).

 Ore 18.00 Area Bakery. Una vita da scienziata (in cucina). Con Amalia Ercoli Finzi, accademica, scienziata e ingegnera aerospaziale. Conduce Elvira Serra, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento

Pag. 27


MENTELOCALE.IT/MILANO(WEB2)

Data

16-05-2019

Pagina Foglio

4/4

posti).

 Ore 18.00 Area Corsi. Beer experience: dalla tradizione all'innovazione. Con Serena Savoca, marketing manager del Birrificio Angelo Poretti, e Flavio Boero, beer expert. In degustazione le birre: 3 Luppoli Non Filtrata, 7 Luppoli La Fiorita e 10 Luppoli Le Bollicine. Conduce Gabriele Principato, Corriere della Sera (evento a pagamento).

 Ore 18.00 Area Food Talk. Il buffet è aperto. Con Casa Surace, fattoria creativa di produzione video (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 18.15 Area Food Talk. Dall'olio usato, una nuova vita. Con Giovanni Biscardi, manager back office contract services Eni. Conduce Isidoro Trovato, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 18.15 Area Food Talk. Alla scoperta della qualità. Con Gerardo Alfani, presidente del Consorzio di tutela della nocciola di Giffoni IGP, e Pina Santucci, responsabile marketing Vincenzo Caputo s.r.l. Conduce Martina Barbero, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 18.45 Area Bakery. Sfornata di Pane nero di Castelvetrano. Con Valeria Messina, del Forno Biancuccia, a Catania (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 19.00 Sala Masterclass. I maestri e (La) Margherita. Con Antonella Clerici, conduttrice televisiva, che prepara la pizza seguendo i consigli dei maestri pizzaioli Renato Bosco, di Saporè, a San Martino Buon Albergo (in provincia di Verona), Enzo Coccia, della Pizzaria la Notizia, a Napoli, Ciro Oliva, di Concettina ai Tre Santi, a Napoli, e Gino Sorbillo, Pizzerie Gino Sorbillo. Con Maria Volpe e Angela Frenda, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 20.00 Spazio Orto.Wine experience di Prosecco DOC: due territori, una denominazione. Un’esperienza gustativa alla scoperta delle migliori etichette di prosecco scelte per Cibo a Regola D’Arte dal Consorzio di Tutela che promuove, tutela e valorizza la Denominazione di Origine. Gli appuntamenti di degustazione dei vini saranno condotti da Marco Cremonesi, Corriere della Sera, e Alessandro Canel, enologo del Consorzio Prosecco Doc (evento a pagamento).

Sabato 18 maggio  Ore 10.00 Area Corsi. La veneziana alla crema con Pasquale Polito del forno Brisa. Corso di base di cucina di 60 minuti con il maestro panificatore Pasquale Polito. Al termine ogni partecipante può portare con sé il grembiule di Cibo a Regola d’Arte e la veneziana da far lievitare e cuocere comodamente nel forno di casa (evento a pagamenrto).

 Ore 11.00 Spazio Fondazione Careof. Linguaggi del cibo: i sensi del gusto. Nell’esperienza olfattiva dedicata al mondo delle verdure i bambini (di età dai 3 anni in su) sono invitati a scoprire con i sensi le qualità del mondo vegetale, esplorando le differenti forme degli ortaggi per poi comporli in personali composizioni e ricette di profumi naturali. A cura di Pause Atelier Dei Sapori di Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi (evento gratuito con coupon).

 Ore 11.00 Area Corsi. Torta Giulio (crostata al mou salato e ganache al cioccolato) con Ernst Knam. Corso avanzato di pasticceria di 60 minuti con il maestro pasticcere Ernst Knam. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (evento a pagamento - Sold out).

 Ore 11.00 Sala Masterclass. La politica nel piatto: pollo korma allo zafferano. Con Asma Khan, chef indiana del ristorante Darjeeling Express, a Londra. Conduce Angela Frenda, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 11.00 Area Bakery. Mangiare in cammino: il cibo sulle strade dei pellegrini. Con lo scrittore Enrico Brizzi, e Claudio Gatti, maître pâtissier della Pasticceria Tabiano, a Tabiano Terme (Parma). Conduce Alessandro Cannavò, Corriere della Sera. Segue degustazione della torta speziata, un dolce ripieno di frutta secca, miele e pane raffermo con spezie e cioccolato (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 12.00 Area Corsi. La pizza nel forno di casa con Ciro Oliva. Corso di pizza di 60 minuti con il maestro pizzaiolo Ciro Oliva. Conduce Lydia Capasso, Corriere della Sera (evento a pagamento).

 Ore 12.00 IllyCaffè. Gli aromi del caffè: un'esplorazione olfattiva. Saper riconoscere la vera qualità di una tazzina di caffè utilizzando il senso dell’olfatto, con Elena Zottig Pintor, docente dell’Università del Caffè (ingresso gratuito fino a esaurimento posti). 150385

 Ore 12.00 Area Food Talk. Il Parmigiano Reggiano: le qualità nutraceutiche. Con Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano, Paolo Venturini, alpinista, e Sara Farnetti, nutrizionista. Conduce Manuela Croci, Corriere della Sera (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

 Ore 12.15 Area Bakery. Il ritorno delle galline antiche. Con Laura Peri, allevatrice di polli di razza Valdarnese bianca e Valdarno, faraone, anatre e piccioni nella sua azienda a Montevarchi (Arezzo), e Paolo Parisi, chef e allevatore di polli dell’agriturismo Le macchie. Conduce Gianluca Biscalchin, giornalista e illustratore (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).

Pag. 28


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+17 1

150385

Quotidiano


La primavera del largo consumo: segno "più" per tutte le categorie | Mark Up

17/05/19, 08*12

La primavera del largo consumo: segno “più” per tutte le categorie Chiara Bertoletti 16 maggio 2019

Anche se gli imprenditori sono più sfiduciati dei consumatori, i dati Nielsen confermano una crescita globale a valore, con il food al traino Stabile la )ducia degli italiani nel primo quadrimestre 2019, un dato positivo che appare tuttavia in contrasto con il sentiment generale dell’imprenditoria, più negativo. Eppure, i dati relativi al largo consumo dipingono un quadro complessivo che spinge all'ottimismo.

Così Romolo De Camillis, retail services director di Nielsen Italia, presenta l’ultima indagine Nielsen sul largo consumo aprendo l’edizione 2019 di Linkontro, appuntamento annuale dedicato alla business community del settore, con la

https://www.mark-up.it/la-primavera-del-largo-consumo-segno-piu-per-tutte-le-categorie/

Pagina 1 di 3


La primavera del largo consumo: segno "più" per tutte le categorie | Mark Up

17/05/19, 08*12

partecipazione dei principali player: Il ruolo del mondo del largo consumo rimane centrale nel panorama macro-economico del nostro Paese, anche a fronte di un Pil vicino a crescita zero. Il valore creato in questa ;liera non è espressione delle mere esigenze quotidiane dei consumatori, deriva bensì da una crescente ricerca di benessere e servizio tra i prodotti di uso comune. Un insight fondamentale per l’intero settore: vivere bene e concedersi un lusso sono necessità che un carrello della spesa può soddisfare in modo eccellente. Dai risultati emerge infatti una tendenza positiva a livello complessivo, con le vendite in gdo che nel complesso crescono trainate dall’alimentare, che nel periodo gennaio-aprile 2019 guida la crescita dei fatturati (+2,3% a valore). Vanno bene, a differenza degli ultimi anni, tutti i reparti: carne (+3,2%) bevande (+3,5%), gelati surgelati (+2,7%), carne (+3,2%), panepasticceria (+2,8%), pets (+3,0%), gastronomia – salumeria - formaggi (+1,8%), cura persona (+1%), con frutta e verdura in testa a tutte (+3,9%).

In generale, dunque, per il largo consumo si tratta di una vera e propria “primavera”, con un ulteriore ottimismo che arriva dai dati delle vendite pasquali. A guidare le performance i discount e gli specialisti del drug, mentre a livello geogra)co tornano in positivo le regioni del Sud Italia. Il Sud nel 2019 torna infatti a crescere rispetto a un 2018 in cui era rimasto stabile (su Gdoweek.it un focus su format, offerta e promozioni). La questione delle aperture domenicali Dato il dibattito in corso sul tema delle aperture domenicali, Nielsen ha misurato l’incidenza delle vendite delle domeniche, quanti)candole nel 10% del totale – in crescita rispetto al passato. Un eventuale provvedimento di chiusura potrebbe dunque incidere non solo sulle vendite complessive, ma anche sulle dinamiche competitive tra le insegne, dato che l’incidenza è signi)cativamente differente a seconda del formato distributivo e delle politiche di apertura adottate dai vari player. Anche un eventuale aumento dell’Iva potrebbe avere effetti negativi sulle vendite del largo consumo, con consumatori pronti ad adottare misure contenitive per neutralizzare gli aumenti di prezzo.

https://www.mark-up.it/la-primavera-del-largo-consumo-segno-piu-per-tutte-le-categorie/

Pagina 2 di 3


Data Pagina Foglio

17-05-2019 9 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 29


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+16 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 30


Data Pagina Foglio

17-05-2019 1+16 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 31


Data Pagina Foglio

17-05-2019 18 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 32


Data Pagina Foglio

17-05-2019 13 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 33


Data Pagina Foglio

16-05-2019 18 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 34


Data Pagina Foglio

17-05-2019 9 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 35


Data Pagina Foglio

17-05-2019 9 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 36


Data

16-05-2019

Pagina Foglio

1

MERCATI RETAIL EXPORT TECH PERSONE OPINIONI EXTRA

RETAIL

Aldi arriva a Bologna Il 16 maggio ha aperto i battenti il nuovo store dell'insegna. Con un'offerta che punta sul made in Italy e 1.814 metri quadri di superfificie di vendita  2 min.

16 Maggio 2019

Per aprire il suo 58esimo negozio italiano Aldi ha scelto di far tappa in una città in cui il buon cibo è di casa: Bologna. Il discount, situato in via della Liberazione 15, all’interno del centro commerciale Officine Minganti (quartiere Bolognina) è il quinto dell’Emilia Romagna dopo quelli Faenza, Ferrara, Fidenza, Mirandola e Piacenza. Anche in questo caso i riflettori sono puntati sul made in Italy e sulla convenienza.

ASSORTIMENTO TRICOLORE Il nuovo Aldi di Bologna si estende su una superficie di 1.184 metri quadri e può contare su un’offerta costituita per l’85% da linee a marchio proprio e oltre 115 referenze tra frutta e verdura. Per il 75% le referenze nascono dalla collaborazione con fornitori italiani selezionati. A conferma di un offerta pensata ad hoc per valorizzare le eccellenze italiane da parte dell’insegna teutonica. Tra i reparti sono presenti tutti i ‘classici’ di Aldi: dal Banco dei Sapori (gastronomia) al Pand del Dì (prodotti da forno), dal Caffè al Dì per la pausa alla Vinoteca.

PROMO A GO GO PER L’APERTURA Aldi riserva un ampio spazio del negozio agli articoli in promozione: due volte a settimana, il lunedì e il giovedì, offre sempre nuove promozioni a prezzi molto competitivi. E in occasione dell’apertura, da giovedì 16 maggio sono previste ulteriori offerte in sottocosto; oltre allo sconto del 30% su tutto il reparto frutta e verdura fino a domenica 26 maggio. Il negozio è aperto dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 21:00; la domenica dalle 9:00 alle 20:00 . © Riproduzione Riservata

ALDI

BOLOGNA

DISCOUNT

EMIIA

NUOVA APERTURA

MOSTRA TUTTI

MERCATI

RETAIL

ABOUT

Salumi & Carni

EXPORT

Chi siamo

150385

ALTRO IN RETAIL 

Pag. 37


Data Pagina Foglio

17-05-2019 3 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 38


Data Pagina Foglio

17-05-2019 31 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 39

Profile for Coca-Cola HBC Italia

Press Clippings 17.05.2019  

Press Clippings 17.05.2019