Page 1

150385

Quotidiano

Pag. 3


150385

Quotidiano

Pag. 4


150385

Quotidiano

Pag. 5


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

Accedi a L'Arena Premium

1 Abbonati

Fai un necrologio

ECONOMIA VERONESE

15 aprile 2019

CITTÀ

GRANDE VERONA

EST

GARDA BALDO

VILLAFRANCHESE

LESSINIA

VALPOLICELLA

BASSA

Provincia Veneto Italia Mondo Economia SPORT CULTURA SPETTACOLI Foto Video Spazio Lettori Altri Abbonamenti Home

Economia

Economia veronese

OGGI IN ECONOMIA VERONESE

15.04.2019

Tags: Nogara , Davide Morelli , Coca Cola Plus Coffee

A Nogara prodotta la Coca Cola al gusto di caffè

La Coca Cola Plus Coffee

Aumenta Diminuisci Stampa Invia

Tutto Schermo

Verrà prodotta nello stabilimento di Nogara di Coca-Cola HBC Italia la nuova bevanda della multinazionale statunitense: si chiama CocaCola Plus Coffee ed è una variante con un aroma di caffè, senza zuccheri e con più caffeina: una lattina da 250 ml contiene la quantità di caffeina presente in una tazzina di caffè. «Nogara è uno stabilimento all’avanguardia», spiega Davide Morelli, direttore del sito produttivo, dove lavorano circa 400 persone. Lo stabilimento di Nogara, ricorda una nota dell'azienda, è il primo in Europa per capacità produttiva. Ad oggi ci sono nove linee di produzione che producono ogni anno oltre 730 milioni di litri di «soft drink».

Pag. 39


Data

DONNACHARME.COM

Foglio

Home

Casa

Cucina

Breaking News

Cultura

Fashion

16-04-2019

Pagina

Gossip

Salute e Bellezza

Vacanze e Tempo libero

1

Canale Video

Melissa Satta da brividi su Maddox e la dolce menzione per Boateng

Home / Cultura / Attualità / Coca-Cola lancia nuova bibita al caffè da Verona

Coca-Cola lancia nuova bibita al caffè da Verona  Attualità

La Coca-Cola lancia una nuova bevanda da Verona. Prodotta dallo stabilimento di Nogara, arriva in Italia la “Coca-Cola Plus Coffee”, una nuova bibita che ha un inconfondibile aroma di caffè. “Nogara è uno stabilimento all’avanguardia che contribuisce in maniera importante all’immissione di nuovi prodotti sul mercato italiano – ha dichiarato Davide Morelli, Direttore del sito produttivo Coca-Cola HBC Italia di Nogara – Il sito di Nogara è infatti il primo in Europa per capacità produttiva ed è stato oggetto di continui investimenti da parte dell’azienda. Ad Oggi contiamo 9 linee di produzione che ci consentono di produrre ogni anno oltre 730 milioni di litri di soft drink. Siamo felici di essere considerati il partner primario anche per Coca-Cola Plus Coffee”. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa bevanda è disponibile in lattina da 250 ml: “E’ il prodotto ideale per una pausa – spiega la multinazionale – ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio”. . Fonte Google News Attalità site-tgverona.it

Tags MARE USA

ANNO

ARTE

MERCATO

BEVANDA MILIONI

COCA COLA NAZIONALE

CONTI OS

DIO

PRODURRE

EUROPA RED

ISP ROMA

ITALIA SIO

LAVORO STABILIMENTO

Tag

VERONA

2018 2019 ala

anno arte centro cina Pag. 40


16-04-2019

Data

GDONEWS.IT

Pagina

1

Foglio

ABBONAMENTI

GDO 

INDUSTRIA 

Chi siamo

Contatti

Profilo

LA MAPPA DELLA GDO 

Documenti

WEB RADIO

Carrello

ACCESSO ABBONATI

MANUALI DELLE CATEGORIE

ANALISI FINANZIARIE

Home / Beverage e Vino / Industria / Coca-Cola presenta Plus Coffee 

16 APRILE 2019

NESSUN COMMENTO

Coca-Cola presenta Plus Coffee Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè. Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè*, Coca-Cola Plus Coffee è l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa nuova bevanda è il prodotto ideale per una pausa ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. Coca-Cola Plus Coffee è disponibile in lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo, nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa. *rispetto a Coca-Cola Original Taste Coca-Cola Plus Coffee contiene 16mg di caffeina ogni 100 ml e una lattina da 250 ml contiene una quantità di caffeina simile a quella di una tazzina di caffè.

Pag. 41


Data

ITALGROB.IT (WEB)

15-04-2019

Pagina Foglio

1/2

Contatti

Cerca su italgrob.it Cerca

Home

Mondo Horeca

Beverages

Birra

Spirits

Vini & Co

Locali & Professioni

Food

Eventi

Distributori di Bevande

M. Fuori Casa

Sei in: Beverages | Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi

Il gusto inconfondibile di Coca-Cola incontra l’aroma del caffè: nasce CocaCola Plus Coffee Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè. Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè*, Coca-Cola Plus Coffee è l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Da consumare fredda come ogni variante di CocaCola, questa nuova bevanda è il prodotto ideale per una pausa ed è stata pensata per chi desidera g o d e r s i a l m e g l i o l a g i o r n a t a , d e d i c a n d o s i un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. C o c a - C o l a P l u s C o f f e e è d i s p o n i b i l e i n lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo, nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa.

*rispetto a Coca-Cola Original Taste Coca-Cola Plus Coffee contiene 16mg di caffeina ogni 100 ml e una lattina da 250 ml contiene una quantità di caffeina simile a quella di una tazzina di caffè.

Coca-Cola Italia

The Coca-Cola Company (NYSE: KO) è una total beverage company che offre ai suoi consumatori oltre 500 brand in più di 200 Paesi. Oltre a Coca-Cola, il nostro portfolio prodotti include brand come AdeZ, FUZETEA, Royal Bliss, Fanta, Sprite, Powerade e Acque Lilia. Per rispondere al meglio alle esigenze dei consumatori, lavoriamo costantemente per innovare il nostro portfolio, dalla riduzione dello zucchero al lancio di nuove bevande. Lavoriamo per ridurre il nostro impatto ambientale reintegrando l`acqua che utilizziamo per produrre le nostre bevande e promuovendo il riciclo dei nostri packaging. Insieme ai nostri partner imbottigliatori, abbiamo più di 700 mila dipendenti e contribuiamo alla creazione di opportunità economiche in tutti i Paesi in cui siamo 150385

presenti. Dal 1927 in Italia, oggi contiamo 5 stabilimenti e oltre 2.000 dipendenti. Il nostro portfolio comprende 40 prodotti, dalle bevande gassate ai tè, dalle acque alle bevande vegetali e il 60% dei prodotti dell’azienda è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico. Per maggiori informazioni su Coca-Cola in Italia, visitate www.coca-colaitalia.it e seguiteci su Twitter @CocaColaIt.

Pag. 42


ITALGROB.IT (WEB)

Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

Coca-Cola HBC Italia, parte del Gruppo Coca-Cola HBC AG, è il principale produttore e distributore di prodotti della The Coca-Cola Company in Italia. L’azienda impiega oltre 2.000 dipendenti, dislocati nella sede centrale di Sesto San Giovanni (Mi), nei depositi e nei tre stabilimenti per la produzione di soft drink, situati a Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE). Un altro impianto a Rionero in Vulture (PZ) è destinato all’imbottigliamento di acqua minerale. Impegnata nel campo della responsabilità sociale d’impresa, Coca-Cola HBC Italia pubblica ogni anno un Rapporto SocioAmbientale in cui documenta le attività svolte per la comunità, nel mercato, in campo ambientale e sul posto di lavoro. Informazioni dettagliate su Coca-Cola HBC Italia, sulla sua attività e sul suo impegno nel campo della Corporate Social Responsibility sono disponibili sul sito www.lanostraricetta.it. Per maggiori informazioni visita il sito www.coca-colahellenic.it. 15/04/2019

150385

Torna SU ↑

Pag. 43


Data

HORECANEWS.IT

Foglio

 10.3

C

NAPLES

HOME

Home

HORECANEWSLETTER.COM

NOTIZIE

Soft Drink

BEVANDE

PRODOTTI

MANAGEMENT

16-04-2019

Pagina

1/2

HORECATV.IT

HO.RE.CA.

NEWSLETTER

HORECATV.IT

AGENDA

PARTNERS

CONTATTACI

Coca-Cola Plus Coffee: la nuova zero zuccheri con più caffeina

SOFT DRINK

Coca-Cola Plus Coffee: la nuova zero zuccheri con più caffeina Da Redazione 2 - 16 Aprile 2019

0

Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè. Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè*, Coca-Cola Plus Coffee è l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa nuova bevanda è il prodotto ideale per una pausa ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. Coca-Cola Plus Coffee è disponibile in lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo, nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa. *rispetto a Coca-Cola Original Taste, Coca-Cola Plus Coffee contiene 16mg di caffeina ogni 100 ml e una lattina da 250 ml contiene una quantità di caffeina simile a quella di una tazzina di caffè.

The Coca-Cola Company (NYSE: KO) è una total beverage company che offre ai suoi consumatori oltre 500 brand in più di 200 Paesi. Oltre a Coca-Cola, il nostro portfolio prodotti include brand come AdeZ, FUZETEA, Royal Bliss, Fanta, Sprite, Powerade e Acque Lilia.

Pag. 44


HORECANEWS.IT

Data

16-04-2019

Pagina Foglio

2/2

Per rispondere al meglio alle esigenze dei consumatori, lavoriamo costantemente per innovare il nostro portfolio, dalla riduzione dello zucchero al lancio di nuove bevande. Lavoriamo per ridurre il nostro impatto ambientale reintegrando l’acqua che utilizziamo per produrre le nostre bevande e promuovendo il riciclo dei nostri packaging. Insieme ai nostri partner imbottigliatori, abbiamo più di 700 mila dipendenti e contribuiamo alla creazione di opportunità economiche in tutti i Paesi in cui siamo presenti. Dal 1927 in Italia, oggi contiamo 5 stabilimenti e oltre 2.000 dipendenti. Il nostro portfolio comprende 40 prodotti, dalle bevande gassate ai tè, dalle acque alle bevande vegetali e il 60% dei prodotti dell’azienda è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico. Coca-Cola HBC Italia, parte del Gruppo Coca-Cola HBC AG, è il principale produttore e distributore di prodotti della The Coca-Cola Company in Italia. L’azienda impiega oltre 2.000 dipendenti, dislocati nella sede centrale di Sesto San Giovanni (Mi), nei depositi e nei tre stabilimenti per la produzione di soft drink, situati a Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE). Un altro impianto a Rionero in Vulture (PZ) è destinato all’imbottigliamento di acqua minerale. Impegnata nel campo della responsabilità sociale d’impresa, Coca-Cola HBC Italia pubblica ogni anno un Rapporto Socio-Ambientale in cui documenta le attività svolte per la comunità, nel mercato, in campo ambientale e sul posto di lavoro.

Pag. 45


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

15/04/2019

2/3

| Categoria Notizie Bevande Analcoliche | 49 letture

ECCO COCA- COLA PLUS COFFEE: IL GUSTO DELL’ INCONFONDIBILE BEVANDA SI UNISCE ALL’AROMA DI CAFFÈ

 Facebook

 Twitter

 Newsletter

Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè.

Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè*, Coca-Cola Plus Coffee è

Pag. 47


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa nuova bevanda è il prodotto ideale per una pausa ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. Coca-Cola Plus Coffee è disponibile in lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo, nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa. *rispetto a Coca-Cola Original Taste Coca-Cola Plus Coffee contiene 16mg di caffeina ogni 100 ml e una lattina da 250 ml contiene una quantità di caffeina simile a quella di una tazzina di caffè.

Coca-Cola Italia The Coca-Cola Company (NYSE: KO) è una total beverage company che offre ai suoi consumatori oltre 500 brand in più di 200 Paesi. Oltre a Coca-Cola, il nostro portfolio prodotti include brand come AdeZ, FUZETEA, Royal Bliss, Fanta, Sprite, Powerade e Acque Lilia. Per rispondere al meglio alle esigenze dei consumatori, lavoriamo costantemente per innovare il nostro portfolio, dalla riduzione dello zucchero al lancio di nuove bevande. Lavoriamo per ridurre il nostro impatto ambientale reintegrando l’acqua che utilizziamo per produrre le nostre bevande e promuovendo il riciclo dei nostri packaging. Insieme ai nostri partner imbottigliatori, abbiamo più di 700 mila dipendenti e contribuiamo alla creazione di opportunità economiche in tutti i Paesi in cui siamo presenti. Dal 1927 in Italia, oggi contiamo 5 stabilimenti e oltre 2.000 dipendenti. Il nostro portfolio comprende 40 prodotti, dalle bevande gassate ai tè, dalle acque alle bevande vegetali e il 60% dei prodotti dell’azienda è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico. Per maggiori informazioni su Coca-Cola in Italia, visitate www.coca-colaitalia.it e seguiteci su Twitter @CocaColaIt.

Coca-Cola HBC Italia Coca-Cola HBC Italia, parte del Gruppo Coca-Cola HBC AG, è il principale produttore e distributore di prodotti della The Coca-Cola Company in Italia. L’azienda impiega oltre 2.000 dipendenti, dislocati nella sede centrale di Sesto San Giovanni (Mi), nei depositi e nei tre stabilimenti per la produzione di soft drink, situati a Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE). Un altro impianto a Rionero in Vulture (PZ) è destinato all’imbottigliamento di acqua minerale. Impegnata nel campo della responsabilità sociale d’impresa, Coca-Cola HBC Italia pubblica ogni anno un Rapporto Socio-Ambientale in cui documenta le attività svolte per la comunità, nel mercato, in campo ambientale e sul posto di lavoro. Informazioni dettagliate su Coca-Cola HBC Italia, sulla sua attività e sul suo impegno nel campo della Corporate Social Responsibility sono disponibili sul sito www.lanostraricetta.it.

+INFO: www.coca-colahellenic.it 150385

+ COMMENTI (0)

Pag. 48


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

MARKETING & CONSUMI

NEWS

I PIÙ VISTI

LE OPINIONI

EVENTI

Home

Industria

PROTAGONISTI

MAPPA DELLA DISTRIBUZIONE

FACEBOOK

REAL ESTATE & FRANCHISING

QUADERNI

RSS

VIDEO

PHARMALAB

PODCAST

TWITTER

1/3 

ACCEDI / REGISTRATI

YOUTUBE

Coca-Cola incontra l’aroma del caffè: nasce Coca-Cola Plus Coffee

Coca-Cola incontra l’aroma del caffè: nasce Coca-Cola Plus Coffee Laura Seguso 15 aprile 2019

150385

Pag. 49


Data

15-04-2019

Pagina

2/3

150385

Foglio

Pag. 50


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

L’ultima innovazione a marchio Coca-Cola unisce il noto gusto Coca-Cola con un delicato aroma di caffè, senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè Si chiama Coca-Cola Plus Coffee ed è una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè.

Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè, Coca-Cola Plus Coffee è l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Rispetto a Coca-Cola Original Taste, Coca-Cola Plus Coffee contiene 16mg di caffeina ogni 100 ml e una lattina da 250 ml contiene una quantità di caffeina simile a quella di una tazzina di caffè. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa nuova bevanda è il prodotto adatto per una pausa ed è stata pensata dedicarsi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. La nuova referenza è disponibile in lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo, nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa.

150385

Mi piace 0

Pag. 51


Data

TGVERONA.IT (WEB)

15-04-2019

Pagina Foglio

1

TELENUOVO.IT TGGIALLOBLU.IT

Home

Politica

CESIOLO, 100 ANNI DI SCUOLA MATERNA

METEO

Cronaca

Attualita

Cultura

DIETA E SPORT CONTRO IL TUMORE AL ...

Spettacoli

LE NOTIZIE DI SABATO 13 APRILE

Economia

ASSEMBLEA DI CATTOLICA ...

La Nota Politica

Il cielo sopra Verona

CEMENTO A VERONA SUD, PROTESTA IL ...

CINETECA

IL NUOVO PRODOTTO

Coca-Cola lancia nuova bibita al caffè da Verona 15/04/2019 17:12

Coca-Cola Plus Coffee

La Coca-Cola lancia una nuova bevanda da Verona. Prodotta dallo stabilimento di Nogara, arriva in Italia la "Coca-Cola Plus Coffee", una nuova bibita che ha un inconfondibile aroma di caffè.

“Nogara è uno stabilimento all’avanguardia che contribuisce in maniera importante all’immissione di nuovi prodotti sul mercato italiano - ha dichiarato Davide Morelli, Direttore del Voto: 5/5 sito produttivo Coca-Cola HBC Italia di Nogara - Il sito di Nogara è infatti il primo in Europa per capacità produttiva ed è stato oggetto di continui investimenti da parte dell’azienda. Ad Oggi contiamo 9 linee di produzione che ci consentono di produrre ogni anno oltre 730 milioni di litri di soft drink. Siamo felici di essere considerati il partner primario anche per Coca-Cola Plus Coffee”.

150385

Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa bevanda è disponibile in lattina da 250 ml: "E' il prodotto ideale per una pausa - spiega la multinazionale - ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio".

Pag. 52


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

Vvox

 Top News

 Sezioni

 Autori

Editore

Team

Advertising

Contatti

1/2 Cerca

Social

Vvox

La nuova Coca-Cola al gusto caffè parla veronese

15 Aprile 2019

Condividi

Coca-Cola si prepara a lanciare sul mercato l’inconfondibile bevanda arricchita da un gusto nuovo: quello del caffè. Senza zuccheri e con un contenuto più alto di caffeina (simile a quello di una tazzina di caffè), Coca-Cola Plus Coffee promette di soddisfare i break dei

ARCHIVI Seleziona mese

palati più esigente (e stanchi). La bevanda, che va consumata fredda come ogni variante di Coca-Cola, sarà disponibile in lattina da 250 ml. Il nuovo soft drink verrà prodotto nello stabilimento di Nogara, in provincia di Verona, di 150385

Coca-Cola HBC Italia. La scelta è ricaduta sul sito produttivo veronese perchè si tratta di uno stabilimento all’avanguardia, il primo in Europa per capacità produttiva. Conta circa 400 dipendenti e nove linee di produzione che ogni anno producono oltre 730 milioni di litri di bevande. (a.mat.) Fonte: L’Arena

Pag. 53


Data

MIXERPLANET.COM (WEB2)

Foglio

BIMAG

FOODHOSPITALITY

 Home

Prodotti

PRODOTTI

MIXERPLANET

SPAZIOHORECA

APPROFONDIMENTI

15-04-2019

Pagina

WEBITMAG

EVENTI

RETAIL PLAZA

NIGHTLIFE

VIDEO

BIT

HOST

1 TUTTOFOOD

ARCHIVIO RIVISTE

FIPE

PUBBLICITÀ

Il gusto di C...

Prodotti

Il gusto di Coca-Cola incontra l’aroma del caffè: nasce Coca-Cola Plus Coffee Apr 15, 2019

Twitter

Facebook

Google+

Pinterest

Print

Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l’inconfondibile gusto Coca-Cola con un delicato e piacevole aroma di caffè. Senza zuccheri e con più caffeina proveniente dall’estratto di caffè, Coca-Cola Plus Coffee è l’ultima innovazione a marchio Coca-Cola. Da consumare fredda come ogni variante di Coca-Cola, questa nuova bevanda è il prodotto ideale per una pausa ed è stata pensata per chi desidera godersi al meglio la giornata, dedicandosi un momento rinfrescante tra i diversi impegni o durante il lavoro e lo studio. Coca-Cola Plus Coffee è disponibile in lattina da 250 ml, il formato più adatto alle diverse occasioni di consumo,nei canali della distribuzione moderna e in quelli della distribuzione fuori casa.

Pag. 55


Data Pagina Foglio

16-04-2019 26 1

150385

Quotidiano

Pag. 6


Data Pagina Foglio

16-04-2019 21 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 7


15-04-2019

Data Pagina

1/2

Foglio

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Ok Informativa estesa

Mediterraneo

Europa-Ue

NuovaEuropa

America Latina

ANSAcom Cronaca ANSA.it

Motori

Politica

Attualità

Economia

Brasil

Fai la ricerca

Regioni

Mondo

Cultura

Mobile

Il mondo in Immagini

Tecnologia

Seguici su:

Vai alla Borsa

Sport

FOTO

Vai al Meteo

VIDEO

Corporate Prodotti

Tutte le sezioni

Bmw e Lamborghini tra i datori di lavoro più attrattivi ANSAcom

ANSACOM

In collaborazione con:

English

Bmw e Lamborghini tra i datori di lavoro più attrattivi C'è anche Ferrero. Aziende vincono il Randstad Employer Brand 15 aprile 2019 18:39

ANSACOM

Lamborghini © ANSA

Scrivi alla redazione

Stampa

Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini vincono il Randstad Employer Brand: secondo una ricerca condotta su oltre 200mila persone in 32 Paesi, che ha riguardato 6.200 aziende a livello globale, sono le tre imprese più attrattive come datori di Lavoro, seguite da Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc. In Italia, sono state intervistate 7.700 persone tra i 18 e i 65 anni; occupati, studenti e non occupati a cui è stato chiesto quali fattori rendano un'azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre mille dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. La classifica stilata vede al primo posto la multinazionale di Alba, considerata il miglior datore di lavoro dal 78,5% degli intervistati; seguono appunto Bmw (73,2%) e Automobili Lamborghini (72,6%). Alle aziende più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine è stato assegnato anche il Randstad Globe. Ferrero lo ha ricevuto anche per sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro, buona reputazione, equilibrio tra vita professionale e privata. Il fattore più ricercato dagli italiani in un datore di lavoro, secondo la ricerca Randstad Employer Brand, è l'equilibrio fra vita professionale e privata, indicato dal 53% del campione, seguito dall'atmosfera di lavoro piacevole (52%) e da buona retribuzione e benefits (47%). Poi vengono la sicurezza del posto di lavoro (46%) e le opportunità di carriera (37%). Le donne danno maggiore importanza all'atmosfera di lavoro piacevole (57%, 10 punti in più degli uomini) e al work-life balance (55% contro il 51% dei colleghi), mentre gli uomini, subito dopo l'equilibrio fra lavoro e vita privata, preferiscono buona retribuzione e benefit (48%, contro il 47% delle donne) e sono meno interessati alla

Pag. 8

150385

EDIZIONI ANSA


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

sicurezza del posto di lavoro rispetto alle colleghe (44% vs 47%). Ma le differenze più evidenti emergono per fasce di età: i giovanissimi (18-24 anni) cercano più degli altri un'atmosfera di lavoro piacevole, i Millennials (25-34enni) soprattutto sulle opportunità di carriera, gli adulti tra 35 e i 54 anni danno relativamente maggiore importanza alla vicinanza del posto di lavoro, mentre gli over 55 guardano soprattutto alla solidità finanziaria dell'azienda. Per i lavoratori part-time (il 19% della forza lavoro) il datore di lavoro più attrattivo è un'impresa che offre un'atmosfera piacevole e un buon equilibrio fra vita professionale e privata. Rispetto ai colleghi che lavorano a tempo pieno, sono meno interessati al salario e ai benefit e alle opportunità di carriera, mentre sono più attenti alla sicurezza del posto di lavoro. In collaborazione con:

Pag. 9


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

CHI SIAMO

1/2

LA REDAZIONE

CERCA

AREA CLIENTI

Lunedì 15 Aprile 2019

HOME

POLITICA

ECONOMIA

SPECIALI

Cyber Affairs

Libia-Siria

Home

Economia

IMPRESE

ESTERI Africa

Asia

CRONACA

REGIONI

SPORT

CULTURA

SPETTACOLO

NUOVA EUROPA

VIDEO

ALTRE SEZIONI

Nomi e nomine

E’ Ferrero l’azienda dove vorrebbero lavorare gli italiani

Lunedì 15 aprile 2019 - 15:00

E’ Ferrero l’azienda dove vorrebbero lavorare gli italiani Seguono Bmw e Lamborghini. Ricerca Randstad su imprese più ambite

Milano, 15 apr. (askanews) – Ferrero, BMW e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende dove più sognano di lavorare gli italiani. A loro è andato, infatti, il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base di una ricerca globale dedicata all’employer branding. La ricerca, che ha misurato l’ attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti e che in Italia ha coinvolto circa 7.700 persone tra i 18 e i 65 anni, ha visto piazzarsi sul gradino più alto del podio Ferrero: l’azienda di Alba è considerata il migliore datore di lavoro dal 78,5% degli intervistati. In seconda posizione BMW, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Sul gradino più basso del podio, infine Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli

Pag. 11


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

intervistati. Giù dal podio, in quarta posizione c’è Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi a seguire Maserati, Mondadori, RAI, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro. “Raggiungere la vetta ed essere riconosciuti come l’azienda più desiderata e attrattiva sul mercato del lavoro italiano è frutto di una fantastica scalata cominciata oltre 70 anni fa, grazie all’impegno e alla visione della Famiglia Ferrero – commenta Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero Commerciale Italia – Riuscire a confermarsi, anno dopo anno, è però sempre più complicato, ma anche sfidante ed entusiasmante allo stesso tempo”. “Questo risultato rappresenta un grande riconoscimento del lavoro fatto nel corso degli ultimi anni in tema di attrattività sul mercato del lavoro, innovazione, formazione, diversità, inclusione, coinvolgimento, motivazione e benessere dei collaboratori – è stato il commento di Marco Bergossi, HR director di BMW Italia – In un mondo che sta cambiando costantemente e dove la digitalizzazione gioca un ruolo strategico, noi come BMW Group continuiamo a pensare che l’asset fondamentale e vincente siano le persone”. Per Alberto Ferrarotto, responsabile Employer branding di Automobili Lamborghini questo premio è la “conferma di una strategia che ci vede investire nei giovani, nella formazione continua e nelle nuove tecnologie in un rapporto di grande bilanciamento con le esigenze di work life balance e di approccio flessibile al lavoro”. Accanto al Randstad Employer Brand 2019, è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, andato alle aziende più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiata in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, CSR. Automobili Lamborghini, invece, ha ottenuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola HBC Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. PwC Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera. “Quest’anno, oltre ad essere l’azienda più amata e desiderata sul mercato del lavoro – ha aggiunto il presidente e amministratore delegato di Ferrero Commerciale Italia – ci vengono consegnati anche 5 riconoscimenti, tutti davvero speciali: tra questi per la prima volta anche i Randstad Globe per la Responsabilità sociale d’impresa e per l’alta reputazione aziendale, segno che il nostro ruolo sociale e il nostro impegno costante a tutela delle comunità e dell’ambiente in cui operiamo vengono sempre più percepite dai nostri stakeholder come attività tangibili ed estremamente concrete”.

CONDIVIDI SU:

Pag. 12


Data

15-04-2019

Pagina

1/2  

ABBONATI Primo mese gratis!

 LOGIN

RISPARMI, MERCATI, IMPRESE

FINANZA

RISPARMIO

La nuvola del lavoro

TASSE

CONSUMI

CASA

PENSIONI

IMPRESE

INNOVAZIONE

Guide

IL PREMIO

3

Ferrero, BMW e Lamborghini, i posti di lavoro in cima ai sogni degli italiani

di Irene Consigliere| 15 aprile 2019

1/6



La multinazionale di Alba vince per la sesta volta Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero(vincitrice del premio per la settima volta), BMW e Lamborghini(vincitrice per la seconda volta). Sono queste le tre aziende italiane più attrattive come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand Award 2019, il riconoscimento assegnato oggi nella sede milanese di Talent Garden da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base della più completa e rappresentativa ricerca globale dedicata all’employer branding. Condotta su oltre 200mila persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare) con un’analisi approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale, la ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti. In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. “Il risultato va attribuito principalmente alle nostre persone, che quotidianamente si impegnano a preservare la reputazione della nostra azienda, sia come datore di lavoro, che come organizzazione socialmente affidabile e riconosciuta in Italia e nel mondo. Siamo riusciti a trasformare una storia di geniale imprenditoria famigliare in una grande multinazionale internazionale” commenta Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero Commerciale Italia. ” . Ferrero è stata premiata grazie alla preferenza degli intervistati in

Pag. 13


Data

15-04-2019

Pagina

2/2 cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Corporate Social Responsability.

Nella classifica delle aziende più ambite dai potenziali dipendenti in Italia poi Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, RAI, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia Il work-life balance è il fattore più importante nella scelta di un datore di lavoro, seguito da atmosfera di lavoro piacevole e buona retribuzione. Stipendi bassi, work-life balance sbilanciato e scarse prospettive di carriera sono i motivi per cui si lascia il posto Milano 

1/6



© Riproduzione Riservata

 Abbonati a Corriere della Sera | Gazzetta | El Mundo | Marca | RCS Mediagroup | Fondazione Corriere | Fondazione Cutuli | Quimamme | OFFERTE CORRIERE STORE | Codici Sconto Copyright 2019 © RCS Mediagroup S.p.a. Tutti i diritti sono riservati | Per la pubblicità : RCS MediaGroup SpA - Direzione Pubblicità RCS MediaGroup S.p.A. - Divisione Quotidiani Sede legale: via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano | Capitale sociale: Euro 270.000.000,00

Chi siamo | The Trust Project Servizi | Scrivi | Cookie policy e privacy Hamburg Declaration

150385

Codice Fiscale, Partita I.V.A. e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n.12086540155 | R.E.A. di Milano: 1524326 | ISSN 2499-0485

Pag. 14


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

 NAVIGA

 HOME

 RICERCA

1/3

ABBONATI

ACCEDI

economia INDUSTRIA

SERVIZI

CONSUMI

LAVORO

Con i mega trend rendimenti annualizzati a 5 anni tra il 10 e il 12%

EXPORT

FONDI UE

STORIE D'IMPRESA

Giorgia Meloni: Roma dovrebbe essere la capitale dell’Unione Europea

AGRICOLTURA

TURISMO

Fisco, parte la stagione del 730: precompilati 960 mln di dati

MARITTIMA

RAPPORTI24

Riccardo Pozzoli racconta: «10 anni fa ho co-fondato il blog di Chiara Ferragni, ma oggi un’operazione del genere sarebbe impossibile»

RICERCA RANDSTAD

Dove sognano di lavorare gli italiani? Sul podio Ferrero, Bmw e Lamborghini 15 aprile 2019

La Ferrero è l’azienda dove sognano di lavorare gli italiani (Reuters)

   

L

e aziende «dei sogni» per gli italiani? Ferrero, Bmw e Lamborghini. Sono i tre gruppi che svettano nell’edizione 2019 del Randstad Employer Brand, la classifica redatta dall’omonima multinazionale delle risorse umane sulle

imprese più appetibili per i professionisti italiani. Il gruppo ha

intervistato un totale di 7.700 concittadini sul grado di attrattività

attribuito a 150 società private, accomunate da un minimo di 1000 dipendenti e una sede operativa nella Penisola. Il focus sull’Italia

Pag. 15


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/3

rientra in un’indagine più ampia di Randstad, commissionata alla società di ricerca Kantar Tns su un campione di 200mila voci in oltre 30 paesi al mondo. Marco Ceresa, amministratore delegato di Randstad Italia, spiega che le imprese devono spingere «sull’employer branding» (la valorizzazione del brand aziendale) per aumentare il proprio appeal sulla forza lavoro più qualificata. Il resto della top 10, da Feltrinelli alla Rai Il risultato è che la Ferrero spicca come azienda preferita dai lavoratori italiani con un indice di gradimento del 78,5%, seguita da Bmw (73,2% ) EMPLOYER BRANDING | 19 aprile 2018

I ragazzi italiani sognano un posto in Lamborghini

e, appunto, Automobili Lamborghini (72,6%). Il resto della top 10 vede sfilare Thales Alenia Space in Italia in quarta posizione, Feltrinelli in quinta e poi, nell’ordine, Maserati, Mondadori,

RAI, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia. Ranking a parte, cosa cercano i lavoratori italiani in un employer? L’indagine Randstad fa emergere che il primo fattore di valutazione è l'equilibrio fra vita professionale e privata (indicato dal 53% degli intervistati) seguito dall'atmosfera di lavoro piacevole (52%) e da buona retribuzione e benefits (47%), sicurezza del posto di lavoro (46%) e opportunità di carriera (37%). Un mix di fattori che spinge gli intervistati a prediligere la dimensione della multinazionale apprezzate dal 29% del campione per solidità finanziaria, opportunità di carriera e sicurezza del posto di lavoro. Al secondo posto (18%) ci sono le Pmi, premiate per «piacevole atmosfera di lavoro, work-life balance e flessibilità». Come si cerca impiego (e perché cambiarlo) Le modalità di ricerca lavoro spaziano dalle piattaforme online ai metodi più informali, incluse le conoscenze dirette. Lo scarto fra le LAVORO | 15 aprile 2019

Recruiting modello Wikipedia: community internazionale di scout a caccia di talenti

due è dettato, anche, dal grado di successo di una certa indagine: chi è in fase di ricerca si rivolge al Web, chi ha avuto successo è passato da un rapporto personale. Sul primo fronte, chi cerca lavoro si rivolge a piattaforme come

Infojobs (51%), agenzie per il lavoro (50%), altri portali di lavoro come Monster (48%), aziende (42%) e le conoscenze personali (40%), Google (34%) e i social media come LinkedIn (36%) e Facebook (22%). 150385

Chi ha già ottenuto un impiego deve ringraziare, invece, soprattutto conoscenze personali (38%) e le agenzie per il lavoro (21%). L’indagine affronta anche un’altra domanda scomoda, per alcuni lavoratori:  perché si cambia impiego? La risposta più comune è, anche, fra le più prevedibili: uno stipendio troppo basso, indicato dal 47% del campione e seguito dsquilibrio fra vita privata e professionale (38%),

Pag. 16


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

dalle scarse opportunità di carriera (36%), dalla mancanza di premi o di riconoscimento professionale (34%) e carenza di sfide (30%) © Riproduzione riservata

ARGOMENTI: Feltrinelli Lamborghini Maserati RAI Coca-Cola Hbc Italia Avio Aero Marco Ceresa Prodotti e servizi

Mondadori

Per saperne di più 

Pag. 17


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

CUNEO SEZIONI

1/2

SEGUICI SU

ACCEDI

EDIZIONI

Un gazebo sullo spartitraffico e un brindisi per l’avvio del cantiere della “rotonda ...

Pensionata di Roata Chiusani muore in un incidente a Centallo

Fossano elimina il muro di ruggine dal parcheggio sotterraneo

“Quando lasciai il liceo classico per combattere con i partigiani”

Limone chiede un milione di euro per ogni anno di sospensione dei cantieri del ...

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero È ancora una volta il colosso dolciario di Alba l’azienda italiana più attrattiva come potenziale datore di lavoro secondo il Randstad Employer Brand 2019

Il Centro ricerche della Ferrero nell’ex filanda Pellisseri di Alba CONDIVIDI

ROBERTO FIORI ALBA

SCOPRI TOP NEWS

Pubblicato il 15/04/2019 Ultima modifica il 15/04/2019 alle ore 15:01

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero. È ancora una volta il colosso dolciario di Alba l’azienda italiana più attrattiva come potenziale datore di lavoro secondo il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi nella sede milanese di Talent Garden da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane. Al secondo e al terzo posto, due aziende dell’automotive: Bmw e Automobili Lamborghini. In quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro.

Inizia la giornata con la Cucina de La Stampa, la newsletter di Maurizio Molinari Commissionata da Randstad all’istituto Kantar Tns in tutto il mondo, la ricerca in Italia ha coinvolto 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni. Oltre a essere

Pag. 18


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

la più attrattiva, Ferrero è stata premiata con i Randstad Globe in cinque ambiti specifici: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, responsabilità sociale d’impresa. «Raggiungere la vetta ed essere riconosciuti come l’azienda più desiderata e attrattiva sul mercato del lavoro italiano è frutto di una fantastica scalata cominciata oltre 70 anni fa, grazie all’impegno e alla visione della Famiglia Ferrero - commenta Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero Commerciale Italia -. Riuscire a confermarsi, anno dopo anno, è però

150385

sempre più complicato, ma anche sfidante ed entusiasmante allo stesso tempo».

Pag. 19


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

1/5

AVVENIRE CEI NEWS SIR TV2000 RADIO INBLU FISC

seguici su

 

 SEZIONI

 PAPA

Home > Economia > Lavoro

FAMIGLIA

CEI

VOTO UE

OPINIONI

MIGRANTI

Bes | Lavoro | Motori | Risparmio | Sviluppo felice | Terzo settore

Randstad Employer Brand. Ecco le aziende più attrattive Redazione Romana lunedì 15 aprile 2019

150385

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini. In classifica anche Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia

Ferrero è considerata l'azienda più attrattiva dai potenziali dipendenti

Pag. 20


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/5

COMMENTA E CONDIVIDI

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende italiane più attrattive come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi nella sede milanese di Talent Garden da Randstad. La ricerca è stata commissionata dall'Agenzia per il lavoro alla Kantar Tns e condotta su oltre 200mila persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare) con un’analisi approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale. La ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti. In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1.000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. «Le persone, proprio come le imprese, selezionano i potenziali datori di lavoro controllando la loro reputazione e verificando le possibilità di trovare un ambiente di lavoro in linea con le proprie aspettative – afferma Marco Ceresa, amministratore delegato di Randstad Italia -. In un mercato sempre più competitivo, per superare l’emergenza della scarsità di competenze il ruolo dell’employer branding diventa fondamentale. Molte aziende basano ancora la propria strategia su fattori che non destano l’interesse dei potenziali dipendenti, perdendo grandi opportunità. Comprendere e venire incontro alle loro aspettative, puntando con decisione sul miglioramento del work-life balance, sulla creazione di un'atmosfera di lavoro piacevole e su stipendi e benefit adeguati e di valore è il miglior biglietto da visita per attrarre e trattenere i migliori talenti. I vincitori del Randstad Employer Brand 2019 sono esempi di particolare successo di employer branding». La classifica – Il Randstad Employer Brand 2019 è stato assegnato alle tre organizzazioni più ambite dai potenziali dipendenti. Al primo posto nelle preferenze degli italiani c’è Ferrero, con il 78,5% degli intervistati che considera l’azienda di Alba il migliore datore di lavoro. In seconda posizione BMW, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Chiude il podio un altro marchio automobilistico, Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli intervistati. Dopo le tre premiate, la classifica delle imprese italiane più ambite dai potenziali dipendenti vede in quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia a chiudere la selezione dei dieci marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro. «Raggiungere la vetta ed essere riconosciuti come l’azienda più desiderata e attrattiva sul mercato del lavoro italiano è frutto di una fantastica scalata cominciata oltre 70 anni fa, grazie all’impegno e alla visione della famiglia Ferrero – commenta Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero sfidante ed entusiasmante allo stesso tempo. L’eccezionale risultato ottenuto aggiudicandoci anche nel 2019 il “Randstad Employer Brand” va attribuito principalmente alle nostre Persone, che quotidianamente si impegnano a preservare la reputazione della nostra azienda, sia come datore di lavoro, che come organizzazione socialmente affidabile e riconosciuta in Italia e nel mondo, sapendo coniugare la forza della tradizione Ferrero con la capacità di essere innovativi e contestualmente moderni. Siamo riusciti a

Pag. 21

150385

Commerciale Italia –. Riuscire a confermarsi, anno dopo anno, è però sempre più complicato, ma anche


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/5

trasformare una storia di geniale imprenditoria famigliare in una grande multinazionale internazionale, che però non dimentica mai le proprie radici e che è oggi capace di attirare i migliori talenti da tutto il mondo, che saranno i futuri protagonisti di questo grande successo italiano. Quest’anno poi, oltre a essere l’azienda più amata e desiderata sul mercato del lavoro, ci vengono consegnati anche cinque riconoscimenti, tutti davvero speciali: tra questi per la prima volta anche i Randstad Globe per la Responsabilità Sociale d’Impresa e per l’alta Reputazione Aziendale, segno che il nostro ruolo sociale e il nostro impegno costante a tutela delle comunità e dell’ambiente in cui operiamo vengono sempre più percepite dai nostri stakeholder come attività tangibili ed estremamente concrete». «Questo risultato rappresenta un grande riconoscimento del lavoro fatto nel corso degli ultimi anni in tema di attrattività sul mercato del lavoro, innovazione, formazione, diversità, inclusione, coinvolgimento, motivazione e benessere dei collaboratori – commenta Marco Bergossi, Hr Director di Bmw Italia Spa –. Flessibilità dell’orario e del luogo di lavoro, uffici corredati di attrezzature confortevoli e tecnologie innovative, percorsi di carriera personalizzati, job rotation, corsi di formazione sulla digital transformation, l’innovazione e la leadership in contesti di volatilità e incertezza, attività di responsabilità sociale d’impresa sono solo alcune delle iniziative che abbiamo sviluppato negli ultimi anni per attrarre e trattenere talenti. In un mondo che sta cambiando costantemente e dove la digitalizzazione gioca un ruolo strategico, noi come Bmw Group continuiamo a pensare che l’asset fondamentale e vincente siano le Persone». «Un riconoscimento, quello odierno, che è conferma di una strategia che ci vede investire nei giovani, nella formazione continua e nelle nuove tecnologie in un rapporto di grande bilanciamento con le esigenze di work life balance e di approccio flessibile al lavoro – dice Alberto Ferrarotto, responsabile Employer Branding di Automobili Lamborghini -. Siamo da sempre innovatori e la nostra passione e costante attenzione alle persone sono la via per assicurarci una crescita sostenibile e un veloce e consistente riallineamento ai cambiamenti tecnologici cui assistiamo quotidianamente». I Randstad Globe – Nel corso della serata è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, a quelle aziende che sulla base della ricerca sono risultate le più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiata grazie alla preferenza degli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Csr. Automobili Lamborghini ha ottenuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola Hbc Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. Pwc Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera.

dagli italiani in un datore di lavoro sia l’equilibrio fra vita professionale e privata, indicato dal 53% del campione, seguito dall’atmosfera di lavoro piacevole (52%) e da buona retribuzione e benefits (47%). Poi vengono la sicurezza del posto di lavoro (46%) e le opportunità di carriera (37%). Le donne danno maggiore importanza all’atmosfera di lavoro piacevole (57%, 10 punti in più degli uomini) e al work-life balance (55% contro il 51% dei colleghi), mentre gli uomini, subito dopo l’equilibrio fra lavoro e vita privata,

Pag. 22

150385

Cosa cercano i lavoratori – Dalla ricerca Randstad Employer Brand emerge come il fattore più ricercato


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

4/5

preferiscono buona retribuzione e benefit (48%, contro il 47% delle donne) e sono meno interessati alla sicurezza del posto di lavoro rispetto alle colleghe (44% vs 47%). Ma le differenze più evidenti emergono per fasce di età: i giovanissimi (18-24 anni) cercano più degli altri un’atmosfera di lavoro piacevole, i Millennials (25-34enni) puntano soprattutto sulle opportunità di carriera, gli adulti tra 35 e i 54 anni danno relativamente maggiore importanza alla vicinanza del posto di lavoro, mentre gli over 55 guardano soprattutto alla solidità finanziaria dell’azienda. Per i lavoratori part-time (il 19% della forza lavoro) il datore di lavoro più attrattivo è un’impresa che offre un’atmosfera piacevole e un buon equilibrio fra vita professionale e privata. Rispetto ai colleghi che lavorano a tempo pieno, sono meno interessati al salario e ai benefit e alle opportunità di carriera, mentre sono più attenti alla sicurezza del posto di lavoro. Cosa offrono le aziende – Le aziende italiane non sembrano allineate con le aspettative dei potenziali dipendenti. Nella percezione degli intervistati, infatti, le imprese offrono soprattutto solidità finanziaria, ottima reputazione e uso delle ultime tecnologie, fattori diversi da quelli in cima ai desideri dei candidati. Soltanto alla nona posizione troviamo l’equilibrio fra vita professionale e privata (il fattore più ricercato dai lavoratori), all’ottava la buona retribuzione e i benefit e alla settima l’atmosfera di lavoro piacevole. Le aziende sono meglio posizionate per sicurezza del posto di lavoro e opportunità di carriera, in quarta e quinta posizione (in linea con i desideri dei potenziali dipendenti). I settori e le tipologie di impresa più ambite – Le multinazionali sono la tipologia di impresa più ambita dai potenziali dipendenti italiani, col 29% delle preferenze, soprattutto per la solidità finanziaria, le opportunità di carriera e la sicurezza del posto di lavoro. Al secondo posto fra le tipologie di aziende più desiderate si trovano le PMI, scelte dal 18% del campione soprattutto per piacevole atmosfera di lavoro, work-life balance e flessibilità, fattori in comune con le attività in proprio, indicate come destinazione ideale dal 14% degli intervistati. L’11% preferisce lavorare per la pubblica amministrazione o per enti non profit, per la sicurezza del posto, la solidità finanziaria e l’equilibrio fra lavoro e vita privata. Sono meno gli italiani attratti prevalentemente da startup e da aziende a conduzione famigliare, per entrambe appena il 6%: le prime offrono soprattutto contenuto di lavoro interessante, piacevole atmosfera di lavoro e opportunità di carriera, mentre le seconde offrono atmosfera piacevole, work-life balance e flessibilità. Le startup sono però le realtà più ambite dai giovani sotto i 25 anni (10%), i 25-34enni preferiscono le multinazionali (32%), i 35-54enni prediligono le piccole e medie imprese (19%), mentre i lavoratori senior non esprimono preferenze. Il settore più attrattivo è quello dei media, che piace ai candidati in particolare per solidità finanziaria, ottima reputazione e contenuto di lavoro interessante, seguito dall’automotive, dal largo consumo, dal farmaceutico e dall’elettronica. Come cercano lavoro gli italiani – Oltre otto italiani su dieci non hanno cambiato lavoro nell’ultimo anno, il 16% ha iniziato a lavorare per un’altra azienda e quasi uno su tre (il 30%) ha intenzione di cambiare nel corso del 2019. Fra i tre gruppi non ci sono differenze marcate nei fattori su cui si basa la scelta del datore di lavoro: per tutti è il work-life balance l’elemento più importante, seguito da atmosfera di lavoro piacevole, 150385

buona retribuzione e benefit. I canali più utilizzati nella ricerca di un impiego invece sono diversi se si considera chi ha già cambiato lavoro o chi sta valutando nuove opportunità. Chi è alla ricerca di un’occupazione utilizza soprattutto Infojobs (51%), le agenzie per il lavoro (50%) e altri portali di lavoro come Monster (48%). Poi vengono i siti delle aziende (42%) e le conoscenze personali (40%), Google (34%) e i social media come Linkedin (36%) e Facebook (22%). Ma chi ha già trovato un nuovo impiego lo

Pag. 23


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

5/5

ha fatto principalmente tramite contatti e conoscenze personali (38%) e le agenzie per il lavoro (21%). Dopo vengono i portali come Infojobs (16%), Subito (16%), altri siti dedicati al lavoro (13%), le sezioni “lavora con noi” delle aziende (13%), Google (12%), i canali social come Facebook (12%), LinkedIn (13%) e Twitter (5%), mentre risultano meno efficaci i servizi per il pubblico impiego (8%), i recruiter (4%) e le fiere (3%). Durante la ricerca di un impiego, quasi nove potenziali dipendenti su dieci verificano la reputazione delle imprese per cui si stanno candidando (88%). Questa azione viene compiuta prevalentemente consultando i siti aziendali (48%), poi attraverso le opinioni di famigliari e amici (40%), le bacheche o i portali di annunci di lavoro (40%), visitando l’azienda come nel caso di ristoranti e negozi (35%) e Linkedin (31%). Anche in questo caso emergono importanti differenze fra le diverse fasce anagrafiche: i più giovani usano soprattutto l’advertising e Linkedin per controllare la reputazione aziendale, mentre i senior si affidano maggiormente alle opinioni di famigliari e amici (il 39% dei 35-54enni) o visitano di persona l’azienda. Perché restare in azienda – Gli italiani che hanno scelto di continuare a lavorare per la stessa azienda sono stati attratti soprattutto dalle politiche di work-life balance (45%), dalla sicurezza del posto (41%), dall’atmosfera di lavoro piacevole (41%), dalla solidità finanziaria (38%) e dalla vicinanza dell’azienda (36%). Ma le ragioni che legano i dipendenti all’azienda per cui lavorano variano a seconda della fascia di età: il 34% dei più giovani (under 25) sceglie di restare se ci sono opportunità di carriera, il 29% dei 2534enni se il datore di lavoro offre programmi formativi, il 39% dei lavoratori fra i 35 e i 54 anni rimane fedele all’azienda se si trova in una posizione conveniente, mentre il 46% degli over 55 mette al primo posto tra i motivi per rimanere la sicurezza del posto di lavoro. La sicurezza del posto di lavoro è in cima ai pensieri della maggior parte del campione. Il 72% degli intervistati, infatti, sarebbe disposto a rinunciare a una parte del proprio stipendio in cambio di una maggiore sicurezza: il 17% rinuncerebbe a oltre il 10% del salario, quasi uno su cinque (19%) a una cifra compresa fra il 6 e il 10% della paga e il 24% farebbe a meno di una parte dello stipendio compresa fra l’1% e il 5%. Perché cambiare lavoro – Al primo posto tra i motivi che spingono i dipendenti italiani a cambiare datore di lavoro si trova lo stipendio troppo basso, indicato dal 47% del campione, seguito dallo squilibrio fra vita privata e professionale (38%), dalle scarse opportunità di carriera (36%), dalla mancanza di premi o di riconoscimento professionale (34%) e dalla carenza di sfide (30%). L’assenza di stimoli e sfide professionali è primo motivo che induce i lavoratori 55-64enni a cambiare, la generazione successiva (3554 anni) se ne va più per mancanza di riconoscimenti e i Millennials (25-34 anni) cercano opportunità se si accorgono di non avere un buon rapporto con il proprio diretto superiore. I giovanissimi fra i 18 e i 24 anni lasciano il posto se non intravedono opportunità di carriera.

150385

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA E CONDIVIDI

Pag. 24


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

1/3

Il tuo browser (Apple Safari 4) non è aggiornato e potrebbe non visualizzare correttamente le pagine di questo e altri siti. Aggiorna il tuo browser! Ti consigliamo di scaricare

X

Google Chrome o Mozilla Firefox

  

IL FOGLIO DI OGGI

abbonati

FOGLIO SPORTIVO

Accedi

Paywall

conosci i foglianti

Newsletter

FAQ

LIBIA | ISRAELE | PAPA | DEF

FOGLIO WEEKEND

elefantino politica economia chiesa esteri editoriali cultura sport lettere meteo blog lo sfoglio bfÜYáY

sezioni 

adn kronos

ECONOMIA

Ferrero, Bmw e Lamborghini vincono il Randstad Employer Brand 15 Aprile 2019 alle 16:01

Ann.

Milano, 15 apr. (Adnkronos/Labitalia) Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero,

Quanto Costa Impianto Allarme? Con le Detrazioni 2018 -50%.Confronta Gratis 5 Preventivi. Con le Detrazioni 2018 risparmi il 50%. Confronta Gratis 5 Preventivi.

Bmw e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende italiane più attrattive

come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi, nella sede milanese di Talent Garden, da Randstad, primo 150385

operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base della più completa e rappresentativa ricerca globale dedicata all'employer branding. Il Randstad Employer Brand 2019 è stato assegnato alle tre organizzazioni più ambite dai potenziali dipendenti. Al primo posto nelle preferenze

Pag. 25


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/3

degli italiani c’è Ferrero, con il 78,5% degli intervistati che considera l’azienda di Alba il migliore datore di lavoro. In seconda posizione Bmw, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Chiude il podio un altro marchio automobilistico, Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli intervistati. Dopo le tre premiate, la classi ca delle imprese italiane più ambite dai potenziali dipendenti vede in quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro. Nel corso dell'evento, è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, a quelle aziende che sulla base della ricerca sono risultate le più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiata grazie alla preferenza degli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Csr. Automobili Lamborghini ha ottenuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/bene t e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola Hbc Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista nanziario. PwC Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera. Commissionata da Randstad all'istituto di ricerca Kantar Tns e condotta su oltre 200.000 persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare), con un’analisi 150385

approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale, la ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti. In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età

Pag. 26


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1.000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. Randstad è la multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di risorse umane e somministrazione di lavoro. Presente in 38 Paesi con 4.826 liali e 38.820 dipendenti, per un fatturato complessivo che ha raggiunto nel 2018 23,8 miliardi di euro, è l’agenzia leader al mondo nei servizi Hr. Presente dal 1999 in Italia, Randstad conta ad oggi oltre 2.000 dipendenti e 300 liali a livello nazionale. E' la prima agenzia per il lavoro ad avere ottenuto in Italia le certi cazioni SA8000 (Social Accountability 8000) e Geeis (Gender Equality European & International Standard) in materia di pari opportunità.

Pag. 27


15-04-2019

Data Pagina

1

Foglio

news, ar coli, rubriche Abbonamen

Home

News

Banche Da

Poli ca

A ualità estero

Poli ca

Marke ng

Marke ng

Economia

Fisco

Diri o e Fisco

Lavoro Fisco

En Locali

Gius zia

PA

Scuola Lavoro

Agricoltura Professioni

NEWS

Appal

Guide

Ordini e Associazioni

Registra

Edicola Scuola

Cerca

Login

My IO

Agricoltura

Contabilità

TUTTE LE NEWS

Europa

INDIETRO

 15/04/2019 16:24

ECONOMIA E FINANZA

Lavoro, è Ferrero l'azienda più a ra va per gli italiani La mul nazionale di Alba conquista, insieme a Bmw e Lamborghini, il podio del Randstad Employer Brand 2019

0 VOTI

Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini sono le tre aziende dove gli italiani sognano di lavorare. Le tre imprese si sono aggiudicate il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base di una ricerca condo a su oltre 200 mila persone in 32 Paesi, che ha riguardato 6.200 aziende a livello globale. In Italia, sono state intervistate 7.700 persone tra i 18 e i 65 anni; occupa , studen e non occupa a cui è stato chiesto quali fa ori rendano un'azienda a ra va tra le 150 selezionate con oltre mille dipenden con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. La classifica s lata vede dunque sul podio la mul nazionale di Alba, considerata il miglior datore di lavoro dal 78,5% degli intervista , Bmw (73,2%) e Automobili Lamborghini (72,6%), seguite da Thales Alenia Space, Feltrinelli, Masera , Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca‐Cola Hbc. Accanto al Randstad Employer Brand 2019, è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, andato alle aziende più a ra ve per ciascun fa ore ogge o di indagine. Ferrero è stata premiata in cinque ambi : sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Csr. Automobili Lamborghini, invece, ha o enuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell'uso delle tecnologie di ul ma generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca‐Cola HBC Italia è l'azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. PwC Italia ha ri rato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera.

News correlate

Pag. 28


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

1

POLITICA PALAZZI & P. ESTERI ECONOMIA CRONACHE CULTURE COSTUME SPETTACOLI SALUTE MEDIATECH MOTORI SPORT MILANO ROMA

SPORT

ECONOMIA

SPORT

ECONOMIA

Liverpool, coreografia da brividi a 30 anni da Hillsborough

Clima, le rinnovabili unica ricetta per un "New World in Green"

Vittorio Brumotti racconta Tennis & Friends. E poi... VIDEO

Uirnet: Genova laboratorio per la digitalizzazione logistica

NOTIZIARIO torna alla lista

15 aprile 2019- 15:50

Ferrero, Bmw e Lamborghini vincono il Randstad Employer Brand Milano, 15 apr. (Adnkronos/Labitalia) - Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende italiane più attrattive come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi, nella sede milanese di Talent Garden, da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base della più completa e rappresentativa ricerca globale dedicata all'employer branding. Il Randstad Employer Brand 2019 è stato assegnato alle tre organizzazioni più ambite dai potenziali dipendenti. Al primo posto nelle preferenze degli italiani c’è Ferrero, con il 78,5% degli intervistati che considera l’azienda di Alba il migliore datore di lavoro. In seconda posizione Bmw, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Chiude il podio un altro marchio automobilistico, Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli intervistati. Dopo le tre premiate, la classifica delle imprese italiane più ambite dai potenziali dipendenti vede in quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro.Nel corso dell'evento, è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, a quelle aziende che sulla base della ricerca sono risultate le più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiata grazie alla preferenza degli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Csr. Automobili Lamborghini ha ottenuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola Hbc Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. PwC Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera.Commissionata da Randstad all'istituto di ricerca Kantar Tns e condotta su oltre 200.000 persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare), con un’analisi approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale, la ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti. In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1.000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. Randstad è la multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di risorse umane e 150385

somministrazione di lavoro. Presente in 38 Paesi con 4.826 filiali e 38.820 dipendenti, per un fatturato complessivo che ha raggiunto nel 2018 23,8 miliardi di euro, è l’agenzia leader al mondo nei servizi Hr. Presente dal 1999 in Italia, Randstad conta ad oggi oltre 2.000 dipendenti e 300 filiali a livello nazionale. E' la prima agenzia per il lavoro ad avere ottenuto in Italia le certificazioni SA8000 (Social Accountability 8000) e Geeis (Gender Equality European & International Standard) in materia di pari opportunità.

Pag. 29


Data

COMUNICAFFE.IT (WEB)

16-04-2019

Pagina

1/2 MARTEDÌ, APRILE 16, 2019

HOME Home

LOGIN

NOTIZIE Notizie

ABBONAMENTI

CAFFÈ

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

AFFARI & MERCATI

PUBBLICITÀ

MERCATO

CHI SIAMO

ISTITUZIONI

CONTATTI

CONDIZIONI

PRIVACY

Il dolce sogn...

CACAO & CIOCCOLATO

NOTIZIE

Il dolce sogno degli italiani? Lavorare in Ferrero e non solo per amore della nutella 16 Aprile 2019

Condividi

Un'immagine della sede Ferrero di Alba

MILANO – Il sogno degli italiani? Lavorare in Ferrero, Bmw o Lamborghini. Queste tre aziende sono infatti premiate con il Randstad Employer Brand Award 2019 come le più attrattive quali potenziali datori di lavoro. L’assegnazione dei riconoscimenti è avvenuta ieri, lunedì 15 aprile, nella sede milanese di Talent Garden. Randstad è leader mondiale nei servizi per le risorse umane. Come si è giunti dunque ai tre nomi “da sogno” in cima alle preferenze lavorative degli italiani? In base a una ricerca condotta su oltre 200mila persone in 32 Paesi di tutto il mondo. I criteri? In primo luogo l’indipendenza: nessuna azienda si poteva infatti iscrivere volontariamente per partecipare. L’analisi ha riguardatooltre 6.200 aziende a livello mondiale.

Pag. 30


Data

COMUNICAFFE.IT (WEB)

16-04-2019

Pagina

2/2 In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni. Un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione.

Da azienda familiare a multinazionale “Il risultato va attribuito principalmente alle nostre persone, che quotidianamente si impegnano a preservare la reputazione della nostra azienda, sia come datore di lavoro, che come organizzazione socialmente affidabile e riconosciuta in Italia e nel mondo. Siamo riusciti a trasformare una storia di geniale imprenditoria famigliare in una grande multinazionale internazionale” ha commentato Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero Commerciale Italia. Ferrero è risultata così l’azienda più ambita in base alle preferenze espresse dagli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro; atmosfera di lavoro piacevole; buona reputazione; equilibrio fra vita professionale e privata;Corporate Social Responsability. Alle spalle dei tre leader italiani: Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia. Il work-life balance è risultato il fattore più importante nella scelta di un datore di lavoro, seguito da atmosfera di lavoro piacevole e buona retribuzione. Stipendi bassi, work-life balance sbilanciato e scarse prospettive di carriera sono i motivi per cui si lascia il posto Milano. TAGS

BMW

CLASSIFICA

FERRERI

LAMBORGHINI

RANDSTAD EMPLOYER BRAND AWARD 2019

RICERCA

Mi piace 0

Condividi

150385

Pag. 31


Data

16-04-2019

Pagina Foglio

16

04

2019

Flash: Unicredit: accordo con Plug and Play sul fintech 14 ore fa

1/4

CERCA NEL SITO...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Leggi FIRST Arte Abbonarsi è semplice

RICEVI NEWS QUOTIDIANE

ECONOMIA E IMPRESE

FINANZA E MERCATI

NEWS

COMMENTI

INTERVISTE

RISPARMIO

FIRST ARTE

PENSIONI

FIRST&FOOD

TASSE

LAVORO

TECH

ARTE E CULTURA

SPORT

POLITICA

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE

HOME  LAVORO  RANDSTAD: FERRERO, BMW E LAMBORGHINI LE PREFERITE DAI LAVORATORI

CONDIVIDI

TWITTER

FACEBOOK

GOOGLE+

LINKEDIN

STAMPA

EMAIL

Randstad: Ferrero, Bmw e Lamborghini le preferite dai lavoratori 16 Aprile 2019, 6:31 | di FIRSTonline | 0 

Nella classifica delle aziende più ambite secondo il Randstad Employer Brand, ci sono poi Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, RAI, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia. Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero, BMW e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende italiane più attrattive come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi nella sede milanese di Talent Garden da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base della più completa e rappresentativa ricerca globale dedicata all’employer branding. Commissionata da Randstad all’istituto di ricerca Kantar TNS e condotta su oltre 200.000 persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare) con un’analisi approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale, la ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti. In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. “Le persone, proprio come le imprese, selezionano i potenziali datori di lavoro controllando la loro reputazione e verificando le possibilità di trovare un ambiente di lavoro in linea con le proprie aspettative – afferma Marco Ceresa, Amministratore Delegato di Randstad Italia -. In un mercato sempre più competitivo, per superare l’emergenza della scarsità di competenze il ruolo dell’employer branding diventa fondamentale. Molte aziende basano ancora la propria strategia su fattori che non destano l’interesse dei potenziali dipendenti, perdendo grandi opportunità. Comprendere e venire incontro alle loro aspettative, puntando con decisione sul miglioramento del work-life balance, sulla creazione di un’atmosfera di lavoro piacevole e su stipendi e benefit adeguati e di valore è il miglior biglietto da visita per attrarre e trattenere i migliori talenti. I vincitori del Randstad Employer Brand 2019 sono esempi di particolare successo di employer branding”. La classifica – Il Randstad Employer Brand 2019 è stato assegnato alle tre organizzazioni più ambite dai potenziali dipendenti.Al primo posto nelle preferenze degli italiani c’è Ferrero, con il 78,5% degli intervistati che considera l’azienda di Alba il migliore datore di lavoro. In

Pag. 32


Data

16-04-2019

Pagina Foglio

2/4

seconda posizione BMW, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Chiude il podio un altro marchio automobilistico, Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli intervistati. Dopo le tre premiate, la classifica delle imprese italiane più ambite dai potenziali dipendenti vede in quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, RAI, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro. “Raggiungere la vetta ed essere riconosciuti come l’azienda più desiderata e attrattiva sul mercato del lavoro italiano è frutto di una fantastica scalata cominciata oltre 70 anni fa, grazie all’impegno e alla visione della Famiglia Ferrero – commenta Alessandro d’Este, Presidente e Amministratore Delegato di Ferrero Commerciale Italia –. Riuscire a confermarsi, anno dopo anno, è però sempre più complicato, ma anche sfidante ed entusiasmante allo stesso tempo. L’eccezionale risultato ottenuto aggiudicandoci anche nel 2019 il “Randstad Employer Brand” va attribuito principalmente alle nostre Persone, che quotidianamente si impegnano a preservare la reputazione della nostra azienda, sia come datore di lavoro, che come organizzazione socialmente affidabile e riconosciuta in Italia e nel mondo, sapendo coniugare la forza della tradizione Ferrero con la capacità di essere innovativi e contestualmente moderni. Siamo riusciti a trasformare una storia di geniale imprenditoria famigliare in una grande multinazionale internazionale, che però non dimentica mai le proprie radici e che è oggi capace di attirare i migliori talenti da tutto il mondo, che saranno i futuri protagonisti di questo grande successo italiano. Quest’anno poi, oltre ad essere l’azienda più amata e desiderata sul mercato del lavoro, ci vengono consegnati anche 5 riconoscimenti, tutti davvero speciali: tra questi per la prima volta anche i Randstad Globe per la Responsabilità Sociale d’Impresa e per l’alta Reputazione Aziendale, segno che il nostro ruolo sociale e il nostro impegno costante a tutela delle comunità e dell’ambiente in cui operiamo vengono sempre più percepite dai nostri stakeholder come attività tangibili ed estremamente concrete”. “Questo risultato rappresenta un grande riconoscimento del lavoro fatto nel corso degli ultimi anni in tema di attrattività sul mercato del lavoro, innovazione, formazione, diversità, inclusione, coinvolgimento, motivazione e benessere dei collaboratori – commenta Marco Bergossi, HR Director di BMW Italia S.p.A. –. Flessibilità dell’orario e del luogo di lavoro, uffici corredati di attrezzature confortevoli e tecnologie innovative, percorsi di carriera personalizzati, job rotation, corsi di formazione sulla digital transformation, l’innovazione e la leadership in contesti di volatilità e incertezza, attività di responsabilità sociale d’impresa sono solo alcune delle iniziative che abbiamo sviluppato negli ultimi anni per attrarre e trattenere talenti. In un mondo che sta cambiando costantemente e dove la digitalizzazione gioca un ruolo strategico, noi come BMW Group continuiamo a pensare che l’asset fondamentale e vincente siano le Persone”. “Un riconoscimento, quello odierno, che è conferma di una strategia che ci vede investire nei giovani, nella formazione continua e nelle nuove tecnologie in un rapporto di grande bilanciamento con le esigenze di work life balance e di approccio flessibile al lavoro – dice Alberto Ferrarotto, Responsabile Employer Branding di Automobili Lamborghini -. Siamo da sempre innovatori e la nostra passione e costante attenzione alle persone sono la

TRG

AD

via per assicurarci una crescita sostenibile e un veloce e consistente riallineamento ai cambiamenti tecnologici cui assistiamo quotidianamente”. I Randstad Globe – Nel corso della serata è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, a quelleaziende che sulla base della ricerca sono risultate le più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiatagrazie alla preferenza degli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, 150385

CSR. Automobili Lamborghini ha ottenuto il primato tra i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola HBC Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. PwC Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera. Cosa cercano i lavoratori – Dalla ricerca Randstad Employer Brand emerge come il fattore più ricercato dagli italiani in un datore di lavoro sia l’equilibrio fra vita professionale e

Pag. 33


Data

16-04-2019

Pagina Foglio

3/4

privata, indicato dal 53% del campione, seguito dall’atmosfera di lavoro piacevole (52%) e da buona retribuzione e benefits (47%). Poi vengono la sicurezza del posto di lavoro (46%) e le opportunità di carriera (37%). Le donne danno maggiore importanza all’atmosfera di lavoro piacevole (57%, 10 punti in più degli uomini) e al work-life balance (55% contro il 51% dei colleghi), mentre gli uomini, subito dopo l’equilibrio fra lavoro e vita privata, preferiscono buona retribuzione e benefit (48%, contro il 47% delle donne) e sono meno interessati alla sicurezza del posto di lavoro rispetto alle colleghe (44% vs 47%). Ma le differenze più evidenti emergono per fasce di età: i giovanissimi (18-24 anni) cercano più degli altri un’atmosfera di lavoro piacevole, i Millennials (25-34enni) puntano soprattutto sulle opportunità di carriera, gli adulti tra 35 e i 54 anni danno relativamente maggiore importanza alla vicinanza del posto di lavoro, mentre gli over 55 guardano soprattutto alla solidità finanziaria dell’azienda. Per i lavoratori part-time (il 19% della forza lavoro) il datore di lavoro più attrattivo è un’impresa che offre un’atmosfera piacevole e un buon equilibrio fra vita professionale e privata. Rispetto ai colleghi che lavorano a tempo pieno, sono meno interessati al salario e ai benefit e alle opportunità di carriera, mentre sono più attenti alla sicurezza del posto di lavoro. Cosa offrono le aziende – Le aziende italiane non sembrano allineate con le aspettative dei potenziali dipendenti. Nella percezione degli intervistati, infatti, le imprese offrono soprattutto solidità finanziaria, ottima reputazione e uso delle ultime tecnologie, fattori diversi da quelli in cima ai desideri dei candidati. Soltanto alla nona posizione troviamo l’equilibrio fra vita professionale e privata (il fattore più ricercato dai lavoratori), all’ottava la buona retribuzione e i benefit e alla settima l’atmosfera di lavoro piacevole. Le aziende sono meglio posizionate per sicurezza del posto di lavoro e opportunità di carriera, in quarta e quinta posizione (in linea con i desideri dei potenziali dipendenti). I settori e le tipologie di impresa più ambite – Le multinazionali sono la tipologia di impresa più ambita dai potenziali dipendenti italiani, col 29% delle preferenze, soprattutto per la solidità finanziaria, le opportunità di carriera e la sicurezza del posto di lavoro. Al secondo posto fra le tipologie di aziende più desiderate si trovano le PMI, scelte dal 18% del campione soprattutto per piacevole atmosfera di lavoro, work-life balance e flessibilità, fattori in comune con le attività in proprio, indicate come destinazione ideale dal 14% degli intervistati. L’11% preferisce lavorare per la pubblica amministrazione o per enti non profit, per la sicurezza del posto, la solidità finanziaria e l’equilibrio fra lavoro e vita privata. Sono meno gli italiani attratti prevalentemente da startup e da aziende a conduzione famigliare, per entrambe appena il 6%: le prime offrono soprattutto contenuto di lavoro interessante, piacevole atmosfera di lavoro e opportunità di carriera, mentre le seconde offrono atmosfera piacevole, work-life balance e flessibilità. Le startup sono però le realtà più ambite dai giovani sotto i 25 anni (10%), i 25-34enni preferiscono le multinazionali (32%), i 3554enni prediligono le piccole e medie imprese (19%), mentre i lavoratori senior non esprimono preferenze. Il settore più attrattivo è quello dei media, che piace ai candidati in particolare per solidità finanziaria, ottima reputazione e contenuto di lavoro interessante, seguito dall’automotive, dal largo consumo, dal farmaceutico e dall’elettronica. Come cercano lavoro gli italiani – Oltre otto italiani su dieci non hanno cambiato lavoro nell’ultimo anno, il 16% ha iniziato a lavorare per un’altra azienda e quasi uno su tre (il 30%) ha intenzione di cambiare nel corso del 2019. Fra i tre gruppi non ci sono differenze marcate nei fattori su cui si basa la scelta del datore di lavoro: per tutti è il work-life balance l’elemento più importante, seguito da atmosfera di lavoro piacevole, buona retribuzione e benefits. I canali più utilizzati nella ricerca di un impiego invece sono diversi se si considera chi ha già cambiato lavoro o chi sta valutando nuove opportunità. Chi è alla ricerca di un’occupazione utilizza soprattutto Infojobs (51%), le agenzie per il lavoro (50%) e altri portali di lavoro come Monster (48%). Poi vengono i siti delle aziende (42%) e le conoscenze personali (40%), Google (34%) e i social media come LinkedIn (36%) e Facebook (22%). Ma chi ha già trovato un nuovo

Pag. 34


Data

16-04-2019

Pagina Foglio

4/4

impiego lo ha fatto principalmente tramite contatti e conoscenze personali (38%) e le agenzie per il lavoro (21%). Dopo vengono i portali come Infojobs (16%), Subito (16%), altri siti dedicati al lavoro (13%), le sezioni “lavora con noi” delle aziende (13%), Google (12%), i canali social come Facebook (12%), LinkedIn (13%) e Twitter (5%), mentre risultano meno efficaci i servizi per il pubblico impiego (8%), i recruiter (4%) e le fiere (3%). Durante la ricerca di un impiego, quasi nove potenziali dipendenti su dieci verificano la reputazione delle imprese per cui si stanno candidando (88%). Questa azione viene compiuta prevalentemente consultando i siti aziendali (48%), poi attraverso le opinioni di famigliari e amici (40%), le bacheche o i portali di annunci di lavoro (40%), visitando l’azienda come nel caso di ristoranti e negozi (35%) e LinkedIn (31%). Anche in questo caso emergono importanti differenze fra le diverse fasce anagrafiche: i più giovani usano soprattutto l’advertising e LinkedIn per controllare la reputazione aziendale, mentre i senior si affidano maggiormente alle opinioni di famigliari e amici (il 39% dei 35-54enni) o visitano di persona l’azienda. Perché restare in azienda – Gli italiani che hanno scelto di continuare a lavorare per la stessa azienda sono stati attratti soprattutto dalle politiche di work-life balance (45%), dalla sicurezza del posto (41%), dall’atmosfera di lavoro piacevole (41%), dalla solidità finanziaria (38%) e dalla vicinanza dell’azienda (36%). Ma le ragioni che legano i dipendenti all’azienda per cui lavorano variano a seconda della fascia di età: il 34% dei più giovani (under 25) sceglie di restare se ci sono opportunità di carriera, il 29% dei 25-34enni se il datore di lavoro offre programmi formativi, il 39% dei lavoratori fra i 35 e i 54 anni rimane fedele all’azienda se si trova in una posizione conveniente, mentre il 46% degli over 55 mette al primo posto tra i motivi per rimanere la sicurezza del posto di lavoro. La sicurezza del posto di lavoro è in cima ai pensieri della maggior parte del campione. Il 72% degli intervistati, infatti, sarebbe disposto a rinunciare a una parte del proprio stipendio in cambio di una maggiore sicurezza: il 17% rinuncerebbe a oltre il 10% del salario, quasi uno su cinque (19%) a una cifra compresa fra il 6 e il 10% della paga e il 24% farebbe a meno di una parte dello stipendio compresa fra l’1% e il 5%. Perché cambiare lavoro – Al primo posto tra i motivi che spingono i dipendenti italiani a cambiare datore di lavoro si trova lo stipendio troppo basso, indicato dal 47% del campione, seguito dallo squilibrio fra vita privata e professionale (38%), dalle scarse opportunità di carriera (36%), dalla mancanza di premi o di riconoscimento professionale (34%) e dalla carenza di sfide (30%). L’assenza di stimoli e sfide professionali è primo motivo che induce i lavoratori 55-64enni a cambiare, la generazione successiva (35-54 anni) se ne va più per mancanza di riconoscimenti e i Millennials (25-34 anni) cercano opportunità se si accorgono di non avere un buon rapporto con il proprio diretto superiore. I giovanissimi fra i 18 e i 24

150385

anni lasciano il posto se non intravedono opportunità di carriera.

Pag. 35


Data

16-04-2019

Pagina Foglio

Notizie a Confronto

Comunicati Stampa

Social News

Info Data

Notizie a Confronto

Prima pagina

Ultime notizie Interno

Esteri Economia

1

Scienza... Spettacolo...

Cerca fra le notizie

Salute

Sport

Notizie locali

/**/

Gli Articoli su "Lamborghini, fuoriserie…" Ordina per: Data | Fonte | Titolo

Today 6 minuti fa

Le aziende più attrattive d'Italia: l'albese Ferrero sempre in testa. Questa volta a dirlo è Ramstad TargatoCn.it 2 ore fa

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero La Stampa 7 ore fa

Il nuovo contratto in Lamborghini introduce nuovi strumenti di flessibilità dell'orario di lavoro e consente ai dipendenti che ne abbiano necessità di convertire una quota della tredicesima mensilità in ore di permesso e premi fino a 3.000 euro lordi Leggi

La multinazionale della Nutella davanti a Bmw e Lamborghini in cima alla classifica stilata dal primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane. Seguono Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola HBC Italia Leggi

Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero. È ancora una volta il colosso dolciario di Alba l’azienda italiana più attrattiva come potenziale datore di lavoro secondo il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi nella sede milanese di Talent Garden da Randstad , primo operatore… Leggi

Condividi | Avvisami | Commenta

Condividi | Avvisami | Commenta

Condividi | Avvisami | Commenta

Ferrero, Bmw, Lamborghini: ecco dove sognano di lavorare gli italiani

Dove sognano di lavorare gli italiani? Sul podio Ferrero, Bmw e Lamborghini

Lavoro, è Ferrero l'azienda più attraente per gli italiani ItaliaOggi.it

Repubblica.it 7 ore fa

MILANO - Dove sognano di lavorare gli italiani? Ferrero, BMW e Automobili Lamborghini sono le aziende più attrattive secondo il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento creato dalla società delle risorsed umane che è stato assegnato oggi nella sede milanese

Il Sole 24 ORE 7 ore fa

Le aziende «dei sogni» per gli italiani? Ferrero, Bmw e Lamborghini. Sono i tre gruppi che svettano nell’edizione 2019 del Randstad Employer Brand, la classifica redatta dall’omonima multinazionale delle risorse umane sulle imprese più appetibili per i Leggi

Italia Oggi 7 ore fa

La multinazionale di Alba conquista, insieme a Bmw e Lamborghini, il podio del Randstad Employer Brand 2019 Leggi Condividi | Avvisami | Commenta

Pag. 36

150385

Lamborghini, fuoriserie anche sul mercato del lavoro: "Nuovo contratto e 150 assunzioni"


TODAY.IT (WEB)

Data

16-04-2019

Pagina Foglio

1/2

Sezioni

Lavoro

Lavoro: Ferrero, Bmw e Lamborghini vincono il Randstad Employer Brand Sono le tre imprese più attrattive come datori di lavoro Redazione

16 aprile 2019 03:40

M

ilano, 15 apr. (Labitalia) - Gli italiani sognano di lavorare in Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini. Sono queste le tre aziende italiane più

attrattive come potenziali datori di lavoro premiate con il Randstad Employer Brand 2019, il riconoscimento assegnato oggi, nella sede milanese di Talent Garden, da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, sulla base della più completa e rappresentativa ricerca globale dedicata all'employer branding. Il Randstad Employer Brand 2019 è stato assegnato alle tre organizzazioni più ambite dai potenziali dipendenti. Al primo posto nelle preferenze degli italiani c’è Ferrero, con il 78,5% degli intervistati che considera l’azienda di Alba il migliore datore di lavoro.

In seconda posizione Bmw, con il 73,2% degli italiani che ha dato la preferenza alla casa automobilistica bavarese. Chiude il podio un altro marchio automobilistico, Automobili Lamborghini, indicata come azienda ideale dal 72,6% degli intervistati. Dopo le tre premiate, la classifica delle imprese italiane più ambite dai potenziali dipendenti vede in quarta posizione Thales Alenia Space in Italia, in quinta Feltrinelli e poi Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc Italia a chiudere la selezione dei 10 marchi considerati i potenziali migliori datori di lavoro.

Nel corso dell'evento, è stato assegnato un ulteriore riconoscimento, il Randstad Globe, a quelle aziende che sulla base della ricerca sono risultate le più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine. Ferrero è stata premiata grazie alla preferenza degli intervistati in cinque ambiti: sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro piacevole, buona reputazione, equilibrio fra vita professionale e privata, Csr. Automobili Lamborghini ha ottenuto il primato tra 150385

i potenziali datori di lavoro nella retribuzione/benefit e nell’uso delle tecnologie di ultima generazione. Thales Alenia Space in Italia ha vinto il Randstad Globe per il contenuto di lavoro interessante. Coca-Cola Hbc Italia è l’azienda ritenuta più solida dal punto di vista finanziario. PwC Italia ha ritirato il riconoscimento come organizzazione considerata con le migliori opportunità di carriera.

Pag. 37


Data

TODAY.IT (WEB)

16-04-2019

Pagina Foglio

2/2

Commissionata da Randstad all'istituto di ricerca Kantar Tns e condotta su oltre 200.000 persone in 32 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere volontariamente per partecipare), con un’analisi approfondita su più di 6.200 aziende a livello globale, la ricerca Randstad Employer Brand ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende italiane da parte dei possibili dipendenti.

In Italia sono state intervistate circa 7.700 persone di età compresa tra 18 e 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati, a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre 1.000 dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione.

Randstad è la multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di risorse umane e somministrazione di lavoro. Presente in 38 Paesi con 4.826 filiali e 38.820 dipendenti, per un fatturato complessivo che ha raggiunto nel 2018 23,8 miliardi di euro, è l’agenzia leader al mondo nei servizi Hr. Presente dal 1999 in Italia, Randstad conta ad oggi oltre 2.000 dipendenti e 300 filiali a livello nazionale. E' la prima agenzia per il lavoro ad avere ottenuto in Italia le certificazioni SA8000 (Social Accountability 8000) e Geeis (Gender Equality European & International Standard) in materia di pari opportunità.

Argomenti:

lavoro

Tweet

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti... Questa funzionalità richiede un browser con la tecnologia JavaScript attivata.

Commenti

Notizie di oggi SALUTE

SALUTE

Morbillo: paradosso dati Oms, mai così tanti vaccinati e casi in Ue nel 2018

Il gatto? E' lo specchio del padrone

Tumori: 10% cancro Farmaceutica: Novartis polmonare attribuibile a assume 100 'millennials', gas radon, 3.200 casi ogni ai su social per arruolarli anno

SALUTE

I più letti della settimana Salute: mangiare male uccide più del fumo, 1 morte su 5 colpa della dieta

Asportato rene a paziente sveglio di 170 chili

Pag. 38

150385

SALUTE


Data

REGGIOREPORT.IT (WEB)

Foglio

LUNEDÌ 15 APRILE 2019

Scrivi alla Redazione

HOME

ECONOMIA

FOCUS&FICUS

15-04-2019

Pagina

CULTURA&FOLKLORE

FATTI&FATTOIDI

1/3 Cerca nel sito...

REALPOLITIK

NEWS & NEWS

Luiss, a Reggio il Festival giovani: prima volta al Nord 14/4/2019 – Al via la prima edizione del Festival dei Giovani a Reggio Emilia, iniziativa dedicata alle nuove generazioni, organizzata in collaborazione con l’Università Luiss Guido Carli, il Comune di Reggio Emilia, Unindustria Reggio Emilia e main partner Intesa Sanpaolo, la manifestazione è in programma da lunedì 15 a mercoledì 17 aprile.

150385

Tra gli stand del Village di Piazza della Vittoria e Piazza Martiri del 7 Luglio, tante le iniziative che racconteranno una generazione in “emersione”. Oltre 80 eventi e migliaia di giovani, provenienti da tutto il Paese, si confronteranno sui principali temi di attualità e prenderanno parte a workshop, seminari e dibattiti su innovazione e ricerca, ambiente ed economia circolare, cultura d’impresa, Europa, mobilità internazionale, società multietnica e integrazione. Ma anche su realtà altrettanto sentite: come la scuola, il bullismo, l’amicizia, l’ansia, le aspettative del futuro e le serie tv nelle quali maggiormente si identificano. Inaugurazione lunedì 15 aprile alle 9,30 in Sala del Tricolore, alla presenza dell’ideatrice della manifestazione e fondatrice di Noisiamofuturo Fulvia Guazzone, del Sindaco Luca Vecchi, dei vertici dell’Università Luiss, di Unindustria Reggio e Intesa Sanpaolo. Alle 17 presso la Tensostruttura di piazza della Vittoria interverrà Emma Marcegaglia, Presidente della Luiss Guido Carli, che risponderà alle domande degli studenti. Ricco il programma di appuntamenti, a partire dal contest “Talent School”, che tutti i giorni porterà al Village le migliori performance scolastiche degli istituti superiori di Reggio Emilia e provincia, che si sfideranno in una gara coinvolgendo direttamente studenti e professori. E poi “Parole giovani”, concorso di poesie under 19 che vedrà comei giurati, i giovanissimi romanzieri Arina Morena Shitikova e Alessandro Multari. Spazio sarà dedicato anche alla scrittura di serie TV con il progetto MyOS “Make your Own Series” che metterà alla prova i ragazzi nella stesura di una sceneggiatura originale. Sarà presentato in esclusiva, il sondaggio “E tu che serie sei?” sulle serie Tv più seguite dai giovani. E poi dibattiti, laboratori di orientamento al lavoro, scrittura, fumetto, lettura e giornalismo con una redazione giornalistica dove gli studenti lavoreranno come inviati speciali e comunicatori del Festival dei Giovani. Durante la manifestazione non mancheranno attività di orientamento al percorso scolastico e al lavoro, organizzate dagli sponsor tra i quali Umana, Coca-Cola HBC Italia e Naba – Nuova accademia delle belle arti mentre SKY e Now TV incontreranno gli studenti raccontando tutte le professionalità che rendono possibile la trasmissione dei programmi. Intesa Sanpaolo invece animerà il Village con

Pag. 56


REGGIOREPORT.IT (WEB)

Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/3

150385

momenti di intrattenimento e giochi con l’obiettivo di illustrare il valore del risparmio e prodotti e servizi che mette a disposizione degli studenti come ‘Per Merito’, un prestito che ogni studente universitario può ottenere alla sola condizione di impegnarsi nella propria crescita formativa e promuoverà il concerto di band giovanili condotto dalla Iena Niccolò De Vitiis. A tutti i ragazzi dell’ultimo anno delle scuole superiori sarà offerta la possibilità di sostenere la prova di ammissione ai corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico dell’Università Luiss Guido Carli per il nuovo anno accademico senza quota di iscrizione. Le prove si terranno nei tre-giorni della kermesse alle ore 14 presso il Liceo Ariosto Spallanzani (info su: www.luiss.it). La Luiss sarà presente al Festival anche con lezioni di professori del calibro di: Michel Martone, docente di Diritto del lavoro che lunedì alle ore 15 presso la Sala dei Marmi dei Musei Civici, tratterà de “L’egoismo generazionale”; alle 16 presso la Sala Convegni della Camera di Commercio, il Prof. Roberto D’Alimonte, docente di Sistema Politico Italiano alla Luiss, parlerà de “Le europee scenari e nuovi colori politici”; Paolo Peverini, docente di Comunicazione di marketing e linguaggi dei nuovi media e Vicedirettore di X.ITE – Centro di ricerca su tecnologie e comportamenti e consultore del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, che interverrà sul tema “La vita quotidiana ai tempi degli smart objects”, mercoledì 17 aprile ore 11:00 presso il Liceo Ariosto Spallanzani. Anche l’Europa sarà oggetto di dibattito e confronto a Reggio Emilia. Nell’evento “About Eu, about Me: l’Europa che vorrei”, i protagonisti di esperienze nel programma Erasmus si confronteranno con studenti stranieri del circuito ESN (Erasmus Student Network), lunedì alle 12 nella Sala Convegni della Camera di Commercio. Martedì 16 alle 11:30 al Teatro Valli si terrà la finale de Latuaideadimpresa, in cui gli studenti provenienti da tutta Italia presenteranno idee, progetti e prototipi di startup realizzati a scuola. Per consultare il programma del Festival: www.festivaldeigiovani.it

GLI OSPITI

Pag. 57


Data

REGGIOREPORT.IT (WEB)

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

Alla tre giorni sono presenti, imprenditori, docenti universitari, startupper, sportivi, personaggi del mondo della formazione, dell’informazione. Tra gli ospiti internazionali, la fondatrice di Reddit, un sito famoso negli USA di social news e intrattenimento, Ellen Pao, manager e venture capitalist statunitense, che, martedì 15 aprile alle ore 12 in Piazza della Vittoria, presenterà il suo libro “La guerra di Ellen”, edito da Luiss University Press, raccontando della propria esperienza personale come manager donna in un contesto a forte rappresentanza maschile, come quello della Silicon Valley. Questa storia di discriminazione nel mondo tech, sarà il nuovo soggetto scelto dalla celeberrima sceneggiatrice statunitense Rhonda Rymnes per la sua nuova serie tv. Tra le altre storie di determinazione e successo, i ragazzi avranno la possibilità di conoscere quella di Daniele Cassioli, sciatore nautico e fisioterapista, cieco dalla nascita, vincitore di 22 titoli mondiali, 25 europei e 35 titoli italiani e considerato l’atleta paralimpico più grande di tutti i tempi, che interverrà al Festival lunedì 15 aprile alle ore 14 in Piazza della Vittoria. Condividi

© 2013 - Reggio Report - P. Iva 02245270356

DATI DI STAMPA & DISCLAIMER SbATCH design & communication

150385

CHI SIAMO

Pag. 58


Data

OZIOMAGAZINE.IT (WEB2)

15-04-2019

Pagina

1/2 Cerca nel sito

HOME

DON'T MISS

VIAGGI

BENESSERE & SPA

LUXURY

NEWS

EVENTI

FOOD

TEMPO LIBERO

Leonardo da Vinci: 500 eventi per i 500 anni dalla sua morte

Home > NEWS > Coca-Cola: chi sarà la “final future legend”?

Coca-Cola: chi sarà la “final future legend”? Da Redazione il 15 Aprile 2019

Coca-Cola Future Legend, la prima music battle in lattina, entra nel vivo. Con l’arrivo delle lattine dedicate al progetto nei punti vendita, prende il via la fase di votazione che permette di selezionare la Final Future Legend tra i 12 artisti in gara. Le lattine riportano il volto dei Coach a capo delle quattro squadre in sfida – Irama per il genere pop, Emis Killa per il rap, Annalisa per il soul e Charlie Charles per la trap -: attraverso il QR code. è possibile ascoltare in esclusiva gli inediti delle 12 Future Legend e votarli inserendo il codice promozionale riportato sotto la linguetta. E per gli amanti di “Coca-Cola Zero Zuccheri” il codice promozionale permette di votare due volte. La grafica delle lattine cambierà nel corso dell’anno, proponendo soggetti diversi, “da collezione”. Quello che non cambierà è invece il meccanismo di partecipazione, grazie al quale è possibile vincere premi a tema musicale come “meet&greet” con i coach e altri artisti, accessi ai backstage e biglietti per concerti. Inoltre, col braccialetto sulle bottiglie da 450 ml di Coca-Cola sarà possibile ottenere un accesso privilegiato ai concerti. Le votazioni sono iniziate in modo ufficiale. Previste tre fasi differenti che permetteranno di selezionare gli artisti che proseguiranno la gara. FASE 1: in corso fino a maggio, i 12 concorrenti sono votati in base agli inediti presentati alle audizioni. Solo 8 passeranno il turno, due per squadra. FASE 2: da giugno ad agosto, le Future Legend si affronteranno con nuove canzoni inedite registrate presso il Coke Studio con i coach. Solo un talento per team arriverà alla fase successiva. FASE 3: da settembre a novembre, il pubblico potrà ascoltare e votare nuovi brani inediti, interpretati dal vivo dai talenti rimasti in gara, e decretare il vincitore assoluto: la Final Future Legend by Coca-Cola.

150385

Il regolamento completo è disponibile sul sito https://www.coca-cola.it/it/future-legend/

Pag. 59


OZIOMAGAZINE.IT (WEB2)

Data

15-04-2019

Pagina

2/2 Il progetto Coca-Cola Future Legend è la prima music battle in lattina che invita i giovani, soprattutto i teenager, a sognare un futuro musicale. Per la squadra del pop guidata da Irama sono in gara Edoardo (Edoardo Brogi), Margot (Margherita Di Molfetta) e Osso (Ossama Addahre); per la squadra del rap di Emis Killa Blackknote (Marco Kikonde), Mathis (Mattia Paviera) e True Skill (Michele Rossi); per la squadra del soul di Annalisa Adriana (Adriana Iè), Eddie Brock (Edoardo Iaschi) e Mikesueg (Michele Aliberti); infine, per la squadra della trap di Charlie Charles Jbarton (Valerio Martinelli), Madblow (Daniele Monellini) e Paul Noire (Paolo Passaretti). Tutti gli aggiornamenti relativi a #FutureLegend possono essere seguiti sui canali ufficiali di Coca-Cola, sui profili social dei Coach e attraverso Radio 105, partner dell’operazione. Sito Coca-Cola: https://www.coca-cola.it/it/future-legend/ Instagram @cocacolait: https://www.instagram.com/cocacolait/?hl=it

150385

Facebook @cocacolait: https://www.facebook.com/cocacolait/

Sito web

Pubblica il commento

Pag. 60


VIDEO | Premio Agol, Fabiano: "Concreta possibilità per i giovani leader" - DIRE.it

16/04/19, 08*45

VIDEO | Premio Agol, Fabiano: “Concreta possibilità per i giovani leader”

http://www.dire.it/15-04-2019/322185-video-premio-agol-fabiano-concreta-possibilita-per-i-giovani-leader/

Pagina 1 di 7


VIDEO | Premio Agol, Fabiano: "Concreta possibilità per i giovani leader" - DIRE.it

# Giovani

16/04/19, 08*45

(http://www.dire.it/category/canali/giovani/)

Oggi via alla 5 edizione, un mese di tempo ecco dove iscriversi

$

%

&

'

(

Premio Agol, Fabiano: “Concreta possibilità per i giovani leader”

ROMA – Riparte il contest dedicato ai giovani comunicatori che dal 2014 offre ai ragazzi la possibilità di entrare nel mondo del lavoro sfidandosi a colpi di idee innovative. Promosso dall’Associazione giovani opinion leader, il premio Agol apre oggi le iscrizioni per la quinta edizione del contest nazionale nato per favorire il rinnovamento della leadership manageriale attraverso il dialogo intergenerazionale.

Come partecipare Fino al 15 maggio, i ragazzi potranno partecipare iscrivendosi sul sito www.premioagol.com (http://www.premioagol.com) a una delle cinque categorie del concorso (eventi, corporate communication, storytelling, social media strategy, public affairs e comunicazione istituzionale), e una delle due fasce di partecipanti (studenti universitari, dedicata ai laureandi tra i 18 e i 25 http://www.dire.it/15-04-2019/322185-video-premio-agol-fabiano-concreta-possibilita-per-i-giovani-leader/

Pagina 2 di 7


VIDEO | Premio Agol, Fabiano: "Concreta possibilità per i giovani leader" - DIRE.it

16/04/19, 08*45

fasce di partecipanti (studenti universitari, dedicata ai laureandi tra i 18 e i 25 anni, e giovani professionisti, per occupati under 35 nel marketing e nella comunicazione). Un’opportunità “concreta per entrare nel mondo del lavoro, perché i migliori studenti potranno vincere master e stage presso aziende e università partner”, come spiega all’agenzia Dire Pierangelo Fabiano, fondatore e presidente di Agol. Dopo l’iscrizione, i partecipanti riceveranno delle tracce che dovranno interpretare in maniera innovativa per superare la valutazione di un comitato (http://www.dire.it/) cerca... scientifico formato da professionisti delle aziende partner, tra cui Coca-Cola, A2A, Anas, Baglioni Hotels, Dabliu Sport & Benessere, Gruppo Industriale Maccaferri, The New’s Room e Tim. La creatività, la coerenza rispetto al bando e soprattutto la possibilità di realizzare concretamente il progetto, saranno i

ew

criteri che il comitato scientifico valuterà per scegliere i vincitori. “L’anno scorso i partecipanti sono stati 500 ragazzi, ma quest’anno speriamo in un numero ancora maggiore”, aggiunge Pierangelo Fabiano. Il premio, patrocinato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e dall’Associazione Aziende di Comunicazione, conta anche sul contributo di università e istituti di formazione quali: Ied, Iulm, Link Campus University, Roma Tor Vergata, Università di Cassino, Università Guglielmo Marconi e Running Academy. $

&

'

(

Leggi anche:

http://www.dire.it/15-04-2019/322185-video-premio-agol-fabiano-concreta-possibilita-per-i-giovani-leader/

nta tt

Pagina 3 di 7


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

1/2

  

 Login Home

Testate

News

Awards

Video

Operatori

Shop

Il Gruppo

Contatti

Area Utenti

Job opportunities

Leggi news

 Archivio News

Aziende di prestigio e Università insieme per la quinta edizione del premio nazionale “Giovani Comunicatori” Realizzato Da Agol Una grande alleanza tra aziende di livello internazionale e università di prestigio per offrire opportunità concrete nel campo della comunicazione a studenti e giovani professionisti. E’ la formula di successo della quinta edizione del contest nazionale “Premio Giovani comunicatori” realizzato da Agol – Associazione Giovani Opinion Leader, network di giovani professionisti nato a marzo 2014 con l’obiettivo di favorire il rinnovamento della leadership manageriale del nostro Paese attraverso il dialogo intergenerazionale. Il premio, patrocinato dall’ Agenzia Nazionale per i Giovani e dall’Associazione Aziende di Comunicazione, si è affermato come uno dei più prestigiosi in italia nel settore ed ha permesso a decine di giovani di entrare nel mondo del lavoro e di stabilire importanti contatti. Le iscrizioni al premio partiranno oggi e dureranno fino al 15 maggio sul sito www.premioagol.com. L’ iniziativa patrocinata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, conta sul sostegno di grandi aziende tra le quali Coca-Cola (main partner che dalla prima edizione supporta il Premio), A2A, ANAS, Baglioni Hotels, Dabliu Sport & Benessere, Gruppo Industriale Maccaferri, The New’s Room, TIM. Il Premio può inoltre contare sul contributo di Università e Istituti di formazione quali: IED, IULM, Link Campus University, Roma Tor Vergata, Università di Cassino, Università Guglielmo Marconi, Running Academy. Partner tecnico: SG_CORE. I partecipanti che si registreranno sul sito scegliendo una delle 5 categorie: Eventi, Corporate Communication, Storytelling, Social Media Strategy, Public Affairs e Comunicazione Istituzionale, e una delle 2 fasce di partecipanti (“Studenti Universitari” dedicata ai laureandi tra i 18 e i 25 anni e “Giovani professionisti” per occupati under 35 nel marketing e nella comunicazione) riceveranno poi le tracce (o brief) che dovranno interpretare in maniera innovativa per superare la valutazione del Comitato Scientifico e vincere i premi messi in palio: master e stage presso aziende e università partner per la categoria studenti e, per i giovani professionisti, un premio in denaro. Ogni progetto sarà poi vagliato dal Comitato Scientifico, formato da professionisti delle aziende partner, che valuterà non solo la creatività e la rispondenza al bando ma anche e soprattutto la concreta fattibilità dell’elaborato.

150385

 Newsletter

mediakey.tv » News » Leggi news


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

In particolare, i brief per la categoria “Eventi” saranno redatti da: ANAS (studenti) e dal CONI (professionisti); categoria “Storytelling” ANG (studenti), BAGLIONI HOTELS (professionisti); categoria “Corporate Communication” TIM (Studenti), COCA-COLA (professionisti); categoria “Public Affairs e Comunicazione Istituzionale” A2A (studenti), NOVARTIS (professionisti); categoria “Social Media Strategy” – CREVAL (studenti), THE NEW’S ROOM (professionisti). Il Premio AGOL si conferma quindi un’occasione ghiotta per giovani desiderosi di mettersi alla prova e di entrare nel mondo del lavoro interfacciandosi con importanti protagonisti del settore. Da oggi sul sito www.premioagol.com tutte le informazioni per partecipare

 15/04/2019 |  Premi, riconoscimenti

Indietro

Sitemap Home

Testate

condividi

0

 tweet

condividi

Newsletter

Gruppo editoriale Media Key

News

Iscriviti alla newsletter di Media Key per

Via Arcivescovo Romilli 20/8 - 20139 - Milano

restare aggiornato.

 +39 02.52.20.37.1

Awards

Video

Operatori

Shop

Il Gruppo

Contatti

Area Utenti

Job

Privacy

 +39 02.55.21.30.37 Iscriviti

 info@mediakey.it

opportunities

Accetta

150385

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione. Cliccando Accetta acconsenti al loro uso. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulta la nostra. - Informazione sui cookie - gestione dei cookie © 2018 Media Key. All rights reserved. Sviluppo Web Archimede Informatica.


Data

MONDOFOX.IT

Foglio

MondoFox

Guida TV

CURIOSITÀ

Serie TV

15-04-2019

Pagina

 Film

FOX

 Video

FoxLife

FoxCrime

FoxAnimation

FoxComedy

Fox Sports

1/2

FlopTV

 Animazione

Celebrity

Cinema

Curiosità

Fumetti

Libri

Tecnologia

TV News

Videogames

Trivia

CINEMA

Le bottiglie di Coca-Cola in edizione speciale per Star Wars: Galaxy Edge di Laura Silvestri - 15/04/2019 11:11 | aggiornato 15/04/2019 11:16

In una galassia lontana lontana... Beh, non troppo lontana. Negli Star Wars: Galaxy Edge arrivano le bottigliette di Coca-Cola a tema Star Wars.

Il filmato non può essere caricato a causa di un errore nel server o nella rete o perché il formato non viene supportato.

X

 0 condivisioni 

0 commenti

COMMENTA

 1 min 

CONDIVIDI

TWITTA

La Star Wars Celebration di Chicago ci sta riservando grandi sorprese. Dal teaser trailer e l'annuncio del titolo dell'Episodio IX al ritorno di un certo Imperatore, passando per le prime anticipazioni sulle nuove serie TV ambientate nell'universo di Guerre Stellari, c'è tempo per una piccola sosta nei Disney Galaxy Edge per rinfrescarsi un pochino.

150385

È qui, nell'area riservata al mondo creato da George Lucas e ora presente anche nei parchi a tema Disney, che i fan di tutto il mondo potranno trovare la nuova, geniale trovata di Coca-Cola: bottigliette a tema Star Wars!

Pag. 61


MONDOFOX.IT

Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/2

Star Wars @starwars

Coming soon to a galaxy near you: specially designed @CocaColaCo bottles will be available exclusively at @StarWars: #GalaxysEdge beginning May 31 @Disneyland and August 29 @WaltDisneyWorld! di.sn/6000EdHWj 10.300 18:57 - 13 apr 2019 2.721 utenti ne stanno parlando

Non è la prima volta che Coca-Cola si impegna in partnership tematiche con brand di successo, incluso Star Wars, ma il design riservato ai Galaxy Edge è frutto di una collaborazione volta ad assicurare un'immersione totale nel mondo della saga, come afferma Ellen Gutierrez, strategic partnership and brand marketing director dell'azienda, e come riporta anche Variety. Questa volta, infatti, si tratta di un makeover quasi totale per il packaging delle bibite di Coca-Cola, Sprite e Dasani, a cominciare dall'insolita forma sferica per le prime due, e le scritte in Aurebesh l'alfabeto artificiale di Star Wars - su tutte le confezioni. Persino i tappi delle bottigliette rispettano l'estetica scelta.

Il nostro obbiettivo è quello di farvi sentire come se foste non solo sul set di un film di Star Wars, ma proprio all'interno della storia, come se foste parte di essa.

Così ha dichiarato Scott Trowbridge, l'uomo a capo del reparto creativo per il design del parco a tema. Secondo il sito di Coca-Cola Company, il processo creativo dietro l'ideazione del design attuale è durato all'incirca tre anni, e sono stati concepiti numerosi prototipi prima di arrivare al risultato corrente.

150385

Le bottigliette a tema Star Wars saranno disponibili a partire dal 31 maggio a Disneyland (California), e dal 29 agosto a Disney World (Florida).

Pag. 62


Danone e Nestlè combattono plastica con dispenser d'acqua Sistemi di erogazione per la casa al posto delle bottiglie (ANSA) - ROMA, 15 APR - Danone e Nestlè sono pronte a ridurre l'utilizzo delle bottiglie di plastica per salvaguardare l'ambiente e stanno mettendo a punto sistemi alternativi per fornire l'acqua a casa dei propri clienti. Il sistema 'Evian Renew' di Danone prevede un dispenser con una 'bolla' contenitore di ricambio da 5 litri che contiene il 66% in meno di plastica rispetto ad una bottiglia Evian da 1,5 litri. La bolla ha uno spessore così sottile che ad ogni erogazione si contrae fino a schiacciarsi completamente quando rimane vuota. Il sistema 'Nestlè Waters', che dovrebbe essere introdotto all'inizio del prossimo anno, non è domestico e l'erogazione si basa su bottiglie ricaricabili di acqua filtrata che può essere personalizzati con aromi.


Data Pagina Foglio

16-04-2019 12 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 63


Data Pagina Foglio

16-04-2019 12 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 64


Quotidiano

Data Pagina

148655

Foglio

16-04-2019 15 1

Environment


Data Pagina Foglio

16-04-2019 31 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 65


Data Pagina Foglio

16-04-2019 9 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 66


Data Pagina Foglio

16-04-2019 34 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 67


15-04-2019

Data Pagina Foglio

Aggiornato al: 15 Aprile 2019

1 

12:30

Vuoi essere sempre aggiornato?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Campo ricerca CERCA IN:

HOME

NEWS

Imprese

NOTIZIA DEL GIORNO

Persone

Spot News

TGDO

Pubblicità

PRIMO PIANO

Estero

Sostenibilità

INTERVISTA

Finanza

SUCCESSI E STRATEGIE

Tecnologia

Logistica

Trend

APERTURE

PRODOTTI

MERCATI

NEWS

SPECIALI

CERCA

TUTTE LE SEZIONI

DM MAGAZINE

Associazioni

Approfondimenti

News

Carrefour Italia rinnova il pdv di Bologna Carrefour Italia inaugura il rinnovato Market h24 di via Don Luigi Sturzo 37 con la rivisitazione del concept e di alcuni spazi del punto vendita. Al centro della trasformazione dello storico negozio della città, una semplificazione dell’esperienza d’acquisto, un incremento dei servizi disponibili alla clientela e un’offerta incentrata sull’attenzione per produzioni locali, filiere, biologico e ristorazione. La riorganizzazione dell’offerta commerciale rientra nella strategia di transizione alimentare di Carrefour Italia e fa fede al programma di azioni concrete Act for Food, che ha tra i suoi obbiettivi quello di valorizzare i prodotti a marchio ed in particolar modo le produzioni locali. Sono oltre 500, infatti, le referenze del territorio introdotte nel punto vendita bolognese. In occasione della nuova apertura, alcuni produttori locali hanno organizzato speciali percorsi di degustazione e offerte. Tra i vari, la Comunità di San Patrignano con la quale Carrefour Italia collabora da tempo, promuovendo nel proprio assortimento l’inserimento di alcune referenze realizzate dai ragazzi della comunità. Con una superficie di 927 mq e un assortimento di oltre di 10.000 referenze, nel Carrefour Market si trovano i nuovi reparti di rosticceria, panetteria, pronto in tavola ortofrutta, sushi self service e la cantina. Tra i nuovi servizi, tutti i mercoledì per gli anziani e tutti i giorni per gli studenti sconto 10% sulla spesa presentando una tessera dedicata, il pronto spesa, la lavanderia, il pagamento bollette e la consegna a domicilio gratuita fino al 30 aprile. Anche questo store, nell’ambito dell’e-commerce, si avvale della partnership con Supermercato 24. 15 Aprile 2019

Pag. 69


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

1

MERCATI RETAIL EXPORT TECH PERSONE OPINIONI EXTRA

RETAIL

Carrefour Market H24 apre a Bologna 14 Aprile 2019

 2 min.

Nuovo corso per il Carrefour di Bologna di via Don Luigi Sturzo, che si rinnova come Market h24, rivisto nel concept e in alcuni spazi di vendita. Al centro della trasformazione dello storico market della città una semplificazione dell’esperienza d’acquisto, un incremento dei servizi disponibili alla clientela e un’offerta incentrata sull’attenzione alle produzioni locali, filiere, bio e ristorazione.

IL NUOVO CARREFOUR MARKET DI BOLOGNA “Il remodelling fa parte della più ampia strategia di Carrefour Italia, che mira a creare una nuova generazione di punti vendita vicini ai produttori del territorio – ha spiegato Roberto Simonetto, Direttore Supermercati Carrefour Italia –; valorizzando la produzione locale, grazie ad un ampio

spazio assortimentale dedicato, e allo stesso tempo ai consumatori, rispondendo alle loro esigenze con nuovi servizi e reparti pensati per rendere sempre più coinvolgente e consapevole l’esperienza di acquisto” . Con una superficie di 927 mq e un assortimento di oltre di 10.000 referenze, nel Carrefour Market di Bologna si trovano i nuovi reparti di rosticceria, panetteria, pronto in tavola ortofrutta, sushi self service e la cantina. Tra i nuovi servizi: tutti i mercoledì per gli anziani e tutti i giorni per gli studenti sconto 10% sulla spesa presentando una tessera dedicata; il pronto spesa; la lavanderia; il pagamento bollette; la consegna a domicilio gratuita fino al 30 aprile. Inoltre, anche questo punto vendita, nell’ambito dell’e-commerce, si avvale della partnership con Supermercato24.

IN BREVE La riorganizzazione dell’offerta commerciale del market di Bologna rientra nella strategia di Transizione Alimentare di Carrefour Italia e fa fede al programma di azioni concrete Act for Food, che ha tra i suoi obbiettivi quello di valorizzare i prodotti a marchio e, in particolar modo, le produzioni locali. Sono oltre 500 le referenze locali introdotte nel punto vendita di Bologna.

150385

© Riproduzione Riservata

Pag. 70


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

MARKETING & CONSUMI

NEWS

I PIÙ VISTI

LE OPINIONI

EVENTI

Home

News

PROTAGONISTI

MAPPA DELLA DISTRIBUZIONE

FACEBOOK

RSS

REAL ESTATE & FRANCHISING

QUADERNI

VIDEO

PHARMALAB

PODCAST

TWITTER

1/3 

ACCEDI / REGISTRATI

YOUTUBE

Chiusure domenicali: il ministro Fraccaro incontra i vertici di Confimprese

"La proposta sulle chiusure festive dei negozi è nata per dare una risposta alle istanze dei cittadini e salvaguardare la dimensione economica insieme a quella sociale" ha detto Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento, in un incontro a porte chiuse tenutosi in Confimprese

150385

In un incontro a porte chiuse con i vertici delle imprese associate (avvenuto

Pag. 71


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

2/3

venerdì nella sede milanese di Confimprese), Riccardo Fraccaro, ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, si è dimostrato disponibile a un confronto aperto e franco con gli imprenditori. "La proposta sulle chiusure festive dei negozi è nata per dare una risposta alle istanze dei cittadini. Come sempre siamo aperti a un confronto serio con le imprese del retail tenendo fermo l’obiettivo: salvaguardare la dimensione sociale insieme a quella economica. Il dialogo deve essere costruttivo e le istituzioni devono fare squadra per far crescere il Paese sul piano produttivo come su quello dei diritti".

"Prima di pensare alla ridistribuzione della ricchezza –avverte Mario Resca, presidente Confimprese– bisogna creare ricchezza. Non possiamo permetterci di perdere fatturati, posti di lavoro, consumi e di incidere sull’intera filiera produttiva con una misura antistorica come il ddl sulle chiusure festive dei negozi. Oggi il nostro settore è fermo perché c’è troppa incertezza, la burocrazia frena gli investimenti. Per competere è necessario aumentare marginalità e profitti, spingere sull’intermodalità delle infrastrutture, dove abbiamo cantieri bloccati per un importo di 24,3 miliardi di euro, poco meno di quanto valeva l’ultima legge di bilancio. Occorre lavorare per la libertà di fare impresa”. Confimprese, insieme ad Ancd-Conad, è una delle grandi associazioni del commercio moderno maggiormente favorevoli a un mantenimento della deregulation sulle aperture domenicali e festive. La situazione riguardo l’attuale discussione in Commissione Attività Produttive della Camera di una legge che regolamenti in senso limitativo l’esercizio del commercio al dettaglio offline durante le domeniche e i giorni di festività nazionale è in via di riesame anche attraverso nuove audizioni con le associazioni di settore. La proposta che sembra trovare una maggiore possibilità di negoziazione tra le parti (politiche e imprenditoriali) verte su dodici chiusure obbligatorie all’anno tra domeniche e festività comandate, religiose o civili. Questa è anche la posizione Assofranchising che sostiene la mediazione proposta da Confcommercio, Confesercenti, Federdistribuzione e dalle Cooperative Bianche, associazioni che raggruppano e rappresentano nel complesso oltre 1 milione di imprese fra aziende e punti di vendita e danno lavoro a 4 milioni di persone.

Pag. 72


Data

15-04-2019

Pagina Foglio

3/3

Più prudente Massimo Moretti, presidente Cncc (Consiglio nazionale dei centri commerciali) che, pur non discostandosi del tutto dalla possibilità di una mediazione sulla soglia numerica delle 12 chiusure, ritiene comunque un danno economico sacrificare anche poche domeniche sull'altare della regolamentazione. Ricordiamo che la mediazione 12 (8+4, cioè 8 festivi chiusi e 4 domeniche da decidere previo accordo tra Regioni, associazioni di categoria e sindacati) è rimasta, delle 4 opzioni sul tavolo, quella più ragionevolmente adottabile in alternativa allo status vigente. E non c'è bisogno di un genio per capire che la mediazione 12 è di gran lunga preferibile alle altre 3 opzioni: 26 chiusure annuali su 52 domeniche, o negozi chiusi dalle 22 alle 7 del mattino (ma tutti i giorni). Tutti d'accordo sul fatto che prevedere una distinzione su basi dimensionali o di categoria tra chi può aprire e chi deve chiudere, appare un tantino discriminatorio: i limiti alle aperture domenicali varrebbero solo per supermercati e centri commerciali. I negozi fino a 150 mq nei comuni fino a 10.000 abitanti, e i punti di vendita sotto i 250 mq nei centri con oltre 10.000 abitanti fuoriescono dall'obbligo di chiusura. Così come i negozi dei comuni turistici. La cosa davvero preoccupante sono le sanzioni amministrative che, dalle 2.000 euro previste dalla normativa precedente alla liberalizzazione, potrebbero salite a una forchetta compresa tra 10.000 e 60.000 euro. Oltre a questo, Assofranchising chiede e auspica che vengano analizzate altre questioni fondamentali per il buon andamento del commercio al dettaglio: una regolamentazione della web tax, politiche per la rivitalizzazione dei centri urbani e nessuna clausola di salvaguardia o aumento dell’Iva.

150385

Mi piace 0

Pag. 73


Data Pagina Foglio

16-04-2019 2 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 74


Data Pagina Foglio

16-04-2019 1+15 1 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 75


Data Pagina Foglio

16-04-2019 1+15 2 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 76


Data Pagina Foglio

16-04-2019 1+15 3 / 3

150385

Quotidiano

Pag. 77

Profile for Coca-Cola HBC Italia

Press Clippings 16.04.2019  

Press Clippings 16.04.2019