Page 1

150385

Quotidiano

Pag. 2


150385

Quotidiano

Pag. 3


150385

Quotidiano

Pag. 4


Data Pagina Foglio

  08-2019 36 1

150385

Bimestrale

.

Pag. 5


10-07-2019

Data

LUSCIANO.VIRGILIO.IT

Pagina Foglio

1

NOTIZIEcookie SPORT ECONOMIA METEO VIAGGI IN CITTÀ IN ITALIA MENU Questo sito utilizza anche di terzi perDONNE inviarti pubblicita' e serviziMOTORI in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o MAIL negareCOMMUNITY il consenso a X tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lusciano

Cerca in città

SCOPRI ALTRE CITTÀ

HOME

AZIENDE

ULTIMA ORA

ROMA MILANO NAPOLI PALERMO TORINO GENOVA IN ITALIA

NOTIZIE

TECNOLOGIA

EVENTI

CRONACA

CINEMA

POLITICA

FARMACIE

ECONOMIA

Startup: da Bulgari all'Arma dei Carabinieri si usa Sprout la matita ambientale Condividi

CERCA

MAGAZINE

SPETTACOLO

SPORT

METEO

Invia

33.5°

MAPPA

RASSEGNA STAMPA

Notizie più lette 1

METEO OGGI

Circumvesuviana nel caos per privatizzarla? Lettera di Marcello Aversa, intanto aumenti stipendio a De Gregorio

Cosa ti serve? Info e numeri utili in città

Lusciano ANAGRAFE

Positano News | 10-07-2019 07:03

2

TRENTOLA DUCENTA Smontava auto rubate all'interno di autocarrozzeria già in precedenza sequestrata: arrestato GUARDA LE FOTO

FARMACIE DI TURNO

oggi 10 Luglio Inserisci Indirizzo

TROVA

CasertaFocus | 10-07-2019 12:02

3

Napolitan | 09-07-2019 19:43

4

Leggi tutta la notizia il Denaro.it | 10-07-2019 18:27

Categoria: TECNOLOGIA

Turismo: FactorYmpresa, aperta call per imprese e aspiranti imprenditori il Denaro.it | 08-07-2019 17:05

Fai crescere gli affari, crea la tua schede gratuita

CasertaFocus | 10-07-2019 13:23

5 ARTICOLI CORRELATI

TEVEROLA " Non si rassegna alla separazione, perseguita l'ex e la ferisce colpendola con una sedia: nei guai

Se ti devi sposare ecco dove comprare l'abito nuziale

Ansia a Sant'Antimo, Alfonso è scomparso nel nulla. Il fratello: «Vi prego, aiutateci» InterNapoli | 10-07-2019 14:58

150385

Copenhagen, 10 lug., Labitalia, - Cosa hanno in comune l'Arma dei Carabinieri, Bulgari, Benetton, Nestlé, Ikea, Marriott e Coca Cola? Hanno tutte scelto le matite Sprout per raccontare il loro...

Una sera a cena da 'Aversu 360': la braceria e lounge bar che non ti aspetti nel cuore di Aversa

'Welfare aziendale grande risorsa per il Paese' il Denaro.it | 08-07-2019 15:44

Atrani diventa Plastic Free: dal 18 agosto addio alla plastica monouso Salerno Notizie | 10-07-2019 15:35

Temi caldi del momento accesso illimitato

Pag. 26


Data Pagina Foglio

11-07-2019 6 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 7


Data Pagina Foglio

11-07-2019 6 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 8


Data Pagina Foglio

11-07-2019 5 1

150385

Quotidiano

Pag. 9


Data

11-07-2019

Pagina Foglio

Salvini molla Savoini, Di Maio coi leghisti: “Meglio Putin che i petrolieri”

4/5

ORA IN HOMEPAGE

Scomparsa di Roberta Ragusa, la Cassazione conferma la condanna a 20 anni per il marito

Il segretario scarica il suo uomo di fiducia a Mosca: “Non so con chi parla la gente e perché lo faccia”

Carlo Bertini 10 LUGLIO 2019



Taranto, gru abbattuta dal vento finisce in mare. Disperso un operaio dell'ex Ilva Cantieri sulle autostrade, blocchi ai trasporti eccezionali. I camionisti: «Danni incalcolabili»

Aste Giudiziarie ROMA. All’ora di pranzo, due parlamentari del Pd, Alessia Morani e Alessia Rotta, corrono a stampare dai computer due mega cartelli per fotocopiare i numeri a caratteri cubitali, il 49 che sarebbero i milioni di finanziamento pubblico che il tribunale di Genova ha contestato alla Lega; e il 65, ovvero i milioni che il Carroccio avrebbe ricevuto dalla Russia secondo l’inchiesta del sito americano BuzzFeed. Si vota la legge sul turismo e appena i deputati dem sventolano i cartelli con i numeri della discordia scoppia la solita bagarre. È solo la manifestazione più eclatante, plasticamente messa in scena ad uso di telecamere e fotografi, di una protesta delle opposizioni che fin dalla mattina cavalcano la vicenda messa in rete dagli americani. E che provano a far uscire allo scoperto i grillini, sperando in uno scontro all’arma bianca tra i gialloverdi, che invece su questo tema non va in onda.

Fabbricato commerciale - 2395980

La smentita del Capitano

euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia», garantisce il Capitano. «Quando andai in Russia c’erano decine di imprenditori con me: rispondo di quello che faccio io», dice ai giornalisti che lo incalzano sul ruolo di Gianluca Savoini. «Io non so la gente con chi parla e perché parla. Non ho mai chiesto di chiedere alcunché». E sul perché sia uscita proprio ora questa notizia, glissa: «Non credo nei complotti».

Villa - 363000 Tribunale di Milano 150385

Mentre il tesoriere della Lega Giulio Centemero le bolla come «fake news, basta scaricare i bilanci della Lega per comprenderlo», Salvini non ci sta e minaccia querele. «Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi: mai preso un rublo, un

Necrologie Marco Pater

Pag. 13


11-07-2019

Data Pagina

5/5

Foglio

«Ecco i paladini della sovranità nazionale!», prova a metterlo all’angolo una sua avversaria incallita come Laura Boldrini. Dal Pd non è solo il segretario Zingaretti a scendere in campo, ma anche l’ex leader Renzi. «O questa è una fake news o questo è uno scoop clamoroso. Usare il petrolio russo per finanziare la Lega? Sarebbe pazzesco». Stesso refrain da Zingaretti, che sui «rubli dalla Russia alla Lega per una campagna elettorale contro l’euro», invita il leghista «a chiarire tutto immediatamente». Chiamando in causa anche gli alleati. «Se i 5 stelle pensano che la Lega faccia gli interessi della Russia come fanno a governarci insieme?».

Giovanni Burlando Genova, 08 luglio 2019

Agosti Eugenio

Giannetto Terracini

L’imbarazzo dei grillini Ed infatti dalle parti dei Cinque stelle, l’imbarazzo si taglia a fette. «Cosa ne penso di questa storia? Ma va, sto lavorando, sicuramente meglio Putin che i petrolieri...», sbuffa Di Maio, facendosi una risata. «Scherzi a parte, il M5S pensa agli italiani e a me interessa questo. Stop. La nostra posizione ufficiale è pubblica sulla pagina M5S». Ma nel post, che suona come una presa di distanze della Lega, non si cita Putin e non si va all’attacco dell’alleato a testa bassa. «La nostra posizione è semplice e l’abbiamo sempre ribadita: al M5S non gliene frega nulla dei petrolieri e men che meno degli speculatori. Sono mondi che proprio non ci appartengono e ne siamo orgogliosi. Avere le mani libere significa questo: non rispondere a nessuno di questi colossi, così come non ci facciamo piegare dai Benetton sulla tragedia del Ponte Morandi. Il M5S risponde solo ai cittadini, dipende da loro. Punto! Quindi queste storie non ci sfioreranno mai e non devono, ovviamente, nemmeno sfiorare il governo! Sia chiara una cosa: l’Italia è un Paese autonomo e che si candida a

Emanuele Macchiavello Genova, 09 luglio 2019

Cerca fra le necrologie PUBBLICA UN NECROLOGIO

Annunci CASE

MOTORI

LAVORO

ASTE

rappresentarla deve fare l’interesse dell’Italia, non di altri Paesi. Che questi si trovino a Est od Ovest fa poca differenza. Che vendano Vodka o Coca Cola non importa. Noi siamo liberi e lo resteremo». Insomma, toni soft.

Tag

Appartamenti Ospedaletto Lodigiano Matteotti

Governo Russia

PER APPROFONDIRE

Appartamenti Valera Fratta Savonarola

Trova tutte le aste giudiziarie

Il Papa riceve per la terza volta Putin in Vaticano il 4 luglio Salvatore Cernuzio, Città Del Vaticano

Papa Francesco visita la mostra sui capolavori dell’arte russa in Vaticano 150385

Italia-Santa Sede, incontro del governo con i vertici vaticani alla Nunziatura italiana

redazione

Pag. 14


Data Pagina Foglio

  06-2019 54 1

150385

Mensile

.

Pag. 6


Data

SECOLONUOVO.IT

11-07-2019

Pagina Foglio

1/8

SecoloNuovo Aggregatore di notizie dal mondo

Zerocould.com

Wiski.it

Buycisco.it

Impavida.com

Chi Siamo

Disclaimer

Stranger Things, 10 riferimenti alla cultura degli anni Ottanta nella terza stagione 11/07/2019

Networking, Tv

Paolo Armelli ATTENZIONE: spoiler sulla

terza stagione di Stranger Things Uno degli elementi che hanno in questi anni fatto la fortuna di una serie tv come Stranger Things è sicuramente il suo ricorso abbondante alle citazioni nostalgiche e alla sua rielaborazione costante di estetica e tematiche degli anni Ottanti.

Nostalgia canaglia: Stranger Thing… Reeves 1 00:00

13:42

2 episodes

27 minutes, 23 seconds Featured Nostalgia canaglia: Stranger Things e Kea… Disastri in tv: Chernobyl e Game of Thrones

13:42 13:41

Anche la terza stagione, sbarcata dal 4 luglio scorso su Netflix e ambientata nel 1985, non fa eccezione e infatti sono moltissimi i tributi a quel decennio dorato che si possono individuare. Eccone alcuni:

150385

Home

1. L’horror

Pag. 15


SECOLONUOVO.IT

Data

11-07-2019

Pagina Foglio

2/8

Questa stagione di Stranger Things assume dei toni decisamente horror e infatti numerosi sono i riferimenti e le citazioni dei titoli di quest’epoca. Innanzitutto nel primo episodio i ragazzi si intrufolano al cinema per vedere Day of the Dead (Il giorno degli zombi, 1985) di George Romero, che non a caso si svolge per gran parte in una base militare sotterranea. Il fatto che il Mind Flayer poi si impossessi di Billy e di altri cittadini di Hawkins ha echi in film come La casa (1981) o Terrore dallo spazio profondo (1978), mentre il mostro raccapricciante che prende forma nel corso degli episodi richiama La cosa (1982) o anche

150385

Alien (1979) per le sue appendici che si attaccano alla faccia dei malcapitati.

Pag. 16


Data

11-07-2019

Pagina Foglio

3/8

150385

SECOLONUOVO.IT

Pag. 17


SECOLONUOVO.IT

Data

11-07-2019

Pagina Foglio

4/8

L’inseguimento nell’ospedale invece riecheggia Halloween 2 o Hellraiser.

2. I russi

Non esiste tema più anni Ottanta della Guerra fredda e anche qui i russi non possono che essere gli antagonisti perfetti. Molta cinematografia di quel decennio s’interroga sulla loro minaccia e non si può che pensare a Red Dawn (Alba rossa, 1984) in cui alcuni ragazzini combattono gli invasori sovietici sulle montagne del Colorado. Il temibile agente russo 150385

Grigori, invece, viene paragonato nell’aspetto e nei modi più volte all’Arnold Schwarzenegger di Terminator, uscito nel 1984 (mentre a sua volta lo sceriffo Hopper è chiamato “Fat Rambo” dallo scienziato Smirnoff). Da notare che, mentre sono in fuga proprio dalle guardie russe, Steve, Dustin, Robin e Erica si rifugiano in una sala cinematografica mentre si sta proiettando Ritorno al futuro (1985).

3. Le serie tv

Pag. 18


SECOLONUOVO.IT

Data

11-07-2019

Pagina Foglio

5/8

Non solo film però nel calderone citazionistico dei fratelli Duffer. Si vede infatti comparire sullo schermo della tv la serie Magnum PI: Hopper è infatti raffigurato sdraiato su una poltrona mentre guarda una replica del primo episodio e la camicia floreale che acquista poco dopo non può che ricordare il personaggio interpretato da Tom Selleck. Dal canto suo, invece, Joyce cena da sola di fronte al televisore ricordando i bei momenti passati con Bob, ucciso alla fine della seconda stagione: ora come allora in tv andava in onda la sitcom Cin Cin, coi protagonisti Sam e Diane che si corteggiano per diversi episodi non trovando il coraggio di mettersi insieme (un po’ come succede a Joyce stessa con Hopper).

4. La colonna sonora

A fare da corollario a tutta l’ambientazione anni Ottanta non poteva che mancare la musica: da Workin’ For A Livin degli Huey Lewis and The News a Material Girl e Angel di Madonna, da My Bologna (la parodia di My Sharona) di Weird Al Yankovic a Wake me Up degli Wham!, passando per American Pie di Don McLean e una toccante cover di Heroes di David Bowie fatta da Peter Gabriel proprio sulle ultime scene strappalacrime.

150385

5. Nelle condotte

Pag. 19


SECOLONUOVO.IT

Data

11-07-2019

Pagina Foglio

6/8

Quando il trio dello Scoops Ahoy decifra il messaggio dei russi e decide di intrufolarsi nella loro base, è presto chiaro che l’unico modo per farlo è passare attraverso i condotti dell’aria che percorrono tutto il centro commerciale: per farlo avranno bisogno dunque dell’aiuto dell’indisponente Erica. Il suo viaggio nelle condotte non è che un rimando chiarissimo a Die Hard, in cui il protagonista interpretato da Bruce Willis deve utilizzare lo stesso espediente per non farsi notare dai suoi nemici.

6. Il sindaco

Il personaggio del sindaco Larry Kline, ambizioso e corrotto, è sicuramente uno dei più esecrabili di tutta la stagione. La sua presenza però è un doppio tributo agli anni Ottanta. A interpretarlo, infatti, è Cary Elwes, attore divenuto famoso con il film cult di Rob Reiner La storia fantastica (1987), dove interpreta l’eroico garzone Westley. Ma il suo personaggio qui è anche un riflesso del sindaco Larry Vaughn de Lo squalo (1975), il quale cerca di insabbiare la minaccia del feroce predatore per non rovinare la stagione estiva della sua cittadina, proprio attorno al 4 luglio.

150385

7. I fumetti

In un concentrato di cultura nerd come questo non potevano mancare i fumetti. Fanno

Pag. 20


SECOLONUOVO.IT

Data

11-07-2019

Pagina Foglio

7/8

capolino fin dal primo episodio, quando Dustin rivela ai suoi amici di aver messo a punto un potentissimo radiotrasmettitore e di averlo chiamato Cerebro, come la macchina usata dal professor X degli X-Men. I fumetti tornano poi anche quando Eleven e Max passano del tempo insieme e proprio Max propone all’amica di scegliere se leggere un volume di Wonder Woman o uno di Green Lantern (la scelta ricade sulla prima, ovviamente). Successivamente ci sarà anche un riferimento al promezio, l’elemento chimico che i russi trafficano secondo Dustin, che è anche il componente che nei fumetti Dc permette il funzionamento di Cyborg.

8. La New Coke

Le lattine di Coca Cola sono onnipresenti durante la serie, con Eleven che ne usa una per verificare quando i suoi poteri sono scomparsi. Ma una gag significativa avviene quando nel supermercato Lucas difende la New Coke, preferendola alla versione originale con disgusto degli altri. Il riferimento è alla disastrosa mossa di marketing della Coca Cola che nell’aprile 1985 introdusse una nuova formula con un gusto completamente diverso, più dolce, con grande scorno dei consumatori che la boicottarono da subito. Il gusto classico della bibita fu reintrodotto dopo appena tre mesi.

9. My Little Pony

150385

Erica era uno dei personaggi rivelazione della scorsa stagione, divenuto centrale in questa terza: la sorella di Lucas aiuta Steve, Robin e Dustin nella sua missione con i russi e il suo carattere è decisamente peperino, nonostante la sua giovanissima età e il suo aspetto bambinesco, compreso di zainetto dei My Little Pony. Ma come cercherà di spiegarle Dustin in seguito quella è proprio la dimostrazione che anche lei è una nerd che tanto disprezza: la storia alla base di uno speciale animato del 1984, Rescue at Midnight Castle, non è altro che la vicenda di un eroe che corre immensi pericoli per salvare i suoi simili tenuti prigionieri in un castello, un topos molto simile a molte avventure di Dungeons and Dragons.

10. La storia infinita

Pag. 21


Data

SECOLONUOVO.IT

11-07-2019

Pagina Foglio

8/8

Uno degli elementi chiave dell’episodio finale di questa terza stagione di Stranger Things è indissolubilmente legato al film La storia infinita del 1984, a sua volta tratto dal romanzo fantasy di Michael Ende. Cantare la canzone che fa da colonna sonora al film, originariamente interpretata da Limahl, è il pegno richiesto a Dustin dalla sua fidanzatina a distanza Suzie. I due improvvisano un duetto prima che lei gli riveli il codice per fermare la macchina dei sovietici. Da notare, fra le altre cose, che prima di ricevere l’appello di Dustin via radio Suzie stava leggendo Il mago di Earthsea, il primo libro nella saga fantasy di Ursula K Le Guin. The post Stranger Things, 10 riferimenti alla cultura degli anni Ottanta nella terza stagione appeared first on Wired.

← Le nuove linee guida delle autorità italiane sui big data Nestlé apre in Italia il centro globale del digitale. E assume 150 persone →

Secolonuovo.it ZeroCould s.r.l. Via dei Peschi 5 67100 - Civita di Bagno L'Aquila (AQ) P.I.01618180663 Capitale Sociale 100.000,00 € i.v. all right reserved - 2014

150385

Orgogliosamente motorizzato da WordPress

Pag. 22


10-07-2019

Data

UNIMONDO.ORG (WEB)

Pagina Foglio

1

OneWorld Italy

Oggi

Blog

Campagne

Speciali

Opinioni

Guide

Partner

Notizie

unimondo

network

Chi siamo home ›› notizie ›› coca cola “stappa la felicità” e tappa la bocca ai ricercatori

rss

Coca Cola “stappa la felicità” e tappa la bocca ai ricercatori Notizie

Notizie

Proposte Appelli & Campagne

Stampa

Video

Lunedì, 08 Luglio 2019

Eventi Notizie da OneWorld Strumenti

Immagine: Slowfood.it

Newsletter Servizio informativo settimanale gratuito a cura di Unimondo.org Iscriviti alla newsletter

L’analisi di oltre 87.000 pagine tra documenti e email, ottenuti attraverso le richieste di Freedom of Information Act (FOIA), ha portato alla luce le pratiche scorrette messe in atto da Coca-Cola per evitare che venissero resi noti i risultati delle ricerche che associavano il consumo della celebre bevanda a effetti negativi sulla salute. Si tratterebbe di un accordo contrattuale che avrebbe per anni autorizzato l’azienda ad annullare o manipolare i risultati delle ricerche finanziate, anche parzialmente, presso alcune università pubbliche degli Stati Uniti e del Canada.

Lo studio, pubblicato l’8 maggio sulla rivista Journal of Public Health Policy, è stato condotto dai ricercatori dell’Università di Cambridge e della London School of Hygiene and Tropical Medicine insieme alla Bocconi di Milano e a US Right to Know (associazione statunitense che si batte per la trasparenza verso i consumatori). E mostra come il colosso abbia sistematicamente violato tutti i princìpi contenuti nella Dichiarazione di Trasparenza di Coca-Cola, prendendo a calci gli impegni assunti in merito alla trasparenza e all’indipendenza delle ricerche e della politica aziendale. Infatti il risultato della ricerca ha svelato che, in realtà, i contratti stipulati con i ricercatori scientifici danno a Coca-Cola il potere di manipolare o affossare le ricerche sanitarie svolte sul prodotto «senza alcuna motivazione».

Ultime notizie Chi ha comprato la terra a Dio? 10 Luglio 2019 In uno spettacolo teatrale il racconto di come le risorse della Patagonia continuino ad essere scritte con il sangue del popolo Mapuche. (Alessandro Graziadei) Un’Europa poco verde 09 Luglio 2019 Le figure proposte per i posti chiave delle istituzioni europee rischiano di far compiere passi indietro sulla questione ambientale. (Matteo Angeli)

Per anni gli studi finanziati dalla Coca-Cola hanno dato la colpa dell’obesità infantile, sempre più diffusa, all’inattività delle nuove generazioni discolpando invece l’alto tasso di zucchero presente nelle loro bevande. Esattamente il contrario di quanto ha sempre sostenuto invece l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che ha allertato più volte i governi e i consumatori sulla pericolosità delle amate bibite attraverso numerose pubblicazioni di studi e linee guida (l’ultima nel marzo 2015).

Vivere in simbiosi fa bene? 08 Luglio 2019 Se gli alberi e i funghi potessero dire qualcosa in più anche su di noi… (Anna Molinari)

E, mentre la notizia degli effetti negativi della Coca-Cola sulla salute è qualcosa di ormai assodato, quella della politica d’azione dell’azienda in fatto di trasparenza e ricerca scientifica ci lascia invece non poco indifferenti. Gli autori stessi della ricerca chiedono una regolamentazione ben definita e condivisa e maggiore trasparenza in modo che possa aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica. Noi speriamo che queste rivelazioni aprano gli occhi ai consumatori portando a una perdita di fiducia e di fidelizzazione verso questi colossi senza coscienza.

«Benvenuto Matías», il 130mo nipote ritrovato in Argentina 07 Luglio 2019 Si chiama Javier Matías Darroux Mijalchuk e ha 40 anni. È il 130esimo nipote ritrovato dalle Abuelas de Plaza de Mayo. (Elena Basso)

Se a muoversi non sono governi o le istituzioni scientifiche per primi, dobbiamo essere noi consumatori a prendere le distanze dalle grandi multinazionali che, è ormai ovvio, hanno come unico interesse il proprio profitto, anche a scapito della salute di milioni di persone oltre che dell’ambiente. Desirée Colacino da Slowfood.it

Tra i politicanti del selfie e la realtà dei fatti 06 Luglio 2019 Viviamo in una democrazia virtuale che ci stordisce e ci distoglie da ciò che la politica ha il dovere di fare. Possiamo davvero lasciarci manipolare così? (Marco Grisenti)

Fondazione Fontana

150385

OneWorld

login

Registrazione Tribunale di Trento n. 1297 Registro stampe in data 22/6/06 | Note legali | Sostenitori | Logo Unimondo.org tutti i contenuti fanno riferimento alla Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 2.5. Edito da www.unimondo.org. Implemented by OpenContent, hosted by Amani Powered by eZ Publish™ Content Management System.

Pag. 28


Data Pagina Foglio

11-07-2019 22 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 32


Data Pagina Foglio

11-07-2019 22 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 33


Mensile

Data Pagina

148655

Foglio

  06-2019 27 1

.

Richieste


Data Pagina Foglio

11-07-2019 9 1 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 29


Data Pagina Foglio

11-07-2019 9 2 / 2

150385

Quotidiano

Pag. 30


Data Pagina Foglio

11-07-2019 1+15 1

150385

Quotidiano

Pag. 27


Data Pagina Foglio

11-07-2019 20 1

150385

Quotidiano

.

Pag. 31


Data Pagina Foglio

11-07-2019 22 1

150385

Quotidiano

Pag. 34

Profile for Coca-Cola HBC Italia

Press Clippings 11.07.2019  

Press Clippings 11.07.2019