Page 1

LE UA E L’APPROCCIO PER COMPETENZE L’APPRENDIMENTO


Situazione di apprendimento   

Per
realizzare
una
formazione
per
competenze
è
necessario
 valorizzare
un
approccio
che
è
stato
peculiare
della
 migliore
formazione
professionale,
approccio
che
 presuppone
il
superamento
della
dida8ca
per
trasmissione
 di
saperi
e
abilità,
privilegiando
una
concezione
forma;va
 centrata
sulla
predisposizione
di
situazioni di  apprendimento

2



Apprendimento dall’esperienza 

L’approccio
per
competenze
prevede
una
metodologia
forma;va
basata
 sulla
dida8ca
a8va,
sull’apprendimento
dall’esperienza,
cioè
sulla
 realizzazione
di
compi;
reali,
sulla
risoluzione
di
problemi
concre;
che
 propongano
altre@ante
sfide
agli
allievi.

 
 Risulta
quindi
prevalente
la
dida8ca
di
laboratorio
rispe@o
a
quella
di
 aula,
cioè
una
dida8ca
opera;va
rispe@o
ad
una
puramente
teorica.
 Tale
processo
è
centrato
sull’azione,
tanto
che
si
può
affermare
che
la
 conoscenza
passa
per
l’azione
e
giunge
successivamente
ad
una
piena
 formalizzazione
a@raverso
il
linguaggio.
 
 Viene
in
questo
modo
valorizzato
l’aspe@o
forma;vo
dell’operare
 riflessivo
acquisendo
anche
conoscenze
mentre
si
realizza
qualcosa
di
 concreto 


3



Ruolo del formatore 

Ciò
significa
che
il
formatore
e
il
gruppo
dei
formatori
è
 chiamato
a
creare
esperienze
nelle
quali
l’allievo,
 confrontandosi
con
problemi
di
cui
coglie
il
senso,
si
pone
 in
modo
a8vo
alla
ricerca
di
una
soluzione
in
grado
di
 soddisfare
i
requisi;
del
problema
stesso,
sormontando
gli
 ostacoli
che
via
via
incontra,
mobilitando
in
tal
modo
un
 processo
di
apprendimento
autonomo,
personale,
 auten;co.

4



Ruolo dell’allievo   

Questo
approccio
pone
l’allievo
nella
condizione
di
 formulare,
prevedere
e
padroneggiare
i
propri
 obie8vi
e
le
proprie
strategie
di
apprendimento
al
 fine
di
dare
forma
alla
propria
visione,
al
proprio
 sapere,
alle
proprie
competenze.
In
questo
senso,
 ogni
situazione
di
apprendimento
deve
porre
 l’allievo
nella
condizione
di
trovare
soluzioni,
di
 confrontarsi
con
gli
obie8vi
propos;
e
di
dare
senso
 al
proprio
lavoro.

5



Pedagogia del proge8o 

E’
un
metodo
che
presuppone
una
pedagogia
del
 proge@o
sia
disciplinare
sia
interdisciplinare
in
grado
 di
valorizzare
le
competenze
professionali
dei
 formatori,
evitando
di
proporre
loro
–
so@o
forma
di
 manuale,
programma,
percorso
già
stabilito
–
 situazioni
precos;tuite,
pronte
all’uso,
che
 presumono
di
conoscere
già
in
an;cipo
ciò
che
gli
 allievi
devono
fissare
nella
mente.

6



Percorsi di formazione aper: 

Si
apre
così
una
prospe8va
nuova,
coerente
con
la
 tradizione
della
formazione
professionale,
nella
quale
il
 processo
di
formazione
appare
come
un
disegno
a
grandi
 linee,
che
richiede
di
essere
perfezionato
a
par;re
dalle
 condizioni
concrete
–
e
per
cer;
versi
uniche
–
in
cui
si
 sviluppa.
 
 Questo
significa
che
fissate
le
mete
da
raggiungere,
i
 percorsi
possono
avere
soluzioni
diverse
a
seconda
delle
 situazioni,
delle
opportunità,
e
delle
cara@eris;che
degli
 allievi

7



Processo di apprendimento 

In
sostanza
una
dida8ca
per
competenze
significa
costruire
 il
processo
di
apprendimento
so@o
forma
di
azioni
che
 mobilitano
il
sogge@o
nel
lavorare
alla
soluzione
di
 problemi
che
devono
però
avere
un
senso
per
l’allievo,
cioè
 essere
vicini
alla
sua
realtà
professionale
o
della
esistenza
 quo;diana. 


8



Dida<ca per competenze 

L’apprendimento
delle
conoscenze
richiede
una
circolarità
tra
 l’agire
ed
il
rifle@ere
sull’azione
per
giungere
ad
acquisizioni
in
 con;nua
trasformazione
e
difficilmente
riconducibili
a
sistemi
da;
 una
volta
per
tu@e.
Il
processo
di
astrazione,
generalizzazione
e
 trasferimento
avverrà
a@raverso
l’a8vità
di
riflessione,
di
 conce@ualizzazione,
di
sperimentazione
secondo
il
noto
ciclo
di
Kolb
 che
sarà
cura
del
formatore
a8vare
e
monitorare.

9



Ciclo dell'apprendimento dall'esperienza 

Secondo
questo
modello,
l’apprendimento
avviene
secondo
un
 processo
ciclico
che
parte
dall’esperienza
reale
nella
quale
il
 sogge@o
si
impegna.
 
 Segue
una
fase
di
riflessione
su
quanto
è
accaduto,
di
una
 interpretazione
di
quanto
è
emerso.
E’
la
fase
che
me@e
in
a@o
il
 processo
forma;vo
e
richiede
l’intervento
di
una
persona
che
 s;moli
e
guidi
gli
allievi
a
superare
un
puro
fare
ripe;;vo
per
 arrivare
alla
fase
di
conce@ualizzazione.
 A
questo
punto
si
cercano
delle
spiegazioni
che
si
stacchino
 dall’esempio
specifico
per
assumere
un
valore
più
generale
in
modo
 da
poter
essere
u;lizzate
come
modello
in
contes;
diversi.
 
 La
quarta
fase
è
l’applicazione
di
tale
modello
a
nuovi
casi
pra;ci
 con
maggior
o
minore
facilità
a
seconda
della
somiglianza
della
 nuova
situazione
con
la
precedente. 


10



Ciclo di Kolb 

Esperienza concreta  Lezioni,
Discussioni,
Even;,
Problemi


Sperimentazione a<va  Test
delle
ipotesi
a@raverso
l’azione


Osservazione riflessiva  Riflessioni
sulle
esperienze,
osservazione
da
 prospe8ve
mul;ple


Conce8ualizzazione astra8a  Creazione
di
conce8
che
integrano
e
generalizzano
 in
teorie
astra@e


11



Valore orientante 

L’a8vazione
di
tale
approccio
basato
sull’esperienza
ha
 anche
una
rilevanza
orienta;va,
in
quanto
perme@e
di
 sviluppare
nella
persona
la
consapevolezza
circa
le
proprie
 cara@eris;che,
i
propri
interessi,
le
proprie
aspe@a;ve,
il
 proge@o
personale,
il
cammino
intrapreso
e
quello
da
 percorrere.

12



Valutazione auten:ca 

La
dida8ca
per
competenze
richiede
l’adozione
di
una
 valutazione
“auten;ca”
che
miri
a
verificare
non
solo
ciò
 che
un
allievo
sa,
ma
ciò
che
“sa
fare
con
ciò
che
sa”
 fondato
su
una
prestazione reale e adeguata  dell’apprendimento che
risulta
così
significa;vo,
poiché
 rifle@e
le
esperienze
reali
ed
è
legato
ad
una
mo;vazione
 personale.

13



Proge8o OCSE/PISA 

L’Italia
partecipa
al
proge@o
OCSE/PISA
(Programme for  Interna5onal Student Assessment) concordato tra i  governi
dei
Paesi
membri
dell’OCSE
per
valutare
in
che
 misura
gli
studen;
di
quindici
anni,
prossimi
alla
fine
 dell’obbligo
scolas;co,
siano
prepara;
ad
affrontare
le
 sfide
della
società
contemporanea.
 
 Il
proge@o
OCSE/PISA
focalizza
l’a@enzione
su
ciò
di
cui
 i
quindicenni
avranno
bisogno
per
il
futuro
e
mira
a
 valutare
che
cosa
essi
siano
ingrado
di
fare
con
ciò
che
 hanno
appreso.

Il
quadro
di
riferimento
è
basato
sulla
 proge@azione
(valutazione)
e
dida8ca
per
competenze.

14



APPROFONDIMENTI


L’is:tuto Pedagogico di Bolzano riporta alcune opinioni sulla dida<ca per  competenze:  h@p://www.ipbz‐corsi.it/riforma/blog/?cat=4

   Ciclo di Kolb:   h@p://www.formazione‐esperienziale.it/catalog/teoria_kolb.php

 
 Documen: INVALSI:  h@p://bit.ly/documen;_invalsi
 
 
         
        

15


L'apprendimento  

L'apprendimento

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you