Page 1

Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa Area Metropolitana di Roma

CNA Roma Notizie n. 5 del 28 ottobre 2013 - Anno 10 Mensile Poste Italiane Spa - Sped. in abb. postale Dlgs n. 353/2003 (convertito in Legge n. 46 del 27 Febbraio 2004) Art. 1 Comma 1 - DCB Roma - CONTIENE I.P.


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

EDITO DA CNA ROMA Viale Guglielmo Massaia, 31 00154 Roma Tel. 06 570151 Fax 06 57015222 www.cnapmi.org info@cnapmi.com

DIRETTORE CNA ROMA Lorenzo Tagliavanti direzione@cnapmi.com

PROGETTO EDITORIALE Alexander Galiano info@galiano.biz

DIRETTORE RESPONSABILE Fabio Camilletti direzione@cnapmi.com

STAMPA Ottobre 2013 www.REVELOX.it

REDAZIONE Sabina Russillo russillo@cnapmi.com Paola Toscani toscani@cnapmi.com

CON IL CONTRIBUTO DI:

CNA Roma Notizie n. 5 del 28 ottobre 2013 - Anno 10 Mensile Poste Italiane Spa - Sped. in abb. postale Dlgs n. 353/2003 (convertito in Legge n. 46 del 27 Febbraio 2004) Art. 1 Comma 1 - DCB Roma - Abbonamento annuale Euro 10,0 + quota associativa - Registrazione Tribunale di Roma n. 67/04.


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Relazione assemblea

OLTRE LA CRISI RIPARTIAMO DAL FARE Riportiamo alcuni estratti del discorso del presidente della Cna di Roma, Erino Colombi, confermato nel corso dell’assemblea elettiva lo scorso 2 ottobre. “Quando sono stato eletto quattro anni fa, in questo stesso luogo e dinanzi a molti di voi, il Paese si affacciava sull’orlo di un precipizio. Gli imprenditori si guardavano impauriti, lanciando un grido di allarme alle Istituzioni affinché mettessero in atto velocemente quegli interventi di cui il Paese aveva bisogno per reggere l’onda d’urto. L’assemblea si aprì con l’immagine di Coppi e Bartali che si passano la borraccia, una immagine che richiamava al senso di solidarietà e di collaborazione che aveva caratterizzato l’Italia della ricostruzione e che sarebbe stato indispensabile per superare la crisi. Eccomi di nuovo qui dinanzi a voi. Quattro anni sono passati, anni duri pieni di sconforto ma anche di speranza, di tentativi di uscire dal labirinto della crisi che ci tiene tuttora imprigionati. Anni in cui abbiamo continuato a chiedere riforme che non sono arrivate […]”. […] La funzione di un’associazione imprenditoriale è storicamente articolata lungo tre direttrici: la rappresentanza degli interessi, la fornitura di servizi e l’influenza sulla politica economica. Organizzare intorno ad obiettivi comuni gli interessi dei propri associati è un compito arduo, in particolare nell’attuale contesto di scarsa fiducia da parte delle imprese verso i propri interlocutori. La fornitura di servizi ha acquisito un ruolo fondamentale, evolvendosi verso settori ad alto valore aggiunto. Ma è la lobbying in materia di politica economica la funzione più strategica, perché ora più che mai è compito e responsabilità dell’associazione influenzare le politiche fornendo alle Istituzioni una visione di ciò che il territorio può e deve diventare perché si realizzi un reale cambiamento. La nostra è un’Associazione che unisce […]. […] Non ci interessa presentare in questa occasione pubblica solo un elenco di proposte. La Cna in questi anni lo ha fatto costantemente, nell’ambito del suo quotidiano rapporto con le amministrazioni e gli altri stakeholders. La nostra Associazione non è mai stata corporativa, perché cosciente che il destino della nostra città è il destino delle nostre imprese. La nostra non è un’Associazione che raccoglie lamentele ma un soggetto autorevole che ha una visione della città e del territorio. Perché è questa la vera sfida: offrire una visione, attorno alla quale concentrare gli sforzi per sostenere e accompagnare il territorio fuori dalla crisi con una nuova idea di politica economica a medio-lungo periodo, interventi urgenti per combattere la crisi finanziaria delle imprese, meno burocrazia e maggiori opportunità, e un’Amministrazione disposta a recuperare il valore della sana concertazione con le forze economiche e sociali. Con i processi di globalizzazione e il rafforzamento progressivo delle economie emergenti il nostro Paese appare sempre più piccolo. E’ quindi indispensabile un percorso di specializzazione affinché nel contesto globale ciascun territorio possa collocarsi in base alla propria identità. Nella ricerca della propria identità distintiva Roma non può prescindere dal tema della valorizzazione del patrimonio culturale e della attrattività turistica del territorio, temi che non devono essere percepiti come ostacoli bensì come una opportunità strategica. Le iniziative del sindaco volte alla rivalutazione dei nostri beni culturali, come la chiusura al traffico dei Fori, ci trovano d’accordo: non si deve contestare l’obiettivo 3


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Relazione assemblea

finale bensì aprire un dibattito su tempi e metodologie, nell’ottica di quella collaborazione propositiva che ha sempre contraddistinto il rapporto tra la nostra Associazione e le Istituzioni […]. […] Roma deve trainare la ripresa. L’Area metropolitana, intesa come corpo unico di funzioni e poteri tra grandi territori omogenei, può essere il traino di una nuova rinascita. A livello internazionale le aree metropolitane si sono rivelate un modello vincente, perché terreno fertile per investitori e generatrici di progetti produttivi e di innovazione che non possono non avere un impatto positivo per tutta la Regione. La Provincia ha svolto un ruolo fondamentale negli anni passati come Amministrazione efficace ed efficiente, vicina ai cittadini ed alle imprese, e molto può fare ancora. Occorre favorire il ritorno dei produttori nella nostra città. Decenni di crescita economica legata ai mercati finanziari e alle valorizzazioni immobiliari ci hanno allontanati dalla natura, dalle nostre comunità, dai processi e dalle persone che stanno dietro agli oggetti della nostra vita. I produttori sono protagonisti dimenticati della nostra economia: la nostra Associazione avverte chiara la sensazione di solitudine nel raccogliere la loro voce, la loro esigenza di rappresentanza e di supporto. Eppure Roma produce. Ripartendo da chi fa si possono costruire economie locali, viventi e soprattutto contribuire a creare un futuro più solido per i nostri territori. L’artigiano del futuro è già arrivato. Il lavoro artigiano rappresenta uno dei tratti distintivi della cultura e dell’economia italiana. La valorizzazione del lavoro artigiano non deve in alcun modo essere declinata come un ritorno al passato. La figura tradizionale del piccolo imprenditore che ereditiamo dal passato fatica oggi a tenere il passo con le sfide della competizione internazionale. Oggi emergono nuove figure imprenditoriali, capaci di investire nelle reti lunghe, dotate di un cospicuo capitale sociale e culturale, abituate alle regole della competizione e del marketing internazionale, capaci di utilizzare in maniera disinvolta le nuove tecnologie […]. […] Sono necessari inoltre interventi efficaci per garantire un adeguato livello di investimenti e promuovere strumenti a sostegno della domanda. Occorre varare un intervento di semplificazione di respiro generale che superi l’approccio prevalentemente settoriale, con provvedimenti spesso non coordinati tra loro. Una legge quadro sulla materia dovrebbe individuare i nodi strategici su cui intervenire, migliorare la qualità della regolazione, prevedere strumenti di misurazione degli oneri ricadenti sulle imprese, razionalizzare, abrogare e accorpare le norme. L’azione in materia deve necessariamente tener conto dello spirito insito nell’esperienza dell’Agenzia delle imprese (autocertificazione). La legge quadro sull’Artigianato va adeguata a queste esigenze. Occorre inoltre coinvolgere i sistemi associativi nei processi di modernizzazione, gestione e crescita dei territori: l’approccio auspicato vede una Regione impegnata a regolamentare in materia di processi e non ad attuare gli stessi. In tema di sostegno allo sviluppo è giunto il momento di abbandonare l’approccio distrettuale degli strumenti pubblici di sostegno, non più rispondente alle esigenze delle imprese; esse vanno accompagnate in un percorso di consolidamento strutturale che va al di là dell’appartenenza a singoli comparti. 4


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Relazione assemblea

Il sistema produttivo regionale dovrebbe camminare su due gambe verso la strada per la ripresa: con una serie di meccanismi generalizzati per la riqualificazione ed il rafforzamento della piccola e media impresa, da sostenere attraverso l’innovazione, l’ottimizzazione dei processi per la riduzione dei costi, la promozione degli investimenti, la qualificazione del personale, la crescita dimensionale attraverso forme di aggregazione; con sistemi di incentivazione su misura che tengano conto dell’evoluzione dei distretti industriali e della polarizzazione produttiva intorno a comparti strategici per lo sviluppo del territorio […]. […] È indispensabile sostenere i percorsi di internazionalizzazione delle imprese del Lazio attraverso un piano strategico organico che metta a sistema risorse e competenze diverse. E’ importante attrarre investimenti sul territorio, ma tenendo presente che gli stessi devono avere sostegno solo se i progetti insediativi hanno un effetto chiaro e misurabile in termini di occupazione creata e di animazione delle filiere di fornitura e servizi nel territorio […]. […] Occorre intervenire per compensare i ritardi in termini di infrastrutture materiali e immateriali che pesano sull’intero sistema imprenditoriale: diffusione delle ICT e della banda larga, efficienza dei servizi e della logistica dei trasporti, rete ferroviaria, porti, interporti, aeroporti ed, in particolare, la grande viabilità regionale, articolata sulle direttrici longitudinali collegate dagli assi viari trasversali […]. Autorità, gentili ospiti, care amiche e cari amici, quello che vogliamo ribadire qui, oggi, è che gli imprenditori non hanno bisogno di provvedimenti spiccioli per tamponare l’oggi, ma di una visione concreta, di largo respiro, per guadagnare il domani. Mai come oggi è fondamentale che le Istituzioni mettano in atto dei provvedimenti reali e responsabili, perché il nostro tessuto produttivo ha bisogno di una spinta per ripartire. Il loro compito è fondamentale: Regione, Provincia, Comune e Camera di Commercio, luogo strategico di coesione delle imprese, sono ora chiamate ad agire. Non è più il tempo della riflessione, ma quello dell’azione. E’ il tempo in cui non ci è più concesso di galleggiare, ma in cui dobbiamo cavalcare la grande onda e partire alla conquista dell’Oceano. OLTRE LA CRISI RIPARTIAMO DAL FARE Il testo completo dell’intervento sul sito www.cnapmi.org ll presidente Erino Colombi

5


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

I numeri della Cna di Roma

La Cna dà i numeri In occasione dell’assemblea elettiva per il rinnovo dei vertici dell’associazione dello scorso 2 ottobre sono stati raccolti i dati di quattro anni di attività.

Gli associati Sono 20.356 le imprese associate a Cna di Roma: 4.284 le nuove iscrizioni; 1.243 gli aspiranti imprenditori accompagnati in fase di avvio e 6.500 gli iscritti a Cna Pensionati. Ma la crisi ha colpito duro: ben 2.769 hanno chiuso l’attività in questi anni.

I servizi La Cna ha accolto e assistito 25.000 clienti con 6 società di servizio su credito, sicurezza, contabilità fiscale e del lavoro, igiene degli alimenti, qualità, start up, assicurazioni e formazione. Per aiutare le imprese in una fase molto difficile sul fronte del credito, Cna, grazie a Coopfidi ha garantito credito a 5.000 imprese per 800 milioni di euro.

L’attività istituzionale In questi anni l’associazione ha organizzato 1.015 incontri con le istituzioni, coinvolgendo 23.600 imprenditori in 340 riunioni, aule di formazione, seminari e assemblee. Per far scoprire i mercati oltreconfine, Cna ha organizzato 14 missioni all’estero con 245 imprese partecipanti.

La comunicazione Il contatto con le imprese è stato continuo e costante: sono state inviate 1.209 newsletter di aggiornamento sugli incontri, i servizi offerti e le novità fiscali e normative. Un contatto rafforzato anche con uno scambio continuo sui social network: 6.827 i fan della pagina facebook e 1.127 i follower su Twitter. La presenza sui giornali è stata rafforzata, con 432 articoli pubblicati negli ultimi due anni. 6


La presidenza

Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Ecco la nuova presidenza della Cna di Roma Erino Colombi, presidente Cna di Roma Dopo aver conseguito due diplomi di maturità, Scientifico e Tecnico delle Industrie Meccaniche, Erino Colombi si laurea in Economia e Commercio all’Università degli studi di Roma “La Sapienza” con una tesi sulla tecnologia dei cicli produttivi. Colombi perfeziona la sua formazione economica con due master: negli Stati Uniti, con l’Advanced Master al Bandag Institute a Muscatine (IOWA) e con la specializzazione in “Management, Development in the Retail Tyre Industry” presso la Bridgestone Europe NV/SA. Titolare dell’azienda di famiglia XPneus srl, Erino Colombi è consigliere nel Cda di Coopfidi, il confidi unitario di cui fa parte la Cna di Roma, e dal 2010 ricopre l’incarico di consigliere della Camera di Commercio di Roma. Dal 2011 è presidente dell’IRFI, l’Azienda Speciale per la formazione della Camera di Commercio di Roma.

Membri della presidenza

Maria Fermanelli

Anna Rizzo

Vicepresidente Nazionale Cna Settore: Produzione pane Azienda: Cose dell’altropane srl

Vicepresidente Nazionale Cna Industria Settore: Fonderie Azienda: Rizzo Umberto srl

Michelangelo Melchionno Presidente Cna Produzione Roma Settore: Produzione mobili Azienda: Falegnameria Melchionno

Claudio Di Simone Presidente Cna Installazione e Impianti Roma Settore: Impianti Azienda: Di Simone Euroimpianti srl 7


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Gli auguri delle istituzioni al presidente

Gli auguri delle istituzioni e del mondo politico a Erino Colombi, confermato per il secondo mandato alla guida della Cna di Roma Nicola Zingaretti, presidente Regione Lazio Voglio rivolgere le mie più vive congratulazioni per la riconferma alla presidenza della Cna di Roma a Erino Colombi. Mai come oggi la confederazione che raccoglie il cuore della realtà produttiva del nostro territorio ha bisogno di una guida forte e sicura in un momento difficile economicamente come quello che stiamo vivendo. Colombi in questi anni ha saputo guadagnarsi la fiducia degli associati e delle istituzioni e sono certo che saprà continuare il cammino di collaborazione avviato, mettendo in campo tutte le azioni possibili per rilanciare il settore. Ignazio Marino, sindaco di Roma Capitale Un augurio di buon lavoro a Erino Colombi confermato alla presidenza della Cna. La Confederazione rappresenta una delle realtà associative e produttive più importanti della nostra città e Colombi è stato, in questi anni, la miglior guida possibile. In un momento di difficoltà economica come questo l’augurio è quello di riuscire a superare la crisi lavorando sempre in stretta collaborazione. Mirko Coratti, presidente dell’assemblea capitolina La conferma di Erino Colombi alla presidenza della Cna è nel segno della continuità. Proprio in un momento economico difficile come quello attuale serve una guida certa e sicura come quella che Colombi ha assicurato in tutti questi anni ad una delle realtà produttive più importanti della Capitale. Auguri e buon lavoro al presidente Colombi. Massimo Caprari, capogruppo Centro Democratico all’assemblea capitolina La riconferma di Erino Colombi alla presidenza della Cna è una buona notizia che va nel senso della continuità per una categoria essenziale per lo sviluppo economico di Roma. Gli artigiani e le piccole imprese sono da sempre un elemento propulsivo della tessuto economico ed imprenditoriale della Capitale e in un momento di crisi come questo hanno bisogno di un’attenzione particolare anche da parte dell’amministrazione capitolina. Per questo a nome del Centro Democratico gli auguro i migliori auguri di buon lavoro. 9


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

10

Gli auguri delle istituzioni al presidente


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Photo Gallery

Assemblea elettiva 2013: le foto della giornata

11


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

12

Photo Gallery


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Photo Gallery

Assemblea elettiva 2013: le foto della giornata

13


Anno 2013 - CNA Roma Notizie Il Magazine della CNA di Roma

Cna Roma sulla stampa

15


CNA AREA METROPOLITANA DI ROMA Viale Guglielmo Massaia, 31 00154 Roma T.: 06 570151 (20 linee a.r.) F: 06 57015222 Email: info@cnapmi.com Website: www.cnapmi.org

AREA SUD Albano Laziale Via Vascarelle, 54 00041 Albano Laziale T: 06 9304976 - 06 9305527 F: 06 9304330 Email: sedealbano@cnapmi.com

AREA TIBURTINA Tivoli Villa Adriana Via Tiburtina, 114 00010 Tivoli T: 0774 381102 - 0774 381643 F: 0774 382187 Email: sedetivoli@cnapmi.com

Pomezia Via dei Castelli Romani, 15/A (Largo Urbino) 00040 Pomezia T: 06 9106664 F: 06 91624060 Email: sedepomezia@cnapmi.com

Roma Tiburtina Via Pietro Ottoboni, 50 00159 Roma T: 06 4394810 - 06 4394811 F: 06 4394812 Email: sedetiburtino@cnapmi.com

AREA TUSCOLANA Roma Cinecittà Via Vincenzo Lamaro, 15 (Centro Commerciale Cinecittà 2) 00173 Roma T: 06 2412803 - 06 2412606 F: 06 2412602 Email: sedetuscolana@cnapmi.com

AREA NORD Roma Clodia Circonvallazione Clodia, 29 00195 Roma T: 06 39751595 - 06 30610378 F: 06 39735368 Email: sedeprati@cnapmi.com

CNA POINT Piazzale Ionio Piazzale Jonio, 21 00141 Roma T: 06 88640910 F: 06 88640946 Email: info@cnapoint.it CNA POINT Tecnopolo Tiburtino Via Giacomo Peroni, 400/402 (Pl. 2) 00131 Roma T/F: 06 45667042 CNA POINT Fiumicino Via del Serbatoio, 28/B 00054 Fiumicino T: 06 81913571 CNA POINT Guidonia Via Numa Pompilio, 15 00012 Guidonia T: 0774 344600


Cna Roma Notizie n.5 2013-Congresso Elettivo Cna Roma  

Erino Colombi confermato Presidente Cna di Roma

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you