Page 1

FORLÌ-CESENA

www.cnafc.it

GENNAIO/FEBBRAIO 2017

IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I - ANNO XV – N° 2 DEL 01.02.2017 POSTE ITALIANE SPA - SPED. ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1 COMMA 1, DCB PO – COPIA: 0,10

LEGGE DI BILANCIO 2017 Come orientarsi fra le novità con i commenti e i “semafori” degli esperti CNA

CONSUMI

RAPPORTO PA CONTRIBUENTE

FISCO

LAVORO

PRIMO PIANO Nuova legge regionale: cosa cambia per il turismo

OPPORTUNITÀ Responsabilità sociale: un elemento distintivo

INVESTIMENTI

STORIE DI IMPRESE Cartoleria Scarabocchio di generazione in generazione

SPECIALE ELEZIONI CNA 2017 tutte le date delle assemblee


MARZO 2017 Martedì 7

ORE 20.30

BENESSERE E SANITÀ

Cesena

Sede CNA - Sala Brighi - Piazza L. Sciascia, 224

Giovedì 9

ORE 19.00

ARTISTICO E TRADIZIONALE

Forlì

Sede CNA - Sala Domeniconi - Via Pelacano, 29

ORE 19.00

INSTALLAZIONE E IMPIANTI

Forlimpopoli

Cedaiier - Via Maestri del Lavoro d'Italia, 129

ORE 19.00

ALIMENTARE

Forlimpopoli

Sede CNA - Via XXV Ottobre, 4/A int. 27

Mercoledì 15

ORE 18.00

PRODUZIONE

Forlì

Sede CNA - Sala Domeniconi - Via Pelacano, 29

Giovedì 16

ORE 20.30

AREA COLLINE FORLIVESI

Forlimpopoli Castrocaro

Sede CNA - Via XXV Ottobre, 4/A int. 27 Sede CNA - Via A. Costa 12

Domenica 19

ORE 10.00

FITA

Cesena

Sede CNA - Sala Brighi - Piazza L. Sciascia, 224

ORE 20.30

SERVIZI ALLA COMUNITÀ

Forlimpopoli

Sede CNA - Via XXV Ottobre, 4/A int. 27

ORE 18.30

FEDERMODA

Forlì

Sede CNA - Sala Domeniconi - Via Pelacano, 29

ORE 18.00

COSTRUZIONI

Forlimpopoli

Cedaiier - Via Maestri del Lavoro d'Italia, 129

Martedì 21

ORE 20.30

AREA FORLÌ CITTÀ

Forlì

Grand Hotel Forlì - Via del Partigiano, 12 bis

Mercoledì 22

ORE 18.00

COMUNICAZIONE

Cesena

Sede CNA - Sala Brighi - Piazza L. Sciascia, 224

Giovedì 23

ORE 20.30

AREA EST ROMAGNA

Savignano sul R. Sede CNA - Sala Allende - Corso Vendemini, 18

Sabato 25

ORE 9.30

PENSIONATI

Forlì

Sede CNA - Sala Domeniconi - Via Pelacano, 29

Giovedì 30

ORE 20.30

AREA CESENA VAL SAVIO

Cesena

Cesena Fiera - Via Dismano, 3845 - Pievestina

Lunedì 13

Lunedì 20

APRILE 2017 Mercoledì 5

ORE 18.00

CNA GIOVANI IMPRENDITORI

Lunedì 10

ORE 18.00

CNA PROFESSIONI

Martedì 11

ORE 19.00

CNA IMPRESA DONNA

Mercoledì 12

ORE 18.30

CNA TURISMO E COMMERCIO

Giovedì 13

ORE 18.00

CNA INDUSTRIA

Le seguenti assemblee si terranno a Forlì presso la Sede CNA - Sala Domeniconi in Via Pelacano 29


INTERVENTO

CNA E LE IMPRESE: CONNESSI AL CAMBIAMENTO Al via le assemblee per il rinnovo degli organi, essenza della vita democratica dell’Associazione. Perché è importante partecipare di Lorenzo Zanotti - Presidente CNA Forlì-Cesena

I prossimi mesi saranno mesi importanti per CNA Forlì-Cesena, perché si terranno le elezioni per il rinnovo degli organi della nostra Associazione. Le quattro aree territoriali, come anche le unioni di settore e i raggruppamenti di interesse, eleggeranno i propri rappresentanti. Qui accanto, si può trovare il calendario completo delle assemblee elettive. È importante per tutte le associate e gli associati partecipare, sia per esercitare il proprio diritto di voto, che come occasione per contribuire alla discussione e al confronto. E anche, perché no, decidendo di impegnarsi in prima persona, dando un contributo di tempo e di idee, come Dirigente Imprenditore dell’Associazione. Chi come me ha avuto la fortuna di visitare tante piccole medie imprese si è accorto che, varcata la porta del capannone, si scoprono micromondi incredibili, storie importanti, fatte di passione, dedizione al lavoro, momenti difficili e successi. CNA rappresenta tutto questo, in modo forte e autorevole, ed è una realtà unanimemente apprezzata e accreditata sia a livello locale che nazionale. L’unione fa la forza. Lo vediamo nel caso della class action per tutelare i nostri autotrasportatori contro la lobby dei

costruttori di camion, cui hanno aderito in Provincia imprese per un totale di 1.000 mezzi. Sfruttando i gruppi d’acquisto, abbiamo garantito ai nostri associati 1,2 milioni di euro di risparmi sui costi dell’energia elettrica e del gas; abbiamo messo in campo azioni di settore come il progetto Rigenerazione urbana. Per essere vicini alle imprese abbiamo non solo mantenuto la presenza capillare sul territorio, ma continuato a investire, come nella recentissima ristrutturazione della sede di San Mauro Pascoli. Quale può essere il ruolo della rappresentanza oggi? C’è anche chi mette in discussione l’associazionismo stesso, che andrebbe sostituito da un rapporto diretto fra cittadini e istituzioni. Crediamo, al contrario, che il modello associativo in questo momento storico abbia un’enorme forza rivoluzionaria. Insieme si possono affermare valori, condividere progetti e opportunità di sviluppo, avere servizi di supporto, difendere i propri interessi e anche – ultimo ma non meno importante – dire la propria opinione, sapendo che questa verrà ascoltata. Il tema delle assemblee elettive 2017 sarà, non a caso, “CNA e le imprese: connessi al cambiamento”. Vi aspetto numerosi!

Qui accanto il calendario completo degli appuntamenti elettorali per CNA ForlìCesena

IO L’IMPRESA | 3


Aprire un’attività?

CNA INVESTE SULLA RIPRESA. À T I L ATA I B IC A T IF N L CO EMP S À T I L

I B A T T N AI O C RF FO

3

€ 2 AL

€ 0

8

O T T

U T E

S E M

R P M

CO

E S E

I E V O U

R P M

N E L

A I C

E P S

O S E

Forlì-Cesena

cnafc.it

CONTA SU CNA


SOMMARIO INTERVENTO

3 CNA e le imprese:

connessi al cambiamento

6

7

PUNTASPILLI

6 Con CNA Formazione

3 corsi finanziati per giovani disoccupati

OPPORTUNITÀ

7 Responsabilità sociale:

un elemento distintivo per CNA Forlì-Cesena

FOCUS

8

16

8 Legge di Bilancio 2017:

una impostazione coraggiosa per agganciare lo sviluppo

10 Legge di Bilancio:

come orientarsi fra le novità con i commenti e i “semafori” degli esperti CNA

PRIMO PIANO

16 Nuova legge regionale:

cosa cambia per il turismo? STORIE

20

20 Scarabocchio, una nuova

21

cartoleria nel cuore del Ronco RICETTA DEL MESE

21 La ricetta di…

Piadina della Fedora BACHECA

22 Annunci gratuiti

IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I

Coordinamento editoriale: Franco Napolitano

Periodico – Aut. Trib. Prato n° 6 del 25/06/04 Chiuso in redazione il 1 febbraio 2017 Direttore responsabile: Barbara Lisei Direzione e amministrazione: Media Srl www.cnafc.it

Redazione Forlì-Cesena: Marco Boscherini, Veronica Bridi, Fatima Elghazioui, Fausto Folti, Silvia Foschi, Riccardo Guardigli, Marco Lucchi, Piergiorgio Matassoni, Massimo Montanari, Franco Napolitano, Davide Prati. Via Pelacano, 29 Forlì - Tel 0543 770200 e mail: redazione@cnafc.it Artwork e impaginazione: Menabò srl - Forlì - www.menabo.com

Seguici su http://www.facebook.com/cnaforlicesena

Stampa:

CILS - Cesena

http://www.youtube.com/user/cnafc

Hanno collaborato a questo numero: Fabio Bianchi, Gloria Campanini, Andrea Corsini, Sandro Fabbri, Paola Fava, Viviano Gentilini, Marco Laghi, Danila Padovani, Marco Roncoroni, Tania Sansovini, Mauro Silvagni, Lorenzo Zanotti, Maurizio Zoli.

Fotografie: Archivio CNA, Friend Studio di Carlo Parrinello (Forlì), Master Foto di Mirco Ricci (Cesena), Stignani Foto (Cesenatico)

IO L’IMPRESA | 5


PUNTASPILLI

CON CNA FORMAZIONE 3 CORSI FINANZIATI PER GIOVANI DISOCCUPATI Si parte a fine febbraio col corso di formazione superiore per Tecnico esperto nella gestione aziendale per la filiera della meccanica, con l’obiettivo di formare una figura che affianchi la direzione nel presidio e verifica costante dei processi aziendali per poter identificare linee strategiche di sviluppo. A Marzo seguiranno altri due corsi; il Disegnatore CAD esperto in Stampa 3D e prototipazione rapida, figura tradizionalmente ambita nel settore della metalmeccanica con una connotazione innovativa ed infine l’Esperto in Security & Safety System ovvero un tecnico nei sistemi domotici esperto in videosorveglianza e antintrusione esplicitamente sollecitato da imprese del settore. Tutti sono finanziati dalla Regione Emilia-Romagna e dal FSE, ognuno qualificherà 12 persone. Le imprese interessate ad ospitare uno stage gratuito di 240 ore possono contattare CNA Formazione al n° 0547 20592 o inviare una mail a gloria.campanini@cnaformazionefc.it.

LA FOTO CNA inaugura la nuova sede a San Mauro Pascoli Presenti al taglio del nastro il 28 gennaio tante imprese e rappresentanti delle istituzioni. La sede, oltre a voler rappresentare e offrire servizi a tutte le PMI del comune, avrà una particolare vocazione mettendo a valore l’esperienza pluridecennale nell’offrire servizi, progetti e azioni a supporto delle imprese nel settore della calzatura. Dentro la sede CNA di San Mauro, aprirà anche una sede locale di CNA Federmoda.

“Non importa quanto lentamente procedi, l’importante è che non ti fermi.” Confucio

6 | IO L’IMPRESA


OPPORTUNITÀ

di Fausto Folti

RESPONSABILITÀ SOCIALE: UN ELEMENTO DISTINTIVO PER CNA FORLÌ-CESENA Tredici imprese della Provincia premiate per il loro impegno in tema di Responsabilità Sociale: dieci sono socie di CNA Forlì-Cesena

01. Il gruppo delle imprese premiate

Si è concluso, con la consegna degli attestati, il progetto “La Responsabilità Sociale: un elemento distintivo per il territorio di Forlì-Cesena”, realizzato dal Cise e coordinato dalla Camera di Commercio della Romagna, che ha visto la partecipazione di tredici aziende del nostro territorio, dieci delle quali associate a CNA di Forlì-Cesena. Con questa iniziativa alle imprese è stato consentito, mediante l’utilizzo della metodologia Impresa Etica e della UNI PdR 18, di effettuare una analisi guidata in relazione ai temi della responsabilità sociale e della sostenibilità. Le UNI PdR 18 forniscono una serie di elementi a supporto dell’applicazione della UNI EN 26000, con attenzione particolare agli aspetti della materialità, della responsabilità di rendere conto e del coinvolgimento dei portatori di interessi. Lo stimolo è arrivato dalla convinzione di promuovere non

01

solo la conoscenza ma anche l’efficace implementazione dei principali strumenti a disposizione delle organizzazioni, per integrare la responsabilità sociale nelle proprie strategie ed attività. “CNA ha sempre prestato una grande attenzione – afferma il presidente provinciale Lorenzo Zanotti – al tema della Responsabilità Sociale, a partire dalle prime esperienze di collaborazione con il Cise, già oltre 10 anni fa, perché con essa le imprese e le organizzazioni forniscono all’esterno garanzie del proprio modo di agire consapevole e sostenibile”. “Queste linee di condotta – prosegue Zanotti – riconoscono il rispetto dei diritti dei lavoratori e consegnano ai consumatori utili informazioni sui comportamenti sociali delle aziende che essi finanziano acquistandone i prodotti ed i servizi, oltre che rendere evidente all’intera società civile, l’utilizzo di regole eque e condivise, valide anche

per il funzionamento e la tutela del mercato. La Responsabilità Sociale, pertanto, deve essere vissuta dalle imprese come una opportunità e non come vincolo”. “In questa ottica – sostiene Franco Napolitano, direttore generale di CNA Forlì-Cesena – l’impiego delle tecniche e procedure della responsabilità sociale, potrebbe rappresentare un elemento qualificante e distintivo, da considerare nella scelta delle imprese per la gestione degli appalti; queste imprese, che operano nel luogo in cui vivono e che per questo hanno a cuore l’intera comunità, sono ora anche nelle condizioni di garantire eticità e sostenibilità”. Le imprese associate a CNA Forlì-Cesena: Antonelli Edilizia, ATED 2, CWC Comunicazione, Coibent Plastic, Crociani Costruzioni 2, Edil Esterni, Gala Srl, Moffa Emilio, Stylcasa e Vis Mobility.

IO L’IMPRESA | 7


FOCUS

LEGGE DI BILANCIO 2017: UNA IMPOSTAZIONE CORAGGIOSA PER AGGANCIARE LO SVILUPPO Come orientarsi tra lavoro, welfare, fisco e investimenti. I successi conseguiti da CNA Diverse misure gettano le basi per consolidare la timida ripresa economica registrata nel 2016

8 | IO L’IMPRESA

Sono numerosi i risultati ottenuti da CNA a favore del sistema delle imprese con la Legge di Bilancio 2017: sostegno ai consumi, create per le PMI le condizioni per investire in macchinari innovativi e tecnologia; ricerca e sviluppo; agevolazioni per investire in start-up; sostegno all’occupazione. Il contributo di CNA, che ha tenuto conto delle proposte degli associati giunte anche dal nostro territorio, è stato prezioso e positivo sia in termini di discussione e confronto nella formulazione del testo iniziale, sia in termini di costruzione e successiva approvazione di proposte emendative che hanno permesso la modifica di parti che non collimavano con gli obiettivi delle nostre imprese. Ciò dimostra quanto sia importante il ruolo sindacale svolto dalla nostra associazione, sia a livello nazionale, sia regionale e provinciale, per portare all’attenzione dei decisori politici i

problemi segnalati dagli associati, le proposte e le soluzioni. La spinta ai consumi arriva dal rinvio dell’aumento delle aliquote Iva e delle accise, dall’aumento della No tax area pensionati fino a 8.000 euro anche per gli under 75, dalla platea ampliata per la quattordicesima anche per i lavoratori ex autonomi, dal blocco degli aumenti delle aliquote tributarie di Regioni e Comuni. Molto fitto il capitolo sugli investimenti. Prorogate al 31 dicembre 2017 le detrazioni per interventi di ristrutturazione edilizia (50%), acquisto di mobili collegati alle ristrutturazioni iniziate nel 2016 (50%), ecobonus (65%). Proroga al 31 dicembre 2021 della detrazione ecobonus per i condomini. Inoltre, credito d’imposta del 65% per la riqualificazione delle strutture ricettive (turismo e agriturismo). Confermato fino al 30 giugno 2018 il super ammortamento al 140% su beni

materiali strumentali nuovi e beni immateriali capitalizzati (software, app, sistemi informativi). Introdotto l’incremento dal 140 al 250% per gli investimenti in tecnologie funzionali alla trasformazione nell’ambito di Industria 4.0. Prorogati fino a dicembre 2018 i contributi della Nuova Sabatini per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature da parte delle PMI. Contributi statali maggiorati del 30% per investimenti delle PMI in tecnologie nell’ambito di Industria 4.0. Credito d’imposta del 50%, fino a 20 milioni di euro, per le spese in R&S, anche per la ricerca fatta da imprese italiane per conto di imprese estere. Potenziate dal 19 al 30% le detrazioni fiscali per investimenti di capitale fino a 1 milione di euro in start-up e PMI innovative. Incrementato di 47,5 milioni di euro il Fondo per la crescita sostenibile che finanzia le start-up innovative. Miglioramento anche nel


Legge di Bilancio 2017: una impostazione coraggiosa per agganciare lo sviluppo

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità, eventi e iniziative CNA? Lasciaci la tua mail. Scrivi a redazione@ cnafc.it

rapporto tra Pubblica Amministrazione e contribuente. Dall’1 luglio 2017 Equitalia viene soppressa, le competenze passano all’Agenzia delle Entrate. Aboliti gli studi di settore come strumento di accertamento: saranno usati come strumento di protezione da altri accertamenti. Introdotti indici sintetici di affidabilità fiscale. La centralizzazione degli acquisti in capo al Ministero dell’Economia e delle Finanze, prevede che non possano essere discriminate le micro e piccole imprese. Viene sostenuta l’occupazione. Confermata la detassazione dei premi di produttività, agevolazioni fiscali per coperture assicurative sulla non autosufficienza e malattie gravi, incentivi per previdenza complementare, sanità integrativa, partecipazione azionaria in azienda, welfare aziendale. Esonero contributivo per i giovani assunti con contratti a tempo indeterminato e apprendistato, benefici per as-

sunzioni con l’apprendistato di primo livello. Per la parte previdenziale, le partite Iva non ordinistiche avranno un’aliquota del 25% nella gestione separata Inps. Inoltre, accesso gratuito al cumulo dei periodi assicurativi ai fini pensionistici, anche per i lavoratori autonomi. L’imprenditoria femminile beneficerà del pensionamento anticipato per le lavoratrici autonome che hanno maturato i requisiti nel 2015, diritto all’astensione dal lavoro fino a tre mesi con indennità giornaliera del 90% per le lavoratrici autonome vittime di violenza di genere, proroga fino al 2018 dei voucher per asili nido e babysitting. Il capitolo Fisco prevede la riduzione Ires dal 27,5 al 24% per le imprese medio-grandi. L’Iri per le PMI va al 24% e si applica sul reddito che rimane in azienda, mentre l’Irpef si continua a pagare sulle somme prelevate.

FOCUS

L’introduzione del reddito per cassa, consente di tassare solo i redditi incassati. Con queste misure, che adesso dovranno essere armonizzate con quelle messe in campo dalla CNA di Forlì-Cesena, crediamo siano state gettate le basi per consolidare la timida ripresa economica registrata nel 2016 dalle PMI, ossatura portante dell’economia regionale. Il nostro giudizio sull’intero impianto della Legge di Bilancio è, pertanto, positivo. Essa, oltre ad incidere in modo diretto su molte variabili che riguardano le PMI, è decisamente “più strutturale” di tante che l’hanno preceduta, seguendo anche le indicazioni della UE relative al rilancio della domanda aggregata, ossia consumi privati ed investimenti pubblici. Una legge che finalmente punta in modo chiaro sulla competitività del “sistema Italia” e sullo sviluppo delle PMI, vera ossatura produttiva del paese.

IO L’IMPRESA | 9


Legge di Bilancio: come orientarsi fra le novità con i commenti e i “semafori” degli esperti CNA

LEGENDA

Qui tutte le novità

Aspetti positivi Problematicità Aspetti negativi

FISCO A cura di Maurizio Zoli - Responsabile Servizio Fiscale CNA Forlì-Cesena

TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

Credito d’imposta strutture ricettive

Il credito d’imposta per le strutture alberghiere nella misura del 30% è riconosciuto per i periodi d’imposta 2017 e 2018 e include anche le strutture agrituristiche. La percentuale del 30% è, tuttavia, aumentata al 65% qualora perseguano anche le finalità di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica e acquisto mobili/grandi elettrodomestici.

Proroga e rafforzamento della disciplina di maggiorazione della deduzione di ammortamenti Industria 4.0

Credito d’imposta per ricerca e sviluppo

10 | IO L’IMPRESA

L’agevolazione denominata “super ammortamento”, che consente di incrementare il valore di acquisto dei beni strumentali nuovi nella misura del 40%, viene prorogata in relazione agli acquisti effettuati: - nel periodo 01/01/2017 - 31/12/2017; - sino al 30/06/2018, a condizione che l’ordine sia accettato entro il 31/12/2017 e che negli stessi termini sia avvenuto il pagamento di acconti almeno del 20% del costo. Sono esclusi i veicoli a deducibilità limitata: autovetture, motocicli, ciclomotori e autocaravan. Limitatamente agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, secondo il modello “Industria 4.0” (esiste apposito elenco), viene introdotto un “iper ammortamento” che incrementa del 150% il costo sostenuto. Introdotto infine il super ammortamento del 40% per gli investimenti in immobilizzazioni immateriali strumentali per coloro che hanno diritto dell’iper ammortamento (esiste apposito elenco). Il “bonus R&S” viene prorogato al periodo d’imposta in corso al 31/12/2020. Le altre principali novità riguardano: - la misura di spettanza del bonus, che viene unificata al 50%; - in riferimento alle spese per il personale, il beneficio si applica per tutto il personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo, senza alcuna distinzione.

COMMENTO


Focus - Legge di Bilancio

Regime di cassa per i contribuenti in contabilità semplificata

Il reddito d’impresa per le ditte individuali e le società di persone viene determinato sulla base dei ricavi percepiti e delle spese sostenute. Restano confermate le attuali regole relative alle plusvalenze, minusvalenze, sopravvenienze, ammortamenti e accantonamenti. È possibile optare per il c.d. “regime del registrato”, in base al quale la data di registrazione dei documenti viene assunta anche quale data di incasso/pagamento.

Sostegno agli investimenti delle PMI

Prevista la possibilità di accesso a finanziamenti e contributi per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie (comprendenti anche investimenti in big data, cloudcomputing, banda ultralarga, sicurezza informatica, tecnologia RFID).

Estensione e rafforzamento delle agevolazioni per gli investimenti nelle start-up e nelle PMI innovative

In particolare è stato previsto: - innalzamento della soglia massima d’investimento detraibile da parte di persone fisiche ad e 1.000.000; - innalzamento da 2 a 3 anni del periodo minimo di detenzione dell’investimento; - innalzamento delle aliquote di detrazione e deduzione attualmente previste in un’unica aliquota del 30%. Le novità sono subordinate all’autorizzazione UE in materia di aiuti di Stato.

Imposta sul reddito d’impresa – IRI

Le imprese individuali e le società di persone in contabilità ordinaria possono optare per la tassazione del reddito d’impresa in modo proporzionale con l’aliquota del 24% e separatamente dagli altri redditi. L’opzione è vincolante per cinque esercizi. Lo scopo perseguito è quello di creare uniformità di trattamento fiscale con le società di capitali, e di favorire la capitalizzazione delle imprese. L’imprenditore, i suoi collaboratori famigliari e i soci, assoggettano a tassazione ordinaria Irpef, come reddito d’impresa o di partecipazione, le sole somme effettivamente prelevate.

Proroga della rideterminazione del valore di acquisto dei terreni e delle partecipazioni nonché della rivalutazione dei beni di impresa

Riproposta la rivalutazione delle partecipazioni non quotate e terreni edificabili, detenuti da persone fisiche al 1/1/2017. L’aliquota dell’imposta sostitutiva, viene fissata, per tutti i casi, nella misura dell’8%. Viene riproposta la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni. Deve essere effettuata nel bilancio 2016, riguardare tutti i beni appartenenti la stessa categoria omogenea e i vantaggi fiscali decorrono dal 2019. Si deve effettuare un versamento di una imposta sostitutiva pari al 16% per i beni ammortizzabili, e pari al 12% per i beni non ammortizzabili.

Riapertura dei termini in tema di assegnazione per cessione di taluni beni ai soci e di estromissione dei beni immobili del patrimonio dell’impresa da parte dell’imprenditore individuale

Società di persone e società di capitali potranno entro il 30 settembre 2017 decidere di assegnare o cedere ai soci beni immobili diversi da quelli strumentali per destinazione, non utilizzati come beni strumentali nell’attività d’impresa. Si applicherà una imposta sostitutiva dei redditi e dell’Irap pari all’8% che dovrà essere versata quanto al 60% entro il 30/11/2017 e per la restante parte entro il 16/6/2018. L’imprenditore individuale entro il 31/5/2017 può optare per l’esclusione dall’impresa dei beni immobili strumentali con effetto a decorrere dal 01/01/2017. Si applicherà una imposta sostitutiva dei redditi e dell’Irap pari all’8%, che dovrà essere versata quanto al 60% entro il 30/11/2017 e per la restante parte entro il 16/6/2018.

Modifiche alla disciplina IVA sulle variazioni dell’imponibile o dell’imposta

Eliminata la possibilità di emettere la nota di variazione IVA in diminuzione sin dal momento di assoggettamento ad una procedura concorsuale successiva al 1° gennaio 2017; di conseguenza anche per le procedure concorsuali avviate dal 1 gennaio 2017, bisognerà aspettare l’infruttuosità della procedura.

Eliminazione aumenti IVA per l’anno 2017

Rinviati al 1 gennaio 2018 tutti gli aumenti delle aliquote IVA. In pratica nel 2017 si confermano le aliquote IVA del 4%, 5%, 10% e 22%.

IO L’IMPRESA | 11


NOVITÀ COLLEGATO FISCALE TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

Soppressione Equitalia

A decorrere dal 1° luglio 2017 è soppressa Equitalia e l’esercizio delle sue funzioni sono affidate all’Agenzia delle Entrate.

Disposizioni recanti misure per il recupero dell’evasione

Introdotto l’obbligo di invio trimestrale dei dati delle fatture emesse e ricevute (spesometro) e dei dati delle liquidazioni IVA trimestrali. Concesso un credito di imposta di e100 ai soggetti che nell’anno 2016 hanno realizzato un volume di affari non superiore a e 50.000. Vengono abrogati i seguenti adempimenti: - comunicazione dei dati relativi ai contratti di leasing e noleggio; - modelli Intrastat relativi ad acquisti intracomunitari e prestazioni comunitarie ricevute; - comunicazione delle operazioni intercorse con operatori aventi sede, domicilio o residenza in Paesi Black list. È abrogato l’obbligo di inviare la comunicazione degli acquisti senza IVA da operatori di San Marino.

Rottamazione ruoli

Viene introdotta la definizione agevolata delle cartelle esattoriali di Equitalia negli anni tra il 2000 e il 2016. Il contribuente deve presentare un’apposita richiesta entro il 31 marzo 2017 e pagherà soltanto le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi; non sono invece dovute le sanzioni, gli interessi di mora e le eventuali somme aggiuntive.

Introduzione di indici di affidabilità fiscale per la soppressione degli studi di settore

Saranno individuati gli indici sintetici di affidabilità fiscale per attribuire diversi livelli di premialità per i contribuenti, anche in termini di esclusione o riduzione dei termini per gli accertamenti. Contestualmente all’adozione degli indici di affidabilità, cessano di avere effetto le disposizioni relative agli studi di settore e ai parametri.

Semplificazioni fiscali

Viene eliminata, per i professionisti, la presunzione di evasione con la quale si consideravano compensi i prelevamenti bancari non motivati. Per le imprese tale presunzione continua ad applicarsi ma soltanto con riferimento ad importi superiori a e 1.000 giornalieri e, comunque, a e 5.000 mensili.

Nuovi termini versamento saldo DR

Viene posticipato al 30 giugno la data entro la quale effettuare il versamento del saldo IRPEF e IRAP risultante dalla dichiarazione dei redditi. Rimane confermata la possibilità di eseguire il versamento entro i 30 giorni successivi, cioè entro il 30 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%.

Rimborsi IVA

È aumentato a e 30.000 (limite precedente: e 15.000) il limite entro il quale i rimborsi Iva possono essere chiesti senza apposizione del visto di conformità o presentazione di garanzie.

12 | IO L’IMPRESA

COMMENTO

PROFESSIONISTI IMPRESE


Focus - Legge di Bilancio

LAVORO A cura di Marco Roncoroni - Responsabile Servizio Paghe CNA Forlì-Cesena TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

Detassazione premi di risultato

Viene confermata, per l’anno 2017, la detassazione dei premi di risultato con delle novità. Aumento da e 2.000 a e 3.000 del limite di importo complessivo dei premi di risultato, la cui corresponsione è legata ad incrementi di produttività, assoggettati all’imposta sostitutiva pari al 10%. L’innalzamento del limite di importo complessivo dei premi di risultato passa da e 2.500 a e 4.000 per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro. È stata ampliata la platea dei beneficiari della detassazione, con l’innalzamento da e 50.000 a e 80.000 euro del limite di reddito di lavoro dipendente prodotto nell’anno precedente, individuato quale parametro di riferimento per l’applicazione del beneficio. Dal 2017 è prevista l’applicazione di speciali regimi in caso di conversione da parte del lavoratore del premio monetario con premio in natura. Viene prevista la totale esclusione dal reddito imponibile del valore dei fringe benefit, quali l’auto ad uso promiscuo, i prestiti agevolati o immobili concessi ai dipendenti. Quando tali benefici sono concessi al dipendente in sostituzione del premio monetario. Inoltre non si applicano le normali limitazioni quantitative previste dalla normativa fiscale, nell’ipotesi di conversione del premio monetario, per scelta del lavoratore con versamenti contributivi alle forme di previdenza complementare oppure a casse di assistenza sanitaria o con partecipazioni azionarie nella società datrice di lavoro. Infine viene introdotta una nuova norma, che prevede la non concorrenza alla formazione del reddito imponibile anche per i contributi e i premi versati dal datore di lavoro a favore della generalità dei dipendenti per prestazioni, anche in forma assicurativa, aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza o il rischio di gravi patologie.

Esclusioni dal contributo di licenziamento

È stata resa strutturale l’esenzione del contributo di licenziamento per i seguenti casi: a) licenziamenti effettuati in conseguenza di cambi di appalto, ai quali siano succedute assunzioni presso altri datori di lavoro; b) interruzione di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, nel settore delle costruzioni edili, per completamento delle attività e chiusura del cantiere

Aliquota professionisti iscritti alla gestione separata INPS

Viene prevista la riduzione al 25% dell’aliquota di contribuzione per i lavoratori autonomi, titolari di partita IVA, iscritti alla gestione separata INPS che non risultano iscritti ad altre gestioni di previdenza obbligatoria né pensionati. Resta fermo l’avanzamento dell’aliquota per gli altri soggetti iscritti alla gestione. Pertanto le aliquote contributive complessive valide per il 2017 sono le seguenti: - Professionisti titolari di Partita IVA privi di altra cassa previdenziale o non pensionati: 25,72% (per il 2016 l’aliquota era pari al 27,72%); - Collaboratori e soggetti assimilati, non assicurati ad altre forme pensionistiche obbligatorie: 32,72% (per il 2016 l’aliquota era pari al 31,72%); - Pensionati o titolari di altra tutela previdenziale obbligatoria: 24,00% (invariata rispetto al 2016)

Sgravi per contratti di solidarietà

Incremento di 15 milioni annui per il fondo per gli sconti contributivi, per i datori di lavoro che stipulano contratti di solidarietà difensivi. Le imprese che fanno ricorso a tali contratti beneficiano, per un periodo non superiore a 24 mesi, di una riduzione del 35% della contribuzione a carico del datore di lavoro dovuta per i lavoratori interessati alla riduzione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%.

Incentivi per l’apprendistato

Sono prorogati per l’anno 2017 i benefici ai datori di lavoro che assumono apprendisti con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. I benefici sono: - l’esenzione dal contributo di licenziamento; - la riduzione dell’aliquota contributiva dal 10% al 5%; - lo sgravio totale dei contributi a carico del datore di lavoro pari all’1,61% di finanziamento della Naspi e fondi interprofessionali. È invece scaduto al 31 dicembre 2016 lo sgravio contributivo per le piccole imprese correlato alle assunzioni di apprendisti con contratto professionalizzante.

COMMENTO

IO L’IMPRESA | 13


Sgravi alternanza scuola lavoro

Per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche in apprendistato, decorrenti dal 1/01/2017 al 31/12/2018, è riconosciuto, per un periodo massimo di 36 mesi, l’esonero dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail, nel limite massimo di un importo di esonero pari a e 3.250 su base annua. L’esonero spetta, a domanda e alle condizioni previste, ai datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% del monte ore previsto per le attività di alternanza. L’esonero si applica inoltre ai datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, o periodi di apprendistato in alta formazione.

Fondo di solidarietà per il settore della pesca

Si prevede che, entro il 31 marzo 2017, venga istituito presso l’INPS il Fondo di solidarietà per il settore della pesca (FOSPE), che dovrà erogare prestazioni ai dipendenti e a tutti gli imbarcati delle imprese di pesca, delle cooperative di pesca, compresi i soci lavoratori, in caso di arresto temporaneo obbligatorio deciso dalle autorità pubbliche competenti e in caso di sospensioni temporanee dell’attività di pesca per condizioni meteorologiche avverse o per ogni altra causa, organizzativa o ambientale, non imputabile al datore di lavoro, prevista dagli accordi e contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni sindacali e imprenditoriali del settore.

Sostegno al reddito per i lavoratori della pesca marittima

Per l’anno 2017 viene destinata una somma fino a 11 milioni di euro per il riconoscimento di un’indennità giornaliera onnicomprensiva pari a e 30 per ciascun lavoratore dipendente da imprese adibite alla pesca marittima, compresi i soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, nel periodo di sospensione dell’attività lavorativa derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio.

Congedo obbligatorio per il padre lavoratore

È stato prorogato anche per gli anni 2017 e 2018, il congedo obbligatorio (con indennità giornaliera a carico dell’INPS pari al 100%), per il padre lavoratore dipendente, che può utilizzarlo entro i cinque mesi dalla nascita del figlio. La durata del congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente è stata confermata a 2 giorni per l’anno 2017 e aumentata a 4 giorni per l’anno 2018, che possono essere goduti anche in via non continuativa. Per l’anno 2018 il padre lavoratore dipendente potrà astenersi per un ulteriore periodo facoltativo di un giorno previo accordo con la madre e in sua sostituzione in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.

I CITTADINI A cura di Fabio Bianchi - Responsabile CNA Cittadini Forlì-Cesena TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

Proroga detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica

È confermata la proroga fino al 2017 della detrazione IRPEF per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis, TUIR, alle condizioni previste per il 2016 (50% della spesa di importo massimo pari a € 96.000) ed è rivista la detrazione per gli interventi in zone sismiche. È disposta la proroga fino al 2017 della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica, alle condizioni previste per il 2016 (detrazione nella misura del 65%).

Interventi di riqualificazione energetica su parti comuni condominiali

Relativamente agli interventi di riqualificazione energetica su parti comuni degli edifici condominiali, la detrazione in esame è stata estesa alle spese sostenute fino al 2021. È inoltre previsto che la detrazione venga riconosciuta nella maggior misura del 70% e 75% nel rispetto di determinate condizioni.

Riduzione Canone Rai

È confermata per il 2017 la riduzione del canone di abbonamento per uso privato a € 90 (in precedenza € 100).

14 | IO L’IMPRESA

COMMENTO


Focus - Legge di Bilancio

Sisma Bonus

È disposto che, per le spese sostenute dall’1/1/2017 al 31/12/2021 e con procedure autorizzatorie iniziate dopo l’1.1.2017, relative ad edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zona 1, 2 e 3) riferite a costruzioni abitative e ad attività produttive, è riconosciuta una detrazione del 50% fino ad un ammontare delle stesse non superiore a € 96.000 da ripartire in 5 quote annuali di pari importo. È inoltre disposto che, qualora dalla realizzazione degli interventi anzidetti derivi una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio: - a una classe di rischio inferiore, la detrazione è riconosciuta nella misura del 70%; - a due classi di rischio inferiori, la detrazione è riconosciuta nella misura dell’80%

Bonus mobili ed elettrodomestici

La detrazione IRPEF (50% su una spesa massima di € 10.000 fruibile in 10 quote costanti) prevista per i soggetti che sostengono spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio per il quale si fruisce della relativa detrazione, è ora riconosciuta: - limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dall’1/1/2016; -per le spese sostenute nel 2017.

Detrazione IRPEF frequenza scolastica

È stato rivisto il limite della detrazione IRPEF (19%) spettante per le spese di frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, che ora risulta pari a € 564 per il 2016, € 717 per il 2017, € 786 per il 2018 e € 800 per il 2019.

Bonus cultura 18enni e Bonus strumenti musicali

È confermata anche per il 2017 la concessione del c.d. “Bonus cultura”, usufruibile per fini culturali, dai soggetti che compiono 18 anni. È stato riproposto anche nel 2017 il contributo pari al 65% del prezzo per un massimo di € 2.500, per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, a favore degli studenti iscritti ai licei musicali e ai corsi dedicati.

Premio nascita

Nell’ambito delle misure a sostegno della famiglia e della maternità, è inoltre stata prevista l’introduzione, con decorrenza 1° gennaio 2017 di un premio alla nascita o all’adozione di minore dell’importo di e 800. Tale premio viene erogato direttamente dall’INPS in unica soluzione su richiesta della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione, senza alcun vincolo di reddito.

Voucher babysitter

Anche per gli anni 2017 e 2018, nei limiti di spesa individuati, viene confermata la possibilità (introdotta dalla Legge n. 92/2012) per le madri lavoratrici, anche autonome o imprenditrici, di richiedere al termine del periodo di congedo di maternità, per gli 11 mesi successivi ed in alternativa al congedo parentale, la corresponsione da parte dell’INPS di un contributo di e 600 mensili, per un massimo di 6 mesi, utilizzabile per: l’acquisto di servizi di baby-sitting o far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.

Buono nido

A partire dal 2017 viene riconosciuto un buono pari a e 1.000 annui, relativo ai nati a decorrere dal 1° gennaio 2016, erogato per far fronte al costo delle rette riguardanti la frequenza di asili nido pubblici e privati, o per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore di bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche. Il buono viene corrisposto dall’INPS, nel limite delle risorse stanziate per gli anni 2017-2020, al genitore richiedente, previa presentazione di idonea documentazione relativa all’iscrizione ed al pagamento della retta a strutture pubbliche o private. L’agevolazione non è cumulabile con la detrazione del 19% della spesa sostenuta per la frequenza degli asili nido; e non è fruibile contestualmente con il beneficio dei voucher baby-sitter.

Lavoratrici autonome – estensione del congedo per vittime di violenza

È stato esteso alle lavoratrici autonome, nella misura massima di tre mesi, il diritto all’astensione dal lavoro per le donne vittime di violenza, già riconosciuto alle lavoratrici dipendenti dal Decreto n. 80/2015. Nel corso di tale periodo di congedo la lavoratrice autonoma ha diritto a percepire un’indennità giornaliera pari al 80% del salario minimo giornaliero fissato per la qualifica di impiegato e previsto per il versamento della contribuzione.

IO L’IMPRESA | 15


PRIMO PIANO

di Fausto Folti

NUOVA LEGGE REGIONALE: COSA CAMBIA PER IL TURISMO? Operativa a breve, la legge che riforma l’intera organizzazione turistica regionale: dalla promozione del prodotto, alla valorizzazione di territori ed eccellenze Dopo quasi venti anni, la regione abroga la legge 7/98 e muta radicalmente il proprio orientamento in tema di promozione turistica, puntando decisamente sui territori come sistema. Questa risposta strategica ai cambiamenti che sono intervenuti sul mercato turistico, mette in primo piano le “aree vaste a finalità turistica” come bacino

ottimale per una promozione territoriale a tutto campo e riordina ruoli e competenze degli attori, sia pubblici che privati, in materia. La legge dovrebbe essere pienamente operativa entro marzo: vediamone gli elementi essenziali ed i possibili riflessi sui sistemi locali. L’intervista all’Assessore re-

gionale al Turismo Andrea Corsini. 1. Cosa ha motivato il cambio di indirizzo regionale in materia di Turismo? E quali sono i punti salienti della nuova normativa? In un’economia come quella turistica, in continua mutazione, anche il sistema di governo deve essere al passo con i tem-

L.R. 4/2016 – ORDINAMENTO TURISTICO REGIONALE - SISTEMA ORGANIZZATIVO E POLITICHE DI SOSTEGNO ALLA VALORIZZAZIONE E PROMO-COMMERCIALIZZAZIONE TURISTICA a. passaggio da una promozione di singoli prodotti – mare, appennino, città d’arte, terme – ad una di territori; b. sviluppo di politiche di marketing territoriale che pongono al centro le “grandi offerte turistiche di Area Vasta”, mettendo a sistema le tante eccellenze esistenti; c. adattare l’offerta turistica regionale alle esigenze dei nuovi consumatori, che non cercano più “solo luoghi” da conoscere ma anche “esperienze” da vivere; d. creazione delle Destinazioni Turistiche, enti pubblici strumentali degli enti locali che definiscono, in collaborazione con la componente privata, i prodotti e le offerte su cui investire i fondi per la promo-commercializzazione.

16 | IO L’IMPRESA


Nuova legge regionale: cosa cambia per il turismo?

01

01. L’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini

pi: la legge 7 risaliva al 1998 e, sebbene ancora valida, limitava la promo-commercializzazione entro gli ambiti dei “prodotti”. I mercati, soprattutto quelli internazionali, agiscono su logiche più ampie, dove destinazione e prodotti si intrecciano: il nuovo ordinamento considera tutto ciò e, anzi, si spinge oltre, proponendo brand territoriali e sistematizzando anche la gestione delle informazioni su area vasta. Di certo il punto saliente è la nascita delle Destinazioni, che rappresentano un modello di governo innovativo, oltre ad essere punto di snodo delle politiche turistiche dell’area grazie ad una stretta relazione con il sistema dell’imprenditoria privata, relazione che si sviluppa nella Cabina di regia delle stesse Destinazioni. 2. Le Destinazioni, sembrano quindi rappresentare l’elemento più innovativo in materia di governo della promozione turistica: potrebbero

PRIMO PIANO

01

ridurre il peso e l’autonomia degli enti territoriali che, a vario titolo, in precedenza avevano un ruolo sulle scelte locali? Al contrario: essendo partecipate solo dagli Enti Locali, le Destinazioni rappresentano il luogo deputato a governare la strategia del territorio in termini di marketing, comunicazione, prodotto, brand, eventi, informazioni ed accoglienza. Un sistema ben coordinato e pianificato non solo permette ai singoli Enti Locali di manifestare il proprio volere ed il proprio pensiero strategico, ma anche di usufruire dei vantaggi che solamente un “fare d’insieme” permette di ottenere, anche considerando il budget a disposizione. Inoltre, le scelte legate all’attività di animazione turistica del proprio ambito rimangono sempre in seno all’Ente Locale proponente. 3. Puntare ad un’“offerta di Area Vasta” è una scelta stra-

tegica: esiste il rischio che all’interno di una Destinazione vi siano territori con un “peso specifico” maggiore rispetto ad altri? Si tratta di un rischio che il nostro sistema turistico non corre perché l’esperienza di oltre 15 anni di legge 7 ha prima dato avvio, e poi consolidato, un modello di relazione e condivisione territoriale: un modello che oggi, con la Legge 4/2016, viene perfezionato ed ampliato. Ritengo quindi il nostro passato come la base essenziale per favorire un sistema omogeneo, nel quale tutti i territori dovranno sentirsi partecipi. Vi è infatti la consapevolezza, anche da parte dei territori più significativi dal punto di vista turistico, che si vince la competizione internazionale solo se si è in grado di proporsi senza confini amministrativi ed anzi ampliando l’offerta, valorizzando e coinvolgendo appieno i valori, le tipicità e l’identità delle località minori.

IO L’IMPRESA | 17


PRIMO PIANO

Coinvolgimento di tutti gli attori locali e condivisione dei programmi come condizione per una efficace promozione territoriale

Segui il Cuore Buono d’Italia su facebook.com/ cuorebuonoditalia

18 | IO L’IMPRESA

Il turismo “riscopre” il territorio e lo fa per due buone ragioni. La prima, perché esso è l’unica variabile in grado di unificare le varie componenti al proprio interno – singoli prodotti – e di proporsi come luogo che offre sensazioni ed esperienze. La seconda, perché esprime un elemento economico che non si può sottovalutare: nelle società avanzate è evidente, come mai in precedenza, che la ricchezza è prodotta sempre meno dai settori primario e secondario e che le attività dei servizi di accoglienza, cultura e tempo libero assumono un peso di tutto rilievo. “Queste motivazioni sono già sufficienti – sostiene Lorenzo Zanotti, presidente di CNA Forlì-Cesena – per concordare con il cambio di indirizzo regionale relativo alle politiche di valorizzazione territoriale. Occorre, però – prosegue Zanotti – che tutti gli attori locali condividano questo impianto, mettendo a sistema le rispettive competenze ed esperienze, in una lo-

gica di fattiva collaborazione. In altri termini, dobbiamo creare una “esperienza turistica”, che non si lega più ad uno specifico prodotto ma ricerca un coinvolgimento sensoriale”. “L’impianto generale della legge – afferma Franco Napolitano, direttore generale di CNA Forlì-Cesena – è condivisibile e la previsione delle Destinazioni alza decisamente l’asticella sulle aspettative di valorizzazione delle aree vaste. Ora resta da vedere, nella pratica, la concreta operatività di questi enti strumentali che, se da un lato non devono sminuire il ruolo degli enti locali, dall’altro devono costruire un piano di promozione unitario tra territori a differente peso e valore turistico. Ci rendiamo da subito disponibili per concorrere alla definizione della strategia promozionale della neonata Destinazione turistica Romagna, che comprende le Province di Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna e Ferrara”. CNA di Forlì-Cesena, proprio

nella logica di valorizzare il territorio, oltre alle imprese ed ai prodotti, da un anno è titolare di un Marchio collettivo di Qualità che veicola, con il Cuore Buono, i concetti di centralità e qualità territoriale. Il brand vuole concorrere a suscitare “motivazioni allo spostamento”, in linea con i mutamenti registrati sul mercato e che vedono il turista ricercare sempre di più “sensazioni da vivere”, piuttosto che prodotti da consumare e luoghi da osservare: in sostanza, vogliamo diffondere esperienze. Il marchio, frutto del lavoro del raggruppamento di interessi CNA turismo e commercio, è disponibile per le imprese che ritengono di aggiungere, alla propria immagine, questo “valore” di appartenenza territoriale. Nella pagina a fianco, tutte le informazioni e i contatti per le imprese che fossero interessate ad aderire al marchio “ForlìCesena Cuore Buono d’Italia”.


Nuova legge regionale: cosa cambia per il turismo?

PRIMO PIANO

CUORE BUONO D’ITALIA: COME ADERIRE Chi può aderire al marchio di qualità territoriale di CNA Forlì - Cesena: imprese iscritte a CNA Forlì-Cesena, dei settori dell’enogastronomia, benessere e salute, accoglienza turistica, artigianato artistico e tradizionale e diffusione della cultura e tradizione locale. Come richiedere la concessione del marchio: - presentazione di apposita domanda; - verifica da parte di CNA Forlì-Cesena dei requisiti necessari; - concessione dell’utilizzo del marchio; - iscrizione dell’azienda in apposito elenco dei concessionari, pubblicato sul sito di CNA Forlì—Cesena. Tutto il materiale necessario è scaricabile dal sito www.cnafc.it. Per informazioni: dott. Marco Laghi, 0543770108 – marco.laghi@cnafc.it

MOFFAEMILIO LAVORI EDILI & NUOVE COSTRUZIONI ECONATURALI

Via Roma 128/A 47014 Meldola (FC)

Cell. 347 3232057 moffa.emilio@virgilio.it

Attestazione n° 17247/11/00 IO L’IMPRESA | 19


STORIE

di Veronica Bridi

SCARABOCCHIO, UNA NUOVA CARTOLERIA NEL CUORE DEL RONCO Ce la racconta Tania Sansovini, che con la sua simpatia e creatività è l’anima del negozio, punto di riferimento per gli abitanti del quartiere Da me puoi stampare etichette personalizzate per i bambini, sia per libri e quaderni che altro materiale

01 Tania Sansovini nella sua cartoleria

20 | IO L’IMPRESA

Un grande sorriso è la prima cosa che ci accoglie quando varchiamo la porta della Cartoleria Scarabocchio: è quello della titolare, Tania Sansovini, che ha avviato l’attività nel maggio 2015. Siamo in via F. Baracca, nel cuore del Ronco, popoloso quartiere di Forlì che ospita circa 6.000 abitanti. Un negozio che è diventato un punto di riferimento per la comunità che vi risiede. A partire dalle scuole del quartiere: “grazie alla collaborazione e alle segnalazioni dei rappresentanti di classe – ci spiega Tania – ho potuto adattare la mia offerta a quelle che sono le reali necessità degli alunni. Ho imparato, ad esempio, che ci sono certi metodi didattici che richiedono una particolare attrezzatura e quindi vedo di farmi trovare pronta per le esigenze delle famiglie”. Una spiccata sensibilità e capacità di ascolto dei bisogni: “oltre alla semplice vendita – conti-

01

nua Tania – sono davvero tanti i piccoli e grandi servizi che mi vengono richiesti: dall’iscrizione online dei figli a scuola per le famiglie che non hanno la possibilità di farlo autonomamente, alla confezione di pacchi regalo, alle creazioni con i palloncini per le feste dei bambini, ai consigli alle nonne che vengono a cercare un pensierino per i loro nipoti. Un servizio particolarmente apprezzato è quello di fermo point, per cui un cliente può decidere di far consegnare qui da me un pacco da un corriere”. L’assortimento della Cartoleria Scarabocchio è bilanciato tra cartoleria, in particolare per la scuola, e giocattoli, esposti in bella vista su una lunga parete. Un’esposizione centrale è dedicata all’offerta stagionale: Natale, carnevale, San Valentino, bomboniere… per essere sempre pronti per le varie ricorrenze. Tania Sansovini dimostra, grazie alle sue esperienze professionali pre-

cedenti, di avere una grande vocazione per il marketing e la promozione della sua attività: offerte speciali che ruotano ogni tre settimane, apprezzatissime dai suoi clienti perché costruite su misura delle loro segnalazioni e necessità. Ma anche simpatici eventi, come la giornata di scambio di figurine. Un’attività che affonda le sue radici nel passato: “in questo stesso edificio – conclude Tania – mia nonna aveva un emporio, dal nome evocativo Il regno di tutti, che poi è stato portato avanti fino al 1988 dalla figlia e dalla nuora, mia madre. Ho voluto riprendere questa tradizione, cercando di interpretarla con lo spirito e con i contenuti dei giorni nostri. Una tradizione che ho voluto rinnovare è quella della consegna dei doni natalizi: pensate che nell’ultimo anno di attività mia zia aveva sei babbi Natale che facevano le consegne! Un servizio che propongo anche io”.


RICETTA DEL MESE

LA RICETTA DI... PIADINA DALLA FEDORA La riscoperta di un piatto semplice TAGLIATELLE PAGLIA E FIENO AL RAGÙ Ingredienti • 1 kg di farina • Farina tipo 00 • Uova

• Spinaci • Macinato di carne misto • Cipolla, carote e sedano

Preparazione della Pasta Fresca: Preparare due impasti equicomposti (quantità per 2 persone). Il primo, da farina tipo 00 e uova in rapporto di 100gr. di farina e 1 uovo intero = circa 50gr. Il secondo impasto con 100gr. di farina e 30gr. di uova e 20gr. di spinaci precedentemente bolliti, scolati, raffreddati, strizzati e passati con il passatutto o tritati finemente. Lasciare riposare l’impasto per un po’ e in seguito stendere entrambi i composti separatamente con il mattarello. Lasciare asciugare e tagliare

poi in strisce, tipo tagliatelle, di 8 mm circa, le sfoglie così create. Preparazione del Ragù: Fare soffriggere insieme cipolla, carote e sedano, tritati finemente, per un attimo, con olio di oliva e condire con sale-pepe q.b. Unire il macinato misto e lasciarlo appassire per un attimo e profumare il tutto con una spruzzata di vino rosso. Lasciare evaporare a fuoco alto. Aggiungere la polpa e la passata di pomodoro e aggiustare di sale e pepe. Unire dell’acqua (circa ¼ della quantità del composto) e

PIADINA DALLA FEDORA A pochi passi da Longiano si trova Ponte Ospedaletto dove la Trattoria e Tavola Calda “Piadina dalla Fedora” ha sede. La storia inizia nel 1980 con mamma Fedora che fornisce un servizio alimentare tradizionale con piadina, spianata, crescioni e pizza al taglio da asporto. Passato il testimone al figlio Mauro, la

• Passato e polpa di pomodoro • Vino rosso • Parmigiano lasciare bollire il tutto per minimo 2 ore. Preparazione del Piatto: Fare bollire abbondante acqua con sale q.b. Buttare giù nella pentola d’acqua le tagliatelle gialle e verdi insieme e continuare la cottura per qualche minuto fino a che la pasta salga e galleggi. A questo punto scolare la pasta. Impiattare la pasta in un piatto e condirlo con il ragù a piacere aggiungendo un filo di extra-vergine crudo e servire con a parte del Grana Padano. Buon appetito!

nuora Stefania e la nipote Daniela, la tradizione romagnola si è arricchita con piatti tipici (tagliatelle, strozzapreti, ravioli e gnocchi) ma non viene a meno la tradizione, il sapore e la fragranza della piadina. I tre portano avanti le tradizioni culinarie della Fedora, proseguendo il mestiere imparato dalla “Azdora”. Vai su www.piadinadallafedora.com

IO L’IMPRESA | 21


BACHECA

Gli annunci vanno inviati a: redazione@cnafc.it

ANNUNCI GRATUITI CEDESI licenza taxi del Comune di Forlì. Rivolgersi a Claudio - cell. 3396537764. CEDESI avviata attività di piadineria e pasta fresca in zona di forte passaggio a Forlì. Per informazioni 327 1881750 (classe energetica in corso di definizione) AFFITASI struttura commerciale, artigianale, suddiviso in 3 unità (mq 520, mq 380, mq 220) fabbricato nuovo con ottime rifiniture interne ed esterne compreso di servizi ed uffici. Zona artigianale a Gatteo Mare (trecento metri da centro commerciale Romagna Shopping Valley-Iper), via O. Respighi 12. Per info. 335 1362276. AFFITTASI Laboratorio artigianale a Forlì Via Castello 6 (dietro alla Questura di Corso Garibaldi) di circa mq. 103 con due ingressi a vetrata indipendenti anche per autocarri, a € 500 (no spese di condominio). Per info 329 6487777 o e-mail gibymeris@hotmail.it. Libero da subito classe energetica N.D.) CEDESI avviata attività di agenzia di affari e commercio auto usate in Meldola. Prezzo interessante. Per info cell 338 6519135 AFFITTASI laboratorio artigianale a Forlì in via Monte Santo 16, mq. 140, altezza mt.5. (classe energetica in corso di definizione) per info: dott. Giorgio Olivieri 0543 33105. CEDESI avviata attività (esperienza pluriennale con clientela acquisita) di noleggio con conducente causa pensionamento del titolare. Licenza più automezzo (autobus 55 posti in ottime condizioni). Per info tel. 3356159277

Occhiale da vista completo con lenti antiriflesso € 110,00

Occhiale da vista completo con lenti senza antiriflesso € 60,00

CONSEGNA RAPIDA

OCCHIALI VISTA/SOLE RIPARAZIONI LENTI A CONTATTO CONTROLLO DELLA VISTA GRATUITO

AFFITTASI negozio già disponibile ad uso commerciale/ artigianale di mq. 40 in Cesena via Carducci n. 31 - per informazioni chiamare Maurizio tel. cell. 328 8516151 CEDESI in Cesena attività artigianale e commerciale. Posizionata su strada di forte passaggio, ottima clientela, vasto pacchetto clienti. Presente sul territorio Cesenate da oltre 30 anni, settore in costante espansione: Vendita, montaggio e riparazione di: tapparelle, tende da sole, zanzariere, infissi in genere. Possibilità di ampliamento con inserimento di articoli per l’edilizia. Possibile affiancamento iniziale PREZZO INTERESSANTE. Informazioni solo in modo riservato. Per info 339 7049852 VENDESI negozio di frutta e verdura a Forlì, clientela assicurata, vero affare! Certificazione energetica in corso di definizione. Per info. tel. 338 3365479 AFFITTASI negozio Via De Amicis Ang. Piazza Cavour, Forlì con laboratorio da barbiere compreso nel canone € 400,00 (disponibile anche vuoto) Alberto 333 8287102 VENDESI banconi da lavoro in legno altezza cm. 90, lunghezza cm. 275, larghezza cm. 110 per inutilizzo. Per info 346 1864471.

DA NOI PUOI TROVARE

CASQUO’

IL PROGRAMMA CHE ASSICURA I TUOI OCCHIALI CONTRO I RISCHI DEL FURTO E DI ROTTURA DELL’OCCHIALE CENTRO SPECIALIZZATO LENTI PROGRESSIVE

OCCHIALI DA SOLE

SCONTO 20% TUTTO L’ANNO

22 | IO L’IMPRESA

VENDESI zona Carpena (anche a porzioni ) fabbricato artigianale in muratura ( ex lab. confezioni ancora funzionale) con riscaldamento a pavimento, aria condizionata, doppi vetri e zanzariere, impianto di allarme con videosorveglianza , grande piazzale antistante l’ingresso e con annessa abitazione soprastante. Lab. mq 500 classe energetica (B) abitaz. mq 120 classe energetica (E) Per info 335 5478392

Chiuso il Lunedì - Giovedì Aperto tutto il giorno

VIA MATTEOTTI 28/F - FORLIMPOPOLI

TEL . 0543 744126


Servizi ForlĂŹ-Cesena

AMBIENTE E SICUREZZA. UNA SOLA BUONA REGOLA: L’ASSISTENZA CNA. Ambiente, sicurezza e igiene degli alimenti: una fitta foresta di obblighi e norme da tenere sotto controllo per essere sempre in regola. Puoi dedicargli buona parte del tuo lavoro oppure scegliere il contratto di assistenza CNA.

COSA TI OFFRIAMO

Un consulente che mette a punto per la tua impresa un piano personalizzato Monitoraggio delle scadenze Aggiornamenti normativi tramite Newsletter Controlli periodici in azienda, aggiornamenti professionali di alto profilo, consulenza telefonica, assistenza in caso di contenzioso Sconto sui servizi specifici CONTA SU CNA ANCHE PER

Elaborazione MUD Redazione dei piani di autocontrollo alimentare Valutazione dei rischi Rilascio di autorizzazioni ambientali

T 0543 770111

cna@cnafc.it

www.cnafc.it

seguici su seguici su


CNA TI PAGA PAGA CNA TI INTERESSI. GLI GLI INTERESSI.

ZERO ZEROINTERESSI? INTERESSI?CNA CNAinveste investesulla sulla tua impresa. ZERO INTERESSI? CNA investe sullatua tuaimpresa. impresa.

GIÙ GIÙIIICOSTI COSTIPER PERPRESTITI PRESTITIFINO FINO AAA25.000 25.000 €€€ GIÙ COSTI PER PRESTITI FINO 25.000 SeSeperperaprire aprirela latuatuaimpresa impresahaihaibisogno bisognodi diununprestito prestitobancario bancarioperperinvestimenti investimentinon nonpreoccuparti preoccupartideidei

Secosti perche aprire la tua CNA impresa hai bisogno diimprese unimprese prestito bancario per con investimenti non preoccuparti dei costi checrescono. crescono. CNAsostiene sostiene le lenuove nuove che che si siassociano associano conununcontributo contributo straordinario. straordinario. costi che crescono. CNA sostiene le nuove imprese che si associano con un contributo straordinario. Cosa Cosati tioffriamo: offriamo: Cosa ti offriamo: Ti paghiamo gligli interessi interessi sulsul tuotuo finanziamento finanziamento bancario bancario finofino a a • Ti• diamo Ti diamo consulenza consulenza e supporto e supporto nell’avvio nell’avvio di impresa. di impresa. • Ti• paghiamo • 25.000 Ti paghiamo glicontributo interessi sul tuo 4% finanziamento bancario fino a consulenza especifica supporto nell’avvio disettore. impresa. 25.000 €, €, concon contributo massimo massimo 4% sugli sugli interessi interessi pagati. pagati. ••TiTi• offriamo Tidiamo offriamo consulenza consulenza specifica per per il tuo il tuo settore. 25.000 massimo 4%di ammissibilità sugli interessi pagati. consulenza specifica il tuo settore. Questo Questo contributo contributo è€, soggetto ècon soggetto a contributo limitazioni, a limitazioni, verifica verifica di avere di avere i requisiti i requisiti di ammissibilità presso presso le sedi le sedi CNA.CNA. ••TiTi• seguiamo Tioffriamo seguiamo perper quanto quanto riguarda riguarda laper contabilità. la contabilità. Questo contributo è soggetto a limitazioni, verifica di avere i requisiti di ammissibilità presso le sedi CNA. • Ti seguiamo per quanto riguarda la contabilità.

cnafc.it cnafc.it cnafc.it

Forlì-Cesena Forlì-Cesena Forlì-Cesena

ViaVia Pelacano Pelacano 29 29 47122 47122 Forlì Forlì Via Pelacano 0543 0543 770111 77011129 47122 Forlì 0543 0543 770301 770301 0543 770111 cna@cnafc.it cna@cnafc.it 0543 770301 www.cnafc.it www.cnafc.it cna@cnafc.it www.cnafc.it

MESSAGGIO PUBBLICITARIO CON FINALITÀ PROMOZIONALE MESSAGGIO PUBBLICITARIO CON FINALITÀ PROMOZIONALE

MESSAGGIO PUBBLICITARIO CON FINALITÀ PROMOZIONALE

Un prestito fino 25.000 Un Unprestito prestitofino finoaaa25.000 25.000€€€ per la tua nuova attività? perla latua tuanuova nuovaattività?

IO L'Impresa - Gennaio/Febbraio 2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you