Page 1

FORLÌ-CESENA

IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I - ANNO XV – N. 35 DEL 3.11.2017 POSTE ITALIANE SPA - SPED. ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1 COMMA 1, DCB PO – COPIA: 0,10

www.cnafc.it

NOVEMBRE 2017

SOSTENERE LA RIPRESA INTERVENENDO SU FISCO, BUROCRAZIA, LENTEZZA Intervista a Daniele Vaccarino, riconfermato alla presidenza di CNA nazionale

UNIONI Autotrasporto: lavorare in sicurezza

STORIE DI IMPRESE Redentor, tra luppolo e ribollir dei tini

OPPORTUNITÀ Progetto Energia: opportunità da cogliere

OPPORTUNITÀ Gal: un contributo allo sviluppo

PENSIONATI Promuovere l’invecchiamento attivo


INTERVENTO

CNA FA LA SUA PARTE PER SOSTENERE L’AEROPORTO L’unica associazione di imprese del territorio che si è impegnata concretamente nella cordata che punta a rilanciare l’aeroporto della Romagna di Lorenzo Zanotti - Presidente di CNA Forlì-Cesena, e Franco Napolitano - Direttore generale di CNA Forlì-Cesena Mentre scriviamo, il progetto che punta a rilanciare l’aeroporto della Romagna è in fase di evoluzione. Alcune cose, però, è bene sottolinearle. CNA Forlì-Cesena è stata l’unica associazione di imprese che non si è limitata a fare dei proclami, ma ha fatto qualcosa di concreto, impegnandosi direttamente a entrare nella compagine sociale della cordata che punta a rilanciarlo. Con questa iniziativa, che parte dal territorio, vogliamo dare un’opportunità agli oltre 10.700 imprenditrici e imprenditori che aderiscono a CNA nella nostra Provincia. Questo per noi è il senso di fare associazionismo oggi: insieme si può arrivare dove non è possibile alla singola impresa. L’aeroporto è un asset strategico, può dare opportunità di lavoro alle imprese, pensiamo in particolare ai comparti del trasporto (sia persone che merci), dell’agroalimentare oltre che naturalmente del turismo. Notevole anche l’indotto in termini di beni e servizi che si creerebbe, si possono stimare investimenti in infrastrutture per circa una decina di milioni di euro, non solo a Forlì ma nell’intera provincia. Il coinvolgimento delle nostre imprese, che ricordiamo sono quelle

radicate nel territorio e che non delocalizzano, porterebbe valore al progetto in termini di servizi flessibili e di qualità. L’aeroporto di Forlì è una risorsa non solo per la nostra Provincia ma per tutto il sistema Romagna, un bacino importante sia dal punto di vista dell’estensione territoriale sia dei possibili fruitori. Quello che sosteniamo è un progetto strategico perché l’obiettivo è di farlo diventare un’infrastruttura che si connette strettamente con le altre presenti sul territorio, pensiamo al porto di Ravenna o all’interporto di Cesena. Vogliamo contribuire ad accorciare le distanze fra le imprese locali e le regioni europee, rendendo così più globali le nostre eccellenze. Rappresentiamo imprese di dimensioni micro, piccole e medie, piccole di dimensioni ma dinamiche, flessibili reattive e di grande valore dal punto di vista dell’innovazione tecnologica, per le quali può essere determinante avere un “ponte” verso altre aree e opportunità. CNA valuta con estrema attenzione e sostiene tutti quei progetti che possono creare sviluppo e valore al territorio e sicuramente l’aeroporto è uno di questi.

CNA: sull’aeroporto non proclami, ma fatti e impegni concreti

IO L’IMPRESA | 3


www.cilscesena.org

TUTTI I COLORI AL POSTO GIUSTO Da noi la Professionalità incontra la Passione e il Lavoro diventa possibilità di integrazione.

PRODOTTI LITOGRAFICI brochure • depliant • cataloghi • listini • manifesti • fatture • lettere • buste • cartelle fustellate • block notes • adesivi • blocchi carta chimica • quaderni spiralati

EDITORIA monografie • libri d’arte • riviste • giornalini • house organ • pubblicazioni di settore

PACKAGING astucci e scatole • espositori e quadri da banco • plance vetrina • materiale pop • rotair • totem • fustellati in genere

STAMPA DIGITALE Per le piccole tirature utilizziamo stampanti digitali di alta qualità riducendo in questo modo tempi e costi. manifesti • locandine • flyer • brochure • biglietti da visita • pubblicazioni brossurate. Velocità e qualità sono garantite. Via Cipro, 190 - 47521 Cesena (FC) Tel. +39 0547 632067 Fax +39 0547 632396 litografia@cilscesena.org www.cilscesena.org

Le certificazioni di qualità, ambientali e sociali rappresentano un valore aggiunto che ci ha dato la possibilità di annoverare tra i nostri clienti le principali aziende del territorio, instaurando un rapporto corretto, onesto e duraturo. Cils applica un sistema di gestione integrato. Queste le nostre certificazioni: Qualità Eni En Iso 9001:2008 Sicurezza Bh Ohsas 18001:2007 Ambiente Uni En Iso 14001:2004 Responsabilità Etica Sa 8000:2008 Gestione Forestale Responsabile FSC C119795 certificazioni

socio fondatore


SOMMARIO INTERVENTO CNA fa la sua parte per sostenere l’aeroporto

3

8

12

PUNTASPILLI

6 Digitalizzazione delle imprese:

arrivano i voucher per finanziarla!

PRIMO PIANO

16

8 Fisco, burocrazia, lentezza: ostacoli per la ripresa

UNIONI

12 Lavorare in sicurezza: un

14

convegno sull’autotrasporto

STORIE DI IMPRESE

14 Redentór, tra luppolo e ribollir dei tini

19

OPPORTUNITÀ

16 Progetto energia:

una opportunità da cogliere

18

TERRITORIO

17 Cordoglio per la scomparsa di Luigino Mengaccini, sindaco di Sarsina

20

CNA PENSIONATI

18 CNA Pensionati Forlì-Cesena

promuove l’invecchiamento attivo

OPPORTUNITÀ

19 Un contributo allo sviluppo delle aree rurali

OPPORTUNITÀ

20 Credito d’imposta esteso al settore Moda

IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I

RICETTA DEL MESE

21 La ricetta di...

Osteria della Serafina

Coordinamento editoriale: Franco Napolitano

Periodico – Aut. Trib. n° 6 del 25/06/04 Chiuso in redazione il 3 novembre 2017 Direttore responsabile: B. Lisei

www.cnafc.it

Redazione Forlì-Cesena: Marco Boscherini, Veronica Bridi, Fatima Elghazioui, Sandro Fabbri, Fausto Folti, Silvia Foschi, Riccardo Guardigli, Marco Lucchi, Piergiorgio Matassoni, Massimo Montanari, Franco Napolitano, Davide Prati. Via Pelacano, 29 Forlì - Tel 0543 770200 e mail: redazione@cnafc.it

22 Annunci gratuiti

Hanno collaborato a questo numero: Fabio Aldini, Daniele Battistini, Maurizio Benelli, Bruno Biserni, Martina Branducci, Lorenzo Corallini, Paola Fava, Filiberto Fogli, Laura Giammarchi, Marcello Ircani, Laura Lombardi, Franco Medri, Laura Navacchia, Danila Padovani, Carlo Pilotti, Paolo Raggini, Patrizio Ricci, Fausto Sacchelli, Monica Sartini, Daniele Vaccarino, Enrico Villa, Lorenzo Zanotti.

Artwork e impaginazione: Menabò srl - Forlì - www.menabo.com

Seguici su http://www.facebook.com/cnaforlicesena

Stampa:

CILS - Cesena

http://www.youtube.com/user/cnafc

BACHECA

Fotografie: Archivio CNA e CNA Nazionale, Federico De Marco, Fotogiornale di Sabatini Giorgio (Forlì), Master Foto di Mirco Ricci (Cesena).

IO L’IMPRESA | 5


PUNTASPILLI DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: ARRIVANO I VOUCHER PER FINANZIARLA! Sono finalmente in arrivo i tanto attesi voucher per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese. I voucher, di valore non superiore a 10 mila euro e fino ad un massimo del 50% delle spese totali ammissibili, serviranno per l’acquisto di software, hardware o servizi strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali. Una cosa molto importante da tenere presente è che gli acquisti dovranno essere effettuati necessariamente dopo la prenotazione del voucher. Si potranno presentare le domande dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018. Chi fosse interessato è invitato a chiedere maggiori informazioni ai consulenti CNA: Jonny Rossi (0543 770159, jonny.rossi@cnafc.it), Massimo Grandi (0543 770218 - 348 3913620 massimo.grandi@ cnaformazionefc.it), Laura Giammarchi (0543 770311 348 6977049 - laura.giammarchi@cnafc.it). Seguiranno aggiornamenti sul sito www.cnafc.it.

Grande serata con Paolo Cevoli e CNA

LA FOTO

Tutto esaurito al Teatro Fabbri per lo show “Lezione di Marketing” di Paolo Cevoli. Serata memorabile, quella offerta ai propri soci ed ai cittadini da CNA Forlì città giovedì 19 ottobre al Teatro Diego Fabbri. Lo ha fatto a modo suo, alternando “pataccate” a grandi verità, proponendo un approccio spicciolo ma efficace al mercato, basato sulla relazione con il cliente e l’amore per il proprio lavoro. Non sono mancati momenti di esilarante improvvisazione nei duetti con la presidente di CNA Forlì città Monica Sartini, con il sindaco Davide Drei e il presidente territoriale di CNA ForlìCesena Lorenzo Zanotti.

“Gli uomini di cultura devono seminare dubbi, non raccogliere certezze.” Norberto Bobbio

6 | IO L’IMPRESA


cnafc.it cnafc.it cnafc.it

Per informazioni è possibile rivolgersi ai responsabili Per Perinformazioni informazioniè èpossibile possibilerivolgersi rivolgersiaiairesponsabili responsabili marketing delle aree territoriali CNA, oppure contattare: marketing marketingdelle dellearee areeterritoriali territorialiCNA, CNA,oppure oppurecontattare: contattare: Veronica Bridi, responsabile Comunicazione e Marketing, Veronica VeronicaBridi, Bridi,responsabile responsabileComunicazione Comunicazionee eMarketing, Marketing, 0543 770317 | 348 2482954 | veronica.bridi@cnafc.it 0543 0543770317 770317| 348 | 3482482954 2482954| veronica.bridi@cnafc.it | veronica.bridi@cnafc.it


PRIMO PIANO

di Fausto Folti

FISCO, BUROCRAZIA, LENTEZZA: OSTACOLI PER LA RIPRESA Riconfermato alla presidenza di CNA nazionale, Daniele Vaccarino. Come rendere strutturali i segnali di ripresa “CNA ForlìCesena è un esempio virtuoso nel panorama nazionale, al quale molte altre CNA guardano come modello.”

8 | IO L’IMPRESA

Pil in leggero rialzo anche per il 2018, disoccupazione al di sotto dell’11%, inflazione sotto controllo ed entro limiti fisiologici – salvo rischi periodici di negatività – debito pubblico non stabilizzato. Questo, in estrema sintesi, il quadro economico, con una precisazione non troppo rassicurante che arriva da Bankitalia: le proiezioni sulla crescita italiana sono soggette a rischi di ribasso, per le incertezze associate ai mercati finanziari ed alle politiche commerciali a livello globale. Detto ciò, però, è innegabile che i sintomi di una ripresa si sono manifestati; come possono consolidarsi e quali traiettorie dovrebbero seguire le prossime politiche economiche? Ne parliamo con Daniele Vaccarino, presidente nazionale di CNA, che ha tenuto la sua assemblea il 27 e 28 ottobre a Roma. “Non c’è ancora da brindare – esordisce Vaccarino – ma

i segnali di ripresa ci sono. Il ciclo sta mutando e si può essere cautamente ottimisti. Ora, però, c’è bisogno di irrobustire questa tendenza ancora gracile. Non possiamo perdere l’occasione della prossima Legge di Bilancio, che va orientata in senso drasticamente sviluppista, prima di tutto favorendo investimenti e innovazione. Un’occasione anche per riconoscere il ruolo della piccola impresa come motore di sviluppo e di crescita”. Non ritiene già sufficienti gli interventi previsti da Industria 4.0? “Mi pare abbia agito da stimolo rispetto alle imprese che, di conseguenza, hanno cominciato a guardare con minore diffidenza agli investimenti. Ma i tempi del passaggio dalla programmazione alla realizzazione degli investimenti per le piccole imprese sono meno rapidi”. Frutto di una mentalità radicata?

“No. Esistono ostacoli strutturali che determinano i tempi di questo ciclo, a cominciare dalle fonti di finanziamento e dall’accesso al credito. Siamo oggettivamente preoccupati, allora, per la temporalità degli incentivi, oggi annuale, che dovrebbe diventare al minimo triennale”. Anche ora che le banche hanno riaperto i rubinetti persistono questi problemi? “L’erogazione dei prestiti è ripartita, forse, per le grandi imprese, non certo per le piccole, che continuano a scontare la stretta creditizia”. E che succederà, allora, con la posizione assunta dalla Banca centrale europea in materia di crediti deteriorati? “Ho paura che ne usciranno ulteriormente penalizzati i clienti minori. La richiesta di maggiori accantonamenti alle banche, si trasformerà in un incremento del costo del danaro e in maggiori difficoltà. Mi pare un orientamento con-


Fisco, burocrazia, lentezza: ostacoli per la ripresa

PRIMO PIANO

01

01 Confermato Daniele Vaccarino, presidente nazionale di CNA 02 Gli eletti della nuova presidenza di CNA Nazionale. Quinta da sinistra l’imprenditrice forlivese Paola Sansoni

02

tromano rispetto alle necessità delle imprese e alle esigenze di garantire adeguati flussi di credito all’economia reale. Tra i nodi irrisolti, però, non c’è solo il credito. E la Legge di Bilancio può cominciare a scioglierli”. Quali sono questi nodi? “Il fisco rimane in cima alle preoccupazioni dei nostri imprenditori. I tributi sono troppi, ingiusti e onerosi. Bisognerebbe cominciare a sfoltire questa selva, che invece pare infittirsi sempre di più. Per rimanere alle imposte principali, prendiamo il caso dell’Irap. Il nostro Centro studi ha quantificato in mezzo miliardo il costo di questo ingiusto balzello per 700.000 imprese”. Ingiusto? Perché? “La Corte costituzionale e la Cassazione hanno stabilito che le piccole imprese sono esenti dall’Irap, per l’assenza dell’autonoma organizzazione. Ma il legislatore si ostina a non definire i requisiti necessari

ASSEMBLEA NAZIONALE CNA: IMPORTANTI RICONOSCIMENTI PER CNA FORLÌ-CESENA Il presidente nazionale Vaccarino ha avuto parole di elogio per la nostra CNA territoriale, spesso citata come “esempio virtuoso nel panorama nazionale, al quale molte altre CNA guardano come modello. CNA Forlì-Cesena coniuga una buona e sana gestione, frutto dell’operosità romagnola, con la tensione verso l’innovazione e la sperimentazione di nuovi modi di vivere la realtà associativa. Il tutto all’insegna dell’armonia fra imprenditori e collaboratori del sistema. Con questa fortunata ricetta, CNA Forlì-Cesena ha nel corso degli ultimi anni messo in campo numerosi progetti che sono diventati modelli da imitare, tanto che alcuni, come il Progetto Energia, sono stati trasportati sul piano nazionale”. Una considerazione che ha portato importanti riconoscimenti per la nostra Provincia in occasione dell’assemblea nazionale, con la nostra rappresentante Paola Sansoni riconfermata vicepresidente nazionale, e insieme a lei ben due membri eletti nella direzione nazionale dell’associazione: il presidente territoriale Lorenzo Zanotti e la vicepresidente territoriale Roberta Alessandri, recentemente eletta anche portavoce nazionale per CNA Federmoda – calzature, pelletteria, pellicceria. A tutte le elette e gli eletti i migliori auguri di buon lavoro!

IO L’IMPRESA | 9


PRIMO PIANO

Dallo sprint iniziale fino alla firma del patto scuola lavoro. Tutti i contenuti dell’assemblea immortalati qui:

10 | IO L’IMPRESA

all’esclusione dal tributo, con la conseguenza che le imprese pagano l’Irap per evitare di affrontare gli enormi costi, economici e psicologici, di un contenzioso con l’amministrazione fiscale. Ma c’è un’altra imposta ancora più onerosa a gravare sul nostro sistema produttivo”. Quale sarebbe? “L’Imu sugli immobili strumentali, che tratta alla stregua delle seconde case i capannoni, i laboratori, i negozi. Strumenti di lavoro che creano occupazione e ricchezza diffusa. Una misura controproducente: costa, insomma, più di quanto rende, perché rappresenta un ostacolo agli investimenti e alla creazione di lavoro. Andrebbe soppressa, non ci piove. O, perlomeno, resa deducibile in maniera sostanziosa”. Ma quale potrebbe essere un provvedimento che suggerite al Governo per imprimere un necessario scatto nel senso, come lo chiama lei, sviluppista? “Far diventare stabili i bonus previsti per la ristrutturazione

delle abitazioni, per la riqualificazione energetica e per rendere antisismici gli edifici. Queste detrazioni, inoltre, vanno trasformate in credito d’imposta cedibile dalle famiglie e dalle imprese, alle banche. Lo abbiamo chiesto per anni e finalmente questo tabù ora è caduto: è stato concesso agli incapienti per l’efficientamento energetico dei condomini. Ma noi lo chiediamo per tutti i lavori e per tutti i soggetti, senza limitazioni. Una platea così allargata sarebbe in grado di generare, secondo i calcoli del nostro Centro studi, circa cinque miliardi di lavori in soli due anni. Siamo decisi a impegnarci, inoltre, anche su un altro fronte”. Quale? “Gli appalti pubblici, una fetta rimarchevole del mercato interno, importante per tutte le imprese, cruciale per le piccole. Alle difficoltà applicative del nuovo Codice degli appalti, si stanno aggiungendo l’aumento della taglia dei bandi e l’innalzamento dell’importo dei lotti;

di fatto una selezione a monte esclusivamente dimensionale. Una selezione che, lo dico francamente, non siamo più disposti a tollerare”. Da ultimo, c’è un settore nel quale intravede un forte sviluppo per il sistema delle piccole imprese? “Certo e mi riferisco al turismo. Voglio ricordare che CNA farà parte del Tavolo tecnico permanente sul turismo, istituito dall’apposito Ministero, a riconoscimento di un ruolo non marginale delle piccole imprese in questo settore che varrà, a fine 2017, l’11,9% del Pil e che registra 2,7 milioni di occupati. Vogliamo concorrere a portare il nostro Paese ai vertici mondiali del turismo. Un traguardo che impone più numerose e migliori infrastrutture, materiali e immateriali, ma anche un nuovo alfabeto turistico nel quale alle letture tradizionali, ne vanno affiancate altre: oltre alle strutture ricettive dobbiamo inserire l’idea di prodotto degli artigiani, del Made in Italy


Fisco, burocrazia, lentezza: ostacoli per la ripresa

Le PMI possono svolgere un ruolo importante in ambito turistico

e del bello che viene costruito, per aggiungere ad un viaggio anche una esperienza. CNA condivide il piano strategico del turismo, a partire dalla valorizzazione della nostra identità ed è pronta a lavorare nelle sedi istituzionali, per rappresentare istanze ed offrire proposte dei tanti attori economici che ogni giorno di più rendono desiderabile il nostro Paese. Per questo proponiamo una vera e propria Carta degli Artigiani del turismo”. Molto tempo è trascorso dall’inizio della crisi e ora si vedono i primi seri segnali di ripresa. Non abbiamo, però, ancora raggiunto i livelli del 2008 e ciò significa che abbiamo perso dieci anni; non siamo gli unici, perché tutti i nostri partner europei hanno vissuto esperienze simili ma qualcuno si è preparato meglio e più in fretta di noi. Non sarà l’unico elemento e forse neppure il più importante ma, in periodi nei quali si valuta la competitività dei sistemi

paese, non possiamo dimenticare che l’indice che misura la capacità di ciascuno stato di produrre innovazione ed essere competitivo sul mercato globale, ci colloca al 49° posto. C’è chiaramente terreno da recuperare ma abbiamo un van-

Occhiale da vista completo con lenti antiriflesso € 110,00

Occhiale da vista completo con lenti senza antiriflesso € 60,00

CONSEGNA RAPIDA

OCCHIALI VISTA/SOLE RIPARAZIONI LENTI A CONTATTO CONTROLLO DELLA VISTA GRATUITO

PRIMO PIANO

taggio sui competitori: siamo il paese con il maggior numero di piccole imprese che garantiscono flessibilità, capacità di adattamento, qualità, competenze e un livello straordinario di occupazione.

DA NOI PUOI TROVARE

CASQUO’

IL PROGRAMMA CHE ASSICURA I TUOI OCCHIALI CONTRO I RISCHI DEL FURTO E DI ROTTURA DELL’OCCHIALE CENTRO SPECIALIZZATO LENTI PROGRESSIVE

OCCHIALI DA SOLE

SCONTO 20% TUTTO L’ANNO

Chiuso il Lunedì - Giovedì Aperto tutto il giorno

VIA MATTEOTTI 28/F - FORLIMPOPOLI

TEL . 0543 744126

IO L’IMPRESA | 11


UNIONI

di Veronica Bridi

LAVORARE IN SICUREZZA: UN CONVEGNO SULL’AUTOTRASPORTO Grande partecipazione all’iniziativa che si è tenuta il 21 ottobre alla fiera di Cesena. Vivace il dibattito e numerose le domande ai relatori Temi di grande interesse per chi sulla strada ci vive e ci lavora

12 | IO L’IMPRESA

Dopo quasi un biennio dall’approvazione della legge 41/16, che ha introdotto i reati dell’omicidio stradale e delle lesioni personali stradali gravi e gravissime, ha riscosso grande interesse il convegno “lavorare in sicurezza”, tenutosi sabato 21 ottobre presso il Centro Congressi di Cesena Fiera. L’iniziativa è stata promossa da CNA Forlì-Cesena e Fita CNA con Assicoop Romagna Futura, UnipolSai Assicurazioni, Fondazione Unipolis, CRU e il patrocinio del Comune di Cesena. Le tematiche sono di grande attualità e forte interesse soprattutto per chi sulla strada ci “vive e lavora” come l’autotrasportatore; gli approfondimenti hanno preso in esame sia gli aspetti normativi, sia quelli legati alle buone prassi per ridurre i rischi, con particolare attenzione alla prevenzione, alla responsabilità, alla sicurezza ed al controllo. Dopo i saluti del sindaco di Cesena

Paolo Lucchi e del direttore commerciale Maurizio Benelli di Assicoop Romagna Futura, agente generale UnipolSai per la Romagna, che ha sottolineato l’impegno del Gruppo Unipol sul tema dello sviluppo sostenibile, e gli interventi di Carlo Pilotti di CRU Emilia Romagna e Fausto Sacchelli di Fondazione Unipolis – Progetto Sicurstrada, per ricordare l’importanza della promozione nelle scuole della cultura della sicurezza, i lavori sono stati introdotti da Daniele Battistini e Lorenzo Corallini, rispettivamente presidente e responsabile di CNA Fita Forlì-Cesena. Ugo Terracciano, presidente della Fondazione ASAPS e docente di tecniche investigative all’Università di Bologna, si è soffermato sul quadro normativo introdotto dalla nuova legge 41/16 , soprattutto per quanto concerne gli aspetti che riguardano l’autotrasporto. Si sono approfonditi temi legati

all’omicidio stradale, alle lesioni gravi ed alle aggravanti determinate da comportamenti cosiddetti di “pirateria” (uso di alcool, droghe, fuga in caso di sinistro, …). È intervenuto, poi, Franco Medri, consigliere ASAPS, che è entrato nel merito della normativa di settore, con riferimento anche al corretto utilizzo del cronotachigrafo e delle responsabilità ad esso collegate, sia per i titolari d’impresa, che per i dipendenti. Questa tematica è stata molto apprezzata dagli autotrasportatori che hanno attivamente partecipato con interventi e ponendo domande di chiarimenti. Nelle sue conclusioni Patrizio Ricci, presidente nazionale di CNA Fita, ha osservato come l’autotrasportatore, che per definizione, è un “viaggiatore continuo”, in rapporto ai chilometri percorsi e al tempo trascorso sulla strada, non è da indicare come principale responsabile


Lavorare in sicurezza: un convegno sull’autotrasporto

UNIONI

01

01 Foto di gruppo in occasione del convegno “Lavorare in sicurezza” 02 Stretta di mano tra Daniele Battistini e Patrizio Ricci, presidenti territoriale e nazionale di CNA Fita

degli incidenti stradali, anzi al contrario. Ricci ha poi condiviso che, per il settore, esistono certamente troppe regole, tuttavia vanno rispettate e non violate. Spostando l’interesse dalle regole ai problemi generali della categoria, Ricci ha sostenuto la necessità che tutti operino affinché si superi la prassi del lavoro sottocosto, in quanto la concorrenza non si batte sul piano del prezzo “stracciato”. Ricordiamo che, per l’obiettivo di dimezzamento nel decennio 2011-2020 delle vittime della strada, il cammino è ancora lungo. Nel 2016, secondo i dati ISTAT, si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone, con 3.283 vittime e 249.175 feriti. Migliori i dati in Regione, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. L’iniziativa è stata molto apprezzata per l’interessante contenuto formativo, e numerosissimi sono stati gli interventi.

02

C

M

Y

CM

MY

Assistenza Tecnica su ogni marca e modello

Ricambi Originali disponibili sempre

CY

CMY

K

IO L’IMPRESA | 13


STORIE DI IMPRESE

di Veronica Bridi

REDENTÓR, TRA LUPPOLO E RIBOLLIR DEI TINI A Savignano, una bottega storica del tutto ripensata dalle nuove generazioni: enotecnica, confezionamento di prodotti gourmet e vendita al pubblico Il kit per fare la birra in casa a marchio Redentor, un’originale idea regalo per le prossime feste

14 | IO L’IMPRESA

Estratto di alchermes, tappi di sughero, solfato di calcio, luppolo, malto d’orzo, cardamomo, semi di calycanthus… l’occhio vaga affascinato tra etichette vintage, strumenti moderni e allestimenti curati. È l’aria che si respira da Redentór, un ambiente che coniuga con stile la tradizione di una bottega storica, col gusto fresco di una giovane coppia che si è messa in gioco con nuove scommesse. Un’avventura che ci racconta Marcello Ircani, alla guida dell’attività con la moglie Martina Branducci: “l’insegna deriva dal soprannome del bisnonno di mia moglie, che fondò la bottega enologica nel 1934. Fu allora un grande innovatore, ricordato anche per la sua passione per le auto americane. L’attività passò di generazione in generazione, così come il soprannome, tanto che a Savignano è di uso comune dire ‘vado dal Redentór’ per indicare quella bottega, che è diventata

nel corso dei decenni un riferimento importante sia per le cantine del territorio sia per i privati”. Marcello, dopo un’esperienza come designer progettista navale, si è appassionato all’attività della famiglia della moglie, e ha cominciato a lavorarvi dal 2010. Nell’aprile di quest’anno il grande salto: continuare la tradizione di famiglia mettendosi in proprio. L’ambiente eclettico che ci ha accolti e affascinati corrisponde all’anima di questa bottega, ricca di sfaccettature e di potenziali da esplorare. Con passione e competenza, Marcello ci racconta i diversi filoni del loro lavoro: “prima di tutto, continuiamo la tradizione dell’enotecnica, perciò abbiamo tutto quello che serve per la produzione e la cura del vino e della birra. In questo siamo forti dell’esperienza di famiglia, che dura da oltre 80 anni. Serviamo sia clienti privati che cantine. Interrompiamo diverse

volte la chiacchierata per dare modo a Marcello di assistere alcuni viticoltori che arrivano a esporre i loro problemi proprio come quando si va dal dottore. Ricevono consigli, dritte e spiegazioni tecniche. E se ne vanno rincuorati, chi con un pezzo di ricambio per la damigiana, chi con una bustina di bisolfito con scritte sopra, a pennarello, le istruzioni per il dosaggio. Così che possa riprendere la magia della vinificazione. Inoltre, un’innovazione importante introdotta da Marcello e Martina, che connota anche fortemente questa attività come artigianale, è quella del riconfezionamento, che avviene nel laboratorio che si trova alle spalle dell’area vendita: “qui possiamo riconfezionare senza manipolazione tutto ciò che è alimentare. Lavoriamo molto, ad esempio, con alberghi e altri esercizi al mare, che vogliono offrire ai loro clienti vino, birra, caffè, cioccolato o altri


Redentor, tra luppolo e ribollir dei tini

STORIE DI IMPRESE

01

01 In bella vista l’insegna di rame, ispirata al fondatore della bottega storica 02 Marcello Ircani con la moglie Martina Branducci

prodotti personalizzati con il loro brand. Un modo per realizzare degli omaggi originali, ma spesso anche per integrare la propria offerta. Noi selezioniamo prodotti di qualità, studiamo il brand e la grafica, progettiamo il packaging. Insomma possiamo offrire un servizio completo”. Un’idea davvero interessante, che ben si sposa con un concetto innovativo di marketing territoriale, che tende a valorizzare tutto un territorio e che CNA sta cercando di promuovere. Ma non è finita qui. Da Redentór trova spazio pure la vendita diretta, con vini e birre selezionate, alcuni anche alla spina, e altri prodotti: “ci facciamo guidare da due caratteristiche – racconta Marcello – prima di tutto cerchiamo di scoprire prodotti meno noti, e poi puntiamo a proporre il massimo di qualità al minor prezzo possibile. Naturalmente, per chi preferisce le marche cono-

02

sciute, abbiamo anche quelle. Ma troviamo molta soddisfazione nel far conoscere nomi meno noti che però lavorano molto bene”. Queste caratteristiche, ad esempio, si trovano nei cesti di Natale proposti, un’ottima soluzione sia come regali aziendali sia per parenti ed amici. In vista delle feste, saranno disponibili anche due birre a marchio Redentór: la white IPA ad alta fermentazione, e la germanotta a bassa fermentazione. Un’idea originale da far trovare sotto l’albero è anche il kit per la birrificazione casalinga: “in questo ambito a livello territoriale siamo arrivati

per primi, ce ne occupiamo dal 2008 e abbiamo una vasta scelta. Abbiamo anche prodotto un kit col nostro brand, che stiamo ora rivedendo dal punto di vista del design e dell’estetica. Quello che possiamo garantire è che poi continuiamo a seguire i nostri clienti con consigli e formazione, perché fare la birra è davvero un’arte!” L’estate, complici anche una serie di eventi a tema organizzati nel cortile antistante il negozio, è andata molto bene per Marcello e Martina. E lo stesso auguriamo per la stagione in corso per questa attività interessante, al tempo stesso tradizionale e innovativa.

IO L’IMPRESA | 15


OPPORTUNITÀ

di Enrico Villa

PROGETTO ENERGIA: UNA OPPORTUNITÀ DA COGLIERE In appena due anni, l’iniziativa nata a Forlì-Cesena è diventata un modello “esportabile”: diverse Province chiedono di beneficiare del servizio I costi energetici sono un ostacolo per la competitività delle imprese

Risparmi sicuri e garantiti

16 | IO L’IMPRESA

Come verificare la validità di una iniziativa? Proviamo ad usare i numeri. Nell’arco di due anni, CNA Forlì-Cesena ha assicurato alle imprese un risparmio complessivo di oltre 1,2 milioni di euro sui costi energetici, di cui 700.000, solo per le imprese della nostra Provincia; 800 punti di fornitura (contatori) seguiti da CNA; 30 Gigawattora di energia elettrica trattati e 3 milioni di metri cubi di gas; il 98% degli aderenti ha rinnovato il contratto. Con questi dati era facile prevedere una “esportazione” del progetto in altre realtà; cosa poi verificatasi, dapprima a CNA Perugia con successiva estensione a tutto il territorio umbro, poi nelle province di Teramo e Chieti, in quella di Piacenza, recentemente di Imola ed ultima nella Provincia di Macerata. Esso si basa sulla logica del gruppo di acquisto, che permette di spuntare prezzi molto

più bassi, grazie alla competizione tra fornitori sul mercato libero, ed offre anche il monitoraggio mensile delle bollette. È un mercato, però, ancora non completamente esploso: perché? La maggior parte delle imprese (e dei consumatori in generale) rimane passiva ed il livello di fiducia negli operatori è ancora piuttosto basso. Il processo di switching è spesso percepito come lungo e difficoltoso, con il risultato che costringe molti imprenditori a rinunciare ai potenziali vantaggi. Eppure il “costo energetico” rappresenta, per una impresa, una variabile non secondaria, riuscendo ad incidere sugli stessi livelli di competitività, in quanto il mercato dell’energia è quello in cui si osservano le più grandi differenze tra un Paese e l’altro. Se poi aggiungiamo che, soprattutto in Italia, ad un calo del prezzo della componente energia, non corrisponde mai una

diminuzione del costo totale della fornitura, allora tocchiamo veramente con mano tutta la difficoltà del sistema delle PMI quando si parla di contenimento dei costi. Secondo i dati presentati recentemente da CNA nazionale, le imprese italiane pagano fino al 45% in più per l’approvvigionamento energetico, rispetto ai colleghi europei più virtuosi, con un’incidenza del prelievo fiscale in assoluto più alto d’Europa: è dura competere sui mercati internazionali con questo gap all’origine! Si ricorda, infine, che CNA è accreditata come facilitatore, per accompagnare le imprese interessate al passaggio dal mercato a maggiore tutela, al mercato libero. Per una consulenza personalizzata è possibile rivolgersi ad Enrico Villa, referente Politiche energetiche CNA Forlì-Cesena (tel. 0543 770166, email: enrico.villa@cnafc.it).


TERRITORIO CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI LUIGINO MENGACCINI, SINDACO DI SARSINA Nella giornata del 24 ottobre è venuto improvvisamente a mancare Luigino Mengaccini, sindaco di Sarsina. Cinquantanove anni, coniugato, con un figlio. Mengaccini era un imprenditore del settore metalmeccanico che era venuto dalla gavetta, svolgendo per tanti anni la propria attività come operaio meccanico. L’impegno amministrativo, risaliva al ruolo avuto come vice-sindaco nella giunta di Manlio Bertolini, anche lui scomparso prematuramente. Mengaccini era stato eletto nelle elezioni amministrative del maggio 2013, ri-

cevendo un consenso pari al 46,6%. Il sindaco scomparso aveva sempre caratterizzato la propria azione rimanendo fedele al principio del dialogo e dell’ascolto. Era una persona attaccata al proprio territorio e alla comunità sarsinate. Si è sempre battuto per la promozione culturale ed economica del suo paese. Un uomo onesto, che faceva della politica del fare la sua caratteristica più importante. CNA si unisce al dolore della famiglia, rivolgendo loro le più sincere condoglianze.

VEGEZIO SRL LABORATORIO ANALISI

Analisi Chimiche e Microbiologiche

laboratorio accreditato accredia n° 1029

Inserito nell’Elenco Regionale Emilia Romagna dei laboratori - N° iscrizione 008/CE/002 CESENA: Via Romea 1091 - Tel. 0547 332193 Fax. 0547 332134 - www.vegezio.com - vegezlab@tin.it

Analisi Cliniche Veterinarie

Microbiologia e chimica degli alimenti Analisi zootecniche - Analisi merceologiche Ricerca residui anabolizzanti, ormoni e chemioterapici Analisi ambientali Chimica clinica veterinaria Analisi di autocontrollo H.A.C.C.P. Igiene dei prodotti alimentari IO L’IMPRESA | 17


CNA PENSIONATI CNA PENSIONATI FORLÌ-CESENA PROMUOVE L’INVECCHIAMENTO ATTIVO Favorire l’impegno delle persone mature in attività di utilità sociale, non come una sorta di volontariato, ma come una risorsa per il bene comune

CNA Pensionati, forte dei suoi 7.230 soci, si presenta come una unità dinamica e intende perseguire con efficacia il concetto di invecchiamento attivo, ossia della partecipazione sociale delle persone, che fa perno

sulla cultura della salute e su stili di vita corretti e sani. Tra l’altro, nel corso degli anni non sono mai mancate anche iniziative culturali e ricreative, come gite e momenti di ritrovo conviviale, che hanno offerto serene

giornate di relax e motivi per stare insieme, sentirsi partecipi, per vedere e gustare cose buone. Un mix di interventi, quindi, per offrire con l’avanzare dell’età nuova qualità alla vita ed impedire che l’isolamento, rischio sempre presente, renda più fragili le persone anziane. Per citare solo alcune iniziative dell’anno in corso: in giugno, in collaborazione con Impresa Donna, si è dato vita ad un incontro pubblico dal titolo “Caregiver familiari - fragilità e benessere” centrato sul ruolo e sull’importanza di colui o colei che si prende cura di un familiare, quasi sempre un anziano non autosufficiente. Tematica, questa, di grande attualità ed al centro del dibattito politico, sulla quale si nutre l’auspicio di giunge-

re presto al riconoscimento giuridico di questa figura. Tra ottobre e novembre ci sono stati due incontri culturali, sulle Grandi Donne che hanno contribuito a fare la storia di Forlì e di Cesena. In novembre, due iniziative: a Forlimpopoli, con i consigli dell’esperto CNA sulla manutenzione delle caldaie e degli impianti di climatizzazione, ed a Cesena, sulle “esperienze di volontariato” nella nostra Provincia. L’anno si concluderà con l’Assemblea Annuale del 2 dicembre a Forlì sulla Legge di Stabilità 2018 ed il 16 con la grande Festa Provinciale, presso la locanda dei Fondi di Dovadola, tradizionale appuntamento che manifesta il genuino senso di appartenenza dei nostri iscritti.

El s aRi s t or ant enasceaFor l ìdaunpr oget t oacuiRi ccar do Val mor il avor adat empo,mat ur at odur ant ei lper cor s o f or mat i vochel ohapor t at oas per i ment ar enumer os er eal t à gas t r onomi che. El s aèi lper s onal econnubi ot r apas s i oneedesper i enzadel s uochef . El s aof f r e,ol t r ealcons uet os er vi zi o,unapr opos t as peci al e pert ut t iipr anzif er i al i ,edunampi oecomodopar cheggi o.

Vi aB. B. Por r o,1 6( Fc) T. : 0543405504 www. el s ar i s t or ant e. i t

18 | IO L’IMPRESA


OPPORTUNITÀ

di Fausto Folti

UN CONTRIBUTO ALLO SVILUPPO DELLE AREE RURALI Intervista a Bruno Biserni, presidente del GAL (Gruppo di azione locale) L’Altra Romagna Un programma pluriennale per ridurre il gap con le aree di sviluppo

6,5 milioni di contributi in provincia, 237 domande finanziate; 14,5 milioni di euro di investimenti generati; sono i dati del settennio 2007-2013. Terminata la fase programmatoria, si attendono ora le misure di sostegno fino al 2020. Dopo i buoni risultati della precedente programmazione, quali sono le priorità di intervento del GAL fino al 2020? La strategia del GAL per il settennato 2014-2020 ha messo fra le sue priorità il rafforzamento delle principali filiere produttive presenti nel proprio territorio e favorire la diffusione di un turismo sostenibile. Questi 2 importanti obiettivi strategici, si raggiungono attraverso processi che favoriscono la realizzazione di opportune infrastrutture, soprattutto tecnologiche, atte a rendere il nostro territorio più SMART. Ed è per questo che il nostro progetto faro individuato per il settennato, “I nuovi Centri sto-

rici digitali. Implementazione di accessi in banda larga/WiFi nei Comuni dell’Area Leader”, prevede il potenziamento e l’implementazione in tutti i centri storici ed i centri abitati di tecnologia a banda larga/WiFi, che consenta alle imprese ed a chi viene a vivere il nostro territorio, di trovare le migliori condizioni per poter competere e gustare l’appennino romagnolo. Cosa prevede il Piano di Azione Locale (PAL), per sostenere il sistema delle PMI extragricole, in una logica di sviluppo locale equilibrato? L’attuale Piano d’Azione Locale, in una logica di sviluppo integrato, porta a favorire processi che partono proprio dalle principali filiere produttive presenti sul territorio. In esso è presente un’azione, la Misura 6.2.01 “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali”, dedicata a favorire ed agevolare la creazione di nuove imprese, nei comuni dove più

forti sono i problemi di sviluppo. In particolare, nel corso del 2018, la misura verrà attuata con un bando pubblico, che prevede un incentivo di 15.000 euro per ciascuna nuova impresa individuale a carattere extragricolo. L’esigenza di stimolare la nascita ed il consolidamento delle aziende nei comuni più deboli, è una condizione imprescindibile per il mantenimento dei livelli occupazionali in queste zone, dove l’invecchiamento della popolazione rallenta fortemente le opportunità di sviluppo. Vogliamo, invece, creare nuova occupazione, potenziare la ricettività turistica ed ampliare i servizi forniti alla popolazione. Le Aree di competenza del GAL: Bagno di R., Borghi, Castrocaro, Civitella, Dovadola, Galeata, Meldola, Mercato S., Modigliana, Montiano, Portico, Predappio, Premilcuore, Rocca S.C., Roncofreddo, S. Sofia, Sarsina, Sogliano, Tredozio, Verghereto.

IO L’IMPRESA | 19


OPPORTUNITÀ CREDITO D’IMPOSTA ESTESO AL SETTORE MODA Sono circa 30 le imprese associate a CNA Federmoda Forlì-Cesena, interessate all’ottenimento del credito di imposta, sulle spese sostenute per ideare e realizzare nuovi campionari

Finalmente, dopo molte incertezze interpretative, il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che possono considerarsi atti-

vità di ricerca industriale e sviluppo pre-competitivo, l’insieme dei lavori organizzati dall’impresa, ai fini dell’elaborazione e della

creazione di nuove collezioni di prodotti. Il chiarimento è stato possibile a seguito dell’azione portata avanti da CNA ed altre associazioni datoriali, supportate dall’assessore regionale alle Attività Produttive Palma Costi che, in considerazione della rilevanza numerica e strategica del comparto Fashion sia a livello regionale che provinciale, ha fattivamente contribuito affinché l’interpretazione ministeriale non prendesse una connotazione negativa. “Il sistema moda rappresenta – secondo Paolo Raggini, presidente di CNA

Federmoda Forlì-Cesena – un settore estremamente articolato e coinvolto, da sempre, in una forte competizione internazionale che impone, per la presentazione di nuove collezioni, forti investimenti per la realizzazione di prototipi. Il chiarimento ministeriale, pertanto, deve essere letto come un ulteriore segnale di attenzione verso il settore ed in questa sede mi sento di ringraziare l’assessorato regionale per la vicinanza ed il sostegno dimostrato”. Per approfondimenti: Danila Padovani, tel. 0543 770104 - email: danila.padovani@cnafc.it

MOFFAEMILIO LAVORI EDILI & NUOVE COSTRUZIONI ECONATURALI

Via Roma 128/A 47014 Meldola (FC)

Cell. 347 3232057 moffa.emilio@virgilio.it

Attestazione n° 17247/11/00

20 | IO L’IMPRESA


RICETTA DEL MESE

LA RICETTA DI… OSTERIA DELLA SERAFINA L’eccellenza della cucina romagnola MEZZELUNE VERDI AL CUORE DI BUFALA, PANCETTA, CARCIOFI E PORCINI Ingredienti per 4 persone Per le mezzelune: • 500 gr di farina “00” • 5 uova • 30 cl di olio extra vergine • 100 g di spinaci lessati • sale q.b.

Per il ripieno: • 300 gr di ricotta • parmigiano q. b • 150 gr. di bufala • 50 gr. di squacquerone • sale, pepe e noce moscata q. b.

Per il condimento: • 3 carciofi freschi • 100 gr. di porcini freschi • pancetta q. b.

Procedimento: Lessare gli spinaci freschi e tritarli finemente. Preparare sul tagliere di legno la farina, l’olio extravergine, 5 uova, un pizzico di sale e infine gli spinaci tritati. Impastare il tutto rendendolo omogeneo e lasciare riposare

per circa 20-25 minuti coperto da un canovaccio. Intanto a parte preparare il ripieno con la ricotta, lo squacquerone e il parmigiano; condire con sale, un pizzico di pepe e noce moscata.

Tagliare a piccoli cubetti la mozzarella di bufala Tirare l’impasto a una sfoglia abbastanza sottile; farcire con ciuffi di ripieno e su ognuno aggiungere un tocchetto di bufala. Una volta chiusa la sfoglia con una rotella dare la forma di una mezza luna; mettere la pasta in acqua bollente precedentemente salata. Mentre si cuoce la pasta rosolare in padellala la pancetta con i carciofi e i porcini precedentemente tritati e trifolati a parte. Unire le mezzelune e saltare; a piacimento il piatto si può guarnire con una piccola manciata di pomodoro fresco.

OSTERIA DELLA SERAFINA Ha una lunga e affascinante storia che comincia alla fine dell’Ottocento quando la signora Serafina aprì un locale che si chiamava “osteria”. All’inizio si serviva solo vino e dopo alcuni anni anche cibi della tradizione romagnola. Nel 2007 Fabio e Laura rilevano l’osteria, con l’obiettivo di continuare una storia che unisce ospitalità, innovazione, passione per il cibo e amore per le cose sane e genuine. Bertinoro: Via Roma, 29 - 0543 445080 www.osteriadellaserafina.it

IO L’IMPRESA | 21


BACHECA

ANNUNCI GRATUITI

Gli annunci vanno inviati a: redazione@cnafc.it

Sei interessato a promuovere la tua attività su IO L’Impresa? Chiedi informazioni a Sandro Fabbri sandro.fabbri@cnafc.it – 340 0615763

CERCASI NUOVO GERENTE per negozio di PARRUCCHIERA a Forlì in zona stadio. Già arredato. Per informazioni: 340 4003395.

CEDESI IN COMODATO (anche separatamente) CANTINA e STANZA USO STUDIO/ARCHIVIO a Forlì Viale Matteotti. Per informazioni cell. 393 0019866.

CEDESI per motivi personali negozio di parrucchiera a cesena zona centro, attività ben avviata; locale arredato. Affitto ottimo. Contatto al numero 347 3105029.

CEDESI avviata attività di piadineria e pasta fresca in zona di forte passaggio a Forlì. Per informazioni cell. 327 1881750 (classe energetica in corso di definizione).

CERCASI capannone industriale/artigianale zona Pievesestina di Cesena (FC) di mq. 5000 per zona magazzino e produzione e mq. 1000 per zona uffici. Interessati sia affitto che acquisto. Per informazioni sig. Crociani Stefano cell. 3357879307.

AFFITTASI struttura commerciale, artigianale, suddiviso in 3 unità (mq 520, mq 380, mq 220) fabbricato nuovo con ottime rifiniture interne ed esterne compreso di servizi ed uffici. Zona artigianale a Gatteo Mare (trecento metri da centro commerciale Romagna Shopping Valley-Iper), via O. Respighi 12. Per informazioni cell. 335 1362276.

AFFITTO di azienda completa di manovia, attrezzatura o porzione di capannone industriale Calzaturificio Pensato Jr Kardinale SRL Impresa nel settore del calzaturiero. Tel. 0541 931569 - Cell. 336 27770001. CEDESI Negozio di parrucchiera a Dovadola cedesi attività ben avviata locale nuovo di 100mq. Affitto buono per motivi personali cede. Contatto serale al numero cell. 3491365526. CEDESI attività/licenza di noleggio con conducente fino a 9 posti con o senza auto (comune di Forli) per raggiunti limiti pensionistici. Per informazioni cell. 335 6254952.

AFFITTASI Laboratorio artigianale a Forlì Via Castello 6 (dietro alla Questura di Corso Garibaldi) di circa mq. 103 con due ingressi a vetrata indipendenti anche per autocarri, a € 500 (no spese di condominio). Per informazioni cell. 329 6487777 o e-mail gibymeris@hotmail.it. Libero da subito (classe energetica N.D.). CEDESI avviata attività di agenzia di affari e commercio auto usate in Meldola. Prezzo interessante. Per informazioni cell. 338 6519135.

SE NON LO PROVI NON SAI COSA TI PERDI!

VENDESI a Meldola capannone artigianale buone condizioni di mq 380 causa raggiunti limiti pensionistici dei titolari. Trattative riservate per info cell. 349 5080127.

RISTORANTE

’ oro L

VENDO/AFFITTO studio/ufficio zona centro storico a Forlì situato al piano terra. Entrata indipendente, riscaldamento autonomo, spese condominiali minime. Particolarmente adatto per attività libero professionale, composto da 3 stanze uso ufficio, ingresso /sala d’attesa, bagno con antibagno, ripostiglio. Comodo parcheggio nelle vicinanze. Per info cell. 328 8313372 (ore pasti), e mail: mariaelisadefi@ gmail.com

‘ da

Andrea Lombini

Ti aspetta a Predappio!

VENDESI attività in zona Forlì di rosticceria, pasta fresca e piadineria con possibilità di espansione nel settore della ristorazione, pasticceria, bar, pizzeria, panificazione, gelateria e tavola calda. Per informazioni cell. 347 3179725. VENDESI negozio uso commerciale di mq. 50 + mq. 100 di magazzino seminterrato, Forlì, zona S. Maria Del Fiore, Via Ravegnana, 2 vetrine e impianti autonomi, classe energetica E. € 105.000,00. Telefono Ufficio 0543/795665. CEDESI a Cesena attività pluridecennale di officina elettrauto con clientela acquisita, causa pensionamento. Per informazioni cell. 335 5321261. CEDESI attività ultratrentennale di serigrafia causa raggiunti limiti pensionistici trattative riservate astenersi perditempo. Cell. 349 8630277

22 | IO L’IMPRESA

PER GLI ASSOCIATI CNA FORLÌ-CESENA

Sconto del

8%

sul menù alla carta sul conto totale

*Escluso festivi e domeniche a pranzo. Promozione valida fino al 31/03/2018

VIA ROMA, 51 - PREDAPPIO (FC) (100 mt. prima del paese) 0543 922388 - 349 2855603 - da.loro.ristorante@gmail.com


VIVIAMO MEGLIO OGNI PARTE DELLA GIORNATA. ANCHE LA PIù PICCOLA. Marco e la sua famiglia

SOLUZIONI Garanzie su misura • Servizi Hi-tech • Assistenza h24

Scopri un mondo di soluzioni pensate per rendere più semplice ogni più piccolo momento della tua giornata. Una vasta gamma di polizze personalizzabili e tanti servizi hi-tech. Proteggi te stesso, l’auto, la casa, la tua famiglia e il tuo lavoro, nella più completa tranquillità. Tanti pensieri in meno, tanta leggerezza in più.

rate mensili

TASSO ZERO*

CONVENZIONE UNIPOLSAI Vantaggi dedicati agli associati.

TAN 0% TAEG 0%

TI ASPETTIAMO IN AGENZIA

www.assicoop.it/romagnafutura

@Romagnafutura @romagnafutura

FORLì • Via Maroncelli, 10 • Tel. 0543 452411 FORLì • Via Zuelli, 5 • Tel. 0543 554554 CESENA • Viale Carducci, 79 • Tel. 0547 368711 CESENATICO • P.zza U. Comandini, 1/b • Tel. 0547 81176 FORLIMPOPOLI • Via Duca D’Aosta, 2 • Tel. 0543 744414 SAVIGNANO • Via F.lli bandiera, 15 • Tel. 0541 944043 S. MAURO PASCOLI • Via Matteotti, 88 • Tel. 0541 931222

* Pagamento del premio di polizza tramite finanziamento a tasso zero (TAN 0,00%, TAEG 0,00%) di Finitalia S.p.A., da restituire in 5 o 10 rate mensili in base all’importo del premio di polizza (minore o maggiore di € 240,00). Esempio: importo totale del premio € 500,00 – tan 0,00% - Commissioni di acquisto 0,00% - importo totale dovuto dal cliente € 500,00 in 10 rate mensili da € 50 cadauna. Tutti gli oneri del finanziamento saranno a carico di UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Operazione subordinata ad approvazione di Finitalia S.p.A. intermediario finanziario del Gruppo Unipol. Prima di aderire all’iniziativa, consultare le Informazioni europee di base sul credito ai consumatori (SECCI) e l’ulteriore documentazione prevista dalla legge disponibili in Agenzia e sul sito www.finitaliaspa.it. Offerta valida sino al 31.12.2017 soggetta a limitazioni. Per tutti i dettagli e per verificare quali sono le polizze disponibili con il finanziamento a tasso zero rivolgersi all’Agenzia. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prima della sottoscrizione della polizza leggere il Fascicolo Informativo disponibile in agenzia e sul sito www.unipolsai.it.


LA SOLUZIONE MIGLIORE PER TE E PER LA TUA AZIENDA

Ulte per t riori van ta utti g li ass ggi ociat i

NOLEGGIA

COMPRA O DA NOI IL TUO PROSSIMO VEICOLO COMMERCIALE Quello giusto Piccolo nelle dimensioni Grande nelle capacità 4 CILINDRI 1500 cc DI CILINDRATA 16 VALVOLE TRAZIONE POSTERIORE h 4m x l 1.8 m

•5 ANNI o 60.000 KM DI GARANZIA •ALLESTIMENTI PERSONALIZZABILI •FINANZIAMENTI FINO A 60 MESI

SIAMO A

CESENA in CAP 47522

www.ecolynecom.it/

Via Raffaele Mattioli 186 0547 317634

info@ecolynecom.it

•DI SERIE SE PER ORDINI ENTRO IL 31/12/2017: ABS + ESP IDROGUIDA AUTORADIO KIT FUMATORI RUOTA DI SCORTA PORTAOGGETTI SEDILI IN MICROFIBRA REGOLABILI CHECK CONTROL

CONCESSIONARI E CENTRI ASSISTENZA NELLE PROVINCIE DI

CESENA - FORLì - RAVENNA - RIMINI REGGIO EMILIA - BOLOGNA MODENA - PIACENZA

IO L'Impresa - Novembre 2017  
IO L'Impresa - Novembre 2017  
Advertisement