Page 1

IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I - ANNO XVI – N. 1 DEL 1.02.2018 POSTE ITALIANE SPA - SPED. ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1 COMMA 1, DCB PO – COPIA: 0,10

www.cnafc.it

FORLÌ-CESENA

GENNAIO/FEBBRAIO 2018

LEGGE DI BILANCIO 2018: SAREBBE SERVITO MOLTO PIÙ CORAGGIO

Bene il sostegno agli investimenti e i bonus per ristrutturazioni ed efficientamento energetico; non si affronta, invece, il nodo della pressione fiscale sulle imprese

INTERVENTO I risultati conseguiti da CNA nel 2017 e i progetti futuri

SERVIZI Importante certificazione di qualità per i servizi CNA

STORIE DI IMPRESE Nuova Comega: il volto umano di impresa 4.0

LEGGE DI BILANCIO 2018 Come orientarsi fra le novità


INTERVENTO

2018: NOI CI SIAMO! I risultati conseguiti da CNA nel 2017 e i progetti che guardano al futuro. Tanti motivi per aderire all’Associazione di Lorenzo Zanotti - Presidente CNA Forlì-Cesena

Anche nel 2017 CNA si è impegnata per sostenere e tutelare le piccole e medie imprese associate. Abbiamo garantito notevoli opportunità economiche alle nostre imprese: 1,2 milioni di euro di risparmi sui costi dell’energia elettrica e del gas, 1,7 milioni di euro di contributi derivanti da bandi pubblici, 50.000 ore di formazione, in buona parte finanziata. La nuova convenzione con FCA garantisce ai nostri associati sconti significativi sui marchi del gruppo, tra cui Fiat, Alfa Romeo, Chrysler, Jeep e Lancia. Altre convenzioni interessanti saranno siglate nelle prossime settimane. Nei mesi scorsi, abbiamo messo in campo un’azione a sostegno delle nuove imprese, “Zero interessi”, promosso il marchio per valorizzare le eccellenze del nostro territorio “Forlì-Cesena Cuore buono d’Italia”, ristrutturato la nostra sede di San Mauro Pascoli e ci siamo impegnati su tanti progetti di settore, dalla rigenerazione urbana all’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, fino ad Impresa 4.0. Grazie al nostro Ufficio studi denunciamo problemi ma lanciamo anche progetti, coniugando protesta e proposta. Saremo sempre in prima fila sui temi della tassazione lo-

cale, dell’accesso agli appalti per le piccole imprese, del rispetto delle regole e della lotta contro l’abusivismo. Abbiamo ottenuto vantaggi per le imprese in termini di politiche fiscali: pensiamo al regime di cassa per i contribuenti in contabilità semplificata, col quale il reddito è determinato in base ai ricavi effettivamente incassati e alle spese pagate. CNA Forlì-Cesena rappresenta tutto questo e molto altro. Lo fa grazie alle sue 23 sedi diffuse sul territorio provinciale, la sua articolazione per settori e raggruppamenti, i tanti soci pensionati. Grazie all’impegno degli associati e di una struttura competente e motivata, ci confermiamo la più grande Associazione di imprese della Provincia, apprezzata e accreditata a livello nazionale. Siamo una Associazione che ha traghettato nel futuro il proprio bagaglio di esperienza, di storia, di valori e di relazioni. Una Associazione capace di intercettare e di accompagnare la domanda di cambiamento, di promuovere, stimolare e sostenere l’imprenditorialità partecipando, pertanto, allo sviluppo economico e sociale del nostro territorio. Noi ci siamo! Se ti riconosci in questo impegno e in questi valori, vuoi esserci anche tu?

Una Associazione che guarda alla concretezza e a risultati misurabili

IO L’IMPRESA | 3


L’IMPRESA HA PIÙ RIPRESA CON CNA.

Per informazioni è possibile rivolgersi ai responsabili marketing delle aree territoriali CNA, oppure contattare: Veronica Bridi, responsabile Comunicazione e Marketing, 0543 770317 | 348 2482954 | veronica.bridi@cnafc.it


SOMMARIO INTERVENTO 2018: Noi ci siamo!

3

6

7

PUNTASPILLI

6 Dal 7 marzo, il via

ai contributi sui marchi

SERVIZI

7 Promossi a pieni voti i servizi di CNA Forlì-Cesena

PRIMO PIANO

8 Legge di Bilancio 2018: sarebbe

8

servito molto più coraggio

FOCUS

10 Legge di Bilancio 2018 STORIE DI IMPRESE

16 Nuova Comega:

il volto umano di Impresa 4.0

UNIONI

18 Sacchetti di plastica:

un onere aggiuntivo per le PMI

18 Etichetta di origine per grano/pasta

SAVIGNANO

19 Di nuovo operativa

16

18

la sede di Savignano RICETTA DEL MESE

21 La ricetta di...

Elsa Ristorante BACHECA

22 Annunci gratuiti IMPRESA ARTIGIANA & P.M.I

Periodico – Aut. Trib. n° 6 del 25/06/04 Chiuso in redazione il 1 febbraio 2018 Direttore responsabile: B. Lisei Coordinamento editoriale: Franco Napolitano

Redazione Forlì-Cesena: Veronica Bridi, Fatima Elghazioui, Sandro Fabbri, Fausto Folti, Silvia Foschi, Riccardo Guardigli, Marco Lucchi, Piergiorgio Matassoni, Massimo Montanari, Giovanni Montevecchi, Franco Napolitano, Davide Prati. Via Pelacano, 29 Forlì - Tel 0543 770200 e mail: redazione@cnafc.it

Artwork e impaginazione:

www.cnafc.it

Menabò srl - Forlì - www.menabo.com

Seguici su http://www.facebook.com/cnaforlicesena

Stampa:

CILS - Cesena

http://www.youtube.com/user/cnafc

Hanno collaborato a questo numero: Fabio Bianchi, Marco Boscherini, Marco Gasperini, Ivan Gentili, Viviano Gentilini, Laura Giammarchi, Massimo Grandi, Marco Laghi, Daniele Mazzoni, Laura Pedulli, Marco Roncoroni, Riccardo Valmori, Lorenzo Zanotti, Maurizio Zoli.

Fotografie: Archivio CNA e CNA Nazionale, Master Foto di Mirco Ricci (Cesena).

IO L’IMPRESA | 5


PUNTASPILLI DAL 7 MARZO, IL VIA AI CONTRIBUTI SUI MARCHI Il MISE (Ministero per lo Sviluppo Economico) ha pubblicato un bando per le piccole e medie imprese, finalizzato ad incentivare la registrazione di marchi a livello comunitario ed internazionale. Le spese riconosciute sono quelle relative all’acquisto di servizi specialistici – progettazione del nuovo marchio, ideazione elemento verbale e grafico – all’assistenza per il deposito della domanda di registrazione, per ricerche di anteriorità, assistenza legale per azioni di tutela del marchio in caso di opposizione/rifiuto e per il pagamento delle tasse di deposito. Per essere ammissibili, tutte le

LA FOTO

spese devono essere sostenute prima della presentazione della domanda di agevolazione e comunque, dopo il 1° giugno 2016. L’agevolazione è a fondo perduto fino all’80% (90% per i marchi internazionali con designazione USA o CINA) ed il contributo, cumulativo per più domande, non può superare i 20.000 euro. Le richieste possono essere presentate a partire dal 7 marzo 2018 e fino ad esaurimento dei fondi. Per informazioni e per la redazione delle domande: Danila Padovani (0543 770104 – danila.padovani@cnafc.it), Massimo Grandi (0543 770218 – massimo. grandi@cnaformazionefc.it)

CNA-IRST insieme per formare le socio-estetiste È partito l’innovativo corso di specializzazione in estetica sociale, nato dall’accordo tra CNA Forlì-Cesena e l’Istituto Tumori della Romagna IRST IRCCS, con un saluto e gli auguri di buon lavoro di Mattia Altini, Davide Drei, Giorgio Martelli, Franco Napolitano e Gian Luca Zattini. L’obiettivo è formare esperti che esercitino trattamenti mirati su soggetti deboli, in condizioni di fragilità, sia con finalità estetiche sia per migliorare la qualità della vita preservandone la dignità e l’identità.

“Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo.” Albert Einstein

6 | IO L’IMPRESA


SERVIZI

di Veronica Bridi

PROMOSSI A PIENI VOTI I SERVIZI DI CNA FORLÌ-CESENA Per premiare la qualità del lavoro svolto, i certificatori hanno concesso a CNA, in anticipo di un anno, il certificato adeguato ai nuovi standard ISO 9001-2015 “Con le sue 23 sedi e 304 collaboratori, CNA è la più grande società di servizi privata della nostra provincia”

Importante risultato per i servizi CNA: lo scorso novembre, a conclusione della visita ispettiva da parte di Cermet – Kiwa, è stato rinnovato il certificato di qualità per i servizi paghe e fiscale. L’organismo di certificazione, tenuto conto del lavoro svolto per corrispondere ai requisiti richiesti dalla nuova norma ISO 9001-2015, ha ritenuto di concedere a CNA ForlìCesena, in anticipo rispetto alla scadenza programmata per settembre 2018, il certificato adeguato ai nuovi standard. “Il conseguimento di questo obiettivo – afferma il direttore generale di CNA Forlì-Cesena Franco Napolitano – costituisce un riconoscimento dell’impegno e della professionalità dei nostri collaboratori. CNA Forlì-Cesena è certificata in qualità fin dal 1998 e siamo stati tra le prime CNA a certificarci. E solo noi abbiamo ottenuto il certificato con la nuova disciplina, con l’anticipo di un anno;

non sono cose che vengono regalate, c’è decisamente motivo di essere orgogliosi!”. Per capire meglio questa novità, abbiamo chiesto di illustrarcela al responsabile dei servizi dell’associazione Viviano Gentilini: “La nuova norma ISO 9001-2015 rappresenta un passaggio importante per CNA Forlì-Cesena, in quanto mette particolarmente in risalto il valore dell’aspetto operativo con maggior coinvolgimento dei processi decisionali, rispetto alle procedure documentali da parte degli uffici. Tra i contenuti più significativi: l’analisi del contesto dell’organizzazione, la gestione dei rischi come approccio sistematico alla prevenzione, la leadership diffusa per il miglioramento della qualità, una maggiore snellezza documentale, l’enfasi sulla valutazione e lo sviluppo delle competenze del personale”. La visita ispettiva è stata dettagliata e meticolosa, quindi l’e-

sito così soddisfacente risulta particolarmente gratificante. “Si tratta di un riconoscimento che ci riempie di soddisfazione – conclude Napolitano – anche perché questa nuova struttura normativa è del tutto coerente con l’approccio al miglioramento continuo e alla responsabilità diffusa sul quale abbiamo sempre puntato. Abbiamo scelto la vicinanza alle imprese sul territorio, garantendo loro supporto e qualità. Ricordo che CNA Forlì-Cesena, con le sue 23 sedi capillarmente distribuite sul territorio e i suoi 304 collaboratrici e collaboratori, è la più grande società di servizi privata della nostra Provincia. Gestiamo oltre 3.340 contabilità e 10.623 cedolini paga, oltre a numerosi altri servizi che spaziano dai più consolidati ai più innovativi. I nostri consulenti sono punti di riferimento importanti per le imprese associate, che in CNA possono trovare davvero risposte a 360 gradi”.

IO L’IMPRESA | 7


PRIMO PIANO

di Fausto Folti

LEGGE DI BILANCIO 2018: SAREBBE SERVITO MOLTO PIÙ CORAGGIO Bene il sostegno agli investimenti e i bonus per ristrutturazioni ed efficientamento energetico; non si affronta, invece, il nodo della pressione fiscale sulle imprese Una legge che guarda “poco” avanti e con molta approssimazione

8 | IO L’IMPRESA

La manovra di bilancio per il 2018 conferma le attese per quanto concerne gli aiuti agli investimenti e il sostegno all’innovazione relativamente ad impresa 4.0 ma non incide seriamente sull’enorme pressione fiscale che grava sul sistema delle imprese. “Esprimiamo soddisfazione – sostiene Lorenzo Zanotti, Presidente di CNA Forlì-Cesena – per avere ottenuto la riconferma delle agevolazioni per gli investimenti connessi allo sviluppo, del bonus per le ristrutturazioni e gli interventi di efficienza energetica e per il fatto che sia stato reso strutturale, lo sgravio contributivo per i giovani assunti con contratto a tempo indeterminato. Sotto accusa, invece, il capitolo fiscale che non può certo esaurirsi con la semplice ed automatica sterilizzazione del previsto aumento dell’IVA. Questa parte non ci soddisfa affatto e proseguiremo il confronto

nella prossima legislatura”. Si è assistito ad una clamorosa retromarcia su due misure che lo scorso anno avevano favorito le piccole imprese: il differimento dell’entrata in vigore dell’IRI che, oltre a confermare la scarsa credibilità del sistema tributario italiano, di fatto sottrae 2 miliardi di euro di alleggerimento della pressione fiscale, e la mancata previsione del riporto delle perdite nel regime per cassa che lo rende, in sostanza, inutilizzabile. Nonostante la legge, le piccole imprese continueranno a pagare tasse su redditi non incassati. “Si è riproposto un film già visto – prosegue Zanotti – ossia la dispersione in mille rivoli delle risorse disponibili, invece di concentrarle su poche ma specifiche e strategiche misure per il reale sviluppo del Paese. Mi riferisco, principalmente, alla deducibilità dell’IMU su capannoni, laboratori e negozi, beni strumentali all’attività

delle imprese. È una legge che denota una chiara volontà di rilancio ma anche una visione approssimativa e di corto respiro, a dimostrazione di un Paese che fatica ad inserirsi stabilmente tra le locomotive europee”. Ci sono interi comparti che scontano ancora le difficoltà derivate dalla crisi, come quello delle costruzioni. Un settore che sarebbe in grado di “reindirizzare” il risparmio ma che avrebbe la necessità di qualche “spinta” aggiunta, oltre a Sismabonus ed Ecobonus. La previsione per il 2018 di un aumento dell’1,5% degli investimenti, potrebbe crescere se alla prevenzione dei rischi sismici, dovesse accompagnarsi anche il sostegno all’ammodernamento complessivo del patrimonio edilizio italiano. È un esempio e un’indicazione della necessità di concentrare le risorse in aree a “potenzialità elevata di sviluppo”.


VEGEZIO SRL LABORATORIO ANALISI

Analisi Chimiche e Microbiologiche

laboratorio accreditato accredia n° 1029

Inserito nell’Elenco Regionale Emilia Romagna dei laboratori - N° iscrizione 008/CE/002 CESENA: Via Romea 1091 - Tel. 0547 332193 Fax. 0547 332134 - www.vegezio.com - vegezlab@tin.it

Analisi Cliniche Veterinarie

Microbiologia e chimica degli alimenti Analisi zootecniche - Analisi merceologiche Ricerca residui anabolizzanti, ormoni e chemioterapici Analisi ambientali Chimica clinica veterinaria Analisi di autocontrollo H.A.C.C.P. Igiene dei prodotti alimentari

IO L’IMPRESA | 9


PRIMO PIANO

di Veronica Bridi

Legge di Bilancio 2018: come orientarsi fra le novità con i commenti e i “semafori” degli esperti CNA

LEGENDA

TITOLO

Qui tutte le novità

Aspetti positivi

Sottotitolo

Problematicità Aspetti negativi

FISCO

Experior

Occorrono A cura di Maurizio Zoli - Responsabile Servizio Fiscale CNA Forlì-Cesena decisioni rapide e puntuali ARGOMENTO CONTENUTO perchè va data una risposta Il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture alberghiere esteso anche alle oltre ched’imposta alle per Credito strutture che prestano cure termali, per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisto di strutture alberghiere imprese, ai tanti attrezzature/apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali. giovani in cerca di occupazione. Proroga al 31 dicembre 2018 del super ammortamento per gli investimenti in beni

Super-Iper ammortamenti e Impresa 4.0

Credito d’imposta per acquisto prodotti realizzati con materiali derivati da plastiche miste, dalla raccolta differenziata degli 01 Bitae. Mus quas imballaggi autatur re, quatiis rectis repudan dandam, occus.

10 | IO L’IMPRESA

materiali strumentali nuovi. Principali novità: - la maggiorazione del valore dei beni ai fini del calcolo dell’ammortamento e della deduzione dei canoni di locazione finanziaria, diventa pari al 30% in luogo del 40%; - l’esclusione dal super ammortamento si estende a tutte le autovetture. Proroga al 2018 dell’iper ammortamento, con la maggiorazione nella misura del 150%, per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, atti a favorire i processi di trasformazione tecnologica in chiave “Industria 4.0”. Elemento di novità per l’iper ammortamento: se nel corso del periodo di imposta si cede il bene agevolabile non si perdono i benefici residui a condizione che, nello stesso periodo d’imposta, si acquisti un bene strumentale nuovo, avente caratteristiche tecnologiche analoghe o superiori.

Per un triennio, le imprese che acquistano prodotti realizzati con materiali derivati da plastiche miste, provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica o da selezione di rifiuti urbani residui, possono fruire di un credito d’imposta nella misura del 36% delle relative spese sostenute e documentate. Un decreto ministeriale dovrà individuare le necessarie disposizioni applicative.

COMMENTO


PRIMO PIANO

di Veronica Bridi

Focus - Legge di Bilancio 2018

Credito d’imposta formazione 4.0

Introdotto per il solo anno 2018 un credito d’imposta pari al 40 % delle spese relative al personale dipendente, per il periodo in cui viene occupato in attività di formazione per acquisire o consolidare le conoscenze nel campo delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0. Le condizioni di ammissione sono: - la formazione deve essere oggetto di negoziazione con il sindacato dei lavoratori ed erogata in adempimento di un obbligo di contratto collettivo aziendale o territoriale; - richiesta la certificazione dei costi sostenuti. Per le disposizioni applicative entro 90 giorni dovrà essere emanato un decreto attuativo.

Credito d’imposta alle imprese per interventi per il restauro o ristrutturazione di impianti sportivi pubblici

Viene istituito un credito d’imposta a favore delle imprese che nel 2018 effettuano erogazioni liberali in denaro destinate a finanziare interventi di restauro o ristrutturazione di impianti sportivi pubblici. Il credito: - è ammesso, nei limiti del 3 per mille dei ricavi annui, in misura pari al 50% del versamento in denaro delle liberalità fino a 40.000 euro; - è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 3 quote annuali di pari importo; Un decreto ministeriale dovrà individuare le disposizioni applicative.

Credito d’imposta alle attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri

Istituito un credito di imposta in favore degli esercenti di attività commerciali specializzati nel settore della vendita di libri, nuovi o di seconda mano. Il credito: - è parametrato agli importi pagati a titolo di IMU, TASI e TARI; - spetta nella misura massima di 20.000 euro per gli esercenti di librerie che non risultano ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite e di 10.000 euro per gli altri esercenti.

TITOLO Sottotitolo

Obbligo fatturazione elettronica

Dall’1.1.2019 le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate dai titolari di partita IVA devono essere documentate esclusivamente da fatture elettroniche. Dal 1 luglio 2018, il predetto obbligo è applicabile alle: - prestazioni rese da soggetti subappaltatori / subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori / servizi / forniture stipulato con una Pubblica Amministrazione. Contestualmente dall’1.1.2019 è abrogato lo spesometro.

Experior

Occorrono Nuovo “Bonus Verde” decisioni rapide e puntuali perchè va data una risposta oltre che alle Contrasto all’evasione imprese, ai tanti fiscale della distribuzione di giovani in cerca carburanti di occupazione.

Viene introdotta per il 2018 la detrazione del 36% da ripartire in 10 quote annue di pari importo, su una spesa massima di € 5.000,00, per le opere di sistemazione a verde, di realizzazione di coperture a verde, giardini pensili, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi su edifici ad uso abitativo esistenti. Dal 1 luglio è obbligatoria l’emissione della fattura elettronica per gli acquisti di carburante. È contemporaneamente abrogata la scheda carburante. Trattamento fiscale degli acquisti di carburante effettuati dal 1° luglio 2018: - le spese sono deducibili solo se gli acquisti sono effettuati mediante carte di credito, di debito o prepagate; - l’IVA è detraibile ma è previsto che l’effettuazione dell’operazione sia provata dal pagamento tramite carte di credito, di debito o prepagate o da altro mezzo individuato con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Decorrenza ISA - Nuovi Indici Sintetici di Affidabilità

Viene prorogata la decorrenza degli ISA al periodo d’imposta 2018; di conseguenza, per il periodo d’imposta 2017 rimangono in vigore i “vecchi” studi settore.

Sospensione deleghe di pagamento

Viene previsto che l’Agenzia delle Entrate può sospendere, fino a 30 giorni, l’esecuzione delle deleghe di pagamento (modelli F24) contenenti compensazioni “che presentano profili di rischio, al fine del controllo dell’utilizzo del credito.”

Riapertura di termini per la rideterminazione del valore di acquisto dei terreni e delle partecipazioni

Riaperti i termini per la rivalutazione delle partecipazioni non quotate e dei terreni edificabili posseduti alla data del 1° gennaio 2018 da persone fisiche, da società semplici e equiparate. Entro il 30 giugno 2018 deve risultare effettuato il giuramento della perizia e il versamento almeno della prima rata dell’imposta sostitutiva. L’aliquota dell’imposta sostitutiva è individuata nell’unica misura dell’8%.

Proroga IRI - Imposta

01reddito Bitae. Mus quas imprenditore autatur re, quatiis rectis repudan dandam, occus.

L’applicazione dell’IRI è posticipata al periodo d’imposta 2018.

IO L’IMPRESA | 11


PRIMO PIANO

di Veronica Bridi

LAVORO A cura di Marco Roncoroni - Responsabile Servizio Paghe CNA Forlì-Cesena TEMA

Incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile

TITOLO Sottotitolo Incentivo assunzione di studenti

Occorrono decisioni rapide e Agevolazioni puntuali per le assunzioni nel perchè va data Mezzogiorno una risposta oltre che alle imprese, ai tanti giovani in cerca Deducibilità IRAP per diassunzioni occupazione. stagionali

COSA CAMBIA IN SOSTANZA È previsto un nuovo incentivo all’occupazione per i datori di lavoro che, a partire dal 1/1/2018, assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato soggetti con età inferiore a 30 anni che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato. Per le sole assunzioni effettuate entro il 31/12/2018, l’esonero spetta per le assunzioni di lavoratori con età inferiore ai 35 anni di età. L’incentivo consiste nell’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per un periodo massimo di 36 mesi e nel limite di 3.000 euro annui. Sono esclusi dallo sgravio i premi dovuti all’INAIL. L’esonero contributivo spetta anche nel caso di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto a tempo determinato, fermo restando il requisito dell’età anagrafica al momento della trasformazione, e inoltre solo per un periodo di 12 mesi anche in caso di prosecuzione a tempo indeterminato di un contratto di apprendistato, a condizione che il lavoratore non abbia compiuto il 30° anno al momento della prosecuzione. L’incentivo non trova applicazione per i datori di lavoro domestico o nel caso di assunzione con contratto di apprendistato, e non è cumulabile con altri esoneri. L’esonero contributivo è elevato al 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per un periodo massimo di 36 mesi e nel limite di 3.000 euro annui per le assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, di: − studenti che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, attività di alternanza scuola-lavoro per almeno il 30% delle ore di alternanza previste dai rispettivi programmi formativi; − studenti che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, ovvero periodi di apprendistato di Experior alta formazione e ricerca. Per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato, nelle Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna, di giovani sotto 35 anni, ovvero di età superiore a 35 anni se privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, è prevista l’estensione al 100% dell’esonero contributivo nel limite di importo annuo di 8.060 euro. Per le imprese che determinano un valore della produzione netta, è prevista per il solo anno 2018 la piena deducibilità ai fini IRAP per ogni lavoratore stagionale impiegato per almeno 120 giorni per due periodi d’imposta, a decorrere dal secondo contratto stipulato con lo stesso datore di lavoro nell’arco temporale di due anni a partire dalla data di cessazione del precedente contratto.

Agevolazioni per la ricollocazione di lavoratori di imprese in crisi

Per i datori di lavoro che assumono lavoratori in CIGS titolari dell’assegno di ricollocazione, spetta l’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali, nel limite di 4.030 euro annui, per una durata non superiore a: 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato; 12 mesi, in caso di assunzione a tempo determinato; 12+6 mesi in caso di trasformazione in contratto a tempo indeterminato.

Collaborazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche lucrative

Anche le società sportive dilettantistiche a scopo di lucro possono instaurare rapporti di collaborazione coordinata e continuativa ai sensi del D. Lgs n. 81/2015. I compensi derivanti da tali collaborazioni vanno assoggettati per la contribuzione previdenziale alla gestione “ex ENPALS” e assumono fiscalmente la natura di redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente.

Agevolazione per assunzioni in cooperative sociali

Le cooperative sociali che assumono donne vittime di violenze di genere, o persone a cui sia stata riconosciuta protezione internazionale a partire dal 1/1/2016, hanno diritto ad un’agevolazione per un periodo massimo di 36 mesi sulle somme dovute ai fini previdenziali e assistenziali. Le assunzioni incentivate sono quelle effettuate a tempo indeterminato dal 1/1 al 31/12/2018.

12 | IO L’IMPRESA

COMMENTO


Contro il declinismo una sola ricetta: lo sviluppismo Focus - Legge PRIMO di Bilancio PIANO 2018

Sostegno al reddito per i lavoratori della pesca marittima

Per l’anno 2018 è previsto il riconoscimento di un’indennità giornaliera pari a 30 euro per ciascun lavoratore dipendente da imprese adibite alla pesca marittima, compresi i soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, nel periodo di sospensione dell’attività lavorativa derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio.

Abbonamenti trasporto pubblico per i dipendenti e loro familiari

È introdotta la detrazione nella misura del 19% per un importo di spesa non superiore a 250,00 euro annui per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale e l’esenzione fiscale e contributiva per le somme erogate o rimborsate alla generalità o a categorie di dipendenti, dal datore di lavoro, per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico del dipendente e dei suoi familiari a carico.

Contributo di licenziamento

Dal 1/1/2018 per ogni licenziamento effettuato nell’ambito di una procedura di licenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro soggetto alla contribuzione CIGS, l’aliquota del contributo di licenziamento previsto dalla Legge n. 92/2012 è innalzata dal 41% all’82% del massimale NASPI.

Pagamento delle retribuzioni

A decorrere dal 1° luglio 2018, i datori di lavoro e committenti, non potranno più corrispondere la retribuzione ai lavoratori per mezzo di denaro contante. Inoltre, è previsto che la firma del lavoratore apposta sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione. Sono esclusi dalla disposizione i rapporti di lavoro domestico. Ai datori di lavoro che violano l’obbligo si applica una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro.

Termine di trasmissione del Modello 770 e CU per redditi non dichiarabili con precompilata

La legge di Bilancio modifica i termini di trasmissione telematica dei seguenti dichiarativi: il Modello 770 e le CU 01contenenti 02 esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata potranno essere inviati entro il 31 ottobre.

01 Bitae. Mus quas Limite esenzione autatur re, quatiis rectis compensi sportivi repudan dandam, occus.

dilettanti

È innalzata da 7.500 a 10.000 euro la soglia entro la quale le indennità, i rimborsi forfetari, i premi e i compensi erogati agli sportivi dilettanti dalle società sportive dilettantistiche non concorrono alla formazione del reddito.

02 alitate nullit untiassi solupti quisti cuptatu sdania si cus nem qui dolore, vero quam vit eosseque.

El s aRi s t or ant enasceaFor l ìdaunpr oget t oacuiRi ccar do Val mor il avor adat empo,mat ur at odur ant ei lper cor s o f or mat i vochel ohapor t at oas per i ment ar enumer os er eal t à gas t r onomi che. El s aèi lper s onal econnubi ot r apas s i oneedesper i enzadel s uochef . El s aof f r e,ol t r ealcons uet os er vi zi o,unapr opos t as peci al e pert ut t iipr anzif er i al i ,edunampi oecomodopar cheggi o.

Vi aB. B. Por r o,1 6( Fc) T. : 0543405504 www. el s ar i s t or ant e. i t

IO L’IMPRESA | 13


PRIMO PIANO

di Veronica Bridi

CITTADINI A cura di Fabio Bianchi - Responsabile CNA Cittadini Forlì-Cesena TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

Proroga detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia

Viene prorogata fino al 31/12/2018 la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis TUIR, alle condizioni previste per il 2017 (50% della spesa di importo massimo pari a euro 96.000).

Proroga detrazione interventi di efficienza energetica

Viene prorogata fino al 31/12/2018 la detrazione del 65% sugli interventi di efficienza energetica eseguiti in singole unità immobiliari e viene confermata la scadenza del 31/12/2021 per quelli sostenuti su parti comuni di edifici ad eccezione di: A. acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; B. schermature solari; C. sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione o di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, che godranno di una detrazione “depotenziata” al 50%.

TITOLO Sottotitolo

Nuovi interventi di efficienza energetica detraibili dal 2018

Viene inserita nella detrazione al 65% la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con: A. impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti; B. impianti dotati di apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione; C. acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione D. acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori (solo in presenza di un risparmio di energia pari almeno al 20% e solo per il 2018).

Experior Fondo caregiver Occorrono familiare rapide decisioni e puntuali perchè va data Cessione del credito una risposta oltre che alle imprese, ai tanti Bonus mobili ed giovani in cerca elettrodomestici di occupazione.

Attivato un fondo per il sostegno del caregiver familiare con 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018-2020. È un riconoscimento del valore dell’attività di cura non professionale del prestatore familiare.

È disposto che la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per tutte le tipologie di intervento di riqualificazione energetica possa essere ceduto sia dai “soggetti capienti” che dai “soggetti incapienti”. Viene prorogata fino al 31/12/2018 la detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici a condizione che l’intervento principale cui si “aggancia” il bonus mobili sia iniziato dal 01/01/2017.

Cedolare secca

Viene prorogata di 2 anni, fino al 2019, la riduzione al 10% della cedolare secca applicata sui canoni di affitto “concordati”.

Limite di reddito per figli a carico di età non superiore a 24 anni

Il limite di reddito complessivo per essere considerati fiscalmente a carico è elevato da euro 2.840,51 a euro 4.000,00 limitatamente ai figli di età non superiore a 24 anni, a decorrere dal 01/01/2019. Resta invariato il limite di euro 2.840,51 per le altre tipologie di familiari a carico.

Detrazione premi assicurativi eventi calamitosi

È riconosciuta la detrazione IRPEF pari al 19% dei premi per le assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate dal 01/01/2018 relativamente alle unità immobiliari ad uso abitativo.

Bonus bébé

È previsto il riconoscimento dell’assegno mensile erogato dall’INPS per euro 960,00 annui per ogni figlio nato/adottato dal 01/01/2018 al 31/12/2018, fino al compimento del primo anno di età/primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione. Il nucleo familiare del genitore richiedente deve essere in condizione economica corrispondente a un valore dell’ISEE non superiore a euro 25.000,00 annui.

14 | IO L’IMPRESA

COMMENTO


Contro il declinismo una sola ricetta: lo sviluppismo Focus - Legge PRIMO di Bilancio PIANO 2018

AMBIENTE E SICUREZZA A cura di Davide Ghetti - Responsabile Servizio Ambiente e Sicurezza CNA Forlì-Cesena TEMA

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

COMMENTO

TARI (art.1, comma 38)

La norma proroga anche al 2018 la possibilità dei Comuni di commisurare la TARI sulla base della quantità e qualità media-ordinaria dei rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolta.

SISTRI (art. 1, commi 1134 e 1135)

Proroga di un ulteriore anno del doppio binario, che implica il mantenimento della modalità cartacea per la tenuta dei registri di carico e scarico, dei formulari di trasporto del MUD, oltre che delle relative sanzioni. Inoltre è previsto l’avvio di una fase di recupero dei contributi pregressi, dovuti e non versati, secondo i principi dell’accertamento con adesione del ravvedimento operoso.

Normativa antincendio (art.1, comma 1122)

È disposta l’ennesima proroga, al 30 giugno 2019, per l’adeguamento alla normativa antincendio delle attività ricettivo-turistiche alberghiere con oltre 25 posti letto.

ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI A cura di Marco Laghi - Responsabile Servizio Creaimpresa CNA Forlì-Cesena 01

TEMA 01 Bitae. Mus quas autatur re, quatiis rectis repudan dandam, occus.

CCIAA

02 alitate nullit untiassi solupti quisti cuptatu sdania si cus nem qui dolore, vero quam vit eosseque.

02

COSA CAMBIA IN SOSTANZA

COMMENTO

Le Camere di Commercio i cui bilanci presentino squilibri strutturali in grado di provocare il dissesto finanziario, potranno adottare programmi pluriennali di riequilibrio finanziario condivisi con le Regioni, nei quali è possibile prevedere l’aumento del diritto annuale fino ad un massimo del 50%. Tale aumento deve in ogni caso essere oggetto di specifica diposizione da emanarsi a cura del Ministero dello Sviluppo Economico.

Proroghe di termini e modifiche alla disciplina in materia di autoriparazione

Prorogato al 04/01/2023 il periodo transitorio per le imprese di autoriparazione in attività al 05/01/2013 e abilitate ad una sola delle ex sezioni “meccanica motoristica” o “elettrauto”. Tali imprese devono conseguire il requisito per l’attività di meccatronica entro il 04/01/2023 anziché entro il 04/01/2018. I responsabili tecnici delle imprese già abilitate ad una sola delle sezioni ed in attività alla data del 05/01/2013, che frequentano con esito positivo i corsi attivati dalle Regioni e dalle Province autonome, conseguono immediatamente l’abilitazione mancante, vale a dire senza la necessità di completare la formazione, con 1 anno di pratica professionale presso una impresa del settore, come ordinariamente previsto.

Proroghe di termini in materia di salvamento e di pratiche abusive nei servizi taxi e ncc

Le autorizzazioni all’esercizio di attività di formazione e concessione per lo svolgimento delle attività di salvamento acquatico rilasciate entro il 31/12/2011, sono prorogate al 31/12/2018. Proroga al 31/12/2018 delle disposizioni attuative tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di noleggio con conducente e taxi (L. n. 21/1992). Conseguentemente, in attesa della ridefinizione della disciplina in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea (L n. 21/1992), le disposizioni contenute all’art. 29, comma 1-quater, del D.L. n. 207/2008, convertito in L. 27 febbraio 2009, n. 14, sono sospese fino al 31/12/2018.

Concessioni per il commercio in aree pubbliche

Le concessioni di commercio su area pubblica in essere alla data dell’1/1/2018 sono prorogate al 31/12/2020. Tale proroga si è resa necessarie per uniformare i tempi e i termini delle future concessioni. I comuni interessati dovranno prevedere, specifiche modalità di assegnazione per coloro che, nell’ultimo biennio, hanno direttamente utilizzato le concessioni quale unica o prevalente fonte di reddito per sé e per il proprio nucleo familiare (in deroga a quanto disposto dall’articolo 16 del D. Lgs. n. 59/2010).

IO L’IMPRESA | 15


STORIE DI IMPRESE

di Veronica Bridi

NUOVA COMEGA: IL VOLTO UMANO DI IMPRESA 4.0 Un’azienda cesenate si proietta sul futuro, rivoluzionando e digitalizzando tutta la produzione, con un occhio di riguardo per le persone “Siamo orgogliosi di essere terzisti, non ci vogliamo snaturare. Vogliamo fare talmente bene il nostro lavoro, da essere i migliori partner sul mercato”

16 | IO L’IMPRESA

“Sarà capitato a tutti di correre per finire un lavoro, con la promessa che sarà l’ultima volta, per poi ricaderci di nuovo pieni di frustrazione… noi ad un certo punto ci siamo fermati, abbiamo analizzato tutti i nostri processi produttivi e li abbiamo rivoluzionati. È così che, ora, lavoriamo tutti molto meglio”. Poche parole che sintetizzano il percorso che ha portato Nuova Comega, azienda cesenate che produce macchine automatiche per l’industria e occupa complessivamente 21 persone, a diventare un esempio virtuoso di azienda convertita in chiave Impresa 4.0. Fondata nel 1973 come bottega artigiana da Franco Gentili e Danilo Andreoli, l’azienda è poi passata ai figli dei fondatori, Ivan Gentili e Fabrizio Andreoli, oltre che a due collaboratori, Claudio Benini e Andrea Stanghellini. Lo scorso 21 dicembre, presso l’Hotel Roseo Euroterme di Bagno di Romagna, Nuova Co-

mega ha presentato il proprio Piano strategico, alla presenza di numerosi stakeholder: clienti come il gruppo Sacmi, fornitori, dipendenti, ma anche istituzioni, associazioni e istituti scolastici collegati in diretta Facebook. Il socio e direttore generale Ivan Gentili ha illustrato, coinvolgendo alcuni collaboratori, le traiettorie su cui si muoverà l’azienda nei prossimi cinque anni: “nella nostra visione ci sono due grandi attori: le persone e la tecnologia, che sono strettamente collegate. Le persone hanno bisogno della tecnologia per dare il massimo, e la tecnologia ha bisogno delle persone per esprimersi al meglio e per poter essere sviluppata. Questa è la condizione che ci ha permesso di intraprendere il percorso iniziato tre anni fa”. “Nei prossimi cinque anni – prosegue Gentili – tutto il reparto produttivo aziendale sarà digitalizzato, riducendo i lotti

di produzione fino alla singola macchina. Per fare un esempio, ogni saldatore avrà a disposizione un terminale per scansionare il disegno aumentato e visualizzare in tempo reale le schede tecniche di ciascun componente, aggiornate con foto, note costruttive, dettagli critici e soprattutto eventuali non conformità riscontrate sui lotti precedenti. Sarà un esempio virtuoso di lean production, riducendo i lotti produttivi fino alla singola unità macchina, che potremo realizzare just in time. Con grandi benefici in termini di flessibilità, spazio e tempi di consegna. Per farla breve, entro i prossimi cinque anni saremo il modello di partnership che tutti i grandi leader vorranno avere!” Mentre l’Impresa 4.0 spesso viene associata a una sorta di “disumanizzazione” del lavoro, l’esempio di Nuova Comega mostra come, oltre alla tecnologia, le persone siano fonda-


Nuova Comega: il volto umano di Impresa 4.0

STORIE DI IMPRESE

01

01. 02 Due momenti dell’evento di presentazione del piano strategico di Nuova Comega con una delle foto di gruppo del team dell’azienda cesenate.

02

mentali e protagoniste: “sulle persone nei prossimi cinque anni investiremo molto, sia in formazione, per accompagnare l’innovazione dell’azienda, che in termini di qualità della vita. Con un orario estremamente flessibile, che lasci grande libertà di organizzare le proprie ferie e tempo libero. In estate, nonostante il grosso carico di lavoro, da qualche anno diamo la possibilità, a chi lo desidera, di lavorare su un orario mattutino ridotto per avere il pomeriggio libero. Crediamo infatti che persone responsabilizzate e motivate possano gestire con successo il proprio impegno lavorativo nell’interesse di tutti, perseguendo un obiettivo comune”. Fino qui parliamo al prossimo futuro, ma Nuova Comega guarda ancora più avanti: il più importante investimento formativo dei prossimi cinque anni, infatti, sarà un percorso di alta formazione manage-

riale per dotare tre futuri imprenditori all’interno dell’azienda di solide basi di competenza manageriale e imprenditoriale: Riccardo Rani, Gianmarco Delgrande e Andrea Gentili. Come riassume Gentili in una battuta: “in questi cinque anni, porteremo la nostra azienda

nel futuro”. Un’esperienza virtuosa, e un esempio interessante per le piccole e medie imprese che si vogliono cimentare sui terreni dell’innovazione e della digitalizzazione. Ricordiamo che CNA supporta questi percorsi grazie al progetto CNA HUB 4.0.

IMPRESA 4.0: BILANCIO DEL PRIMO ANNO NELLA NOSTRA PROVINCIA

Come è andato nella nostra provincia il primo anno del piano impresa 4.0? Da un primo bilancio pare bene. Supportate dai consulenti di CNA HUB 4.0, le nostre aziende hanno sostenuto nel 2017 ben 2,8 milioni di euro di investimenti in chiave impresa 4.0: grazie all’iperammortamento, potranno beneficiare di 1,9 milioni di vantaggi fiscali. Inoltre, 37 le domande presentate per la Legge Sabatini, che hanno garantito alle imprese circa 600.000 euro di contributi e 7 le asseverazioni prodotte dai nostri esperti per il credito d’imposta in ricerca e sviluppo, per un totale di 260.000 euro di investimenti. In questi giorni fervono, infine, le attività per presentare le domande per i voucher digitalizzazione.

IO L’IMPRESA | 17


UNIONI SACCHETTI DI PLASTICA: UN ONERE AGGIUNTIVO PER LE PMI Costi a carico dei consumatori e divieto di riutilizzo: è un provvedimento “ambientalista” o anche un balzello per aumentare le entrate dello Stato? Anche a prescindere dal costo – varierà dai 2 ai 10 cent per unità – a carico del consumatore e dal divieto di riutilizzo, c’è qualcosa di “poco trasparente” nella disposizione che riguarda la commercializzazione dei sacchetti di plastica biodegradabili. Perché il provvedimento è stato approvato di notte – tra il 2 ed il 3 agosto – senza discussione di merito e con la conversione in legge, nel “Decreto crescita mezzogiorno”, che non ha alcuna attinenza su materie riguardanti l’ambiente? Che senso ha che in pieno clima di ferie, il Parlamento si senta in obbligo di approvare una disposizione “non proprio” vitale per il Paese? La nota dolente è rappresentata dal fatto che tutti i sacchetti leggeri ed ultraleggeri dovranno essere ceduti esclusivamente a pagamento, come avviene ora per gli shopper monouso da spesa in vendita alle casse dei negozi e supermercati, mentre sarebbe stato più opportuno che fosse a discrezione dell’esercente. Si tratta così di un nuovo balzello che grava sui consumatori e complicherà la vita alle imprese del settore, che nello scontrino fiscale devono far riportare la cessione del biodegradabile e indicarlo separatamente nel registro corrispettivi.

€ 110,00

Occhiale da vista completo con lenti senza antiriflesso € 60,00

CONSEGNA RAPIDA

OCCHIALI VISTA/SOLE RIPARAZIONI LENTI A CONTATTO CONTROLLO DELLA VISTA GRATUITO

Il TAR del Lazio ha confermato l’obbligo di indicazione dell’origine dal 17 febbraio 2018, ritenendo prevalente l’interesse pubblico volto a tutelare l’informazione dei consumatori, relativa alla conoscenza del Paese d’origine e/o del luogo di provenienza dell’alimento e dell’ingrediente primario. Il decreto, in particolare, prevede che le confezioni di pasta secca prodotte in Italia, debbano obbligatoriamente indicare in etichetta il Paese di coltivazione del grano ed il Paese di molitura. Se queste fasi avvengono in più Paesi, si possono utilizzare, a seconda della provenienza, le seguenti diciture: Paesi UE, Paesi Non UE e Paesi UE e Non UE. L’indicazione di origine deve essere apposta in etichetta in un punto evidente, chiaramente leggibile e indelebile.

DA NOI PUOI TROVARE

CASQUO’

IL PROGRAMMA CHE ASSICURA I TUOI OCCHIALI CONTRO I RISCHI DEL FURTO E DI ROTTURA DELL’OCCHIALE CENTRO SPECIALIZZATO LENTI PROGRESSIVE

OCCHIALI DA SOLE

SCONTO 20% TUTTO L’ANNO

18 | IO L’IMPRESA

Respinta la richiesta di sospendere il decreto interministeriale che introduce l’obbligo dell’indicazione di origine

Se da un lato è necessario alzare il livello d’impegno per aumentare la consapevolezza dei cittadini sugli impatti che le borse di plastica hanno sull’ambiente, dall’altro non si può scaricare sempre il costo sui consumatori e sulle imprese della distribuzione: più corretta sarebbe stata una previsione legislativa capace di introdurre comportamenti virtuosi già nella fase produttiva. Ci sono attualmente in circolazione milioni di bottiglie di plastica difficili da smaltire, a tutti i livelli, dalle acque alle bibite, senza che nessuno faccia o dica qualcosa e poi si cerca di intervenire sui micro sacchetti; è un po’ una contraddizione di sistema. Per questi motivi, CNA intende fare modificare il provvedimento nella prossima legislatura.

Occhiale da vista completo con lenti antiriflesso

ETICHETTA DI ORIGINE PER GRANO/PASTA

Chiuso il Lunedì - Giovedì Aperto tutto il giorno

VIA MATTEOTTI 28/F - FORLIMPOPOLI

TEL . 0543 744126


SAVIGNANO DI NUOVO OPERATIVA LA SEDE DI SAVIGNANO Dopo l’incendio, solo un mese di tempo per tornare alla normalità, con più forza di prima. I servizi non sono stati interrotti neanche per un minuto, grazie all’impegno e alla tecnologia L’anno nuovo è cominciato con una brutta notizia: il 3 gennaio la sede CNA di Savignano sul Rubicone è stata colpita da un incendio, dovuto a un guasto tecnico. Sono partiti subito i lavori per rimettere in piena sicurezza l’edificio e rendere operative le postazioni, con un meticoloso percorso di sanificazione degli ambienti, condotto a tempo di record. Un mese dopo, tutti i consulenti sono tornati all’operatività nei consueti uffici, che sono in condizioni persino migliori rispetto a prima! Ricordiamo che in tutto questo periodo CNA ha garantito i servizi alle imprese

e ai cittadini, che non sono venuti meno neanche per un minuto. I circa venti consulenti hanno operato dalle sedi limitrofe (San Mauro Pascoli, Gambettola, Cesenatico, Santarcangelo, Cesena), senza creare alcun disservizio alle imprenditrici e agli imprenditori, i quali hanno dimostrato assoluta disponibilità a recarsi in luoghi diversi da quelli abituali. “Abbiamo corso un po’ in queste settimane, garantendo al contempo tutte le attenzioni che un evento del genere richiede – sottolinea Marco Gasperini, Presidente di CNA Est Romagna – ma la nostra presenza capillare

sul territorio ci ha permesso di garantire con efficienza i servizi”. “Aver puntato sull’innovazione e sulla tecnologia, unita alla disponibilità di tutti i colleghi, ci ha permesso di ri-

durre le distanze e contenere i disagi per gli associati – nota Marco Lucchi, Responsabile di CNA Est Romagna – mettendo in pratica un nostro principio fondamentale: stare vicini alle imprese”.

MOFFAEMILIO LAVORI EDILI & NUOVE COSTRUZIONI ECONATURALI

Via Roma 128/A 47014 Meldola (FC)

Cell. 347 3232057 moffa.emilio@virgilio.it

Attestazione n° 17247/11/00 IO L’IMPRESA | 19


Personalizziamo il vostro nastro adesivo da 40 anni Produciamo piccole e grandi quantità Vendita e consulenza di tutti i materiali e le attrezzature per il vostro imballo Nastri adesivi PVC PPL Nastri speciali Nastro carta Pluriball Estensibile Polistirolo Sacchi e sacchetti in plastica Reggia Punti metallici Tendinastri Reggiatrici Carrelli

IMPRESA&SERVIZI - Artigiano UNIBOX L@VORO • Dispositivi mobili • Anticipo Indennizzo Elettricista, idraulico, imbianchino, installatore, lattoniere, piastrellista, tappezziere. Qualunque sia la tua attività, con UnipolSai Impresa&Servizi puoi tutelarla al meglio. Con garanzie su misura, assistenza h24 e servizi hi-tech.

rate mensili *

TASSO ZERO

TAN 0% TAEG 0%

TI ASPETTIAMO IN AGENZIA

HO LA SOLUZIONE PER OGNI IMPREVISTO. E I MIEI CLIENTI SONO CONTENTI.

Cerca il punto vendita più vicino a te sul sito www.assicoop.it/romagnafutura

@Romagnafutura @romagnafutura

Igor, tecnico installatore.

*

Pagamento del premio di polizza tramite finanziamento a tasso zero (TAN 0,00%, TAEG 0,00%) di Finitalia S.p.A., da restituire in 5 o 10 rate mensili in base all’importo del premio di polizza (minore o maggiore di € 240,00). Esempio: importo totale del premio € 500,00 – tan 0,00% - Commissioni di acquisto 0,00% - importo totale dovuto dal cliente € 500,00 in 10 rate mensili da € 50 cadauna. Tutti gli oneri del finanziamento saranno a carico di UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Operazione

subordinata ad approvazione di Finitalia S.p.A. intermediario finanziario del Gruppo Unipol. Prima di aderire all’iniziativa, consultare le Informazioni europee di base sul credito ai consumatori (SECCI) e l’ulteriore documentazione prevista dalla legge disponibili in Agenzia e sul sito www.finitaliaspa. it. Offerta valida sino al 31.12.2017 soggetta a limitazioni. Per tutti i dettagli e per verificare quali sono le polizze disponibili con il finanziamento a tasso zero rivolgersi all’Agenzia. Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione della polizza leggere il Fascicolo Informativo disponibile in agenzia e sul sito www.unipolsai.it.

20 | IO L’IMPRESA


RICETTA DEL MESE

LA RICETTA DI… ELSA RISTORANTE Gusto ed esclusività con lo chef Riccardo Valmori RISOTTO CARNAROLI, BURRO ROSA, GAMBERI CRUDI, ALGHE Ingredienti Per la pasta: • Gamberi 16 • Alghe q.b. (fagiolino di mare, lattuga di mare) Procedimento: Sgusciare e pulire i gamberi, mettere da parte le teste. Essiccare le alghe a 65 gradi, frullare riducendole in polvere. Burro rosa: Tagliare sottilmente la cipolla unirla in una pentola a vino e

• Cipolla 1 • Vino bianco gr. 100 • Aceto di vino bianco gr. 40 • Burro gr. 110 • Riso carnaroli gr. 320

• Acqua o brodo q.b • Sale q.b. • Pepe q.b • Olio di semi q.b

aceto, ridurre completamente il liquido, nel frattempo rosolare le teste di gambero, unirle assieme al burro nella pentola delle cipolle lasciando fondere e infondere per circa 30 minuti. Filtrare il burro in un colino fine e congelare.

Risotto: Tostare il riso con poco olio di semi, bagnare con acqua bollente, portare a cottura aggiustando di sale e pepe. Mantecare con il burro freddo. Impiattare il risotto adagiandovi sopra i gamberi crudi, guarnire con la polvere di alghe e servire!

ELSA RISTORANTE Nasce a Forlì da un progetto a cui Riccardo Valmori lavora da tempo, maturato durante il percorso formativo che lo ha portato a sperimentare numerose realtà gastronomiche. Elsa è il personale connubio tra passione ed esperienza del suo chef. Un ristorante dove ogni ingrediente trova uno spazio e un tempo in una carta variegata e creativa. Scoprilo a Forlì in via Benedetta Bianchi Porro, 16 – 0543405504 – www.elsaristorante.it

IO L’IMPRESA | 21


BACHECA

Gli annunci vanno inviati a: redazione@cnafc.it

ANNUNCI GRATUITI

Sei interessato a promuovere la tua attività su IO L’Impresa? Chiedi informazioni a Sandro Fabbri sandro.fabbri@cnafc.it – 340 0615763

CEDESI/VENDESI Bar pubblico a Cusercoli di 150 mq. + cucina di 20 mq., ripostiglio, magazzino, due bagni, sala di 180 mq. e spazio esterno di 900 mq. Il tutto arredato e funzionante. Per info: 3298039618 – fabiolombini1952@ gmail.com

RA a Forlì in zona stadio. Già arredato. Per informazioni: 340 4003395.

VENDESI mobili antichi (comò, credenze, ecc.) a modico prezzo. Per informazioni telefonare Prandini Alberto (cell. 346 3658356 – tel. 0543 33441).

CERCASI capannone industriale/artigianale zona Pievesestina di Cesena (FC) di mq. 5000 per zona magazzino e produzione e mq. 1000 per zona uffici. Interessati sia affitto che acquisto. Per informazioni Sig. Crociani Stefano cell. 3357879307.

VENDESI bancone da lavoro in legno altezza cm. 90, lunghezza cm. 275, larghezza cm. 110, trovasi in zona Viserba. Per info 346 1864471. VENDESI negozio uso commerciale di mq. 50 + mq. 100 di magazzino seminterrato, Forlì, zona S. Maria Del Fiore, Via Ravegnana, 2 vetrine e impianti autonomi, classe energetica E. € 75.000,00. Telefono Ufficio 0543/795665. AFFITTASI negozio/laboratorio a Cesena, via Cesenatico 1691, di mq 43. Chiamare Valzania Franco al numero 0547 30108. CERCASI NUOVO GERENTE per negozio di PARRUCCHIE-

CEDESI per motivi personali negozio di parrucchiera a Cesena, zona centro, attività ben avviata; locale arredato. Affitto ottimo. Contatto al numero 347 3105029.

AFFITTO di azienda completa di manovia, attrezzatura o porzione di capannone industriale Calzaturificio Pensato Jr Kardinale SRL Impresa nel settore del calzaturiero. Tel. 0541 931569 - cell. 336 27770001. CEDESI Negozio di parrucchiera a Dovadola. Cedesi attività ben avviata locale nuovo di 100 mq. Affitto buono per motivi personali cede. Contatto serale al numero 3491365526. VENDESI a Meldola capannone artigianale buone condizioni di mq 380 causa raggiunti limiti pensionistici dei titolari. Trattative riservate per info 349 5080127.

SE NON LO PROVI NON SAI COSA TI PERDI!

RISTORANTE

’ oro L

‘ da

Andrea Lombini

C

M

Ti aspetta a Predappio!

Y

CM

MY

Assistenza Tecnica su ogni marca e modello

Ricambi Originali disponibili sempre

CY

PER GLI ASSOCIATI CNA FORLÌ-CESENA

CMY

Sconto del

K

8%

sul menù alla carta sul conto totale

*Escluso festivi e domeniche a pranzo. Promozione valida fino al 31/03/2018

VIA ROMA, 51 - PREDAPPIO (FC) (100 mt. prima del paese)

22 | IO L’IMPRESA

0543 922388 - 349 2855603 - da.loro.ristorante@gmail.com


Residenza i Girasoli Oasi polifunzionale per la terza età

PREDAPPIO: Via S. Demetrio, 35 Tel: 0543 921345 | Fax: 0543 921021 | Mail: info@residenzaigirasoli.com

Pest Control Bonavita servizi è in grado di elaborare piani di gestione delle infestazioni nel pieno rispetto dei requisiti cogenti previsti dalla normativa vigente. Il servizio di Pest Control è così articolato:

I NOSTRI SERVIZI

Manutenzione del Verde Bonavita Servizi srl si occupa della manutenzione, progettazione e realizzazione delle aree verdi;

• POTATURA E ABBATTIMENTO di alberi con piattaforma aerea mt. 21 • SFALCIO ERBA anche con braccio idraulico dotato • Disinfestazione di insetti striscianti di trincia mt. 1,20 e volanti (blattoidei, mosche, moscerini, zanzare, vespe, ecc...) • DISERBO contro erbe infestanti • Derattizzazione (topi e ratti)

• Lotta biologica e integrata • Allontanamento volatili • Ispezioni e indagini approfondite • Redazione di manuali HACCP Le nostre certificazioni:

Cleaning I nostri tecnici specializzati con l’ausilio di attrezzature all’avanguardia svolgono attività di pulizia civile ed industriale, lavaggio vetri nonchè sanificazione di: • uffici • capannoni • mostre e/o showroom • palazzi storici

• TRATTAMENTI FITOSANITARI per la tutela delle alberature da parassiti anche tramite ENDOTERAPIA per minor impatto ambientale • PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE di aree verdi, parchi, giardini e messa a dimora di piante anche ad alto fusto. È la qualità che fa la differenza!

IO L’IMPRESA | 23


IO L'Impresa - Gennaio/febbraio 2018  
IO L'Impresa - Gennaio/febbraio 2018  
Advertisement