Page 1


3


4

SOMMARIO SOMMARIO EDITORIALE Essere Roma

5 FISICA La Fisica in Cucina

4-5 7

ALMANACCO MARZO

10-11

NOTIZIE STRANE DAL MONDO

104

SPORT Christian Daghio

106-107 108-109

12-13

MEDICINA Veser Lipo

TELEVISIONE PACIULLO – 1 minuto per te

14-15

PSICOLOGIA La Magia Di Un Respiro

110

IN COPERTINA LANDO FIORINI – La voce di Roma

16-17

PSICOSESSUOLOGIA I BENEFICI DELL’AMORE

112

MUSICA KISHO “DENOVO”

114

IL LIBRO MARCO LUI – La Bibbia secondo Lui IN RICORDO DI PAOLO VILLAGGIO RICORRENZA 15 AGOSTO: le origini della Festa di Ferragosto IN COPERTINA PAOLA LAVINI Poliedrica per natura

16

18 20 22 26-28

Aghe’ Mare Al Festival di Sanremo

48-49

L’arte incontra la moda

50-51

CINEMA Identikit di un Cattivo - LOKI A Casa Tutti Bene

52 54-55

NUOVI VOLTI - CARTA D’IDENTITÀ MARIA BASILICATA

Consigliato da noi

56-57

30

Di-Sconnessi

58-59

FERNANDO FRANCORSI

32

ANNALANDA BARINI

34

IL PROGETTO FLAMINGO CLUB ROMA

60-61

ALESSANDRO MICHELI

36

MARIAGRAZIA AIELLO

38

L’AZIENDA DEL MESE L’ORA DI CENA L’EVENTO TANTI AUGURI PAOLO! L’EVENTO FABIO FRIZZI MODA Alex Mare’ Foto di stile...con stile

EVENTI GRUPPO STORICO ROMANO NATALE DI ROMA

40-41 42-43

QUESTIONI LEGALI Guida In Stato Di Alterazione

70-71

44-45

L’INTERVISTA BENEDETTA VENDITTI

74-75

46

SPETTACOLO MARYEM BENT ANIS

Omaggio A Enrico Ruggieri Alberto Laurenti Giuseppe Di Monte VIAGGI Portogallo ILQUADERNODELSIGNORG

26

RITRATTI RAFFAELLA LIGORIO

118-119

Juan Sebastian Veron

120

SPORT E SALUTE Lo Squat

124

94 MOTORI VOLKSWAGEN POLO GTI YAMAHA MT-07 2018

128 130

76-77

MONDO WEB Come funziona la pubblicità su Facebook

132

78-79

AMICI ANIMALI Proteggerli dal caldo

134

82-83

CUCINA La ricetta di Marzia

84 86-87 90 94-95 98 100

Periodico indipendente gratuito www.cmagazine.it

Direzione redazione amministrazione: Via Trento, 44 00043 Ciampino (RM) - Tel.3272672908 | info@cmagazine.it Direttore responsabile: Francesco Puma Coordinamento redazionale: Paolo Orangis Hanno collaborato a questo numero: Roberto Pasquali, Cesare Antetomaso, Alessia Antonini, Angelo Artusi, Ivan D’Angelo, Rosa de Berardinis, Concita De Simone, Nara Fend, Antonella Feligetti, Paola Fucci, Alessandra Liberatori, Sara Mazzilli, Marco Michiorri, Micaela Miri, Crescenzo Muto, Bianca Neri, Daniela Oliviero, Francesca Oriani,Stefania Paoli, Alessandra Pesaturo, Luca Priori, Chiara Priorini, Vittorio Rombolà, Penelope Salomone, Felice Stati, Federica Torre, Alberto Terraneo, Nicola Vinci, Marco Visconti, Zoe Vitali. Per il numero del mese precedente ringraziamo la collaborazione di Paola Stefanucci Editore Calcio a 5 live srl Registrazione al tribunale di Velletri n.2507 del 25.10.2007 Grafica e impaginazione: SWA Advertising - www.swa-adv.it Per la Pubblicità: tel.3272672908 | info@cmagazine.it -

vole. Filmano con i loro telefonini, la vittima di turno, mentre viene attaccata da questi bulletti, e con un semplice click postano i loro video sui social così da poter ridicolizzare ulteriormente chi ha subito questi attacchi.

68

MUSICA RED&VEGAS – Pronti a ballare?

116

Tornei Città di Ciampino

62-64

POESIA Le Baio (C)² accate der poeta der baiocco

IN COPERTINA SONOHRA Per ricominciare

CALCIO Marco Mastendrea

C Magazine

A ROMA E CASTELLI ROMANI

IN COPERTINA Tanti auguri Puff! L’OROSCOPO

Via Trento 44 A, Ciampino (RM) mob. 3272672908 mail. info@cmagazine.it

L’invio di lettere, articoli, e foto implica automaticamente l’autorizzazione alla pubblicazione dei testi e delle foto spediti, nonché di tutti i dati personali in essi contenuti, consentendone espressamente il trattamento ai sensi del D.Lgs. 196/03. L’invio delle foto dei minori implica automaticamente l’autorizzazione alla pubblicazione delle immagini e dei dati da parte dei soggetti esercenti la potestà genitoriale sugli stessi. La redazione si riserva il diritto di scegliere le lettere e le foto da pubblicare e di rielaborare i testi per esigenze giornalistiche e/o di riservatezza dei soggetti coinvolti. Le lettere, gli articoli e le foto sono testimonianza spontanea dei lettori e dei collaboratori che si assumono, con l’invio alla redazione, ogni responsabilità in ordine alla veridicità e alla liceità dei contenuti. Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/03 l’editore Calcio a 5 Live di Vincenzo D’Avino, titolare del trattamento dei dati, informa che i dati pervenuti alla redazione, nonché le foto, saranno utilizzati esclusivamente per le finalità delle varie rubriche della rivista e non saranno pubblicati ad altri soggetti. Esaurite le finalità, tutti i dati forniti, le foto, gli scritti, saranno distrutti. La riproduzione dei testi ed immagini, anche parziale, deve essere autorizzata dall’editore. La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita.

lma questi atti e li condivide si compor136 lmare e condividere

L’AZIENDA CONSIGLIA 138-139 il video sui social vuol dire approvare questi IL MATRIMONIO

Redazione C MAGAZINE

atti di violenza. Col cyberbullismo non c’è la 142-145un aiuto. possibilità di ribellarsi o di chiedere Spesso infatti i giovani non sanno il motivo per cui gli occhi sono puntati loro addosso, ma il motivo è da attribuirsi alle frasi o alle 148-153 foto che vengono loro associate su Facebook. Denunciare questi atti di violenza è l’unica 158-159 tendono semplicemente calpestare la dignità

Sfoglia C magazine online sul sito:

www.cmagazine.it

Seguici su: cmagazine cmagnews cmagazinenews

Scarica l’App gratuita su ISUSS e digita CMAGAZINE per leggere il tuo magazine anche sul tuo smartphone e tablet.

Segui tutte le News dei Castelli su: www.castelliromaniweb.it


6

L’EDITORIALE

7

di Paolo Orangis

ESSERE ROMA La conosco bene la storia di Roma e conosco gli artisti che l’hanno resa grande: da Alberto Sordi, Anna Magnani, Claudio Villa, Aldo Fabrizi e poi Federico Fellini, Gabriella Ferri, Sora Lella...e potrei continuare ancora! Di loro ho sempre ammirato, oltre all’immenso valore e talento artistico, l’attaccamento affettuoso per Roma che hanno reso ancora più eterna, tra film e canzoni immortali. Vi posso assicurare quindi, che dentro di me l’entusiasmo è stato davvero tanto quando ho varcato per la prima volta la porta del mitico Puff, il locale storico di Trastevere che tanto ha amato e voluto Lando Fiorini, altro monumento di questa magica città. Ad adornare le imponenti pareti che da 50 anni abbracciano le fragorose risate del cabaret più sincero, ci sono foto che immortalano i grandi artisti passati dal Puff e che nonostante il bianco e nero, riuscivano a colorare l’arte di cui erano maestri. Molte anche le locandine degli spettacoli che si sono susseguiti negli anni e dei quali tra quelle mura riecheggiano ancora gli applausi. Sedersi al tavolo per poter gustare la vera cucina romana per poi spostarsi nell’area del palco per godersi lo spettacolo in programma è un vero e proprio viaggio nella storia e nella tradizione che

consiglio a tutti, romani e non. Cmagazine è anche questo per me: una chiave preziosa che mi sta facendo entrare dalla porta principale di quella che è la Roma più vera...e dopo tanti anni qui, posso affermare con tranquilità che se questa città fosse una donna, il Colosseo, Fontana di Trevi, la Bocca della Verità, il Vittoriano sarebbero “solo” splendidi accessori...ma c’è molto di più da scoprire: c’è un cuore e un’anima fatta di viette strette e silenziose tra i nasoni di Trastevere, ci sono i profumi della cucina tradizionale con il guanciale “scocchiarello”, ci sono le malinconiche canzoni da cantare in riva al Tevere mentre “er barcarolo và contro corente...”. In questo numero di Cmagazine vogliamo farvi scoprire e/o riscoprire attraverso le pagine che abbiamo dedicato a Lando Fiorini e al suo Puff, quella Roma che non ha mai smesso di sognare, ridere, ma soprattutto cantare! Buona lettura. Paolo Cmagazine


8

ALMANACCO NOTIZIE DALLA STORIA NATI IL

ALMANACCO MARZO 1983 1

Comico 1 MARZO 1955

2 3 4

1923

Debutta nelle sale Cenerentola della Disney: Per ritornare in auge dopo una lunga stagione orfana di capolavori, Walt Disney scelse uno dei personaggi più presenti nelle tradizioni fiabesche di mezzo mondo, offrendone una rinnovata versione destinata a restare la più popolare nell’epoca contemporanea.

1876

5 Cantautore 08 MARZO 1949

6 7

10 9

Stretto e lungo, tutt’altro che maneggevole e per giunta molto costoso. Si presentava così il DynaTAC 8000x, il primo cellulare a debuttare nei negozi. Paragonato ai moderni smartphone fa un certo effetto... eppure cominciò da qui l’era della telefonia mobile!

10

8

Fondata la Borsa di New York: La borsa di New York, l’ombelico degli affari finanziari del pianeta, ha una storia legata a filo doppio con la strada su cui si affaccia. Si cominciò a vendere e comprare ogni cosa in un piccolo bar, per finire con operazioni miliardarie in grado di condizionare i mercati di tutti paesi.

1959

pson, 11 anni. Su di lui l’equipe di ricercatori dell’Università di Toronto testò per la prima volta l’insulina, salvando il piccolo diabetico da morte sicura. Disastro di Fukushima: Un’immane catastrofe si scatena dal profondo del mare e mette in ginocchio il popolo nipponico. Il rischio di contaminazione atomica pesantenel sul 2010 - Terremoto di getta Haiti: un’ombra La terra trema futuro della terza potenza economica del mondo e mette mar dei Caraibi. Un violento terremoto colpisce in discussione le scelte energetiche di tutti i Paesi l’isola di Haiti, seminando morte e distruzione e gettando la nazione più povera del continente americano in una drammatica emergenza sanitaria. Città del Vaticano, ore 16.30 nella Cappella Sistina inizio del conclave per la nomina nuovo vescovo di Roma successore 2012del- Naufragio della navepontefice, Concordia: In podi chi Benedetto attimi XVI. uno schianto prelude a una notte di terrore e morte, che si conclude con la mastodontica nave sommersa per metà dal mare.

2011 12

11 13

12 14

13

15

1985

Viene pubblicato il brano “We are the world”, inciso per scopo benefico dagli USA for Africa (USA sta per United Support Artists) un supergruppo formato da 45 celebrità (per la maggior parte statunitensi) della musica pop. We Are the World segna anche la divisione degli USA for Africa con il Live Aid.

2007 - Steve Jobs presenta l’iPhone: «Con questo prodottoNeirivoluzionario abbiamo un Il negozi arriva la bambolafatto Barbie: salto in avanti di giocattolo almeno cinque primo glamouranni della rispetto storia. Un alla concorrenza: abbiamo reinventato il telericercatissimo oggetto da collezione. Un modello estetico fono». per tre generazioni di ragazzine. Barbie è stato tutto questo e continua ad esserlo confermando il suo successo senza tempo. 1863 - Inaugurata la metropolitana di Londra: La North Metropolitan Railway, inaugurata a Londra nel 1863, fu la prima ferrovia sotterranea al mondo. Nasce Radio Milano International, la prima radio libera italiana la cui frequenza era posizionata su un furgone itinerante che trasportava il trasmettitore ben sintonizzato sui 101 fm, l’attuale frequenza del Gruppo Mondadori. 1922 - dell’emittente Primo test dell’insulina: Leonard Thom-

1975

14 16

2013

1976 - Nasce il quotidiano “la Repubblica”: 1781 Nell’Italia degli anni di Piombo debutta in edi-

Herschel scopre il pianeta Urano: Settimo pianeta del sistema solare, a partire dal Sole, e con un diametro 4 volte più grande di quello della Terra, Urano è stato illaprimo pianeta scoperto grazie cola il quotidiano Repubblica, che fin dal pri-al telescopio. . mo numero si propone di far riflettere sui fatti, più che raccontarli.

2001 - Inizia l’era di Wikipedia: «Hello, world».

È il saluto che accoglie i primi visitatori del sito 1994 wikipedia.org, nato da un’idea dell’imprendito-

Il sistema operativo Linux nasce come frutto della collaborazione di più menti che decidono di mettere da parte il proprio tornaconto re Jimmye Wales filosofo Sanger. personale offrire e al del mondo uno Larry strumento gratuito e migliorabile con il concorso di tutti gli utenti.

1605 - Pubblicato il primo romanzo di Don Chisciotte: El Ingenioso hidalgo don Chisciotte de la Sembrava condannato ad del allungare la lista Mancha, titolo in lingua originale popolare dei Chisciotte, soliti gangster oggi è invece romanzo Don chemovie, lo scrittore spaconsiderato un film del genere e unainpietra miliare gnolo Miguel de culto Cervantes pubblicò due parti del cinema. Il padrino fece entrare il fenomeno “mafioso” il 1605 ediilHollywood 1615. tratra i colossal senza che il termine “mafia” venisse pronunciato una sola volta nella pellicola.

1972

1817

ORNELLA MUTI Attrice 09 MARZO 1955

Torelli Viollier, insieme a tre soci e con un investimento iniziale di 30.000 lire avviò la sua impresa editoriale, fissando la sede in un luogo simbolo della borghesia milanese: la Galleria Vittorio Emanuele. Lavorava un team ridotto, tre redattori e quattro operai, che curava tutti i contenuti da sé, non potendo contare su inviati. Nacque così Il Corriere della Sera.

1983

ANTONELLO VENDITTI

9

11

Primo numero della rivista Time: Nell’America degli anni Venti la stampa fu investita dal boom dei periodici illustrati e d’attualità che guardavano agli esempi della vecchia Inghilterra. Il TIME inaugurò questa stagione parlando dei fatti attraverso i volti dei protagonisti, arrivando così a fare la storia del XX secolo fino ai giorni nostri.

1950

LUCIANO SPALLETTI Allenatore 7 MARZO 1959

Esordio al cinema di King Kong: Un gorilla di 10 metri, sopravvissuto sull’isola del Teschio, con altre creature, all’estinzione dei dinosauri, si ritrova catapultato tra i grattacieli di New York, dove, per amore di una donna, si compie il suo tragico destino.

ALMANACCO MARZO Accadde nell’anno...

Un possibile fallimento trasformato in uno dei maggiori successi commerciali di sempre e in un’icona pop targata anni Ottanta. Iniziò così l’avventura dello Swatch, lanciato per la prima volta a Zurigo nel marzo del 1983.

1933

GENE GNOCCHI

9

15

9


10

ALMANACCO

11

NOTIZIE DALLA STORIA

ALMANACCO MARZO

NATI IL

ALMANACCO MARZO

1978 16 SHARON STONE Attrice 27 MARZO 1958

17 18

1989

Era venerdì, poco prima delle 9 del mattino, con un boato, la secolare Torre Civica crollò all’improvviso uccidendo quattro persone. Una sciagura dagli esiti imprevisti: sino a poche settimane prima l’amministrazione comunale stava persino pensando di riaprirla al pubblico.

1981

Prima puntata di Quark: La narrazione della scienza come continua esplorazione delle leggi del mondo e dell’universo conosciuto passando per i piccoli e grandi interrogativi del vissuto quotidiano. Con Quark piacere della conoscenza e spettacolo diventano un connubio vincente.

1973

Viene pubblicato The Dark Side of the Moon, l’album più venduto dei Pink Floyd che vanta ben 723 settimane consecutive di permanenza nella top 200 U.S.A.

24 25 26

2013

27

19

1916 20 21

Prima attrice italiana a ricevere l’Oscar: Il dramma di una moglie devota che dopo la morte del suo amato scopre di essere stata a lungo tradita e schernita dalla gente. È la protagonista del film La rosa tatuata che proiettò Anna Magnani tra i grandi di Hollywood.

28 29

1963 22

30

1987

ELTON JOHN Cantautore 25 MARZO 1947

Esce il primo album dei Beatles: L’era del rock era già un fatto compiuto grazie a mostri sacri come Elvis, Jerry Lee Lewis e Little Richard. Eppure di lì a poco il mondo conobbe una rivoluzione musicale e culturale senza precedenti, destinata a durare sette anni: la Beatlesmania!

23

Viene trasmessa negli Stati Uniti d’America la prima puntata della soap-opera Beautiful. La soap viene trasmessa in circa 100 paesi ed è seguita da 300 milioni di spettatori in tutto il mondo ogni giorno con punte di 500 milioni, ed è la soap opera più seguita al mondo.

Consacrata la cattedrale di Santa Maria del Fiore: dal Medioevo al Rinascimento, la sua costruzione attraversò quasi un secolo e mezzo di storia cittadina. E’ uno degli esempi più sublimi del Rinascimento italiano.

31

MARIAH CAREY Cantante 27 MARZO 1970

2001

Debutta la prima band virtuale: i Gorillaz. Costituita da quattro personaggi animati: 2D (cantante e tastierista), Murdoc Nicalls (bassista e fondatore del gruppo), Noodle (chitarrista) e Russel Hobbs (batterista). Dal 2010 al 2011 è stato aggiunto un quinto membro momentaneo a causa delle vicende della trama per sostituire Noodle, Cyborg Noodle.

Esce al cinema Fantozzi, diretto da Luciano Salce. È il capostipite della saga con protagonista il ragionier Ugo Fantozzi, ideato e interpretato da Paolo Villaggio. L’opera adatta alcuni dei racconti inclusi nei due best seller scritti da Villaggio, l’omonimo Fantozzi e Il secondo tragico libro di Fantozzi.

1959

1956

SABRINA SALERNO Showgirl 15 MARZO 1968

Einstein pubblica la “Teoria generale della Relatività”: Una rivoluzione filosoficoscientifica in 54 pagine. Tante ne occorsero ad Albert Einstein nel saggio I fondamenti della teoria della Relatività generale, per ridefinire le leggi della fisica classica e offrire una chiave di lettura della realtà.

1436

1975

Città del Vaticano, in Piazza San Pietro si svolge la Messa di Inizio Pontificato di Papa Francesco alla presenza di Capi di Stato e di governo di oltre 130 delegazioni, e migliaia di fedeli.

LUCIANO LIGABUE Cantautore 13 MARZO 1960

Sequestro Moro: L’agguato sanguinario. La tormentata prigionia. La condanna a morte. Tutto in 55 giorni, i più lunghi della storia della Repubblica italiana, che segnarono il passaggio tra due epoche e il tramonto di un progetto politico che, forse, avrebbe potuto scrivere un futuro diverso per il Paese.

NATI IL

CELIN DION Cantante 30 MARZO 1968

SCOMPARSI

La Cina blocca la rivolta popolare tibetana iniziata il 10 marzo e scioglie il governo del Tibet assumendone il totale controllo; il Dalai Lama ripara in esilio in India

1795

Primo concerto pubblico di Beethoven. Avvenne in un palcoscenico d’eccezione, il massimo che si potesse chiedere a quel tempo: l’Hoftheater, teatro di corte voluto dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria d’Asburgo.

LUCIO DALLA Cantautore 01 MARZO 2012

1791

La Francia adotta il metro come unità di misura: il governo rivoluzionario francese adottò ufficialmente come unità di lunghezza la decimilionesima parte del quarto di meridiano, dal polo Nord all’equatore. Il termine “metro” (dal greco metron, “misura”) fu acquisito successivamente.

1889

Inaugurata la Torre Eiffel: Concepita per esaltare il progresso scientifico e tecnologico e destinata a vita breve, la Torre Eiffel finì col diventare l’elemento cardine dello skyline di Parigi e insieme il simbolo incontrastato della “grandeur” francese. Per i suoi concittadini è la dame de fer, la “signora di ferro”.

FRANCO CALIFANO Cantautore 30 MARZO 2013


12

NOTIZIE STRANE DAL MONDO

13

a cura della Redazione - Fonte: notizie.delmondo.info

SPAGNA – LADRI DI ARANCE

NORVEGIA - AEREO CARICO DI IDRAULICI DEVE TORNARE A TERRA PER GUASTO ALLA TOILETTE

La polizia in mSpagna si è imbattuta in un gruppo di ladri alla guida di auto piene di arance rubate nella città di Siviglia. La polizia di Siviglia ha condiviso foto di due auto e un furgone traboccanti degli agrumi, per un totale di 4 tonnellate di arance rubate. Gli agenti si sono insospettiti quando il convoglio di tre veicoli ha cambiato bruscamente direzione dopo aver visto le auto di pattuglia. Dopo un breve inseguimento lungo una strada sterrata, gli agenti hanno fermato i sospetti e hanno scoperto il grosso bottino di frutta rubata.

Un volo dalla Norvegia alla Germania è tornato all’aeroporto di partenza a causa di un problema alle toilette: una situazione piuttosto ironica dato che a bordo c’erano 85 idraulici. Gli idraulici a bordo, società di impianti idraulici Rorkjop, hanno scherzato sull’accaduto: “Avremmo voluto sistemare i servizi igienici, ma sfortunatamente doveva essere fatto dall’esterno e non abbiamo avuto l’occasione per mandare un idraulico [fuori] a 10.000 metri”.

STATI UNITI – LA MEDICINA PIÙ COSTOSA DEL MONDO Lo scorso dicembre è stato approvato dalla FDA (Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici) un nuovo e innovativo trattamento di terapia genica per la cecità ereditaria, chiamato Luxturna. Il farmaco viene venduto all’incredibile prezzo di 850.000 dollari, rendendolo uno dei trattamenti più costosi al mondo. Spark Therapeutics, la società che ha rilasciato il farmaco, aveva inizialmente pianificato di venderlo per 1 milione di dollari, ma ha abbassato il prezzo dopo che le assicuazioni mediche avevano espresso preoccupazione in merito alla possibilità di coprire i costi delle iniezioni.

STATI UNITI – PIZZERIA METTE ALLA GOGNA I PIZZAIOLI CHE BRUCIANO LE PIZZE Una pizzeria dell’Idaho ha attirato molte attenzioni per l’insolito modo in cui punisce i lavoratori che bruciano le pizze: con una gogna pubblica. Pesto’s Pizza Shop, che si trova nella città di Boise, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook foto che mostrano i dipendenti che cuociono troppo le pizze, a cui viene fatta indossare una grande maglia arancione con scritto “Ho bruciato una pizza”, e che poi devono fare cinque giri intorno al locale.

notizie.strane


1442

TELEVISIONE

castelli e dintorni • Ciampino

43

di Roberta Sconci - robertasconci@gmail.com

a cura della Redazione

Un caffè con PACIULLO

Il Mondo 1 minuto per te di Sunrise P Travel

aciullo è davvero instancabile tra il teatro, la radio ma soprattutto il ritorno in tv...per il quale gli abbiamo chiesto di trovare...1 minuto per noi!

Periodo ricco di lavoro in TV, segnato dal tuo ritorno grazie a “SCQR” ed ora sei in onda con un nuovo format dal titolo “Un Minuto per TE”. Ci racconti di queste due esperienze televisive? Si, devo dire che sono stato contento quando Roberto Galliani, l’ideatore insieme a Laura Barbini di “Il viaggio è una specieQuesti di portaRomani, attraverso quale si SCQR Sono Comici milaha contattato per chiedermi se volevo partecipare alla nuova esce dallaIlrealtà come per penetrare in una realtà ineedizione. format è suddiviso in sketc-com e in performance live. Io partecipo negli sketch con il ruolo splorata che sembra untutto sogno.” (Guy Maupassant) del Factotum, ovvero fare; midesono messo in gioco con un ruolo che mi ha dato la possibilità di sperimentare un nuovo genere di spettacolo che devo dire mi ha dato moltissime soddisfazioni. Ogni viaggio inizio il superamen“Un Minuto perha TE” va inattraverso onda su Lazio Tv ch 12 il lunedì alle 21:00, èSilvio sempre ideato dal duo Barbini/ Orlacchio Galliani e io sonodiil una Conduttore. di un nuovissimo format, un’idea fresca e originale che apre to di una porta, soglia, di Si unatratta strada, può leessere finestrereale sul mondo dello spettacolo, lavoro, dell’arte, del tempo libero...e anche del sociale. Duo immaginario, tocca del paesaggi, rafrontiere, 30 minuti ed è molto Mi trovo benissimo a condurlo soprattutto percorsi, mete ricco visibilidiocontenuti invisibili, interessanti. ver- le stesse nostre precedenti caratteristiche e so l’altro, l’oltre, l’altrove. E alla fine del viaggio la nostra filosofia creando appunto il “nostro ritroviamo sempre noi stessi o un frammento di Mondo”. Un approccio fatto di esperienze pernoi stessi. Che ne dite di incontrare Silvio Orlac- sonali messe a disposizione dei nostri clienti. chio e sua moglie Sonia, giusto il tempo di un caf- Ciascun viaggio che proponiamo è rigorosafè, e catapultarci nella magia del loro mondo? mente cucito sulle esigenze e sulle aspettative di ogni singolo viaggiatore, unico ed inimitabile “Il Mondo di Sunrise Travel” perché avete scelto questa denominazione? La vostra filosofia si è ispirata al mondo e ai Sunrise Travel è la nostra ragione sociale, in suoi elementi Aria Acqua Terra e Fuoco che, in inglese poiché lavoriamo storicamente con campi diversi, rappresentano il cosmo in cui le i mercati di lingua anglosassone e quindi era cose esistono e consistono. Perché avete tratto necessario comunicare con i nostri interlocuto- la vostra ispirazione da un concetto così comri facendoci identificare già dal nome. La sua plesso che trova le sue origini nella tradizione traduzione è “Alba” a significare, in origine, un ellenica? nuovo approccio al comparto turistico, una Il viaggio, inteso come esplorazione e scoperrealtà nuova ed alternativa rispetto a quanto ta, è stato, insieme alla caccia, l’agricoltura e la disponibile al momento. Aprendo poi al “pub- pastorizia, una delle primissime leve utilizzate blico” abbiamo fortemente voluto mantenere dall’uomo per progredire. Lo possiamo conside-

rare come un bisogno primario e fondamentale della nostra stessa natura…la madre terra, con i suoi elementi fondamentali appunto, ci suggerisce la via da intraprendere e ci sceglie indirizzandoci verso il nostro “destino”…Il viaggio vissuto quasi come un karma. Una filosofia quasi zen!

Il target della vostra clientela è strettamente territoriale? Per le premesse appena fatte, e per come siamo strutturati no. Abbiamo clienti da diversi mercati esteri, e da tutte le principali città italiane. Poi, chiaramente, abbiamo tantissimi amici di Ciampino che si affidano a noi per le proprie vacanze. Dal week end in spa al viaggio di nozze, o anche solo per un biglietto aereo, ferroviario o marittimo.

Da quanti anni siete nel settore e con quali esperienze? Sonia ha iniziato a muovere i suoi primi passi nel 1988, subito dopo il conseguimento della maturità, per scelta e non per caso. Da subito Perché avete scelto questo tipo di lavoro? la sua passione e professionalità l’hanno pro- Come si dice...trova un lavoro che ami e non doiettata in ruoli sempre crescenti e di maggiore vrai lavorare mai. Ecco, così, semplice... responsabilità. Nei vari passaggi i suoi clienti hanno sempre scelto di seguirla, e, a tutt’oggi, A quando risale il vostro primo viaggio e per sono ancora con noi. Dopo qualche anno sono quale destinazione? arrivato io,Start portando le mieper esperienze Insieme? Unesterna bellissimo giro per le Canarie, quando dò lo al “minuto te” ai varimaturaospiti, in studio ed in grazie ai contributi video,alla ed te nel commerciale nelsecondi marketing Que- scoperta di questodei splendido arcipelago a borè proprio li che in questie 60 vivoB.T.L. e percepisco le vere emozioni partecipanti. sta sinergia è stata la chiave di svolta. do di aerei, jeep, motociclette, bus, traghetti, Se Naturalmente tu avessi 1 minuto perhanno fare unsempre annuncio/appello ad un personaggio famoso, a chi ti rivolgei viaggi rappre- Mountain bike e tavole da surf...quando? Beh, resti e per dire cosa? sentato per entrambi il filo conduttore della diciamo che i cellulari pesavano qualche chilo, Sicuramente adBasti un artista completo checonosciuti mi ha sempre affascinato asin da piccolo: Fiorello! Riesce a nostra vita. dire che ci siamo si portavano tracolla ed erano appannaggio stabilire immediatezza un rapporto empatico con di il suo pubblico, gli esprimo tutta la mia ammirasu un con treno... pochissimi. zione per avere questo dono, che ritengo raro: non è sempre facile riuscire a trasmettere ma soprattutto avereattività l’approvazione da un pubblico eterogeneo. Laad vostra si è sempre svolta nel territoE cosa ci dite dei vostri viaggi insieme avulsi da rio Ciampinese? un interesse lavorativo? Questo 2018 per te è cominciato anche con la radio. Come sta andando? Vivendo e frequentando Domanda risposta difficilissima. forLa Non radioproprio. è un’altra mia passione, conduco Ciampiun programma che sidalla chiama VIPiace su Radio Siamo Crik Crok nole(da poco più di 16dalle anni)10 ci siamo tunati, viaggiamo moltissimo e, ilsinceramente, tutte mattine in onda alle 12.resi Allaconto, conduzione non sono solo, con me c’è mio amico e nel corso del tempo,indistudio quello che alanostro giu- non si è mai via solo per lavoroè ouna solo per ferie. collega Danilo Brugia, anche spumeggiante Isabella Palmisano. VIPiace diretta che dizio mancava sulun territorio. Daed quiimmediato la decisione Le cose si mixano, ma trasmettiamo sempre piacevolmente. ci consente di avere piacevole approccio con il pubblico, musica, batdi detti spostare l’attività su Ciampino e di ampliarla tute, ed inoltre ogni giorno si alternano ospiti del mondo dello spettacolo che intervistiamo e integrando una fortissima propensione allo sviIl vostro nelun cassetto? simpaticamente interagiscono con noi, cercando di offrire a chisogno ci segue sano e leggero umorismo. luppo e valorizzazione del nostro territorio. Ol- Restare sempre attivi e giovani...vale come riE poi Teatro..attività di agenzia viaggi, siamo sposta? In alternativa una villetta affacciata tre c’è allail nostra Quest’anno continuano tournèe di “Varietà Romane” e “Ilspiaggia Figliol Prodigo”, spettacoli hanno un anche Tour Operatorle ed abbiamo una nostra sulla di Malibu, con tantiche amici intorno forte riscontro di pubblico. Inoltre sto preparando una nuovissima dalmoto titoloparcheg“Che mi programmazione che proponiamo ai mercati ad un bbq, commedia un cane e comica la nostra sono Perso” insieme a Nino Taranto in scena al Teatro giata Marconi il prossimo 4, 5, 6 Maggio. Il mio inteninternazionali al fine di far conoscere in genein garage!! to è portarvi in una realtà diversa da quella che si vive quotidianamente; e se avrò contribuito a regarale le nostre bellissime città d’arte, Roma e la larvi momenti di svago avrò raggiunto il mio scopo. Questo è ciò che mi prefiggo e che appaga e sua provincia “in primis”, ovviamente. Roberta Sconci gratifica il mio lavoro!

15


IN COPERTINA

16

LANDO FIORINI La voce di Roma

L

17

a cura della Redazione

ando Fiorini, all’anagrafe Leopoldo nasce a Roma il 27 Gennaio del 1938 a Roma Ultimo di 8 figli di una umile famiglia trasteverina a otto anni, nel dopoguerra . venne affidato ad una famiglia modenese e per 4 anni vive a Disvedro di Cavezzo. Tornato a Roma da adolescente si diede subito da fare, prima barbiere poi riparatore di biciclette fino ad arrivare a ventuno anni, nel 1959, ai Mercati Generali. La passione per il canto è già presente in Lando da tempo, da quando da bambino il fratello più grande Reginal dotato anche lui di voce straordinaria veniva portato a cantare per i teatri romani,

quando con impunita simpatia saliva e risaliva sul palco delle feste di quartiere quando lo facevano scendere. Ma la vera prima occasione propizia arriva con il concorso nazionale delle Voci Nuove di Jesi, dove si classifica tra i primi tre. A questo punto si presenta un dilemma: seguire un sogno o più concretamente continuare a lavorare ai Mercati Generali? A dissipare le incertezze il grande aiuto di Francesco Saverio Procopio, figura fondamentale nella vita di quello che sarebbe divenuto Lando Fiorini. Giornalista affermato e introdotto nell’ambiente musicale gli procura i primi contratti.

Nel 1961 il primo Cantagiro dove Lando ottiene il secondo posto nel girone B da qui la sua carriera è in ascesa sta per arrivare infatti IL RUGANTINO di Garinei e Giovannini con le musiche di Trovajoli e il grande Aldo Fabbrizi e Nino Manfredi. Il ruolo del Cantastorie fece conoscere Lando Fiorini al pubblico americano, dove la commedia era in tournee negli Stati Uniti ma al rientro in Italia purtroppo non molti si ricordavano del giovane cantante. Un giorno venne chiamato da Pingitore e Cirri a sostituire Gabriella Ferri al Bagaglino e Lando con un po’ di esitazione ma con curiosità accettò, così approdò al cabaret e se ne innammorò. Era il 1967 quando conosciuto Montesano decise di trasformare una vecchia cantina di Trastevere a via Dei Salumi in un Cabaret, IL PUFF. Inutle soffermarci sul successo del locale e degli attori che da qui hanno spiccato il volo dallo stesso Montesano a Lino Banfi, da Leo Gullotta a Maurizio Mattioli e tanti altri. I successi di Lando Fiorini vedono anche molti programmi televisivi e radiofonici come varie edizioni di Canzonissima e serie televisive . Nel 1991 su rai due va in onda “ Puffando Puffando” che ripropone la formula del cabaret in uno studio televisivo, dove oltre allo staff del Puff si alternano ospiti illustri. Il Puff vede al suo attivo moltissimi spettacoli di successo più di 45 solo con Lando e moltissimi altri con con comici vari, e anche la discografia è ricchissima. Lando Fiorini vede al suo attivo infatti moltissimi successi discografici dal primo nel 1963 Rugantino, all’ultimo nel 2010 Ti presento Roma mia, in occasione del quale duetta sulle splendide musiche del Maestro Vincenzo Romano , con nomi celebri della canzone italiana: Armando Trovajoli Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Loretta Goggi, Alex Britti Gigi Proietti, Luca Barbarossa Amedeo Minghi, Tosca, l’amico Franco Califano, Serena Autieri e Sabrina Ferilli.


IL LIBRO

sPeciale del mese • Personaggio

1820

a cura della Redazione - info@cmagazine.it

a cura della Redazione

MARCO LUI La Bibbia secondo Lui M

arco ci offre nel suo libro alcune chiavi per comprendere al meglio le sacre scritture: il risultato è un libro spumeggiante, ricco di spunti di riflessione e meditazione, il tutto sempre condito da un pizzico di sano umorismo che rende la lettura piacevole e scorrevole. Pagina dopo pagina risalta la formazione e l’eccellente conoscenza dell’autore per i temi trattati, spesso soggetti a facili e possibili speculazioni ideologiche. E’ fatto assai noto infatti donare un’interpretazione personale a ciò che andiamo a leggere e in questo caso anche a ciò che le scritture della Bibbia ci riportano. Marco Lui ci offre 8 chiavi utili ad aprire diverse serrature e liberarci così da quell’ignoranza e intellettualismo che spesso ci appartengono. Un libro frutto di ricerca e approfondimento che ha portato l’autore a conclusioni di come le traduzioni che si sono susseguite negli anni, della Bibbia, abbiano avuto delle conseguenze sulla società e sulle persone: sia spirituali ma anche fisiche, basti pensare alla salute. In tale ottica l’autore ci riporta alcuni esempi della sua vita. Per chi conosce la Bibbia sa che è composta da Vecchio e Nuovo Testamento. Ebbene, l’autore ci offre una chiara riflessione, ben documentata, su come il significato di Nuovo e Vecchio Testamento possano assumere un valore nuovo e diciamo anche inaspettato. Infine un’ accurata riflessione anche sui principi del Vangelo. Insomma, un libro che dopo aver letto vi arricchirà in tutto e per tutto a prescindere che siate credenti o non credenti.

Ricordo di

Pino Daniele

La sera del 4 gennaio 2015, mentre si trovava presso la sua casa di Orbetello in Toscana, Pino Daniele viene colpito da un infarto. Da tempo sofferente di severi problemi cardiaci, decide di farsi visitare dal suo cardiologo di fiducia. Nonostante fosse consapevole del pericolo di intraprendere un viaggio verso Roma, si fa accompagnare all’ospedale Sant’Eugenio di Roma, disattendendo i consigli del dottore che lo aveva invitato a recarsi al pronto soccorso vicino casa. Dopo vani tentativi di rianimazione, il cantautore venne dichiarato morto alle ore 22:45. La sua scomparsa provocò forti risposte emotive soprattutto a Napoli, dove una folla di circa 100.000 persone si riunì in Piazza del Plebiscito la sera del 6 gennaio per commemorarlo cantando le sue canzoni. I funerali si svolsero in due tappe distinte: la mattina del 7 gennaio 2015 al Santuario della Madonna del Divino Amore a Roma e la sera in Piazza del Plebiscito nella sua città natale, con una cerimonia svolta all’aperto officiata dal Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe a cui parteciparono circa centomila persone. La morte dell’artista ha, inoltre, generato nel mondo della musica e dello spettacolo numerosi ricordi di amici e colleghi tra i quali: Eric Clapton, Zucchero, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Roberto Vecchioni, Vasco Rossi, Luciano Ligabue e altri ancora. Nei giorni successivi, dal 12 al 22, l’urna contenente le ceneri di Pino Daniele fu esposta nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino a Napoli, per consentire alla città di rendere omaggio all’artista scomparso. Attualmente le ceneri dell’artista sono conservate nel cimitero di Magliano, in Toscana.

19


IN RICORDOdiDILisa

arte • L’occhio

20

64

21

a cura di Lisa Bernardini - info@lisabernardini.com

a cura della Redazione

GranPAOLO serata VILLAGGIO romana VIP Un anno senzadi le sue tragicomiche verità Tra Musica, Arte e Spettacolo

Il cantante Massimo Di Cataldo è stato l’assen anno fa moriva Paolo Villaggio. A 84 anni, Nella sua oltre cinquantennale carriera si è cimengnatario di un importante e prezioso premio il 3 luglio 2017,sull’Immagine scompariva il grande attore tato in altri campi espressivi come il giornalismo, previsto dalla rassegna contemdi iconici personaggi come il ra- la radio e il teatro scrivendo, inoltre, due testi di poranea interprete Photofestival “Attraverso le pieghe gionier Fantozzi e Fracchia. Resistono al tempo la canzoni per l’amico e cantautore Fabrizio De Andel tempo”, ed esattamente del riconoscimensua genialità, l’intelligente umorismo e quell’ironia dré. In ambito televisivo ha dato contributi di rilieto “Artista e Spettacolo”; nazionasottile tra il sarcastico elail kermesse tragico che ne fanno un vo sia nei panni di presentatore sia in quelli di arle itinerante creata dall’Associazione Occhio indimenticabile protagonista della scena italiana. tista lanciando sul finire degli anni sessanta prodell’Arte e diretta dalla sottoscritta Lisa inedito Ber- ‘I- grammi dal contenuto sperimentale e innovativo. Nelle librerie arriva intanto un suo libro nardini si accinge a scorgere già la sua sesta taliani brava gente... ma non è vero!’, con una edizione. prefazione e una postfazione del ragionier Ugo Si svolge in un variabile tra alla Fantozziogni cheanno spiega di periodo averlo dato in lettura moglie, la signora secondo la quale “si capila fine di agosto e gli Pina, inizi di settembre. Per moche è scritto da un finto intellettuale di sinitivisce lavorativi legati allo svolgimento dei constra”. Siditratta di unèritratto spietato, satirico certi estivi Massimo, stato impossibile con- e quantomai profetico diacome siamodurante e di come segnare il riconoscimento Di Cataldo vorremmo essere: “Undella paese ignorante televisivo, il normale svolgimento rassegna 2015. pieno di contraddizioni, di Mafia, di CamorAll’hotel Villa Eur in Roma,pieno lo scorso 1° Dicemra, di tangentisti, di ladri, penultimo in Europa”, bre, questo noto artista del panorama musicale come scrive Villaggio nella conclusione. italiano, interprete ed autore di eco canzoni d’amoAl percorso attoriale ha fatto quello di scrittore che hanno con segnato la vita di moltiesui fan, da re, iniziato un libro su Fantozzi seguito da varie “Che opere sarà didime” a “Se adesso te ne vai” a rocarattere satirico e da altri otto “Come seidedicati bella”, ha manzi al finalmente ragioniere; potuto molti diricevere questi sono commosso il prezioso riconoscimento del Maestati pubblicati e tradotti in numerosi paesi del stromondo. Scultore e direttamente SulValerio piano Capoccia, lessicale ha ideato un tipo di scrittura originale e tagliente fattadella di neologismi, dalle mani di un grande esponente musiLisa Bernardini e Massimo Di Cataldo enfatiche, errori morfologiciGee termica aggettivazioni internazionale: il Direttore d’Orchestra ni burocratici rardo Di Lella. entrati nel patrimonio comune della lingua italiana. i vari momenti anche una le tappe più importanti della sua carriera graA documentare troupe di RAI 3, tanti curiosi e molti giornalisti. zie alla intelligente ed approfondita intervista Una sala gremita per l’occasione ha ripercorso che gli ha fatto un uomo di Informazione e Cul-

U

Via Ranuccio Bianchi Bandinelli, 19 CIAMPINO - Tel 06 72632304 P.zza dell’Unità, 5 ROMA - Tel 06 3202923 Via Sestio Calvino, 31 ROMA - Tel 06 71546569 Piazzale di Porta Pia, 117/188 ROMA - Tel 06 44234886 Via Col di Lana, 75 CIAMPINO - Tel 06 79327391 Viale dei Colli Portuensi, 398 ROMA - Tel 06 6535036 Via Appia Nuova, 541/c ROMA - Tel 06 78359404 Viale Europa, 1/b ROMA - Tel 06 5912626


RICORRENZA

22

a cura della redazione

15 Agosto: le origini della festa di Ferragosto I

l nome della festa di Ferragosto deriva dal latino feriae Augusti (riposo di Augusto), in onore di Ottaviano Augusto, primo imperatore romano, da cui prende il nome il mese di agosto. Era un periodo di riposo e di festeggiamenti, istituito dall’imperatore stesso nel 18 a.C., che aveva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso che, nella religione romana, era il dio della terra e della fertilità. In tutto l’Impero si organizzavano feste e corse di cavalli, e gli animali da tiro, esentati dai lavori nei campi, venivano adornati di fiori. Inoltre, era usanza che, in questi giorni, i contadini facessero gli auguri ai proprietari dei terreni, ricevendo in cambio una mancia. Anticamente, come festa pagana, era celebrata il 1° agosto. Ma i giorni di riposo (e di festa) erano in effetti molti di più: anche tutto il mese, con il giorno 13, in particolare, dedicato alla dea Diana. La ricorrenza fu assimilata dalla Chiesa cattolica: intorno al VII secolo, si iniziò a celebrare l’Assunzione di Maria, festività che fu fissata il 15 agosto. Il dogma dell’Assunzione (riconosciuto come tale solo nel 1950) stabilisce che la Vergine Maria sia stata assunta, cioè accolta, in cielo sia con l’anima sia con il corpo

23


L’ATTIVITÀ DEL MESE

24

a cura della Redazione

LIDIA LAUDANI In continua crescita L

idia Laudani nasce in Sicilia nel giugno del 1987 sotto il segno dei gemelli, ma cresce in Lombardia fin dalla tenera età di tre

anni. Una ragazza semplice solare divertente, educata e gentile, ma guai a mancarle di rispetto. Sempre pronta ad imparare con l’umiltà di chi sa che nessuno ti regala nulla e che se vuoi una cosa devi impegnarti per ottenerla. Da diversi anni modella e fotomodella, svariate collaborazioni fotografiche con i migliori fotografi in Italia. Notata anche all’estero da pittori che l’hanno ritratta ed esposta nei musei. Protagonista di molte copertina di prestigiose riviste e sempre in prima linea per lanciare messaggi sul “body positive” contro l’eccessiva magrezza proposta in passerella. Di recente madrina e presentatrice del concorso di bellezza “Miss Moda Wine” tenutosi il 21 Ottobre 2017 in provincia di Pavia, durante il corso della serata sono state tante le frasi pronunciate dalla bella modella, che ha dato consigli alle ragazze in gara e lanciato importanti messaggi a tutte le donne. Lidia però non vuole mostrare solo la sua bellezza fisica, ma soprattutto dimostrare di saper fare.

Nel 2015 conduce il tg sportivo “All in News” su Canale Italia, apparizioni in film cinematografici, ma anche protagonista in collaborazioni con youtubers. Dotata di un innato senso dell’umorismo, la sua simpatia la potete constatare in un divertentissimo sketch dedicato a San Valentino dal titolo “San Valentino? Na Sveltina No?” disponibile su YouTube. Ed ancora attrice principale in videoclip musicali come “Immaginandoti” di Inay ft Viola Valentino. Che emozione è stata presentare ed essere madrina di un concorso di bellezza? Sono già stata presentatrice di alcuni programmi televisivi, ma quando lo si fa dal vivo è ovviamente tutta un’altra cosa! Ero felice ed emozionata, il calore delle persone in sala mi ha trasmesso una grande energia! Com’è stato recitare per il videoclip che vede la collaborazione della leggendaria Viola Valentino e del giovane rapper Inay? Sono davvero molto felice di aver interpretato il ruolo femminile di questo straordinario brano, il testo mi ha fin da subito fresco e giovane, ma dal significato profondo, una storia in cui molti si rispecchiano. Ed ora una nuova avventura professionale ti aspetta. Esatto inizierò un’avventura in radio. Come dicevo prima amo mettermi in gioco ed imparare sempre cose nuove ecco perché sono entusiasta di iniziare questa avventura, un’esperienza per me del tutto nuova. Affiancherà lo speaker radiofonico per ben due ore di diretta tutti i giovedi dalle 14.00 alle 16.00 e potrete seguirmi anche in diretta live dal mio profilo face book.


82

26

IN COPERTINA

sPettacolo • L’ intervista

83

di Desirè Sara Serventi - desiresaraserventi@hotmail.it

a cura di Paolo Orangis be fare le cose che mi piacciono, a prescindere poi dal mezzo.

PAOLA LAVINI Poliedrica per natura

Ph: Emanuele Menduni

Parla di un tuo lavoro teatrale? Uno spettacolo a cui sono molto legato e Ring. Facevo il ruolo di un immigrato tunisino che arrivava in Italia e veniva per così dire, adottato da un ex pugile che gli insegna a boxare. Per il cinema? Il film Besame mucho, sono legato a quel film perché è stato il mio debutto.

S

a passare da un personaggio all’altro con estrema facilità, la recitazione è da sempre il suo pane quotidiano e Roma l’aspetta al Teatro Quirino dove debutterà dal 13 marzo con la commedia esilarante “Alla faccia vostra”, in cui si tratterà con ironia ma senza volgarità, il tema dei soldi e dell’eredità. Paola Lavini ci racconta i segreti del mestiere da attrice ma anche i molti progetti che la vedono protagonista in diversi ruoli.

Intervista all’attore

Tantissime presenze tra cinema, teatro e tv. E non hai mai molta pausa tra un progetto e l’altro! Come ci si prepara e qual è il segreto Muovi i tuoi primi passi nella recitazione o per passare da un personaggio all’altro nella con regia? questa “facilità”? Ho iniziato come attore e poi mi sono avviciHo fatto diverse scuole e corsi quando ero molto nato al mondo della regia prima con la lirica, giovane, credo molto nella preparazione. Poi emapoi dalla lirica ho iniziato ad interessarmi a gicamente, tutto quello che hai appreso (non tutti solo gli altri aspetti della regia. nella formazione ma anche nella vita) è dentro di Attore te. e regista con una formazione Cosa puoi dire riguardo alla regia che c’è dieartistica e un curriculum d’eccezione L’abilità sta nel sapere trovare le chiavi delle tante tro la lirica? porticine che hai dentro, io in questo sono divenCon la lirica si ha a che fare con le comparRiflettori su Francesco Stella. Muove tata puntati abile: trasformarmi continuamente, cambiare i suoi faccia, primi passi come attore per poi occudialetti, in modo veloce. Forse perchèse,hoil coro, la scenografia, i cantanti, è stata un esperienza che mi è servita molto per tutto anche paure e tutto è diventato parsi vinto di regia neltante mondo della lirica, che gli naturale di avere una formazione utile per quello che ho fatto dopo. permetterà il suo lavoro nel campo della recitazione. Il il corto “Piccole italiane” con del centro Che cosa intendi dire? suo èCon un curriculum d’eccezione, lavori sperimentale di Letizia Lamartire, stati anche Che riuscire ad organizzare tutte queste comteatrali, cinematografici, televisivi esiete spot pubponenti, da una formazione che aiuta. blicitari.

Francesco Stella

Esserti occupato di regia ti aiuta sul set? Sono sopratutto attore ho fatto delle cose da regia, però il mio è un percorso attoriale. So le difficoltà che ha un regista nell’arrivare a fare al Festival di Venezia 2017: bella delle cose e viceversa, dauna regista sosoddisfaquali sono zione! le difficoltà e quindi porto l’esperienza di un Stupendo sia lavorare a questo corto con una lavoro nell’altro. regista giovane, donna che sa quello che vuole, sia Ilandare al festival! Sul red carpet avevo un vetuo percorso di formazione artistica? stito principessa: una compagnia fiaba! Hoveneziano iniziato daprima con una di

Per la televisione? Il commissario Montalbano, Sant’Antonio da Padova, La Certosa di Parma, Un passo dal cielo un ruolo che mi ha divertito perché è diverso da me, e Solo per amore.

Sei tra i protagonisti di uno spot pubblicitario, cosa puoi dire a riguardo? mane il proprio dando voce a chi Nelloattraverso spot c’è una cura lavoro nel dettaglio. molto spesso non ce l’ha. Inoltre amo lavorare con Antonio Morabito: regista coraggioso, attento e Hai lavorato in tanti settori dello spettacolo? delicato. Amo troppo questo lavoro e mi piace farlo in tutte le sue forme possibili, ogni esperienza Sul piccolo schermo ti vedremo nella fiction di serve per portare materiale nuovo nel nuovo Sky “Il miracolo”, un progetto importante vero? strada, ho fatto l’università a Urbino, e nelle lavoro. “Rimetti a noi i nostri debiti” è il film con M. Sì, con la supervisione di Nicolò Ammaniti. Marche e in Umbria c’èdove la tradizione delle re- E’ un progetto che parte da un suo libro, con la Giallini e C.Santamaria hai recitato nel citazioni storiche. Ho fatto una scuola che si Attualmente in cosa sei impegnato? ruolo della Sig.ra Rinaldi. Un film molto impe- regia di Francesco Munzi, che amo e stimo semoccupava di cose circense, tram- pre Stopiù girando Soloverità, per amore di nuognativo, cosasopratutto ti ha lasciato? nella sua con il due qualee sono già avevo lapoli, giocoleria, facevamo lavoro sui vorato vo Paternò, questo molto onesto. E’ un ruolo al quale tengo molto!tutto Il filmun deve ancoin “Anime nere”,poliziotto Nicolò Ammaniti stesso personaggi storici, proprio delle rivisitazioni Non posso dire quello che farò, perché ra uscire e mi ha lasciato una sensazione di veri- che è una persona davvero straordinaria e ilessengranstoriche. Poi mi una sonodonna trasferito Roma tà...triste! Interpreto come aahimè ceeneho de Pellegrini. doLucio una serie che si basa sulle indagini qualsisono tante che non avendo possibilità eco- Negli episodi che ho girato c’èpotrebbe la fotografia del fatto varioggi, stage. asi cosa dovessi raccontare svelare nomiche, chiede soldi ad una finanziaria...che pri- folle, audace e coraggioso Daniele Cipri. in In Tv. quedelle cose che è più divertente vedere maLa o poi a riscuotere. tuatornerà carriera si spazia tra Tv, cinema e tea- sto progetto sono tornata alla Calabria, mia terra E’ bello raccontare fragilità e difficoltà u- adottiva ormai. tro, lapotere tua preferenza? Se sul set porta il suo talento eSegue la sua __ prepa> Dove si lavora bene, sono totalmente diverse razione artistica, nel rapporto con gli altri è che non ho una preferenza vera, mi piacereb- evidente la sua garbatezza e la sua simpatia.

27


28

IN COPERTINA

29

Non solo attrice ma anche cantante, nello specifico per un docufilm dove canti parte della colonna sonora! E’ un film omaggio a Gina Borellini, storica parlamentare e partigiana modenese eletta tra le primissime donne nel 1948. La regia di Francesco Zarzana che, sapendo il mio amore e la mia passione per Modena e la sua storia, mi ha chiesto di interpretare un brano. Tra teatro, cinema, tv...e i vari ruoli tra comici e drammatici, dove ti senti più a tuo agio? Ovunque! Sono nata davvero per fare questo mestiere, nel modo più poliedrico possibile...tutto è comiciato da bambina di fronte a uno specchio, chiusa in una stanza a truccarmi da grande, da clown, da diva, da cantante, da uomo... con tante voci, ma non avevo ancora un pubblico: ora sì ed è bellissimo!


30

NUOVI VOLTI CARTA D’IDENTITÀ

31

a cura della Redazione

MARIA BASILICATA 14\07\1992 San Felice a Cancello (Ce) Cancro Attrice e social influencer

163

37

si

no farei davvero di tutto per le persone che amo “Believer” di Imagine Dragons

dopo spot, fiction, ora sul web con i Disastrosi 4 Recitare in un film di Tim Burton, magari al fianco di Johnny Depp

maria_basilicata


NUOVI VOLTI CARTA D’IDENTITÀ

32

a cura della Redazione

FERNANDO FRANCORSI 09\03\1998 Roma Pesci fotomodello e indossatore

185 Si

43 No

espressivo, socievole, solare, sempre disponibile A beautiful mind

vasta esperienza di modelsharing e workshop

WWW.CELETTI.COM

diventare un modello di fama mondiale

fernandofrancorsi


34

NUOVI VOLTI

CARTA D’IDENTITÀ

CMAG > Dicembre 2015 > TV e Spettacolo

95

a cura della Redazione

ANNALINDA BARINI 10\03\1995 Popoli (Pe) Acquario Fotomodella

168

37

No No è stata eletta Miss baby fashion e da allora partestarta, simpatica, tecipa a diverse sfilate di moda per bimbi. dolce e intraprendente Le ali della libertà

Chi l’ha spinta ad avvicinarsi al mondo dello spettacolo? fotomodella Sicuramente io ma supportata anche da mio ed attrice marito in passato ho collaborato con un programma Mediaset e conosco questo mondo. Abbiamo deciso di far seguire Angelica da Far parte come un’agenzia di spettacolo: la Falcicchio Events protagonista Production di Bari. in un cast nazionale cinematografico

In quali trasmissioni ha partecipato? Ha partecipato alla trasmissione Mediaset Tra Sogno e Realtà in onda su La 5. Vuoi parlare della trasmissione cui sta partecipando con Emanuela Folliero? È un concorso per baby talenti in arti varie. Il programma presentato da Emanuela Foliero ha una giuria composta dall’attrice Simona Borioni, dal paroliere e autore televisivo Fabrizio Berlincioni e dall’ètoile protagonista del programma televisivo Amici Josè Perez.

In cosa si esibisce Angelica? Nella sezione canto ed essendo ancora piccolina ho pensato ad un repertorio di canzoni dello Zecchino d’oro. Tua figlia è tra le preferite? È vero è piaciuta molto alla giuria ma non posso dire di più. Bisogna guardare il programma per scoprirlo.

bariniannalinda Sembra stia diventando un piccolo personaggio dello spettacolo.

35


94

NUOVI VOLTI

TV e Spettacolo CARTA D’IDENTITÀ

INTERVISTA

a cura della Redazione

n.12- 12/ 2015

36

37 Desirè Sara Serventi

desiresaraserventi@hotmail.it

ALESSANDRO MICHELI 16\05\1990 Roma Toro bartender e personal trainer

181

42

No

No testardo, furbo,

misterioso Il Padrino

bartender in molti locali di Roma

Aprire un risto-

INTERVISTA A MYRIAM MELLONE rante cocktail bar all’estero

A parlare è Myriam Mellone madre di Angelica una delle concorrenti favorite nel programma che andrà in onda su La5

É stata eletta in un concorso di bellezza Miss baby fashion Angelica, concorso che le ha permesso di partecipare ad altre sfilate di moda per bambini. Ha un talento evidente per la musica e per lo spettacolo e sta partecipando al talent in onda su La5 dove sta riscuotendo un ottimo consenso tra la giuria.

Vuoi parlare di tua figlia Angelica? Sin da piccolissima dimostra di avere una spiccata propensione per il canto e la musica e quindi nonostante la tenera età studia già canto, e chitarra.

alexmic00

Ha già partecipato ad un concorso di bellezza? Ha partecipato ad un concorso di bellezza dove


NUOVI VOLTI CARTA D’IDENTITÀ

38

a cura della Redazione

MARIAGRAZIA AIELLO 09/07/1983 Cosenza Cancro ballerina e promoter

168 si vera

38 No sincera, spontanea, “I love you” di NeYo

fotomodella, stylist, promoter

ballare videoclip di NeYo

in

un

39


L’AZIENDA DEL MESE

40

41

a cura della Redazione

L’ORA DI CENA S

ono giovanissimi e pieni di entusiasmo Giulia Brugnoli e Andrea Signori, due amici romani che da un anno hanno aperto in zona tuscolana “L’Ora di Cena”. Un ristorante curato nei minimi dettagli, dove la cortesia è di casa e dove poter gustare ottime pinse romane ma non solo. Li abbiamo incontrati per farci raccontare qualcosa di piùad un anno esatto dall’inaugurazione del locale. Il 24 aprile scorso avete festeggiato un anno dall’apertura del ristorante, qual è il bilancio? Abbiamo sfatato il mito del primo anno e quindi siamo carichi per continuare! Ovvio che come ogni attività, nei primi periodi abbiamo avuto alcuni momenti meno buoni ma sono state tante anche e soprattutto le soddisfazioni: nel complesso siamo soddisfatti! Come è nata l’idea di collaborare ed iniziare insieme questa avventura? Lavoravamo assieme già in un altro locale e ci si trovava molto bene, era già un anno che pensavamo di aprire un’attività nostra...poi il tempo di organizzare il tutto e siamo riusciti ad esaudire questo nostro desiderio!

Qual è il vostro pezzo forte? Sicuramente la pinsa romana: ha una lievitazione di 72 ore ed è ad alta digeribilità perchè fatta con una miscela di farine particolari (mais, riso e frumento). Una delle nostre offerte infatti è la pinsa no stop, proprio perchè le persone riescono tranquillamente a mangiarne più di una a testa senza quasi accorgersene e tornando a casa senza gonfiori! Per le pinse bianche vi consigliamo di provare la gorgonzola e radicchio, mentre per le rosse è davvero amatissima l’amatriciana...sono le nostre preferite! Tante le ottime offerte in menu!

Sì è vero, grazie all’idea del menu fisso che nasce soprattutto per le famiglie o i gruppi di amici che hanno voglia o necessità di mangiare entro un determinato badget ma pur sempre mangiando cibo di qualità. Abbiamo diversi tipi di clientela e dobbiamo dire che con i nostri menu riusciamo fortunatamente a soddisfare ogni tipo di richiesta. Prossimi obiettivi? Essere sempre più presenti sui social è sicuramente uno dei primi obiettivi ma anche ampliare la bisteccheria con carni particolari e ricercate... al momento vanno forte anche i nostri arrosticini. Amici di Cmagazine, non vi resta che cominciare a seguirli sui social e andarli a trovare (via Flavio Stilicone 125)...per l’ora di cena!


L’EVENTO

42

a cura della Redazione

TANTI AUGURI PAOLO!

Per i suoi 30 anni, il nostro direttore ha scelto “L’ora di cena”

L

o scorso 5 maggio, il nostro direttore e responsabile dei contenuti Paolo Orangis (per gli amici Paolino) ha raggiunto l’importante traguardo dei 30 anni e ha voluto cogliere al volo l’occasione per festeggiare in compagnia degli amici più stretti e di alcuni collaboratori del magazine. E’ stato il ristorante amico di Cmagazine “L’ora di cena”, in zona Tuscolana, ad accogliere Paolo e i suoi invitati (circa una ventina) per questa importante occasione. La serata è cominciata con l’antipasto di affettati e bruschette, per poi continuare con pinsa romana a volontà (molto apprezzata quella alla carbonara così come quella alla nutella servita alla conclusione della cena) e l’immancabile torta anch’essa fornita dal ristorante (crema chantilly e gocce di cioccolato). Tra i vari collaboratori di Cmagazine c’erano anche Alessandro De Clementi (rubrica calcio “Il bello del pallone”), la dott.ssa Fabiana Iovino (rubrica di psicosessuologia), il personal trainer Giuseppe D’Agostino (rubrica Fitness). “Era da diverso tempo che volevamo fare una cena per riunire i nostri collaboratori - afferma Paolo - il mio compleanno quasi in concomitanza con quello del ristorante è stata l’occasione giusta per ritrovarsi e unire l’utile al dilettevole. Ci tengo a ringraziare di cuore lo staff de L’ora di cena per l’accoglienza e la disponibilità a partire dai proprietari Giulia e Andrea, ringrazio poi Cmagazine con il suo editore Agostino D’Avino per l’affetto e la fiducia rinnovata anche in questa occasione...e ovviamente tutti i miei amici presenti a rendere la serata davvero speciale”.

43


SPETTACOLO L’INTERVISTA

44

45

di Stella Maresca Riccardi - stella.marericcardi@gmail.com

FABIO FRIZZI

Le sue note da brivido portano il cinema di genere italiano in giro per il mondo

F

abio, il tuo nome è indissolubilmente legato a quello di Lucio Fulci, per il quale hai composto le colonne sonore di tantissimi film da “Zombie 2” a “L’Aldilà” a “Paura nella città dei morti viventi”. Che ricordi hai di Fulci regista e uomo? Ho conosciuto Lucio nel 1975 e l’ultimo lavoro insieme risale al 1990, quindi oltre 15 anni di collaborazione professionale; Lucio insieme ai registi di quel periodo tra cui Lamberto Bava, Sergio Martino ed altri, è stato sicuramente quello che ha più impattato nella mia vita artistica; sul set non faceva sconti a nessuno, nemmeno ai grandi attori, molto esigente nei confronti di chiunque lavorasse con lui, un grande professionista.

Cinque anni fa hai messo in piedi F2F “Frizzi to Fulci” un orchestra formata da 8 elementi che propone “live” le colonne sonore che hai composto per i film di Lucio Fulci. Un’esperienza che ti ha portato a suonare in tutto il mondo. Frizzi to Fulci è stato l’inizio di una serie di progetti che continuano a crescere, ancora oggi. Già da prima che iniziasse questa crisi del cinema italiano, mi ero reso conto che nei confronti di questo genere l’interesse era ancora molto alto. I film degli anni ’70 venivano riediti , mi si chiedeva spesso di rilasciare dichiarazioni ed interviste circa questo filone. Ed io stesso che in questi ultimi anni mi sono dedicato ad altri progetti, ho maturato nei confronti di quel cinema, un atteggiamento più da spettatore che da autore o addetto ai lavori, l’ho riscoperto e mi sono accorto di quanto la grande forza creativa di Lucio avesse impattato anche sul mio lavoro, portandomi a comporre opere originali, con una loro precisa personalità. Da qui nasce “Frizzi to Fulci” che è anche una dedica, un omaggio alla grande personalità di Lucio. In pochi anni abbiamo fatto decine e decine di concerti. Tra i ricordi a cui tengo di più, un debutto nel

2013 a Londra per Halloween alla Union Chapel e poi tante altre tappe in Inghilterra, in Francia, in Spagna, Nord Europa e tantissima America, da New York a Portland a Philadelphia. Quest’anno siamo reduci da una bellissima e toccante visita a Beirut; devo dire che “Frizzi to Fulci” ci ha fatto veramente toccare con mano che la passione e la qualità possono suscitare entusiasmi inimmaginabili. Sicuramente ha influito anche l’inserimento da parte di Quentin Tarantino di un tuo brano in Kill Bill Volume I… Certamente si. Tarantino è stato il primo a palesare in maniera ufficiale il suo amore verso i film di genere. La nostra tradizione cinematografica soprattutto quello che io rappresento è stata posta nuovamente sotto i riflettori, un po’ come quando entrando nel buio di una sala cinematografica, la maschera fa luce con una torcia e ti accompagna verso il tuo posto. SMOrganizzazioneEventi stella_maresca


74

SCATTO e Fotografia MODA LOArte FOTOGRAFIA

47

a cura della Redazione - Foto di Alex Marè - info@alexmare.com - www.alexmare.com Eleonora Chessa n.12- 12/ 2015

46

www.eleonorachessa.com

ALEX MARÈ Foto di stile...con stile

A me piace raccontare i momenti. Adoro immortalare situazioni, attimi, in cui il tempo che intercorre tra il vedere con gli occhi e scattarlo con la macchina: è di pochi millisecondi. Qui ero alla Sfilata di Moschino, ho preferito lavorare in bianco e nero quella sera, vista anche la mole di persone che attendevano l’uscita delle modelle e dei personaggi famosi. Scelta più giusta non potevo fare. Sono riuscito a fotografare ciò di cui vi parlavo all’inizio: una situazione, un momento. Lei è Elsa Hosk, una delle attuali supermodelle più richieste, è svedese ed ha 29 anni”. Alex Marè

LA FOTOGRAFA POLIVALENTE Dal fashion al paparazzo

In Italia 10 anni fa fino al caso Vallettopoli e alla nascita dei grandi social media come Twitter Facebook e Instagram, il fotografo poteva considerarsi un benestante. I giornali pagavano discretamente bene servizi fotografici di personaggi da copertina ed esclusive di paparazzate. Al giorno d’oggi non si guadagna più bene e la maggior parte dei miei ex colleghi hanno dovuto rinunciare alla propria professione e intraprendere un secondo lavoro in quanto agenzie e riviste la tirano per le lunghe con i pagamenti

a volte passano 9 mesi e purtroppo noi della categoria non siamo tutelati un granché legalmente. In Italia come in qualsiasi altra parte del mondo raramente emergi professionalmente, nella maggior parte dei casi ci vuole la spintarella da parte di qualcuno noto nel settore e per una come me che non ammette nessun tipo di opzione se non il duro lavoro purtroppo la strada è stata decisivamente in salita e piena di stenti. Non ho mai mollato l’obbiettivo e ad oggi mi ritrovo a lavorare per una delle più importanti agenzie fotogiornalistiche mondiali

SERVIZIO A DOMICILIO GRATUITO


MODA L’AZIENDA

48

di Pietro Cortese - pietro.cortese@hotmail.it

AGHE’ MARE Al Festival di Sanremo A

ghè Mare si conferma tra i brand beachwear made in Italy più in crescita. L’azienda napoletana, sempre attenta alle nuove tendenze, volge attenzione anche agli eventi più attesi e tra questi non poteva mancare il festival di Sanremo. In occasione della 68^ edizione del festival della canzone italiana, lo stilista Francesco Coticelli ha presentato la nuova collezione durante gli eventi del dopo festival. Il made in Italy che ricalca le tradizioni locali, abbinando alle nuove tendenze, la bellezza intramontabile dei fiori di Sanremo, applicati direttamente sui capi come ornamenti. Il concept del marchio è sempre lo stesso: vestire una donna autentica, libera, anticonformista, che ricerca un mood contemporaneo ricco di glamour e raffinata seduzione. Come già anticipato la scorsa volta, la novità del 2018 sarà il lancio della linea “Couture”, rivolta ad una donna che ama la ricercatezza dello stile italiano. Non ci resta quindi che attendere tutte le sorprese che lo stilista Coticelli ci riserverà in merito al nuovo progetto, magari riservando la presentazione in occasione di un altro grande evento italiano.

49


MODA L’INTERVISTA

50

51

di Barbara Castellani

ILIAN RACHOV Quando l’arte incontra la moda

soggetto e cerco di abbellirlo ma mai stravolgendo i lineamenti. E’ capitato di dire dei no, poiché non sentivo mio il soggetto oppure ho regalato dei ritratti come quello a Donatella Versace perché sentivo un trasporto di energia. Un sogno nel cassetto? A livello professionale è di poter curare le persone attraverso l’arte. Attraverso gli occhi le vibrazioni entrano nel cervello quindi potrebbero sia curare sia danneggiare la materia cerebrale. Ecco perché a me non piace l’arte oscura, l’arte depressa, l’arte contemporanea perché mi deprime. Anni fa alcuni studiosi in questo campo avevano capito che le mie opere coloratissime erano fonte di euforia; sono stato insignito di un diploma e di un premio come Fenomeno D’oro nel campo della cromoterapia.

A

bbiamo incontrato Ilian Rachov nella suite di un noto albergo romano con occhiali da sole, una giacca modaiola “rubata “ alle forze armate ed un’eleganza nel modo di parlare che sembra di incontrare un gentiluomo dei primi del ‘900. Invece è Ilian Rachov pittore conosciuto a livello internazionale per i ritratti a star del cinema , per le collezioni realizzate per la maison Versace e per la sua arte sacra. Parliamo di arte sacra o per meglio dire di una bellissima Madonna che ora appare sulle scarpe di Dolce e Gabbana: lavori anche per questi stilisti? La Madonna è stata dipinta nel 2010 per un cliente monegasco purtroppo pochi giorni fa ho scoperto che hanno scaricato questa immagine ed utilizzata su scarpe e borse, una mia amica da Londra mi ha avvisato e subito sono andato dall’avvocato: bastava chiedere e avremmo iniziato una collaborazione! Arte sacra e profana: come sono stati i tuoi esordi e come si è evoluta la tua arte? Ho iniziato tanti anni fa come autodidatta scegliendo opere bizantine perché stilizzate e più semplici da riprodurre. La mia visione sull’arte e’ variata nel tempo grazie ad un maestro di nome Georghi Pernikijski che mi ha insegnato l’utilizzo dei colori brillanti rispetto a quelli usati nella pittura classica . Merito di quest’uomo se sono diventato un noto iconografo con uno stile unico al mondo: oggi creo le mie opere d’arte sacra senza più aver bisogno di ispirarmi ad icone esistenti.

Sito dell’artista Ilian Rachov – ARTBYILIAN.COM /artist.fanclub Arte e moda un legame forte ed indissolubile, ti sei messo in gioco anche come stilista? Esatto! Qualche anno fa ho creato due collezioni con t-shirt e jeans che hanno sfilato e sono state vendute a Monte Carlo presso il Metropole Center. Ho terminato tutta la collezione perché era ispirata alle mie opere stampate sulla stoffa: un grande successo! La risonanza mondiale tuttavia l’ho avuta con Versace quando dipingevo su carta i famosi ornamenti barocchi che l’azienda utilizza stampandoli su foulard, cuscini, magliette. I tuoi ritratti sono molto richiesti e amati da star del cinema; hai mai detto di no ad un cliente? Ho ritratto personaggi come Penolope Cruz e il Principe di Monaco ma anche persone “normali” che volevano fermare il tempo con un loro ritratto. Devo sentire la personalità ed il carattere per dipingere un

RACHOV


52

CINEMA

IDENTIKIT DI UN CATTIVO

a cura di DarksideCinema.it - redazione@darksidecinema.it

LOKI

Loki Laufeyson è il Dio degli Inganni e fratello di Thor il Dio del Tuono. Il padre Laufey, re dei giganti di ghiaccio, imbarazzato perché il figlio era troppo gracile e debole per la sua razza, decide di nasconderlo a tutti all’interno del suo palazzo. Viene trovato e adottato da Odino, dopo la vittoria di Asgard nella guerra contro Jotunheim. Loki cresce come un principe asgardiano, covando profonda invidia per il fratello maggiore Thor, dal momento che Odino non fa mistero della sua preferenza per il Dio del Tuono, il cui carattere indomito e la bontà d’animo lo rendono amato e stimato in tutto il regno. Al contrario, Loki fin da bambino si dimostra propenso all’inganno e alla manipolazione, la sua fragilità fisica lo porta a dedicarsi allo studio delle arti magiche allo scopo di diventare più potente del fratello. Crescendo, Loki provoca danni sempre più gravi e meno gestibili, tanto che Odino decide di imprigionarlo, nella speranza di farlo riflettere sulle sue azioni. Il giovane riesce a fuggire e lascia Asgard, incontrando lo stregone Eldred che diventa suo mentore nelle arti oscure. Secondo una profezia, Loki era destinato a causare la distruzione di Asgard guidando i nemici del regno in un catastrofico conflitto conosciuto come “Ragnarok”. Il Dio dell’Inganno riesce a realizzare il Ragnarok, Asgard viene distrutto e tutti i suoi abitanti, compreso Loki, periscono in battaglia, con l’esclusione di Thor che cade in un sonno profondo. Molto tempo dopo, Thor si risveglierà sulla Terra incarnato nell’architetto Donald Blake. Loki risorge nel corpo di una donna e dopo aver convinto il fratello dei suoi buoni intenti, inizia una nuova fase di intrighi. Da questo momento in poi muterà più volte il suo aspetto e la sua identità sempre al fine di danneggiare il fratello e conquistare il potere.

Nome completo: Loki Laufeyson Età: centinaia di anni (non si sa con precisione) Nazionalità: asgardiana Film: Thor (2011); The Avengers (2012); Thor – The Dark World (2013); Thor: Ragnarok (2017); Avengers: Infinity War (2018) Multimedia: creato per la Marvel comics da Stan Lee, Larry Lieber e Jack Kirby nel 1962 e compare per la prima volta nel Journey into Mistery vol.1, n° 85. Prima comparsa sullo schermo: 1966 (televisione); 2011 (cinema) Attore che lo interpreta: Tom Hiddleston

“Io sono Loki, da Asgard, e sono ricolmo di gloriosi propositi.”


CINEMA LA RECENSIONE

54

55

a cura di Roberta Nardi - dott.ssarobertanardi@gmail.com

IL CAOS DIETRO LE MASCHERE: VITA, AMORE, FAMIGLIA E FRAGILITA’. “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino

È

uscito nelle sale lo scorso 14 febbraio un film in cui si mette in scena una famiglia allargata, solo apparentemente felice. Pietro (Ivano Marescotti) e Alba (Stefania Sandrelli) vivono ormai da anni su di un’isola in cui hanno un ristorante ben avviato. In occasione delle loro nozze d’oro ricevono la visita dei figli, con i relativi compagni, bambini e cugini. Quando una mareggiata blocca l’arrivo dei traghetti, si prospetta una convivenza forzata che porterà tutti i presenti a dar sfogo a conflitti latenti e vecchi rancori. L’attenzione è tenuta desta dalle performance attoriali di un nutrito numero di celebrità del nostro cinema: Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Gianfelice Imparato, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Sandra Milo, Giampaolo Morelli, Stefania Sandrelli, Valeria Solarino e Gianmarco Tognazzi. E’ l’amore a muovere le scelte dei personaggi di A casa tutti bene. L’amore è tutto

quello che muove il mondo, scatena le bufere, ci fa nascere, non ci vuol fare smarrire. Ma in fondo è un film su tutto: sulla vita, sulle nostre esistenze, sulla difficoltà di convivere con chiunque, dal partner ai figli ai genitori. “La famiglia è il nostro luogo di partenza, di fuga e di ritorno” dice l’incipit del film. Dopo la stagione americana, fra il 2006 e il 2015 (La ricerca della felicità, Sette anime, Quello che so sull’amore, Padri e figlie, con incursione “italiana” nel 2010 per Baciami ancora) e poi L’estate addosso nel 2016, spiega Gabriele Muccino “c’era la voglia di fare un film importante, il desiderio di raccontare il mondo dal mio punto di vista con una personalizzazione forte”. La famiglia grande e felice è una chimera, secondo la visione di Muccino: si può fingere in nome delle apparenze e del quieto vivere che tutti siano sereni e vadano d’amore e d’accordo ma mai troppo a lungo. C’è un tempo limitato oltre il quale le maschere cadono rivelando il vero volto di chi le indossava. Foto: Emanuele Tetto


74

CONSIGLIATI DA NOI e Fotografia CINEMAArte FOTOGRAFIA a cura della Redazione

COME TI DIVENTO BELLA

57 n.12- 12/ 2015

56

Eleonora Chessa www.eleonorachessa.com

Un film di Abby Kohn, Marc Silverstein. Con Amy Schumer, Michelle Williams, Tom Hopper, Rory Scovel, Adrian Martinez, Emily Ratajkowski, Aidy Bryant, Busy Philipps. Uscita giovedì 23 agosto 2018. Distribuzione Lucky Red. Renee Bennett, dopo una brutta caduta in cyclette sbatte la testa e crede che un incantesimo l’abbia resa stupenda. Gli altri però la vedono sempre uguale. La nuova fiducia in se stessa di Renee, improvvisamente, la vede progredire nel mondo del lavoro: si fa notare anche dal capo della compagnia di cosmetici per la quale lavora, Avery LeClaire.

SHARK – IL PRIMO SQUALO

LA FOTOGRAFA POLIVALENTE

RESTA CON ME Un film di Baltasar Kormákur. Con Shailene Woodley, Sam Claflin, Elizabeth Hawthorne, Jeffrey Thomas, Grace Palmer, Tami Ashcraft, Siale Tunoka, Luna Campbell. Uscita mercoledì 29 agosto 2018. Distribuzione 01 Distribution. La vera storia di Tami Oldham e del suo compagno Richard Sharp. A bordo di una barca a vela, la coppia partì per raggiungere Tahiti ma, nel mezzo dell’Oceano Pacifico, si imbatterono in un uragano. Tami, dopo aver sbattutto fortemente la testa, si risvegliò a 1.500 miglia di distanza dalla costa e su un’imbarcazione quasi totalmente distrutta.

RITORNO AL BOSCO DEI 100 ACRI

Un film di Jon Turteltaub. Con Jason Statham, Bingbing Li, Ruby Rose, Rainn Wilson, Cliff Curtis, Robert Taylor (II), Ólafur Darri Ólafsson, Jessica McNamee. Uscita giovedì 9 agosto 2018. DistribuDal fashion al paparazzo zione Warner Bros Italia.

Un film di Marc Forster. Con Hayley Atwell, Ewan McGregor, Jim Cummings, Mark Gatiss, Brad Garrett, Roger Ashton-Griffiths, Nick Mohammed, Vivien Bridson. Uscita giovedì 30 agosto 2018. Distribuzione Walt Disney.

Italia 10 anni fa fino alè caso Vallettopoli e apreistorico volte passano NelleIn profondità dell’oceano sopravvissuto un killer di di-9 mesi e purtroppo noi della alla nascita media come categoria siamo tutelati un granché legalmensioni enormi.deiSigrandi tratta social del Megalodon, il Twitprogenitore dello non Squalo ter Facebook e Instagram, il fotografo potevadi subacquea mente. In Italia bianco. Jonas Taylor è un paleontologo ed esperto che hacome in qualsiasi altra parte considerarsi un benestante. del mondo raramente emergi professionalda sempre sostenuto l’esistenza di questo ‘mostro’. Quando Megalodon I giornali pagavano discretamente bene ser- sarà mente, nellaJonas maggior parte dei casi ci vuole la riemerge dall’acqua provocando distruzione e terrore, proprio vizi fotografici personaggi a doversi occupare di della caccia. da copertina ed spintarella da parte di qualcuno noto nel settoesclusive di paparazzate. re e per una come me che non ammette nessun Al giorno d’oggi non si guadagna più bene e la tipo di opzione se non il duro lavoro purtroppo maggior parte dei miei ex colleghi hanno do- la strada è stata decisivamente in salita e pievuto rinunciare alla propria professione e intra- na di stenti. Non ho mai mollato l’obbiettivo e prendere un secondo lavoro in quanto agenzie ad oggi mi ritrovo a lavorare per una delle più e riviste la tirano per le lunghe con i pagamenti importanti agenzie fotogiornalistiche mondiali

Il bambino che fu d’ispirazione per il giovane protagonista dei libri su Winnie The Pooh ormai è un uomo adulto ma torna alla fattoria dello scrittore A. A. Milne e al bosco dei cento acri. È il 1949 e Christopher Robin è soffocato dalle responsabilità e perseguitato dai traumi subiti durante la seconda guerra mondiale. Efficiente e super-impegnato manager in carriera in una compagnia di valigie, il suo compito è quello di trovare le risorse che eviterebbero il licenziamento di diversi dipendenti.


36

CINEMA

LO SPECIALE

castelli e dintorni • Famose

58

Redazione - info@cmaganize.it

du’ passi

a cura di Roberta Nardi - dott.ssarobertanardi@gmail.com

Roma e Milano: tutti connessi sì ma di-SCONNESSI dalla vita reale!

L

o scorso 19 febbraio presso la Casa del Cinema a Roma ed il 20 febbraio presso Spazio Boffetto a Milano non potevamo mancare alle anteprime Stampa di “Sconnessi”. Petra Sconamiglio e Carlo Piersanti presso la sede di Roma, Emanuele Tetto e Carlo Famularo su quella di Milano. Che cosa significa essere Sconnessi, un po’ di testa un po’ con lo smartphone, è quel che prova a raccontare il regista Christian Marazziti con un cast che va da Fabrizio Bentivoglio a Ricky Memphis, da Carolina Crescentini a Stefano Fresi, Antonia Liskova, Giulia Elettra Gorietti per citare solo alcuni dei protagonisti del film. Il regista parla di “connessione e alienazione” facendo riflettere sulla perdita sia della necessità di ricerca del prossimo “faccia a faccia” sia della capacità di incontrarsi in un bar del centro con il solo

Albano Laziale

La città sotterranea l territorio dei colli albani e di Albano in particolare risulta abitato fin dal paleolitico medio, con indizi che fanno pensare anche ad insediamenti precedenti (200.000 - 300.000 anni). Durante l’età del ferro nell’area sorse la mitica città di Albalonga, probabilmente un grosso agglomerato di villaggi sul ciglio del lago di Albano, distrutta successivamente dai romani, al tempo del re Tullo Ostilio. Dopo la conquista

il territorio rimase a lungo semideserto poi, in età medio-repubblicana, cominciarono a fiorire lungo l’asse dell’Appia Antica e sulle rive del lago numerose ville di grandi personaggi della Roma antica (tendenza tutt’oggi rimasta immutata!). L’assetto definitivo di Albano si ebbe nel II secolo d. C. con la costruzione dell’accampamento della II Legione Partica, dislocata dall’imperatore Settimio Severo, e che qui

37

59

rimase fino al tempo di Gallieno (259-269). Tra le varie cisterne d’acqua che furono costruite dagli antichi romani per il rifornimento idrico sia di ville private che di ville imperiali o per assicurare i servizi idrici dell’accampamento della Legione Partica, ‘I Cisternoni’ è conosciuta in tutto il mondo non solo per la sua grandiosità ma anche per il fatto che è l’unica nell’orbe romano che ancora funzioni perfettamente, con l’alimentazione di un acquedotto pure esso antico ed ancora funzionante. Rappresentano il più grande serbatoio d’acqua a disposizione dell’accampamento della Legione. La sua posizione nella parte più alta dell’accampamento permetteva una facile distribuzione delle acque per caduta naturale. L’alimentazione della cisterna era assicurata da due acquedotti: il più antico, quello delle ‘cento bocche’, si immetteva al centro della cisterna e l’altro, successivo, sboccava in fondo alla prima navata. I ‘Cisternoni’ hanno una pianta pressochè rettangolare scopocon di relazionarsi e di chiacchierare occhi negli occhi. una superfice di mq. 1436, 50 e possono Ettorecontenere (Fabrizio Bentivoglio), dell’analogico e nemico pubblico di internet, in occaben 10.132 noto metriscrittore, cubi di guru acqua. La sione cisterna del suo compleanno porta tutta laparzialmente famiglia nel suocollegata chalet in alla montagna, e cerca di creare finalfu scavata da principio costruzione dell’accampamento menteinun trapeperino i suoi due Claudio (Eugenio giocatore di poker on line, e unlegame banco di perfigli, la profondità di 3 o eFranceschini), quindi si può ben datare agli inizi del III° sec. Giulio (Lorenzo Zurzolo), liceale nerd e introverso, con la sua seconda moglie, la bella, giovane e un 4 metri e, successivamente, vennero innalzate d.C. I due delfini in peperino ivi rinvenuti nel po’ ‘naif’ Margherita (Carolina Crescentini), incinta al settimo mese. Al gruppo si uniscono anche Ain muratura i 36 pilastri che dividono la costrue la disfinge interno chille (Ricky Memphis), fratellastro di Margherita appena1884 cacciato casa con dallasifone moglie, e Tea rinvenuta (Giulia in 5 grosse navate, in senso longitudinale, verso il 1830 facevano parte probabilmente Elettrazione Gorietti), giovane fidanzata di Claudio e devota fan di Ettore. e sorreggono, con archi di congiunzione in matdella decorazione della facciata del monuArrivati allo chalet, trovano Olga (Antonia Liskova), l’affidabilissima tata ucraina, con la figlia Stella toni bipedali, la adolescente volta a botte.dipendente Le pareti della mentale cisternone. L’accesso alla cisterna (Benedetta Porcaroli), dai social network. A sorpresa arriva anche Palmiroè ricisterna fattebipolare con una di tecnica che denota (Stefano Fresi),sono il fratello Margherita e Achille,masto fuggitocome dallain casa di riposo. Quando grup-dei antico: vi si accede dalilprimo po rimane improvvisamente internet, tutti entrano nel panico. quella fretta e quellasenza certaconnessione trascuratezza co- 5 grossi finestroni, oggi rimpiccioliti forse per Infatti,mune tranneailtutte capofamiglia, tutti i personaggi dipendenza da internet, perscala il lorodicontatto le costruzioni del periodohanno della unaragioni di sicurezza, con una 31 gradini con i social, le connessioni chat-line, per ludopatia o per fini sono tutti alla connesLegionper Partica; infatti incon unale stessa parete si sostenuta da commerciali, due arcate addossate parete si, ma possono - e questo è il messaggio del film disconnessi dalla vita reale, fatta di rapporti umani e del vinotare tecniche diverse usate indiffe- sinistra; di qui in rare occasioni si può scendere vere appieno il contesto in cui ci si trova. rentemente come un rozzo reticolatocon ricor- sul fondo della cisterna ove si rimane sbigottiti si in laterizio, tufelli in peperino o una cortina e stupiti dalla proporzioni gigantesche della Foto: Carlo Piersanti di mattoncini rossastri. È evidente, come indicò costruzione e dallo scrosciare cupo delle acil Lugli, che oltre a quanto detto circa la tecni- que che rimbomba e si moltiplica attraverso la ca, la grande conserva d’acqua è intimamente selva dei pilastri e delle volte.


IL PROGETTO

rassegna stamPa • Moda,

60

140

Cinema e Pubblicità

61

141

a cura di Marianna Pignatelli - marianna58@live.it

moda e spettacolo

Il FLAMINGO CLUB ROMA è la realizzazione di un progetto innovativo, risultato di anni di lavoro e di studio di accorgimenti e dettagli. Siamo all’interno del POOL CLUB TOR PAGNOTTA con l’ambizioso obiettivo di essere una condivisione di esperienze ed emozioni, col lavoro e la motivazione di persone entusiaste dell’idea, e soprattutto attente all’aspetto culturale, al suo sviluppo e alla sua incentivazione! A lato di un Meraviglioso Parco Naturale, il FLAMINGO CLUB ROMA sorge su una splendida piscina olimpionica, ed oltre ad offrire sole, relax ed aperitivi bordo piscina, attraverso una serie di attività studiate e ben strutturate, mira ad essere un centro di diverse attività ed interessi , da vivere insieme o da soli, e soprattutto una condivisione di esperienze e momenti unici che difficilmente si possono vivere in altri contesti. Il nome FLAMINGO CLUB ROMA nasce per questo Amore e Passione verso il fenicottero rosa, che ci sarà compagnia in tutte le sue varie forme, dal gonfabile alla cannuccia, dalle foto sul perimetro fino a vederli accanto ai nostri lettini.. finti ovviamente ^__^ Le principali attività su cui abbiamo deciso di improntare il programma sono: - Centro Estivi per bambini, una vasta area loro dedicata con animatori professionisti con anni di esperienza, che li terranno impegnati con le varie attività ludiche previste, li faranno giocare, mangiare, riposare e si prenderanno cura di loro con la massima dedizione e d attenzione. Oltre alle classiche attività, sono previsti corsi di nuoto, di tennis e, grazie ad un orto ben curato, verrà loro insegnato come coltivare un pomodoro o una patata; periodicamente i bambini faranno degli spettacoli per i loro genitori alla fine del percorso. Feste private per bambini ; - aperitivi e apericena bordo piscina; - affitto lettini ed ombrelloni, con servizio cibo e bevande al lettino; - acquagym , risveglio muscolare, nuoto libero e yoga; - idromassaggio, abbiamo 2 vasche a disposizione su prenotazione e con servizio in vasca; - lezioni e serate di tango, organizzate con esperti del settore e leader dell’area del centro-Italia; - serate a tema musicale Swing e Rock Anni ‘50, con sviluppo tematico con costumi ed abiti idonei all’evento ed alla serata; - caratteristica di molte seratesisaranno show live, soprattutto musicali, cheLeandranno dal revival anniPare ‘80- una 90 Dolcezza e grazia sono alleate con bel- balla o sfila viene tutto naturale. alla musica piùemoderna, Bues,convivono Jazz e Soul,nella con artisti di rilievo; lezza bravurafino e altutte professionista navigata. Ama lo studio, dove - seratepersoncina con dj di spicco; di Grazia Pignatelli, splendida eccelle e coltiva le sue svariate passioni, che - pool party tematici con importanti Artistiee radio italiane; hanno a che fare con la moda e lo spettacofanciulla dagli occhi ridenti una lunga - attività sportive, dal risveglio muscolare la mattina al crossfit, fino allo yoga; chioma castana di soli 9 anni nata a Bari. lo. Ha partecipato a tantissimi eventi, anche - somministrazione per la colazioni, pranzi ed aperitivi; Così giovane e già così capace di muoversi come( dettagli testimonial, dando un tocco di fre- abbonamenti settimanali, mensili e stagionali super convenienti su www.poolclubtorpagnotta.it e tra moda e spettacolo, ballo e recitazione. È schezza alle manifestazioni. Certo ha solo www.flamingoclubroma.it ) davvero un talento allo statoe puro. 9 anni, ma, cresce una Tutti i giorni è garantita la balneazione l’affittoSidimuove lettini e ombrelloni fino credetemi, ad esaurimento. Per bene. questo Èmotivo consigliamo prenotare alsorprendente più presto un abbonamento. con unadidisinvoltura e nulla la ragazzina speciale, ma che tiene i piedi per intimorisce quando calca le scene, quando terra senza montarsi la testa. Mai un nome

Un‘artista eclettica di soli 9 anni:

Grazia Pignatelli

Per tutti i dettagli e informazioni contattare: Emanuele +393403138372 ( anche whatsapp) per info, prenotazioni feste ed eventi Dante +393922591545 ( anche whatsapp) per info ,prenotazioni feste ed eventi Giancarlo ( anche per info e prenotazioni ingressi, abbonamenti, centri estivi fu più +393281569280 appropriato: Grazia, vistowhatsapp) che la grazia e feste per bambini l’accompagna in ogni sua azione. Se trascorUfficio +390645509272 reste del tempoClub conRoma lei capireste che ho raInstagram: Flamingo gione. Flamingo Bellissima, solare Facebook: Club Romae limpida come una ragazzina di quell’età, ma in -alcune circo- la casa di produzione cinematografica fonwebsite: www.poolclubtorpagnotta.it www.flamingoclubroma.it stanze pare più matura dell’età anagrafica; è data il 20 aprile 2010 da Rita Surdo. Ha maleale e generosa. Sempre pronta ad aiutare turato esperienza come ballerina in tv sia al o a dispensare consigli ai più piccoli, a coloro programma Gingol di Sky sia al programma che muovono i primi passi nel mondo della tv di Doris Simone del canale 93 del digitale moda. Davvero straordinaria! Il suo sorriso terrestre. Ha inoltre sfilato come modella ti rapisce. È inutile: c’è chi nasce per fare per diversi eventi e manifestazioni di moda quello che fa lei e lei è una privilegiata dalla e fashion in Puglia. È uscita su diverse Rivinatura. Riuscirà ad imporsi ovunque, perché ste Nazionali come: VIP, EVA3000 ed altre è intelligente e volitiva, ma soprattutto umi- ancora. Fa parte della Talent Scout Academy le. Ma andiamo con ordine. Grazia Pignatelli di Raffaele La Rocca. Ha già partecipato alle vanta già un curriculum di tutto rispetto: ma- riprese del film: “Ignoti gli autori del delitto”. scotte a Miss Informissima 2014, modella a Ad anno nuovo reciterà nel film commedia Miss e Mister Baby condotto dall’ex tronista della talent scout Academy del grande Rafdi Uomini e Donne Giovanni Conversano ol- faele La Rocca. La piccola Grazia Pignatelli tre ad essere stata scelta sempre come mo- veste capi di un prestigioso stilista di Carovidella e testimonial per la boutique Baby LA gno: Antonio Monopoli. Che dire, auguriamo giovanissima testimonial femminile del con- un prospero e scintillante futuro nel campo corso è nata a Gravina il 22 dicembre 2006. della moda a questa bellissima baby-moCapelli lunghi e castani, occhi castani e 135 della. Non le manca nulla: ha talento, grinta, cm. di altezza. È modella, fotomodella e bal- bravura, la freschezza della sua giovane età, lerina. È risultata vincitrice in qualità di volti ma anche la determinazione e l’umiltà. Ininuovi per il set di SharonCinema Production, mitabile Grazia!

moda e spettacolo

FLAMINGO CLUB ROMA


EVENTI DA NON PERDERE

62

63

a cura della Redazione

GRUPPO STORICO ROMANO XVIII NATALE DI ROMA

S

iamo oramai giunti alla XVIII edizione dei festeggiamenti per il Natale di Roma organizzati dal Gruppo Storico Romano. Il testimonial dell’Evento sarà per la prima volta Maurizio Battista. L’evento sarà dedicato all’imperatore Adriano, il successore di Traiano. Come ogni anno il nostro intento è quello di ricordare, con una serie iniziative didattico - culturali, l’anniversario della fondazione della nostra città: un evento che ha avuto un ruolo determinante per lo sviluppo della civiltà moderna e che per questo dovrebbe essere motivo di orgoglio per i cittadini di Roma. Da un piccolo insediamento, su uno dei sette colli, prese il via quella che divenne la più grande città del mondo antico allora conosciuto e che estese il suo dominio in Europa, in Africa e nel Medio Oriente per più di mille anni. Roma è stata nell’antichità un crocevia di popoli e culture diverse e noi intendiamo rinsaldare questa caratteristica, ancora attuale nella nostra città, coinvolgendo nella nostra manifestazione gruppi di ricostruzione provenienti da ogni parte del mondo ed in particolare da quelle zone dove il legame con il mondo romano è ancora ben vivo nelle culture e nei luoghi di provenienza. Il nome di Roma suscita tuttora, nel mondo intero, un fascino ed un’ammirazione senza eguali, ed uno dei nostri scopi è proprio quello di mantenere inalterato e sempre più vivo questo interesse, sia verso i turisti, italiani e stranieri, sia verso i cittadini romani, in modo da far riavvi-

cinare ed appassionare gli stessi alla storia e alle origini della nostra città. La nostra iniziativa assume un valore particolare, visto il Protocollo d’Intesa sottoscritto con Roma Capitale per la valorizzazione e la divulgazione degli usi e i costumi dell’antica Roma, che pone un “marchio di garanzia” sul nostro operato da parte dell’amministrazione capitolina. Il coinvolgimento nella nostra manifestazione, di personaggi della cultura di primaria rilevanza in ambito nazionale, così come quello di docenti delle Università di Tor Vergata, non può che confermare il carattere e l’alto valore scientifico, culturale e didattico della nostra proposta. Tutto ciò fa sì che essa rappresenti nel mondo della rievocazione storica, sull’antica Roma, forse

l’evento più grande ed importante. I numeri della presente edizione del Natale di Roma parlano chiaro e dimostrano il successo di questa iniziativa: partecipazione accreditata di circa 1500 rievocatori appartenenti a 40 associazioni culturali provenienti da 12 paesi esteri, ITALIA, BULGARIA, ROMANIA, POLONIA, BELGIO, FRANCIA, SPAGNA, BIELORUSSIA, GERMANIA, NUOVA ZELANDA, UNGHERIA, RUSSIA, il più grande corteo storico dell’antica Roma nel mondo. Particolare rilievo ha poi assunto l’aspetto istituzionale dell’evento. La concessione da parte del Presidente della Repubblica dell’ennesima medaglia per l’evento, i patrocini della Regione Lazio, del Municipio I Roma Centro, Comune di Rieti,


64

64

arte • L’occhio

di Lisa

a cura di Lisa Bernardini - info@lisabernardini.com

Gran serata romana di VIP

Massimo Di Cataldo con il premio Artista e Spettacolo del Maestro Capoccia

65 Da sinistra: Maurizio Pizzuto, Massimo Di Cataldo, Gerardo Di Lella e Lisa Bernardini

Tra Musica, Arte e Spettacolo

Il cantante Massimo Di Cataldo è stato l’assegnatario di un importante e prezioso premio previsto dalla rassegna sull’Immagine contemporanea Photofestival “Attraverso le pieghe del tempo”, ed esattamente del riconoscimento “Artista e Spettacolo”; la kermesse nazionale itinerante creata dall’Associazione Occhio dell’Arte e diretta dalla sottoscritta Lisa Bernardini si accinge a scorgere già la sua sesta edizione. Si svolge ogni anno in un periodo variabile tra la fine di agosto e gli inizi di settembre. Per motivi lavorativi legati allo svolgimento dei concerti estivi di Massimo, è stato impossibile consegnare il riconoscimento a Di Cataldo durante il normale svolgimento della rassegna 2015. All’hotel Villa Eur in Roma, lo scorso 1° DicemComune di Frascati , dalla FIDARCO e dall’Ordi- relativi alla cucina, alla medicina, alla religione, bre, questo noto artista del panorama musicale ne degli Ingegneri di Roma con presenza delle alla scuola, al mondo femminile , a quello militare italiano, interprete ed autore didelegazioni canzoni d’amoistituzioni capitoline e di due straniere, a quello gladiatorio. re che hanno segnato la vitaedidalla moltiRomania, sui fan, che Particolare interessa sarà dedicato alla tessitura, provenienti dalla Bulgaria da hanno “Che sarà di me” a “Se adesso te ne vai” a As- al mosaico ed al vasellame. voluto accompagnare, con Sindaci ed “Come sei bella”, haprovenienti finalmentedalle potuto ricevere sessori, i gruppi rispettive nazio- Come negli anni precedenti la manifestazione avrà commosso il preziosodel riconoscimento del Maeni. In occasione Natale di Roma 2018 (da in programma, la sfilata dei rievocatori con sosta strogiovedì Scultore direttamente 19Valerio aprile aCapoccia, domenica e22 aprile) il Gruppo per l’omaggio alla statua di Traiano, la battaglia tra Storico presso il Circo Massimo organiz- legionari e Pitti, la rievocazione della fondazione dalle mani Romano di un grande esponente della musiBernardini e Massimo Di Cataldo festa della palilia, i funerali romani ed za giornate didattiche con l’allestimento un Ca- di Roma, la Lisa ca internazionale: il Direttore d’OrchestradiGestrum, e di un percorso didattico a scopo divulga- altri quadri rievocativi; nonché l’allestimento di un rardo Di Lella. Castrum e di un percorso didattico (come tivo destinato iprincipalmente pubblico di età A documentare vari momential anche una le tappe più importanti della sua carriera gra-precedentemente accennato) a scopo divulgativo scolare ma3,fruibile anche edal pubblico adulto. zie alla troupe di RAI tanti curiosi molti giornalisti. intelligente ed approfondita intervista destiIn particolare sarà realizzata un’esposizione di o- nato principalmente al pubblico di età scolare ma Una sala gremita per l’occasione ha ripercorso che gli ha fatto un uomo di Informazione e Culpere costruite in epoca Adrianeia, di manufatti fruibile anche dal pubblico adulto.

tura come Maurizio Pizzuto, Direttore dell’Agenzia di Stampa Quotidiana Nazionale Prima Pagina News. Molti gli ospiti noti al grande pubblico intervenuti alla sua premiazione nell’albergo romano, che ha visto nello stesso giorno, in un orario immediatamente successivo al suo, anche la premiazione di Roberta Damiata, stimata direttrice del settimanale Eva3000, che è stata proclamata “Donna” 2015 di “Storie di Donne”, kermesse sul mondo femminile. Tra gli ospiti del fashion party della serata, che ha unito due premiazioni diverse come genere ma importanti nei rispettivi contesti di assegnazione, si sono visti molti protagonisti della politica, della cultura, dell’arte e dello spettacolo: tra questi, il Senatore Antonio Razzi, l’attore Lando Buzzanca, la responsabile dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia Sylvia Irrazabal, il ragazzo prodigio Alessandro La Cava, l’artista internazionale Monsieur David, il fotografo Andrea Pacanowski, il Comandante della Fanfara a Cavallo dell’Arma dei Carabinieri Fabio Tassinari, il Direttore d’Orchestra Gerardo

Da sinistra: Camilla Nata, Lisa Bernardini, Roberta Damiata e Massimo Di Cataldo

Di Lella, la collezionista e storica della Moda Mara Parmegiani, la Principessa Connie Caracciolo, lo stilista Luigi Bruno, il direttore di doppiaggio Massimo Milazzo, la ballerina Cosetta Turco, Vincenzo Merli della maison Egon von Furstenberg, l’attore Antonio Zequila accompagnato dal collega Pascal Persiano, l’editore giornalista Giò Di Giorgio, il grande truccatore Gennaro Marchese e, per completare un parterre femminile di tutto rispetto per bellezza, fascino e simpatia, anche le attrici Adriana Russo, Elena Russo, Simona Borioni, Maria Monsè, Luciana Frazzetto, Imma Piro. occhiodellarte@gmail.com Photo: Flavio Di Properzio

65


SPETTACOLO L’INTERVISTA

66

Paciullo

P

67

Q.C.C.P. (Questo Comico Ci Piace)

er Paciullo, attore comico e conduttore radio-televisivo, al termine degli studi di recitazione si sono subito spalancate le porte del Teatro. Il suo non è un genere di comicità specifica, perché egli cerca di interpretare nel migliore dei modi qualunque personaggio gli venga proposto. L’artista romano ha condiviso la ribalta con Riccardo Garrone, Cloris Brosca, Claudia Koll, Raffaele Pisu e tanti altri. Ha ideato e realizzato vari spettacoli tra cui “Il figliol prodigo” con Nino Taranto, “Un Amore di Vacanza” con Francesca Milani e “Varietà Romane” con Danilo Brugia, riscuotendo sempre un ottimo consenso tra l’esigente pubblico che frequenta le sale teatrali. Gira l’Italia con la “Paciullo e la Bliz Band”: un nome che la dice lunga sullo schieramento di coro, batteria, basso, chitarra, tastiera e fiati che costituisce l’ensemble. E, naturalmente il simpatico showman “cattura” ovunque la platea, interpretando brani del repertorio italiano e internazionale, anche perché interagisce e coinvolge gli spettatori. Uno ad uno, potremmo dire. Ogni esibizione diventa così un evento unico e memorabile. “Da piccolo - ci racconta Paciullo in questa breve intervista - ho sempre avuto il desiderio di salire su un palcoscenico. Infatti giocavo improvvisando spettacoli e obbligavo i miei amici e genitori a

vedere ciò che rappresentavo. Successivamente ho studiato recitazione e canto per diversi anni, avendo poi l’opportunità ed il piacere di lavorare in veri teatri”. Ma quali sono, secondo Paciullo, i presupposti e le caratteristiche affinché un personaggio sia credibile? L’attore trae spunto dal quotidiano e fa sue le emozioni, trasmettendole di conseguenza al pubblico che si riconosce e le vive in quello che l’artista racconta. Cosa c’è attualmente nella sua agenda professionale? Sto lavorando ad alcuni progetti che mi danno molta soddisfazione tra cui SCQR (Sono Comici Questi Romani), una trasmissione televisiva dedita alla comicità, ideata da Laura Barbini e Roberto Galliani con la produzione della B&G live. In radio conduco “VIPiace” programma brillante con ospiti vip. Sono sempre in giro per l’Italia tra serate teatrali, live e conduzioni. Programmi per l’estate? Per la stagione estiva sarò sulle spiagge italiane, ma non a prendere il sole (o, forse, anche). Mi aspetta un fitto tour radiofonico sul litorale laziale e non solo. E, in autunno, spero di ritornare sulle pagine del Cmagazine per raccontarvi com’è andata.

Puoi contattare Paciullo su: Facebook: Paciullo - Mail: paciullo@scqr.it


6846

POESIA

attualità • Economia

di Giancarlo Galasso - Laureando in Economia

di Vittorio Rombolà - info@vittoriorombola.it - www.vittoriorombola.it

L’EURO: le baio(C)²ate der “poeta der baiocco” uno sguardo al passato

… quanno ner bicchiere L’avvento dell’Euro nel 2001 venne accolto mi’ me mischiava connonno entusiasmo da parte di tutti i paesi membri, nascondendo gli incubi delle due guerre l’acqua cor vino mondiali avvenute nel corso del Novecento. nun ero grosso, Suddetti Stati riconoscevano la realizzazioero piccolino… nema delmeprincipio di solidarietà e di equilibrio … sentivo grande, economico come garanzia di un Europa Uniimportante, ta, forte e in grado di affrontare le pericolose quasi ’n presidente! competizione della globalizzazione. I primi sei anni l’unione monetaria sono stati un gran … a dìper er vero successo, un “grande’’ sviluppo economico manco me con piaceva… e laamaro nuova moneta risultò (nelle transazioni fiera internazionali) più forte del dollaro. e,nanziarie su la lingua, In particolare l’attacco terroristico dell’11 Setpizzicava ’n pochetto… tembre 2001 al World Trade Center, negli Stati ahó, ma mica fu un loUniti, potevo dì vero e proprio trampolino di lancio nei mercati internazionali. Nessun aper carol’euro nonnetto! cittadino e governo Europeo avrebbe mai immaginato tanto equilibrio e solidarietà in una … sarei tornato solo 60 anni prima era stata teatro aarea esseche regazzino di nun una avé delle più crudeli e sconvolgenti guerre pe assaggiato dellaprofumato storia dell’umanità. quer goccetto deDurante vino! gli anni dello splendore e stupore europeo alcuni studiosi riconoscevano qualcosa di molto anomalo. Quest’ultimi non riconoscevano l’euro come una moneta forte perché mancava tra i paesi Vittoriouna Rombolà aderenti struttura economica e politica comune, che fosse in grado di regolare e controllare la finanza dell’intera Eurozona. Negli anni 2003-2004-2005-2006 altri paesi vennero

Foto: Ivan D’Angelo

accolti nell’eurozona e i governi europei vedevano realizzare un sogno che nascondeva le forti ostilità occultate dalle clamorose parole come democrazia, solidarietà e stabilità. Intanto durante l’autunno del 2007 i principali elaboratori micro e macro economici sembravano impazzire. Il sistema borsistico americano per più sedute, chiudeva in profondo rosso e a Wall Street sembrava vivere un nuovo attacco terroristico. Nell’Unione Europea, nella stagione invernale 2006-2007, la bandiera dell’euro sventolava con successo prima dell’arrivo del tornado americano, che attraversando l’intera eurozona assunse una potenza devastante grazie all’assenza di un sistema politico ed economico solidale, lasciando dietro di se elevati tassi di disoccupazione e una nuova ostilità da Edita, dei di Vittorio Rombolà parte cittadini europei nei confronti della nello specifico “er poeta der baiocco” Germania, facendo piombare l’Europa nell’inautore, poeta e paroliereguerra. cubo di scrittore, una nuova e imminente www.vittoriorombola.it Infatti dall’autunno del 2007, per l’Unione Europea si apre una fase di profonda crisi ecola poesia è tratta “BAIOCCATE”, nomica che prestoda negli anni successivi si didi Vittorio Rombolà - Edizioni Progetto mostrerà recessiva in tutti i paesi membri che Cultura, 2017 presenteranno un vincolo di bilancio in disavanzo ovvero la famosa crisi dei debiti sovrani battezzata dal nemico della finanza americana


QUESTIONI LEGALI

70

71

di Roberto Pasquali - avvocato - avv.robpasquali@libero.it

GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE PSICO-FISICA PER ALCOOL O DROGA

L

a guida sotto l’effetto dell’alcool o della droga rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio per il verificarsi di incidenti stradali. L’assunzione di queste sostanze, com’è noto, incide sulla lucidità e sui tempi di reazione del conducente. Da un punto di vista legale esiste però una differenza tra le due situazioni. Mentre infatti per la guida in stato di ebbrezza il legislatore ha espressamente individuato diverse fasce di gravità del fatto, sulla base del quantitativo di alcool presente nel sangue del conducente, per il reato di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti non ha specificato a partire da quale quantitativo di sostanza il conducente è considerato “alterato” nelle sue facoltà psico-fisiche. La guida dopo assunzione di alcool a volte dà luogo soltanto all’applicazione di una sanzione amministrativa, e a volte costituisce vero e proprio reato. Decide l’alcoltest (o test dell’etilometro). Un tasso alcolemico superiore a 0,5 grammi per litro (g/l) comporta soltanto una sanzione amministrativa (da euro 527,00 a euro 2.108,00); un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), comporta l’ammenda da euro 800,00 a euro 3.200,00 e l’arresto fino a sei mesi; un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), comporta l’ammenda da

euro 1.500,00 a euro 6.000,00 e l’arresto da sei mesi ad un anno. Ne consegue anche la sospensione della patente e, a volte, la confisca del veicolo. Naturalmente incidono il peso della persona che ha bevuto, il sesso, la gradazione della bevanda alcolica assunta, ecc., ma in linea di massima già

www.studiootti.com

Medicina estetica - Chirurgia estetica VASER Lipo Studio Dr. Maurizio Otti Via Città di Cascia, 8 - Lun - Sab: 9:00 - 18:30 - Tel. 06 6930 4336 - info@studiootti.com

due lattine di birra o un quarto di litro di vino possono essere in grado di far raggiungere valori non consentiti. Chi rifiuta di sottoporsi all’alcoltest compie sempre reato, e sussiste l’obbligo di avvisare la persona che si sottopone ad alcoltest della facoltà di essere assistito dal proprio difensore di fiducia. La condotta tipica del reato per guida sotto effetto di stupefacenti (che comporta l’ammenda da euro 1.500,00 ad euro 6.000,00 e l’arresto da sei mesi ad un anno, oltre sospensione della patente e confisca del veicolo) non è quella di guidare dopo aver assunto sostanze stupefacenti, ma di guidare in stato di alterazione psico-fisica determinato da tale assunzione. Poiché le tracce degli stupefacenti permangono nel tempo, sicché l’esame tecnico potrebbe avere un esito positivo in relazione a un soggetto che ha assunto la sostanza giorni addietro, non è infatti sufficiente provare

che, precedentemente al momento in cui si è posto alla guida, il conducente abbia assunto stupefacenti, ma occorre altresì dimostrare che lo stesso guidava in stato di alterazione psico-fisica causato proprio da tale assunzione. Detta prova può essere desunta dalla presenza di circostanze aggiuntive all’esame tecnico, capaci di dimostrare la situazione di alterazione psico-fisica al momento della guida, purché si tratti di circostanze significative ed incontrovertibili. Due situazioni sostanzialmente diverse, dunque, ma convergenti in un’unica conseguenza: il pericolo per l’incolumità propria e degli altri. Ha detto Antifonte che due cose un uomo non può nascondere: quando è innamorato e quando è ubriaco. E quest’ultima, rispetto ai nostri giorni, possiamo aggiungere, soprattutto quando è alla guida….


72

73


L’INTERVISTA

74

75

a cura della redazione

BENEDETTA VENDITTI La passione prima di tutto B

enedetta ha 20 anni, è di Mignano Monte Lungo. Studentessa in Medicina molecolare. Ha iniziato con i concorsi di bellezza (Miss Teen Universo con il quale ha rappresentato l’Italia in Nicaragua, finalista Miss Mondo e Miss Italia Alpitour Molise2017). Successivamente ha iniziato a lavorare come modella e fotomodella per alcuni importanti marchi e nell’ultimo anno si è dedicata al giornalismo e alla presentazione. Ora conduce un programma per una tv campana e un programma per Canale Italia grazie al quale ha fatto la mia prima esperienza a Sanremo ed ha collaborato con Pio e Amedeo in uno sketch andato in onda nel programma “Emigratis” su Italia1. Quando hai deciso di voler entrare nel mondo dello spettacolo? Entrare nel mondo dello spettacolo non era mai rientrato nei miei piani. È iniziato tutto come un gioco durante un concorso di bellezza dove ho vinto la mia prima fascia. Il mio è stato un percorso graduale e costruttivo di cui vado molto fiera. Il mio curriculum spazia da lavori come modella/fotomodella a quelli da presentatrice/giornalista, e al più presto parleremo anche di cinema. Cosa ti ha lasciato l’esperienza con Miss Italia?

Miss Italia è stato un traguardo importante per me, oltre che professionale direi anche personale. Tra prove di trucco, parrucco, vestiti, costumi, balli, shooting, scatti veloci e interviste varie. La mattina la sveglia suonava presto per ricominciare la giornata. Sono stati giorni faticosi, con poche ore di sonno, ma c’era la voglia e la volontà di andare avanti e mettercela tutta. Anche se le occhiaie sfioravano il suolo sono felicissima dell’esperienza! Di cosa vai più orgogliosa nel tuo percorso professionale? Ho compiuto il mio primo passo nel mondo dello spettacolo ad appena 15 anni. Il mio percorso professionale è già molto lungo nonostante io sia ancora molto giovane. Ma la cosa che mi rende più orgogliosa in assoluto è il non aver mai perso la passione per quello che faccio, perché il successo è direttamente proporzionale alla passione e alla determinazione. Se poi alla passione e alla determinazione aggiungiamo anche una strategia per raggiungere una meta, avremo il timone della nostra navigazione. In quale settore dello spettacolo ti trovi più a tuo agio? Tra il mondo della moda e quello televisivo esiste un enorme divario. Ho avuto il piacere di sperimentare entrambi ma non mi sento di esprimere una preferenza. Nella moda bisogna essere fantasiosi per creare forme e sensazioni nuove, nello spettacolo bisogna essere dinamici e capaci di improvvisare. Mi definisco alquanto malleabile e versatile su questo aspetto. Quali sono i progetti futuri? Per il futuro ho tante ambizioni e traguardi da raggiungere tra cui rientra anche la laurea. Professionalmente parlando, chissà, forse la prossima volta ci vedremo sul piccolo schermo.


IN COPERTINA

76

77

di Paolo Orangis

SONOHRA Per ricominciare E

sattamente 10 anni fa trionfavano al Festival di Sanremo, nella sezione giovani, con la canzone “L’amore”: i Sonohra da quel giorno non si sono mai fermati ma soprattutto hanno avuto la capacità ed il coraggio di sperimentare, musicalmente parlando, negli album che si sono susseguiti da quel lontano 2008. Ai fratelli Luca e Diego Fainello la musica piace davvero ed è nella dimensione del live che si affermano come dei musicisti di tutto rispetto: chitarre alla mano, li abbiamo incontrati al Jailbreak Live Club in occasione del loro concerto romano, dove hanno presentato il nuovo singolo “Per ricominciare”.

Con la maturità artistica e personale acquisita in questi anni, quando oggi cantate “L’amore”, la sentite ancora vostra come allora? Quella canzone rappresenta un periodo della nostra vita e le parole ce le siamo davvero cucite addosso...poi crescendo è vero che si cambiano gusti e generi musicali ma è bello poter rivestire quel brano anche con “vestiti” ed influenze musicali diverse e lo facciamo spesso nei live. Cosa porta un musicista a sperimentare nuovi generi musicali? Sicuramente la voglia di affezionare tipi di pubblico sempre nuovi e per non fermarsi solo ed esclusivamente ad un genere ma avere un visione della musica il più ampia possibile. Destinazione mondo, Il viaggio, Si chiama libertà, sono i titoli di alcuni vostri brani mentre “Liberi da sempre” e “La storia parte da qui” sono alcuni dei vostri album. E’ ricorrente il tema del viaggio, del movimento, della libertà: in quale direzione stanno andando i Sonohra in questo periodo?

Non c’è una direzione ben precisa, sicuramente la vita è un viaggio ed è bella raccontarla sia nei momenti belli che in quelli brutti. L’importante è riuscire a trasmettere in quello che scriviamo, tutte le emozioni che questo nostro viaggio comporta. Ma in tutto questo viaggiare, c’è un posto dove vi piace fermarvi e vi sentite liberi? L’unico posto dove ci sentiamo liberi è sul palco perchè è lì che facciamo quello che abbiamo sempre sognato da ragazzini. Il palco e la dimensione del live è l’essenza della massima libertà alla quale un musicista può ambire. E’ uscito da poco il vostro nuovo singolo “Per ricominciare”, che va ad anticipare l’uscita di un nuovo album. Ci potete anticipare qualcosa? Ricorrendo i 10 anni di carriera, ci piacerebbe realizzare un evento particolare correlato proprio all’album in uscita. Sinceramente ci stiamo ancora pensando e abbiamo tante idee a partire da un tour previsto per l’estate...vedremo. Il viaggio è quasi pronto...per ricominciare!


SPETTACOLO

78

L’INTERVISTA

79

a cura di Jamila Bastet - Sharqi Magazine sharqimagazine@gmail.com

Maryem Bent Anis di Jamila Bastet

D

a bambine rimanevamo sempre affascinate quando ci leggevano le storie delle mille e una notte con i magnifici racconti di Shahrazade e fantasticavamo quei luoghi cosi magici e pieni di mistero dove tutto è possibile. Crescendo tanti sogni svaniscono e si torna alla dura realtà. Ma nella zona dei castelli romani e precisamente a Marino c’è un luogo dove possiamo ancora sognare e finalmente essere le protagoniste di quei sogni: Il Taus. Un luogo magico, pieno di tappeti, profumo di the alla menta e tanti bei vestiti da sogno, il tutto accolto con vero calore arabo da Madame Samira, di nazionalita’ Tunisina,famosa stilista di costumi arabi.Da qui Maryem Bent Anis, ora grande ballerina famosa in tutto il mondo per il suo stile, apprende fin da piccola la danza orientale tramandata per tradizione da madre in figlia, apprendendo naturalmente la base dei ritmi e l ‘espressione tipica araba. Lo studio personale e l’allenamento si alternano con i vari viaggi in Tunisia, presso le scuole locali, per l’apprendimento della danza. Abbiamo intervistato Maryem nel suo salone magico.

Quando e come inizia la tua avventura come insegnante? Con la Tunisia nel cuore, metto tutta me stessa e la mia storia, nella creazione dei miei spettacoli che sono delle vere e proprie opere d’arte.I miei numerosi viaggi in Nord Africa e in Medioriente mi hanno permesso di arricchire il mio bagaglio culturale danzante e musicale.Ecco perché tutti i miei show sono speziati di suq, tradizioni, leggende e magie arabeggianti... Nel 1999 ho Fondato la Scuola di danza Orientale Taus club,ora il piu’ grande centro per la diffusione della cultura, della danza e della musica araba di Roma . Mia madre è una famosa stilista di costumi per la danza, io stessa uso i suoi costumi quando danzo, amo danzare e ho voluto approfondire fino a decidere di insegnarla. Maryem e la tv, raccontaci Sono stata chiamata piu’ volte dalle trasmissioni per rappresentare la danza orientale come forma di benessere psicofisica in “Buongiorno benes-

sere” condotto da Vira Carbone su Rai 1, “ Effetto estate” condotto da Rita Forte, a Luglio del 2015 riceve il PREMIO INTERNAZIONALE DEL MEDITERRANEO per le danze orientali ideato da Gianni Gandi e Elena Presti. Per non parlare dei numerosi Festival e workshop all’estero in cui vengo chiamata come star internazionale. Cosa è la danza del ventre? La Danza del Ventre è l’attività artistica e sportiva più gettonata dalle donne di tutto il mondo. E’ una danza di estrema femminilità e bellezza. Danza del Ventre è sinonimo di “Benessere” perché tonifica la muscolatura, migliora la postura e l’elasticità corporea, oltre che migliora l’autostima Progetti per il futuro? Attualmente sono impegnata come direttrice artistica del settore danze orientali Bellydance tv Star, un programma ideato da Liberato Mirenna allo scopo di promuovere in larga banda le arti orientali.


80

81


MUSICA L’INTERVISTA

82

83

a cura di Paolo Orangis

RED&VEGAS Siete pronti a ballare?

R

ed&Vegas è un duo italiano, il genere della loro musica è pop-latin e cantano mescolando inglese, spagnolo e italiano. Si stanno preparando ad un anno ricco di novità. Dalle vostre canzoni emerge quanto per voi “musica” voglia dire spensieratezza e divertimento. Come nasce questa voglia di far ballare con le vostre canzoni? Suonando in giro per locali quasi tutte le sere é stato impossibile non accorgersi del fatto che le persone abbiano un disperato bisogno di spensieratezza e l’energia della musica può sicuramente aiutare a passare delle ore divertenti...Se poi il ritmo ti consente di “entrare nella musica” ballando,il divertimento è doppio! Recentemente avete portato la vostra musica addirittura in Russia e nell’est europeo, com’è andata? Esperienza fantastica! Abbiamo anche aperto alcuni concerti del grande Al Bano Carrisi: la reazione del pubblico alla nostra musica (non solo alle cover!) è stata oltre ogni più rosea previsione.. in particolare ricordo che in una serata a Tallinn in Estonia, 15.000 persone (paganti, ci tengo a dirlo) sono letteralmente impazzite mentre cantava-

mo la nostra JAMBALI. Suonare all’estero rimane sempre una nostra prioritá, proprio per l’internazionalitá delle nostre canzoni...tant’é che é imminente una nostra tournée in America Latina e non solo “Il ballo dello spread” su facebook ha spopolato in rete: 3 milioni di visualizzazioni su facebook in soli 15 giorni. Che soddisfazione! Si tratta di un ballo di gruppo molto ironico sulle condizioni in cui versa l’Italia accompagnato da una simpaticissima coregrafia e video. Casualmente un ragazzo l’ha pubblicato sul suo profilo facebook e a suon di condivisioni (più di centomila) ha raggiunto numeri pazzeschi. È incredibile quello che la rete può fare! Tra i prossimi singoli c’è anche l’importante collaborazione con i Los Locos, potete anticiparci qualcosa? Si intitola “Rokkaton”, una canzone veramente fortissima che faremo uscire fra molto poco, nata dalla fusione del Rock col Reggaeton: sará una

vera bomba! Per noi é un grandissimo piacere ed un grande onore poter lavorare al loro fianco, Paolo e Roberto sono due grandi artisti, e due grandi amici...incrociamo le dita!! L’estate si avvicina...dove possiamo ascoltare e ballare tutte le vostre canzoni per prepararci alla bella stagione? Sicuramente il modo migliore é quello di venirci a sentire dal vivo, seguendoci sui social, poi se tutto va bene speriamo di essere presenti anche in radio e tv, nella musica nulla si puó prevedere.. tanto vale essere molto ottimisti e fare del proprio meglio!! Vorremmo aggiungere che è stato un grandissimo piacere per noi aver rilasciato quest’intervista a Cmagazine, giornale sempre al passo con le tendenze musicali, che da voce ad artisti di ogni genere, contribuendo a tenere alto l’interesse del paese a tematiche di creativitá, ed il messaggio che da ai propri lettori è quello di non dimenticare la stampa in questo mare di contenuti multimediali!


84

MUSICA NOTE IN VERSI

di Nara Fend – narafend@alice.it

OMAGGIO A ENRICO RUGGERI Quante vite avrei voluto…Contessa. I dubbi dell’amore…inevitabilmente Il momento della verità! Lunghe strade dipinte…Senza terra, La canzone della verità…Che temperamento! Il volo di Peter Pan…Mistero! Chi l’ha visto…Lo sguardo come il mio? Il volo del falco e del gabbiano… La ragione e l’avventura, Marta che parla con Dio, Il cielo di ghiaccio? Un viaggio incredibile…Giorni randagi… Notte di stelle…Prima del temporale! Sono io quello per strada, Un pezzo di vita, Il portiere di notte…Diverso dagli altri… Polvere! La statua senza nome…Poco più di niente. Per costruire un uomo: Ripartire da zero! Vorrei…L’ordine naturale. Amore coniugale… Quando sogno non ho età! Il mare d’inverno…ad un passo dalle nuvole. Il primo amore non si scorda mai… Tu stanotte sarai mia…ti avrò! L’infinito avrà i tuoi occhi… Quello che le donne non dicono: Arrivederci o addio? Il tuo destino è il mio… La terra e la luna: Attimi! Teneri amori…Il cielo è qui! Lo sguardo verso casa…Il centro luminoso… In corsa…Volata finale: Vivo da re! Io respiro…E se l’amore fosse questo? Rien ne va plus!

Questo poema è stato realizzato interamente con i titoli di alcune canzoni di Gianna Nannini Copyright©Nara Fend


MUSICA L’INTERVISTA

86

87

di Paolo Orangis

ALBERTO LAURENTI Al Caffè Latino...e non solo!

A

lberto Laurenti nasce come produttore artistico e autore di moltissimi artisti italiani: produce per 20 anni Franco Califano (ben 6 album), due album di Gabriella Ferri, per poi collaborare con Tiromancino, Renato Zero e molti altri. Le sue commedie musicali vengono rappresentate dal noto Salone Margherita al Teatro Greco. Presente con il progetto Ensemble Ethnique in alcune compilation Buddha Bar e molto altro ancora: una storia che, come una bella canzone, si ha sincero piacere di ascoltare. Rumba De Mar è definito un gruppo arabo gitano con influenze maghrebine e partenopee...come nasce questo progetto e da dove arrivano queste influenze musicali? La rumba è un genere musicale assolutamente non riconducibile ad un luogo specifico. Ti basti pensare alla rumba napoletana di Raffaele Viviani di fine ottocento, a quelle maghrebine, cubane, balcaniche... spesso cambiano il nome ma hanno la stessa matrice ritmica…Ho sognato che in comune avessero soltanto il fatto di essere bagnate dal mare, non importa se caraibico o Mediterraneo o altro…Da qui il nome della band e la scelta di arrangiamenti e strumentisti al di fuori di ogni collocazione geografica, sicuramente non pop. Da 20 anni con i Rumba De Mar siete band resident del Billionaire di Briatore ma non solo. Ricordi le prime serate che avete fatto e come vi siete evoluti/rinnovati negli anni? Esatto! Non solo Billionaire ma anche al Twiga di Flavio Briatore, così come al Pepero di Portocervo,

al Pineta di Milano Marittima, allo Shada e al Donoma di Civitanova Marche: i locali Top italiani! Flavio Briatore mi chiamò per portare il mio piano bar “degli anni 90” al Billionaire e gli proposi questo progetto che sposò subito e mi portò molta fortuna. L’avvicendarsi di strumentisti diversi negli anni ha di volta in volta dato sapore e repertorio leggermente diversi nel tempo, modificando così tante sfumature ma non dimenticando mai la struttura portante del progetto Rumba De Mar. Una collaborazione ventennale con Franco Califano ti porta oggi inevitabilmente a portare anche le sue/vostre canzoni nei tuoi concerti. Cosa si prova? Un rispetto e un’emozione indicibile. Ti dico soltanto che non sempre canto Califano, perché con un pizzico di presunzione, sono io a rendermi conto di quando valga la pena farlo o no. Qual è la canzone che hai scritto e/o prodotto alla quale sei più legato? “Asilah”, scritta per Buddha Bar, canzone che nelle varie uscite in tutto il mondo ha superato il milione di copie. Ma anche “Un tempo piccolo” scritta con Califano e Zampaglione: ormai un evergreen, e continuo a goderne per la popolarità che ha acquistato nel tempo. E non posso non citare “Nel fondo di un amore”, scritta con Renato Zero nel 1993, ma che lui continua a portarsi dietro meravigliosamente nei concerti e nelle raccolte discografiche. Ora i romani (e non solo) vi aspettano al Caffè Latino in via di Monte Testaccio. Al momento, suoneremo solo qualche venerdì al Caffè Latino per non venir meno a impegni presi precedentemente, ma appena possibile renderemo più fitta la programmazione, e abituare il pubblico romano all’idea che ci sia un certo tipo di prodotto musicale in un locale in pianta stabile. Promettiamo un sempre più affascinante viaggio musicale in tutti mari del mondo ai nostri ammiratori e amici!


88


90

MUSICA NUOVE VOCI

a cura di Roberta Nardi - dott.ssarobertanardi@gmail.com

GIUSEPPE DI MONTE E’ uscito il nuovo singolo “Solo” O

cchi chiari, sorriso deciso, fascino e determinazione. Giuseppe Di Monte, cantautore trentenne di origini pugliesi, è soprattutto una voce che lascia “il segno”. Appassionato d’arte fin da bambino, libera la creatività prima con la pittura poi attraverso musica e teatro. Collabora con band della Capitale di differenti generi: pop rock, hard rock, acustico e jazz. Di recente autoproduce l’album “Tira su il volume”, ancora in cerca di una valida Etichetta Discografica e che viene anticipato dal primo singolo, “Solo”, un brano che vede Giuseppe riproporsi in una veste totalmente differente rispetto alle precedenti. Disponibile in digital download dal 16 Febbraio 2018 su Itunes, GooglePlay e Spotify, “Solo” è il primo inedito - dopo tre anni di silenzio -, di Giuseppe Di Monte. Il brano è accompagnato dal videoclip ufficiale, disponibile dal 23 Febbraio 2018. Questo nuovo lavoro fa da apripista al nuovo percorso musicale dell’artista “Solo” vuole essere, insomma, una voce fuori dal coro, sia per la sua grinta musicale, sia per il modo in cui viene lanciato sul mercato. Con la regia di Fabrizio Pudda, “Solo” vuole “rappresentare” le avversità che spesso circondano le nostre vite, quella forza interiore che ci spinge a realizzare i nostri obiettivi, superare gli ostacoli, vincere le battaglie personali, le paure o semplicemente portare avanti il nostro “credo” senza soffermarsi troppo su ciò che dicono e pensano gli altri.

“Solo” è stata realizzata, per quanto riguarda la parte musicale, dal poli-strumentista Paolo Repetto, curatore dell’intero album “TIRA SU IL VOLUME” di Giuseppe Di Monte. Contatti: Facebook Giuseppe Di Monte WWW.GIUSEPPEDIMONTE.COM GDMCOMUNICATION.MUSIC@GMAIL.COM Press office: Roberta Nardi

91


MUSICA

92

di Roberta Nardi - attuttotondo.org@libero.it

Da Ascoltare

È

“Due Ali” Il secondo singolo di Federica Pento con il gruppo “Palestrina Ensemble”

in vendita in tutti i digital store e in rotazione radiofonica nazionale il secondo singolo di Federica Pento, “Due Ali”, scritto e arrangiato dal M.o Gianluca Sole, in distribuzione discografica con l’etichetta SPCSound di Silvio Pacicca. Due Ali ha visto la partecipazione del gruppo Palestrina Ensemble (Paolo Cilia, Gianna Cubeddu, Diletta Cilia, Giacinta Ilardi e Laura Lulli), i cui componenti sono nati e vissuti a Palestrina, città natale del principe della musica Giovanni Pierluigi, entrati giovanissimi a far parte del Coro cittadino, effettuando numerose tournèe in Italia e all’Estero già dal 1967. A loro si è aggiunta la giovane Diletta, che nel 2010 ha avuto l’onore di esibirsi presso il Quirinale alla presenza del Presidente Giorgio Napolitano e dal 2013 è entrata ufficialmente nel coro Città del Palestrina. Palestrina Ensemble, come è stata l’esperienza nella realizzazione di “Due Ali” e del relativo Videoclip? Laura Lulli – Seppure coralmente fossi abituata al confronto con il pubblico, ringrazio Gianluca per avermi scelta per questa bellissima esperienza. Il brano tocca le corde dell’anima; la bel-

lissima voce di Federica fa palpitare il cuore. Gianna Cubeddu – Due Ali mi ha fatto entrare in un mondo che conoscevo poco; le parole mi fanno riflettere, la musica mi fa volare e battere il cuore. La voce di Federica, dolce e potente come un vulcano, mi emoziona. Un’esperienza unica ed indimenticabile; che dire: grazie Gianluca e Federica!! Giacinta Ilardi – Ho sempre cantato con mio figlio Gianluca, ma cantare per lui con i miei amici è stata una delle esperienze più belle della mia vita. Lo staff è stato eccezionale e sentire Federica cantare Due Ali, con la sua voce piena di anima e colore, mi ha resa fiera ed orgogliosa. Diletta Cilia – Bellissima esperienza, da ripetere! Grazie a Gianluca per avermi dato l’opportunità di capire cosa si prova a cantare in una sala di registrazione professionale; parole e musica molto profonde magistralmente interpretate da Federica che è fantastica! Paolo Cilia – Esperienza unica, gruppo favoloso, staff professionale, canzone poetica e voce straordinaria quella di Federica. Vorrei tanto essere un Angelo per aggrappare le mie ali al vento, invece, come vedrete dal videoclip, sarò un demonio!!

93


9412

VIAGGI

fatti di cronaca • Italia

e non solo...

13

a cura della Redazione - info@cmagazine.it a cura della Redazione

PORTOGALLO Viaggio tra le città LISBONA Si estende su sette colli che si affacciano sull’estuario del Tago; i quartieri storici di Castelo, Alfama, Mouraria, Bairro Alto, Madragoa, Chiado e Belém raccontano l’affascinante storia della città. Il Bairro Alto è uno dei quartieri più affascinanti di Lisbona ed è noto per la sua animata vita notturna. Chiado è stato invece da sempre il punto di incontro classico per gli intellettuali e gli artisti nel corso dei secoli, e oggi è diventata una delle parti più eleganti e ricche di Lisbona. Il quartiere dell’Alfama, sotto il castello, è la parte più antica di Lisbona, abitata da millenni, oggi conosciuta come il cuore romantico della città. Baixa è invece il quartiere famoso per i suoi negozi e per lo shopping. Non perdetevi una passeggiata sul grande viale Avenida da Liberdade, con i suoi palazzi storici ed eleganti, e gustatevi la miglior cucina portoghese, di pesce e carne, in una delle tante taverne nei vicoli del centro.

Renzi: troppe banche ora vanno messe insieme «Servono meno banche di paese e più banche per il Paese». Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi: «In Italia ci sono troppe banche, bisogna iniziare a metterle insieme. Ci sono troppi direttori generali, troppi Cda e troppe poltrone». «Bankitalia e tutte le altre istituzioni godono di rispetto - ha aggiunto il premier - la questione non è giocare allo scaricabarile: io non scarico la responsabilità sugli altri come faceva la politica in passato». Quanto al caso Boschi: «Questo governo non guarda in faccia nessuno. Dove sta il conflitto se il papà della Boschi è stato sanzionato e se questo governo ha mandato a casa il cda dove era seduto?». Sulla vicenda è intervenuto anche il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che si è detto certo che i responsabili del crac delle banche Etruria, Marche, CariChieti e CariFerrara saranno chiamati a pagare: «Sono certo che la magistratura agirà per punire i responsabili di reati.

Lo smog soffoca l’Italia. Le misure creative per abbatterlo Mai come quest’anno il bel tempo sta creando non pochi problemi alla salute degli italiani. L’alta pressione e l’assenza di venti hanno prodotto sul Paese una cappa di polveri sottili e Co2 che stano mettendo in allarme le amministrazioni e le istituzioni che si occupano della salute pubblica. Al nord, tradizionalmente funestato dall’inquinamento specie in Pianura Padana, non piove da circa due mesi. Ma anche nel centro sud ci sono centri abitati più o meno grandi dove gli sforamenti dei limiti per le polveri sottili hanno raggiunto parametri da grandi città industriali. E in questa situazione le varie amministrazioni stanno cercando le soluzioni più disparate (e creative) per limitare i danni. A Roma, funestata dallo smog, il commissario Francesco Paolo Tronca sta pensando a misure drastiche come nuovi blocchi totali del traffico. Contestualmente dovrebbe adottare la stessa politica dei ticket utilizzata a Milano (1,50 euro per l’intera giornata), senza escludere il ricorso alle targhe alterne.

COIMBRA Città universitaria di grande cultura e bellezza, è stata in passato la capitale del Regno del Portogallo. Del suo passato glorioso conserva ancora oggi molti palazzi ed edifici storici, come l’antico Palazzo Una Reale.guida E’ attraversata Mondego, on linedalaifiume farmaci non perdetevi una rilassante passeggiata lungo il equivalenti suo corso. Addentrandosi in città, sarà facile incontrare studenti che indossano la tipica divisa L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha realizzato universitaria, composta da vistosi cappelli neri. la guida “Medicinali Equivalenti - Qualità, sicurezza Coimbra mantiene in sé tutte le tradizioni del Pored efficacia”, consultabile e scaricabile dal portale togallo, dalla cucina alla musica; si pensi che qui istituzionale, con l’intento di fornire a medici, farvengono prodotti strumenti per il fado di una parmacisti e pazienti uno strumento di rapida consulticolare che rende unici il suono riprodotto. tazioneforma, sui medicinali equivalenti. La guida è stata redatta dall’Ufficio Informazione Scientifica dell’A-

FATIMA genzia sulla base dei quesiti ricorrenti riguardanti Fatima uno dei categoria siti cattolici pellegrinaggio più questaèspecifica di di farmaci che vengono importanti al mondo, e si è fatta posti al Servizio Farmaci-line. «Il conoscere medicinale dopo equiuna serie(generico) di testimonianze visioni mistiche della valente va visto -di spiega nella prefazione Madonna. credadell’Aifa, o no a questi eventi, il direttoreChe generale Luca Pani - al Fatima pari di èqualsiasi un luogoaltro sicuramente merita medicinale,affascinante, in un’ottica diche conformidita’essere visitato. L’importanza santuaai requisiti di qualita’, sicurezzadiedquesto efficacia di cui rio si riflette infatti nel numero di persone che lo l’AIFA e’ garante e come un’opportunità per liberare risorse economiche da investire dei visitano: ogni anno occorrono quinell’ingresso più di 4 milioni medicinali dinuovi pellegrini. La salvavita». posizione centrale e gli ottimi servizi di collegamento fanno si che Fatima sia facilmente raggiungibile.

SINTRA SituataFord a circa 30 km ainsieme nord-ovest di Lisbona, e Google per Sintra è il posto più romantico in Portogallo. Situacreare l’auto del futuro ta sotto le rovine di un castello moresco ottocentesco, i suoi palazzi fiabeschi e le sue case anceLa mobilità del futuro da oggi è più vicina. Il giganstrali si affacciano su una rigogliosa vegetazione, te tecnologico americano Google e il big dell’auto dando a questa zona un tocco di sacralità e intocFord sarebbero infatti in trattative per sviluppare cabilità, che si distacca dai rumori caotici cittadini automobili senza guidatore. Lo ha riportato la tedi Lisbona, o delle località cosmopolite di Cascais stata specializzata Automotive News, che cita una e Estoril. mistico e romantico di Sintra fonte vicinoIlalfascino progetto. ha ne ispiratochiara l’architettura, oggi costituisce Non è ancora l’entità di che una partnership tra unaseconda delle sue principali attrazioni: il Palacio degli Naciola maggiore casa automobilistica nal de Sintra, con i disuoi camini emblematici Stati Uniti e il motore ricerca ma, secondo fonti, di forma conica, è uninaffascinante amalgama die sucpotrebbe includere generale la realizzazione lo cessivi stili architettonici, e nelle sue stanze è osviluppo congiunto di automobili. spitata la più grande collezione di piastrelle Mudéjar tuttosarebbero il Paese.inIl trattativa Palazzo didaPena Le duediparti mesisie distinuna gue invecetra perle le sue cupoleaccelerare le sue torrette partnership due potrebbe l’intro-e i ponti levigati, classici stile bavarese. duzione di veicoli senzadello guidatore, permettendo a Ford l’accesso alla ricchezza di Google sullo sviluppo del software mentre Google potrebbe beneficiare del know-how industriale e automobilistico di una società come la Ford.

95


96

97


98

ILQUADERNODELSIGNORG

a cura di Giampaolo Giudice

giampaolo.giudice@gmail.com - www.ilquadernodelsignorg.com

98

ilquadernodelsignorg

99


RITRATTI

100

a cura di Pietro Cortese - pietro.cortese@hotmail.it

RAFFAELLA LIGORIO La bellezza del Salento

R

affaella Ligorio, fotomodella pugliese che abbiamo avuto modo di conoscere nelle ultime uscite, continua a far parlare di sé. Oltre a spopolare sui social, in particolare su instagram, Raffaella di recente è stata protagonista di alcune pubblicazioni per Playboy Slovacchia e Playboy Italia, per il quale ha rilasciato anche un’intervista. La modella salentina, che nell’intervista per playboy si definisce testarda, riservata e ambiziosa, ha dichiarato che ama essere sensuale sia con il corpo che con giochi di sguardi. Il suo uomo ideale oltre ad essere affascinante,

deve essere anche in grado di stravolgerla mentalmente, il tutto ovviamente corredato dalla passionalità. In poco tempo è diventata il volto di alcuni brand made in Italy, e terminato il suo corso di studi, sogna di lavorare negli Usa come fotomodella.

101


102

103


FISICA

104

a cura del prof. Luciano Mucchino - luciano.mucchino@alice.it

LA FISICA IN CUCINA Come preparare un buon caffè

P

er ottenere una bevanda molto buona occorrono pressioni alte impossibili da ottenere con una macchina per caffè casalinga. In questo articolo descriveremo i semplici passi da compiere per poter bere il “migliore” dei caffè ottenibili con la macchina di cui abbiamo già descritto il funzionamento nel numero Gennaio-Febbraio 2018. PULIZIA: dopo aver utilizzato la macchina lavate l’interno della caldaia strofinando le sue pareti con i pollici. Non vi meravigliate se sentite scivolare i polpastrelli, state eliminando le alghe causate dall’ambiente caldo umido interno alla caldaia. Per limitarne la formazione occorre riporla nello scolapiatti capovolta. E’ buona norma lavare anche il raccoglitore superiore dato che gli oli presenti si ”irrancidiscono” e trasferiscono sapori

sgradevoli al caffè mentre fuoriesce. LENTEZZA: il sapore finale dipende dalla quantità di aromi trasferiti all’acqua mentre attraversa la polvere, dunque una fiamma bassa favorisce la lentezza occorrente per prolungare il contatto acqua-polvere. GLOBALITA’: per evitare la formazione di corsie preferenziali percorse dall’acqua, che verrebbe a contatto con la polvere in certi punti più che in altri, la polvere deve essere versata in modo da riempire uniformemente l’imbuto fino all’orlo. Versate poi un ulteriore cucchiaino al centro e schiacciate leggermente, sempre con il cucchiaino, questo piccolo cumulo per opporre una moderata resistenza all’acqua che sale impedendole di passare solo nella zona centrale.

105


SPORT

106

LA MUAY THAI ARRIVA IN ITALIA: CHRISTIAN DAGHIO CAMPIONE ITALO-THAILANDESE

N

el mese di giugno, il pluricampione mondiale Christian Daghio, fondatore della “Kombat Group Thailand”, si troverà in Italia. Il professionista di origini italiane, vanta di un incredibile enormità di titoli mondiali sin dal suo debutto, all’età di 20 anni, ad oggi in diverse discipline quali MMA, Muay Thai e pugilato PRO. Detentore dei titoli WBA PABA ASIA e ABF di pugilato e 6 volte campione del mondo di Muay Thai nonchè primo atleta europeo a vincere il titolo di campione di Muay Thai della Thailandia nel 2007, il campione annovera nella sua carriera ancora attiva, diversi primati, sia a livello europeo che italiano, che lo rendono tutt’oggi un orgoglio di stima nazionale. Sempre più atleti e professionisti di diverse nazionalità si recano nel suo camp a Pattaya per ricevere i suoi insegnamenti, ma nel mese di giugno, alcune città italiane fra cui Livorno, Torino, Roma (ospite della ASD Muzzi Accademy e delle New Imperial Center domenica 24 giugno ore 10.00), Verona, Emilia e Padova, saranno le sedi eccezionali e fortunate degli stage offerti dal plurititolato fighter. Per chi fosse interessato agli stages, può richiedere informazioni dettagliate contattando direttamente la Kombat Group per e-mail scrivendo ad info@kombatgroup.com o per telefono chiamando il +66895433450, o può contattare il Maestro Ciro Cortese, titolare della New Imperial Center di Roma al numero +39 3489288483

107


MEDICINA

108

109

a cura del dott. Maurizio Otti

VASER-LIPO la liposcultura è diventata Hi-Tech

L

a VaserLipo è una innovativa tecnica di liposcultura che si è imposta ormai come ottima alternativa alla liposuzione tradizionale. L’intervento di liposuzione ha l’obiettivo di asportare in maniera selettiva gli eccessi di tessuto adiposo localizzato in diverse sedi anatomiche, causa dei più comuni inestetismi che fanno di tale intervento chirurgico il più richiesto ed eseguito a livello mondiale.. Le sedi più frequentemente soggette a rimodellamento o riduzione di volume variano tra i due sessi, essendo cosce, glutei e girovita per il sesso femminile e addome e fianchi per il sesso maschile. La VaserLipo (Vibration Amplification Sound Energy at Risonance) è la tecnologia che sta alla base della nuova metodica di lipoaspirazione codificata negli Stati Uniti nel 2014 e oggi diffusa in tutto il mondo, che sfrutta l’energia delle onde acustiche. Queste, generate da un apposito sistema avanzato e veicolate tramite specifiche cannule, vengono indirizzate in maniera selettiva nei distretti corporei identificati in fase preoperatoria al fine di emulsionare l’adipe indesiderato e poterlo poi aspirare in maniera estremamente rapida e delicata. Dal punto di vista tecnico la Vaserlipo riconosce tre momenti distinti, ognuno di fondamentale importanza. Si tratta a tutti gli effetti di un intervento chirurgico, minimamente invasivo, ma tale da do-

ver essere necessariamente eseguito con tutte le tutele del caso, in ambiente chirurgico adeguato. Infiltrazione, emulsione del grasso tramite l’emissione di ultrasuoni e aspirazione sono le tre fasi che costituiscono la metodica Vaser. Si infiltra una soluzione anestetica nelle aree identificate in fase preoperatoria che devono essere rimodellate, si prosegue quindi con l’inserimento di sottili sonde che emettono ultrasuoni in grado di emulsionare il grasso, che può infine essere aspirato in maniera assolutamente non traumatica e in tempi estremamente rapidi. La fase di aspirazione è poi supportata da uno specifico sistema di cannule motorizzate (Power-X) che permette una aspirazione assolutamente precisa e calibrata per i tessuti che si devono rimuovere. Ciò che fa delle onde acustiche i perfetti alleati della liposcultura sono due caratteristiche fondamentali: la selettività dell’energia ultrasonica capace di colpire esclusivamente le cellule adipose risparmiando e lasciando indenni le strutture fibrose, vascolari e nervose che costituiscono il tessuto sottocutaneo in cui risiede l’adipe e la capacità di realizzare la successiva retrazione dei tessuti

circostanti, determinando quindi una minore lassità cutanea in corrispondenza delle aree trattate che con le tecniche tradizionali appaiono invece come svuotate. La VaserLipo risulta vantaggiosa nel caso di rimodellamento di diversi distretti corporei quali viso e collo, braccia, schiena, addome, fianchi e glutei, cosce, ginocchia e caviglie, beneficiando di una procedura meno traumatica della liposuzione tradizionale, con un discomfort minore del paziente e potenziando i risultati ottenibili con le metodiche tradizionali. L’intervento si esegue solitamente in regime ambulatoiale o di Day Hospital, con dimissione entro poche ore. Il paziente avrà quindi una guaina compressiva, di fondamentale importanza nel rimodellamento delle aree trattate, che manterrà per 1520 giorni. La ripresa delle attività lavorative e della normale vita di relazione è solitamente molto rapida: in 2448 ore si riprende una vita assolutamente normale.

www.studiootti.com

www.studiootti.com

Medicina estetica - Chirurgia estetica VASER Lipo

Medicina estetica - Chirurgia estetica VASER Lipo

Studio Dr. Maurizio Otti Via Città di Cascia, 8 - Lun - Sab: 9:00 - 18:30 - Tel. 06 6930 4336 - info@studiootti.com

Studio Dr. Maurizio Otti Via Città di Cascia, 8 - Lun - Sab: 9:00 - 18:30 - Tel. 06 6930 4336 - info@studiootti.com


PSICOLOGIA

110

di Felice Stati - felice.stati@gmail.com

LA MAGIA DI UN RESPIRO Serata di beneficenza Domenica 18 marzo 2018 ore 18.30

I

l 18 marzo al Pala Cavicchi si è svolta la serata di beneficenza: “La magia di un respiro”. Il ricavato sarà devoluto all’Ospedale Umberto I per la costruzione di un reparto per pazienti adulti affetti da fibrosi cistica, L’organizzatrice Lorena Iglesias ha curato ogni singolo momento dell’evento. Sin dall’accoglienza fino al dettaglio è stata presente come il resto della sua famiglia. C’è stata l’adesione di più di cinquecento persone. L’evento ha visto succedersi sul palco: cantanti, attori, artisti e musicisti presentati da Marco Ferreri e Giovanna Rei. Nello specifico si sono esibiti: Sophia De Rosa, Ale Pirolli, Jacopo Bertini e Elisa Pietrobono di ”Ti lascio una canzone.” Tra gli altri è intervenuto Davide Papasidero. Importante è stata l’esibizione di diversi ballerini: Emanuele Caruuso, Carlotta Fucci dell’International Dance Studio Style. Latin world Accademia della Danza di Valentina Angius e Claudio Ignoto. Il Gruppo delle Majorette di Roma. Tayla Gianni e Giorgio d’Eletto della Scuola Synergica Caraibica di Tarquinia. Walter Klinkon ha intrattenuto la platea con la sua performance di magia. Ci sono state le suggestive bolle di sapone di Francesco Romano e il contributo del DJ Alberto Remondini. Il bellissimo show coking di Fabrizia Ventura, Stefano Paciotti e Nicoletta Maearelli Hanna partecipato anche l’attrice Micol Pavoncello, il gruppo THE RUFFLES e la band della scuola Color of Music. Da ricordare il contributo di Major supporter ENI, la professionalità della struttura e del personale tutto del Pala Cavicchi. Per ogni informazione: INFO EVENT Segreteria organizzativa Lorena Iglesias 347.4742103 www.facebook.com/lamagiadiunrespiro e-mail: lamagiadiunrespiroògmail.com


PSICOSESSUOLOGIA

112

a cura della dott.ssa Fabiana Iovino- fabiana.iov26@gmail.com

I BENEFICI DELL’AMORE

L

’amore, si sa, è uno dei motori principali della vita e questo non solo metaforicamente parlando! Molti studi hanno dimostrato infatti che un rapporto sessuale genera molti benefici sia per la salute fisica che per quella psicologica. Il rilascio di alcune sostanze, come ad esempio l’ossitocina, contribuirebbe infatti a farci stare più tranquilli e di buon umore, e avrebbe effetti benefici sulla nostra autostima. In particolare, nell’uomo l’aumento di testosterone durante l’attività sessuale giocherebbe un ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e aiuterebbe a tenere sotto controllo colesterolo e diabete. Nelle donne invece, la maggior produzione di estrogeni contribuirebbe a mantenere la pelle tonica ed elastica. L’atto sessuale le aiuterebbe inoltre a migliorare il controllo della vescica e a rafforzare i muscoli della zona pelvica.

Lo scambio di effusioni poi è una delle forme più piacevoli di attività fisica, aiuta quindi a bruciare calorie e a mantenersi in forma, favorendo al tempo stesso il rilassamento e una buona qualità del sonno di sera. Durante i momenti di coccole e vicinanza col partner vengono inoltre rilasciate nel corpo maggiori quantità di endorfine, antidolorifici naturali che agiscono sul sistema nervoso alleviando il dolore. All’ effetto analgesico del contatto fisico con la persona amata si aggiungerebbe uno stato di euforia a cui diventa difficile rinunciare.. non a caso spesso si parla dell’amore proprio come una droga! Se ci si scambiano le coccole al risveglio poi, si potrà beneficiare degli effetti positivi per tutto il giorno, affrontando meglio stress e tensioni quotidiane.

113


MUSICA

114 114

a cura dell’ufficio stampa Daniela Chessa

143

I

l nuovo brano di Kisho sarà dal 14 giugno su tutti i Digital Store. Rapper romano sui generis dopo anni di ricerca personale ed artistica, esce con il suo nuovo singolo “Denovo”, un brano capace di mescolare tutte le sue influenze sonore e visive, grazie anche alla collaborazione con il Producer MDM in arte Mattia De Masi e il Videomaker Mattia Di Tella. “Questo pezzo nasce da un’esigenza, dall’emozione sopra ogni moda e dalla ricerca di qualcosa di nuovo. Le mie sofferenze si sono trasformate attraverso la musica in qualcosa Fotografa l’eccelsa Marghe-di bello che mi emoziona e che spero emozionerà chi Canto l’ascolterà” rita Del “Denovo” rappresenta il cambiamento e l’evoluzione, un vero e proprio cammino attraverso le varie fasi della vita. Un lui e una lei che unendosi Abiti della famosa e rinoriescono a cambiare la struttura del DNA e l’essenza del vero amore: “Primamata noi e sartoria poi io”. di Mattia Pisano. Kisho da sempre si definisce un “Primordiale” e questo suo modo di essere, ma soprattutto il suo istinto, si ritrova in ogni bit, nelle voci e nelle Ospiti:dal l’attore di africano “Gomorra percussioni sapore con armonizzazioni tendenti al Pop, R&B e Trap.1 la serie “e “Ignoti gli autori del delitto”, Carmine Il percorso musicale di Kisho nasce con lui, polistrumentista e cantautore fa dellaBattaglia; musica lail cantante sua più grande Nico- passione. Due anni fa l’uscita del suo primo la disco “L’altra metà” e il mixtape Vol. 1 “Milkshake”, gli stessi che Abbrescia, la poetessa hanno Immacolata creato l’identità di “Denovo”. Antonacci. Il progetto è un lavoro di tre giovani ragazzi romani: Kisho, MDM ed infine Mattia Di Tella, uno dei più talentuosi videomaker del panorama italiano attuale, realizzatore del videoclip, un cerchio collaborativo che ha intenzione di farsi spazio tra i grandi nomi del genere.

Kisho Social: Facebook: https://m.facebook.com/KISHOPDX/ Instagram: @kishobit Official site: www.kisho.it

Video e regia: Mattia Di Tella Mix e Produzioni: MDM di Mattia De Masi - Sinopia Creative Studio Musiche: Alessio Giacobone – Kisho Outfit: Over Ground Roma Makeup: Francesca Faccenda Backstage: Daniele Cambria

moda e spettacolo

KISHO: ESCE CON IL SUO NUOVO SINGOLO “DENOVO”

115


116

CALCIO GIOVANI PROMESSE a cura della redazione

MARCO MASTANDREA

Marco Mastandrea è nato l’11 luglio 1994 e ha iniziato a giocare all’età di 8 anni presso la Polisportiva Ciampino dove vi è rimasto fino ai 13 anni prima di andare a giocare alla Tor Tre Teste per un anno. E’ passato poi al Tor Sapienza per 4 anni ma l’esordio in prima squadra lo ha avuto subito dopo tornando alla Polisportiva Ciampino. Qui fa il salto di categoria passando dalla promozione all’eccellenza. Nei successivi 3 anni va a Marino con il quale vince una Coppa Italia. Lo scorso anno è andato in promozione al Fonte Meravigliosa dove però non si è centrato il salto di categoria perdendo ai play off. Ora è nel pieno della sua settima stagione in prima squadra al Città di Ciampin


CALCIO LOCALE

musica • L’ intervista

118

102

di Desirè Sara Serventi - desiresaraserventi@hotmail.it

a cura di www.polisportivacittadiciampino.it

103

Chiacchierando con

GIAN LUCA MARZULLO Barty Vi presento i prossimi tornei per la Colucci scuola calcio

Il suo esordio è stato nel mondo delle arti dove è riuscito ad apprendere l’arte di fare spettacolo

L

a stagione più proficua per i tornei dedicati ai bambini è sicuramente quella primaverile, ma il lavoro di chi si occupa della scuola calcio del Città di Ciampino non si ferma nemmeno in inverno. È un comico, un attore e un imitatore di talenDopo le manifestazioni organizzate nel periodo natalizio, infatti, ci si è dati da fare per offrire ai to l’artista Bartyscuola Colucci. Con la suaappuntamenti grinta e la anche con l’inizio del nuovo anno. A Carnevale, ad eragazzi della calcio molti suasempio, passioneè riesce con naturalezza a catturare stata organizzata una giornata in cui i bambini del 2011 e 2012 hanno potuto giocare a l’attenzione del suo pubblico con un come riscontro calcio in maschera. A raccontarci è andata è Gian Luca Marzullo, responsabile organizzativo positivo. La sua calcio è una comicità trasversale, una della scuola e primo collaboratore di Claudio Peroni. “È stata una manifestazione dall’intento satira di costume, politica e popolare. giocoso, volta adifar divertire i bambiniL’artista sul campo con il pallone tra i piedi. Proprio perché eravamo nel periodo delsul Carnevale, però, abbiamoil scelto è impegnato sociale interpretando ruolo di farli giocare mascherati. L’iniziativa ha riscosso molto tra leun società limitrofe, che delsuccesso dottor Zucca, clownterapeuta chehanno portaaderito con grande entusiasmo: i bambini si sono divertiti ma devo dire le manifestazioni con i più piccoli escono sempre bene perché emerge lo contanto, la comicoterapia unche beneficio alle persone scopo ludico che è fondamentale per la scuola calcio”. negli ospedali. Con l’arrivo della primavera, però, saranno molte altre le iniziative in programma per la scuola calcio, sulle già da nel oramondo si sta lavorando alacremente con l’obiettivo di concretizzarne un numero maggioParli del quali tuo esordio dello spettacolo? re possibile. “Stiamo puntando molto su tornei nella Regione e fuori Regione, quelle che fanno sì che Ho fatto per molto tempo l’artista di strada, quindi il mio esordio è stato più nel mondo delle arti che in quello dello spettacolo. Poi sono approdato al cabaret e ho iniziato a collaborare con Rds in maniera ufficiosa. Che cosa intendi dire? Non comparivo come imitatore, facevo interviste, raccontavo barzellette che non facevano ridere, cioè un periodo di gavetta vero e proprio. Poi? Poi il mio presidente ha ritenuto opportuno uf-

ficializzare il rapporto con Rds e da lì, ho continuato. Descrivi la tua comicità? La mia è una comicità trasversale, una satira di costume, di politica e popolare.

Barty Colucci con Rossella Brescia

i bambini per la prima volta escano di casa, vivano come una vera squadra e si divertano, proprio come se fossero in ritiro. Per loro è una novità, stanno in camera insieme senza i genitori che li controllano (anche se su di loro è sempre puntato l’occhio degli istruttori, sia chiaro!), e sicuramente fanno gruppo. Improvvisazione in programmazione scena o copione? ce ne sarannoCome è stato lavorare nella Tra le manifestazioni in per tutti i gusti: al mare, in fiction? montagna, perfino Amo molto improvvisare, però devo dire che stata un’esperienza fantastica. in collina! Per fare qualche esempio cito Olbia, Pisa, E’ Castel di Sangro, Alba Adriatica, Giulianova, l’improvvisazione così come la intendono Montesilvano, senza dimenticare che abbiamo molti, organizzato una giornata con il Frosinone Calcio che ha non è ai salire sul di palco e fare qualcosa, ci vuole Ti occupi diStirpe, clownterapia, vuoialla parlare tuo permesso ragazzi essere ospiti dei canarini e visitare il Benito assistendo partitadel della studio e preparazione per improvvisare. personaggio il dottor Zucca? prima squadra contro il Perugia”. Ma le sorprese non finiscono qui, perché a luglio presso il centro sportivo Superga sbarcherà niente È un operatore sociosanitario è un clownteradi meno il Real Madrid, spiegainancora “Per estate stiamo organizzando il Vuoi che raccontare della tuacome esperienza radio?Marzullo: peuta chequesta va negli ospedali e cerca di dare un RealLa Madrid ai Galacticos, un campus cui gli iscritti entrarelaincomicità contattoè stadiradio Camp è una insieme ottima palestra per imparare a insostegno con lapotranno comicoterapia, con una realtà molti versi inarrivabile. Gli comunicare con la voce. L’esperienza è molto retto to dimostrato cheper ha dei benefici. bella ho avuto tanta visibilità, per me è stata una spagnoli qui nel Lazio fanno solamente due campus, e questo rappresenta un vanto per il Città di grande chance. Attualmente in cosa sei impegnato? Ciampino: i bambini iscritti avranno la possibilità Tanta radio, poi una serie web che si chiama Stadi allenarsi con i tecnici del Real Madrid, ricevenSu quale base scegli le tue imitazioni? single che parla i giovani dotus il loro kit originale eddell’amore entrando atra contatto conai I miei personaggi partono dalla mia sensibilità untempi deisicuramente social, poi ildiverso; mio spettacolo teatrale mondo in più i migliori ed avendo alle spalle una laurea in Marketing, saranno dal titolo Tutti pazzi Fotticchia e per scaraselezionati per per andare a Milano e, se risfrutto quello che ho appreso dai miei studi, per sulteranno manzia non dirò altro. all’altezza, viaggeranno addirittura verscegliere quei personaggi che saranno apprez- so il Bernabeu. Anche per noi sarà l’occasione per vedere le lorosimpatico, metodologie di lavoro, e non è un zati dal grande pubblico. Un artista garbato, professionalmencaso che tra i nostri ha avuto un grandissite preparato e coniscritti un grande talento. Hai lavorato nella fiction Braccialetti Rossi, qua- mo successo”. le era il tuo ruolo? Puoi contattare Barty su: ufficiostampa@polisportivacittadiciampino.it Interpretavo il ruolo di un infermiere. Barty Colucci

119


CALCIO

120

IL BELLO DEL PALLONE

13

a cura di Alessandro De Clementi - alex23scorpion@libero.it

JUAN SEBASTIAN VERON Non è mai troppo tardi

C

lasse da vendere, tecnica e capacità di far apparire semplice il colpo difficile. Juan Sebastian Veron, regista basso di centrocampo, mezzala, trequartista, uno che al pallone gli dà del tu, esecutore magistrale di calci piazzati con traiettorie imprevedibili. Un classico numero 10 che amava però l’11 o il 23. Passato o presente? E’ qui la storia di Veron: dopo una carriera contornata da successi, trofei e dopo aver indossato le maglie di Sampdoria, Parma, Lazio e Inter in Italia, Manchester United e Chelsea in Inghilterra, da buon sudamericano che si rispetti, era doveroso ritornare alle origini e giocare gli ultimi anni della sua importante carriera con l’Estudiantes (Argentina). Ma proprio lì “il Pirata” a 32 primavere, vive una sua seconda giovinezza calcistica restando ben 6 anni, e fino a quel momento non era stato mai per più di 2 anni a giocare per gli stessi colori. Nel 2012 lascia e tenta l’ultima avventura nel Coronel, succede però che il primo amore non si scorda mai e l’anno successivo torna di nuovo dagli ex compagni dell’Estudiantes per giocare 6 mesi con loro… Ma non gli basta: convinto dalla squadra e dall’ambiente Veron prosegue il suo contratto fino a completare l’intera stagione. Stavolta siamo ai saluti definitivi: Veron lascia e intraprende la carriera di allenatore, peccato che

Una guida on line ai farmaci equivalenti

questo tentativo duri solo un anno. Dov’è “il Pirata” adesso? Sicuramente non lo fa gratis, per carità, ma Veron ha 43 anni e gioca… nell’Estudiantes. (Foto dal web)

L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha realizzato la guida “Medicinali Equivalenti - Qualità, sicurezza ed efficacia”, consultabile e scaricabile dal portale istituzionale, con l’intento di fornire a medici, farmacisti e pazienti uno strumento di rapida consultazione sui medicinali equivalenti. La guida è stata redatta dall’Ufficio Informazione Scientifica dell’Agenzia sulla base dei quesiti ricorrenti riguardanti questa specifica categoria di farmaci che vengono posti al Servizio Farmaci-line. «Il medicinale equivalente (generico) va visto - spiega nella prefazione il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani - al pari di qualsiasi altro medicinale, in un’ottica di conformita’ ai requisiti di qualita’, sicurezza ed efficacia di cui l’AIFA e’ garante e come un’opportunità per liberare risorse economiche da investire nell’ingresso dei nuovi medicinali salvavita».

Ford e Google insieme per creare l’auto del futuro La mobilità del futuro da oggi è più vicina. Il gigante tecnologico americano Google e il big dell’auto Ford sarebbero infatti in trattative per sviluppare automobili senza guidatore. Lo ha riportato la testata specializzata Automotive News, che cita una fonte vicino al progetto. Non è ancora chiara l’entità di una partnership tra la seconda maggiore casa automobilistica degli Stati Uniti e il motore di ricerca ma, secondo fonti, potrebbe includere in generale la realizzazione e lo sviluppo congiunto di automobili. Le due parti sarebbero in trattativa da mesi e una partnership tra le due potrebbe accelerare l’introduzione di veicoli senza guidatore, permettendo a Ford l’accesso alla ricchezza di Google sullo sviluppo del software mentre Google potrebbe beneficiare del know-how industriale e automobilistico di una società come la Ford.

121


SPORT E SALUTE L’INTERVISTA

122

123

a cura di Paolo Orangis

MARCO PAIELLA Uomo di sport

C

he sia Calcio, Basket, Rugby o Atletica Leggera, le discipline sportive per essere praticate al massimo livello sono accomunate dalla necessità di una condizione atletica ottimale. Per questa ragione la figura del preparatore atletico sta assumendo sempre più rilevanza e Marco Paiella è senza dubbio tra i più qualificati e richiesti. Qual è stato il primo sport che hai praticato e quando hai capito sarebbe diventato una professione? La mia prima volta é stata a 7 anni nei C.A.S. (Centri Avviamento Sport) di Atletica Leggera al campo sportivo di Marino Laziale, mia madre non sopportava più di avere un cavallo pazzo per casa. Mi accompagnò al campo lasciandomi alle cortesi attenzioni di un allenatore alto, brutto e grosso, pregandolo di picchiarmi se avessi disobbedito ai sui insegnamenti! Fortunatamente mi piaceva talmente tanto correre e saltare che non occorse nessuna punizione...Nel tempo e con grande tranquillità è arrivato l’allenare, veniva tutto con grande facilità e dopo l’ISEF ho incontrato il mio traghettatore, Mario Certo oltre ad allenarmi é stato maestro di vita e il mio miglior professore. Ma più di tutto, amo il mio lavoro! Il rugby è la tua grande passione, cosa ti affascina di più di questo sport? Il Rugby è il grande amore della mia vita e se la vita è un gioco, il Rugby é una gran bella maniera di viverla! Non è mia, ma rappresenta il modo in cui il Rugby è entrato ed è nella mia vita.

Doodle … nasce dallo Scarabocchio, poiché un “Doodle” … è in realtà “uno Scarabocchio senza meta …”, come siamo un po’ tutti noi … senza meta J, ma con obiettivi e sogni da realizzare… Doodle è un prolungamento dello Scarabocchio cartoleria e articoli da regalo, siamo ormai da 20 anni sul territorio di Ciampino, e siamo sempre più entusiasti e pieni di voglia di fare, nonostante forse a volte ci sentiamo di andare un po controcorrente, ma la spinta delle nuove avventure deve sempre aiutare chiunque ad andare avanti con coraggio e soddisfazione …. Nel nuovo punto vendita di Via Montegrappa 27/29 a due passi dalla Piazza della Pace troverete tutti gli articoli per la Scuola, dai prodotti Seven, Invicta, Eastpack, Comix, Smemoranda, Be u, e …. Visto che questo nuovo locale si prestava così bene, abbiamo ricavato una deliziosa “nicchia” per il nostro articolo da regalo, dove spiccano le nostre amate Se Yankee si intende l’agonismo. inveceCandle, si intende attività Sei anchetutti preparatore di per affermati gli articoliatletico da regalo la casa eludica non solo, piccoli gadget e tante idee che può essere praticata in una palestra, i campioni regalo, come Alessio Sakara o fiori, Martincere Ca- decorate, con i nostri vasi, lanterne, tazze, mappamondi, meccanismi possono essere molteplici: dal semstrogiovanni. modellini, latte, salvadanai etc….. ed inoltre vi aspettiamo ogniaspetto anno fisico al plice porre attenzione alcome proprio Come ci si deve porre con un atleta per arrivaper uno splendido Natale…. E per ultimo madinon per minore importanza, piacere passare tempo con persone simpatiche re a grandi risultati? che anche in questo punto vendita, ricordiamo come allo Scarabocchio di ViaLo sport in un ambiente piacevole e accogliente. I professionisti differiscono dagli ordiniamo altri atleti solo Mura dei Francesi libri scolastici agonisticoed adeffettuiamo ogni livello hailleservizio sue regole di impeper la quantità e la qualità dei lavori che svolgono. colibrì. gno, attenzione, disponibilità al lavoro. Sono le È molto più facile allenare un professionista, han- persone che scelgono, noi li accompagniamo cerno un infinità di esperienze e conoscenze motorie cando di dare sempre le migliori informazioni che che ti aiuta moltissimo. Sicuramente per raggiun- possono aiutarli ad incrementare le loro perforgere grandi risultati occorre creare un empatia mance. Ma sono loro che scelgono e se non va professionale e affettiva. abbandonano, questa è la selezione. Qual è stata la tua più grande soddisfazione professionale? Le prossime che arriveranno. Come convinceresti un tipo poco sportivo ad avvicinarsi al mondo dello sport e come potrebbe individuare quello a lui più adatto? La sport é molto selettivo in questo, se per sport

Progetti futuri? Ho un contratto con il Circolo Canottieri Aniene per curare i canottieri giovani e probabili olimpici per Tokyo, ma sono aperto a nuove esperienze soprattutto all’estero, amo il mio lavoro voglio fare bene anzi molto bene anche per il futuro! Marco Paiella marcopaiella.59@gmail.com www.magnitudotraining.com

VIA MONTEGRAPPA 27/29 CIAMPINO


SPORT E SALUTE FITNESS

124

a cura di Giuseppe D’Agostino, personal trainer dagostinogiuseppe12@gmail.com

S

LO SQUAT Allenare rassodando

enza dubbio lo squat è considerato il re degli esercizi in palestra. La stragrande maggioranza delle donne lo considera il miglior esercizio per allenare la muscolatura del grande gluteo; cosa vera solo a metà!! Se non si è padroni del gesto motorio e soprattutto non si ha una buona mobilità dell’anca si esegue solo un mezzo squat (con bacino all’altezza della coscia) in questo modo si finisce per allenare la muscolatura delle cosce (quadricipite e bicipite femorale) ritrovandovi con delle belle cosce muscolose. Se volete realmente allenare i glutei è fondamentale eseguire un full squat al parallelo (bacino sotto la coscia) e ricordatevi che lo squat non è il miglior esercizio per il grande gluteo ma va integrato in una programmazione con esercizi come stacchi a gambe tese, slanci al cavo basso, hip thrust ecc.

Fai da te Dedicare 10 minuti per lavorare la mobilità dell’anca, con delle semplici circonduzioni della stessa sia in avanti che indietro, successivamente andare in accosciata completa e starci per una trentina di secondi. Ripetere il tutto per due/tre volte. Ecco un ottimo workout da tre volte a settimana che vi farà avere dei glutei sodi e marmorei!! Iniziare con degli air squat di riscaldamento...una cosa molto utile potrebbe essere scaricare una app che suona ogni minuto come “Tabata Timer”. Impostare il timer con 30 secondi di lavoro e 15 di recupero per 20 minuti. Alternare agli air squat anche degli affondi frontali e laterali e posteriori. Cercare di completare i 20 min senza mai fermarsi all’insorgenza della fatica resistere e soprattutto non mollare!! personaltrainingh24

SERVIZIO A DOMICILIO GRATUITO

125


126

127


MOTORI L’AUTO DEL MESE

128

129

VOLKSWAGEN POLO GTI

L

a sesta generazione della Volkswagen Polo diventa sportiva, con la GTI. Un modello importante per il marchio di Wolfsburg, perché per la prima volta viene tagliato il traguardo dei 200 cavalli di potenza dal motore 2.0 turbo benzina, accoppiato al cambio DSG a sei rapporti, in attesa del successivo arrivo anche della trasmissione manuale, per i puristi della sportività. La versione DSG arriverà nel primo trimestre 2018, ad un prezzo indicativo di 25.500 euro. Rispetto alla versione ‘classica’, la Polo GTI si riconosce immediatamente ad un primo sguardo estetico: le pinze dei freni rosse, i cerchi in lega leggera Milton Kynes ed il doppio terminale di scarico cromato sono le caratteristiche principali, oltre alla linea rossa sulla calandra ed al logo GTI. Entrando nell’abitacolo, noto il richiamo di questa sportività,

con i sedili anteriori sportivi, con rivestimenti in tessuto Clark, il volante sportivo multifunzione e gli inserti decorativi in Velvet Red. La vera novità, però, è l’Active Info Display di serie, che rende il cruscotto molto digitale, accoppiato al Radio Composition Media da 8 pollici, per la gestione dell’infotainment. Stabile e precisa, risulta reattiva nei cambi di direzione anche per merito di uno sterzo lineare e abbastanza diretto. Di buon livello anche la taratura dell’assetto, rigido al punto giusto ma non per questo scomodo: il confort a bordo è quasi paragonabile a quello degli allestimenti più tradizionali. Il motore appare elastico grazie a una curva di coppia ben spalmata sull’arco d’erogazione: il 2.0 TSI è coinvolgente e offre prestazioni decisamente elevate per una compatta.


130124

MOTORI

sPort • Il

Ciampino LACittà MOTOdi DEL MESE

131

a cura della Polisportiva Città di Ciampino - www.polisportivacittadiciampino.it

Fonte: www.insella.it

Giovanili:

Presidente Cececotto

Yamaha MT-07 2018 primo bilancio decisamente D positivo opo averla presentata lo scorso EICMA, Yamaha ha finalmente reso noto il prezzo della naked MT-07, la bella bicilindrica nata da una “costola” dell’ormai celebre piattaforma MT, che ha E’ unvita finale di 2015gamma davverodicol segno pera dato a un’ampia moto con “più” motore il Città Ciampino. alle imprese della pridue e tredicilindri: dalleOltre turistiche Tracer 700 e 900, mavintage squadra, unesettore giovanile alle XSRc’è 700 900 fino, appunto,agonistico alle naked quasi edappertutto protagonista con le sue squaMT-09 MT-07. Quest’ultima sarà finalmente disponibile a partire dallaCececotto, fine di questo dredai e ilconcessionari presidente Antonio Paolo anmese prezzo 6.790 euro,e sia per Alessandro la versione che aalnome deldisuo collega amico normale siaesprime per la depotenziata 35 kW per le patenFortuna, tutta la suaa soddisfazione. «La tiJuniores A2. Le modifiche rispetto 2017 regionale, dopoalla unaversione partenza unsono po’ diverse e soprattutto attese, visto Colantuoni che la moto rallentata, grazie almolto lavoro di mister èeinvariata da quattro anni, periodo in cuidecisamenla naked di del direttore Moroncelli si è messa te a correre e ora è vicina alle zone di vertice della classifica in cui tra l’altro bisognerà verificare come finirà la vicenda legata al Palestrina. Io rimango convinto che questo gruppo possa farcela a centrare la vittoria del campionato e dunque il salto nell’Elite». Sempre Colantuoni sta gestendo anche il gruppo Allievi regionali fascia A. «Una scelta fatta proprio nell’ottica di dare continuità tecnica da un gruppo all’altro e pure questi ragazzi ne stanno beneficiando, anche se sarà difficile per loro riuscire a vincere il campionato. Gigi, comunque, è assolutamente un tecnico di lusso per questa categoria, un vero e proprio insegnante di calcio che sta riuscendo a tirare fuori il meglio da questi ragazzi. E penso che lo stesso valga anche per mister Gianfranco Di Carlo sulla panchina degli Allievi regionali fascia B che sono un cantiere aperto visto che

Iwata ha toccato quota 80.000 unità vendute in Europa. Invariato il motore, che resta sempre l’apprezzato bicilindrico parallelo da 698 cm3, capace di 74,8 CV e omologato Euro 4, cambia, invece, tutto il resto, inizialmente eravamo po’ rivisto risicatiprofondamente nei numeri a partire dal design dellaun moto, ee ora invece con abbiamo rimpolpato questo grupaggiornato linee più attuali e aggressive. Con po che comincia a carburare». Infine, il dipoker le nuove forme cambia anche la posizione guida, di squadre Giovanissimi. dueil Elite stanno grazie a una nuova sella che «Le migliora comfort sia per il pilota sia il passeggero. Sempre ottica di facendo un per ottimo lavoro: i fascia A diinTibuzzi miglioramento delgirone comfortcon e delle è stato sono finiti in un ottoprestazioni squadre tra le rivisto il settaggio ora, promette la migliori del Lazio,delle masospensioni, se la stanno comunque casa di Iwata, più efficaci in una tuttevittoria le situazioni. Treille cavando e hanno centrato contro colorazioni disponibile: Night Fluo, YamahagiovaBlue e Tor di Quinto, società modello sul settore Tech che Black. nile, rimarrà nei nostri occhi a lungo. Bene anche quelli fascia B di Olivetti che probabilmente sono quelli che giocano meglio, ma che sono penalizzati a livello fisico. Siamo contenti, inoltre, del lavoro di De Carolis sui Giovanissimi provinciali fascia B 2002 all’interno del quale ci sono elementi interessanti e di quello di Landolina coi 2003 che stanno preparandosi in un campionato sotto età per farsi trovare pronti nella prossima stagione». Due parole, inevitabilmente, anche sullo storico appuntamento di mercoledì per il ritorno di Coppa Italia di Eccellenza contro il Cassino che parte dalla vittoria per 2-1 dell’andata. «Siamo convinti di poter ribaltare quel verdetto e centrare un obiettivo a cui teniamo tantissimo. Vorrei che tutti i nostri tesserati, ai quali auguriamo un sincero buon Natale, possano venire mercoledì al Superga per sostenere i ragazzi della prima squadra».


MONDO WEB CONSIGLI SOCIAL

132

a cura di Chiara Priorini - info@chiarapriorini.com www.chiarapriorini.com

Come funziona la pubblicità su Facebook

I

ncrementa l’interazione con la tua applicazione: Mentre con la campagna precedente volevamo far scaricare l’applicazione, con questa campagna l’obiettivo è far si che gli utenti interagiscano con essa, cioè che la utilizzino. Ti faccio delle domande pensa bene a quante app hai sul tuo smartphone? Quante realmente ne utilizzi ogni giorno? Secondo le statistiche gli utenti ne hanno molte ma ne usano poche. Come per la precedente una volta scelto questo obiettivo dovrai inserire il nome o l’indirizzo web dell’applicazione stessa. Raggiungi le persone vicine alla tua azienda: scopo di questa campagna è quello di farsi conoscere dalle persone nelle vicinanze dell’azienda stessa. In questo caso Facebook ci chiederà di inserire il nome della fanpage e di inserirne l’indirizzo, questa è una campagna riservata solo a quelle fanpage che risultano essere “Imprese locali” Incrementa la partecipazione al tuo evento: Se tramite la tua fanpage hai creato un evento e vuoi che le persone nella tua zona ne siano a conoscenza è questo l’obiettivo che devi selezionare. Come per gli altri ti basterà inserire il nome o l’indirizzo dell’evento da promuovere.


AMICI ANIMALI

134

a cura della Redazione

Ecco come aiutare animali domestici e selvatici a combattere il caldo

A

soffrire le alte temperature non sono soltanto le persone, ma anche gli animali, i quali, a volte, risentono del caldo molto più degli uomini. Ecco allora alcuni consigli dell’Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali, per assicurare un’estate piacevole e serena anche ai nostri “amici”: 1.Cani e gatti non “sudano” come noi, per abbassare la loro temperatura corporea (già normalmente intorno ai 38,5°), aumentano i ritmi respiratori. Pertanto gli si deve sempre garantire un luogo ombreggiato e ventilato, acqua fresca, cibo leggero e facile da digerire. 2. Non abbandonare mai un animale dentro l’auto: in questo periodo la temperatura interna dell’abitacolo sale rapidamente, anche con i finestrini aperti, e può raggiungere fino a 70°. Lasciarli nell’abitacolo è una disattenzione che può condannarli a morte. 3. Non costringere i cani a sforzi eccessivi. Sono assolutamente da evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata: oltre al colpo di calore, l’animale può scottarsi le zampe sull’asfalto arroventato. È consigliabile portare con sè una bottiglietta di acqua e una cioto-

la. Da evitare anche le gare o le attività sportive. 4. Anche gli animali sono soggetti alle scottature solari. È possibile proteggerli applicando una crema solare ad alta protezione alle estremità bianche e sulle punte delle orecchie prima di farli uscire. 5. Per i selvatici lasciare a disposizione una ciotolina d’acqua, non profonda, ricordando di cambiarla almeno una volta al giorno, meglio se a terra; in questo periodo la fauna selvatica ha disposizione molto cibo mentre l’acqua potrebbe rappresentare un problema. Chi ha balconi e terrazzi può creare piccole zone d’ombra con le piante.

135


CUCINA

136

LA RICETTA DI MARZIA

a cura di Marzia Giustiniani - mar_giu72@libero.it

Tortelli alla zucca con gorgonzola e amaretti IngredientI

200 g farina 0 2 uova 200 g polpa di zucca cotta al forno 5 cucchiai parmigiano 1 cucchiaino noce moscata

Procedimento: Prepariamo la pasta, impastando le uova e la farina, lavoriamo bene l’impasto e mettiamolo a riposare 30 minuti avvolto in pellicola. La zucca, andrà cotta al forno (io lo faccio il giorno prima) togliete i filamenti, i semi e la buccia e schiacciatela bene con una forchetta o con lo schiaccia patate. Unite il parmigiano e la noce moscata e amalgamate tutto per bene. Lasciate riposare in frigo. Stendete la pasta e tagliate con la rotella in quadrati 5x5 o 6x6. Trasferite la farcia in una sacca a poche e mettetene una pallina in centro ad ogni quadrato...Ora richiudeteli a vostro piacere, triangoli, grossi cappelli o quadrati In una padella mettete il latte e il gorgonzola, lasciate sciogliere delicatamente. Cuocete i tortelli in acqua salata, scolateli con una schiumarola e ripassateli in padella con il gorgonzola. Servite con una macinata di pepe fresco e una sbriciolata di amaretti

100 g gorgonzola 6 amaretti sbriciolati 2 cucchiai latte q.b Pepe

137


138

L’AZIENDA CONSIGLIA GIN AGRICOLO

GADAN Gin fresco, dal profumo marcato dì Ginepro, rinfrescato e ammorbidito dalle essenze floreali che lo rendono piacevole e gradevolmente amarognolo. Alla degustazione, il giusto tenore alcolico tempera gli aromi e allunga nel finale con retrugusto di viola e rosa a chiudere sul palato. Per la sua pulizia e freschezza questo GÌn viene suggerito per cocktail floreali, ma dal gusto deciso. Considerato secco. BLAGHEUR Gin erbaceo, al profumo le note aromatiche del cumino, il coriandolo la zedoarìa e la menta si fondono con l’aroma del ginepro. Gusto secco e deciso ammorbidito dai profumi della rosa, maggiorana, ireos e arquebuse, con retrugusto lievemente erbaceo e mentolato. Buona chiusura con una nota fresca ed erbacea persistente. Ideale da bere liscio come fine pasto o abbinato con l’acqua tonica. EVRA Gin fruttato, la nota predominante dei frutti di bosco si sposa perfettamente con l’austerità del ginepro, le sensazioni di freschezza derivanti da menta, cardamomo e scorza d’arancio completano il quadro aromatico alla perfezione. Il gusto morbido ed avvolgente dei frutti di bosco viene rafforzato nella sua complessità dalla vaniglia e dal cacao donando una sensazione orientale. La morbidezza olfattiva e l’aroma del lampone hanno la capacità di soddisfare il palato amante delle bevande fresche e fruttate. La dhyan chohan srl è una società di consulenza e selezione di prodotti italiani di alta qualità. Ci rivolgiamo soprattutto al canale Ho.re.ca. dove assicuriamo anche, oltre alla vendita dei suddetti prodotti, anche la consulenza (es. creazione carta vini), formazione, organizzazione di serate di degustazione, il tutto unito ad un servizio celere.

139

a cura di Dhyan Chohan Srl dhyanchohansrl.commerciale@gmail.com

DISTILLERIA DELLAVALLE GRAPPA DI AMARONE “XO” Affinata 6 anni Grappa di monovitigno affinata per circa 36 mesi in botti di rovere da 20 HL, viene proseguito l’affinamento per ulteriori 36 mesi in barrique, precedentemente utilizzate per l’invecchiamento dell’Amarone. Tale procedimento permette alla grappa di acquisire le caratteristiche organolettiche del nobile vino Veneto. Cl.70 – 42° in astuccio

GRAPPA affinata in botti da Whisky Alla nostra migliore grappa di Barbera, distillata a bagnomaria in piccoli alambicchi, segue un lungo affinamento di 10 anni. Le botti che hanno contenuto a lungo il famoso Whisky Caol Ila (oppure Glen Scotia & Bowmore Casks) nei pressi di Port Askaig, donano i profumi tipici del whisky torbato ed un gusto unico ed intenso. Cl.70 – 42°


140

141


142

IL MATRIMONIO

143

Tante emozioni per l’attrice Cosetta Turco che ha da poco pronunciato il “sì” più importante della sua vita in due giornate ricche di colpi di scena Il 9 giugno nella splendida cornice della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo è stato celebrato il matrimonio dell’attrice e imprenditrice Cosetta Turco e del bellissimo Robert James Perilli. È stata una giornata all’insegna delle emozioni, che erano già alle stelle quando l’incantevole sposa ha fatto il suo ingresso in chiesa, in un bellissimo abito firmato Pignatelli, accompagnata dall’elegantissima mamma e ammirata da tutti i presenti. La cerimonia religiosa si è svolta in maniera insolita perché, proprio come in un film, il testimone della sposa, Vincenzo Merli è stato il fautore di un gran colpo di scena. Infatti, preso dai mille preparativi ed emozionato per il grande giorno, ha dimenticato a casa qualcosa di fondamentale importanza ai fini del matrimonio…le fedi! Gli invitati si sono chiesti per tutta la durata della celebrazione se le fedi avrebbero raggiunto in tempo i due sposi, persino il testimone dello sposo, l’imprenditore Giovanni Cottone sembrava essere sulle spine per la situazione, ma alla fine tutto è andato per il meglio ed il rito religioso si è concluso tra risate, tanta felicità, forti emozioni e lacrime di gioia da parte di tutti i presenti, in particolare, della sposa, che alla manifestazione del consenso riusciva a malapena a pronunciare le parole perché molto emozionata. Il ricevimento nella maestosa Villa Galanti è stato un susseguirsi di sorprese, dalla canzone ‘Dove il cuore batte’ che Annalisa Minetti ha dedicato agli sposi, al lancio dei palloncini, ai fuochi d’artificio, al balletto che Cosetta ed il ballerino Tony A-

glianò, suo migliore amico, hanno voluto dedicare a Robert. Durante la serata tante altre canzoni cantate da Mauro di Maggio, Carolina Rey, Giorgia Papasidero, Mariateresa Amato e Rita Comisi, sono state dedicate agli sposi. È stata una serata indimenticabile che i 2 neo sposini porteranno sempre nel cuore. Il giorno seguente Nella chiesetta del Far West di Cinecittà World, poco dopo mezzo-giorno, i due giovani innamorati hanno pronunciato il loro “secondo sì” davanti ad una ce-lebrante d’eccezione: Annalisa Minetti. “Vi auguro di restare sempre dove il cuore batte perché se farete così, che siate insieme o divisi fisicamente, vi ritroverete sempre”, ha detto emozionata Annalisa Minetti, rivolgendosi agli sposi. “Se ascolterete il cuore - ha continuato - nessuno potrà dissolvere il vostro amore, se avrete fede in lui tornerete sempre qui, come su questo altare e con questi stessi occhi innamorati”. L’artista ha poi cantato agli sposi il suo nuovo brano “Dove il Cuore Batte”, il il singolo che dai prossimi giorni promuoverà in tutta Italia e che parla proprio della forza indomabile e poderosa dell’amore in tutte le sue forme. Cosetta Turco e Robert James Perilli hanno poi continuato a festeggiare tra i suggestivi set del parco divertimenti del Cinema e della Tv, con amici, familiari e tanti visitatori. Dopo la breve cerimonia nella chiesetta, i neo sposi sono saliti su Altair, la montagna russa con 10 inversioni, sull’indoor coaster Inferno con i suoi gironi danteschi, hanno proseguito poi con un volo di 60 metri dalla torre di Adventurland, fino ad avventurarsi su Jurassic War- La battaglia dei dinosauri, per terminare sotto le Fontane


144

IL MATRIMONIO

Danzanti di Piazza Dino De Laurentiis. Cosetta Turco, arrivata al parco con una Fiat 500 Giardiniera del 1965 indossava un bellissimo abito bianco. Per lei e il marito due modelli firmati Carlo Pignatelli. Per i due giovani sposi sono state due giornate ricche non solo di emozioni, ma anche di affetto, scherzi, risate, felicitĂ e, soprattutto, tanto amore.

145


146


IN COPERTINA SPECIALE 50 ANNI DI PUFF

148

149

a cura della Redazione

TANTI AUGURI PUFF

Alcuni ricordi per chi non l’ha mai conosciito? Vi basti pensare che trovavi Lando già dalle prime ore della mattina al Puff, dove si spendeva in ogni minimo particolare perché ogni ingranaggio della sua macchina artistica fosse perfettamente oliato. Dalle trattative coi fornitori alle riunioni con gli autori dei suoi spettacoli, dalle interviste ai giornalisti alla pianificazione delle apparizioni televisive. Lando ti riceveva con l’agenda a portata di mano, dove segnava tutto con certosina meticolosità. Un Caterpillar di energia e passione.

C

hissà se da Lassù, Lando Fiorini avrà sorriso dei fiumi di retorica e di parole che si sono spesi per lui dal 9 dicembre 2017, quando è volato in cielo, nell’Olimpo dei grandi artisti romani. Forse avrebbe sorriso dei luoghi comuni sulla Roma “cor core in mano”, dei “volemose bene” e delle tante chiacchiere a vanvera che, inevitabilmente, si sono riversate su alcuni giornali e sui social network. In realtà, un’antologia aderente sulla vera essenza di Lando, dovrebbe partire dal suo essere stato prima di tutto un uomo fuori dal comune. Straordinario “cantattore”, chansonnier di razza, interprete spassoso e scanzonato, appassionato ed appassionante. Ha saputo alternare come pochi risate ed emozioni, canzoni da brivido alle storielle “che si raccontano tra amici al bar”. Lando è stato capace di essere romano vero, ma rifuggendo gli stereotipi. Un artista che sapeva eccellere su più piani, senza mai eccedere o strafare. Perché Lando è stato un grande artista anche nella misura, nella capacità di sottrarre (oggi si direbbe con una frase tanto in voga: “Fai meno”), nel non volere mai fare il passo più lungo della gamba, anche quando la gamba glielo avrebbe consentito.

Se volevi farlo arrabbiare, dovevi dirgli che Il Puff era una azienda “casareccia”, a conduzione familiare. Gli pareva estremamente riduttivo (quasi offensivo) per una realtà lavorativa che, pur composta anche da parenti, è sempre stata a tutti gli effetti un’azienda dove l’efficienza ha sempre regnato sovrana. Perché, perdonate il gioco di parole, Lando è stato sempre un romano che ha odiato le “romanelle”. Aborriva le scelte arrangiate, le soluzioni semplicistiche, le approssimazioni. Un romano di una puntualità svizzera, di un rigore e di una precisione fuori dal comune. E anche lui, ricordando la lezione di Aldo Fabrizi e Alberto Sordi, aveva come principio solenne: “Per far ridere la gente bisogna lavorare seriamente”. Non poteva esserci nulla d’improvvisato, né tantomeno di raffazzonato.


Cultura e Curiosità

IN COPERTINA STORIA

CMAG> Dicembre 2015 > Cultura e Curiosità

SPECIALE 50 ANNI DI PUFF RubenFais Fais Ruben n.12- 12/ 2015

150

64

rubenfais@alice.it rubenfais@alice.it

Di tutte queste cose (e di tanti altri Le rovine di Mohenjo-Daro bei ricordi di Lando) si è parlato per i 50 anni del Puff, nella festa del 17 febbraio a via Zanazzo, dove sono arrivati in tanti per festeggiare il suo teatro cabaret. A fare gli onori di casa, il figlio Francesco Fiorini che, con l’aiuto di Pino Insegno, ha accolto sul palco alcuni degli attori che hanno contribuito al successo dello storico cabaret romano. Lino Banfi ha dedicato parole delicate e dolcissime all’amico e mentore, che gli diede l’occasione di spiccare il grande salto nel mondo dello spettacolo. Lino, che di giorno serviva le fettuccine in un ristorante di Frascati, la sera svestiva la divisa da cameriere e correva a Trastevere per andare in scena. Un percorso analogo a quello di Ganfranco D’Angelo. Il grande comico di Drive In e di tante commedie di successo, ha ricordato di dovere a Lando tantissimo. La mattina era all’azienda dei telefoni (la Teti, che sarebbe diventata la Sip e poi la Telecom), la notte sparava battute a raffica nell’allora locale di via dei Salumi. Di quel primo cabaret, in tanti hanno ricordato l’umidità, la puzza di muffa e il profumo di successo. Come ha fatto Leo1856 Gullotta. Dalla recitazione aulicacostruzioe impostata larono di Pirandello e Checov cabaret romano ilamsalto è Nel gli operai impegnati nella l’esistenza di unaalciviltà omogenea stato acrobatico l’attore sicilia- nell’antico piamente estesa, fiorita nella valle del fiume ne della ferroviaper Karachi-Lahore, no, che ha commosso la odierno platea ri-Pakistan, uti- Indo dal 3300 al 1600 a. C. Le città densamenstato indiano del Panjub, cordando lo straordinario “rigore” lizzarono mattoni cotti ben modellati, preleva- te popolate mostrano una pianta con strade artistico e morale di Lando. ti in modo vandalico da un antico sito chiamato ortogonali che formano blocchi regolari. Gli Harappa. Ciò spinse Maurizio Mattioli ha Alexander conquistatoCunningham, edifici, a uno o due piani, presentano un paradirettore dell’Archaeological Survey con l’aneddoto esilarante degli in- of India, a to murario accurato e preciso realizzato con intraprendere prime indagini mattoni cotti di altissima qualità. Sono presenti viti di Lando a le prendere un caffè archeologiche al sulle rovine devastate città, amplia- numerosi pozzi e le case possiedono impianti Puff, inviti che finivano indiunquella nulla di te nei primi del stagione Novecento da John Marshal. igienici con un sistema di scarico per le acque e fatto, fino alla fatidica dell’ingaggio.nel Da 1919, Fioretta Mari, la Quest’ultimo rinvenne 560 km più a una complessa rete di fognature, tra le più sotestimonianza suggestiva di una unametropoli in fisticate del mondo antico. È presente un’acrosud, nel sito di Mohenjo-Daro, giovane attrice fiorentina, nipotecon di i medesimi poli fortificata dei cui edifici si ignora tuttavia perfette condizioni, realizzata Turi Ferro, per emanciparsi mattoni di che Harappa. Grazie aglidal scavi sistema- la funzione e l’uso. Gli oggetti rinvenuti nei siti parente illustre fece palestraWheeler pro- nel 1945, della Valle dell’Indo, ci forniscono alcuni indizi tici condotti da Sir Mortimer prio al Puff. Toccante anche la letpresto alle due città si affiancarono numerosi sulla società del tempo. I numerosi manufatti tera di Ninni Pingitore, fondatore altri siti con identiche caratteristiche, che rive- in terracotta, come il vasellame rosso dai di-

LE ANTICHE CITTÀ DELLA VALLE DELL’INDO:

UN MISTERO ANCORA DA RISOLVERE

65

Il re sacerdote Museo Nazionale di Karachi (Pakistan)

Sigillo Museo Nazionale New Delhi

segni neri di alta qualità, le figurine femminili drata, raffigurano elefanti, tori, rinoceronti, tidalle sontuose acconciature, gli animali tra i gri, antilopi. Un eroe di tipo sumerico strangola quali il toro, spesso associato ad un carro, e la a mani nude una tigre, mentre altri personaggi barca processionale detta della regina, ci rac- sontuosamente abbigliati siedono su bassi trocontano una società che venerava la dea ma- ni. Tutti i sigilli presentano numerose iscrizioni dre e praticava culti agricoli legati alla fertilità ma nulla sappiamo di questo misterioso line alla generazione. I gioielli d’oro e pietra dura, guaggio composto di circa 400 segni e simboli. i dadi e una scacchiera, testimoniano un alto Restano sconosciute le ragioni del declino e tenore di vita e l’amore per il lusso e il diver- della fine di queste splendide città. Si ipotizza deltimento. Bagaglino, ha maschili seguito laacefali carriera artistica dagli inizi state e cheimprovvisamente con Lando ha intrattenuto un Dueche busti e una fan- finche siano abbandonarapporto di bronzo amiciziadetta sincera e di profonda stima. Lacrime e risate prima di concludere con ilNon taglio ciulla di la ballerina, presentano te, forse per inondazioni o forti siccità. ci della torta e il brindisi con i calici innalzati in alto, indirizzati in cielo, tutti per lui. corpi in movimento e attestano una raffinata sono segni di invasioni e distruzioni. Poche le sensibilità estetica. piccolo tombe rinvenute. A Mohenjo-Daro stati riIl Puff con la sua festaL’enigmatico dei cinquant’anni ha busto presentato anche le nuove iniziative per lasono stagione in del personaggio maschile barbato e ingioiellatrovati tredici scheletri le di cuirisate”, posizioni indicano corso. Una serie di spettacoli, a cominciare da “Di Puff in Puff: mezzo secolo antologia di to, detto non ha ancoraUno rivelato cheinil due momento della morte è sopraggiunto in alcuni sketchre-sacerdote, storici del cabaret romano. spettacolo tempi diretto da Carola Fiorini, scritto sua Delle identità, ma indica una struttura modo inaspettato repentino. Studi Tommaso scientifici da la Valter Donne e Giancarlo Borrelli, politica autori storici del Puff. In scenaeCamillo Toscano, forsee dominata da unche gruppo sacerdoti o da ipotizzano un Lando. improvviso istantaneo Zevola Monica Cetti, hannodilavorato numerose stagioni con New eentry, Marylin calore Gallo, un rappresentare potere divino. ha sciolto superficialmente e saldato una tra reduce da Puff Actor,del e l’esordiente (perI numerosi il Puff) Bebache Albanesi: la cantante romana rappresenta bella sorpresa nel panorama musicale romano. Nel segno tradizione del Puff,diche è sempre stata sigilli rinvenuti, che la popolazione utilizzava lorodella numerosi esemplari rocce e mattoni. unaquasi fucinacome di talenti e una straordinaria palestraperper nuovi artisti siche di lì a pocoalti tempo sarebbero diun documento identificativo Nell’area riscontrano livelli di radioatventati famosi. sonale, suggeriscono una fiorente attività com- tività. Ancora oggi le imponenti vestigia della VDD merciale, che utilizzava precisi sistemi di peso civiltà della valle dell’Indo restano silenziose e misura. Realizzati in steatite, di forma qua- davanti alle numerose domande degli studiosi.

151


152

IN COPERTINA SPECIALE 50 ANNI DI PUFF

153 Non era facile scegliere pochi sketch tra i copioni di 50 anni di Puff. Alla fine abbiamo adottato il metodo scientificamente più attendibile. Il celebre metodo “anghingò”. Le musiche sono del Maestro Vincenzo Romano ed i costumi di Graziella Pera, perché squadra vincente non si cambia. La rosa degli attori è composta da prime punte della comicità e attori cari a Lando che con lui hanno più volte calcato questo palco: il vulcanico e multiforme Camillo Toscano che non finisce di stupire, una volta è un donatore di sangue anemico, un’altra volta un medico da barzelletta, un’altra volta ancora è il protagonista di un Fattaccio tutto da ridere, e tanto ancora….

IL NUOVO SPETTACOLO DEL PUFF DAL TITOLO “ Di Puff in Puff…Mezzo secolo di risate”... nasce dalla voglia non solo di celebrare il pilastro dei cabaret romani e il suo fondatore, ma anche dal voler riproporre uno spettacolo strutturato alla Lando Fiorini, maestro nell’esporre lo spaccato della vita attuale con ironia pungente che diverte il pubblico ma che in fondo lo porta a riflettere, sempre a cuor leggero sulla società in tutti i suoi risvolti tragicomici. Una satira come quella di una volta si potrebbe dire, dove , grazie ai personaggi che diventano macchiettte, ci si prende in giro con simpatia e delicatezza. Così in un escursus delle parodie create negli anni da Lando e dagli autori storici Valter Delle Donne e Giancarlo Borrelli si ripercorre mezzo secolo di Puff ma anche di un Italia comica e dolce-amara.

Telefono 329 598 7444

Il poliedrico ed esilarante Tommaso Zevola nel ruolo di una badante da incubo, di un improbabile chirurgo che è un autentico spasso. Monica Cetti da badante ucraina a infermiera burina, ogni interpretazione è sopraffina. E come nuovi volti al Puff Marylin Gallo, la cui bellezza e simpatia non lasceranno indifferenti il pubblico, e Beba Albanesi che con la sua voce sarà la nostra colonna sonora intramezzando ai momenti comici quelli musicali interpretando alcune delle più belle cazoni che Lando ci ha regalato. Uno spettacolo per passare un paio d’ore in un luogo magico dove da mezzo secolo chi viene lascia fuori i suoi pensieri e si ristora di buon cibo e buon umore.


154

UNA FOTO PER IL C MAG Seguici su

155

FOTO: IVAN D’ANGELO

Una Foto Per Il C Mag

Stefano Vigilante

Linda e Giuseppe

Cristian Toppet a

Sonhora

Geppo

Ivan Carvelli

Daniele Lepantinì Ernesto

Flaviio e A le Nino Taranto

Jip e Alessandro

Milena e Miranda

Paolo

Maria Grazia Fornari

Giuseppe e Francesco Vittorio Sgarbi

FOTO: IVAN D’ANGELO


156

UNA FOTO PER IL C MAG Seguici su

157

FOTO: IVAN D’ANGELO

Una Foto Per Il C Mag

Romics Holi festival

* Veronica Gimigliano

Giampiero Pannacci

Romics

Stefania Orlando

Romics Romics

Holi festival

Romics

Holi festival Romics

Roberta Giarrusso

* Ordine minimo 20€ Romics Benedetta Pascali Romics

Serata Miss intimo

Romics

FOTO: IVAN D’ANGELO


158

OROSCOPO

OROSCOPO

a cura di Alessio - alessioelestelle@hotmail.it

llustrazioni a cura di Renata Solimini per sua gentile concessione

ARIETE: Una primavera ricca di soddisfazioni in campo affettivo, Venere in buon aspetto sul vostro Sole, porterà nuove situazioni in merito. Difficoltosi saranno i rapporti di lavoro, possibili tranelli ed inganni da parte di colleghi o collaboratori. Qualche perdita finanziaria, evitate sprechi di denaro, siate più parsimoniosi.

CANCRO: Primavera non fortunatissima in campo sentimentale, soprattutto il mese di marzo, rischi di allontanamenti o di fratture nei legami amorosi, la Venere e’ contraria. Buone occasioni in ambito professionale specie per tutti coloro che decidono di intraprendere cose nuove o attività in proprio, Giove vi sprona a migliorare la vostra condizione attuale di vita.

BILANCIA: Questa primavera dovrete evitare di buttarvi a capofitto nei nuovi rapporti, potrete sentirvi illusi o subire degli inganni, soprattutto il mese di marzo, in ambito professionale non fate passi più lunghi della gamba e siate prudenti, soprattutto se vi propongono qualche spostamento o cambiamento, meglio attendere. Mercurio contrario porterà qualche dissapore nelle amicizie.

CAPRICORNO: Ottime notizie sul lavoro in questo periodo primaverile, possibilità di avanzamenti di livelli, sarete prossimi, grazie a Giove, ad una carriera importante, sarete amati ed apprezzati per ciò che farete. Favorevoli i nuovi legami sentimentali e le nuove amicizie, tagliate ciò che non vi fa stare bene, è il momento giusto per guardare avanti.

TORO: Sarete più forti e più coraggiosi anche per affrontare in questo periodo primaverile qualche problema di lavoro, Marte vi darà tanta energia anche per riprendere attività sportive e movimenti, sarete decisamente meno pigri. In amore dovrete affrontare un po’ di problemi, siate meno possessivi, può essere deleterio per voi.

LEONE: Una primavera non favorevolissima per il segno del Leone, affronterete numerosi contrasti in ambito affettivo, anche le amicizie saranno poco stabili e potrete sentirvi ingannati da qualcuno. In amore un miglioramento ci sarà a fine aprile, quando la Venere di passaggio porterà maggiore serenità nei vostri legami. Attenzione a pagamenti improvvisi.

SCORPIONE: Avrete una primavera favorevole negli affari, Giove nel vostro segno vi sosterrà, provate a trasformare e a rinnovare un qualcosa che crea malessere, e’ un buon momento, azzardate di più. La vostra intuizione vi aiuterà ad allontanare una persona che vi sta facendo del male a vostra insaputa e sarà una benedizione per voi. Favorevoli i legami affettivi e le amicizie.

ACQUARIO: Primavera complessa per voi acquariani, specialmente sul lavoro e sul denaro, possibili perdite economiche e finanziarie, Giove non vi sostiene in questo settore, siate più oculati negli acquisti. In amore invece sarete più fortunati specie il mese di aprile, nuove occasioni di incontro e rafforzamenti di legami gia esistenti. Amicizie fedeli e sincere.

GEMELLI: Il mese di aprile sarà favorevole in amore, Venere ed Urano vi sosterranno e daranno la possibilità di fare nuove conoscenze. Sul lavoro dovrete affrontare degli ostacoli, commettendo qualche errore di valutazione, non prendete le cose con troppa leggerezza, potrete apparire troppo superficiali agli occhi dei colleghi. Evitate scontri nelle amicizie.

VERGINE: Primavera frizzante in amore, la Venere in buon aspetto porterà stabilità nei legami affettivi e possibili nuove conoscenze. Sul lavoro ci saranno situazioni che si trasformeranno in positivo. Favorevoli gli investimenti finanziari e le nuove attività. Amicizie nuove ed aria nuova, grande bisogno di respirare ed allontanare lo stress.

SAGITTARIO: In questa primavera siate meno polemici con il prossimo ed evitate scontri, cercate di chiarirvi le idee su un vostro progetto importante di lavoro, non rimandate ciò che avete seminato. Venere amica, porterà conoscenze nuove in amore, legami passionali molto intensi. Rinnovate il vostro look, farete colpo su qualcuno. Attirerete molte persone.

PESCI: Pensate di più a voi stessi, siate meno ansiosi per gli altri. Questa primavera sarete molto produttivi sul lavoro e negli affari, ottenendo, grazie al sostegno di Giove, risultati più che soddisfacenti. In amore avrete qualche problema da superare, probabilmente il rapporto che state vivendo sta facendo un po’ acqua e dovrete cercare di prendere a breve provvedimenti.

159


160

161

Ufficio +390645509272 Instagram: Flamingo Club Roma Facebook: Flamingo Club Roma website: www.poolclubtorpagnotta.it

-

www.flamingoclubroma.it


OROSCOPO DEL MESE

162 ARIETE

TORO

BILANCIA

Il ménage matrimoniale riprende ossigeno, nelle coppie non si parlerà più di crisi, Giove in opposizione per un anno non è stato una favola, sarete a prova di bomba, da questo mese, il vostro amore avrà superato tutti gli ostacoli, avete vinto.

Con i vostri figli, se non ci riuscirete con le buone, usate un maggiore rigore, sarà utile per il loro futuro, inquadrateli saranno volenterosi di apprendere, siete voi a dover trovare il tempo per seguirli non loro, organizzatevi.

Non ci sarà niente e nessuno, se non personalmente voi, che potrà sollevarvi da un rapporto con un socio poco raccomandabile e prepotente. Sciogliete una società che non ha motivo più di portare avanti una “Mission”, la vostra, degna di merito e rispetto.

SCORPIONE Giove è nel vostro segno e ci resterà per quasi un anno, costruttivo e pronti a darvi il meglio … da parte vostra pretende più rigore, giustizia nei settori che avete lasciato andare alla deriva, comincerà a mettere in sicurezza la vostra vita, vuole sacrificio e impegno, alla fine del suo percorso sarete totalmente diversi.

GEMELLI Novità nel settore professionale … arrivano le opportunità che vi ridaranno la giusta grinta, il riscontro economico che vi meritate e soprattutto una solidità che aspettavate da tempo. In amore andate cauti, prendetevi del tempo.

SAGITTARIO Avete alle spalle una carovana di Astri … tra questi c’è anche Giove che vi guarderà le spalle per un anno, sarà una roccia sul quale vi potrete appoggiare ogni volta che ne sentirete la necessità, niente passerà inosservato al suo cospetto, fidatevi del suo fare, nel frattempo rivedete della vostra vita quanto più cose e possibile.

CANCRO

CAPRICORNO La carriera sarà sempre più solida o per chi ha avuto qualche insicurezza, adesso arrivano le certezze, il cielo comincia ad essere favorevole e incrementerà i vostri successi. Il settore delle amicizie sarà frequentato da persone autorevoli e disponibili.

LEONE

VERGINE

Arriva l’ amore con l’A maiuscola …. Abbiate pazienza e date tempo al tempo, in base alle decadi sentirete il grande evento avvicinarsi sempre di più …a dimenticavo, il trigono con lo scorpione, segno per antonomasia significatore di sesso ed eros, sarà a vostro totale favore per i prossimi anni. Occhio alle decadi, bisogna conoscerle bene.

Cari leone inizia un periodo delicato per il settore privato, provate a essere voi i promotori di pace, non siate indisponenti, cercate di chiudere un occhio e se sarà il caso anche tutti e due, le condizioni detteranno legge, il tempo vi ripagherà. Siate più parsimoniosi con i vostri risparmi, difendete i vostri interessi e non delegate.

I contatti in questo periodo avranno un ruolo determinate … sarete circondati da personaggi autorevoli, vi si prospetterà una novità, un settore favorito sarà quello finanziario, assicurativo, e politico. Consoliderete la vostra economia con un’entrata sicura, più stabilità nelle vostre finanze.

ACQUARIO Non esagerate nei divertimenti, alternate i momenti di svago con quelli impegnativi, avete delle responsabilità d’assolvere che non potete delegare, certamente sarà un momento transitorio e sentite il bisogno di viverlo per intero, spiegatelo al partner, o se vi vivete ancora in casa, a chi condivide con voi il quotidiano, i genitori per esempio saranno intransigenti.

PESCI

Se sarete impegnati nell’attività di studio, sarete favoriti … una maggior predisposizione e attenzione in quello che state portando avanti, sarà un successo annunciato. Non fatevi distrarre da fattori esterni.


*

* Ordine minimo 20â‚Ź

Cmagazine - 7-8  
Cmagazine - 7-8  
Advertisement