Page 52

C OM UN I CA Z IO N E S O CI AL E Coopi ha l’obiettivo di contribuire al processo di lotta alla povertà e si adopera per innescare lo sviluppo civile, economico e sociale dei popoli piÚ vulnerabili del pianeta, soprattutto nel sud del mondo

Sviluppo dopo le catastrofi Informazioni COOPI - Cooperazione Internazionale ONG Onlus via De Lemene 50 20151 Milano tel. 02.30.85.057 fax. 02 33.40.35.70 aziende@coopi.org

L’EDITORE mette gratuitamente a disposizione queste pagine per campagne di comunicazione sociale. Contattare la redazione allo +39.02.74.22.22.21

 COOPI – Cooperazione internazionale è una Organizzazione non governativa (ONG), legalmente riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri, secondo la L. 49/1987. Nata a Milano nel 1965, è presieduta da Vincenzo Barbieri, il fondatore che ne ha mantenuto sin dall’inizio il carattere laico e indipendente. Nel 2008, COOPI ha realizzato 185 progetti in 24 paesi del Sud del mondo, raggiungendo quasi 9 milioni di beneficiari diretti. COOPI inoltre ha condotto 32 progetti di Sostegno a distanza in 6 paesi (PerÚ, Senegal, Sierra Leone, Repubblica Centrafricana, Etiopia e Uganda) raggiungendo 1.906 bambini e bambine. L’impegno di COOPI si concentra per il 75% in Africa e per il 18% in America Latina. Gli interventi piÚ numerosi si localizzano in Africa centrale (Repubblica Democratica del Congo – 34 progetti; Ciad e Repubblica Centrafricana –15) e orientale (Somalia –21; Etiopia –14), cioè nelle terre piÚ martoriate dalle guerre e dai disastri che ne conseguono. COOPI si avvale della professionalità di 63 collaboratori in Italia, 161 espatriati e 1.335 operatori locali per contribuire al processo di lotta alla povertà e di crescita delle comunità del Sud del mondo. COOPI lavora da sempre su due campi contemporaneamente: l’emergenza e lo sviluppo. Supporta, cioè, le popolazioni colpite da catastrofi naturali e da conflitti armati e si adopera per innescare lo sviluppo civile, economico e sociale dei popoli piÚ vulnerabili del pianeta. COOPI porta avanti progetti che coprono

piĂš settori in modo integrato e sinergico: agricoltura, formazione, salute, acqua e igiene, servizi socio-economici, assistenza umanitaria, diritti umani e societĂ civile, migrazione: queste le otto categorie a cui si possono ricondurre le iniziative della ONG. COOPI agisce anche in Italia, attraverso una diffusa opera di sensibilizzazione sulle tematiche della povertĂ , della guerra, della pace, dei diritti, della solidarietĂ . Il tutto grazie all’impegno dei volontari, organizzati su base locale e al lancio di campagne di comunicazione ad hoc. Con le aziende studiamo partnership strategiche che valorizzino il percorso di responsabilitĂ  sociale d’ impresa. Il Bilancio di COOPI 2008 ammonta a circa 35 milioni euro, provenienti prevalentemente da autorevoli fonti istituzionali e da piĂš di 15.000 donatori privati. Il 94% dei fondi è stato impiegato negli interventi nel Sud del mondo e il 6% per finanziare la struttura. Tra i principali finanziatori spicca ECHO, il Dipartimento della Commissione Europea per l’aiuto umanitario, che trova in COOPI uno dei maggiori partner in Italia e in Europa. COOPI ama definirsi una “ONG del fareâ€?: da Milano ad ogni parte del mondo, mette in campo professionisti italiani, europei e locali in grado di pianificare interventi di grande impatto e rilevanza. Dal 1965 ad oggi, ha raggiunto 50 paesi, realizzato 700 progetti di sviluppo ed emergenza, coinvolto 50.000 operatori locali, assicurando un beneficio diretto a 60.000.000 di persone.

dm&c online - N. 4/5 2009  

La rivista dmc direct marketing e comunicazione d'impresa

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you