Page 1

Periodico d’informazione della Provincia di Caserta Direttore responsabile, Francesco Marino - Editore, PF edizioni srl, via Daniele, 45 - Caserta - Tipografia, Grafic Processing ACERRA (NA). Testata registrata presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) n. 771 del 30/09/2010 - Per informazioni: 328.3997148 - E-mail: casertafocus@gmail.com - www.casertafocus.net

PDL si sgretola il gruppo consiliare Dopo Palmiero e Del Rosso, pronto a lasciare il gruppo Acconcia. Pag.3

LO UTTARO via tutti i rifiuti La provincia ripulisce l’area del sito di trasferenza e libera la zona dalPag.4 l’immondizia.

LO UTTARO addio digestore Del Gaudio revoca la delibera, ora si cerca un’altra area dove andare a realizzarlo. Pag.6

GLI ASSESSORI si ‘piegano’ a Comes Di Mezza e Casella alla manifestazione organizzata dal coordinatore Pag.7 cittadino.

TUDISCO stop al sacco della città L’assessore defenestrato spara a zero contro sindaco e giunta e parla di Catabulum. Pag.8

GASSIFICATORE no al referendum Antropoli modifica lo statuto comunale e ferma l’iniziativa di Gucchierato. Pag.10

CONGELATO il concorso Il commissario sospende le procedure per il concorso per un funzionario del Suap. Pag.12

Anno III n. 28 14/07/2012 distribuzione gratuita

Trappola policlinico La Cgil: ecco perché l’opera non si farà CaSERTa. Quale sarà il futuro del policlinco? Caserta vedrà mai realizzata quest’opera? Sono questi alcuni degli interrogativi più ricorrenti che vengono posti quando si parla del nosocomio universitario che, allo stato attuale, resta nel libro dei sogni di tutte le amministrazioni che si sono susseguite alla guida della città negli ultimi quindici anni. Non convince, infatti, la ditta a cui è stato aggiudicato l’appalto, dopo tre anni di querelle giudiziarie susseguite alla revoca al consorzio Cogein di Mario Pagano. La società Condotte, al termine della gara d’appalto bandita nel 1999 si è classificata settima, cioé ultima tra le ditte che hanno concorso per la realizzazione del policlinico a Caserta. Tredici anni fa, cioé, la società ha presentato l’offerta più alta di tutti per realizzare l’opera. «Cosa è cambiato oggi affinché Condotte accetti un appalto a condizioni sicuramente più proibitive?». E’ questo l’interrogativo che, in maniera provocatoria, lancia il segretario generale della Fillea-Cgil Mario Martucci. «C’è stata una forte volontà dell’Università affinché Condotte si aggiudicasse l’appalto - ha sottolineato il sindacalista della Cgil - tanto è vero che, non è stata aperta nemmeno la concertazione con i sindacati. Qual è la volontà? Forse non far realizzare il policlinico a Caserta». Martucci circostanzia le sue preoccupazioni con

L’editoriale

Il padrone del consiglio comunale di Francesco Marino

Mario Martucci

dati di fatto. «Rispetto alla gara il costo del lavoro è aumentato in maniera esponenziale così come quello dei materiali - spiega - come è possibile rientrare nei parametri dell’appalto?». Martucci sottolinea che, per rientrare nei costi, Condotte ha due strade. «O scarica il costo del lavoro - riprende - o utilizza materiali non di prima qualità... Sul personale, tra l’altro, la società ha già fatto sapere di non essere intenzionata ad assumere nessuno dei cento lavoratori che lavoravano sul cantiere del policlinico, ma di cedere tutto in subappalto». Anche questa scelta comporta rischi elevatissimi sul futuro dell’opera. continua a pag.2

Può un solo consigliere comunale tenere in pugno un’intera assise? E se sì, è merito suo o demerito degli altri? Per maggiori informazioni chiedere al consigliere e segretario di Futuro e Libertà Luigi Cobianchi e al presidente del consiglio comunale Gianfausto Iarrobino. Il primo monopolizza la scena con interventi lunghissimi, nel consiglio sul bilancio ha parlato per ben quattro ore, il secondo non riesce a contenere la foga del collega della minoranza, perdendo, spesso, di mano le redini del consiglio. Questo tipo di comportamento, ha fatto in modo che, addirittura due gentleman del consiglio comunale come Nello Spirito e Antonio Ciontoli perdessero la pazienza. E, per chi frequenta le stanze di Palazzo Castropignano da anni, si tratta di un evento che, davvero, fa notizia. L’assessore e il consigliere hanno ricoperto sia ruoli di maggioranza che d’opposizione e, al di la dei continua a pag.2


2

14/07/2012

CASERTA

sul lastrico 100 famiglie Inutile la cassa integrazione, i lavori tutti in sub-appalto (segue dalla PrIma) «Chi controlla i lavoratori? - si chiede il segretario della Cgil - chi vigila sul rispetto delle norme di sicurezza, dal momento che non ci siamo fatti dare preventivamente delle garanzie sulla questione del lavoro?». A questa raffica di interrogativi facciamo seguire qualche dato di fatto. Allo stato attuale, Condotte, per circa quattrocentomila euro, sta provvedendo alla pulizia del cantiere che dovrebbe essere pronto per lavorare con il nuovo anno. Martucci, in relazione alla questione dei costi, pone un altro problema. «E se con la variante al progetto che la nuova società ha fatto, Condotte ci chiedesse un adeguamento dei costi? chiede ancora provocatoriamente il segretario del sindacato - una volta firmato il contratto, la società ha tutti i diritti di fare un’operazione del genere. Questo significa esporre il policlinico a nuovi ricorsi che porterebbero alla perdita di danaro pubblico e alla mancata realizzazione del nosocomio universitario. In passato, a nessuna società era stato fatto sottoscrivere l’accordo, ma solo preaccordi che, quindi, consentivano all’Università di poter gestire i fondi stanziati per il policlinico in base a quelli che erano i parametri del 1999.

Proprio per questa pregiudiziale, i due ricorsi della Pizzarotti si sono risolti in una bolla di sapone». Passando alla questione del personale, Martucci si interroga come mai, il rettore Francesco rossi non abbia posto come pregiudiziale l’assunzione di tutti e cento i lavoratori. «Su di loro è stato fatto un lavoro straordinario - ha spiegato - per tre anni, è stata pagata una cassa integrazione in deroga, unico caso in Italia,

sottoscritta con l’allora assessore Corrado gabriele, che legava gli operai alla realizzazione del policlinico. Alla luce della decisione del rettore, dobbiamo dire che è stato sprecato del danaro pubblico...». Martucci spiega come il sindacato abbia chiesto un protocollo di legalità alla prefettura che ancora non è stato accordato. «Sono tre mesi che attendiamo -

conclude - ci auguriamo che ci venga accordato questo strumento nell’interesse dell’opera e dei lavoratori». Piccola postilla. «Con il policlinico vengono conteggiati cinquecento posti letto alla nostra provincia - spiega - che i nostri pazienti, probabilmente non vedranno mai, con tutte le conseguenze sul piano dell’assistenza». Francesco Marino

continua da pag.1 meriti o dei demeriti politici che ciascuno gli vuole riconoscere, si sono sempre distinti per avere un atteggiamento pacato ed equilibrato rispetto alla controparte. Gli interventi di Cobianchi, che brillano per sostanza, dal momento che il consigliere ha sempre pronte contro-relazioni rispetto a tutti gli argomenti in discussione (dalle prime battute sembra così, dal momento che nessuno ad oggi, è riuscito a seguire un intervento per intero per

la sua lunghezza), di certo non eccellono per forma. Non che l’esponente finiano si esprima male, anzi, forse con la sua ricercatezza di vocaboli anche arcaici, è tra i migliori a piazza Vanvitelli, ma per i toni. I continui strali e le continue offese che lancia, sviliscono il suo lavoro di amministratore, è offendono la sala. E, qui, entra in gioco Iarrobino. Il presidente non può e non deve permettere che gli interventi possano essere infarciti di offese contro sin-

daco e assessori. Al suo posto, il molto meno blasonato Biagio Esposito, avrebbe tolto la parola a Cobianchi, così come è successo in passato quando la continenza verbale non è stata adeguata al consiglio. In un momento di grande difficoltà come quello che sta vivendo la città, esasperare i toni non serve a nessuno. Il consigliere Tresca, senza livore, ma con molta decisione, nela stessa seduta sul bilancio, ha messo sul

tappeto questioni serie come l’esternalizzazione dei servizi, i costi del personale, utilizzando un tempo giusto a mantenere l’attenzione e a centrare delle questioni. I sermoni non servono a nessuno...

Il cantiere del policlinico

Per informazioni 328.3997148 casertafocus@gmail.com www.casertafocus.net


CASERTA

14/07/2012

3

pdl si sgretola il gruppo

Dopo Palmiero e Del Rosso, Acconcia pensa alla rottura Caserta. Si sta sgretolando lentamente, ma, inesorabilmente il gruppo consiliare del Pdl. Ad aver aperto il fronte è stato Massimiliano Palmiero, architetto di scuola Forza Italia, legatissimo al segretario cittadino Giovanna Petrenga che ha scelto la via dell’indipendenza per svolgere al meglio la sua funzione di consigliere comunale. Storia personale completamente differente, ma stesse motivazioni per Luigi Del rosso che, pure, nell’ultimo consiglio comunale si è dichiarato indipendente. In fase di meditazione c’è anche un altro pezzo da novanta della squadra del Popolo delle Libertà presente in consiglio comunale. Si tratta di antonello acconcia che, pure, in questo momento, sta vivendo una certa sofferenza tra le fila dei berlusconiani.

Ad un anno dalle votazioni, il fatto che il primo partito in città che esprime il sindaco (Pio Del Gaudio), il consigliere regionale (angelo Polverino) e il deputato (Giovanna Petrenga) si trova in questa difficoltà impone una riflessione approfondita. La distanza tra il gruppo consiliare e la segreteria cittadina, l’impossibilità di rivedere gli assetti dirigenti per la decisione di non celebrare il congresso, hanno, di fatto determinato una fase di stagnazione. In questo quadro, nascono esigenze “scissioniste” che, poi, si esplicitano con le decisioni di Palmiero e Del Rosso e che si sedimentano in un amministratore accorto come Antonello Acconcia. E’, comunque, pronto a correre ai ripari il consigliere regionale Angelo Polverino che sta cercando di recu-

Antonello Acconcia

perare le varie posizioni. Allo stato attuale questi mal di pancia, comunque, non compromettono la stabilità della maggioranza consiliare che è ben salda intorno alla fi-

Luigi Del Rosso

gura di Del Gaudio. Nessuno, infatti, ha intenzione di assumere una posizione differente rispetto a quella della maggioranza nonostante i distinguo fatti in queste ore.


4

CASERTA

14/07/2012

lo uttaro via tutti i rifiuti

La Provincia ripulisce il sito di trasferenza e i capannoni Caserta. La Provincia di Caserta ha definitivamente svuotato il sito di trasferenza situato in località "Lo Uttaro" a Caserta. Numerosi gli interventi compiuti, che hanno consentito di liberare totalmente il sito dai rifiuti abbancati, completando un'operazione iniziata dalla Gisec lo scorso 29 marzo, subito dopo il dissequestro temporaneo del sito da parte dell'autorità giudiziaria, necessario per poter operare. Molteplici sono state le azioni realizzate dalla Provincia di Caserta. In particolare, l'isola ecologica posta all'ingresso del sito è stata completamente liberata dai rifiuti e la viabilità interna perimetrale della stessa isola ecologica è stata ripulita. Sono stati del tutto rimossi i rifiuti, poi, anche dall'interno del capannone dell'impianto di selezione, così come dal primo e dal secondo piazzale di

manovra degli automezzi e dalla zona circostante il capannone. Terminata l'operazione di svuotamento, che ha interessato oltre 4000 tonnellate di rifiuti, il sito di trasferenza de "Lo Uttaro" potrà ora essere affidato al legittimo proprietario, ovvero al Comune di Caserta. «Aver liberato dai rifiuti il sito di trasferenza de Lo Uttaro – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – rappresenta un passo importantissimo nell'ambito di un'operazione di bonifica e risanamento ambientale del territorio che costituisce un'assoluta priorità per l'Amministrazione che presiedo. Sin dal mio insediamento – ha aggiunto Zinzi – la Provincia di Caserta ha lavorato duramente per riscattare questa terra dagli scempi ambientali che ha subito nei decenni passati, quando era considerata un luogo in

Il sito di Lo Uttaro prima della bonifica

cui le altre realtà della Regione e non solo potevano sversare impunemente rifiuti di ogni genere. Abbiamo invertito questa pessima tendenza, ridando dignità al nostro territorio,

portando a termine importanti azioni di bonifica ambientale e allontanando definitivamente lo spettro di un'emergenza rifiuti in provincia di Caserta».

Hai già prenotato le tue vacanze? dici richieizia su c l’ami

Calabria – Club L’Oasi di Caporizzuto dal 30 giugno al 1° settembre 2012 (bambini al 50%) da euro 270 a persona Croazia – Località Novalja 7 notti – partenza del 4 agosto 2012 in bilo 4 (passaggio nave incluso) euro 356 a persona Crociera “Isole Greche” 7 notti – partenze dal 31 luglio al 29 ottobre 2012 da Bari (+ tasse e assicurazione) da euro 370 a persona Isola di Zante – Laganas con voli da Napoli dal 2 agosto fino al 23 agosto 2012 (+ quote d’iscrizione e tasse aeree) euro 385 a persona Messico mare 9 giorni/7 notti da euro 1.090 a persona Speciale Coppie Mauritius 9 giorni/7 notti da euro 1.390 a persona Miami & Crociera Caraibi 11 giorni/9 notti da euro 1.590 a persona ® Offerte speciali Disneyland Paris con bambini gratis fino a 12 anni Offerte speciali per Egitto, Tunisia e Giordania con voli da Napoli

Passa da noi e scopri le migliori offerte presenti sul mercato Caserta – Corso Trieste, 100 - Tel. 0823 323954 – www.idolciviaggi.com


6

14/07/2012

CASERTA

lo uttaro addio digestore

Revocata la delibera, ora si cerca un nuovo sito CASERTA. «Consideriamo fondamentale per il futuro di un corretto ciclo integrato dei rifiuti la realizzazione di un impianto per la produzione di biocarburante ed energia, ma riteniamo necessario individuare un’altra area del territorio per la sua localizzazione»: il sindaco Pio Del Gaudio annuncia così il deliberato della giunta che ha deciso la revoca della delibera 36 del 22 marzo scorso con la quale veniva approvato lo studio di fattibilità per un impianto del genere in un’area di proprietà comunale, individuata nell’ex Macello Comunale. «I motivi della nostra decisione – afferma il sindaco – risiedono essenzialmente nel fatto che sono state avviate le procedure per la caratterizzazione e la bonifica di tutta l’area in cui insiste la zona a suo tempo individuata, che si svolgeranno secondo il Programma Strategico per le Compensazioni Ambientali della Regione Campania. Inoltre, nonostante il comune intento della nostra Amministrazione e di quelle limitrofe di San Nicola La Strada, Maddaloni e San Marco Evangelista per l’opposizione all’attivazione nell’area di un sito privato per il trattamento di rifiuti pericolosi e non, le più recenti sentenze relative ai ricorsi dei Comuni limitrofi non vietano tale realizzazione. In proposito all’area, peraltro, si erano recentemente manifestate la deliberazione del Consiglio comunale, nello scorso novembre, e le iniziative e le petizioni di associazioni spontanee di cittadini, portatori di interessi diffusi in materia di tutela dell’ambiente. Abbiamo pertanto deciso – conclude il sindaco – di considerare ancora una volta prioritario l’obiettivo di garantire in qualsiasi modo e con qualsiasi attività l’interesse primario della salute pubblica, non tutelato dalle attuali pronunzie giurisdizionali, e di non gravare ulteriormente la zona

Massimiliano Palmiero

Franco De Michele

Pio Del Gaudio

Massimiliano Marzo

con un’attività del genere. Al dirigente competente è ora demandata l’individuazione di un’altra area del territorio per l’ubicazione dell’impianto». La decisione di revocare la delibera per l’allocazione del digestore anaerobico all’interno dell’area di Lo Uttaro è stata accolta in maniera positiva dalla maggioranza. In occasione della prima delibera, infatti, Massimiliano Marzo, Saverio Russo e Massimiliano Pal-

miero avevano espresso qualche perplessità sull’opportunità di realizzare l’impianto proprio in quell’area. I consiglieri avevano esposto i loro dubbi sia al dirigente Carmine Sorbo che al sindaco Pio Del Gaudio in appositi incontri. «Ringraziamo il sindaco per aver recepito la nostra istanza – ha esordito il consigliere indipendente Massimiliano Palmiero – e aver revocato la delibera». Palmiero sottolinea come,

dopo questo atto, si apre la fase più difficile, «quella dell’individuazione dell’area», ma che la maggioranza è pronta ad affrontare. «Non siamo contro il digestore – ha detto – riteniamo solo che debba essere realizzato in un’area differente rispetto a quella di Lo Uttaro. Con il sindaco e i dirigenti, dobbiamo avviare uno studio per trovare una soluzione che sia utile per la città». Di tenore completamente differente le dichiarazioni del capogruppo del Pd Franco De Michele. «Ancora una volta avevamo ragione, anche questa cosa non ci rallegra, dal momento che siamo preoccupati per l’incapacità amministrativa che ciclicamente, porta la maggioranza a ritrattare su suoi deliberati». E’ lapidario il capogruppo del Pd Franco De Michele sull’atto approvato dalla giunta. «Abbiamo detto in tutte le salse e in tutte le maniere che quell’impianto lì non si può realizzare – ha specificato – in maniera frettolosa, senza confrontarsi con noi, sono andati avanti e, poi, sono stati costretti a tornare sui propri passi, perdendo del tempo prezioso per la città. E’ un metodo, questo, che abbiamo già visto con i magnifici 7 e il Più Europa e che ha portato i risultati che sappiamo».

Addizionale Irpef 2011, la via per i rimborsi CASERTA. “I cittadini ai quali il sostituto d’imposta ha applicato un’aliquota pari allo 0,8 per cento e che non hanno presentato il modello 730, Unico e/o altri modelli ai fini delle dichiarazioni fiscali per l’anno 2012, relativi ai redditi 2011, possono presentare domanda di rimborso al Comune (Ufficio Unico delle Entrate) allegando copia del CUD 2011 ed una dichiarazione sotto la propria responsabilità, ai sensi dell’art.46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445, che “non è stato chiesto già il rimborso con altre modalità previste dalla normativa in materia”. Lo rende noto l’assessore alle Finanze, Nello Spirito, comunicando le modalità di

rimborso per l’addizionale applicata con un’aliquota pari allo 0,8 per cento nelle dichiarazioni fiscali per l’anno 2012 relative ai redditi 2011. Il problema dell'addizionale Irpef si è posto con la dichiarazione di dissesto e l'aumento dell'aliquota dallo 0,4% allo 0,8. L'aumento, però, è relativo al 2012 e non al 2011 così come è stato applicato in qualche caso. Per tutti quei contribuenti che hanno un commercialista e fanno una dichiarazione dei redditi, è stato semplice individuare l’errore, per gli altri, invece, quei dipendenti statali che non fanno 730, è necessaria la procedura indicata dall’assessore.


APPIA

14/07/2012

7

pd gli assessori si piegano

Di Mezza e Casella alla manifestazione di Comes CASAGIOVE. L’incontro conviviale del Pd di domenica scorsa, che ha avuto come teatro l’oratorio Massimiliano Kolbe, nel centro storico della nostra cittadina, è stato una sorta di prova generale della Festa Democratica, con veri e propri tratti di una festa dell’Unità. Ma è diventata, anche, l’occasione per provare a ricucire i rapporti tra le due diverse anime del partito casagiovese, quella diretta da Carlo Comes, neo segretario eletto senza legittimazione provinciale, e quella di Peppe Di Mezza e Gerry Casella. Durante la serata la tensione si sarebbe potuta tagliare con un coltello, alla vista dell’ingresso dei due assessori, i dirigenti locali del partito sono rimasti letteralmente sbalorditi dai loro occhi, non si sarebbero mai aspettati di incontrare all’evento gli amministratori comunali, scesi dopo un anno dal loro pulpito per imbattersi finalmente con i propri elettori. Di Mezza e Casella sembravano provare a ricucire i rapporti con i dissidenti del Partito democratico di Casagiove. Del resto in consiglio comunale si stanno analizzando importantissimi argomenti, alla cui discussione, però, il partito non è stato invitato; nonostante il confronto interno si sia sempre basato sulle idee, a nessuno degli amministratori è sembrato opportuno cambiare la prospettiva da cui guardare alle problematiche andando a parlare proprio con quella base che ne ha tributato la vittoria elettorale, nell’ottica di ragionare insieme ad ognuno degli iscritti, superando definitivamente il blocco politico. Il congresso, che ha eletto segretario Comes, aveva, di fatto, sancito la spaccatura con l’amministrazione comunale e nonostante si sia annunciato un ricorso per invalidare l’assemblea e rimettere palla al centro, durante l’erudito momento si

I dirigenti cittadini del Pd

sono ritrovati faccia a faccia i vincitori delle elezioni e i dissidenti. Decretando in concreto la legittimazione dell’attuale gruppo politico dirigente.

Ma il messaggio lanciato da Carlo Comes è inequivocabile, sta puntando tutto sui giovani, le donne e la cultura, peraltro il suo modo di agire politico è risaputo, egli è lontano

mille miglia dai giochi e dagli intrallazzi di potere. Il Pd casagiovese ha come unico motore immobile la cultura, intesa come creatrice di una cittadinanza attiva, radicata sul territorio, in grado di sviluppare talenti e creare reti di crescita, come propulsore di quel benessere sociale, ed antidoto alle paure, su cui l’infima politica ha giocato per guadagnare consenso. La passione, messa in campo dai coraggiosi cittadini che formano il gruppo dirigente del Pd locale, pressa perché si costruisca un forte e strutturato tessuto associativo in grado di preservare la rete sociale e di includere le nuove generazioni. Luigi Di Costanzo

Compensazioni, soldi per le strade SAN NICOLA LA STRADA. Ammontano a 540mila euro le risorse che il Comune di San Nicola La Strada riceverà a titolo di compensazione ambientale in seguito a quanto a suo tempo stabilito dall’Accordo Operativo che l’Ente guidato dal sindaco pro tempore siglò con il Ministero dell’Ambiente, il sottosegretario di Stato per l’emergenza rifiuti e la Regione Campania nell’agosto del 2009. La firma rappresentò lo step successivo dell’Accordo che fu siglato nel luglio del 2008 tra i Comuni interessati alla compensazione ambientale ed il sottosegretariato all’emergenza rifiuti. Il Comune di San Nicola La Strada, assieme ai vicini comuni di San Marco Evangelista e Maddaloni, risultò interessato da “particolari situazioni di criticità ambientali in quanto limitrofi ai siti oggetto di discariche dimesse presenti nel territorio del Comune di Caserta”. L’erogazione dei 540.000 euro è in arrivo, ma sarà consegnata solo dietro un progetto. “Il nostro territorio” – ha commentato il sindaco Pasquale Delli Paoli – “ha dato tanto in termini di sacrificio ambientale e la compensazione che ci viene riconosciuta è solo parzialmente soddisfacente. Voglio tra l’altro sottolineare che nell’Accordo del luglio 2008, quando il nostro Comune fu indicato tra i destinatari di compensazione ambientale, le risorse a noi destinate ammontavano ad un mi-

lione di euro. A distanza di tempo scopriamo invece che i fondi sono dimezzati, a conferma evidentemente del fatto che il governo al di là dei proclami di facciata non tiene nella dovuta considerazione il dramma dell’emergenza rifiuti in Campania e quanto le nostre popolazioni abbiano dovuto pagare e ancora stanno pagando in termini di danni ambientali, di salute e, anche, economici. Ci stiamo adoperando” – ha proseguito il primo cittadino – “per preparare un progetto che prevede la asfaltatura di tutta l’arteria stradale che da Via Santa Croce (strada che parte dal palazzo municipale di San Nicola La Strada) arriva sino a via Acquaviva in tenimento di Caserta. Ho già preso accordi in tal senso” – ha concluso Delli Paoli – “Noi provvederemo ad asfaltare la strada che toccherebbe a Caserta ed il costo dell’opera sarà defalcata da quello che spetta pagare all’amministrazione comunale sannicolese”. Insomma, si tratta di un’importanza opera pubblica che non potrà che far piacere ai sannicolesi ed ai casertani se considerate lo stato in cui si trova attualmente via Acquaviva e via Santa Croce. Dopo i tanti problemi, finalmente, i cittadini di San Nicola potranno godere dei benefici di quegli impianti. Nunzio De Pinto


8

14/07/2012

S. MARIA C.V.

tudisco il sacco della città

L’ex assessore punzecchia Di Muro e giunta e lancia Catabulum SANTA MARIA CAPUA VETERE. E' uno dei personaggi più discussi della politica sammaritana. La vicenda personale e politica di Mario Tudisco ha riempito i giornali e ha caratterizzato la discussione politica degli ultimi mesi. Assessore alla cultura apprezzato da cittadini e opposizione, il sindaco Biagio Di Muro gli ha poi revocato le deleghe lasciando tutti nello stupore generale. A dargli il cambio è arrivato il giovanissimo assessore Busico. Mario Tudisco, la sua esperienza da assessore continua nel mondo associazionistico? Ci spieghi il perché di Catabulum... «L’Associazione Catabulum sorge poiché io sono stato pressato da numerosi amici e da altrettanto numerosi collaboratori del mio assessorato per fare in modo che tutte le iniziative che avevo in cantiere in qualità di delegato del sindaco fossero, nel limite del possibile, realizzate. Quindi questo sodalizio civico nasce dalla esigenza di dare un senso e una continuità al mio anno di assessore». L'associazione, di cui lei è presidente, sta facendo discutere. Come è stata accolta Catabulum dai sammaritani? «Direi molto positivamente in quanto, nonostante siamo ancora in una fase iniziale e organizzativa, abbiamo ricevuto circa un centinaio di richieste di adesione. Questa è la prova provata del grande amore che i sammaritani nutrono per l’arte, l’archeologia e la cultura in senso generale. Detto questo, abbiamo ricevuto richieste di adesione anche da non sammaritani interessati a scoprire le preesistenze archeologiche dell’Antica Capua che opportunamente valorizzate farebbero impallidire anche Pompei. Sono poi contentissimo per l’alto tasso di iscrizioni femminili». Molti sono rimasti scandalizzati da quella che è stata definita una vera e propria defenestrazione.

Ora, a mente fredda, come commenta la sua sostituzione nella scuderia di Di Muro? «Se la gente, come risulta anche a me, è rimasta scandalizzata dalla mia defenestrazione vuol dire che in precedenza ci deve essere stato un apprezzamento per le attività svolte. A mente fredda ancora mi sembra strano che lo stesso Sindaco che rifiutò le mie dimissioni spontanee poi mi abbia revocate le deleghe. Sicuramente avrà ricevuto pressioni in questo senso; altrettanto sicuramente posso affermare che con me Assessore non c’è stato nessun spreco di denaro pubblico… ». Sul perché della sua sostituzione c'è stato un gran caos. Oggi pare quasi ovvio che la causa della sua "cacciata" sia legata al risultato elettorale. Si sente fuori dall'amministrazione per colpa di una contrattazione politica? «Non saprei. Più di qualche contrattazione politica, punterei l’indice sul comitato d’affari trasversale che si è preoccupato perché ho messo il naso dove non dovevo metterlo. Vedi la questione Catabulum e la richiesta della Mappa Archeologica alla Soprintendenza». Che idea si è fatto del neo assessore Busico? «Nessun idea. Oggettivamente si è insediato da poco. Anche se, l’anno scorso, in meno tempo avevo io già organizzato la manifestazione “La musica che gira intorno”. Diciamo che sono curioso di sapere quali saranno le attività del mio successore… ». Crede che un assessore così giovane saprà valorizzare il patrimonio culturale di Santa Maria? «Non penso che il fattore anagrafico sia importante quanto si tratta di amore per la propria città. Piuttosto dubito che lui possa avere uno spazio di agibilità politica e amministrativa che gli consenta di produrre attività apprezzabili».

Mario Tudisco

I vertici del Pdl sammaritano hanno dichiarato che lei è stato "il miglior esponente dell'amministrazione comunale, o almeno il meno peggio". Così facendo la minoranza ha duramente criticato la scelta di Di Muro. Crede che la sua vicenda personale sia stata strumentalizzata? «Non penso che ci sia stato un intento di strumentalizzazione anche perché, dopo il PDL, ho ricevuto attestati di stima anche dall’UDC e da un altro consigliere di minoranza». Come giudica l'operato di Di Muro? E i rapporti tra assessori e sindaco? «L’operato del sindaco mi sembra insoddisfacente, non fosse altro che fino ad ora non ha realizzato nessuno dei punti programmatici salienti. Penso, inoltre, che la Giunta non abbia in se le competenze e le professionalità necessarie per assicurare un buon governo alla città. E tutto questo, per giunta, nel periodo storico più importante di Santa Maria Capua Vetere. Occorrerebbe una maggiore qualità dell’esecutivo citta-

dino». Si sta discutendo molto della nomina del comandante De Rosa... Lei che opinione si è fatto in merito alla faccenda? «Sono contento del rientro a Santa Maria del comandante De Rosa. Trovo, infatti, ingiusto che lui sia stato l’unico esodato!». "Il sacco dell'Antica Capua", una battaglia che sta portando avanti con molta tenacia, sabato ha annunciato un'altra interrogazione parlamentare... Ci spieghi la vicenda... «Il sacco dell’Antica Capua è iniziato durante il secondo mandato del sindaco Iodice. Poi è continuato sotto l’amministrazione Giudicianni e ora sta continuando con la consiliatura Di Muro. E questo perché molti dei protagonisti sono ancora in gioco anche se sotto mentite spoglie. La mia Interrogazione parlamentare aveva un doppio scopo: da un lato, fare luce su quanto accaduto in città; dall’altro canto arginare eventuali nuove speculazioni». Matteo Donisi


Hyundai raccomanda

Hyundai

a 9.790* euro. Suona bene.

Hyundai i20 Sound Edition: tutta un’altra musica. Con Pioneer Multimedia System made for iPod, navigatore, **** cerchi in lega, ESP, frecce integrate, clima di serie, 5 anni di Tripla Garanzia a km illimitati, anche GPL: solo 26 euro per un pieno**. Oggi può essere tua con un Finanziamento con rate*** da 60 euro al mese, TAEG 8,52.

Vieni a provarla in tutte le Concessionarie Hyundai o prenota un test drive su www.hyundai-motor.it

i20 Sound Edition: consumo urbano/extraurbano/combinato (l/100km) max: 6,5/4,3/5,1. Emissioni CO2 max (g/km): 119. * Prezzo riferito a i20 Sound edition 1.2 5 porte in caso di permuta di un veicolo usato o la sua rottamazione. Per vetture disponibili a stock al 30/07/2012 da oltre 60 gg. e con immatricolazioni entro il 31/07/2012 **Annuncio pubblicitario con finalità promozionale. Esempio rappresentativo di finanziamento: Hyundai i20 Sound Edition 1.2 5 porte: Prezzo €9.790 anticipo €2.790: Importo Finanziato €7.000 in 84 mesi; importo totale dovuto dal consumatore €9.761,10; ammontare delle prime 36 rate mensili €60 + successive 48 rate mensili €153,45; tasso di interesse TAN 7,50% (tasso fisso) Tasso annuo effettivo globale TAEG 8,52% (tasso fisso); spese comprese nel costo totale del credito: interessi €2.525,60, istruttoria €0, spese incasso rate €2,50 cad a mezzo rid, produzione e invio lettera conferma contratto €1,00; comunicazioni periodiche €1,00 cad (almeno una volta l’anno); imposta sostitutiva/di bollo €17,50. Non è necessario sottoscrivere contratti relativi a uno o più servizi accessori connessi con il contratto di credito (ad esempio una polizza assicurativa), questi contratti, se proposti al cliente, sono facoltativi. Offerta valida dal 01/07/2012 al 31/07/2012. Condizioni contrattuali ed economiche nelle “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” disponibili presso i Concessionari. Salvo approvazione di Santander Consumer Bank.***Tutte le informazioni relative al kit GPL presso le Concessionarie Hyundai. Prezzo GPL riferito a luglio 2012. ****Condizioni e limiti della garanzia su http://www.hyundai-motor.it/postvendita/garanzia.aspx. La Garanzia proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture.


10

14/07/2012

CAPUA

referendum inammissibile

Il nuovo statuto lo vieta, inutili le firme sul gassificatore CAPUA. Non ci potrà essere alcun “referendum” cittadino sul gassificatore. Lo strumento referendario, infatti, non è contemplato dal nuovo Statuto Comunale che ha ricevuto il definitivo “via libera” dal consiglio. La possibilità, per i cittadini, di raccogliere le firme e, quindi, di chiedere la convocazione di un referendum su questioni di interesse locale, è sostanzialmente preclusa dal nuovo regolamento. La mozione, presentata dal consigliere del centrosinistra Tonino Gucchierato, di inserire nel documento, prima dell’approvazione definitiva, lo strumento referendario, è stato bocciata dalla maggioranza di centrodestra. Non senza qualche eccezione. Sulle posizioni di Gucchierato, infatti, si è ritrovato il gruppo dell’Udc. Fabio Buglione e Gaetano Caputo hanno espresso il loro voto favorevole alla mozione del centrosinistra. Mozione che non ha raccolto però i voti sperati, compresi quelli del gruppo consiliare del Popolo delle Libertà. Giuseppe Chillemi, Salvatore Caruso e Carmela Del Basso, hanno preferito chiudere alla proposta di Gucchierato, rimandando la discussione, probabilmente, a tempi migliori. La posizione che avrebbe assunto il Pdl era particolarmente attesa in quanto i consiglieri azzurri, sono stati sempre molto critici sull’insediamento del gassificatore, dimostrando una vicinanza o quanto meno una sintonia con i movimenti e i comitati più o meno spontanei, sorti sul territorio per contrastare la scelta dell’amministrazione comunale. Comitati e cittadini che vedevano nel referendum una possibilità per far esprimere democraticamente tutti i cittadini ed incidere, così, sulla scelta fatta dall’amministrazione comunale. La decisione del consiglio sicuramente provocherà grande delusione tra i componenti e i sostenitori del movimento “No Gas” che in questi mesi hanno messo in piedi

Tonino Gucchierato

una serie di iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sulle tematiche ambientali ed in particolare sugli impianti per il trattamento dei rifiuti. Con la decisione presa dal consiglio

comunale, i cittadini capuani non avranno a disposizione uno strumento importante, come il referendum, che è contemplato nei regolamenti di molti enti locali come

nello stesso comune capoluogo. Lo statuto comunale, prima dell’approvazione in consiglio, è passato al vaglio dell’apposita commissione dove, sempre il consigliere Gucchierato aveva tentato, senza successo, di presentare lo stesso emendamento per inserire il referendum “popolare”. L’iter burocratico è proseguito con la supervisione dei responsabili e dei dirigenti delle varie aree dell’Ente per poi approdare in consiglio. Non è da escludere, comunque, che l’iniziativa possa essere ripresa, ripartendo proprio dai lavori della commissione. Lo Statuto, nel suo complesso, è stato approvato con i voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza e con l’astensione del rappresentante del centrosinistra. Mimmo Luongo

Consuntivo, Antropoli sotto di 5 milioni capua. cinque milioni di debiti. Si è chiuso così il conto consuntivo relativo all’esercizio finanziario del 2011. Il comune dovrà ore correre ai ripari e per far rientrare il debito dovrà necessariamente, così come annunciato dagli amministratori, tagliare la spesa. Intanto è scontro nella maggioranza del sindaco carmine antropoli proprio sul documento economico Il pdl e l’udc, infatti, non hanno preso parte alla riunione dell’esecutivo dove è stato approvato il rendiconto finanziario relativo all’esercizio 2011. La mancata condivisione del provvedimento, da parte dei due importanti partiti della coalizione amministrativa, hanno acceso ulteriormente gli animi, già particolarmente infuocati, negli altri partiti. alla riunione di giunta, infatti, non c’è stata la partecipazione degli assessori antonio Minoja (pdl) e Gaetano Ferraro (udc). un segnale, probabilmente, lanciato al sindaco carmine antropoli e al resto dei partiti della coalizione. Il documento finanziario, dopo l’approvazione della giunta, dovrà essere portato all’attenzione del consiglio comunale che con molta probabilità si svolgerà il prossimo 31 luglio. a farsi portavoce del malumore, nato a seguito della mancata partecipazione in giunta degli assessori antonio Mi-

noja (pdl) e Gaetano Ferraro (udc) è il consigliere del Nuovo psi Marco Ricci che si è occupato proprio del bilancio consuntivo e sta predisponendo gli atti per il previsionale. “arrivati a questo punto – afferma Ricci - è urgente procedere ad un chiarimento nella maggioranza perché non è possibile che su scelte importanti e decisive per la vita della stessa amministrazione c’è chi si tira indietro. Non è più possibile consentire la politica del doppio binario. In questa vicenda ci sono colleghi, come quelli di capua Fidelis e di capua per la Libertà che responsabilmente hanno approvato il documento finanziario mentre altri, come quelli del pdl e dell’udc che hanno preferito sottrarsi alle loro responsabilità di amministratori. Il Nuovo psi, unitamente a capua per la Libertà e a capua Fidelis, si farà promotore, nei prossimi giorni, di azioni forti che dovranno necessariamente portare ad un chiarimento definitivo della maggioranza. per il bene dell’amministrazione vanno chiariti i ruoli. E’ giunto il momento di dire se si sta con l’amministrazione o contro”. per il rientro del debito il comune dovrà ridurre la spesa per cercare - come sottolinea Ricci - di arrivare al pareggio entro 36 mesi». M.L.


MADDALONI

14/07/2012

11

rifiuti parte la repressione

Bove è categorico: sanzioni pesanti per chi non differenzia MADDALONI. Assessore Bove, a che punto è la raccolta differenziata? «Guardi la media complessiva è di gran lunga superiore al 40% ed ogni mese cresce sempre di più. Le preannuncio che i dati in riferimento al mese di Giugno 2012, sono convinto, supereranno il 45% di raccolta differenziata. I cittadini stanno collaborando, a parte qualche sparuto delinquente che deposita in maniera abusiva i rifiuti; e poi, l’amministrazione comunale e il Sindaco in testa stanno e stiamo impiegando il massimo delle energie su tale fronte». Dopo la lettera inviata ai residenti di via Roma, avete avuto risultati? «La lettera è successiva ad una riunione che già fece il sindaco con tutti gli amministratori di condominio; poi siamo partiti da due zone, via Roma e via Libertà, e sono diversi i parchi che si stanno adeguando. Ma dalla settimana prossima partiremo a controllare realmente se si sono adeguati o meno. Stiamo facendo prevenzione, ma sta arrivando anche il giorno in cui ci sarà la giusta repressione e le dovute sanzioni per coloro che non si adegueranno. Dobbiamo raggiungere prima il 50% e poi il 70, 80%. Ce la dobbiamo fare». Pensate a sanzioni punitive nei confronti di chi non rispetta la differenziata? «Faremo i dovuti controlli e ho già avuto un incontro con il Comandante della Polizia Municipale e l’assessore al ramo per potenziare il nucleo ecologia della P.M. Il territorio è vasto e va controllato; stiamo pensando di aumentare la tassa sui rifiuti per chi non fa la differenziata, oltre alle sanzioni previste per legge; ma presto approveremo anche un progetto di etichettatura e di codici a barra con misure di incoraggiamento e di premio per coloro che fanno la differenziata». Non crede che enti come la Provincia, vi debbano dare una mano

maggiore su questo versante... «Indubbiamente dovrebbe darci una mano. Così come anche la Regione; il problema è che spesso la sussidiarietà istituzionale è solo decantata, ma tuttavia il dialogo è costante, anche con la Provincia, e a breve faremo delle iniziative congiunte, in tal senso». Come si regolerà sulla Tarsu? «Dal gennaio 2013 non ci sarà più la Tarsu ma cambierà la disciplina e quindi anche il nome; dobbiamo fare di tutto per arrivare ad applicare un principio: la tassa sui rifiuti si paga in base alla produzione dei rifiuti e non in base ai metri quadri dell’appartamento. Magari un pensionato, vedovo, che vive in una casa di 100 metri quadri paga più Tarsu di una famiglia di 4 persone e che sicuramente produce più rifiuti. Così non va». Sul foro Boario il sindaco Cerreto ha dichiarato che la bonifica rischia di essere compromessa da intoppi amministrativi, li avete risolti? «Ci siamo recati a Napoli, io e il Sindaco Cerreto, all’assessorato all’ambiente per tale questione. Siamo

Luigi Bove

ottimisti e noi come Comune stiamo facendo l’impossibile, nell’alveo delle nostre competenze, di far procedere alla bonifica. Abbiamo elementi certi per poter dire che per la fine di ottobre, la bonifica si farà». Via Sauda? «Via Sauda, la vicina via dell’Oliveto insieme a via Libertà saranno oggetto, quanto prima, della realizzazione della rete fognaria (che non è mai esistita), delle relativa caditoie. Progetto che rientra nelle compensa-

zioni ambientali, extra legem, che la Cementir dovrà dara al Comune. Ricordo a me stesso, che la Cementir è stata autorizzata dalla Regione Campania, non dal Comune, a proseguire le proprie attività. Via Sauda avrà la rete fognaria che non ha mai avuto e che ora, con questa amministrazione comunale guidata da Cerreto, riuscirà ad avere. Ma su via Sauda ci saranno anche altri ragionamenti di natura ambientale che saranno fatti in questa consiliatura».

Differenziata, si parte anche in Comune MADDALONI. “Raccolta differenziata anche presso gli uffici comunali”, è l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Maddaloni, quindi del Sindaco Cerreto e dell’assessore all’ambiente Luigi Bove. Quest’ultimo, infatti, ha protocollato la seguente nota, indirizzata alla segretaria comunale, ai dirigenti comunali, ai responsabili degli uffici e dei servizi nonché ai responsabili delle istituzioni del comune. Ecco il testo della nota “il sottoscritto Luigi Bove, assessore comunale all’ambiente e all’ecologia del Comune di Maddaloni, con la presente, chiede alle SS. LL in indirizzo di predisporre quanto necessario per organizzare appositi contenitori per la raccolta dello smaltimento dei rifiuti, in modo particolare carta, plastica e indifferenziato, al fine

di adeguarsi alle direttive vigenti in materia di raccolta differenziata. Si rammenta di invitare il personale addetto alla pulizia dei locali a seguire il calendario di smaltimento dei rifiuti. Si ricorda, infine, che questa amministrazione comunale sta chiedendo a tutti i cittadini di rispettare le norme che regolano la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti”. Il consigliere comunale del Pdl Giuseppe Di Nuzzo dichiara “ci stiamo rivolgendo alla città, con ottimi risultati, e quindi è necessario che anche gli uffici comunali diano il loro forte e valido contributo per il raggiungimento di percentuali altissime di differenziata. E’ necessario non solo per rispettare le normative vigenti ma anche per un ragionamento di reale vivibilità”.


12

14/07/2012

MARCIANISE

congelato un concorso

Sospesi i colloqui per il funzionario del Suap MARCIANISE. Sta cominciando a prendere forma la macchina amministrativa targata Umberto Cimmino. Il commissario, da un paio di settimane alla guida del Comune di Marcianise dopo le dimissioni non rientrate del sindaco Antonio Tartaglione, sta puntellando l’ente in modo da poterlo amministrare nel migliore dei modi in attesa della prossima tornata elettorale. Prima particolarità di Cimmino è la scelta dei vicecommissari che lo affiancheranno. Sono tre e non due come succede di solito. Si tratta Gaetano Cupello, Vincenzo Lubrano e Luigi Colucci. C’è particolare attenzione proprio interno alla figura di Colucci, dal momento che, tra i quattro, è quello che ha delle competenze professionali “più marcate” se così si può dire rispetto agli altri. Colucci, infatti, è esperto in materia finanziaria tanto che, in passato, ha ricoperto il ruolo di commissario ad acta sul bilancio a Casal di Principe. Probabilmente toccherà a lui vedere il bilancio che l’amministrazione Tartaglione si sarebbe apprestata ad approvare in questi giorni se non fosse intervenuto lo scioglimento del consiglio comunale. La situazione del Comune di Marcianise, non è delle migliori, come quella di tutti i Comuni d’Italia, nonostante la giunta guidata dal medico non abbia effettuato “spese folli”, ma, anzi ha tenuto sempre particolarmente sotto controllo la gestione dei bilanci. In queste prime giornate senza politica, sono stati adottati già dei provvedimenti. In primo luogo i commissari hanno deciso di sospendere le procedure per l’assegnazione di un posto di istruttore direttivo categoria D da assegnare al Suap. I prefetti hanno deciso di rinviare a data da destinarsi la selezione orale alla luce delle leggi sullo spending

Il Comune di Marcianise

review introdotte dal governo Monti per la riduzione della spesa delle amministrazioni locali. I colloqui orali si sarebbero dovuti svolgere il prossimo 17 luglio presso la sede del Comune di Marcianise. Cimmino e i suoi attendono segnali dal nucleo di valutazione per capire come si dovranno muovere rispetto a questo concorso. Resta, invece, per il momento in piedi il concorso per l’individuazione di un funzionario caposervizio del settore pensioni e trattamento fiscale e contributivo del personale dipendente. Tutti coloro che hanno intenzione di partecipare hanno ancora pochi giorni di tempo presentare le domande presso gli uffici del Comune di Marcianise. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore quando sarà possibile conoscere anche le altre decisioni che andranno ad assumere i commissari prefettizi in relazione alla gestione della macchina comunale. Le forze politiche sia di centrodestra che di centrosinistra sono attente ad osservare che l’operato dei commissari sia impeccabile. Non avendo un “nemico” politico, infatti, in questo momento i partiti sono attenti alle scelte della parte tecnica per poter impostare in un senso o in un altro la loro campagna elettorale.

La calma apparente che c’è in questo momento, infatti, sul piano politico, nasconde tutta una serie di movimenti sotterranei che verranno fuori immediatamente dopo la pausa estiva con l’inizio delle schermaglie per la conquista della fascia tricolore a Marcianise.

Le forze in campo sono talmente eterogenee e poco amalgamate tra loro che c’è la possibilità di vedere qualsiasi tipo di schieramento nella prossima tornata amministrativa nella città di Marcianise. Bisogna solo attendere. P.F.


NUOVA CHEVROLET AVEO 5 PORTE. • 4 ANNI INTERESSI ZERO • 10 ANNI GRATIS FURTO E INCENDIO

DA

9.700 € , COMPLETA DI TUTTO.

DI SERIE: 5 PORTE, CLIMA, RADIO CD/MP3, CRUISE CONTROL, 6 AIRBAG, ESC, TCS, 5 STELLE EURO NCAP. FINANZIAMENTO: TAN 0% - TAEG 2,87%

www.chevrolet.it | Call Center Clienti 800.011.943

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale: Aveo 1.2 70cv LS clima, chiavi in mano IPT esclusa: 9.700€. Anticipo 1.700€. 48 rate mensili da 172,92€ TAN fisso 0%, TAEG 2.87%. Durata del contratto 48 mesi. Spese istruttoria 300€; imposta di bollo 14,62€; spese di incasso rata 3€; spese invio rendiconto 1,20€ oltre bollo. Importo totale del credito 8.300€ comprensiva di copertura importo totale dovuto 8.470€. Coperture assicurative disponibili a richiesta. Max finanziabile 8.300€. Salvo Approvazione Fiditalia Spa. Offerta valida fino al 31/07/2012 per le concessionarie aderenti. Immagine inserita a scopo illustrativo I Concessionari Chevrolet operano quali intermediari del credito in regime di non esclusiva con Fiditalia Spa. Consumi (ciclo combinato l/100km): da 3,6 a 6,8. Emissioni CO 2 (g/km): da 95 a 159.

ROBERTO CAPITELLI s.r.l.

Via Galatina Est, 240 - S. Maria C.V. (CE) Tel. 0823.810048

GIRGI 2

Via Nuova del Campo, 28 - NAPOLI - Tel. 081.7809050 M. da Caravaggio, 186 - NAPOLI - Tel. 081.623261


14

SPORT

14/07/2012

casertana vince verazzo

Stana i compratori, iscrive la squadra e diventa il salvatore CASERTA. Verazzo è il vero vincitore del braccio di ferro che dura ormai da qualche settimana. Il presidente della Casertana ha stanato i possibili acquirenti del club, li ha portati sulla pubblica piazza, ne ha svelato la consistenza, uscendo a testa alta con l’immagine celestiale di unico salvatore della patria. L’intelligenza e la lungimiranza, che va riconosciuta al costruttore di Casal di Principe senza timore di essere tacciati di piaggeria davanti a dati di fatto oggettivi, nel condurre la trattativa ha riportato in auge la figura di

un patron, che aveva avuto problemi con una seppur piccolissima minoranza di supporters dei falchetti. Ad oggi la Casertana esiste ancora perché la famiglia Verazzo ha presentato la domanda di iscrizione, anche se parziale. Poi entro il 23 luglio si dovrà formalizzare la partecipazione al prossimo torneo. L’attuale proprietà ha quindi garantito un extra time ai possibili interessati all’acquisizione delle quote. Poi arriverà il fatidico lunedì, giorno della possibile santificazione di Francesco Verrazzo, quando tutti

coloro che amano il vessillo rossoblù non potranno che onorare l’unico ‘folle’ in grado di accollarsi la responsabilità di portare avanti il calcio a Caserta. A quel punto, non ci sarà spazio per repliche. Non sarà più consentito ascoltare il fiato filtrato dai vecchi tromboni che ancora assiepano le tribune del Pinto, anche se confinati in una piccola minoranza neanche più rumorosa. Ed a Verazzo dovremmo dare atto di essere riuscito a diventare uno dei presidenti più popolari della storia del club al pari di Moccia e Cuccaro,

pur senza aver vinto nulla a differenza degli illustri predecessori. Un virtù non da pochi in una città senza uomini capaci di guardare oltre all’oggi. Noi lo facciamo prima del tempo, col pericolo di smentita ma con il coraggio di rischiare anticipando lo scenario che si prefigurerà. Verazzo sarà acclamato come il giusto eroe della causa rossoblù e tutti dovremmo ringraziarlo quando i falchetti otterranno una salvezza anticipata e tranquilla in Serie D. Prendere o lasciare. Viva i casertani. Nicola Maiello

juve ecco i primi 2 colpi

CASERTA. Vi avevamo anticipato, cari lettori, che il mercato della Juve sarebbe entrato nel vivo verso la prima decade di Luglio, e così è stato, perchè in questa settimana il sodalizio di Pezza delle Noci ha ufficializzato ben due colpi di mercato, i primi due volti nuovi della stagione 2012/2013: Stevan Jelovac e Stefano Gentile. Jelovac è nato a Novi Sad l'8 Luglio del 1989, è un'ala/pivot di 208 cm per 100 kg: dopo gli inizi nella formazione locale dello Sport Key, ha esordito in Lega Adriatica col Partizan Belgrado. La stagione successiva (2008/2009) la gioca sempre a Belgrado, ma nel Vizura, dove produce 7.5 punti e 3.2 rimbalzi di media. Nel 2009/2010 resta al Vizura e i numeri crescono: 14.3 punti e 6.1 rimbalzi di media in 23 partite, che gli valgono la chiamata della Stella Rossa. Coi biancorossi disputa 8 partite, prima di tornare al Vizura dove, nel 2010/2011, fa registrare 13.4 punti e 6.3 rimbalzi in 33 partite giocate. La scorsa stagione lascia la Serbia e vola in Turchia, dove gioca nell'Antalaya Buyksehir Belediye con 11.8 punti e 4.7 rimbalzi, cifre prodotto in appena 16.5 minuti di utilizzo medio. Agli occhi risaltano il 60% nel tiro da 2 e il quasi 37% nel tiro da 3, percentuali assolutamente atipiche per un lungo. Jelovac s'è legato alla Juve Caserta per i prossimi due anni. L'altro nuovo innesto è Stefano Gentile: il non ancora ventitreenne play maker maddalonese si legherà, col sodalizio bianconero, per un anno. 191 cm per 90 kg, cestisticamente cresciuto a Maddaloni e Caserta, dove ha svolto la trafila giovanile, nell'estate del

Sacripanti

2006 gioca ad Imola, in Legadue. La stagione successiva è quella dell'esordio in serie A, visto che va a giocare nell'Olimpia Milano dove, però, colleziona appena 7 presenze. E' il momento di fare esperienza, di crescere e maturare: la stagione 2008/2009 la trascorre ad Ostuni, in B1, dove produce 6.1 punti in circa 17 minuti di impiego medio. E' ancora in B1, nel 2009/2010, quando lo preleva l'Aquila Trento, allora allenata da Vincenzo Esposito. Il ritorno in Legadue avviene il 6 Luglio 2010, quando lo prende Casale Monferrato, con cui sarà protagonista di una cavalcata trionfale che culminerà con la storica promozione, in serie A, dei piemontesi. A Casale ci resta anche nella stagione appena conclusa, sfortunata per i rossoblù, che chiudono ultimi in classifica e retrocedono in Legadue: per Stefano Gentile ci sono 6.6 punti e 1.7 as-

sist in 17.7 minuti di impiego medio. Messi a segno i primi due colpi, coach Sacripanti (impegnato con la nazionale Under 20 negli Europei di categoria, che si svolgeranno, in Slovenia, dal 12 al 22 Luglio e che vedranno, tra i protagonisti, Salvatore Parrillo e Dario Cefarelli, a cui va un grande in bocca al lupo) è pronto a dare l'assalto al play maker che dovrà rimpiazzare Collins, emigrato in Turchia, al Graziantepspor. Il nome venuto fuori è quello di Corey Fisher: classe 1988, prodotto di Villanova University, nella scorsa stagione è stato compagno di Jelovac all'Antalaya, dove ha prodotto 17.2 punti, 4.4 assist e 3.5 rimbalzi di media a partita. Ma, nelle ultime ore, l'interesse per l'ex Villanova sembra essersi affievolito, con Nic Wise che è il nuovo nome, alla ribalta, per il regista: 25 anni, 178 cm per 80 kg (fisicamente ricorda tantissimo Collins), prodotto di Arizona University, nell'ultima stagione ha giocato in Francia, col Le Havre, dove ha prodotto 15.1 punti e 5.6 assist di media. Caldissima la pista play maker, mentre sembra essersi raffreddata quella che porta ad Aaron Harper, con Sacripanti che ha smentito, per ora, l'interesse al giocatore, quando il suo entourage aveva addirittura fatto trapelare un'offerta da parte della Juve Caserta. Ci sono, poi, le riconferme che ballano: quasi sicure quelle di Doornekamp e Stipanovic, un pò meno quella di Righetti, con la suggestione Mordente sempre di moda se Alex dovesse rifiutare la proposta di rinnovo dei bianconeri. Francesco Padula


Caserta&dintorni

Sagra pettole e fagioli Il 15 luglio la diciannovesima edizione

casagiove. Tutto pronto per la diciannovesima edizione della sagra delle Pettole e fagioli a Casagiove. Il ristorante Le Quattro fontane con la Pro loco di Casagiove hanno dato vita, anche quest’anno, ad un evento che coniuga intrattenimento e buona cucina, ottimi per trascorrere nel migliore dei modi queste sere di inizio estate. L’appuntamento è per domenica 15 luglio in via Quartier vecchio che, per l’occasione, sarà allestita a festa. Saranno realizzati punti di ristoro dove sarà possibile gustare alcune delle specialità dello storico ristorante di Casagiove. Oltre alle pettole e fagioli, protagoniste assolute della serata, infatti, sarà possibile mangiare le famosissime polpettine di baccalà, vera e propria esclusiva del ristorante Le Quattro fontane. Inoltre, è previsto l’angolo del maialino nero, dove sarà possibile assaggiare i prelibatissimi salumi e la salsiccia. A completare il quadro una fetta di anguria fresca, il tutto innaffiato da dell’ottimo vino. A fare da sottofondo a queste prelibatezze gastronomi-

15

Gli appuntamenti... Musica, spettacolo nel segno dell’ambiente Tre giorni di arte, musica spettacoli e di convegni dedicati al problema della questione ambientale, con lo scopo di veicolare attraverso l’intrattenimento messaggi alternativi e informazioni precise e puntuali relative a questa problematica globale. La manifestazione si svolgerà il 20, 21 e 22 luglio a Parete nel parco verde della scuola media M. Basile. Il programma è ricchissimo: sono previsti percorsi di conoscenza sulla macchia mediterranea, laboratori di riciclo creativo e momenti di approfondimento ai quali parteciperanno esperti della materia.

Mostra dell’artigianato in piazza Mazzini

che della buona musica che trasformeranno l’area di via Quartier vecchio, nelle strade della festa. Ce n’è per tutti i gusti e tutti i palati che potranno godere in una serata di divertimento delle pietanze de Le Quattro fontane. G.L.

De Gregori e la Vanoni al Belvedere caseRTa. si registra un grande entusiasmo per la prima edizione del “Festival della solidarietà”, che si terrà dal 16 al 24 luglio presso la splendida cornice del Real sito del Belvedere di san Leucio - caserta. L’evento filantropico organizzato con grande impegno dall’aoRN “s. anna e s. sebastiano” di caserta, diretta dal dr. Francesco Bottino, sta suscitando notevole interesse nella popolazione casertana, non tanto per la partecipazione alla kermesse di autentiche icone della musica italiana come Francesco De gregori e ornella vanoni, dell’esuberante comico Francesco Paolantoni, dell’intramontabile antonella D’agostino e della giovane e rinomata orchestra sinfonica di shenzhen, ma quanto per le finalità unicamente benefiche della manifestazione volte al miglioramento della sicurezza sanitaria ed il confort dei pazienti pediatrici, cardiologici ed oncologici. gli introiti della manifestazione saranno straordinari e pertanto destinati ad un uso di attività assistenziali non ordinarie per i malati; ad esempio per i cardiopatici affetti da scompenso cardiaco si avrà la possibilità di una dimissione anticipata

14/07/2012

e protetta del paziente, che verrà seguito al suo domicilio con un sistema di telemedicina che monitora i parametri cardiaci: frequenza, pressione ed eventuali aritmie. il Festival vedrà il coinvolgimento di numerosi giovani che cogliendo l’occasione per offrire un gesto di solidarietà, organizzeranno workshop trattanti il tema del miglioramento degli aspetti relazionali tra operatore sanitario e paziente. ad arricchire l’offerta culturale ed artistica sarà allestita presso il “Real sito del Belvedere di san Leucio la Mostra d’arte contemporanea “ Moriae encomium, arte e creatività”. caserta rivivrà con questo evento unico un ritorno alle origini, alla semplicità della gente e all’aiuto reciproco, già manifestato dai tanti casertani che hanno acquistato gli abbonamenti, esauriti in alcune biglietterie e oramai disponibili solo presso la Uoc di comunicazione e Marketing dell’azienda ospedaliera di caserta. Non resta che correre ed acquistare i biglietti per gli ultimi posti disponibili per poter essere presenti a questa meravigliosa manifestazione in cui la grande musica e lo spirito di solidarietà si fondono e si confondono per un’atmosfera irripetibile.

Diventano fissi gli appuntamenti di piazza Mazzini a Santa Maria Capua Vetere, con la mostra mercato dell’artigianato, del collezionismo e dell’antiquariato in programma sabato 14 e domenica 15 luglio e poi ancora ad agosto e a settembre. La centralissima piazza sarà anche sede, per vocazione storica, del mercatino floreale di domenica 19 agosto e domenica 16 settembre. L’arte decorativa della pasta sarà, invece, al centro degli appuntamenti organizzati dal centro Agorà nel rione Sant’Andrea ogni domenica di luglio e ogni fine settimana di agosto. Sabato 14 luglio, al teatro Garibaldi è inoltre previsto il concerto “Uno di noi”, promosso dall’Amas, con musica classica e gospel, mentre martedì 24 luglio sarà la volta di “Terra fertile in 33 giri” nei giardini di Villa Cristina in via Cappabianca, con mostra fotografica, stand di artigianato e gastronomia, dj set e musica live (tra gli altri artisti, previsto il concerto finale di Lucariello).

L’Imboscata 2012, arte e teatro sul Matese La Sezione CAI di Piedimonte Matese promuove ed organizza L'Imboscata 2012 - Matese in progress domenica 15 luglio 2012 Programma: Ore 9,00 Estemporanea di pittura in natura Tema dell'Estemporanea sono le emozioni e le sensazioni che offriranno gli incantevoli scenari intorno alla capanna sociale di Monte Orso Ore 12,00 "Io come Alice" a cura di Officina Teatro Tratto dai racconti di L. Carrol, adattamento e regia Michele Pagano Uno spettacolo itinerante che prende in prestito i personaggi delle opere di Lewis Carrol lasciando allo spettatore il ruolo di Alice, conducendolo in un viaggio che parte dalla incredibile scoperta delle potenzialità dell'essere e dalla curiosità irrefrenabile per le opportunità del divenire. ...e dopo lo spettacolo... ...tutti sui prati a consumare il proprio pranzo producendo il minor volume possibile di rifiuti. A tutti i presenti la CAI offrirà un dolce e conviviale momento.


casertafocus n.28  

settimanale di caserta e provincia in distribuzione gratuita

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you