Issuu on Google+

Periodico d’informazione della Provincia di Caserta Direttore responsabile, Francesco Marino - Editore, PF edizioni srl, via Daniele, 45 - Caserta - Tipografia, Grafic Processing ACERRA (NA). Testata registrata presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) n. 771 del 30/09/2010 - Per informazioni: 328.3997148 - E-mail: casertafocus@gmail.com - www.casertafocus.net

PDL salta ancora il congresso Non si celebrerà l’assemblea provinciale il 14. Giuliano resta coordinatore provinciale. Pag.3

AVVOCATI Sticco ko due volte Diana mette mano alla Fest. Sticco si rivolge al Tar, ma perde: via ai Pag.4 cambiamenti.

DE LUCIA studia da onorevole L’ex sindaco di San Felice a Cancello passa con Fli e prenota un posto alla Camera. Pag.6

Parcheggi IL RING delle strisce blu L’assessore Russo contro i cittadini a muso duro: i vigili si comportano Pag.8 correttamente.

OPERAZIONE recupero fitti Antropoli difende la scelta delle esternalizzazioni e spiega il perché della decisione. Pag.10

CEMENTIR via alle compensazioni Parte il piano per il ristoro ambientale a Maddaloni dopo la proroga all’attività estrattiva. Pag.11

ALLEANZE le grandi manovre Dopo la caduta di Tartaglione, centrodestra e centrosinistra pensano al futuro: gli scenari. Pag.12

Anno III n. 27 07/07/2012 distribuzione gratuita

Il post-dissesto Cosa è cambiato dopo la dichiarazione CaSERTa. Ma come procede l’azione di risanamento del Comune di Caserta? Per capire lo stato di salute del Comune, è necessario fare un po’ i conti in tasca all’amministrazione e rendersi conto di come sono cambiate le cose dopo la dichiarazione di dissesto. Partiamo da un dato che potrebbe avere una valenza anche storica per la sua eccezionalità, almeno se lo si rapporta agli ultimi anni, il Comune di Caserta ha pagato tutte le rate di mutuo. Al 30 giugno, infatti, il Comune ha onorato tutte le somme che deve agli istituti di credito. Proprio a giugno ha pagato alla Bnl una rata pesantissima da sette milioni e mezzo che è servita all’assessore al bilancio Nello Spirito ad ottenere dal responsabile della finanza locale del ministero degli Interni Gianpaolo Verde una dilazione pluriennale a tassi di interesse ragionevoli, sulla rata di mutuo non pagata nello scorso mese di dicembre. Prima del dissesto, gli amministratori non percepivano neanche un centesimo, i consiglieri e gli assessori dell’esecutivo precedente guidato da Nicodemo Petteruti vantano ancora otto mensilità arretrate. Da gennaio ad oggi, invece, gli amministratori si sono visti pagare quattro “stipendi” segno di un’inversione di rotta che c’è stata.

L’editoriale

I commissari e i buchi neri del passato di Francesco Marino

Nello Spirito

L’altra grande novità è che, da inizio anno, il Comune di Caserta non ha chiesto un centesimo di anticipazione di cassa, il che significa che, a metà anno, l’ente di Palazzo Castropignano non ha neanche un centesimo di debiti con il tesoriere, a fronte dei milioni che c’erano negli anni precedenti. A questi elementi, se ne deve aggiungere un altro positivo: il Comune è in regola con il pagamento delle spettanze con la società che si occupa della raccolta dei rifiuti. Con la dichiarazione di dissesto, però, i cittadini si sono trovati a pagare tasse molto più pesanti. In primis hanno visto raddoppiare l’addizionale Irpef dallo 0,4 allo 0,8%. L’aliquota dell’Imu è al massimo già dalla prima continua a pag.2 rata.

Tasse più alte per i cittadini, vendita-svendita del patrimonio comunale: eppure tutte le volte che dalle parti di Palazzo Castropignano sembra si veda la luce, spuntano fuori le cosiddette “sfogliatelle” che sono costretti a pagare i casertani. Non appena il Comune ha risolto il rapporto con Caserta Ambiente, si è assicurato che la città non torni ad essere sommersa dalla spazzatura così come è capitato lo scorso autunno, viene fuori un ammanco di circa quattro milioni di euro di fondi vincolati... Un caso isolato, macché... L’assessore Spirito riesce a pagare i mutui alle banche entro il 30 giugno, il Comune, a metà anno, non è ancora ricorso all’anticipazione di cassa ed eccoti la nuova sorpresa: il contenzioso a Milano con Unicredit per la questione delle note di credito dell’Immobil G Federici... Non c’è ancora una condanna, quindi, nulla è detto, ma, di certo, da continua a pag.2


2

07/07/2012

CASERTA

La spada del caso immobiL g Il Comune non spedisce le note di credito e rischia un milione (segue dalla PrIma) La Tarsu è al massimo così come la Tosap. Sono state aumentate le addizionali comunali sull’energia elettrica del 250%. I cittadini si trovano ad avere una pressione fiscale molto più elevata a fronte di una contazione o, comunque, di un non miglioramento dei servizi. Mentre il Comune si affatica a risolvere la questione del dissesto, spuntano nuovi problemi per l’ente di Palazzo Castropignano. Una nuova spada di damocle sulle disastrate casse del Comune di Caserta. Si tratta del contenzioso aperto da Unicredit nei confronti dell’amministrazione davanti al tribunale civile di Milano. Il Comune corre il rischio di dover rimettere la bellezza di un milione e trecentomila euro per non aver provveduto a comunicare delle semplici note di credito nei confronti dell’istituto bancario. Ma, veniamo ai fatti. Il consorzio Cogein si aggiudica i lavori per la realizzazione del mattatoio comunale e del mercato coperto. La concessionaria cede in subappalto tali lavori alla ditta Immobil G Federici. Quest’ultima fa una cessione di credito all’Unicredit incassando circa un milione di euro per i lavori che dovrà svolgere. E, sin qui, tutto regolare: siamo nel marzo del 2009. Nel dicembre di

quell’anno, però, un fatto nuovo interviene: l’interdittiva antimafia per l’Immobil G Federici. La società, in maniera corretta comunica al Comune di non poter proseguire il lavoro per il provvedimento della prefettura e gira le note di credito dell’operazione con Unicredit all’amministrazione di Palazzo Castropignano.. E, qui, sorge il problema. Il Comune non ha provveduto a girare tali note

di credito all’Unicredit che, a questo punto nell’ottobre 2010 ha attivato le procedure per rivalersi nei confronti del Comune. Per l’istituto bancario, non avendo le note di credito della società, il debito è ancora esigibile da parte del Comune e, quindi, il procedimento davanti ai giudici di Milano. Se, diversamente, l’Unicredit fosse entrata in possesso di tali note di credito, l’eventuale contenzioso sarebbe nato con l’Immobil G

Federici. La sentenza è attesa entro la fine dell’estate. In Comune c’è preoccupazione per l’ennesima “sfogliatella” piovuta dal cielo che potrebbe appesantire di ulteriori debiti le casse comunali. Resta da capire, poi, se queste somme finiranno o sono già finite nella massa passiva gestita dai commissari liquidatori. Francesco Marino

continua da pag.1 questa storia, il Comune non uscirà fuori con un premio. E allora? I buchi neri di bilancio devono essere colmati, soprattutto dai commissari che devono mettere una falla a tutte queste voragini che di tanto in tanto si aprono. Le falle, però, devono essere colmate prima che possano creare problemi così come è capitato in queste due circostanze. E’ necessaria un’analisi ancora più

approfondita della massa passiva da parte dei commissari che devono capire quali sono i debiti reali, evitare di esporre il Comune ad ulteriori problemi perché i casertani già stanno pagando, e profumatamente, le colpe di gestioni poco accorte rese ancor pià pesanti dalla mannaia del governo centrale che sta letteralmente soffocando gli enti locali. Non dimentichiamolo, Caserta è l’unico capoluogo di provincia che non ha ricevuto neanche un cente-

simo come ristoro per la dichiarazione di dissesto. E se a questo aggiungiamo che il governo non ha ancora pagato il fitto dei locali della prefettura, si capisce qual è il quadro di difficoltà in cui vivono e pagano i casertani... Cari commissari, rimboccatevi le maniche e cercate di dare un contributo fattivo all’assessore Spirito, troppo spesso lasciato solo nell’affrontare una situazione che è stata quantificata in duecentomila euro di debiti, ma che, giorno dopo giorno,

si irrobustisce di voci inaspettate a sei zeri che fanno male alle tasche dei nostri concittadini. Prima del dissesto si era detto che i colpevoli avrebbero pagato, non sembra però, che i colpevoli sono i cittadini. Ad oggi hanno pagato solo loro.

Il Comune di Caserta

Per informazioni 328.3997148 casertafocus@gmail.com www.casertafocus.net


CASERTA

07/07/2012

3

pdl “salta” il congresso

Annullata la data del 14: Giuliano resta segretario Caserta. Il 14 luglio non si celebrerà più il congresso provinciale del Pdl. La notizia è ufficiale, anche se all’interno del Popolo delle Libertà, si cerca di tenere la questione sotto silenzio per evitare che si alzi un nuovo polverone inutile. Continuerà, quindi, ad essere il senatore Pasquale Giuliano il coordinatore provinciale del partito nonostante le fronde aperte e le polemiche che si sono consumate negli ultimi mesi che hanno visto come atto più eclatante le dimissioni di Gennaro Coronella da vicecoordinatore. L’incapacità di arrivare ad una sintesi su un nome nuovo che possa guidare il partito da un lato, dall’altra la mancanza di coraggio di arrivare alla cosiddetta conta congressuale, hanno contribuito a far saltare il congresso.

Nonostante la voglia di tanti di correre per la segreteria, nessuno se l’è sentita di celebrare un congresso in cui avrebbero potuto votare quattordicimila persone. Questa cosa, avrebbe significato l’impossibilità di governare il voto, con tutte le conseguenze che la cosa comporta. Il più agguerrito nel portare avanti il rinnovamento del partito attraverso il congresso era il consigliere regionale angelo Polverino che, però, ad un certo momento, si è trovato da solo a combattere e, quindi, anche lui è stato costretto ad alzare bandiera bianca. Il fatto che non si sia celebrato il congresso potrebbe significare che nelle mani di Giuliano potrebbe passare anche la gestione delle candidature per Camera e Senato, anche se, con questo Pdl tutto può succe-

Angelo Polverino

Pasquale Giuliano

dere. Il Pdl casertano va avanti da febbraio con rinvii e nuove convocazioni che, ogni volta, vengono annunciate come quelle giuste per

avviare il cambio generazionale all’interno del Popolo delle Libertà. I precari equilibri interni al partito, però, impediscono che questo processo parta realmente.

Hai già prenotato le tue vacanze? dici richieizia su c l’ami

Calabria – Club L’Oasi di Caporizzuto dal 30 giugno al 1° settembre 2012 (bambini al 50%) da euro 270 a persona Croazia – Località Novalja 7 notti – partenza del 4 agosto 2012 in bilo 4 (passaggio nave incluso) euro 356 a persona Crociera “Isole Greche” 7 notti – partenze dal 31 luglio al 29 ottobre 2012 da Bari (+ tasse e assicurazione) da euro 370 a persona Isola di Zante – Laganas con voli da Napoli dal 2 agosto fino al 23 agosto 2012 (+ quote d’iscrizione e tasse aeree) euro 385 a persona Messico mare 9 giorni/7 notti da euro 1.090 a persona Speciale Coppie Mauritius 9 giorni/7 notti da euro 1.390 a persona Miami & Crociera Caraibi 11 giorni/9 notti da euro 1.590 a persona ® Offerte speciali Disneyland Paris con bambini gratis fino a 12 anni Offerte speciali per Egitto, Tunisia e Giordania con voli da Napoli

Passa da noi e scopri le migliori offerte presenti sul mercato Caserta – Corso Trieste, 100 - Tel. 0823 323954 – www.idolciviaggi.com


4

07/07/2012

CASERTA

avvocati Sticco, doppio ko

Diana “stravolge” la Fest e il Tar dice che ha ragione Caserta. Dopo la pesante quanto inaspettata sconfitta rimediata da alessandro Diana, l’ex presidente dell’Ordine degli avvocati elio sticco subisce un altro pesante ko dal penalista di Aversa. L’attuale numero uno degli avvocati casertani è andato a mettere mano nel regno di Sticco, la cosiddetta Fest, cioè la Fondazione Elio Sticco. Con delibera del consiglio dell’Ordine, infatti, Diana ha stabilito che i praticanti seguano i corsi propedeutici all’abilitazione professionale non dal momento dell’iscrizione all’Ordine, ma, a solo dopo il primo anno. Inoltre, l’Ordine ha avocato a se il contratto di fitto dello stabile di proprietà del Comune di Santa Maria Capua Vetere in cui si trova la fondazione. Diana, poi, ha deliberato di andare a modificare i criteri di nomina dei con-

siglieri d’amministrazione della Fondazione. Per Sticco questi provvedimenti sono risultati pesantissimi, tanto è vero che, l’ex presidente dell’Ordine degli Avvocati si è rivolto al Tar per chiedere l’annullamento di queste delibere. Sticco si è fatto rappresentare dall’avvocato enrica Guerriero nel procedimento contro l’Ordine. Diana, per tutelare i deliberati dell’associazione, invece, si è rivolto all’avvocato egidio Lamberti. Non è tardato ad arrivare il procedimento del Tar che ha dato torto a Sticco. I giudici antonino savio amodio, Paolo Corciuolo e Gianluca Di Vita hanno respinto l’istanza di Sticco, confermando la validità dei deliberati dell’Ordine che, quindi, a breve diventeranno esecutivi. Si tratta di modifiche sostanziali soprat-

Alessandro Diana

tutto per i praticanti che avranno l’obbligo di seguire la scuola di specializzazione per un anno in meno, con tutte le conseguenze che la cosa comporta.

Elio Sticco

Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore, quando sarà possibile sapere quando saranno considerate operative le nuove delibere approvate dal Consiglio dell’Ordine.


6

07/07/2012

CASERTA

onorevoli De lucia ci prova

Nell’Idv uno tra Diana e Giordano. Zinzi jr è certo CASERTA. Con un quadro delle alleanze tutto da definire, in casa Udc, allo stato attuale l’unica certezza è rappresentata dal passaggio di consegne all’interno della famiglia Zinzi in Parlamento. Il presidente della Provincia Domenico Zinzi, infatti, lascerà spazio al figlio Gianpiero, già segretario regionale dei centristi con Ciriaco De Mita. Gianpiero Zinzi, contrariamente al padre, ha fatto un percorso politico nazionale che lo ha portato ad essere anche uno dei coordinatori del movimento giovanile. Nel partito di Casini, soprattutto se dovesse cambiare la legge elettorale, Zinzi non è l’unico aspirante onorevole. Pensa ad una candidatura a Roma anche il commissario dell’Iacp Vincenzo Melone che, dopo il buon risultato raccolto alle regionali, è cresciuto molto non solo nella sua Casagiove, agevolando ingressi importanti come il sindaco di Cancello Arnone Pasqualino Emerito. Non è così definita, invece, la situazione per quello che riguarda l’Italia dei Valori. Nel 2008 i dipietristi riuscirono ad eleggere un deputato con Americo Porfidia, oggi in Noi Sud, e, quindi, hanno tutte le potenzialità per raccogliere un risultato del genere. Resta da capire, a questo punto, chi tra Eduardo Giordano e Lorenzo Diana si giocherà la partita. Il consigliere regionale e l’ex senatore sono primo e secondo nella lista Idv alla Regione. Quindi, se Giordano dovesse decidere di correre per la Camera, Diana entrerebbe in consiglio regionale. Viceversa, se Giordano dovesse decidere di completare il mandato a Palazzo Santa Lucia, dovrebbe essere l’ex segretario della commissione antimafia a ritornare a Roma. Prova ad intromettersi in questa partita, l’ex candidato a sindaco di Aversa Salvino Cella, anche se, appare difficile che possa fare il terzo incomodo. Sta diventando, interessante il discorso delle candidature in

Americo Porfidia

Pasquale De Lucia

casa Futuro e libertà. Con l’ingresso dell’ex sindaco di San Felice a Cancello ed ex presidente del Consiglio provinciale Pasquale De Lucia, non c’è solo il deputato in carica Gianfranco Paglia a guardare a Roma.

Gianpiero Zinzi

Eduardo Giordano

L’ex Pd e Udc ha ricevuto l’incarico di vicecoordinatore regionale e la promessa di essere tra coloro che si giocano la carta per il parlamento. Cinque anni fa, Paglia è stato eletto in Campania uno a Napoli, dove è

stato eletto lo stesso Italo Bocchino. Oggi le cose sembrano leggermente differenti con Bocchino sempre candidato a Napoli e Paglia dirottato su Caserta anche se entrambi i leader di Fli potrebbero rientrare in un ragionamento di quote nazionali che dà spazio a soluzioni differenti su Caserta. Più complicata la posizione dell’altro deputato uscente Porfidia. Bisogna capire se Noi Sud farà una lista propria o se confluirà in un calderone Pdl. Allo stato attuale, quindi, il destino dell’ex sindaco di Recale è più che mai appeso ad un filo, dato che, nemmeno sul piano nazionale si ha chiara la situazione su come andare a regolarsi con le cosiddette liste minori del centrodestra. Attentissimo allo scenario nazionale è anche il consigliere regionale del Psi Gennaro Oliviero. Se, così come sembra, questa volta i socialisti confluiranno nella lista del Pd per il sessano ci sono serie possibilità di andare a Roma con Pasquale Corvino che finirebbe in consiglio regionale.

Recupero Cave, Cosenza con Del Gaudio CASERTA. “C’è un’intesa forte tra Comune e Regione per portare all’attenzione del governo nazionale le questioni primarie per lo sviluppo del nostro territorio e affinché ad esso siano assicurati certezze e strumenti idonei”. Lo dice il sindaco Pio Del Gaudio, commentando l’esito di una riunione in Regione Campania con l’assessore alle Attività Produttive, Sergio Vetrella cui ha partecipato anche l’assessore alla Progettazione e Pianificazione Urbana, Giuseppe Greco. “E’ stato un incontro per noi molto soddisfacente – spiega il sindaco – perché abbiamo registrato l’ampia disponibilità dell’assessore Vetrella ad azioni integrate che affrontino i temi centrali per la crescita economica e la corretta pianificazione della città. In proposito, ci faremo promotori a breve di un incontro in cui, con la presenza dell’assessore Vetrella e del competente assessore alle Cave, Edoardo Cosenza, siano congiuntamente affrontate le questioni della corretta riqualificazione di

cave e cementifici, in collegamento al costruendo Policlinico. Lo faremo individuando, insieme con le parti sociali, i più utili strumenti di programmazione negoziata, come l’accordo di programma, per affrontare con efficacia e certezza di sviluppo le esigenze complessive della città. Lo stesso assessore Vetrella, entro la fine del Sergio Vetrella mese, sarà a Caserta – nell’ambito delle iniziative del progetto CredinCaserta – per presentare ufficialmente al territorio l’iniziativa regionale sul microcredito, fondamentale per il rilancio delle pmi”.


APPIA

07/07/2012

7

melone pasticcio terreni

Melone tuona: è lì che dovevano essere fatti gli aumenti CASAGIOVE. Dott. Melone, questa Amministrazione manterrà inalterata l’aliquota Imu? «Il Sindaco Russo ha deliberato un vera e propria stangata per i cittadini di Casagiove, portando l’aliquota per la seconda casa a circa undici. Questo aumento determinerà il blocco totale dell’economia locale perché andrà a colpire i commercianti, gli artigiani, gli agricoltori e tutti coloro che, con grandi sacrifici, sono riusciti ad acquistare un’abitazione per i propri figli». Il Sindaco ha parlato di alcune difficoltà nella preparazione del Bilancio «Questa Amministrazione avrebbe dovuto fare un lavoro preparatorio per individuare i terreni edificabili sul territorio dopo l’approvazione della variante al PRG ed applicare su questi l’aliquota più alta, evitando così di incidere sulle singole famiglie. Inoltre avrebbe dovuto ridurre ogni spesa inutile e non obbligatoria. Ma ciò che sta determinando il vero collasso economico è la mancanza di ogni programmazione amministrativa locale, poiché si vive alla giornata e non si hanno idee, progetti per il nostro futuro. Tutto è fermo nel timore di agire». Sta crescendo anche il malcontento per il degrado della città... «La città di Casagiove non ha mai subito un simile degrado, tutto è stato determinato dall’inefficienza amministrativa dell’attuale maggioranza: rifiuti per strade o nei locali di proprietà del comune, assenza totale di ogni intervento di disinfestazione, pozzetti maleodoranti, cani randagi che circolano liberamente ed i ratti che infestano alcune zone facendo da padroni. E’ un quadro desolante che potrebbe diventare ancora più grave per le alte temperature di questi giorni». Si dice che la minoranza non contribuisce al dialogo ma si interessa solo di situazioni private di

Mario Melone

alcuni assessori. «Sono affermazioni del Sindaco Russo, con le quali dimostra, ancora una volta, i suoi limiti politici, perché chiedere il della rispetto legge come revocare un concorso illegittimo, oppure chiedere ad un assessore di presentare i versamenti di pagamento per un “irreperibile condono”, o chiedere

delucidazioni per gravi notizie, riportate dalla stampa, su alcuni assessori, rientrano in quella logica etica-politica che è alla base di ogni civile convivenza. I signori assessori occupano ruoli istituzionali e dovrebbero essere esempi di correttezza politica e di legalità. Ma ciò che il Sindaco non riesce a comprendere è il fatto che la stessa legge e lo statuto comunale affidano alla minoranza il compito di “controllare gli atti di giunta, degli uffici e dei servizi”, per cui assumere il ruolo di vittima è fuori luogo e serve solo a mascherare l’incapacità politica ed amministrativa dell’attuale maggioranza». Luigi Di Costanzo

Task force contro l’evasione fiscale SAN NICOLA LA STRADA. Rispetto del patto di stabilità, lotta all’elusione ed all’evasione fiscale ed il contenimento della spesa, sono i capisaldi dell’azione amministrativa dell’esecutivo cittadino guidato dal sindaco Pasquale Delli Paoli anche nel corso del 2012. Il rispetto di questi criteri sono stati al centro della seduta di Consiglio comunale dello scorso 29 giugno, che è stata approvata dalla maggioranza, e che era tesa sostanzialmente allo studio di come fare per rispettare gli obiettivi già raggiunti negli anni passati con la stesura del Bilancio di Previsione per l’anno 2012. “Proporrò” – aveva annunciato in consiglio il sindaco Delli Paoli – “a stretto giro ai capigruppo ed alla commissione competente la istituzione di una Task force per il recupero dell’evasione e dell’elusione. I tributi servono per garantire tutti quei servizi che occorrono alla comunità per cui diventa indispensabile che li paghino tutti. Pagando tutti si paga meno”. L’intento del primo cittadino è quello di coinvolgere in prima persona il personale interno e di far diminuire l’evasione fiscale che è giunta oramai intorno al 15/20 per cento. Una percentuale insostenibile per l’intera cittadinanza, atteso anche i numerosi tagli del governo centrale. “Non si può continuare a chiedere troppo ai nostri contribuenti” – aveva detto lunedì scorso nel corso della conferenza stampa tenuta con gli organi di informazione – “Il settore Finanziario è in continua evoluzione a causa delle molteplici norme finanziarie emanate dal Governo” –

ha aggiunto la fascia tricolore – “Logica conseguenza è il notevole sforzo da parte del servizio tributi per il conseguimento dell’obiettivo di un’equa distribuzione del carico di tasse e imposte attraverso una lotta serrata all’elusione ed evasione di TARSU e ICI, iniziata per altro negli anni precedenti”. Dunque, è caccia serrata agli evasori ed a chi elude il fisco. Basti pensare che le sole aziende, società, ditte, hanno un debito nei confronti dell’amministrazione dal 2004 ad oggi, per quanto riguarda la vecchia Tarsu, ora Tia ed il canone e consumo idrico, pari a 2.500.000 euro, mentre i cittadini sannicolesi hanno evaso circa 1.500.000 euro. Si tratta, in totale, di una cifra astronomica che dobbiamo assolutamente recuperare”. Le attività svolte dal servizio ragioneria sono particolarmente onerose e complesse e comportano assunzione di elevate responsabilità contabili. L’uso delle nuove tecnologie, se da un lato snellisce le procedure di trasmissione dati ed interconnessione con i ministeri e favorisce la trasparenza dei bilanci pubblici, dall’altro presuppone continui aggiornamenti di software ed un’adeguata formazione nell’uso dell’informatica. Gli adempimenti previsti hanno cadenze inderogabili, come la formazione ed approvazione del bilancio di previsione, del conto consuntivo e dei dati relativi al patto di stabilità che viene monitorato trimestralmente e, se non rispettato, determina per l’Amministrazione il rallentamento degli impegni e l’impossibilità di contrarre mutui.


8

07/07/2012

S. MARIA C.V.

Il ring delle strIsce blu

Uno due di Russo: vigili corretti, colpa degli automobilisti SANTA MARIA CAPUA VETERE. Come spesso accade, è analizzando i singoli (e a volte trascurabili) avvenimenti che si riesce portare a galla disagi più profondi e radicati. Una cosa del genere la si può fare guardando alla cronaca recente, anzi recentissima, di Santa Maria Capua Vetere. L'avvenimento è questo: nella mattinata di martedì 3 luglio alcuni vigili urbani sono stati aggrediti verbalmente lungo corso Aldo Moro. Gli insulti sono volati dopo che i caschi bianchi hanno multato un automobilista fermatosi in divieto di sosta per compiere alcune commissioni nei negozi situati proprio di fronte piazza San Pietro. L'automobilista, esasperato dalla poca flessibilità dei vigili, ha iniziato una protesta che in poco tempo ha trovato il favore e l'appoggio di numerosi passanti e di qualche commerciante. Proprio quando la situazione stava per degenerare sono intervenuti i carabinieri, per placare gli animi. Questo è, appunto, il fatto. Una lite banale, certamente trascurabile. Un battibecco che sicuramente non entrerà a far parte della grande cronaca recente. Eppure è proprio questa semplice e spontanea lite a dare lo spunto per una riflessione più profonda. Tensioni come questa, infatti, sono semplicemente l'inevitabile conseguenza di una radicata condizione di disagio che coinvolge da tempo i cittadini sammaritani. Il riferimento è evidentemente a quella che potremmo chiamare "L'epopea delle strisce blu". Troppi, per i residenti, i parcheggi a pagamento (specialmente nel centro cittadino), troppo intransigenti i vigili urbani. Disagi sempre espressi dagli automobilisti ma che la politica non ha mai condiviso. A marzo, infatti, la giunta del sindaco Biagio Di Muro ha deciso l'aumento del numero dei parcheggi a pagamento di altre 140 unità. Contemporaneamente si difende l'operato dei caschi bianchi che tanto terrorizzano i cittadini. Un tiro della fune che vede contrapposti gli automobilisti che non perdono occasione per urlare la loro insofferenza, e i vigili urbani che freddamente eseguono i compiti che prevede il loro lavoro. Nel mezzo ci sono i politici che tendono a strattonare in favore delle forze dell'ordine. Si è da tempo insinuato nell'immaginario comune dei sammari-

tani, il pensiero che i vigili urbani si comportino come dei rapaci che, con cinismo, attendono l'automobilista di turno da punire. Una brutta situazione, insomma, che si protrae da tempo e che genera un accumulo di tensione nelle persone. Tensione che a sua volta sfocia inevitabilmente in fatti sgradevoli come quello di

A sinistra l’assessore Carlo Russo. In alto vigili urbani in azione

martedì. Un problema che rischia di diventare pericoloso per la salute fisica dei vigili e per quella mentale dei cittadini, arrivati ormai all'esasperazione. La palla, quindi, alla politica, unica forza in grado di trovare una mediazione tra le due fazioni. Di fronte a una situazione come questa l'ultima parola non può non spettare all'assessore alla viabilità Carlo Russo. Assessore Russo, un commento su ciò che è successo lungo corso Aldo Moro martedì... «Un fatto ingiustificabile. Non è tollerabile che i vigili vengano aggrediti durante lo svolgimento delle loro funzioni. I caschi bianchi fanno il loro lavoro senza alcuno accanimento nei confronti degli automobilisti. Basti pensare che dal 1 gennaio sono stati scritti 154 verbali nella zona di corso Aldo Moro, un numero tutt'altro che elevato

nonostante ciò che dicono i cittadini». Non crede che i vigili potrebbero essere più flessibili? «Ma è proprio questo il punto: i vigili sono flessibili e i numeri che ho citato prima lo dimostrano. Le lamentele degli automobilisti sono assolutamente fuori luogo». Ma allora qual è il punto? E' la città che non è pronta a regole così ferree o effettivamente c'è un atteggiamento troppo intransigente da parte dei vigili urbani? «I vigili non hanno atteggiamenti criticabili, fanno semplicemente il loro lavoro. Sono i cittadini che, non essendo pronti a questo genere di regolamentazioni, percepiscono una rigidità inesistente. Non ci sono vigili scorretti a Santa Maria Capua Vetere». Crede a Santa Maria ci siano troppe strisce blu? «Le strisce blu sono tante quante sono le strisce bianche, e certamente non sono troppe. Solo nel centro è riscontrabile una maggiore concentrazione di parcheggi a pagamento ma complessivamente direi che c'è un evidente rispetto delle proporzioni». Matteo Donisi


10

07/07/2012

CAPUA

Operazione recuperO fitti

Antropoli spiega il perché dell’esternalizzazione CAPUA. Quando si è insediato per la prima volta nel palazzo di città Carmine Antropoli diede il “benservito” alla IAP, la società, che si occupava della riscossione tributi, facendo ritornare il servizio nelle mani degli uffici comunali. La IAP era stata voluta dalla precedente maggioranza di centrodestra che sosteneva Alessandro Pasca di Magliano. Oggi, a distanza di sei anni, il primo cittadino è tra i sostenitori dell’esternalizzazione e spiega il perché. «Sono fermamente convinto – dice Antropoli – che affidare il servizio all’esterno porterà notevoli benefici al funzionamento del servizio stesso e in termini di entrate per le casse comunali. E lo dice uno che ha mandato via una società, la Iap ma credo che vadano fatte le opportune distinzioni. La Iap non offriva le giuste garanzie e il contratto non era affatto favorevole per l’ente. Da qui la decisione, all’epoca, di riprendere il servizio di riscossione. Oggi, anche alla luce di contatti che ho avuto con altri sindaci del territorio, ho appurato che ci sono società serie che espletano un servizio impeccabile con notevoli benefici per l’ente». L’intenzione dell’amministrazione non è solo quella di affidare a terzi la riscossione della tarsu e dell’imu ma di affidargli una serie di servizi che in qualche modo vanno ad incidere direttamente sulle casse comunali che, com’è noto non attraversano un periodo felice visto che il Comune è in deficit strutturale. «La nuova società – prosegue Antropoli – si occuperà anche della riscossione dei fitti comunali e questo rappresenta un punto molto importante». Ed in effetti proprio il patrimonio che dovrebbe rappresentare una voce importante per le entrate rappresenta, invece, una nota dolente.

Molti appartamenti di proprietà, concessi in fitto, producono zero entrate. Non va meglio per i locali commerciali, alcuni dei quali in pieno centro storico che, in termine di entrate producono gli stessi risultati negativi degli appartamenti. A tutto questo si aggiunge che molte case sono occupate da inquilini “abusivamente”, non c’è quindi alcun contratto che regola il rapporto con il comune. Al danno, quindi, se ne aggiunge un altro. Tutta questa situazione produce un tasso di “evasione” particolarmente alto che l’ente non riesce, probabilmente, a far fronte con adeguate contromisure, attraverso le sue forze. Da qui la necessità di “chiamare” un soggetto terzo ad occuparsi di questo settore specifico. «Il comune – afferma Marco Ricci che si sta occupando del settore – avrà il delicato compito di controllare l’applicazione del contratto e, naturalmente, di effettuare tutti gli accertamenti». Quello dei tributi è un settore delicato che ha avuto anche contraccolpi sulle amministrazioni. Sei anni fa lo stesso sindaco Pasca, forse deluso dall’operato della Iap, voluta dalla sua stessa maggioranza, tentò di far ritornare il servizio al comune, opera compita qualche mese dopo da Antropoli. Il “barone” non ci riuscì e, probabilmente, proprio a seguito di quella manovra fu mandato a casa. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore, quando sarà possibile sapere nel dettaglio come il primo cittadino Antropoli e la sua maggioranza avranno intenzione di procedere sull’esternalizzazione dei tributi che, ormai, sembra un percorso sefgnato per l’amministrazione comunale di Capua. Mimmo Luongo

Marco Ricci


MADDALONI

07/07/2012

11

Compensazioni Cementir

Cerreto apre il confronto con i partiti anche sulla Sindes MADDALONI. Il Sindaco della città delle due Torri, Antonio Cerreto chiama a raccolta la sua maggioranza consiliare di centrodestra e chiede, ai partiti che lo sostengono, di studiare due questioni che da tempo tengono banco nella vita politica locale: le compensazioni ambientali circa la questione Cementir e la cava General Sindes. Due tipi di compensazione che vanno ad aggiungersi a quelle previste per legge e quindi il primo cittadino di Maddaloni ha riunito, attorno ad un tavolo, i partiti di maggioranza per discutere di queste due misure da adottare. Pertanto, sulla vicenda della Cementir, che è stata autorizzata ancora una volta, dalla Regione Campania direttamente e quindi dall’Ente guidato dal governatore Stefano Caldoro a proseguire la propria attività, i partiti di maggioranza si stanno incontrando per trovare la quadratura del cerchio circa le compensazioni ambientali extra legem che poi passeranno per gli organi consiliari preposti. Tuttavia è molto alta l’attenzione in riferimento a quali tipi di interventi i partiti di maggioranza chiederanno. Voci di corridoio dicono che, molto probabilmente, l’attenzione dei partiti del governo cittadino si soffermerà sulla riqualificazione ambientale e strutturale di diverse zone della città di Maddaloni e quindi anche sulla zona di via Campolongo e via Libertà. Stesso ragionamento inteso in termini di riunioni, la maggioranza di centrodestra lo sta tenendo nei confronti della vicenda della cava General Sindes le cui compensazioni ambientali sono oggetto dei vari interpartitici di centrodestra che si stanno tenendo in queste ore. Insomma un week end, nonostante le altissime temperature climatiche, davvero denso di appuntamenti per il Pdl, i Popolari liberali, Città democratica, Uniti per Maddaloni e Mad-

Antonio Cerreto

daloni più, che quindi studiano le varie ipotesi di compensazioni che possono essere oggetto di discussione, anche con l’opposizione di centrosinistra. C’è molta curiosità anche circa la posizione che il Pd, primo partito di opposizione, andrà ad assumere su entrambe le questioni e quindi come veicolerà la sua posizione all’interno del consiglio comunale e in città. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore, quando sarà possibile conoscere le prime notizie ufficiali sull’argomento delle compensazioni che sono strategiche per il futuro di Maddaloni.

Scompare Noi Sud, tutti indipendenti MADDALONI. «L’incapacità di condurre una battaglia autorevole per il Mezzogiorno, l’assenza di una politica incisiva sui territori hanno fatto venire meno le ragioni che ci avevano spinto ad aderire al partito di Noi Sud. Condividiamo la scelta del consigliere provinciale Vincenzo Santangelo di lasciare il partito per portare avanti la nostra battaglia per il territorio in forme differenti. Con il consigliere Santangelo, il nostro gruppo resterà unito, per mettere in campo iniziative tese alla risoluzione delle problematiche di Maddaloni, alla crescita della nostra città nell’interesse esclusivo della popolazione. Ringraziamo i vertici provinciali, regionali e nazionali di Noi Sud per la collaborazione e la disponibilità che ci hanno dimostrato in questo percorso che abbiamo condotto assieme. Per noi oggi comincia una nuova stagione sul piano politico che, però, non si discosta sul piano pratico da quello che è stato il nostro operato sino ad oggi. L’interesse per il territorio resta per noi la stella polare del nostro impegno politico». Così in una nota congiunta i consiglieri comunali di Maddaloni Clemente Di Rosa e Teresa Cafarelli, il coordinatore cittadino Giuseppe Lutri a nome dell’intero coordinamento, annunciano la loro decisione di abbandonare Noi Sud. Con questa decisione, il partito scompare dalla scena politica di Maddaloni dopo essere stato, grazie al gruppo vicino al consigliere Santangelo, una forza importante dello scacchiere politico cittadino. A dare il

la alla rottura con Noi Sud, è stato proprio Santangelo in occasione dell’ultimo consiglio provinciale. «Dopo una lunga e attenta riflessione ho deciso di mettere la parola fine alla mia esperienza politica all’interno del partito di Noi Sud e di dichiararmi indipendente». Così il consigliere provinciale Vincenzo Santangelo ha ufficializzato la sua decisione di lasciare Noi Sud. «Avevo aderito assieme al mio gruppo di amici con convinzione al progetto politico di Noi Sud perché credevo potesse dare voce e spazio alle realtà territoriali e al Mezzogiorno. Purtroppo il quadro politico che si è venuto a determinare sul piano nazionale ha impedito al partito di assolvere a questa funzione – sottolinea - Per chi come me interpreta la politica come uno strumento da mettere al servizio del territorio, delle realtà locali e del Sud, questa cosa ha rappresentato un duro colpo. Ringrazio comunque gli onorevoli Iannoccone e Porfidia e tutti i dirigenti di Noi Sud per la collaborazione dimostrata durante questo periodo di militanza politica. Resto parte integrante di questa maggioranza e spero di poter contribuire con il mio impegno alla sua crescita nell’interesse dei cittadini della mia Maddaloni e di tutta la Provincia». Dopo l’ufficializzazione dell’allontanamento dai Noi Sud, nei confronti di Santangelo e dei suoi, si è messo in moto l’interesse di tutti i partiti che stanno cercando di capire se ci sono le possibilità per poter


12

07/07/2012

MARCIANISE

ALLEANZE le grandi manovre

Dopo la caduta di Tartaglione si lavora ai sindaci MARCIANISE. A dieci giorni dall’insediamento del prefetto Umberto Cimmino alla guida del Comune di Marcianise, la vita politica in città, sul piano ufficiale, ha avuto un brusco rallentamento. Con la caduta dell’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Tartaglione, infatti, è venuto meno il fermento dei consiglieri comunali e degli assessori che hanno animato la scena negli ultimi mesi. In realtà, sotto banco, c’è un movimento frenetico tra i partiti, i singoli esponenti, per andare a decidere chi sarà il nuovo sindaco della città di Marcianise. Lo sgretolamento del quadro politico che si è avuto negli ultimi mesi in città, impone un rimescolamento complessivo delle carte che potrebbe determinare alleanze nuove per la città di Marcianise. Ma andiamo con ordine. Il primo problema è con chi si alleerà l’Udc? Dopo la rottura con Tartaglione, Zinzi e il Pdl (solo l’ala di Marcianise più vicina al consigliere regionale Angelo Polverino ha assunto una posizione differente) hanno continuato a viaggiare assieme. Oggi come si regoleranno? Sul piano nazionale prende sempre più corpo la possibilità di un’alleanza tra l’Udc e il Pd. Da parte dei democratici, vedi la proposta di Carlo Marino, è stata paventata la possibilità di un cartello Pd Udc proprio a Marcianise anche in considerazione del fatto che le amministrative si celebreranno in concomitanza delle politiche. Questo significherebbe che Angelo Zarrillo Maietta, Angelo Piccolo e Filippo Fecondo dovrebbero stare dalla stessa parte... Difficile, anche in considerazione del fatto che l’architetto, dopo la sfiducia del 2009 è pronto a rimettersi in corsa per riconquistare la guida della città che una parte dei suoi gli ha scippato con la sfiducia.

Paride Amoroso

Angelo Zarrillo Maietta

Più semplice, ipotizzare una candidatura Udc a cui Zinzi in questo momento non rinuncerebbe per nulla al mondo differente da quella del Partito democratico, anche se, allo stato attuale, non c’è il nome sul quale i

Maria Luigia Iodice

Filippo Fecondo

centristi potrebbero puntare per ritornare alla guida della città. In cerca di alleati anche l’Api di Pierino Squeglia e Maria Luigia Iodice che sta lavorando ad un cartello elettorale che porti uno dei

due alla carica di sindaco. Ancora differente la posizione di Sinistra e libertà. Il partito guidato a livello cittadino da Mimmo Corsale e, a livello provinciale da Angelo Golino, può contare su una squadra importante di ex consiglieri comunali come Angelo Piccoli e Fabozzi che potrebbero dire la loro nella corsa alla fascia. Sel è pronta ad un’alleanza con il Partito democratico e l’Idv, ma, difficilmente, accetterà un’intesa che vede come protagonista Fecondo. Golino fu tra coloro che sfiduciò Fecondo in quell’operazione che segnò la sconfitta del centrosinistra marcianisano proprio contro Tartaglione. Altro capitolo è quello di Forza del Sud. Cosa farà Paride Amoroso? Dopo essere stato tra i più votati dell’amministrazione Tartaglione nel Pdl, corre voce che l’alfiere di Micciché possa provare la sortita da sindaco con il partito meridionalista. Siamo solo all’inizio, dal momento che, sono ancora tante le cose che devono succedere.

Re... state con noi, tutte le iniziative MARCIANISE. Proseguono con costanza e grande partecipazione gli eventi dell’estate marcianisana promossa dall’Informagiovani della città. I ragazzi dell’ufficio continuano, con lavoro costante e quotidiano, a portare avanti le iniziative atte a rendere più piacevoli queste giornate estive. Ogni giorno un evento presso il Palazzo della Cultura dove si tengono gli incontri dello spazio alla lettura, le proiezioni cinematografiche, i tornei di carte, le lezioni di fotografa e di musica, e presso i centri sportivi dove si tengono i tornei di calcio e pallavolo. Dopo il successo della scorsa settimana con “I giorni della canapa - storia per immagini in Terra di Lavoro”, una manifestazione di grande spessore culturale ed estremamente interessante per la nostra città, visto il ruolo ricoperto dalla canapicoltura fino a pochi decenni fa, in programma

I ragazzi dell’informagiovani

per mercoledì 11 luglio, nella cornice del Palazzo della Cultura, il nuovo lavoro teatrale del nostro concittadino Isaia Fuschetti. Il noto attore e regista presenterà la sua originale commedia in tre atti intitolata “O’ scarparo filosofo” nell’ambito della manifestazione “Re…state con noi”. Filomena Maietta


SPORT

07/07/2012

13

casertana allarme squadra

Majella corteggiato dall’Aversa, offerte anche per gli altri big CASERTA. Mancano pochi giorni alla data ultima per l’iscrizione al campionato di Serie D. Venerdi 12 luglio ci sarà la sentenza definitiva che potrebbe porre fine in maniera drastica alla telenovela rossoblù. Come noto, nei giorni scorsi, Palazzo Castropignano è stato la sede di una stretta trattativa tra la famiglia Verazzo e la cordata capitanata da Di Vico. La distanza economica tra le parti rappresenta al momento l’unico, ma non trascurabile ostacolo, verso l’alba della nuova era dei falchetti.

Il bomber Majella

La situazione potrebbe cambiare, anche in corso di stesura di questo pezzo, ma resta l’amarezza per il tempo perso che in questo ambito è fondamentale. La notizia dell’arrivo di Campilongo ad Ischia avvalora questa tesi. Avere un tecnico di Serie B sulla panchina rossoblù avrebbe rappresentato un autentico salto di qualità sia dal punto di vista meramente pratico che sotto il profilo della visibilità. Su questa scia molte pedine determinanti della scorsa brillante stagione potrebbero decidere di

lasciare l’incertezza del club di Viale Medaglie d’Oro. Il bomber Rosario Majella è corteggiatissimo dall’Aversa del nuovo direttore sportivo Pasquariello ed alla fine potrebbe cedere alle lusinghe. Intanto le altre società sono avanti con la programmazione ed a giugno non vorremmo trovarci a recitare il solito copione per cui siamo partiti in ritardo e per questo è sfuggito il sogno promozione. C’è da sbracciarsi le maniche e subito. Nicola Maiello

juve ecco Gentile e Harper

CASERTA. Dopo settimane di chiacchiere e voci c'è, finalmente, un'ufficialità: Stefano Gentile è un giocatore della Juve Caserta. Il non ancora ventitreenne play maker maddalonese si legherà, col sodalizio bianconero, per un anno. 191 cm per 90 kg, cestisticamente cresciuto a Maddaloni e Caserta, dove ha svolto la trafila giovanile, nell'estate del 2006 gioca ad Imola, in Legadue. La stagione successiva è quella dell'esordio in serie A, visto che va a giocare nell'Olimpia Milano dove, però, colleziona appena 7 presenze. E' il momento di fare esperienza, di crescere e maturare: la stagione 2008/2009 la trascorre ad Ostuni, in B1, dove produce 6.1 punti in circa 17 minuti di impiego medio. E' ancora in B1, nel 2009/2010, quando lo preleva l'Aquila Trento, allora allenata da Vincenzo Esposito. Il ritorno in Legadue avviene il 6 Luglio 2010, quando lo prende Casale Monferrato, con cui sarà protagonista di una cavalcata trionfale che culminerà con la storica promozione, in serie A, dei piemontesi. A Casale ci resta anche nella stagione appena conclusa, sfortunata per i rossoblù,

che chiudono ultimi in classifica e retrocedono in Legadue: per Stefano Gentile ci sono 6.6 punti e 1.7 assist in 17.7 minuti di impiego medio. Archiviato il ruolo del secondo play, si torna a parlare di quintetto: Sacripanti ha individuato in Aaron Harper la guardia, con tanti punti nelle mani, che tanto è mancata la scorsa stagione. Nato a Jackson il 12 Marzo del 1981, 200 cm per 90 kg, adattabile anche da ala piccola, Harper è un prodotto di Mississippi University. La prima stagione da professionista l'ha divisa tra Islanda e Venezuela, per poi andare in Francia, al Roanne, con cui ha vinto scudetto nel 2006/2007 e Supercoppa nel 2007/2008, prima di trasferirsi agli ucraini dell'Azovmash di Mariupol. Nel 2008/2009 ritorna al Roanne, per poi trascorrere 3 stagioni in Bulgaria, nel Levski Sofia, dove, nello scorso campionato, è stato MVP con 20.6 punti, 4.9 rimbalzi, 3.3 assist e 1.9 recuperi di media a partita. Un realizzatore insomma, un giocatore capace di sdoppiarsi in due ruoli, pronto, si spera, ad infiammare i cuori dei supporters bianconeri, abbastanza delusi da due notizie non

Stefano Gentile

proprio positive: Andre Collins e Andre Smith non faranno parte della Juve per la prossima stagione. Il folletto di Crisfield ha accettato la proposta dei turchi del Graziantepspor, mentre l'ala nativa di St. Paul, dopo aver assaporato l'Nba col "try out" coi Golden State Warriors, non ha saputo resistere al richiamo del vile danaro, accettando la proposta, e i soldoni, dei russi del Krasnye Kryilia Samara, la squadra che più di tutte aveva mostrato interesse per l'ex Izmir.

Quindi lavoro doppio per Sacripanti, che ora deve anche concentrarsi su un play e un'ala grande che rimpiazzino i due partenti, oltre a non dimenticare le conferme. C'è un discorso aperto con Righetti, al quale è stata fatta una proposta di rinnovo: se Alex dovesse rifiutare, il coach canturino sembra tentato dal provarci con Marco Mordente, che non resterà a Roma ed è, attualmente, senza squadra. Ipotesi affascinante certo, ma destinata a rimanere tale, visto che l'ex Milano e Treviso viaggia a cifre importanti, decisamente alte per le piangenti casse bianconere. C'è da aspettare, l'impressione è che, nel breve, il mercato della Juve potrebbe avere una svolta: dopo i due arrivi di Stefano Gentile e Aaron Harper (offerta fatta, il giocatore la sta valutando), Sacripanti dovrebbe provare a prendere il pivot italiano, col nome di Alessandro Cittadini che torna sempre di moda, per poi chiudere il discorso conferme con Doornekamp, Righetti e Stipanovic. Da li, successivamente, lo sforzo finale, rimpiazzare Collins e Smith, partiti per altri lidi, e sono lidi molto lontani.


14

07/07/2012

Gli appuntamenti... All’oratorio Kolbe una serata in ricordo di Vassallo Il Circolo del PD Casagiovese ha organizzato, nel cortile dell’Oratorio Massimiliano Kolbe, (gentilmente concesso dalla Parrocchia di don Lorenzo Maggetto) nel Quartiere Milirìtare Borbonico, ingresso Via S. Croce, per domenica 8 luglio a partire dalle ore 20,30, una importante serata di eventi. L’iniziativa coniuga la voglia di socializzazione, compressa in una società che tende a chiudersi ed a perdere i suoi valori fondanti, con l’esigenza di fare cultura attraverso strade semplici e dirette, veicolare messaggi di legalità, consolidare ricordi e solidarietà, indicare esempi positivi di impegno delle giovani generazioni.La serata è simbolicamente dedicata ad Angelo Vassallo, sindaco di Pollica, ucciso per aver fortemente creduto nello sviluppo, nella legalità.

Pietramelara, tutto pronto per Borgo Creativo Borgo Creativo è un evento ideato ed organizzato dall'associazione Locomotiv Paz Onlus, che si terrà sabato 7 luglio, a partire dalle ore 20, a Pietramelara, nei pressi del Piccolo teatro degli Archi, ai piedi del suggestivo borgo medievale. Alla serata parteciparanno numerosi artisti campani, pietramelaresi e non, nonché diverse associazioni, tra cui la S.pe.m, gli Apicoltori Casertani, il Club Alpino Italiano sezione di Piedimonte Matese, le associazioni Artes Loci e I Giovani Crescono. Il tutto in un clima di piena, allegra e fattiva collaborazione tra chi fa sport, animazione, arte spettacolo, volontariato. Le suggestive pareti del Borgo Antico faranno da quinta alla mostra fotografica mentre nel Piccolo Teatro degli Archi, dalla caratteristica gradinata sormontata dalle torri medievali saranno allestite installazioni artistiche, performances interattive e visual art, poesia e music.. il regista napoletano Ivano De Simone proporrà, in anteprima, il suo ultimo lavoro: la tecnologia si inserirà nei monumenti medievali con una dimostrazione di droni volanti radiocomandati sviluppati dall'Air Movie Lab. Il nocciolo duro della musica sarà espresso dalla Band innovativa e creativa del momento: Furgone a noleggio. Ma ci saranno performance di musica popolare, e la possibilità, per chi ama tammorra, nacchere, chitarre e percussioni.

Maddaloni, è l’ora della Notte bianca dello sport La fondazione "Giuseppe Ferraro" Onlus di Maddaloni, in collaborazione con l'Associazione "Snc Libero Pensiero" e i "Pionieri della Croce Rossa Italiana" di Maddaloni e con il patrocinio della Provincia di Caserta, ha organizzato per sabato 7 luglio a Maddaloni la "Notte Bianca dello Sport".

Caserta&dintorni

Ecco gli Ozi di Capua Eventi e spettacoli per tutta l’estate

CAPUA. Quattro grandi eventi animeranno le serate d’estate in città. L’idea di unire in un solo “cartellone” il carnevale d’estate, il “palio delle ottine”, il “Sacco di Capua” e il “Capua Event’s” è di Maurizio Orsi neo presidente della Pro loco. Ed è così che sono nati gli “Ozi di Capua”, una serie di eventi che prenderanno il via il 21 luglio e si concluderanno il 5 agosto in collaborazione e il sostegno dell’Ente Provinciale per il Turismo, della regione Campania, della provincia di Caserta, della Camera di Commercio, del Comune e della Pro loco di Capua. In città un vero e proprio “Villaggio del carnevale” e la sfilata (sabato 21 e domenica 22 luglio) allo scopo di riproporre, nella versione estiva, la più importante e famosa manifestazione capuana. Lungo le strade del centro storico sfileranno i 51 figuranti del Carnevale di Viareggio con in testa le tipiche “Burlamacco” e “Libecciata”, i gruppi in maschera del settecento del carnevale veneziano ed ancora figuranti da Ravinis, Alba Adriatica e dal Carnevale del Bregantino. Non mancheranno le ballerine brasiliane con il colorato “Ipanema Show”. Nell’area delle fortificazione ci sarà un “sambodromo” e si svolgerà il “Pizza fest”. Nel corso della due giorni dedicata al mascheramento e alla trasgressione sono attesi: i Miwa con musica dance e remix dei cartoni animati; la Banda dei Caracca e I Centocelle. L’evento sarà seguito da Radio Marte con Gigio Rosa e Gigi Soriani (sabato 21) e con special guest Anfisia Letiyago e Rosanna Iannaccone (domenica 22). Il 24 luglio sempre nell’ambito degli Ozi di Capua si celebra la storica manifestazione del “Sacco di Capua” con la Messa solenne nella Chiesa della Santella alle 18,30 e lancio di rose nel fiume Volturno. Si prosegue sabato

Gigio Rosa

28 nel Villaggio del Carnevale con la compagnia ATMO, nello spettacolo “FLAM”. Domenica 29 la giostra dei cavalli con il Palio delle Ottine. Il Palio è stato disegnato su seta De Negri di San Leucio dall’artista Gerardo Iorio del Museo d’Arte Contemporanea, nel corso del Palio l’esibizione dei Falconieri e musiche medioevali. A chiudere gli Ozi di Capua un appuntamento fisso che si rinnova e arricchisce quest’anno: il Capua Event’s. Il 3, 4 e 5 agosto il Villaggio del Carnevale si trasformerà in Villaggio Western con i cavalieri che affronteranno diverse tipologie di gare equestri. Si tratta dell’unico evento del genere dell’Italia meridionale. Un risultato che premia gli organizzatori e l’altissimo livello strutturale del campo di gara. Mimmo Luongo

Teatro d’autore all’arena Ferdinando II SAN NICOLA LA STRADA. Il 2 Luglio è partita la seconda parte della rassegna estiva dell'estate 2012 di San Nicola la Strada, arte e cultura "oggidomani", presso l’arena comunale “Ferdinando II” realizzata dall’amministrazione Comunale in collaborazione con la Pro Loco e l’Ass. Culturale “I Guitti”. La direzione artistica è di Giovanni Compagnone. Quest'anno, grazie alle compagnie che hanno accolto l’invito, viene presentato un cartellone ricco e completo, con musica, balli e spettacoli teatrali sia comici che seri. Per questa rassegna, quest'anno all'insegna anche della solidarietà, non ci saranno né omaggi, né accrediti, tutti pagheranno il biglietto cominciando dagli amministratori comunali. IL PROGRAMMA - Sabato 7 alle 21 il piccolo teatro città di Terracina rappresenterà

"UOMINI SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI" atto unico di Galli–Capone per la regia di Roberto Percoco. Sabato 14 e domenica 15 alle 21, "I Guitti" con la regia di Giovanni Compagnone presentano "EDUARDO", un viaggio nella drammaturgia del grande attore e autore partenopeo realizzato a cura degli allievi del corso "D" della scuola di recitazione "Qua si fa… teatro". Il 21 luglio alle 21 concerto di musiche popolari del sud con i COREPOLIS diretti da Emilio Di Donato che ha chiuso la conferenza stampa di presentazione con una suonata per mandola e tammorra. Ernesto Cunto con la sua compagnia porterà in scena il 29 luglio alle 21 lo spettacolo "CACACE 'A MORTE MIA", tre atti rivisitati da Cunto che ne cura la regia.


Caserta&dintorni

Sagra pettole e fagioli Il 15 luglio la diciannovesima edizione

CASAGIOVE. Tutto pronto per la diciannovesima edizione della sagra delle Pettole e fagioli a Casagiove. Il ristorante Le Quattro fontane con la Pro loco di Casagiove hanno dato vita, anche quest’anno, ad un evento che coniuga intrattenimento e buona cucina, ottimi per trascorrere nel migliore dei modi queste sere di inizio estate. L’appuntamento è per domenica 15 luglio in via Quartier vecchio che, per l’occasione, sarà allestita a festa. Saranno realizzati punti di ristoro dove sarà possibile gustare alcune delle specialità dello storico ristorante di Casagiove. Oltre alle pettole e fagioli, protagoniste assolute della serata, infatti, sarà possibile mangiare le famosissime polpettine di baccalà, vera e propria esclusiva del ristorante Le Quattro fontane. Inoltre, è previsto l’angolo del maialino nero, dove sarà possibile assaggiare i prelibatissimi salumi e la salsiccia. A completare il quadro una fetta di anguria fresca, il tutto innaffiato da dell’ottimo vino.

15

Gli appuntamenti... “Racconti di luce” al Palazzo Baronale Avrà luogo Domenica 8 luglio, a partire dalle ore 21.00, presso il Palazzo Baronale (ingresso su via Duca degli Abruzzi, fraz. Zuni) di Calvi Risorta la I Edizione della mostra fotografica "Racconti di Luce", patrocinata dal Comune e dalla Pro Loco locale. Quest'anno il programma estivo delle serate calene si arricchisce di questo appuntamento inedito. Undici fotografi esporranno le proprie foto nel suggestivo scenario della corte interna del Palazzo Baronale, a Calvi Risorta. Una location unica, ideale per ospitare un evento del genere. I.F.

Cinema gratis a piazza Vanvitelli e Pozzovetere

A fare da sottofondo a queste prelibatezze gastronomiche della buona musica che trasformeranno l’area di via Quartier vecchio, nelle strade della festa. Ce n’è per tutti i gusti e tutti i palati che potranno godere in una serata di divertimento delle pietanze de Le Quattro fontane. G.L.

Al Comunale gran gala di danza moderna CASERTA. “The Seven Sins, i Sette peccati capitali”, questo il titolo del Gran Galà di fine d'anno della Rage Dancelab, uno dei più importanti centri di danza moderna e contemporanea, unica per gli studi di hip hop, altamente performanti, in tutta la provincia di Caserta, ospitato dal Teatro Comunale di via Mazzini sabato 30 giugno. Oltre 50 ballerini sul palco del Comunale per interpretare tre ore di ballo, dalla danza classica all'hip hop, dal moderno al contemporaneo, jazz, funk, L.A. Style, groove. Almeno otto cambi di costume, assoli, passi a due e coreografie corali con avvincenti scenografie video hanno accompagnato un'esibizione davvero unica nel suo genere. Massiccia ed entusiasta la partecipazione del pubblico in sala, ha condotto e presentato la serata la giornalista Mariagrazia Manna. Significativo il contributo dei coreografi Palma Martone e Anna Lisa Milone per il Classico, Macia Del Prete, nota coreografa napoletana per la Contemporary Modern, Fabio Fiorillo per l'Hip Hop (Videodancejazz funk). Una parola in più va spesa per Marta Russo, insegnante di danza classica, elemento di spicco del

07/07/2012

panorama della danza in Italia, laureata all'accademia nazionale di danza di Roma, docente in alcune delle migliori scuole del Paese, assistente e collaboratrice del primo ballerino e maestro presso la RAGE DANCElab Fulvio D'Albero ex primo ballerino del San Carlo di Napoli. Insomma, Caserta città delle eccellenze, basket, pallavolo, calcio ed oggi anche la danza, con veri e propri talenti in erba ed insegnanti d'eccezione. Grazie all'impegno di Peppe e Silvia Panzieri, coreografi, ballerini ed insegnanti specializzati nella formazione degli allievi dall'infanzia all'adolescenza, la Rage Dancelab ha costituito un gruppo di artisti che da Caserta, divenuta ormai un polo d'eccellenza, esporta la nostra danza oltre oceano e importa dagli Usa progetti, iniziative e guest stars. Solo qualche mese fa da Los Angeles il workshop della campionessa mondiale di Hip Hop in carica Parris Goebel, ad oggi considerata una delle migliori ballerine al mondo. Ultimo successo del Centro, l'ingresso della ballerina classica Gabriella Mennitto, presentata dalla Rage Dance Lab all'Accademia di Siena, “Ateneo della Danza”.

Tifatini Cinema raddoppia: la rassegna gratuita di cinema all'aperto, giunta alla sua 15esima edizione, conferma la sua tradizionale location sui Colli Tifatini e, per la prima volta, porta il cinema sotto le stelle in piazza Vanvitelli: un totale di 20 spettacoli, con la proiezione di film e cartoni animati, completamente gratuiti, a partire da sabato 7 luglio. Le proiezioni ogni fine settimana, fino al 5 agosto, a Pozzovetere (dove sarà operativa la tradizionale offerta di prelibatezze gastronomiche tipiche del territorio) e ogni giovedì e venerdì, dal 13 luglio, in piazza Vanvitelli. L'edizione 2012 della rassegna, curata dall'omonima associazione presieduta da Mario Mastrangelo, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Castropignano, con il sindaco Pio Del Gaudio, gli assessori Teresa Ucciero, Giuseppe Greco e Stefano Mariano e con l'intervento di Carmine Aurilio, commissario dell'Ept, che ha collaborato alla realizzazione.

L’Incanto Napoletano di Tortora nella Cattedrale Torna a Calvi Risorto il teatro dalle nostre terre, in una rappresentazione dell regista e attore casertano Pierluigi Tortora. Lo Spettacolo "Incanto Napoletano" è un viaggio nell’universo del teatro e della poesia dei più grandi autori partenopei,dalle parole di Salvatore Di Giacomo, fino a Enzo Moscato, passando per Raffaele Viviani e Eduardo De Filippo. Un unico filo comune nel raccontare storie di uomini e donne animati dal senso vero della vita. Amori, felicità, cattiverie, passioni, delusioni e illusioni descritti dalla penna di grandi poeti. Caratteristica dei lavori di Tortora è lo stretto connubio che riesce a creare tra tradizione e avanguardia, creando così uno spettacolo teatrale per certi versi “classico” ma che guarda costantemente di tempi che corrono. Appuntamento a sabato 7 luglio alle ore 21.00 nella suggestiva e affascinante cornice della Cattedrale Romanica di San Casto a Calvi Risorta.



casertafocus 27