Page 1

Periodico d’informazione della Provincia di Caserta Direttore responsabile, Francesco Marino - Editore, PF edizioni srl, via Daniele, 45 - Caserta - Tipografia, Grafic Processing ACERRA (NA). Testata registrata presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) n. 771 del 30/09/2010 - Per informazioni: 328.3997148 - E-mail: casertafocus@gmail.com - www.casertafocus.net

MUTUI subito 7,5 milioni di € Per fine mese il Comune deve pagare la rata se vuole avere accesso alla dilazione. Pag.2

CANILE appalto nella bufera Mario Melone chiede lumi sulle proroghe senza gara e sul controllo dei Pag.4 chip sui cani.

TABACCHIFICIO no di Russo «Troppi gli appartamenti, in quell’area servono servizi per i cittadini». Pag.6

BILANCIO Ricci “taglia” tutto Il consigliere riduce i costi e detta le condizioni: chi non vota è fuori dalla Pag.8 maggioranza.

ENTRATE pronto l’ufficio unico Cerreto mette a punto il progetto nonostante sia senza giunta. Lavora anche alle alienazioni. Pag.10

TARTAGLIONE dimissionario Il sindaco sceglie questa strada per recuperare le frizioni all’interno della maggioranza. Pag.12

CASERTANA è tempo di scelte In fermento la campagna acquisti della nuova Juvecaserta. Caccia a Pawell. Pag.14

Anno III n. 23 09/06/2012 distribuzione gratuita

I bus di famiglia Donato fiducioso: raddoppiati i pullman CaSERTa. E’ partito da qualche giorno il nuovo corso del trasporto pubblico a Caserta accompagnato da un mare di polemiche. Al posto dell’Acms, le linee degli autobus saranno gestite dal Clp, un consorzio che fa capo agli imprenditori locali Esposito e Viale che hanno deciso di gestire in prima persona l’azienda. A capo dell’organizzazione, infatti, c’è il figlio di Esposito, mentre la figlia si occuperà dell’aspetto economico. Ad affiancarli i funzionari ereditati dall’Acms Eliseo Cuccaro, Martucci, che resterà alla logistica e De Martino. Dopo le tante chiacchiere che hanno accompagnato il passaggio di cantiere, si è risolta la questione del personale. Il Clp, infatti, ha assunto tutti i dipendenti senza alcun contratto di prova, così come aveva prospettato all’inizio. Dall’altra parte, però, i dipendenti, pur mantenendo tutti la stessa posizione all’interno della nuova azienda, hanno dovuto accettare di perdere qualcosina in busta paga, dal momento che hanno firmato un contratto come dipendenti del trasporto privato e non uno come dipendenti per il trasporto pubblico. Poco male, in questa fase l’importante era stare tutti dentro la nuova azienda e i dipendenti ci sono riu-

giorgio Donato

sciti. Passando al servizio, allo stato attuale, non si può dire che sia attivo al cento per cento, anche perché il Clp ha modificato il piano delle linee che era in vigore con l’Acms. «Ci sarà bisogno ancora di qualche giorno per mettere a regime la nuova struttura - ha sottolineato il segretario dell’Ugl trasporti giorgio Donato - ma i presupposti affinché le cose si mettano per il meglio anche per l’erogazione del servizio ci sono tutti». Allo stato attuale, secondo il sindacalista è attiva il 70% di quella che sarà l’offerta di servizio per la cittadinanza. Dai numeri, però, si direbbe che le cose, rispetto al passato potrebbero migliorare.

«Con l’Acms circolavano circa quaranta autobus - ha ripreso Donato oggi, in strada, ne sono stati messi ottanta, andando a potenziare corse importanti come quella con Castelvolturno». Sostanzialmente definito anche il problema dei depositi. Il Clp, infatti, ha mantenuto le tre grandi strutture che aveva l’Acms e, cioé, quella di Marcianise, quella di Carano e quella di Piedimonte Matese. Per il momento è stato sospeso l’utilizzo della struttura di Vairano Patenora che, comunque, viene sostituita tranquillamente dalla struttura di Piedimonfe Matese. E’ in definitiva, positivo il giudizio del sindacato sui nuovi vertici del trasporto locale. «L’importante era garantire il mantenimento dei livelli occupazionali e un servizio dignitoso - ha detto Donato - siamo riusciti a centrare questo obiettivo. Ci sono ancora delle piccole cose da definire, sul piano dell’organizzazione del lavoro, ma, con la riunione che avremo la prossima settimana con l’azienda, siamo convinti di riuscire a risolvere anche questi problemi». Ulteriori sviluppi si attendono, comunque, nelle prossime ore, quando sarà possibile conoscere il risultato del nuovo faccia a faccia tra proprietà e sindacato. Francesco Marino


2

09/06/2012

CASERTA

mutui subito 7,5 milioni

I soldi servono per fine mese per poter ottenere la dilazione CASERTA. Uno scoglio importante per il futuro dell’amministrazione comunale di Caserta è rappresentato dal prossimo 30 giugno. In quella data, infatti, è prevista la scadenza della rata di mutuo di sette milioni e mezzo che l’assessore alle Finanze Nello Spirito si è impegnato ad onorare con il responsabile della Finanza locale del ministero degli Interni Verdi per ottenere una dilazione a cinque anni con interessi agevolati della rata di mutuo di sette milioni non pagata lo scorso mese di dicembre. Il Comune di Caserta non versa nelle condizioni di qualche mese fa, ma, di certo, non si può dire che dalle parti di piazza Vanvitelli si navighi nell’oro per cui c’è particolare attenzione per questa scadenza. Per onorare questa data, molto probabilmente, si ricorrerà all’anticipazione di cassa e all’utilizzo dei proventi derivanti dalla prima rata dell’Imu. Per la prima volta nella storia del Comune di Caserta, l’ente è arrivato a giugno senza essere ricorso ad alcuna anticipazione di cassa. Dopo la dichiarazione di dissesto, si è stretta la cinghia e qualche risultato si è visto. Da gennaio 2012, il Comune sostanzialmente, non ha contratto nuovi debiti dal momento che ha pagato con regolarità i suoi dipendenti, il servizio di raccolta dell’immondizia. Si è cominciati a pagare i dipendenti che si occupano della pulizia degli uffici comunali che sino a qualche mese fa vantavano sedici mensilità arretrate. Soldi sono stati dati anche per l’utilizzo delle piattaforme della raccolta differenziata. Spirito è riuscito anche a trovare i soldi per pagare gli amministratori. Consiglieri comunali ed assessori, infatti, hanno ricevuto tre mensilità, un fatto che si può considerare una novità sostanziale nella storia re-

Nello Spirito

cente del Comune di Caserta, visto che gli amministratori della precedente giunta guidata da Nicodemo Petteruti avanzano ancora otto mensilità dal Comune. Segnali positivi questi che, però, non cambiano la sostanza dei fatti: entro fine mese servono sette milioni e mezzo di euro, altrimenti addio dilazione. Spirito vuole fare respirare le casse del Comune e, quindi, non può fare a meno della dilazione della rata di dicembre che partirebbe dal 2013. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore quando sarà possibile avere un quadro più chiaro della situazione.

Commissione casa, tutto da rifare CASERTA. Per un problema che si risolve, o sembra risolversi, un altro che si propone al Comune di Caserta. Il segretario generale Luigi Martino, infatti, ha ritenuto superfluo il parere pro veritate deliberato dal consiglio comunale per definire la querelle della commissione edilizia, ed ha chiesto che si procedesse alla surroga di Elio Mungivera al posto del decaduto Michele Pellegrino, cognato di Rino Zullo. L’atto improvviso ed inaspettato del segretario generale, non si possono utilizzare appellativi differenti, dal momento che non si capisce perché la decisione della surroga se così chiara sia avvenuta a quasi due mesi dalla sentenza del Tar dopo tante polemiche e un consiglio dedicato, non mette, comunque chiarezza sugli organismi di controllo del Comune di Caserta. Il nuovo bubbone è scoppiato per quello che riguarda la commissione casa, eletta, manco a dirlo in quella sfortunata seduta di consiglio comunale in cui è stata votata la commissione edilizia. Per la definizione dell’organismo è stato adottato lo stesso parametro della commissione per il paesaggio, cioè quattro componenti per la maggioranza (Pasquale Napoletano, Lucrezia Cicia, Antonio Maiello e Donato Tenga) e uno per l’opposizione (Nicola Melone). Il problema, però, è che nella delibera di costituzione della commissione casa viene stabilito come siano tre i rappresentanti della maggioranza, contro i due dell’opposizione, quote che sono sempre state rispettate anche nelle prece-

Pasquale Napoletano

denti consiliature. Tra l’altro, nella stessa delibera di istituzione della commissione casa c’è discordanza da un momento che da una parte si fa riferimento alla quota di tre a due e dall’altra di quattro a uno. Alla luce di questa situazione, nelle prossime ore, il Pd chiederà che l’organismo venga rivotato, dal momento che le scelte per la votazione sono state condizionate da parametri non corrispondenti a quelli effettivi. Si apre quindi un nuovo caso politico in Comune.


NUOVA CHEVROLET AVEO 5 PORTE. • DA 97 € AL MESE • INTERESSI ZERO* • 10 ANNI GRATIS FURTO E INCENDIO

DA

9.600 €, COMPLETA DI TUTTO.

DI SERIE: 5 PORTE, CLIMA, RADIO CD/MP3, CRUISE CONTROL, 6 AIRBAG, ESC, TCS, 5 STELLE EURO NCAP. FINANZIAMENTO: TAN 0% - TAEG 2,41%

www.chevrolet.it | Call Center Clienti 800.011.943

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale: *Esempio finanziamento Aveo clima 9.600€. Anticipo 2.100€. 36 rate mensili da 97€ TAN fisso 0%, TAEG 2,41% . Durata del contratto 37 mesi. Importo finale rifinanziabile: 4.308,12€. Spese istruttoria 300€; imposta di bollo 14,62€; spese di incasso rata 3€; spese invio rendiconto 1,20€ oltre bollo. Importo totale del credito 7.800€ (IPT non finanziata); importo totale dovuto 7.934,77€. Coperture assicurative disponibili a richiesta. Importo massimo finanziabile 9.050€. Salvo approvazione Fiditalia Spa. Fogli informativi presso le concessionarie aderenti. Offerta valida fino al 30/6/12. I Concessionari Chevrolet operano quali intermediari del credito in regime di non esclusiva con Fiditalia Spa.

ROBERTO CAPITELLI s.r.l.

Via Galatina Est, 240 - S. Maria C.V. (CE) Tel. 0823.810048

GIRGI 2

Via Nuova del Campo, 28 - NAPOLI - Tel. 081.7809050 M. da Caravaggio, 186 - NAPOLI - Tel. 081.623261


6

09/06/2012

APPIA

canile bufera sull’appalto

Melone: stop proroghe e via ai controlli sui chip CASAGIOVE. Dott. Melone, cosa ne pensa dei canili comunali? «Sinceramente, sono del parere che i ricoveri per cani randagi siano stati, e siano, dei veri e propri business per tante persone. Gli organi sanitari e comunali dovrebbero intervenire più spesso in questo settore dando maggiore trasparenza e sicurezza, per essi gli Enti sono costretti a sborsare decine e decine di migliaia di euro, è assolutamente necessario che sia fatta molta chiarezza nel rispetto dei cittadini contribuenti e degli animali in essi detenuti». Cosa, in particolare, le fa legittimamente sorgere dei dubbi? «Non capisco il perché senza alcuna gara pubblica, e rilasciando proroghe all’infinito, vengano effettuati gli affidamenti della gestione del servizio canile comunale. Ciò che in maggior misura mi insospettisce è che molti degli animali stabulati non siano registrati all’Anagrafe Canina Regionale, per cui è impossibile stabilire anche la loro reale permanenza all’interno delle strutture. Un po’ come il gioco delle tre carte, per cui un cane potrebbe vivere anche per cento anni a carico di un comune o persino di molti comuni contemporaneamente». Ma l’Ente affidante non fa dei controlli? «I vari Enti sono completamente assenti sia nella vigilanza dei controlli sanitari sia in quelli ambientali, tutto è lasciato alla discrezionalità dei responsabili della struttura. All’accondiscendente Comune, che è diretto responsabile dell’affidamento, resta solo il compito di adempiere ai lauti pagamenti». La società affidataria, in genere, si impegna a far adottare i cani ospitati nella struttura gestita? «Non c’è, assolutamente, mai stata alcuna campagna pubblicitaria per la sensibilizzazione all’adozione degli amici a quattro zampe, poiché per un Ente pubblico questa è considerata

Mario Melone

solo una questione secondaria di alcuna importanza». Come pensa, a questo punto, si possa agire? «Sarebbe opportuno che il Comune di Casagiove chiarisse il motivo della mancanza di una gara pubblica e

delle tante proroghe alla stessa società che gestisce il canile, come anche dovrebbe accertare che i cani abbiano applicato il microchip o siano tatuati e siano registrati presso l’Anagrafe Canina Regionale, come ai sensi della Legge Quadro

n°281/91 e della Legge Regionale n°16/2001, ed attraverso questa registrazione sia, finalmente, stabilita la loro reale età ed il tempo di permanenza a carico pubblico. Infine credo che sia importantissimo chiarire l’assenza di una convenzione formale tra l’Ente Comune e la società affidataria, al fine di obbligare la stessa alle dovute responsabilità ed ai giusti impegni». Dopo tutto ciò come considera la questione randagismo sul territorio casagiovese? «Il fenomeno persiste ed in alcune zone è diventato un effettivo pericolo per i cittadini e per gli stessi animali. Tanto è vero che, qualche settimana fa, un cane padronale è stato sbranato dal branco di via XXV Aprile e si assiste, inermi, all’intensificarsi della proliferazione degli ectoparassiti». Luigi Di Costanzo

SAN NICOLA. Previsionale, incognita Imu SAN NICOLA LA STRADA. Come è noto il termine per la deliberazione del Bilancio di Previsione per l'anno 2012 da parte degli enti locali è stato differito al 30 giugno 2012 ed entro quella data il sindaco Pasquale Delli Paoli ha annunziato che il Bilancio preventivo sarà postato all’attenzione del Consiglio comunale ed approvato. Da qui e fino al consiglio comunale prossimo, presentiamo ai nostri lettori le diverse voci che concorrono a formare il corposo “dossier” di proposte deliberative messo a punto dall’amministrazione comunale di San Nicola La Strada. Entro il 18 giugno i proprietari di immobili dovranno pagare la prima rata dell’Imu in base alle aliquote indicate dal governo (4 per mille sulla prima casa, 7,6 sulla seconda e le altre abitazioni). Il cittadino potrà decidere se pagare l’IMU in due o tre rate. Secondo alcune fonti, per le abitazioni con rendita sino ai 1.000 euro, l'entità dell'Imu da pagare sarà inferiore a quella dell'ultimo pagamento Ici, effettuato nel 2007, anche grazie ai 200 euro di sgravio sulle prime case e la riduzione di 50 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni domiciliato sotto lo stesso tetto dei genitori. Su tutti i beni che non rientrano tra le abitazioni principali lo Stato tratterrà lo 0,38 per cento, percentuale che creerà un gettito nelle casse erariali pari a circa 15,5 milioni di euro. Sulla

prima casa sarà applicata a San Nicola La Strada l’aliquota base dello 0,4 per cento o 4 per mille che dir si voglia, che è praticamente identica all’aliquota della precedente ICI. La nuova disciplina nazionale impone l’utilizzo dell’aliquota agevolata esclusivamente alla prima casa, alle sue pertinenze (una per tipologia), alle abitazioni possedute da anziani domiciliati in strutture protette, se non proprietari di altro alloggio. Su tutto il resto, l’IMU sconta un’aliquota base dello 0,76 per cento (o 7,60 per mille), metà della quale, come detto, verrà versata direttamente allo Stato. La precedente aliquota dell’ICI sulla seconda casa era del 5 per mille. Se fosse stata confermata questa aliquota, al comune, in pratica, non sarebbe entrato nulla e considerato che l’ente ha perso ben 4 milioni di euro di trasferimenti statali, il 3,80 per mille che entrerà nelle sue casse servirà appunto ad attenuare i mancati trasferimento da parte dello Stato. Vengono confermati i 200 euro di sgravio sulle prime case e la riduzione di 50 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni domiciliato sotto lo stesso tetto dei genitori. Comunque, anche sul sito del Comune di San Nicola La Strada, l’amministrazione ha pubblicato un link cliccando sul quale il cittadino sannicolese viene condotto per mano a fare due conti e sapere come calcolare la nuova “tassa”.


CHEVROLET PRESENTA UN'OFFERTA ECCEZIONALE. SPARK DA

6.950 €

CON 10 ANNI GRATIS FURTO E INCENDIO

GAMMA CRUZE DA

13.450 €

SUL DIESEL TASSO ZERO 4 ANNI

SPARK: LA CITYCAR 5 PORTE, 5 POSTI, CON 6 AIRBAG. DISPONIBILE ANCHE GPL, UN PIENO A SOLI 21 € CRUZE: LA BERLINA 4 E 5 PORTE COMPLETA DI TUTTO. CON CLIMA, RADIO CD/MP3 E AUX-IN, 6 AIRBAG, CONTROLLO ELETTRONICO DELLA STABILITA' (ESC), CONTROLLO DELLA TRAZIONE (TCS) E MOLTO ALTRO. www.chevrolet.it | Call Center Clienti 800.011.943

ROBERTO CAPITELLI s.r.l.

Via Galatina Est, 240 - S. Maria C.V. (CE) Tel. 0823.810048

GIRGI 2

Via Nuova del Campo, 28 - NAPOLI - Tel. 081.7809050 M. da Caravaggio, 186 - NAPOLI - Tel. 081.623261

Spark 1.0 benzina. Prezzo speciale chiavi in mano IPT esclusa, 6.950€. Assicurazione gratis su versioni benzina. Condizioni di polizza su chevrolet.it. Cruze 5p Prezzo speciale 1.6 LS, chiavi in mano IPT esclusa 13.450 €. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale: Esempio finanziamento Cruze di 15.700€. 48. rate mensili da 350,43€ TAN fisso 0%, TAEG 1.62% . Durata del contratto 48 mesi. Spese istruttoria 350€; imposta di bollo 14,62€; spese di incasso rata 3€; spese invio rendiconto 1,20€ oltre bollo. Importo totale del credito 16.820,40€ comprensiva di copertura assicurativa del credito (IPT non finanziata); importo totale dovuto 16.991,30€. Coperture assicurative disponibili a richiesta. Importo massimo finanziabile 16.820,40€. Salvo Approvazione Fiditalia Spa. Offerta valida fino al 30.06.2012 per le concessionarie aderenti. I Concessionari Chevrolet operano quali intermediari del credito in regime di non esclusiva con Fiditalia Spa. Offerta valida solo su vetture diesel 163cv disponibili in stock. Pieno Spark 24,8 litri, prezzo calcolato in base al prezzo medio nazionale GPL 0,821 €/litro, (fonte Min. Sviluppo Economico al 21/5/12). Immagini inserite a scopo illustrativo.

Spark Consumi (ciclo combinato l/100km): da 5 a 7. Emissioni CO2 (g/km): da 110 a 119. Gamma Cruze Consumi (ciclo combinato l/100km): da 5,4 a 9,1; Emissioni CO2 (g/km): da 139 a 167.


6

09/06/2012

S. MARIA C.V.

tabacchificio no di Russo

L’assessore “blinda” i parcheggi e imposta l’asse con Stellato SANTA MARIA CAPUA VETERE. Carlo Russo, assessore alla viabilità di Santa Maria Capua Vetere. E' passato un anno dalle elezioni che hanno consacrato Biagio di Muro sindaco della città. Come giudica questi primi 12 mesi? «Questa è una giunta che sta facendo molto per Santa Maria, e lo sforzo vale doppio perché ci troviamo a combattere anche contro la crisi economica. Certamente stiamo mettendo in campo un grande impegno». Questa è una Giunta unita? Come sono i rapporti tra sindaco e assessori? «E' una giunta molto coesa, c'è un ottima collaborazione tra Di Muro e noi assessori. Sono soddisfatto del lavoro che stanno facendo Scirocco e Di Rienzo». E' vero che la vostra è una giunta "amica dei costruttori"? Vi definiscono palazzinari. Che ne pensa dell'idea di costruire 430 appartamenti nell'area dell'ex Tabacchificio? «Noi non siamo palazzinari e non facciamo favori a nessuno. Personalmente credo che 430 appartamenti non servano alla città, anche perché in quella zona ci sarebbe innanzitutto bisogno di infrastrutture e servizi. Detto questo non si può vincolare al 100% un privato nelle sue scelte. Magari si potrebbe ridurre il numero degli appartamenti da costruire e affiancare a essi strutture utili alla comunità». Cosa pensa dell'installazione del gassificatore di Capua? «Personalmente non sono d'accordo. In giunta, però, non abbiamo discusso della questione». Qualche giorno fa lei ha commentato il fatto che qualcuno si diverte a sdradicare i paletti dissuasori della sosta disseminati per la città. «Si tratta di atti vandalici, indici di in-

Carlo Russo

civiltà. Sono atteggiamenti che vanno repressi, ma non basta: bisognerebbe sensibilizzare i cittadini rispetto a queste tematiche». Giuseppe Stellato ha detto che questa "è una giunta di sinistra". Qualcuno ha risposto che non è così. Lei che ne pensa? «Non voglio alimentare queste polemiche inutili. I fatti dicono che insieme al sindaco ci sono due assessori di centrosinistra e due as-

sessori che vengono dal mondo delle associazioni». Cosa avete fatto, in un anno, per Santa Maria Capua Vetere? «Abbiamo fatto sì che il Tribunale restasse qui da noi, abbiamo risolto il problema della caserma della guadria di finanza. Inoltre siamo riusciti a strappare circa 400.000 euro all'Unione Europea per finanziare il "Progetto Leonardo": i soldi serviranno a

finanziare tirocini all'estero per giovani sammaritani». Torniamo indietro nel tempo. A marzo lei ha aumentato il numero di parcheggi a pagamento di 140 unità. Molti hanno gridato allo scandalo e qualcuno l'ha accusata di fare dei favori all'azienda Icaro (che gestisce il servizio). «Non è stato fatto nessun favore a Icaro. Ora però ci sono più parcheggi per disabili e donne incinta. Inoltre tra qualche giorno entrerà in vigore la cosiddetta "penalina". In poche parole se un automobilista viene beccato con il grattino scaduto non dovrà pagare la multa per intero ma una semplice integrazione (come già succede a Caserta n.d.r.)». Cosa può dirci del suo partito? Quello socialista... «A fine giugno ci sarà il congresso. Chiusa la fase congressuale ci impegneremo nel ricompattare le forze che compongono la sinistra sammaritana a cominciare dal Pd di Stellato». Matteo Donisi

Arrivano le “biciclette di cortesia” SANTA MARIA CAPUA VETERE. Dopo il successo sperimentato in altre grandi città, sta per approdare anche a Santa Maria Capua Vetere “City4Bike”, iniziativa che mira a coniugare una mobilità moderna e sostenibile con la voglia e la capacità dei commercianti locali di interagire con la città, i turisti e i tanti giovani universitari che la vivono, attraverso forme nuove di comunicazione e collaborazione. Promosso dal Comune e dalla Confesercenti di Santa Maria Capua Vetere, il progetto City4Bike Development utilizza la formula della “bicicletta di cortesia”: il commerciante acquista la bici e la posiziona fuori dalla sua attività; il cliente viene, lascia un documento di riconoscimento e prende in prestito la bici. E, pedalando, fa pubblicità: sulla bici, infatti, saranno applicati due pannelli con il brand personalizzato del negoziante che ha noleggiato gratuitamente la due ruote. La Confesercenti sostiene il progetto

sia attraverso un contributo in termini di comunicazione e pubblicità sia attraverso un incentivo sulle prime venti biciclette acquistate dai commercianti. “Crediamo fortemente in questo progetto innovativo e di successo, che – spiega la presidente di Confesercenti Santa Maria, Rosida Baia – mira chiaramente a rilanciare una nuova immagine della nostra città: una città moderna, ecologica, “amica” dei suoi cittadini e dei suoi turisti che, in questo modo, sono invogliati a restare e non certo a scappare in affollati centri commerciali. “E’ una scommessa, una sfida – conclude Rosida Baia – che ci sentiamo pronti ad accogliere. La bella stagione che sta arrivando certamente invoglierà a lasciare a casa l’auto, a prendere la bici, e a godersi la città e le sue offerte, anche commerciali”. I commercianti interessati possono rivolgersi alla Confesercenti.


MITSUBISHI ASX. DA OGGI DIESEL DA 150 CV AL PREZZO DEL BENZINA.

,06% DA 298 EURO AL MESE TAEG 8 ASSICURAZIONE SUL CREDITO E 3 ANNI DI FURTO - INCENDIO INCLUSI. Consumi ciclo medio combinato da 5,7 a 7,9 l/100 km. Emissioni CO2 da 129 a 153 g/km.

Vantaggio Cliente € 2.900 sulle versioni Diesel. Offerta valida fino al 15/06/2012 con il contributo dei Concessionari che aderiscono all’iniziativa, per auto disponibili in rete. Versione fotografata Intense Panoramic. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Finanziamento UniCredit S.p.A. Per le condizioni contrattuali del finanziamento e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al Modulo “Informazioni Europee di base sul Credito ai Consumatori” disponibile presso le concessionarie Mitsubishi aderenti all’iniziativa e al Modulo “Informazioni Pubblicitarie” disponibile sul sito www.ucfin.it e anche in formato cartaceo presso le concessionarie Mitsubishi aderenti all’iniziativa. Il finanziamento è erogato da UniCredit S.p.A. che si riserva la valutazione dei requisiti e del merito creditizio necessari alla concessione del finanziamento. Esempio di finanziamento: prezzo auto € 21.800, anticipo € 4.800, finanziamento in 55 rate mensili da € 297,95, maxirata finale di € 7.896,60, TAN fisso 6,90% TAEG 8,06% Spese di istruttoria € 300. Spese incasso rid € 3. Importo totale dovuto € 24.501,20 (importo finanziato auto € 17.000 + Assicurazione facoltativa Credit life – polizza vita e perdita d’impiego – inclusa nel finanziamento € 871,92 + 36 mesi di copertura assicurativa facoltativa Incendio e Furto – Credit Car Plus – inclusi nel finanziamento, per un importo calcolato sulla provincia di Varese pari a € 1.569,60 + interessi € 4.542,33 + spese istruttoria € 300 incluse nel finanziamento + spese incasso RID € 168,00 + imposta sostitutiva € 49,35). L’importo della copertura assicurativa facoltativa Incendio e Furto – Credit Car Plus – varia in base alla provincia di residenza. Per le condizioni contrattuali delle polizze assicurative facoltative si rinvia ai “Fascicoli Informativi”, da leggere prima della sottoscrizione, disponibili presso le concessionarie Mitsubishi aderenti all’iniziativa. UniCredit Consumer Finance è il marchio che contraddistingue i prodotti di credito al consumo distribuiti tramite canali diversi dalle Agenzie. Ulteriori informazioni presso i Concessionari

Mitsubishi in Italia raccomanda

Partner di:

seguici su

info 800-369463

ROBERTO CAPITELLI

www.mitsubishi-auto.it

Srl

Concessionaria Ufficiale Mitsubishi Motors

www.capitelli.it Assistenza:

Via Galatina Est, 240 - S. MARIA C.V. (CE) Tel. 0823.844888 Via Galatina Est, 240 - S. MARIA C.V. (CE) Tel. 0823.810048


8

09/06/2012

CAPUA

SpeSe Ricci “taglia” tutto

Il consigliere: servono i sacrifici per pareggiare il bilancio CAPUA. Occhi puntati su due importanti scadenze che a breve si ritroverà davanti l’amministrazione Antropoli: bilancio consuntivo e di previsione. Due documenti che mai come stavolta assumono un’importanza notevole visto che il Comune è in uno stato di deficit strutturale e ha sforato il patto di stabilità. «Il bilancio consuntivo - afferma il consigliere Marco Ricci delegato alle finanze - è stato approntato. A giorni lo sottoporrò al Collegio dei Revisori dei Conti quindi ci sarà il passaggio in maggioranza e, successivamente, quello in giunta e in consiglio». Un compito non facile quello di Ricci perchè sul consuntivo ci sarà una nuova prova di tenuta della maggioranza di centrodestra e nel Pdl c’è già chi storce il naso. «Il bilancio prosegue Ricci - è un atto contabile fondamentale pertanto chi non lo condivide vuol dire che non si riconosce più nell’azione amministrativa. Voglio precisare che il consuntivo che si andrà a discutere in sostanza ricalca scelte politiche che affondano le radici anche nella passata consigliatura». E’ chiaro che in sede di riunione di maggioranza quelle che sono le eventuali divergenze tra le forze politriche potranno essere superate, diversamente si aprirebbe una nuova fase di criticità per la compagine di centrodestra. Ma Ricci è alle prese anche con il previsionale e su questo ha le idee chiarissime. «Quest’anno - prosegue - approntare il previsionale è di una semplicità assoluta perchè tutti i capitoli, salvo poche eccezioni, avranno una disponibilità economica pari a zero. Lo stato delle finanze non ci permette di fare altro per questo ho individuato una serie di priorità come i servizi essensiali ed irrinunciabili, i servizi sociali che ne hanno bisogno in questa fase di criticità che sta attraversando una larga fetta della popolazione e l’edilizia scolastica. E’

chiaro che dobbiamo per prima garantire gli stipendi ai dipendenti comunale e coprire finanziarimente i servizi essenziali». Sforbiciata consistente per le spese. «E’ in corso un monitoraggio di tutte le spese per verificarne l’effettiva necessità. Per i servizi ad esempio non credo che tutto sia indispensabile. Ma l’abbatimeno dei costi verrà fatto nell’ottica di ottenere non solo benefici per le casse ma anche per ampliare una serie di servizi. Basti pensare che il comune spende oltre 170 mila euro all’anno di spese telefoniche. Ebbene rimodulando il servizio pagheremo solo 50 mila euro ed in più garantiremo il wi-fi al centro storico. Risparmiamo ma diamo anche servizi alla collettività». L’obiettivo di

Marco Ricci

Ricci è quello di giungere al pareggio di bilancio entro tre anni. «Que-

sto comporterà enormi sacrifici e tutti i colleghi ne devono essere consapevoli. Ma la priorità è il risanamento economico». Per farlo si punta molto sulle entrate con una diversa modalità di riscossine. «I tributi - prosegue - saranno esternalizzati totalmente. Questo permetterà di combattere con maggiore incisione il fenomeno dei mancati pagamenti e porterà benefici alle casse comunali evitando, così come accade oggi, il continuo ricorso all’anticipazione di cassa». Altro capitolo, la Tarsu i cui proventi dovranno essere utilizzati solo per il servizio di igiene ed evitare così situazioni come quelle che si sono venute a crearenegli ultimi mesi. Mimmo Luongo

E l’Idv presenta il dossier alla Corte dei conti CAPUA. I rilievi fatti dal Collegio dei Revisori in merito alla gestione economico-finanziaria del Comune di Capua finiranno all’attenzione della Corte dei Conti. L’iniziativa è del Circolo dell’Italia dei Valori. «Dallo scorso anno - afferma Nicola Scalera sentiamo un obbligo in più nei confronti di quanti ci hanno dato il loro voto, dimostrando di credere nel nostro progetto di pulizia e rinascita della città. Con queste premesse e con l’unico obiettivo di cautelare gli interessi della cittadinanza tutta da omissioni e da atti illegittimi, abbiamo trasmesso alla Corte dei Conti un esposto con i contenuti di due Verbali del Collegio dei Revisori dei Conti. Dai documenti emergono gravi inadempienze e “disinvolti” comportamenti contabili messi in atto dall’Ente. In particolare, dal Verbale n. 2 del 28 Marzo u.s., emesso dai Revisori per la loro attività di vigilanza degli adempimenti tributari previdenziali del Comune di Capua, emergono una serie di mancati pagamenti IVA ed IRAP per l’anno 2010 ed omessi versamenti di ritenute per lavoro autonomo per gli anni 2010 e 2011. La gravità della condotta illegittima è rimarcata dai Revisori dei Conti che chiudono il Verbale con la “diffida” per l’Ente al versamento del dovuto entro 15gg. Ad oggi non ci è dato di sapere se la così perentoria prescrizione sia mai stata eseguita. Il secondo Verbale, n. 3 del

29 Marzo u.s., è stato emesso invece per la verifica trimestrale di cassa e delle gestioni contabili. Dal Verbale risulta che il saldo di cassa del Comune al 31 dicembre 2011 ha un passivo di oltre 1milione e 700mila euro, dovuto ad anticipazioni di cassa. Sono poi elencati una serie di mandati di pagamento che non rispettano l’ordine cronologico di arrivo delle fatture; diverse spese mancano della necessaria evidenza pubblica, hanno una irregolare determinazione dell’impiego di spesa e un uso improprio dell’affidamento diretto per interventi ordinari. Non occorre essere esperti di bilancio per capire la gravità di tali comportamenti! Il Verbale constata infine che non esiste un elenco dettagliato dei pignoramenti in corso a carico del Comune, per cui l’Ente rischia di trovarsi, e per di più inconsapevolmente, nella condizione di dissesto finanziario per non poter più garantire l’assolvimento delle funzioni e dei servizi indispensabili”. L’Idv, quindi, invita le autorità preposte a provvedere, per quanto di loro competenza, alle dovute verifiche e alle ispezioni ritenute necessarie presso gli Uffici Contabili del Comune di Capua. “Su queste tematiche - conclude Scalera - continueremo a tenere informati i cittadini. Stiamo lavorando sul bilancio con il nostro gruppo e con il supporto di validi tecnici esperti nella materia”. M.L.


10

09/06/2012

MADDALONI

entrate ecco l’ufficio unico

Cerreto ha anche avviato il lavoro per l’alienazione dei beni MADDALONI. L’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco di Maddaloni Antonio Cerreto, si sta apprestando ad affrontare nuove sfide dal punto di vista programmatico. Infatti, da più parti emerge che il sindaco Cerreto, subito dopo aver completato il ragionamento legato alla nomina della nuova giunta, premerà il piede sull’acceleratore per poter concretizzare due aspetti: creazione dell’ufficio unico delle entrate e alienazione dei beni immobili. Infatti su entrambi i fronti, il sindaco Cerreto e la sua amministrazione comunale già sono fortemente impegnati in quanto sulla creazione del nuovo ufficio si starebbero già tenendo diverse riunioni operative tra i dirigenti e i funzionari comunali per approntare tale nuovo servizio. Da fonti varie, emerge che nelle prime due giunte utili, il regolamento do-

vrebbe essere approvato per poi essere trasmesso alle commissioni consiliari e giungere definitivamente all’attenzione del consiglio comunale per l’approvazione. Tale ufficio comprenderebbe varie competenze che oggi il cittadino vede disperse in mille rivoli e invece con l’ufficio unico delle entrate tale dispersione rientrerebbe. Ma il sindaco Cerreto starebbe profondendo il massimo dell’impegno anche per quanto concerne la vendita dei beni immobili, a disposizione del comune di Maddaloni e la cui alienazione potrebbe portare soldi freschi nelle casse comunali. Tuttavia non sarebbe un’operazione semplice visto lo scarso valore degli immobili. A rendere tutto più difficile il fatto che la gran parte degli immobili sono già abitati da assegnatari i cui contratti di locazione da anni, fruttano scarsi introiti per il comune.

Pressing di Fli su Santangelo MADDALONI. Potrebbe cambiare l’assetto dei gruppi politici in Provincia nelle prossime ore. A quanto sembra, infatti, potrebbe fare il suo esordio Futuro e libertà, che ha avviato un pressing fortissimo sul consigliere di Maddaloni Vincenzo Santangelo. A lavorare sul passaggio dell’esponente di Noi Sud Gianfranco Paglia e Italo Bocchino in persona che hanno promesso a Santangelo anche un colloquio con il presidente della Camera Gianfranco Fini, leader e fondatore di Fli. Da parte sua l’esponente Maddalonese non si Vincenzo Santangelo sbilancia. Santangelo sta ascoltando con interesse i discorsi dei due deputati, ma alla stessa maniera non si è mai sbilanciato sull’eventualità di lasciare Noi Sud. In questa fase l’imprenditore sta curando soprattutto il rafforzamento del suo gruppo. E’ delle ultime ore l’adesione della consigliera di Maddaloni Teresa Cafarelli alla squadra che fa capo a Santangelo. Ulteriori sviluppi si attendono nelle prossime ore.

Antonio Cerreto

Anche senza giunta, il sindaco non ha bloccato l’attività amministrativa, dimostrandosi attento alle questioni che afferiscono alla quotidinità. Il problema dell’alienazione degli immobili è molto serio, dal momento

che, questa rappresenta una delle poche strade che il Comune ha per fare cassa in una fase storica difficile per le pubbliche amministrazioni del Mezzogiorno e d’Italia più in generale.


M{ZD{ CX-5 GUARDARE OLTRE

abbiamo anticipato il futuro. l’unico suv Crossover compatto diesel euro 6

.

Rivoluzionare il concetto di auto. Riprogettarne da zero ogni dettaglio. Impiegare materiali mai utilizzati finora. Questo è guardare oltre i confini della tecnologia. Questo è il sogno da cui nasce Mazda CX-5, con motori fino a 175 cv, consumi fino a 21,7 km/lt, 2WD o 4WD, cambio manuale o automatico. Il SUV crossover compatto con:

Consumi da 4,6 l/100 km a 6,6 l/100 km, emissioni da 119 gr/km a 155 gr/km.

defy convention

www.mazda.it Mazda Italia

UNICO CONCESSIONARIO PER CASERTA E PROVINCIA

ROBERTO CAPITELLI s.r.l. NOME DEALER

Via Est., S. d’apertura: Marialunedì-venerdì, C.V. (CE) - eTel. 0823.844888 Via del Galatina Commercio, 36 – 00176 Roma – 06240 96 03 55 85 Orari 08:30 - 12:30 14:00 - 18:00.


12

09/06/2012

MARCIANISE

sindaco dimissioni politiche

Tartaglione ha 20 giorni per ricompattare la maggioranza MARCIANISE. La città di Marcianise è amministrata da un sindaco dimissionario. Antonio Tartaglione, intorno all’una di notte tra martedì e mercoledì scorso, con una nota ha annunciato la sua decisione. Quella del medico, però, ha tutto il sapore di una scelta tattica e non della volontà di gettare la spugna dopo mesi di logoramento dovuti anche ai continui tentativi, falliti sempre goffamente, di mettere la parola fine alla sua amministrazione. Tartaglione è giunto alla conclusione di non poter essere costantemente tenuto sotto scacco dai gruppi politici e, così, ha deciso, dopo l’ennesimo assalto di “Marcianise futura” di rassegnare le dimissioni per aprire un confronto serrato nella sua maggioranza e chiarire modi e metodi per andare avanti. Ci saranno venti giorni per completare questa operazione al termine dei quali Tartaglione, se avrà avuto garanzie, tornerà al suo posto, altrimenti, tutti a casa e arrivano i commissari. Ma come ha comunicato il sindaco alla città la sua decisone? «Dal momento della mia elezione a sindaco, seppure tra grandi difficoltà, ho sempre creduto nelle reali possibilità di crescita, di sviluppo e di cambiamento della nostra città. Ho sempre saputo che non l’unità d’intenti, ma le diversità di opinioni avrebbero prodotto quel democratico e proficuo confronto da cui sarebbe emersa la strada migliore per realizzare quel progetto di città ideale a cui avevano aderito i rappresentanti eletti dai nostri concittadini. Ed era proprio per ripagare la fiducia di questi ultimi che bisognava rimboccarsi le maniche e lavorare per aiutare Marcianise ad uscire da quel guado in cui l’avevano fatta affossare coloro che l’avevano utilizzata come terra da sventrare, merce di scambio ed area su cui speculare - ha detto Tartaglione - Aiutare quindi Marcianise a crescere ed a diventare la città in cui tutti avrebbero voluto vivere e in cui tutti avrebbero voluto fare cre-

scere i propri figli. E’ in quest’ottica che va letto: l’attenzione ed il supporto costante dato al mondo della scuola ed alla formazione dei nostri ragazzi; la perentoria affermazione della legalità attraverso l’insediamento di corpi militari che potessero aiutarci ad eliminare quel cancro bruto della malavita organizzata, che ancora denigra la nostra civiltà ed il nostro orgoglio di essere marcianisani; la valorizzazione della vocazione sportiva ed economica della città; la globale opera di riqualificazione della rete viaria e del patrimonio comunale; il continuo coinvolgimento della cittadinanza attraverso le associazioni culturali del territorio; l’avvio dei lavori di ampliamento del cimitero con relativa e prossima pubblicazione della graduatoria degli assegnatari dei loculi. Ho progettato una città che funzionasse, senza fare troppi proclami, contrariamente a chi per anni ha sbandierato grandi crescite ed ha solo portato megalomani centri commerciali che hanno mortificato il commercio e l’occupazione locale. Ho combattuto una battaglia silenziosa contro quella casta che, estromessa dalla città, ha sempre tentato di rientrarci e, quando non ha potuto, ha

Antonio Tartaglione

tentato di bloccare l’attività amministrativa. Alcune delle mie battaglie sono state condotte sul fronte del “No” per rispettare e favorire gli interessi solo dei cittadini. Ho detto NO al gassificatore affinché la città non dovesse subire ciò che non aveva scelto; ho detto No a 3.000 appartamenti nell’Ise, per evitare che pochi imprenditori si arricchissero e molti cittadini non potessero costruire una casa per sé o per i propri figli; ho detto No all’abbattimento della Casa del Mutilato per evitare che diverse migliaia di euro, prelevate dalle tasche dei cittadini, andassero in fumo. Avrei

voluto continuare a lavorare per tutti noi, ma di certo il clima d’odio che alcuni personaggi hanno contribuito a creare non mi, e non ci, ha aiutato. Sono figlio di questa terra ed a questa terra profondamente legato: il mio è stato lo strenuo tentativo di tutelarla e di contribuire alla sua crescita, rendendo Marcianise una città funzionante fin da quanto di ordinario era stato precedentemente trascurato, nella piena trasparenza, legalità ed onestà delle azioni. Nonostante tutto io ci credo ancora: credo ancora che questa città possa continuare, sebbene lentamente, a cambiare. Marcianise può cambiare, ma non a queste condizioni. Avrebbe sì potuto farlo se tutti coloro che siedono in assise avessero assunto come prioritario ed esclusivo l’interesse collettivo, l’interesse di tutti i cittadini, senza fare distinzione alcuna, e non l’interesse privato e la volontà di creare clientele personali a danno di tutta la popolazione. Visto che non a tutti però preme creare una città ideale per i nostri ed i vostri figli, e siccome io non sono disposto a restare se non per questo obiettivo da sempre dichiarato, rassegno le mie dimissioni da sindaco».

R... Estate con noi, parte la manifestazione MARCIANISE. L’Informagiovani di Marcianise ha ufficialmente dato inizio al ciclo di eventi “R…Estate con noi”. Il 5 giugno il Palazzo della Cultura ha ospitato l’inaugurazione dell’evento e l’aperitivo informativo, cui hanno presenziato l’ass. alle politiche giovanili G. Trombetta e i consiglieri comunali P. L. Salzillo e G. Tartaglione. Il folto pubblico presente ha assistito alla presentazione delle attività che si svolgeranno fino al 26 luglio ed ha partecipato al ricco aperitivo preparato dai ragazzi dell’ufficio. I prossimi eventi del campus estivo si terranno ogni martedì e giovedì a partire dal primo pomeriggio con le attività sportive e i vari tornei, fino a sera con le proiezioni cinematografiche e altre attività culturali. Momenti imperdibili della manifestazione saranno la giornata di Carp Fishing (che si terrà il 26 giugno presso il "Lago

dei Cigni" di Torcino, nei pressi di Venafro, che vedrà i partecipanti alle prese con lezioni di pesca ed un barbecue conclusivo, ma soprattutto una giornata in cui si starà a stretto contatto con la natura), e le lezioni di musica tenute da un’ insegnante diplomata al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, solo per citare gli eventi più importanti. Saranno organizzati inoltre pomeriggi di lettura, lezioni di fotografia, tornei di calcio, pallavolo e carte, mostre di scultura e pittura e serate musicali. Si ricorda a tutti coloro che vogliono prendere parte a questa iniziativa che è possibile avere il programma dettagliato e iscriversi alle varie attività presso la sede dell’Informagiovani, Via Duomo 9 tutte le mattine ed il martedì e giovedì pomeriggio. Filomena Maietta


AUTO NUOVA?

SORRIDI, GUIDA OUTLANDER! OGGI CON 5.000 EURO DI SCONTO

ISHI SCONTO MITSUB

5.000 EURO

è la scelta giusta grazie ai 5.000 euro di sconto con il contributo dei Concessionari. Motore: 2.2 diesel common rail DPF anche con cambio a doppia frizione TC-SST (automatico e sequenziale con Normal e Sport mode). Tra le dotazioni: ✔ Trazione integrale inseribile AWC (2WD, 4WD, Lock) ✔ HSA (Hill Start Assist) ✔ Premium Audio Rockford 710 W ✔ Navi System ✔ Rear view camera ✔ 5 o 7 posti, disponibile anche autocarro. Consumi ciclo medio combinato da 6,2 a 7,2 l/100 km. Emissioni CO2 da 163 a 189 g/km. Offerta valida fino al 30/06/2012 con il contributo dei Concessionari che aderiscono all’iniziativa per auto disponibili in rete. Versione fotografata Outlander Instyle L&N.

Partner di:

info 800-369463 Mitsubishi in Italia raccomanda

seguici su Ulteriori informazioni presso i Concessionari

ROBERTO CAPITELLI

www.mitsubishi-auto.it Finanziamenti e leasing in collaborazione con Findomestic Banca S.p.A.

Srl

Concessionaria Ufficiale Mitsubishi Motors

www.capitelli.it Assistenza:

Via Galatina Est, 240 - S. MARIA C.V. (CE) Tel. 0823.844888 Via Galatina Est, 240 - S. MARIA C.V. (CE) Tel. 0823.810048


14

09/06/2012

SPORT

casertana ore decisive

La nuova cordata è pronta, perché non includere Verazzo? CASERTA. Ore decisive per le sorti dei falchetti. Il sindaco Del Gaudio sta adoperandosi da mediatore tra la famiglia Verazzo e la cordata di imprenditori interessata a portare avanti il grosso lavoro fatto nell’ultimo bimestre di gestione. Caturano, Di Vico, Sferragatta e Pascarella con il prezioso apporto tecnico di Bizzarro sarebbero pronti a dar vita ad un sodalizio che, senza mezzi termini, punterebbe al professionismo già in occasione della prossima annata agonistica. In questi giorni concitati, il primo cittadino ha strappato un impegno di

sponsorizzazione all’ingegner Francesco Del Prete, amministratore delegato della famosa catena di supermercati Cedi Sigma Campania. In settimana prossima dovrebbero arrivare le conferme o smentire ufficiali. Aldilà dei buoni propositi e della comprovata affidabilità delle parti in causa, i tifosi rossoblu hanno comunque il timore di rivivere gli incubi degli ultimi anni. La torcida casertana attende ratifiche scritte prima di sventolare il vessillo del club di Viale Medaglie d’Oro.

Salvatore Bizzarro

Da sottolineare l’esemplare disponi-

bilità dell’attuale proprietà. Dopo aver avere condotto la squadra in una delle migliori stagioni degli ultimi venti anni, i Verazzo si sono resi disponibili a passare la mano per il bene della storia e del futuro della Casertana. Ma, alla luce dell’apporto positivo dato alla comunità di appassionati locali, almeno come segno di cortesia e riconoscenza, il nuovo gruppo dirigente potrebbe proporre ad un componente dell’attuale direttivo una carica ed una partecipazione attiva al piano nascente. Nicola Maiello

juve il sogno è Pawell

Si pensa anche a Stefano Gentile e a Dwight Hardy CASERTA. Iniziamo con una certezza: la Juve Caserta è regolarmente iscritta alla stagione 2012/2013. E' stata inoltrata, agli organi federali, tutta la documentazione necessaria per far si che il sodalizio di Pezza delle Noci possa prendere parte alla prossima stagione. Un altro sospiro di sollievo per i tifosi casertani, dopo le rassicurazioni sul futuro (economico) arrivate dalla certezza che Iavazzi e Galeo saranno al fianco della Juve anche l'anno prossimo. Consegnate le cosiddette "scartoffie" via al mercato, che poi è quello che più interessa ai supporters bianconeri, che vogliono sapere chi indosserà la gloriosa canotta bianconera. Partiamo dalle certezze: Stefano Sacripanti e il suo staff saranno al timone per la quarta stagione consecutiva, e non potrebbe essere altrimenti. Resterà anche Giuliano Maresca, l'unico, della scorsa stagione, ad avere il contratto in sca-

denza 30 Giugno 2013: la guardia capitolina ha detto di essersi trovata benissimo all'ombra della Reggia, e di voler onorare il contratto, quindi possiamo dire che sarà lui il primo tassello della Juve 2012/2013. La società si sta poi muovendo in una direzione decisa: Andre Smith. Il nativo di St. Paul è in cima ai pensieri di Sacripanti, che vorrebbe tenerlo qui. La città trattiene il fiato, sappiamo bene che il giocatore, dopo la stagione condotta (18.4 punti e 7.6 rimbalzi di media, capocannoniere del campionato), ha gli occhi addosso di parecchi club, anche importanti, ma conta il pensiero del giocatore, la sua volontà, espressa a chiare lettere al termine della stagione: "Caserta è in cima ai miei pensieri". Le percentuali, quindi, di rivederlo in bianconero sembrano salire, e l'idea di Sacripanti è quella di affiancargli un vero uomo d'area, che faccia opera di intimidazione, punti e lavoro sporco, risparmiando all'ex Izmir tanti minuti

Andre Smith

da "5", rendendo quasi esclusivamente da ala grande, suo ruolo naturale, dove può esprimersi davvero al 100%. Il nome saltato fuori rievoca bei ricordi nella mente dei tifosi casertani: Joshua Powell. Il prodotto di North Carolina ha giocato, a Caserta, nella stagione 2004/2005, quella del ritorno in Legadue. Una Juve eroica, guidata da Franco Marcelletti, che riuscì a centrare i play off per poi essere eliminata dalla Virtus Bologna di Mario Boni, che vincerà quella post season, una Juve in cui Powell si esaltò (13.5 punti e 11.8 rimbalzi a partita), gua-

dagnandosi la chiamata NBA dei Dallas Mavericks. Ma prima che questo matrimonio possa rifarsi, serve la conferma di Smith, che è quello che tutti si aspettano, con la società che sta lavorando in quella direzione. Torniamo alle conferme: oltre a Maresca l'idea è quella di trattenere anche Alex Righetti, rinato in Terra di Lavoro dopo gli alti e bassi di Varese. Si guarda, quindi, alla panchina, dove serve un sostituto di Kudlacek, che tornerà a Reggio Emilia. Il nome è quello di Stefano Gentile, retrocesso a Casale Monferrato ma messosi bene in mostra. Ritornando al quintetto, non resterà sicuramente Charlie Bell, con Sacripanti che avrebbe messo gli occhi su Dwight Hardy, la guardia che, a suon di canestri (oltre 25 punti a partita), ha trascinato Pistoia alla finale play off in Legadue. Non ci resta che attendere, con la certezza che sarà un'estate molto interessante. Francesco Padula


Caserta&dintorni

Il pescato del giorno A “Le Quattro fontane” menù di mare

CASAGIOVE. Si arricchisce sempre di più il menù de Le Quattro fontane, lo storico ristorante di via Quartier vecchio a Casagiove. Lo chef Michele, infatti, ha deciso di impreziosire la sua cucina con tante novità di pesce. Ai piatti tradizionali che si possono gustare presso Le Quattro fontane, come il baccalà, le polpettine di baccalà, la carne di bufala, le orecchiette al baccalà, le pettole e fagioli, le pettole e ceci, scarole e fagioli, maccheroncini provola di bufala e melenzane e tanti altri al giorno, si aggiungeranno ogni giorno portate di pesce. Nel menù, infatti, sarà inserita la voce pescato del giorno, cioé lo chef Michele ha deciso di trasformare in prelibatezze pesci e molluschi che giorno per giorno saranno pescati e saranno portati direttamente presso il suo locale. L’idea de Le Quattro fontane è di offrire piatti sempre nuovi ai tanti amici-clienti che frequentano il locale, nel segno della qualità e delle freschezza garantita dal marchio Slow food. Le Quattro fontane, infatti, anche quest’anno ha ottenuto la chiocciola da Slow food che è l’attestato di qualità più importante che esiste nel campo della ristorazione. Per chi volesse partecipare a

15

Gli appuntamenti... Acquerello dal Brasile alla Unusual Art Gallery La Unusual Art Gallery di Caserta propone da venerdì 8 giugno al 6 luglio 2012 la mostra personale di Maria Eudoxia Mellão “Aquarela do Brasil (Acquerello del Brasile)”. L’esposizione è a cura di Aldo Antonio Cobianchi. Per la prima volta in Italia una delle più famose artiste brasiliane, nota a livello internazionale, in particolare, per le sculture e i gioielli – opere d’arte. Caserta, famosa nel mondo per la produzione serica di San Leucio, ospita la Mellão, che con i fili di seta realizza le sue esclusive creazioni.

Gedeone cuor di fifone all’Oasi di San Silvestro

questa festa del gusto, può farlo prenotando allo 0823468970 o all’indirizzo email lequattrofontane@hotmail.it. Con tante prelibatezze in giro, mica volete correre il rischio di restare senza un tavolo? G.L.

Al Sant’Agostino “I soldatini di piombo” CASERTA. Nell’ambito della Primavera Casertana, organizzata dall’ Amministrazione comunale di Caserta d’intesa con l’Assostampa della Provincia di Caserta e con la Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, l’11 giugno prossimo alle ore 17 nella Biblioteca Tescione del Centro Servizi Culturali e Sociali Sant’Agostino (ingresso Via Mazzini) Mostra-Conferenza sul tema “Soldatini di piombo: giochi di piccoli, passione di grandi”. Il miniaturista casertano Ludovico Carrano, tra i più rinomati del mondo, esporrà un saggio delle composizioni realizzate nel suo laboratorio di Casola. Nell’ allestimento si potranno ammirare soldatini con uniformi Austro-Ungariche dell’inizio ‘900, combattenti Inglesi della guerra civile del 1650, un suonatore di liuto dell’esercito romano dell’epoca traiana. L’esposizione sarà arricchita anche da pezzi della Collezione tedesca Elostolin degli anni ‘30, della Collezione Britain degli anni ‘60 (raffiguranti soldatini di Norimberga di fine ‘800), nonché pezzi della Colle-

09/06/2012

Prosegue la IV Edizione della Rassegna “ Fiabe nel Bosco” 2012 , direzione artistica di Roberta Sandias, al Bosco di San Silvestro, in collaborazione con la Ghiandaia Centro Ambientale WWF, direzione scientifica dott. Francesco Paolella. Domenica 10 giugno 2012, con inizio alle ore 11.00, la Compagnia teatrale La Mansarda presenta lo spettacolo “ Gedeone Cuor di Fifone”, di Roberta Sandias, regia di Maurizio Azzurro , interpretato dagli attori Antonio Vitale e Alfredo Giraldi.Una storia Gedeone ha paura di tutto, perfino della sua ombra. Non a caso è chiamato da tutti "Gedeone Cuor di Fifone". Suo fratello Pancrazio, che sbarca il lunario girando le fiere dei paesi con il suo carretto di Rigattiere, non ne può più delle sue paure e dei continui capricci ad esse legati, ed un bel giorno, dopo l'ennesimo scontro , decide di escogitare un piano per sconfiggere, una volta e per tutte, i timori di Gedeone. La soluzione è una magica pozione che rende coraggiosi … o del succo di Lampone? Chissà… Lo spettacolo si sviluppa tra colpi di scena, incontri e travestimenti, situazioni comiche e grottesche.

“Candido”, si chiude la stagione del Civico 14

zione Americana Marxx degli anni ‘50. Nell’occasione dell’Associazione Culturale UROBORO di Napoli terrà una conversazione sull’uniformologia nella sua evoluzione storica. Dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura Felicita De Negri e del Sindaco Pio Del Gaudio parlerà il Presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro Alberto Zaza d’Aulisio.

La stagione del Teatro Civico 14 di Caserta volge al termine. Dopo oltre 50 tra spettacoli ed eventi il piccolo spazio di vicolo della Ratta si appresta ad ospitare l’ultima pièce in cartellone, CANDIDO di Ermanno e Gaetano Battista sabato 9 giugno sempre alle ore 21.00. Lo spettacolo prodotto dal C.R.A.S.C. di Napoli per la regia di Marco Luciano nasce da un lungo viaggio di memorie nell’Irpinia orientale, un viaggio in un luogo di pace, di silenzio, ma anche luogo di misteri e preoccupazioni. Candido è la voglia di gridare in maniera cruda tutte le incongruenze che legano un lavoratore alla sua voglia matta di lavorare e di farlo alle condizioni da lui prestabilite, senza cadere in schemi di lavoro in cui il lavoratore non è tutelato in caso di incidenti sul lavoro.


www.citroen.it

4X4 QUANDO VUOI TU.

Consumo su percorso misto: nuova Citroën C4 Aircross 1.6i 115 Stop&Start 2WD 5,9 l/100 Km. Emissioni di CO2 su percorso misto: nuova Citroën C4 Aircross 1.8 HDi 150 FAP Stop&Start 4WD 147 g/Km. La foto è inserita a titolo informativo.

NUOVA CITROËN C4 AIRCROSS ogia di strada affrontata. Al volante della nuova Citroën C4 Aircross non sarà più la strada a decidere ma sceglierai tu il tuo stile di guida, passando da 2 a 4 ruote motrici con un semplice gesto. Nuova Citroën C4 Aircross è un’auto che ama l’ambiente. Con i suoi motori performanti ed ecologici, vanta emissioni di CO2 tra le più basse della categoria: 119 g/Km in versione 2 ruote motrici e 129 g/Km con 4 ruote motrici. Nuova Citroën C4 Aircross, tecnologica ed ecologica.

TI ASPETTIAMO CRÉATIVE TECHNOLOGIE

CONCESSIONARIA UNICA PER CASERTA E PROVINCIA

S. MARIA C.V. - VIA DE MICHELE, 38 TEL. 0823.847555

casertafocus 23  

settimanale di caserta e provincia in distribuzione gratuita