Page 1

MENSILE - N. 326 - gIugNo 2013

investimenti MIaMI, La cITTà dEL fuTuro IT 4,50 euro N. 326 gIugNo 2013 www.class.it

Il primo magazine al servizio dell’uomo

F 8,00 euro - PTE CONT 6,50 euro - CH CT 12,70 Chf - A.P. art. 1 c.1 L. 46/04, DCB Milano

Lee Kun-hee

71 anni, coreano, è presidente di Samsung Group

e phon . t r a m S Solo er, n o n ma mput o c e anch tablet, auto, amere c foto trici. e a e lav e induStri coSì l ne Sono coreagoniSte prota to in tut do. n il mo nto… e inta

g n u s m a s r o il sign ando

n o i z u l o v i r sta

a t i v a r t s o n a l

Collezionismo A Londra per un weekend d’arte Sapori Barbecue top per grigliate di stagione

8

crociere charter

per l’estate

2013

MODA

più colore per lo sport


Le aLtre copertine di cLass Giugno

l’imprenditore claudio maria castiglioni

la supermodella cindy crawford

il ceo jean-marc pontroue

il direttore marketing andrea sanguineti

l’ideatore daniele querci

il presidente luca valotta

il direttore generale maurizio vanni

la signora del vino gaetana jacono

l’amministratore delegato alessandro rosi


Le aLtre copertine di cLass Giugno la supermodella cindy crawford

il ceo Jean-Marc pontroue

Iniziò a occuparsene a 21 anni, ancora studente in economia aziendale. E da allora il G.H. Palace di Varese, panoramico gioiello del famoso architetto Sommaruga, resta per lui il primo amore. Tanto che ora, da presidente dell’hotel, ha voluto celebrarne il primo secolo con Palacento: eventi, visite guidate e balli con il Liberty per filo conduttore. Per la sonnacchiosa Varese, una sorta di accelerazione verso il futuro. Nulla di strano, però: Castiglioni, 38 anni, figlio di uno dei due fratelli che crearono il mito della Cagiva, è stato due volte campione italiano di kart.

Supermodella che ha illuminato le passerelle per oltre un ventennio con un fisico da urlo e quel caratteristico neo sulla bocca, Cindy Crawford, a 47 anni, fa ancora la sua grande figura. Se ne sono accorti tutti, infatti, durante il red carpet della serata inaugurale dell’ultimo Festival internazionale del Cinema di Cannes, dove la Crawford, splendidamente fasciata in un abito da sera di Roberto Cavalli, ha attirato su di sé tutti i flash dei fotografi presenti. Per lei gli anni sembrano non passare mai, come se si fosse ancora negli anni 80.

Gli orologi Roger Dubuis si sono sempre distinti per maestria tecnica. Unica maison a realizzare modelli tutti certificati dal Punzone di Ginevra (uno dei massimi attestati di qualità in orologeria) ed entrata nel 2008 nel gruppo Richemont, ora ha un nuovo ceo: il francese Jean-Marc Pontroue, 49 anni. Che, dopo un passato nel gruppo LVMH e in Montblanc, inizia la nuova avventura con idee molto chiare per l’Italia: distribuzione mirata, grande attenzione al servizio post vendita e comunicazione, maxi affissioni negli aeroporti più importanti.

il direttore marketing andrea sanguineti

l’ideatore daniele querci

il presidente luca valotta

Torinese, 41 anni, una laurea in architettura e un Mba alla Bocconi, è dal 2006 direttore marketing e comunicazione in Alias, dal 1979 storica azienda del design made in Italy di cui è oggi anche nel cda (nel 2010 ha partecipato con un gruppo di soci all’acquisizione del pacchetto di maggioranza). Grazie anche al suo impegno, Alias sta conoscendo una notevole espansione (conta ormai mille negozi in 50 paesi del mondo), rafforzando il legame con i migliori designer nella fedeltà alla sua vocazione originaria: quella di innovare.

Si può indossare l’arte? È quello che si è chiesto Daniele Querci, 25 anni nel settore dell’abbigliamento e una lunga passione per l’arte. Così ha fondato it@rt (www.itart.it), che produce una collezione di T-shirt a tiratura limitata, rigorosamente made in Italy, certificate e firmate una per una dagli artisti o dagli eredi aventi diritto. I nomi? Da Fortunato Depero a Franco Fontana e Fabio De Poli. La serie sarà presentata al bookshop di Palazzo Reale a Milano, durante la mostra di Gianni Berengo Gardin (dal 12/6 all’8/9).

Definito lo Steve Jobs del fitness, Luca Valotta, 43 anni, aveva la stessa visione di sir Richard Branson, che lo scelse appena 33enne per lanciare in Italia Virgin Active: una catena di centri fitness che superassero il concetto di palestra, inserendovi design e tecnologia. Da allora Valotta ha aperto 27 villaggi in Italia, facendo diventare leader nel settore la sua azienda (di cui è presidente e d.g.). Con tanto successo da meritarsi un diploma di master ad honorem in Strategie e business dello sport conferitogli dall’Università Ca’ Foscari di Venezia.

il direttore generale Maurizio vanni

la signora del vino gaetana Jacono

l’amministratore delegato alessandro rosi

Museologo, critico, storico dell’arte ed esperto di art management e marketing, Maurizio Vanni ricopre la carica di direttore generale del LuCCA, Lucca Center of Contemporary Art. La sua impresa più recente, dopo 160 pubblicazioni e più di 500 mostre e progetti che portano la sua firma, è una nove giorni per conoscere la tecnologia della Tissue Valley italiana. It’s Tissue fino al 30 giugno chiama a Lucca gli operatori internazionali del settore della carta tissue, con un calendario ricco di incontri, mostre e concerti.

Sesta generazione di una famiglia di viticoltori siciliani, Gaetana Jacono è oggi alla guida dell’azienda Valle dell’Acate (nome della località in provincia di Ragusa), dove ha una speciale attenzione a vitigni autoctoni come il Frappato di Vittoria e il Cerasuolo di Vittoria, per il quale svolge anche la funzione di ambasciatrice su incarico della Regione Siciliana. Con una laurea in farmacia riposta nel cassetto, oggi Gaetana è una globetrotter del made in Italy in movimento tra Asia e Stati Uniti, ma con il cuore sempre in Sicilia.

È a.d. e vicepresidente del gruppo Parmacotto, un protagonista dell’industria alimentare italiana nel settore dei salumi. Figlio del fondatore e presidente Marco Rosi, ha seguito il processo di internazionalizzazione del gruppo, grazie anche all’esperienza commerciale maturata negli Usa. Alla passione di Alessandro Rosi si lega il successo dei flagship store Salumeria Rosi Parmacotto aperti a New York e Parigi, veri ambasciatori del made in Italy con un annesso punto vendita in cui acquistare eccellenze gastronomiche italiane.

CoURTESY RoBERTo CAVALLI

l’imprenditore claudio Maria castiglioni


Editoriale

di Antonio Orlando

smart

E ora tutto il mondo diventerà

A

ll’inizio della moderna rivoluzione digitale, giusto pochi anni fa, anche se può sembrare trascorso molto più tempo dai primi anni 90, tutta la ricerca creativa, produttiva e di marketing si era orientata alla realizzazione dell’oggetto perfetto, del gadget assoluto, dell’unica soluzione per le tante esigenze. Insomma, si ricercava una formula magica più che un sistema razionale e modulare. E la digital-panacea di tutti i mali dell’incomunicabilità si era concentrata sul telefono cellulare, lo strumento più innovativo comparso tra le mani di milioni di persone e con un clamoroso incremento nella diffusione. Ancora oggi in quei pochi centimetri cubici è racchiuso uno straordinario arsenale di armi per comunicare, gestire, organizzare, calibrare, leggere, orientarsi. Armi rifornite di continuo con nuove pallottole, con i milioni di App che aiutano ormai a fare tutto, ad affrontare ogni problema, a soddisfare ogni esigenza di informazione e di connettività. Oggi il cellulare si chiama smartphone ed è sempre centrale. Ma non è più l’unico ricettore di meraviglie perché la rivoluzione digitale si è fatta sistema, ha trovato nuovi interstizi nei quali far filtrare tutte le sue potenzialità. E così oggi due sono gli universi di riferimento: c’è chi, come Apple e molti altri, si è concentrato su pochi oggetti di grande fascino e design, e chi, soprattutto Samsung, sta applicando una strategia differente: lo stesso fascino e lo stesso design lo inietta in una gamma di soluzioni impensabili fino a poco tempo fa. Una rivoluzione che è partita dalla Corea e che trasformerà il mondo in uno smart-world a connettività totale.

Lee Kun-hee, 71 anni, figlio del fondatore Lee Byun-chull, è presidente di Samsung Group dal 1987. A lui si deve il successo dell’azienda coreana.

Class giugno 2013

9


Sommario N. 326 - Giugno 2013

Le firme di

12 14 16

58

massimiliano gioni

Arte significa pensare

pierluigi porazzi

50

20 22

75

24

38

28

Una storia noir che aiuta a comprendere l’Italia

kevin o’hare

Punto ai giovani con biglietti low cost e tournée mondiali

PRIMA 18

Copertina

nel mondo

La nuova generazione del design italiano. Colpo d’occhio sul glaucoma. Le regole del sedersi a tavola

una settimana con l’arte a londra

Il Gotha degli esperti e il meglio delle opere. Perché la London Art Week è da non perdere

tra vigne e gallerie in cerca di creatività A Milano per Warhol, a Firenze ammirando dipinti da sogno, o in Piemonte tra arte e paesaggio?

38

50 58 67 71 75 76

10

La nazione più cablata al mondo è protagonista di una mutazione tecnologica che offre sempre più soluzioni. Comunicazione, domotica, e-health, così il progetto Samsung punta alla qualità

Anima & Corpo

ora quel problema si cura con il generico Scaduto il brevetto del Viagra, ora le farmacie si riempiono di compresse equivalenti

quando il futuro nasce in corea

miami

Dinamica, internazionale e in continua evoluzione. Perché investire sulla Città del sole

quando passione fa rima con adrenalina

Maserati da competizione e sfide in tutto il mondo. Chi sono i gentlemen drivers del Tridente

un’estate in movimento

Tessuti, materiali, vestibilità. Così lo sport ispira un look impeccabile e di tendenza

PAD in vacanza a vele spiegate

Dove e con chi noleggiare una grande imbarcazione

monte-carlo, uno scrigno di tesori

Il primo e più antico resort del mondo compie 150 anni

cucinare en plein air

Tecniche e strumenti nuovi cambiano il barbecue. Perché non di sola carne vive l’uomo...

lungotevere si brinda all’estate

A Roma un villaggio globale con il top dell’enogastronomia

28 ClAss gIugno 2013


Le firme di

arte siGnifica

Massimiliano Gioni, 40 anni, critico d’arte di fama internazionale, è il direttore artistico della Fondazione Nicola Trussardi e dirige la 55ª Esposizione di Arti visive di Venezia.

mArco De scAlzi

pensare Massimiliano Gioni

Il lavoro degli artisti dovrebbe aiutarci a porre domande originali. Con Il Palazzo Enciclopedico ho voluto riportare alla Biennale di Venezia la vocazione a una visione più storica

collezione AmericAn Folk Art museum, new York

Non sono qui per scommettere sui cento artisti dell’arte a outsider e autodidatti, ragionando sulla costruzione di più famosi del prossimo futuro. Spesso ci si aspet- un pensiero e non solo sui nomi degli artisti da invitare. ta che le Biennali di tutto il mondo, non solo quel- Il Libro Rosso di Carl Gustav Jung e il modello del Palazzo la di Venezia, presentino una ricognizione internazionale del Enciclopedico di Marino Auriti (nella foto in basso) hanno avumeglio (o supposto tale) dell’arte contemporanea, una specie di to un ruolo fondamentale nella costruzione della mostra e hanhit parade degli artisti più in voga. Da addetto ai lavori conosco no una posizione rilevante nell’allestimento, essendo entrambi molto bene quella specie di feticismo che si scatena nei mesi pri- simbolicamente il punto di partenza del percorso al Padiglione Centrale e alle Corderie dell’Arsenale. ma dell’opening intorno alla lista degli artisti Il 2013 farà da spartiacque nella mia vita. Mi invitati, come se leggere in anticipo un elenco trovo a dirigere la 55ª Biennale di Venezia e di nomi corrispondesse a sapere già come sarà festeggio ricorrenze molto importanti per il mio la mostra fatta e finita. Così si perdono di vista percorso personale: 20 anni dalla prima Biennale motivazioni più profonde di rassegne simile di Venezia che ho visitato; dieci anni dalla mia li, che non sono fiere d’arte e che hanno inveprima partecipazione alla Biennale di Venezia, ce una forte vocazione scientifica. nel 2003, come curatore de La Zona sotto la Le Biennali non sono necessariamente lo specdirezione di Francesco Bonami; dieci anni dalchio della contemporaneità, ma sono invece la prima mostra con la Fondazione Nicola Trusformidabili strumenti per riflettere e capire qualsardi di Milano, di cui sono direttore artistico cosa in più attraverso il lavoro degli artisti, che dal 2003. Quest’ultima ricorrenza coincide con dovrebbe aiutarci a porci domande non scontail compleanno della Fondazione per come è te. Con Il Palazzo Enciclopedico, titolo della Bienconosciuta ora, come museo nomade, e segna il nale, ho cercato di fare questo, di recuperare una sodalizio con Beatrice Trussardi, che dieci anni vocazione e una visione più storica, presente in Sopra, Marino Auriti con il fa decise di condividere con un giovane non maniera molto forte nella Biennale di Venezia modello del Palazzo ancora trentenne la scommessa di portare il fin dalle sue prime edizioni, mescolando le carEnciclopedico da lui progettato meglio dell’arte contemporanea internazionale te in tavola, accostando artisti più giovani ad negli anni 50 come museo a Milano, secondo una formula unica e inedita artisti defunti, opere d’arte vere e proprie a oggetche avrebbe dovuto contenere in Italia». (A cura di Mariateresa Cerretelli) ti di provenienze diverse, maestri della storia tutto il sapere dell’umanità.

12

Class giugno 2013


I MIGLIORI GIOIELLI ED OROLOGI DAL 1794 BARI - CATANIA - LECCE - LUGANO - MANTOVA - MILANO - PADOVA - PESCARA - ROMA - SHANGHAI - TAORMINA - TORINO - VENEZIA

www.rocca1794.com

Ogni boutique propone le griffe nel rispetto delle concessioni concordate.


Le firme di

una storia noir che aiuta a comprendere L’itaLia pierluigi porazzi Ho raccontato una Udine realistica ma allo stesso tempo simbolica. Una città nella quale oggi, in un momento di crisi, i sogni sono difficili, forse proibiti. Quasi una nave in difficoltà Un mondo in cui la corruzione è la regola, l’interesse personale l’unica motivazione, l’ipocrisia il solo principio. Dove? Italia, ovunque. Un paese allo stremo, una nave che sta affondando, mentre i topi si rifugiano nei pochi e angusti spazi ancora asciutti. La globalizzazione ha uniformato ogni cosa, anche le zone e i paesi che un tempo erano caratterizzati da un substrato di valori, di principi. Udine, un tempo capitale del Friuli agricolo e operoso, non si sottrae a questa realtà. Nel romanzo Nemmeno il tempo di sognare è l’omicidio di una transessuale, la popolarissima Barbie, e la conseguente indagine che rimesta nel torbido, a scatenare nei suoi clienti la paura dello scandalo e del ricatto. Non è un caso che una transessuale sia al centro della vicenda. Da molti fatti di cronaca sappiamo quanto le transessuali siano desiderabili, per il maschio eterosessuale (nonostante l’apparente paradosso). Per chi cerca un’emozione in più, perché ormai tutto il resto è già visto, già sperimentato. Questa ricerca, ossessiva, del piacere, della novità a tutti i costi, si erge a emblema della società che viviamo. Frettolosa, avida, spietata, disperante, disperata. La cronaca ha dimostrato che non esistono più territori esenti dalla criminalità, dalla corruzione e dal malaffare. Per questo la mia è una Udine realistica ma allo stesso tempo simbolica, non uno scenario consolatorio ma una Sin City che è specchio della realtà che ci circonda. Nessuno è innocente. Il male è subdo-

14

lo, si annida ovunque, e più si sale nella scala sociale, più è inevitabile confrontarsi con esso. Non è un caso che alcuni tra i personaggi meno negativi del romanzo siano borderline, vivano ai margini della società. Un ex agente di polizia che ha perso moglie e figlia per mano di un serial killer e che vive isolato, un ex agente del Kgb che si finge un senzatetto, un ispettore di polizia che frequenta e protegge prostitute. Per i personaggi del romanzo, come per tutti noi, in questa epoca assurda, di crisi sia economiche che di valori, i sogni sono proibiti. Poco tempo fa, Udine è stata teatro di un delitto le cui dinamiche sono ancora da chiarire e che ha portato la città sulle pagine di cronaca nera dei giornali nazionali. Due ragazze hanno confessato l’omicidio di un uomo, asserendo di aver reagito a un tentativo di violenza. La cosa che più ha colpito, di questa vicenda, è stata l’indifferenza con cui le due ragazze, subito dopo il fatto, hanno raccontato ad alcuni coetanei ciò che era accaduto, dicendo che a loro sembrava di vivere la scena di un videogioco. Anche questo è simbolo di una società che lascia i propri figli da soli, senza riferimenti, al punto che tutto, anche la vita e la morte, rischia di perdere senso». Pierluigi Porazzi (Cameri, 1966) ha appena pubblicato il romanzo noir Nemmeno il tempo di sognare (Marsilio). In precedenza ha pubblicato L’ombra del falco.

Class giugno 2013


T H E M E N ’ S J E W E L RY C O L L E C T I O N

DA M I A N I . CO M


puntO ai giOvani

cOn biglietti lOw cOst e tOurnée mOndiali Kevin O’Hare Come direttore del Royal Ballet di Londra intendo ricercare i classici del futuro. Per questo è necessario avvicinare le nuove generazioni alla danza, con coreografie all’avanguardia e musicisti contemporanei La danza, l’esibirmi su un palcoscenico, non mi Come direttore desidero creare quelli che saranno i classici del manca. Il passaggio al dietro le quinte è stato natu- futuro, dando spazio a nuove opere. Grazie a coreografi all’avanrale e mi ha fatto scoprire un mondo che credevo di guardia come Wayne McGregor e Christopher Wheeldon, la nostra conoscere bene, ma non nella sua interezza. Avevo compagnia di ballo continua a distinguersi a livello internazionale 11 anni quando sono entrato nel mondo del Royal Ballet e quando proprio per l’ampia gamma di produzioni allestite. Ma occorre renho deciso di appendere le scarpette al chiodo, a 35 anni, sapevo già dere il balletto sempre più accessibile, e spero che il coinvolgimendi non volermi dedicare solo a un aspetto di quest’arte: volevo esser- to di musicisti contemporanei come Mark Ronson favorisca quene al centro. Per questo ho studiato direzione artistica e, dopo espe- sto processo di avvicinamento dei giovani anche ai classici. Sono molto entusiasta del programma messo a punrienze di lavoro presso la Royal Shakespeare ComNato a Hull da una to per i prossimi mesi, proprio perché dimostra la verpany e il Birmingham Royal Ballet, sono tornato al famiglia di origini Royal Ballet, prima come company manager e poi irlandesi, Kevin O’Hare, satilità della compagnia e della sua visione. Prima dell’ecome direttore amministrativo. 46 anni ed ex ballerino state abbiamo avuto il classico La Bayadère, nella verLo scorso anno sono diventato direttore e mi sono professionista del Royal sione di Natalia Makarova; Mayerling, con ben cinque Ballet, è dallo scorso primi ballerini nel ruolo principale; e Raven Girl, una proposto subito di creare per i miei 94 ballerini e balanno direttore della fiaba moderna allestita in contemporanea all’uscita del lerine l’ambiente ideale in cui lavorare. Proprio perché sono stato uno di loro e so bene quanto può esse- celebre compagnia di libro di Audrey Niffenegger, con musiche di Gabriel balletto britannica. Yared, autore della colonna sonora di Il paziente inglere duro praticare la danza a questo livello, voglio che ognuno di essi, dagli ultimi arrivati ai solisti e ai principal dancer, se. A ciò faranno seguito Don Quixote, in una versione adattata al 21º riesca a godersi in pieno l’esperienza. Così abbiamo istituito un secolo e coreografata da Carlos Acosta; un nuovo balletto del coreodatabase che contenga tutte le informazioni sulla salute, sul carat- grafo David Dawson e una nuova versione di The Winter’s Tale di tere e sugli orari giornalieri di ogni ballerino, e abbiamo reso dispo- William Shakespeare, coreografata da Christopher Wheeldon. nibili, su base quotidiana, psicologi, massaggiatori, istruttori di Pila- Se avessi a disposizione una bacchetta magica? Abbasserei il tes, fisioterapisti. Tutto l’appoggio necessario a far sì che, nel vive- prezzo dei biglietti, porterei i nostri spettacoli in tutto il mondo re un sogno e affrontando tutte le sue difficoltà, i nostri ballerini e aumenterei le ore della giornata. Ma questo non sarebbe giusto nei confronti dei ballerini». (Emily Stefania Coscione) siano al massimo della forma non solo fisica ma anche spirituale.

16

Class giugno 2013

Teri Pengilley

Le firme di


, PIRELLI’S DREAM e P FOAM sono marchi concessi in licenza a Gruppo Industriale Formenti.

IDEE E TECNOLOGIE PER IL DORMIRE Due linee di materassi, prodotte interamente in Italia, con il miglior rapporto qualitĂ prezzo. Una perfetta fusione di Natura e Tecnologia: 100% lattice o gli innovativi P FOAM. Scegli come riposare, scegli come sognare.


Prima

Nel mondo salute

colpo d’occhio sul glaucoma Una lente a contatto hi-tech per prevenire il glaucoma, seconda causa di cecità nel mondo. L’innovativa lente usa e getta, chiamata Sensimed Triggerfish, registra per 24 ore le variazioni della pressione intraoculare, causa di danni irreversibili al nervo ottico, e trasmette i dati a un registratore portatile grande come un iPhone. Ideato da uno studente del Politecnico di Losanna, il dispositivo è attualmente sperimentato al dipartimento di Oftalmologia dell’ospedale CHU di Grenoble. I primi risultati, dice Le Figaro Magazine, sono incoraggianti.

savoir faire

tendenze

la nuova generazione del design italiano Una nuova ondata di designer italiani sta rinnovando il prestigio di uno dei settori più cool del made in Italy. Lo ha notato l’americana Details, che tesse le lodi di progetti realizzati da alcuni nomi emergenti: dal divano modulare Traco, pensato del 32enne veronese Paolo Cappello per D3CO alla lampada Led Tuca-Tuca disegnata dal 37enne Elia Mangia per Foundry; dal tavolo Traverso, del 36enne Francesco Faccin per Valsecchi

bon ton e buon senso

le regole del sedersi a tavola Come stare seduti a tavola, durante un pranzo di matrimonio, una cena ufficiale, una colazione di lavoro? L’edizione 2013 del Big Black Book di Esquire, autodefinitosi «manuale di stile per gli uomini di successo», spiega gli errori da evitare. • Non cercate mai di cambiare con un altro il posto che vi è stato assegnato. • Se solamente pochi posti sono già occu-

18

1918, al sofisticato tavolino che poggia su una base di coni in legno ideato da Luca Nichetto, 37enne che ha due studi a Venezia e Stoccolma. E due giovanissimi ex allievi dell’Istituto europeo di design di Milano, il 29enne Tommaso Nani e il 30enne giapponese Noa Ikeouchi, hanno dato vita allo studio Mist-o con cui propongono Bold 1 (nella foto), un divertente mobile con le maniglie decisamente sovradimensionate.

alternare uomini e donne non basta. ma soprattutto, se vi è stato assegnato un posto, non tentate di cambiarlo

pati, non sedetevi lontano, anche se questo impone di farvi nuovi amici. • Non lasciate un solo posto libero accanto a voi: molti ospiti arrivano con una compagna. • Presentatevi, dicendo il vostro nome

e cognome, nel momento in cui un nuovo commensale si siede. • Non chiedete mai il bis, neppure per un piatto particolarmente delizioso. • Non brindate mai facendo tintinnare il vostro bicchiere contro quello di un altro ospite. • Non continuate a conversare mentre qualcuno ha iniziato un discorso ufficiale o propone un brindisi. • Invece, potete proseguire pure a mangiare durante il brindisi o il discorso.

class giugno 2013


Prima

Collezionismo

una settimana con l’arte a londra È uno degli eventi più importanti dell’estate: la London Art Week riunisce il Gotha degli esperti delle varie forme espressive. Un appuntamento da non perdere per i collezionisti a caccia di tesori di Mariateresa Cerretelli

S

MORETTI FInE ART

i snoda nel cuore di Londra, tra Mayfair e St James, coinvolge più di 50 gallerie (rappresentanza della crème degli specialisti di diverse discipline artistiche) e aggrega anche le maggiori case d’asta internazionali. La grande iniziativa della London Art Week, joint venture che riunisce Master Paintings Week e Master Drawings and Sculpture Week, offre l’opportunità di un confronto diretto tra mercanti e collezionisti. È una formula semplice e vincente per vivere l’arte a tutto tondo. Infatti, durante questa settimana dell’arte londinese, che si svolge dal 28 giugno al 5 luglio, si può visitare una raffinata serie di esposizioni nelle prestigiose gallerie del West End e, nello stesso tempo, presenziare alle vendite d’alta gamma in corso da Bonhams, Sotheby’s e Christie’s (www.londonartweek.co.uk).

SEBASTIANO RICCI (1659-1734): LA VITTORIA DI DAVIDE SU GOLIA L’opera, un olio su tela (106,5x87 cm), esposta da Moretti Fine Art a Master Paintings durante la London Art Week, è un capolavoro dell’artista veneziano, uno dei massimi protagonisti della pittura italiana fra Sei e Settecento.

Johnny Van Haeften, co-fondatore di Master Paintings Week, spiega: «Con la London Art Week sfatiamo i vecchi cliché, apriamo alla gente i nostri spazi e vogliamo portare il pubblico all’interno delle gallerie per scoprire la bellezza delle opere». Tra i tesori dei galleristi italiani presenti, sono in mostra grandi dipinti come La vittoria di Davide su Golia di Sebastiano Ricci (da Moretti Fine Art), come La Vergine con il Bambino e san Giovannino, olio seicentesco di Bernardo Strozzi (da Robilant+Voena), o ancora come Gesù scaccia i mercanti dal tempio, del Guercino (da Coll &Cortés Fine Art). La galleria Trinity Fine Art Ltd, insieme a Carlo Orsi e Walter Padovani, espone invece una serie di sculture europee dal ’600 al ’700.

Qui l’arte arriva anche con il menù Rinnovato da poco, il Mandeville Hotel (Mandeville Place) è ideale per vivere da vicino la London Art Week ottimizzando gli spostamenti, il piacere di un soggiorno di qualità e la possibilità di shopping nella vicina ed elegante Marleybone Hight Street. Inoltre, il ristorante Reform Social and Grill (con un menù british) è a disposizione degli artisti per esporre, e vendere, le proprie opere, come ha fatto anche la celebre archistar Zaha Hadid. Imperdibile anche il rito del tè del pomeriggio con una particolare variante, il Gentleman’s afternoon tea, studiato appositamente per i signori ospiti. Prezzi: da 185 euro la singola a 210 euro la doppia. info www.mandeville.co.uk

20

Class giugno 2013


shop at entreamis.it smartcomunicazione.it


priMa

Salute

dopo la pillola blu quel problema si può curare con il generico

di Daniela De Vecchis

«Generalmente chi ha problemi di erezione non bada troppo al prezzo del farmaco», spiega Giuseppe La Pera, coordinatore regionale degli andrologi del Lazio per la Società italiana di andrologia, «ma una cosa è certa: l’abbassamento dei costi arginerà il fenomeno delle vendite on-line, pericoloso sia perché dà luogo a vere truffe, sia perché bypassa il controllo medii pazienti al mondo che co. Al riguardo, la stessa Pfizer è corsa hanno provato il Viagra ai ripari, con la decisione, per ora solo almeno una volta relativa agli Usa, di vendere on-line le nella vita. sue pillole blu: sul sito Viagra.com sarà possibile cliccare su «Buy Real Viagra». Con consegna, riservata s’intene più: de, a domicilio. le confezioni vendute Il problema delle pillole illegali, tuttavia, nel mondo resta e non è da sottovalutare. «Negli dal 1998 al 2011. adulti, infatti, la disfunzione erettile è spesso un campanello d’allarme di patologie non ancora diagnosticate come diabete e problemi cardiovascolari», prosegue La Pera, «mentre nei giovani gli insuccessi possono avere origine in un problema organico o semplicemente negli obiettivi irrealistici che si pongono. Inoltre, abolita la leva obbligatoria non si fa più alcun tipo di controllo sulla salute sessuale dei ragazzi, e la diagnosi, come anche la cura, può passare solo attraverso una visita medica».

41.400.000

2.500.000.000

geografia Di UN SUCCeSSo L’italia è al secondo posto nella classifica europea del consumo, dopo l’Inghilterra, con oltre 60 milioni di compresse vendute in dieci anni e con una media di 4.300 pillole blu ogni mille uomini over 40. Tra le regioni, il Lazio è capofila. Tra le città: Pistoia, Roma e Rimini.

22

dAtI ImS HEALtH ItALIA RELAtIVI AL 2010

A giugno scade il brevetto del Viagra e le farmacie si riempiranno di compresse di sildenafil equivalenti. Una novità che farà risparmiare i pazienti e che dovrebbe arginare il ricorso alle pillole illegali vendute on-line

I

l Viagra ha le ore contate. Non il farmaco in sé, il più famoso al mondo contro la disfunzione erettile, ma il brand, ovvero il nome commerciale che sottende la specifica formulazione chimica, quella che la società farmaceutica, in questo caso la Pfizer, ha tutelato con un brevetto e che, dal 1998, a oggi le è valso più di 2 miliardi di dollari l’anno di incasso. Ebbene, questo brevetto, già scaduto in otto nazioni europee, in Italia decade il prossimo 22 giugno. Si apre così la corsa tra aziende produttrici di farmaci equivalenti, per cui già quest’estate si potrebbero trovare in farmacia tante altre pillole realizzate con lo stesso principio attivo (il citrato di sildenafil), ma low-cost, quasi a metà prezzo. Uno sconto non irrilevante, visto che ogni confezione di Viagra costa più di 50 euro.

Così pure l’eventuale ricetta di sildenafil, che, va ribadito, una volta diventato generico avrà la stessa efficacia e sicurezza del farmaco di marca, come tutti medicinali non griffati sottoposti a una severa legislazione. Intanto, l’Agenzia italiana del farmaco sta valutando dieci richieste, da parte di altrettante aziende, di autorizzazione all’immissione in commercio di versioni generiche del Viagra.

class giugno 2013


PriMa

Agenda

tra vigne e gallerie in cerca della creatività A Milano, per scoprire i lavori grafici meno conosciuti di Warhol. A Firenze, per ammirare dipinti ispirati al sogno. E sulle colline piemontesi per cogliere le suggestioni tra arte e paesaggio di Mariateresa Cerretelli

L

dove il cielo s’attacca alla collina L’opera di Valerio Berruti si erge su uno dei cru più pregiati delle colline del Barolo, la Cantina Bricco Rocche a Castiglione Falletto. www.ceretto.it

andy warhol works on paper Fino al 5 luglio, a Milano, la galleria Robilant+Voena espone i lavori grafici di Warhol, eseguiti tra il 1955 e il 1986 (nella foto, Untitled, Self Portrait, 1978), disegni e prove di stampa in edizione unica e alcune serigrafie come Electric Chair del 1971. www. robilantvoena.com

24

a passione per i prodotti della terra e la valorizzazione della cultura e dell’arte sono da generazioni i valori fondanti della famiglia Ceretto, celebri produttori di vini nelle terre langarole. Una vocazione condivisa dall’artista albese Valerio Berruti che ha ideato con loro un progetto d’arte ambientale a scadenza biennale tra i vigneti di proprietà. La prima realizzazione, dal titolo Dove il cielo s’attacca alla collina, curata da Gail Cochrane, direttrice della Fondazione Spinola Banna per l’Arte, fino al 30/6 alla Cantina Bricco Rocche, a Castiglione Falletto, comprende una granvalerio berruti de installazione esterna, dieci grandi affreschi Albese, classe 1977, dell’opera Ognjen, all’interno del Cubo di vetro, è un artista di fama internazionale. Due simbolo della cantina. Poi, nella cantina di affianni fa ha presentato alla Biennale di namento del Barolo, trovano spazio studi e diseVenezia una video gni preparatori della mostra che amplifica la suganimazione. gestione del paesaggio.

il sogno nel rinascimento Alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze, fino al 15/9, è di scena il tema affascinante dell’onirico nell’arte. Alcuni dipinti sono esposti per la prima volta. Tra questi: Venere e Amore spiati da un satiro di Correggio (14891534), proveniente dal Museo del Louvre. www.uffizi.firenze.it

class giugno 2013


Copertina

quando il

futuro nasce in

corea di Davide Fumagalli

La nazione più cablata al mondo è protagonista di una mutazione tecnologica che offre sempre più raffinate soluzioni alle esigenze della persona: comunicazione, domotica e ora anche e-health, secondo il progetto di Samsung La Repubblica di Corea, ovvero la Corea del Sud (a destra, la bandiera), conta 48 milioni di abitanti su 100mila kmq. Capitale è Seul con quasi 19 milioni di abitanti. Vicino al titolo, la scritta Samsung in coreano: significa «tre stelle».

28

Class giugno 2013


una missione Che punta alla qualità

Class giugno 2013

ti della stessa progettazione, a produttori cinesi sconosciuti al grande pubblico, Samsung ha fatto una scelta controcorrente che le ha permesso però di assicurare un livello qualitativo estremamente elevato in ogni dispositivo a pro14ª posizione nel campo delle assicura- prio marchio, si tratti di uno smartphozioni vita, la 15ª nelle costruzioni e la 16ª ne della linea Galaxy, l’unica a riuscire a tra le agenzie pubblicitarie. Numeri che impensierire persino iPhone, oppure una spiegano come la sola Samsung generi delle smart tv grazie a cui si è imposta al ormai il 17% del prodotto interno lordo vertice del mercato mondiale dell’elettronica di consumo, supedi una tigre asiatica rando ormai nella percome la Corea del Sud. cezione qualitativa degli Un colosso, Samsung, utenti un nome storidiviso in molte società co come Sony. Al concontrollate, riunite a trario di altre realtà proloro volta in quattro duttive, in cui i controlfiloni principali, a cui Lee Kun-hee, 1993 li di qualità vengono si affianca la gestione del più antico parco divertimenti corea- effettuati prevalentemente attraverso l’ano. C’è però un filo rosso che lega tutto: nalisi di campioni, Samsung ha costruil’orgoglio di produrre non solo tutti i to un processo in cui ogni singola fase dispositivi commercializzati, ma anche della costruzione di ogni singolo prodotbuona parte dei componenti necessari. to viene ripresa da speciali telecamere colIn un mondo che sempre più delocaliz- legati a computer dotati di un software za la fase costruttiva, e spesso ampie par- in grado di analizzare e riscontrare in temleader indiscusso Lee Kun-hee, 71 anni, presidente di Samsung Group. Sopra, la frase che accoglie i visitatori del quartier generale di Yongin, periferia di Seul.

‘‘

SeongJoon Cho / BloomBerg / getty ImageS

on una spesa annua in ricerca e sviluppo pari al 3,5% del pil, una cultura aziendale improntata alla meritocrazia e una velocità media di connessione a internet da ogni abitazione pari a 16 Mbit al secondo, la Corea del Sud si è imposta come uno dei paesi leader dello sviluppo basato sulla tecnologia. Proprio la connessione a larghissima banda capillare sul territorio coreano, frutto di massicci investimenti in fibra ottica, ha giocato un ruolo chiave nello sviluppo del paese, creando le infrastrutture necessarie alle grandi industrie. I tempi della manifattura a basso costo e bassa qualità degli anni Sessanta e Settanta sono ormai un ricordo. Colossi come Hyundai e Kia sono protagonisti nel settore auto; Lg e, soprattutto, Samsung, sfidano senza complessi di inferiorità società del calibro di Sony e Apple. Accanto agli smartphone e ai tv con cui ha scalato il vertice del mercato mondiale dell’elettronica di consumo, Samsung è un vero colosso industriale che si piazza al secondo posto su scala globale nella costruzione di navi, oltre a vantare la

‘‘

C

DeDicheremo le nostre risorse umane e la nostra tecnologia alla creazione Di proDotti e servizi Di qualità superiore, contribuenDo così al miglioramento Della società globale

Cambiate tutto, tranne moglie e figli

29


Copertina

gettyimages

po reale eventuali problematiche, così da intervenire prontamente e impedire che prodotti con potenziali difetti vengano immessi sul mercato. Un processo che permette al colosso coreano non solo di essere associato a un livello qualitativo elevato da parte dei consumatori, ma anche di generare risparmi significativi a livello complessivo, evitando i costi di richiamo o sostituzione di partite di prodotti difettosi. La concezione del prodotto a 360 gradi parte in Samsung sin dalla fase di ricerca e progettazione, realtà che lavorano a stretto contatto e a cui l’azienda destina ogni anno oltre 8 miliardi di dollari e il 30% della propria forza lavoro, mettendo così in pratica la filosofia del proprio presidente, Lee Kun-hee, che ha sempre creduto nel valore delle persone e nelle necessità di valorizzare i talenti: «Il panorama

erede A sinistra, Jay Y. Lee, 44 anni, figlio di Lee Kun-hee, e vice chairman di Samsung Electronics. Sopra, il lancio del Galaxy S4.

economico è cambiato profondamente, e sta diventando sempre più difficile prevedere quali settori prospereranno o le opportunità più interessanti che si prospetteranno in futuro. Ma se una società assumerà le persone più dotate e più brillanti, sarà sempre in grado di indirizzare correttamente queste opportunità».

Dopo aver conquistato il mercato mondiale della telefonia e dei televisori a schermo piatto, Samsung sta ora puntando a un nuovo segmento da aggredire in modo sistematico, ovvero gli elettrodomestici che compongono la casa digitale. Il colosso coreano ha già da anni un ruolo di primo piano nei frigoriferi di fascia medio-alta, ma punta ora a estendere questa posizione a tutto il settore del bianco immettendo in lavatrici, condizionatori e persino aspirapolveri la stessa intelligenza che si trova in smartphone e tablet. Grazie all’inserimento di una scheda wi-fi, capace di connettersi a internet senza fili tramite il modem di casa collegato alla linea Adsl o alla fibra ottica, gli elettrodomestici di Samsung possono essere controllati tramite il proprio smartphone in qualsiasi momento. Dallo schermo touch dei dispositivi basati sul sistema operativo Android, a partire dalla serie Galaxy, è infatti possibile accendere o spegne-

79

Continua a pag. 34

le nazioni

samsung story, I capItolI pIù ImportantI 1938

Lee Byun-chull, padre di Lee Kunhee, fonda la Samsung a Taegu (all’epoca però si chiama Cheil).

1958 1970 1974 1979

Viene acquisita la prima compagnia di assicurazioni. Inizia la produzione del modello P-3202, un televisore in bianco e nero. Lavatrici e frigoriferi si aggiungono alle linee di produzione di Samsung.

Sono 4 milioni i televisori venduti nel mondo e si inizia a produrre forni a microonde e condizionatori d’aria.

30

1983 1983 1989 1992

in cui Samsung è presente

Si dà il via alla produzione di personal computer. Muore Lee Byun-chull e il figlio Lee Kun-hee gli subentra come presidente. Nasce Samsung BP Chamicals e sono venduti 20 milioni di tv a colori.

Inizia la produzione in Cina e vengono poste le basi per il primo sistema di telefonia mobile.

1993

Lee Kun-hee riunisce i massimi dirigenti al Kempinski Hotel di Francoforte per un celebre discorso che dura tre

giorni. Pronuncia la frase: «Cambiate tutto tranne moglie e figli», per sottolineare l’esigenza di un cambiamento radicale dell’azienda. La sala che ospitò la riunione è stata poi smontata e rimontata nel centro risorse umane di Yongin.

1998

Samsung è partner delle Olimpiadi di Seul. Nel 2011 Lee Kun-hee in persona si adopera perché le Olimpiadi invernali del 2018 siano assegnate a PyeongChang.

2013

A New York viene lanciato il nuovo Galaxy S4 che conferma il successo mondiale del brand.

Class giugno 2013


7 techNo soluzioNi made iN korea

Con una produzione che spazia dall’informatica agli elettrodomestici, Samsung sta costruendo intorno alla persona un ecosistema tecnologico che permette di controllare tutti gli ambienti dal proprio smartphone

Smart tv Led tv F8000

Caratterizzato da una linea ultra slim, ha una cornice sottile meno di un centimetro e accede a internet per i contenuti multimediali. Prezzo: da 1.499 euro.

CLimatizzatori serie Y

L’esclusivo sistema smart wi-fi trasforma lo smartphone Android in un vero telecomando. Prezzo: da 1.090 euro.

gaLaxy CAmerA

La prima fotocamera dotata di sistema operativo Android e sim telefonica, per condividere immediatamente le fotografie. Prezzo: 549 euro.

gaLaxy s4

Quarta versione dello smartphone top, offre un display ancora più ampio e nuove funzioni software. Prezzo: 699 euro.

LavatriCe 12 kg smArt Wi-Fi

gaLaxy tAb

Pensato come risposta all’iPad, era un tablet con display da 7 pollici, capostipite di una famiglia di tablet prodotti da samsung. Prezzo: 699 euro.

grazie alla nuova applicazione per smartphone smart Control è possibile programmare cicli e opzioni di lavaggio. Prezzo: 1.149 euro.

frigoriferi serie smArt

sviluppati per offrire una più semplice conservazione, combinano le migliori tecnologie a spazi interni più capienti. Prezzo: da 799 euro.

32

Class giugno 2013


Copertina Segue da pag. 30

Carlo Barlocco, 42 anni, senior vice president, head of sales & marketing di Samsung Electronics Italia. Sotto, l’allestimento al Salone del mobile 2013.

re gli elettrodomestici, verificarne il funzionamento, sfruttare le fotocamere e controllare che cosa succede a casa. Un passo concreto verso la diffusione della domotica, dopo anni di promesse e prototipi che non hanno mai trovato riscontri nel mercato reale, per via di prezzi elevatissimi e una maturità tecnologica più vicina ai prototipi che ai prodotti mass market. Un altro punto di forza di impiegati in tutto Samsung, frutto anche delil mondo le dimensioni colossali, risiede nella capacità di offrire non singoli prodotti iconici ma famiglie complete di il fatturato dispositivi capaci di adeguardi Samsung El. si a tutte le esigenze e a tut(in mld di dollari) te le tasche. Accanto a un Galaxy S4 da quasi 700 euro ci sono smartphone a meno di 200 euro, e tv intelligenti capaci di rivoluzionare la fruizione multimediale sono affiancati da modelli a prova di volantino delle catene della grande distribuzione. Proprio l’attenzione ai contenuti, altro aspetto peculiare nel panorama delle società asiatiche tradizionalmente focalizzate sulla sola produzione dell’hardware, è un altro dei fattori distintivi di Samsung, che ha mostrato di aver appreso la lezione di successo della rivale Apple. Molti dei dispositivi elettronici di Samsung hanno un accesso esclusivo ai negozi digitali che vanno ad affiancarsi, offrendo contenuti più ampi ed esclusivi, a quelli standard offerti dalla piattaforma Android di Google. Cuore di questa filosofia sono gli hub, una serie di negozi digitali accessibili da smartphone, tablet e tv intelligenti da cui è possibile accedere ad altrettanti cataloghi di film, serial tv, applicazioni, brani musicali, giochi e libri in formato elettronico. Oltre ai con-

236 mila 183,5

In ItalIa per valorIzzare le rIsorse «Crediamo molto nella presenza fisica sul territorio, oltre a un rapporto sincero e su basi solide con i nostri partner». Le parole di Carlo Barlocco, senior vice president di Samsung Italia, esprimono il radicamento nel territorio e all’interno delle comunità, visto da Samsung come un valore che supera le mere opportunità di business. Samsung è ormai una delle principali imprese in Italia, come state gestendo questa crescita? «Abbiamo appena aperto due nuove sedi a Napoli e Catania, e contiamo di fare lo stesso con altri importanti centri nel Centro e nel Nordest. Quest’anno supereremo i 3 miliardi di euro di volume d’affari in Italia grazie al lavoro di 500 persone impegnate sul territorio, oltre che ai nostri partner commerciali: Samsung è ormai uno dei pochissimi player a vendere esclusivamente attraverso il canale e non direttamente». Quali altre risorse avete in Italia? «Abbiamo sempre valorizzato le grandi potenzialità del paese e degli italiani, come dimostrato, per esempio, dal design center che abbiamo nella nostra sede e che lavora su progetti con respiro internazionale. Inoltre, abbiamo team di sviluppo che mettono a punto e adattano al contesto italiano soluzioni innovative come la gestione della firma digitale o il pagamento tramite dispositivi mobili, che poi proponiamo alle imprese sul territorio» Cosa dovrebbe fare l’Italia per uscire dalla crisi? «L’Italia sta soffrendo per la mancanza di investimenti in infrastrutture, a partire dalla rete di telecomunicazione di nuova generazione sino alle reti di trasporti. Manca ormai una cultura di investimento industriale a mediolungo termine, si guarda troppo al breve».

34

Class giugno 2013


ONFALÓS: IL NON-BARBECUE Design Atelier Bellini Prodotto selezionato ADI Design Index Made in Italy

Immagina di essere all’aperto, in una bella giornata di sole. Visualizzati rilassato, mentre cuoci sulla piastra ciò che vuoi : carne, pesce, verdure. Nel massimo comfort, senza fuliggine, senza nugoli di fumo, senza sudore. Deliziati la vista, ammirando il cibo adagiato sulla piastra, mentre si cuoce alla perfezione. In modo semplice e naturale, senza bisogno di grassi, senza bruciacchiature nocive. Condividi con gli amici il gusto originale e pieno delle pietanze che hai preparato. Assaporando la giusta soddisfazione per averli stupiti con una presentazione da gran chef. E alla fine, goditi la comodità di una pulizia risolta in pochi minuti. Tutto ciò che un barbecue ti può far sognare, con Onfalós diventa realtà.

Vieni a scoprire Onfalós: www.smartechitalia.com – Smartech Italia SpA – info@smartechitalia.com – n°verde 800505085


Copertina

tenuti esclusivi, il vantaggio degli hub consiste nella certezza della piena compatibilità di applicazioni, giochi e contenuti con i dispositivi in proprio possesso, un problema sempre più sentito nei dispositivi basati sul sistema Android di Google che si sta dividendo in una serie di versioni con piccole variazioni che portano però spesso a malfunzionamenti su alcuni device. La filosofia basata su innovazione e qualità, non separate dalla profittabilità a vantaggio della società e dei soci, sta portando Samsung a concentrarsi su un altro

rità delle soluzioni e, soprattutto, alla diffusione capillare di smartphone e tablet. Questi dispositivi, dotati di grande potenza elaborativa e costantemente connessi a internet, possono trasformarsi in altrettanti assistenti digitali capaci di monitorare in tempo reale e in ogni momento pazienti con patologie diffuse come l’ipertensione e il diabete, con costi enormemente inferiori. Inoltre, la gestione computerizzata di ospedali, aziende sanitarie locali e reparti clinici consente non settore caratterizzato in centri di design specializzati solo agli enti e alle società questo periodo storico da di cura di abbattere i costi enormi potenzialità, la sanidi struttura, ma anche di tà elettronica. Il colosso coreano ha scelto di entrare in questo mer- condividere informazioni preziose per cato senza lesinare gli investimenti, che affrontare emergenze mediche su singoli si sono concretizzati non solo in ricerca pazienti senza perdite di tempo nella ricere sviluppo ma anche in acquisizioni mira- ca delle stesse che possono avere esiti grate di società come NeuroLogica, realtà vissimi. Con la possibilità di operare a specializzata in sistemi per tomografie 360 gradi, Samsung intende quindi metcomputerizzate, o Nexus, focalizzata sul tere a punto e proporre soluzioni commonitoraggio cardiaco. L’e-Health, la plete capaci di spaziare dai macchinari gestione elettronica della sanità, è un mer- sino ai telefonini, passando per tutte le cato pronto a esplodere grazie alla matu- altre apparecchiature necessarie.

6

Dalla viDeoarte al K-pop. Questa è la Corea più Creativa

CINEMA. È fiorente l’industria del cinema in Corea del Sud con alcuni autori piuttosto noti a livello mondiale. Come Kim Ki-duk, 53 anni, è uno dei più noti registi, spesso presente nei Festival internazionali: lo scorso anno ha vinto il Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia con il film drammatico Pietà.

Park Jae-sang), fenomeno planetario grazie ai flash mob organizzati in tutto il mondo e rimbalzati su YouTube. Lo scorso anno Time ha definito il K-pop «il più grande prodotto di esportazione coreana». LETTERATURA. Poco si conosce in Italia della ricca produzione letteraria coreana, sia tradizionale che contemporanea. Tra le personalità più famose, la scrittrice Park Kyung-ni (1926-2000) le cui opere sono state la base anche per film e produzioni tv. In Italia è attiva una cattedra di lingua e letteratura coreana all’Università degli Studi di Napoli dove opera Maurizio Riotto, studioso e traduttore insignito nel 2011 della medaglia al merito culturale dal presidente della Repubblica di Corea. MODA & DESIGN. Il potente gruppo di elettronica Samsung opera anche nel fashion con il brand GX 1983. Ma è tutta la scena della moda più creativa, con stretti collegamenti con il design di oggetti, mobili e ambienti, a essere dinamica con marchi come: Juun.J, Pardre Haleini, Son Jung Wan, Wooyoungmi, Beanpole. E poi il celebre Lie Sang bong che ha firmato molte collaborazioni con marchi internazionali come Samsonite.

MUSICA. Lo chiamano K-pop, abbreviazione di Korean pop, ed è in pratica l’equivalente della musica leggera italiana. Molto popolare in tutta l’area asiatica, frullatore di stili sonori e fumettistici, nei mesi scorsi è balzata alla notorietà mondiale grazie al tormentone Gangnam style del bizzarro rapper e ballerino Psy (35 anni, vero nome

36

PSY

Class giugno 2013

Rob Kim / getty images

ARTE. Lo scorso anno si è svolta alla Saatchi Gallery di Londra la mostra Korean Eye 2012 con opere di 33 artisti contemporanei: pittori, scultori e fotografi noti nel circuito dei collezionisti internazionali (www.koreaneye.org). Molti di loro sono discepoli del celebre Nam Juine Paik (1932-2006), artista la cui opera è strettamente connessa con il progresso tecnologico, come la monumentale torre di oltre 1.000 monitor allestita per le Olimpiadi di Seul del 1988.


Con i suoi 6 milioni di abitanti nell’area metropolitana, Miami è la città più importante della Florida, la cui capitale è invece l’assai meno nota Tallahassee.

38

Class giugno 2013


Anima & Corpo Investimenti

MIAMI

puntare sulla città dove splende di nuovo il sole

È la destinazione del momento. Dinamica, internazionale, è ideale per viverci, per una vacanza e per il business immobiliare. E il suo skyline cambierà ancora più velocemente nei prossimi anni di Elena Correggia

Class giugno 2013

39


Investimenti

L

archistar, da Zaha Hadid a Frank Gehry a Richard Meier, che stanno progettando la nuova fisionomia della città, avveniristica e in divenire continuo, accrescendo il suo appeal internazionale. Miami, quindi, è oggi la città su cui puntare nel vasto mercato americano. Fra gli investimenti più importanti in

e sue lunghissime spiagge bianche lambite dall’oceano e il clima mite tutto l’anno la rendono una meta turistica top degli Stati Uniti. Miami però è molto di più. Basta osservare il suo skyline di grattacieli per comprendere il fermento di una metropoli che sta trainando la ripresa americana, progettando un rilancio in grande stile. Miami è molte cose contemporaneamente: una località mondana internazionale e uno snodo commerciale in espansione; una capitale di moda, arte e design allo sviSi compone di due edifici di 50 piani per un totale di luppo del Design District; una 900 lussuosi appartamenti nel cuore di Miami, con location di grandi eventi sportivista su Biscayne Bay, gli yacht e l’Oceano. Fra i vi, di fiere ed eventi culturali che servizi: concierge, teatro, business center, palestra attraggono visitatori da ogni parcon Spa. Proposto da Re/Max con prezzi fra 200mila e oltre 2milioni di dollari. www.vizcayne.com te del mondo. Senza contare le

VIZCAYNE

10 MLD DI DoLLArI DI INVEstIMENto IN 10 IsoLAtI. Così sArà Lo skYLINE NEL 2020

CitY Center Uffici, negozi, un hotel: 427mila mq di spazi abitabili, 700 milioni di dollari.

Met JW Marriott Hotel, Beaux Arts Hotel, 4 piani di negozi, Silverscreen Cinema, Whole Foods.

epic

One baYfrOnt plaza Torre di uffici, hotel e negozi: 390mila mq abitabili, 2 miliardi di dollari.

bisCaYne beautiCatiOn Boulevard di collegamento, parchi e viabilità.

met

tunnel Collegherà la I-395 e Watson Island con il porto: 607 milioni di dollari investiti.

miami dade college

viceroy

miami river bayfront park

bayside marina

biscayne bay

porto navi da crociera

verso south beach


corso, uno da ben 10 miliardi di dollari si concentra nell’area di collegamento fra Miami, zona Biscayne Boulevard, e Miami Beach, comprendendo anche il porto, con una serie significativa di infrastrutture, alberghi, realtà residenziali e commerciali che continueranno a richiamare persone e capitali. «Ritengo che Miami sarà la New York del futuro, perché rispetto alla Grande Mela i prezzi delle case sono ancora inferiori del 60% e c’è quindi tutto il potenziale per un ulteriore sviluppo. Inoltre, ora gli acquisti immobiliari per la maggior parte avvengono con liquidità immediata, senza contrarre mutui e sono quindi più solidi rispetto alla fase pre-

MiaMi World center Hotel, shopping, spazi comunali, abitazioni per 4 miliardi di dollari.

First HerbsHire Progettato nel 1940 da Lawrence Murray Dixon, autore del famoso Ritz Plaza, è situato nel cuore dell’Art Déco District di South Beach, a pochi metri da Espanola Way e Lincoln Road. È la soluzione ideale per chi desidera tutti i servizi e le opportunità a portata di mano: sorge infatti vicino al Miami Convention Center, al Flamingo Park e a due passi dalle spiagge, dai negozi e dai migliori ristoranti della zona. Proposto a partire da 210mila dollari. Info: www.therealfirst.com

MuseuM park Musei d’arte e scienza, centro culturale: 12 ettari e 500 milioni di dollari investiti.

entertainMent coMplex Studi televisivi e cinematografici su 48mila mq,: 13,6 milioni di dollari.

crisi, del 2006-2007, quando molti compravano indebitandosi», spiega Federico Maria Ionta, chairman di First - The Real Estate, società specializzata nella consulenza per acquisti immobiliari. «Oggi soprattutto Miami Beach è un luogo apprezzato non solo dai nordamericani e canadesi che passano qui l’inverno, ma anche dai milionari russi, brasiliani, messicani, argentini, venezuelani che sono alla ricerca di un luogo sicuro dove vivere. Nelle aree di pregio la crescita dei valori immobiliari è forte, pari al 23-24% circa nell’ultimo anno, e la domanda di recente è stata alimentata anche da facoltosi italiani e francesi stimolati dalla situazione politica instabi-

resort World Resort, hotel e residenze: 3 miliardi di dollari investimento su 5,7 ettari.

oMni Hotel Hilton, uffici, negozi e un probabile casinò. 400 milioni di investimento.

verso l’aeroporto

marlins stadium

performing art center american airlines arena

futuro atlantico

watson island marina

L’aRea tRa BiScayne BouLevaRd e BiScayne Bay oSpita iL gRande SviLuppo iMMoBiLiaRe deLLa città


Dove e quanto conviene investire

le in patria e dalla forte imposizione fiscale sugli alti redditi». Il momento sembra quindi propizio per investire nel mattone, ma occorre scegliere l’area più adatta. «Sconsiglierei il lusso estremo, che è già stato rivalutato, così come i quartieri troppo periferici, dove i valori potrebbero stentare a rialzarsi, e opterei per investimenti dai 4-5mila dollari al mq a South Beach», continua Ionta. «Lì il mercato residenziale è già incrementato ma i prezzi saliranno ancora. Noi proponiamo in particolare pièces uniques, degli appartamenti all’interno di edifici storici degli

miami Beach

2 South Beach

4 Downtown

5 miami South

miami north miami Beach South Beach Downtown miami South

300 450 756 191 251

anni 30, in stile Art déco, dagli eleganti colori pastello. Si parte dai 4mila dollari al mq in su e i tagli più richiesti sono quelli piccoli, da 40-50 mq, utilizzati dal proprietario per le vacanze oppure facilmente affittabili, grazie alla forte doman-

L’avveniristico edificio delle star. È dotato di spiaggia privata, tre piscine, ristorante, Spa e fitness center. Una residenza a pochi passi dall’oceano e dai locali e negozi più trendy. Prezzi degli appartamenti a partire da 800mila dollari. Info: www.therealfirst.com

Situato all’angolo di Lincoln road, la via dello shopping, dove si concentrano i ristoranti più rinomati come il Quattro, il Meat Market, il Segafredo Café e in linea retta verso il Delano Hotel, il capolavoro déco di Philippe Stark. Da 235mila dollari. Info: www.therealfirst.com

Le cinque principali aree di investimento a Miami con, sotto, i prezzi e le previsioni di rivalutazione nei prossimi anni.

appartamento villetta Prezzo medio Rivalutaz. Prezzo medio Rivalutaz. Q4 2012 ($/sq.ft.) in 5 anni (%) Q4 2012 ($/sq.ft.) in 5 anni (%)

CONTINUUM SOUTH BEACH

FIrST ON LINCOLN

3

5-10 >10 >10 >10 5-10

549 671 549 121 280

<5 >10 5-10 5-10 <5

Fonte: UFFicio StUdi di ReAG - ReAl eStAte AdviSoRy GRoUp

Il Miami International Airport è il secondo scalo negli Usa per numero di voli internazionali. Nel 2011 sono transitati 18,4 mln di passeggeri

1 miami north

da turistica». Il capitale è destinato a rivalutarsi anche del 50% in 5 anni e la messa a reddito consente un rendimento del 7% circa, agevolato dalle spese condominiali più basse per gli edifici Art déco rispetto ai condomini moderni e dalla contenuta property tax, inferiore al 2% del valore dell’immobile. First - The Real Estate, attraverso i diversi rami societari, offre inoltre assistenza legale e fiscale per l’acquisizione, servizi per l’arredamento, la ristrutturazione e per l’eventuale locazione dell’appartamento. In questo caso i costi di gestione sono calcolabili nel 10% dell’affitto. «L’acquisto immobiliare da investimento può indirizzarsi anche nella zona oltre il Design District, dalla 50a strada in poi», conclude Ionta. «Un’area in cui gli immobili residenziali non sono così raffinati come a South Beach ma dove i valori, che partono da 1.300-1.500 dollari al mq, stanno lievitando e promettono un’ascesa del 50% nel giro di 4-5 anni». Miami, quindi, come città da amare, e sulla quale investire.

43


Investimenti tre OttIMI MOtIVI Per Puntare su MIaMI di Ciro Campagnoli 1. OppOrtunità e rendimentO. «Mi considero a tutti gli effetti un imprenditore. I miei anni di esperienza professionale mi hanno insegnato a cogliere le opportunità quando emergono. Non si possono lasciar passare gli affari redditizi. Così quando la crisi finanziaria mondiale colpì il mercato immobiliare già saturo della Florida, sapevo che un rapido investimento avrebbe potuto essere estremamente redditizio e mi concentrai su Miami. Ho acquistato diverse proprietà residenziali e il Sense Beach House Hotel». 2. La vita a miami. «Lo stile di vita di Miami è conosciuto in tutto il mondo. Sono stato immediatamente attratto dall’atmosfera. Il bel tempo tutto l’anno combinato con l’atmosfera frenetica ma amichevole si sono dimostrate una combinazione vincente e accogliente».

3. LOcatiOn. «Miami Beach è una delle aree più ricercate. L’hotel si trova a pochi passi dalla spiaggia a SoFi, uno dei quartieri più trendy di South Beach. La proprietà è caratterizzata da un’atmosfera rilassata e lussuosa vicino alla movida di South Beach».

Ciro Campagnoli ha acquistato il luxury boutique hotel Sense House Beach Hotel nell’aprile del 2012 inizialmente come forma di investimento immobiliare ma innamorandosi presto della proprietà nella sua veste originaria di hotel. In seguito ha rinnovato l’aspetto della proprietà trasformandolo completamente (a fianco, alcune immagini).

QuanDO LO sPOrt sI Fa LussO

to della collaborazione tra gli immobiliaristi Michael e Gil Deezer e il centro studi di Porsche Design. Il risultato è una torGrandi balconi sul mare, design motoristico e infrastrutture tecnologiche. re con 132 appartamenti a uno o due piaÈ la Porsche Design Tower, dove anche l’auto prende l’ascensore ni, con ampie balconate da dove assaporare la vista e la brezza marina. Il tutto fortemente caratterizzato da quello spirito iami ha un sindaco e un re. Il motoristico che contraddistingue il brand primo è Tomàs Regalado, 66 tedesco anche in altri prodotti collegati, a anni, nato a L’Avana, ex giorpartire dagli orologi. Ma la vera nalista televisivo, eletto nel innovazione di architettura 2009 con il 72% dei consensi. La e tecnologia è nel cuore Il re è Lebron James, 29 anni, nato ad P’0001 del progetto: infatti Akron, il più forte giocatore di basket al Porsche Tower sarà ultimata nel all’interno della torre mondo, dal 2010 arrivato ai Miami Heat 2016: 53 piani per 132 appartamenti con un è previsto un cilindro squadra che ha portato alla vittoria del prezzo che va dai denominato «autotitolo Nba 2012 (e anche nel 2013 pro4 ai 15 milioni di dollari. Indirizzo: mobile lift system», tagonista sino in fondo). 18555 Collins Avenue, ovvero uno speciale Perché Miami è questo: insieme con la Sunny Isles Beach, Miami. ascensore nel quale si California, la città è una palestra a cielo può entrare con la propria aperto, è il luogo ideale per trasformare lo auto da parcheggiare in uno sport in uno stile di vita e in un immenso speciale vano del proprio appartamento, business. Per le strade non si contano né i così da trasformarla anche in un oggetto runner né le auto sportive. Anzi, proprio di arredamento. Informazioni: www.dezer. pensando a queste ultime nasce il progetcom e www.giorgioprestipino.me to di P’0001, la Porsche Design Tower frut-

M 44

Class giugno 2013


tra shopping e hotel

Non è davvero difficile divertirsi a Miami. Boutique di qualità, ristoranti raffinati, nightlife scatenata. E le assolate spiagge dove il servizio più accurato arriva sul bagnasciuga... (a cura di Stefania Cubello)

HOTEL

Loews Miami. Una vera istituzione nel cuore dell’Art Déco District, rappresenta il raccordo tra la Miami di ieri e quella del futuro. Spa, ristoranti, spiaggia: tutto in continuo fermento. www.loews.com SLS South Beach. Boutique-hotel, 140 camere disegnate da Philippe Starck e dalla rockstar Lenny Kravitz con accesso diretto alla spiaggia di South Beach. www.slshotels.com

SPIAGGE

Haulover Beach Park. È la spiaggia dei nudisti. Homestead Bayfront Park su Biscayne Bay, adiacente al Biscayne National Park. Miami Beach. South Beach è la spiaggia icona di Miami, tra l’Art Déco District e Ocean Drive.

The Villa by Barton G. L’ex mansion SHOPPING di Gianni Versace accoglie in 10 1111 Lincoln Road. lussuose suite (con Trasformato da Herzog & de maggiordomo personale) Meuron, gli architetti della Tra come nello stile il 2013 Tate Modern di Londra, e il 2016 è della medusa più l’ex garage è spazio programmaTa fashion al mondo. multifunzionale e meta l’aperTura thevillabybartong.com del nuovo shopping di 49 nuovi hoTel chic sulla via per un The Shore Club. considerata la 5th ToTale di Nel design delle 325 Avenue del Sud. 8.500 sTanze camere e suite si 1111lincolnroad.com riconosce lo stile dell’archistar inglese David Design District. Lo Chipperfield, che ha disegnato l’hotel shopping è all’avanguardia nel sulla Collins. Ospita il primo ristorante quartiere noto in tutto il mondo. Nobu a Miami. Showroom, atelier e concept store dove www.shoreclub.com trovare le ultime novità nel campo del design, ma anche boutique di moda, Delano. Il più celebre. Appartiene ristoranti e locali trendy. Fra gli habitué al gruppo Morgans. Ospitalità anche Paris Hilton e Beyoncé. all’insegna della ricerca e del design. www.miamidesigndistrict.net www.delano-hotel.com

Cipriani Downtown Miami. Dopo Venezia, New York, Abu Dhabi, Istanbul, Hong Kong e Los Angeles, ecco Cipriani Downtown Miami, il ristorante inaugurato ad aprile da Ignazio e Maggio Cipriani, terza generazione della dinastia che nel 1931 aprì l’Harry’s Bar a Venezia. Curato dall’architetto fiorentino Michele Bonan, il ristorante e lounge bar di Miami è organizzato su due livelli con una spettacolare vista sul mare, ospita 400 clienti ed è ideale anche per party ed eventi privati. Con un menù sempre made in Italy. Info: www.cipriani.com

46

Webster. La boutique multi-brand occupa uno storico edificio Art déco sulla Collins: tre piani di stile e selezionati designer internazionali e giovani, spazi espositivi, rooftop bar con vista sull’oceano. www.thewebstermiami.com

RISTORANTI

Blue Door. Ambiente arredato in elegante total white, secondo lo stile di Philippe Starck, cucina gourmet che porta la firma dello starchef Claude Troisgros: senso estetico e gola sono appagati nel ristorante dell’Hotel Delano. www.delano-hotel.com Juvia. All’ultimo piano del parking garage 1111 Lincoln Road di Herzog & de Meuron, il ristorante porta in cucina una nuova generazione di futuri starchef: Laurent Cantineaux, allievo di Daniel Boulud; Sunny Oh, di Nobu South Beach; e Gregory Gourreau, allievo di Alain Ducasse e François Payard. www.juviamiami.com

BAR E LOUNGE

Yardbird Southern Table & Bar. Uno dei locali più alla moda di South Beach per l’aperitivo, famoso per le ricette vintage. Cocktail impeccabili, come il Blackberry Bourbon Lemonade e il rinfrescante House Mint Julep, fra quelli della casa. www.runchickenrun.com South Street Restaurant & Bar. Cucina neo soul, e soprattutto il cocktail bar curato dai mixologist guru Gabriel Orta ed Elad Zvi, è il nuovo indirizzo cool nel Design District. Cocktail classici e reinterpretati, come Crusta d’epoca pre-proibizionismo e Pimm’s Cup. southstreetmiami.com Class giugno 2013


Joakim, Col du MentĂŠ, Km 27


SECTOR

Dinamicamente Jorge campione di stile

rombante S

ector No Limits è un brand di orologi nato nel 1973 che ha creato modelli forti, tecnici e ultrasportivi. Negli anni, Sector si è legato a personaggi internazionali che hanno compiuto le imprese più esaltanti. E che cosa c’è di più estremo che accarezzare l’asfalto a oltre 300 km/h? Ecco perché nella scuderia di Sector No Limits è arrivato il pilota spagnolo di MotoGp Jorge Lorenzo. Lorenzo è campione in carica della classe regina delle due ruote, titolo che si è aggiunto ai precedenti tre (un altro in MotoGp e due in 250) e rappresenta al meglio i valori che hanno reso celebre la casa orologiera nel mondo: sfida, prestazioni e passione.

GRINTA DA MONDIALE Jorge Lorenzo, 26 anni, in alcune pose per la campagna di Sector No Limits. Il pilota maiorchino è l’attuale campione del mondo di MotoGP, titolo che ha conquistato sulla sua Yamaha. Sono quattro in totale i mondiali vinti da Lorenzo, due in 250 (2006 e 2007) e due in MotoGp (2010 e 2012). Il suo motto è «Por Fuera» (dall’esterno): una frase che sintetizza la sua guida aggressiva in fase di sorpasso.

«Come Sector, Lorenzo crede nella sfida, nella tecnologia e nella passione»


CLASS PER SECTOR

SPECIAL EDITION Modello della collezione 850 che celebra Lorenzo, il cui numero 99 si trova sul quadrante blu. Cronografo con tachimetro. Costa 220 euro.

«Sono molto contento di far parte del team Sector. Da oggi porto con me lo stile italiano e l’indistruttibilità dei suoi orologi», dice Lorenzo. Una soddisfazione condivisa anche da Massimo Carraro, ceo di Morellato Group: «Jorge non è solo un pilota di talento, ma un uomo intelligente e determinato. Come noi, crede che sfida, tecnologia e passione vivono oggi insieme a stile, tendenza e bellezza. Con Lorenzo, Sector fa un grande salto nel suo progetto di espansione nei principali mercati internazionali, dove è già presente da anni». Lorenzo indossa un modello della collezione 850, grintoso e resistente cronografo con scala tachimetrica: l’ideale per chi ama le performance al massimo e la velocità.

Jorge Lorenzo


Anima & Corpo Motori

Quando passione fa rima con

adrenalina Pagano 150mila euro per mettersi al volante di una Maserati da competizione e sfidare piloti professionisti in sei gare in tutto il mondo. Ecco chi sono i gentlemen drivers del Tridente di Enrico Dal Buono - foto di Riccardo Del Conte

50

Class giugno 2013


Due piloti del Maserati World Series durante i test a Misano. Da sinistra: Piero Foglio, 60 anni, imprenditore, titolare della Cellular Line, e Renaud Kuppens, belga di 35 anni, manager con trascorsi da pilota di kart e campione in carica della competizione.

«S

uperata la cinquantina, un imprenditore si può togliere quelle voglie che, per un motivo o per l’altro, non poteva soddisfare da ragazzo», racconta Piero Foglio, 60 anni, reggiano e presidente dell’azienda di accessoristica per telefonia mobile Cellular Line. «Nel mio caso è correre. E vincere. Chi dice che non corre per vincere mente. La levataccia, il sudore, la fatica e il rischio sono tutte cose che, prese singolarmente, non mi piacciono. Ma sommate insieme, come per magia, mi fanno passare il tempo dopo una gara nell’attesa di quella successiva e quando torno a casa mia moglie dice che sembro più rilassato, una persona migliore». È la prima autentica giornata di primavera a Misano, l’aria è tersa e l’asfalto bollente. Imprenditori, manager dell’alta finanza e avvocati in carriera, tutti accomunati dalla passione per la velocità, si sono riuniti qui per il test ufficiale che precede le sei tappe del Maserati World Se-

Class giugno 2013

51


Motori Il responsabile del Maserati World Series, Roberto Bozzi, posa con la bellissima bicicletta 8 CTF di Cicli Montante, primo premio per il vincitore assoluto.

ries. Il trofeo, giunto alla quarta edizione, permette ai gentlemen drivers appassionati, anzi innamorati, di Maserati di sfidarsi in alcuni dei circuiti più emozionanti e famosi del mondo, come Silverstone, in Inghilterra, e il Paul Ricard, in Francia. Si contenderanno il titolo anche con piloti professionisti come il campione in carica Renaud Kuppens e saranno tutti alla guida di Maserati GranTurismo MC, preparate da un gruppo di tecnici specializzati in modo da garantire lo stesso livello di performance per tutte le vetture. «Anche se do il meglio sul bagnato, oggi mi divertirò comunque perché queste GranTurismo hanno poca elettronica ed esaltano le doti del pilota», spiega il compagno di Foglio, Stefano Zanini, imprenditore edile di 52 anni, che ha già indossato il casco. «Ma la cosa più importante è sfogarsi, raggiungere un picco di adrenalina e poi decomprimere. Il lunedì, dopo una gara, peso sempre tre chili in meno». A pochi box di distanza, il finanziere Roberto Raynieri, 55 anni,

Class giugno 2013

IL REGOLAMENTO E LE ISCRIZIONI

Per partecipare al campionato Maserati World Series è necessario: Certificato medico per attività sportiva (specificare automobilismo). Richiedere all’ufficio Aci la licenza di tipo internazionale C/R. Un corso presso la scuola federale CSAI (teoria e pratica) per abilitazione vetture oltre 2000 cc. Costo World Series (1 test ufficiale + 6 round): 120.000 euro + Iva. Costo 1 test ufficiale + European Series (round 1, 2, 3): 70.000 euro + Iva. Costo 1 test ufficiale + round 1 (Paul Ricard): 30.000 euro + Iva. Info: web.maserati.com

sta vestendo la tuta da gara. C’è un vago odore di benzina. «Mi auguro giusto di arrivare con la macchina intera e non per ultimo, d’altronde l’ambiente Maserati ci piace proprio perché è più rilassato degli altri. Se trovassi gente col dente avvelenato preferirei correre alla Playstation». Tra l’affaccendarsi di organizzatori e tecnici, sulle cui magliette risalta l’inconfondibile tridente Maserati, Roberto Silva, compagno di Raynieri, 53 anni, anch’egli nel campo finanziario, ammette: «È anche una scusa per viaggiare. Con la mia famiglia abbiamo programmato le vacanze in California in occasione della tappa di Infineon Raceway». Pierre-Marie De Leener, nato in Belgio, non si limita a farsi accompagnare dai famigliari fin sulla soglia dei box. Nella penombra, accanto alla propria GranTurismo, chiama vicino un ragazzo di poco più di 20 anni e gli appoggia un braccio attorno alle spalle. «Io e mio figlio Adrien gareggeremo in coppia per il secondo anno di fila. Vediamo il mondo insieme, condividiamo il

53


Motori

Altri due gentlemen drivers: l’avvocato di Hannover Andreas Segler, 42 anni, e Pierre-Marie De Leener, 55 anni, belga, imprenditore, in gara con il figlio Adrien.

tempo e una passione. Quando ci confrontiamo sui dati della telemetria è emozionante sentire che ci stiamo impegnando per un obiettivo comune». Pierre, storico cliente del gruppo Fiat, è un imprenditore di 55 anni che ha vissuto in Olanda, in Italia e in Usa, ha avuto successo nel business del petrolio e in quello delle vernici, quindi non può fare a meno di interpretare anche questo svago con una certa professionalità: «Si tratta di un divertimento nel senso etimologico del termine. È una deviazione della concentrazione rispetto agli impegni lavorativi. Ma non è come andare in spiaggia. Qui bisogna studiare la forma del circuito, i punti frenata, definire una tattica di gara. Se vogliamo avvicinarci ai piloti professionisti che corrono al nostro fianco dobbiamo dare il massimo». GRAN TURISMO, GRANDE SPORT Ridurre questo gap è l’obiettivo dell’ingegner Fabio Tosi, direttore tecnico del Tro-

54

il pedigree di una vera granTuriSMO Motore: V8 di 4.691 cc, potenza 488 Cv. diMensioni: 4.935 x 1.914 x 1.300 mm. Peso a secco: < 1.400 kg. distribuzione Pesi: 51,3 anteriore / 48,7

posteriore.

asPirazione: filtro tipo racing a doppio cono removibile. caMbio: longitudinale posteriore con schema Transaxle a 6 rapporti. Freni: impianto racing senza Abs, con dischi in acciaio. scarico: tipo racing con catalizzatori.

feo Maserati, che parlotta con la propria squadra a bordo pista, proprio quando si fanno sentire i primi rombi. «Dal 2010, anno dell’edizione inaugurale, la GranTurismo si sta sportivizzando a vista d’occhio. I gentlemen drivers diventano sempre più veloci, acquistano esperienza e fiducia, e noi vogliamo che la macchina si evolva di pari passo. Dal momento che la competizione è pensata perché appassionati e professionisti del calibro di Kuppens si sfidino negli stessi circuiti, il mio orgoglio è vedere diminuire il divario tra le due categorie». Renaud Kuppens, il campione, belga di 35 anni, nonostante nella vita di tutti i giorni vesta i panni dell’importatore dall’America di Tigé Boats, ha una storia da pilota vero cresciuto nei primi anni 90 sui gokart al fianco di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen. «Non posso rinunciare all’adrenalina delle gare, ma qui c’è il giusto compromesso tra spirito di competizione e atmosfera piacevole», spiega giusto prima di accomodarsi in una GranTurismo

Class giugno 2013


Naiclass Fai viaggiare il tuo risparmio in prima classe

Naiclass, la polizza di Nationale Suisse Vita dedicata a chi desidera valorizzare al massimo il proprio investimento nel medio periodo, con capitale e un rendimento minimo garantito. Naiclass è disponibile solo fino al 30 giugno 2013. Il presente messaggio pubblicitario ha finalità promozionale. Prima della sottoscrizione leggere attentamente il fascicolo informativo disponibile presso tutti i punti vendita Nationale Suisse Vita e sul sito www.nationalesuisse.it

Nationale Suisse Vita Spa Direzione Generale via XXV Aprile, 2 20097 San Donato Milanese (MI)


Motori

Da sinistra: un’auto della direzione di gara; una hostess dell’hospitality e un pilota, Riccardo Ragazzi, nell’abitacolo della GranTurismo Mc che conduce insieme al ferrarese Alan Simoni.

bianca, nera, rossa e verde. «Anche per me l’adrenalina è una droga, ma ci divertiremo ancora di più se riusciremo a strappare il titolo a Kuppens», scherza Alan Simoni, 32enne di Ferrara che sembra il più accreditato per spodestarlo. «Sono titolare di un’azienda di accessori per auto, che è anche il mio main sponsor, così, oltre a divertirmi, promuovo il marchio». Il sole ormai è alto e il suo compagno e coetaneo Riccardo Ragazzi, sorridendo dietro gli occhiali a specchio, interviene: «Questo è un vero mondiale. Rispetto alle competizioni dello stesso tipo ha il vantaggio di farti girare per tre continenti. E di farti girare spassandotela. Infatti, mi impongo di non angosciarmi per la vittoria, altrimenti tutto questo non avrebbe senso». Il responsabile del Maserati World Series, Roberto Bozzi, osservando alcuni piloti che hanno già concluso la prima delle tre gare in cui è suddivisa ogni tappa della competizione, commenta: «Questi visi sorridenti sono il vero vanto del trofeo, che è caratterizzato dalla stessa passione per la velocità del professionismo senza averne gli aspetti negativi, come l’ansia da prestazione o la competitività esacerbata». Certo, non è da sottovalutare neppure il vantaggio in termini di marketing

56

che Maserati ricava facendo correre le anche il premio in palio per il vincitore GranTurismo a Shanghai, ad Abu Dha- assoluto è un richiamo alla gloriosa stobi, in California. «Gli Stati Uniti sono il ria della casa automobilistica. «È una bicinostro primo mercato per numero di ven- cletta creata da Cicli Montante e chiamadite, la Cina il secondo e nei prossimi ta 8 CTF in onore della vettura che nel anni vogliamo crescere molto negli Emi- 1940 vinse per Maserati la 500 Miglia di rati. Ogni tappa è Indianapolis», spieaccompagnata da ga Bozzi. «È stata qualche evento proprodotta in una mozionale, come le serie limitata di 200 Questo il calendario del Trofeo Maseserate che organizesemplari, come il rati Challenge World Series 2013: ziamo nei villaggi numero di giri che 27-28 aprile: Paul Ricard (Francia) Maserati adiacenti si dovevano percor1-2 giugno: Nürburgring (Germania) 13-14 luglio: Silverstone (Gb) ai circuiti, nelle rere in quella gara». 24-25 agosto: Sonoma (Usa) quali coinvolgiamo «Anch’io conosco 2-3 novembre: Shanghai (Cina) clienti storici e bene la storia di 13-14 dicembre: Abu Dhabi (Eau) clienti potenziali». Maserati», assicura Andreas Segler, avSALVAGUARDARE LA QUALITà vocato di Hannover, 42 anni, col casco L’azienda modenese punta a conquistare sottobraccio al termine della propria prouna clientela sempre più geograficamen- va. «Amo queste macchine perché sono te estesa anche grazie al lancio sul merca- semplici da guidare e mi piace dedicarto di nuovi modelli. «A Shanghai è stata mi a un hobby che mi consente di rimapresentata Ghibli, una berlina, alla por- nere in gara pure fuori dall’ufficio, gratata di un pubblico più ampio rispetto tificando il mio carattere competitivo nel alle nostre classiche vetture. Da qui al fine settimana». Sorride e indica la signo2015 vogliamo passare da 5mila a 50mila ra bionda che sta camminando verso di vendite, ma senza rinunciare all’eccellen- lui. «A dire il vero è stata Raja, mia za e a quell’armonia tra linea elegante e moglie, a convincermi a tradire le Ferramotore sportivo che contraddistingue ri, di cui sono stato collezionista per anni. questo marchio dai primi del ’900». E Ma non me ne pento».

rombando nEL mondo

Class giugno 2013


84

12


Un’estate in

movim

Giubbino con zip in cotone e nylon, 250 euro, di Zegna Sport. Polo a maniche corte in cotone nido d’ ape, 95,50 euro, di Fred Perry. Chino in cotone, 119 euro, di Jaggy. Racchette da tennis, 199 euro, quella sopra, e 239 euro, quella sotto, tutte di Head.

Tessuti tecnici, materiali leggeri, linee morbide, vestibilità assoluta. Scegliere capi sportivi non significa rinunciare a vestire con stile, seppure casual. Così, sul campo da gioco come nella vita di ogni giorno, tennis e polo, rugby e golf ispirano un look impeccabile e di tendenza di Tommaso Basilio - foto di Francesco Allegretti

58

Class giugno 2013


Moda

ento Polo in cotone a maniche corte, 95 euro, di Polo Ralph Lauren. Pantaloni da equitazione in tessuto tecnico, 199 euro, guanti da equitazione in pelle, 64 euro, tutto di Dainese Equestrian Collection. Stivali in pelle, 750 euro, di Alberto Fasciani. Cap in carbonio, da 489 a 719 euro a seconda della personalizzazione, sella in pelle in edizione limitata, 5.900 euro, tutto di Tonino Lamborghini.

Class giugno 2013

59


Giubbino in suède, prezzo su richiesta, di Brunello Cucinelli. Gilet in seta e lino, prezzo su richiesta, di Corneliani. Camicia in cotone, 124 euro, di Messagerie. Pantaloni da equitazione in tessuto tecnico, 199 euro, di Dainese Equestrian Collection. Chrono, 260 euro, di Maserati Time. Stivali in pelle, 700 euro, di Alberto Fasciani. Sella da salto, 4.300 euro, e frustino in pelle intrecciata, 655 euro, tutto di Hermès.

C’è un circolo virtuoso nello sport: più ti diverti più ti alleni; più ti alleni più migliori; più migliori più ti diverti. (Pancho Gonzales)

Class giugno 2013

61


Moda Giacca con cappuccio in nylon, 168 euro, di A.T.P.C.O. Polo a maniche lunghe in cotone, 135 euro, di Polo Ralph Lauren.

Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole il lavoro e il sacrificio quotidiano. Nello sport come nella vita. (Pietro Mennea)

62

Class giugno 2013


Moda Lo sport serio non ha nulla a che vedere con il fair play. Ă&#x2C6; colmo di odio, gelosie, millanterie, indifferenza per ogni regola e piacere sadico nel vedere la violenza: in altre parole, è la guerra senza le sparatorie. (George Orwell)

Assistente modA: stefAno spinettA. GroominG: GiorGiA trezzi per Close Up milAno.

Impermeabile double face in nylon, 450 euro, di Woolrich Woolen Mills. Polo a maniche corte in cotone, 85 euro, di Le Coq Sportif. Chino in cotone, 132 euro, di Entre Amis. Calze in cotone, 14,90 euro, di Boggi. Sneakers con membrana full size impermeabile e traspirante inserita nel modello, 120 euro, di Geox Respira. Occhiali da sole, 180 euro, di Dsquared2 Eyewear By Marcolin. Bicicletta bespoke modello Vestita, rivestita in tessuto tartan di cotone, con parafanghi e manubrio in legno, prezzo su richiesta, di Sartoria Cicli.

64

Class giugno 2013


paD

in vacanza a vele spiegate

Charter Nella foto, il veliero John Walker & Sons Voyager in navigazione nell’estate 2013 lungo le coste di tutta Europa per promuovere il nuovo Odyssey, speciale whisky triple malt.

Noleggiare una grande imbarcazione è l’ideale per assaporare in ogni momento il piacere del mare. Dal Mediterraneo ai Caraibi, dai mari del Sud ai fiordi del Nord, ecco le proposte degli operatori più affidabili di Chiara Cantoni

D

ai caicchi ai catamarani, dai velieri ai motoryacht. Per ogni meta un’imbarcazione, per ogni imbarcazione un differente stile di vacanza. Che si scelga la seduzione esotica del Sudest asiatico, l’algida maestà del Grande Nord o la pittoresca cartolina delle coste mediterranee, l’esplorazione via mare regala un’esperienza di viaggio densa di emozioni. A patto di affidarsi all’expertise di operatori navigati. Class ha selezionato alcune tra le proposte delle migliori società di charter, capaci di garantire un servizio di qualità, con itinerari disegnati su misura, in destinazioni di rara suggestione.

NEL MARE DEI DELFINI. Al centro di inesplorate distese coralline, meta top per chi pratica lo snorkeling, una lingua di sabbia bianca, orlata di palme e alberi di casuarina, si srotola a sud delle Isole Andamane, India. Colorato microcosmo, popolato da ogni genere di pesci e numerosi branchi di delfini, lo specchio d’acqua di South Brother è uno dei paradisi naturali proposti da Alessandro Mancini, personal traveller di esperienza nell’organizzazione di viaggi tailor made, in collaborazione con i migliori tour operator internazionali. Costi a partire da 1.700 euro a persona, per charter di otto giorni (otto posti, più skipper, food & beverage inclusi), da metà giugno. Info: 349.2349564, www.mancinialessandro.com

class giugno 2013

FLY&SAIL. Eleganza e performance per il 36 m a vela Maxi Dolphin 118’ Viriella (a sinistra), sloop disegnato da German Frers, con base nel Mediterraneo occidentale (56mila euro/settimana); abitabilità e comfort, stabilità e bassi consumi per il 26 m a motore Wally Kanga, in navigazione nel Mare Nostrum e ai Caraibi (50/62mila euro). Le perle della flotta Floating Life Charter&Brokerage, unite ai servizi della joint venture Yacht&Jet Life, soddisfano ogni esigenza, abbinando al noleggio delle imbarcazioni quello di velivoli privati, per muoversi in tutta semplicità verso le mete preferite. Info: www.floatinglife.ch

medIterrAneo

67


PaD

Charter TURCHIA

WONDER TOUR. Natura, cultura, relax, a bordo di un elegante caicco superior di 30 m, esplorando luoghi densi di storia e incantevoli baie accessibili solo via mare. Con imbarco a Bodrum, in Turchia, la crociera speciale firmata Wondergulets Group (17-24 agosto, max 16 persone in otto cabine) tocca isole greche come Kos, Nissiros, Tilos e Simi, per poi rientrare sulle coste turche, nella penisola di Datca e nella città di Afrodite, Knidos. In dotazione, windsurf, canoe, tender, equipaggiamento per snorkeling e pesca. Info: costo 1.150 euro. www.wondergulets.com

INDONEsIA

FRA DRAGHI E VULCANI. Barriere coralline, isole vulcaniche, rare creature dentro e fuori l’acqua. Ogni alba schiude emozioni nuove a bordo di Silolona, veliero classico di 50 m, basato a Labuanbajo, che per l’estate 2013 fa rotta sulla regione di Komodo, Indonesia. Accolti in cinque ampie cabine (10 posti), gli ospiti possono osservare i mitici draghi nel loro habitat, impegnarsi in escursioni in kayak, dedicarsi a diving e snorkeling da sogno. Da 108.500 dollari/ settimana (più tasse). La più piccola, Si Datu Bau, ha tre suite per sei persone (77mila dollari). Info: www.equinoxe.it

SOGNI A NOLO. Dal Mediterraneo ai Caraibi, dalla Thailandia alla California, dalla Polinesia alle Seychelles, dalle Fiji alla Nuova Zelanda: con un ventaglio di proposte ampio quanto i confini del pianeta, Navalia ha fatto del mantra «noleggiare sogni» la propria mission, offrendo un servizio completo nel triplice ruolo di mediatore marittimo per il charter della barca, agenzia per la gestione di partenze individuali, e tour operator per l’organizzazione dei trasferimenti da e verso il luogo di imbarco. Info: www.navalia.com MONTENEGRO IN CAT. Da Kotor all’antica città illirica di Risan, costeggiando il golfo fino a Herceg Novi, all’ingresso delle Bocche di Cattaro; da lì, rotta sulla medievale Budva, e ancora più giù verso l’esotica Ulcinj, per risalire la costa, lungo lo snodo portuale di Bar e le spiagge di Beˇcic’i. Con base a Porto Montenegro, il catamarano Mriya, Lagoon 500 di 15 m (posti 8+2), è disponibile per il charter estivo, con itinerari personalizzati di 1/2 settimane. Una proposta Luxury Yachting, specializzata nel noleggio di imbarcazioni top, nelle destinazioni veliche più cool del Mediterraneo. Da 8.700 a 11.346 euro/settimana. Info: www.aluxuryyachting.com

68

NEL REGNO DELLE BALENE. Foreste di conifere a perdita d’occhio sui rilievi degli Appalachi e della catena costiera, sconfinate distese di tundra nella regione artica, silhouette di megattere che balzano fuori dall’acqua lungo la strada delle balene: una crociera in Canada è un ritorno alla vita selvaggia, all’immensa bellezza della natura e, con i servizi tailor made di CSO Yacht, tra le società di yacht management, brokerage e charter più longeve d’Europa, anche una delle esperienze più appaganti per chiunque ami l’avventura. Prezzi su richiesta. Info: www.csoyachts.com TURCHIA VINTAGE. Look classico per 32,5 m di fascino rétro: disponibile al charter in Turchia, dal Kempinski Hotel di Bodrum, Vicem 107 è il più grande modello in mogano lamellare stampato a freddo, ultimo della serie Vintage, costruito dal cantiere di Antalya. Ideale per una famiglia numerosa o una crociera con amici che vogliono condividere un’esperienza di natura e cultura, offre spazi degni di un 115 piedi, cioè uno yacht da 40 metri (cinque cabine per dieci ospiti e cucina oversize), con un flybridge di 70 metri quadrati. Info: costo 35mila euro/settimana. www.vicemyacht.com

Class giugno 2013


SPECIAL ADVERTISING SECTION

PIÙ EFFICACE E CON MENO RADIAZIONI: È LA NUOVA TAC ODONTOIATRICA

U

n imaging rapido con pochissime radiazioni. È il futuro della Tac odondoiatrica, si chiama SCANORA® 3D ed è distribuita in Italia da DL Medica. Tra i pochi studi odontoiatrici che la adottano, c’è lo studio dentistico del dottor Antonio Vimercati di Carugate, in provincia di Milano. «Fin dalla fondazione, il 1989, ho sempre ritenuto fondamentale la preparazione dello staff medico e paramedico e la dotazione di moderne apparecchiature per la diagnosi e la terapia», spiega Antonio Vimercati, fondatore, odontoiatra e protesista dentale.

Qual è il vantaggio di questo nuovo sistema? Rispetto alla classica Tac ospedaliera, questa emette radiazioni molto basse, anche dieci volte inferiori. Quindi è più sicura ma altrettanto efficace. Con il vantaggio di poterla eseguire in studio in dieci minuti al massimo: niente più liste d’attesa né referti da andare a ritirare. In tempo reale abbiamo i risultati, che si possono scaricare su cd in formato digitale e consegnare al paziente. Così possiamo prospettare subito un pia-

no di cure. La ricostruzione, inoltre, è tridimensionale, più accessibile alla lettura per tutti. Che tipo di esami consente questo macchinario? Copre tutti gli aspetti radiografici necessari per il lavoro del dentista. Dalla Tac maxillofacciale alle panoramiche, alle radiografie per l’ortodonzia. Come si spiega la minore incidenza di radiazioni? È semplice: l’immagine viene acquisita non più con l’emissione di radiazioni a spirale continua ma con un sistema a raggio di cono intermittenti, pulsate e quindi, di gran lunga minori rispetto al raggio continuo. Tutti questi vantaggi si pagano a caro prezzo? No. I costi sono nella media e, rispetto ad una tac ospedialiera fatta privatamente, anche inferiori. Ma nel nostro caso bisogna considerare che non ci sono liste d’attesa e non bisogna tornare per il ritiro dell’esame.

www.ambulatoriovimercati.it


Pad

Weekend

monte-carlo, uno scrigno di tesori Il primo e più antico resort del mondo compie 150 anni. Una festa lunga 12 mesi e tanti appuntamenti d’eccezione, per celebrare l’art de vivre e un nuovo modo di intendere la vacanza di Roberto Copello

L

a parola «resort», nell’uso comune italiano, indica una struttura alberghiera che, in una location preferibilmente esotica, offre all’ospite tutta una serie di servizi che vanno ben al di là della semplice camera più ristorante. Nell’uso inglese, tuttavia, il termine nasce con un’accezione ben più ampia: indica infatti ogni tipo di luogo, fosse anche una città intera, che di per sé attrae i visitatori non solo in quanto luogo di villeggiatura, ma anche offrendo svariate possibilità di relax e divertimento. Un concetto di lifestyle, che è pure un’idea di sviluppo economico, sorto esattamente 150 anni fa nel minuscolo Principato di Monaco, vicino a quella che neppure

class giugno 2013

si chiamava ancora Costa Azzurra. Proprio nel 1863, infatti, con l’inaugurazione del nuovo Casinò nasceva la Société des Bains de Mer voluta dal principe Charles II e il cui obiettivo balzava evidente nelle parole del fondaMaria Callas con tore François Blanc: «TrasmetDavid Niven tere un sogno». in una serata di gala allo Sporting di Monte-Carlo, nel 1974. Sopra, il Casinò visto da una terrazza dell’Hôtel de Paris.

Erano così poste le basi alla saga dei 3 chilometri quadrati più esclusivi del mondo, nonché alla nascita di un mito chiamato Monte-Carlo. Un eden del lusso e dell’art de vivre che via via si è sviluppato al punto che oggi, oltre al richiamo Belle époque del Casinò e dell’Hôtel

71


PaD

Weekend

TanTi concerTi per una celebrazione Ogni anno, in luglio e agosto, il Monte-Carlo Sporting Summer Festival (http:// it.sportingsummerfestival.com) fa della Salle des Étoiles il tempio mondiale della musica. Quest’anno, per i 150 anni di Monte-Carlo, s’è concesso anche un triplo favoloso antipasto, con i concerti di Lana Del Rey in maggio, di Alicia Keys (21/6) e di Johnny Hallyday (25 e 26/6). Il Festival vero e proprio inizierà invece con il ritorno sulle scene di Rod Stewart (6 e 7/7) e avrà il suo culmine con la doppia esibizione di Rihanna (10 e 11/7). In cartellone figurano anche star come Santana, Elton John, bryan Ferry, Deep Purple e diversi italiani quali Eros Ramazzotti, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, i Pooh e il tenore Roberto Alagna.

de Paris, conquista anche con le gioiellerie, i ristoranti stellati Michelin, le fuoriserie parcheggiate davanti all’attracco dei maxi yacht, Balli della Rosa e Grand Prix di Formula uno, Festival del circo e serate di beneficenza, altri alberghi favolosi come il Monte-Carlo Bay e il Monte-Carlo Beach, un tempio del benessere come le Thermes Marins, e poi lo Sporting, cuore delle estati monegasche con il night-club Jimmy’z e la Salle des Étoiles che ha visto esibirsi Frank

a. WHITEHEaD

persone e crea un volume d’affari di oltre 372 milioni di euro l’anno).

Sinatra... C’è qualcosa che manca a quella sorta di eden del lusso che è il Principato di Monaco? No, probabilmente non manca proprio nulla. I miti, però, hanno sempre bisogno di essere alimentati, rinverditi, perpetuati. E l’anniversario che cade nel 2013 si presta bene a rinverdire i fasti della Société des Bains de Mer, la cassaforte di famiglia dei Grimaldi nonché da 150 anni motore dello sviluppo monegasco (il gruppo oggi vanta uno staff di ben 3mila

l’arTe Una personale della scultrice Stefania Pennacchio, patrocinata dall’Ambasciata d’Italia, è prevista per il mese di ottobre nel Principato.

il gusTo Capasanta, broccoli e gamberoni: è un piatto firmato da Alain Ducasse, chef del ristorante Louis XV all’Hôtel de Paris, un mito mondiale.

T. DUvaL

CaRLO ROTONDO

Mare, sole, eleganza sono da sempre gli elementi di maggior fascino offerti da Monte-Carlo (a sinistra, la laguna del Monte-Carlo Bay Hotel & Resort). it.montecarlosbm.com

Le celebrazioni per i 150 anni (il programma completo si può leggere sul sito www.150montecarlosbm.com) sono già iniziate con una serie di mostre, balli, pubblicazioni speciali, ma avranno il loro culmine nel Weekend d’Exception che, dal 5 al 7 luglio, metterà in mostra l’unicità del resort Monte-Carlo SBM, segnando al contempo l’inizio della prestigiosa stagione artistica estiva, con uno Sporting Summer Festival più che mai sotto il segno delle stelle. Fra le tante iniziative in programma, un eccezionale concerto della Monte-Carlo Philarmonic Orchestra il 5 luglio all’Opéra Garnier, la mostra Dangerous Luxury pensata dai famosi designer brasiliani Fernando e Humberto Campana, la proiezione quotidiana sulle terrazze del Casinò di un film composto da clip tratti da celebri pellicole girate a Monaco. Un calendario fitto, insomma, fedele allo spirito che ha caratterizzato la storia di Monte-Carlo e della Société des Bains de Mer: «Tutto, immediatamente, in un unico posto».

Class giugno 2013


SPECIAL ADVERTISING SECTION

L’estate deL benessere si vive all’Hotel lac salin spa & Mountain ResoRt di livigno

F

arsi baciare dal sole sulla terrazza affacciata sulle alpi, oppure partire per un trekking o un’escursione in mountain bike ai piedi di montagne maestose. un mondo a parte, tra il profumo del pino mugo e i fischi delle marmotte. un po’ di movimento e l’aria pulita mettono un certo appetito e degustare la cucina valtellinese nell’atmosfera della stua de legn del ristorante dell’hotel rende la cena ancor più suggestiva. prima però è d’obbligo abbandonarsi ai 900 mq di benessere della Mandira spa. idromassaggio in acqua salata,

una grande piscina, sauna finlandese, biosauna alle erbe, fontana di ghiaccio, bagno turco, area fitness, zona relax e altro ancora. trattamenti a base di erbe a km zero e trattamenti oriental style rivisitati in chiave alpina, sono solo alcune proposte. così come i pacchetti benessere per chi desidera coccole quotidiane, oppure i romantici rituali di coppia nell’esclusiva spa suite. non mancano nemmeno trattamenti per bambini, compresi i massaggi per bebè. chi soggiorna tra il 18 luglio e il 18 agosto potrà approfittare del mese dell’ayurveda, scoprendo il fascino della meditazione e delle attività all’aria aperta, per tornare a casa rigenerati nel corpo e nell’anima. al lac salin spa & Mountain Resort ci si rigenera anche  in camera, specialmente se si sceglie una delle sette camere dei chakra. una diversa dall’altra  per l’atmosfera e la ricercatezza dei particolari. anche le altre camere, ovvia-

mente, non sono da meno, molto ampie e con terrazza con vista sulle alpi. l’hotel fa parte del gruppo lungolivigno che è sinonimo di ospitalità e shopping di alto livello, grazie a 5 eleganti boutique e un fornitissimo outlet. a livigno il risparmio è garantito grazie all’esenzione iva. a disposizione dei clienti la Fashion card per uno sconto aggiuntivo del 5% per lo shopping nelle boutique del gruppo, ma anche la possibilità di fare acquisti in compagnia di un personal shopper a disposizione gratuitamente su richiesta.

Hotel lac Salin Spa & Mountain ReSoRt ****S Via Saroch, 496 - 23030 Livigno (So) Tel. 0342.996166 www.lungolivigno.com


SPECIAL ADVERTISING SECTION

Soluzioni avveniriStiche ma con prudenza

I

n un periodo socio-economico delicato come quello che stiamo attraversando, la decisione di affidare la propria salute e i risparmi a un professionista deve essere ponderata con attenzione. Le cure dentistiche rivestono una voce importante nel bilancio familiare. Come affronta questa realtà nella pratica quotidiana? Il primo strumento da considerare è la prevenzione. Insieme al mio team istruiamo i pazienti a uno stile di vita sano per la bocca, monitorando con controlli periodici l’efficacia delle misure adottate.

Che cosa ne pensa delle arcate complete a carico immediato (denti in giornata)? È un’ottima soluzione nei rari casi in cui trovano la loro applicazione ideale, ad esempio, quando un’arcata è completamente senza denti. Bisogna astenersi dal ridurre un paziente edentulo con lo scopo di potergli offrire una soluzione di questo tipo benché allettante. Il salvataggio dei denti naturali, quando praticabile, è sempre preferibile. I pazienti che hanno perso alcuni o tutti i denti possono ricorrere anche agli impianti?

Si sente parlare di impianti e protesi fisse su impianti in tempi brevissimi. Quali soluzioni adotta nella sua pratica? oggi gli impianti sono uno strumento molto potente nelle mani del dentista e consentono di risolvere brillantemente situazioni che fino a pochi anni fa erano difficilmente gestibili. Bisogna però fare grande attenzione a non abusarne. Quando ci sono i denti, anche se gravemente compromessi, bisogna investire su quelli.

Gli impianti, se eseguiti con le giuste precauzioni, sono un ottimo strumento. Quali sono le giuste precauzioni? La più importante è la buona salute della bocca in cui vengono inseriti, la piorrea, infatti, è una malattia che colpisce sia i denti sia gli impianti, va quindi curata prima del loro inserimento. Subito dopo bisogna verificare che ci siano le condizioni di osso favorevoli. Se non ci sono condizioni favorevoli? Le tecniche a disposizione dei migliori professionisti consentono di offrire soluzioni implantari alla quasi totalità dei pazienti. anche chi non ha abbastanza osso può avvalersi di tecniche poco invasive di gestione ambulatoriale, per il ripristino della situazione ottimale per l’inserimento degli impianti. C’è una soluzione valida per la maggior parte dei pazienti? non esiste una soluzione valida per tutti. aiuto il paziente a scegliere, tra la rosa delle possibilità terapeutiche, quella più adatta alle sue caratteristiche soggettive, alle sue aspettative e disponibilità.

Dott. Fabio Bucciarelli. Direttore sanitario dell’Ambulatorio Odontoiatrico Benedetto Marcello di Milano.

www.odontoiatramilano.com


PaD

Sapori

cucinaRE en plein air

broil king

Piastre in acciaio, fuochi a infrarossi, forni mobili. Il barbecue si arricchisce di nuovi strumenti e tecniche di cottura. Perché non di sola carne vive l’uomo... di Emanuele Elli L’Imperial XL made in Canada (importato da I Signori del Barbecue) è tra le cucine da esterno più complete sul mercato, con due zone di cottura indipendenti. Costa 2.900 euro. www.isignoridelbarbecue.com

L

a tecnica di cottura più antica del mondo, unita ai materiali più moderni e alla sapienza del gusto italiano, ha trasformato il primordiale rito del barbecue in un capitolo a sé della cultura culinaria. Oggi l’invito a un brunch con griglia lascia immaginare molto più che braciole, zucchine e tomini. Merito delle nuove tecniche di cottura e di strumenti che somigliano a vere e proprie cucine complete, a gas, con termometri e coperchi. Ma le novità 2013 spostano il limite ancora oltre, offrendo fuochi a infrarossi, spazi ibridi per cotture diverse contemporaneamente, piastre in acciaio professionali o veri forni a legna per cucinare la pizza sul terrazzo o in giardino. L’unica caratteristica del barbecue rimasta intatta dalle sue origini, infatti, sembra essere la necessità di uno spazio esterno. E un po’ di buona compagnia.

weber

Veloci da scaldare, rapidi nella cottura, su ruote. Sono i forni a legna Forninox. Il modello 4 Pizze (sotto) costa 1.980 euro. www.alfapizza.it

alfa pizza

L’acciaio conquista anche lo Spirit S320 di Weber. Con tre bruciatori frontali, due piani inox, fornello laterale. Costa 999 euro. www.barbecueweber.it

class giugno 2013

Più che un barbecue, Onfalós è una piastra di cottura in acciaio al cromo duro, alimentata a gas. Pratica ed elegantissima. Da 3.700 euro. www. smartechitalia.com

smartech italia

sunday

Tradizionale e innovativa, Sunday ONE è la linea di barbecue ibridi per cottura a gas e a carbone. Il modello Tower (nella foto) costa 660 euro. www. sundaygrill.com

75


PAD

In Galleria libri

la verità è sempre una storia a più voci

così Lungotevere si brinda ALL’estAte Fino al 22 giugno la capitale si anima con Vinòforum. Un villaggio globale con il meglio dell’enogastronomia, nel quale degustare, conoscere, e parlare di... vino

B

icchiere, sacchetto per i dépliant re avrà la possibilità di accedere a tutte e carnet di degustazioni. È il kit le degustazioni in programma (venerdì essenziale del visitatore di Vinòforum. e sabato sera il numero di assaggi è Lo spazio del gusto, la rassegna enoga- limitato a 10 attraverso la distribuzione stronomica che dal 7 al 22 giugno ani- di un carnet) e alle Cantine da Chef, merà le sponde di Lungotevere Mare- ovvero gli spazi dedicati ai cooking show sciallo Diaz (Farnesina), a Roma, con dei cuochi ospiti, una trentina quelli preassaggi, cene, incontri, vendite straor- visti in questa edizione. dinarie e una vetrina permaGli appassionati più espernente con 2.500 tra le miglioI numeri di Vinòforum: ti potranno accedere alle verri etichette vinicole mondiali. 16 giorni, 10mila ticali guidate dai docenti Giunto alla decima edizione, mq, 670 aziende, 2.500 etichette, dell’Associazione italiana il salone quest’anno prende6.400 bottiglie Sommelier, mentre gli addetrà le forme di un villaggio glostappate, 37 chef, 160 eventi. ti ai lavori incontreranno i probale di oltre 10mila mq nel duttori, e i turisti curioseranquale l’interazione tra business, formazione ed entertainment cre- no tra le vetrine dei tanti aderenti al erà le migliori condizioni per la massi- fuori salone: negozi, boutique, atelier ma sinergia tra le aziende partecipanti d’arte, gallerie di design, cortili privati, e il pubblico di addetti al settore, di appas- giardini, grandi alberghi, che apriranno le porte al mondo del vino e ai suoi sionati o di semplici neofiti. seguaci. Orari d’apertura: da domeCon un biglietto d’ingresso il cui costo nica a giovedì,19-24; venerdì e sabato, oscilla tra i 16 e i 25 euro, ogni visitato- 19-1 (www.vinoforum.net).

76

È un esordio bello e inaspettato quello di Alessandro Bonan in veste di scrittore. Bello perché le 170 pagine di Anatomia di una voce si leggono d’un fiato, trasportati dai misteri che si rincorrono nell’atmosfera rarefatta di una Milano onirica. Inaspettato perché chi ha imparato a conoscere il giornalista pistoiese, classe 1964, attraverso le trasmissioni di Sky Sport, ben poco ritrova della sua scanzonata ironia un po’ all’inglese nello psico-thriller del debutto da scrittore. Un elemento, però, accomuna i due mondi: la voce. In fondo è con quella che Bonan si guadagna da vivere parlando di sport e calciomercato, ed è indubbiamente la voce la protagonista del romanzo. Una voce che viene ascoltata dallo scrittore in crisi creativa Carlo Maria Ortani, protagonis t a del li bro, durante una strana festa nella quale gli invitati sono dotati di auricolari e microfoni per ascoltare, a caso, le conversazioni degli altri. Poche parole, pronunciate da una sconosciuta, ma sufficienti a innescare, nell’animo tormentato del protagonista, un movimento tanto interiore quanto concreto, e a mettere in moto una serie di intrecci che, pur infittendosi a ogni pagina, fino all’ultimo non lasciano intuire il disegno definitivo. Le vicende reali si accavallano ai pensieri dello scrittore, le cronache dei giornali si sdoppiano nelle supposizioni partite dall’ascolto delle altre mille voci che popolano il romanzo. Rimane la domanda se tutto questo sia la verità. Ma conta davvero? Alla fine, è solo un’altra storia, e chi la racconta, come chi ascolta, può scegliere quale sia la verità che più gli piace. O gli serve. (Francesco Elli) info: Alessandro Bonan, Anatomia di una voce. Cairo Editore,171 pagine; 13 euro. www.cairoeditore.it

cLAss giugno 2013


CerChiamo pezzi dâ&#x20AC;&#x2122;autore

livingart Ltd & Co. KG ricerca Ville, Castelli e appartamenti piu prestigiosi In vendita e affitto Da proporre per brevi soggiorni, a una clientela internazionale di elevato standing. Se siete proprietari di un immobile di grande prestigio finemente arredato ed attrezzato e avete interesse ad elevati rendimenti contattate livingart Ltd & Co. KG livingart Ltd & Co. KG SchĂśmerweg 14 - 94060 Pocking/Germania, Tel.: + 49 8538 2659982 - Fax.: + 49 821 9998501223 Rappresentante esclusivo per Italia: FirstClassHomes, Via Provinciale 163 - 55042 Forte dei Marmi, Tel.: 0584 18 48 624 - Fax: 0584 1848 625 - Tel.: 392 56 38 350/348 56 81 711 www.livingart-online.com Mail: info@livingart-online.com - info@firstclasshomes.it


Vende

PRESTIGIOSI APPARTAMENT I Classe Energetica B

Corso Monforte, 39 • 20122 Milano • T.

02.76.31.74.99 • www.milanoimmobili.it • www-mi-news.it


vivi la tua Sardegna

PIETRO CASTAGNA COSTRUZIONI via del Tirreno angolo via del Mare, 08020 San Teodoro (OT) Tel/Fax: +39 0784.865331, e-mail: pietrocastagna@tiscali.it

A San Teodoro, a 300 metri dal mare, vicino al costruendo porto turistico e a 25 km dal porto e dall’aeroporto Olbia Costa Smeralda, l’Impresa Edile Pietro Castagna, costruisce e vende villette indipendenti di varie metrature prestigiosamente rifinite, tutte con giardino, verande e posto auto privato, no condominio.

“I

mparare a vivere è lo scopo finale di ogni processo educativo”. In questa frase di Heinrich Pestalozzi si concentra la filosofia didattica dell’Institut auf dem Rosenberg. A San Gallo, nel cuore della Svizzera, l’Istituto, fondato nel lontano 1889, mette a disposizione dei giovani un ambiente immerso nella natura, tranquillo e capace di stimolare la concentrazione e lo studio, oltre a garantire un’equilibrata offerta di sport e tempo libero. Gli allievi, che provengono da circa 40 Paesi diversi, sono chiamati ad interagire in un contesto multiculturale e ad un uso quotidiano e intensivo delle lingue straniere. Sezione Italiana Liceo linguistico e liceo scientifico. La Sezione Italiana è una scuola paritaria, riconosciuta dallo Stato italiano. I titoli, conseguiti in quattro anni, permettono l’immatricolazione alle università svizzere ed europee e sono del tutto equivalenti a quelli quinquennali conseguiti in Italia. Le piccole classi consentono l’insegnamento personalizzato in un clima disteso e familiare. L’ambiente internazionale del Collegio offre, inoltre, la possibilità di praticare quotidianamente le principali lingue straniere. Dal 2010 la sezione italiana fa parte delle scuole associate all’UNESCO. Sezione Internazionale Preparazione alle Università statunitensi, SAT, TOEFL, ACT, AP. Formazione scolastica britannica per l’accesso alle Università del Regno Unito ESLProgram. Sezione Tedesca Maturità tedesca (Abitur). Sezione Svizzera Dalla scuola elementare al Ginnasio. Maturità Svizzera.

Collegio

Internazionale dal 1889 fra le Alpi e il lago di Costanza Per informazioni Preside Camilla Cafagna - Direttrice Monica A. Schmid Höhenweg 60 • 9000 St. Gallen - Switzerland Tel. +41 71 277 92 18 Fax +41 71 277 92 32 Corsi di lingua: www.ariana.ch

Corsi estivi in Svizzera e Austria Per bambini e ragazzi fra 6 e 20 anni. STUDIARE IN SVIZZERA Il diploma in 4 anni e un’esperienza indimenticabile in un ambiente protetto e molto esclusivo


Solo tu sai che lo indossi.

Nuovo TENA Men con Maxx Protection Technology. Da oggi sei libero e sicuro di te. TENA Men è una protezione assorbente per perdite urinarie appositamente progettata sull’anatomia maschile. Ti protegge a lungo e ti permette di vivere pienamente la tua giornata. È un dispositivo medico CE. Leggere attentamente le avvertenze o le istruzioni per l’uso. Autorizzazione su domanda del 23.08.2012

Nelle farmacie, parafarmacie e negozi di articoli sanitari.

www.tena.it/uomini


shopping

i contatti di class A.T.P.C.O.,

www.atpco.it

AlberTO FAsCiAni, bArbisiO, bOggi,

www.albertofasciani.it

www.barbisio.it

www.boggi.it

brerA OrOlOgi,

breraorologi.com

brunellO CuCinelli,

www.brunellocucinelli.com

Chervò,

www.chervo.com

COlmAr,

www.colmar.it

COlumbiA,

www.columbia.com

COrneliAni, DAinese,

www.corneliani.it

www.dainese.com

Diesel shADes, DiOr,

di fronte al pubblico cosmopolita del FuoriSalone del Mobile di Milano, Culti ha presentato una nuova creazione, risultato di due anni di appassionata ricerca. Spa’rfum - Salus per Aquam e Profumo è l’innovativo diffusore per ambienti in grado di regalare un’esperienza straordinaria e, soprattutto, plurisensoriale di vapore, profumo e luce. Spa’rfum si presenta con uno chassis in vetro satinato e un pulsante che governa accensione e spegnimento, selezione di intensità del profumo, intervalli di funzionamento. www.culti.it

www.dior.com www.dsquared2.com

enTre Amis,

www.entreamis.it

FreD Perry,

www.fredperry.com

E in cucina entrò

il Pop

www.gant.com

geOx resPirA, heAD,

la fragranza ideale

www.diesel.com

DsQuAreD2,

gAnT,

Il piacere di diffondere

www.geox.com

da sempre davide oldani, uno dei migliori e più famosi chef italiani, definisce pop la sua cucina fatta di attenzione alla qualità con calibrati ma decisi inserti di creatività. Era inevitabile quindi il connubio d’eccellenza con Champagne Pommery, e in particolare con Pommery Pop, l’originale edizione in mini bottiglia da 20 cl ideata per una degustazione allegra, fresca, giovane e colorata. E per un abbinamento su misura con i piatti speciali creati da Oldani. www.vrankenpommery.it

www.head.com

hermès,

www.hermes.com

le COQ sPOrTiF,

www.lecoqsportif.com

mAserATi Time,

www.maseratistore.com

messAgerie, musTO,

www.messagerie.it

www.musto.com

nOrTh sAils,

www.northsails.com

POlO rAlPh lAuren, rOlex,

www.ralphlauren.com

www.rolex.com

rOy rOger’s,

www.royrogers.it

sArTOriA CiCli,

www.sartoriacicli.it

sPerry TOP siDer,

www.sperrytopsider.com

TOninO lAmbOrghini,

www.lamborghini.it

WOOlriCh WOOlen mills,

www.woolrichwoolenmillsproduction.com

ZegnA sPOrT,

www.zegna.com

Le foto di cLass Cortesia Samsung (copertina). L’editore ha ricercato con ogni mezzo i titolari dei diritti fotografici senza riuscire a reperirli. È ovviamente a piena disposizione per l’assolvimento di quanto occorra nei loro confronti.

Milano

capitale di Russia È sempre più stretto il rapporto tra Poliform e la Russia. La dimostrazione si è avuta in occasione del party esclusivo organizzato da Poliform/Varenna e Hall Oscar l’11 aprile. Indimenticabile la location: il Palazzo dell’Informazione di Milano con i sei piani della facciata illuminati dai brand protagonisti di uno spettacolare effetto scenografico. Un evento di grande interesse che ha sottolineato l’importanza del mercato russo in forte espansione e dove Poliform conta già due flagship store a Mosca e a San Pietroburgo, oltre a una sviluppata rete di distributori. www.poliform.it a cura di


Direttore ed Editore Paolo Panerai (02.58219209) Vicedirettore Antonio Orlando (02.58219783) Caporedattore Giorgio Angeletti (02.58219376) Redazione Raffaella Beltrami (02.58219717); Mariateresa Cerretelli (photo editor, 02.58219252); Roberto Copello (caposervizio, 02.58219211); Emanuele Elli (02.58219804); Andrea Fiano (New York); Cecilia Gargioni (02.58219264); Cristina Lantone (02.58219353) @ L’indirizzo e-mail dei redattori si ottiene con l’iniziale del nome seguita dal cognome e da @class.it

Segreteria di Redazione Stefania Bianchi (02.58219208)

U.O.R. Redazione Multimedia Giada Barbarani (02.58219330); Laura Pizzardello (02.58219364); Samantha Primati (02.58219489); Lorenzo Sesini (02.58219768) Hanno collaborato a questo numero Tommaso Basilio, Chiara Cantoni, Andrea Conti (revisore), Elena Correggia, Emily Stefania Coscione, Enrico Dal Buono, Daniela De Vecchis, Francesco Elli, Davide Fumagalli, Paco Guarnaccia Gestione Editoriale Carlo Parpinelli

Class Editori spa Presidente Vice Presidente e Amministratore Delegato Vice Presidenti Amministratore Delegato Consigliere Delegato Direttore Generale Consigliere Generale

Victor Uckmar Paolo Panerai Pierluigi Magnaschi, Luca Panerai Vittorio Terrenghi Gabriele Capolino Andrea Mattei Giorgio Trombetta-Panigadi

Responsabile Dati Personali Class Editori spa, via Burigozzo, 5 - 20122 Milano Concessionaria Pubblicità Class Pubblicità spa Direzione generale: 20122 Milano, via Burigozzo, 8 - Tel. 02.58219522, fax 02.58219560 Sede legale e amministrazione: 20122 Milano, via Burigozzo, 5 - Tel. 02.582191 Class Roma: 00187 Roma, via Santa Maria in Via, 12 - Tel. 06.69760855, fax 06.6781314 Executive Chairman Andrea Mattei VP Sales Gianalberto Zapponini Chief Marketing Officer Domenico Ioppolo Direttore Commerciale Stefano Maggini Per informazioni commerciali mprestileo@class.it

Class Editori spa - Direzione, redazione: 20122 Milano, via Burigozzo, 5 - Tel. 02.58219.1 (30 linee) - Telefax 02.58317429 Amministrazione, abbonamenti: 20122 Milano, via Marco Burigozzo, 5 - numero verde 800.822195 - fax verde 800.822196 Prezzo per copia: Italia euro 4,50 - Canton Ticino 12,70 CHF - Svizzera 13,00 CHF - Austria euro 8,80 - Germania euro 9,90 - Portogallo euro 7,70 - Principato di Monaco euro 8,00 - Spagna euro 7,50. A.P. art. 1 c. 1 L. 46/04, DCB Milano. Copie arretrate: comporre il numero 800.822195. Risponderà un’incaricata dell’ufficio abbonamenti. Ai non abbonati è richiesto l’invio anticipato del doppio del prezzo di copertina a Class Editori, preferibilmente mediante francobolli, o a mezzo assegno. La richiesta sarà evasa entro 30 giorni. Tariffe abbonamenti: Italia, annuale (12 numeri) euro 40,50; semestrale euro 21,60. Se interessati a ricevere Class in abbonamento, consultare le pagine del giornale con le offerte speciali. Estero, via superficie, annuale euro 73,14; semestrale euro 37,09. Registrazione al Tribunale di Monza n. 542 del 15/3/86. Registrazione al Tribunale di Milano n. 210 del 19/4/86. Per la spedizione via aerea chiedere all’ufficio abbonamenti la sovrattassa da versare. Composizione e fotolito: Adda Officine Grafiche spa, via delle Industrie, 18 - Filago (Bg) - Tel. 035.4651011. Stampa: Elcograf spa, via Mondadori, 15 - 37131 Verona. Distribuzione Italia: Erinne srl, via Marco Burigozzo, 5 - 20122 Milano - Tel. 02.582191. Distribuzione estero: Johnsons International News Italia spa, via Valparaiso, 4 - 20144 Milano. Periodico iscritto alla Federazione Italiana Editori Giornali

Accertamento diffusione stampa: certificato n. 7398 del 10/12/2012

Direttore Responsabile: Paolo Panerai

Telefono: 02.582191 - Indirizzo internet: www.classlife.it - E-mail: class@class.it È un giornale


MARCHE

ENDURANCE LIFESTYLE2013

Ancona - Riviera del Conero 13-16 June

global media partner

main media partner

Conero Endurance CUP FEI CEI 2* 120km – FEI CEI 1* 90km

media partner

“UAE Days nelle Marche” BUSINESS FORUM ITALY-UAE “Investment and strategic partnership” Speech “Voices of Arab Women”

main sponsor

official sponsor

www.marchelifestyle.it


Class giugno 2013  

Lifestyle, News, Fashion, Sport

Class giugno 2013  

Lifestyle, News, Fashion, Sport

Advertisement