Page 1

dicembre 2016

#LiberiDiSapere


PAGINA 1

GIOVEDÌ

01

DICEMBRE

IL NUMERO AUREO:

IL MISTERO DI UN NUMERO CHE DURA DA OLTRE TREMILA ANNI E CHE È ALL’ORIGINE DELLA BELLEZZA. DELL’ARTE E DELL’ARMONIA DELL’UNIVERSO Conferenza a cura del Prof. Antonio Scarelli

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio Una conversazione, o meglio un viaggio a spasso nella storia delle arti e delle scienze, che partendo dalla piramide di Cheope e la scuola di Atene, incontrando Euclide, Fibonacci, Luca Paciolo e la proporzione aurea, Leonardo, i fiori di girasole, l’angolo aureo, la dama aurea, le spirali, il dodecaedro, i mosaici di Penrose, Salvator Dalì, Le Modulor di Le Corbusier, porta fino ai più recenti frattali di Mandelbrot ed alla molecola del fullurene. Osservando la natura, una pianta, un fiore, un corpo umano, un cristallo, un paesaggio, un quadro, un edificio, ascoltando una musica avvertiamo a volte un maggiore senso di piacere, di gradimento per la vista, o di pieno appagamento del nostro animo. Sorge allora spontanea la domanda se esista un elemento unificatore capace di riassumere questo senso di bellezza, di armonia, di proporzione nelle forme, che fa convergere i sensi verso tale appagamento. Poiché in queste osservazioni sono coinvolte le dimensioni degli oggetti nella loro distribuzione spaziale e temporale, la domanda si spinge più in profondità: “C’è una occulta legge matematica, od anche come diceva Dante c’è un’orma ed una toccata norma, cui obbediscono nella crescita, formazione e sviluppo esseri o elementi naturali, animati ed inanimati? E l’uomo, quando crea, fino a che punto avverte di essere implicitamente guidato da una filosofia estetica o da specifici canoni geometrici appressi chissà in quale lontana e remota scuola, frequentata forse solo nei sogni? C’è in tutto ciò una finalità oppure possiamo affermare che tutto nasce e si evolve secondo una pura casualità? Che cosa hanno in comune fenomeni naturali così diversi come la disposizione dei semi di girasole, l’elegante spirale di certi molluschi, la corretta proporzione tra alcune parti del corpo umano? Quale modello geometrico di insuperabile armonia si cela dietro le opere dei grandi artisti o architetti come, per citarne solo alcuni, Vitruvio, Piero della Francesca, Leonardo, Salvator Dalì, Le Corbusier?

GIOVEDÌ

15

DICEMBRE

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio

La risposta a tali interrogativi è un semplice numero, noto fin dalla antichità e nascosto anche dietro ad uno dei recenti premi Nobel per la chimica; un numero dall’apparenza insignificante, ma che ricorre continuamente in ogni tipo di manifestazione naturale, decisamente protagonista in opere di eccelso valore artistico da meritare gli appellativi altisonanti di “numero aureo”, “divina proporzione” o “sezione aurea”. Il numero, anche se inserito inconsapevolmente nelle geometrie della piramide di Cheope, nel 300 a.C. compare per la prima volta negli Elementi di Euclide: il libro definito il best seller della storia; dopo la Bibbia infatti è il libro che ha avuto più edizioni e tradotto in più lingue. In esso viene data la sua definizione, la sua natura, il suo valore e la sua costruzione geometrica. In tempi recenti è stato denominato con la lettera greca phi (Φ) in onore dell’iniziale del nome dell’architetto classico per antonomasia, il leggendario Fidia che, pur non conoscendolo esattamente, ne ha impregnato le sue opere. Un numero che rivela connessioni insospettate fra natura e creazioni dell’uomo, che gioca un ruolo notevole nella morfologia di animali e piante, che ha l’inesauribile capacità di generare figura di grande bellezza, ma anche di sconcertanti proprietà, che ha l’accortezza di nascondersi in mosaici di assoluta semplicità, ma anche in figure geometriche di maggiore complessità come le strutture frattali lungo le quali si muove anche la natura. Un numero antico e venerabile che si è intrecciato con più di venti secoli di storia della matematica e che va a congiungersi anche con i settori matematici ed in generale scientifici più all’avanguardia. Un numero che non è un pezzo da museo o una qualsiasi anticaglia da chiudere in un baule, ma che va sempre più a permeare le architetture delle nostre città e la cui essenza compare in modo sempre nuovo ed imprevedibile.

“IL PROGETTO PER L’EDIFICAZIONE DI UN TEATRO A CIVITA CASTELLANA A METÀ DEL XIX SECOLO.” Conferenza a cura del Prof. Quirino Galli Punti dell’esposizione: volontà dei civitonici, visto l’interesse della comunità per lo spettacolo, esprimente il desiderio di edificare un teatro nella città e valutazione delle caratteristiche architettoniche dell’edificio rispetto alle tendenze del tempo in materia. Ferma avversione del vescovo a tale progetto; ragioni culturali della millenaria ostilità delle gerarchie ecclesiastiche allo spettacolo teatrale. Palese contrasto di una tale avversione con l’uso del teatro nel magistero della Fede da parte di alcuni Ordini religiosi.


STAGIONE DI CULTURA CIVITONICA 2016

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ALDO MORO: CRONACHE DI UN DELITTO” DI GIOVANNI ANTONIO FOIS EMIA ED.

VENERDÌ

02

Intervista a cura di Italo Arcuri

DICEMBRE

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio Dove i risultati di una commissione di inchiesta e di indagine non potranno mai giungere, per ragioni tecniche ed anche politiche, possono ivece arrivare l’analisi storiografica e la riflessione intellettuale, quabto più possibile distaccate dai risvolti ideologici dei fatti. Attraverso i commenti e le dichiarazioni della politica, della magistratura e della stampa, Giovanni Antonio Fois fa rivivere le concitate settimane del sequestro e del delitto Moro, nel tentativo di rispondere diversi interrogativi: chi era veramente quest’uomo? Perchè venne scelto proprio lui dalle Brigate Rosse come “prigioniero del popolo”? Come é stata possibile un’azione terroristica di quella portata in Italia, alla fine dei febbrili anni di piombo? Il libro va alla ricerca, documentata e suffrgata da materiale di studio certo e sicuro, del quanto, del come e del perchè del delitto che ha segnato uno spartiacque della storia politica del nostro Paese e ripropone ambienti e atmosfere che, a distanza di anni, è utile rileggere per capire il nostro presente.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO A FUMETTI “SOTTO IL VELO” DI TAKOUA BEN MOHAMED ED. BECCO GIALLO

DOMENICA

04

DICEMBRE

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio AVVISO IMPORTANTE! La fumettista Takoua Ben Mohamed non potrà purtroppo essere presente questa domenica alla presentazione del suo libro a causa di problemi di salute. È confermata la proiezione del film PERSEPOLIS alle ore 17.00, presso la Biblioteca di Civita Castellana. Ci scusiamo per il disagio!

“Sotto il velo” è una striscia a fumetti creata dalla giovanissima artista Italo-tunisina Takoua Ben Mohamed, che racconta con ironia la sua quotidianità di ragazza che ha liberamente scelto di portare il velo in italia. A seguire: proiezione del film Persepolis a cura di Circolo Fuorifuoco di Cassino.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA STRADA DEL RITORNO È SEMPRE PIÙ CORTA” DI VALENTINA FARINACCIO ED. MONDADORI

VENERDÌ

09

Ancora una volta sentii quanto è avvolgente e straordinaria la facilità. Che nessuno ci si incaponisce mai, sulla facilità. Pure se è la sola cosa che nella vita sempre ci manca; la sola parola che se leggi di fretta finisce che ti sbagli e che la scambi per felicità.

DICEMBRE

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio

Valentina Farinaccio, trentaseienne di Campobasso adottata da Roma, è giornalista e critico musicale. Lavora per Auditorium TV, la web tv dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, e collabora con “Il Venerdì di Repubblica”. È autrice del libro-intervista La sindrome di Bollani (2009), e di Yesterday. Storia di una canzone (2015). Della pizza mangia prima la crosta, beve troppo caffè ed è del segno dei Pesci. Questo è il suo primo romanzo.

Accompagnamento musicale della cantante Erica Mou


PAGINA 3

VENERDÌ

02

“RITRATTI DEL GENERE UMANO” CON ANDREA BALDOFFEI E LEONARDO BIANCHI

DICEMBRE

21.00

Presso il teatro della chiesa di San Luigi Gonzaga - loc. Sassacci

Lo spettacolo che si propone, nato con l’evento di teatro itinerante “TEATRO. Dove il teatro non c’è”, intitolato “Ritratti del genere umano” è un mix di scene teatrali, dai testi classici a quelli contemporanei, che toccano le principali sfaccettature dall’animo umano. Una variazione non solo di tematiche, ma anche di stili: dalla classicità di Shakespeare e Goldoni, all’avanspettacolo delle imitazioni e varietà. Ad allietare la serata, due attori, diplomati presso l’accademia d’arte drammatica “Cassiopea” di Roma, Andrea Baldoffei e Leonardo Bianchi.

DOMENICA

11

“STASERA SI RECITA A SOGGETTI”

DICEMBRE

21.00

Presso il teatro della chiesa di San Luigi Gonzaga - loc. Sassacci

Curato da Dario Guidi Spunti, momenti, colori, contesti, situazioni... E’ difficile dare una definizione univoca a “Stasera di recita a soggetti. L’idea nasce da un gruppo di attori, non provenienti dalla medesima compagnia e desiderosi di fare uno spettacolo insieme. Nelle spettacolo l’identità e la provenienza artistica degli attori è ben marcata ed ognuno di loro rimane, per l’appunto, un soggetto distinto e, allo stesso tempo, perfettamente inserito all’interno del variopinto decoupage di questo spettacolo. Monologhi, d’autore e non, dialoghi, scenette si susseguono per regalare agli spettatori un’ora magica all’insegna del teatro amatoriale.

Compagnia Teatrale di Fabrica di Roma.


STAGIONE DI CULTURA CIVITONICA 2016

“MAMMA CHE MERENDA:

SABATO

03

UNA MATTINATA ALL’INSEGNA DELLA SANA ALIMENTAZIONE DEI PIÙ PICCOLI” Conferenza a cura della dott.ssa Elisa Russo e della dott.ssa Vera Pasciuta

DICEMBRE

11.30

Presso i locali delle ex carcerette in via Vinciolino 7 Nei bambini e ragazzi in età scolare abitudini alimentari scorrette portano inevitabilmente ad un aumento della frequenza di sovrappeso e obesità dovuti sia a scelte alimentari sbagliate sia ad una eccessiva sedentarietà. Tali condizioni sono associate a malattie cardiovascolari e metaboliche che potrebbero (in relazione anche alla componente genetica e altri fattori concomitanti) manifestarsi in età adulta. Va da sé, quindi, che il segreto del benessere dei nostri “piccoli adulti” sta in un’alimentazione variata ed equilibrata unita alla giusta quantità di attività fisica. È proprio da questi presupposti che nasce “Mamma…che merenda!”, un incontro con la Dott.ssa Elisa Russo, Biologa Nutrizionista, che guiderà le famiglie a conoscere i rischi che si celano dietro le scorrette abitudini alimentari dei propri bambini e fornirà consigli utili per adottarne di nuove e sane. Contestualmente all’incontro è previsto un laboratorio didattico per i bambini curato dalla Dott.ssa Vera Pasciuta. Vi aspettiamo perciò numerosi il 3 DICEMBRE 2016 ALLE ORE 11.30 alle Ex Carcerette a Civita Castellana!!Per partecipare all’incontro è necessario dare la propria adesione al numero: 333/50.32.963 (Dott.ssa Russo) oppure inviando una mail a: dottoressaelisarusso@gmail.com. Si precisa inoltre che l’accesso al laboratorio di cucina per bambini è subordinato alla presenza delle mamme (e delle famiglie in generale) all’incontro con la Biologa Nutrizionista.

SABATO

03

“WILD EUROPE”

VERNISSAGE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DI SUSY TOMA

DICEMBRE

17.30

Presso la sala Pablo Neruda via Buozzi Susy Toma è una fotoreporter professionista collaboratrice di riviste nazionali ed europee, unica donna Oasis Photographer in Italia, specializzata nella fotografia di natura e di paesaggio, realizza reportage di viaggio e servizi fotografici in Italia e in Europa. Di formazione tecnica e scientifica, laureata in ingegneria energetica, promuove attività volte alla sensibilizzazione e alla salvaguardia ambientale nelle aree protette dell’Italia centrale, con passione ed interesse documenta i progetti volti alla conservazione della natura, alla tutela degli ecosistemi e al ripopolamento della fauna nei Parchi e nelle Riserve naturali. Fotografa lo stato di conservazione di alcune specie della fauna europea minacciate secondo la classificazione IUCN, come il bisonte europeo (Bison Bonasus), il lupo appenninico (Canis Lupus Italicus), il pellicano dalmatico (Pelecanus Crispus) o prossime alla minaccia come il nibbio reale (Milvus Milvus). Realizza campagne pubblicitarie nazionali e nel Regno Unito per grandi aziende del settore media. Le sue immagini di natura sono state pubblicate su riviste, libri, siti web e riviste on line del settore. Conduce corsi di fotografia strutturati per differenti livelli di difficoltà nei Parchi nazionali e regionali e nelle Riserve naturali italiane con AITF- FotoTrek, Associazione Italiana Trekking Fotografico, in cui gli allievi fotografi seguono sia la didattica fotografica che lezioni di cultura ambientale, partecipando ad approfondimenti direttamente sul campo. La mostra “Wild Europe” L’esposizione vuole presentare istanti di vita di alcune delle specie animali che vivono nel continente europeo e che sono maggiormente minacciate dalla perdita degli habitat naturali in seguito all’antropizzazione. Realizzate in contesti naturali di grande bellezza, dall’Italia alla Grecia, dalla Repubblica Ceca alla Francia, le immagini mostrano il delicato equilibrio di ecosistemi fragili che ospitano mammiferi, uccelli e insetti il cui stato di conservazione è attualmente a rischio, in una continua lotta quotidiana per il mantenimento del proprio spazio vitale in una Natura sempre più costretta e danneggiata dalle attività umane. www.susytoma.it; www.fototrek.it

SABATO

17

VERNISSAGE DELLA MOSTRA DEL GIOVANE ARTISTA MASSIMILIANO BRACONI

DICEMBRE

18.00

“EGO”

presso la show-room della ceramica Artceram

Un’altra personale d’arte? Certo! I colori, le forme, le proposte, le innovazioni del linguaggio pittorico, figurativo o meno, fanno parte integrante della civiltà dell’immagine, travalicano la parola e creano un’ immediata sintonia, trasmettono col messaggio visivo un magma di sentimenti e di sensazioni, che si percepisce senza diaframmi. Ebbene il 17 dicembre alle ore 18.00 presso la show-room della ceramica Artceram il giovane artista, grafico e designer, Massimiliano Braconi presenterà una sintesi di suoi lavori, i percorsi della sua ricerca formale e del suo inesauribile sperimentalismo, dal figurativo fino all’arte applicata, al riciclo dei vecchi materiali da scarto, fantasticamente reinventati e rivitalizzati, cui l’artista dà nuova pregnanza o che connota di significati multipli. E l’essenza del segno, che si libera dal groviglio di superflue incrostazioni per riproporsi nella sua luminosa linearità e nella sua purezza originale.


PAGINA 5

MERCOLEDÌ

14

DICEMBRE

“TELEFONAMI TRA VENT’ANNI”

18.00

Presso la sala Cicuti via Ferretti

Così l’italia sta dicendo sì all’amore gay. convegno sui temi dei diritti civili a cura del giornalista

FABIO BRINCHI GIUSTI. intervengono:

la senatrice MONICA CIRINNÀ il professore di diritto pubblico comparato a La Sapienza ANGELO SCHILLACI lo scrittore ALESSANDRO GOLINELLI L’11 maggio 2016 il Parlamento italiano approvava –dopo un iter lungo e tormentato– definitivamente la legge Cirinnà, istituendo così le unioni civili. Per la prima volta, dopo anni di tentativi falliti e sentenze mai rispettate, lo Stato italiano riconosceva la dignità dell’esistenza giuridica alle coppie omosessuali. Una legge che parte da lontano, dalle battaglie dei primi omosessuali che ebbero il coraggio di uscire allo scoperto. Una lotta che non è stata solo politica ma prima di tutto sociale. È nella società che si combatte il vero scontro, è nella vita di tutti i giorni che si cerca la piena accettazione. La legge Cirinnà, come ammettono pacificamente i suoi stessi promotori, è una tappa importante ma intermedia di questo cammino perché la piena uguaglianza è ancora lontana, perché nella politica e nella società italiana sono ancora molti gli ostacoli, le reticenze, l’omofobia diretta o indiretta, le umiliazioni, i pregiudizi. Una conquista di civiltà è come una pianticella che è appena spuntata dal terreno: sta crescendo, ogni giorno accumula energie

e forza ma basta ancora un niente per essere estirpata via. Da qui la scelta di citare una delle più belle canzoni di Lucio Dalla, “Telefonami tra vent’anni”, perché fra vent’anni, solo nel futuro vedremo se la piantina sarà diventata un albero forte e rigoglioso o se saremo, tragicamente, tornati al punto di partenza. A raccontarci questo percorso, le vittorie e le sconfitte, saranno tre ospiti speciali: Monica Cirinnà, la parlamentare che ha legato il suo nome al testo delle unioni civili ci parlerà della legge e del faticoso iter per renderla reale; Angelo Schillaci, giovane giurista dell’Università “La Sapienza”, racconterà come gradualmente il tema si sia imposto all’attenzione delle istituzioni e delle tante proposte di legge presentate nel corso degli ultimi vent’anni e infine Alessandro Golinelli, scrittore (autore di Basta che paghino e Le rondini di Tunisi) e giornalista (ha diretto Pride e ha fondato Gay-tv) narrerà questo percorso e le sue prospettive passate e future dal punto di vista sociale e artistico. Fabio Brinchi Giusti


STAGIONE DI CULTURA CIVITONICA 2016

SABATO

10

DICEMBRE

“NATURA IDEALIZZATA” DELL’ ARTISTA ARTIGIANO MARCO SCARICI

16.00

Presso Museo della Ceramica Casimiro Marcantoni

INAUGURAZIONE DELLA NUOVA GESTIONE DEL MUSEO DELLA CERAMICA CASIMIRO MARCANTONI E DELLA MOSTRA TEMPORANEA Sabato 10 dicembre 2016 la Società Cooperativa Girolamo Fabrizio inaugura la nuova gestione del Museo della Ceramica “Casimiro Marcantoni” e dell’Ufficio Turistico Comunale. Verranno presentati al pubblico il nuovo allestimento del Museo e la mostra temporanea “Natura Idealizzata” dell’artista-artigiano Marco Scarici, che presenta una raccolta di imponenti trompe l’oeil con i quali esprime la bellezza e la quiete profonda di una Natura integra, esaltata attraverso una combinazione armoniosa di forme e colori. L’interno del Museo è ripensato per ottimizzare

lo spazio e valorizzare la collezione di ceramiche in esposizione, quale identità d’eccellenza del territorio falisco. L’ambiente espositivo è reso funzionale all’accoglienza degli utenti dell’Ufficio Turistico annesso al Museo oltre che all’organizzazione di mostre temporanee, conferenze, concerti, attività didattiche ed eventi culturali. Cristina Bugiotti Silvia Valentini Soc. Coop. Girolamo Fabrizio

“Natura Idealizzata” di Marco Scarici Nato in Terra di Tuscia nel 1969. Dopo gli studi artistici frequenta l’atelier dello scultore Loreto Paradisi. In qualità di socio fondatore, e successivamente Presidente, dell’Associazione Culturale “Il Chiaroscuro” ha promosso Cultura artistica per circa un decennio. Il 1996 è l’anno di una nuova avventura: l’inaugurazione di un laboratorio artistico-artigianale, “La Bottega delle Idee”. Attività attraverso la quale ha avviato la realizzazione di opere spesso in bilico tra arte e artigianato, presenti in collezioni sia in Italia che all’estero. Profondo sostenitore del ruolo di artigiano ancor prima di quello di artista, Marco Scarici ha partecipato a varie rassegne espositive come quelle promosse dalla CNA di Viterbo “Forme e Colori della Terra di Tuscia”. La sua attività di decoratore gli ha consentito di specializzarsi in varie tecniche artistiche, mentre quella di disegnatore di progettare oggetti e complementi d’arredo unici. Nelle opere proposte in “Natura Idealizzata”, l’artista esprime la bellezza e la quiete profonda di una Natura integra, esaltandola attraverso una combinazione armoniosa di forme e colori. È questa l’occasione anche per festeggiare venti anni di attività e progettare una nuova avventura.


PAGINA 7

DOMENICA

11

DICEMBRE

GENNAIO FEBBRAIO

16.30

18.00

CHE COS’È UNA DONNA: CICLO DI MONOGRAFIE DEDICATE A DONNE PROTAGONISTE NELLA STORIA.

VENERDÌ 13 GENNAIO 2017 Prof. Luciano Osbat Università della Tuscia: Tra “Spirituali” ed “Eretici”: Scipione Bongallo, vescovo di Orte e Civitacastellana, testimone ed accusatore della “Ecclesia viterbiensis”.

Presso Biblioteca comunale E. Minio

Proiezione del film ”Isadora” un film del 1968 diretto da Karel Reisz, sulla vita della ballerina Isadora Duncan. È stato presentato in concorso al 22º Festival di Cannes, dove Vanessa Redgrave ha vinto il premio per la migliore interpretazione femminile.

Presso Biblioteca comunale E. Minio

VENERDÌ 20 GENNAIO 2017 Prof. Vincenzo Fiocchi Nicolai Università di Roma “Tor Vergata”: La catacomba dei SS. Gratiliano e Felicissima a Falerii Novi

TRACCE DI UNA STORIA TRIMILLENARIA VENERDÌ 27 GENNAIO 2017 Prof. Carlo Tedeschi Università di Chieti-Pescara: Epigrafi altomedievali a Civita Castellana. VENERDÌ 3 FEBBRAIO 2017 Prof. Luca Creti Università degli Studi di Roma “La Sapienza”: L’architettura religiosa a Civita Castellana nei secoli XII-XIII: influssi, innesti, contaminazioni, scambi di esperienze. VENERDÌ 10 FEBBRAIO 2017 Dott.ssa Maria Anna De Lucia Brolli Etruscologa ex Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e di Villa Pomiatowski “L’Acqua degli Dei”

L’attività di divulgazione culturale riprenderà, dopo la pausa delle feste natalizie, con una interessante serie di conferenze di argomento storico-archeologico. L’iniziativa intende approfondire alcuni momenti e fatti della millenaria storia della nostra cittadina e del territorio circostante e risponde all’esigenza di sensibilizzare i cittadini alla conservazione e tutela del patrimonio, che abbiamo ereditato dalla generazioni passate. Si tratta di un notevole impegno scientifico, perché a relazionare sui singoli temi saranno chiamati di volta in volta professori universitari, esperti di varie discipline, il cui contributo servirà ad illustrare tematiche in parte sconosciute al grande pubblico. Un attento esame dei dati archivistici consentirà di fare luce sul periodo della controriforma, sul delicato e complesso sforzo di riorganizzazione da parte della Chiesa per fronteggiare l’espansione del movimento protestante e combattere la diffusione delle sue dottrine. A seguire i rendiconti degli scavi e delle indagini archeologiche permetteranno di conoscere meglio i culti e i riti religiosi che furono propri del popolo falisco oppure la diffusione del Cristianesimo a Falerii Novi, la passio dei martiri faleritani, le catacomba dei santi Gratiliano e Felicissima alla luce di nuove acquisizioni. Non meno importante sarà il l’apporto dell’epigrafia altomedievale per ricostruire lo sviluppo dell’insediamento medievale di Civita Castellana sul sito che fu di Falerii Veteres, la sua organizzazione politica e la sua economia. E non mancherà il riferimento al monumento più prestigioso dell’architettura religiosa della nostra cittadina, vale a dire la cattedrale cosmatesca. Dopo il convegno internazionale di qualche anno fa, i cui atti sono stati pubblicati in un pregevole volume edito dalla casa editrice “L’Herma” di Bretschneider, l’attenzione verrà focalizzata sugli apporti, gli innesti, le contaminazioni e gli scambi di esperienze artistiche, che vi si potranno riconoscere e che fanno della cattedrale uno dei gioielli dell’arte romanica nella Tuscia.


Presso Biblioteca comunale E. Minio

STAGIONE DI CULTURA CIVITONICA 2016

PROGETTO DIALOGOI: ECHI DEL PRESENTE

Il progetto, parte integrante della partecipazione degli studenti alle Olimpiadi della filosofia, consiste in una seri di interventi di approfondimento su temi della filosofia contemporanea, in relazione a problemi di attualità, curati da docenti dell’IIS “G. Colasanti”. Il percorso si articola in otto incontri secondo la seguente calendarizzazione:

LUNEDÌ

12

DICEMBRE 16.00 MARIA GRAZIA DI MARCO Agnes Heller: I miei occhi hanno visto. Immagini del ‘900 al femminile

12 GENNAIO 2017 | H. 16.00 CHIARA PASQUINI

9 FEBBRAIO 2017 | H. 16.00 MICHELE VITTORI

Soggetti che desiderano: l’antropologia di Judith Butler

Il liquefarsi della modernità. Lyotrd, Bauman e il dibattito sul postmoderno

19 GENNAIO 2017 | H. 16.00 MICHELE VITTORI L’eccezione e la norma, ovvero l’impossibile dialogo tra Schmitt e Kelsen

26 GENNAIO 2017 | H. 16.00 FRANCESCO PONE Logica ed etica del discorso politico: da Habermas a Trump, il consenso irrazionalmente fondato

16 FEBBRAIO 2017 | H. 16.00 MARIA GRAZIA DI MARCO Politica e vita activa nel pensiero di Anna Arendt

21 FEBBRAIO 2017 | H. 16.00 CHIARA PASQUINI L’alterità inammissibile: Zambrano, Irigaray e Cavarero leggono L’Antigone


PAGINA 9

MERCOLEDÌ

14

DICEMBRE

L’URBANISME EST UNE CLEF L’Urbanistica a Civita Castellana dal secondo dopoguerra ad oggi.

11.00

Presso Aula Magna, via Petrarca

L’Assessore all’urbanistica Giancarlo Contessa spiegherà agli intervenuti lo sviluppo urbanistico della città e del territorio dal dopoguerra ai giorni nostri e le proiezioni per i prossimi anni nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro ideato dal I.I.S. Colasanti e per la fattispecie curato dalla prof.ssa Gianna Cingolani.

ANTONIO MANZINI PER IL CICLO INCONTRI D’AUTORE Autore dei libri della serie tv “Rocco Schiavone”

Presentazione del libro “Orfani bianchi” ed. Chiarelettere. Intervista a cura di Giancarlo Contessa

VENERDÌ

16

DICEMBRE

18.00

Presso Curia Vescovile Mirta è una giovane donna moldava trapiantata a Roma in cerca di lavoro. Alle spalle si è lasciata un mondo di miseria e sofferenza, e soprattutto Ilie, il suo bambino, tutto quello che ha di bello e le dà sostegno in questa vita di nuovi sacrifici e umiliazioni. Per primo Nunzio poi la signora Mazzanti, “che si era spenta una notte di dicembre, sotto Natale, ma la famiglia non aveva rinunciato all’albero ai regali e al panettone”, poi Olivia e adesso Eleonora. Tutte persone vinte dall’esistenza e dagli anni, spesso abbandonate dai loro stessi familiari. Ad accudirle c’è lei, Mirta, che non le conosce ma le accompagna alla morte condividendo con loro un’intimità fatta di cure e piccole attenzioni quotidiane. Ecco quello che siamo, sembra dirci Manzini in questo romanzo sorprendente e rivelatore con al centro un personaggio femminile di grande forza e bellezza, in lotta contro un destino spietato: il suo, che non le dà tregua, e quello delle persone che deve accudire, sole e votate alla fine. “Nella disperazione siamo uguali” dice Eleonora, ricca e con alle spalle una vita di bellezza, a Mirta, protesa con tutte le energie di cui dispone a costruirsi un futuro di serenità per sé e per il figlio, nell’ultimo, intenso e contraddittorio rapporto fra due donne che, sole e in fondo al barile, finiscono per somigliarsi. Dagli occhi e dalle parole di Mirta il ritratto di una società che sembra non conoscere più la tenerezza.


STAGIONE DI CULTURA CIVITONICA 2016

CAFFÈ

DOMENICA

18 ROMA

DICEMBRE

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio La mostra, “ Caffè Roma: arte, musica e …altro”, aperta al pubblico dal 18 al 30 dicembre, espone opere di artisti diversi Emiliano Terenzi, Emanuele e Maria Pia Rossini, Franco Giorgi, Chiara Valeri e Ellen Rossi Stuart, tutti autoctoni , eccetto Ellen, accomunati dal desiderio e dalla volontà di trasmettere e divulgare il potente e suggestivo linguaggio dell’Arte e sensibilizzare il territorio ad espressioni artistiche che, vista la loro universalità , non hanno bisogno di traduzioni! La scelta del titolo della mostra non è casuale: vuole rendere omaggio alla riapertura del Bar Roma, in Piazza Matteotti di Civita Castellana, che ci auguriamo possa tornare ad essere il luogo vivo di aggregazione sociale e di memoria storica locale. Esso, inoltre, allude anche ad un’altra finalità dell’iter artistico, cioè stabilire un connubio di arte e letteratura: come l’opera d’arte anche il libro ha una sua essenza, un’individualità ed una specifica personalità. L’intento della mostra è, quindi, recuperare in chiave contemporanea la tradizione e il valore dell’opera artistica e letteraria. Ogni lavoro esposto sembra vivere in una libertà creativa, è espressione di eventi intimi e interiori fatti di luce, spazio, forma e colore. Le opere, pur nella varietà degli stili, mostrano la capacità di cogliere il mistero della natura, della vita e dell’uomo, nella ricchezza ed originalità di dettagli. Ci inducono a riflettere sul mondo sia se brulichi di eroi, sia che viva di gente co-

mune, sia che gridi o esulti, che canti vittoria o denunci sconfitte. Come ha affermato l’autore svedese Goran Tunstrom” L’arte non deve essere una conferma, ma una porta verso un mondo nuovo”. E è ciò che questo percorso artistico si è prefisso: trarre spunto dalla realtà , senza però imitarla. Anzi, la mostra ci permette di entrare in punta di piedi in un universo fluttuante di forme e di esplorare le infinite possibilità della linea, del colore e del movimento. Descrive la realtà in continua mutazione, un tempo che si rincorre e non è mai uguale a se stesso, emozioni che nascono e muoiono da un’alba al tramonto , in una natura animata da voci e respiri in un accordo armonioso con tutto ciò che esiste. La mostra è, quindi, un viaggio nella storia personale e collettiva che trascina l’osservatore in una spirale di spazi, relazioni, soggetti, in paesaggi pieni di colore, visioni umane in una geometricità di linee, architetture urbane squillanti di illuminazioni, di contrasti e di tagli nelle visioni di prospettive elevata e inconsuete. Una poderosa impalcatura coloristica che, ci auguriamo, possa emozionare e prenderci per mano, accompagnandoci in un mondo reale, attraverso opere, lì, falsamente immobili! Tiziana Cremonini riapre il salotto culturale al centro di piazza Matteotti espongono: Maria Pia Rossini, Franco Giorgi, Ellen Rossi Stuart, Chiara Valeri, Emanuele Rossini, Emiliano Terenzi

22 DICEMBRE ORE 17.30

MARTEDÌ 22 ALLE 21.30

Presentazione del libro di Paola Argentino “UNA STRADA DI STELLE” illustrato da Emanuele Rossini

L’associazione culturale Active Media parteciperà all’evento portando all’interno della mostra alcune delle sue attività. Active Web Radio trasmetterà in diretta da una sala speaker allestita all’interno del locale. Per l’occasione, oltre al normale palinsesto, tanta musica, puntate speciali e interviste.

il circolo letterario “Volta la carta” si terrà nei locali della mostra: parleremo di libri, autori e faremo letture, con lo scopo di aprire un dibattito tra i partecipanti. L. STREET - ESPRESSIONIZZAZIONI “Espressionizzazioni” è una performance musicale che verte sull’improvvisazione e sulla costruzione di momenti sonori da parte di Marzio Pulcini, accompagnato da Alessandro Giannone, ispirati dal contesto e dal momento dell’esecuzione. Ciò che si andrà ad ascoltare sarà una composizione momentanea, frutto dell’interazione tra i due musicisti.

CALENDARIO DICEMBRE 2016 IL NUMERO AUREO: IL MISTERO DI UN NUMERO CHE DURA DA OLTRE TREMILA ANNI E CHE È ALL’ORIGINE DELLA BELLEZZA. DELL’ARTE E DELL’ARMONIA DELL’UNIVERSO

18.00

“MAMMA CHE MERENDA: UNA MATTINATA ALL’INSEGNA DELLA SANA ALIMENTAZIONE DEI PIÙ PICCOLI”

11.30

“TELEFONAMI TRA VENT’ANNI”

18.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio

Presso i locali delle ex carcerette in via Vinciolino 7

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ALDO MORO: CRONACHE DI UN DELITTO” DI GIOVANNI ANTONIO FOIS EMI ED.

“WILD EUROPE” VERNISSAGE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DI SUSY TOMA

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA STRADA DEL RITORNO È SEMPRE PIÙ CORTA” DI VALENTINA FARINACCIO ED. MONDADORI

18.00

17.30

18.00

Presso la sala Pablo Neruda via Buozzi

Presso Biblioteca comunale E. Minio

PRESENTAZIONE DEL LIBRO A FUMETTI “SOTTO IL VELO” DI TAKOUA BEN MOHAMED ED. BECCO GIALLO

“NATURA IDEALIZZATA” DELL’ ARTISTA ARTIGIANO MARCO SCARICI INAUGURAZIONE DELLA NUOVA GESTIONE DEL MUSEO DELLA CERAMICA CASIMIRO MARCANTONI E DELLA MOSTRA TEMPORANEA

Presso Biblioteca comunale E. Minio “RITRATTI DEL GENERE UMANO” CON ANDREA BALDOFFEI E LEONARDO BIANCHI

21.00

Presso il teatro della chiesa di San Luigi Gonzaga - loc. Sassacci

18.00 Presso Biblioteca comunale E. Minio

Presso la sala Pablo Neruda via Buozzi

16.00

Presso Museo della Ceramica C. Marcantoni


gli eventi (senza diversa indicazione) sono aperti al pubblico a titolo gratuito fino ad esaurimento dei posti

Comune di Civita Castellana Assessorato alla Cultura in collaborazione con Assessorato alla Pubblica Istruzione

civitonica@gmail.com www.civitonica.com

A CURA DI: Assessore alla cultura: Vanessa Losurdo Team organizzativo: Michela Fortuna Alessandra Contessa Leonardo Presciutti Mattia Catalani Paolo Frausilli Andrea Marchegiani Irene Conti

LUCERI DESIGN SYSTEM | DESIGN | GRAFICA | COMUNICAZIONE

ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA: Anika Elisabetta Luceri www.luceridesignsystem.it

Un caloroso ringraziamento a Don Carlo Crucianelli e alla Curia Vescovile

IMPAGINAZIONE, GRAFICA E FOTO: Luca Cristofanelli www.lucavisual.it Direzione amministrativa: Dott.ssa Giosiana Vetrone Ufficio cultura: Comune di Civita Castellana Dott.ssa Anna Ruberti Tel. +39 0761 59 03 13 Ufficio comunicazioni: Comune di Civita Castellana Dott.ssa Chiara Taizzani

Associazione culturale CONVIVIUM - Laboratorio di Cucina

STAMPA: Info@telligraf.com

CALENDARIO DICEMBRE 2016 “STASERA SI RECITA A SOGGETTI”

L’URBANISME EST UNE CLEF L’URBANISTICA A CIVITA CASTELLANA DAL SECONDO DOPOGUERRA AD OGGI

“EGO” VERNISSAGE DELLA MOSTRA DEL GIOVANE ARTISTA MASSIMILIANO BRACONI

11.00

18.00

FILM “ISADORA DUNCAN” CHE COS’È UNA DONNA: CICLO DI MONOGRAFIE DEDICATE A DONNE PROTAGONISTE NELLA STORIA.

“IL PROGETTO PER L’EDIFICAZIONE DI UN TEATRO A CIVITA CASTELLANA A METÀ DEL XIX SECOLO.”

CAFFÈ ROMA

16.30

18.00

18.00

PROGETTO DIALOGOI: ECHI DEL PRESENTE MARIA GRAZIA DI MARCO AGNES HELLER: I MIEI OCCHI HANNO VISTO. IMMAGINI DEL ‘900 AL FEMMINILE

ANTONIO MANZINI “ORFANI BIANCHI”

PRESENTAZIONE LIBRO “UNA STRADA DI STELLE”

21.00

Presso il teatro della chiesa di San Luigi Gonzaga - loc. Sassacci

Presso Biblioteca comunale E. Minio

16.00

Presso Biblioteca comunale E. Minio

Presso Aula Magna, via Petrarca

Presso Biblioteca comunale E. Minio

18.00

Presso Curia Vescovile

presso la show-room della c. Artceram

Presso Biblioteca comunale E. Minio

17.30 Presso Biblioteca comunale E. Minio CIRCOLO LETTERARIO “VOLTA LA CARTA”

21.30 Presso Biblioteca comunale E. Minio

Civitonica_Magazine_Dicembre-2016  
Advertisement