Issuu on Google+

FEBBRAIO 2009

CIVICA COLOGNESE WWW.CIVICACOLOGNESE.IT

IL FUTURO NELLE MANI DEI CITTADINI La Civica Colognese si sta preparando per le elezioni di primavera. Negli articoli che seguono, oltre ad affrontare alcuni problemi del paese, spieghiamo dettagliatamente il perché la Civica si appresta a presentarsi, presumibilmente, ancora una volta, da sola alle elezioni.

C

onfidiamo che il lavoro svolto anche in questi cinque anni rappresenti la migliore prova della nostra sincerità ed affidabilità. Abbiamo avviato un importante rinnovamento generazionale, iniziato con l'indicazione di un nuovo candidato sindaco. Lo stesso avverrà con la predisposizione della lista elettorale. Il gruppo storico, promotore di questo cambiamento, garantisce il proprio apporto per tutto quanto sarà necessario sia in campagna elettorale che nel lavoro della prossima legislatura, che ci auguriamo avvenga finalmente dai banchi della mag gioranza. Pensiamo di potere affermare con serenità e senza eccessi che un governo della Civica sarebbe ciò di cui Cologne ha bisogno. Crediamo che il nostro passato ne sia la migliore garanzia.

L

a partecipazione ai lavori ed alla lista della Civica è aperta a tutti i cittadini che intendano portare il proprio contributo a Cologne al di fuori di ogni logica di partito e di potere, ma nell'esclusivo interesse della collettività.

CIVICA COLOGNESE

ALL’INTERNO: LA SITUAZIONE POLITICA COLOGNESE ICI: LA VESSAZIONE CONTINUA FURTI E VIGILI I COSTI DEL PALAZZETTO SPRECO DI DENARO PUBBLICO DISCARICA ABUSIVA MONUMENTO DI PIAZZA GARIBALDI INTRECCIO AFFARI POLITICA SCANDALO NEGLI UFFICI COMUNALI


P L’I N CO N TR O

LI CO PU BB

L’I N CO N TR O

FEBBRAIO 2009

LA SITUAZIONE POLITICA COLOGNESE Ringraziamo innanzitutto le tante persone che hanno affollato la sala nell'incontro del 28 novembre scorso, sfidando il maltempo. La massiccia partecipazione rappresenta anche un premio per chi si è impegnato a fondo in questi cinque anni.

C

i auguriamo che l'illustrazione della problematica sia stata sufficientemente chiara. Eravamo riusciti a rispettare i tempi prefissati, concludendo le relazioni per le 22.30, ma l'intervento fiume del vicesindaco ha monopolizzato il tempo a disposizione per il dibattito e per le risposte. Ci affidiamo dunque a questo notiziario informativo per completare il convegno e dare risposte esaurienti, in quanto la discussione ha toccato temi importanti per la collettività.

ALL’INTERNO: L ‘IMPOSSIBILITÀ DELL’ALLEANZA CON ALTRI GRUPPI L'ESEMPIO DEL SEGRETARIO DI FORZA ITALIA AREA EX EDERA: LA VERITÀ

CIVICA COLOGNESE


O TR N CO N L’I

FEBBRAIO 2009

CO LI BB PU

L ‘IMPOSSIBILITÀ DELL’ALLEANZA CON ALTRI GRUPPI

Siccome, negli ultimi mesi, venivamo sollecitati da molti cittadini a concludere accordi con altri gruppi del paese per evitare di arrivare per l'ennesima volta secondi alle prossime elezioni, durante l'incontro abbiamo ritenuto di raccontare dettagliatamente quanto è accaduto, al riguardo, nel corso di questi anni, cioè come e perchè non vi “PER GUARDARE AL FUTURO È NECESSARIO è stata nessuna possibilità di accordo con gli altri gruppi, a INVERTIRE LA LOGICA CHE HA causa dell'indisponibilità degli stessi ad impostare il benché CARATTERIZZATO GLI ULTIMI VENT'ANNI.” minimo confronto.

I P

l fatto è che a Cologne chi fa politica amministrativa non è interessato ad un confronto approfondito sui problemi e sulle necessità del comune, ma guarda solamente alla possibilità di poter riuscire a comandare il paese, ed in posizione predominante rispetto ad eventuali alleati.

er esempio, chiedere alla Civica Colognese che da quindici anni sopporta da sola il peso del lavoro di minoranza e che per ben tre tornate amministrative ha ottenuto il 30% dei voti( 33% nel 2004) di sciogliersi, oppure di entrare come indipendenti nella lista di “ AVEVAMO OFFERTO LA NOSTRA TOTALE un partito, è offensivo nei nostri confronti DISPONIBILITÀ A DISCUTERE DI TUTTO, SINDACO COMPRESO “ e per i cittadini che hanno sostenuto il nostro lavoro. Questa affermazione è dimostrata dal fatto che tutti si fanno vivi solo quando si avvicinano le elezioni, dopo essersi “dimenticati” per cinque anni di adempiere il proprio dovere di minoranza, se non sporadicamente dai banchi del consiglio comunale, organismo peraltro reso quasi inutile dall'atteggiamento di totale chiusura della maggioranza. Nonostante questo, nel corso delle due riunioni tenutesi tra febbraio e giugno dell'anno scorso, con tutti i gruppi di minoranza, da noi indette, avevamo offerto la nostra totale disponibilità a discutere di tutto, sindaco compreso. Tutti i partecipanti al convegno hanno ascoltato l'ennesimo appello al dialogo , ed il rinvio della scelta del candidato sindaco, proprio per lasciare aperta ancora una porta. Ma sono trascorse poi altre settimane e nessuno si è fatto vivo. Perciò abbiamo deciso di procedere con la scelta del candidato sindaco, comunicata ai cittadini prima di Natale.

CIVICA COLOGNESE


LI CO PU BB

L’I N CO N TR O

FEBBRAIO 2009

L'ESEMPIO DEL SEGRETARIO DI FORZA ITALIA

Da ultimo è intervenuto il segretario colognese di Forza Italia, il quale si è espresso a favore dell'attuale amministrazione. Non si tratta della prima volta, perché in occasione della presentazione dell'ultimo Piano Regolatore affermò pubblicamente che si trattava di un buon piano.

S

e queste sono le sue idee, certamente rispettabili, come mai il suo partito non si allea con l'attuale amministrazione anziché promuovere una lista politica di destra con la Lega Nord, partito quest'ultimo peraltro già ampiamente compromesso con la maggioranza? E' un grave errore portare interessi di partito in un comune delle dimensioni di Cologne, il quale ha i suoi specifici problemi che nulla hanno a che fare con le logiche politiche nazionali.

I

n realtà a Cologne sta avvenendo ancora una volta il gioco che consentì all'attuale amministrazione di vincere le ultime elezioni. Allora la maggioranza fece un accordo sottobanco con la Lega Nord. Questa volta, siccome la Civica si presenta ulteriormente rafforzata rispetto al passato, il pericolo è maggiore e si stanno mettendo in campo addirittura due liste di minoranza col solo scopo di non far vincere le elezioni alla Civica. Si dirà: come mai? La risposta è semplice ed è la stessa di quanto scritto al punto precedente. CONTINUA ALLA PAGINA SUCCESSIVA

CIVICA COLOGNESE


D

CO LI BB PU

CONTINUA DALLA PAGINA PRECEDENTE

O TR N CO N L’I

FEBBRAIO 2009

iciamo tutto ciò in modo chiaro perché i cittadini non si lascino ammaliare dalle sirene dell'ultimo momento, perché ancora una volta verrebbe impedita quella decisa svolta senza la quale Cologne sarà condannato per altri anni al pressapochismo, alle clientele, agli interessi privati, causa del pesante ritardo del paese rispetto a molti comuni bresciani, ad esempio il vicino comune di Coccaglio.

P

er questi motivi crediamo di poter affermare con forza e serenità che l'unica vera alternativa all'attuale amministrazione è rappresentata dalla Civica Colognese, per la serietà e l'impegno dimostrato in tanti anni di lavoro.

VICESINDACO Sig. Vicesindaco, Lei ha parlato per ben 25 minuti, senza mai essere interrotto, nell'ambito di un incontro pubblico che la Civica Colognese aveva organizzato per fare il punto dei rapporti tra le minoranze ed illustrare il lavoro svolto negli ultimi cinque anni, e non per un dibattito tra maggioranza e minoranza. Quando siamo stati costretti ad interromperla , perché il suo intervento stava consumando tutto il tempo a disposizione del dibattito, Lei è andato in escandescenze. Riconosca l'atteggiamento democratico tenuto dalla Civica, raro di questi tempi e, siccome è la seconda volta che capita, ne tenga conto per favore nella prossima occasione.

CIVICA COLOGNESE


LI CO PU BB

L’I N CO N TR O

FEBBRAIO 2009

AREA EX EDERA: LA VERITÀ Il vicesindaco ha mostrato un foglio riportante una sentenza che dimostrerebbe l'obbligatorietà del rilascio della licenza per gli edifici non ancora realizzati nell'area. Il fatto è che la sentenza citata dal vicesindaco non riguarda il caso specifico dell'ex Edera. Infatti la situazione è la seguente:

1

Nella sentenza citata, in cui il tribunale ha dato ragione alla ditta, il privato aveva realizzato tutte le opere di urbanizzazione e mancava solo la costruzione dei fabbricati.

2

Le opere di urbanizzazione dell'ex Edera, invece, non sono state completate nei tempi previsti dalla convenzione, come tutti possono vedere, e questo fa la differenza, come da puntuali approfondimenti legali da noi compiuti.

3

Il fatto che l'amministrazione abbia dovuto riapprovare un nuovo Piano di Recupero prova, infatti, che quello vecchio era scaduto e che nessun obbligo vi era dunque da parte dell'amministrazione. Quindi la destinazione dell'area avrebbe potuto tranquillamente essere modificata a verde ed attrezzature pubbliche.

4

Quanto sopra esposto era già stato spiegato in consulta urbanistica dal nostro rappresentante ,quindi perfettamente a conoscenza del vicesindaco, che, in palese malafede, sapeva quindi di sostenere l'insostenibile.

CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

ICI: LA VESSAZIONE CONTINUA

A

bbiamo già segnalato i gravi disagi che la cittadinanza deve subire a causa delle disfunzioni comunali riguardo all'Ici. La situazione, negli ultimi mesi, non è affatto migliorata: attese perfino di ore per accedere all'ufficio preposto per sistemare errori che , in gran parte, non sono addebitabili ai cittadini.

FURTI E VIGILI

N

egli ultimi tempi c'è stata un'impennata dei furti nelle case del nostro comune. I cittadini, oltre che subire un danno economico, si sentono violati. Da due anni stiamo chiedendo alla giunta come mai Cologne sia l'unico comune che non ha aderito al Consorzio Zonale dei Vigili, istituito per l'appunto per un miglior controllo del territorio. Di recente la risposta del sindaco in Consiglio Comunale è stata la seguente: “Cologne non ha aderito perché non ha particolari problemi, in quanto è un'isola felice”.

I COSTI DEL PALAZZETTO

A

nostro giudizio le spese di gestione del Palazzetto dello Sport sono eccessive per un comune delle dimensioni di Cologne. Da anni stiamo chiedendo all'amministrazione il rendiconto dettagliato dei costi di gestione del Palazzetto dello Sport, in modo da potere fare una concreta analisi del problema. Nessuna risposta ci è mai pervenuta.

CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

SPRECO DI DENARO PUBBLICO Di fronte alla grave crisi economica che ci sta investendo è ancora più importante porsi il problema di come si spende il denaro pubblico. Rammentiamo che i colognesi contribuiscono in modo importante alle entrate comunali con il pagamento dell'addizionale Irpef comunale e dell'Ici, quest'ultima pagata ancora per molte abitazioni, oltre che per negozi, capannoni, uffici, etc.

N

el passato abbiamo ripetutamente scritto come il comune di Cologne spendesse i nostri soldi per finanziare interventi in Vietnam o in Sud America, e questo anche di recente. Segnaliamo che in questi dieci anni l'attuale amministrazione ha speso oltre 2.000.000 di euro come contributi alle associazioni, senza alcun riferimento al merito, vista la distribuzione a pioggia del danaro. Il volontariato è una realtà seria ed importante e proprio per questo vanno sostenute e privilegiate quelle associazioni che “ Il volontariato è una realtà svolgono un ruolo importante ed utile per la collettività. seria ed importante e proprio per questo

vanno sostenute e privilegiate quelle associazioni che svolgono un ruolo importante ed utile per la collettività”

CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

DISCARICA ABUSIVA SUL SUOLO COMUNALE

D

a quando è stata aperta la grande rotatoria verso Palazzolo , un pezzo della vecchia strada, rimasta inutilizzata, è divenuta una discarica abusiva. La noncuranza dell'amministrazione ha fatto sì che gli abusivi si facessero via via più audaci fino a culminare nell'abbandono di materiali di dubbia provenienza , probabilmente nocivi. La giunta comunale naturalmente non si è accorta di nulla.

MONUMENTO DI PIAZZA GARIBALDI

C

hiedemmo nel passato al sindaco che fine avessero fatto le quattro bombe che circondavano il monumento di piazza Garibaldi, senza le quali, peraltro, a nostro parere, appare più brutto. Nessuna risposta ci è mai pervenuta. Siccome trattasi di un bene storico le bombe in questione non possono essere alienate. Qualora venisse consentita in via eccezionale l'alienazione, questa deve avvenire, per legge, attraverso una gara pubblica, mai avvenuta per le bombe. Rimaniamo in attesa che il sindaco dia finalmente una risposta.

CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

INTRECCIO AFFARI POLITICA:

GIUDICHINO I CITTADINI La maggioranza che amministra Cologne contesta, naturalmente, le affermazioni della Civica riguardo all'intreccio affari politica. Noi abbiamo il dovere, come amministratori di minoranza, di informare i cittadini su quanto avviene nel nostro comune e di dire la nostra opinione, anche se questa può essere scomoda.

E

lenchiamo di seguito la cronologia di tre problemi rispetto ai quali abbiamo dato il giudizio di intreccio affari-politica ai danni della collettività. Ogni cittadino può giudicare da sé.

1 NUOVO PIANO REGOLATORE

(PGT): INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

S

e i cittadini percorrono la strada vecchia verso Chiari si possono rendere conto di quanta area libera ci sia immediatamente al di sotto della ferrovia, sulla destra. Logica vorrebbe che l'espansione della zona industriale avvenga in questa direzione, a fianco della zona attuale, e non a sud di via Francesca, cioè molto più a sud verso Chiari. La giunta ha invece inserito la nuova area industriale a sud di via Francesca.

L

'area è di proprietà di un imprenditore edile, il quale fu già, cinque anni fa, l'unico beneficiario della costruzione dell'unica grande lottizzazione sorta negli ultimi dieci anni a Cologne, realizzata nelle vicinanze del Palazzetto dello Sport, di cui, tra l'altro, una parte fu sottratta alle cooperative di edilizia popo- AREA LIBERA lare, alle quali invece, di norma, viene destinata.

VIA FR ANCE SCA

L’AREA PRODUTTIVA CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

2 AREA EX EDERA

A

bbiamo ampiamente dimostrato come il comune si sia trovato una inaspettata possibilità di porre rimedio agli errori del passato, causati dalla giunta Chiari- Tamanza, riguardo all'intero comparto Ex Edera, destinando l'area non ancora edificata a verde e parcheggi, importantissimi in questa collocazione centrale di Cologne.

L

a giunta comunale ha invece rinnovato un'autorizzazione non dovuta alla ditta costruttrice senza ricevere, oltretutto, nulla in cambio, rispetto al Piano di Recupero precedente.

LA PROPOSTA DELLA CIVICA

LA LICENZA RILASCIATA DAL COMUNE

CASA DI RIPOSO

110 me tr i

SCUOLA MATERNA

SCUOLA MATERNA

CASA DI RIPOSO

3 PARCHEGGI DI VIA CASTELLO

L

a stessa cosa avvenne quando questa giunta approvò la costruzione di parcheggi privati, non legati a nessuna abitazione, nell'area dell'ex palazzo Gnecchi di via Castello: nessun vantaggio per il comune a fronte di un'autorizzazione non dovuta. Il tecnico che aveva presentato il progetto era ed è un membro dell'attuale maggioranza, consigliere comunale.

CIVICA COLOGNESE


FEBBRAIO 2009

SCANDALO NEGLI UFFICI COMUNALI SOSPESI DUE DIPENDENTI Quando la Civica sosteneva che gli uffici comunali erano abbandonati a se stessi ci veniva risposto che la Civica criticava per il solo gusto di farlo.

O

ra l'amministrazione tenta di nascondere ai cittadini ciò che è avvenuto. Sono stati infatti sospesi dal lavoro, con procedura obbligatoria, due dipendenti comunali per motivi non ancora ufficializzati, ma assai gravi.

C

ome mai, sig. sindaco, si è fatta circolare presso gli uffici comunali la voce che questi due dipendenti fossero in malattia, quando in realtà erano stati sospesi? Cosa si aspetta a rendere noti i motivi della sospensione? Lei ha il dovere della trasparenza nei confronti della cittadinanza! Oppure i dipendenti in questione sono suoi protetti?

N

el passato ed in più occasioni, sollevammo in consiglio comunale il problema della scarsa qualità del servizio di assistenza sociale del nostro comune.

Ora quanto è accaduto rappresenta l'ennesima conferma della correttezza delle affermazioni della Civica. Non critica fine a stessa, dunque, ma adempimento del proprio dovere di amministratori, seppur di minoranza.

I CITTADINI CHE DESIDERANO CONTRIBUIRE ALLA PREDISPOSIZIONE DELLA LISTA E DEL PROGRAMMA ELETTORALE SONO INVITATI PRESSO LA NOSTRA SEDE DI VIA MARTINELLI TUTTI I VENERDI DALLE ORE 21.00 PER MAGGIORI INFORMAZIONI: INFO@CIVICACOLOGNESE.IT WWW.CIVICACOLOGNESE.IT

CIVICA COLOGNESE


2009-01Il futuro nelle mani dei cittadini