Page 1

CIVICA CASTEGNATO www.civicacastegnato.it

Il programma che presentiamo è un programma APERTO agli approfondimenti ed alle proposte che cittadini, gruppi, associazioni, realtà economiche e produttive ci proporranno anche partecipando alle manifestazioni che indiremo nel corso della campagna elettorale. Per noi è la Persona il centro dell’azione politica e con essa la ricerca del bene comune per tutto il paese, per tutti i cittadini, al di là di ogni loro scelta politica o religiosa. Senza eccessiva enfasi, pensiamo che uno degli obiettivi che dobbiamo darci sia quello di contribuire a ridare fiducia alla politica, intesa essenzialmente come servizio e non come tornaconto per interessi individuali o di gruppi. Vogliamo testimoniare un concetto positivo della politica, dell’impegno verso la gente di Castegnato che numerosa continua ad assicurarci consenso e sostegno. Ci proponiamo di valorizzare l’impegno politico come confronto e non come scontro. Riteniamo insostituibile e da rafforzare la funzione dei partiti attraverso i quali si realizza il nostro sistema democratico, ma i partiti non sono tutto. Nel Paese ed anche a Castegnato in particolare ci sono cittadini, gruppi, associazioni che sono trasversali ai partiti e che vanno valorizzati e non strumentalizzati a fini di parte.

Insieme vogliamo rappresentare anche questi, ciò che viene più semplicemente definita “società civile”, per questo abbiamo dato vita ad una lista Civica e nel nostro simbolo non ci sono riferimenti ai partiti: noi ci rivolgiamo a tutti! Vogliamo amministrare educando e progettando un futuro di partecipazione e di libertà, nelle regole della Costituzione nata dalla Resistenza. Proponiamo candidati liberi da condizionamenti ed esempi di correttezza civile, che non hanno interessi personali o professionali che possono contrastare con l’impegno amministrativo. Persone che conoscono il nostro territorio, che sono a contatto con le persone e le famiglie e ne conoscono i bisogni e le aspettative. Persone in grado di continuare nell’ambizioso ed entusiasmante progetto di costruire una comunità di Castegnato che si vuole bene, attenta ai bisogni di tutti ed in particolare dei più deboli e bisognosi, delle nuove povertà. Un grazie anticipato a tutti coloro che con il voto sosterranno il nostro progetto: SOLO INSIEME POSSIAMO COSTRUIRE IL FUTURO DI CASTEGNATO.

PROGRAMMA 2009-2014

Civica Castegnato Partecipazione dei cittadini – i nostri valori La sicurezza Trasparenza dei pubblici Amministratori Biblioteca Comunale Martin Luther King Pace – Diritti umani – Solidarietà - Cooperazione Cultura - Identità - Tradizioni Castegnato, la memoria e il territorio Istruzione e Cultura Ente Regina Margherita Servizi sociali - Sanità

Associazione Pensionati onlus Finanza locale e politica di bilancio Castegnato Servizi Economia e attività produttive Franciacorta in Bianco – Prodotti tipici - Agricoltura La tutela dei consumatori – L’aiuto alle famiglie Uso e gestione del territorio Viabilità e mobilità Ambiente Lavori Pubblici - Urbanistica Sport e tempo libero

Un paese ci vuole. Vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. 1 (Cesare Pavese)

AL COMUNE IL 6/7 GIUGNO 2009

CONFERMIAMO SINDACO

Giuseppe

ORIZIO IL SINDACO DI TUTTI I CASTEGNATESI

Costruiamo insieme il futuro di Castegnato


Giuseppe

ORIZIO IL SINDACO DI TUTTI I CASTEGNATESI GIUSEPPE ORIZIO è nato il 10 marzo 1950, ultimo di sette fratelli. Nel 1973 ha sposato Virginia Quaresmini; dal matrimonio sono nati Anna ed Enrico. E’ nonno di Luca, Marco e Martina, nati da Anna e Raffaele, suo marito. Ha studiato negli Istituti di Don Carlo Gnocchi di Inverigo (Como), Torino e Parma, dove nel 1969 ha conseguito il diploma di Ragioniere. Giornalista pubblicista dal 1981.

Nel 1996 sulla base di una indicazione di Bruno Cominassi, ha dato vita al “Comitato di San Vitale” che da allora, ogni anno, organizza manifestazioni ed iniziative in occasione della Festa del Patrono. ATTIVITÀ Bancario dal 1972 al 2008. Sindacalista dei bancari della Cisl (Fiba), è stato responsabile Cisl prima in Banca San Paolo di Brescia, poi di Brescia e quindi della Regione Lombardia. Esperto in formazione e comunicazione, nel 1999, passato al livello nazionale del sindacato, ha assunto la responsabilità della Formazione e della Comunicazione della Fiba-Cisl. Nel 2001 ha curato il libro “New economy: miti, ideologie, innovazioni” riflessi sul sistema finanziario e sul lavoro.- Edizioni Lavoro. Ha scritto su “Conquiste del Lavoro” il quotidiano della Cisl. Diventato Segretario Nazionale ha seguito tutte le problematiche del mondo del lavoro e dei pensionati. Si è specializzato nelle ristrutturazioni bancarie, ha avuto la responsabilità delle Banche di Credito Cooperativo stipulando i due contratti nazionali (Dirigenti e Quadri/Impiegati). Tra gli altri, ha stipulato gli accordi di fusione e ristrutturazioni del Gruppo Banca Lombarda, Carime, Gruppo Intesa, Banca Antonveneta, Banche Popolari Unite. Dal 2004 è eletto a far parte del Consiglio di Amministrazione del Fondo di Assistenza del Gruppo Banca Lombarda.

IMPEGNO CIVICO Con disponibilità e passione si è sempre messo al servizio di Castegnato, delle sue Associazioni e Gruppi in particolare. Dal 1974 al 2003 ha curato, anno per anno, la raccolta di articoli che riguardano Castegnato (i fascicoli sono disponibili in Biblioteca). Ha curato ed è responsabile del periodico “IL PAESE” dal 1990. Addetto stampa dell’AIDO Provinciale di Brescia, ha collaborato alla rivista “Prevenzione oggi” dell’AIDO Lombardia. Sempre con l’AIDO ha organizzato e gestito il Primo Convegno internazionale sui trapianti di organi che si è tenuto a Brescia nel 1993. Per l’impegno profuso nel valorizzare e diffondere le tematiche della donazione, nel 1994 ha ricevuto il Premio Giornalistico nazionale dedicato a “Beppe Viola”. E’ un attivo donatore di sangue (105 donazioni) ed è stato fino al 2008 componente il direttivo della sezione AVIS. Iscritto al PSI dal 1973 al 1992 è stato il fondatore e il responsabile del Circolo Culturale Salvador Allende; nel 1990 è stato tra i promotori e sostenitori di Alleanza per Castegnato. Presidente della Biblioteca Comunale Martin Luther King dal 1990 al 1999.

Eletto sindaco di Castegnato il 14 giugno del 2004, ha svolto l’impegno a tempo pieno al servizio di tutti i castegnatesi 2


PROGRAMMA ELETTORALE PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI VALORI

Civica Una lista del paese per il paese, che si propone con valori e credibilità a tutti gli elettori di Castegnato, qualsiasi sia il loro voto politico o il partito di appartenenza. Per questa ragione nel nostro simbolo non ci sono riferimenti a partiti.

Castegna t o Perché è una lista della gente di Castegnato, che vuole bene a Castegnato come insieme di persone che non vogliono limitarsi al voto ogni cinque anni, ma avere la possibilità di essere ascoltati e di contribuire tempo per tempo alle decisioni.

L’albero E’ l’albero di castagno che da il nome al nostro paese. 3

Il rispetto delle persone e degli interlocutori, passa innanzitutto dalla disponibilità all’ascolto. E’ sempre di più il Comune che deve andare dal cittadino, entrare nelle case informando, proponendo e facilitando l’accesso ai vari servizi e la sua partecipazione. L’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), svilupperà proposte ed interventi finalizzati a questo scopo. Proseguiremo e miglioreremo la comunicazione con i cittadini attraverso il periodico IL PAESE (come informazione sull’attività amministrativa e come spazio per far conoscere le molteplici attività ed iniziative che gruppi ed associazioni svolgono in paese), comunicazioni specifiche con volantini e manifesti ed anche con messaggi sms personalizzati e l’utilizzo delle news letter. Il sito del Comune sarà costantemente potenziato anche per farne la vetrina e l’occasione di confronto (anche con forum dedicati) su quanto avviene a Castegnato. Il progetto culturale con la Carta della Terra che ci siamo dati unitamente all’istituzione scolastica, basato sui valori portanti che ogni comunità deve continuamente tener presenti ed esaltare: il rispetto della persona con tutte le sue diversità, la solidarietà, il lavoro, i principi etici e morali legati alla nostra tradizione ed alla nostra storia, sarà costantemente verificato e concretizzato mediante iniziative ed eventi. Particolarmente importante è la valorizzazione delle nostre tradizioni. Per sapere dove stiamo andando o dove vogliamo andare dobbiamo


volgere lo sguardo al passato. Oggi, più di anni addietro, il bisogno di identità non riguarda soltanto i castegnatesi di nascita, ma anche i nostri concittadini che qui si sono insediati, provenienti da altri paesi del bresciano e dell’Italia, ma anche da altre parti del mondo, di altre razze e religioni. Verso questi neo-castegnatesi in particolare va sviluppata una rete di iniziative affinchè l’accoglienza e l’integrazione sia l’obiettivo di tutta la comunità, favorito dalla conoscenza della storia, delle tradizioni e delle diverse culture e religioni, con un ruolo specifico della Biblioteca Comunale Martin Luther King. La festa Patronale di San Vitale martire, che è per Castegnato l’unica manifestazione che ha tutte le caratteristiche per essere considerata una vera “tradizione”, è una di quelle occasioni da non perdere per consolidare “l’appartenenza”. Il Comitato per la Festa di San Vitale deve acquisire una sempre maggiore autonomia, pur coordinandosi principalmente con la Parrocchia e l’Amministrazione Comunale. E’ importante confermare il ruolo che ha fino ad ora svolto e che deve continuare a svolgere la Biblioteca Comunale Martin Luther King per raggiungere gli obiettivi di cui sopra, in particolare sul fronte dell’ampio universo giovanile attraverso un rapporto di collaborazione e di confronto che deve essere quotidianamente sviluppato con tutte le realtà associative di Castegnato. Come già avvenuto negli anni passati, l’intervento dell’Ente locale deve essere finalizzato non già al “controllo”, bensì alla valorizzazione delle attività del volontariato e delle associazioni che operano in paese, attraverso

progetti comuni, forme di collaborazione e sostegno. La partecipazione alla vita della nostra comunità è ampiamente sviluppata all’interno delle molte realtà associative e di volontariato. L’Ente Locale, oltre alle previsioni dello Statuto in ordine al coinvolgimento dei singoli cittadini deve secondo noi sviluppare al meglio, come già detto, la partecipazione delle realtà organizzate. Abbiamo voluto e predisposto un regolamento sulle Consulte che è uno strumento adeguato per individuare modalità di partecipazione sia dei cittadini, sia della realtà associativa ed organizzata. Prevediamo inoltre: • Convocazione di Consigli comunali ad hoc per rispondere in contraddittorio diretto ad interpellanze e quesiti presentati da singoli o gruppi di cittadini o associazioni. • Favorire la valorizzazione di tutti i consiglieri comunali all’attività amministrativa, anche attraverso le deleghe. • Assemblee pubbliche prima dell’adozione di progetti esecutivi riguardanti opere pubbliche significative. Cittadini non italiani residenti a Castegnato Sono sempre più numerosi i Cittadini non di nazionalità italiana residenti a Castegnato, la loro piena integrazione a tutti gli effetti e senza differenziazioni, può avvenire anche attraverso idonee forme di coinvolgimento e consultazione anche con l’Associazione Multietnica. Sicurezza dei cittadini Una comunità cresce serena se vive in sicurezza. Per garantire sempre maggiore sicurezza ai cittadini, prose4

guiremo nell’impiego della Polizia Municipale che sarà potenziata e nella ricerca di una collaborazione sempre più stretta e coordinata con la Prefettura, le Forze dell’Ordine, in particolare con i Carabinieri di Ospitaletto e con iniziative coordinate con le Amministrazioni dei Comuni limitrofi, in particolare rispetto al fenomeno “prostituzione” sulle statali. La sicurezza non può però essere garantita solo dalle Forze dell’Ordine, ma vanno anche favorite le condizioni di un paese aperto, capace di difendersi con le armi della solidarietà e dell’accoglienza anche degli immigrati che non sono un problema, ma una risorsa. Altre iniziative riguardano: • Massima attenzione all’analisi di qualsiasi fenomeno criminoso. • Attiva collaborazione con le Forze dell’Ordine in particolare per la lotta al commercio di stupefacenti, con confermata fermezza negli interventi di chiusura di attività e ritiro di licenze. • Accordi con i comuni limitrofi per servizi di pattugliamento di parchi e strade, innanzitutto quelle statali e provinciali, e dei centri abitati. • Valorizzazione del servizio dei volontari vigili per garantire la sicurezza davanti alle scuole e sugli scuolabus e del Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile il quale, dopo essere stato costituito e dotato di una sede e mezzi adeguati, va ulteriormente sostenuto e rafforzato. • Accordi con i Comuni limitrofi e la Provincia, per il controllo e la repressione di reati contro l’ambiente e il territorio. • Applicazione del nuovo Regolamento di Polizia Urba-


na, recentemente approvato, che prevede pesanti sanzioni per prostituzione, deturpamento del paese, comportamenti scorretti, ecc.

TRASPARENZA DEI PUBBLICI AMMINISTRATORI Chi decide di impegnarsi nella gestione della cosa pubblica, deve farlo senza avere in alcun modo degli interessi personali o professionali da difendere o da tutelare; verificheremo la corretta applicazione della norma che abbiamo voluto la quale prevede che non possano far parte delle varie Consulte. Urbanistica, Lavori Pubblici, altro….) i tecnici che operano sul territorio di Castegnato o coloro che hanno interessi o che svolgono attività inerenti le competenze della commissione. Gli stessi principi per quanto ci riguarda li abbiamo già applicati alla lista dei nostri candidati.

BIBLIOTECA COMUNALE MARTIN LUTHER KING La Biblioteca Comunale Martin Luther King deve continuare a svolgere il proprio ruolo nel rispetto del Regolamento (promozione alla lettura, prestito libri, ricerca, documentazione, ecc.), ma anche in stretta collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, le realtà associative di Castegnato ed il Sistema Bibliotecario. Dovrà essere privilegiato, come in passato, il rapporto con la Scuola ed il territorio Importante è il compito della Commissione che, sulla base dell’esperienza degli ultimi anni, deve essere coinvolta e responsabilizzata finalizzando i suoi interventi alla realizzazione anche dei programmi che saranno ap-

provati dal Consiglio comunale. Saranno individuati nuovi spazi per lo studio, la consultazione e la lettura. Particolare impegno dovrà essere posto per sperimentare la “Banca del Tempo”, che è un tipo di associazione che si basa sullo scambio gratuito di “tempo”. Ciascun socio mette a disposizione qualche ora per dare ad un altro socio una certa competenza. Le “ore” date vengono “calcolate” e “accreditate” o “addebitate” nella Banca. L’attività della Banca del tempo può essere delle più diverse: lezioni di cucina, manutenzioni casalinghe, accompagnamenti e ospitalità, babysitteraggio, cura di piante e animali, scambio, prestito o baratto di attrezzature varie, ripetizioni scolastiche e italiano per stranieri, etc. Anche il tempo dedicato all’organizzazione, all’accoglienza, e alle riunioni o feste viene in genere valutato come tempo scambiato e quindi accreditato o addebitato nel conto personale del socio.

PACE DIRITTI UMANI SOLIDARIETA’ COOPERAZIONE

Lorenzo VIMERCATI 60 anni - Medico di base Sindaco dal 1990 al 2004 Vice Sindaco uscente e assessore al Bilancio Attività Produttive

COSA VOGLIAMO: ● un’amministrazione che pensi al bene di tutti ● un sindaco a tempo pieno ● la partecipazione reale della cittadinanza

Proseguendo nell’attività svolta in questi anni, si opererà su più fronti anche in collaborazione con gruppi e associazioni: • Opera di informazione e di formazione, indirizzata soprattutto ai ragazzi e adolescenti, riguardante le tematiche della pace, diritti umani, solidarietà e cooperazione. • Realizzazione di moduli formativi sul modello delle “Scuole di formazione politica” rivolti in particolare alle giovani generazioni. • Continueremo a sostenere la Consulta della Pace come 5

Edoardo CORONGIU 58 anni - Coniugato con una figlia Assessore uscente Ambiente ed Ecologia


momento di riflessione e di confronto tra tutte le realtà e/ o associazioni interessate. Attraverso la Consulta si garantirà il sostegno agli eventi e manifestazioni quali: Dipingi la Pace, Marcia della Pace, Bici di Pace, Tavolo della Pace Franciacorta Montorfano, ecc. • Iniziative a tema, attraverso mostre, dibattiti, proiezione di filmati, convegni riguardanti campi specifici di intervento: campagna contro la pena di morte, il problema delle mine antiuomo, il lavoro minorile, i diritti negati alle donne, il debito dei Paesi del terzo Mondo, la guerra, l’autodeterminazione dei popoli, ecc. • Iniziative in tutte le scuole di Castegnato riguardo la interculturalità, la cooperazione nazionale ed internazionale, la solidarietà e l’accoglienza verso persone private dei diritti umani più elementari, la piena realizzazione della nostra Costituzione e la Dichiarazione dei Diritti Umani, in collaborazione con Istituzioni, gruppi (Anpi, ecc.) e volontariato. • Attività di promozione per favorire la attiva presenza di nostri concittadini (studenti ed altri) nei progetti verso i Paesi sottosviluppati, attraverso sovvenzioni ed aiuti anche diretti, per sviluppare una presenza di Cooperazione internazionale anche in ambito comunale.

CULTURA IDENTITA’ TRADIZIONI E’ nostra intenzione continuare a promuovere e sostenere iniziative in collaborazione con le Istituzioni e le Associazioni esi-

stenti sul territorio, utilizzando tutti gli spazi e le strutture di cui dispone Castegnato. Ciò anche attraverso la stipula di apposite intese e convenzioni con l’Oratorio, Associazioni di volontariato, ecc. Il Centro Civico, pienamente operativo, è diventato il cuore culturale della partecipazione del nostro paese, in modo particolare per le fasce giovanili che trovano in questa struttura moderna spazi adeguati per le loro esigenze. Onoreremo l’impegno di dedicare alcune sale del Centro Civico a ricordo di castegnatesi che si sono distinti per il disinteressato e concreto impegno a favore della nostra comunità, per la quale hanno dedicato con passione ed amore gran parte della propria vita. Potenzieremo il servizio Informa-giovani, che in via sperimentale è stato avviato nel 2008, rivolto soprattutto ai giovani in cerca di un impiego, agli studenti-lavoratori, e comunque a tutta la cittadinanza che a vario titolo ne sente l’esigenza. L’utilizzo delle sale delle associazioni ci consentirà di riproporre laboratori e corsi da offrire alla cittadinanza, ad esempio corsi multimediali e di informatica, di lingua, storia dell’arte, corsi di formazione socio- educativa per adolescenti e genitori etc. Gemellaggi. Continueremo con le iniziative volte a favorire la conoscenza (anche con raccolta di fondi e aiuti diversi) di situazioni e Paesi nei quali operano castegnatesi o verso i quali i castegnatesi promuovono iniziative solidali. In Italia, a sostegno delle Famiglie Dipingi la Pace di Castegnato che sono attive nei progetti di aiuto ai bambini di Palermo nell’organizzazione curata da don Paolo Turturro. 6

All’estero: Kenia dove opera padre Elia Ciapetti; Sierra Leone dove opera fratel Bruno Menici; Bolivia-Brasile dove opera con il MLAL Roberto Simoncelli; Perù con l’Operazione Mato Grosso (Roberto Franzoni e Francesco Ciapetti); Bielorussia a sostegno dei progetti di accoglienza di bambini di Gomel; Benin e Ecuador in collaborazione con la Materna Sabin. Altre situazioni e Paesi che nel tempo avranno le stesse caratteristiche. Riallacceremo comunque i rapporti con Trujillo (Spagna) comune col quale abbiamo da un decennio un gemellaggio Riteniamo prioritario continuare ad investire risorse finanziarie ed impegno di lavoro amministrativo nel campo adolescenziale per creare spazi e strutture (come ad esempio lo Skate-Park) e dare l’opportunità ai giovani di fare esperienze di aggregazione, come i Lan Party o i festival musicali come Bakkano Vitale, favorendo l’aggregazione in associazioni. Continueremo quindi a sperimentare e favorire nuove possibilità di aggregazione giovanile e di iniziative culturali e ricreative tramite l’autogestione, anche proposte dai diretti interessati. Tutto questo proseguendo nella collaborazione con Istituzioni ed associazioni e realtà organizzate locali, quali la scuola, l’oratorio, associazioni sportive, culturali e del volontariato. Continueremo inoltre a organizzare iniziative permanenti formative ed informative di prevenzione del grave fenomeno della droga nonché di importanti aspetti sociali, con il coinvolgimento della scuola, della famiglia, e delle associazioni esistenti sul territorio.


CASTEGNATO: LA MEMORIA E IL TERRITORIO Il progetto da noi voluto di realizzare una collana di pubblicazioni dal titolo Castegnato: la memoria e il territorio, affidato alla direzione del castegnatese professor Gianpietro Belotti, dopo la realizzazione della Storia di Castegnato dalle Origini all’Ottocento, si è arricchito del secondo volume Storia di Castegnato - Il Novecento (di Gianpietro Belotti e Mario Bandoli). In precedenza, nella stessa collana, è stato pubblicato “La luna en ciel” del poeta castegnatese James Ferroni. Tutti i volumi sono realizzati senza alcun onere a carico dell’Amministrazione grazie ai contributi ricevuti dalla Regione Lombardia e da privati che operano sul nostro territorio, continueremo in questo modo. Le pubblicazioni, costituiscono un tassello importante in quella strategia di valorizzazione del nostro paese che noi come Amministrazione comunale abbiamo perseguito in questi anni, finalizzata non solo a farlo meglio conoscere e apprezzare ai castegnatesi, ma a rilanciarne l’immagine anche all’esterno. Comunicare in modo efficace e sintetico l’essenza storica di Castegnato, questo è il senso del rifacimento della segnaletica stradale ai vari accessi del paese e dei cartelli che si è cominciato a collocare davanti agli edifici e luoghi storicamente più significativi del centro urbano; cartelli esplicativi in lingua italiana e con una sintesi in inglese. Proseguiremo nel lavoro già positivamente avviato, sempre ricercando la collaborazione di quanti vogliono collaborare come il Gruppo di Ricerca Storica che ha contribuito al volume sul Novecento.

Per Castegnato, non si tratta di riscoprire radici e identità per sterili divisioni, ma per valorizzare un passato di uomini e di fatti che hanno profondamente caratterizzato il nostro paese, affinché ciascuno se ne senta parte integrante e contribuisca a renderlo sempre più una comunità che si vuole bene. In un periodo nel quale si stanno sperimentando gli aspetti negativi della globalizzazione, diventa inoltre sempre più importante rilanciare il confronto fra idee e radici differenti, quale fattore di crescita se attuato nel rispetto delle proprie peculiarità. In questa ottica, dunque la conoscenza del passato può rappresentare il valore aggiunto, l’esperienza in più che permette di dialogare positivamente con fenomeni in corso, senza finire né omologati ad un mercato globale che vuole l’uomo “eguale” di fronte al consumo, né richiusi in una sterile difesa di una identità modellata sul propri egoismi ed interessi.

ISTRUZIONE L’Amministrazione comunale ha garantito il miglior utilizzo e la messa in sicurezza di tutte le strutture scolastiche presenti sul nostro territorio sviluppandole ulteriormente con ingenti investimenti, vedi ad esempio il parco alla scuola Primaria di Primo Grado E. de Amicis e l’ampliamento della scuola Secondaria di Primo Grado G. Pascoli. L’impegno dell’Amministrazione comunale, anche per una destinazione più razionale delle risorse finanziarie, deve garantire il miglior utilizzo di tutte le strutture scolastiche del paese: • Scuola Materna Statale A. Sabin • Scuola Elementare E. De Amicis 7

Tarcisio MARINONI 51 anni - Coniugato con tre figli Laurea in Medicina - Medico Resp. U.O. Assistenza protesica e continuità cura ASL Brescia Assessore uscente Lavori e Opere Pubbliche

IN COSA CREDIAMO: ● nel fatto che tutti i cittadini abbiano gli stessi diritti e gli stessi doveri ● nell’impegno di diffondere la cultura della Pace e della solidarietà ● nella centralità della cultura ● nel promuovere vere occasioni di sviluppo e di lavoro ● nel territorio come un bene comune da tutelare ● nella promozione di uno sviluppo sostenibile ● nel diritto alla sicurezza ● nel miglioramento costante dei servizi alla persona

Renato MAZZETTI 55 anni - Coniugato con due figli Assessore uscente ai Servizi Sociali


• Scuola Media G. Pascoli • Scuola Materna Regina Margherita Il rapporto di stretta collaborazione tra Ente locale e Istituzione scolastica deve proseguire nel rispetto delle reciproche autonomie, nella consapevolezza che la scuola è la principale agenzia di formazione dei cittadini di domani, ma è anche un servizio alla comunità ed alle famiglie che la compongono. Ci proponiamo di dare continuità alle politiche consolidate in questi anni, ed in particolare: • Continuando la stretta collaborazione nei progetti educativi e sviluppando ulteriormente i temi contenuti nella Carta della Terra alla cui stesura ha contribuito il castegnatese padre Vittorio Falsina al quale abbiamo dedicato l’Istituto Comprensivo. • Garantendo il supporto allo sviluppo del Piano dell’Offerta Formativa tramite il Piano per il Diritto allo Studio, unanimemente riconosciuto come fra i migliori della Provincia di Brescia. • Promuovendo il sostegno dell’attività di recupero scolastico. • Favorendo il collegamento scuola-associazioni locali (culturali, sportive, solidarietà…) • Coinvolgendo la scuola nella preparazione e nella celebrazione delle ricorrenze istituzionali (es. 27 gennaio, 25 aprile, 2 giugno, 4 novembre….) per creare una sensibilità civica che contribuisca a formare cittadini consapevoli ed impegnati. • Sostenendo il Consiglio comunale dei ragazzi, da noi voluto fortemente, valorizzando l’impegno dei nostri giova-

ni, avviando incontri e approfondimenti che non riguardino solo il mondo della scuola, ma l’intera comunità. • Favorendo la realizzazione di incontri e corsi di formazione/educazione per genitori e di aggiornamento per gli insegnanti. • Sviluppando ulteriormente il progetto Motus che ogni anno porta oltre 800 ragazzi a cimentarsi ed a valorizzare il proprio impegno, anche individuando spazi adeguati per l’attività di atletica leggera. • Favorendo i progetti di Promozione alla Lettura e la collaborazione con la Biblioteca Comunale Martin Luther King. Ente Regina Margherita Proseguiremo nella valorizzazione dell’Ente Morale Regina Margherita che, per le sue caratteristiche e la sua storia, è un patrimonio dell’intera comunità castegnatese. L’impegno profuso dal Consiglio di Amministrazione (nominato dal Sindaco) in stretto rapporto con l’Ente locale, anche grazie alla preziosa ed insostituibile collaborazione di volontari e benefattori, ha consentito di continuare nell’ammodernamento delle strutture di questo Ente che è pubblico. La recente acquisizione di area nella parte sud, consentirà alla scuola di ampliare gli spazi all’aperto per i bambini della materna e di prevedere un accesso pedonale da Via della Pace in assoluta sicurezza. Saranno aggiornate d’intesa con l’Ente morale le Convenzioni comunali riguardanti sia il servizio di micro-nido e scuola materna, sia la fornitura di pasti agli anziani ed ai giovani del CRE (Centro Ricreativo Estivo). 8

SERVIZI SOCIALI SANITA’ Riteniamo prioritario mantenere e ulteriormente sviluppare l’attenzione ai bisogni di tutte le fasce deboli di popolazione (es.: malati, anziani, disabili, indigenti, stranieri, disoccupati, nuove povertà, ecc.) tramite: - la continua sensibilizzazione della popolazione e la coltivazione di una cultura della solidarietà e dell’integrazione - l’indispensabile collaborazione con il Volontariato e con altre agenzie (es.: Parrocchia, ASL, Case di Riposo, Comunità, ecc.); - la promozione e lo sviluppo di servizi per fornire risposte ad una gamma diversificata di problematiche anche alla luce di nuove emergenze sociali (es. nuove povertà e nuove esigenze date dalla crisi economica). Ciò al fine di sviluppare una rete che permetta di inserire e mantenere quanto più possibile i “soggetti deboli” all’interno del tessuto sociale del paese, affrontando con priorità i problemi della solitudine e della non autosufficienza anche con l’aiuto del volontariato. In tale logica vanno considerati, in modo complementare: 1. la collaborazione al miglior sviluppo dei diversi tipi di assistenza domiciliare (medica, infermieristica, socio-assistenziale, riabilitativa, integrata) tramite potenziamento sia dell’intervento istituzionale (prestazioni dell’assistente sociale e dell’ausiliario socio-assistenziale, pasti a domicilio, servizi di trasporto malati-disabili) sia dell’indispensabile apporto del Volontariato; 2. la valorizzazione di tutti i servizi disponibili sul territorio (considerando anche i paesi


vicini) facilmente usufruibili con l’ausilio del nostro volontariato; 3. il rafforzamento del Centro Sociale, quale punto di aggregazione per l’intera popolazione, mediante iniziative culturali e per il tempo libero e la continuazione dello stretto rapporto di collaborazione con l’Associazione Pensionati onlus. Inoltre: 4. Per meglio rispondere alle necessità dei castegnatesi, dopo aver attivato, senza costi a carico della collettività, i Poliambulatori al centro del paese (medici di base, ASL e punto prelievi), potenzieremo l’attività di prevenzione con i medici di base, il Distretto e l’Azienda Speciale “Ovest Solidale”. 5. Abbiamo individuato la zona dove sorgerà la nuova Farmacia Comunale e le modalità per realizzarla senza oneri a carico della collettività ed abbiamo attivato l’iter amministrativo per avere le autorizzazioni dato che i vincoli legislativi non ci hanno consentito, sino ad oggi, di averla già operante. 6. Svilupperemo ulteriormente il rapporto con le Case di Riposo, con la RSA di Rodengo Saiano in particolare, nell’ambito dei servizi che la stessa sarà in grado di organizzare e in particolare ricoveri di sollievo, Centro Diurno Integrato (ampiamente sotto utilizzato e con potenzialità non pienamente sfruttate), ecc.; 7. Il potenziamento da 20 a 30 posti di micro-nido ci ha permesso di rispondere concretamente alle famiglie che avevano questa necessità. 8. La presenza in paese della struttura delle Suore di Ma-

ria Bambina può essere valorizzata, mediante apposita convenzione che a tutt’oggi non è stato possibile realizzare, con interventi di collaborazione socio-assistenziale che renda questa significativa realtà parte sempre più integrante della nostra comunità. 9. Nella attuale fase di crisi economica l’aiuto a famiglie e/ o persone non economicamente autosufficienti sarà potenziato con particolare attenzione alle nuove povertà (ad es. disoccupazione, sfratti, etc.) 10. Potenziamento di tutti gli interventi previsti dal Piano di Zona con particolare attenzione alle problematiche della famiglia (badanti, separazioni, affido dei figli, ecc.), integrazione cittadini stranieri, ecc, proseguendo negli interventi sulle nuove povertà, buono sociale, ecc. Centro sociale – Associazione Pensionati onlus. La costituzione in onlus dell’Associazione Pensionati è solo l’ultimo passo della positiva evoluzione che, sempre in stretto raccordo con l’Amministrazione comunale, questa Associazione ha avuto negli ultimi anni. La sistemazione della pavimentazione del Centro Sociale, la realizzazione del Bocciodromo che viene gestito in collaborazione con la Bocciofila Castegnato, il nuovo parco del Brolo, sono solo gli ultimi interventi per creare luoghi di incontro e di pratica sportiva ed iniziative per il tempo libero. Nel rispetto dell’autonomia dell’Associazione, la disponibilità alla collaborazione da parte dell’Amministrazione comunale, dovrà svilupparsi in particolare in iniziative culturali e per il tempo libero. 9

Adriano ORIZIO 40 anni - Coniugato con due figli Assessore uscente Istruzione - Cultura - Giovani

Abbiamo lavorato 5 anni al servizio del paese nel solo interesse della nostra comunità, con il tuo voto aiutaci a continuare

Giuseppe PUTELLI 50 anni - Coniugato con tre figli Operaio Consigliere e Capogruppo uscente


FINANZA LOCALE E POLITICA DI BILANCIO Gli obiettivi e le opere previste nel nostro programma, pur se realizzate in un arco di tempo che va oltre i 5 anni, possono essere conseguiti solo attraverso politiche di contenimento selettivo delle spese e di aumento anche innovativo delle entrate. Il presupposto nel quale si inseriscono queste operazioni è quello di garantire i servizi alla persona e alle famiglie, pure in presenza di una congiuntura economica non favorevole, di nuove povertà e di una costante diminuzione dei trasferimenti da parte del Governo. Continueremo ad operare per • trovare economie sui principali centri di costo, con collaborazioni e/o convenzioni a livello sovracomunale; • valorizzare i capitali investiti nelle società controllate ed il patrimonio comunale; • proseguire nel recupero delle varie forme di elusione-evasione anche con la valorizzazione del catasto sovracomunale, allargando in questo modo la base imponibile; • essere attenti costruttori di fonti di entrata che liberino il più possibile dall’esigenza di utilizzare oneri di urbanizzazione per garantire i servizi ai cittadini e la gestione della cosa pubblica. L’attuazione del progetto di federalismo fiscale può contribuire a realizzare questi obiettivi; • gli investimenti informatici; • ricercare le fonti di finanziamento più adeguate e meno onerose per l’edilizia scolastica, nei settori sportivo, commerciale, assistenziale, culturale ed ecologico-ambientale. Castegnato Servizi La società interamente con-

trollata dal Comune continua a svolgere un ruolo essenziale nell’organizzare Franciacorta in Bianco e nel gestire i servizi scolastici (mensa e trasporto alunni) e gli strumenti comunicativi (Il Paese e Calendario). Ci sono tutte le potenzialità per estendere l’esperienza maturata ad altre iniziative (San Vitale, eventi vari, ecc.) ed in altri campi di intervento previsti dallo Statuto approvato dal Consiglio comunale.

ECONOMIA E ATTIVITÀ PRODUTTIVE Nel corso degli anni l’Amministrazione si è dimostrata particolarmente attenta al problema della disoccupazione e della creazione di maggiori opportunità occupazionali. Con lo Sportello del Lavoro e l’Informa Giovani potenzieremo il contatto tra attività produttive e mondo dell’offerta di lavoro. La promozione della piccola e media impresa a Castegnato si attuerà con un programma diversificato di iniziative come fatto in passato, più vasto di quelli solitamente percorsi dagli Enti pubblici locali, in stretto collegamento con la Provincia e la Camera di Commercio. Il commercio al dettaglio vive difficoltà per la crescente aggressività dei grandi centri commerciali, ma anche per la ridotta capacità di spesa delle famiglie. La resistenza dei negozi tradizionali è legata strettamente alla loro capacità di proporre servizi, prodotti e condizioni di favore ai propri clienti. La rete delle attività commerciali e degli esercizi di Castegnato è vasta e non è ad oggi sufficientemente rappresentata dalla Associazione Commercianti ed Esercenti che ne rappresenta una minoranza e verso la quale l’Amministrazione ha svolto 10

un ruolo di sostegno e di stimolo: incontri periodici, corsi di formazione, iniziative di pubblicizzazione delle attività, presenze a Franciacorta in Bianco, pratiche per finanziamenti agevolati…. Le potenzialità inespresse dei nostri Commercianti ed Esercenti sono ancora tante, va quindi rilanciata la potenzialità organizzativa ed un loro ruolo specifico nel proporre interventi ed iniziative ed anche nel costruire un rapporto reciprocamente proficuo con i consumatori e le famiglie del paese. Ci adopereremo con opere ed iniziative che possono determinare positive ricadute sulle attività commerciali: facilitare l’accesso ai benefici previsti dalla Legge Regionale per i PLI (Piani Locali di Intervento); favorire, in accordo con le Associazioni di categoria, l’accesso ai finanziamenti agevolati; compatibilmente con i problemi di finanza locale, contenimento selettivo dei tributi locali che gravano sulle piccole e medie imprese; iniziative per incentivare le vendite, salvaguardando il potere di acquisto dei consumatori. Oltre alla sensibilità del negoziante, verso il quale l’Amministrazione ha il compito di dare sostegno attraverso iniziative per coinvolgere il più possibile le attività commerciali rendendole il più possibile visibili ai consumatori locali, si devono fornire tutte quelle opportunità per rendere meno burocratico e più gestibile il lavoro di coloro che credono ancora di continuare il proprio servizio alla collettività di Castegnato in particolare verso la popolazione anziana e con disabilità. Questo anche attraverso l’adeguata riorganizzazione dell’Ufficio Commercio che favorirà la semplificazione dei rapporti burocratici ed amministrativi, avvicinando sempre di più il Comune agli operatori commerciali.


Daremo operatività allo Sportello Unico per le Piccole e Medie Imprese. Le aziende che da anni creano posti di lavoro sul territorio comunale riceveranno un pubblico riconoscimento. Agricoltura: le decisioni del Piano di Governo del Territorio Nel nuovo strumento urbanistico si è preso atto dell’esaurimento di fatto del Piano Insediamenti Produttivi di via Pianera e, con la cessazione dell’attività delle due ultime fonderie nelle attuali sedi, si concluderà l’ambizioso progetto di spostare fuori del centro abitato tutte le attività produttive che creavano problemi alla popolazione. Partendo dalla considerazione che l’economia di Castegnato si basa, oltre che sul settore agricolo, sul settore produttivo di trasformazione, e dalla necessità di garantire a quelle aziende che non hanno trovato nel PIP Pianera la possibilità di espandersi e ristrutturasi, dando lavoro, anche per combattere al meglio l’attuale crisi, abbiamo individuato un nuovo comparto riservato alle attività produttive. L’ampliamento delle attività produttive che andranno ad insediarsi in una zona non più a vocazione agricola, consentirà non solo di favorire insediamenti di tipologia controllata e rispettosa dell’ambiente e del territorio con potenzialità di nuova occupazione, ma anche di garantire al Comune, anche in vista del federalismo fiscale. Franciacorta in Bianco e prodotti tipici di Castegnato – l’Agricoltura Cinque anni fa, nel 2004, abbiamo fatto nostra la scommessa di mantenere, migliorare e rendere autosufficiente Franciacorta in Bianco.

Abbiamo centrato tutti gli obiettivi • Abbiamo mantenuto la Rassegna riacquisendo al Comune di Castegnato marchio e logo di Franciacorta in Bianco che erano stati illegittimamente sottratti ad uso personale. • Abbiamo migliorato la Rassegna ampliandone, in questi anni, qualità, quantità, consensi, riconoscimenti… • Abbiamo reso autosufficiente Franciacorta in Bianco affidandone la gestione a Castegnato Servizi ed il bilancio non pesa più per decine di migliaia di euro sulle casse comunali. Franciacorta in Bianco è diventata una Rassegna annuale unica a livello nazionale, ma innanzitutto è diventata la rassegna di tutto il paese di Castegnato che in vario modo la realizza attraverso i contributi economici, personali e dell’associazionismo. Continueremo nel perseguimento degli obiettivi che non sono mai definitivamente acquisiti, in particolare quello della valorizzazione dei prodotti tipici del nostro territorio. L’intervento del Comune non può limitarsi a quanto sopra accennato: la tutela dei cittadiniconsumatori deve andare di pari passo con lo sviluppo delle attività agricole e commerciali. L’attenzione all’attività agricola e la sua salvaguardia è sempre stata al centro delle preoccupazioni dell’Amministrazione comunale e continua ad esserlo. Nel nuovo Piano di Governo del Territorio, la previsione di uno sviluppo ventennale è basata sul vincolo ad area agricola di 4.674.520 metri quadrati che per quanto ci riguarda sono intoccabili! Abbiamo creato le condizioni perché Castegnato possa crescere, realizzando e garantendo servizi ai cittadini, continuando a 11

Patrizia TURELLI

Consigliere uscente e componente Consulta Servizi Sociali 51 anni - Coniugata con una figlia Componente comitato provinciale e regionale e femminile dell’ UDC

La sfida della gratuità La realizzazione della società passa attraverso la gratuità: non possiamo vivere da soli il nostro destino, ma lo dobbiamo intrecciare a quello degli altri; fa parte della vocazione umana occuparci di chi ci sta accanto, di chi è nel bisogno. Il nostro GRAZIE a tutti i volontari di Castegnato

Annalisa ZANOTTI 31 anni - Diploma Magistrale Educatore professionale


prosperare, senza che venga intaccata la metà agricola del territorio che oltretutto, sviluppandosi da est a nord e ovest, funge da salvagente ecologico per il nostro paese. Il rapporto con gli agricoltori sarà come in passato diretto e puntuale ogni qualvolta interverranno nuove esigenze o novità legislative. La tutela e salvaguardia del territorio passa in gran parte dal ruolo che svolgono i nostri agricoltori i cui prodotti “tipici” (farine, paste, ecc.) continueremo a valorizzare nelle molteplici iniziative ed occasioni. Va mantenuta la formale contrarietà all’utilizzo degli OGM (Organismi Geneticamente Modificati), come sancita dalla delibera di Consiglio già adottata. La tutela dei consumatori – l’aiuto alle famiglie L’Italia detiene il triste primato in Europa del più basso potere di acquisto dei salari e delle pensioni. Oggi la questione economica è la massima priorità delle famiglie italiane che fanno sempre più fatica a fare quadrare i conti. L’Ente locale deve fare la sua parte, per questo prevediamo una diversificata tipologia di interventi che aiuti ad affrontare una emergenza della quale non si prevede a breve la conclusione. Daremo una delega specifica e costituiremo un apposito gruppo di lavoro che affronterà le tematiche e che proporrà iniziative concrete legate alla necessità che si ha di risparmiare, non tanto e solo nel contingente periodo di crisi, ma anche come modello di vita per arrivare ad un consumo responsabile. Molteplici le tematiche sulle quali si può intervenire. Gruppi Acquisto Solidale. Intese e campagne periodiche con la rete commerciale sul territorio. Vendite dirette

dal produttore al consumatore sull’esempio della Coldiretti. Come risparmiare sulle telefonate e nell’utilizzo di internet (Skype, foneros per diffondere la tecnologia wireless e la copertura delle zone non raggiunte dalla banda larga). Sull’acquisto di libri scolastici (sull’esempio del Comitato dei Genitori), sulla casa, nell’uso dell’acqua. E ancora come risparmiare l’energia, nei rapporti con le banche, nell’adottare corretti stili di vita, con il fai da te, con l’energia del sole….. Riproporremo l’Ecosportello come servizio specifico di informazione e consulenza.

PROGETTARE IL FUTURO, MIGLIORANDO IL PRESENTE USO E GESTIONE DEL TERRITORIO Il Piano di Governo del Territorio ha già definito lo sviluppo teorico del paese e non c’è la necessità di nuove previsioni. L’approvazione del PGT (Piano di Governo del Territorio) in sostituzione del vecchio PRG datato 1989, porta a termine un impegno preso coi cittadini e traccia le direttrici lungo le quali si muoverà l’Amministrazione nei prossimi due decenni compiendo scelte importanti lungo il solco della sostenibilità. Abbiamo creato le condizioni per uno sviluppo del paese ampiamente controllato, bilanciando tutti gli elementi che vanno considerati quali ambiente, territorio, sviluppo dei servizi e della popolazione, 12

lavoro ed attività produttive. Le principali scelte approvate sono state: • riconfermare la collocazione di Castegnato all’interno della Franciacorta, mantenendolo in una dimensione di paese con uno sviluppo urbanistico graduato e calibrato alle reali necessità della comunità, garantendo nel contesto un alto livello dei servizi con l’acquisizione di nuovi spazi pubblici per dare più respiro al tessuto urbanistico e portando le aree standard, e cioè pubbliche, dagli attuali 210.136 mq a fronte di 7.460 residenti ai 397.670 mq a fronte degli ipotetici 9.200 residenti, aumentando lo standard individuale dagli attuali 28,16 mq per abitante ai futuri 42,76 mq, con un aumento di oltre il 50 percento. • salvaguardare i due principali settori che reggono l’economia castegnatese, agricoltura e media/ piccola industria; vincolando aree ad uso agricolo di pregio per 4.674.520 mq, pari al 50,65% dell’intero territorio, e trasformando un‘area ad insediamento produttivo di 143.000 mq. (di cui solo 45.000 coperti, il resto a servizi e verde di protezione), per garantire alle nostre attività produttive lo spazio necessario per ampliarsi e potenziarsi, anche per ripartire competitive una volta superata l’attuale congiuntura economica. La zona scelta é quella della Pianera, area interclusa tra l’alta capacita ferroviaria e realizzanda Brebemi e per ciò non più adatta alla coltivazione. La dislocazione di nuove attività produttive di tipologia assolutamente non inquinante, lontane dal centro abitato ed in vicinanza del nuovo raccordo autostradale Brebemi a sud, consente inoltre di prevedere en-


trate continuative certe (anche in vista federalismo fiscale) in grado di soddisfare gran parte delle esigenze della comunità.

AMBIENTE E TERRITORIO Una migliore qualità della vita passa attraverso l’esigenza fondamentale per tutte le famiglie e singoli cittadini di avere a disposizione un ambiente salubre, servizi primari (fognatura, acqua potabile, gas, illuminazione, ecc.) adeguati nella dimensione ed efficienti nell’uso, una serie di indispensabili interventi urbanistici adeguati quali: strade, piste ciclabili, parchi, parcheggi, l’insieme di strutture pubbliche efficienti necessarie per l’attività produttiva, lo studio e la cultura, lo sport ed il tempo libero. Lo sviluppo sostenibile è la sfida per il futuro e diventa sempre più rilevante per la vita delle nostra comunità; la sensibilità della persone cresce continuamente e per questo non è più possibile, né utile, fermarsi a guardare la situazione ambientale, senza mettere in atto decisioni che consentano di avere un futuro più sostenibile e vivibile, per noi e per i nostri figli. Tutte le azioni che metteremo in campo saranno guidate da questo concetto e terranno conto di alcuni principi ormai fondamentali quali: 1. Considerare i valori sociali ed ambientali unitamente ai criteri economici convenzionali; 2. Non consumare le risorse rinnovabili più velocemente del tempo che occorre per rigenerarle. 3. Usare le risorse non rinnovabili con la consapevolezza che un giorno esse dovranno per forza essere sostituite da altre rinnovabili

4. Puntare più alla qualità che alla quantità 5. Valutare gli effetti che le decisioni di oggi possono avere per le generazioni future 6. Considerare la qualità della vita un patrimonio essenziale. La governance ambientale che ci proponiamo non potrà prescindere dalla partecipazione informata ed attiva di tutta la cittadinanza, perché è con loro che vogliamo costruire una intesa per l’ambiente: tutto ciò che si decide deve andare nella direzione della sostenibilità ambientale. Queste le principali tematiche d’intervento: • edilizia ecologica • risparmio energetico • raccolta differenziata e riciclo • gestione e risparmio dell’acqua • mobilità eco-efficiente • monitoraggio ambientale • verde pubblico • cave e discariche

EDILIZIA ECOLOGICA Nel nuovo PGT recentemente approvato, i nuovi comparti residenziali, sono previsti ad iniziativa pubblica (il 97 percento). Partendo da questo fatto sarà l’Amministrazione Comunale che deciderà quali comparti avviare ed a quali condizioni, vincolando gli operatori pubblici e privati alla realizzazione di edifici ecologicamente ad impatto ambientale il più basso possibile, partendo dal fatto che la percentuale maggiore d’inquinamento atmosferico è dato dalle emissioni degli edifici. Avremo come riferimento anche i criteri fissati nei vari capitolati gia utilizzati da amministrazioni all’avanguardia in questo settore, come Casa Clima, ecc. 13

Massimo ALESSANDRIA 33 anni - Servizio di leva nei Carabinieri - Perito chimico Consulente ambientale - Catechista Presidente Associazione Astrofili

Il voto dei castegnatesi a CIVICA CASTEGNATO Per costruire insieme il futuro del nostro paese

Fabio BARONI 27 anni - Laurea in economia Corso di laurea specialistica di Economia Internazionale Componente commissione bilancio Più volte Presidente di seggio


Edilizia popolare eco-sostenibile Proseguiremo con la costruzione di abitazioni in edilizia popolare favorendo come già fatto nell’area di via Lunga, abitazioni a basso impatto ambientale e verificando altresì la possibilità di favorire l’autoscostruzione.

RISPARMIO ENERGETICO Il principale risparmio possibile è quello di non sprecare energia. Partendo da questo concetto guida completeremo la rete di teleriscaldamento che avrà una lunghezza di circa 5 mila metri e servirà oltre a tutti gli edifici pubblici, centinaia di utenze residenziali private. Completeremo il tutto con la realizzazione della centrale di co-generazione, che svilupperà una potenza elettrica di KWe 1.533 e termica di KWt 10.395. La nuova centrale sorgerà nell’area comunale nei pressi dell’isola ecologia e una volta terminata e messa a regime oltre al beneficio dell’energia elettrica e termica prodotta si aggiungerà un importante dato ambientale, infatti verranno ridotte di almeno 1,6 milioni di chilogrammi di anidride carbonica all’anno le emissioni in atmosfera. Potenzieremo anche il settore del fotovoltaico seguendo due direttrici, la prima è quella di dotare gli edifici pubblici di impianti che li rendano energeticamente autonomi, l’altra è quella di realizzare dei parchi fotovoltaici di notevole potenza sulle aree ex discariche, partendo dalla discarica di inerti di Bosco Sella. Favoriremo ed incentiveremo la realizzazione di piccole centrali di co-generazione anche a biomasse e reflui degli alleva-

menti di suini in modo da evitare lo spargimento degli stessi nei campi, contribuendo così a salvaguardare anche le falde dell’acqua potabile. Proseguiremo nelle campagne di sensibilizzazione rivolte alle famiglie ed ai singoli cittadini in particolare per l’utilizzo delle lampade a risparmio energetico e a led anche come buone pratiche di risparmio. Favoriremo inoltre la realizzazione di impianti fotovoltaici anche con l’utilizzo dell’innovativa pratica dell’azionariato popolare come scelta di investimento per migliorare il futuro. Continueremo con l’attività del servizio di eco sportello, dove i cittadini possono avere aiuti e informazioni sulle normative riguardanti agevolazioni fiscali, tipologie di impianti, sulle energie rinnovabili e tecnologie solari, sulle tecnologie ecocompatibili e materiali bioecologici, proseguendo anche nella collaborazione privilegiata con la scuola attraverso progetti e iniziative mirate nel campo dell’educazione ambientale e del risparmio delle risorse energetiche.

RACCOLTA DIFFERENZIATA E RICICLO Da Novembre 2008 abbiamo dato inizio al sistema di raccolta differenziata “porta a porta globale”, con l’obiettivo di raggiungere almeno il 60 percento di differenziata. I dati dei primi mesi si attestano tra il 62 e 69 percento, un risultato che è stato possibile raggiungere grazie all’impegno di tutti i cittadini. Questa modalità non è un “semplice” sistema di raccolta dei rifiuti, ma un modo diverso di rapportarci al nostro vivere quotidiano dove ogni singo14

lo cittadino diventa il protagonista del miglioramento della comunità. Ci poniamo ora l’obiettivo di ridurre la frazione del secco indifferenziato, potenziando a valle il riutilizzo di parti ancora riciclabili, in modo da destinare alla discarica solamente la parte residuale non riutilizzabile. Avvieremo la tariffa di bacino correlata alla produzione dei rifiuti, salvaguardando il principio di “chi più produce rifiuti, più paga”, con il risultato finale che a parità di quantità di rifiuti prodotti, l’utente pagherà di meno.

GESTIONE E RISPARMIO DELL’ACQUA L’acqua è un bene prezioso ed è fonte di vita per tutti gli esseri viventi e per questa ragione diciamo che la gestione di questo bene deve restare sotto il controllo degli enti pubblici e non diventare un affare per i privati. Su questo fronte ci siamo già impegnati con AoB2 società della quale siamo azionisti. Fedeli a questa scelta valorizzeremo al massimo l’uso intelligente dell’acqua potabile partendo dal nuovo PUNTO ACQUA, in fase di realizzazione (unitamente al punto vendita di latte fresco) in zona Pozzo in via Franchi. Vogliamo con questo valorizzare l’acqua del nostro acquedotto comunale, contribuendo a far superare la diffidenza sulla qualità dell’acqua che sgorga dai nostri rubinetti. Obiettivo dell’iniziativa è altresì quello di offrire una alternativa all’acquisto di acqua in bottiglie di plastica e conseguentemente di ridurre la produzione di rifiuti di plastica da avviare a recupero o smaltimento, nonché ridurre i viaggi di centinaia di automezzi che le trasportano lungo la penisola.


Realizzeremo il nuovo pozzo in fondo a via Serao, opera gia in appalto, con il risultato di fornire ai cittadini acqua di ottima potabilità ed in quantità necessaria anche per i periodi caldi e per molti anni. Una grande attenzione verrà dedicata alla rete di distribuzione. Proseguiremo nella sostituzione delle parti di rete obsolete, seguendo i tempi previsti nel piano di adeguamento concordato con l’Ente gestore. Questi interventi permetteranno di ridurre le perdite con un notevole risparmio anche dell’energia necessaria per il prelievo e la distribuzione. Proseguiremo la campagna di sensibilizzazione della cittadinanza partendo dalle scuole, per il risparmio e l’uso intelligente della risorsa acqua, coinvolgendo anche le attività produttive con forme di riciclo dell’acqua usata per i processi produttivi. Collegato al problema dell’acqua è anche il problema del collettamento e smaltimento della stessa, perché se non è gestito in maniera efficiente, può generare inquinamento. Il nuovo collettore del Gandovere e depuratore consortile di Torbole, i cui lavori sono gia stati appaltati ci permetterà di dismettere l’ormai insufficiente depuratore comunale di via Coronino, dando una soluzione definitiva e ottimale a tutto il servizio di depurazione e collettamento comunale. Questa opera, interamente realizzata da AOB2 e da noi fortemente voluta, non solo risolverà definitivamente il problema del nostro comune, ma permetterà la disattivazione di 10 vecchi depuratori. Completeremo quindi l’allacciamento alla rete di tutte le realtà del nostro territorio.

Confermando la decisione presa nel Regolamento Edilizio recentemente modificato di obbligo dello scarico delle acque piovane nel sottosuolo, si proseguirà anche per la rete delle fognature a rinnovare gli stralci più obsoleti intervenendo, là dove fosse necessario, a regolarizzare gli scarichi privati come previsto dalle norme.

MOBILITA’ ECOEFFICIENTE E’ l’aspetto fondamentale del nostro impegno per il prossimo quinquennio di amministrazione, per continuare la riorganizzazione urbanistica del nostro territorio e per proseguire sulla strada della sostenibilità che prevede una diminuzione importante dell’inquinamento da traffico veicolare ed una incentivazione dell’uso dei mezzi ecologici come il treno e la bicicletta. Due sono le direttrici sulle quali vogliamo muoverci con l’obiettivo di rendere il nostro territorio più libero dal peso del traffico veicolare: a scala sovracomunale e a scala comunale. Alcuni degli interventi più significativi Su scala sovracomunale: 1. realizzazione di una rotatoria all’altezza della sede GRUPPOCAR, con contestuale bretella di collegamento alla tangenziale in direzione Iseo, per permetterne l’accesso ai mezzi che giungono sia dalla Mandolossa, sia da Ospitaletto in modo da evitare (proibire) il passaggio dal centro di Castegnato per coloro che intendono dirigersi verso Rodengo Saiano o Gussago, comunque verso nord. 2. razionalizzazione dello snodo di Ponte Baitello, in collaborazione con la Provincia ed 15

Gianluca COMINASSI 33 anni - Coniugato con una figlia Segretario PD - Laurea in Psicologia sociale e dello sviluppo - Formatore Presidente Consulta Politiche giovanili

CIVICA CASTEGNATO Una lista di candidati che non hanno alcun interesse privato da difendere

Ornella FORLINI 65 anni - Segretaria Associazione Pensionati Onlus Resp. Gruppo Zenit - Volontaria


i comuni di Gussago e Rodengo Saiano per snellire e rendere scorrevole il traffico presente specialmente nelle ore di punta. In questo intervento è inserita anche la realizzazione di un collegamento ciclabile con la nuova piscina realizzata assieme al comune di Gussago in località Pomaro. 3. realizzazione, in accordo con i comuni confinanti, Provincia e Brebemi del nuovo svincolo di collegamento alla nuova tangenziale-autostrada Brebemi nella zona Pianera realizzando nel contesto una nuova viabilità che baipassi, salvaguardandolo, il vecchio nucleo storico il cui accesso sarà riservato esclusivamente ai residenti. 4. Riconversione della Statale 11 la quale diventerà strada comunale dopo l’entrata in funzione della Brebemi (ipotizzata entro il 2012) che sposterà sul confine con Travagliato l’imponente mole di traffico che ora è solo di transito a Castegnato verso Brescia o verso Ospitaletto-Rovato. Su scala comunale, 1. la nuova strada di collegamento nord-sud ad est del territorio, in parte gia realizzata, sarà il nuovo asse viario comunale che servirà a spostare parte del traffico di attraversamento di via Franchi/ Marconi al di fuori dal centro abitato e sarà successivamente collegata alla Baitella (recentemente da noi collegata ad Ospitaletto con una pista ciclo pedonale) per unire anche quella zona alla viabilità comunale senza che i residenti debbano transitare dalla trafficata Padana Superiore. 2. La realizzazione della nuova strada di collegamento nordsud permetterà inoltre la ri-

qualificazione delle vie Serao, Molino e Lazzaretto se del caso, data la dimensione stradale ridotta, introducendo sensi di marcia obbligatori. La viabilità tra via Molino e via Lazzaretto e via Paolo VI sarà potenziata anche nel contesto delle urbanizzazioni che sorgeranno a seguito della delocalizzazione della fonderie con la creazione di parcheggi, aree verdi e nuovi collegamenti. 3. Anche la zona “Case”, sarà servita da un nuovo collegamento più razionale e sicuro con la realizzazione di una nuova strada e il declassamento dell’attuale a percorso ciclopedonale, inserito nel contesto di un parco naturalistico/sportivo. 4. Si concluderà la sistemazione della strada di collegamento con Paderno. 5. Potenziamento e valorizzazione della rete e stazione ferroviaria. Si procederà alla realizzazione del nuovo parcheggio a nord della ferrovia a servizio della metropolitana provinciale, che collegherà Castegnato alla città con corse ogni 15 minuti. Si utilizzeranno treni sui quali sarà possibile caricare anche le biciclette per favorire lo spostamento dei nostri cittadini, consentendo in questo modo una consistente diminuzione dell’uso dell’auto privata come mezzo di collegamento alla città. Con questo intervento si realizzerà una rotatoria d’accesso che razionalizzerà definitivamente anche il collegamento della via Palestro con il nuovo sottopasso. 6. Realizzazione della rotatoria tra la Padana Superiore, via Casella e via Campagna, con la sistemazione delle due strade comunali, per razionalizzare e ren16

dere sicuro quel nodo stradale. 7. Per quanto riguarda la Padana Superiore, una volta declassata a strada comunale, si prevede una razionalizzazione con la realizzazione di un guard rail per evitare svolte a sinistra, percorsi ciclabili sulla controstrada e consistenti piantumazioni. 8. Sistemazione di Via Cavezzo previa intesa con il Comune di Gussago proprietario della strada. 9. Una sistematica e graduale rivisitazione della condizione delle nostre strade (asfalto, marciapiedi, abbattimento barriere architettoniche, ecc.) consentirà a tutti un loro miglior utilizzo. Percorsi ciclopedonali: una scelta prioritaria di sostenibilità. Si completerà il percorso ciclopedonale Nord/Sud (Ponte Baitello/Padana Superiore), proseguendo da via Roma, attraversando Piazza Dante e via Gallo, proseguendo nell’area interclusa scendendo verso le scuole (Media e Materna), attraversando via Coronino e sfociando sulla controstrada della Padana Superiore attraversando l’area Mainetti. Questo importante asse ciclopedonale sarà poi tagliato orizzontalmente da numerosi collegamenti est/ovest, in modo da creare una fitte rete di percorsi protetti e non coincidenti con le strade carrabili per permettere collegamenti rapidi e sicuri specialmente per i nostri scolari, disincentivando l’uso dell’automobile.

MONITORAGGIO AMBIENTALE Nell’Intesa Ambientale con i cittadini grande importanza sarà data al controllo democra-


tico della situazione ambientale, è cioè la possibilità da parte di tutti i castegnatesi di conoscere e verificare lo stato dell’ambiente in cui vivono. A questo proposito ci siamo fatti promotori assieme alla Fondazione Cogeme onlus ed altri 17 comuni della Franciacorta del progetto “Franciacorta Sostenibile”. Questo progetto prevede il monitoraggio di una serie di indicatori ambientali che i comuni hanno individuato e che tutti poi hanno recepito nelle relative VAS (Valutazione Ambientale Strategica) che integrano i PGT approvati. I dati di queste analisi e i vari campionamenti saranno resi pubblici e consultabili. Gli indicatori ambientali che vogliamo attivare riguardano lo stato dell’aria, dell’acqua, dell’inquinamento atmosferico, del rumore, del traffico. Ulteriori indicatori socioeconomici saranno raccolti e resi visibili a tutti e riguarderanno l’andamento demografico, la situazione occupazionale, la situazione sanitaria della popolazione, ed altro ancora. ect ect. Questi dati saranno elaborati e verificati dagli Enti preposti che collaborano al progetto, (ARPA e ASL), che garantiranno serietà ed attendibilità a quanto verrà reso pubblico. Tutto questo ci permetterà inoltre di intervenire rapidamente a fronte di dati negativi o difformi rispetto alla media della Franciacorta. E’ una bella sfida che abbiamo voluto e che accettiamo, anche perché dalla verifica dei dati nel tempo, tutti potranno verificare ciò che avviene e saremo stimolati al continuo miglioramento degli indicatori mettendo in campo correttivi per quelle situazioni che non evidenziano miglioramenti.

VERDE PUBBLICO Vogliamo realizzare una Intesa con i cittadini per la valorizzazione e la tutela del nostro patrimonio di verde pubblico che andrà notevolmente incrementato con piantumazioni, favorendo la nascita di gruppi di cittadini, pensionati, associazioni ed imprese disposti a collaborare, finalizzato al mantenimento, al decoro ed al senso civico nel nostro territorio. Il verde urbano è un diritto e un servizio pubblico, in quanto fondamentale risorsa per il riequilibrio ecologico dei territori. Castegnato ha ben 11 parchi sparsi lungo il proprio territorio, in uno di questi realizzeremo uno spazio attrezzato per “sgambamento” dei cani. Realizzeremo inoltre uno spazio attrezzato per uno Skate Park. Procederemo alla realizzazione di un percorso pedonale sicuro, lontano dal traffico veicolare, un percorso lungo i sentieri della nostra campagna, previa intesa con gli agricoltori.

DISCARICHE E CAVE Riconfermiamo la contrarietà ad ospitare sul nostro territorio nuove cave e nuove discariche. Ex-discarica Pianera. Abbiamo siglato, in accordo con il Ministero dell’Ambiente un accordo di programma per definire le modalità di bonifica. Dopo aver installato 6 nuovi piezometri al margine della discarica, continueremo il controllo e il monitoraggio delle falde. Continueremo e potenzieremo il monitoraggio e controllo, con ASL e Arpa su tutte le ex-discariche, in particolare quella di Bosco Sella (oggi parco naturalistico) i cui valori conosciuti non risultano sempre nella norma. 17

Marco FOSSER 33 anni - Coniugato con tre figli abita a Castegnato dal 2002 Tecnico informatico - Già operatore in una comunità di minori a Verona Allenatore Fip e Istruttore Minibasket

Ai cittadini di Castegnato chiediamo di valutare i risultati di 5 anni di buona amministrazione e di impegnarsi con noi per confermare

GIUSEPPE ORIZIO Sindaco di Castegnato

Roberta GOZIO 43 anni - Coniugata con due figli Componente il Gruppo di Ricerca storica Ha collaborato al Secondo volume della Storia di Castegnato: Il Novecento


Procederemo al recupero delle discariche e cave, ridando a questa consistente parte del nostro territorio una funzione pubblica. Dato che queste aree, come previsto dalle Leggi ed anche dal Piano di Governo del Territorio (PGT) appena approvato non possono essere utilizzate come terreno agricolo o allevamentiripopolamenti, potrebbero essere destinate per la realizzazione di impianti ad energia pulita e rinnovabile (parchi fotovoltaici e colture per biomasse), impianti per energia con biomasse, attività per il tempo libero, ecc.

SPORT E TEMPO LIBERO Per una comunità riteniamo essenziale la pratica dello sport e dell’attività fisica quale supporto ad una vita più salubre e ad una crescita più completa ed equilibrata dei nostri ragazzi. Sport ed attività fisica in alternativa alla ”vita da bar” o allo stare per ore inerti davanti alla tv. Castegnato ha sempre dimostrato partecipazione e grande interesse per le attività sportive e ricreative, migliorando di anno in anno la sua dotazione di strutture e di impianti. Questa sensibilità sarà da noi ulteriormente sviluppata alla luce di tre principi fondamentali: 1. la valenza educativa, preventiva e socializzante dello sport, soprattutto quando non vi è l’esasperazione agonistica, l’eccesso delle sponsorizzazioni e della spettacolarità. 2. L’efficacia della pratica sportiva per un sano sviluppo e mantenimento psicofisico e per una migliore cura delle persone, ed integrazione per i diversamente abili. 3. Valorizzazione del progetto Motus, ormai preso ad esempio da altri comuni, che coin-

volgendo tutti i nostri bambini e ragazzi fa capire loro che con l’impegno si migliora continuamente e che conta più la testa dei muscoli. Al fine di dare a tutti la possibilità di praticare attività sportiva il nostro impegno sarà finalizzato a: - Tenere adeguatamente in ordine e funzionali le strutture sportive, ammodernandole alla bisogna. - Incentivare le attività dilettantistiche, mediante aiuti e contributi alle associazioni sportive che si rivolgono in particolare modo alla fascia dell’età scolare e agli anziani. - Continuare nella valorizzazione del ruolo delle Contrade, quali organizzatrici di eventi e di attività socializzanti. Opere sportive Dopo il completamento dello stadio comunale con la realizzazione del nuovo campo da calcio in sintetico ad 11 e la realizzazione del nuovo bocciodromo, inserito appieno nelle proposte che il Centro sociale offre a tutte le fasce di età, ma in particolare alle persone anziane ed ai praticanti dello sport delle bocce, ci proponiamo la valorizzazione: Centro Tennis Dopo aver realizzato: • La nuova copertura dei campi • la stipula di una nuova convenzione (nuovo canone locazione, sconto del 33 percento sulle tariffe a tutti i castegnatesi, particolare attenzione ai bambini e ragazzi in età scolastica, con corsi organizzati con l’istituto Comprensivo; interventi di miglioria con la sostituzione delle superfici dei due campi coperti, adeguamento delle fonti di illuminazione, area giochi per bambini, spazi ed attrezzi per attività fisica… 18

• Continueremo nel valorizzare al meglio questa importante struttura in grado anche di continuare ad ospitare Franciacorta in Bianco. Nuovo centro natatorio Gussago/Castegnato Aprirà i battenti a luglio. Sono previsti sconti ai cittadini castegnatesi nell’ordine di almeno il 10 percento delle tariffe, e condizioni particolari per fasce di età (bambini e ragazzi – anziani) e permetterà la pratica del nuoto a tutti; offrirà inoltre la possibilità di terapie curative e di recupero motorio in acqua, tenute da personale specializzato.

LAVORI PUBBLICI Scuole e Polo d’interesse pubblico Nella zona ovest (polo scolastico, palestra/palazzetto dello sport) Abbiamo l’obiettivo di adeguare gradualmente gli edifici alle progressivamente nuove esigenze scolastiche ed agli aspetti ecologici ed energetici, intervenendo sulle strutture esistenti o sostituendo quelli non adattabili con edifici nuovi. Per questo, oltre agli interventi già realizzati o in corso d’opera, nell’ambito del nuovo PGT abbiamo creato le condizioni per poter acquisire, su iniziativa dell’Amministrazione e senza costi diretti, un’area destinata a servizi pubblici (scuola, palazzetto dello sport e degli eventi, spazi per spettacoli all’aperto, ecc.) di oltre 58.000 metri quadrati, collocata ad ovest del centro abitato, in fondo a via Serao. Le dimensioni, la collocazione ed i collegamenti viabilistici e ciclo-pedonali di quest’area la rendono idonea alla realizzazione in via prioritaria di un polo scolastico inserito in un’ampia area verde, in parte attrezzata. Riteniamo che l’attenta progettazione e la realizzazione, a mo-


duli adeguatamente distribuiti nel tempo senza urgenza, di un nuovo polo scolastico in quest’area, siano la risposta appropriata alle necessità di Castegnato. Poiché l’attuale edificio della Scuola Primaria di primo grado risulta il meno adattabile, sia in termini energetici sia in termini di qualità e funzionalità degli spazi, un primo modulo del nuovo polo potrà riguardare le “Elementari” eventualmente seguito, più in là nel tempo e secondo la disponibilità delle risorse economiche, da altri moduli. Pensiamo, invece, che sia opportuno mantenere più baricentriche al nucleo abitativo le scuole d’infanzia, migliorandone i collegamenti ciclopedonali ed adeguando l’offerta di micronido alle necessità della popolazione. Cimitero E’ già programmata la sistemazione esterna del fronte sud del cimitero, con realizzazione di interventi atti a prevenire gli effetti dell’umidità del terreno ed il rifacimento dell’intonaco di tutta la facciata sud dell’edificio cimiteriale. Inoltre tutta l’area verde a sud del cimitero sarà sistemata con piantumazione ed arredamento adeguati a farne un “punto di sosta, di quiete e di memoria” accessibile a tutti i frequentatori. Riguardo alla capienza, il nostro cimitero è in grado di rispondere alle esigenze prevedibili per i prossimi 15 anni senza ricorrere a prematuri ampliamenti per i quali abbiamo comunque già previsto l’acquisizione ad est, di circa 8000 metri quadrati nell’ambito delle previsioni del PGT. Si tratta di realizzare, a stralci circa biennali e secondo la naturale scadenza delle assegna-

zioni, gli interventi programmabili di estumulazione e sistemazione dei loculi esistenti. La periodicità circa biennale permetterà di effettuare interventi di dimensioni adeguate a realizzare una maggior stabilità degli interventi di ristrutturazione. Viabilità per la località “Case” e nuovo Parco naturalistico/sportivo Il Piano di Governo del Territorio, approvato il 9 gennaio 2009, prevede la realizzazione, su iniziativa pubblica ed in accordo con il privato, di un nuovo tracciato di collegamento tra il centro abitato e la località “Case”: Sarà realizzata una nuova rotonda all’incrocio tra via Europa e via Paradello ed una strada in orizzontale da tale rotonda fino alle “Case”, completa di percorso ciclo-pedonale in assoluta sicurezza. A sud della nuova strada, tra questa e gli impianti sportivi di via Lunga, si renderà disponibile un’area di complessivi 26.000 mq. circa, metà dei quali acquisibili dall’Amministrazione comunale senza costi diretti. E’ nostra intenzione destinare quest’area alle esigenze di chi voglia praticare attività motorie e sportive all’aperto: atletica e sport cosiddetti minori. I suggerimenti dei gruppi sportivi ed il confronto con tutta la popolazione ci permetteranno di realizzare al meglio il mix di attrezzature sportive spazi per l’atletica (pista, pedane per salti e lanci, percorso vita…)., di aree verdi “di ossigenazione” e di aree di ritrovo. Sempre in questo spazio potranno trovare allocazione campi per pallavolo e basket all’aperto ed una struttura per servizi. L’area potrà essere utilizzata anche per le feste popolari. 19

Eugenia Giulia GRECHI 26 anni - Laurea in Scienze filosofiche e Master in Mediazione culturale Componente Consulta Politiche giovanili Dipingi la Pace – Esperienza professionale a Rebibbia con detenuti di alta sicurezza

VOTA e fai votare

Laura MACCHETTA

44 anni - Coniugata con due figlie Componente Comitato Genitori Consiglio di Istituto e Commissione biblioteca


Elezioni amministrative 6/7 giugno 2009

CIVICA CASTEGNATO

CANDIDATO SINDACO GIUSEPPE ORIZIO CANDIDATI CONSIGLIERI

Brescia 10 Marzo 1950

vota

ZANOTTI ANNALISA Brescia 17 ottobre 1977 ALESSANDRIA MASSIMO Cesena 1 settembre 1975

VIMERCATI LORENZO Paitone 20 novembre 1948

BARONI FABIO Brescia 19 dicembre 1981

CORONGIU EDOARDO Giba 12 maggio 1951

COMINASSI GIANLUCA Brescia 5 gennaio 1976

MARINONI TARCISIO Corzano 7 luglio 1957

FORLINI ORNELLA Castegnato 17 aprile 1944

MAZZETTI RENATO Castegnato 23 settembre 1953 ORIZIO ADRIANO Brescia 30 maggio 1969 PUTELLI GIUSEPPE Castegnato 21 agosto 1958 TURELLI PATRIZIA Castegnato 15 maggio 1958

FOSSER MARCO Verona 12 aprile 1976

Costruiamo insieme il futuro di Castegnato www.civicacastegnato.it 20

Committente Responsabile Giovanni Frassi - Stampa Tipolitografia LUMINI - Travagliato (BS)

GOZIO ROBERTA Brescia 13 maggio 1966 GRECHI EUGENIA GIULIA Brescia 31 marzo 1983 MACCHETTA LAURA Brescia 24 maggio 1964

Programma elettorale  

Civica Castegnato, programma elettorale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you