Page 1


2


i race Un anno da ricordare. Così mentre i campioni velocità 2015 sfilano in passerella per le premiazioni, le immagini ci riportano alla memoria i momenti più belli vissuti in questa stagione scandita da dieci appuntamenti, oltre ai test ufficiali e alle giornate di prove libere. E allora via ai ricordi con la lotta leale tra Marco Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio al Mugello. La posta in gioco era alta, ma i due contendenti al titolo hanno dimostrato grande sportività e tanta passione per il nostro sport. Dall'abbraccio di questi due campioni, al sorriso dei ragazzini con il trionfo di Celestino Vietti Ramus, che proprio al Mugello ha coronato con una doppietta una stagione stupenda, alla vittoria, all'esordio nel CIV, di Leonardo Taccini. Michel Fabrizio lo aveva detto a Misano in occasione del prima gara di campionato. Ma il paddock si era dimostrato un po' scettico. E' bastata la doppietta nella gara di casa a Vallelunga per destare l'attenzione e "adottare" questo monello. Altra classe, nuovo campione. Passando al mondo dei grandi, sono quattro le case che fanno da padrone nelle restanti categorie del CIV con i favoriti Massimo Roccoli su MV Agusta nella SS e Michele Pirro e la sua Ducati in Superbike che non hanno deluso le aspettative. Con lo schieramento diviso tra Aprilia e Kasawaki il titolo della Sport si è deciso all'ultima gara con i bravissimi Drago e Di Rago vincitori rispettivamente della 2 e 4t. Tutti i round sono stati combattuti e ci hanno regalato grandi emozioni. Ma la grande famiglia del CIV va ben oltre i piloti. Il campione che vince è solo contro il cronometro e la pista. Sembra solo. Dietro invece ha un piccolo mondo di persone, sentimenti, emozioni e fatiche che viaggiano con lui. Così ci è piaciuto ricordare tutte le persone che rendono il paddock del CIV un luogo così speciale con una galleria di foto che immortala alcuni dei suoi protagonisti. Con la cerimonia delle premiazioni si conclude una stagione di corse e si pensa già alla prossima. Il 2016 è vicino, la programmazione è già iniziata, ma prima di aprire un nuovo capitolo è doveroso ringraziare tutti i partner che hanno reso possibile, con il loro prezioso supporto, un'altra emozionante stagione di corse. E allora tutti in pista al Mugellino per una sfida sui kart. Tra risate e sorpassi da piloti professionisti, quando ci si infila il casco, si inizia a fare sul serio e la serata dedicata alla Paddock Cup è una festa dello sport che cementa vecchie e nuove partnership. Il modo migliore per dirsi Arrivederci.

‘15 numero sei

vai al video

classifiche

vai al sito

vai al programma aggiornato

3


Indice

INDEX

p.06 p.12

Mugello: l'ultima battaglia Foto di gruppo: Campioni 25015

p.14 Leonardo Taccini p.15 Celestino Vietti Ramus p.16 Marco Bezzecchi p.17 Michele Pirro

Testi

Simone Schiavetti Ufficio stampa FMI Maria Guidotti Alessio Piana

4

p18 p.19 p.20 p.22

Massimo Roccoli

p.26 p.30

MBE: Al CIV da sempre

Nicola Di Rago Federico Drago Paddock Cup: Sportellate tra i piloti del CIV

E&E: In cerca dei protagonisti di domani

p.40 p.44

Questo è il mondo del #CIV

p.50

Mugellino: Coppa FMI Junior

Civ Junior e velocità in Salita: Premiazioni

Rewin: Sicurezza ed estetica

Video

Serena Crociani Giancarlo Crociani

Foto

p.34

Antonio Inglese Fabrizio Porrozzi Photo Sport Event

Progetto Grafico Avenidas Rimini

Pubblicità

Massimiliano Tuzzi pubblicità@federmoto.it cell. +39.331.69.51.092


L’abbraccio tra Bezzecchi e Di Giannantonio. Il trionfo di Pirro e Roccoli. Il titolo dell’esordiente Leonardo Tacccini. E poi ancora le immagini delle premiazioni finali, dove in aggiunta a tutti e 7 i campioni del CIV 2015 c’erano anche i Team, le Case di pneumatici e quelle motociclistiche, oltre ai campioni del CIV Junior e della Velocità in salita. Insomma una vera festa finale per

la velocità italiana. Sono tante le immagini da ricordare dell’ultimo round del CIV al Mugello. Su tutte però partiamo da quelle in Moto3, che ci hanno tenuto con il fiato sospeso fino all’ultimo metro. Di Giannantonio si presentava al Mugello in vantaggio su Bezzecchi. Sempre a punti l’uno, sempre vincente l’altro, almeno quando restava in piedi. Al sabato però l’intoppo che non ti aspetti. Guasto tecnico per Di Giannantonio e primo ritiro della stagione. Vince Bezzecchi. I due arrivano all’ultima gara separati da 2 lunghezze. A quel punto inizia lo spettacolo. L’ultima gara della Moto3 del CIV 2015 è stata una lunga battaglia tra i due. Intensa, difficile, corretta. Il pilota MTR Racing, consapevole di avere meno motore rispetto alla Mahindra di Bezzecchi prova

6


MUGELLO

l'ultima

BATTAGLIA

7


a mettere pressione al rivale in ogni modo, guidando sempre al limite senza mai superarlo. Dall’altra parte però c’è un Bezzecchi altrettanto a posto, carico, che non perde mai la calma e risponde colpo su colpo. In gara non si contato i sorpassi tra i due e l’arrivo è in volata. Vince Bezzecchi e diventa il nuovo Campione Moto3, ma Fabio Di Giananntonio strappa gli stessi applausi del Campione. Bravi tutti e due, anche per la correttezza della lotta. Trionfa il pilota che ha vinto di più. Di Giannantonio è stato più costante, con un solo zero dovuto ad un guasto alla moto. Che ha pagato caro. Il distacco finale tra i due fotografa bene i valori in campo, 175 a 172 per Bezzecchi. Il terzo posto in campionato è andato ad Anthony Groppi, grazie anche alla 5° posizione di domenica, gara nella quale ha fatto la sua prima apparizione in Moto3 Nicholas Spinelli. Il pilota RMU ha chiuso 3°. Non male per un debuttante. La SBK ha incoronato Michele Pirro. Facile da prevedere ad inizio anno, più complicato dopo la sfortuna di Imola, il pilota Ducati Barni Racing ha chiuso i giochi al Mugello già al sabato con il passaggio di consegne tra lui, secondo in gara e matematicamente campione, e il compagno di squadra Ivan Goi, vincitore in pista per la prima volta in stagione. Un Pirro che ha conquistato il 4° titolo italiano. Peccato per Roberto Tamburini, che non è riuscito a partire in gara1 per un guasto meccanico. Uno zero che ha favorito il

8


nuovo campione, che ha chiuso vincendo anche l’ultima gara davanti proprio a Tamburini con Goi 3°. Un trionfo per il Barni Racing e vittoria anche per le Michelin come costruttore di gomme. Il podio finale del Campionato è lo stesso dell’ultima gara: Pirro, Tamburini, Goi. La SS si è confermata come il regno di Massimo Roccoli. Il pilota MV Agusta ha trionfato già al sabato, dove grazie al 4° posto in gara ha potuto festeggiare il titolo di Campione 2015 con un round d’anticipo, anche per lui si tratta del 4° titolo italiano. Per chiudere come si deve poi, si è concesso anche la vittoria nella gara finale. Niente da fare per i rivali, a cominciare da Stefano Cruciani, secondo in tutte e due le gare e anche in campionato, per finire con Marco Bussolotti, terzo nella classifica finale. Nella Premoto3, con Vietti Ramus già campione nella 250, l’attenzione era tutta per la 125, ma è bastata la gara di sabato per consegnarci il campione 2015. Nonostante non fosse al meglio per un influenza, sotto l’acqua del 9 round Leonardo Taccini ha chiuso al 4° posto in pista, con un Michel Fabrizio che dai box pregava solo perché arrivasse al traguardo, per ottenere quei punti che bastavano per farlo diventare campione. Leonardo non ha sbagliato, e ha

9


potuto così festeggiare il titolo già al sabato. Campione all’esordio nel CIV. Nel podio finale del campionato secondo posto per Triglia e terzo per Bernardi. In 250 Vietti Ramus ha continuato a fare l’unica cosa che gli riesce: vincere. Nonostante il titolo già ottenuto a Imola, il pilota RMU Racing ha fatto doppietta anche al Mugello, portando così a 9 le vittorie nella stagione. In campionato il secondo posto è andato a Stefano Nepa con Zannoni terzo. Nella SP 125 il titolo è andato a Federico Drago, con Daniele Scagnetti, campione 2014, che non è riuscito nella rimonta. Terzo posto per Montella. La 250 invece ha incoronato Nicola Di Rago davanti a Iovino e Ritucci. Il weekend si è concluso con le premiazioni finali di tutti i campioni della velocità, compresi quelli del CIVS e del CIV Junior, ad archiviare una stagione intensa e combattuta fino alla fine.

G

10


11


MUGELLO

CAMPIONI 2015

12


13


Leonardo

TACCINI 125_2T Luogo e data di nascita: Roma, 18-9-2002 Team: VL Team Numero di gara: 24 Gomme: Dunlop Esordire al CIV tra le fila del VL Team, ovvero la squadra di Michel Fabrizio. Forse un po’ di pressione iniziale c’è stata per il piccolo Leonardo. In tanti erano curiosi di vedere all’opera il Team di Michel e il suo pilota, e

infatti le prime due gare a Misano non sono state un granché, condizionate anche da problemi tecnici. Poi il cambio di passo. Leonardo torna a respirare aria di casa e fa doppietta a Vallelunga. I restanti round al Mugello e ad Imola dimostrano che l’exploit di Vallelunga non è stato un caso, Taccini vince due gare e quando non trionfa è sempre a podio. Si torna al Mugello per le gare finali. Leonardo è influenzato, ma ottiene comunque i due quarti posti che gli valgono il titolo di Campione Premoto3 125 2T. Un esordio come meglio non si poteva nel CIV.

PREMOTO 3

14


PREMOTO 3

Celestino

VIETTI RAMUS 250_4T Luogo e data di nascita: Ciriè, 13-10-2001 Moto e Team: RMU Racing Numero di gara: 13 Gomme: Dunlop Vincere 9 gare su 10 e farlo nell’anno d’esordio nella categoria. Oltretutto trionfando in maniera netta, senza lasciare spazio agli avversari. Risultati che ti incoronano come nuovo Campione Italiano Premoto3 250 4t. Un’impresa non da poco quella riuscita in questo 2015 a Cele-

stino Vietti Ramus. Facile parlare di dominio per il pilota RMU Racing, per il quale l’ultimo round del Mugello del 10-11 ottobre è stato una passerella (il titolo era già stato conquistato a Imola) impreziosita dall’ennesima doppietta. Quello che però era meno facile da prevedere riguarda il fatto che Vietti Ramus potesse essere competitivo non solo in Italia. Il dominatore italiano della 250 4t ha corso a settembre una gara di campionato spagnolo a Valencia. Risultato? Buona la prima. Il nostro Vietti Ramus ha trionfato anche in terra iberica. Ora la curiosità più forte è, cosa farà l’anno prossimo? Gli avversari attendono.


Marco

BEZZECCHI Luogo e data di nascita: Rimini, 12-11-1998 Moto e Team: Mahindra Peugeot, Minimoto Porto Maggiore Numero di gara: 12 Gomme: Dunlop Una lotta che ci ha tenuto con il fiato sospeso fino alla fine, fino all’ultimo round. Marco Bezzecchi vs Fabio Di Giannantonio, questo è stato il duello nella Moto3 del CIV 2015, una battaglia che si è risolta solo al termine dell’ultima gara e che ha

premiato il pilota più vincente. Più vincente ma meno costante. Bezzecchi infatti ha vinto tanto quest’anno, ben 7 gare su 10, ma nelle restanti 3 non aveva visto la bandiera a scacchi. Tre “zeri” che pesavano contro la costanza di Di Giannantonio, sempre a punti tranne il round del sabato al Mugello. Nella battaglia decisiva però Marco ha mantenuto la calma, rispondendo colpo su colpo agli attacchi del rivale e portandosi a casa meritatamente vittoria e titolo di Campione 2015.

MOTO 3

16


SBK

Michele

PIRRO Luogo e data di nascita: San Giovanni Rotondo, 5 luglio 1986 Moto e Team: Ducati Panigale, Barni Racing Team Numero di gara: 51 Gomme: Michelin Il Campione nella classe SBK del CIV è lui: Michele Pirro. Facile da prevedere a inizio anno, non così scontato dopo la prima gara. Il 2015 di Pirro all’italiano non comincia nel migliore dei modi, nel primo round di Misano infatti la sua Ducati Barni Racing lo costringe al ritiro per un guasto meccanico. Poco male, da li in poi il pugliese è

stato infallibile. O quasi. Il numero 51 ha iniziato una cavalcato trionfale, che lo ha visto vincere in gara 2 a Misano e poi fare doppietta a Vallelunga e al Mugello, imponendo sempre il proprio ritmo, insostenibile per tutti gli avversari. Sembrava il preludio ad un titolo ormai in cassaforte, ma ci ha pensato Imola a mantenere aperto il campionato. Il doppio round di fine luglio è stato complicato per Pirro, che ha collezionato due zeri in seguito a due cadute. Archiviata la sfortuna e tornati al Mugello il pugliese ha conquistato il titolo già sabato 10 ottobre con il 2° posto in gara, per poi chiudere in bellezza con il trionfo dell’ultimo round.

17


Massimo

ROCCOLI Luogo e data di nascita: Rimini, 27-11-1984 Moto e Team: MV Agusta, Laguna Moto Racing Numero di gara: 55 Gomme: Pirelli Una MV Agusta al comando, quella di Massimo Roccoli. È lui il Campione 2015 del CIV Classe Supersport. È lui l’uomo che trionfa nella classe più numerosa del Campionato Italiano, davanti ad avversari quali Cruciani, Bussolotti e Mercandelli. Dopo la vittoria di inizio stagione a Misano e il

secondo posto di Vallelunga, la stagione 2015 ha fatto tappa al Mugello. Sulla pista toscana non c’è stata storia, Roccoli ha portato a casa una doppietta stracciando gli avversari, alcuni dei quali (vedi Cruciani) hanno pagato in quell’occasione anche un po’ di sfortuna. Dopo il podio di Imola, è stata di nuovo la volta del Mugello per il gran finale. A Roccoli è bastato il 4° posto del sabato per laurearsi campione e conquistare il suo 4° titolo italiano, festeggiato poi nel migliore dei modi con la vittoria di domenica.

SS

18


SPORT

Nicola

DI RAGO 4T Luogo e data di nascita: Ariano Irpino, 03/07/1997 Moto: Kawasaki Numero di gara: 65 Gomme: Pirelli Essere sempre a podio. Questo il segreto di Nicola Di Rago, nuovo Campione della classe Sport 4T. Un

pilota che, su 5 gare, ha ottenuto anche 2 vittorie in sella alla sua Kawasaki. Il titolo è stato in palio fino all’ultima battaglia del Mugello, dove Nicola è riuscito a mettere le ruote davanti al proprio avversario Mario Iovino, solo 3° al traguardo, con Di Rago che, grazie al secondo gradino del podio dietro a Ritucci, conquistava i punti necessari a poter chiudere da Campione la stagione 2015.

19


Federico

DRAGO 2T Luogo e data di nascita: Imperia, 15-07-1976 Moto: Aprilia Numero di gara: 26 Gomme: Pirelli Due vittorie e due secondi posti. Questo lo score di Federico Drago al CIV 2015 nel Campionato Italiano Sport 2T prima dell’ultima gara al Mugello. Risultati invidiabili raggiunti in sella alla sua Aprilia che

per sua stessa ammissione: “mi piace sistemare da solo”. Un biglietto da visita considerevole per Federico, che però non era riuscito ad allontanare definitivamente dalla lotta al titolo il Campione 2014 Daniele Scagnetti. Tutto si è deciso all’ultimo round, su quel Mugello dove nessuno dei due aveva ancora vinto e dove a tagliare il traguardo per primo è stato Luigi Montella, con Scagnetti secondo e il terzo posto per Drago, risultato che ha permesso al pilota di festeggiare la conquista del titolo di campione 2015 nella SP 125 2T.

SPORT

20


21


22


PADDOCK CUP

SPORTELLATE tra i partner del CIV Al Mugello si faceva sul serio. Il 10 e 11 ottobre scorsi si assegnavano i titoli di campione 2015. I piloti dell’italiano però non erano gli unici a giocarsi la vittoria. Al Mugellino infatti è toccato a tutti i partner del CIV darsi battaglia nella Paddock Cup. Pronti, via! Nella serata del venerdì, con tanto di bandiera CIV per far partire la gara, i rappresentanti delle varie aziende sono

23


24


saliti a bordo dei kart e si sono sfidati a colpi di gas. Il tutto per salutare nella maniera migliore la stagione 2015. E per chi vive nei circuiti c’è solo un modo per festeggiare: in stile racing. A trionfare è stato Patrizio Dini di Pirelli dopo una duello con Giacomo Bombarda di Ber Racing Europe Arai, con Zanchini (dell’azienda Vittadello Intercantieri) terzo in una gara che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Laura Benincasa di ELF. Presente all’evento anche Fabio Manfredonia di San Carlo. Dopo l’adrenalina della pista spazio alle foto e alla cena tutti insieme in Hospitality, dove i 3 andati a podio sono stati premiati con alcune targhe celebrative. Per rivivere la gara vi lasciamo al video e al siparietto finale tra Francesco Agnoletto di Moto Bike Expo e Daniele Cesaretti del National Trophy. Si saranno toccati in pista?

G

25


26


MOTOR BIKE EXPO

al CIV da sempre “Di fatto siamo presenti al CIV da sempre, da quando è nato, perché è un momento in cui gli sportivi italiani si sentono gratificati. Il CIV è un campionato importante, propedeutico a quello che può essere un mondiale”. A parlare non è chi gestisce il torneo ma Francesco Agnoletto, organizzatore del Motor Bike Expo, uno dei partner storici del CIV. “Il CIV è un passaggio importante – ha proseguito Francesco - ci sono dei Trofei minori dove magari inizi il tuo percorso, poi l’approdo all’italiano può essere un trampolino d lancio per qualcosa di più grande. Il Campionato quest’anno è stato interessante perché fino all’ultima gara non sapevi come poteva

27


andare a finire”. Parlando con lui però, la domanda sullo stato di salute del Motor Bike Expo è d’obbligo: “Il Motor Bike Expo è un momento di incontro tra motociclisti più che una fiera, quasi fosse un raduno al quale partecipano tutti gli

appassionati, dall’amante del turismo a quello del custom fino allo sportivo. In questo contesto non poteva mancare il CIV” Senza svelarvi altro vi lasciamo al video e all’appuntamento con la fiera di Verona dal 22 al 24 gennaio 2016.

G

28


29


30


REWIN

SICUREZZA ed estetica La tuta è uno degli elementi più importanti per la sicurezza dei piloti, ma anche uno di quelli che meglio identifica chi corre in pista. Per un’azienda che si occupa di questo prodotto la sicurezza è sempre al primo posto, però non bisogna trascurare il lato estetico per soddisfare in pieno anche il gusto di chi lo indosserà. “Le richieste più particolari sono

31


sicuramente quelle grafiche, a volte i ragazzi sono piuttosto esigenti, ma noi ci mettiamo tanto impegno per gratificare i nostri ragazziâ€?. Parole di Marco Spada, Responsabile Sevizio Assistenza Rewin, azienda presente al CIV da piĂš di dieci anni che prosegue raccontando come: “noi facciamo del nostro meglio per mettere in sicurezza i piloti e farli felici. Le tute sono realizzate su misura e in base alle esigenze dei ragazziâ€?. E i piloti targati Rewin non sono pochi, ma per le loro impressioni vi lasciamo al video.

G

32


33


E&E ORGANIZATION

In cerca dei

PROTAGONISTI DI DOMANI 34


35


I Campioni 2015 li conoscevamo già dalla gara di Imola. Ma alcuni di loro recentemente si sono messi in mostra anche su palcoscenici europei. Parliamo dei protagonisti dei Trofei gestiti da E&E Organization, il Trofeo NSF 250 R e il CBR600 RR Cup: “competizioni dove abbiamo incoronato i campioni ad Imola – come ci ha ricordato Enrico Fugardi, Responsabile dei due eventi – parliamo di Matteo Ghidini nell’NSF e Axel Bassani per la CBR600, proprio quel Bassani che nella gara di Magny Cours dell’Europeo STK600 è arrivato 2°” E non è la prima volta che da questi Trofei abbinati al CIV escono fuori piloti di tutto rispetto. “Bastianini è cresciuto con il programma HIRP così come Tucci e Faccani”, conferma Fugardi. Ovvio chiedere quindi ad Enrico, al quale non mancano occhio ed esperienza, quali sono gli altri piloti da seguire nelle competizioni gestite dal suo team: “Tra quelli che hanno corso quest’anno segnalerei Zanotti e Pasqualotto nella NSF, mentre nella CBR i più cresciuti sono Malone e Scalbi”. Nomi da segnare sul taccuino, tra qualche anno potremmo vederli in competizioni internazionali.

G

36


37


VINI TONON

Bollicine da

VINCENTI Il podio. Il luogo che ogni pilota sogna di raggiungere. Il posto dove si festeggia il trionfo. È li che, dopo l’adrenalina della gara, saltano i tappi delle bottiglie e i migliori tre esultano. E in questo 2015, i vincitori delle gare del CIV hanno festeggiato i propri successi con il Prosecco DOC Vecja Vigna dei Vini Tonon, Fornitore Ufficiale dello spumante per le

premiazioni del campionato di quest’anno. L’azienda è stata fondata da Pietro Tonon nel 1936 e da ben tre generazioni la famiglia Tonon fa tesoro dei suoi insegnamenti, puntando ad essere sinonimo di eccellenza grazie alla ricerca costante, la particolare cura del vigneto, la selezione vendemmiale e la lavorazione attenta. Elementi che guidano il vino fino alla degustazione. Oggi grazie a Loris Tonon, la passione per la tradizione è affiancata e supportata da innovazioni tecnologiche nel pieno rispetto del vino, senza trascurare l’affinamento e la maturazione in botti di rovere di alcuni prodotti importanti. Vini Tonon aderisce inoltre al consorzio per la tutela del Conegliano Valdobbiadene D.O.C.G. fin dalla sua fondazione.

38


FESTEGGIA CON TONON, LO SPUMANTE DEI CAMPIONI. Spumante Conegliano - Valdobbiadene D.O.C.G.

Bevi responsabilmente

39


Piloti, meccanici, ingegneri, tecnici federali, cuochi, babbi e mamme, cronometristi, ombrelline...

40


41


42


QUESTO È IL MONDO DEL #CIV

43


Dopo le battaglie in gara è stata la volta delle premiazioni. Il Mugello ha ospitato la festa per i campioni 2015, alla quale non sono mancati anche i piccoli protagonisti del CIV Junior, a cominciare dai vincitori delle varie categorie, primi fra tutti Gabriele Mastroluca e Luca Lunetta nelle minimoto, che hanno conquistato il titolo rispettivamente nella classe Junior e Cadetti. A trionfare nelle MiniGP invece sono stati Manuel Margarito (PreminiGP50) e Elia Bartolini (MiniGP50).

CIV JUNIOR

Oltre a loro però, al Mugello c’erano anche tanti altri piccoli piloti, tutti i vari sfidanti dei campioni; tutti i protagonisti 2015 che, conquistando il 2° o 3° posto in campionato, hanno regalato gare combattute fino alla fine.

G

44


45


46


CIVS Campioni Italiani VELOCITA’ IN SALITA Moto3

3° Adami Luciano 2° Lombardi Marco 1° Andrea Neri

Classe 125 Open

3° Gubbini Giacomo 2° Ginesini Marco 1° Queirolo Marco

Classe 250 Open

3° Mutti Pierluigi 2° Testoni Guido 1° Olcese Cristian

Classe 600 Stk

3° Frisanco Stefano 2° Sullo Carmine 1° Nari Stefano

Classe Naked

3° Giovannoni Marco 2° Marchelli Riccardo 1° Manici Stefano

Classe 600 Open

3° Storniolo Yuri 2° Lannutti Fabrizio 1° Curinga Francesco

Classe 1000 Open/Sbk

3° Giovannoni Marco 2° Lombardi Daniel 1° Bonetti Stefano

Classe Supermoto

3° Volpe Fabio 2° Moseriti Alberto 1° Niccolo’ Bentivoglio

Classe Sidecar

3° Manfredi Fabio/Padoan Matteo 2° Zecchi Mauro/Zecchi Maurizio 1° Barbi Gianluca/Doratori Francesco

VELOCITA’ EPOCA IN SALITA Gruppo 4 3° Facchinelli Alberto 2° Baldessarri Alessandro 1° Airola Nicolao Gr.5 - Epoca 175

3° Ascari Alessio 2° Finelli Gianni 1° Dolfi Mauro

Gr.5 - Epoca 250

3° Burlando Giovanni 2° Loncao Aleksander 1° Lombardi Giovanni

Gr.5 - Epoca 500 4T

3° Zoffrea Armando 2° Convalle Eugenio 1° Ricci Umberto

Gr.5 - Epoca 500 2T

3° Avo Tommaso 2° Loffreda Aurelio 1° Loncao Aleksander

Gr.5 - Classiche Gp 2T

3° - 2° Mezzone Alessio 1° Parravano Daniele

Gr.5 - Vintage 83

3° Bosi Federico 2° Ascari Alessio 1° Leoncini Carlo

47


48


49


MUGELLINO

COPPA FMI Junior Nella giornata di domenica il Mugellino ha ospitato anche la finalissima della Coppa FMI Minimoto, appuntamento conclusivo della Coppa FMI Junior, il trofeo riservato ai giovanissimi delle Minimoto a valenza territoriale (“Centro-Sud” e “Centro-Nord”), e anche li non è mancata la bagarre.

50


51


52


53


54

iRace_6_2015  

e-magazine del Campionato Italiano Velocità

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you