Page 1

17 0 2 V I ELF C OGRAM PR RACE ND 11-12 ROU

Informazione a cura di Sport Network

vallelunga

atto finale Gli ultimi due round 3570 dell’ELF CIV 2017 promettono un pieno di emozioni. Che sfide in Moto3 e SuperSport 600 I protagonisti

il circuito

EVENTI

Parlano i leader delle classifiche e i loro diretti inseguitori: ecco le loro aspettative

La nuova veste del tracciato romano, sottoposto a un restyling radicale davvero unico

I 50 anni di ELF, gli appuntamenti nei paddock, in pista e le dirette tv: tutto ciò che c’è da sapere

III-IX

XIII

XV


II

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017 classifiche

SUPERBIKE

1 Michele PIRRO245 2 Lorenzo ZANETTI147 3 Matteo BAIOCCO102 4 Alessandro ANDREOZZI94 5 Roberto TAMBURINI91 6 Matteo FERRARI90

SUPERSPORT 600

1 Ilario DIONISI166 2 Davide STIRPE148 3 Marco BUSSOLOTTI147 4 Nicola MORRENTINO145 5 Lorenzo GABELLINI138 6 Stefano VALTULINI88

MOTO 3

1 Nicholas SPINELLI149 2 Kevin ZANNONI133 3 Anthony GROPPI104 4 Edoardo SINTONI90 5 Nicola F. CARRARO84 6 Raffaele FUSCO82

PREMOTO 3 2t

1 Matteo BERTELLE194 2 Nikolas MARFURT147 3 Matteo BONCINELLI142 4 Matteo PATACCA137 5 Mirko GENNAI117 6 Alex SCORPANITI104

PREMOTO 3 4t

1 Thomas Brianti167 2 Pasquale Alfano157 3 Elia BARTOLINI143 4 Marco GAGGI124 5 Alberto SURRA123 6 Lorenzo BARTALESI102

SUPERSPORT 300

1 Luca BERNARDI185 2 Kevin ARDUINI118 3 Marco CARUSI101 4 Nicodemo MATTURRO100 5 Matteo CECCARELLI98 6 Francesco PASTORE93

YAMAHA R1 CUP

1 Fabio MASSEI105 2 Simone SANNA100 3 Norino BRIGNOLA89 4 Michael MAZZINA81 5 Agostino SANTORO76 6 Fabrizio PEROTTI66

NATIONAL TROPHY 600

NATIONAL TROPHY 1000

1 Michele MAGNONI136

1 Remo CASTELLARIN117

2 Stefano CASALOTTI89

2 Luca SALVADORI108

3 Stevis BRESSAN75

3 Alessio VELINI70

4 Luigi BRIGNOLI60

4 Alex bernardi61

SEGUIRE IL CIV

diretta tv su sky sport motogp hd Le gare saranno visibili in diretta (sab 7 dalle 13.30 e dom 8 dalle 15.20) su Sky Sport MotoGP HD (canale 208), con il round di domenica della Moto3 che andrà in differita a fine giornata (ore 18.00). Le gare saranno come sempre visibili in live streaming su Sportube.tv. L’ora della verità: a Vallelunga si corrono gli ultimi due round della stagione 2017

Ultimi due round del campionato nazionale sul circuito capitolino, fresco di restyling: ecco le sfide più attese

gran finale

a vallelunga per l’elf civ 2017 In Moto3 è testa a testa tra Spinelli e Zannoni, battaglia in SS600: tutti dietro a Dionisi racchiusi in 28 punti

I

l gran finale è arrivato. L’ELF CIV arriva a Vallelunga per i round 11 e 12 di Campionato, le ultime due sfide di questo 2017 intitolate alla Cooperativa Radio Taxi 3570. Battaglie decisive che andranno in scena su un Autodromo di Vallelunga reduce da un lavoro di restyling di alcuni dei suoi spazi e di riasfaltatura di parte della pista. Il tutto in weekend denso di eventi, legati ai festeggiamenti e di grandi eventi.

IN PISTA. Sarà tempo di verdetti, a cominciare dalla Moto3, dove proseguirà il testa a testa tra Spinelli e Zannoni. Il pilota Pro Racing Team KTM si presenta a Vallelunga da leader, con 16 punti di vantaggio sul rivale, forte del 2° posto del Mugello e di un feeling con la pista romana, dove vinse già lo scorso anno. L’incognita per Zannoni (MF 84 Pluston Althea KTM) riguarderà le condizioni dell’infortunio al polso rimediato al Mugello, che non gli ha impedito di correre comunque il 10° Round andando a punti, piazzamento che gli permetterà di lottare per il titolo. Proverà ad inserirsi nella battaglia anche Anthony Groppi (Gresini Racing Junior Team Honda) distante però 45 punti dalla vetta. Dietro di loro la lotta per le posi-

GIA’ DECISO. Con il tito-

Michele Pirro ha festeggiato il titolo al Mugello

zioni che contano è apertissima, con Sintoni (3570 MTA Mahindra), Carraro e Fusco (Team Minimoto Mahindra) in prima linea. GIOCHI APERTI. Battaglia

infuocata nella SS600, con i protagonisti della stagione pronti a giocarsi tutte le loro carte. In testa c’è ancora Ilario Dionisi (Ellan Vannin MV Agusta) ma le distanze sono cortissime, con 5 piloti racchiusi in 28 punti. Il primo degli inseguitori è quel Davide Stirpe (Extreme Racing Service MV Agusta) reduce dalla vittoria del Mugello, seguito a strettissimo giro Marco Bussolotti (Gas Racing Team Yamaha), Nicola Morrentino (Renzi Corse Kawasaki) e Lorenzo Gabellini, tutti e 3 autori di un podio sulla pista toscana. Nella Premoto3 125 2T sarà il momento della verità per Matteo Bertelle. Il giovane pilota

Team Minimoto Honda ha 47 punti di vantaggio su Nikolas Marfurt (Honda) e proverà a chiudere i giochi già al sabato di Vallelunga. Occhi puntati poi su Matteo Boncinelli (RMU), che dopo l’exploit del Mugello (doppietta) è terzo in classifica generale a soli 5 punti da Marfurt. Non mancheranno i rivali per Boncinelli, a cominciare da Matteo Patacca (SIC 58 Honda), Mirko Gennai (Honda) e Alex Scorpaniti (Honda), tutti e tre autori di un podio al Mugello. Battaglia aperta nella 250 4T, con Thomas Brianti in testa. Il pilota 2WheelsPolito dovrà guardarsi le spalle da Pasquale Alfano (Kuja Racing Beon) distante 10 punti ma soprattutto reduce dalla grande doppietta del Mugello. Da tenere d’occhio anche Elia Bartolini (RMU VR46 Riders Academy) pronto ad inserirsi nella lotta per il titolo.

lo già assegnato a Michele Pirro (Ducati Barni Racing) la battaglia in SBK sarà tutta per il podio finale. Lorenzo Zanetti proverà a ripetere la grande vittoria ottenuta al sabato del Mugello. Il pilota Ducati Motocorsa, 2° in classifica generale, arriva a Vallelunga con 45 punti di vantaggio sul suo diretto avversario per la seconda posizione finale: Matteo Baiocco. L’alfiere Aprilia Nuova M2 Racing avrà voglia di riscatto dopo lo sfortunato weekend toscano, mentre dovrà guardarsi le spalle da rivali come Alessandro Andreozzi (Speed Action by Andreozzi R.C. Yamaha), Roberto Tamburini (Pata Yamaha Official Team Yamaha) tornato a podio al Mugello, e Matteo Ferrari (DMR Racing BMW). Con Bernardi (Yamaha) già Campione, la lotta per il podio nella SS300 è apertissima. Tanti i pretendenti alle posizioni di vertice, a cominciare da Kevin Arduini (Yamaha) a podio al Mugello, Marco Carusi (GP Project Team Kawasaki) e Nicodemo Matturro (AG MotorSport Italia Yamaha) vincitore sulla pista toscana. Senza dimenticare Matteo Ceccarelli (E&E-LPM Honda) e Francesco Pastore (CH4 by Bottega della Moto Yamaha).


III

venerdì 6 ottobre 2017

elf CIV 2017

In Moto3 tutto è possibile: Spinelli avanti di 16 punti su Zannoni con Groppi che spera nel miracolo A Vallelunga si prevede un pieno di emozioni in questa categoria

un duello da brividi

Il capolista: «Voglio chiudere in bellezza: ci vorranno cuore, cervello e strategia» Ma Kevin promette: «Darò battaglia»

L

a attesa sta per finire: sa- dunque, appare per Zannoni del ranno sfide decisive, emo- tutto sotto controllo, come peralzioni allo stato puro che tro dimostrato anche al Mugello terranno tutti gli appas- dove, nonostante il contrattemsionati con il fiato sospeso. An- po fisico, è riuscito lo stesso ad cora tutto possibile nella Moto3, andare a punti, dimostrando di dove sarà lotta a due tra Nicholas credere ancora nel titolo e nella Spinelli e Kevin Zannoni. Il pilo- clamorosa rimonta. Questa sua ta Pro Racing Team KTM arriva a voglia di crederci fino in fondo è Vallelunga da primo in classifica: senza dubbio da elogiare. tra i due campionissimi ci sono 16 punti di distanza, con Zanno- LEADER. Ma Spinelli sembra ni costretto ad inseguire. Ed è lo avere una predilezione speciale per la pista di Valstesso Zannoni che lelunga, dove ha già lancia il guanto di sfitrionfato lo scorso da: «Entrerò in gara Il pilota della anno. Il primo delper vincere, mi senPro Racing Team: la classifica appare to abbastanza velosicuro prima della ce per poter tentare il «La pista mi piace grande battaglia in sorpasso in classifica l’unico rischio in queste ultime due è l’aderenza in curva» pista: «Non sono un tipo che si emoziogare. La pista mi piana – ci dice - sono ce e la mia speranza tranquillo e inizialè quella di riproporre qui quanto di buono visto nei mente cercherò di fare la gara su precedenti test». Per lo sfidante, Kevin. Poi, se mi sentirò di poda verificare anche le condizioni ter rischiare qualcosa, penserò del polso, dopo l’infortunio subi- anche a vincere la corsa. Ci terto al Mugello: «Assieme allo staff rei a concludere in bellezza». Inmedico e ai fisioterapisti ho fatto somma, i due aspiranti al titolo tanta riabilitazione. Vedermi già si marcheranno stretti, per una in gara ed essere così competiti- gara che si preannuncia dunque vo è come un piccolo miracolo. molto tattica. Non ci vorrà solo Ora mi sento bene e sono pron- cuore e grinta, ma anche molto to a dare battaglia». La situazione cervello e molta strategia. Sarà

come un’appassionante sfida a scacchi, con i due centauri attenti soprattutto a non commettere passi falsi. Spinelli è anche soddisfatto del nuovo asfalto della pista e già sa come allontanare le eventuali insidie: «L’unico rischio – chiosa Spinelli - potrebbe essere la scarsa aderenza in curva, con conseguenti problemi di scivolamento. Ma mi sono preparato anche per questo». INSEGUITORI. Ma il duello per il titolo Spinelli-Zannoni prevede anche un agguerritissimo “terzo incomodo”: si tratta del bravo Anthony Groppi (Gresini Racing Junior Team Honda), lontano 45 punti da Spinelli e che è dunque alla ricerca del miracolo sportivo. Perché nel CIV nulla è impossibile. Groppi però è realista e, alla vigilia delle due gare finali di Vallelunga, non si fa troppe illusioni: «Io vincitore del campionato? Mi sembra molto difficile. Preferisco puntare al secondo posto. Ovviamente darò comunque il cento per cento, anche perché abbiamo effettuato alcuni test sulla pista ed i risultati sono stati apprezzabili. Credo di poter essere competitivo». 9colonne

Sopra Kevin Zannoni, sotto Nicholas Spinelli In basso, il capolista in azione


V

venerdì 6 ottobre 2017

elf CIV 2017

Michele Pirro ha dominato in Superbike, chiudendo i conti nel round nove al Mugello. La costanza di rendimento ha premiato Luca Bernardi in SS300

per due alfieri

un lungo weekend in passerella

S

arà una dolce passerella per Michele Pirro e Luca Bernardi, quella del weekend a Vallelunga. Il titolo è già arrivato al Mugello per entrambi, a coronamento di una stagione vissuta in vetta e piena di soddisfazioni. Pirro ha “consolidato” la sua tradizione vincente in Superbike, dove gli è sfuggito l’en-plein dopo il successo di Zanetti nella prima sfida sul tracciato toscano (il secondo posto gli ha comunque consegnato l’iride). Bernardi, in SuperSport 300, ha conquistato il titolo grazie una costanza di rendimento che lo ha portato otto volte sul podio, tre delle quali sul gradino più alto.

PIRRO. Michele Pirro non ha certo bisogno di presentazioni. Il suo impegno costante in MotoGp gli ha dato una notorietà che nessuno al Civ può vantare e – se non bastasse – ha anche dominato la stagione, facendo rispettare un pronostico che alla vigilia del campionato sembrava già scontato. Pirro non si è mai risparmiato (nemmeno al Mugello con il titolo già suo, dove ha vinto la gara di domenica), dimostrando professionalità e voglia di competere la massimo fino alla fine. Le sue parole lo confermano: «Non è ancora finita – spiega - mancano due gare qui a Vallelunga. Gli avversari quest’anno hanno sempre dato il massimo, rendendo questo campionato avvincente. Sono certo che ognuno di loro ci ha messo quel qualcosa in più per darmi filo da torcere. E il Civ è stato per me

prezioso per mantenermi ad alto livello, alternandolo agli impegni mondiali». È chiaro che il passaggio in MotoGp sembra il prossimo passo per la carriera dell’alfiere della Barni Racing Team: «Deve chiudersi un cerchio, non so se accadrà. L’importante è non avere rimpianti e finora io ho fatto tutto ciò che potevo perché ciò accadesse. Ma servono molti fattori». La mente di Pirro ora è alla doppia sfida capitolina: «Sono certo che gli avversari si impegneranno al massimo e siamo pronti a dare ancora una volta a dare il tutto per tutto. L’obiettivo di Val-

Nuovo trionfo per Michele Pirro in Superbike

lelunga? Due vittorie, ovviamente!».

Luca Bernardi, vincitore in SS300

BERNARDI. Ed è festa grande anche in casa Bernardi, ovviamente. Luca e il papà Stefano sono molto felici del titolo vinto in SS300, che fa da trampolino di lancio a una carriera piena di nuove vittorie. Sammarinese, classe 2001, Luca ora cercherà il grande salto nel mondiale Supersport 300, come spiega proprio il padre: «Stia-

mo lavorando per questo obiettivo, le premesse ci sono». Eccome, aggiungiamo noi, vista la costanza di risultati che è stata la chiave di volta per la vittoria iridata. «Non solo – spiega Stefano Bernardi – Anche quando non è arrivato un podio Luca è rimasto sempre ben attaccato agli altri, con ritardi di pochi millesimi». Per Luca, che dopo la vittoria del titolo al Mugello ha rivolto un affettuoso pensiero a Simone Mazzo-

la, il successo nel Civ rappresenta «un bel biglietto da visita, anzi il migliore, senza il quale non si potrebbe ipotizzare un futuro oltreconfine». Non è ancora finita, però, visto che mancano i round di Vallelunga: «Posso giurarci che mio figlio li correrà al massimo – aggiunge il papà – esattamente come ha fatto finora. Anzi, avrà la testa libera quindi sarà ancora più competitivo». 9Colonne


VI

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

In SuperSport 600 Dionisi non può dormire sonni tranquilli Ad insidiarlo ci sono Stirpe, Bussolotti, Morrentino e Gabellini

in cinque per la gloria

V

allelunga sarà anche l’affascinante scenario per la grande sfida della SS600, con i primi cinque protagonisti della stagione tutti in lizza per assicurarsi il successo nel campionato. Emozioni davvero uniche, che solo l’Elf CIV e questa categoria sono in grado di dare. In testa c’è Ilario Dionisi (Ellan Vannin MV Agusta), che non può tuttavia dormire sonni troppo tranquilli, visto che i suoi quattro rivali sono vicinissimi e che ha 18 punti di vantaggio su Stirpe. Ma Dionisi, pilota maturo, lo sa bene e giustamente punterà alla vittoria, per non andare incontro a brutte sorprese. Vuole chiudere alla grande un’annata per lui da incorniciare.

Si sono dati filo da torcere per tutta la stagione: finale show per una classe molto equilibrata

IN FILA. Subito dietro c’è Mar-

SECONDO. Come si diceva,

cinque piloti racchiusi in 28 punti. Saranno dunque emozioni vere, fino alla fine. Mai epilogo è stato più al cardiopalma. Al secondo posto, pronto a lanciare l’assalto de-

cisivo nei confronti di Dionisi, c’è Davide Stirpe. Il centauro della Extreme Racing Service MV Agusta sembra davvero in formissima, dopo la convincente vittoria del Mugello: «È stato un campionato bellissimo e tirato – afferma il romano - Ilario ha un discreto margine di vantaggio ma io non mi arrendo. Credo che tutto sia ancora apertissimo». Per Stirpe sarà un po’ come correre in casa: «Io sono romano e a vincere qui ci tengo parecchio. Avrò tanto tifo dalla mia parte. La pista di Vallelunga mi è sempre piaciuta, anche se vado forte anche al Mugello. Cosa mi aspetto? Due gare equilibrate. Io sono bello carico».

Proverà la rimonta Davide Stirpe a Vallelunga

co Bussolotti della Gas Racing Team Yamaha, vincitore quest’anno a Misano e che ha 19 punti in meno di Dionisi. Il “Busso” è motivatissimo e crede ancora nella conquista del campionato: «Io ci credo. Abbiamo studiato con

Ilario Dionisi guida il gruppo in SS600

attenzione la pista e trovo che sia bellissima. Non farò calcoli di nessun genere. Devo solo vincere se voglio ancora avere delle possibilità». Un ottimo campionato l’ha fatto anche Nicola Morrentino (Renzi Corse Kawasaki). Anche lui (21 punti dalla vetta), può vincere e si aspetta una gara aperta: «A Vallelunga ci sarà di sicuro grande equilibrio. Io non farò calcoli, sarà per me una gara come tutte le altre. Lotterò e darò il massimo, come sempre. Qui non ti puoi distrarre un attimo: a perdere ci vuole veramen-

te poco, io preferisco prepararmi con molta concentrazione». Lorenzo Gabellini, anche lui salito sul podio al Mugello, vuole giocarsi le sue carte fino in fondo: «Voglio vincere – afferma convinto - non faccio calcoli e quello che posso dire è che sono molto concentrato e spero di andare forte». Poi Gabellini esprime anche un suo desiderio: «Spero che non piova. Sull’asciutto mi trovo molto meglio. Hanno riasfaltato alcuni tratti della pista? Meglio così...» 9Colonne


VII

venerdì 6 ottobre 2017

elf CIV 2017

In Premoto3 2T il giovanissimo pilota del team Minimoto sembra a un passo dalla vittoria finale, forte dei 47 punti di vantaggio su 50. Ma nulla è deciso

ma quali baby

bertelle-marfurt, roba da grandi Nikolas si carica: «Ricordate che in gara può accadere di tutto»

Matteo Bertelle ha 47 punti di vantaggio in classifica

B

asterà davvero poco a Matteo Bertelle per centrare il successo nella Premoto3 2T. Il giovanissimo pilota del team Minimoto si presenta infatti a Vallelunga con un consolidato vantaggio di 47 punti, che possono far-

gli dormire sonni tranquilli. Bisognerà correre con la testa, ancor prima che con la grinta, cercando di non fare errori e di ottenere un piazzamento utile (magari già da sabato) per assicurarsi la stagione perfetta. A scalpitare, dietro di lui, è Niko-

las Marfurt (Honda) che va a caccia di un autentico miracolo. E, proprio per questo, corre con la testa libera, sapendo di poter centrare unicamente la vittoria. Bertelle, però, non vuole sentir parlare di titolo già archiviato: «Non avevo mai provato sul-

la nuova pista di Vallelunga. Non so come sia, quindi dovrò essere molto attento e concentrato. E poi non credo che sia una buona strategia di gara quella di guardare al risultato di Marfurt. Io penso solo ad andare veloce, anche perché è l’ultima gara e io ci terrei molto a chiudere con il titolo in tasca ma anche con due belle vittorie». SPERANZA. Nikolas Marfurt,

dal canto suo, non ha dubbi di poter riaprire un discorso che sembra già (quasi) chiuso. Il centauro romano classe 2003 non appare per nulla rassegnato: «Dite che ho tanti punti di ritardo da Ber-

Nikolas Marfurt è chiamato all’impresa, ma dimostra di avere carattere

telle? Non mi importa, la differenza di punti è un discorso relativo: sono sicuro che in gara possono ancora succedere mille cose. E poi io gioco in casa, ci sarà anche il tifo a spingermi alla vittoria». Qualche insidia supplementare potrebbe riservarla

il rinnovato asfalto della pista, ma Marfurt ha già studiato la tattica di gara: «Ho fatto dei test su questo nuovo asfalto, mi sembra che ora la pista abbia più grinta. L’unico inconveniente è che, con una pista così, sarà difficile finire la gara con le

stesse gomme montate alla partenza». Sarà dunque uno spettacolo da non perdere per la classe baby, che anche quest’anno ha rispettato le attese in termini di emozioni e di valorizzazione dei giovani talenti. 9Colonne


VIII

venerdì 6 ottobre 2017

IX

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

elf civ 2017

Premoto3 4T: riflettori puntati sulla sfida in pista tra Brianti, leader di classifica, e Alfano. Con Bartolini, Gaggi e Surra pronti ad approfittare dei loro eventuali errori

Noriyuki Haga e Anthony West nella SS600, Michel Fabrizio nella 1000 SBK del National Trophy: i motivi di interesse dell’appuntamento non finiscono mai

wildcard in pista una parata di star

I Thomas Brianti, primo in Premoto3 4T

V

erità in vista anche nella Premoto3 4T. Le emozioni in questa categoria saranno garantite dal duello fra Thomas Brianti e Pasquale Alfano. Il pilota 2WheelsPolito è il leader della classifica, mantenendo 10 preziosissimi punti di vantaggio sul pilota della Kuja Racing Beon. Brianti, tuttavia, è un ragazzo che non si emoziona e si avvicina determinato e motivato alla corsa decisiva: «Vallelunga? Sarà durissima e combattuta. Sono davanti ad Alfano ma questo non mi deve condizionare. Come mi sto preparando psicologicamente alla gara? Quello che posso dire è che sono tranquillo». Davvero una calma olimpica, quella del bravo Brianti. LA SFIDA. Pasquale Alfano,

dal canto suo, ha disputato un campionato meraviglioso. A Vallelunga potrebbe coronare il suo sogno. È in forma smagliante, reduce dall’eccezionale doppietta del Mugello. Le sue parole sono piene di fiducia: «Mi aspetto una gara tiratissima

Lo sfidante Pasquale Alfano

quei dieci punti che promettono spettacolo

– afferma il ragazzo - sono molto vicino a Brianti e sarà un testa a testa avvincente. Di sicuro io andrò all’attacco, devo vincere tutte e due le gare. Mi sono allenato tantissimo e devo sfruttare questo mio ottimo momento di forma». A chi gli chiede un giudizio sul circuito di Vallelunga, Alfano risponde cosi: «La pista qui è bellissima, una delle mie preferite. Abbiamo fatto molti test che hanno dato un responso molto buono. Credo che alcune caratteristiche del circuito siano davvero adatte al mio stile di guida».

Il pilota 2WheelsPolito si dice tranquillo: «So che sarà durissima ma sono pronto alla competizione»

SPERANZE. Ma non finisce

qui. C’è chi si augura che i due litiganti (Brianti e Alfano) possano perdere smalto proprio nella sfida decisiva: stiamo parlando di Elia Bartolini (RMU VR46 Riders Academy), pronto

Elia Bartolini prova la sorpresa

ad inserirsi nella lotta per il titolo. Elia è deciso nel voler disputare una gara storica, una prestazione da ricordare a lungo: «Mi sono preparato al meglio, sia fisicamente che mentalmente – ci dice - La pista di Vallelunga mi piace parecchio, certo è che il nuovo asfalto sarà un’incognita per me e un po’ per tutti gli altri. Comunque su questa pista lo scorso anno mi sono trovato a mio agio, sia sull’asciutto che sul bagnato. Speriamo che sia così anche quest’anno». Non del tutto tagliati fuori per il titolo sono anche Marco Gaggi e Alberto Surra. Gaggi non vuole lasciare nulla di intentato e desidera se non altro chiudere in bellezza la sua stagione: «Teoricamente ho ancora delle possibilità di conquistare il titolo. Certo sarà molto difficile, ma sono motivato a

fare una grande prestazione. Tutti i test che abbiamo svolto circa un mese fa sulla pista di Vallelunga hanno avuto un ottimo esito. Il tracciato mi piace e lo ritengo adatto alle mie caratteristiche di guida». Sulla stessa lunghezza d’onda Alberto Surra, che, nonostante i 44 punti dal primo posto, a mollare non ci pensa proprio, anche perché potrebbe ancora avere delle speranze di titolo: «Abbiamo approntato tutto per il meglio – afferma Surra - con particolare attenzione verso la ciclistica della moto e il motore. Abbiamo svolto circa un mese fa dei test sul circuito di Vallelunga e siamo soddisfatti dei responsi avuti. Questa pista mi piace, penso che risponda bene alle mie caratteristiche di guida». 9Colonne

motivi di interesse per il weekend romano non sono solo nella lotta per i titoli ancora da assegnare. A Vallelunga non mancheranno una serie di wild card d’eccellenza a cominciare da Noriyuki Haga e Anthony West nella SS600. Haga, tre volte vicecampione del Mondo in SBK con 43 vittorie all’attivo, sarà in pista con il suo 41 stampato su una Yamaha del Team AG Motorsport Italia, team che schiera in SS600 lo spagnolo Castano Illan (Campione CIV Sport 4T 2016) mentre nella SS300 ha messo in sella alle sue Yamaha in questo 2017 proprio i figli del campione giapponese: Akyto e Ryota, con quest’ultimo reduce dal 4° posto di gara1 al Mugello. Haga che, proprio sulla pista romana, fece doppietta nei round del Mondiale SBK 2008. Restando in SS600, come wild card ci sarà Anthony West. L’ex pilota sia di Motomondiale che SBK sarà in sella ad una Kawasaki preparata dal Team Green Speed, presenza che, insieme ad Haga, renderà ancora più combattuta una SS600 dell’ELF CIV già molto agguerrita. Con il titolo da assegnare.

Fabrizio, a Vallelunga in doppia veste, si dice soddisfatto per il suo team: «Speriamo ancora che Zannoni possa compiere un’impresa»

FABRIZIO. A Vallelunga tor-

nerà in sella anche Michel Fabrizio. L’ex protagonista del Mondiale SBK, impegnato da anni come Team manager al CIV, dove quest’anno segue Kevin Zannoni e Sander Kroeze con le KTM dell’omoni-

Michel Fabrizio, in pista a Vallelunga, è team manager del Team MF84 Pluston Athea. A destra, Noriyuki Haga nel 2008

mo Team MF84 Pluston Althea, sarà al via della 1000 SBK del National Trophy su una BMW preparata dal Team Althea. «Più che altro lo faccio per allenarmi un po’ e poi a Vallelunga è sempre un piacere – commenta Michel Fabrizio – In veste di team manager, invece, spero che il weekend si concluda nel modo più felice, nonostante la sfortuna nell’ultima volta al Mugello». Zannoni, infatti, è ancora in lotta per il titolo in Moto3, dove accusa 16 punti di

ritardo nei confronti di Spinelli. «Kevin è sempre stato davanti, poi al Mugello purtroppo ce lo hanno buttato per terra… cose che capitano. Però recuperare ora con un avversario così costante è difficile. Ci sono 50 punti, comunque, si può ancora fare». Fabrizio promuove comunque il campionato dei suoi: «Sono contento della valorizzazione che abbiamo fatto, anche nel caso di Sander, che sta imparando a conoscere le piste italiane». 9Colonne


X

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

Il bilancio del patron del 3570: «Per noi Vallelunga è sempre un momento particolare: ci teniamo a fare bene davanti ai nostri supporter»

Edoardo Sintoni in azione in Moto3

la mobilità è passione

Q

uattro ruote per lavoro, due ruote per passione. Loreno Bittarelli, presidente della cooperativa Radio Taxi 3570, in un modo o nell’altro ha sempre a che fare con i motori; 3570, infatti, sponsorizza il Campionato Italiano Velocità 2017, oltre ad avere un suo team con ragazzi molto promettenti. La collaborazione col Civ rientra pienamente negli obiettivi del 3570 ed è anche un ottimo modo per attuare una salutare valorizzazione dei giovani. Bittarelli ne è convinto: «Noi, come 3570, siamo sempre stati attenti al sociale: dai primi taxi elettrici ai mezzi per disabili fino alle corse per donne sole. Allo stesso modo, siamo attenti ai giovani, ad esempio proprio col nostro impegno nel Campionato Italiano Velocità. Ci piace aiutare a crescere i ragazzi, ci stiamo togliendo belle soddisfazioni, sono cose in cui crediamo profondamente».

Il punto di Loreno Bittarelli a fine stagione: «Il nostro obiettivo resta quello di investire sui giovani e farli diventare più esperti»

Gianluca Sconza BILANCIO. Il patron è soddi-

sfatto dei risultati arrivati in pista, anche se i margini di

miglioramento sono ancora tanti, proprio perché si ha a che fare con piloti giovani, pieni di grinta ma ancora privi di una certa malizia. «In qualche caso - spiega Bittarelli - si poteva fare meglio. Alcuni ragazzi, nel Civ, devono ancora fare esperienza. Per esempio ho visto alcuni giovani cadere un po’ troppo spesso in occasioni in cui potevano accontentarsi di raggiungere un determinato piazzamento senza rischiare troppo. Ma va bene così, cresceranno. E poi c’è ancora speranza, il campionato non è ancora finito, siamo certi di arrivare tra i primi». Quale scenario migliore di Vallelunga, allora, per chiudere in bellezza: «Val-

lelunga – spiega - è sempre stato l’appuntamento iniziale della stagione. Quest’anno sarà invece quello conclusivo. Per noi rappresenta sempre una gara particolare, è l’appuntamento di casa, quindi ci teniamo in modo particolare a far bene». Uno dei piloti che si è messo maggiormente in mostra è Edoardo Sintoni, che se l’è giocata quasi fino all’ultimo in Moto3. Bittarelli gli fa i complimenti, ma indica anche gli aspetti da migliorare: «Sintoni ha ottime qualità, ma deve fare esperienza. Mi riferivo proprio a lui quando parlavo dei piloti che cadono troppo spesso. Due o tre gran premi fa è scivolato verso la fine solo per arrivare quarto anziché quinto. Sono

errori che un pilota con più esperienza non avrebbe probabilmente commesso. Ma avrà tempo per migliorare, sicuramente la stoffa c’è tutta». FUTURO. Quanto ai progetti futuri del team 3570, Bittarelli non si sbilancia, anche se la voglia di continuare questa esperienza nel mondo del motociclismo c’è: «È ancora tutto da vedere. L’intenzione di continuare c’è, si tratta di un’avventura che sicuramente ci entusiasma. Ci sono però varie situazioni da valutare. Ad ogni modo la nostra intenzione è quella di andare avanti, sempre in collaborazione con la federazione motociclistica». 9colonne

Loreno Bittarelli, patron del Team 3570


XI

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

Emozioni on air: «Questo campionato può vantare riprese di livello internazionale: cerchiamo sempre di raccontare l’azione e i suoi protagonisti»

il civ dietro le telecamere

D

a anni Mauro Valentinuzzi firma la regia televisiva delle emozioni del Campionato Italiano. Una sfida affascinante e impegnativa, che ha soprattutto il compito di raccontare la vita della pista e presentare i personaggi che animano le classi di questo avvincente appuntamento italiano. Quest’anno, alla vigilia di Vallelunga, è stato tra i più spettacolari, grazie ai continui duelli del Civ e alla maestria (nonché inventiva) dell’esperto Valentinuzzi e del suo gruppo di lavoro. Che può vantare anche un’esperienza sui social con ottimi riscontri. Con lui, prima degli ultimi due round, abbiamo fatto un bilancio “registico” di un campionato che garantisce – ai suoi tanti spettatori lontani dal circuito – un impatto visivo ed emotivo di livello internazionale. Mauro, ci può dare un voto alla stagione televisiva del Civ? «Certo, direi tra otto e mezzo e nove. Lo motivo anche, perché lo paragono a quello che viene fatto negli altri campionati nazionali. Spesso si tende a mettere a paragone la regia del Civ con quella di MotoGp: è naturale che le cose siano differenti, noi ad esempio non abbiamo le camere on board. Ma per l’utilizzo dei nostri mezzi e la resa finale, il voto è eccellente». Vince la squadra, come in pista. «La regia televisiva è sem-

Mauro Valentinuzzi firma da anni la regia televisiva dell’evento Scopriamo i suoi segreti, le sue tecniche e chi collabora con lui

vo di un evento motoristico come questo è paragonabile a una partita di calcio di serie A».

La sala di regia televisiva del Civ

pre un lavoro di equipe. Io ho uno staff che mi segue in ogni lavoro che faccio, oltre al Civ, dalla Gt Open in giro per l’Europa ai campionati Aci. Nel camion regia siamo io e il mio addetto al mixer video, Igor Bianchi. Ma la squadra, che si mette al lavoro dal mercoledì, è composta da circa 35 persone, che si occupano di cablare con velocità e precisione tutto il circuito, per non perdere nessuna fase delle gare». Con quante telecamere si lavora? «Circa 12, a seconda della lunghezza del circuito. Sarebbe bello poter aggiunge-

re una steadycam sulla griglia e nei paddock, darebbe un alto senso di spettacolarità». Il Civ presenta piloti di diverse età: come cambia il loro entusiasmo davanti alle macchine da presa? «Ho visto anche dei “vecchietti” esuberanti, sia in pista che fuori. Diciamo che c’è un ambiente piacevole e famigliare al Civ, lavorarci è un piacere. E questo anche grazie all’ottimo rapporto di fiducia che abbiamo con la Federazione, che ci permette di trovare insieme nuove soluzioni. Non dimentichiamo che l’impegno produtti-

Mauro, usa tecniche particolari per le riprese? «Cerchiamo di lavorare molto con la superslow motion, o spostando le telecamere nei diversi giorni di gara per dare differenti inquadrature. Il nostro obiettivo è quello di far emergere le persone, perché tutti sanno chi sono Rossi e Marquez ma i piloti del Civ sono ancora da scoprire. E meritano che ciò accada». I risultati di quest’anno sono soddisfacenti? «Direi di sì, sia dal punto di vista dell’audience che della resa. E bene è andato anche l’esperimento fatto via social, una nuova frontiera di cui stiamo già tenendo conto». Lei è con il Civ da parecchio tempo: come è cambiato? «Il campionato è cresciuto molto. Sono sette anni che lo seguo in regia con le dirette e il cambiamento è tangibile, sia a livello di spettacolarità che di riprese». 9colonne

Mauro Valentinuzzi nella cabina di regia: da sette anni segue le dirette dell’evento


XIII

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

Demolizione della struttura servizi nel paddock, nuovo design della palazzina dei box e restyling totale dell’aera ristorazione. Poi asfalto, tribune e spalti: il circuito cambia pelle

V

allelunga cambia pelle: da gennaio 2017 l’Autodromo alle porte di Roma è infatti impegnato in un profondo restyling funzionale. L’obiettivo è rendere il circuito romano protagonista per eventi e presentazioni Automotive, per le competizioni che auspica di ospitare nei prossimi anni, per attività di ricerca e sviluppo nel settore non solo Motorsport, con il consolidamento e l’accrescimento del suo livello sul mercato Internazionale. CAMBIAMENTI. Il primo pas-

so del restyling è stato la demolizione della struttura servizi nel paddock e, a seguire, il nuovo design della palazzina box e direzionale, e il restyling totale dell’aera destinata alla ristorazione. Quindi l’abbattimento delle tribune realizzate negli anni ‘70 dove nel 2018 verranno ricostruite più moderne, con copertura e dotate di comfort con maggiore visibilità sul circuito. Modifiche anche sul tracciato, dove la via di fuga all’uscita della curva di Esse è stata modificata per permettere anche il completamento della Service Road. Inoltre, è stata fatta una nuova asfaltatura del circuito e ultimata la realizzazione di un sottopasso pedonale per permettere al pubblico di Vallelunga di raggiungere il paddock centrale più agevolmente. AFFLUENZA. Proprio il pub-

blico è uno dei target principali del grande restyling vo-

vallelunga nuovo look

Il presidente Ruggero Campi: «Si trasforma da autodromo a polo multifunzionale»

luto per il circuito di Vallelunga. Un pubblico, infatti, che si registra sempre maggiore e composto da famiglie, per le quali, soprattutto per la nuova generazione di appassionati, Vallelunga promette una sempre maggiore attenzio-

ne e una migliore esperienza. Dalla visione del circuito ai servizi offerti. RISULTATO. Comprensibile

dunque la soddisfazione di Ruggero Campi, Presidente di Aci Vallelunga S.p.A:

«Sono orgoglioso di portare avanti quel dinamismo imprenditoriale che da 65 anni caratterizza Aci Vallelunga S.p.A. Da Autodromo a polo multifunzionale il passo è stato per certi versi breve; il Centro Congressi, il Centro di Guida Sicura di Roma e, recentemente, di Milano è solo una rappresentazione di come Vallelunga ha saputo interpretare la filiera del valore che un Autodromo può sviluppare. Quindi, andiamo avanti con il vento in poppa, che è idealmente rappresentato dalla fiducia che il Presidente dell’Aci, Ingegner Angelo Sticchi Damiani, ci ha voluto assicurare anche in questa occasione».


XIV

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

entry list superbike NR. COGNOME E NOME

1 2 6 7 9 11 12 16 20 21 32 34 47 49 51 55 72 73 74 76 77 87 111 121

DATA DI NASCITA NAZ. MARCA MOTO

Baiocco Matteo 23/04/1984 Tamburini Roberto 15/01/1991 Schiavoni Denni 13/10/1991 Alberto Timothy J 17/10/1997 Mantovani Andrea 30/09/1994 Ferrari Matteo 12/02/1997 Goi Ivan 29/02/1980 Terziani Alessio Ant 10/06/1997 Ciacci Francesco 05/10/1979 Andreozzi Alessandro 02/06/1991 Lai Fabrizio Manfredi Kevin La Marra Eddi 27/06/1989 Chiapello Enzo 04/09/1949 Pirro Michele 05/07/1986 Marchionni Fabio 17/08/1989 Torcolacci Alessandro 31/10/1979 Saltarelli Simone 23/08/1985 Calia Kevin 09/09/1994 Cavalieri Samuele 07/06/1997 Muzio Marco 03/03/1982 Zanetti Lorenzo 10/08/1987 Baggi Giovanni 15/03/1976 Marino Florian 03/06/1993

ITA ITA ITA PHL ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA FRA

moto 3 TEAM

Aprilia Nuova M2 Yamaha Pata Yamaha Official Team BMW DMR Racing Ducati Motocorsa Racing Aprilia Nuova M2 BMW DMR Racing BMW DMR Racing Yamaha AG Motorsport IT BMW Crazy Old Men Yamaha Speed Action by Andreozzi R.C. Ducati VFT Racing Suzuki Biker’s Island R.T. Ducati Motocorsa Racing Aprilia Nuova M2 Ducati Barni Racing Yamaha Speed Action by Andreozzi R.C. Yamaha Kawasaki CM Racing Kawasaki CM Racing Ducati Barni Racing Yamaha The Black Sheep Team by Aviobike Ducati Motocorsa Racing Yamaha The Black Sheep Team by Aviobike Yamaha Pata Yamaha Official Team

PREMOTO 3 NR. COGNOME E NOME

3 7 8 10 11 13 14 17 18 22 23 27 30 31 48 49 52 67 69 73 78 88 93 98

DATA DI NASCITA NAZ. MARCA MOTO

Alfano Pasquale 03/09/2003 ITA Beon Surra Alberto 31/05/2004 ITA Speed Up Boncinelli Matteo 10/02/2004 ITA RMU Amalfitano Davide 10/03/2003 ITA RMU Campaci Andrea 09/01/2003 ITA Rotek Bergamini Devis 01/03/2003 ITA Honda Di Vittori Gian Paolo 30/05/2004 ITA Speed Up Frappola Antonio 17/08/2004 ITA RMU Bertelle Matteo 18/02/2004 ITA Honda Gennai Mirko 07/03/2003 ITA Honda Bartolini Elia 31/07/2003 ITA RMU Hartmann Kyrian 30/03/2003 FRA RMU Scorpaniti Alex 14/09/2002 ITA Honda Marfurt Nikolas 30/07/2003 ITA Honda Brianti Thomas 26/03/2003 ITA Mongiardo Francesco 09/09/2004 ITA Honda Kroh Alan 25/01/2004 DEU Phantom Palazzi Filippo Maria 05/03/2004 ITA RMU Bartalesi Lorenzo 19/07/2002 ITA RMU Pizzoli Andrea 27/01/2004 ITA Rotek Jigalov Damian 29/06/2004 USA RMU Patacca Matteo 05/01/2004 ITA Honda Gaggi Marco 25/12/2003 ITA Beon Prisco Fioravante 09/10/2004 ITA Beon Wild Card 24 Cangelosi Davide ITA Speed Up 33 Natali Andrea ITA RMU 55 Dettwiler Noah CHE 72 Falzone Mattia ITA Honda 113 Rato Mattia ITA RMU 123 Margarito Manuel ITA

TEAM

NR. COGNOME E NOME

DATA DI NASCITA NAZ. MARCA MOTO

33 4 5 7 8 10 12 13 15 23 24 27 29 30 36 42 46 52 60 64 72 74 77 78 96 110 111

28/01/2003 18/05/1999 05/10/2002 18/08/1998 14/08/2000 21/05/2002 12/09/1995 18/08/2000 01/08/1999 04/07/1997 10/09/2002 04/05/2002 11/06/2001 30/01/2000 03/01/2002 24/03/2002 16/03/2002 31/07/1997 06/03/2003 03/01/2003 25/08/2001 11/09/1999 02/12/2002 09/07/1998 04/10/2002 26/12/1999 08/09/2000

Malena Alex Guzzon Andrea Ripamonti Matteo Fabbri Alex Ieraci Bruno Carraro Nicola Fabio Aliberti Antonio Kofler Maximilian Gresini Luca Groppi Anthony Taccini Leonardo Rossi Thomas Spinelli Nicholas Sintoni Edoardo Kroeze Sander Bertè Matteo Rasa Benedetto Delbianco Alessandro Sconza Gianluca Baldini Davide Serinaldi Simone Pizzoli Davide Fusco Raffaele Raimondi Andrea Mazzullo Manuel Marcon Tommaso Zannoni Kevin

Kuja Racing VL Team

Team Minimoto RMU VR46 Riders Academy

2WheelsPoliTo

Full Moto RMU VR46 Riders Academy RMU VR46 Riders Academy SIC58 Kuja Racing VL Team

Honda Honda KTM Mahindra TM Mahindra Honda KTM Honda Honda Miralux KTM KTM Mahindra KTM Honda Honda Mahindra Mahindra Mahindra Kymco Mahindra Honda Honda Honda Honda KTM

M&M Mazzotti Racing Gazzola Racing Team Minimoto Racing Factory Team Minimoto

1 3 4 8 11 12 23 24 25 31 33 36 43 48 51 52 53 55 57 63 64 65 77 84 96

DATA DI NASCITA NAZ. MARCA MOTO

West Anthony Lagonigro Vincenzo 23/06/1995 Montella Luigi 22/12/1998 Nocco Alessandro Samarani Matteo 06/10/1982 Cruciani Stefano 25/05/1979 Mengoni Elia 12/06/1997 Bussolotti Marco 27/05/1990 Sulis Walter 25/10/1998 Bolognesi Andrea 22/07/1991 Ferroni Flavio 02/06/1999 Gabellini Lorenzo 08/09/1999 Valtulini Stefano 05/07/1996 Scarcella Giuseppe 18/03/1994 Ciprietti Matteo 27/01/1998 Malone Marco 21/11/1998 Morrentino Nicola Jr 08/01/1994 Roccoli Massimo 27/11/1984 Dionisi Ilario 20/12/1983 Stirpe Davide 01/08/1992 Fabbri Davide 01/08/1998 Di Rago Nicola 08/07/1997 Castano Illan Pedro Javier 14/04/2000 Cresson Loris 14/08/1988 Giugovaz Diego 11/10/1972

AUS ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA AUS ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ESP BEL ITA

GR Racing Junior Team GR Racing Junior Team Pos Corse RMU VR46 Riders Academy Pro Racing Team 3570 MTA MF84 Pluston by Althea Pro Racing Team MAX Racing Team Mahindra 3570 MTA MAX Racing Team Mahindra 3570 MTA MTR - Honda MTR - Honda GR Racing Junior Team MF84 Pluston by Althea

TEAM

Kawasaki Team Green Speed RSV Yamaha The Black Sheep Team by Aviobike Kawasaki Kawasaki Team Green Speed RSV MV Agusta Honda Floramo Monaco Racing Team Kawasaki Renzi Corse Yamaha Gas Racing Team MV Agusta Honda Scuderia Improve MV Agusta Ellan Vannin Yamaha Gas Racing Team Kawasaki GP Project Team Honda Kawasaki Miralux Pos Corse Kawasaki Team Green Speed RSV Kawasaki Renzi Corse MV Agusta Full Moto SC MV Agusta Ellan Vannin MV Agusta Extreme Racing Yamaha Kawasaki Team Velocisti Yamaha AG Motorsport IT Yamaha Honda

Wild Card

7 41

Mariotti Giacomo Noriyuki Haga

ITA Kawasaki JPN Yamaha

NR. COGNOME E NOME

DATA DI NASCITA NAZ. MARCA MOTO

22 Sommariva Lorenzo

02/02/2000 ITA

3

Doti Lee

03/05/2002 CHE

KTM

4

Stirpe Giuliano

01/12/1995 ITA

Honda

9

Giannini Gabriele

11/02/2002 ITA

Yamaha

11

Agostino Stefano

27/04/2002 ITA Kawasaki

12 Balboni Giovanni

supersport 600 NR. COGNOME E NOME

SIC58 VL Team

ITA ITA ITA RSM ITA ITA ITA AUT ITA ITA ITA ITA ITA ITA NLD ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA

supersport 300 TEAM

AG Motorsport IT

TEAM

Yamaha E&E-LPM

ITA

Yamaha

Gradara Corse

14 Prioli Francesco

14/01/2002 ITA

Yamaha

Gradara Corse

17 Doti Roy

17/11/2003 CHE

18 Fortini Lorenzo

08/05/1996 ITA Kawasaki

KTM GP Project Team

19 Bernardi Luca

29/08/2001 RSM

Yamaha

20 Bonoli Omar

28/03/2002 ITA

KTM

21 Haga Akito

21/01/2002 JPN Yamaha

22 Tonassi Emanuele

11/05/2001 ITA

Yamaha

Team Rosso e Nero

25 Haga Ryota

25/08/2003 JPN Yamaha

AG MotorSport IT

AG MotorSport IT

29 Spatola Giovanni

29/11/2002 ITA

Yamaha

30 Seren Rosso Luca

30/01/1995 ITA

Yamaha

Team Rosso e Nero

31 Matturro Nicodemo

01/06/1996 ITA Yamaha

AG MotorSport IT

32 Longo Andrea

04/01/2000 ITA Yamaha

33 Zamboni Simone

23/02/2001 ITA Kawasaki

34 Gentile Matteo

07/09/1999 ITA

GDR Racing Team

37 Pastore Francesco

09/08/2001 ITA Yamaha

43 Generali Eugenio

17/04/2002 ITA Yamaha

AG Racing

49 Carusi Marco

07/01/2001 ITA Kawasaki

GP Project Team GP Project Team

KTM

56 Bernabè Nicola

01/04/2002 ITA Kawasaki

57 Guadagni Filippo

15/12/2002 ITA Kawasaki

66 Ceccarelli Matteo

02/06/2000 ITA

Honda

74 Russo Daniel

20/11/1999 ITA Yamaha

77 Giuffrè Lodovico

16/12/1998 ITA

79 Ragusa Salvatore

14/09/2001 ITA Yamaha

84 Rapicavoli Gianluca

21/01/1983 ITA Yamaha

85 Sabatucci Kevin

07/04/1999 ITA Yamaha ProGP

88 Barani Niko

02/07/1997 ITA Kawasaki

90 Cordara Stefano

24/11/1967 ITA

KTM

95 Arduini Kevin

01/10/1999 ITA

Yamaha

96 Ponziani Roberta

04/08/1996 ITA

Yamaha

98 Michaud Nathan

20/07/2001 MCO Yamaha

CH4 by BottegadM

E&E-LPM

KTM

99 Cavotta Alessandro

12/04/1999 ITA

KTM

119 Mora Giacomo

26/09/2002 ITA

KTM

149 Pierni Gabriele

25/07/1984 ITA

Yamaha

311 Giacometti Alessandro

17/01/1994

ITA

Honda

Gradara Corse

GDR Racing Team

Team Rosso e Nero

Wild Card

5

Gargano Manolo

ITA

Honda

E&E-LPM

7

Tuttolomondo Dario

ITA

Honda

E&E-LPM

8

Porretta Matteo

ITA

Yamaha

54 Fuligni Filippo

ITA

Yamaha

55 Arcangeli Alessandro

ITA

Yamaha

121 Cupaioli Nicolas

ITA

Honda

199 Grassia Paolo

ITA

Honda


XV

venerdì 6 ottobre 2017

elf civ 2017

ELF festeggia i cinque decenni di un marchio sinonimo di eccellenza nelle competizioni motoristiche

50 anni

di affidabilità e innovazione

E

LF è molto vicina al mondo delle due ruote. Non poteva quindi non essere presente al CIV, tra l’altro da quest’anno con una partnership rafforzata che prevede, tra le altre cose, la fornitura in esclusiva delle benzine del campionato. Ma se i prodotti ELF sono sinonimo di eccellenza, elevate prestazioni, record e innumerevoli vittorie, lo devono anche alla loro storia, la storia di un marchio nato 50 anni fa.

STORIA. Un anno dopo il suo lancio nel 1967, l’epopea nel motorsport inizia con il team Matra-ELF, che vinse un titolo nel campionato francese di Formula 3 con Henri Pescarolo. La macchina dei record è così lanciata. Nel 1969, Jackie Stewart ottiene il primo dei suoi tre titoli di campione del mondo di Formula 1 al volante della sua Matra MS80 sponsorizzata ELF. Nel 1968 inizia la speciale collaborazione con Renault che avrebbe permesso a ELF di vincere 18 campionati del mondo (piloti e costruttori) in Formula 1 e che è poi divenuta un accordo commerciale più ampio, con la raccomandazione dei lubrificanti ELF per i veicoli Renault. Dal allora, sono iniziate altre collaborazioni con importanti costruttori quali Alpine, Kawasaki e recentemente il rinato brand inglese di moto Brough Superior. KNOW HOW. Con 50 anni

di esperienza al suo attivo, il marchio ELF si mantiene ai più alti livelli nelle competizioni motoristiche, come dimostrano i suoi recenti titoli di campione del mondo con Alpine

La partnership con il CIV è stata piena di appuntamenti e sorprese lungo tutto l’arco della stagione il programma

Sabato 7 ottobre ORARIO GIRI gara

CLASSE

13.30

MOTO3

57,540

KM

65,760

14

GARA 1

14.20

16

GARA 1

SBK

15.10

16

GARA 1

SS600

65,760

16.00

12

GARA 1

PREMOTO 3

49,320

16.45

12

GARA 1

SS300

49,320

Domenica 8 ottobre ORARIO GIRI gara

CLASSE

10.35

12

GARA 1

YAMAHA R1 CUP

49,320

KM

11.20

12

GARA 1

NATIONAL TROPHY 600

49,320

12.05

12

GARA 1

NATIONAL TROPHY 1000

49,320

12.50

12

GARA 2

SS300

49,320

14.30

14

GARA 2

MOTO3

57,540

15.20

16

GARA 2

SBK

65,760

16.15

16

GARA 2

SS600

65,760

17.05

12

GARA 2

PREMOTO 3

49,320

per assistere alle gare

nel campionato Endurance LMP2 e con il Kawasaki Racing Team nel campionato mondiale di Superbike del 2016. Cinquant’anni di passione, tecnologia e prestazioni che hanno portato i lubrificanti ELF in 94 paesi, con 230 prodotti che coprono 3 specifici segmenti di mercato: auto, moto e veicolo pesante. Con un marchio iconico, gli oli motore proposti da ELF sono studiati da appassionati per altri appassionati. A testimonianza del suo impegno, ELF propone due gamme di lubrifican-

ti appositamente formulati per le competizioni, quali l’HTX Racing e per le auto da collezione l’HTX Classic Cars. Sinonimo di eccellenza, il marchio ELF si differenzia grazie alle sue tecnologie sviluppate e testate nelle condizioni più estreme e ad un’offerta specifica per i veicoli da competizione e per le auto da collezione, per garantire un’ineguagliabile esperienza di guida. Nel 2001, ELF è diventato un marchio del gruppo Total, che oggi è il quarto distributore di lubrificanti al mondo.

i prezzi dei biglietti Sabato: • ingresso € 10 • ridotto € 8 Domenica: • ingresso € 15 • ridotto € 10 Per chi non volesse perdersi lo spettacolo dal vivo ecco le info su prezzi e riduzioni biglietti:

Riduzioni applicate a: • donne • tesserati FMI • under 18

Oggi: • Ingresso gratuito

Ingresso gratuito: • under 14

gli eventi

Nel weekend premiazioni e aperitivi

quanti appuntamenti tra pista e paddock Tanti gli eventi dei round 3570 dell’ELF CIV a Vallelunga a cominciare dalla presenza del title sponsor delle gare, la Cooperativa Radio Taxi 3570, che avrà una saletta riservata per i propri ospiti e la domenica, al termine delle gare, farà un giro di pista con i taxi ibridi, fiore all’occhiello dell’azienda. Spazio poi alla presenza di ELF, con

la ricorrenza dei 50 anni di vita dell’azienda, che, in collaborazione con l’ELF CIV, avrà un premio intitolato a Francesco Gentile, il premio per il miglior giovane Under17 nella SS600. Nel corso del weekend poi spazio alla Presentazione del National Trophy 2018 in sala stampa, dove al sabato ci saranno le premiazioni dei poleman di Vallelunga,

e la consegna di un premio particolare. Alle 17.30 infatti il “Keanu Reeves Theclub” gruppo di fan a sostegno di Keanu Reeves e della Arch Motorcycle (sponsor di Damian Jigalov) consegnerà allo stesso Jigalov, appassionato Ducatista, un particolare regalo messo a disposizione proprio da Ducati. La giornata si concluderà poi con l’aperitivo targato ELF.


ELF CIV 2017 - Vallelunga  

Il programma ufficiale dei round 11 e 12 dell'ELF Campionato Italiano Velocità che si disputano a Vallelunga il 7 e 8 ottobre 2017. Realizza...

Advertisement