Issuu on Google+

8 Novembre 2012 | Anno XXIII n.41, copia gratuita. Acquistabile anche in edicola a 0,30 euro SEGUICI SU:

www.cittaoggiweb.it

La transumanza a Morimondo

GIÙ DALLE MONTAGNE FINO ALLA VALLE DEL TICINO


MORIMONDO Nel piccolo borgo è arrivata la transumanza

Foto di Simona Ticozzelli @ Obiettivamente

Novembre, andiamo. È tempo di migrare CAMILLA GARAVAGLIA

Sui prati di Morimondo, all'ombra dell'abbazia, sono arrivati i "bergamìn": i mandriani transumanti, da secoli scendono dalle valli orobiche e vengono a svernare nel Milanese e nel Lodigiano, fermandosi ad acquistare fieno per il loro bestiame e vendendo, nel frattempo, i formaggi da loro prodotti. La transumanza è la migrazione stagionale e temporanea delle greggi, delle mandrie e dei pastori che si spostano da pascoli situati in zone collinari o montane verso quelli delle pianure. La parola transumanza deriva dal verbo transumare, ossia: attraversare, transitare sul suolo. Il verbo è costituito dall'accostamento del prefisso latino trans, che vuol dire: al di là, attraverso, e dalla parola latina humus che vuol dire suolo, terreno. Per descrivere le due fasi in cui si compiono gli spostamenti che danno luogo alla transumanza si usano i termini di: "monticazione" e "demonticazione": con monticazione s'indica la fase iniziale della transumanza, che

si compie in primavera, mentre la demonticazione, la fase che ha riguardato appunto Morimondo, definisce il successivo trasferimento che, nel periodo autunnale riporta gli animali e i pastori dai pascoli in quota a quelli di pianura, nella fase di discesa successiva al periodo estivo dell'alpeggio. Una pratica conosciuta in tutta Italia e celebrata anche dalla letteratura: famosissima la poesia "Il pastore" di Gabriele D'Annunzio, che recita: "Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare". Tutto ciò avveniva tramite dei sentieri naturali detti tratturi e il viaggio durava giorni, nei quali si effettuavano soste in luoghi prestabiliti, noti come stazioni di posta, tra cui c'era anticamente anche Morimondo. Ecco perché il borgo, uno dei più belli e suggestivi d'Italia, anche quest'anno come tradizione ha accolto l'arrivo delle greggi con una bella festa, nonostante la pioggia incessante.


Eventi Morimondo MORIMONDO E da dicembre tornano i mercatini di Natale

Degustazioni di formaggi la transumanza è anche questo... CAMILLA GARAVAGLIA "I bergamini (pastori) attraversano le città nelle vie meno battute portando ai cittadini chiusi nei loro alveari di case e nei loro labirinti di vie assolate la nota festosa delle loro campanelle che li annunzia con gravi tocchi cadenzati, ed il senso della loro vita semplice e libera . È uno spettacolo quanto mai pittoresco il passaggio della lunga colonna di bestie che prosegue docilmente mentre i mandriani con esclamazioni aspre e gutturali dirigono ed animano, coadiuvati dal fedelissimo cane. Chiudono il corteo i carri sui quali stanno le donne, i fanciulli e i neonati bovini, e gli attrezzi della loro industria". Così Italo Calvino nell'articolo "In viaggio con le mucche" descriveva l'umile, e al tempo stesso nobile, praticadellatransumanzadallemontagne alla valle. Anche a Morimondo, domenica scorsa, sono arrivate le capre e le pecore assieme ai loro pastori.

Il borgo, per festeggiarli, ha allestito un mercatino dove si potevano acquistare i prodotti freschi e formaggi caprini, con possibilità di degustare sul posto le delizie casearie. I bambini hanno potuto così vedere, nonostante la pioggia, le pecore e le capre transitanti all'interno del paese con i loro pastori, che per arrivare a

Morimondo hanno percorso circa cento chilometri, che è la distanza massima tra la Valsassina e la valle del Ticino. Un evento che ha anticipato, inoltre, i tipici mercatini di Natale che da domenica 2 dicembre a domenica 6 gennaio 2013 a cadenza settimanale abbelliranno le vie del borgo con i loro colori.


cronaca CASTANESE Sorpreso anche uno studente arlunese

Arresti a raffica per droga Spaccio in continuazione nel castanese.Icarabinierihannointensificato i controlli e martedì sera hanno operato diversi arresti in tutto il territorio. Uno studente di 18 anni di Vanzago è stato arrestato ad Arluno. I militari lo hanno sorpreso alla stazione di Vanzago mentre parlottava con alcuni coetanei in modo sospetto. Tanto da indurre i carabinieri a tenerlo d’occhio. Hanno poi deciso di controllarlo e gli hanno trovato sei dosi di marijuana e 65 euro in contanti. La perquisizione è continuata presso l’abitazione arlunese dello studente dove, in un contenitore in cantina, sono state trovate 16 dosi di marijuana e un bilancino di precisione. A Magnago, sempre nella serata di martedì, i Carabinieri di Castano Primo hanno arrestato un

marocchino 40enne che, durante un controllo, è stato trovato con sei dosi di cocaina e 150 euro in contanti. Anche i Carabinieri di Parabiago in collaborazione con la stazione di Nerviano hanno arrestato due marocchini 24enni, in via Villoresi, a Nerviano. I due spacciatori, alla vista dei militari, hanno tentato la fuga nei campi adiacenti il canale Villoresi, liberandosi di più involucri in cellophane contenenti complessivamente 80 grammi di cocaina e 10 grammi di eroina. Nei campi i militari hanno trovato un bilancino di precisione digitale, abbandonato dai pusher durante la fuga. Ancora i carabinieri di Parabiago hanno arrestato un operaio 50enne di Busto Arsizio, trovato in possesso, durante un controllo, G.M. di 15 grammi di eroina.


GIOVEDÌ 20 SETTEMBRE 2012

cronaca Vittuone Abbiategrasso Sedriano VITTUONE

ABBIATEGRASSO Ritrovato nel Po il corpo della studentessa abbiatense.

Paese in lutto per la morte di Annalisa

La morte di Cecilia: la Procura indaga per istigazione al suicidio

Vittuone sotto choc per la morte di Annalisa Baroni. La ragazza 23enne vittima di un grave incidente la mattina del 14 ottobre è deceduta giovedì pomeriggio all’ospedale di Lecco dove era stata ricoverata. Ben poche erano le speranze di un suo recupero, ma la terribile notizia ha lasciato il paese senza parole. Quella domenica Annalisa era in sella alla sua bicicletta e stava percorrendo la provinciale VittuoneCisliano. Ad un certo punto è stata investita da una Peugeot 307 che viaggiava in direzione Vittuone. Sulle cause i carabinieri di Bareggio, che hanno in mano la pratica del sinistro, stanno ancora svolgendo accertamenti. La ragazza è finita sul parabrezza del veicolo ed è stata sbalzata a terra. Soccorsa da un equipaggio della Croce Bianca di Magenta è stata elitrasportata all’ospedale di Lecco dove è spirata. Una ragazza solare, studentessa universitaria modello, le mancava poco alla laurea. L’ennesima tragedia che ripropone la pericolosità delle strade a traffico sostenuto per i ciclisti. Proprio in quel punto alcuni anni prima un altro ciclista perse la vita investito da un’auto.

GRAZIANO MASPERI E’ finita in tragedia la scomparsa di Cecilia Beretta, la ragazza 25enne di Abbiategrasso di cui non si avevano più notizie dalla notte tra il 16 e il 17 ottobre. Il corpo della giovane studentessa è stato ripescato nelle acque del Po. A dare l’allarme è stato un pescatore che aveva notato il corpo galleggiare. Ad effettuare il riconoscimento, presso l’istituto di Medicina Legale di Pavia, è stato il papà Ulisse che non ha avuto dubbi. Era suo il neo sul polso destro. A questo punto sorgono i tanti interrogativi su cosa possa essere accaduto. Cecilia era scomparsa da Pavia dove studiava Farmacia. Ha scritto, in alcuni biglietti, che se ne andava con un uomo conosciuto in treno. L’ultimo avvista-

mento risalirebbe al 17 ottobre quando l’avrebbero vista nei pressi della stazione Famagosta della metropolitana milanese. Poi tante segnalazioni, ma nulla di concreto. Fino al tragico ritrovamento avvenuto nei pressi di Porto Morone, provincia di Pavia. Solo l’autopsia potrà chiarire le cause della morte della ragazza. Ad un primo esame esterno il corpo nudo ritrovato in acqua era pieno di tagli. Potrebbe trattarsi però di ferite prodotte dal rotolamento nel fiume. Non risultavano segni di violenze. Le indagini stanno proseguendo a ritmo serrato. Il caso è seguito dal sostituto procuratore di Pavia Paolo Mazza che coordina i carabinieri di Pavia e Abbiategrasso. L’esame autoptico è stato eseguito lunedì e, sebbene i risultati completi saranno a disposizione

solo tra un paio di mesi, qualche elemento utile è emerso. Sulla fronte della ragazza era presente una ferita, cosa che aveva fatto sorgere qualche sospetto. Secondo le prime analisi si sarebbe trattato di una ferita prodotta post mortem, causata forse dall’urto del corpo contro qualche sasso nel fiume durante il rotolamento. Perderebbe consistenza, in questo modo, la tesi dell’omicidio. Dall’esame istologico, che sarà completato solo fra alcuni giorni, sarà possibile verificare l’eventuale presenza di acqua nei polmoni che

attesterebbe la morte per annegamento. La Procura di Pavia ha aperto un’inchiesta per il reato di istigazione al suicidio, a carico di ignoti.

TERRITORIO Solo qualche rallentamento ha provacato disagi

Ribaltamento in A4 ma nessun ferito Solo qualche rallentamento lungo un breve tratto di autostrada A4 poco prima del casello di Marcallo/Mesero e niente più, mercoledì poco dopo le

13, a causa del ribaltamento di un'auto. A bordo due giovani che se la sono cavata solo con tanto spavento. L'episodio è avvenuto lungo le corsie della A4

in direzione Torino ed è al vaglio della Polizia Stradale di Novara Est. Sul posto anche un'ambulanza del Cvps di Arluno.

SEDRIANO Sopralluoghi continui dei volontari delle Guardie Ambientali

Eternit e rifiuti edili abbandonati in zone diverse del paese Rifiuti abbandonati ovunque. In punti diversi del paese, tanto da destare non poca preoccupazione tra i cittadini. A Sedriano i volontari delle Guardie Ambientali d’Italia hanno scoperto e rilevato tre siti dove è stato ammassato di tutto, perfino eternit pericolosissimo e materiali edili. Una segnalazione ha permesso di ritrovare un considerevole quantitativo di immondizia abbandonata in aperta campagna nella zona di via Buonarroti. Si trovano lattine, lastre di plastica, eternit e tubi in ferro, abbandonati in una zona non distante da un vecchio casolare

fatiscente a qualche decina di metri dalla strada. Senza dare nell’occhio qualcuno potrebbe avere raggiunto l’obiettivo con un furgone per effettuare lo scarico del materiale. Nei pressi dell’area industriale, al confine con la linea dell’alta velocità, ecco che compaiono enormi quantitativi di rifiuti edili non smaltiti come si dovrebbe. Anche in via San Massimo, frazione Roveda, è stato compiuto l’ennesimo scempio ambientale. Valige, secchielli e spazzatura di vario genere abbandonata da ignoti. G.M.


GIOVEDÌ 20 SETTEMBRE 2012

cronaca Magenta

MAGENTA Parla il magentino a cui, poco tempo fa, i malviventi avevano rubato dell’oro

Dove finisce l’oro rubato? GRAZIANO MASPERI Sperare che nel futuro non vengano più commessi furti è certamente un’utopia. Auspicare che si faccia il possibile per prevenirli e salvaguardare la proprietà privata è un diritto dei cittadini. Gianfranco Albè, magentino residente in via Volta, poco tempo fa ha subito un furto nella propria abitazione nel pieno centro città. Lui era in vacanza elacasaeramomentaneamenteincustodita. Ignoti hanno tagliato la cassaforte con il flessibile e hanno asportato oro in quantità per un valore ingente. “La cosa peggiore – ha commentato – è che, una volta che i malviventi sono entrati nella tua abitazione, non ti senti più sicuro. Ti rovinano la vita, ti prendono le cose più care che possiedi. Insomma, subisci un colpo che ben difficilmente sarai in grado di superare”. Come non bastasse l’attività investigativa che viene svolta dopo un’incursione di ladri è praticamente inesistente. “Dopo la denuncia che ho presentato le forze dell’ordine non hanno svolto alcun sopralluogo a casa mia. Mi chiedo se sia corretto seguire una procedura del ge-

nere. Certo, capisco che ci siano cose anche più importanti da seguire, ma noi cittadini però, in questo modo, ci sentiamo abbandonati. A mio parere è fondamentale parlare con chi subisce i furti. Capire quali tecniche hanno usato i ladri, fare in modo di risalire a dove la refurtiva è stata trasferita. Tutte cose che con me non sono state fatte”.

Che fine fa tutto l’oro che viene rubato nelle abitazioni? “Non ci sono parecchie risposte da dare secondo me – conclude il magentino – o viene spedito nel paese di origine dei ladri, o viene ceduto ad alcuni acquirenti che agiscono in qualità di ricettatori. Spero si compiano accertamenti in questo senso, subire un furto in casa è un’esperienza terribile che non auguro a nessuno”.

MAGENTA

Sbatte contro il guardrailefinisce fuori strada Finisce in ospedale dopo una spaventosa uscita di strada. Una donna di 40 anni della zona stava percorrendo via Magenta, la strada che da Boffalora Ticino porta alla rotonda della Boffalora-Malpensa. Giunta alla fine del rettilineo ha perso il controllo della sua Renault Megane, prima di imboccare la semicurva che immette sulla ex SS11. La donna è finita rovinosamente contro il guard rail e la sua auto ormai incontrollabile, ha finito la corsa in un campo adiacente la strada. E’ accaduto giovedì sera verso le 21. Numerosi i mezzi di soccorsogiuntisulposto,acominciare dall’autopompa dei Vigili del Fuoco di Magenta per la messa in sicurezza della zona, dalla Croce Bianca e dall’automedica.Dopo essere stata stabilizzata sul posto la donna è stata trasferita, in codice giallo, al Fornaroli di Magenta. I Carabinieri stanno completando gli accertamenti per chiarire la dinamica.


GIOVEDÌ 20 SETTEMBRE 2012 cronaca Vittuone Casorezzo Magenta Busto G.

VITTUONE

Antennista cade dal primo piano E’ caduto dal balcone, da un’altezza di circa tre metri, riportando traumi su varie parti del corpo. Un 40enne straniero è rimasto vittima di un brutto incidente, sabato pomeriggio verso le 13.30, a Vittuone. Si trovava con un amico in via XXV Aprile per sistemare l’antenna parabolica. Ancora non è ben chiara la dinamica di quanto è accaduto, fatto sta che l’uomo ad un certo punto, dopo essere salito sulla ringhiera del balcone, ha perso l’equilibrio ed è caduto dal primo piano. I presenti si sono subito attivati allertando il 118. Il 40enne è stato soccorso da un equipaggio della Croce Bianca di Sedriano, giunta sul posto con il codice rosso della massima urgenza, e dall’equipe medica dell’elisoccorso. E’ sempre rimasto cosciente, ma ha riportato un trauma grave all’arto inferiore. Stabilizzato è stato poi elitrasportato, in codice giallo, all’ospedale Niguarda. Le sue condizioni non sono considerate critiche, ma i medici potranno pronunciarsi solo dopo averlo sottoposto a tutti gli accertamenti del caso per stabilire l’entità dei traumi riportati. G.M.

CASOREZZO Sventata rapina

Arrestate le truffatrici GRAZIANO MASPERI E' andato male questa volta il piano organizzato da due truffatrici. Tutt’altra musica rispetto a quanto era accaduto solo pochi giorni prima a Magenta dove il piano messo in azione dai malviventi era praticamente identico. I militari della Stazione di Busto Garolfo, nel corso dei controlli per il contrasto dei furti, hanno arrestato, la scorsa settimana, due donne italia-

ne, residenti a Limbiate, una 32enne ed una 29enne, per il reato di tentato furto aggravato in concorso. Le due donne hanno suonato il campanello dell’abitazione di un’anziana signora 83enne a Casorezzo e, mentre una delle due intratteneva l’anziana donna spiegandole che era una ragazza di Casorezzo in cerca di un lavoro, l’altra, velocemente, entrava in casa e rovistava nei cassetti e nei mobili della villetta, libera dal con-

trollo dell’anziana che nel frattempo era intrattenuta dalla complice. Una vicina di casa ha però notato qualcosa di strano e ha avvisato subito i carabinieri che sono arrivati tempestivamente e hanno trovato una delle due donne ancora intenta a rovistare nervosamente nei cassetti, alzando addirittura

i cuscini delle poltrone e i materassi, quasi immaginando che gli anziani usano nascondere soldi e monili in quei posti. I carabinieri hanno quindi arrestato le due donne, pregiudicate, e hanno rassicurato l’anziana che è subito parsa spaventata e con un senso di vergogna per aver aperto in modo così ingenuo alle due malviventi.

MAGENTA Lo sfogo di una magentina

“Fate attenzione a chi affittate! Le brutte sorprese sono in agguato” Una magentina ci scrive ponendo l’attenzione su una legge, quella che regola gli affitti di negozi, a suo parere davvero ingiusta. Solleva il problema invitando tutti a prestare attenzione. Ecco la lettera della signora: Sono magentina da generazioni, non più giovane, onesta e molto altruista, specialmente con i giovani. Vi racconto questo episodio perché può essere utile a voi e per non farvi commettere gli stessi miei errori. Avevo dei locali da affittare, eredità dei miei genitori e, 12 anni fa, mi è stata presentata una giovane donna che non conoscevo. Aveva bisogno di un negozio per la sua attività commerciale e così abbiamo fatto il contratto, che in questo caso è stato di sei anni (più altri sei anni), dando fiducia alla persona e senza sapere che c’era una legge che, alla fine dei 12 an-

ni, se lei se ne andava, le sarebbero spettati 12 mesi di affitto come liquidazione. La mia osservazione è questa: questa persona non lavorava per me, e quello che ha guadagnato era suo, quindi la trovo davvero una legge pesante per l’affittuario, anche perché è d’obbligo, un anno prima della scadenza del contratto, mandare l’avviso. L’inquilina non è stata mandata via, né le è stato aumentato l’affitto. La decisione è stata presa da lei e nulla mi dava da pensare ad un simile sgambetto, anche perché avevo un buon rapporto con quella persona e le volevo bene. Ricordatevi però che la legge non tiene conto dei sentimenti e degli accordi verbali (come avveniva una volta), e in più questa signora invece di dialogare si è presa un avvocato e, oltre ai 18 mesi di affitto, mi è stato chiesto an-

TERRITORIO Interventi a Cisliano e Turbigo

Tetti in fiamme: numerosi gli interventi Ancora un camino in fiamme con rischio che il fuoco vada a distruggere il tetto. E’ accaduto domenica pomeriggio a Cisliano in una villetta a schiera di via Petrarca, dove sono intervenuti i Vigili del Fuoco volontari di Corbetta insieme al distaccamento Sardegna

di Milano. I pompieri sono riusciti subito a bloccare l’avanzare delle fiamme. Nessuno ha riportato ferite. La scorsa settimana numerosi mezzi dei Vigili del Fuoco da Inveruno e Legnano erano intervenuti a Turbigo in via Milano, dove stava andando

a fuoco il tetto di un capannone. I pompieri hanno lavorato per circa due ore per domare un incendio le cui cause sono ancora da chiarire. Sul posto anche un’ambulanza della Croce Azzurra di Buscate e i Carabinieri per le indagini.

che il 3% di interessi sul libretto di cauzione (mille euro) per dodici anni. Ma vi rendete conto? Possibile che esistano leggi così ingiuste? Consiglio a tutti, prima di affittare, di guardarsi bene e prestare attenzione alla fine del contratto. E scrivete tutto, perché se trovate simili persone per voi sono dispiaceri.

BUSTO GAROLFO

Ciclista si distrae e sbatte contro un camion fermo Stava percorrendo via per Parabiago a Busto G., in sella alla sua bicicletta da corsa, quando è finito contro un camion fermo. Un brutto incidente quello avvenuto lunedì nella tarda mattinata a P.C., 53enne di San Giorgio su Legnano. Si è probabilmente distratto per una frazione di secondo durante il suo allenamento, ed è andato a sbattere contro il mezzo fermo. E’ caduto a terra riportando traumi su varie parti del corpo. Stabilizzato è stato trasferirlo all’ospedale di Legnano.


territorio

ROBECCO Iniziativa di Emanuele Oggioni per rendere più belle le nostre campagne

Duemila alberi quasi estinti piantumati a Castellazzo de’ Barzi GRAZIANO MASPERI Duemila piante autoctone piantumate in aperta campagna, tra la frazione robecchese di Castellazzo dè Barzi e Corbetta. Lungo una striscia di terreno di immenso valore naturalistico, tra antichi fontanili e sentieri dove poter svolgere tranquille passeggiate. E allora perché non rendere quel terreno ancora più bello con delle piante che oggi giorno non si possono più ammirare? O è sempre più difficile poterle vedere per chi vive in città. Detto fatto. L’iniziativa è partita per merito del robecchese Emanuele Oggioni che ha avviato i lavori di piantumazione ieri mattina insieme ad alcuni amici e sotto la supervisione di un agronoma, la dottoressa Francesca Oggionni. “In un mondo nel quale si parla so-

lo di costruire strade o nuovi complessi residenziali senza preoccuparsi di distruggere grosse fette di campagna – afferma Oggioni – sembra quasi che piantare alberi sia un lusso e non sia conveniente. O meglio, se ne parla tanto e se ne discute sempre. Si parla di benessere, di quanto sarebbe bello un mondo con più alberi e poi al lato pratico non si fa nulla”. Oggioni è andato controcorrente. Lunedì mattina la bruma autunnale delle campagne robecchesi e il freddo del primo mattino non hanno fermato la voglia di lavorare. Perché per fare quello che aveva in mente Oggioni serve l’aiuto di tutti. Di chi ha studiato per tanti anni all’Università e si è specializzato e di chi ha imparato direttamente dalla terra coltivandola come si faceva una volta.

Qual è l’obiettivo di una simile iniziativa? “Ho deciso di non pensare solo al mio orticello, ma alla collettività – continua Oggioni – Del resto l’aria la respiriamo tutti e tutti vogliamo che sia pulita, gli alberi sono di tutti. Dobbiamo cercare di creare un nuovo ecosistema che da queste parti si sta spegnendo. Siamo noi agricoltori i primi a dover cambiare il concetto stesso di agricoltura. Fare in modo che sia di qualità per il bene della nostra salute". Qualche difficoltà dovuta al terreno reso una poltiglia di fango dalle recenti piogge non ha minimamente scalfito gli agricoltori che si sono messi al lavoro. Sono stati piantumati il biancospino, il salix viminalis, una pianta quasi estinta utilizzata per la realizzazione di cesti in vimini e il viburno, originario della foresta planiziale e

“Un altro obiettivo di questo progetto è quello di pubblicizzarlo e convincere altri agricoltori a fare altrettanto. E’ nell’interesse di tutti noi avere un mondo pulito”, conclude Oggioni.

quindi autoctono, ormai estinto da secoli. Chiunque può ammirare le pianticelle piantumate e visibili seguendo la strada poco dopo il fontanile del Gallo a Castellazzo dè Barzi, andando verso Corbetta. Ad un certo punto si svolta a destra e si segue per qualche decina di metri un sentiero che porta alla piantagione.


territorio Boffalora Ticino Sedriano Magenta BOFFALORA Consegnate le Croci al Merito a Boffalora, Inveruno e Bernate Ticino

Inaugurata la mostra dell’Esercito Le Croci al Merito di Guerra Consegnata al diretto interessato la Croce per Silvio Boschetti, classe 1921. Alla memoria, e quindi a un familiare, la Croce per Angelo Bighiani, Adolfo Crotti, Galliano De Carli, Carlo Grosso, Mario Osiliero e Ighero Vignati. Per il Comune di Inveruno, tutte Croci consegnate alla memoria di Luigi Ballerini, Carlo Bandera, Leopoldo Beltramini, Carlo Cassani, Carlo Colombi, Ernesto Colombo, Carlo Ghiringhelli, Alessandro Ginzi, Giuseppe Idrini, Giuseppe Lovati, Mario Pariani, Antonio Domenico Pignorini, Sante Vanzelli e Carlo Zanzottera. Per il Comune di Bernate Ticino Croce al diretto interessato per Mario Colombo e Croci alla memoria di Angelo Baroli, Emilio Baroli, Piero Barni, Ignazio Baronchelli, Luigi Bognetti, Umberto Bollasina, Giuseppe Brioschi, Sante Brioschi, Carlo Carnaghi, Luigi Carnaghi, Renzo Carnaghi, Alberto Cogliati, Antonio Colombo, Carlo Colombo, Enrico Colombo, Francesco Crespi, Angelo De Giuseppe, Enrico Fontana, Luigi Frattini, Antonio Garavaglia, Arnaldo Garavaglia, Carlo Garavaglia, Felice Garavaglia, Giovanni Garavaglia, Mario Garavaglia, Rachelino Garavaglia, Santino Garavaglia, Ernesto Gaviri, Alberto Ponciroli, Carlo Ponciroli, Giorgio Francesco Ponciroli, Carlo Ponciroli, Giuseppe Ponciroli, Guerino Ponciroli, Luigi Ponciroli, Antonio Ranzini, Mario Ranzini, Luigi Ranzini, Aronne Troffei, Oreste Enrico Vanzaghi, Dante Zacchetti, Franco Zoia, Virginio Zoia, Giuseppe Gotti e Carlo Cassani.

Commemorazioni in grande stile per il 4 Novembre a Boffalora sopra Ticino. Sabato mattina, dopo la cerimonia dell’alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno Nazionale con la partecipazione dei Bersaglieri, è stata inaugurata, in sala consiliare, la mostra dell’esercito nella Prima Guerra Mondiale a cura del centro documentale di Milano. Mostra che potrà essere visitata gratuitamente su prenotazione fino al 10 novembre e illustrata alla cittadinanza, alle associazioni e alle scolaresche da un incaricato del centro documentale di Milano. Per informazioni rivolgersi agli uffici comunali (02.97238130). Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il generale Antonio Pennino, comandante militare Eser-

SEDRIANO Il Tribunale del Riesame ha deciso

Celeste resta ai domiciliari Respinta l’istanza di libertà dell’avvocato Giorgio Bonamassa. Alfredo Celeste resta agli arresti domiciliari, provvedimento preso come misura cautelare a seguito della maxi inchiesta che ha portato all’arresto di numerosi esponenti della ‘ndrangheta locale. Celeste è agli arresti domiciliari dallo scorso 10 ottobre accusato di corruzione e ci dovrà rimanere, almeno per il momento. Il suo legale, infatti, chiederà l’interrogatorio per il suo assistito davanti al Pm e, quindi, la rimessione in libertà. Sul sito del comune

di Sedriano la Giunta è pronta a pubblicare tutti gli atti giudiziari prodotti successivamente all’arresto del sindaco. Convinti dell’innocenza di Celeste lo scopo è quello di consentire ai cittadini di prenderne visione. Mercoledì 14 novembre si terrà a Sedriano un’importantissima seduta del Consiglio comunale. Seduta nella quale si discuterà la mozione di sfiducia. Vista l’affluenza di pubblico che si prevede sarà elevata la seduta potrebbe svolgersi o al teatro dell’Agorà o presso la palestra delle scuole medie.

cito Lombardia, il colonnello Domenico Di Rosalia, comandante del centro documentale, il vice comandante tenente colonnello Fran-

cesco Cardullo, il luogotenente Luigi Santanastaso, il luogotenente Mauro Grosso della Guardia di Finanza di Magenta, Barbara Brandalise, il dottor Gian Paolo Leoncini, il tenente colonnello della Croce Rossa Italiana Ambrogio Locatelli, il presidente della sezione Bersaglieri di Milano, Nativi, il presidente dei Bersaglieri di Magenta Roberto Grassi, il cavalier Pirulli dei Bersaglieri e il cavalier Mario Simonelli che ha curato la mostra. Presenti anche il cavalier Pietro Ceriotti di Inveruno, segretario provinciale dei Bersaglieri, il generale Lorenzo Reali, Luigi Cuomo del centro documentale e Felice Garavaglia e Marco Garavaglia che hanno fornito il materiale per la G.M. mostra.

MAGENTA Sabato 27 ottobre alla ‘Vecchia Magenta’

Auguri a quelli della classe del ‘33

Chec’èdimegliocheritrovarsidavanti ad una tavola imbandita per celebrare l’ormai vicino traguardo degli 80 anni? È quanto devono aver pensato gli amici della Leva ‘33, che nei giorni scorsi hanno risposto “presente!” all’appello di alcuni loro coscritti promotori di questa bella iniziativa. Così, sabato 27

ottobre, a mezzogiorno, si sono trovati al ristorante Vecchia Magenta per rinverdire quest’appuntamento. “È stata anche una bella occasione per iniziare a parlare di come festeggiare l'ottantesimo!” ha detto Remo Barenghi, uno degli organizzatori insieme al coetaneo Fausto Biletta. Evviva quelli della classe 1933!


GIOVEDÌ 20 SETTEMBRE 2012

territorio Cuggiono CUGGIONO Organizzata da Unione Padana è in agenda venerdì sera con partenza da via Badi

Una fiaccolata per dire: “Giù le mani dall’ospedale” GRAZIANO MASPERI A poco più di un mese dalla chiusura notturna del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cuggiono pare proprio che il malcontento tra i cittadini cresca. Le rassicurazioni dell’azienda ospedaliera circa un miglioramento del servizio non sono bastate. Così come non basta parlare di pochi accessi o scelte dovute alla specializzazione, poiché è lo stesso 118 ad inviare il paziente nei nosocomi attrezzati a seconda della patologia in caso di servizio espletato dall’ambulanza. Il Pronto Soccorso a Cuggiono era il punto di riferimento per tanti cittadini del

castanese che ora saranno costretti a recarsi a Legnano, Busto Arsizio o Magenta. Ecco allora che nascono le iniziative di protesta. La più vicina, in ordine di tempo, è quella in agenda venerdì 9 novembre, organizzata dall’Unione Padana Provinciale Medio Insubre per dire: “Giù le mani dall’ospedale!”. “Sarà una fiaccolata per chiedere il ripristino del pronto soccorso – spiega Alberto Rischio, presidente dell’Unione Padana – già da qualche settimana abbiamo avviato una raccolta firme. A Cuggiono sono stati circa 400 i cittadini che hanno firmato per riavere il Pronto Soccorso, anche nella vicina Inveruno

si è registrata un’ottima risposta per un totale di circa 600 firme. Segno che la chiusura notturna non è affatto piaciuta alla gente”. A destare preoccupazione è anche il modo diverso di intendere il servizio di automedica. Alfa 9, proprio in concomitanza con la chiusura notturna, staziona dalle 19 all’una di notte proprio a Cuggiono, con il pericolo di arrivare in ritardo di preziosi minuti su un intervento. “Non vorremmo che pergiustificareilgrandenosocomio a Legnano si vada a tagliare altrove – continua Rischio – al momento ci troviamo in una situazione di stallo considerato anche l’azzeramento della

giunta regionale. Continueremo, nel frattempo, la nostra battaglia per quello che rappresenta un punto importante nel tessuto sociale del castanese”. La raccolta firme di Unione Padana continuerà il 25 novembre a Castano Primo. Quanto alla fiaccolata di venerdì sera gli or-

ganizzatori stanno pensando a come svilupparla. Due le idee: un presidio statico davanti al nosocomio di via Badi con le fiaccole in mano, o una camminata che parta dall’ospedale e termini nel centro di Cuggiono. In ogni caso l’appuntamento è alle 20.45 in via Badi.


territorio Buscate Turbigo Magenta BUSCATE Raccolte cinquecento firme

“La cava deve tornare ai buscatesi!” GRAZIANO MASPERI Sono già circa cinquecento le firme raccolte dal comitato di difesa ambientale che, a Buscate, ha indetto la petizione popolare “La terra della Cava deve tornare ai buscatesi”. Quota raggiunta durante l’ultimo week end di raccolta firme. E ci sono molte raccolte in corso casa per casa.

“In piazza raccoglieremo le firme ancora in questo fine settimana, a partire da venerdì al mercato”, ha detto Guglielmo Gaviani del comitato. “Ho richiesto l'atto notarile che la cava avrebbe sottoscritto – aggiunge Gaviani - creando un vincolo di destinazione d'uso dei terreni scavati (escludendo la possibilità di fare una discarica), ma l'atto è ancora in

preparazione dal notaio. Quindi, malgrado quanto dichiarato dal Sindaco in assemblea pubblica, non c'è ancora un atto formale mentre la Convenzione è stata firmata da oltre un mese”. Cosa chiedono i firmatari di que-

sta petizione? In sostanza si appellano all’amministrazione comunale affinchè riveda o integri la convenzione già deliberata in consiglio comunale tra Comune e Cava Campana. “E’ stata siglata senza sentire il parere dei cittadini rimasti

all’oscuro di tutto – continua Gaviani – noi vogliamo che tutti i terreni oggetto dell’autorizzazione all’attività di scavo, al termine dell’attività stessa e del recupero ambientale, vengano ceduti al comune di Buscate, senza oneri economici”.

TURBIGO L’impianto sorgerà vicino alle abitazioni. Polemica Legambiente

Centrale a legna: per l’assessore Allevi un vantaggio per tutti C’era proprio bisogno di una centrale a legna a Turbigo? Secondo Legambiente la risposta è negativa e per tante ragioni. A cominciare dalla mancata informazione ai cittadini, dalla presenza di altre centrali e dalla vicinanza alle abitazioni. Dall’altra parte l’assessore all���Ambiente e all’Ecologia Fabrizio Allevi è intervenuto gettando acqua sul fuoco della questione. Sono tante le considerazioni da fare per una centrale a biomassa (cippato di legna) come quella che sta per sorgere a Turbigo. I lavori sono iniziati e, se non vi saranno intoppi, entro la fine dell’anno tutto sarà concluso. L’assessore precisa: “La centrale non arriva ad un MW di potenza e sarà alimentata con legno vergine. Solo se subentreranno problemi di stagionalità o necessità di punte di calore verrà utilizzato del pellet. Ma solo in quel caso”. Minime emissioni a fronte di alcuni vantaggi per il Comune, sottolinea Allevi. Non derivanti dagli oneri di urbanizzazione che non verranno

percepiti. “Abbiamo avuto la possibilità di portare a casa una rete di teleriscaldamento che alimenterà la scuola media di Turbigo“, aggiunge. Quanto alla mancanza di informazioni l’assessore annuncia che venerdì 16 si terrà un incontro pubblico a Turbigo insieme ai rappresentanti della ditta Ely Spa, azienda che punta ad allacciare alla rete elettrica pubblica i suoi impianti di cogenerazione alimentati a biomassa solida entro la fine dell’anno. Allevi spiega anche che gli stessi residenti nelle aree limitrofe alla centrale, dietro adeguata informazione, avranno la possibilità di allacciarsi alla rete di teleriscaldamento. “Ritengo si tratti di una polemica strumentalizzata – conclude l’assessore – centrali di questo genere sono il futuro, tanto più che saranno continuamente monitorate. Non posso nemmeno escludere che si riesca a portare a casa anche qualche posto G.M. di lavoro per il nostro territorio”.

Foto Todaro

MAGENTA Il primo numero verrà pubblicato e distribuito negli istituti e in città a partire dal 20 dicembre 2012

Giornalisti in erba: nasce il giornale delle scuole magentine Ha preso ufficialmente il via il progetto "Il giornale delle scuole", interamente costituito da materiali prodotti dai ragazzi di tutte le scuole di Magenta, dalle primarie alle secondarie di secondo grado. Dopo i primi incontri di presentazione del progetto, in ogni istituto scolastico è stato

istituito un comitato di redazione che avrà il compito di rappresentare la propria scuola, partecipando agli incontri di equipe mensili che si svolgeranno in Comune tra tutti i comitati insieme a quello di redazione, per decidere argomenti, proporre suggerimenti, portare il materiale della

propria scuola, seguire le fasi di produzione del giornale. Il primo numero del giornale uscirà attorno al 20 dicembre. Ogni studente riceverà una copia e numerose altre copie saranno distribuite in città a disposizione di tutti.


in breve Rho | Arluno RHO La creatività in fiera a Rho

Torna la nuova edizione di Hobby Show CAMILLA GARAVAGLIA Ancora qualche giorno e, da venerdì 9 a domenica 11 novembre, un padiglione più grande vi attende a fieramilano Rho per la 19ª edizione milanese di Hobby show, il grande evento dedicato alla creatività manuale e all’hobbistica femminile, assieme al-

la quinta edizione di Weekend Donna, l’evento dedicato alla donna e alle sue passioni. A Hobby show avrete l’opportunità di fare acquisti divertendovi, di aggiornarvi sulle ultime tendenze presentate dalle aziende leader nel settore dell’hobbistica creativa, di partecipare al ricchissimo programma di corsi mi-

ARLUNO

A teatro, questa sera si recita a soggetto Ai nastri di partenza la nuova stagione teatrale. Il cartellone degli appuntamenti è questo: sabato 10, alle 20.30, al Teatro Carcano di Milano “Questa sera si recita a soggetto” (fino a 37 iscritti 32 euro e da 38 iscritti 30 euro); domenica 25 novembre, alle 21, al Teatro di Gallarate “La traviata” (41 o 39 euro); lunedì 10 dicembre, alle 21, Teatro nazionale di Milano “Figaro il barbiere” con Elio e le storie tese (32 o 30 euro); sabato 15 dicembre, alle 20.45, al Teatro Manzoni di Milano “Il vizietto” con Enzo Iacchetti e Marco Columbro (43 o 41 euro); domenica 6 gennaio 2013, alle 16.30, al teatro Giuditta Pasta di Saronno “Musikanten” (15 o 13 euro); lunedì 21 gennaio, alle 21, al teatro Arcimboldi di Milano “Panariello in mezz@ voi” (44,50 o 42,50 euro). Adesioni all’ufficio cultura di via VilloreD.V. si 20 (tel. 02/903992353).

rati a incentivare la vostra creatività in tutte le sue forme e che vi vedranno sempre protagoniste. Entrare nel villaggio di Weekend Donna, invece, per voi sarà come navigare nel più aggiornato e curioso social blog sul mondo femminile, un’occasione che vi consentirà di vivere e condividere esperienze con altre donne in un’atmosfera

di complicità e relax. Anche Il Centro Colore e Decorazione Grimi di Castano Primo sarà presente alla 19° edizione di Hobby show: dal 9 all’11 novembre, il conosciutissimo stand Grimi diventerà un luogo dove le visitatrici potranno trovare uno spazio attrezzato per sperimentare direttamente le varie tecniche creative.

TERRITORIO

ARLUNO Aiutaci...ad adiutare: diventa sostenitore

Web tv, la televisione del futuro

Riparte la campagna di tesseramento CVPS

Il 16 novembre a Glocalnews, il festival di giornalismo on line di Varese organizzato da Varesenews.it, si parlerà di web tv, un settore che già presenta numeri interessanti e che è in continua crescita. Si parla di diecimila addetti per un fatturato da dieci milioni di euro per circa 642 web tv in tutta Italia con un tasso di crescita dell'11% rispetto al 2010. All'incontro parteciperà anche Città Oggi, che con la sua Città Oggi Tv è stato pioniere della web tv nel nostro territorio. "Le web tv italiane e più in generale la rete che in Italia informa è molto lontana dalle dinamiche della tv generalista – ha spiegato Giampaolo Colletti, cofondatore di AltraTv – perché riesce a creare un rapporto più immediato e credibile con i cittadini che ne usufruiscono".

Sono passati più di trent'anni da quando, nel 1930, entrava in servizio la prima ambulanza del CVPS. Da quell’anno molte cose sono cambiate: ora l'associazione ha un autoparco composto da ben cinque ambulanze, due autovetture e un nuovo furgoncino adibito al trasporto disabili. Può sembrare un parco auto imponente, ma in realtà è a malapena sufficiente ad affrontare tutti gli impegni da ricoprire. Inoltre, i costi elevati sostenuti dall'associazione sono solo in

ARLUNO

parte coperti dalle convenzioni con le istituzioni: per garantire un servizio continuativo il CVPS ha sempre bisogno dell’aiuto della popolazione che la sostiene. Ecco perchè ogni anno il CVPS di Arluno avvia la campagna di tesseramento che ha inizio fra i mesi di settembre e ottobre e continua fino ad agosto dell'anno seguente. Durante tutto il periodo è possibile sottoscrivere la propria tessera nominale versando un contributo libero. Per informazioni www.cvpsarluno.org

Nuovi itinerari culturali

Milano tutta da scoprire L’Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Pro loco ha organizzato per l’autunno un nuovo ciclo di itinerari culturali. Domenica 25 è in cartellone il percorso storico “Milano da scoprire” con visita alla basilica di Sant’Ambrogio e all’Istituto Orsoline di San Carlo e alla basilica di San Vittore al Corpo. La quota di partecipazione è di 12 euro. Il prossimo appuntamento è per domenica 2 dicembre con il percorso artistico “Pavia e Renoir” che prevede la visita alla pinacoteca Malaspina di Pavia e alla mostra artistica su Renoir. La quota di partecipazione è di 24,50 euro. Le iscrizioni in biblioteca (tel. 02/903992316). D.V.


economia Contribuente,

conosci i tuoi diritti! Suggerimenti preziosi dallo Statuto del Contribuente OLINDO GARAVAGLIA Quando qualcuno di noi si sforza di conoscere il livello che la pressione fiscale ha raggiunto nel Paese, si sente disarmato dalla quantità di numeri provenienti da diverse fonti e conditi di allarmismo, ironia e superficialità. Chi scrive reputa molto interessante, nella confusione generale, uno studio di Confcommercio, secondo il quale la pressione fiscale (intesa come rapporto tra entrate della pubblica amministrazione e prodotto interno lordo) supera la soglia del 45% ed addirittura schizza al 55% se si tiene unicamente conto delle entrate dei contribuenti in re-

gola. Per quanto riguarda il secondo caso, ovvero la pressione fiscale reale, nelle classifiche internazionali l’Italia è inarrivabile: nessun altro Paese infatti supera quota 50%. Ma di fronte a tanta pressione, i tartassati come possono opporsi? Poco o nulla anche se una rilettura dello “Statuto del Contribuente” potrebbe riservare qualche prezioso suggerimento. Conosciuto anche come legge 212 del 2000, venne pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale a fine luglio dello stesso anno. Dopo esserci muniti di lente di ingrandimento, passiamo in rassegna i ventuno articoli soffermandoci su quelli che fanno il caso nostro.

ARTICOLO 3

ARTICOLO 6

ARTICOLO 7

Il terzo articolo chiarisce che la variabile tempo non è tale quando si parla di decorrenza delle nuove norme tributarie e di prescrizione degli accertamenti. Nel primo caso l’effetto retroattivo è bandito e nel secondo non è ammesso parlare di proroga (semmai di interruzione dei termini);

Il sesto articolo, invece, sottolinea come l’Amministrazione finanziaria non possa richiedere documenti e informazioni già acquisiti da altre amministrazioni pubbliche. Purtroppo nella realtà, a volte, accade il contrario a causa della mancanza di comunicazione tra enti: in questi casi, il contribuente ha il diritto di opporsi alla richiesta, in quanto vero e proprio abuso;

Obbliga l’Amministrazione finanziaria a inserire, nei provvedimenti notificati al contribuente, il riferimento all’eventuale precedente atto di accertamento oppure la motivazione che ha generato il provvedimento stesso. Non solo, occorrono anche indicazioni precise in merito all’ufficio presso il quale è possibile ricevere ulteriori informazioni;

ARTICOLO 8

ARTICOLO 11

ARTICOLO 12

Obbliga l’Amministrazione finanziaria a rimborsare il costo delle fideiussioni che il contribuente ha sostenuto per ottenere la sospensione o la rateizzazione del tributo. Il rimborso scatta sia nel caso in cui l’imposta non è dovuta e sia quando viene definitivamente acclarata in misura minore. Sempre lo stesso articolo rivela che l’obbligo di conservazione di atti viene meno a dieci anni dalla loro emanazione;

Ciascun contribuente può inoltrare domande scritte all’Amministrazione finanziaria per risolvere dubbi concreti sulle modalità applicative delle disposizioni tributarie e di avanzare anche proprie interpretazioni. Entro quattro mesi è dovuta la risposta e, se la risposta non arriva, è implicito il fatto che l’Amministrazione finanziaria sia d'accordo con le conclusioni espresse dal contribuente. Non possono essere emesse multe al contribuente che ha posto la domanda – esclusivamente sull’argomento tributario oggetto del quesito – nel caso in cui quest’ultimo non abbia ricevuto la risposta entro appunto i quattro mesi.

I diritti e le garanzie del contribuente sottoposto a ispezioni fiscali sono contenuti nel dodicesimo articolo: l’Amministrazione finanziaria, prima di procedere, deve comunicare la causa che ha originato la verifica, nonché la facoltà del contribuente di avvalersi di un professionista abilitato alla difesa avanti agli organi di giustizia tributaria. Inoltre è previsto l’intervento della figura del Garante del contribuente, purché debitamente coinvolta, per quei casi in cui l’azione dei soggetti verificatori contrasti con le modalità di legge.


eventi

MAGENTA Come una volta, sulle tavole la verdura dei contadini

Le foto di questo servizio sono di Silvia Grillo @ Obiettivamente

Che successo il Farmer market! REDAZIONE Camminando per le corsie di un qualunque supermercato, ognuno di noi non può che rimanere stordito dall’assortimento di prodotti disponibili: dal reparto ortofrutta a quello della macelleria, la scelta è pressoché illimitato. Eppure, non è difficile ricordare che fino a qualche tempo fa la spesa la si faceva dal fruttivendolo o al piccolo negozio di alimentari sotto casa. Il panettiere produceva le giuste quantità di pane per soddisfare la sua clientela ed evitare gli sprechi, dal fruttivendolo le zucche si trovavano solo in inverno e le pesche so-

Quanto viaggia la nostra spesa? Al di là del Farmer market, esistono prodotti ortofrutticoli ormai protagonisti delle nostre tavole la cui importazione è praticamente indispensabile. Questo cosa comporta? Che mediamente un frutto viaggia per un totale di oltre 1900 chilometri, consumando litri di petrolio ed emettendo chilogrammi di anidride carbonica. Fortunatamente, secondo la Coldiretti, la contaminazione dei mercati del nostro Paese da parte di prodotti stranieri ha un valido "nemico" in tre consumatori su quattro, che sostengono di riporre maggiore fiducia nei prodotti di provenienza italiana e che, in quasi la metà dei casi (46%) sono disposti a spendere di più pur di acquistare un prodotto italiano.

lo in estate. Oggi, invece, assistiamo allo spreco di quantità imbarazzanti di cibo che ogni giorno vengono gettate, prodotti del reparto ortofrutta che si trovano costantemente in qualsiasi momento dell’anno, carne e pesce provenienti da altri Paesi, se non da altri continenti. Secondo un’indagine della Coldiretti, negli ultimi anni le importazioni di frutta e verdura dall’estero hanno raggiunto un valore complessivo di circa due miliardi di euro. È con questo spirito che a Corbetta è stato promosso il Farmer Market, un mercato contadino a chilometro zero finalizzato a promuovere i prodotti tipici del territorio locale, favorire

lo sviluppo locale delle aziende agricole, educare il consumatore ad un acquisto responsabile e rispettoso dei cicli produttivi e favorire l’incontro diretto tra il produttore e il consumatore. Il primo appuntamento è stato il 3 novembre dalle 8 alle 13, ma il mercato tornerà ogni sabato con i prodotti del territorio. Tutto questo non solo per accorciare la filiera ma anche per creare un luogo di convivialità, dove è possibile fermarsi, parlare, consumare un pasto e un bicchiere di vino in compagnia, dove fare la spesa non è più solo un atto “funzionale” ed alienante, ma un tempo riconquistato al piacere e alla socialità.


Eventi Abbiategrasso ABBIATEGRASSO Negozi aperti e mercatini di Natale

Abbiategrasso è... la Città che ti piace CAMILLA GARAVAGLIA Anche domenica scorsa, come ogni prima domenica del mese, Abbiategrasso si mette in ghingheri per essere una vera "Città che ti piace". Sì, perché il collaudato format, frutto della collaborazione tra Associazione Commercianti e Comune di Abbiategrasso, è tornato con il consueto mix di shopping e intrattenimento. L’obiettivo è, come sempre, duplice: animare la città e, nel contempo, sostenere il comparto commerciale cittadino. Ecco le iniziative in campo domenica scorsa: per gli amanti dello shopping, da segnalare i soliti negozi aperti che aderiscono all’evento e il mercatino che, fin dal mattino, viene allestito in piazza Marconi, sulla falsariga di quanto proposto durante l’appuntamento con La Città

che ti piace dello scorso ottobre. Il mercatino, che si è concluso alle 18, è stato realizzato in collaborazione con gli stessi commercianti. Altra tappa per fare acquisti è stata l’area pedonale intorno al castello Visconteo dove hanno fatto bella mostra una quindicina di espositori di prodotti enogastronomici e di oggetti artigianali: la “Festa delle regioni italiane”, questo il titolo dell’iniziativa, che è stata curata dalla società JM Consult di Varese. Nel pomeriggio, poi, non è mancato lo spazio riservato ai più piccoli che in piazza Marconi si sono potuti divertire con il “truccabimbi” (dalle 15 alle 18). Sempre nella stessa piazza, da segnalare anche il banco benefico curato dalla Scuola Media Europea, dove tutti hanno potuto acquistare gli oggetti realizzati dagli alunni.

Le foto di questo servizio sono di Simona Ticozzelli @ Obiettivamente

Sono proseguite, poi, le aperture del convento dell’Annunciata: domenica pomeriggio con visite guidate gratuite, della durata di un’ora, alla scoperta della storia e della bellezza del complesso monumentale. Per informazioni e prenotazioni (in vista delle prossime aperture domenicali) ci si può rivolgere ai Servizi Culturali del Comune (sede municipale di piazza Marconi – cultura@comune.abbiategrasso.mi.it -tel. 02.94692.220) oppure allo sportello di informazione turistica (Castello Visconteo – turismo@comune.abbiategrasso.mi.it – tel. 02.94692.453). Il prossimo appuntamento con a Città che ti piace è per domenica 2 dicembre.


Eventi Inveruno INVERUNO "Nel luogo di Inveruno si fà fiera di ogni sorta de merci..."

La 405esima edizione dell'Antica Fiera di San Martino CAMILLA GARAVAGLIA "Nel luogo di Inveruno si fà fiera il giorno di San Martino di ogni sorta de merci et robba cibaria ogni anno". Così recita un documento del 1680 conservato nell'Archivio di Stato di Milano. A quell'epoca, erano già settantatrè anni che a Inveruno si teneva la grande fiera agricola di San Martino, che oggi, arrivata al suo 405esimo anniversario, costituisce un importante appuntamento e un punto di riferimento per la divulgazione di quegli aspetti innovativi di cui è composto il progresso del settore zootecnico, soprattutto in termini di selezione del bestiame e di miglioramento dei sistemi di allevamento. L’apertura della fiera è riservata alla rassegna interregionale dei bovini della razza Frisona italiana, organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione provinciale Allevatori di Milano e Lodi e la partecipazione degli studenti dell’Istituto Agrario Mendel

di Villa Cortese. La cerimonia di inaugurazione della 405esima edizione dell'Antica Fiera di San Martino avrà luogo sabato 10 novembre alle ore 10 alla sala F. Virga del Centro Servizi per la Cultura e l'Impresa di Largo Pertini 2. Al termine dei discorsi delle autorità presenti, il corpo musicale Santa Cecilia di Inveruno accompagnerà il corteo per il taglio del nastro allo Stand Manifestazioni di viale Piemonte.

San Martino, che divise il suo mantello con un mendicante La fiera dell'11 novembre è dedicata a Martino di Tours, vescovo nato nel 317 in Pannonia (attuale Ungheria) e venerato come santo dalla chiesa cattolica, ortodossa e copta. È uno tra i primi santi non martiri proclamati dalla Chiesa e la ricorrenza cade l'11 novembre perché è il giorno in cui fu sepolto a Tours, in Francia. Quando Martino era ancora un militare, ebbe la visione che divenne l'episodio più narrato della sua vita: si trovava alle porte della città di Amiens

quando incontrò un mendicante seminudo. D'impulso tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. Quella notte sognò che Gesù si recava da lui e gli restituiva la metà di mantello che aveva condiviso: quando si risvegliò il suo mantello era integro. Il sogno ebbe un tale impatto su Martino, che egli si fece battezzare e diventò cristiano. Divenne poi vescovo della città di Tours e morì l'8 novembre del 397.


stare bene SALUTE Una caramella oggi, un cioccolatino domani...

Le calorie inutili: dove si nascondono? CAMILLA GARAVAGLIA Un goccio di vino in più, una lattina di cola al ristorante, un caffè zuccherato a metà pomeriggio, dell'olio aggiunto alle pietanze senza dosarlo. Tutti questi gesti, apparentemente innocui, sono chiari esempi di calorie inutili, la cui assunzione spalanca per molti le porte al sovrappeso. Ma dove sono nascoste le "calorie inutili" che ingeriamo ogni giorno (e che ci riempiono di grasso superfluo?). ECCOLE QUI: 10 grammi di olio di oliva = 90 calorie: se non si dosa l'olio di oliva con il cucchiaino è facile esagerare senza rendersene conto; 10 grammi di formaggio grattuggiato = 40 calorie: i formaggi sono alimenti ad alto contenuto calorico. Escludendo quelli magri, generalmente il loro contenuto calorico si aggira tra le 300 e le 500 calorie per etto! 2 caffè zuccherati = 62 calorie: nell'esempio abbiamo considerato l'aggiunta di una bustina da 8 grammi di zucchero per caffè. Con lo zucchero di canna, si risparmiano solo 2 calorie; 10 grammi di pasta in più = 35 calorie: quantità tutto sommato modesta ma facile da raggiungere se non si pesa la pasta prima di cucinarla; 1 bibita zuccherata = 130 calorie: l'aggiunta di carboidrati ad alto in-

dice glicemico le rende particolarmente caloriche e poco sazianti; Latte intero anziché scremato, per 400 millilitri = 72 calorie: tra i due tipi di latte il gusto è simile ma le calorie sono superiori in quello intero perché più ricco di grassi. Analogo discorso per yogurt naturale (50 calorie per 100 grammi)e quello alla frutta (80-120 calorie per 100 grammi)in cui l'eccesso di zuccheri aumenta a dismisura l'apporto calorico. Un paio di caramelle gommose = 20 calorie: questo alimento apporta all'incirca 10 calorie per pezzo, anche se le rotelle di liquirizia ne contengono addirittura 48! Un cioccolatino = 55 calorie: un cioccolatino in più al giorno rispetto al fabbisogno calorico ci farebbe ingrassare circa 2,5 chili in un anno; Cosa ci succederebbe se ogni giorno sgarrassimo in questo modo, sommando tutti gli alimenti appena elencati? Semplice, guadagneremmo 26,5 chili di grasso. Avete lettobene!Seognigiornoassumessimo 560 calorie in più rispetto al nostro bisogno (una caramella di qua, un cioccolatino di lì, un cucchiaio d'olio in più su un piatto di pasta troppo abbondante) rischieremmo di ingrassare di più di 25 chili. Ecco spiegato come mai certe persone non si capacitano del loro sovrappeso: in realtà spesso si tratta solo di cattive abitudini alimentari

Calcola il tuo fabbisogno calorico giornaliero Come noto, se si assimilano più calorie di quelle effettivamente spese giornalmente, il nostro corpo tende ad accumulare grasso superfluo. Quindi per mantenere il peso forma è essenziale conoscere il fabbisogno calorico giornaliero del nostro organismo. Questo si calcola tenendo presenti diversi fattori quali: Età, sesso, peso, altezza e soprattutto le attività svolte. Ecco una semplice formula indicativa: una persona sedentaria deve moltiplicare il proprio peso in chilogrammi per 31, una persona mediamente attiva per 38 e una persona attiva per 44. Così un individuo di 60 chilogrammi con una vita mediamente attiva dovrà consumare 60x38= 2280 calorie al giorno.


TrO VIVAIO. QUALI PIANTE ACQUISTArE? ECCO COSA ChIEDErE AL VOS 1 Il Falangio assorbe il benzene (presente in vernici e tabacco), la formaldeide (nelle colle) la trielina, (contenuta nei detergenti)

4

3

2

Potus

assorbe Il anch'esso il benzene, la formaldeide, la trielina monossido di carbonio e ammoniaca;

Spatifillo assorbe il benzene, formaldeide, trielina e toluene, contenuto negli smalti;

Dracena assorbe il benzene, formaldeide, trielina e xilene, contenuto nel catrame e nel petrolio;

5

Filodendro assorbe il benzene, formaldeide, trielina e monossido di carbonio.

BENESSERE Un angolo verde nel tuo appartamento

Sette piante per star bene in casa ALESSIA LAZZARONI

Detergenti, riscaldamento, polveri e gas di cottura: anche i nostri appartamenti possono diventare un nido di malesseri e malattie a causa delle sostanze inquinanti che si accumulano nell’aria. Come difendersi? Il verde può essere d’aiuto. Nei laboratori della Nasa fin dagli inizi degli anni 60 si studiano le piante capaci di ripulire gli ambienti chiusi delle navicelle spaziali. E se funziona nello spazio... I maggiori effetti benefici delle piante derivano dalla loro capacità di effettuare scambi gassosi con l’atmosfera circostante, proprio come i nostri polmoni. Se

dalle foglie liberano l’ossigeno vitale per tutti gli organismi viventi, in direzione opposta, attraverso la stessa via, possono assorbire altri gas quali l’anidride carbonica, necessaria per la fotosintesi clorofiliana, ma anche un certo quantitativo di agenti inquinanti. Cosa fare in concreto per migliorare la qualità dell'aria di casa nostra? Sono sufficienti tre piante di dimensioni medio- grandi (vaso da 30 cm) o sei piante medie per ambienti da 10-12 metri quadrati, abbinando un buon sistema di ventilazione. Vale per tutte le stanze della casa, in camera da letto però è consigliato inserire piante grasse, che non ci “rubano” l'ossigeno quando dormiamo.

BENESSERE E se non volete acquistarli, investite su una buona centrifuga

Succhi di frutta, un pieno di salute Il ministro della salute ha appena proposto il maggioramento della quantità di frutta contenuta nei succhi di frutta, dal 12 al 20%. Speriamo la proposta vada in porto, perché i succhi di frutta sono dei veri concentrati di benessere. Il succo di frutta è un prodotto ottenuto da molti frutti con un procedimento meccanico: la spremitura, che permette di mantenere le caratteristiche nutritive del frutto stesso. I succhi di frutta vengono sempre pastorizzati per evitare la fermentazione degli zuccheri e ciò che avviene anche coi nettari di frutta, che sono i classici succhi addizionati dal produttore con

acqua e zucchero, fino a 100 grammi per litro. È proprio la presenza massiccia di zucchero aggiunto che fa lievitare il numero di calorie, specialmente rispetto alla comune frutta. restano comunque da preferire alle bevande acquose semplici aromatizzate alla frutta, tipo aranciate, limonate ecc. In alternativa all'acquisto di succhi pronti, ci si può preparare un centrifugato, che completi la prima colazione, faccia da spezza-fame in tarda mattinata e costituisca una sana merenda nel pomeriggio. In questo modo, soprattutto i bambini, possono assumere fuori casa la frutta in una forma gradevole. A. L.

6

Camadorea assorbe il benzene, formaldeide, trielina e particolato atmosferico;

7

Aloe Vera assorbe il benzene e la formaldeide.


obbiettivo: bellezza

NAVIGLIO, di Alessandro Pessina http://www.flickr.com/photos/alessandropessina/


Melograno re della tavola LA GOLOSITÀ DELLA SETTIMANA I suoi chicchi sono una vera miniera di sostanze nutrienti.

Dai chicchi i rimedi più

antichi

Dal punto di vista nutrizionale, il frutto è particolarmente ricco di vitamina A e B ed il suo succo sembra giovare al buon mantenimento dell'apparato cardiovascolare; Le sue virtù mediche sono davvero molteplici: antinfiammatorio, antitumorale, sembra essere addirittura efficace nel combattere i disturbi della menopausa; Le sue radici possono essere inoltre usate come vermifughi, come avevano già scoperto, più di quattromila anni fa, gli Egizi; La buccia del frutto e la corteccia del melograno si usano come rimedio tradizionale contro la dissenteria e i parassiti intestinali. Le qualità astringenti del succo di fiori, scorza e la corteccia degli alberi sono considerati preziosi per diversi scopi, come fermare il sangue dal naso e i sanguinamenti gengivali e tonificare la pelle; Attenzione, però: meglio utilizzare rimedi controllati a base di melograno o comunque chiedere sempre consiglio al proprio medico. Nel dubbio, consumare il frutto: è un vero serbatoio di gusto e benessere!

gusto CAMILLA GARAVAGLIA Nei mesi autunnali, i suoi frutti riempiono le nostre tavole per decorarle con il colore rosso della sua buccia e dei suoi semi. Peccato, però: perché il melograno, oltre che essere bello, è anche delizioso e meriterebbe più spazio nella nostra cucina! Di forma sferica, con la buccia di colore rosso brillante, ne si consumano solo i semi, cioè i chicchi interni, dal sapore acidulo. Il melagrano è un frutto con poche calorie e grandi valori nutrizionali, presente sulle tavole delle feste come simbolo di abbondanza, fertilità e prosperità. Prende il suo nome dal latino (malum granatum, cioè mela con i granelli). E’ considerato il re dei frutti per il suo particolare picciuolo a forma di corona. Oltre che consumati singolarmente, i suoi chicchi si possono spremere per ottenere succhi dissetanti, oppure possono essere usati in ricette, insalate o marmellate.

ograno l e m l a a t a t Cros

a pezzetti rina, il burro Impastare la fa o finchè ov l'u re ge le, poi aggiun sa na il ri e fa liscia. di sta g 200 a palla di pa si otterrà un rro riposare rla fa e la co 100 g di bu lli pe Avvolgerla nella orli . 1 uo vo, 3 tu o per mezz'ora ig fr e ur in at m da parte agrane agrane, tenere 2 grosse mel Tagliare le mel razione, co de la r ante icchi pe 2 dl di spum 2 cucchiai di ch i per um gr ia n lo sprem la spremerle co 30 g di feco cco. hero a, ottenere il su 80 g di zucc in una casseruol nd ite il succo, versarlo d'arancia ca re tra ze Fil or sc di te, i tuorli an 40 g um sp lo , la e a unire la feco velo hero e cuocer zucchero a ti con lo zucc tu a at sb un à rr le te sa ot o finchè si un pizzico di fuoco bassissim le scorze ire un e re ne Speg crema densa. ite. d'arancia cand re di 2sta allo spesso Stendere la pa crostata da po m sta e uno 3 mm, rivestir grande più o ho usato un di 18 cm (io ne e versare o nd fo il e ar erell di 24 cm), buch da. la crema fred 30 minuti, rta a 180° per Cuocere la to asti e lo rim hi icc n i ch decorarla co lo. zucchero a ve


gusto La ricetta LE RICETTE DELLA NOSTRA TERRA

La trippa La trippa, chiamata in dialetto “busecca” è sempre stato uno dei piatti più consumati e tipici della lombardia e del milanese in particolare, tanto che ai tempi di federico Barbarossa i milanesi erano chiamati “busecconi”. Non era costosa e si poteva cucinare in tante maniere: in insalata (lessata e condita con olio, aceto e una cipolla affettata), in umido come la ricetta qui presentata, o in minestra, simile alla trippa in umido ma più brodosa, da accompagnare con fette di pane casereccio. Il Foijoeu (si pronuncia foiò, con l’ultina ò chiusa) si prepara di tradizione con i fagioli bianchi di Spagna che una volta erano piuttosto cari. Nelle trattorie e in famiglia venivano spesso sostituiti dai più comuni borlotti.

PROCEDIMENTO

INGREDIENTI

) Foijoeu (trippa foiolo alla milanese

topelli Kg. 2 di foiolo o cen nchi di Spagna secchi bia i iol fag di gr. 300 mo issi gr. 80 burro fresch o di lardo sa ste ta cet pan gr. 50 di di sedano medie – mezzo cespo ote car 5 2 cipolle bionde – salsa di pomodoro etale oltativo) – brodo veg grasso di arrosto (fac ro pomodo triplo concentrato di – sale – pepe parmigiano grattugiato carote e sedano. e a cubettini cipolla, Pulire, lavare e ridurr a mettere a bagno i prim a ser sce sottili La Ridurre il lardo a stri bicarbonato. con un cucchiaino di fagioli in acqua tiepida li a lessare in tter me e i azione sciacquarl Il giorno della prepar rli. Scolarli quando ante acqua senza sala una pentola con abbond lendo si possono i e tenerli da parte. (Vo sono cotti ma ben sod ranno poi a nge ma si che e di maiale aggiungere delle cotenn

parte). arlo e tagliarlo a ua molto calda, asciug Lavare il foiolo in acq re il burro, unirvi glie scio far ella capace pad strisce sottili. In una

FAGIOLI La vera trippa si fa con i fagioli bianchi di Spagna che, però, una volta erano piuttosto cari e venivano sostituiti con i più comuni borlotti.

particolare alla l’avete (darà un sapore il grasso d’arrosto se r cia amalgamare i tritata finemente, las trippa) e la pancetta ili e farle colorire. sott ine cipolle a fett grassi indi metter vi le sa di pomodoro, una tre cucchiaiate di sal Aggiungere il foiolo, lto in un mestolo scio trato di pomodoro cucchiaiata di concen sale e pepe. te, len bol do bro stoli di di brodo, due o tre me bassa, per circa far cuocere, a fiamma Coprire la pentola e in tanto. to tan mescolando di un’ora/un’era e mezza ano, mondati, sed il e ote car le po unire Trascorso questo tem e la cottura uar tin delle o a dadini. Con lavati e tagliati a ron essario e nec se do bro o iungendo altr per altre due ore agg in tanto. mescolando di tanto i, assaggiare, due ore unire i fagiol me Alla fine delle ulti grossa una con e dir pepe e con aggiustare di sale e di e. ben do lan sco me o, manciata di parmigian altri 15 minuti in a pentola scoperta, per Continuare la cottura, dovrà essere are i sapori. La trippa modo da far amalgam . asciutta ma non troppo ante lverizzando con abbond spo di fon tti Ser vire in pia la carne, lare del lar ste que con .e parmigiano grattugiato lche pezzetto di aglio. unendo, se piace, qua la contenga di recipiente di vetro che Mettere la carne in un o e i chiodi di epr verdure, l’alloro, il gin misura, aggiungere le ta per bas nto qua o la con tanto vin garofano, poi irrorar go fresco luo in rla cia las e tto ra un pia coprirla. Metter vi sop

Daniela Griner


gusto Abbiategrasso | Boffalora

CONTATTI

ABBIATEGRASSO Ecco i tre chef protagonisti

Abbiategusto, a cena con le stelle Ad Abbiategusto mancano ancora due settimane, ma è finalmente terminata l'attesa che aleggiava sui tre nomi degli chef protagonisti della nuova edizione di "A cena con le stelle". Da anni, infatti, alla fiera enogastronomica più famosa del territorio è abbinata la possibilità di gustare a prezzi davvero modici menu interi preparati dalle mani – e dalle pentole – più famose d'Italia. Ecco i tre

nomi d'oro dell'edizione 2012: Massimo Spigaroli (Antica corte Pallavicina, 23 novembre); Carlo Cracco (ristorante Cracco, 24 novembre); Fabio Barbaglini (Antica Osteria del Ponte, 25 novembre). Tutte e tre le serate prenderanno il via alle 20 sotto le volte dell'antico ex convento dell'Annunciata di Abbiategrasso. Ecco i tre menu... irresistibili!

aggiori tazioni e m ttare Per preno ta n co te te o dettagli p ne per la o la Fondazi dell’Abbiatense ne promozio o.mi.it   biategrass comune.ab @ ne io az fond

e-mail:

Telefono: - 0294692458 0294692468 2452 Fax: 029469

Massimo Spigaroli

Antica Corte Pallavicina 23 novembre, ore 20

Piccole stuzzicherie di casa Spigaroli abbinate ai nostri vini: metodo classico Strologo e Fortana del Faro Il culatello di Zibello (vino Fiore Fiore di Fortana) Le mezzemaniche in brodo di terza (vino rosso del Motto) Il porcelletto nero croccante cotto su legno di pioppo e cotogne alla saba (vino Carlo Verdi)

60 euro

Ristorante Cracco

Antica Osteria del Ponte

Carlo C

75 euro

BOFFALORA

60 euro

arbag

racco

Tuorlo d'uovo fritto con polenta al gorgonzola risotto alle verse e fagioli Guancia di vitello brasato e purea di zucca Nuvola di mascarpone al pan mein

Foie gras fresco di anatra caramellato al sesamo con composta di limoni al cardamomo Topinambur cotto al sale grosso con melanzana affumicata, salsa soia e sherry, e marmellata di cipolle al porto bianco riso latte e fagioli con baccalà e riduzione di miele e aceto Pancia di maiale allo spumante, purea di sedano rapa e cipollotti agli agrumi Crema gelata al whisky con mandorle salate e riduzione al balsamico

Fabio B

24 novembre, ore 20

lini

25 novembre, ore 20

Anticipata a novembre la serata sociale per gli auguri di Natale

A Camelot una cena... da favola CAMILLA GARAVAGLIA Per motivi tecnici è stata anticipata di un mese, ma poco importa: la cena di Natale dell'associazione Camelot – Crocevia di arte e cultura di Boffalora non sarà per questo meno gustosa! La cena sociale andrà in scena sabato 10 novembre alle 19.30 in sala Monsignor Portaluppi, per gli auguri e il menu garantito dagli chef Giampietro e Ti-

no. La serata costerà 12 euro, bevande comprese, anche se i bambini pagheranno la metà. La serata è aperta a tutti: soci, amici, simpatizzanti e persone interessate a conoscere l'attività di Camelot. Per i soci sarà anche l'occasione di rinnovare l'iscrizione e parlare dei prossimi eventi in calendario, come la serata sugli effetti degli additivi chimici che si terrà il 15 novembre.

Ecco il menu della serata Antipasto: pancetta cotta, hummus di ceci, torta salata con porri; primo piatto: penne con verdure; secondo: spezzatino con patate Dolci e bevande comprese

Per prenotare è possibile telefonare a uno di questi numeri: Giampietro Comerio (029754389); Paola Chiodini (029754597), rino Barbaglia (3490500696) e Giovanni Barbaglia (0297255606), Mario Barbagallo (0297250370).


green POLLICE VERDE Come difendere i nostri giardini dal freddo

Proteggi le tue piante anche in inverno ALESSIA LAZZARONI Amate piante, alberi e fiori e vi state impegnando ad affinare e perfezionare il vostro pollice verde? Siete tra i fortunati che hanno un bel giardino, o un terrazzo fiorito, e sperate che sopravviva alle rigide temperature invernali per poi rifiorire, più rigoglioso e più bello, in primavera? Bene, perché le piante, oltre a rallegrare la casa, aiutano

anche la salute (come? Leggi la rubrica Stare Bene di questo numero). Qualcuno o qualcosa che potrebbe rovinare i vostri piani, però, c'è e si chiama inverno. Con le gelate, la neve e i venti freddi potrebbe sembrare impossibile, all'apparenza, proteggere le nostre amiche piante fino a marzo. Ecco, invece, qui sotto sei suggerimenti preziosi che possono aiutarvi nel vostro proposito.

RIDURRE L’USO DI FERTILIZZANTI

RADICI AL CALDO CON DEL PACCIAME

Se siete soliti utilizzare sostanze fertilizzanti, riducetene l’impiego a partire dall’inizio dell’estate, fino ad eliminarle del tutto entro la fine della bella stagione. Piante e fiori devono infatti affrontare l’arrivo dell’autunno e di temperature più rigide in buona salute, ma non devono crescere troppo in fretta;

Spargere uno strato abbondante (di circa 4 dita) di fogliame secco e di residui di corteccia a protezione del suolo del vostro giardino fa sì che quest’ultimo si mantenga umido e che la sua temperatura resti il più possibile costante, evitando che le radici delle piante siano soggette a variazioni troppo brusche e che ghiaccino;

ACQUA FIN QUANDO È POSSIBILE

LEGARE I RAMI DELLE PIANTE AL FUSTO

Fate in modo che il suolo del vostro giardino sia sempre ben irrigato (compatibilmente con il tipo di piante che coltivate) in modo che le radici non rimangano asciutte e non secchino. A partire dai mesi autunnali, diminuite progressivamente la dose quotidiana di acqua ma continuate comunque ad innaffiare il vostro giardino fino a quando sarà possibile e il suolo non sarà ghiacciato in caso di clima molto rigido;

Se sono previste bufere o grosse precipitazioni nevose, ricordate che il peso della neve e del ghiaccio può spezzare le fronde delle vostre piante, in particolare se si tratta di conifere e agrifogli. Per questo, è preferibile legare i rami al fusto, per poi liberarli quando il pericolo sarà passato;

OCCHIO ALL’ESPOSIZIONE

Proteggete le piante più delicate mettendole al riparo dal vento, che in inverno può essere gelido e violento. A questo scopo, potete fissare intorno ad esse dei bastoni più o meno alti e farvi girare intorno della iuta, in modo da creare una sorta di capanna fai-da-te. Oppure, per piante più basse, potete realizzare un cannicciato di bambù. Tenete comunque presente che la protezione non deve sovrastare del tutto la pianta, ma deve lasciarne libera la parte alta, che ha pur sempre bisogno di una certa quantità di luce. E ricordate anche che per i sempreverde questo tipo di protezione non è necessaria: al contrario, potrebbe persino risultare dannosa.

Se state coltivando o volete coltivare piante resistenti al freddo (non solo i sempreverde, ma anche alcuni tipi di ortaggi e di bulbi, come i tulipani), abbiate cura di scegliere un angolo del vostro giardino esposto a nord o nord-est. Potrebbe sembrare un consiglio controintuitivo, ma bisogna tenere presente che le piante che crescono rivolte a sud o sud-ovest sono più esposte al sole e nei mesi invernali ciò significa sperimentare quotidianamente degli sbalzi di temperatura che potrebbero risultare nocivi alla loro salute;

CREARE UNA BARRIERA PROTETTIVA


sport

LE NOSTRE SOCIETÀ "Non puntiamo ai campioni: tutti i ragazzi per noi sono importanti"

Dal 1976 a Ravello si corre con l'Asd Atletica CAMILLA GARAVAGLIA

Nei nostri piccoli Comuni è normale che tante società sportive nascano all'ombra di un campanile, nel cortile di un oratorio. In questo luogo sacro, ma pur sempre teatro delle prime sbucciature alle ginocchia di molti bambini, lo sport e la fede si mischiano e qualche briciola di questo legame rimane sempre, anche quando lo sport "diventa grande" e decide di prendere la propria strada. Non fa eccezione l'Atletica di ravello (Parabiago), che ha mosso i suoi primi passi sul campetto dell'oratorio della parrocchia di Ge-

sù crocifisso, in zona oltre-ferrovia. Tra i fondatori del gruppo sportivo, nato in seno al CSI di ravello, c'è Gianni Colombo, ex professore di educazione fisica in pensione da tre anni e attuale allenatore – e presidente – dell'Asd atletica ravello. Gianni è in pensione, sì, ma le energie proprio non gli mancano: lo troviamo infatti, al cellulare, mentre passeggia con gli amici a duemila metri di altezza, vicino al lago di Como. "Bisogna godersi la vita – esordisce – camminare, stare in forma, fare le cose che fanno star bene e vedere panorami come questi assieme agli amici". La sua sembra una frase sle-

gata dal contesto atletico, ma in realtà non lo è affatto: la dice lunga, anzi, sulla filosofia dell'Asd ravello. "Qui vogliamo stare bene e non pensare ai "campioni". Ciò che intendo è che l'atletica ravello non vuole andare a caccia dei talenti per sfinirli con gli allenamenti, e magari intanto ignorare gli altri ragazzi. È con gli atleti "normali", invece, che si fanno i risultati, come dimostra la nostra recente vittoria a Castelnovo ne' monti nel Titolo nazionale Csi atletica su pista. Una vittoria che ci ha resi contenti, certamente, ma non sono nemmeno queste le cose importanti!".

Partecipazione: una parola chiave per la società Ben prima che la crisi economica stringesse i cordoni delle borse, l'atletica ravello aveva già pensato a una formula vicina alle famiglie: "Da noi non si paga la quota d'iscrizione personale, bensì una quota famigliare – spiega il presidente Gianni Colombo – e non solo per motivi economici ma soprattutto per invogliare tutti a partecipare. Così un ragazzino che si iscrive da noi paga una quota sola anche se la sorellina o un genitore decidono di imitarlo". Ma c'è di più. "Io e l'altro allenatore, Vittorio Migliarini, alleniamo gratuitamente per il piacere di farlo, e tutti i soldi raccolti vanno all'associazione, di modo che quando organizziamo gite fuori porta o eventi simili, restano già pagati". Una tradizione "democratica" lunga, quella dell'Asd ravello, che nonostante la recente iscrizione al circuito Coni vanta un'esistenza più che trentennale. "Esistiamo dal 1976 – conclude Colombo – e ci teniamo molto che i genitori dei ragazzi iscritti partecipino attivamente ai nostri eventi. Domenica 11 novembre, ad esempio, ci sarà il decimo trofeo regionale di corsa su strada qui, a Parabiago. Si tratta di una corsa largamente organizzata dai genitori... inutile dire che siete tutti invitati a partecipare!".


agenda eventi

Se vuoi mettere in evidenza un evento chiama il numero:

02 36547901 o manda un email a:

cittaoggi@tiscali.it

Bambini

Cultura

ABBIATEGRASSO

RESCALDINA

8 NOVEMBRE

8 NOVEMBRE

“C’ERAUNAVOLTA…ILGIOVEDÌ” AUTUNNO IN BIBLIOTECA Il primo appuntamento del ciclo di incontri è in agenda per giovedì 8 novembre: alle 10 ritrovo con le neomamme nella sala bimbi della biblioteca civica, dove la lettura di alcuni testi sarà lo spunto per confrontarsi sui temi legati all’esperienza della maternità. Alle 16.30 i bambini (dai tre ai sei anni di età) potranno respirare la magia delle fiabe attraverso le letture e le animazioni coordinate dalle volontarie dell’associazione Amici della Biblioteca. La partecipazione è gratuita, ma è gradita la prenotazione (tel. 02.94692.463).

BUSCATE

9 NOVEMBRE

IL LEONE IN BIBLIOTECA Lettura del libro di Michelle Knudsen e Kevin Hawkes alla biblioteca comunale. L’iniziativa è rivolta ai bambini del secondo anno di scuola dell’infanzia.Inizioalleore17,iscrizoneobbligatoria in biblioteca Per info www.comune.buscate.mi.it

Organizzato in collaborazione con la “Libreria che non c’è”, la biblioteca propone un corso di chitarra per ragazzi e adulti. Ritrovo alle ore 21

BUSTO GAROLFO

LEZIONI DI SONNO SICURO Sabato alla sala della Biblioteca in via Lambruschi 2, alle ore 15 si terrà una serie di lezioni interattive sulle manovre di desostruzione pediatriche e linee guida per il sonno sicuro dedicato alle mamme, ai papà e a chi lavora a contatto con i bambini. Ingresso gratuito ma iscrizione obbligatoria. Per info: Paola Zavattaro paola2310@libero.it o associazionegenitorileone@gmail.com

BUSCATE

11 NOVEMBRE

LA STREGA GENEROSA Nell’ambito della rassegna interculturale di teatro ragazzi 2012-2013, il Comune di Bernate organizza alle ore 16 al teatro dell Canonica uno spettacolo teatrale per i più piccoli. Al termine verrà offerta la merenda a tutti i partecipanti.

Tre serate gratuite per saperne di più e riflettere insieme sul tema dei disturbi specifici di apprendimento. Il 9 Novembre alle 21 si parlerà della legge sulla dislessia, le misure dispensative e gli strumenti compensative con la dottoressa Sara Velenich, logopedista. Gli incontri, rivolti alla popolazione ed in particolare a genitori ed insegnanti, si terranno alla sala Consiliare in via Magenta n. 25. Ingresso da via Mazzini, parco comunale. Per info www.comune.bustogarolfo.mi.it

9 NOVEMBRE

Incontro informativo sui disturbi specifici di apprendimento sia dal punto di vista scientifico, sia attraverso le parole e le emozioni di chi ha vissuto la dislessia in prima persona. Appuntamento all'auditorium delle scuole medie di via Trieste alle ore 21 Per info www.comune.turbigo.mi.it

CASTANO

10 NOVEMBRE

“IL SABATO CON GLI AUTORI” La biblioteca comunale di Castano Primo organizza a partire da sabato 6 ottobre e fino al 15 dicembre, alle ore 10, incontri con autori di libri di diverso genere. Sabato 10 novembre sarà la volta di Maria Grazia Cardani con il libro “ Il Giardino. Diario intimo di una donna giardiniere suo malgrado”

Cineforum CASTANO

11 NOVEMBRE

MADAGASCAR 3 Secondo appuntamento con i cineforum del Comune di Castano Primo. Proiezione ore 15 e 17.30 all’Auditorium di Piazza XXV Aprile. Ingresso intero 5 euro, ridotto 3.50 euro.

RHO

13-14-15 NOVEMBRE

”7 DAYS ALL’HAVANA” Riprende la rassegna CineCittà che si terrà all’auditorium Padre Reina, in via Meda 20. Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21 con il film: “7 days all’Havana” con Benicio Del Toro.

GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE Il centro diabetico organizza uno screening per la verifica del livello glicemico nel sangue per tutti gli utenti che si riferiscono all'Asl del nostro territorio. Appuntamento all’ospedale Cantù dove per i soli diabetici sarà possibile effettuare anche il controllo dl piede, dalle ore 9 alle ore 12.30. Per info: loaldigmp@alice.it o 339.6859002

ABBIATEGRASSO

10 NOVEMBRE

NOTTURNA AL CASTELLO Una visita in notturna al monumento, con ambientazioni d'epoca e una particolare illuminazione che contribuiranno a ricreare le atmosfere del passato. Quest'anno centrata sul tema "vipere a corte", la Notturna al Castello, giunta alla quarta edizione, è in agenda per sabato 10 novembre. I visitatori saranno suddivisi in gruppi (composti al massimo da 35 persone). Le visite inizieranno alle 21 e si concluderanno alle 23.30 (con partenza di ciascun gruppo ogni mezz'ora circa). Per info 02.94692.464 oppure: info@prolocoabbiategrasso.org

MAGENTA

14 NOVEMBRE

TERRA, ACQUA E CIELO Ciclo di conferenze del C.A.I dedicato all’approfondimento della conoscenza dell’ambiente per viverlo responsabilmente. Relatore per il tema “Il Meteo in montagna: come leggere il cielo” Andrea Borroni del centro meteo lombardo. Dalle ore 21 al Centro Giovanile “Gerico” in via San Martino 11. Per info: www.caimagenta.it o mail: magenta@cai.it

Feste e spettacoli

9 NOVEMBRE

DISLESSIA: CONOSCERLA E VIVERLA 10 NOVEMBRE

11 NOVEMBRE

“I BISTURDI SQECIFICI BI AQQRENBIMENTO”

TURBIGO

MAGNAGO

ABBIATEGRASSO

MAGENTA VILLA CORTESE

12 NOVEMBRE

SE NO CHE GENTE SAREMMO Il libro scritto da Gianfelice Facchetti, dal titolo "Se no che gente saremmo. Giocare, resistere e altre cose imparate da mio padre Giacinto". L'appuntamento si terrà alle ore 21alla sala Consiliare del Comune di Villa Cortese, con ingresso libero e gratuito. Sarà presente l'autore, figlio dell'indimenticato Giacinto Facchetti, difensore della Grande Inter e della Nazionale. Per info: www.comune.villacortese.mi.it

11 NOVEMBRE

FIERA DI SAN MARTINO Domenica 11 novembre Magenta e i Magentini torneranno a festeggiare San Martino, patrono della città cui è dedicata la Basilica di via Roma. Durante la giornata consegna del San Martino d’Oro (quest’anno il 14°), riconoscimento assegnato all’associazione o al cittadino che si sia particolarmente distinto. Inoltre ci saranno molte interessanti attrazioni (sputafuoco, contorsionisti, saltimbanchi, giocolieri, falconieri) che ci riporteranno indietro nel tempo direttamente all’epoca medievale. Per info: www.comune.magenta.mi.it


INVERUNO

10-11-12 NOVEMBRE

ANTICAFIERADISANMARTINO Puntuale al suo 405esimo anniversario, questafieracostituisceunimportanteappuntamento. L’apertura della fiera è riservata alla Rassegna Interregionale dei Bovini della Razza Frisona Italiana Al termine dei discorsi delle autorità presenti, il corpo musicale Santa Cecilia di Inveruno accompagnerà il corteo per il taglio del nastro allo Stand Manifestazioni di viale Piemonte. Per info e programma: e-mail: comune@comune.inveruno.mi.it o www.comune.inveruno.mi.it. (altre info a pag.17 di questo magazine)

Gastronomia TERRITORIO

Musica CERRO MAGGIORE

Teatro 9 NOVEMBRE

17ESIMA EDIZIONE DI “TRAIETTORIE SONORE” Per rappresentare le emozioni forti di una comunità, ma anche per anticipare importanti ricorrenze in campo musicale e privilegiare la produzione artistica locale, il 20 ottobre alle 20.30 nell'auditorium ci sarà un omaggio a Verdi, con la partecipazione del Centro di Danza La Fenice e della Schola Cantorum Ars Nova. Sarà anche una serata di raccolta fondi per il centro giovanile

8 NOVEMBRE

Rassegna gastronomica promossa dalla società Navigli Lombardi e realizzata dal Consorzio dei Comuni dei Navigli. L’evento inizierà giovedì 8 novembre per terminare venerdì 7 dicembre 2012: un lungo mese di appuntamenti gastronomici per permettere ai buongustai di scoprire i sapori tipici dell’Est Ticino. Alla terza rassegna gastronomica partecipano ristoranti, trattorie e osterie dei Comuni di: Albairate, Bernate Ticino, Besate, Boffalora Sopra Ticino, Busto Garolfo, Cisliano, Corbetta, Cuggiono, Morimondo, Motta Visconti, Ozzero e Robecco sul Naviglio e alcuni agriturismi del Consorzio Agrituristico Terre d'Acqua. I locali proporranno a cena menu tipici della cucina lombarda, a un prezzo convenzionato

8-9-10-11 NOVEMBRE

COLORI E SAPORI DI ROSATE Un percorso enogastronomico alla riscoperta dei sapori della nostra terra e delle realtà agricole del territorio. Partecipano l'Antica Trattoria Cacciatori, la Trattoria del Gallo , l'Agriturismo S. Ambrogio, il Suta al campanin, Da Gino, Ristorante La Roggia, Circolo Familiare Cattolico, Belso Cafè, Caffetteria la Piazza, Trattoria Tarantola, Bar Introini, Bar-gelateria Il Castello.

BAREGGIO

10 NOVEMBRE

SAGRA DEI SAPORI All’enoteca Maggiolini di via Novara 19 si terra la giornata di degustazione di vini novelli dell’annata 2012 con caldarroste e degustazione di specialità alimentari da tutta Italia e banchi d’assaggio. Ingresso gratuito. Per info: www.enoteca-maggiolini.it

Al teatro Brera il primo appuntameto teatrale a cura di OperArte. Sul palco il Gala di Apertura, concerto lirico e balletto con al pianoforte il maestro Enrico Zucca.

ARLUNO

VITTUONE

10 NOVEMBRE

APPUNTAMENTO A TEATRO L’università della terza età la Filanda porta al teatro Carcano di Milano per lo spettacolo in prosa “Questa sera si recita a soggetto”. Partenza alle ore 19.30 da via Mauthausen. Prezzo del biglietto 30 euro.

Sabato 10 e domenica 11 novembre l’occasione è buona per concederti una bella passeggiata in centro. Ospitato in piazza Visconti a Rho ti aspetta il Mercatino Val di Non, un simpatico gruppo di baite in legno che ogni settimana fanno sosta in una diversa piazza del Nord Italia per far conoscere ed apprezzare il gusto, il folklore e le tradizioni della bella vallata trentina.

Divertente commedia dialettale con Le vecchie glorie di Cuggiono, compagnia tutta femminile. Primo appuntamento con il dialetto per la rassegna 'Nel segno della lettera E...di educazione'; La compagnia metterà in scena lo spettacolo “El cont del Gelso” e il sipario si alzerà alle 21. Ingresso 3 euro ridotto o 6 euro intero.

Con il patrocinio del Comune di Vittuone si terrà sabato alle ore 21 al Teatro Tresartes di Vittuone un concerto Gospel con il coro Joyful Singers. Dirige il maestro Fabio Gallazzi con la partecipazione del coro di voci bianche Onda Anomala diretto da Stefania Gandola. Ingresso Libero. Si tratta di un concerto di beneficenza in favore dell'Associazione Cuore per Cuore a sostegno del progetto Colorando la Speranza per la casa accoglienza per bambini abbandonati a Macin in Romania.

MAGENTA

ROBECCO

10 NOVEMBRE

GITA A LODI E SAN COLOMBANO AL LAMBRO Gita in autobus con pranzo in agriturismo e visita al castello di San Colombano al Lambro con degustazione di specialità tipiche del lodigiano. Partenza alle ore 7.30 in Piazza XXI Luglio. Per info: Proloco 335.7097230

CORBETTA

11 NOVEMBRE

GIORNATA DEL VERDE PULITO 2012 Tutti insieme per ripulire la città. Il ritrovo alle ore 8.30 presso il cortile del palazzo comunale in via Cattaneo 25. Tutti i partecipanti saranno coperti da assicurazione e saranno dotati di guanti e attrezzatura idonea a svolgere il lavoro. La fine dei lavori è prevista per le ore 12.30 circa. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al 18 novembre

11 NOVEMBRE

VIENI A CANTARE ANCHE TU? Il Coro civico di Magenta si esibisce nel concerto di San Martino in Basilica, con le musiche di Mozart, Vivaldi e Diabelli. Per info corocivicomagneta@gmail.com o tel.335.6666128

Sport

CUGGIONO

OSSONA

10 NOVEMBRE

“ALSARTDALAGUGIAMOCA” Commedia dialettale comica in tre atti con la compagnia “Il Melograno” di Bareggio. Inizio alle 21 all’auditorium Unità d’Italia di via Dante. Ingresso gratuito.

9 NOVEMBRE

Il corso tenuto dal dottor Riccardo De Francesci, esperto in comunicazione, si pone l’obiettivo di utilizzare consciamente la risata per cambiare velocemente lo stato d’animo e acquisire una sensazione di benessere permanente. Inizio corso alle ore 21 al Palazzo Kuster di viale Roma 2. Costo del corso, 50 euro. Per iscrizioni: 348.1202795

MERCATINI VAL DI NON

10 NOVEMBRE

UN SORRISO PER MACIN

OTTIMISMO ATTRAVERSO LO YOGA DELLA RISATA

10-11 NOVEMBRE

10 NOVEMBRE

'EL CONT DEL GELSO'

CUGGIONO

RHO

10 NOVEMBRE

STAGIONE LIRICA

MESERO

NAVIGLI GOLOSI

ROSATE

INVERUNO

11 NOVEMBRE

I MULINI DI OLEGGIO Itinerario, organizzato dall’academia Peregrini e da “La memoria del mondo” , che si snoda nella vialle del ticino per circa 13 km tra lanche e boschi fino ad imboccare la strada dei mulini. Si ritornerà poi nel bosco per rientrare al Santuario della Madonna dove si potrà fare sosta alla trattoria Cavallino. Per info: info@memoriadelmondo.it o info@academiaperegrini.it

Varie

MAGENTA

11 NOVEMBRE

GITA ALL’EREMO DI SANTA CATERINA

14 NOVEMBRE

CORSODIDIFESAPERSONALE Il corso si pone l’obiettivo di acquisire, attraverso una serie di movimenti fisici semplici ed efficaci, una maggior sicurezza ed un miglior controllo della propria emotività di fronte ad eventuali condizioni di pericolo in cui si potrebbe incorrere. Inizio corsi alle ore 20 alla Palestrina della scuola media di via Bixio.

OLEGGIO

MARCALLO

5 NOVEMBRE

CAMPAGNA DI VACCINAZIONI In collaborazione con i medici di Medicina Generale parte la vaccinazione antinfluenzale gratuita per alcune categorie specifiche di persone.

Abbarbicato su uno strapiombo di parete rocciosa a picco sul lago, l'eremo di Santa Caterina del Sasso è senza dubbi uno tra gli scenari più suggestivi del lago Maggiore. Ritrovo in sede per tutti coloro che parteciperanno giovedì 8 novembre. Costo 2 euro per gli associati e dieci per i non associati. Per info: www.caimagenta.it o mail: magenta@cai.it


mercante

Cerco lavoro

AZIENDA COSTRUZIONI MECCANICHE ZONA MALPENSA

RICERCA

O Signora 46enne cerca lavoro solo al mattino (max per le 13) come baby sitter, stiro ed altro, in Sedriano e dintorni. Tel. 338/7619891

munito, precedenti esperienze nel settore operaio, impiegatizio, ottimo uso pc, internet e posta elettronica, conoscenza inglese e spagnolo, cerca qualsiasi tipologia di lavoro, preferibilmente subordinato. Disponibile anche nel periodo natalizio. Tel. 392/1257602

VENDO

per ampliamento organico,

O Diplomato 31enne, maturità linguistica, auto-

ADDETTO CONTROLLO QUALITÀ. Requisiti: diploma perito meccanico, ottima conoscenza disegno meccanico e degli strumenti di misura, pregressa esperienza in officina meccanica.

Inviare curriculum via fax 0331.881577 o via e-mail a curriculumvitaeg@alice.it

O Insegnante offresi per aiuto compiti o ripetizioni medie e superiori, tutte le materie. Inglese a qualunque livello anche a domicilio. Tel. 338/8079911

Tel. 333/3303515

O Ragazza seria, affidabile e amante dei bambini,

O Impartisco ripetizioni qualificate di matemati-

si offre come baby sitter, pulizie domestiche o come commessa bar o gelateria. Zona Casorezzo e dintorni. Tel. 333/9643002

ca, fisica, chimica, diritto, inglese ed economia. Esperienza pluriennale. Anche per universitari. Tel. 393/0415716

O Signora 54enne, offresi per stiro o pulizie domestiche.

Tel. 349/5597719

O Signora italiana offresi per stiro, pulizie domestiche e assistenza anziani, anche festivi e ore serali. Tel. 334/3794366

O Signora italiana offresi per stiro, prezzo onesto, precisione e serietà.

Tel. 392/6510390

O Magazziniere esperto con uso Pc e attestato uso muletto cerca lavoro. Pratico Pc, bollettazione, verifica ordini, preparazione imballaggi commesse, ottimo uso di tutti I tipi di carrelli. Serio, preciso e ordinato. Tel. 349/1478916

O Insegnante offresi per rioetizioni per i ragazzi delle elementari e delle medie in tutte le materie, chimica per le superiori, disponibilità flessibile di orari e prezzi modici. Tel. 327/2517384

O Segretaria con pluriennale esperienza in campo amministrativo, cerca lavoro. Utilizzo Pc, pacchetto office, posta elettronica e internet. Disponibilità immediate. Tel. 345/5922787

VENDO

VENDO Abito da sposa, taglia 46, manica corta, colore avorio, con scarpe n. 39 + contenitore porta abito. Euro 300 trattabili. Tel. 338/7619891

O Peruviano con attestato (ASA) con 6 anni di esperienza con persone malate di parkinson e sla offre servizi a turni (giornata o notte). Cell. 339/3611809 Tel. 02/36544684

O 27enne offresi per qualsiasi tipo di lavoro. Tel. 345/4091733

O Signora peruviana quarantenne super referenziata offresi per assistenza persona anziana anche non autosufficiente o disabile in Magenta o dintorni. Esperta in tutte le cure infermieristiche, somministrazione farmaci anche per via sottocutanea, iniezioni etc. Libera subito. Maria Tel. 333/7612440

O Signora italiana referenziata offresi per stiro o baby sitter. Ore pomeridiane, zona Bareggio. Tel. 340/2802717

O Signora italiana, seria e onesta, offresi come assistenza anziani autosufficienti. No perditempo. Tel. 345/9476099

O Signora russa offresi per assistenza anziani, dama di compagnia, pulizia con esperienza. Ottimo italiano. Tel. 345/6921386

O 52enne cerca lavoro come giardiniere, operaio e pulizie uffici e/o palestre. Francesco 340/8747816-02/9791657

O Signora 48enne di Bareggio, cerca lavoro come Tel. 327/4409912

O Badante italiana con esperienza di sei anni, cer-

O Indiano 27enne con esperienza, cerca lavoro di

ca lavoro diurno. Disponibilità immediate. Tel. 377/2545462

autista o qualsiasi tipo di lavoro. Disponibilità 24 ore su 24. Tel. 389/1545953

O Imbianchino con esperienza, pulito ed efficiene,

badante o domestica.

a basso prezzo.

Tel. 377/2545462

O Laureanda in lingue impartisce ripetizioni presso il proprio domicilio di inglese e francese, per compiti e preparazione verifiche, a studenti delle medie e delle superiori. Serietà, prezzo modico. Tel. 346/7061006

O Signore cerca lavoro di verniciatura e pulizia persiane,lavaggio con detersivo e lucidatura con crema protettiva.Prova gratuita.Eseguo anche pulizie di uffici, scale, appartamenti,vetri e negozi. tel 338/2363664

O Italiano quarantenne, riservato, bella presenza, residente in Corbetta (MI). Si propone come fattorino, autista, uomo di fiducia, pratico navigazione Internet, lavori d'ufficio (con esperienza e referenze). E-mail: cds@yahoo.it Tel. 327/0636964

O Signora 50enne, residente a Mesero attualmente in mobilità, addetta alla contabilità, cerca lavoro anche come operaia, commessa, pulizie... automunita , disponibilità immediata. Tel. 338/2937244

O 47enne con esperienza triennale nella litografia cerca lavoro full time o turnista, immediatamente disponibile nelle zone di Magenta e limitrofe, no perditempo. Tel. 338/549351

O Signora italiana cerca lavoro come operaia generica o lavori domestici.

Vendo Mitsubishi Pajero SW 3200 TDI. Anno 2000, 155.000 km, blu metal, full optional, splendida, tenuta in box. Telefonare dopo le 20 al 02 94963876 Maurizio.

Armadio stile liberty. Tel. 345/1514859

O Si impartiscono lezioni di informatica a persone di tutte le età. Prezzi modici.

CERCO

Volpina bianca cucciola, a prezzo ragionevole, verrà tenuta con grande amore, urgente. TeL. 346/7061006

Tel. 334/3350934

VENDO

Abito da sposa, taglia 48. Euro 500. Tel. 366/8006132

Loris Mari direttore editoriale Davide Mari direttore responsabile Redazione Vittuone Piazza G. Resta, 9 telefono 02/36547901 Fax 02/90110044 E - mail: cittaoggi@tiscali.it Società Editrice Edi Oggi srl piazza G. Resta, 9 20010 Vittuone Stampa Roto3 (Castano Primo) REGISTRAZIONE AL TRIBUNALE N° 551 DEL 04/09/90

O Macellaio con 30 anni di esperienza, cerca lavoro. Tel. 340/6837968

O Ventenne diplomato in elettrotecnica, con esperienza di 6 mesi nel campo cerca lavoro come elettricista. Tel. 347/2181676-02/9791657

O Signore ucraina offresi per collaborazione assistenza anziani, lavori domestici, dama di compagnia. Disponibile subito. Tatiana Tel. 366/1577180

Per la vostra pubblicità chiamate il numero:

02 36547901

o mandate un email a:

cittaoggi@tiscali.it

Il Meteo del magentino e dintorni dei prossimi giorni

GUARDA LE PREVISIONI PAESE PER PAESE DA SMARTPHONE E TABLET O DIRETTAMENTE DAL TUO COMPUTER SU www.cittaoggiweb.it



cittaoggi - 8 novembre 2012