Issuu on Google+

nume

ro

settem sette_

011 bre 2

ag.it pontim e u .d w ww

foto di: Roberto Chiovitti_Olycom

in questo numero: incontri \ Andrew Howe around the world \ Viaggio in Europa accessori \ Oggetti del desiderio fashion \ La Grande soirĂŠe

E

T

O

i b IONI E t E on Clu RMAOZ. L P A I e ing E INFIROCOL C u E D ort WS, LEL C P S E D SpTE LEEVNENTI I

LUXURY SP ONSOR DUE P ONTI MAGA ZINE :

S

R

C

ON

T I TU GL

N


\\ welcomedpmag < tag: editoriale_colophon_dueponti_magazine >

edito da Luxury Media S.r.l. Via di Vigna Stelluti 157 - 00191 Roma Tel. 342.3344025 - admin@luxurymedia.it www.duepontimag.it direttore responsabile Sergio Greci redazione Marina De Benedictis - marina.debenedictis@yahoo.it coordinamento editoriale Maurizio Mannu grafica e impaginazione Luana Briglia, Cittagiardino - luanabrigliastudio@gmail.com responsabile marketing e r.e. Luigia Latteri - mkt_dueponti@dueponti.it hanno collaborato Achilli Enoteca al Parlamento, Alessandro Alto, Philippe Arnaud, Veronique Arnaud, Mauro Biagioli, Andy Bird, Gianni Butera, Fabio Carnevali, Marina De Benedictis, Rossano De Cesaris, Lorenzo De Santis, Mari Fisher, Stefano Fonte dell’Olmo, Federico Franzè, Gaffo, Tiziana Galli, Lorenzo Giovannelli, Giovanna Giuffredi, Roberto Iacopini, Luigia Latteri, Ivan Massi, Luca Monterosi, Carlotta Nelli, Anna Pichierri, Alfonso Rago, Irene Santalessi, Beatrice Stone, Andrea Zurini crediti fotografici Aeronautica Militare, AltaRoma, Rodolfo Boccale, Roberto Chiovitti/Olycom, Face Comunicazione, Ferrero Photogallery, Getty Images, Istockphoto.com, Luigia Latteri, Francesca Mattoni, Olycom, Orient-Express, Roman Osherashvili, Pasquali, Fabrizio Romiti, Scooter Magazine, Shutterstock.com, Adriano Thorel, Sara Tortora, Umbrella stampa D’Auria Printing S.p.A. - AP Periodico Free Press pubblicazione registrata presso il Tribunale di Roma n°36/2010 del 24/02/2010

DUE PONTI SPORTING CLUB Via dei Due Ponti 48/a - 00189 Roma tel./fax 06.333.93.60 email info@dueponti.it - www.dueponti.it

Bentornati insieme al vostro Due Ponti Mag \\ Cari lettori, anche questa estate sta finendo e speriamo che tutto il team del Due Ponti Mag sia riuscito ad entusiasmarvi e a tenervi compagnia durante queste calde giornate, con gli ultimi due strepitosi numeri. Per molti le vacanze non sono ancora terminate, mentre per altri sta ricominciando la quotidianità della città, ma il Due Ponti Mag vuole subito ricominciare ad intrattenervi con un numero più ricco che mai. Come potrete vedere la nostra cover è stata dedicata a un grande campione, Andrew Howe, che a causa di un infortunio al tendine di Achille non ha potuto rappresentare la nostra Nazione agli ultimi Campionati Mondiali. Scoprite i segreti dei grandi atleti e la capacità di reagire da agonista anche in questi delicati momenti: all’interno del Mag ecco a voi l’intervista al campione di salto in lungo, che ci ha voluto concedere uno spazio nonostante la sua convalescenza forzata. È per noi un onore avere come ospite e personaggio del mese, inoltre, il prof. Calabrese, esperto Nutrizionista pronto a darvi consigli per riprendere o mantenere il peso forma. Ma come al solito le sorprese non finiscono qui. Insieme scopriremo, all’interno della rubrica viaggi, le più belle destinazioni europee per tutti coloro che sono ormai stufi del mare. Come ogni estate le passerelle della Capitale si scaldano e il nostro team non poteva mancare alle affascinanti sfilate di AltaRoma. Il Due Ponti Mag non smette mai di crescere e di arricchire le numerose rubriche: divertitevi e appassionatevi sfogliando le pagine di questo nuovo numero del luxury free press della nostra città. Buon rientro e buon mese. \\ < Lorenzo Giovannelli >

pubblicità Governale ADV Media & Communication Via Baldo degli Ubaldi 318 - 00167 Roma Tel. 06.89.02.04.51 - governale@governaleadv.it Dir. Responsabile Giuseppe Governale 335.8423911 Maurizio Veglianti 348.6531021 Roberto Di Tivoli 339.5432311 Mirko Degani 349.55.74.068

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_5


Class & Colour Collection - robertocoin.com

100%

75%

25%

5%

THE ULTIMATE ITALIAN ART OF CREATING JEWELS

Roberto Coin Boutique Via Vittoria 9, Roma Tel. 06 32652439

Due Ponti Magazine SL10C&C01.indd 1

26-07-2011 12:13:17


\\ welcomedpmag < tags: editoriale_colophon_dueponti_magazine >

di Pietro Tornaboni \\ Cari Soci,

di Emanuele Tornaboni \\ Cari Soci, settembre è un nuovo inizio per tutti noi. Alcuni ancora hanno la fortuna di godersi le ferie, altri sono già da qualche giorno tornati in città per riprendere la routine. Per tutti voi, allora, ecco il nuovo numero post-vacanziero del Magazine: questo mese ricco di fashion, con il tuffo nelle sfilate di moda romane e non e le anticipazioni sulle tendenze della prossima stagione; di news sull’hi-tech, vini pregiati, viaggi in Europa, gossip&glamour, consigli finanziari. Ma il nostro orgoglio è soprattutto l’ospite di copertina: il grande campione Andrew Howe che, reduce da un brutto incidente a luglio che gli ha impedito la partecipazione ai mondiali, ci ha rilasciato un’intervista in esclusiva. E poi, ancora, i consigli del nostro nutrizionista Prof. Calabrese, i trionfi sportivi di fine stagione del circolo e infine il lusso declinato in tutte le sue sfaccettature. Ancora una volta buona lettura e… bentornati! \\

È meglio amare o essere amati? Nessuno dei due, se il vostro colesterolo è più di seicento.

desidero aprire questo mio nuovo editoriale con un ringraziamento particolare al nostro personaggio del mese: Andrew Howe, il quale – pur avendo subito l’incidente estivo al tendine d’Achille che, mentre scriviamo, lo ha costretto ad una urgente operazione a Perugia – ci ha concesso ugualmente l’intervista in esclusiva. Simbolo della grande motivazione che muove ogni grande campione sportivo, Andrew pensa già agli impegni del 2012 ed è per questo un vero simbolo per le nuove generazioni. E, accanto alla sua storia, emergono anche tutte le nostre piccole/grandi vittorie all’interno del circolo, nonché le novità sportive a partire da questo mese: dai trionfi nel tennis al nuoto, dai nostri amati tornei sociali ai nuovi corsi di fitness, dal confronto Italia vs Russia sino al coaching, tecnica psicologicamente raffinata e utile a sportivi e non. Infine la danza, col saggio di chiusura, il consueto Yoga Cup e gli sport da spiaggia. Per il lusso, vi lascio scoprire tutto da soli fra le pagine del vostro insostituibile Magazine. Buon fitness a tutti voi.\\

Per chi intraprende cose belle, è bello soffrire qualsiasi cosa gli tocchi. Platone (427 a.C.-347 a.C.)

Woody Allen (1 dicembre 1935)

www.duepontimag.it

12:13:17

dueponti_magazine_7


dpmagoverview \\ < tags: in questo numero_sommario_settembre2011 >

09/11 18 pagina_28

10

30

< 10 > < ritratti> Andrew Howe < 18 > < around the world > Viaggio in Europa < 30 > < supercar > Fuoriserie da sogno < 40 > < fashion > La Grande Soirée < 52 > < incontri > Intervista al Prof. Calabrese < 62 > < food > Cous cous: viaggio nel cibo etnico < 64 > < visual_food > Obiettivo sul Cous cous < 66 > < food_news > Indirizzi, news, curiosità < 68 > < hi-tech > Google Plus all’assalto di Facebook

dueponti_magazine_8

52

www.duepontimag.it

< 76 > < moto > Sfida verde < 86 > < luxury_home > Deluxe citylife < 92 > < oggetti del desiderio > Accessori di lusso < 100 > < make_up > Il fondotinta < 102 > < beauty_news > Profumo di donna < 106 > < luxury wine > Bollicine d’eccellenza < 110 > < hair_style > Ristrutturazioni < 116 > < design > Tra due fuochi < 122 > < investire > Guida all’investimento consapevole 3 < 126 > < vip cafè > Vip, glamour and fashion


\\ overviewdpmag < tags: in questo numero_sommario_settembre2011 >

62

76

116

40

106 Inside_DuePontiMagazine < 139 > < editoriale > Al via la nuova stagione < 140 > < coaching > Focalizziamo la mente < 142 > < tennis > Itavia vs Russia < 144 > < tennis > Il tennis per i giovanissimi < 145 > < tennis > Promozione in serie b < 146 > < sport > Il beach_tennis

126

< 147 > < sport > Il beach_volley < 148 > < sport > Il kitesurf < 149 > < fitness > Novità 2012 < 150 > < danza > 80… voglia di ballare < 152 > < tennis > Yoga cup 2012 < 154 > < nuoto > Campionati nuovo master < 156 > < tennis > Torneo sociale < 158 > < riabilitazione > Fkt circolo Due Ponti

09/11

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_9


dpmagincontri \\

dueponti_magazine_10

www.duepontimag.it


\\ incontridpmag

andrew howe generazione in movimento è alto 1 metro e 83 e pesa 75 chili. Vola a otto metri e 47. Corre i 200 in 20 e 31. Ama le cose semplici ed è goloso di Nutella. Forte, motivato, determinato: a 26 anni Andrew Howe è uno dei più grandi campioni dell’atletica leggera. E non lo ferma neanche l’incidente al tendine d’Achille dello scorso 27 luglio < di_Marina De Benedictis > < ph_courtesy of Aeronautica Militare, Ferrero Photogallery >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_11


dpmagincontri \\ < tag: andrew howe_atleta_salto in lungo_corsa >

Ho dentro di me il fuoco sacro dell’atletica e della competitività, e inoltre i miei amici più intimi mi sono molto vicini e mi fanno sentire il loro affetto e la loro stima.

Andrew, partiamo da questa estate: mentre ti allenavi per i Mondiali, ecco un nuovo incidente al tendine d’Achille. Questa è una grossa prova di resistenza psicologica e fisica. è una prova molto difficile, ma sono determinato a non mollare e a ripartire con ancor maggior focus. Qual è il programma di riabilitazione dell’équipe del Prof. Cerulli e quanto durerà? Vado avanti day by day, per ora. Ho grande fiducia nel Prof. Cerulli e spero fondatamente di essere di nuovo a sgambettare sulle piste fra qualche mese. Come reagisce un atleta come te a questi “ostacoli di percorso” per ritrovare subito la giusta motivazione? So come reagisco io. Ho dentro di me il fuoco sacro dell’atletica e della competitività, e inoltre i miei amici più intimi mi sono molto vicini e mi fanno sentire il loro affetto e la loro stima. Il tuo prossimo traguardo è… La partecipazione alle Olimpiadi del 2012. è vero che lasci il lungo per la velocità? Come ho già detto, il salto in lungo è il mio primo amore e, come tutti sanno, il primo amore non si scorda mai.

dueponti_magazine_12

www.duepontimag.it


\\ degustaredpmag < tag: andrew howe_atleta_salto in lungo_corsa >

Andrew Howe Andrew è nato a Los Angeles il 12 Maggio 1985. Vive e Rieti e si prepara sulle piste di Vigna di Valle con il suo allenatore: la mamma René Felton. è fidanzato con Giuseppina Palluzzi e suona la batteria in un complesso rock. Il 27 luglio scorso si è lesionato il tendine di Achille sinistro mentre era in preparazione per i Mondiali. Per dialogare con Andrew, tutti i giorni e in tempo reale, basta andare sul suo blog ufficiale.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_13


dpmagincontri \\ < tag: andrew howe_atleta_salto in lungo_corsa >

… come ho già detto, il salto in lungo è il mio primo amore e, come tutti sanno, il primo amore non si scorda mai…

\\ Andrew. Il Campione Risultati 2007 Osaka (Jap) Campionati Mondiali di Atletica Leggera, salto in lungo, medaglia d’argento 2006 Goteborg (Sve) Campionati Europei di Atletica Leggera, salto in lungo, medaglia d’oro 2006 Birmingham (Ing) Campionati Europei Indoor di Atletica Leggera, salto in lungo, medaglia d’oro 2004 Grosseto (Ita) Campionati Mondiali Juniores di Atletica Leggera, 200 m. piani, medaglia d’oro 2004 Grosseto (Ita) Campionati Mondiali Juniores di Atletica Leggera, salto in lungo, medaglia d’oro 2001 Debrecen (Ung) Campionati Mondiali Giovanili di Atletica Leggera, salto in lungo, medaglia di bronzo Primati Primatista italiano in carica nel salto in lungo (mt. 8,47) Primatista italiano in carica nel salto in lungo indoor (mt. 8,30) < links: www.andrewhowe.it >

dueponti_magazine_14

www.duepontimag.it


dpmagincontri \\ < tag: andrew howe_atleta_salto in lungo_corsa >

Il tuo allenatore è tua madre, ostacolista. Tuo padre è un calciatore. Sta tutto nel dna? Forse la genetica un pò rileva, ma per primeggiare nello sport servono anche dedizione, mente e cuore. Come ti alleni in prossimità di una gara. Almeno tre ore, con programmi variati ma sempre significativi. E come ti ricarichi dopo la fatica. Mi piace stare con gli amici e con Giuseppina, fondamentalmente cose semplici e genuine. Otto metri e 47. Cosa provi mentre voli in aria? è davvero una sensazione unica, se si potesse dire in un’intervista polically correct, direi un orgasmo. La tua dieta sportiva. A mio avviso ogni dieta deve essere tarata sul singolo, sull’individuo, ma ciò che ritengo veramente importante per tutti è fare sport, non avere una vita sedentaria, far parte della generazione in movimento. Sei goloso di… Nutella! Ci hanno detto che la tua casa a Rieti è un po’ particolare… Qualsiasi angolo di Rieti è casa mia, in tal senso è un pò particolare. Il tuo viaggio ideale. USA coast to coast. Un sogno personale, ancora irrealizzato. Non lo dico, così magari si realizza…

dueponti_magazine_16

www.duepontimag.it

10013 21


ROMA - Via Fulcieri P. De Calboli, 5 - I째 Piano Tel. 06 3728288 06 3700318 www.anastasiagioielli.com

10013 210x297 Parioli Pocket Anastasia.indd 1

13/04/11 14:58


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

dueponti_magazine_18

www.duepontimag.it


\\ aroundtheworlddpmag < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

VIAGGIO IN EUROPA

In treno per attraversare l’Inghilterra o a bordo delle luxury boat per navigare in Francia e poi scendere a terra per giocare a golf. Ripartire alla volta della Russia per un viaggio romantico a due. L’Europa è bellissima a settembre < di_Stefano Fonte dell’Olmo > < ph_courtesy of Orient-Express, Shutterstock.com >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_19


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia > The Royal Scotsman Train Interni di lusso, comfort a 5 stelle, chef dedicati

UK. The Royal Scotsman Train \\ Il lusso, lusso e ancora lusso per realizzare il “grand tour” in Great Britain alloggiando in cabine elegantissime, ricche di ogni comfort e arredate con gusto come delle vere suite d’hotel a cinque stelle. A bordo squisiti menu nel ristorante interno, vini pregiati e piatti indimenticabili che rendono il viaggio ancora più piacevole. The Royal si muove da Edimburgo attraverso le città più importanti in UK. Da provare almeno una volta nella vita. \\ < link: www.theroaylscotsman.com > dueponti_magazine_20

www.duepontimag.it


\\ aroundtheworlddpmag < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

Afloat Attraverso la Francia, a bordo delle luxury boat

Francia. Afloat \\ Un modo unico e rilassante per esplorare la Francia in totale relax senza rinunciare mai al lusso. Sono le luxury boat associate alla catena Orient-Express: gli hotel che navigano sulle acque offrendo ai propri ospiti cabine a cinque stelle e servizi al top del top. In cucina chef di primâ&#x20AC;&#x2122;ordine e anche un tour dedicato ai vini: il Grand Cru Special Cruise. Chi ama il golf, invece, puoâ&#x20AC;&#x2122; scegliere il programma che prevede di scendere sul green fra una tappa e lâ&#x20AC;&#x2122;altra. Diverse le offerte di barconi di lusso per poter visitare sui fiumi tutta la Francia. Per accontentare tutti i gusti. \\ < link: www.afloatinfrance.com >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_21


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia > Northern Belle Un viaggio romantico nel cuore dell’Inghilterra

UK. Northern Belle \\ Stile e dettagli del 1920. Questo treno riflette l’eleganza di quegli anni, ed è il mezzo più romantico per visitare l’Inghilterra partendo da Londra, Birmingham, Manchester ed altre città dell’UK. Interni decorati con i dettami del passato, comfort di lusso, servizio impeccabile, cucina di livello top: Matthew Smith titilla dal 2002 i palati di tutti gli ospiti del treno con il ruolo di Executive Head Chef. Un’esperienza da non perdere per un viaggio sui generis. \\ < link: www.orient-express.com > dueponti_magazine_22

www.duepontimag.it


Festeggiamo lâ&#x20AC;&#x2122;invenzione del televisore. Con Loewe Individual Limited Edition.

1931 Loewe presenta la prima trasmissione televisiva elettronica al mondo. Nasce il televisore cosĂŹ come lo conosciamo oggi.

2011 Loewe presenta Loewe Individual Limited Edition, con diffusore e table stand inclusi.

40'' in serie limitata ad un prezzo particolare e con un connect 22 in omaggio fino al 25 settembre 2011* * Offerta valida fino ad esaurimento scorte. Studio di design del prodotto: Loewe Design / Phoenix Design / Design 3.

Loewe Roma Lungotevere dei Mellini 22 Tel. 06 9818 3000 info@loeweroma.it - www.loeweroma.it


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

Russia. Grand Hotel Europe \\ San Pietroburgo. 130 anni di storia, per questa location da sogno in una delle città più affascinanti del mondo, che si erge su Nevsky Prospekt nel bel mezzo del tesoro architettonico della città. Fortemente legato al mondo del teatro, della musica e del ballo, l’hotel ha visto passare fra gli ospiti Tchaikovsky e Pavarotti, teste coronate e capi di stato. Un soggiorno qui colpisce diritto al cuore, particolarmente durante i giorni dell’inverno, quando la neve imbianca tutta la città e questa diventa la location dall’accoglienza calorosa. Lusso ed eleganza nelle 301 stanze, finemente arredate. Cinque ristoranti per soddisfare tutti i palati, due cafè e un bar: cosa desiderare di più? \\ < link: www.grandhoteleurope.com >

Grand Hotel Europe Una vista spettacolare, interni raffinati, eleganza tradizionale

dueponti_magazine_24

www.duepontimag.it


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

Francia. Hotel de la Cité \\ Carcassone. In un’atmosfera magica, l’Hôtel de la Cité della catena Orient-Express è la base ideale da cui esplorare questa città da favola. Giardini romantici, alte mura medievali, arredi d’altri tempi, comfort moderni: l’hotel è per ogni ospite un’esperienza unica. Tra le vigne fertili della provincia di Languedoc-Roussilon e il canale du Midi, patrimonio mondiale dell’Unesco, questa location gode anche di una eccezionale reputazione gastronomica premiata dalle ambite stelle Michelin. Il ristorante Barbacane è situato nel cuore dell’hotel, con una stanza neogotica dai camini magnifici e dai soffitti alti. 47 guestrooms e 14 suite dallo stile aristocratico completano l’opera. \\ < link: www.hoteldelacite.com >

Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

dueponti_magazine_26

www.duepontimag.it

Hotel de la Cité Un castello medievale nel verde delle vigne francesi


dpmagaroundtheworld \\ < tag: settembre_europa_treno_luxury boat_inghilterra_portogallo_russia >

Parigi.

Hotel Rochester Champs Elysées \\ Situato a pochi passi dagli Champs Elysées e dal famoso Arco di Trionfo, l’hotel Rochester Champs Elysées, grazie all’eleganza, al fascino e alla tradizione del suo ambiente raffinato rappresenta il luogo perfetto per un soggiorno romantico o d’affari nel cuore di uno dei quartieri più vivaci di Parigi. L’hotel, inoltre, mette a disposizione dei propri ospiti un fitness-center, dove sarà possibile fare massaggi, cure per il corpo, bagni di vapore ed una palestra dotata di macchinari di ultima generazione. \\ < Per informazioni e prenotazioni: FUTURVIAGGI, Via Nomentana 261, Roma Tel. 06.44.01.81.001 email: francia@futurviaggi.it - www.futurviaggi.it > dueponti_magazine_28

www.duepontimag.it


dpmagsupercars \\ < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

fuoriserie da sogno Bombe da corsa. Da ammirare e da desiderare. Le fuoriserie sono sempre state l’oggetto del desiderio per gli uomini di tutte le età. Dai veri appassionati dei motori fino ai semplici esibizionisti. Ma quali sono gli ultimi oggetti del desiderio? Quelli che fanno girare per strada anche le signorine? Difficile dirlo in un mondo in cui tutto è stato visto e mostrato. Tuttavia il mercato delle quattroruote è capace ancora di regalare emozioni forti. < di_Gaffo > < ph_Shutterstock.com >

dueponti_magazine_30

www.duepontimag.it


\\ supercarsdpmag < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_31


dpmagsupercars \\ < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

Clk 63 Amg \\ Scendendo un po’ di categoria ma non di appeal, c’è la nuova Clk 63 Amg è la Classe C più potente mai costruita, grazie ai 517 CV del motore V8 da 6.3 litri aspirato, lo stesso per intenderci della bellissima SLS AMG. Un’auto pronto corsa con tante soluzione che arrivano dalla esperienza racing della stella a tre punte. Una su tutte, l’aggressivo cofano in alluminio che toglie peso superfluo all’auto. Per averla nel garage bisogna sborsare però più di 115 mila euro. \\ < link: www.mercedes-benz.it >

dueponti_magazine_32

www.duepontimag.it


\\ supercarsdpmag < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

Ferrari FF \\ Dalla casa del cavallino rampante non si può dimenticare l’arrivo della FF. La prima Ferrari familiare supersonica. Quattro posti per 660 cavalli di potenza. Linea aggressiva e sbilanciata verso il posteriore. Raggiunge da 0 a 100 Km/h in 3,7 secondi e per parcheggiarla bisogna avere un box abbastanza grande visto che è lunga quasi 5 metri. Il prezzo… 260 mila euro. \\ < link: www.ferrari.com >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_33


dpmagsupercars \\ < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

Porsche 911 GT3 RS 4.0 \\ Porsche, un classico di sempre, ha dopo poco chiuso un semestre a livello mondo con un impennata di vendite che supera il 20%. Una conferma dell’ottimo stato di salute che gode il gruppo tedesco. Fra i suoi gioiellini più ambiti c’è la 911 GT3 RS 4.0 Colore Racing. Il più bello, il bianco con banda argento e bordini rossi da corsa. Alettone da Super GT che abbassa il CX della vettura e modanature dedicate. La nuova bomba teutonica è un animale da pista, e ha il motore aspirato quattromila più potente mai realizzato da Porsche: 500 cavalli con un coppia di 460 nm che si raggiungono a 5750 giri. Gt3 Rs è in grado di superare i 310 chilometri orari, codice della strada a parte. Destinata solo a seicento possessori nel mondo costerà la cifretta di 180 mila euro. \\ < link: www.porsche.com >

dueponti_magazine_34

www.duepontimag.it


Aston Martin Rapide \\ Il sogno elegante a quattro ruote si chiama Aston Martin. La Rapid è uno degli oggetti del desiderio del momento. Una coupè dalla linee massicce ma filanti. Si rivolge a palati sopraffini in cerca di lusso ma senza apparire troppo. La versione S piÚ pepata debutta al Salone di Francoforte con il suo potente cuore V12 da 517 cavalli. \\ < link: www.astonmartin.com

dueponti_magazine_36

www.duepontimag.it


dpmagsupercars \\ < tag: fuoriserie da sogno_quattroruote da corsa_oggetti del desiderio_emozioni forti >

Lamborghini Aventador \\ L’auto italiana di quest’anno è senz’altro Lamborghini Aventador. Il suo nome deriva, come tutti i modelli Lambo, dalla tauromachia. Aventador era infatti il nome di un prestigioso Toro. Insomma, il nuovo missile di Sant’Agata è un concentrato di potenza e tecnologia realizzato sotto la supervisione e i severi standard della nuova proprietà Audi .La sigla Lp 700-4 sta per settecento cavalli di potenza e quattro ruote motrici di trazione integrale. A bordo, dentro Aventador, sembra di essere dentro un caccia a reazione. Si guida praticamente a un metro di altezza, sdraiati. Perfino il pulsante di accensione della vettura è fatto come la sicura rossa del grilletto degli aerei da guerra. Il prezzo, una formalità, soltanto si fa per dire 300 mila euro e spicci. \\ < link: www.lamborghini.com >

dueponti_magazine_38

www.duepontimag.it


dpmagfashion \\

È di rigore l’abito lungo. Sofisticata, sfavillante, esagerata e sempre affascinante, la donna della nuova stagione non deve chiedere mai < di_Tiziana Galli > < ph_courtesy of AltaRoma AltaModa >

\\ Roma. Anche quest’anno, nel mese di luglio, Altaroma ha presentato le nuove proposte da grande soirée per l’Autunno-Inverno prossimo. Una nuova occasione per sottolineare l’alto pregio della sartorialità italiana dando spazio anche a stimoli di provenienza straniera e soprattutto a tante nuove proposte. Molti gli stilisti che hanno calcato le passerelle di S. Spirito in Sassia mentre altri hanno preferito sfilare presso i loro atelier o in locations prestigiose come piazza del Campidoglio e Villa Pamphili. Tema dominante della fashion-week romana è stata l’arte, che ognuno ha reinterpretato a modo proprio. Dai bustini-capitello di Sarli alle silhouettes lempickiane della Curti, il “reimpasto” dei linguaggi ha dato vita a soluzioni ad alto impatto scenico. Impedibili. \\ < link: www.altaroma.it >

Tony Ward


Tony Ward


dpmagfashion \\ < tag: la grande soirée_altaroma_nuove proposte_autunno/inverno 2012 >

\\ La bellezza è nei contrasti Aristocratica e seduttiva, la donna firmata Tony Ward non ha incertezze e conquista la scena è d’ispirazione zen l’ultima collezione houte couture per l’Autunno/Inverno 2011/20012 di Tony Ward. Oro, argento, madreperla, tutto parla di ricchezza. Elementi puri, nobili. I colori, essenziali e saturi, sono il bianco, il nero e il rosso, illuminati da inclusioni di metallo nei filati. Più di sessanta materiali diversi, sviluppati in Italia, Francia e Svizzera. Lusso senza mezzi termini. Anche questa volta lo stilista libanese riesce a farci sognare con i suoi sontuosi abiti da mille e una notte. Corti o lunghi non c’è differenza: l’allure è sempre la stessa. Eleganza e disinvoltura. Paradossalmente semplice sontuosità. Conclude la sfilata l’abito da sposa con una pioggia di candidi fiori sul corpo. Sublime. < links:www.tony-ward.com >.

dueponti_magazine_42

www.duepontimag.it


\\ fashiondpmag

LA GRANDE SOIRÉE

< tag: la grande soirée_altaroma_nuove proposte_autunno/inverno 2012 >

\\ Scacco al Re. Look in Black & White per un New-Optical style e abiti sculture di Fausto Sarli Solenni come un tempio greco, gli abiti della Maison sfilano per la collezione A/I 2011/2012 in piazza del Campidoglio. Giocata sulle polarità cromatiche del bianco e del nero la collezione propone texture caleidoscopiche. Tessuti nobilissimi ad alto impatto scenico si susseguono animati da segni/disegni. Strisce bicrome, allungate e deformate, ipnotizzano la passerella, mentre nastri senza inizio e senza fine, incrociandosi creano scacchiere ondeggianti. Volumi lineari e al tempo stesso articolati conquistano uno spazio senza tempo: eterno. Solidità, presenza, ricercatezza: è la prima edizione senza la guida scrupolosa del padre della Maison, ma la tradizione continua sulla strada del vecchio Maestro. < links: www.sarlicouture.it > www.duepontimag.it

dueponti_magazine_43


\\ La bellezza è obbligatoria. Splendore senza tempo ed eleganza innata: questi i canoni della donna disegnata da Rami Al Ali Statuarie, monumentali: le donne di Rami Al Ali calcano la passerella avvolte da una quinta scenografica che riproduce il colonnato della Basilica Vaticana. L’abbraccio delle colonne intensifica l’effetto solenne di una femminilità eterna, bagnata dai raggi del sole come i monumenti della città. Tessuti preziosi finemente lavorati; intarsi, luminescenze, metalli, colpiscono l’occhio e riflettono la loro luce intensa, richiamando lo sguardo. Colori carichi: oro, bronzo, corallo, prugna, verde. Un tipo di femminilità penetrante ed elegante, senza sbavature. La bellezza diviene un must indiscutibile ed è fatta di tante componenti: qualità, raffinatezza, colore, portamento, magia di uno spazio incantato. Chiude la sfilata un trionfante abito da sposa, imponente e romantico al tempo stesso, con una lunga coda carica di pieghe. Moda, arte, cultura: qui c’è veramente tutto. < links: www.ramialali.com > dueponti_magazine_44

www.duepontimag.it

Gi


nwdesigns

YES I AM

Boutique Roma Via Sallustio Bandini, 14 (p.zza Carli) 06.36301569

ginebrajones.com Ginebra Jones • FCUK (French Connection) • Atos Lombardini • Post & Co • White Premiata


dpmagfashion \\ < tag: la grande soirée_altaroma_nuove proposte_autunno/inverno 2012 >

\\ Giada Curti e il gusto della differenza. Perché essere banali quando si può essere divine? Splendida, trionfante, altezzosa la Curti’s woman non ama le mezze misure e mette al bando la banalità. Un unico imperativo categorico: sedurre. La collezione è studiata nei minimi particolari per accattivare, provocare, conquistare, proprio come avrebbe fatto lei, la famme fatale alla quale l’intera produzione si è ispirata: Tamara de Lempicka. Nuovi volumi, drappeggi couture e sofisticate trasparenze ridisegnano ed enfatizzano la fierezza del corpo che diviene, immediatamente, imponente e statuario. Nulla è lasciato al caso, neanche il minimo particolare e la kermesse impone un must: labbra rosso fuoco. < links: www.giadacurti.it > dueponti_magazine_46

www.duepontimag.it


collezione SHIBUYA

DUCA 1962

VIA DI VIGNA STELLUTI, 151 - ROMA - TEL 06 36300173 - WWW.GIOIELLERIADUCA.IT


dpmagfashion \\ < tag: la grande soirée_altaroma_nuove proposte_autunno/inverno 2012 >

\\ Lella dell’orgoglio nazionale. Pizzi, trasparenze e velature per una donna altera ed elegante. Senza nulla da nascondere Anche quest’anno Raffaella Curiel, detta Lella, ha dato prova della sua capacità di proporre tagli classici e portabili ma straordinariamente re-interpretati in chiave personalissima ed attuale. L’ambasciatrice della Moda italiana presenta una lunghissima serie di modelli atti ad enfatizzare una femminilità piena ed elegantemente provocante. Gonne corte e longuette vestono la figura. Balze, drappeggi, pizzi e tante trasparenze, tutt’altro che nascoste, arricchiscono la presenza. È una donna sofisticata quella della Curiel, una donna che non lascia spazio alle altre. Ne’ di giorno ne’ di sera. La sartorialità della Maison, come sempre, rende omaggio alla migliore tradizione italiana, costituendo per il nostro Made in Italy un motivo d’orgoglio e fierezza. < links: www.giadacurti.it > dueponti_magazine_48

www.duepontimag.it


\\ fashiondpmag

LA GRANDE SOIRテ右

< tag: la grande soirテゥe_altaroma_nuove proposte_autunno/inverno 2012 >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_49


\\ Bianco, nero e nulla più. Strisce, pizzi, voillé e trasparenze per le “architetture” di Nino Lettieri Sfila all’Hotel Leon’s Palace di Roma Nino Lettieri. Solo dieci pezzi in passerella. Abiti finemente studiati e di alta artigianalità: intarsi,cristalli, micro paillettes e fiori a rilievo. Protagonista assoluto è il nero, spezzato a volte da righe bianche o raffia in oro. Plastiche volumetrie da red carpet ritraggono una donna sofisticata e amante del lusso. La ricercatezza è il vero mood della kermesse e gli stessi bijoux, disegnati da Alba Serena, sono traforati come raffinatissimi pizzi francesi. Le calzature, di Damiano Marini, sono ricche di ruches lavorate in pelle e bordate in vernice. Per Lettieri l’Alta Moda è nella libera espressione di una creatività innata, che può essere indirizzata, ma mai forzata. < link: www.ninolettieri.com > dueponti_magazine_50

www.duepontimag.it


STOCK&STOCK


dpmagintervista \\ < tag: colazioni a confronto_dolce o salato_brioche_cereali_tè_caffè > Prof. Giorgio Calabrese, Nutrizionista

PRIME COLAZIONI A CONFRONTO Qual è la miglior colazione per lo sportivo? Che cosa mangiare e bere al mattino, appena svegli, prima di iniziare qualsiasi attività? Qual è la colazione ideale? Quella italiana, l’americana o il breakfast all’inglese? E quali caratteristiche devono avere gli alimenti introdotti in una fase delicata della giornata? Risponde il Prof. Giorgio Calabrese, Nutrizionista < di_Irene Santalessi > < ph_shutterstock.com >

Prof. Giorgio Calabrese, cosa avviene nell’organismo umano durante la prima colazione? Prima di tutto bisogna ricordare due aspetti di solito sconosciuti ai più: con la colazione si devono introdurre nell’apparato digerente cibi liquidi e solidi. I primi mettono in funzione l’attività gastrica; i secondi hanno il compito di svuotare la cistifellea dalla bile. Quest’ultima funzione ha due finalità: quella di permettere una digestione migliore nel corso della giornata; fare in modo di non accumulare troppa bile nella colecisti, situazione che potrebbe portare alla formazione di calcoli in futuro. Ricordiamo, infatti, che la bile è composta, fra l’altro, da bicarbonati, che hanno il prezioso compito di tamponare il contenuto acido dei cibi elaborati nello stomaco, mettendo il bolo alimentare – che giunge nell’intestino – in condizioni chimiche ottimali per essere assorbito, scisso e digerito senza problemi.

dueponti_magazine_52

www.duepontimag.it


www.duepontimag.it

dueponti_magazine_53


dpmagintervista \\ < tag: colazioni a confronto_dolce o salato_brioche_cereali_tè_caffè >

Com’è strutturata la tipica colazione all’italiana? è quella meglio articolata, che risponde in pieno ai due obiettivi citati: smaltire la bile, migliorare i processi digestivi mettendo stomaco e intestino in condizioni ideali per il resto della giornata. La colazione all’italiana si fa con latte, caffè, fette biscottate, prodotti da forno (meglio se con più cereali), pane tostato, marmellata, crema spalmabile alla nocciola, yogurt e spremuta d’arancia. Si possono operare sostituzioni senza incidere nel complesso: tè al posto del caffè, pane tostato invece delle fette, miele in luogo della marmellata, frutta fresca per lo yogurt. E la colazione all’americana com’è? Il breakfast all’americana è assai diverso. Si beve solo caffè, ovviamente all’americana, molto lungo. Oppure, in sostituzione, il tè. Il consumo del latte scivola verso il pranzo. Al posto del succo d’arancia mediterraneo, preparato con agrumi freschi spremuti, c’è l’orange juice, cioè liquido addizionato con sostanze disidratate: essenze d’arancia trattata. La parte solida è composta da pane e burro, con dolci e torte. Molti americani, però, prediligono i gusti salati: prosciutto cotto, formaggio e uova accompagnati con del pane. Un tipo di colazione molto ricca di grassi, che scatena la produzione di insulina.

Al mattino, invece, cosa mangiano inglesi e tedeschi? Differente dagli U.S.A., la colazione in Gran Bretagna e in Germania dove la parola d’ordine è “egg and bacon”: cioè, uova e pancetta, sostanze obiettivamente più ricche di proteine e grassi. Per di più, inglesi e tedeschi prediligono le uova fritte in padella con brioche salate, cucinate insieme ai wurstel. Il risultato è uno shock calorico, una bomba terribile di grassi saturi, assunti al mattino, in un momento della giornata assai delicato: dopo, cioè, che l’apparato digerente ha lavorato tutta la notte per smaltire le “scorie” di una cena abbondante. Tutto il contrario della colazione all’italiana, che al mattino predilige cibi facilmente digeribili: quasi un’attesa fisiologica del pasto di metà giornata. Con la colazione tipica anglosassone, ricca di grassi, la cistifellea si ricarica di bile nel giro di un’ora. Quali le conseguenze sull’organismo? A breve e a lungo termine, questi stili alimentari si pagano in termini di più elevati livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, con possibilità maggiori di ictus, arteriosclerosi e infarto miocardico. Facciamo una classifica delle colazioni: secondo lei qual è la meno dannosa? Fra la colazione anglosassone e quella americana, la meno dannosa e ricca di grassi è quest’ultima. In un campionato ideale delle colazioni più salutari, è facile affermare qual è quella che vince a mani basse: il pasto mattutino all’italiana vince lo scudetto con 70 punti; segue il breakfast all’americana con 50; poi Gran Bretagna e Germania con 12 punti. La colazione all’italiana è meno calorica, oscillando in media fra le 300 e le 400 calorie, permettendo di utilizzare un buon quantitativo di energia derivato da carboidrati complessi e semplici, che non esasperano la produzione di insulina. Ricordiamo che quest’ultima è prodotta

dueponti_magazine_54

www.duepontimag.it


dpmagintervista \\ < tag: colazioni a confronto_dolce o salato_brioche_cereali_tè_caffè >

in picchi – in seguito a grassi e zuccheri assunti in abbondanza – dando origine ad altri grassi. Le colazioni americana e anglosassone oscillano dalle 700 alle 1000. Quale delle tre colazioni esaminate fa produrre più insulina? La colazione all’inglese, seguita da quella americana. Ma attenzione. In Italia sta prendendo piede un fenomeno particolare: senza voler togliere nulla alla colazione salata al mattino, che non è quella dolce, tipica nostrana, si sta facendo strada l’accoppiata cappuccino e brioche. Il croissant, infatti, richiede attenzione perché composto da acidi grassi saturi, oli vegetali di cocco e strutto, che sporcano le arterie... Perciò, stop al tanto amato cappuccino e brioche? è bene cercare di non mangiare troppe brioche. Quando proprio non se ne può fare ameno, perché non si trova altro nel bar dove si deve fare colazione, allora una sola brioche al mattino basta e avanza, abusarne fa male. Già, perché, pur non arrivando agli eccessi dello stile di colazione americano, inglese o tedesco, stiamo percorrendo la stessa strada che ci farà gradualmente cambiare i nostri gusti: al mattino, abbandoneremo il dolce per il grasso e salato. Secondo me è scientificamente sbagliato: molto meglio biscotti, prodotti da forno (meglio se con più cereali) o fette biscottate accompagnate con miele o marmellata. No a croissant o cornetti preparati dal bar sotto casa in cui la mollica è ricca di grassi e solo la crosta si può mangiare. Se proprio si predilige il gusto salato, una buona idea è optare per il pane tostato con prosciutto crudo o bresaola o formaggi magri. è vero che nella colazione è comunque meglio introdurre alimenti solidi prima di quelli liquidi? Verissimo. Una buona abitudine è quella di mangiare prima e bere poi, comunque prima dell’assunzione del caffè, che a sua volta stimola i succhi gastrici nello stomaco. L’ideale sarebbe mangiare la

frutta o lo yogurt o la fetta biscottata prima della solita tazzina. Il 30% degli italiani fa colazione solo con un caffè… giusto o sbagliato? Non è la scelta ideale: in una persona normale che non soffre di gastrite si sopporta bene. In una persona malata di gastrite il rapporto fra caffè e succo gastrico può diventare conflittuale, scatenando crisi gastritiche con mal di pancia. Nell’ambito della colazione all’italiana, come differenziarla per chi ha differenti esigenze energetiche durante la giornata? Per esempio, quale può essere la “colazione-tipo” dello sportivo? è bene che la prima colazione non comprenda bevande come il caffelatte che richiedono tempi molto lunghi di digestione, è invece preferibile che essa sia costituita da: • una fetta di pane o fette biscottate con marmellata o con crema spalmabile di nocciola, oppure prodotti da forno, meglio se con più cereali • da una bevanda da scegliersi fra tè o latte scremato • molto bene va anche lo yogurt magro, ma non per tutti • frutta fresca di stagione è vero che gli alimenti, colazione compresa, mangiati prima delle 11 del mattino, vengono sicuramente metabolizzati prima di sera? è falso. O meglio è una circostanza applicabile in teoria solo su persone completamente sane, che seguano un regime alimentare ideale praticamente perfetto. Ma non illudiamoci: in pratica non sarà mai così. Gli stress ripetuti nel corso della giornata fanno sì, invece, che il fegato produca più insulina, che a sua volta ricarica l’organismo di grassi. Con il rischio che la colazione del mattino rimanga nello stomaco anche 36-48 ore. In teoria può anche succedere di smaltire tutto entro le 11, ma dal punto di vista pratico ciò non si verifica.s


dpmagintervista \\ Colaz. con prodotto da forno ai cereali (**)

% RDI

Colazione con brioche (***)

% RDI

19

322

16

372

19

Energia (kj)

1621

Proteine (g)

11,79

20

11,6

19

11,1

19

Carboidrati

58,48

19

46,4

15

55,5

di cui zuccheri (g)

34,88

70

38,9

78

Grassi (g)

13

21

10,8

di cui saturi (g)

4,48

20

Fibra

8,1

32,4

RDI

% RDI

388

% RDI

Colazione con Nutella (*)

Energia (kcal)

colazione con fette biscottate (****)

Tebella nutrizionale

< tag: colazioni a confronto_dolce o salato_brioche_cereali_tè_caffè >

378

19

2000

11,7

20

60

19

74,6

25

300

31,6

63

34,2

69

50

17

13,2

21

5,7

9

62

5,2

24

6,9

31

1,7

8

22

4,7

19

4,2

17

2,4

10

25

1346

1556

1582

% RDI: PERCENTUALE RISPETTO ALL’INTAKE GIORNALIERO RACCOMANDATO (RDI) CALCOLATO PER LA COMPOSIZIONE IN NUTRIENTI DI UNA DIETA DA 2MILA KCAL NELLA POPOLAZIONE ITALIANA. (*): COLAZIONE COMPOSTA DA LATTE O YOGURT PARZIALMENTE SCREMATO (125 ML), CREMA SPALMABILE ALLA NOCCIOLA (30 G), PANE (50 G), MELA (100 G). PLUS: GUSTO OTTIMO APPORTO DI FIBRA, OTTIMO RAPPORTO TRA I VARI MACRONUTRIENTI, INDICE GLICEMICO BASSO. (**): COLAZIONE COMPOSTA DA LATTE O YOGURT PARZIALMENTE SCREMATO (220 ML), MERENDINA AL MALTO E CEREALI (30 G), MELA (200 G). PLUS: GUSTO, PRATICITÀ, INDICE GLICEMICO BASSO. (***): COLAZIONE COMPOSTA DA LATTE O YOGURT PARZIALMENTE SCREMATO (200 ML), BRIOCHE (50 G), MELA (150 G). PLUS: GUSTO, INDICE GLICEMICO BASSO. (****): COLAZIONE COMPOSTA DA LATTE O YOGURT PARZIALMENTE SCREMATO (150 ML), FETTE BISCOTTATE (50 G), CONFETTURA (30 G), SPREMUTA D’ARANCIA (100 ML). PLUS: BASSA IN GRASSI. I modelli di colazione sono tratti dall’articolo de The Journal of International Medical Research – “Breakfast a Good Habit, not a Repetitive Custom” di Giovannini, Verduci, Scaglioni, Salvatici, Bonza, Riva e Agostoni.

dueponti_magazine_56

www.duepontimag.it


dpmagonthe_beach \\ < tag: duepontimag_punti distribuzione_estate_stabilimenti >

nume

io _ lugl ro sei

agost

1 o 201

DuePontiMag on the beach Ecco una selezione di luxury_beach dove trovare la tua copia del Due Ponti Magâ&#x20AC;Ś

Singita

Janga Beach Fregene Lungomare di Ponente 11 INFO: 06.66.56.06.49 SERVIZI: ristorante, piscina, beach bar, discoteca, cabine, aperitivo, piano bar, disco bar, parcheggio interno, private party, campi da beach volley, beach tennis, lettini, ombrelloni, spogliatoi, scuola nuoto, area giochi bambini, acqua-gym, connessione wireless, mini club. www.jangabeach.com

Fregene - Via Silvi Marina, 54 INFO: 06.61.96.49.21 SERVIZI: restaurant-bar, aperitivo, lettini, private party, disco bar. www.singita.it

Lancia Beach Club Riva Fregene Lungomare di Ponente 83 INFO: 06 9761 4187 SERVIZI: ristorante, cabine luxury privilege, parcheggio interno, aperitivo, piano bar, disco bar, private party, lettini, ombrelloni, spogliatoio, discoteca. www.lanciabeachclubriva.com

Rambla Maccarese Maccarese - Via Praja a Mare INFO: 06.66.56.06.10 SERVIZI: cabine, lettini, ombrelloni, spogliatoi, ristorante, aperitivo, disco bar, private party, beach volley - beach tennis, rimessaggio kite-surf e wind-surf. www.ramblamaccarese.com

Riviera Fregene Lungomare di Levante, 70 INFO: 06.66.80.992 SERVIZI: ristorante, piscina, tavola calda, cabine, parcheggio interno, campi da beach tennis - beach volley, area giochi per bambini, lettini, ombrelloni, scuola nuoto, acqua-gym, mini club.

dueponti_magazine_58

www.duepontimag.it

La Baia Fregene - Via Silvi Marina, 1 INFO: 06.66.56.16.47 SERVIZI: parcheggio, solarium, cabine con doccia, docce esterne (anche calde), attrezzature di spiaggia, chiosco bar e ristorante.

Kiosco Fregene - Via Silvia Marina 313 INFO: 06.66.56.08.97 SERVIZI: ristorante, lettini, beach bar, aperitivo.


\\ onthe_beachdpmag < tag: duepontimag_punti distribuzione_estate_stabilimenti >

Tirreno Village Fregene, Piazza Pedaso INFO: 06.66.56.02.31 SERVIZI: ristorante, lettini, ombrelloni, cabine con acqua calda, campi da tennis, beach volley, beach tennis, calcetto, ristorante serale, piscina, private party, eventi, parcheggio coperto.

Miraggio Club Fregene Lungomare di Ponente 83 INFO: 06.66.56.03.69 SERVIZI: ristorante, cabine, piscina, area giochi bambini, lettini, ombrelloni, beach volley, scuola nuoto, acqua-gym, parcheggio interno, mini club. www.miraggioclub.com

Point Break Fregene - Lungomare di Levante - Piazza di Pedaso 1 INFO: 335.64.16.386 SERVIZI: ristorante, lettini, ombrelloni, private party, beach volley - beach soccer, spogliatoi, rimessaggio e scuola surf, windsurf, kitesurf, barche a vela. www.pointbreakfregene.com

Blu Fregene, L.mare di Ponente 83 INFO: 06.66.56.52.60 SERVIZI: ristorante, aperitivo, spogliatoi, beach bar, music bar, lettini, ombrelloni, beach volley, boutique.

Albos Fregene Lungomare di Levante 52 INFO: 06.66.56.24.54 SERVIZI: ristorante, pizzeria, tavola calda, cabine, ombrelloni, lettini, spogliatoi, beach volley - beach tennis, piscina, scuola beach tennis, aperitivi, private party, disco bar, corsi di nuoto, acqua gym, discoteca, piano bar, connessione wireless, beach bar, area giochi bambini, campo da beach soccer, boutique, piscina per bambini, mini-club.

Sogno del Mare Fregene Lungomare di Ponente 25 INFO: 06.66.56.28.12 SERVIZI: ristorante, pizzeria, tavola calda, cabine, ombrelloni, lettini, spogliatoi, beach volley beach tennis, piscina, rimessaggio barche, scuola beach tennis, aperitivi, private party, disco bar, corsi di nuoto, acqua gym, discoteca, connessione wireless, parcheggio interno, beach bar, area giochi bambini, mini club. ww.sognodelmare.com

Toni Coqui Beach Fregene Lungomare di Levante INFO: 06.66.56.07.05 SERVIZI: ristorante, piscina, area giochi bambini, parcheggio interno, beach volley â&#x20AC;&#x201C; beach â&#x20AC;&#x201C; tennis, aperitivo, beach bar, music bar, connessione wireless, mini club. www.coquibeach.it

La Vela Fregene, Lungomare di Levante INFO: 06.66.56.38.38 SERVIZI: ristorante, cabine, ombrelloni, lettini, beach volley, parcheggio interno, aperitivo, disco bar.

www.duepontimag.it

Fregene Lungomare di Ponente 19 INFO: 06.66.56.04.42 SERVIZI: ristorante, piscina, tavola clada, cabine, parcheggio interno, campi da beach tennis - beach volley, area giochi per bambini, lettini, ombrelloni, scuola nuoto, acqua-gym, rimessaggio barche, mini-club. dueponti_magazine_59


dpmagcous_cous \\ < tag: cous cous_origini_etnico_preparazione_ricette_curiosità >

cous_cous. le origini di un piatto Protagonista dell’omonimo \\ Uno dei piatti più mangiati al mondo è senza dubbio il cous cous, chiamato seksu in berbero e kuskusu in arabo magrebino. Le origini del cous cous risalgono al XI secolo nella zona del Maghreb dove i berberi, popolazione indigena dell’Africa settentrionale dalla storia millenaria, lo utilizzavano come piatto-base della loro alimentazione; ma furono gli arabi a diffondere il cous cous anche in altri paesi come ad esempio Egitto, Israele, Palestina, Giordania, Libano, Yemen, Senegal e Costa d’Avorio. L’ arte della preparazione del cous cous si basa in gran parte sulla paziente manipolazione del grano tritato. La semola viene lavorata con farina, sale e acqua fino a formare dei “granelli” che vengono poi cotti in una couscoussiera, pentola a due strati. Gli ingredienti base sono: verdure di stagione, legumi, carne (vitello, agnello, pollo, pecora, capra) e spezie a piacimento. In Algeria si prepara con pomodori e una grande quantità di legumi; in Marocco con lo zafferano e in Tunisia con ceci e la piccante “harissa“, salsa a base di peperoncino rosso fresco e aglio. \\ < x saperne di +: www.curiositadalmondo.it >

dueponti_magazine_62

film del regista Abdel Kechiche: una pietanza dall’anima zingara, dal cuore mediterraneo e dal carattere arabeggiante. Un cibo povero ma saporito, figlio della terra, dell’aria e del mare. < a cura di_Mari Fisher > < ph_shutterstock.com >

Cous Cous: il film Cous cous (La Graine et le Mulet) è un film francese del 2007 scritto e diretto dal regista tunisino Abdellatif Kechiche. Il film è stato presentato al 64º festival del cinema di Venezia, dove ha ricevuto il Leone d’argento - Gran premio della giuria.


\\ cous_cousdpmag < tag: cous cous_origini_etnico_preparazione_ricette_curiosità >

Il tradizionale piatto marocchino dove viene servito il cous cous.

\\ la ricetta. cous cous veloce alle verdure Ingredienti per 4 persone: Cous cous: 250 gr | Peperoni: 250 gr | Zucchine: 150 gr | Melanzane: 150 gr | Pomodori: 4 | Carote: 6 | Capperi: q.b. | Cipolle: 1 | Peperoncino: q.b. | Curry: q.b. | Sale: q.b. | Olio di semi: q.b. | Olio: q.b. Preparazione: Tagliate la cipolla a dadini e soffriggetela con l’olio di semi in un tegame antiaderente capiente; aggiungete i pomodorini, il sale e il peperoncino e continuate la cottura. Unite poi al soffritto i peperoni a cubetti, 3 carote e tutte le zucchine tagliate a rondelle e le melanzane a dadini. Fate stufare il tutto per circa 60 minuti aggiungendo acqua di tanto in tanto. Nel frattempo fate bollire le carote avanzate in acqua salata, per circa 45 minuti. A cottura quasi ultimata delle verdure aggiungete il curry e il cous cous con un pò di acqua; dopo 1 minuto circa spegnete e lasciate che il cous cous assorba l’acqua. Alla fine, aggiungete un filo d’olio extravergine crudo, mescolate, trasferite il tutto su un piatto da portata e guarnite con i capperi e le 3 carote bollite tagliate a listarelle. < + ricette di pesce su: www.ricettedellanonna.net >

Cous Cous Fest 2011i Cous Cous Fest è l’appuntamento internazionale, giunto quest’anno alla quattordicesima edizione, che si svolgerà a San Vito Lo Capo dal 20 al 25 settembre e che ha come protagonista il cous cous, piatto ricco di storia ed elemento di sintesi tra culture, simbolo di apertura, meticciato e contaminazione. Il momento centrale dell’evento è la gara gastronomica internazionale alla quale partecipano chef provenienti da tutto il mondo per una festa, fatta di sapori e sfide gastronomiche ma anche momenti di approfondimento e spettacoli che vedranno alternarsi sul palco del Cous Cous Fest numerosi artisti di fama internazionale quali i Subsonica, Alex Britti e i Modena City Ramblers. Per il programma completo e per maggiori info visitate il sito www.couscousfest.it


dpmagcous_cous \\ < tag: cous cous_origini_etnico_preparazione_ricette_curiosità >

cous cous curiosità “La storia del cous cous comincia tra gli imazighen, i “berberi”, il popolo autoctono delle montagne e delle valli del Nordafrica, le cui origini si perdono nella notte dei tempi”. Nella tradizione africana il cous cous viene consumato seduti tutti insieme attorno a un grande piatto rotondo, con al centro la carne o il pesce e le verdure, a cui attingono tutti i commensali. < link: www.nuovaterrasrl.it >

dueponti_magazine_64

www.duepontimag.it


\\ cous_cousdpmag < tag: cous cous_origini_etnico >


dpmagcous_cous \\ < tag: cous cous_origini_etnico_preparazione_ricette_curiosità >

In Sicilia il cous cous arriva nella seconda metà dell’800, portato dai lavoratori della fascia di San Vito Lo Capo-Mazara del Vallo che si recavano nella fascia costiera tunisina.

\\ dove_mangiare. Capricci Siciliani In Via di Panico, al numero 83 vi attende Capricci Siciliani: il rilassante piacere della simpatica e cortese accoglienza di Tiziana Colonna e Nello Sturniolo unitamente alla creativa cucina siciliana degli chef Hassan e Carmelino. Il menu è una fantastica panoramica delle più gustose gioie del palato fra le quali in primo piano i maccheroncini alle sarde, l’insalata catalana, il carpaccio di polipo ed i gustosissimi franceschini, involtini di pesce spada. Per dessert, gli esaltanti cannoli siciliani e l’ottima cassata. Tra le tantissime portate tipiche Capricci Siciliani questo mese ci propone:

A “Ghiotta Messinese” Saporita salsa di pomodoro usata per pesci e carni. Soffriggere in olio extra un trito di aglio, cipolla, sedano e sfumare con vino bianco.Aggiungere abbondante passata di pomodori pachino, basilico, prezzemolo, olive verdi, patate fritte a cubetti e un pizzico di zucchero. O un fico secco tritato. Cuocere a fuoco lento per almeno un’ora. Capricci Siciliani Ristorante cucina tipica siciliana Roma, Via di Panico, 83 Telefono 06.45433823 - www.capriccisiciliani.com

\\ da sapere. La cucina siciliana La cucina siciliana è rappresentata non solo da piatti tipici della tradizione italiana, ma anche da molti piatti che arrivano dall’Africa. Infatti, è stata fortemente influenzata dalle diverse dominazioni che ha avuto nel tempo e dal continente nero hanno acquisto spezie, sapori, odori e il cous cous. Infatti, questo tipico piatto è cucinato soprattutto nella provincia di Trapani, in particolare a Favignana e San Vito Lo Capo in una variante ricca di pesce. Il cuscusu, così viene chiamato in dialetto siciliano, si differenzia proprio per la Ghiotta, un brodetto di pesce misto, spesso costituito da scorfano rosso, scorfano nero, cernia, pesce San Pietro, vopa, gallinella, luvaro, anguilla, qualche scampo e gambero.

dueponti_magazine_66

www.duepontimag.it


dpmaghi_tech \\ < tag: social network_google plus_facebook >

google plus all’assalto di facebook Ormai sul web non si parla di altro, visto l’incredibile exploit del nuovo social network Linkedin, colosso di Mountain View, che in meno di un mese ha raggiunto e superato i 20 milioni di utenti < di_Fabio Carnevali > < ph_Google >

\\ La sfida dei social network si fa sempre più dura e Google Plus minaccia l’egemonia di Facebook. Nonostante sia ancora in versione Beta, al momento in cui redigo questo articolo (27 luglio, ndr) la nuova creatura di Big G ha già superato, in nemmeno un mese, i 20 milioni di utenti ottenuti, per giunta, solo su invito. Il 31 luglio è la data annunciata per l’apertura della piattaforma a chiunque si colleghi al nuovo social network ed è facile immaginare cosa potrà accadere. I dati sono rilevati in America ma possono già darci un’idea dell’espansione del social network. Google dueponti_magazine_68

Plus è già il 638° sito più visitato nel web e riceve il proprio traffico soprattutto da Google.com (34%) e da GMail (21%), segno che gli inviti hanno funzionato alla grande. Dei 20 milioni di utenti 5,3 ml sono negli USA, 2,8 in India, 0,8 nel Regno Unito e “solo” 370.000 in Italia, per ora fuori dalla “top ten”. La crescita di Google Plus, insomma, sembra inarrestabile e sono già molte le persone che hanno detto addio a Facebook a favore del social network di Mountain View. Cerchiamo di capirne i motivi. Innanzitutto Google Plus, o se preferite Google+, è un social network che si integra

www.duepontimag.it

perfettamente con gli strumenti di ricerca online. Il motore di ricerca di Google è infatti presente all’interno di Google+ tramite gli spunti. In questo modo all’interno di un’unica piattaforma potremo leggere contenuti che ci interessano tratti dalla rete e interagire con i contatti presenti nelle cerchie di Google+. Google+ permette di condividere in modo molto rapido i contenuti esclusivamente con le persone che vogliamo. Non sono presenti quindi delle opzioni per la privacy generiche, ma ogni volta che pubblichiamo possiamo decidere a chi mostrare quei contenuti con una faci-


dpmaghi_tech \\ < tag: social network_google plus_facebook >

lità estrema. È questo un grosso punto a favore di Google, viste le tante critiche piovute al riguardo su Facebook. In pratica io posso decidere cosa condividere e con chi condividerlo, opzione non presente su Facebook. Google+ consente di avere a disposizione un’ampia varietà di servizi online integrati con l’applicazione: da Gmail a Google Docs, da Picasa (che diventerà Google Photo, ndr) a YouTube. Tutte funzioni intuitive e semplicissime da usare, come ad esempio caricare una foto su Google+ (basta trascinare la foto dal desktop), fare video chiamate e leggere gli ultimi contenuti condivisi dagli utenti, grazie ad uno Stream costantemente aggiornato. Lo Stream ci permette di leggere esattamente quello che vogliamo, evitando di andare a scorrere tutti i post precedenti, come avviene attualmente su Facebook. Google introddurà inoltre una voce nello stream per mostrare le notifiche dei giochi, mossa strategica per convincere il popolo di Facebook che tanto li ama, ma anche chi li odia visto che non si ritroverà lo stream pieno di richieste per giocare. Capitolo gruppi. Google ha stretto un accordo di collaborazione con Frid.ge, che il prossimo 20 agosto chiuderà il proprio sito e cancellerà gli account presenti per dedicarsi interamente a Google +, segno che i gruppi verranno lanciati molto presto. Frid.ge, infatti, è uno strumento che permette di: • Creare un gruppo per condividere con amici e familiari; • Organizzare eventi, gite e feste; • Pianificare e coordinare le vacanze di gruppo; • Gestire i compagni di classe e gruppi di studio; • Collaborare con i colleghi e compagni di squadra. Per quanto riguarda le applicazioni per il mobile Google + è già disponibile sia per Android che per iPhone. In meno di 24 ore l’app di Google Plus per iPhone, pubblicata il 19 luglio, ha scalato la classifica delle app gratuite nell’app store, andando dritta in prima posizione. Importanti novità infine per le pagine business, sulle quali Google punta moltissimo, che avranno statistiche dettagliate e precise, in stile Analytics. Non ci saranno strumenti per passare da profilo a pagina business in modo automatico, per cui bisognerà evitare abusi, pena la cancellazione definitiva. Insomma, Mr. Zuckerberg ha davvero una bella gatta da pelare! \\ dueponti_magazine_70

www.duepontimag.it


\\ soluzioni_impresedpmag < tag: soluzioni per le imprese_trasporti_Caffè Palombini_norme vigenti >

Aroma di Roma Quarant’anni di esperienza per un’Azienda romana che sa come produrre, tostare e trasportare il caffè conservandone l’aroma. Scopriamo come, insieme al Dr. Francesco Pettini Direttore Marketing di Palombini Torrefazione Dott. Pettini, i profumatissimi chicchi di Caffè Palombini da dove provengono? Da tutto il mondo: ogni paese ha, come per il vino, la sua produzione. La bravura del torrefattore sta proprio nel saper scegliere tra tutte le piantagioni le migliori “provenienze” per poi miscelarle insieme e creare quella fragranza di aromi unica. Aldo Palombini, in questo, ha una conoscenza assoluta del prodotto in tutti i suoi segreti ed è il vero tesoro di sapienza, amore per il caffè della nostra Azienda e il pilastro su cui si basano le nostre scelte e la costruzione del successo. Principali proprietà del caffè. Un buon caffè stimola il sistema nervoso, è come un “buster” di energia se consumato nelle giuste dosi. Aiuta inoltre la remissione dei radicali liberi; sviluppa il metabolismo, nelle diete ipocaloriche soprattutto. Ma, ripeto, deve essere un buon caffè: buono come il miglior bicchier di vino. Infine fa bene alla socializzazione, perché è un rito irrinunciabile.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_73


dpmagsoluzioni_imprese \\ < tag: soluzioni per le imprese_trasporti_Caffè Palombini_norme vigenti >

C c

C

Il vostro prodotto più innovativo. Senza dubbio il caffè monoporzionato. Palombini è stata tra le prime torrefazioni a sviluppare il caffè in cialda/carta, oltre agli infusi. Il nostro orgoglio è poi la capsula biodegradabile: siamo i primi sul mercato ad aver realizzato questa soluzione.

M

Y

CM

Tre plus che danno successo alla sua Azienda. Unire tradizione e innovazione tecnologica, grazie all’altissimo know-how aziendale. Infine, l’alta qualità del servizio al punto vendita. Nella distribuzione ai nostri negozianti, infatti, vince ogni giorno non solo l’ottimo prodotto, ma anche l’efficienza nella puntualità e la capacità di gestione delle emergenze commerciali. Per questo ci siamo rivolti ad un’Azienda specializzata del settore trasporti commerciali: YouGo. I punti di forza di YouGo per Palombini Torrefazione. Trasportare il prodotto è per noi della massima importanza, come ho detto, sia dal punto di vista commerciale che del servizio. Abbiamo bisogno di una Società che racchiude in sé tutte le soluzioni per la gestione dei trasporti, ottimizzando così tempi e costi. YouGo cura a 360° ogni nostra esigenza di trasporto, sia a breve termine che a lungo termne, seguendo tutte le diverse fasi: dalla distribuzione alla pianificazione, dalla gestione del carburante alla scelta dei furgoni a noleggio personalizzati. Su tutto il territorio nazionale, con il Team di professionisti dedicati YouGo. \\

MY

CY

CMY

K

Gabriele Trimigliozzi e Alessandro Galano, A.D. YouGo, sono forti di ben 15 anni di esperienza come responsabili vendite Mercedes.

www.palombiniespresso.com

YouGo. Sicurezza e affidabilità nei trasporti • Servizi su misura: vendita; noleggio a breve termine e lungo termine • Team di esperti e consulenti direttamente in Azienda • Venditori dedicati in tutte le fasi del noleggio o dell’acquisto: assistenza a 360° • Pronta consegna veicoli commerciali allestiti ad hoc chiavi in mano • Ampia scelta di marche di veicoli a livello nazionale • Prezzi competitivi, alta efficienza e competenza • Gestione veicoli in sostituzione • Gestione parco veicoli in outsourcing • Scelta allestimenti per il trasporto A.T.P. dai migliori referenti nazionali • Soluzioni finanziarie e assicurative su misura • Certificazioni di legge trasporto a T controllata

Leader S.r.l. Tipologia: Vendita e Noleggio Vetture

e Veicoli Commerciali Zona: Roma Est Indirizzo: Via della Tenuta della Mistica, 47 Contatti: Tel. 06.22.78.90.22 Web:

Fax 06.22.75.52.36 www.you-go.it

Qu dec con giu


Con YouGo scegli i veicoli commerciali che faranno fare strada al tuo business.

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Quando crei o rinnovi la tua flotta di veicoli commerciali stai prendendo una e lungo termine, trovare soluzioni di finanziamento e assicurazione convenienti. decisione cruciale per il successo della tua azienda. YouGo mette al tuo fianco Il tutto presso la sede della tua azienda, per ridurre al minimo le perdite di tempo. consulenti qualificati che ti assisteranno in ogni fase del processo: individuare la giusta marca, modello e allestimento, scegliere tra acquisto e noleggio a breve Contattaci per una prima consulenza gratuita. Insieme faremo strada.


dpmagsfida verde \\ < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridi >

dueponti_magazine_76

www.duepontimag.it


\\ sfida verdedpmag < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridii >

\\ è mattina: la sveglia, frutto dell’energia elettrica generata dai pannelli fotovoltaici sul tetto, annuncia il nuovo giorno; doccia tonificante, con l’acqua calda in arrivo dai collettori solari; e poi ricca colazione, con frutta biologica, yogurt autoprodotto e pane integrale fatto in casa... La giornata dell’uomo (o della donna, of course) attento all’ambiente, può iniziare... Manca però un tassello: quale mezzo usare per andare al lavoro o in palestra? La salvezza del Pianeta dipende sempre più dai gesti singoli: operazioni ormai di routine, come usare lampadine a basso consumo, fare la raccolta differenziata, risparmiare l’uso della preziosa acqua. Il passo successivo è scegliere per la mobilità un veicolo a basso impatto ambientale. Rispetto a qualche anno fa, quando la materia era acerba, si sono compiuti passi da gigante e la propulsione elettrica non è più un tabù per moto, scooter e bici. Indipendenza dal petrolio, risparmio di carburante ed uso d’energia pulita: ci vuole altro per spingervi al grande passo, e diventare i pionieri della mobilità ecologica del XXI secolo? Il ventaglio di scelta è ampio: dalle bici a pedalata assistita agli scooter elettrici, dai modelli ibridi fino alle moto, da strada ed off road. Se fosse uno spot, si direbbe per tutti i gusti e tutte le esigenze. \\

Fare a meno del petrolio: un sogno per tanti, oggi alla portata di tutti. Ma quale scegliere tra le due ruote ecologiche? Tra bici a pedalata assistita, scooter elettrici e veicoli ibridi, l’offerta è molto vasta, perché ognuno trovi il mezzo giusto per le proprie necessità. < di_Alfonso Rago > < ph_courtesy of Scooter Magazine; Shutterstock.com >


dpmagsfida verde \\ < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridi >

Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

Biciclette a pedalata assistita \\ Non solo muscoli: per andare in bici, la tendenza più alla moda è quella dei modelli a pedalata assistita, dotate di motore elettrico con potenza nominale continua massima di 0,25 kW, la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando la bici raggiunge i 25 km/h o se il ciclista smette di pedalare. La sensazione in sella è di essere su una bici normale, ma grazie alla precisione del meccanismo ed alla sua silenziosità, sembra di pedalare in leggera discesa, anche se la strada è in pendenza contraria e si è carichi delle borse della spesa. Utilissime per superare in scioltezza brevi salite in città ed evitare di arrivare a destinazione sudati oltremisura, queste bici possono essere guidate da tutti, senza limiti di età, e non hanno obbligo di casco, targa o assicurazione. Lo stato dell’arte è oggi la sportivissima bici griffata Ducati, opera dell’Italwin (azienda padovana leader nel settore), allestita in versione uomo e donna, con telaio idroformato, batteria al litio Panasonic alloggiata sul portapacchi posteriore e centralina elettronica di controllo. Per questi modelli al top di gamma, occorrono circa 2.500 euro, che certo non sono pochi; ma buone, anzi ottime, bici a pedalata assistita Italwin si trovano a partire da meno di 1.000 euro, somma dalla quale vanno detratti eventuali contributi all’acquisto. Il consiglio, meno banale di quanto possa apparire, è sempre quello di rivolgersi ad un ciclista (negozio) di fiducia, e di non farsi suggestionare da listini troppo al ribasso, magari proposti nei centri commerciali, accanto a detersivi scontati e 3x2 di biscotti.. \\ < link: www.kawasaki.it/ >

ASSISTITA O SOSTITUITA? Le parole, come diceva Nanni Moretti, sono importanti: attenzione, prima di acquistare una bici con ausilio elettrico, a che sia a pedalata assistita e non sostituita. Nel primo caso, il motore supporta l’azione muscolare ed è attivo fin quando si pedala; quelle che vanno anche a piedi fermi, e magari in salita, sono del secondo tipo, con acceleratore al manubrio, che il Codice della Strada giustamente assimila ai ciclomotori. E che dovrebbero essere dotate di targa edassicurazione, oltre al casco per chi le guida.

dueponti_magazine_78

www.duepontimag.it

SEGWAY, MONOPATTINO INTELLIGENTE Purtroppo non è omologato per girare in strada aperta, e lo si vede solo nelle aree chiuse alla circolazione, nelle zone pedonali, nei parchi e nei centri storici: ma Segway è una bella idea per la mobilità individuale. Consiste in una pedana con due ruote parallele, azionate da motori elettrici a batterie, che assicurano circa 40 km di autonomia e velocità massima di 20 km/h. Un moderno monopattino, nato in America, capace di partire, fermarsi, fare retromarcia, con semplici movimenti del corpo del guidatore e leggeri piegamenti in avanti o indietro, che effettua le curve grazie al piantone inclinabile a destra o a sinistra. Disponibile in diverse versioni (c’è anche quella per il fuoristrada o per chi pratica il golf!) Segway è utilizzato da diversi corpi di polizia municipale e dalle forze dell’ordine in particolari contesti. Per l’uso privato, il listino parte dai 5.988 euro (+ IVA) del modello base. www.segway.it


\\ sfida verdedpmag < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridii >

scooter elettrici \\ Dopo le prime, disastrose esperienze (scarsa affidabilità, autonomia ridicola, prestazioni sempre inferiori alle attese), che hanno avuto anche la conseguenza di ingenerare diffidenza presso il pubblico, per gli scooter elettrici è arrivata la fase 2.0. La tecnologia è migliorata, le batterie più efficienti, compatte e rapide nei tempi di ricarica, le garanzie per l’acquirente cresciute: uno scooter elettrico oggi può essere un acquisto saggio, per chi vive in città anche grandi e vuole avere semaforo sempre verde, anche per accedere nelle zone a traffico limitato e nelle aree pedonali. Territori dove, ricordiamo, i veicoli elettrici hanno libertà di circolazione, grazie all’assenza d’emissioni di

scarico ed al silenzio assoluto nel quale procedono. Senza considerare altri benefit, quali l’esenzione del pagamento del bollo per cinque anni e le tariffe assicurative ridotte del 50%. Lo standard minimo di un moderno scooter elettrico prevede autonomia (reale...) di 40 km, ricarica completa delle batterie in 4/6 ore (all’80% in 2), peso di poco superiore ai 100 kg. Se viene a mancare anche uno solo di questi requisiti, meglio diventare guardinghi: in giro c’è molta paccottiglia, spesso di origine cinese, che viene spacciata come di qualità, mentre invece non lo è. Negli ultimi mesi, le Case più importanti hanno messo in listino veicoli elettrici: ve li presentiamo rapidamente. \\

Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

honda \\ A Barcellona, lo stanno sperimentando sulle strade: la capitale catalana è l’ambiente ideale di prova, visto che propone un’ampia varietà di incentivi per i veicoli elettrici e considerato che le due ruote rappresentano il 30% dei veicoli utilizzati nella città. EV-neo è uno scooter spinto da un motore elettrico da 2.8 Kw alimentato da una  batteria agli ioni di litio. Ha autonomia di 34 km a 34 km/h in pianura. Il caricabatterie standard consente di ricaricare del tutto la batteria in circa tre ore e mezza  ed è facilmente portatile, poiché entra nello spazio sotto sella dell’EV-neo. È disponibile inoltre un caricatore rapido in grado di ricaricare la batteria dell’EV-neo in circa 30 minuti. La vendita in leasing dell’EV-neo è iniziata in Giappone ad aprile: le previsioni sono di distribuire circa 1.000 unità nel primo anno. Il prezzo base è di 454.650 yen, equivalenti a circa 4.000 euro. \\ < link:www.hondaitalia.com > www.duepontimag.it

dueponti_magazine_79


dpmagsfida verde \\ < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridi >

peugeot

\\ Zero emissioni sonore, zero emissioni di CO2: 100% elettrico, l’E-Vivacity ha una linea normale e consumi praticamente nulli, valutati in soli 4 centesimi ogni 100 km, che grazie al programma Eco - con velocità limitata a 25 km/h - assicura un’autonomia ben superiore ai 100 km. I programmi di guida sono quattro, selezionabili dal display digitale sul cruscotto: ci sono anche la modalità di assistenza per la retromarcia e quella che limita la velocità a 6 km/h, per le aree pedonali. Impossibile restare a piedi: la carica della batteria è ben indicata al centro del display, con stima precisa dei chilometri rimanenti; il primo livello d’attenzione - sotto al 30% - evidenziato in arancione, il livello critico in rosso. Le batterie - una sotto la sella, una sotto la pedana: peso totale 16 kg - assicurano 1000 cicli completi senza effetto memoria. In ogni caso, la garanzia di 4 anni o 40.000 km coprono l’intera vita del mezzo, garantito 2 anni); il prezzo di listino dell’E-Vivacity è di 3.800 euro. E per chi vuole il massimo, basterà aspettare ancora qualche mese: nel 2012, infatti, dovrebbe essere in vendita l’avveniristico tre ruote con cui Peugeot intende far guerra all’MP3. Si prospetta un bel duello, a tutto vantaggio dell’ambiente. \\ < link:www.peugeotmoto.it >

dueponti_magazine_80

www.duepontimag.it


pubbl icita rio re da z iona l e

Axel, scoprilo con i tuoi occhi La più grande pista del ghiaccio di Roma riapre la stagione dei corsi di pattinaggio il 19 settembre. Sabato 1 ottobre, dalle ore 16.00 sarà aperta al pubblico per la grande festa inaugurazione, OPENing PARTY. Aperta nell’autunno 2010, AXEL è la più grande pista del ghiaccio di Roma! Uno spazio tematico di 3.000 metri quadrati coperti, con pista di dimensioni olimpiche, pronta ad accogliere tutti i romani che vogliono pattinare in una ampia struttura per il divertimento. Inaugurata dal Sindaco Gianni Alemanno, AXEL è il punto di ritrovo per divertirsi sul ghiaccio al centro di Roma. è posizionata infatti a Piazza Mancini, a due passi dallo Stadio Olimpico. La straordinaria centralità e visibilità della location rappresenta il primo presupposto per l’importanza dell’iniziativa, già divenuta un riferimento nella vita sociale della città di Roma e non solo. Ma non c’è solo divertimento, la pista del ghiaccio offre anche tantissime occasioni per fare sport. Il progetto prende il nome da AXEL che, oltre che essere il rinomato salto che esegue sui pattini, è il nome del Pinguino Mascotte Ufficiale dell’impianto onnipresente in ogni fase della comunicazione e negli allestimenti scenografici. Un grande AXEL gonfiabile di 10 metri di altezza fa gli “onori di casa” sul fronte d’ingresso dal lato di Lungotevere Thaon de Revel. Trovarci non sarà difficile. All’AXEL l’attività sportiva è affidata alla ASD PENGUIN la cui scuola di pattinaggio ha già raccolto in pochissimo tempo oltre 600 iscritti. La direzione del programma

delle attività didattiche e agonistiche è affidata alla Maestra Marina D’Agata, istruttore di grande esperienza e allenatrice della nota campionessa di pattinaggio Silvia Fontana, coadiuvata dalla coreografa ed ex-campionessa Marta Grimaldi. I corsi, aperti a bambini dai 4 anni in su, sono formati da un massimo di 10 elementi e le lezioni, della durata di 50 minuti su ghiaccio e 50 minuti in palestra, sono tenute tutte da insegnanti tesserati presso la F.I.S.G. Ai corsi di pattinaggio si affiancano anche lezioni di danza classica o moderna nella sala/palestra della struttura curati dalla nota ballerina professionista e show-girl Matilde Brandi. I corsi sono a numero chiuso ed è possibile verificare le disponibilità rivolgendosi direttamente in segreteria.

Axel Tipologia: Zona: Indirizzo: Contatti: Web:

Pista di pattinaggio, corsi, pattinaggio libero Roma Flaminio Piazza Mancini, Roma Tel. 06.3216542 - info@axelroma.it www.axelroma.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_81


dpmagsfida verde \\ < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridi > Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

scooter ibridi \\ Idea semplice e geniale: abbinare in uno stesso veicolo due motori, termico ed elettrico, e sfruttare il meglio di entrambi. E anche evitare, come pure accadeva con gli scooter elettrici di prima generazione, di restare per strada, perché la batteria all’improvviso si era scaricata: ora, grazie al motore 4T, almeno a casa si rientra di sicuro. Più semplice nelle auto (Toyota Prius, do you know?), per impiantare il sistema ibrido sugli scooter vanno risolti problemi di spazio: e non a caso, il modello di riferimento tra gli ibridi è uno scooter sui generis, visto che ha tre ruote. Si chiama MP3, lo costruisce la Piaggio e parole come ecopass, blocco del traffico e targhe alterne non gli fanno alcun effetto. I due motori lavorano in sinergia: il propulsore termico di 125 cv e 15 cv di potenza lo rende guidabile anche con la patente B, e il motore elettrico è posto nel gruppo variatore/trasmissione. Il software e l’acceleratore elettronico decidono quanta potenza trasmettere alla ruota in arrivo dal termico, e quanta dall’elettrico. I due motori, integrati meccanicamente ed elettronicamente, sono quindi in grado di fornire potenza in simultanea alla ruota. Durante la marcia, poi, il propulsore termico - quello a benzina per intendersi - consente alle batterie al litio di ricaricarsi, mentre una volta in box, grazie al caricabatteria integrato nell’elettronica di bordo, basta attaccarsi alla corrente di rete. L’Mp3 Hybrid ha quattro modalità di funzionamento: Hybrid Power (l’elettrico aumenta la spinta); Hybrid Charge (trazione affidata al monocilindrico per ricaricare la batteria); elettrico pura e retromarcia. Consumi in media 50 km/ litro, ricarica completa in circa tre ore. Sulla scia di Piaggio, altri costruttori annunciano modelli ibridi: Peugeot, Honda e Yamaha, solo per citare i progetti più avanzati ed ormai quasi pronti per la sfida sul mercato. \\ < link: www.piaggio.com > dueponti_magazine_82

www.duepontimag.it


dpmagsfida verde \\ < tag: fare a meno del pertolio_due ruote_ecologiche_scooter ibridi >

yamaha \\ EC-03, il due ruote che non esisteva: compatto ed agile come i ciclomotori di una volta, è divertente da guidare e non ha emissioni, come i veicoli del futuro. Grazie al peso contenuto ed alle dimensioni compatte può anche essere portato a casa o in ufficio, e può essere ricaricato con una normale presa di corrente domestica. Per guidarlo è sufficiente il “patentino” come per gli scooter a 50 cc o la patente B dell’auto. In più ha costi d’esercizio e manutenzione bassissimi, è silenzioso e pulito ed ha prestazioni sorprendenti. EC-03 non rinuncia alla versatilità grazie alle due modalità di funzionamento del motore elettrico: quando c’è bisogno di uno spunto per dribblare un ingorgo, basta commutare la velocità da “Standard” a “Power” ed EC-03 supera l’intoppo di slancio. L’EC-03 è disponibile dai concessionari Yamaha al prezzo di 2.390 euro, franco concessionario. \\ < link: www.yamaha-motor.it > dueponti_magazine_83

www.duepontimag.it


N la Rosa Bianca:

idee per ricevere

r ed azi on ale

pu b b licitar io

Siete alla ricerca dell’idea esclusiva che distingua la vostra cena, festa o matrimonio? Indipendentemente dall’occasione che vi trovate ad organizzare ecco per voi le ultime tendenze in fatto di ricevere. Nella progettazione e nell’allestimento di ogni circostanza “personalizzare” è la parola d’ordine senza tralasciare alcun dettaglio.

on sempre le mode si sposano bene con il buon gusto, ecco quindi qualche utile spunto per stupire i vostri ospiti senza cadute di stile, ma con naturalezza ed eleganza rendendo ogni vostra ricorrenza un momento d’incontro davvero speciale! Settembre, con le sue giornate miti permette ancora di godere a pieno degli spazi esterni. Il giardino o la terrazza di casa, è il luogo ideale dove organizzare barbecue e grigliate, pranzi divertenti tra amici, simpatiche feste per bambini e, per chi è ancora nel giusto mood di coppia, cenette romantiche a lume di candela. Il menù sarà curato secondo il tipo di evento che state organizzando, ma la tavola deve essere sempre vestita di fiori freschi comodamente adagiati in vasi di vetro vintage o colorati a seconda della situazione. Per completare l’opera: delicate combinazione di colori che creino un piacevole richiamo a tutta la vegetazione circostante da abbinare a tessuti e accessori per la tavola in tinta. Se riceviamo i nostri ospiti di sera giochiamo con le luci tremolanti di qualche candela aromatizzata, ideale per scaldare l’atmosfera e darle anche quell’immancabile tocco ‘lounge’. La rivisitazione di un grande classico? Un Tea party tra amiche, piacevole occasione per rilassarsi e fare quattro chiacchiere lontane dagli occhi curiosi di mariti e figli. Proprio per questo, il mio consiglio è di non esagerare con gli inviti. In un vero tea party poi non possono mancare servizi di tazze e teiere di porcellana, marmellate e biscottini fatti in casa (o acquistate dal fornaio di fiducia) e senz’altro i molto british sandwich, dolci o salati che siano. Infine, rigorosamente, tovaglia e tovaglioli in tessuto, un romantico centrotavola floreale e un ottimo tè preparato al momento, una volta che tutte le vostre ospiti saranno arrivate. Se poi la vostra migliore amica, vostra sorella o vostra figlia è incinta e volete stupirla con una festa premaman allora imprescindibile è l’organizzazione di un divertente Baby Shower: una vera e propria “doccia di regali” alla mamma del bebè! La festa si svolge infatti da due mesi a pochi giorni prima della presunta nascita. L’organizzatrice spedirà a tutti gli ospiti inviti personalizzati e si preoccuperà di decorare l’ambiente: di rigore il rosa per una femminuccia e l’azzurro per il maschio, se invece ancora non si sa il sesso ci si atterrà a un colore neutro, tipo bianco o giallo. La festa ha lo scopo di dare il benvenuto al bebé in arrivo e esprimere affetto e calore alla futura mamma negli ultimi giorni della sua gravidanza. Importantissimi i giochi di gruppo, che non possono mancare, e i dolci, che devono essere il più possibile in tema e decorati, e dopo la nascita? Con tutto l’amore potrete trovare idee originali per festeggiare il vostro bimbo: il battesimo, la prima comunione e ogni compleanno saranno l’occasione per scoprire modi nuovi e originale per distiungervi.

La rivisitazione di un grande classico? Un Tea party tra amiche, piacevole occasione per rilassarsi e fare quattro chiacchiere.

Se la vostra migliore amica, sorella o figlia è in dolce attesa stupitela con una festa premaman…


Uno stile semplice e delicato, gioca sulle nuance del bianco e del rosa declinati in ogni loro tonalità…

S

e vi state accingendo a pianificare il vostro matrimonio e desiderate vivere anche voi una favola da Royal Wedding dovrete assolutamente puntare su uno stile semplice e delicato, giocato sulle nuance del bianco e del rosa declinati in ogni loro tonalità. L’intramontabile romanticismo che ci ha fatto sognare da bambine si sviluppa con soffici composizioni di gypsophila, rose e peonie dai toni leggeri, impreziosite da nastri e tessuti pregiati. Un’idea giovane per un matrimonio leggero e divertente? Perché non puntare tutto sul colore partendo da freschissimi cocktail dalle sfumature più accese accompagnati da cibi leggeri e stuzzicanti. Un ricco ed invitante buffet che si concluderà a fine serata, dopo essersi scatenati nei balli, con squisite monoporzioni di primi servite elegantemente in piccoli scrigni; ne verrà un vero e proprio happy-hour tra amici che decidiate di organizzarlo su una splendida terrazza, in giardino o a bordo piscina. Negli ultimi anni mi sono trovata sempre più spesso ad organizzare matrimoni nelle spiagge più esclusive del litorale e ritengo possa ancora oggi essere una piacevolissima soluzione, ma le ultime tendenze si stanno spostando su matrimoni ancor più “ecologically correct”. Dagli inviti, rigorosamente su carta riciclata e possibilmente consegnati a mano (per felicità del bon ton), alle bomboniere ecosolidali tutto viene concepito per realizzare nozze a impatto zero. Bouquet e addobbi floreali saranno realizzati con fiori locali e di stagione e la formula “km 0” varrà anche per il catering: un’azienda bio che utilizzi esclusivamente ingredienti

freschi, locali e di stagione (ci guadagnerà anche la qualità del cibo). Il vostro eco-chic wedding naturalmente sarà illuminato unicamente da centinaia di candele, meglio se di soia. Per le spose romantiche ma dinamiche, che sognano di essere circondate dalle persone più care, basterà anche il parco dove giocavano da bambine o un romantico tratto di spiaggia per allestire il matrimonio pic nic. Ricercati e soffici tessuti accompagnati da morbidi cuscini in tinta accoglieranno i vostri invitati. Il catering? Deliziosi cestini sapientemente decorati e piccole mono porzioni affidate a professionisti di fiducia, consentiranno agli ospiti di gustare ottime pietanze anche senza l’aiuto delle tradizionali stoviglie. Tutto all’insegna della naturalezza e dell’ecologia. L’ultima novità in fatto di ricevimento? Deliziate i vostri ospiti con il light dinner, un aperitivo-cena sfizioso e sostanzioso che animerete ancor di più riservando agli invitati piccole sorprese durante tutto l’evento.

Per consigli e curiosità scrivete a: Myriam Tedesco Events designer mtedesco@rosa-bianca.it

La Rosa Bianca Servizio: Zona: Indirizzo: Contatti: Sito:

Delle bomboniere ecosolidali sono perfette per realizzare nozze a impatto zero

Idee per ricevere Roma - Parioli Via Luigi Boccherini 2, Roma Tel. +39 347.1971126 www.rosa-bianca.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_85


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_quotazioni_roma >

Luxury Home. Deluxe citylife Al rientro in città è bello ritrovare la propria abitazione di lusso con tutti i comfort desiderati. Oppure cambiare vita: scegliere una nuova casa con rifiniture di pregio, un nuovo appartamento di rappresentanza o una bella location su più livelli < di_Stefano Fonte dell’Olmo > < ph_Shutterstock.com; Borsino.net >

\\ Ampie superfici, attici su due livelli, loft o appartamenti lussuosamente ristrutturati. Questo è il mese delle nuove scelte, nette e sicure. Il mercato immobiliare, infatti, offre diverse possibilità per vivere la nostra vita quotidiana tra grandi pareti e ampi giardini, immense terrazze e spaziosi balconi, belle mansarde ed eleganti villini: nel centro storico della città oppure esclusivamente in quartieri di prestigio. Le tipologie sono davvero numerose e per tutte le esigenze, basta rivolgersi agli esperti del settore per ricevere i migliori consigli personalizzati. Ecco, allora, come poter fare un investimento che dura immutato nel tempo, prediligendo il lusso sopra ogni cosa grazie alle Società immobiliari di fiducia. \\

dueponti_magazine_86

www.duepontimag.it


\\ luxury_homedpmag < tag: immobili_prestigio_luxury_home_roma >

luxury_home Immobili di prestigio selezionati e proposti da Borsino.net

Vigna Clara - Roma

\\ Vigna Clara (ad. Via Ronciglione) f Luminoso 3°piano di 140mq con terrazzo abitabile e vista nel verde completa di ampio box ubicato in via privata nelle adiacenze di Via Ronciglione. Composto da: grande ingresso salone sala pranzo tre camere cameretta cucina tripli servizi disimpegno balcone terrazzo abitabile ampio box (di 22mq) posto auto (condominiale) - € 1.200.000 (codice LC142) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

\\ Parioli, Via Monti Parioli

Via Gramsci - Roma

g Importante 3° piano di 410mq con terrazzi e box in stabile prestigioso stabile con servizio di portineria ubicato in Via Monti Parioli. Composto: doppi ingressi salone triplo studio sala pranzo cinque camere cucina abitabile quadrupli servizi balcone due terrazzi abitabili due cantine box posto auto (scoperto assegnato) € 3.900.000 (codice GG116) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

\\ Parioli, Via Gramsci

Via Monti Parioli - Roma

i Importante 4° piano di 220mq ristrutturato di alta rappresentanza completo di cantina e box ubicato in stabile con portiere Ubicato nelle adiacenze di Monti Parioli. Composto da: doppi ingressi ampia galleria grande salone doppio sala pranzo (con camino) due camere cameretta cucina abitabile quadrupli servizi tre balconi cantina ampio box - € 2.350.000 (codice DN144) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_87


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_quotazioni_roma >

\\ Parioli, Viale Parioli h Prestigioso appartamento (180mq) di ampia metratura con ampie terrazze abitabili ubicato nella parte bassa di Viale Parioli. Composto da: ampio ingresso, salone doppio, sala da pranzo, 4 camere (una con studio) cucina, tinello, office, tripli servizi, due ampie terrazze (40 mq e 35 mq), cantina. € 1.500.000 (codice VT107) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Viale Parioli - Roma

Cassia (Grottarossa) - Roma

\\ Cassia, Grottarossa f Particolare appartamento di altissima rappresentanza (420mq) disposto sull’intero primo piano di villa con piscina e parco sita nelle adiacenze di Via di Grottarossa altezza Ospedale Sant’Andrea. Composizione: ingresso grande salone quadruplo (con camino e soppalco vivibile) salone da pranzo, studio, 5 camere, grande cucina abitabile, bagno quadrupli servizi, 2 balconi, terrazzo - (piano terra) camera di servizio, bagno, dispensa, grande cantina - grande giardino alberato di proprietà esclusiva (600mq con passo carrabile) posto auto coperto - € 2.000.000 (codice FC110) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Cassia (Tomba di Nerone) - Roma

\\ Cassia, Tomba di Nerone f Silenzioso appartamento di 180mq con box e terrazzo di 80mq in complesso residenziale ubicato su Via Cassia altezza ospedale San Pietro. Compreso: doppio ingresso, salone doppio, 3 camere, cameretta, ampia cucina, tripli servizi, terrazzo abitabile, box, posto auto (assegnato scoperto) - € 880.000 (codice DN138) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

dueponti_magazine_88

www.duepontimag.it


Residenza Como: abitare lo stile Dal futurismo al futuro. Dagli Anni 20 al XXI Secolo senza lasciare nulla al caso: le forme, i colori, lo spazio, gli arredi…

Purim Holding SpA Zona: Roma Centro Indirizzo: Via C. Corvisieri 25 Contatti: Tel. 333.45.36.165 Tel. 06.45.54.63.07 ufficiovendite@residenzacomo.net Web: www.residenzacomo.com

Se molti appartamenti sono già stati venduti, c’è ancora tempo per prenotare i restanti. Una scelta di cui sarà difficile pentirsi. La casa si abita consapevolmente, si arreda e si vive secondo i nostri desideri. Vivere il presente e costruire il futuro: perché oggi, molto più di ieri, il mattone rappresenta ancora il giusto investimento, il vero rifugio contro le intemperie dell’economia nostrana e globale. www.duepontimag.it

dueponti_magazine_89

re d azio nal e

Residenza Como

I tagli degli appartamenti, tutti rifiniti nei minimi dettagli e completi di ogni confort, vanno dai 50 mq. 80, 130 e oltre, compresi bilivelli e attici, i più belli: da lassù, la vista sul parco di villa Torlonia è davvero spettacolare. La casa diventa un abito, un colore, una voce, un modo di essere e di comunicare. E, come un vestito, deve cadere a pennello su chi la abita. Dalla scelta dei materiali [parquet, cotto e marmo] a quella dei colori, fino alla divisione degli spazi interni. Stile e tecnologia: domotica, videocitotelefono, aria condizionata, vasca idromassaggio, tutte soluzioni innovative che significano sicurezza, risparmio energetico e attenzione all’ambiente. Residenza Como, per questo, ha due anime: una italiana e l’altra americana, specialmente nelle soluzioni e nelle caratteristiche degli spazi comuni: lavanderia, beauty center, centro fitness, piscina… Lo stesso vale per la gestione del condominio che vede, al posto del tradizionale portierato, personale esterno proveniente da aziende specializzate che, a parità di costo, garantiscono un’ottimizzazione del lavoro ed un ulteriore vantaggio economico per i condomini.

pub bl ic ita ri o

La storia, a via Como, inizia con un nome: A. Mazzoni Del Grande, architetto futurista che, negli Anni ‘20 e ‘30, progettò e realizzò numerose realtà. Dal suo genio creativo nacque il palazzo di via Como 1, dietro Villa Torlonia. Siamo a Roma, quasi in centro, eppure lontani dal caos, dal traffico e dalla frenetica routine cittadina. Il centro è a due minuti, e si sa, ma fino a quando siamo qui siamo a casa, casa nostra. Protetti, coccolati, mille miglia dal caotico tran tran della città. Residenza Como: una palazzina futurista proiettata nel futuro, grazie a Purim Como, società del Gruppo Purim Holding Spa che, da anni, si occupa di valorizzazioni immobiliari.


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_roma >

Via della Balduina - Roma

\\ Balduina, Via della Balduina h Particolare superattico terrazzatissimo finemente ristrutturato con vista panoramica su Roma ubicato nella parte alta di Via della Balduina. Composto da: salone con camino, sala pranzo, cucina (a vista ed arredata) 2 camere, cameretta, doppi servizi, 2 ampi terrazzi - € 900.000 (codice FC100) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Via Revoltella - Roma

\\ Monteverde, Via Revoltella f Attico panoramico di 160mq con ampio terrazzo abitabile (di 170mq) in palazzina signorile ubicata nelle adiacenze di Via di Revoltella. Composto da: ingresso, salone doppio, 3 camere, cucina abitabile, doppi servizi, lavanderia, 3 balconi, grande terrazzo (di 170 mq sovrastante l’appartamento con accesso interno ed esterno e con gazebo vetrato) € 1.200.000 (codice DN124) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Vicolo Governo Vecchio - Roma

\\ Centro Storico, Vicolo Governo Vecchio f Particolare appartamento bilivelli completamente ristrutturato e ben rifinito ubicato nelle adiacenze di Via del Governo Vecchio ottimo per casavacanze. Diviso in 2 unità immobiliari indipendenti con ingresso in comune - 1° appartamento di 90 mq su 2 livelli: (piano terra) salone con angolo cottura, bagno (piano rialzato) 2 camere, bagno - 2° appartamento di 50mq su 2 livelli (piano terra): soggiorno con angolo cottura (piano rialzato) camera, bagno. L’immobile si vende completamente arredato - € 1.100.000 (codice LC102) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

dueponti_magazine_90

www.duepontimag.it


Lo store Nanàn in Via Tomacelli a Roma

re da z iona l e

pubbl icita rio

Dietro le quinte di Nanàn Confronto diretto con l’azienda ideatrice del brand Nanàn: Curiosità e anticipazioni in esclusiva. Le imprenditrici Franca Mentana e Licia Angeli raccontano l’universo soffice e senza spigoli di Nanàn Qual è la filosofia dell’universo Nanàn? Nanàn è un mondo senza spigoli, tutto tondo, avvolgente e ricco di coccole. Tutte le collezioni sono coordinate, dall’arredamento al tessile passando per l’abbigliamento. La cura per il neonato è a 360 gradi. Le caratteristiche fondamentali di ogni creazione sono i toni pastello e le forme arrotondate. La storia di Nanàn è una storia di imprenditoria al femminile, il fatto di essere donne, ha rappresentato un vantaggio o una limitazione? Sicuramente un vantaggio, perché chi opera nel settore dell’infanzia si rivolge principalmente alle donne, e comprendendo le loro esigenze si progetta e si crea con l’obbiettivo di soddisfare i loro desideri e bisogni. A livello di imprenditoria commerciale si deve imporre il proprio stile sul mercato rendendo il marchio ben riconoscibile. Quali sono state le tappe percorse per arrivare dove siete ora? Fondamentale è il continuo investimento nella ricerca per dettare uno stile che fosse unico, nostro. Il continuo studio dei materiali e colori di tendenza è alla base della nascita di ogni nuova collezione. Molto importante tutta la parte legata alla comunicazione e pubblicità, per far si che il cliente finale si recasse nei punti vendita richiedendo i prodotti Nanàn, questa è stata la chiave vincente per entrare nel mondo della moda. Dal mondo dello spettacolo, chi sono i più amanti di Nanàn? Sicuramente Elisabetta Gregoraci, madrina all’inaugurazione della Boutique in via Tomacelli a Roma, ha scelto la cameretta per il figlio Nathan Falco e ha consigliato diverse sue amiche. Le altre mamme affezionate sono Angela Milillo, Miriana Trevisan, Alena Seredova e Aida Yespica. Hanno scelto Nanàn anche le neomamme Michela Quattrociocche e Adriana Volpe. Lei, Licia, la cameretta di un eventuale figlio, come l’arrederebbe? Caratterialmente sono molto romantica, e sicuramente andrei sui toni chiari, ad esempio il bianco, che contraddistingue la nostra azienda. Da poco abbiamo lanciato le novità della linea cuore, caratterizzata da un tessuto bianco misto seta, molto soffice e candido. Sposerei quello, è molto raffinato. Come peluche, invece, sceglierei Tato, perché è il simbolo della nostra azienda, siamo nati con lui ed è quello che ci rappresenta maggiormente.

Cameretta Linea Cuore

Tato tra le braccia di Elisabetta Gregoraci, Franca Mentana e Licia Angeli ideatrice e proprietarie del marchio Nanàn, Anna Falchi e Tato.

Qualche anticipazione? A Ottobre uscirà la linea cosmesi Nanàn dedicata alla cura del bambino e della mamma, sezione che si chiamerà Soap & Beauty e propone molte idee regalo. Il cerchio Nanàn si riempie sempre di più. Un’altra novità è prevista per Gennaio con la collezione abbigliamento che verrà presentata al Pitti e spazierà da capi più alla moda a quelli più basici senza trascurare nessun dettaglio concluderemo con una vasta gamma di accessori e calzature da rimanere a occhi aperti.

Store Nanàn Roma Tipologia:

Zona: Indirizzo: Contatti: Web:

Arredamento, abbigliamento e accessori infanzia Roma centro Via Tomacelli 99/100, Roma Tel. 06/68891921 - info@nanan.it www.nanan.it


dpmagaccessori \\

back in town in COLOR

Cibeles Madrid Fashion Week 2011 Adolfo Domìnguez

Hermès Squisiti esempi di Hermès smalto artigianale, questi braccialetti in una vasta gamma di colorisi abbinano alla collezione in seta. I modelli, ispirati alle sfilate sono disponibili in sfumate armonie luminose, con colori contrastanti. www.hermes.com

Alessio Spinelli Francesina con zip e tomaia in vernice lilla chiaro e patchwork di suede colorati e traforati verde acqua, arancione, rosso, viola chiaro e scuro. Tacco 11 www.alessiospinelli.com

Morellato È in acciaio, smalto rosso e cristalli il nuovo anello Morellato della collezione “Love Rings” (54 €). Anche in smalto nero, bianco e acciaio. www.morellatostore.com dueponti_magazine_92

Hermès Cappello in feltro e pelle di agnello intrecciato, con la sua ampia asimmetrica all’orlo, decorato con due pompon. www.hermes.com

Serapian Evolution Linee geometriche ed essenziali per una borsa sofisticata e pratica, realizzata dai maestri artigiani di via Jommelli.


back in town in black

\\ accessoridpmag

Morellato Bali, collezione in acciaio, onice naturale e cristalli. www.morellatostore.com

Back in town. Dettagli hand made. Colori pre-autunnali. Rifiniture glam. Gli accessori della prossima stagione sono già nelle vetrine degli shop nazionali. È il momento di scegliere i vostri oggetti del desiderio del mese < di_Marina De Benedictis & Luana Briglia > < ph_courtesy of press offices >

Baldinini Nera e lucida è la borsa da donna firmata Baldinini. www.baldinini.it

Hermès Sandalo in pelle di capra scamosciata e pelle di vitello, sofisticato e ultra-femminile, con contrasti in seta. Si allaccia delicatamente sulla caviglia. www.hermes.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_93


dpmagaccessori \\ Mercedes-Benz Fashion Week USA Charlotte Ronson. Le anteprime A/I 2011/2012 al Lincoln Center di NY.

back in town in brown

(Photo by Frazer Harrison/Getty Images for Mercedes-Benz)

Alviero Martini Must Have. Handbag sport-chic con tracolla per una doppia portabilità, a mano e sul fianco. Realizzata in pelle di vitello con impressa a caldo la mappa geografica è impreziosa dalla metalleria in oro protetto. www.alvieromartini.it Hermès Sandalo in pelle scamosciata goatski. Profilo reinterpretato che mostra con orgoglio le perforazioni tradizionali, le fibbie e i pompon. www.hermes.com

The Bridge Della Linea Harp Grain, la bellissima sacca in pelle dal caldo tono del marrone. www.ilpontespa.it

The Bridge Cintura color Tabacco/ Testa di Moro Linea Heritage dei maestri fiorentini del cuoio. www.ilpontespa.it

dueponti_magazine_ azine_94

Hermès Braccialetto in pelle di vitello Tadelakt. Una combinazione di metallo e pelle direttamente dal mondo equestre per questo bracciale che avvolge il polso quattro volte. www.hermes.com


Mercedes Benz Motorsport Occhiali da sole total look black, ispirati alle linee sportive. Orologio nero in stile. Lancetta dei secondi in contrasto.

\\ accessoridpmag

back in town man

Trussardi Uomo A/I 2011/2012 Trussardi 1911

The Bridge Casco da moto per lui, marrone o nero, con il logo bene in vista. www.ilpontespa.it

Hermès Arceau Grande Lune. L’orologio automatico in acciaio, cinturino in alligatore opaco, modello iconico ispirato al mondo equestre. www.hermes.com

Baldinini Borsa da uomo www.baldinini.it

Morellato Dandy, gemelli in acciaio e pelle, pvd nero. www.morellatostore.com

The Bridge Brogue Derby Boots. Tronchetto Corazza in marrone modello traforato “Duilio”. www.ilpontespa.it

dueponti_magazine_95


dpmagaccessori \\

back in town man

Trussardi Uomo A/I 2011/2012 Trussardi 1911

Mercedes Benz Motorsport Orologio sportivo bicolore, ispirato all’nternational race circuit.

Mercedes Benz Motorsport Golf Bag nera con profili bianchi.

Hermès Boot in pelle di vitello, robusta ma flessibile, dotati di due Fibbie Étrivière che rafforzano l’anima sportiva. Adatti per qualsiasi tempo. www.hermes.com

Baldinini Pratici trolley da viaggio rigidi. www.baldinini.it

Baldinini Giacca superimbottita marrone per sfidare l’inverno. www.baldinini.it

dueponti_magazine_96


pubbl icita rio re da z iona l e

tempo da dedicare al corteggiamento è ridotto al minimo, sarà forse questa la soluzione? Difficile da immaginare e da applicare all’odierna piazza di socializzazione virtuale, ma nei forum internet, tra chi l’ha provato e chi non sa dove trovarlo, sono in molti a scambiarsi opinioni e consigli sulla ricercata bottiglietta. Sembra davvero avere il potere di scatenare un’infallibile attrazione tra i sessi. Profumo bipartisan e unisex, scelto da molti vip e parlamentari. C’è chi è stato conquistato dall’odore di pulito e chi da quello del mare. Gli estimatori parlano di essenze capaci di evocare ricordi di onde e spiagge bianche: immagini che raccontano di paradisi lontani richiamati improvvisamente alla memoria dall’aroma salino della fragranza.

Profumerie Durante. Il profumo del mare Le ultime preziose gocce di un fascinoso profumo. Sono quelle che un nutrito numero di facoltosi pretendenti di mezza Europa stanno cercando di accaparrarsi. Battitori di questa insolita asta sono i fratelli di un’antica famiglia di profumieri romani: Maria, Felice e Luciano Durante. «Di questo profumo, uno degli ultimi creato insieme a nostro fratello Giuseppe, ne rimangono solo 30 esemplari in tutto il mondo» spiega Felice, «tuttavia, le richieste sono tantissime e ci stanno creando qualche imbarazzo: molti sono i clienti storici, affezionati e “importanti” che non riusciamo ad accontentare». In origine erano 300 le ampolle, in edizione limitata, di questa originale combinazione di fragranze che ha letteralmente fatto impazzire tutti, non solo gli appassionati di profumi artigianali. Si chiama “Sabbia bianca” ed è un profumo ottenuto, secondo una formula segretissima, dalla combinazione di estratti oleosi di vaniglia, cocco, gardenia tropicale e resina di benzoino. Sarà per l’altissima concentrazione degli oli essenziali impiegati, oltre il 26%, ma l’esperienza di indossarne poche gocce sembra lasciare letteralmente inebriati e, dopo qualche minuto, le note olfattive sprigionate diventano irresistibili anche per chi è a portata di naso. Stesso effetto di “Acqua di sale”, un’altra fragranza che sta spopolando: una scia odorosa che sa di alghe marine, mirto, corbezzolo e legno di cedro, ma con in più una nota davvero “piccante” che gli ha fatto guadagnare il titolo di “profumo del rimorchio”. In un’epoca in cui la comunicazione è sempre più veloce e il

Saranno sicuramente soddisfatti i fratelli Durante che del viaggio sensoriale hanno fatto l’elemento integrante dei loro profumi. «Il successo di una fragranza non nasce solo dall’armonia olfattiva», spiega Luciano Durante, «ma dalla capacità di richiamare sensazioni piacevoli, di provocare un dejavu di emozioni e atmosfere che avvolgono l’anima in un momento di puro benessere». E dalle parole dei maestri profumieri capitolini si scopre anche che al ricercatissimo e ormai introvabile “Sabbia bianca” va attribuito il merito della riscoperta di una raffinata usanza del passato: profumare con poche gocce dell’amata essenza il fazzoletto. Se uomini e donne dell’Ottocento utilizzavano fazzoletti profumati e ornati di pizzo per corteggiare e gesticolare con civetteria, oggi sono moderni strumenti di godimento olfattivo, un modo chic e ingegnoso per far durare più a lungo il piacere di odorare il prezioso profumo.

Profumerie Durante Zona: Indirizzi:

Roma centro Piazza G. Mazzini 4, Roma Tel. 06.3217920

Via di Ripetta 10, Roma Tel. 06.3200306

Via della Colonna Antonina 30, Roma Tel. 06.6795982

Viale Angelico 87/89, Roma Tel. 06.3725791 www.profumum.com

Web:

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_97


dpmagoggetti_del_desiderio \\

\\ luxury. Roberto Coin Animalier Collection. Della collezione, Bull Collection: bangle in oro rosa con diamanti black e colourless e rubini; Chameleon Collection: anello in oro rosa con diamanti brown, zaffiri neri e tsavorite; Frog: anello in oro rosa con diamanti colourless e brown e tsavorite. < link: www.robertocoin.com >

RobertoCoin

Pomellato \\ luxury. Pomellato

Colpo di Fulmine. Ametista, granato, peridoto, opale di fuoco, topazio azzurro: negli anelli da indossare singolarmente o multipli. Le pietre sono assottigliate e sublimate dalla luce dei brillanti che le circondano, montate per la prima volta su oro bianco. La forma è sempre irregolare, come una goccia di colore caduta da un arcobaleno e dolcemente curvata per avere il massimo contatto con la pelle. Anelli, € 1.690. < link: www.pomellato.it >

\\ luxury. Gucci

Gucci

Collezione Bamboo Silver. Il bamboo, introdotto dalla Maison per la prima volta negli anni ’40, diventa subito un simbolo distintivo. Collezione in argento con pietre in legno bambù lavorate a mano per collane, bracciali, anelli e orecchini. Finiture in palladio lucido. < link: www.gucci.com >

dueponti_magazine_98


\\ oggetti_del desiderio desideriodpmag \\ luxury. Bulgari Eden Mediterraneo, Collezione I Sassi. Collane, orecchini e anelli spettacolari in oro giallo con ametiste e turchesi, topazi e diamanti, pietre preziose. Forme generose, tagli importanti. < link: www.bulgari.com >

Bulgari

Bulgari Bulgari \\ luxury. Gucci

Gucci

Parure Horsebit. Il morsetto, rielaborato da Frida Giannini, assume nuove forme sensuali. Anello, collana e orecchini abbinati col simbolo equestre oggi rivisitato: in onice, diamanti neri su corindone sintetico nero, oro rosa 18 kt; oppure in diamanti bianchi e oro bianco. Il top del glam.

\\ luxury. Bulgari

Eden Mediterraneo, Collezione Serpenti. Accessori coordinati con borse da giorno e da sera della stessa linea, questi bracciali preziosissimi ricordano il simbolo di Cleopatra. Oro bianco e rosa, pavè di diamanti. < link: www.bulgari.com >

< link: www.gucci.com > www.duepontimag.it

dueponti_magazine_99


dpmagmake_up \\ < tag: make_up_fondotinta_applicazione_trucchi >

I trucchi per applicare al meglio il fondotinta, ora che la stagione impone di intensificare il make-up non appena l’abbronzatura scomparirà. Basta usare le spugnette giuste o il pennello < a cura di_Rossano De Cesaris > < ph_shutterstock.com >

applicare il fondotinta In linea di massima, il fondotinta va steso preferibilmente con una spugnetta, che può essere sia naturale (spugna di mare) che sintetica (in lattice schiumato, in nitrile o gommapiuma), per impedire che il sebo dei polpastrelli si mescoli al prodotto, alterandolo di conseguenza. Le prime, quelle di mare, hanno un inconfondibile aspetto disomogeneo, un colore piuttosto giallognolo ed una consistenza molto dura se asciutte: per essere utilizzate devono essere inumidite, quindi sono adatte per l’applicazione dei fondi idrosolubili (ma inadatte a quelli liposolubili). Le spugne sintetiche invece, sono adatte alla stesura di qualsiasi tipo di fondotinta: le migliori sono senza dubbio quelle in lattice schiumato (o nitrile), sostanze molto simili per consistenza e ruvidità all’epidermide umana, mentre quelle in gommapiuma sono maggiormente adatte alla stesura di fondotinta in stick molto grassi e coprenti. La forma di spugnetta da preferire è senz’altro quella triangolare, perché è quella con la quale si arriva meglio a stendere il prodotto anche nei punti più “difficili” ed impervi del viso; grazie al costo davvero esiguo, questo tipo di spugna può avere un utilizzo monouso. Nel caso in cui si applichi un fondotinta idrosolubile, per un effetto più coprente è consigliabile usare la spugnetta asciutta, che può invece essere inumidita con dell’acqua (o del tonico astringente) se si desidera una copertura più blanda.

dueponti_magazine_100

www.duepontimag.it


\\ beautydpmag < tag: make_up_fondotinta_applicazione_trucchi >

Tamponando la spugnetta col fondotinta si ottiene un effetto più saturo e coprente, strofinando invece, si ottiene una copertura più trasparente: l’ideale è alternare le due tecniche a seconda della perfezione o meno delle varie zone di pelle sottostante. Come si fa… Tamponando la spugnetta col fondotinta si ottiene un effetto più saturo e coprente, strofinando invece, si ottiene una copertura più trasparente: l’ideale è alternare le due tecniche a seconda della perfezione o meno delle varie zone di pelle sottostante. Per quanto riguarda il metodo d’applicazione, solitamente si parte dal centro del viso, concentrando il fondotinta sulle guance e nel mezzo della fronte, sfumandolo poi verso i contorni; un leggero strato di prodotto va applicato anche sulle palpebre e sui contorni delle labbra, in modo da preparare la giusta base su cui ombretto e rossetto aderiranno perfettamente. Durante l’applicazione del prodotto, bisogna fare particolare attenzione all’attaccatura dei capelli, al passaggio tra il viso ed il collo ed agli angoli della zona inferiore del naso. Il fondotinta può anche essere applicato con un pennello apposito per fondo compatto (a forma conica), oppure per uno fluido (a lingua di gatto): con entrambi i tipi di pennello si ottiene un effetto piuttosto trasparente. I vantaggi di questo tipo di applicazione sono il risparmio del cosmetico e la naturalezza della base, alla fine però è opportuno controllare che non ci siano pennellate evidenti e rifinire eventuali striature con la spugnetta. < link: www.rossanodecesaris.com >

Rossano De Cesaris Make-Up Artist www.rossanodecesaris.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_101


dpmagprofumi+fragranze \\ < tag: profumi_fragranze_bouquet_fascino_sensualità >

profumo di donna

Dior. Hypnotic Poison Eau Sensuelle

Sensualità al 100%: impronta di Gelsomino Sambac, Eliotropio soave, Mandorla Amara, Carvi conturbante, vaniglia travolgente. E la magia evanescente delle Rose di Damasco, la raffinatezza dell’Ylang Ylang, i Fiori d’Arancio, la Tuberosa. www.dior.com

Dalle Maison di tutto il mondo le ultimissime novità in fatto di fragranze. Per essere ancora più sensuali lasciando dietro di sé una scia di seduzione e fascino < a cura di_Marina De Benedictis & Luana Briglia >

Acqua di Parma. Colonia Assoluta

Edizione speciale di un classico di sempre. Confezione di lusso a tiratura limitata. L’incontro di oltre dodici ingredienti naturali. Agrumi italiani, nobili legni biondi, calde note speziate. Un profumo per lui e anche per lei che richiama alle splendide campagne toscane. www.acquadiparma.it

Dior. Miss Dior Chérie

«Create un profumo che sappia d’amore», diceva Christian Dior. Una Eau de toilette lanciata dalla Musa Natalie Portman: leggiadra, felina, carica d’allure. Freschezza sbarazzina dell’Arancia Sanguigna, carezza dolce-amara del neroli, Rosa Turca, gardenia radiosa, Gelsomino, Ylang-Ylang, Patchouli. www.dior.com

dueponti_magazine_102

www.duepontimag.it


\\ profumi+fragranzedpmag < tag: profumi_fragranze_bouquet_fascino_sensualità >

Kenzo. Flower

Accordo floreale: la violetta di Parma, ricca di vitalità ed energia risveglia la tenerezza del biancospino selvatico; poi la gaggia e la rosa bulgara. Accordo poudré: calde le tonalità in cui si mescolano la vaniglia bourbon, il muschio bianco, l’oppoponaco. Accordo dinamizzante: la molecola di Hedione, che ricorda il gelsomino, e il cyclosal amplificano la freschezza immediata della nota finale, audace ma discreta. www.kenzo.com

Givenchy. Play

Dopo il lancio di Play, il profumo maschile più edonista per lui, ispiratore di emozioni e sensazioni, Givenchy crea Play for Her. Per lei, un floreale radioso dai caldi accenti per sorprendere e affascinare, in due variazioni olfattive incentrate su quest’anima comune. www.givenchy.com

Fendi. Fan Guerlain. Idylle

Eau Sublime… Eau come una carezza sensuale di fini goccioline di pioggia. Sublime come la rosa bulgara che si svela in tutta la sua regalità. Nel cuore di Idylle Eau Sublime, Thierry Wasser ha scelto di unire l’essenza e l’acqua di rosa. Un connubio inedito in profumeria in cui la tradizione sposa l’innovazione. www.guerlain.com

Un giardino italiano soleggiato si spiega nelle note di testa: la pera e il ribes nero si divertono, si illuminano a contatto con l’essenza di mandarino di Calabria. Scintillio. Giubilo di freschezza. Vibrazione dorata, arricchita dalla nota piccante delle bacche rosa. Più tardi, più vicino al cuore, la composizione si arricchisce di opulente note floreali: la rosa Damascena, sottile, delicata, e il gelsomino giallo. www.fendi.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_103


dpmagprofumi+fragranze \\ < tag: profumi_fragranze_bouquet_fascino_sensualità >

Dior. J’Adore

Chanel n.19. Poudrè

Creato nel 1970 da Henri Robert in piena rivoluzione femminile, il N°19 diventa emblema d’audacia osando unire note verdi pungenti agli accordi cipriati dell’Iris. Slancio: Neroli di Grasse, Mandarino. Cuore: Assoluto di Gelsomino, Iris Pallida. Ricordo: Nota Muschio Bianco, Vetiver di Haiti, Fava Tonka. www.chanel.com

Eau de parfum è un vero mito, il Profumo dell’eterna femminilità. Il Gelsomino Sambac, la Rosa Damascena e l’Ylang-Ylang interpretano il loro ruolo – a volte carnale, audace, impertinente e allegro – con l’unico scopo di rendere armonioso lo slancio finale. Ma prima dell’impennata finale, viene a dare il “la” una nota fruttata: una Prugna resa più sensuale e più dolce dalla carezza della Tuberosa. www.dior.com

Guerlain. Aqua Allegoria Jasminora

I freschi effluvi del gelsomino calabro sono accentuati da fiori bianchi dalle lievi tonalità verdi: in particolare la fresia, ma anche il ciclamino, con un accordo mughetto. Dei tocchi di bergamotto e di galbano rafforzano questa impressione di una freschezza evanescente, di un croccante ma aspro vigore. Il bouquet finale si veste di note ambrate e di muschio bianco, per fondersi al meglio con la pelle, in tuta discrezione. www.guerlain.com

dueponti_magazine_104

Sisheido. Zen

Una sensazione voluttuosa per lei. Una fragranza pura, sensuale, che dona nuovo splendore alla vita. Un bouquet di eleganti note floreali e alcuni componenti aromacologici ad effetto rilassante. Note di testa: freschezza spumeggiante di Bergamotto, Ribes Nero e Lampone. Note di cuore: note di Peonia Bianca, Magnolia, Fresia, Rosa Blu, Giacinto e Gelsomino. Note di fondo: Patchouli, Muschio, Sandalo e Ambra. www.sisheido.com

www.duepontimag.it

205 x 2


Macchie? Rughe? Pelle spenta? I N N O VA Z I O N E FO N DA M E N TA L E

SĂŠrum Capital Lumière Il trattamento antietĂ  tripla azione. ,A2ICERCA#LARINSlRMA una nuova scoperta nel trattamento antietĂ . Per la prima volta, il nuovo siero SĂŠrum Capital Lumière associa lâ&#x20AC;&#x2122;eccezionale potere rigenerante delle piante pioniere allâ&#x20AC;&#x2122;esilresorcinolo, molecola ANTIMACCHIADALLEÄ&#x2C6;CACIAPROVATA In solo 2 settimane* le macchie sono attenuate, le rughe levigate, la pelle ritrova compattezza e luminositĂ  profonda. Lâ&#x20AC;&#x2122;ombra degli anni è sfumata, il viso si illumina di nuova giovinezza. Clarins, N°1 in Europa nei trattamenti di bellezza di alta gamma**. *Studio di soddisfazione condotto su 133 donne per 2 settimane. **Fonte: European Forecasts

www.clarins.com

Vieni a scoprire il nuovo trattamento antietĂ  contro i segni del tempo presso

MUZIO GIUSEPPE VIA VAL Dâ&#x20AC;&#x2122;OSSOLA, 60 - PM2 VIA F. SAVERIO NITTI 36 - MUZIO ALFONSO VIALE JONIO 361 - A.R VIA CONCA Dâ&#x20AC;&#x2122;ORO 222 - KIRIELEISON VIA SEBINO 27 - GRUPPO MUZIO P.ZA PADRI VOCAZIONISTI - NOTTE VIA CARDUCCI,41 -EMMERRE VIA DELLA ROTONDA 1 -2 - EMMERRE VIA E. FRANCESCHINI 115-117 - LUBI SRL VIA VAGLIA 33/35 - LUBI SRL CC.PORTA ROMA VIA ALBERTAZZI 201 - LUBI SRL VIA CONCA Dâ&#x20AC;&#x2122;ORO 293/301 - LUBI SRL VIA VALSAVARANCHE 45 - STASIO M. ANGELA VIA LIVORNO 55 -ZOPPO MARIO FRANCO VIA FLAMINIA 49/51 - ZOPPO STEFANO C.SO VITTORIO EMANUELE II, 190 - BERNABEI VIA ENEA 9/A - LN RUBERTO VIA TUSCOLANA 793/7B/795 - LN RUBERTO C.C. LA ROMANINA - CASAMARIA VIA DELLA SCROFA 71

205 x 285 muzio SERUM.indd 1

13/07/11 17:21


dpmagluxury_wine \\ < tag: luxury_krug_champagne_bollicine_eccellenza >

bollicine d’eccellenza Paul Krug, il nonno di Olivier, si definiva un “servitore dell’eccellenza, della massima qualità possibile”. Ancora oggi questa idea è ben rappresentata dagli champagne della maison < a cura di_a cura di Achilli Enoteca al Parlamento >

\\ Questa puntata del nostro appuntamento è interamente dedicata allo champagne. D’altronde, per lenire lo stress del rientro alla quotidianità, non c’è nulla di meglio di una grande bollicina. E, quando si parla di grandi bollicine, quelle della celebre regione francese sono d’obbligo. Tra i tanti marchi (ci sono oltre 5.000 produttori in Champagne), però, vogliamo puntare i riflettori su uno talmente particolare ed esclusivo da fare storia a sé: Krug. Di cui noi dell’Enoteca al Parlamento siamo anche “ambassadeurs”. Ambasciatori, che non significa per noi un semplice riconoscimento da parte della maison, bensì una stretta collaborazione nata da un reciproco rispetto. Avere Krug, infatti, per noi non significa semplicemente “vendere champagne”, ma offrire ai nostri clienti la possibilità di entrare in un mondo unico. D’altronde Rémi Krug, che spesso è venuto a trovarci e ora lo stesso sta facendo il nipote Olivier, amava ripetere che: “Krug non va imposto ma va scelto, a differenza di quanto succede con altre marche…”. Da anni riteniamo che le etichette Krug rappresentino un’interpretazione molto particolare dello champagne, di grandissima personalità e, come tali, sono anche le uniche che riescono a dividere nettamente il pubblico: non ci sono mezze misure, Krug fa impazzire o non piace affatto. Ma prima di andare a scoprire le etichette più affascinanti, ci preme raccontarne brevemente la storia.

dueponti_magazine_106

www.duepontimag.it


\\ luxury_winedpmag < tag: luxury_krug_champagne_bollicine_eccellenza >

Di padre in figlio Come tante altre maison di champagne, anche Krug è stata fondata da un tedesco, tale Johann-Josef. Che, però, all’inizio lavora presso un altro grande dello champagne, Adolphe Jacquesson. Qui Krug si fa valere e arriva anche a sposare la cognata di Adolphe, ma tale è il desiderio di dare vita a uno champagne tutto suo che a ottobre 1842 lascia Jacquesson, diventa naturalizzato francese cambiando il nome in Joseph e, un anno dopo, fonda finalmente la maison Kruget Cie, anche se la definitiva operatività arriva solo nel 1870 con l’ultimazione delle cantine sotterranee. Ma lo stile Krug, l’idea di vino che ha in mente il fondatore, viene subito espressa per mezzo di vinificazioni in botti da 205 litri di rovere di Argonne, prolungato contatto con i lieviti, assemblaggi complessi. Questo stile viene tramandato di padre in figlio e ancora oggi è così, immutato. Lo stile particolare porta gli champagne Krug a un successo in crescita costante, grazie via via alle intuizioni di Paul II, che crea lo champagne multimillesimato Private Cuvée, e di suo figlio Henri che assume la responsabilità delle cantine nel 1962; qualche anno più tardi, invece, il fratello Rémi si occuperà della parte commerciale, facendo di Krug il marchio blasonato che è oggi. E che prospera tuttora all’ombra del colosso del lusso LVMH, con un patrimonio viticolo di 20 ettari tra Aÿ, Le-Mesnil (dove Krug possiede il celeberrimo clos) e Trépail, oltre al piccolo vigneto di Ambonnay. E il modo di fare champagne, nel rispetto della tradizione di famiglia di padre in figlio, è immutato, con la prima fermentazione in piccole botti da 205 litri (pièce champenoise) di legno d’Argonne, i vini che non svolgono la malolattica, i preziosi vins de réserve conservati in acciaio nelle cantine sotterranee a Reims. E c’è ancora un Krug a rappresentare gli champagne nel mondo, Olivier, il figlio di Henri, mentre Rémi ha avuto il giusto riconoscimento della carica di Presidente Onorario. Sono persone squisite, le cui periodiche visite rappresentano un giorno di festa per noi.

…le etichette Krug rappresentano un’interpretazione molto particolare dello champagne e, come tali, sono anche le uniche che riescono a dividere nettamente il pubblico: non ci sono mezze misure, Krug fa impazzire o non piace affatto.

Il mondo Krug Per capire Krug dobbiamo immaginare un grafico a tre dimensioni. Due punti su un piano rappresentano il Clos du Mesnil e il Clos di Ambonnay, tra gli champagne più preziosi in assoluto. Vengono descritti come punti su una sola dimensione, perché sono prodotti con una sola varietà d’uva, lo Chardonnay il primo, il Pinot Noir il secondo, di un singolo vigneto e in una singola annata. Per clos si intende un vigneto racchiuso da mura, ed è di 1,85 ettari quello nel centro del villaggio di Le-Mesnil-sur-Oger, acquistato dai Krugnel 1971 e ripiantano integralmente due anni più tardi. Le uve venivano regolarmente usate per l’assemblaggio delle varie cuvée Krug finché, nel 1979, durante l’assaggio dei vini base per selezionare quale fosse idoneo per il millesimato, quale per la Grande Cu-

Bollicine d’eccellenza … c’è ancora un Krug a rappresentare gli champagne nel mondo, Olivier.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_107


dpmagluxury_wine \\ < tag: luxury_krug_champagne_bollicine_eccellenza >

vée e quale per la riserva, Paul ed Henri si imbatterono in uno Chardonnay talmente eccezionale che decisero di sperimentare imbottigliandolo da solo, andando così contro la tradizione Krug che voleva questa maison “il tempio dell’assemblaggio”. Dopo una maturazione sui lieviti di dieci anni, Paul e i figli Henri e Rémi lo assaggiarono rimanendo di sasso: era uno champagne eccezionale, un Krugal 100% nonostante fosse realizzato con un solo vigneto e una sola varietà. Era nato il Clos du Mesnil. L’attuale 1998 è elegante e opulento, cremoso e vivace, finanche succoso e minerale, di una sapidità e una lunghezza impressionante. Da provare almeno una volta nella vita anche se il costo è non certo alla portata di tutti: circa 1.000 euro. Nulla in confronto al Clos d’Ambonnay, il più“nuovo” degli champagne Krug, nato con la vendemmia 1995. La storia è simile: i Krug avevano in mente da tempo di dare un fratellino al Clos du Mesnil, solo che l’occasione giusta non era mai arrivata. Almeno finché non chiesero al vigneron che gli forniva costantemente delle uve Pinot Noir eccellenti di vendere loro il vigneto. Un vigneto piccolissimoo, di soli 0,685 ettari, proprio nel centro del villaggio Grand Crudi Ambonnay, chiuso interamente all’interno di mura (quindi un clos) e con abbastanza spazio attorno da farvi una seconda cantina di vinificazione e affinamento da affiancare a quella storica di Reims. Tutto questo accadeva una ventina di anni fa ma, fino al 1989, quel Pinot Noir è sempre finito negli assemblaggi, finché i Krug provarono a farlo esprimere in assolo nel 1992 e nel 1993 e, finalmente, nel 1995: 3.000 bottiglie di questo inedito blanc de noirs vennero messe a maturare nelle cantine sotterranee, da dove usciranno solo a fine 2007 per essere lanciate l’anno successivo quasi in sordina. Dopo è stata la volta del 1996 e ora è in arrivo il 1998. Il costo proibitivo (oltre 3.000 euro) lo rende di difficile approccio ed effettivamente non è uno champagne facile. Affascinante nel contrasto tra le note mature e la grandissima freschezza, così come la profonda complessità, è certamente capace di una longevità d’eccezione. Ma nel nostro spazio Krug è ora di passare alla bidimensionalità, dove troviamo il millesimato, quindi lo champagne prodotto con le uve di una sola annata. Tre uve, però, una bianca (Chardonnay) e due nere (Pinot Noir e Pinot Meunier), provenienti da diversi vigneti. Dopo annate eccezionali come la 1988, 1990, 1995, dueponti_magazine_108

www.duepontimag.it

1996 e 1998, il prossimo novembre arriverà anche il 2000. L’Enoteca al Parlamento offre agli appassionati anche annate più vecchie dei millesimati Krug, le cosiddette Collection, ovvero la riedizione dei migliori Vintage Krug dopo una maturazione più lunga. Ne riparleremo a tempo debito, perché è ora di entrare nella tridimensionalità e conoscere appieno la personalità, l’essenza di Krug. Può sembrare curioso che lo champagne più rappresentativo di una maison sia senza annata, ma la Grande Cuvée di Krugnon è un semplice “brut sans année” bensì un “multivintage”, visto che è un assemblaggio di 50 vini diversi di 6-10 annate. Non esiste una ricetta per la Grande Cuvée, è la famiglia insieme all’attuale chef de cave Eric Lebel a trovare l’ispirazione di anno in anno, per dare vita a uno champagne complesso che rappresenti tutto lo stile Krug. Uno stile che rispetta esattamente i canoni fissati dal fondatore oltre 150 anni fa. Per questo la Grande Cuvée è “il Krug”, sempre fedele a se stesso anno dopo anno. Come accennato, si chiamava originariamente Private Cuvée, ma Henri Krug ne cambiò il nome in Grande Cuvée proprio per sottolineare questa armonica unione di tanti vini diversi, una vera e propria sinfonia che ricrea questa espressione unica anno dopo anno. Rappresenta forse il consiglio che ci sentiamo di fare con il cuore, perché questo champagne, con il suo perfetto bilanciamento di vinosità ed eleganza, ovviamente sui tipici caratteri quali freschezza, ricchezza ossidativa, corpo e lunghezza di gusto, riesce a risultare piacevolissimo per il consumatore estemporaneo, appagante per il grande appassionato. Anche noi abbiamo voluto dare un tributo alla sua grandezza: unici nella Capitale, abbiamo dedicato un menu appositamente sviluppato dallo chef del nostro ristorante a questo eccezionale champagne. Un menu per due persone intitolato “Cenando con Krug…”, che prevede ben undici portate in degustazione e una bottiglia di Grande Cuvée. Il tutto a un prezzo che altrove copre sì e no la sola bottiglia. Vi aspettiamo: santé e bon appétit! \\


dpmaghair_style \\ < tag: hairstyle_tendenze moda_accessori fashion_look >

Franck Provost. Movimenti sexy

A destra: Una conchiglia mossa in cima alla testa. I lati sono raccolti sulla

nuca. Il resto è arrotondato con le dita in modo irregolare. I lati sono riuniti nella parte posteriore del collo in un tocco alla francese. Effetto disordinato ma sublime. Sopra: Brun cashmere, una tecnica esclusiva di FP con l’utilizzo di INOA di L’Oréal Professionnel. Un taglio corto alla garçonne, leggermente asimmetrico. I capelli sono pettinati in avanti. Per conservare il volume: Gel Fibre FP. In alto a destra: Un carreé leggermente asimmetrico, la spazzola rotonda e alcune gocce di Absolu Lumiere per dare morbidezza e lucentezza. Il taglio sottolinea l’intensità dello sguardo. Lasciato asciugare naturalmente, con Curl Enhancer Fluid applicato per strutturare e regalare un ultra-chic style. Per una totale femminilità, basta utilizzare l’Absolute Light che aggiunge uno splendore soft.

Franck Provost. Styling glamour Tre prodotti della linea FP, shampoo spray e gocce, per rendere le chiome più lucenti e forti, con riflessi di luce. www.franckprovost.com

dueponti_magazine_110

www.duepontimag.it


\\ hair_styledpmag

Franck Provost. Glamour a 360° Scan 2 Ors, tecnica esclusiva di FP, esalta la luminosità dei biondi o castani chiari. Tocchi leggeri con un pennello specifico FP Platinum e L’Oréal Professionnel, questo colore regala riflessioni sottili, naturali ed è molto luminoso sui capelli. Guardate come una femme fatale con questo stile morbido, fatto la spazzola rotonda, esalta tutto il glamour degli anni ‘40 hollywoodiano rivisitato. Professionnel Platinium, the ‘Couleur Précieuse’ (Precious Colour) regala luce ai capelli. In più, per la piega, FP Flexible Mousse, che accentua il volume e il movimento biondo platino. www.franckprovost.com

ristrutturazioni Le tendenze pre-autunnali direttamente dai Saloni di Parigi e non solo < di_Beatrice Stone & Andy Bird > < ph_courtesy of Milleventi; Provalliance Paris >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_111


dpmaghair_style \\

Fabio Salsa. Tendenze A/I 2011/2012 Rock, Naturelle o Brush. Ecco le tendenze per le acconciature autunnali, con prodotti ad hoc per un look naturale o ultra liscio. Ciocche naturali, onde realizzate col ferro, eďŹ&#x20AC;etto romantico, anche grazie al Lait de Brushing Diva Brush FS che regala brillantezza e fascino

Fabio Salsa. Color Sublime & Repair Intense Una linea specializzata per capelli decolorati: shampoo, maschera ristrutturante e siero nutriente per proteggere, fortiďŹ care, illuminare le chiome; la gamma riparatrice speciďŹ ca, con shampoo, maschera e crema nutriente.

dueponti_magazine_ azine_112

www.duepontimag.it www.dueponti mag.it


dpmaghair_style \\

\\ beauty_news. aveda \\ beauty_news.sanoflore

sun care aTre prodotti che sfruttano la

forza della natura per proteggere il corpo e i capelli dai danni provocati dal sole, dal sale e dal cloro. Hair and Body Cleanser, After-Sun masque e Protective Hair Veil. Miscele di antiossidanti, proteine, prodotti naturali come tè verde, cannella, cisto selvatico. (Hair veil 19 € ; Masque 24 €; Cleanser 19,50 €).

trattamento Trattamento di Sanoflore

Olio delle Delizie, perfetto da spruzzare sui capelli. (Confezione da 125 ml - Prezzo consigliato al pubblico € 16,90.).

< link: www.sanoflore.it >

< link: www.avedaitalia.it >

\\ beauty_news. aveda damage remedy aLa linea dedicata alla

cura dei capelli danneggiati, si arricchisce di un nuovo prodotto senza risciacquo. Shampoo, Conditioner e Intensive Restructuring Treatment per conferire nuova vitalità ai capelli più stressati. (Shampoo 29, 00 €; Conditioner 31,50 €; Intensive Restructuring 31,50 €; Hair Repeir 29,00 €). < link: www.avedaitalia.it >

\\ beauty_news. inneov ristrutturazione Trico-Masse Color Repair confezione da 30 Capsule + 30 compresse (Prezzo consigliato al pubblico €28,50). < link: www.inneov.it >

\\ beauty_news. elvive

\\ beauty_news. l’Oreal

total repair L’elisir Istantaneo: il

colorazione L’Oreal DiaLight. La colorazione

trattamento alla Pro-Keratina e Ceramide veloce e leggero come un balsamo ma nutriente ed efficace come una maschera. Non è necessario tempo di posa. (200 ml Ipotesi di prezzo al pubblico: 6,20 €).

tono su tono ideale per capelli sensibilizzati. Perfetta per personalizzare o correggere un colore. Intenso trattamento della fibra, riflessi luminosi e brillantezza effetto vinile. L’Oreal DiaRichesse. La colorazione tono su tono ideale per capelli naturali. Il primo passo per coprire i capelli bianchi e donare loro un riflesso. Un risultato colore estremamente naturale.< link: www.lorealprofessionnel.it >

< link: www.loreal-paris.it/Elvive > dueponti_magazine_114

www.duepontimag.it


pubbl icita rio re da z iona l e

L’Esthetique: trattamenti mirati per combattere le rughe Siete state al mare e la vostra pelle è stupendamente abbronzata? È ora di pensate alle rughe… Mare e sole sono un binomio perfetto quando arriva l’estate, sinonimo di relax e divertimento, ma finita la stagione estiva è bene proseguire quell’insieme di accorgimenti che ci permettono di proteggere e mantenere sana la nostra pelle. L’eccessiva esposizione solare è una delle cause principali dell’invecchiamento (photoaging), sempre più spesso anche in età precoce.

vecchiamento ripristinando un buon aspetto del viso, poiché ricompatta i pori dilatati, elimina le antiestetiche macchie scure; • radiofrequenza, stimola i fibroblasti a produrre maggiori quantità di collagene, riducendo in tal modo la lassità cutanea, migliorando la texture della pelle senza dolore e sopratutto senza comportare nessun cambiamento nelle attività quotidiane.

I danni provocati dall’ultravioletto sono molteplici e ormai conosciuti, ma cosa fare se l’esposizione non è stata corretta? Esiste qualcosa che può attenuare i danni dovuti ad una cattiva esposizione? Sicuramente esistono una serie di accorgimenti che possiamo eseguire nei mesi successivi al fine di migliorare l’aspetto cutaneo ed attenuare il manifestarsi dei danni solari. Un buon ciclo di integratori anti-age abbinati all’utilizzo di un fattore di protezione solare nelle creme da giorno è già un buon passo avanti.

Un check-up cutaneo gratuito, eseguito dalla nostra cosmetologa, la Dr.ssa Ilaria Mollaioli, ti permetterà di avere un quadro generale specifico in modo tale da essere consigliata sui trattamenti più idonei alle tue necessità.

Esistono poi un’insieme di trattamenti mirati: • peeling chimici che levigano e migliorano l’aspetto della cute, rimuovendo gli strati esterni più danneggiati mediante una forma accelerata di esfoliazione; • fotoringiovanimento (IPL), una tecnica che limita gli effetti dell’in-

L’Esthetique - Centro di Cosmetologia ed Estetica Trattamento: Zona: Indirizzo: Contatti: Web:

Trattamenti mirati anti-rughe Vigna Clara Via di Vigna Stelluti 176, Roma Tel. 06.64590439 www.lesthetique-roma.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_115


dpmagin_the_kitchen \\ < tag: cucine contemporanee_hi-tech_praticità_sicurezza_eleganza >

tra due fuochi

Ma anche quattro, cinque, sei. Le cucine contemporanee trovano nuove soluzioni hi-tech in nome della praticità, della sicurezza e dell’eleganza in house < di_Irene Santalessi > < ph_Umbrella Press Office >

alpes liberi in cucina. Design Nico Moretto Cucine in acciaio inox ad installazione libera configurabili in base al proprio spazio e gusto. L’intuizione, che valse a Nico Moretto nel 1998 il Premio Compasso d’Oro per i piani cottura ribaltabili, si sviluppa in questa collezione composta da elementi modulari, indipendenti, autonomi che integrano tutte le funzioni del lavaggio, della cottura e preparazione dei cibi, della differenziazione e smaltimento dei rifiuti e dell’aspirazione. La collezione comprende anche una serie di elementi su ruote ideali per la cottura all’aperto. Materiali: acciaio, Dupont Corian®, legno. www.alpesinox.com

dueponti_magazine_116


\\ in_the_kitchendpmag < tag: cucine contemporanee_hi-tech_praticità_sicurezza_eleganza >

GeD argento vivo. Design Roberto Pezzetta Argento Vivo è colore: dalla raffinatezza del bianco opaco all’eleganza neutra dell’argento metallizzato, alla freschezza del giallo, alla simpatia e attualità dell’arancio e del verde, al regale blu. E ancora, la proposta “texture” per un abbinamento insolito e mai sperimentato, connubio elegantissimo tra il legno della tradizione, opaco, materico e il vetro acidato verniciato sul retro in un caldo colore brown a sottolineare le superfici curve. Il piano di lavoro è un sottile lingotto in acciaio lucido come i fuochi, la cappa, il lavello. www.gedcucine.it

GeD fiamma. Design Giancarlo Fabro Singolare disegno dell’anta a telaio asimmetrico quasi a filo con il pannello, innovativa sia per dimensioni che per spessori. La particolare venatura del legno noce nazionale in tonalità “grigio seppia” dona all’anta un esclusivo effetto dogato, grazie alla qualità e alla lavorazione dell’impiallacciatura costruita dall’alternanza dei toni scuro e chiaro che esalta l’orizzontalità delle composizioni. La finitura opaca, oltre a conferire tonalità all’anta, evidenzia la venatura dell’essenza noce, dando vita ad un modello di unica bellezza. www.gedcucine.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_117


dpmagin_the_kitchen \\ < tag: cucine contemporanee_hi-tech_praticità_sicurezza_eleganza >

GeD treviso. Design Giancarlo Fabro Il richiamo al territorio e alla città “della Marca gioiosa et amorosa” di cui “Treviso” porta il nome, è presente nel carattere complessivo di questo modello. Nuova identità del rovere, ricerca cromatica ed essenzialità del laccato bianco Luce, che supera per eleganza le attuali versioni in legno multilaminare di teak e il rovere naturale e grafite. www.gedcucine.it

prandina. Lampada S5 Lampada a sospensione a luce diffusa. Materiali: struttura con rosone centrale o laterale in metallo verniciato bianco opaco. Diffusore in vetro soffiato bianco lucido o satinato. www.prandina.it

dueponti_magazine_118

www.duepontimag.it


dpmagin_the_kitchen \\ < tag: cucine contemporanee_hi-tech_praticità_sicurezza_eleganza >

crosspoint. Design Tobia Scarpa Lampada a sospensione a luce diffusa costituita da quattro estensioni disposte a croce in alluminio anodizzato grigio o nero, fornite rispettivamente di diciotto Led bianchi disposti su due file centrali e ventiquattro Led RGB full color disposti sui lati esterni. Questo corpo luce permette di impostare scenari luminosi diversi regolando temperatura e colore dei Led: la luce bianca è regolabile di intensità dal 5 al 100% mentre i Led RGB full color dallo 0 al 100% con la possibilità di realizzazione di sedici milioni di colori. Sono previsti altre varianti cromatiche a richiesta. www.gpesrl.com

quasar. Design Tobia Scarpa Il corpo centrale allungato in alluminio fornito di moduli a sei Led, ospita otto bracci, configurati a sei o dodici Led, inclinabili, oltre l’asse orizzontale, fino a 45° in entrambe le direzioni. Grazie ad una ricerca tecnica di qualità, la collezione Quasar risolve il problema della direzionalità della luce, per dare spazio ad un piacevole effetto di illuminazione diffusa. Disponibile in finitura anodizzata grigia o nera e altri colori a richiesta. Sospensione per residenziale, commerciale, industriale e contract. www.umbrella.it

\\ luxury cooking. San Lorenzo Design Afra e Tobia Scarpa. Le casseruole, le padelle, le risottiere di San Lorenzo sono fatte di argento puro, dove “puro” non è un aggettivo ma equivale al numero 999 che, punzonato nell’argento, ne attesta la purezza, espressa in millesimi e denominata “titolo”. L’assenza di rame è un vantaggio per la cottura dei cibi in quanto l’argento puro ha peculiarità che fanno la gioia dei veri gourmet. È il migliore conduttore di calore e lo diffonde in maniera uniforme, dal fondo alla sommità del recipiente. < info: ag.sanlorenzo@tiscalinet.it > dueponti_magazine_120

www.duepontimag.it


dpmaginvestire \\ < tag: finanza_investimento_risparmi_rendimento_tempo_rischi >

* Lorenzo De Santis Promotore Finanziario Professional Banker €FA €uropean Financial AdvisorTM

guida pratica

all’investimento consapevole 3 Siamo giunti alla terza puntata del percorso verso un investimento consapevole. Nelle prime due abbiamo introdotto i concetti di rischio, tempo, rendimento e abbiamo posto particolare attenzione alle 4 regole da seguire prima di intraprendere un investimento finanziario < di_Lorenzo De Santis* > < ph_Shutterstock.com >

\\ Le quattro regole: 1. analisi delle proprie caratteristiche 2. definizione degli obiettivi 3. preparazione 4. determinazione, seguirle è importantissimo, non dobbiamo mai permettere alla fretta, piuttosto che all’impreparazione del nostro interlocutore di esaminare soltanto le caratteristiche di un prodotto. Se scegliamo male un titolo forse possiamo rimediare ma se sbagliamo strada potrebbe essere difficile tornare indietro. Il tempo, ad esempio, è fondamentale in un investimento finanziario. Non saper calcolare quando saremo costretti a liquidare le nostre posizioni potrebbe essere un errore fatale. L’incapacità degli italiani a ragionare in termini di obiettivi e di tempo, fa perdere tantissime opportunità e brucia ricdueponti_magazine_122

www.duepontimag.it


\\ investiredpmag < tag: finanza_investimento_risparmi_rendimento_tempo_rischi >

guida pratica

www.duepontimag.it

all’investimento consapevole 3

chezze considerevoli, potrebbe addirittura essere una delle spiegazioni della nostra bassa crescita economica. Ingenti somme restano per anni parcheggiate in conti deposito o titoli a brevissima scadenza remunerate ad un tasso inferiore all’inflazione che ne erode il valore reale. Perdite anche importanti in conto capitale si realizzano a causa di prodotti venduti prima della scadenza. è quindi fondamentale attenersi scrupolosamente alle famose 4 regole e ai 3 principi base precedentemente citati. Il mio auspicio è che si possa arrivare ad un vero e proprio cambio di paradigma nell’affrontare i mercati finanziari, invertendo il percorso d’investimento che purtroppo ancora parte dal prodotto per arrivare in modo generico e superficiale all’investitore. Si tratta di dare vita ad un nuovo umanesimo, porre l’uomo(investitore) al centro per scegliere il prodotto più utile a raggiungere gli obiettivi personali. Seguire questo processo ci fornisce una bussola che ci consente di non perdere mai l’orientamento, neppure in una situazione come quella attuale che altrimenti può apparire drammatica. Venerdì 22 luglio 2011 verrà ricordato come la giornata in cui il buono del tesoro decennale è arrivato a toccare il 6%, record da quando è nato l’euro e la settimana prima i bot annuali sono passati in una sola asta dal 2% lordo al 3,47%. In sostanza i mercati “credono” che l’eventualità di un fallimento dell’Italia non sia più così improbabile e quindi richiedono un maggiore guadagno per acquistare i nostri titoli pubblici. Il governo è stato costretto ad una manovra finanziaria “lacrime e sangue”, l’euro sembra una costruzione traballante: stiamo forse ritornando al 1992 quando sembravamo sull’orlo della fine e fu introdotto un prelievo una tantum sulle masse in giacenza sui conti correnti? Se ricordate, nel primo articolo di questa rubrica avevamo sfatato due miti italiani: la casa e soprattutto i titoli di Stato che per anni ci avevano dato certezze di rendimento. Ma adesso stanno anche diventando poco sicuri? La nostra bussola ci dice che, se abbiamo fatto bene i nostri calcoli e investito secondo il nostro orizzonte temporale, diverso per ogni obiettivo che ci siamo prefissati, questi momenti possono essere delle ottime opportunità di acquisto a prezzi d’occasione. Se ho un figlio che ha appena fatto gli esami di terza media e per garantirgli una somma sufficiente a pagargli l’università ho acquistato un btp quinquennale, anche se vedo le sue quotazioni oscillare paurosamente non devo preoccuparmi. Alla fine del liceo infatti, il titolo giungerà alla sua scadenza naturale e riprenderò l’intero ca-

dueponti_magazine_123


dpmaginvestire \\ < tag: finanza_investimento_risparmi_rendimento_tempo_rischi >

guida pratica

dueponti_magazine_124

www.duepontimag.it

all’investimento consapevole 3

pitale investito più le cedole incassate. Devo valutare altri scenari, tipo l’inflazione, il tasso di reinvestimento delle cedole ma non spaventarmi della volatilità del prezzo. In ogni caso il rischio che preoccupa maggiormente un investitore è quello di perdere il valore nominale del capitale: investo 100 e me ne ritrovo 50. Ma per quali motivi rischio di perdere? A quali rischi sono esposto. I rischi finanziari sono molteplici, qui accenneremo ai due principali perchè, come per il colesterolo, esiste quello buono e quello cattivo: il rischio sistematico è quello buono, è legato alle normali oscillazioni del mercato in cui si investe, è calcolabile statisticamente ed è il motore che genera il rendimento che è appunto il premio per questo rischio che mi sono accollato. è dunque non solo ineliminabile ma oserei dire auspicabile. Quello cattivo, assolutamente da evitare è il rischio specifico, cosiddetto perché legato alla specificità del singolo titolo, compro Parmalat e fallisce, perderò a prescindere se la borsa italiana è andata bene o male. Per stare davvero tranquilli allora vi sono almeno 2 condizioni da rispettare: diversificazione e controllo del rischio. Stiamo parlando del sacro graal del risparmiatore, la massima ambizione di tutti coloro che per professione si occupano di gestire portafogli: evitare la concentrazione, suddividere i nostri risparmi in più prodotti, cercare di trarre il massimo profitto non esponendosi mai ad un rischio eccessivo. “Ed è compito dell’uomo saggio pensare oggi al domani e non mettere tutte le sue uova nello stesso paniere” Miguel Cervantes de Saavedra, Le straordinarie avventure dell’ingegnoso hidalgo Don Chisciotte della Mancia, (1606). \\


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ evento.

AltaRoma & Another Magazine

VipCafè

Per tutta l’estate i Vip si sono divertiti in sontuosi party, scintillanti afterhours, feste notturne, bagni di mezzanotte. Andiamo a scoprire insieme a voi la noche dei divertimenti in tutto il mondo: nella movida più in a Roma, Milano, Shangai, Londra < a cura di_Veronique Arnaud & Mari Fisher > < ph_courtesy of Altaroma; Getty Images >

\\ miti. Campioni si nasce Shangai, 27 Luglio 2011. Federica Pellegrini vince l’oro nei 400 e nei 200 ai Mondiali di Nuoto in Cina. A primavera, intanto, l’Atleta era diventata Testimonial per la Casa Audi: per una vera fuoriclasse italiana, infatti, una potente 1.4 TFSI 122 CV in rosso Misano per spostamenti quotidiani, professionali e privati. dueponti_magazine_126

www.duepontimag.it

Roma, 9 Luglio 2011. In occasione di AltaRoma AltaModa, presso la bellissima location del Tempio di Adriano nel cuore della Capitale, è stato presentato lo short film in 3D con protagonista Kate Moss. Ritratto moderno di un’icona, rappresentata come una dea mitica, che disvela la sua immagine attraverso un’esplosione di centinaia di sottili cristalli Swarovski. Commissionato da AnOther Magazine, ideato dal creative director Jerry Stafford e diretto dall’artista e regista Baillie Walsh. (ph. Allucinazione / Ciro Meggiolaro)


\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ musica. Moricone per Falcone e Borsellino Roma, 8 Luglio 2011. Allâ&#x20AC;&#x2122;Auditorium Parco della Musica non solo Sting o Elthon John, ma anche una serata di splendida musica impegnata, diretta dal grandissimo Ennio Morricone: il Concerto con dedica a Giorgio Napolitano, omaggio del compositore a Falcone e Borsellino. In prima assoluta, fra i brani eseguiti, Varianti su un segnale di Polizia. Orchestra e Coro dellâ&#x20AC;&#x2122;Accademia Nazionale di S. Cecilia.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_127


dpmagvip_cafè \\

Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

< tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

Da sinistra: Max Tonetto con Massimo Francolini e Marco Del Vecchio

\\ inaugurazioni.

Billions Luxury Gaming Hall. Roma, 8 Luglio 2011. Oltre 1.000. tra personaggi del mondo del calcio, dello spettacolo, giornalisti ed appassionati hanno animato la serata inaugurale della più innovativa ed elegante location della capitale per vivere il mondo del gioco. Musica dal vivo, il concerto di Tony Esposito, un catering di altissimo livello, l’esposizione delle slot “storiche”, sono stati solo alcuni dei momenti che hanno caratterizzato la splendida serata di inaugurazione di Billions Luxury Gaming Hall. La serata ha visto la partecipazione di tanti calciatori come Marco Del Vecchio, Luigi Di Biagio, Angelo Di Livio, Max Tonetto, Roberto Pruzzo. Tra i giornalisti Mario Sconcerti, ex direttore del Corriere dello Sport, editorialista del Corriere della Sera ed attuale opinionista per Sky e di Ruggero Palumbo, vice direttore della Gazzetta dello Sport.

Da sinistra: Pamela Camassa, Valentina Persia e Emanuela Aureli

Massimo, Marco e Stefano Francolini al taglio della torta

Martufello

Beppe Convertini

Inoltre presenti anche rappresentati di Mediaset, Sole24Ore, Repubblica. Tra i personaggi del mondo dello spettacolo non hanno voluto mancare all’appuntamento gli attori Andrea Roncato e Tony Sperandeo, i comici Antonio Giuliani, Martufello, Valentina Persia e la bravissima imitatrice Emanuela Aureli. E poi due splendide Miss Italia come Nadia Bengala e Pamela Camassa, accompagnata da Filippo del Grande Fratello. La serata è stata trasmessa in diretta da Radio Radio e PokerItalia24. Ma non finisce qui! Ricco infatti il calendario di eventi che ci saranno al Billions: ogni giorno musica dal vivo, serate a tema, happy hour ed eventi speciali… e molto altro ancora.


\\ degustaredpmag < tag: vino_vendemmia_cantine_uve superiori_degustare >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_129


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

Alba Rohrwacher

Alessandra Mastronardi

Carolina Crescentini

\\ opening. Todo o nada Roma, 7 Luglio 2011. Si è aperta per la prima volta in Italia alla Fondazione Memmo di Via del Corso – in un opening blindato – la imperdibile mostra fotografica di Mario Testino, visibile sino al 23 novembre. Spettacolari gli scatti raccolti nella location, dal grandissimo Maestro del fashion fotografico e del glamour. (ph. Allucinazione/A. K. Mariani, C. Meggiolaro, F. De Lucia)

Madalina Ghenea Beppe Fiorello

Giulia Bevilacqua

Ilaria Spada

Sabrina Impacciatore

dueponti_magazine_130

www.duepontimag.it

Scarica il Due Ponti Magazine Sul tuo iPhone e iPaD


\\ degustaredpmag < tag: vino_vendemmia_cantine_uve superiori_degustare >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_131


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ fashion. Who in on next? Roma, 9 Luglio 2011. A Santo Spirito in Sassia, hanno fatto bella mostra di sé le cerazioni di accessori dei nuovi stilisti di domani. L’iniziativa quest’anno è stata realizzata da AltaRoma insieme a Vouge Italia e Alcantara per premiare i talenti emergenti. Presente alle sfilate romane, infatti, Franca Sozzani in persona, Beppe Modenese, Silvia Venrturini Fendi, i Borromeo. (ph. Allucinazione/Ciro Meggiolaro)

Scarica il Due Ponti Magazine Sul tuo iPhone e iPaD

dueponti_magazine_132

www.duepontimag.it


Scarica il Due Ponti Magazine sul tuo iPhone e iPad

\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni > Shia LaBeouf, Rosie Huntington-Whiteley and Michael Bay

\\ visioni.

The Transformers 3 Shangai, Cina, 14 luglio 2011: per il photocall di Transformers 3: Dark of the moon, posano la bellissima attrice Rosie Huntington-Whiteley, Michael Bay, Shia LaBeouf. (ph_2011 Paramount Pictures International)

\\ sport. Challenge Roth 2011 Roth, Germania, 10 Luglio 2011. Gruppi di atleti alla partenza per l’impegnativo Challenge Roth Triathlon in Germany e colti mentre escono dall’acqua durante le gare in spettacolari inquadrature. Infine la vittoria, fra medaglie e sorrisi, con scene liberatorie ed enormi boccali di birra. (Photo by Alexander Hassenstein/ Getty Images for Challenge Roth)

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_133


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ evento. Fiat 500 by Gucci Londra, 27 Giugno 2011. Al party di presentazione della nuova Fiat 500 in edizione speciale griffata Gucci, realizzata con la collaborazione di Frida Giannini Direttore Creativo della Maison con il Centro Stile Fiat, numeroso il parterre di Vip tutti giunti a bordo della chic utilitaria piĂš glam del momento.

Scarica il Due Ponti Magazine Sul tuo iPhone e iPaD dueponti_magazine_134

www.duepontimag.it


\\ degustaredpmag < tag: vino_vendemmia_cantine_uve superiori_degustare >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_135


nu

inside

ette 7 _ s o r e m

mbre

ga il ma

2011

zine

del

port nti S o P e lo Du Circo

lub ing C

E r r ata c o r r i g e Il Bistrò. Nel n.3 del Due Ponti Mag, all’inaugurazione della nuova location del Circolo sono intervenuti gli amici di “Festa Italiana” (Rai 1, con Caterina Balivo), e non di Piazza Italia come erroneamente indicato nell’articolo. Ci scusiamo con gli interessati.

in questo numero_ coaching \\ focalizziamo la mente tennis \\ italia vs russia beach sport \\ volley, tennis e kite fitness \\ novità 2012 tennis \\ yoga cup 2011 nuoto \\ campionati italiani

e

r

t

o

i b ioni e t e on Clu rmaoz. l P a i e ing e infirocol c u e p D ort ws, l l C s de Spte leevneenti i n

n co

t i tu gl

s


\\ editorialedpmag < tag: editoriale_luigia latteri_notizie_news_due ponti sporting club >

editoriale. Al via la nuova stagione del Due Ponti Sporting Club. \\ riprendiamo dopo la pausa estiva con l’importante novità dell’uscita del nostro Mag a inizio mese. in questo numero, troviamo la “coda” di eventi che hanno chiuso la stagione estiva prima della pausa agostana. tra tutti, due importanti raggiungimenti che completano il già ricco palmarès 2011: la promozione in serie B di tennis della squadra Due Ponti , già laureata Campione Regionale Serie C, ottenuta a fine giugno a spese dell’a.t. verona, in uno scontro al cardiopalma, risolto solo al terzo doppio di spareggio e la conquista del titolo di campioni italiani Fondo e Mezzo Fondo in acque libere, da parte dei nuotatori della squadra Master, guidati dall’allenatore gianni Butera che ci illustra, in queste pagine, i dettagli dell’impresa. Per quanto riguarda la vita di circolo, anche il mese di luglio è stato caratterizzato da una serie di eventi divertenti che hanno coinvolto i soci, creando quell’atmosfera familiare che rimane sempre la caratteristica fondamentale del Due Ponti.

E dopo aver volto lo sguardo al “passato”, ovvero al pre vacanze, guardiamo al futuro… insomma, ricominciamo un altro anno sportivo con una buona lettura! l’incontro internazionale amichevole di tennis italia - russia ha coinvolto una ventina di soci e tanti altri che hanno assistito ad una due giorni di incontri contrassegnati da un corretto agonismo che si sono conclusi con una graditissima serata di premiazione e saluti al Bistrò Due Ponti, perfettamente coordinata da gianmaria caracciolo e Filippo Merola. raccontiamo inoltre della seconda edizione della Yoga cup, torneo a squadre sponsorizzato dalla nota azienda di succhi di frutta e non solo (abbiamo potuto assaggiare l’ottima macedonia, ultima novità presentata in questa occasione), partner ormai “storico” del Due Ponti. E… “dulcis in fundo”, a conclusione di una stagione tennistica intensa, le finali del Torneo Sociale che ha laureato i campioni Due Ponti: alessia Marino e giovanni Fiocchetti. Anna Pichierri, responsabile scuola danza Due Ponti, per presentare i nuovi corsi che prenderanno il via a fine mese, ci parla di quello che definire saggio è riduttivo, in quanto si è trattato di un vero e proprio spettacolo ideato da Filippo Merola e scritto da anna Pichierri andato in scena al teatro ghione e dedicato ai mitici anni ’80. E dopo aver volto lo sguardo al “passato”, ovvero al pre vacanze, guardiamo al futuro con gli articoli che ci illustrano le novità del fitness (Federico Franzè) e l’opportunità di scegliere il tennis come sport per i propri figli (Roberto Iacopini). Infine, ospitiamo il prestigioso intervento di Giovanna Giuffredi, che, annunciando la giornata di work shop dell’1 ottobre al Due Ponti, spiega il coaching, approccio che allena ad abbandonare i limiti mentali che spesso ci creiamo senza motivo, e la sua applicazione allo sport oltre che al lavoro e ai rapporti interpersonali. insomma, ricominciamo un altro anno sportivo con una buona lettura! \\ < luigia latteri >

e r r ata c o r r I G e NEL NUMERO ESTIVO DEL MAGAZINE IN RIFERIMENTO ALL’ARTICOLO A PAG. 187 l’esatta foto relativa all’esercizio n. 8. è la seguente: in piedi fronte allo schienale della sedia. Afferrare lo schienale e slanciare lateralmente una gamba alla volta mantenendo semi piegata la gamba di appoggio (alternare 10 slanci grandi a 10 slanci piccoli per ciascuna gamba).

e r r ata c o r r I G e NEL NUMERO ESTIVO DEL MAGAZINE IN RIFERIMENTO ALL’ARTICOLO A PAG. 180: l’esatto tabellino delle premizioni della coppa di calciotto è il seguente: caPocaNNoNiErE: FraNzè 6 rEti Miglior giocatorE coPPa: taSSoNE Miglior giocatorE FiNalE: aNgElo QuiNzi Miglior PortiErE. FaBrizio BErNaBEi

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_139


dpmagcoaching \\ < tag: coaching_risorse_mente_traguardi_esplorare nuove vie >

le risorse del coaching

Se focalizzi la meta, il tuo corpo seguirà la mente, sosteneva J. McEnroe, leggenda vivente del tennis. La nostra mente segue, infatti, fiduciosa quanto mettiamo a fuoco, ma è condizionata dalle lenti attraverso le quali osserviamo la realtà < di_Giovanna Giuffredi* > < ph_shutterstock.com >

\\ Il coaching è un approccio che allena ad abbandonare lenti limitanti e ad indossare quelle potenzianti per ampliare prospettive e ragionare in modo nuovo. Aiuta ad esplorare nuove vie, ad aprire nuove possibilità, a far cadere barriere solo mentali e ad assegnare il giusto valore ai propri obiettivi. Come diceva Proust Il vero viaggio di scoperta non consiste nell’esplorare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi. Nella vita di tutti giorni, in famiglia, nelle coppie, nelle scelte di studio o lavoro, nello sport, siamo costantemente a contatto con desideri e obiettivi che non sempre diventano realtà. Passare cioè dal vorrei, al voglio, al realizzato è un percorso non proprio scontato per tutti. Si tratta di gettare un ponte tra la situazione attuale e quella desiderata, mantenendo il focus ancorato alle proprie motivazioni per raggiungere la meta. Un percorso di coaching non fa altro che accelerare un processo decisionale, consentendo di trovare soluzioni adeguate, nel rispetto del proprio stile di vita. Il coach non fa alcuna forzatura, non indica vie né offre suggerimenti, ma consente di valorizzare le proprie risorse e competenze, in funzione degli obiettivi da raggiungere. Compito del coach quindi non è dare risposte, semmai è quello di fare buone domande per rendere innanzitutto un obiettivo allenabile, raggiungibile, senza incorrere in frustrazioni penalizzanti. Per fare un esempio, se una persona si pone come meta la vittoria in un campionato, il suo obiettivo è a rischio, perchè fuori dal controllo della sua volontà. Se invece vadueponti_magazine_140

www.duepontimag.it

*Giovanna Giuffredi, Psicologa, Professional Certified Coach ICF, giornalista pubblicista, è stata Vice Presidente della Federazione Italiana Coach (ICF Italia). Da oltre vent’anni si occupa di sviluppo del potenziale umano, lavora per aziende, enti pubblici e privati e cura la formazione dei futuri coach. Ha fondato ed é Responsabile Scientifico di Life Coach Italy (www.lifecoachitaly.it), Direttore didattico e trainer di Advanced Coach Academy (www.advancedcoachacademy.it), Presidente dell’Associazione Ricrea (www.ricrealitalia.it), ha fondato Coaching Time (www.coachingtime.it) nel gennaio 2010, di cui è Direttore Editoriale. Autrice di diversi libri e pubblicazioni, tiene corsi sui temi dello sviluppo del potenziale personale, in tutta Italia. è stata la Life Coach della trasmissione televisiva “Adolescenti istruzioni per l’uso” in onda su La7 e su Discovery Real Time.

luta con attenzione la sua situazione di partenza in termini di preparazione fisica, se riconosce le sue potenzialità e pianifica un programma adeguato di allenamento con mete intermedie, individuando indicatori concreti di risultato, potrà arrivare alla competizione dando il massimo rispetto alle sue possibilità, in una dimensione di realizzabilità totale. Il coach consente di utilizzare tutte le risorse interiori, gestendo in modo efficace le emozioni e il linguaggio interiore, tenendo a bada pensieri disfunzionali e sabotanti e attivando il senso di responsabilità, l’impegno personale e la volontà. Tim Gallwey e John Whitmore sono i fondatori del coaching moderno e quest’ultimo fa anche parte del Comitato Scientifico del giornale online che dirigo, Coaching Time. In un’intervista (http://www.coachingtime.it/interviste/articoli/?id=50&titolo=i ntervista-a-tim-gallwey-e-sir-john-whitmore---inner-game-e-coaching) hanno evidenziato i mindset più comuni che bloccano l’emersione del proprio potenziale: “Non c’è nulla che io possa fare per questo”, “Non è colpa mia”, “Non va bene come sono”, “Lo so già”. Tutte queste affermazioni sviluppano schemi di pensiero che interferiscono con l’espressione del potenziale in grado di fare la differenza (T. Gallwey); la paura e la scarsa fiducia in se stessi sono i principali inibitori della manifestazione del potenziale nelle persone. Queste caratteristiche sono spesso il risultato di genitori poco attenti e sistemi di istruzione inefficaci, ma possono essere superati con il Coaching (J. Whitmore). \\


dpmagcoaching \\ < tag: coaching_risorse_mente_traguardi_esplorare nuove vie >

il coaching? un big bang < di_Ivan Massi > < di_Mauro Biagioli > < ph_shutterstock.com >

\\ Il coaching è stato semplicemente il big bang delle nostre vite. Mauro diviene un coach frequentando la scuola di Giovanna, attualmente è associato ad ICF Italy, ed una sera mette al servizio del suo amico Ivan ciò che ha imparato. Ivan parla del suo sogno nel cassetto sviluppare una società di consulenza; con il percorso di coaching il sogno diviene un progetto e viene implementato. In seguito rielaborando le nostre storie di vita e di lavoro abbiamo riconosciuto in entrambi la capacitá di “concretizzare idee” e cosí abbiamo realizzato un progetto comune: idea913 Concretizzare idee per migliorare la vita delle persone ed esplorare dimensioni professionali e di mercato innovative, in modo semplice e rapido, è diventata la nostra mission. Al centro l’imprenditore con la congruenza tra obiettivi aziendali e valori personali perchè allineando cuore e mente si puó creare quella continuità necessaria a modificare consuetudini rassicuranti per abbracciare le proprie potenzialità e gettare un ponte sul futuro. idea913 consulenza non convenzionale. \\

SABATO 1 OTTOBRE 2011, AL CLUB SPORTIVO DUE PONTI: COACHING DAY, EVENTO ORGANIZZATO DA LIFE COACH ITALY E IDEA913. PER L’INTERA GIORNATA WORKSHOP OFFERTI A SPORTIVI, GIOVANI, COPPIE, GENITORI, IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI, CON SESSIONI GRATUITE PER TUTTI. UNA GIORNATA PER RIGENERARSI E DARE LA GIUSTA DIREZIONE ALLE ENERGIE PROPOSITIVE. INFO E PRENOTAZIONI: INFO@LIFECOACHITALY.IT

dueponti_magazine_141

www.duepontimag.it


dpmagtennis \\ < tag: tennis_italia vs russia_campioni_imprenditori_l’italia è vincente >

lo scambio dei gagliardetti

italia vs russia il Due Ponti Sporting club ha ospitato, il 24 e 25 giugno, l’incontro amichevole italia vs russia, tra una rappresentativa di soci e una rappresentativa di giocatori russi che, patrocinati dalla Federazione tennis russa, programmano spesso dei viaggi con lo scopo di incrociare le racchette con giocatori di altre nazionalità, ma, soprattutto, con la finalità di creare o migliorare rapporti di amicizia, sportivi, politici tra russia e paese ospitante

la squadra russa

< di_luigia latteri > < ph_roman osherashvili >

pietro tornaboni con due rappresentanti della squadra russa

\\ tra i giocatori russi, erano presenti molti imprenditori, che cercano di unire il piacere di giocare a tennis al proposito di costruire nuovi rapporti di lavoro e nuove reti di conoscenze. guidati da Dimitri stipanischev, organizzatore della Federtennis russa, sono scesi in campo per la squadra ospite, tra gli altri, oleg Marcov, ex calciatore della Dinamo Kiev e Dinamo Mosca (ha giocato fino al 2004) e attualmente deputato della Duma Russa; alexander sharapov, campione internazionale di ping pong e imprenditore; anton Belin, proprietario di società petrolifere; gli imprenditori Ysup shachxaev e Igor Dachevic e petr losev, socio Due Ponti che ha contribuito all’organizzazione dell’evento, anch’egli imprenditore nel settore petrolifero e del grano. il capitano italiano emanuele testa ha schierato quasi tutti i più forti giocatori del circolo e, infatti, la prima giornata, dedicata ai singolari, si è chiusa con lo schiacciante vantaggio di 18 a 6, irrecuperabile l’indueponti_magazine_142

www.duepontimag.it

la squadra Italiana

domani, sabato, dedicato ai doppi. così, nonostante, la parziale vittoria russa ai doppi per 9 a 7, la rappresentativa italiana si è aggiudicato il successo finale, festeggiato con una bellissima cerimonia di premiazione svoltasi al Bistrò Due ponti. tra i giocatori italiani, ricordiamo i singolaristi Giovanni Fiocchetti, Fabrizio Vita, Fernando Di Girolamo, Francesco testa, Giorgio terracini, riccardo Mocavini, paco rizzo, Dario Diotallevi, stefano Massacci, alessandro D’amato, riccardo pappani, Marco ciccozzi, simone agostini, Fabio Fiocchetti, Valerio Marcone, emilio Barletta, sergio Marinucci, carlo agostini, cui l’indomani si sono aggiunti, per i doppi, lamberto santucci, nando Fedeli, Mauro Giansiracusa, Filippo Merola, carmine ceresa, Bruno Bini. Special guest Star il bravissimo stefano tarallo che, nonostante sia stato n.°150 della classifica ATP, mostra sempre un grande spirito sociale e partecipa con insostituibile entusiasmo agli eventi del circolo. \\


dpmagtennis \\ < tag: il tennis per i giovanissimi_quando_dove_perchè >

il tennis per i giovanissimi. quando, dove e perché Queste sono le domande che tutti i genitori devono porsi, quando hanno intenzione di far apprendere ai propri figli il gioco del tennis. La domanda piùricorrente invece, tralasciando le altre due che sono altrettanto importanti, è a che età possono iniziare < di_Roberto Iacopini > < ph_shutterstock.com >

\\ Non abbiate fretta miei cari e scalpitanti papà e mamma, e vediamo insieme di fare un po’ di chiarezza, tenendo presente prima di ogni altra cosa il fattore salute dei vostri bambini, sia presente sia futuro. E in considerazione dell’inizio delle scuole, riprende anche la frenetica ricerca di uno sport, in questo caso il tennis, da far praticare parallelamente alla scuola, per i vostri bambini. A CHE ETà PUO’ INIZIARE? Con il pretesto che al bambino piace il tennis, o che entrambi i genitori praticano questo sport, si tende a volerlo far iniziare troppo presto: ma per non arrecare danni alla parte scheletrica e muscolare del bambino, è una decisione che deve essere presa in seria considerazione e ancora di più se a iniziare è una bambina. Il Pediatra è la prima persona da consultare. Dimenticando di aver sentito giocatori che hanno iniziato il tennis a tre o quattro anni diventando dei campioni, l’età ragionevole per iniziare il gioco del tennis è sei anni. L’età d’iniziazione è stata molto abbassata, grazie a nuove metodologie di apprendimento ormai vigenti nelle scuole tennis. DOVE DEVE INIZIARE IL TENNIS? In una scuola di addestramento tennis, che sia riconosciuta e abilitata dalla Federazione Italiana Tennis (FIT). Tale scuola è organizzata con Maestri e preparatore atletico, che devono osservare i programmi d’insegnamento, finalizzati all’avviamento sportivo del tennis, secondo gli indirizzi metodologici previsti dalla guida tecnica della F. I. T. La scuola inoltre possiede oggetti, come le palle depressurizzate e attrezzi vari, come racchette leggere con il manico corto, studiati per un approccio ludico del bambino e non traumatico con i primi movimenti di tecnica di base per colpire la palla. Il Maestro tiene sotto costante controllo il carico di lavoro differenziandolo nei tempi e nei modi più consoni alle situazioni che vengono a proporsi durante la lezione. L’età infantile ha una funzione di preparazione aspecifica alla vita futura, per questo si deve prevedere anche all’allenamento di forme diversificate di movimento e di gioco. dueponti_magazine_144

www.duepontimag.it

PERCHé SCEGLIERE IL TENNIS? è vero che il tennis è uno sport individuale, ma s’impara in gruppo, cioè in una scuola. E non c’è cosa migliore per i bambini, e i motivi sono molteplici. Il bambino socializza con i compagni e nello stesso momento imita inconsciamente la tecnica degli altri alunni, indicata dal Maestro. Il gruppo permette di non essere troppo colpevolizzato individualmente su eventuali errori che possono essere commessi, com’è giusto che sia. Da troppo tempo il tennis è stato colpevolizzato come sport assimetrico, ma rivalutato in questi ultimi anni grazie alle nuove metodologie e alla eccellente organizzazione messe in atto dalle scuole tennis, dietro programmi studiati e divulgati dalla Federazione Italiana Tennis. Con lo straordinario supporto di ricercatori, la biomeccanica dello sport e nello specifico nel tennis ne studia costantemente l’ottimizzazzione del singolo gesto tennistico, dal punto di vista meccanico. Tantissimi studi in sostanza, riabilitano il gioco del tennis, a sport da praticare con un benessere totale del giovane. Il nostro circolo Due Ponti, oltre ad offrire tutto ciò, persegue ormai da anni una continuità proiettata all’agonismo dei giovani. \\


dpmagtennis \\ < tag: promozione in serie b_domenica 26 giugno 2011 >

promozione in serie b

dopo il titolo regionale serie c, il Due Ponti promosso in serie b < txt+ph_Luigia Latteri >

\\ Dopo aver conquistato, a maggio, il titolo di campione regionale di Serie C Maschile di tennis, domenica 26 giugno, il Due Ponti Sporting Club ha ottenuto la promozione in serie B. Di fronte al pubblico di casa, accorso numeroso nonostante il caldo, la squadra capitanata da Alessio Palladino, ha battuto l’A.T. Verona in un incontro molto equilibrato e spettacolare, risolto soltanto al terzo doppio di spareggio. Infatti, dopo il 2 pari nei singolari (vinti da Stefano Tarallo e Cristiano Compagnone), ancora parità dopo i due doppi (uno vinto da Tarallo/Berrettini e uno perso da Carboni e Palmieri), la vittoria è stata ottenuta grazie al doppio di spareggio giocato da Stefano Tarallo e Alessio Varriale, in due set. Il Due Ponti Sporting Club, dunque, ha ottenuto il preziosissimo posto per giocare la serie B nella stagione 2012. Erano sedici i posti disponibili per le 48 squadre provenienti dal campionato di serie C, tra cui ricordiamo anche altre due squadre laziali: il T.C. Viterbo e l’ASD Garden Roma. \\ dueponti_magazine_145

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_145

www.duepontimag.it


dpmagsport \\ < tag: beach tennis 365 giorni all’anno_in città_curiosità_campioni>

il beach tennis 365 giorni l’anno E dopo le meritate vacanze perché non portare un po’ di sabbia e ricordi estivi anche in città? Grazie alle molteplici strutture che si sono organizzate per ospitare campi da beach tennis al coperto, Roma tra il litorale e il centro offre molte delle scuole ormai più importanti in Italia < di_Carlotta Nelli - Face comunicazione & eventi > < ph_ Francesca Mattoni >

\\ La dimostrazione sono i risultati nazionali ed internazionali che gli atleti Romani e Laziali hanno avuto in questo periodo. Quindi perché non trasformare quella che è stata una semplice passione estiva in un vero e proprio sport da praticare 365 giorni l’anno? Il beach tennis presenta infatti, una serie di qualità tecnico-fisiche che unite al divertimento della pratica, lo rendono ottimo anche per le Signore. L’attività terapeutica della sabbia e la facilità di apprendimento ne fanno un ottimo sostituto della palestra. \\

CURIOSITà

I CAMPIONI

IL DELFINO: Wimbledon del Beach tennis.

• Paolo Tazzari e Marco Garavini Entrambi romagnoli, rappresentano il simbolo del beach tennis Italiano. Fondatori e coppia indiscussa della disciplina, vederli in campo è un vero piacere. Garavini vincitore dell’oscar del Beach Tennis 2010 e Tazzari fondatore della Beach Tennis School di Roma. • Paolo Tazzari Maestro federale, pluricampione europeo vincitore del delfino 2010 (la wimbledon del beach tennis) campione italiano in rappresentanza del lazio 2010 campione del mondo 2003 • Marco Garavini Oscar del beach tennis 2010 Maestro federale, pluricampione europeo Vincitore del delfino 2010 (la wimbledon del beach tennis) Campione italiano a squadre 2010 Campione del mondo 2004.

\\ I primi di Agosto si è tenuta la 7ª edizione del torneo internazionale di beach tennis “Città di Cervia”. è attualmente il torneo di beach tennis più importante al mondo per il suo montepremi, il prestigio nella sua impeccabile organizzazione e l’alto numero di presenze (oltre 200 coppie tra uomini, donne e bambini). Chiamato il DELFINO per il Bagno che lo ospita ogni anno. Meritevole anche per il suo impegno solidale; in questi 7 anni sono stati devoluti fondi alla Casa di Riposo Busignani e a Mensa Amica. Nel 2009 e 2010, durante il periodo di svolgimento del torneo, sono stati ospitati 4 bambini abruzzesi colpiti dal terremoto e sono stati donati € 2.500 alla comunità del loro paese di provenienza. \\

dueponti_magazine_146

www.duepontimag.it


dpmagsport \\ < tag: beach volley tour lazio_70 coppie_machili_femminili >

bvt lazio 2011 “trofeo squisivoglie” Il Beach Volley Tour Lazio decreta i suoi campioni, a conclusione delle sei tappe che hanno toccato le maggiori spiagge del litorale laziale nel settore femminile dominano incontrastate le regine Fondi/Riccardelli mentre nel maschile è la quarta volta di Jimmy Sau con il nuovo compagno Scuderi < di_Andrea Zurini - Face comunicazione & eventi > < ph_Pasquali >

\\ Oltre 70 le coppie tra maschili e femminili che hanno preso parte all’ultimo appuntamento estivo del beach tour Lazio a Tor San Lorenzo. I vincitori di tappa, alla prima partecipazione stagionale al tour, sono la coppia Balsamo/Mosca che ha sconfitto in finale il duo Papagna/D’Amico con il punteggio netto di 2 a 0 mentre il terzo gradino del podio va proprio alla coppia vincitrice del BVT Lazio Sau/Scuderi su Di Lena/Panici autori di un ottimo torneo. Nel settore femminile supremazia totale delle campionesse regionali Fondi/Riccardelli che sconfiggono in finale la coppia Forcella/Canuti con un secco 2 a 0 mentre il terzo gradino del podio va al duo Gioia/Scozzese. Tanta la felicità che si legge negli occhi delle nuove reginette della spiaggia laziale che per la prima volta coronano il sogno. I ringraziamenti dovuti agli allenatori Tomassi ei Ciavarelli e soprattutto la gioia per essersi divertite ad ogni singola tappa del circuito creando un’alchimia magnifica non solo all’interno del campo ma anche fuori dallo stesso con un gruppo di amici e giocatori. Festa grande invece per il quattro volte campione Jimmy Sau (2004, 2007, 2008, 2011) che partecipa al circuito sin dai primi anni notandone la crescita costante a livello organizzativo ma soprattutto a livello tecnico creando un ottimo bacino per il campionato italiano. Il compagno Scuderi ammette di essere emozionato alla sua prima conquista del titolo e sottolinea come il BVT Lazio sia un ottimo mezzo per conoscere nuove persone e per trascorrere bei momenti in compagnia di gente con un unico obiettivo, il divertimento per questo meraviglioso sport. La tappa di Tor San Lorenzo corona dunque un’ottima riuscita del circuito regionale, diretta radio con il partner del circuito Radio Manà Manà a conclusione degli incontri ed un dj set grazie alla regia mobile che ha potuto animare l’aperitivo di tutti i presenti offerto dallo sponsor “Le Squisivoglie”. \\ dueponti_magazine_147

www.duepontimag.it


dpmagsport \\ < tag: kitesurf_aquilone_attrezzatura_mare_sport >

kite: second lesson

Siamo arrivati alla seconda puntata di questo corso di kite. Spero molti di voi abbiamo iniziato ad appassionarsi e qualcun altro si sia fatto venire la voglia, ammirando durante l’estate qualche kiter < di_Lorenzo Giovannelli >

\\ In base a quello che abbiamo imparato con la prima lezione siamo ormai pronti ad alzare il kite e iniziare a capire come funziona. L’ala deve sempre essere alzata contro vento, quindi la parte gonfiabile “leading edge” deve ricevere completamente il vento addosso: questo serve per evitare che il kite si alzi in piena potenza e quindi che vi possa tirare via bruscamente. Prima di far lasciare l’ala da chi ve la sta alzando, dovete controllare che i cavi siano attaccati con esattezza (come abbiamo imparato il numero scorso); è buona norma non far partire mai l’aquilone fino a quando il kiter non dia un segno di ok, facendo capire che tutto è montato correttamente. È molto importante alzare l’aquilone con delicatezza fino a farlo salire sopra la testa; come potete vedere dalle immagini, esistono sostanzialmente due zone, una neutra e una di potenza; il kite a sua volta può spostarsi all’interno di una finestra composta da due zone potenti e tre neutre. Quando il kite è sopra la testa si trova in una zona neutra, quindi è la posizione giusta per iniziare a prendere confidenza con l’ala, tirando la barra con il braccio destro e con il sinistro vedete che dueponti_magazine_148

www.duepontimag.it

il kite rispettivamente si muove verso le due direzioni. Durante questo movimento, si entra nella cosiddetta finestra dove l’ala prende potenza. È molto importante passare molto tempo a terra ed imparare a manovrare con perfezione il kite, imparando a farsi trascinare in modo da capire quale è il tiro che poi proverete in acqua. Una volta entrati in acqua, è proprio il movimento del kite dalla zona neutra (quindi sopra la testa) a quella di potenza che vi permette di alzarvi e di iniziare a prendere la planata. Il kite viene sia alzato che abbassato contro vento, infatti se lentamente si sposta l’ala dalla zona neutra alla finestra questa terminerà portando l’aquilone in un’altra zona neutra, che permette appunto di abbassare l’ala con delicatezza. Siete quasi pronti ad entrare in acqua, una volta presa molta confidenza a terra potete iniziare a fare il cosidetto body drag: si entra in acqua senza la tavola, trovando uno spazio vuoto si inizia a manovrare il kite spostandolo a destra e a sinistra facendosi appunto trascinare “drag” sottovento. Al prossimo mese... \\


dpmagallenamento \\ < tag: novità 2012_l’importanza dell’allenamento funzionale_caratteristiche>

novità 2012

Federico Franzè Direttore Tecnico Fitness

l’importanza dell’allenamento funzionale

Finita l’estate il Due Ponti Sporting Club è già pronto a ripartire per la nuova stagione sportiva. Dopo il grande successo delle novità 2010-2011 con l’introduzione del corso di Rebound e l’aumento delle ore di Boot Camp (preparazione militare), anche il nuovo anno sarà all’insegna di grosse novità < di_Federico Franzè > < ph_shutterstock.com >

\\ Su tutte quest’anno punteremo sull’allenamento funzionale, un tipo di allenamento con un approccio integrato dove il gesto atletico ha come obiettivo quello di migliorare la performance o lo stile di vita di tutti coloro che ne fanno uso. Per fare ciò è necessario che l’allenamento analizzi e riproponga in maniera logica la totalità dei movimenti in cui ci imbatteremo nella nostra attività sportiva o nella vita di tutti i giorni. Per fare ciò, l’obiettivo di questo allenamento si concretizza nel mettere in moto una serie di muscoli contemporaneamente guardando al corpo umano in un’ottica più globale, nell’unico modo per cui è stato designato e creato. Infatti il nostro fisico non è nato in natura per selezionare ed isolare i movimenti, ma ogni gesto anche il più semplice è costituito dal lavoro sinergico di tutta una serie di fasce muscolari diverse. L’allenamento funzionale punta a fare proprio questo, ovvero a proporre esercizi o movimenti in genere mirati a far sviluppare all’allievo una miglior “propriocezione” dei distretti corporei nello spazio. Originariamente questo tipo di approccio funzionale era esclusivo terreno della riabilitazione fisioterapica e della medicina sportiva, che ridavano e danno tuttora la piena funzionalità operativa per la vita di tutti i giorni e ridonano la dinamica operativa negli sport competitivi e amatoriali. \\

Caratteristiche dell’allenamento funzionale: multi-planarità: enfatizzare l’abilità del corpo

umano a muoversi in

tutti i tre piani di moto multi-articolarità: enfatizzare l’uso di più articolazioni in ogni movimeto bilanciamento corporeo: sviluppare un miglior bilanciamento statico e dinamico significa riuscire ad aumentare il controllo globale del corpo e il senso cinestesico del movimento.

movimenti singoli: allenarsi anche utilizzando un settore alla volta può essere un modo efficace per costruire forza e coordinazione motoria.

movimenti alternati: aumenta la nostra sensazione di movimento e migliora la forza, la coordinazione e le performance.

attività specifica: studio ed analisi dei gesti e movimenti dell’atleta nel contesto del suo movimento, selezionando gli esercizi migliori per lui senza perderti in inutili esercizi.

velocità: migliorare la velocità di esecuzione dei gesti specifici per migliorare la prestazione o in ogni caso l’efficienza fisica.

attrezzi utilizzati: l’attrezzo più importante è il nostro corpo (è un

sovraccarico naturale) con l’agggiunta di qualche ausilio didattico che ci aiuti ad ottimizzare il lavoro a corpo libero.

non resta che aspettare e iniziare a provare l’efficacia di questa nuova tendenza di allenamento, la nuova stagione sportiva è alle porte.

dueponti_magazine_149

www.duepontimag.it


dpmagdanza \\ < tag: nostalgia_80 revolution_danza_spettacolo_sebastiano somma >

80 voglia… di ballare

Eh sì! Succede quasi sempre così! Quando passa più di un decennio e ci si volta a guardare indietro a ciò che è stato, un velo di nostalgia torna a scaldarci il cuore < di_Anna Pichierri > < ph_Adriano Thorel >

\\ Per questo la scuola danza dei circoli Due Ponti e Cassiantica, ha voluto celebrare i mitici anni ’80, per ringraziarli delle emozioni che ancora oggi ci regalano quando, andando con la mente a quel periodo, con la mano, sorridendo, lo salutiamo da lontano. Il 29 maggio, nella suggestiva ed elegante cornice del Teatro Ghione, è andato in scena, “80 REVOLUTION”, lo spettacolo ideato da Filippo Merola e scritto e diretto da Anna Pichierri. Una serata ricca di colori, musica, danza e tante emozioni! La storia di un decennio rivoluzionario raccontato dagli allievi della scuola danza e suggellato dalla splendida voce di Sebastiano Somma. Dopo mesi di preparazione le insegnanti Anna Pichierri, Marilina Lippolis e Patrizia Mancini, hanno vissuto una serata colma di grandi soddisfazioni. Tutti, dai più piccoli ai più grandi, hanno contribuito alla realizzazione di uno spettacolo unico, al di sopra di ogni aspettativa. Il tutto grazie anche alla preparazione e ai risultati tecnici che la scuola danza, dopo soli 8 anni di attività, è riuscita a sviluppare. Sulle note di brani come “Another brick in the wall”, “The Best”, “I like Chopin” e tanti altri ancora, si sono succeduti sul palco balletti, immagini, filmati, artisti di strada e ospiti d’eccezione, come Emiliana Lione, ballerina di fama internazionale. Al termine dello spettacolo, dopo gli elogi dei presidenti Pietro ed Emanuele Tornaboni, il direttore tecnico Federico Franzè ha consegnato a tutti i ballerini un attestato di partecipazione, dando appuntamento al prossimo anno. \\ dueponti_magazine_150

www.duepontimag.it


dpmagtennis \\ < tag: 2ª edizione_yoca cup 2011_tropical vince su tutte >

yoga cup 2011 è giunta alla seconda edizione la Yoga cup, torneo di tennis one day serale, sponsorizzato dalla nota azienda di succhi di frutta, che mette in palio il trofeo che ogni anno viene consegnato alla squadra detentrice del titolo fino alla designazione dei nuovi campioni < di_luigia latteri > < ph_rodolfo Boccale >

\\ I 48 iscritti, tra i più forti giocatori del circolo, sono stati suddivisi in 8 squadre che hanno preso il nome dei succhi. la formula prevede due doppi maschili e un doppio femminile, giocati a un set a 6. il sorteggio ha deciso gli scontri del tabellone a eliminazione diretta, da cui sono venute fuori le squadre semifinaliste: tropIcal (Fiocchetti g., testa E., Scarlatti, rizzo, Sella e De Brisis) che ha battuto pesca (trombetti, Di Santo, Marinucci, testa F., venuti e Maraga) e arancIa (lossev, Paris M., riccitelli, Paris a., gabrielli e Marino) che ha avuto la meglio su Banana (camilloni, D’amato, inga, giansiracusa, ventura e cosmelli) Quindi, tropical si aggiudicava il titolo schierando Fiocchetti/Scarlatti vs lossev/riccitelli e testa/rizzo vs i fratelli Paris per i doppi maschili e Sella/ De Brisis vs gabrielli/Marino per il doppio femminile. Per tutto il torneo, compresa la finale, è stata applicata la regola del conteggio dei games, per cui vinceva la squadra che totalizzava il numero maggiore di giochi vinti, creando ancora più suspense e agonismo. concluso in tarda serata, tutti i partecipanti hanno preso parte al buffet e alla premiazione, durante la quale Ludovico Pappalardo, National Account di Conserve Italia, ha consegnato i bellissimi premi messi in palio da Yoga. la Yoga cup è stata una piacevole occasione per riunire tutti i più forti tennisti del circolo e scambiarsi i saluti prima di partire per le vacanze estive. complimenti a tutti i 48 partecipanti che hanno dato vita a una bellissima festa del tennis! \\ dueponti_magazine_152

www.duepontimag.it


dpmagnuoto \\ < tag: campionati italiani_nuoto_fondo_mezzofondo_lago di bracciano_16_17 luglio>

campionati italiani nuoto master mezzofondo e fondo

Sabato 16 luglio e Domenca 17 luglio 2011, Lago di Bracciano < di_Gianni Butera > < ph_Sara Tortora >

\\ L’anno agonistico 2009-2010 si era concluso a S. Terenzo, ai campionati italiani in acque libere, lasciandoci con un po’ di amaro in bocca. Pur in presenza di ottimi risultati individuali, la classifica di società ci aveva relegati fuori dal podio. E non poteva essere altrimenti, vista la sparuta partecipazione dei nostri più validi ed esperti atleti. Dopo il 2° posto in classifica di società, in acque libere, nel 2008 e 2009, il 2010 è stato “indimenticabile” come punto di riferimento negativo, tant’è che mi ero ripromesso un attento studio delle nostre potenzialità così da riproporci competitivi come non mai nell’edizione dei campionati Italiani di Bracciano 2011. L’ultima settimana di giugno 2011, archiviati, ottimamente, i campionati Italiani di Ostia in piscina da 50 m, quarti, con numerose vittorie individuali e di staffetta, e 12 primati italiani all’attivo, abbiamo concentrato il lavoro sulla “rivincita“ da consumare” a Bracciano. E rivincita è stata. Catechizzati a dovedueponti_magazine_154

re i “ragazzi“ (lo sono a prescindere dall’età cronologica) hanno risposto all’appello: iscritti in 32 (contro 7 dell’anno passato). Rassicurati i neofiti sull’innocuità del “famigerato” lago, siamo partiti per l’impresa. Sabato 16 luglio alle 10.00 è iniziata la 5 km in un clima perfetto e una cornice ideale: i nostri erano in 22 e con grande abilità e acume tattico hanno concluso la prima giornata con grande vantaggio di punteggio (più di 100 punti) nei confronti di avversari agguerriti e convinti di primeggiare ma con il grave errore di sottovalutare le nostre aspirazioni. Alle vittorie individuali di Barbara Grillo, Pia Astone, Gerardo Parrinello, al secondo posto di Maria Elena Marani e di Caterina Tibaldi e al terzo posto di Alfredo Musy hanno fatto seguito i piazzamenti notevoli di Luca Civita, 4° al suo primo anno di attività agonistica e di tutti gli altri “duepontini” che con il loro indispensabile apporto in termini di punteggio hanno permesso un divario pressoché incolmabile con le

www.duepontimag.it

altre squadre. Domenica 17 luglio alle 11.00 è stato dato inizio alla gara di mezzofondo: la 2,5 km Il numero dei partecipanti praticamente raddoppiato con circa 500 presenze di cui 22 dei nostri. Partenze scaglionate in gruppi di circa 100 atleti a 10 minuti di intervallo gli uni dagli altri, divisi per sesso e per categoria d’età. La gara “più veloce” ha creato qualche difficoltà a non pochi atleti, in quanto il dimezzamento della distanza e il cambio di posizione delle boe di segnalazione di mezzo percorso e di cambio di direzione per lo sprint finale, identificate dalla medesima colorazione, ambedue gialle, ha tratto in inganno i meno esperti, che confondendole hanno nuotato seguendo una rotta più estesa con conseguente perdita di posizioni in classifica. L’esperienza paga e i veterani di queste gare ne hanno tratto vantaggio. Terminata la gara di 2,5 km abbiamo l’immediata certezza dei soli piazzamenti individuali ma rimaniamo in attesa della tanto attesa classifica di società,


dpmagnuoto \\ rimandata, per la lunghezza dei conteggi; alla fine di un frugale pasto a base di pasta e frutta fresca, elargito dalla FiN a tutti i presenti, si è dato luogo alle premiazioni. Sul podio dei vincitori sono saliti i nostri atleti: Gerardo parrinello (splendido bis), Maria elena Marani, aytanga Magnifico. al secondo posto: pia astone e Barbara Grillo. terzo posto per alfredo Musy. a seguire la classifica di ben 77 società partecipanti: 1° e campione d’Italia DUe pontI punti 653 2° FlaMInIo sc. punti 512 3° cc. anIene punti 490 all’impresa hanno contribuito in modo determinante i seguenti atleti, che ringrazio per l’impegno, l’abnegazione e la notevole passione profusa: Pia astone, valentina Forlani, Patrizia giacone, Barbara Grillo, Livia Lo Turco, Aytanga Magnifico, Maria Elena Marani, Maria tiziana raimondi, antonella ramelli, Maria caterina tibaldi, annarita trimeliti, Paolo alfonsi, giulio argenti Pittaluga, Bruno Battista, Michele calderaro, Massimo cappuccini, luca civita, Marcello De Marchis, Sergio D’alessandro, Michele Esposito, Daniele Fiori, Fabio guattari, gabriele Mazzoleni, alfredo Musy, riccardo oliva, gerardo Nicola Parrinello, antonino ruberta, antonEllo Salis, giulio teodori, Michele tufano, Massimo viscogliosi. \\


dpmagtorneo sociale \\ < tag: torneo sociale tennis_160 giocatori_4 finalisti_2 vincitori >

alessia marino e giovanni fiocchetti campioni del due ponti

Scrutando il cielo grigio sembra di essere a Wimbledon e, mentre i quattro finalisti si avviano verso i campi A e B dove sono programmate le finali, comincia a piovere! In realtà, siamo al Due Ponti dove è di scena l’atto finale del Torneo Sociale di Tennis 2011, che ha visto la partecipazione di ben 160 giocatori < txt+ph_Luigia Latteri >

\\ Nel singolare maschile, Fabrizio Pallante, giudice arbitro e direttore del torneo, aveva previsto due turni di qualificazione per 100 giocatori da cui ne sono usciti 24, che si sono uniti ai 55 iscritti di diritto al tabellone principale. Nonostante la pioggia che cade a tratti anche intensa, i quattro singolaristi sono determinati a concludere questa bellissima festa del tennis, di fronte al numeroso pubblico per nulla spaventato dalla situazione meteorologica, ma desideroso di conoscere i nuovi campioni Due Ponti e vedere bel tennis. L’aspettativa non è per niente delusa! La finale femminile vede di fronte Alessia Marino (classifica FIT 4.5 - testa di serie n.5)che ha battuto in semifinale Isabelle De Brisis (testa di serie n. 1) col punteggio di 6-3; 7-6 e Olga Ventura (classifica FIT 4.3 - testa di serie n.3) che ha battuto in semifinale Immacolata Sella (testa di serie n. 2) col punteggio di 6-0; 6-4. Si aggiudica il titolo dueponti_magazine_156

sociale Alessia Marino con il punteggio di 6/3 – 6/4, nonostante nel secondo set, sul 4 a 1 per Alessia, Olga ha operato una bella rimonta fino al 4 pari, perdendo poi il proprio servizio e non riuscendo a “breakare” l’avversaria che ha servito benissimo per entrambi i set, mettendo a segno anche parecchi aces. Ottimo livello di gioco nella finale maschile, dove si incontrano Giovanni Fiocchetti (Classifica Fit 4.1 – testa di serie n. 3) che ha battuto nei quarti di finale il russo Peter Losev col punteggio di 6-2 6-2 e in semifinale Marco Terracini (che aveva eliminato la testa di serie n. 1 Alessandro Bussetti) col punteggio di 2-6; 7-5; 6-2, addirittura annullando un match-point e Marco Eleuteri (Classifica Fit 4.3) che ha battuto nei quarti di finale il francese Guy Chetrit col punteggio di 6-2, 6-0 e in semifinale Davide Corradi (testa di serie n. 2) col punteggio di 7-5, 6-4. Il match è stato molto divertente con punte di livel-

www.duepontimag.it

lo tecnico molto alto. Soprattutto il primo set ha riservato al pubblico grandissima suspense, quando, sul 5 a 2 per Fiocchetti, Eleuteri metteva a segno ben 3 giochi di fila, riportandosi sulla parità, interrotta solo dal tie break, anch’esso emozionantissimo e con continui capovolgimenti di fronte: dopo aver annullato un set point, Fiocchetti si aggiudicava il tie break con il punteggio di 13 a 11. Ancora grande equilibrio nel secondo set, ma, questa volta, dopo aver breakato l’avversario, Giovanni Fiocchetti poteva alzare il braccio al cielo in segno di vittoria e festeggiare il suo primo titolo sociale Due Ponti. Punteggio finale 7/6 6/4. Grandi applausi per entrambi i giocatori che hanno espresso un tennis molto spumeggiante con gesti tecnici pregevoli. Emanuele Tornaboni ha premiato vincitori e finalisti, che hanno contribuito a chiudere in bellezza la stagione tennistica in un clima di grande fair play. \\


dpmagriabilitazione \\ < tag: centro fisioterapico al due ponti_professionalità_terapia>

fkt circolo due ponti Grandi novità al centro fisioterapico del Due Ponti che, a partire da settembre, metterà a disposizione dei soci e dei non soci la professionalità del team, coordinato da Tommaso Di Renzi, per la definizione di programmi personalizzati e studiati in base alla tipologia dell’infortunio e dello sport praticato, oltre che della struttura fisica e muscolare < txt+ph_Luigia Latteri > < ph_ shutterstock.com >

\\ L’attività del centro che, oltre all’utilizzo degli ambulatori, si avvale dei bellissimi spazi del circolo (palestre, piscine, campi tennis e calcio), gestisce in modo efficace e confortevole la riabilitazione post operatoria e post traumatica, ma si occupa anche della terapia conservativa come la prevenzione artrosi, mialgie, etc., che, se non trattate adeguatamente, possono degenerare in patologie croniche. Lo staff, altamente specializzato, è a disposizione per un consulto gratuito dalle ore 10,00 alle 19,00 \\ dueponti_magazine_158

www.duepontimag.it

FKT Circolo Due Ponti Via Due Ponti 48/A Tel. 063315168


dpmagnext_mag \\ < tags: nel prossimo numero_anticipazioni_ottobre 2011 > < grandi mostre > Lippi e Botticelli a Roma

< around the world > Spa holiday. Benessere negli chic hotel

< food > Spice your life!

< fashion > Mario Testino, Glam&luxury shoot

dueponti_magazine_160

www.duepontimag.it

< due ponti sporting club > NovitĂ  fitness dâ&#x20AC;&#x2122;autunno < spettacoli > Gli appuntamenti romani di ottobre


NanĂĄn Babywear, la linea di abbigliamento tenera ed elegante creata per la gioia dei piĂš piccoli. Disponibile nelle boutique di Milano e Roma e nei migliori negozi per la prima infanzia. www.nanan.it Milano - Piazza Virgilio angolo Via V. Monti Roma - Via Tomacelli 99/100

NANAN ADV duepointroma babywear.indd 1

20/05/11 15:03


Due Ponti Magazine Settembre 2011