Page 1

nume

ro

novem nove_

in questo numero: incontri \ Jimmy Ghione around the world \ Ancora estate moto \ Anteprime 2012 moda \ Must have di stagione vip cafĂŠ \ Gli eventi glamour

011 bre 2

g.it ontima p e u .d www

E

T

O

i b IONI E t n lu MAZ E o L C FOR LO. P A I g e C u tin , LE INCIRCO E D P or NEWTSI DEL S p S TE LEEVEN I

LUXURY SP ONSOR DUE P ONTI MAGA ZINE :

S

R

C

ON

T I TU GL

N


Da oltre 10 anni leader nella ricerca e selezione di location commerciali. Stiamo lavorando ai piani sviluppo 2012/2013 e siamo alla ricerca di locations sulle principali vie commerciali di Roma.

vrpoint.it


who’s

next?

RETAIL SPECIALIST

VUERRE POINT S.R.L. VIA DELLA CROCE 44 • 00186 ROMA • T. (+39) 06.69.9210.09 • info@vrpoint.it


\\ welcomedpmag < tag: editoriale_colophon_dueponti_magazine >

edito da Luxury Media S.r.l. Via di Vigna Stelluti 157 - 00191 Roma Tel. 342.3344025 - admin@luxurymedia.it www.duepontimag.it direttore responsabile Sergio Greci redazione Marina De Benedictis - marina.debenedictis@yahoo.it coordinamento editoriale Maurizio Mannu grafica e impaginazione Luana Briglia, Cittagiardino - luanabrigliastudio@gmail.com responsabile marketing e r.e. Luigia Latteri - mkt_dueponti@dueponti.it hanno collaborato Achilli Enoteca al Parlamento, Alessandro Alto, Philippe Arnaud, Veronique Arnaud, Andy Bird, Giorgio Calabrese, Francesco Cannistraro, Fabio Carnevali, Giuditta Colafranceschi, Nicola Colavita, Marina De Benedictis, Rossano De Cesaris, Lorenzo De Santis, Mari Fisher, Stefano Fonte dell’Olmo, Gaffo, Lorenzo Giovannelli, Roberto Iacopini, Luigia Latteri, Michele E. Mercurio, Luca Monterosi, Anna Pichierri, Marco Pomponi, Carlo Priolo, Alfonso Rago, Irene Santalessi, Beatrice Stone, Alessandro Tassi crediti fotografici Azienda PalaExpò, Rodolfo Boccale, Civita, Clinique PR, Gianni Dedeu, Design Hotels, Fabi Ghinfanti Com., Fondazione Cinema per Roma, Getty Images, Istockphoto. com, Luigia Latteri, LVMH, Max Margheri, Claudio Neri, Milleeventi, Marco Nardo, Olycom, Fabrizio Pallante, Provalliance Paris, Marco Pecoraro, Scooter Magazine, Shutterstock.com, Zétema stampa D’Auria Printing S.p.A. - AP Periodico Free Press pubblicazione registrata presso il Tribunale di Roma n°36/2010 del 24/02/2010

DUE PONTI SPORTING CLUB Via dei Due Ponti 48/a - 00189 Roma tel./fax 06.333.93.60 email info@dueponti.it - www.dueponti.it

Due Ponti Mag. Sveliamo i piaceri dei nostri lettori rendendo piacevole la lettura \\ Cari lettori, le buie giornate autunnali sono ormai arrivate e questo mese appena passato ha visto alcuni avvenimenti particolari. In questo numero vogliamo, infatti, ricordare tre grandi personaggi: il campione Marco Simoncelli, il genio Steve Jobs e il giornalista Andrea Pesciarelli. Iniziamo quindi a svelare che cosa ci nasconde questo nuovo numero e diamo il benvenuto al talentuoso Jimmy Ghione, che ci racconta di lui e ci preannuncia la rubrica sui problemi della città, che dal prossimo numero curerà per voi sul nostro Due Ponti Mag. Andiamo, inoltre, alla scoperta di uno degli arcipelaghi terrestri più belli al mondo, meta del desiderio per i cittadini americani, le isole Hawaii, per passare il nostro tempo libero in location da sogno dove è ancora estate. Come anche in Messico, India, Caraibi. In questi giorni in cui le passerelle si scaldano e le donne affollano i negozi, il Due Ponti Mag non poteva che presentare accessori, abiti, borse e scarpe glamour raccontandoci le novità dal mondo della moda e del luxury. Come al solito, poi, all’interno del Mag ecco le nostre ricche rubriche con i consigli dai nostri Esperti immobiliari, fiscali e anche legali. Diamo, infine, il bentornato al prof. Calabresi che cura la rubrica sui consigli di alimentazione. Buona lettura e buon mese. \\ < Lorenzo Giovannelli >

pubblicità Governale ADV Media & Communication Via Baldo degli Ubaldi 318 - 00167 Roma Tel. 06.89.02.04.51 - governale@governaleadv.it Dir. Responsabile Giuseppe Governale 335.8423911 Maurizio Veglianti 348.6531021 Roberto Di Tivoli 339.5432311 Mirko Degani 349.55.74.068

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_7


Christy Turlington wears Scorpion Collection

Roberto Coin Boutique Via Vittoria 9, Roma - Tel. 06 32652439

robertocoin.com


\\ welcomedpmag < tags: editoriale_colophon_dueponti_magazine >

di Pietro Tornaboni \\ Cari Soci,

di Emanuele Tornaboni \\ Cari Soci, le giornate si accorciano a causa dell’entrata in vigore dell’ora solare, ma la nostra voglia di divertimento e di informazione non diminuisce certo con la luce. Ed eccoci qui con un nuovo numero del vostro amato Magazine, puntuali e pieni di interessanti sorprese. Questo mese, infatti, abbiamo il piacere di ospitare in copertina il nostro amico Jimmy Ghione, abituè del Circolo perché grande appassionato sportivo, oltre che pluriennale inviato tv nonché papà di due splendidi bimbi. Nella nostra intervista, Jimmy sa raccontare di sé sempre col sorriso. Vogliamo poi stupirvi, ancora una volta, con nuove ed interessanti rubriche, argomenti di attualità, storie di grandi uomini e bellissime donne, fashion e anteprime dal mondo delle due ruote. Infine, come sempre, l’Inside con i nostri piccoli e grandi successi di fitness. Al prossimo appuntamento, insieme. \\

Amare se stessi è l’inizio di un idillio che dura tutta la vita.

benvenuti fra le pagine del vostro nuovo numero del Due ponti Mag. Questo mese siamo andati ad intervistare tre grandi campioni dell’atletica, di età ed esperienze diverse: Antonietta Di Martino, Alessia Trost e Josè Bencosme De Leon. Cosa accomuna questi sportivi? Certamente la voglia di vincere e di superarsi, ma anche il desiderio di fare agonismo divertendosi. Con questo stesso spirito positivo, quindi, tutti noi pratichiamo le attività di fitness per raggiungere sempre nuovi risultati. Così, in questo numero di Novembre, potete scoprire l’entusiasmo del nostro Maestro Roberto Iacopini nell’insegnamento del tennis ai più giovani; le nostre scuole specializzate di danza, nuoto e calcio; le nuove location del kite all’estero dove volare sulle onde. Insomma, tutto il Mag è pervaso come sempre dalla passione: per il raggiungimento dei traguardi personali e per il gusto delle cose belle. Buona fitness a tutti. \\

La lettura è per la mente quel che l’esercizio è per il corpo. Joseph Addison (1672 - 1719)

Oscar Wilde (1854 - 1900)

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_9


dpmagoverview \\ < tags: in questo numero_sommario_novembre 2011 >

20 pagina_28

32

12 < 12 > < ritratti> Jimmy Ghione < 20 > < around the world > Ancora estate < 32 > < supercar > Suv-via! < 44 > < fashion > Autumn in fashion < 58 > < sportivi > Antonietta Di Martino < 64 > < food > Spaghetti_story < 66 > < visual_food > Obiettivo sulla pasta < 68 > < food_news > Indirizzi, news, ricette, curiosità < 76 > < tributi > Ciao Steve, ingegnere dei sogni < 80 > < hi_tech > iPhone 4S: la nuova rivoluzione mobile < 88 > < moto > Scusate l’anticipo

dueponti_magazine_10

58

www.duepontimag.it

< 98 > < luxury_home > Il lusso è un sogno. Realizzabile < 106 > < oggetti del desiderio > Luxury_jewels < 108 > < must_have > New Collection Inverno 2011-2012 < 114 > < make_up > Il correttore < 116 > < beauty_news > Beauty Jewels < 124 > < design > Natural design < 132 > < luxury wine > Una storia… spumeggiante < 136 > < l’investimento consapevole > Art advisory < 140 > < l’avvocato > Le spese condominiali < 142 > < la nostra alimentazione > Spuntini fuori pasto < 152 > < vip cafè > Vip, glamour and fashion


\\ overviewdpmag < tags: in questo numero_sommario_novembre 2011 >

64

124

88

116 44 Inside_DuePontiMagazine < 169 > < editoriale > Il mio ricordo di Andrea Pesciarelli < 170 > < tributo > Andrea Pesciarelli < 172 > < tennis > Un pomeriggio particolare < 174 > < scuole > A piccoli passi < 178 > < tennis > I nostri successi nel tennis

152 < 180 > < fisioterapia > Fisioterapia ed estetica < 182 > < calcio > Pianeta calcio < 188 > < torneo > Torneo Prestige Immobiliare Tennis gastronomico < 190 > < kite_trip > Vento do brasil

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_11


dpmagincontri \\ < tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato >

JIMMY GHIONE Istrionico, intelligente, autoironico e creativo. È Jimmy Ghione, l’irriverente inviato di Striscia la Notizia che presto curerà per noi una rubrica speciale sul Due Ponti Magazine < di_Marina De Benedictis > < ph_Gianni Dedeu >

Jimmy, raccontaci di te. Il tuo curriculum rivela un’indole esuberante e indipendente sin da ragazzo. Scalpiti ancora così, oggi? Senza dubbio! Quello che ha detto Steve Jobs – “Be hungry, be foolish” – racchiude un po’ come sono io, sempre alla ricerca del nuovo. Ho passato l’infanzia in un collegio svizzero, poi sono andato a 20 anni in America per fare l’attore e ci sono rimasto per quattro (per amore e per studio). Sono sempre stato ribelle e sin da allora non seguivo mai il copione. Ci racconti, allora, i tuoi esordi professionali? Io dovevo fare il costruttore, come mio padre. Ho fatto invece dei film, anche in Italia, che però non entreranno mai nella storia del cinema… Ho recitato delle parti decisamente “dimenticabili”, persino in un giallo erotico dove mostravo il mio lato “B”. Ma ho recitato anche nel film per la tv “La bottega dell’orefice” dal testo di Papa Wojtyla e sono stato autore per Mario Marenco. E poi, mentre giocavo con la Nazionale Calcio tv, ho conosciuto Lorenzo Beccati autore storico di Antonio Ricci e voce del Gabibbo e così da 13 anni faccio Striscia. Ricci di me dice sempre che il mio è uno spirito un po’ sabaudo perché riesco sempre a “spennare una gallina senza farla urlare”... segue >

… sono andato a 20 anni in America per fare l’attore e ci sono rimasto per quattro (per amore e per studio). Sono sempre stato ribelle e sin da allora non seguivo mai il copione…

dueponti_magazine_12

www.duepontimag.it


\\ incontridpmag < tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_13


dpmagincontri \\ < tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato >

Ricci di me dice sempre che il mio è uno spirito un po’ sabaudo perché riesco sempre a “spennare una gallina senza farla urlare”...

dueponti_magazine_14

www.duepontimag.it


\\ incontridpmag < tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato > Jimmy Ghione È nato a Torino nel gennaio del 1964. Inviato storico di Striscia la Notizia.

Torneresti a fare l’attore? Perché no, se ci fosse un ruolo che sento. Ammiro lo stile ironico di Jim Carrey e sarebbe interessante ricoprire un ruolo simile anche in Italia. Il tuo più grande scoop sinora. Senza dubbio Do Nascimento, che con Vanna Marchi abbindolava la gente, bèccato in Brasile mentre faceva il parrucchiere! La legge del contrappasso: dal lavaggio della testa della gente in Italia con le parole, a quello con lo shampoo in Brasile! E più di recente, la storia dell’uranio impoverito, argomento che ho preso a cuore e di cui mi sono occupato in numerosi servizi. Sono 200 i soldati italiani che dopo aver operato all’estero in territori contaminati da armi all’uranio impoverito sono morti. Ma anche gli anziani di 80 anni che vivono ancora nei container in Umbria. In fondo gli scoop avvengono ogni giorno, perché i nostri sono servizi che trattano la realtà quotidiana del nostro paese. Tre aggettivi per definirti: come professionista e come uomo. Come uomo: irrequieto, irresponsabile e responsabile al tempo stesso, sognatore. Come professionista: attento alle problematiche degli altri, disponibile: spesso mi fermano per strada per chiedermi di risolvere alcuni problemi e io cerco sempre di rispondere a tutti. E poi… sono puntuale! Purtroppo a Roma non è così facile esserlo…

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_15


dpmagincontri \\

JIMMY GHIONE

< tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato >

Parlaci della tua prossima nuova rubrica, sul Due Ponti Magazine. Daremo voce ogni mese alle problematiche capitoline. Invito tutti i lettori del Mag a leggere la mia rubrica perché metteremo a fuoco importanti temi legati alla nostra città. Che posto occupa nel tuo tempo libero lo sport? Pratico sport tutti i giorni, se posso. Tennis, calcetto e anche sci. Da due anni corro seriamente in auto per il Campionato del Mondo GPL “Green Scout Cup” in Italia. Ci vuole molta concentrazione per questa attività e ho appena ottenuto il risultato di terzo classificato nel Campionato Kia del 16 ottobre scorso. Ma c’è anche un importante risvolto sociale: il Team ha già devoluto parte dei ricavati a “Operation Smile”. Altre passioni… Non mi piacciono le cose statiche e del resto il muoversi è legato anche al mio lavoro. Ho una passione per gli aerei.

dueponti_magazine_16

www.duepontimag.it


dpmagincontri \\ < tag: jimmy ghione_autoironico_creativo_striscia la notizia_inviato >

Vino e piatto preferiti. Sono astemio, non fumo, non mi drogo. La polenta è l’unica cosa che mi fa alzare in piena notte. Film cult. “Un mercoledì da leoni” e “Blade Runner”. Nel privato, non puoi fare a meno di… Della mia famiglia, dei miei due bimbi. E… di lavarmi i denti! Che farai di nuovo da… grande? Non faccio programmi, “del doman non v’è certezza”. C’è chi non vive bene il presente, io sì. Ora sto bene con le mie due famiglie: la mia e quella di Striscia. Ma chissà… a me piace muovermi e magari un giorno andrò a fare Striscia in Australia!

dueponti_magazine_18

www.duepontimag.it

In pista. Jimmy gareggia per il Campionato Green Scout Cup Edizione 2011.


dpmagaround the world \\

ancora estate

< tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

Dedicato agli inguaribili amanti del mare, delle temperature bollenti, del sole che cuoce. Dalle Hawaii al Messico passando per India, Caraibi e Indonesia viaggiamo insieme dove lâ&#x20AC;&#x2122;estate non finisce mai

< di_Marina De Benedictis > < ph_courtesy of designhotels.com; orient-express.com; hotelrenew.com >

Indonesia, Bali. Alila Manggis Paesaggi mozzafiato nella rigogliosa natura asiatica.

dueponti_magazine_20

www.duepontimag.it


\\ around the worlddpmag < tag: ancora estate_mare_temperature bollenti_hawaii_messico_india_caraibi >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_21


dpmagaround the world \\ < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

Indonesia, Bali. Alila Manggis Una location in perfetta armonia con la natura balinese.

Indonesia, Bali. Alila Manggis \\ In una location mozzafiato, tra il mare e il lato est del sacro monte balinese Agunn, Alila Mangiss è il resort della catena Design Hotels che seduce gli ospiti per il perfetto mix tra architettura e natura circostante. Quattro edifici a due piani in pietra bianca, lusso raffinato, tinte avorio/sabbia/ ciccolato negli interni, vista mare in tutte le 53 camere e nelle due suite, piscina color turchese costruita come una piramide rovesciata, una splendida spiaggia, fondali da sogno. Pesce freschissimo e cucina asiatica nel Seasalt Restaurant, ma anche menu romantici per viaggi di nozze. Qui nulla è lasciato al caso, mai. Architetto: Kerry Hill Architects.\\ < link: www.designhotels.com/alilamanggis > < link: res@designhotels.com >

Hawaii, Honolulu.

Hotel Renew \\ A pochi passi da Waikiki Beach, questo “boutique hotel” è un’oasi di pace e comfort al 300%. Il benessere qui è al primo posto, a partire dalla location che è un vero rifugio sulla spiaggia con 72 camere dove dominano gli elementi della natura incorporati nelle moderne soluzioni di design: acqua, terra, fuoco. Tessuti e forme richiamano le onde del mare in un magico mix di eleganza e lusso. Spa dedicata; servizi personalizzati. Il luogo ideale per fare surf ma anche per festeggiare la luna di miele. Design: Jiun Ho. \\ < link: www.hotelrenew.com >

Hawaii, Honolulu. Hotel Renew Un boutique hotel vicino alle spiagge preferite dai surfisti.

dueponti_magazine_22

www.duepontimag.it


\\ around the worlddpmag < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

Hawaii, Maui, Honolulu bay photo by Lorenzo Giovannelli

Mexico, Merida. Rosas y Xocolate Mexico, Merida. Rosas y Xocolate Una chicca di lusso e romanticismo in stile.

\\ Nella città nobile di Merida lungo il Paseo de Montejo, strada elegante che richiama le vie parigine del XIX secolo, emerge questo Hotel trionfo di lusso e romanticismo (catena Design Hotels). Ampi spazi, eleganza opulenta, dettagli di stile sin dall’atrio e nelle raffinate 14 camere e suite. Elementi naturali, cemento e stucchi, architetture tradizionali: tutto converge nel tarsportare l’ospite nel mondo del passato con un tocco di moderno design. Piscina, fitness room e Spa con trattamenti a base di cioccolata come da antiche ricette dello Yucatan. Fascino imperdibile. Architetti/Iinterior Design: Reyes Ríos+Larraín arquitectos. \\ < link: www.designhotels.com/rosasandxocolate> < link: res@designhotels.com>

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_23


dpmagaround the world \\ < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

Mexico, Tulum. Be Tulum Design contemporaneo, ambienti di relax e natura.

Mexico, Tulum. Be Tulum \\ Arroccato su una distesa, fra le reliquie più misteriose della Riviera Maya, Be Tulum della catena Design Hotels è una struttura di design contemporaneo perfettamente in armonia con il paesaggio circostante. Oasi di relax, ma anche luogo scenografico dotato di chicche su chicche: come il ristorante e il bar sul rooftop, dove ritrovarsi per incontri ed eventi di lusso. 20 grandi suite racchiuse in cinque costruzioni dove trionfa il design minimalista: caldi legni, pietra calcare, piscina privata, vasca Jacuzzi, terrazze con vista mozzafiato su “la patria del cielo” Sian Ka’an, Sito Patrimonio Mondiale UNESCO. Architetto/Designer: Sebastian Sas (Sas Arquitectos).\\ < link: www.designhotels.com/be_tulum > < link: res@designhotels.com >

dueponti_magazine_24

www.duepontimag.it


dpmagaround the world \\ < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

India, Goa. Alila Diwa \\ Sud di Goa, Majorda Beach: ecco la “perla d’oriente”. Qui sorge Alila Diwa, resort di lusso affiliato a Design Hotels costruito tra campi di riso e natura rigogliosa. Dotato di una splendida piscina a sfioro esterna che si protende verso la lussureggiante foresta sul mare, emerge per il suo gusto squisito, anche in cucina: con The Spice Studio Restaurant, il Vivo con fuochi a vista, e l’elegante The Edge Bar and Lounge. Confortevoli loft e suite a disposizione di chi ama il bello sopra ogni cosa. Interior Design: Plub Design; Architetto: Stapati Architects.\\ < link: www.designhotels.com/alila_diwa_goa > < link: res@designhotels.com >

India, Goa. Alila Diwa Resort di lusso nel cuore de “la perla d’oriente”.

dueponti_magazine_26

www.duepontimag.it


dpmagaround the world \\ < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

caraibi, Saint Martin. Porto Cupecoy Village \\ Porto Cupecoy si trova sul lato olandese di Sint Martin, la capitale culinaria, dello shopping e dello yachting dei Caraibi. Situato in una baia protetta e appena oltre il confine da Terres Basses e il lato francese dell’isola, Porto Cupecoy consente di raggiungere facilmente anche Saba, Anguilla, St. Barths e Nevis. Con il suo borgo mediterraneo, unisce raffinatezza e comfort classici dei Caraibi con soluzioni moderne. Negozi di lusso e ristoranti di fama, acque calde e turchesi, piscina esterna riscaldata, centro fitness e quant’altro sono a disposizione degli opsiti nei residence di lusso di questo Village. \\ < link: www.portocupecoy.com > < link: cfinney@portocupecoy.com >

Caraibi, Isola St. Martin. Porto Cupecoy Village Un luogo nato all’insegna delle luxury holidays

dueponti_magazine_28

www.duepontimag.it


dpmagaround the world \\ < tag: mare_hawaii_messico_india_caraibi_indonesia >

Jaipur, India. Tree of Life Resort & Spa \\ Il Tree of Life Resort è un oasi di pace e di armonia che si estende su 7 ettari di terreno. Ideato nel pieno rispetto dell’ambiente, le 14 lussuose ville che compongono il resort sono costruite con materiali naturali e ispirate all’architettura tradizionale del Rajasthan. Sono dotate di tutti i comfort ed alcune con piscina privata e maggiordomo. In questo resort ogni desiderio… può divenire realtà. \\ < Per informazioni e prenotazioni: FUTURVIAGGI, Via Nomentana 261, Roma Tel. 06.44.01.81.008 email: estremooriente@futurviaggi.it - www.futurviaggi.it >

dueponti_magazine_30

www.duepontimag.it


dpmagsupercar \\ < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroĂŤn >

dueponti_magazine_32

www.duepontimag.it


\\ supercardpmag < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroĂŤn >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_33


dpmagsupercar \\ < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroën >

\\ Una moda certo, ma anche molto comfort. Sembra strano eppure questa particolare tipologia di auto ha: una visuale di guida migliore che si ripercuote positivamente anche nel traffico, ottima capacità di carico e sospensioni che assorbono meglio, buche, tombini e asperità del terreno e infine infonde più sicurezza all’interno dell’abitacolo, grazie ad struttura più grande e massiccia. Certo con il passare degli anni, complice anche il caro benzina, il pubblico ha preferito i Suv più compatti che sono sicuramente meno impegnativi e anche più facili da parcheggiare. \\

Land Rover. Evoque \\ E allora non stupisce che Evoque, ultima nata in casa Land Rover, sia uno delle best seller dell’anno con migliaia di prenotazioni che rischiano di mettere addirittura in crisi la casa britannica in termini di consegne. Nonostante prezzi non proprio contenuti si vai 35.400 euro fino a oltre 50 mila la gente la desidera. \\ < link: www.landrover.com >

Mitsubishi. ASX \\ In questa discorso, anche se leggermente più in basso, si inserisce Mitsubishi ASX un Suv-Crossover dal muso aggressivo come il nuovo family feeling della casa giapponese, che monta tra le varie motorizzazioni un nuovo e potente 1.8 diesel da 150 cavalli capace di consumi interessanti e di un ottimo spunto. Per Asx si parte da 19 mila euro. \\ < link: www.mitsubishi-auto.it >

dueponti_magazine_34

www.duepontimag.it


\\ supercardpmag < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroën >

Audi. Q3 \\ Attenzione però all’ingresso in listino di un’altra prima della classe: Audi Q3. Elegante e raffinata, ha dimensioni e motori parchi e performanti che la rendono un altro oggetto del desiderio per chi è alla ricerca di veicolo contenuto e distinto nello stesso tempo. Disponibili tre motori, tutti a quattro cilindri, un turbodiesel e due turbobenzina. Alla base della gamma troviamo il TDI 140 CV a trazione anteriore, solo 5,2 litri di carburante ogni 100 chilometri. Il motore benzina 2.0 TFSI è disponibile nelle 2 versioni da 170 e 211 CV, mentre il 2.0 TDI è nella versione da 177CV ma successivamente sarà ordinabile anche una versione entry-level con di 140 CV e abbinato alla trazione anteriore. Per tutte le motorizzazioni la trazione è di tipo integrale permanente quattro, conosciuto sistema costituito dalla frizione idraulica a lamelle che, quando necessario, trasferisce la forza dall’asse anteriore a quello posteriore. Ecco i prezzi ufficiali delle 4 versioni disponibili di Audi Q3, 2.0 TFSI 170 CV quattro, 6 rapporti 32.600 € 2.0 TFSI 211 CV quattro, S tronic 37.900 €2.0 TDI 140 CV anteriore, 6 rapporti 30.600 € 2.0 TDI 177 CV quattro, S tronic 37.900 €. \\ < link: www.audi.it >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_35


dpmagsupercar \\ < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroën >

Mercedes-Benz. GL \\ Se invece siete interessati a qualcosa di più sontuoso e imponente allora il nuovo GL in arrivo da Mercedes farà al caso vostro. Niente ancora di ufficiale ma il nuovo Super Suv di Mercedes avrà una linea ispirata a quella della sorella minore ML presentata recentemente a Francoforte. \\ < link: www.mercedes-benz.it >

Infiniti. FX 50 \\ Ma se volete andare forte come le Red Bull F1 ma essere seduti su un Suv, allora il nuovissimo FX 50 di Infinity fa al caso vostro. Tante finiture preziose e carbonio per una vettura super esclusiva. La velocità massima? L’unica informazione certa rilasciata da Casa Madre è 300 chilometri orari… \\ < link: www.infiniti.it >

dueponti_magazine_36

www.duepontimag.it


dpmagsupercar \\ < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroën >

Maserati. Kubang \\ E sempre in Germania sono stati tolti i veli alla nuova la prima Suv della casa del Tridente. Nascerà sullo stessa piattaforma della nuova Jeep Grand Cherokee, anch’essa molto apprezzata in Italia soprattutto in questa ultima versione più accattivante e riuscita. Kubang adotterà forse un motore eccezionale: ovvero l’8 cilindri da 4,7 litri e 450 cavalli Ferrari. \\ < link: www.kubang.maserati.com >

dueponti_magazine_38

www.duepontimag.it


&" "!" ' "#""#! $ #!# 

!#"#  %  % www.nanan.it Milano %%  "

Roma 


dpmagsupercar \\ < tag: suv_land rover_audi_mitsubishi_mercedes-benz_infiniti_citroën >

Citroën. Aircross C4 \\ Più alla portata di tutti invece un altro nuovo modello degno di nota: Aircross. Dopo il successo commerciale di C4 che nel vecchio continente ha venduto oltre 100 mila unità in 12 mesi, Citroën allarga la gamma con la C4 AirCross, versione SUV della vettura francese. AirCross ha uno stile moderno e deciso, il frontale è caratterizzato da linee orizzontali, passaruota allargati e sbalzi ridotti per dare pià forza e robustezza alla linea. La lunghezza della Citroën C4 AirCross è di 4,34 metri, per 1,80 m di larghezza e 1,63 m di altezza. \\ < link: www.citroen.it >

dueponti_magazine_40

www.duepontimag.it


RENAULT SPORT

EMOZIONI ALLA MASSIMA POTENZA. DRIVE THE CHANGE Emissioni CO2: 190 g/km. Consumi ciclo misto: 8,2 l/100 km.

RENAULT FILIALE DI ROMA - RENAULT RETAIL GROUP ITALIA SPA VIA TIBURTINA, 1155 (ANGOLO GRA) - ROMA VIALE MARCONI, 279 - ROMA INFOLINE: 06 417781 - WWW.RENAULTRETAIL.IT - WWW.DACIARETAIL.IT


CURA E PREVENZIONE PER IL VOSTRO BENESSERE


75G58= 7IF5 BICJ5 J=@@5 7@5I8=5

IL CIELO IN UNA STANZA

A NUOVA VILLA CLAUDIA Ă&#x2C6; STATA INSTALLATA UNA NUOVA RISONANZA MAGNETICA â&#x20AC;&#x153;OPENâ&#x20AC;? DA 1,5 TESLA, CHE UNISCE Lâ&#x20AC;&#x2122;ALTA RISOLUZIONE DIAGNOSTICA (ALTO CAMPO) CON MAGGIORI SPAZI E CONFORT PER I PAZIENTI CLAUSTROFOBICI, OBESI E PEDIATRICI Ă&#x2C6; stata installata presso il servizio di Diagnostica per Immagini della Casa di Cura Nuova Villa Claudia, la Risonanza magnetica Siemens MAGNETOM Espree, primo tomografo a risonanza magnetica aperta da 1,5 Tesla ad alto campo, che permette di effettuare esami diagnostici con la piĂš moderna tecnologia oggi esistente in grado di captare un segnale ďŹ no a quattro volte maggiore rispetto ai classici sistemi di risonanza magnetica aperta â&#x20AC;&#x201C; indice incontrovertibile della qualitĂ di immagine â&#x20AC;&#x201C; e particolarmente utile nellâ&#x20AC;&#x2122;analisi di pazienti obesi dove la ricezione del segnale è piĂš problematica. Il nuovo sistema Siemens MAGNETOM Espree rappresenta la soluzione ad hoc per pazienti claustrofobici e obesi. Difatti lâ&#x20AC;&#x2122;apparecchiatura è lunga solo 125 cm ed ha un diametro di 70 cm (le tradizionali apparecchiature hanno un diametro massimo di 45 centimetri), offrendo dimensioni disponibili ďŹ no ad ora solo con una apparecchiatura TAC. Con lâ&#x20AC;&#x2122;apertura del tunnel di 70 cm di diametro, MAGNETOM Espree è attualmente lâ&#x20AC;&#x2122;unico scanner da 1,5 Tesla, che permette a pazienti obesi ďŹ no a 250 kg di effettuare lâ&#x20AC;&#x2122;indagine diagnostica. Grazie allâ&#x20AC;&#x2122;innovativo design del magnete oltre il 60% degli esami possono essere effettuati dal paziente con testa fuori dallo scanner, elemento di importanza fondamentale soprattutto per i pazienti claustrofobici. Lâ&#x20AC;&#x2122;innovativo design permette inoltre di effettuare esami ai bambini in maniera confortevole con un genitore accanto. Inoltre, proprio nellâ&#x20AC;&#x2122;ottica di offrire al paziente il massimo confort possibile, è stato installato un nuovo sistema dâ&#x20AC;&#x2122;avanguardia a tecnologia led che permette al paziente che esegue lâ&#x20AC;&#x2122;esame di vedere â&#x20AC;&#x153;il cielo in una stanzaâ&#x20AC;?.

IL PAZIENTE POTRĂ&#x20AC; INOLTRE USUFRUIRE DI QUESTA SOFISTICATA TECNOLOGIA ANCHE IN REGIME DI ACCREDITAMENTO CON IL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE.

'*/0"%*$&.#3&5"3*''&"(&70-"5&

PRENOTA IL TUO ESAME PRIVATO

ONLINE www.nuovavillaclaudia.it ESAMI EFFETTUABILI: Ĺ&#x201D;3NFODFGBMP Ĺ&#x201D;3NBSUJDPMB[JPOJ Ĺ&#x201D;3NDPMPOOBWFSUFCSBMF Ĺ&#x201D;3NBEEPNFQFMWJ Ĺ&#x201D;"OHJP3N Ĺ&#x201D;3NNBNNFMMB Ĺ&#x201D;3NDVPSF Ĺ&#x201D;$PMBOHJP3N Ĺ&#x201D;6SP3N Ĺ&#x201D;3N5PUBM#PEZ

Casa di Cura Nuova Villa Claudia S.p.A Via Flaminia Nuova, 280 00191 Roma Centralino: 06.36.79.71 Prenotazioni: 06.36.79.75.50 Prenotazioni privati: 06.36.79.75.60 www.nuovavillaclaudia.it direzione@nuovavillaclaudia.it Dir. Sanitario: Dott.ssa Vezia Mei


Autumn in Fashion Contemporaneamente romantica. Forme geometriche e tessuti riflettenti sono il fil rouge di questo servizio. La scelta è qui caduta per modernizzare ed accompagnare in un percorso urbano questa figura sognante caratterizzata da modelli retrò e comunque classici < ph_Max Margheri >

S i ri n grazi an o: Max Margheri www.maxmargheri.com Maision Bizarre www.maisonbizarre.it Be Have Urban Atelier www.behaveurbanatelier.blogspot.com Angela Corsani www.angelacorsanisartoria.it Silvia Gerzeli Make up artist www.silviagerzeli.com

dueponti_magazine_44

www.duepontimag.it


www.duepontimag.it

dueponti_magazine_45


Gonna imbottita double-face, dolcevita in tulle grigio, coprispalle a strati in tulle. Outfit Maison Bizarre


Collare in tessuto e perline, top paillettato, gonna in velluto con decorazioni a cristalli Outfit Be-Have Urban Atelier


Collare in tessuto e perline, camicia in seta semitrasparente rigata, gonna a pieghe in taďŹ&#x20AC;etĂ . Outfit Be-Have Urban Atelier

dueponti_magazine_48

www.duepontimag.it


nwdesigns

ginebrajones.com

YES

I AM

Boutique Roma - Via Sallustio Bandini, 14 (p.zza Carli) - 06.36301569 Ginebra Jones  FCUK (French Connection) Atos Lombardini Post & Co White Premiata


Top in velluto, steccato; coprispalle in trasparente; leggins e culotte. Styling Maison Bizarre Outfit Be-Have Urban Atelier

dueponti_magazine_50

www.duepontimag.it


Abito color bronzo in crĂŞpe e seta, con applicazioni ricamate Outfit Sartoria Angela Corsani

dueponti_magazine_52

www.duepontimag.it


www.duepontimag.it

dueponti_magazine_53


dueponti_magazine_54

www.duepontimag.it


Abito color bronzo in crĂŞpe e seta, con applicazioni ricamate Outfit Sartoria Angela Corsani

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_55


!*"!'!"%"! .!$% "        ,,,$()(!!%!""!%#


%$ !" (*% (!$ "" "!$ &*'  ' !)))%$!  " %""-!%$ #&)%$  %$$   *%#% &%((! *$"$-!(*$%()!"!+!)&'""$-      


dpmagsportivi \\ < tag: antonietta di martino_alessia trost_josè reynaldo bencosme de leon > Antonietta Di Martino Daegu, settembre 2011 Campionati Mondiali di Atletica Leggera, Iaaf World Championships Antonietta Di Martino salto in alto. Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Antonietta Di Martino lo stupore di vincere Ha superato i 2 metri nel salto in alto provando lei stessa stupore. Si allena e vince anche grazie a suo marito. Ama cucinare dolci, leggere Camilleri e fare shopping. Ma Antonietta punta soprattutto alle prossime Olimpiadi: per superare se stessa < di_Marina De Benedictis > < courtesy of_Ferrero Photogallery >

dueponti_magazine_58

www.duepontimag.it


\\ sportividpmag < tag: antonietta di martino_alessia trost_josè reynaldo bencosme de leon > Antonietta Di Martino Parigi, marzo 2011 Palais Omnisports di Parigi Bercy, Campionati Europei Indoor di Atletica Leggera, Antonietta Di Martino conquista la medaglia d’oro nel salto in alto. Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Antonietta, tu detieni il primato italiano di salto in alto femminile con 2 metri e 4 ottenuto a febbraio di quest’anno in Slovacchia. Cosa hai provato? Soprattutto stupore! Sapevo di stare bene ma non pensavo di riuscire a saltare tanto, ero felicissima e stupita! In realtà hai iniziato a 12 anni con i Giochi della Gioventù e poi col lancio del giavellotto… Sì, facevo gli 80mt hs e poi la mia prima nazionale nel giavellotto! Ero brava un po’ in tutte le specialità, infatti poi per anni mi sono dedicata all’Hepthatlon! Ho avuto la fortuna di iniziare con i Giochi della Gioventù che hanno dato l’avvio alla mia carriera. Ci racconti in che modo ti alleni per ottenere i tuoi splendidi risultati? Mi alleno tanto, senza sudore non si ottengono risultati, ovviamente dipende anche dai periodi, di carico oppure pre-gara: i volumi di lavoro cambiano. Cerco di riposare anche abbastanza per dare sia in allenamento che in gara il 100 per cento! Riti scaramantici prima della gara? Non ne ho, però prima di entrare in campo faccio sempre il segno della croce!

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_59


dpmagsportivi \\ < tag: antonietta di martino_alessia trost_josè reynaldo bencosme de leon >

Antonietta Di Martino Antonietta è nata a Cava de’ Tirreni il I Giugno 1978. E’ sposata con Massimo Di Matteo che è anche il suo allenatore. Il suo record nel salto in alto è di 2,04 stabilito il 9 Febbario di quest’anno al Meeting Internazionale di Banska Bystrica in Slovacchia.

< link: www.antoniettadimartino.it >

La tua alimentazione su cosa si basa? Mangio cose molto semplici, mi piacciono tanto le verdure, non mangio cibi fritti, mangio carne spesso alla griglia e per quanto riguarda i dolci la Nutella non manca mai! Tuo marito Massimo Di Matteo è anche il tuo allenatore. Un binomio vincente! Sì, è proprio cosi! Da quando lui mi allena tutto è cambiato e si vede anche dai risultati! Avere qualcuno che mi aiuta anche quando tutto non va per il verso giusto è una grande forza. Prossimi traguardi. Ovviamente le Olimpiadi di Londra passando per i Mondiali indoor a Istambul!

dueponti_magazine_60

www.duepontimag.it

Cosa ami fare nel tuo tempo libero. Mi piace tanto leggere, ascoltare musica e guardare la tv, e anche fare dolci quando ho tempo! Le tue irrinunciabili passioni non sportive. Fare shopping! Piatto e vino preferiti. Spaghetti alle vongole e il Greco di Tufo. Viaggio ideale. California coast to coast. Libro sul comodino. Montalbano di Andrea Camilleri. Un sogno ancora da realizzare… Un sogno a cinque cerchi?


\\ sportividpmag < tag: antonietta di martino_alessia trost_josè reynaldo bencosme de leon >

Alessia Trost Alessia è nata a Pordenone l’8 Marzo 1993. Il suo record nel salto in alto è di 1.88 ma spera di superare “il muro” dei 2 metri.

Alessia: 18 anni, 1 metro e 88 e già salti a 1,90. Dove vuoi arrivare? Il più in alto possibile, ma senza pensarci troppo, mi alleno per limare centimetri. Certo, guardando al futuro con ottimismo, c’è quel muro dei due metri…

Alessia Trost volare in alto Studia e si allena, perché a 18 anni desidera saltare il più in alto possibile. Curiosa, determinata, ottimista Alessia si preparara ad emulare i suoi miti: Simeoni, Dorio, Di Martino < di_Marina De Benedictis > < courtesy of_Ferrero Photogallery >

I tuoi modelli di riferimento. Gabriella Dorio, per la persona che è, Sara Simeoni per quello che ha cambiato, Antonietta Di Martino per la dedizione e la determinazione. Giornata d’allenamento tipo. Sveglia alle sette e, mezz’ora dopo, il bus in direzione scuola; alle 14.30 sono di ritorno, mangio, studio e alle 17.30 inizia l’allenamento che può variare dalla seduta di pesi a quella di tecnica, passando per tutte le discipline dell’atletica. Finiamo intorno alle 19.30 quando torno a casa, ceno e se non devo finire di studiare, esco. Le tue prossime competizioni. Campionati Italiani Indoor, Ancona e in prospettiva outdoor, l’obbiettivo sono i Campionati del Mondo Junior. Una definizione del tuo carattere. Curioso. Che musica ascolti? Un po’ di tutto, commerciale, hip-hop, rock… Hobby preferito. Lettura, tutto quello che mi capita sotto gli occhi, eccetto horror, fantasy e fantascienza! < link: www.kinderpiusport.it >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_61


dpmagsportivi \\ Josè Reynaldo Bencosme De Leon Josè è nato nella provincia di La Vega il 16 Maggio 1992. È campione italiano assoluto dei 400 mt. ostacoli da settembre scorso.

Josè Reynaldo Bencosme De Leon in gara col sorriso Un ragazzo allegro, spiritoso, responsabile. Un ostacolista di prima categoria che si allena divertendosi. Josè a soli 19 anni ha già il suo primato, in attesa di nuovi traguardi < di_Marina De Benedictis > < courtesy of_Ferrero Photogallery >

Nel tempo libero mi piace… Mi piace passare molto tempo con gli amici, la mia ragazza e il mio nipotino. Vado spesso anche a giocare a basket.

Josè, il tuo record è dello scorso settembre: 400 metri ostacoli in 49 e 94. Come ti stai preparando per… superarti? Quest’anno ho ottenuto davvero ottimi risultati, dal terzo posto agli europei di categoria a Tallin alle gare in Nazionale. Sono molto soddisfatto e ho tanta fiducia per l’anno prossimo, dove spero di fare bene. Mi alleno 4/5 volte a settimana: l’allenamento inizia sempre con 20-25 minuti di riscaldamento seguito da mezz’ora di stretching in gruppo, dopodiché qualche allungo e poi si inizia a fare l’allenamento che d’inverno consiste in tanto lavoro aerobico. Quali gare hai in calendario? Ormai mi sto allenando per l’anno 2012. A primavera gareggerò nuovamente sui 400 ostacoli, ma come prima gara farò i 400m piani oppure i 200m, anche se non so dove sarà! L’atletica per me è come un gioco che faccio al meglio che posso. So bene che ho delle responsabilità, ma cerco sempre di gareggiare divertendomi. La tua dieta sportiva. Mangio di tutto e variato. Ho sempre un peso costante. Cerco solo di non mangiare “porcherie”. Sono goloso di… Merendine Kinder a colazione. Sono buonissime! E di pasta ai gamberetti e frutti di mare: è il mio sogno. Poi, il riso che fa mia madre.

dueponti_magazine_62

www.duepontimag.it

Un tuo difetto e un tuo pregio. Un mio difetto? Ne potrei trovare tanti! Da piccolo mi dicevano sempre che parlavo troppo a voce alta... Per i pregi, invece, preferisco che lo dicano gli altri. Da parte mia posso dire che sono molto ottimista, in ogni cosa sono positivo. Mio padre mi ha sempre detto “Niente è impossibile” e anche per questo cerco di dare sempre il meglio di me. Capodanno a… A Santo Domigo prima della fine dell’anno, per rivedere mia nonna. Capodanno probabilmente in montagna, con la neve, la mia ragazza e gli amici. < link: www.kinderpiusport.it >


dpmagspaghetti_story \\ < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualità_passione_cinema >

Gli italiani e la pasta. Un amore infinito fatto di tradizioni, ricette, storie, immagini… < a cura di_Mari Fisher > < ph_shutterstock.com >

Buona e pregiata In Italia la pasta secca viene preparata esclusivamente con farina di grano duro che, al contrario di quella di grano tenero, permette di mantenere la cottura. Può essere semplice, all’uovo e aromatizzata e in Italia può essere ottenuta dalla trafilazione, laminazione ed essiccamento di impasti preparati unicamente con semole di grano duro. Altri paesi consentono, invece, l’utilizzo di grano tenero nella preparazione della pasta, rendendola meno pregiata di quella italiana.

spaghetti story. Gli italiani a tavola \\ La pasta, insieme alla pizza, è uno dei piatti italiani che non cambia nome, ovunque vi troviate. Dal Polo Nord alla muraglia Cinese passando per gli Oceani, la pasta è “pasta” in tutto il mondo. Il fatto che non vi sia traduzione la dice lunga sulla tradizione millenaria che accompagna questo ingrediente principale sulle tavole italiane. La dieta mediterranea, del resto, riconosciuta come il miglior regime alimentare esistente, ne fa l’elemento principale. Sughi densi, ricette con i prodotti del sottobosco, fagottini farciti di ogni prelibatezza: ogni regione italiana ha la sua portata a base di pasta tipica, generalmente fatta a mano, da antiche ricette tramandate nel tempo. \\

Pasta: lo sapevate che…? Occorrono 10/12 g. di sale grosso marino ogni litro d’acqua. Il sale va aggiunto solamente quando l’acqua inizia a bollire. Se si mette prima l’ebollizione risulta più lenta.

dueponti_magazine_64


\\ spaghetti_storydpmag < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualità_passione_cinema >

“maccherone, m’hai provocato…” Ciak si mangia: la pasta e gli spaghetti nel cinema italiano.

Gli indimenticabili Alberto Sordi e Anna Longhi in “Le vacanze intelligenti” (1978, Alberto Sordi) si avventano sui piatti dopo una vacanza culturale e… dietetica.

Paolo Panelli e Vittorio Gassman nella tragica abbuffata durante il duello ne “Il Conte Tacchia” (1982, regia di Sergio Corbucci).

Un Totò meditabondo armato di cucchiaio ne “La Banda degli onesti” (1956, regia di Camillo Mastrocinque).

La fame atavica di Totò che arraffa spaghetti a più non posso in “Miseria e nobiltà” (1954, regia di Mario Mattòli).

Mangiata consolatoria a base di pasta e fagioli per la banda de “I soliti ignoti” (1958 diretto da Mario Monicelli).

Il piatto di spaghetti più tenero del cinema: “Lilli e il vagabondo” (Lady and the Tramp, 1955, prodotto da Walt Disney).

“Il buono, il brutto, il cattivo” (1966, diretto da Sergio Leone) fa parte del prolifico filone di film chiamati, non a caso, spaghettiwestern.

L’Albertone nazionale nella famosa scena dei “Maccheroni” girata con un solo ciak (1954, Un americano a Roma, regia di Steno).

Nel “Pranzo di Ferragosto” (2008, diretto da Gianni Di Gregorio) la Signora Maria prepara la pasta al forno…

Aldo Fabrizi aveva l’hobby della gastronomia e amava in modo particolare cucinare la pasta e, sulla pasta e le sue ricette, scriverà anche alcune poesie in romanesco.

Pasta: lo sapevate che…? Avreste mai immaginato che ogni italiano conosce ben 12 ricette a base di pasta e ne sperimenta 6 nuove ogni anno? Le fonti d’ispirazione abituali sono amici e parenti (25,2%), giornali e riviste (20,7%), libri di cucina (18,2%) e televisione (10,2%). Ma esiste un nocciolo duro di creativi (7,9%) che si affida a una sola musa, la fantasia: forse perché cucinano meno spesso (delle loro compagne) e lo fanno per hobby, si tratta soprattutto di uomini, over 55 abitanti nel Centro Italia. < altre info su: www.unipi-pasta.it >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_65


dpmagspaghetti_story \\ < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualità_passione_cinema >

Gli italiani e la pasta La porzione di pasta si “pesa” con lo sguardo – lo fa il 68,9% degli italiani - piuttosto che con la bilancia. E i nostri connazionali dichiarano di mangiarne, mediamente, 85 grammi. La porzione media di pasta – e questa è già una curiosità – scende al Sud e nelle Isole (82 gr.), mentre è in crescita al Centro (87 gr.) e al Nord Ovest (88 gr.). < altre info su: www.unipi-pasta.it >

dueponti_magazine_66

www.duepontimag.it


\\ spaghetti_storydpmag < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualitĂ _passione_cinema >

Un piatto di pasta Cento grammi di pasta forniscono un apporto energetico pari a circa 360 kcal, di cui circa il 72-70% sotto forma di carboidrati complessi, una quota proteica pari al 10-13% ed un contenuto in grassi trascurabile. < altre info su: www.unipi-pasta.it >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_67


dpmagspaghetti_story \\ < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualità_passione_cinema >

Il Due Ponti Magazine vi consiglia…

Pasta con le sarde

\\ dove_mangiare. Siciliainbocca Siciliainbocca nasce nel 1999 nella sede storica di Via Emilio Faà di Bruno 26, nel quartiere Prati, quando i proprietari Enzo Certo e Roberto di Stefano, nativi rispettivamente di Messina e di Catania, decisero di realizzare un menù che racchiudesse le ricette più rappresentative dell’antica e ricca tradizione culinaria dell’Isola. Oggi Siciliainbocca delizia tutti i suoi avventori, dagli estimatori di lunga data ai clienti che hanno da poco scoperto questo “pezzo di Sicilia” nella Capitale, nei suoi due locali: quello storico in Prati (via Emilio Faà di BrunO 26) e quello al Flaminio (via Flaminia 390); nelle ampie sale dai colori brillanti e solari, splendidamente decorate da ceramiche di Caltagirone, ci si può deliziare grazie alla varietà dei cibi proposti dall’impareggiabile team di chef. Questo mese Siciliainbocca propone una ricetta tipica stagionale: la pasta con le sarde (pasta chî sardi), un piatto prelibato che si può preparare da marzo a settembre, periodo dell’anno in cui si trovano al mercato le sarde fresche ed è possibile raccogliere nei campi il finocchio selvatico. dueponti_magazine_68

www.duepontimag.it

Ingredienti: 400 gr. di bucatini | 500 gr. di sarde fresche | 1 cipolla | 2 acciughe salate | 30 gr. di pinoli e di uva passa | 2 mazzetti di finocchietto fresco di montagna | 1 bustina di zafferano | pangrattato | 1 cucchiaino di zucchero | olio | sale e pepe | 1 mestolo di salsa di pomodoro. Preparazione: pulire il finocchietto, lessarlo, scolarlo e conservare l’acqua. Fare rosolare a parte la cipolla con olio abbondante, unire le acciughe e soffriggerle finchè risultino sciolte; aggiungere il finocchietto ben tritato, metà delle sarde ben pulite, diliscate e lavate e far soffriggere per 5 minuti a fuoco moderato. Quando il tutto sarà amalgamato, aggiungere mezza bustina di zafferano, l’uvetta e i pinoli. Aggiungere il pomodoro e l’altra metà delle sarde, far cuocere altri 5 minuti. Lessare la pasta nell’acqua dei finocchi, aggiungere l’altro zafferano rimasto. Quando la pasta sarà cotta, scolarla e rimescolarla con metà del condimento e, dopo averla disposta in una zuppiera, aggiungere il resto del condimento e cospargerla di pan grattatu precedentemente abbrustolito in una padella con olio e un cucchiaiono di zucchero. Attenzione a non bruciarlo! Siciliainbocca La vera tradizione della cucina marinara siciliana Roma, Via Emilio Faà di Bruno, 26 - Telefono 06.37.35.84.00 Roma, Via Flaminia, 390 - Tel. 06.32.40.187 www.siciliainboccaweb.com


dpmagspaghetti_story \\ < tag: pasta italiana_spaghetti_tradizione_gusto_qualità_passione_cinema >

\\ in 20 minuti. Spaghetti allo speck Ingredienti per 6 persone: 500 g. di spaghetti 150 g. di speck | 100 g. di panna liquida | 80 g. di burro 30 g. di cipolla mondata | 30 g. di grappa | prezzemolo sale e pepe nero in grani Preparazione: In una capace pentola portate a bollore abbondante acqua salata che vi servirà per lessare gli spaghetti. Intanto tritate la cipolla, fatela appassire con metà burro, unite lo speck tagliato a listarelle, salate con leggerezza, fiammeggiate con la grappa e, quando l’alcol sarà evaporato, bagnate con un mestolo di acqua della pasta; lasciate sobbollire il sugo per alcuni minuti quindi aggiungete la panna e gli spaghetti già lessati e scolati al dente. Rigirateli velocemente a fuoco vivo per farli insaporire e conditeli con il restante burro, un mazzetto di foglioline di prezzemolo finemente tritate e una macinata di pepe. Buon appetito! < questa ricetta da: www.pasta.it >

dueponti_magazine_70

www.duepontimag.it


dpmagcucina_siciliana \\ < tag: pasta italiana_tradizione_gusto_qualità_passione >

Il Due Ponti Magazine vi consiglia…

\\ dove_mangiare. Capricci Siciliani

Pasta: lo sapevate che…? Il matrimonio migliore per un piatto di pasta fumante rimane il classico sugo di pomodoro per la metà circa (53,8%) del Belpaese. Il 20,6% cede invece al classico ragù (o comunque sugo a base di carne), mentre stenta a decollare la scuola degli amanti del sugo di pesce (7,7%) o a base di verdure (7,1%), nonostante chef e nutrizionisti continuino a decantarne i pregi. < altre info su: www.unipi-pasta.it >

In Via di Panico, al numero 83 vi attende Capricci Siciliani: il rilassante piacere della simpatica e cortese accoglienza di Tiziana Colonna e Nello Sturniolo unitamente alla creativa cucina siciliana degli chef Hassan e Carmelino. Il menu è una fantastica panoramica delle più gustose gioie del palato fra le quali in primo piano i maccheroncini alle sarde, l’insalata catalana, il carpaccio di polipo ed i gustosissimi franceschini, involtini di pesce spada. Per dessert, gli esaltanti cannoli siciliani e l’ottima cassata. Tra le tantissime portate tipiche Capricci Siciliani questo mese ci propone:

Maltagliati al Pistacchio Lessati al dente, condire i maltagliati con crema di panna e pistacchi tritati finissimi. Guarnire il piatto con scampi lessati e sgusciati intramezzati da scaglie di pistacchio.

Paccheri biancoverdi Lessare i paccheri al dente e condirli con broccoli e alici a tocchetti saltati in padella con aglio, olio extra e peperoncino, un ciuffo di prezzemolo tritato. E un abbondante tocco finale di fiocchi di formaggio “pepato”. Capricci Siciliani Ristorante cucina tipica siciliana Roma, Via di Panico, 83 Telefono 06.45433823 - www.capriccisiciliani.com

dueponti_magazine_72

www.duepontimag.it


pubbl icita rio re da z iona l e

Dulcis in fundo… l’angolo dei dolci Il buffet dei dolci è diventato negli ultimi anni un vero e proprio must del ricevimento che si rispetti. Ma come fare allora per contraddistinguersi e renderlo davvero indimenticabile? Puntare sulla genuinità delle materie prime, sull’armonia degli accoppiamenti ma anche sull’originalità e la personalizzazione.

dueponti_magazine_74

www.duepontimag.it

S

arà per golosità, per il bambino che è in ognuno di noi o per il fascino delle scenografie che li presentano, ma come per magia anche dopo il banchetto più ricco e luculliano la verità è che nessuno resiste al tavolo dei dolci. Le zuccherine note di caramelle, confetti, cioccolate o deliziose tortine monoporzione sono una vera e propria tentazione che chiude in bellezza ogni ricorrenza, lasciando nei nostri ospiti tutta la dolcezza che li caratterizza. Sempre più spesso proponiamo ai nostri clienti di accompagnare al classico dessert dei veri angoli delle delizie: cupcake, biscotti, mini wedding cake e divertenti cake pops tutti rigorosamente personalizzati nei colori dell’evento, con le iniziali degli sposi o con il nome del festeggiato. Potete anche prevedere simpatiche scatoline, conetti o sacchettini personalizzati che i vostri invitati potranno riempire portando via con sé la dolcezza della festa. Con questi piccoli tocchi in più darete l’impressione ai vostri ospiti di non aver tralasciato proprio alcun dettaglio. Un’idea divertente può essere allestire un candy bar, angolo in cui poter assaggiare caramelle di ogni tipo, lecca lecca, confetti, bon bon e tanto altro. Se la festa è all’aperto, perché non predisporre un piccolo barbecue e divertirsi ad arrostire i coloratissimi e dolcissimi marshmallow oppure


Un’idea divertente può essere allestire un candy bar, angolo in cui poter assaggiare caramelle di ogni tipo, lecca lecca, confetti, bon bon e tanto altro…

male, abbiamo il piacere di gustare torte decorate artistiche e buonissime! La vera pasticceria italiana ha finalmente incontrato il cake design anglosassone dandoci la possibilità di proporre ai nostri clienti veri capolavori culinari. Che si tratti di un’imponente wedding cake, di una tenera torta di battesimo o di una torre di cupcake per festeggiare il 18esimo compleanno di vostra figlia, la parola d’ordine è stupire. Un ingresso trionfante e l’adeguata scenografia saranno gli elementi indispensabili a fare di questo momento, un’occasione da fotografare e ricordare. Certo, purché tutto questo sia presentato nel modo adeguato senza perdere di vista, anzi enfatizzando se possibile, il tema e lo stile del vostro evento. Attenzione quindi a colori, fantasie, arredi floreali e ambientazioni, con un occhio di riguardo alla stagione in cui vi trovate e seguendo sempre il vostro innato gusto! In questi giorni ad esempio simpatiche alzatine con marron glacè artigianali e torri di mont blanc non possono davvero mancare…

Per consigli e curiosità scrivete a: Myriam Tedesco Events designer mtedesco@rosa-bianca.it

far arrivare un camioncino dei gelati in stile anni ‘50? Se invece vi trovate a mettere in scena un ricevimento autunnale o invernale potreste allora puntare sulle accattivanti note del cioccolato: al latte, fondente, aromatizzato, tartufi, cascate di cioccolato e magari facendo servire cioccolata calda in romantiche o moderne tazze decorate. Qualsiasi siano i vostri gusti in poche ma rinomate cioccolaterie è possibile trovare fragranze davvero squisite. Un posto a parte deve essere invece destinato alla regina di tutte le golosità: la torta di ricorrenza. Oggi per fortuna, dopo tanti tentativi andati

La Rosa Bianca Servizio: Zona: Indirizzo: Contatti: Sito:

Weddings & Luxury Events Roma - Parioli Via Luigi Boccherini 2, Roma Tel. +39 347.1971126 www.rosa-bianca.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_75


dpmaghi_tech \\ < tag: steve jobs_ingegnere_genio creativo_apple >

\\ “Stay hungry, stay foolish”. Era il 1995 quando Steve Jobs, che aveva appena appreso della sua malattia, pronunciò questa frase agli studenti della Stanford University. Ed è forse questa la sua frase che più di ogni altra resterà scolpita nelle menti e nei cuori dei milioni di seguaci della mela morsicata, disseminati in tutto il mondo, quel mondo che Jobs ha certamente contribuito a cambiare, rivoluzionando le abitudini dei consumatori e firmando con il suo nome, in modo indelebile, alcune delle più importanti innovazioni tecnologiche degli ultimi 15-20 anni. Qualcuno ha scritto che Steve non è morto ma si è solamente trasferito sulle nuvole a testare il nuovo iCloud, consolazione di chi non vuole ras-

dueponti_magazine_76

CIAO STEVE INGEGNERE DEI SOGNI segnarsi alla perdita di certi personaggi considerati di “proprietà collettiva”, patrimonio dell’umanità. Steve era il predicatore dell’usabilità ovvero della facilità d’uso di piccoli ma grandi oggetti che, unitamente ad un design innovativo, hanno quasi monopolizzato alcuni settori dell’information technology, diventando non solo dei must ma addirittura dei punti di riferimento, degli standard per classificare dei prodotti, come ad esempio l’iPod. E se oggi la Apple è un colosso dell’informatica e delle telecomunicazioni lo deve principalmente al genio creativo di Steve Jobs. Da quando, nel 1976, con 1.300 dollari fondò la Apple con il compagno di liceo Steve Wozniack nel garage del padre, Jobs ha rivoluzionato quattro settori: la musica, l’industria dei computer, le telecomunicazioni e la cinematografia digitale (con la Pixar). E a pensare che dall’86 al’97, per ben 12 lunghi anni, Jobs era stato “esiliato” dalla Apple, l’azienda che lui stesso aveva creato, seppur con una ricchissima buonuscita. Dodici anni in cui Steve diede vita prima alla Next, che avrebbe poi rivenduto alla Apple, e poi alla Pixar, società specializzata nella cinematografia digitale, venduta alla Disney. Poi, nel ’97, il rientro alla Apple con l’acquisizione della Next e dei progetti dai quali sarebbe poi nato il Mac, decretando l’inizio di un’esaltante cavalcata e di una serie di innumerevoli successi. Eppure Jobs non era uno scienziato, non era un ingegnere e aveva sempre rifiutato le etichette

www.duepontimag.it


dpmaghi_tech \\ < tag: steve jobs_ingegnere_genio creativo_apple >

Dopo una lunga malattia lo scorso 5 ottobre si è spento, a soli 56 anni, il genio creativo della Apple Steve Jobs, lasciando quel mondo che lui stesso ha contribuito a rivoluzionare < di_Fabio Carnevali >

di manager e di inventore. Era però un vero leader e un autentico genio, della tecnologia e del design, ma anche della comunicazione. Un visionario capace di intuire i desideri della gente e di anticiparne i bisogni, trasformandoli in prodotti di enorme successo dalla tecnologia semplice e accattivante. Un moderno Thomas Edison che è riuscito nell’impresa di “oscurare” i grandi del capitalismo americano, da Henry Ford a John Rockefeller. Nella sua vita c’è stato di tutto, come in una favola: abbandonato dai genitori naturali (padre siriano e madre tedesco-americana), adottato da una coppia di proletari di origine armena che avevano promesso di mandarlo all’università, diversi anni passati nei campus americani senza laurearsi, l’adesione al buddismo, la relazione con Joan Baez, il grande successo raggiunto a soli 25 anni, l’esilio dorato a 31 anni e il ritorno in Apple a 42, il matrimonio con Laurene e i quattro figli, la scoperta della malattia e la diagnosi di 3-6 mesi di vita, l’illusione della guarigione e la ricaduta, il trapianto di fegato, le guerre con la Microsoft e quelle più recenti con la Samsung e gli altri concorrenti. Concorrenti che ha costretto ad inseguirlo su terreni ancora nuovi e inesplorati e che ancora oggi inseguono cercando di contrastare il successo dei prodotti della mela. I detrattori della mela accusano la Apple di aver creato un “sistema chiuso” e di vendere prodotti troppo cari. Forse hanno ragione, ma proprio per questo sono prodotti unici. Non è forse

grazie all’iPod e ad iTunes che è rinato il mercato della musica? Non è forse grazie all’iPhone che è stato creato un nuovo concetto di comunicare? Non è forse grazie all’iPad che il mercato dell’editoria, in coma irreversibile, può sperare in una nuova vita? Personalmente ho sempre e solo avuto computer con il simbolo della mela morsicata, dall’LC al Performa, dall’iMac al MacBook, cedendo all’acquisto di un PC Windows una sola volta per esigenze “di studio” di mio figlio, fatto breve e irripetibile, dal momento che nella sua cameretta fa bella mostra un Mac 21”. Sono uno di quelli che vide l’uscita dell’iPod come un tradimento, perché la Apple, per la prima volta, aveva prodotto un bene di largo con-

CIAO STEVE INGEGNERE DEI SOGNI

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_77


dpmaghi_tech \\ < tag: steve jobs_ingegnere_genio creativo_apple >

CIAO STEVE INGEGNERE DEI SOGNI sumo e non più per la ridotta cerchia dei seguaci, come avvenuto fino allora. Infatti l’ho regalato più volte ma non ne ho mai comprato uno per me. Diversamente andò con l’iPhone, perché intuii che era stata avviata una vera e propria rivoluzione e alla sua uscita me lo feci immediatamente recapitare dagli Stati Uniti. Stesso discorso per l’iPad. E non è un caso che proprio l’iPhone e l’iPad siano oggi diventati i principali strumenti del mio lavoro in Digikom, dopo circa 20 anni di lavoro nella carta stampata. Proprio per questa ragione mi ero ripromesso di partecipare, il prossimo giugno, all’annuale convention della Apple a San Francisco. Il mio scopo era quello di vederlo parlare dal vivo, a pochi metri di distanza, e magari stringergli la mano e ringraziarlo per aver “causato” una nuova svolta nella mia vita lavorativa, grazie ai suoi “gioielli” tecnologici. Purtroppo non ho fatto in tempo e a questo punto, probabilmente, a San Francisco non ci andrò più. Ma forse vedrò ancora Jobs, magari sulla nuvola di iCloud. Ciao Steve, ingegnere dei sogni… \\

… Jobs non era uno scienziato, non era un ingegnere e aveva sempre rifiutato le etichette di manager e di inventore. Era però un vero leader e un autentico genio, della tecnologia e del design, ma anche della comunicazione… dueponti_magazine_78

www.duepontimag.it


dpmaghi_tech \\ < tag: iPhone 4S_il nuovo smartphone Apple_iOS 5 >

iPhone 4S: la nuova rivoluzione mobile A poche settimane dalla scomparsa di Steve Jobs arriva il nuovo smartphone Apple, dotato di sistema operativo iOS 5 < di_Fabio Carnevali > < ph_Apple Press Office_Google >

È stata la sua ultima presentazione, fortemente voluta, nonostante le sue condizioni fisiche già seriamente minate dalla malattia. Ma ci teneva troppo Steve ad essere su quel palco che lo ha visto protagonista, negli ultimi 10 anni, di una incessante rivoluzione tecnologica. Ancora una volta su quel palco, l’ultima, per annunciare al mondo le innovazioni del sistema operativo iOS5. Ed ora che il nuovo sistema operativo è finalmente pronto per essere installato su iPad, iPhone e iPod Touch, il pensiero non può che andare al fondatore di Apple, anche se alla presentazione ufficiale del nuovo iPhone 4S sul palco è salito il nuovo CEO, Tim Cook, designato dallo stesso Jobs. “Per me è un priviledueponti_magazine_80

gio lavorare alla Apple”, ha confessato Cook che ha iniziato la sua presentazione con una battuta “Questo è il mio primo lancio, non so se lo sapete. Io amo quest’azienda”. Esteticamente il nuovo iPhone, per il quale è stato deciso il nome di 4S e non 5, è uguale al precedente ma le novità sono notevoli e riguardano praticamente tutte le sezioni del sistema operativo. La principale novità è il sistema di riconoscimento vocale, che si chiama SIRI e consente di formulare domande e ricevere risposte. Il nuovo melafonino integra un nuovo processore A5 dual core, grafica 7 volte più veloce grazie al chip A5, nuova videocamera da 8 mega pixel e 5 lenti.

www.duepontimag.it

Il nuovo processore migliora nettamente la qualità delle immagini e le prestazioni in fase di scatto, inoltre, permette anche di registrare anche filmati in Full HD a 1080p, con stabilizzazione delle immagini. Il rumore nelle foto verrà poi rimosso in tempo reale, garantendo di fatto immagini di maggiore qualità senza dover lavorare in post-produzione. L’iPhone 4S sarà disponibile negli Stati Uniti e in Canada dal 14 ottobre, al prezzo di 199 dollari per il modello 16 GB, 299 per quello da 32 e 399 per il modello da 64 GB. In Italia dovrebbe arrivare il 28 ottobre ad un prezzo di 600 euro circa senza operatore, per arrivare anche agli 899 per il modello dotato di maggiore memoria.


dpmaghi_tech \\ < tag: iPhone 4S_il nuovo smartphone Apple_iOS 5 >

Un processore potentissimo I due core del chip A5 offrono fino al doppio delle prestazioni e grafica fino a 7 volte più scattante. E la differenza si sente. iPhone 4S è veloce e reattivo: quando apri un’app, giochi e navighi sul web, tutto ha una marcia in più. E non devi risparmiarti: puoi apprezzare le capacità del nuovo iPhone 4S in tutta calma, perché la batteria ha una durata da non credere. Merito della grande efficienza del chip A5. Il nuovo iPhone 4S è l’ideale anche per chi ama i videogiochi. Con il chip A5, la grafica è fino a 7 volte più veloce e i giochi sono più fluidi e realistici: le app con tanti elementi grafici vanno al massimo.

Siri, l’assistente vocale È forse la principale novità. Si tratta di un sistema di riconoscimento vocale capace di eseguire comandi provenienti dalla voce dell’utente, mostrare le condizioni meteorologiche, impostare una sveglia, aggiungere un appuntamento al calendario, calcolare la rotta verso un luogo nel mondo, mostrare il fuso orario mondiale ed eseguire altri compiti. Dunque, con Siri si potranno chiedere allo smartphone consigli sul tempo o indirizzi di ristoranti, senza necessità di digitare nulla, come fosse una sorta di segreteria nel cellulare, in grado trovare sul web le informazioni richieste o di gestire l’agenda degli appuntamenti. Inizialmente sarà disponibile tuttavia soltanto in inglese, francese e tedesco.

Fotocamera da 8 mega e album personalizzati Il 4S ha probabilmente la miglior fotocamera mai vista su un telefono: 8 megapixels, obiettivo su misura con maggior apertura del diaframma (f/2.4), sensore BSI (backside illumination) migliorato, ottimo bilanciamento automatico del bianco, eccezionale fedeltà cromatica, rilevamento dei volti e minore sensibilità al movimento. Nella nuova fotocamera sono stat e inoltre introdotte alcune funzioni per correggere le immagini (migliorare la qualità, eliminare gli occhi rossi, ecc.), scattare foto con gli auricolari in dotazione, accedere direttamente alla fotocamera dal blocca-schermo. Non è più indispensabile servirsi di iTunes per organizzare le foto presenti in diversi album. Basterà selezionare Nuovo Album da iPhone e iPad e scegliere le foto da aggiuncere.

brillanti. L’evoluto sensore BSI e la maggiore apertura del diaframma catturano più luce, il miglior bilanciamento del bianco offre colori più fedeli e la riduzione del rumore nell’immagine ti aiuta a fare ottime riprese anche in ambienti poco illuminati. Infine, la stabilizzazione video corregge le riprese mosse, e il tocco finale lo dai direttamente sull’iPhone.

iCloud, finalmente la nuvola Apple iCloud è il servizio che consente la sincronizzazione di documenti e dati tra smart phone, tablet e computer senza che questi siano fisicamente connessi tra loro. Basta una connessione dati (3G o WiFi) perché la foto che scattiamo sull’iPhone venga automaticamente inviata al Mac e così via. Attivando Streaming foto possiamo salvare le immagini su iCloud o eseguire il backup dei dati grazie ai 5 GB di spazio gratuito. Spazio che può essere aumentato a pagamento secondo le proprie necessità.

Il sistema di riconoscimento vocale Siri è capace di eseguire comandi provenienti dalla voce dell’utente.

Aggiornamento e attivazione senza Mac L’iOS 5, in un certo senso, “libera” i dispositivi perché molte delle operazioni che prima facevamo con iTunes ora possiamo eseguirle direttamente dai melafonini. Si può, ad esempio, aggiornare il software via OTA, eseguire la sincronizzazione e aggiornare il software via WiFi, attivare subito un nuovo dispositivo senza collegarlo al computer, creare nuovi album in Immagini, eliminare i singoli brani audio e così via. Con iOS 5 quindi non è più necessario avere un computer. Basta accendere l’iPhone ed eseguire la procedura guidata alla prima configurazione per averlo subito attivo e funzionante.

Video ad alta definizione

Centro di notifica

Con iPhone 4S puoi girare fantastici video HD 1080p a 30 fotogrammi al secondo. Con l’obiettivo totalmente rinnovato la luce è sempre giusta e i colori

Il Notification Center (simile ad Android) raccoglie tutte le notifiche che si ricevono in un’unica schermata che possiamo visualizzare con un comando

www.duepontimag.it

Il Centro di notifica visualizza gli avvisi ricevuti, organizzandoli per app e orario di ricezione.

dueponti_magazine_81


dpmaghi_tech \\ < tag: iPhone 4S_il nuovo smartphone Apple_iOS 5 >

iPod diventa Musica L’applicazione per ascoltare i brani audio sui dispositivi iOS 5 cambia nome e da iPod diventa Musica. Oltre ad avere un’interfaccia completamente rinnovata, ci permette di eliminare un singolo brano anche senza dover ricorrere ad iTunes, come si fa per i messaggi.

Twitter integrato

Promemoria ci consente di creare appunti a cui aggiungere una notifica per essere avvisati ad un determinato orario

L’iOS 5 aggiunge il supporto a Twitter che si può configurare dal menu Impostazioni. Non solo è possibile utilizzare il social network come una qualsiasi altra applicazione, ma si integra perfettamente col sistema operativo, diventando raggiungibile anche da altre funzioni. Possiamo ad esempio aggiornare i contatti con le informazioni di Twitter, condividere una foto e così via.

Reader per leggere meglio La versione mobile di Safari aggiunge la funzione Reader: tappando sul pulsante che viene mostrato nella barra degli indirizzi il browser visualizza così solo il testo, che possiamo decidere di salvare e leggere anche in un secondo momento. Con l’iPad è disponibile anche la navigazione a schede.

La mappa intelligente swipe verticale. Le notifiche (sms, chiamate e altro) saranno salvate per essere lette quando lo riterremo più opportuno. Potremmo scegliere come visualizzarle, in quale stile, in presenza o meno del bloccaschermo, ecc.

Nell’iOS 5 è stata migliorata anche la funzione Mappe. Ora quando si effettua la ricerca di un itinerario per raggiungere una destinazione, l’applicazione non solo calcola il percorso più veloce, ma ci dà la possibilità di scegliere fra tre alternative differenti che saranno mostrate sulla cartina.

Nuove applicazioni in home

Pubblicità geolocalizzata

La schermata Home si arricchisce di due nuove applicazioni. La prima è Promemoria che ci consente di creare appunti a cui aggiungere una notifica per essere avvisati ad un determinato orario. La seconda, invece, è Edicola (Newstand) che raccoglie le riviste e i quotidiani acquistati su App Store e ci aggiorna sulla disponibilità di nuovi numeri.

La funzione iAD di posizione ci consente di avere i messaggi pubblicitari geolocalizzati in base al luogo in cui ci troviamo. In questo modo il nostro dispositivo saprà “consigliarci” meglio su ciò che dobbiamo acquistare o meno.

Arriva la messaggeria La nuova funzione iMessage consente di inviare tra i vari dispositivi messaggi di testo gratis attraverso la rete dati. Per utilizzare questa funzione basta avviare l’applicazione Messaggi e selezionare il contatto cui si vuole inviare il messaggio. Se questo è provvisto di un dispositivo con iOS 5 nel campo di immissione apparirà la scritta iMessage. dueponti_magazine_82

www.duepontimag.it

Alcune curiosità A tutte queste vanno poi ad aggiungersi piccole features come impostare vibrazioni personalizzate per SMS, telefonate e notifiche, acquistare suonerie, avere comandi a riconoscimento vocale, ottenere previsioni meteo geolocalizzate, usare l’opzione Aumenta livello citazione in Mail, passare da un’applicazione aperta all’altra con un semplice swipe, liberare spazio cancellando i dati dalle varie applicazioni senza dover accedere direttamente da esse e tantissimo altro ancora.


Festeggiamo lâ&#x20AC;&#x2122;invenzione del televisore. Con Loewe Individual Limited Edition.

1931 Loewe presenta la prima trasmissione televisiva elettronica al mondo. Nasce il televisore cosĂŹ come lo conosciamo oggi.

2011 Loewe presenta Loewe Individual Limited Edition, con diffusore e table stand inclusi. Nuovo Individual 40 Limited Edition a 2.990 euro e fino al 30 Novembre SOLO nel nostro punto vendita avrete in OMAGGIO un Connect 26 Led del valore di 1.400 euro! * Offerta valida fino ad esaurimento scorte. Studio di design del prodotto: Loewe Design / Phoenix Design / Design 3.

Loewe Roma Lungotevere dei Mellini 22 Tel. 06 9818 3000 info@loeweroma.it - www.loeweroma.it


www.arsmediagroup.it â&#x20AC;˘ 2011

Rete Alimentare Cittadina

    & "  '(%)* +!!"%  , "- , ' " !'. '% & "   %  '

" #    ',/0   /!"*,'""' %1"' '*!  "" !#  "-,'/!1 -

,!/  "  "  !## '!   !       '!#*% '!!!' '!!"% "-, 

!'+!!! %!""/ ,123  "' 4"#5   "

#% " 3 , ,/'"% '*    "- /!"!**", + "  2'  '5'!*% ' '1 %2+ 5 '""' %   '"# !"'1 ''!#* % ','"*" '!% 1 %%

Trasforma lâ&#x20AC;&#x2122;eccedenza alimentare in risorsa

     !"# $%# "  


\\ soluzioni_impresedpmag < tag: soluzioni per le imprese_banco alimentare_onlus_trasporto >

Banco Alimentare del Lazio Nuovi progetti per il sostegno alimentare Una Onlus specializzata contro gli sprechi alimentari in favore di case famiglia e mense per i poveri. È il Banco Alimentare del Lazio che raccoglie, conserva e distribuisce tutto l’anno tonnellate di prodotti. Grazie alla collaborazione di volontari, punti vendita, Enti convenzionati e privati cittadini Il Banco Alimentare del Lazio è una realtà nata nella nostra regione nel 1997, ma già all’opera dall’89 in Italia per volere del Cav. Danilo Fossati (Star) e di Monsignor Luigi Giussani ispirati da un’esperienza simile spagnola. Il Banco raccoglie le eccedenze alimentari della produzione agricola e industriale per ridistribuirle ad Enti e Associazioni di assistenza a poveri ed emarginati. Un’attività necessaria e insostituibile, gestita a Roma dal Direttore Dr. Giovanni Altrudo, che ci illustra le prossime importanti iniziative. Dr. Altrudo, la vostra attività no-profit quante persone sfama? Grazie al recupero di alimenti insieme a 396 Enti e Associazioni convenzionati, solamente nel Lazio raggiungiamo oltre 125.000 persone indigenti tra bisognosi, profughi, nuovi poveri. Nel caso ad esempio della Colletta Alimentare, nel 2010 abbiamo raccolto 562 tonnellate di prodotti in 463 punti vendita ad opera di ben 4.500 volontari. Ma la nostra attività si esplica tutto l’anno in tutta Italia, in 21 realtà regionali. segue >

« … Grazie al recupero di alimenti insieme a 396 Enti e Associazioni convenzionati, solamente nel Lazio raggiungiamo oltre 125.000 persone indigenti tra bisognosi, profughi, nuovi poveri…»

Banco Alimentare del Lazio Onlus Contro lo spreco, contro la fame Via Aureliana, 2 - Roma Tel. 06.88.97.18.35 - 06.88.97.20.92 Fax. 06.88.97.20.95 Dal lunedì al venerdì h.9.30-12.30 info@lazio.bancoalimentare.it www.bancoalimentare.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_85


dpmagsoluzioni_imprese \\ < tag: soluzioni per le imprese_banco alimentare_onlus_trasporto >

segue > Questi prodotti, diversamente, andrebbero persi? Sì, sono alimenti perfettamente commestibili che per varie ragioni andrebbero al macero. Naturalmente è nostro compito, in base alle norme vigenti, controllarne la perfetta conservazione, selezionare, stoccare e conservare in modo idoneo tutti gli alimenti che raccogliamo nei nostri magazzini prima della distribuzione sociale. Per questo ci avvaliamo di YouGo per il trasporto in totale sicurezza con i mezzi dotati di cella frigorifera. Quali sono i vantaggi che offre YouGo per quanto riguarda i vostri trasporti alimentari? Senza dubbio la fornitura di mezzi sempre idonei alla conservazione e al trasporto a temperatura controllata degli alimenti. I prodotti che noi raccogliamo e distribuiamo, infatti, devono rimanere in condizioni perfette e prive di rischi di deterioramento. E con YouGo come Partner, abbiamo la totale affidabilità nel servizio.

Gabriele Trimigliozzi e Alessandro Galano, A.D. YouGo, sono forti di ben 15 anni di esperienza come responsabili vendite Mercedes.

Quali sono le importanti iniziative de B.A. del Lazio da ricordare? La XV Giornata della Colletta Alimentare del Lazio di Sabato 26 Novembre che permette a tutti i cittadini di acquistare nei supermercati prodotti da destinare alla raccolta. La Rete Alimentare Cittadina SiTiCibo, in collaborazione con l’Amministrazione di Roma Capitale, per il recupero di eccedenze dalla ristorazione organizzata e dalla grande distribuzione.

YouGo Sicurezza e affidabilità nei trasporti Leader S.r.l. Tipologia: Vendita e Noleggio Vetture

e Veicoli Commerciali Zona: Roma Est Indirizzo: Via della Tenuta della Mistica, 47 Contatti: Tel. 06.22.78.90.22 Web:

Fax 06.22.75.52.36 www.you-go.it

• Servizi su misura: vendita; noleggio a breve termine e lungo termine • Team di esperti e consulenti direttamente in Azienda • Venditori dedicati in tutte le fasi del noleggio o dell’acquisto: assistenza a 360° • Pronta consegna veicoli commerciali allestiti ad hoc chiavi in mano • Ampia scelta di marche di veicoli a livello nazionale • Prezzi competitivi, alta efficienza e competenza • Gestione veicoli in sostituzione • Gestione parco veicoli in outsourcing • Scelta allestimenti per il trasporto A.T.P. dai migliori referenti nazionali • Soluzioni finanziarie e assicurative su misura • Certificazioni di legge trasporto a T controllata


In un mondo fatto di scelte, chi sa scegliere arriva lontano.

Non è facile orientarsi nell’offerta di veicoli commerciali per la tua azienda. termine, trovare soluzioni di finanziamento e assicurazione convenienti. Che si tratti di un singolo veicolo o di un’intera flotta, YouGo ti aiuta a fare la Il tutto presso la sede della tua azienda, per ridurre al minimo le perdite di tempo. scelta migliore per le tue esigenze di business: individuare la giusta marca, modello e allestimento, scegliere tra acquisto e noleggio a breve e lungo Contattaci per una prima consulenza gratuita. Insieme andremo lontano.


dpmagmoto \\ < tag: moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

scusate l’anticipo Le novità del 2012 già svelate: la strategia di marketing e comunicazione delle Case prevede la rivelazione dei nuovi modelli a piccole dosi, in modo da riservare ad ognuno la giusta attenzione. Ecco moto e scooter presentati in tempo d’autunno < di_Alfonso Rago >

dueponti_magazine_88

www.duepontimag.it


\\ motodpmag < tag: moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_89


dpmagmoto \\ < tag: moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda > SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

KYMCO Nuovi protagonisti urbani avanzano: MyRoad 700 dopo una gestazione piuttosto lunga è finalmente arrivato presso la rete vendita Kymco. Il complesso lavoro di sviluppo è servito però a definire un veicolo che punta sul design elegante e raffinato, sulle dotazioni completissime e la moderna motorizzazione. Sulle linee tese e filanti spicca l’imponente gruppo ottico anteriore a tre proiettori, che caratterizza il frontale con indicatori di direzione integrati a led. L’evoluzione tecnologica interessa soprattutto il cuore del veicolo: il nuovo bicilindrico parallelo a 4 valvole per cilindro con raffreddamento a liquido offre, paragonato ai motori monocilindrici, un livello inedito di prestazioni e raffinatezza. MyRoad 700 sviluppa 59 cv a 7.250 giri/min, con esuberante coppia di 62,7 Nm a soli 6.000. MyRoad 700 non è solo un mezzo adatto al commuting, ma uno scooter capace di offrire piacere di guida anche nei percorsi extraurbani e autostradali: il robusto telaio con tunnel centrale e gli steli forcella a doppia piastra assicurano solidità e un avantreno rigoroso a tutte le velocità, grazie anche all’esclusivo sistema di redueponti_magazine_90

www.duepontimag.it

golazione elettronica delle sospensioni su tre posizioni ed al poderoso impianto frenante a triplo disco, con sistema antibloccaggio ABS. MyRoad 700, a scelta in tre colori (argento metal, bianco ice e nero new) è in listino ad un prezzo interessante: per averlo bastano 8.065 euro, valore quasi imbattibile visto il livello prestazionale e le sue dotazioni; lo scooter è inoltre garantito tre anni, con formula Kymco Care, che prevede il rientro del mezzo in caso di avaria.


\\ motodpmag < tag:moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

BMW La Casa tedesca guarda alla propulsione pulita per coniugare mobilità individuale e sostenibilità: entro fine anno, BMW Motorrad attraverso la divisione “Urban Mobility” presenterà due maxiscooter, alimentati da potenti ed efficienti bicilindrici a benzina, che abbineranno la funzionalità di uno scooter con il piacere di guida di una moto. Ma BMW guarda oltre: nel prossimo futuro ci sarà un’offerta nel campo della mobilità elettrica, denominato al momento Concept e, idea futurista, perché elettrico, digitale, dinamico. Concept e manifesta il proprio carattere rinunciando ai tradizionali specchietti retrovisori: due videocamere integrate nella copertura della luce posteriore trasmettono al pilota le immagini del traffico su due schermi LCD d’ottima leggibilità, integrati nel cockpit. La visualizzazione della velocità e degli altri dati principali è assicurata da un indicatore digitale del cockpit dal design minimalista. L’ampia capacità di accumulo e un sistema intelligente di gestione della batteria, così come il recupero efficiente di energia in fase di frenata assicureranno un’autonomia reale di 100 km. Inoltre, la potenza continua e la velocità di punta permetteranno manovre di sorpasso sicure anche nella guida in due sulle strade veloci di città. La batteria è ricaricabile alle normali prese di corrente di casa usate in Europa, USA, Canada e Giappone e non sarà necessaria una stazione di carica speciale. Il tempo di ricarica di una batteria completamente scarica sarà inferiore alle tre ore. Concept e offrirà una guida giornaliera nelle grandi città davvero ad emissioni zero.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_91


dpmagmoto \\ < tag:moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

YAMAHA Nel mondo dell’enduro, Yamaha è famosa per aver rivoluzionato il mercato grazie al primo vero motore 4T da competizione; una gloriosa tradizione, nata con la rivoluzionaria 400 del 1998, che ha segnato la storia dell’Enduro, poi rinnovata nel tempo, grazie al passaggio dalla cubatura 426 cc sino all’attuale cilindrata di 450 ed a molteplici altri miglioramenti che hanno interessato anche telaio ed alimentazione, grazie ai quali la casa dei tre diapason si è sempre mantenuta punto di riferimento assoluto. Per il 2012 Yamaha presenta la WR450F tutta rinnovata, con nuovo telaio più compatto e motore ad iniezione elettronica, studiata per essere il nuovo punto di riferimento del segmento. Ancora, più di dieci anni la YZF-R1 punta al trono di regina delle supersportive, grazie a soluzioni tecnologiche rivoluzionarie per pista e strada. Dal suo arrivo è sempre stata al vertice della tecnologia, cercando sempre nuovi limiti allo sviluppo del motore, come l’introduzione dell’albero motore a croce con scoppi irregolari derivato da quello impiegato sulla YZR –M1 MotoGP, e della ciclistica. La nuova Yamaha YZF R1 porta l’esperienza di guida a un livello ancora superiore: nel 2012, la supersportiva presenta una serie di innovazioni elettroniche ed aerodinamiche, strettamente derivate dalle vittorie in MotoGP, con modifiche che esaltano le prestazioni assolute, il controllo e le possibilità di setting elettronico, ora molteplici. Infine, per celebrare i 50 anni di competizioni nei Mondiali, Yamaha annuncia il lancio di una serie di modelli con un’aggressiva grafica ispirata al mondo delle gare, un livrea già vista in pista nel 2011 sulle moto ufficiali di Jorge Lorenzo e Ben Spies. Derivata dalle grafiche a scacchi bianchi e rossi (speedblock), che caratterizzavano le prime Yamaha ai Mondiali degli anni 60 e 70, la colorazione WGP 50th Anniversary, dedicata ai clienti sportivi di tutte le età, sarà disponibile su YZF-R1, YZF-R6, FZ8, R125, TZR50 ed Aerox 50.

dueponti_magazine_92

www.duepontimag.it


\\ motodpmag < tag:moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

DUCATI Il 2012 vedrà la 1199 Panigale impegnata nel Campionato FIM Superstock mentre in versione SBK, il debutto nel Campionato Mondiale Superbike avverrà nel 2013. Disponibile già da novembre, la Streetfighter 848 arriva a garantire divertimento puro agli appassionati delle “naked”, grazie alla sofisticata combinazione tra il nuovissimo motore 848 Testastretta 11°, gioiello di progettazione motoristica, e la geometria del telaio, migliorata per la massima agilità ed un livello di controllo in piena sicurezza. L’aumentata fruibilità, l’ergonomia rinnovata e il Ducati Traction Control (DTC), danno vita ad un’esclusiva interpretazione Ducati dello stile fighter. La Streetfighter 848 è nel tradizionale Rosso Ducati e nelle nuove colorazioni “Figther Yellow” “Dark Stealth”, che ne enfatizzano l’immagine aggressiva.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_93


dpmagmoto \\ < tag: moto_scooter_anteprime 2012_kymco_bmw_yamaha_ducati_honda >

HONDA Il model year 2012 della CBR1000RR celebra i venti anni della CBR900RR, primo storico modello di superbike sportiva. La nuova Fireblade promette divertimento nella condotta sportiva e un piacere di guida senza precedenti, sulle strade tortuose e in circuito. Cupolino e gruppo ottico sono nuovi, la carena a strati ottimizza l’aerodinamica e il codino è più aggressivo e dinamico. Interessanti le innovazioni tecniche: forcella ed ammortizzatore Showa, migliorano le doti di tenuta di strada, accuratezza della risposta alle asperità, stabilità in frenata e trazione. L’iniezione elettronica del sistema PGM-DSFI (Programmed Dual Sequential Fuel Injection) che alimenta il 4 cilindri in linea da 999 cc, offre un controllo più facile e preciso oltre ad una gestione sensibilmente migliorata delle piccole aperture del gas. Le bellissime ruote in alluminio pressofuso a 12 razze offrono una migliorata rigidità e permettono alle sospensioni di lavorare con il massimo dell’efficienza. Infine, il pannello strumenti digitale con schermo LCD fornisce tante informazioni, dal rapporto inserito al cronometro, dal contagiri a segmenti con tre modalità di visualizzazione fino all’efficienza dei consumi. In più, un indicatore a 5 LED ad alta luminosità suggerisce il momento migliore per cambiare. Honda ha anche annunciato lo sviluppo di un nuovo motore, caratterizzato da un’eccellente erogazione ai regimi bassi e medi e da consumi molto contenuti. Provvisto del cambio a doppia frizione – Dual Clutch Transmission – di seconda generazione, ne è prevista anche la versione con il tradizionale cambio manuale a 6 rapporti. Il bicilindrico parallelo frontemarcia 4T da 700 cc, raffreddato a liquido, è progettato per inserirsi nel segmento dei veicoli di media cilindrata, molto popolare in Europa. Il consumo di carburante supera i 27 km/l (rilevato secondo lo standard WMTC), il migliore tra le medie cilindrate, rappresenta un miglioramento di circa il 40% rispetto ad altri modelli della stessa classe. Il primo veicolo ad essere equipaggiato con questo nuovo propulsore sarà l’Integra, cui si affiancheranno altri nuovi due modelli. dueponti_magazine_94

www.duepontimag.it


IL TUO SHOWROOM NEL CENTRO DI ROMA Viale Trastevere - P.zza Ippolito Nievo 32-34

In esposizione lâ&#x20AC;&#x2122;intera gamma moto e scooter Honda, una vasta scelta di capi di abbigliamento Honda Lifestyle, caschi di ultima generazione, ricambi e il servizio assistenza ufficiale.

MEGA BIKE

P.zza Ippolito Nievo ROMA 32-34 tel. 06 58333329 fax 06 37511716 Circonvallazione Clodia 78/b ROMA tel. 06 3723788 fax 06 58157413


dpmagmoto \\

Proviamo a ricordarlo com’era, aperto, sorridente, gioviale: il pilota disponibile con tutti, pronto allo scherzo, ma anche il serio professionista quando c’era da approntare la moto per la gara

marco simoncelli Meglio conservare questo ricordo di Marco, cercando di riuscire nell’arduo tentativo di dimenticare i terribili fotogrammi dell’incidente, il casco che rotola via ed i resti della moto sparpagliati sull’asfalto, l’inconsolabile dolore di papà Paolo e della fidanzata Kate, che lo seguivano sulle piste di tutto il mondo. “Muore giovane colui che gli dèi amano”: ne erano sicuri gli antichi greci, ci piace pensare che sia stato così anche per Marco, chiamato ora a replicare tra le nubi le sue traiettorie rasenti i cordoli e le sue curve inclinate che sfidavano la legge di gravità. Maledetta domenica in terra malese, così com’erano state maledette altre giornate nere per chi ama gli sport a motore:

dueponti_magazine_96

www.duepontimag.it

Marco, con la sua testa da Re Leone, ha raggiunto altri giovani eroi strappati alla vita da una carambola impazzita sull’asfalto. Un battito d’ali, un soffio di vento. Come Gilles, come Ayrton. Marco era un prodotto della Romagna veloce, genuina e ruspante. Era un giovane uomo con i tratti e gli slanci d’entusiasmo ancora da bambino, pieno di vita e di passione, cresciuto a pane e motori; ma era anche il talento più esplosivo del nostro motociclismo, candidato alla successione di Valentino, del quale era amico nella vita oltre che leale avversario in pista. Genuino, passionale, spontaneo in tutti i suoi gesti e nelle sue parole, si era conquistato l’affetto sincero di tanti tifosi. Gli volevano tutti bene. E adesso ci pare impossibile persino il pensiero che non nel paddock non risuoneranno più le sue battute ironiche e i suoi famosi «Dio bo!», l’intercalare che l’aveva reso famoso. Resta il rimpianto, non solo per quello che avrebbe potuto dare al motociclismo mondiale. Marco era una bella persona. Uno mai banale. Uno vero. E ci ha lasciato tutti al buio. Senza parole. < di_Alfonso Rago > < ph_Google >


\\ motodpmag

Una vita per le due ruote Marco Simoncelli aveva iniziato a gareggiare sulle due ruote da piccolo: dopo gli inizi in minimoto, con uno dei grandi rivali con cui avrebbe poi incrociato ancora le traiettorie anche in MotoGP, Andrea Dovizioso, nel 2002 debutta a Brno, nel mondiale 125 con l’Aprilia. Il primo successo arriva nel 2004, in Spagna, poi il salto in 250 nel 2006, con la Gilera. Tre stagioni e nel 2008 arriva il titolo Mondiale, trionfo che gli aprirà nel 2010 le porte della MotoGP, dove si mette subito in evidenza per la sua velocità ed il suo stile di guida sempre al limite. Quest’anno brilla soprattutto nelle prove: conquista due pole position in Catalogna ed Olanda, ma lascia però perplessi nel rendimento in gara, dove l’esuberanza lo penalizza in varie circostanze. Dopo tante delusioni e polemiche, scatenate da alcuni colleghi cui non è simpatico e che non ne gradiscono la guida aggressiva ritenendola pericolosa, finalmente Marco assapora la gioia del podio, proprio a Brno dove aveva debuttato nel motomondiale. E prima della fatale gara di Sepang, in Australia coglie il suo migliore risultato, arrivando secondo alle spalle dell’iridato Stoner. L’ultimo ricordo felice, prima che calasse la notte.


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_case storiche_roma >

Luxury Home. Il lusso è un sogno. Realizzabile L’immobile che si sceglie per vivere riflette la personalità dei nuovi padroni di casa. Per questo quando si opta per una soluzione di pregio si realizzano sempre i propri sogni. In nome del lusso < di_Luca Monterosi > < ph_Shutterstock.com; Borsino.net >

\\ L’abitazione è proprio come un abito da indossare, che deve sempre “calzare” perfettamente. La casa deve infatti corrispondere ai propri gusti in tutto e per tutto, farci sentire a nostro agio, riflettere le esigenze di chi la seglie, le necessità e il senso estetico di chi la abita. Per questo, quando ci si appresta a selezionare una nuova location di prestigio, è molto importante affidarsi ai professionisti del settore che non solo conoscono il mercato e quindi sono in grado di prospettare la migliore rosa di scelte, ma anche perché sono coloro che interpretano al meglio i gusti del cliente, le sue tendenze e i suoi bisogni. Per poter decidere in totale serenità l’abitazione giusta da vivere ogni giorno, in nome del lusso. \\ < link: www.borsino.net >

dueponti_magazine_98

www.duepontimag.it


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_case storiche_roma >

luxury_home Immobili di prestigio selezionati e proposti da Borsino.net

Via Tevere, Roma

\\ Pinciano, Via Tevere D Esclusivo appartamento intero ed ultimo piano di 240 mq finemente ristrutturato con aďŹ&#x20AC;reschi dâ&#x20AC;&#x2122;epoca in caratteristico Villino liberty di fine 800 ubicato a pochi passi da Corso Dâ&#x20AC;&#x2122;Italia. Composto da: doppi ingressi, grande disimpegno, salone doppio (con camino), sala pranzo, studio, 3 camere, cameretta, grande cucina abitabile, tripli servizi, tre balconi + (uso esclusivo della terrazza sovrastante di 240 mq) Euro 2.200.000 (codice DN159) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Via Molveno, Roma

\\ Camilluccia, Via Molveno D Bellissimo attico di 150 mq con vista panoramica e grande terrazza vivibile ubicato nelle adiacenze di Via della Camilluccia. Composto da: ingresso, salone doppio, sala pranzo, due ampie camere, cameretta, cucina, doppi servizi, balcone, grande terrazza abitabile (di 100 mq), cantina. Euro 950.000 (Codice RS105) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

dueponti_magazine_100

www.duepontimag.it


\\ luxury_homedpmag < tag: immobili_prestigio_luxury_home_roma >

Via Cavour, Roma

\\ Centro Storico, Via Cavour D Elegante 2° piano nobile di 200 mq di alta rappresentanza finemente ristrutturato e ben rifinito con caratteristici soffitti affrescati in signorile stabile d’epoca ristrutturato ubicato a pochi passi da Via Urbana. Composto da: ingresso, grande salone triplo (con camino), tre ampie camere, cucina, tinello con dispensa, doppi servizi, lavanderia, veranda, balcone, cantina. Euro 1.600.000 (codice FC132) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

\\ Balduina, Via Tito Livio

Via Tito Livio, Roma

D Esclusiva Villa d’epoca di 700 mq alta rappresentanza disposta su 4 livelli con ampio giardino e box. Composta da: (Piano terra) ingresso 4 camere zona servizi - (piano rialzato) ingresso salone pranzo studio 2 camere bagno - (piano 1°) 5 camere bagno grande terrazzo(torrino) una camera - ampio giardino su più livelli con box Euro 4.300.000 (codice DN551) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Via Monti Parioli, Roma

\\ Parioli, Via Monti Parioli D Importante attico di 280 mq altissima rappresentanza rifinito con marmi pregiati completo di ampia terrazza e box ubicato nelle adiacenze di Monti Parioli. Composto da: ingresso ampia galleria salone triplo (con camino) grande sala pranzo 3 camere cameretta cucina abitabile tripli servizi veranda terrazza abitabile (di 50 mq) cantina ampio box Euro 3.000.000 (codice FC132) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_101


dpmagluxury_home \\ < tag: immobili_prestigio_luxury_home_roma >

Via di Trasone - Roma

\\ Trieste, Via di Trasone D Silenzioso 3° piano di 110 mq bene esposto completamente ristrutturato e ben rifinito (bouserie in ciliegio, finestre alluminio/ legno, vetri termici Visarm, parquet 14mm etc...) in stabile medio/ signorile ubicato in Via di Trasone. Composto da: ingresso, salone doppio, 2 camere, cucina abitabile, doppi servizi (con idromassaggio Jacuzzi) ripostiglio, 2 balconi, cantina. Euro 820.000 (codice DN889) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Via Montemignaio - Roma

\\ Cassia, Via Montemignaio D Bellissimo attico (di 220 mq intero piano) di ampia metratura con grandi terrazze panoramiche sul Parco di Vejo in signorile comprensorio ubicato all’inizio di Via Cassia altezza San Godenzo. Composto da: doppi ingressi, salone triplo (con camino), sala pranzo, tre camere, cameretta, cucina, tripli servizi, grande terrazza perimetrale (200 mq), box doppio. Euro 1.480.000 (codice GG119) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

Fontana di Trevi - Roma

\\ Centro Storico, Fontana di Trevi D Luminoso 1° piano (esposto come 2°) disposto su 2 livelli in caratteristico stabile d’epoca ristrutturato ubicato a 100 m da Fontana di Trevi. Disposto su 2 livelli - (1° livello) ingresso, soggiorno, sala da pranzo, cucina - (2° livello soppalcato) 2 camere, bagno. Euro 1.180.000 (codice MC102) < link: www.borsino.net > < info: 06.86.06.069 >

dueponti_magazine_102

www.duepontimag.it


P ROP R IETÀ U NICHE. R I S OR S E I NEGUAGL IABIL I. C US TOM E R S E RVICE IMPECCABIL E. Previews® è il programma Coldwell Banker® dedicato agli immobili di prestigio. Se cerchi esperienza e competenza, vieni a trovarci sapremo stupirti con risultati eccezionali.

®

We never stop moving.

Dedicated to luxury real estate.SM

ROMA -Piazza Barberini 21 a / 21 b Tel. 06 42 011 305 - Fax 06 42 010 286 Email: barberini@coldwellbanker.it - http://barberini.coldwellbanker.it Coldwell Banker an International Real Estate Services Company. Each Office is Independently Owned and Operated.


OGGETTI DEL

dpmagoggetti_del_desiderio \\

\\ luxury. Roberto Coin Bollicine Collection. La nuova Collezione Bollicine sposa l’antica arte delle vetrate con il design contemporaneo in questo bellissimo bracciale e nell’anello. Smalto bianco in delicate bolle di oro 18kt, che sono state ulteriormente abbellite con diamanti incastonati. Ancora una volta è una primaria tecnica per i gioielli di Roberto Coin, che ama emozionare e allargare i confini in tutta la sua opera, senza mai perdere la gioia nel creare gioielli indossabili oggi. < link: www.robertocoin.com >

\\ luxury. Montblanc Orecchini White Nights Collection Ispirati alla eleganza dei balletti di St. Pietroburgo, questi splendenti gioielli sono realizzati a mano con diamanti a 27 kt su oro bianco. < link: www.montblanc.com >

\\ luxury. Montblanc Gemelli White Nights Collection Due diversi modelli di gemelli per lui, il primo rettangolare e il secondo sferico, ispirati all’eleganza del mondo russo con diamanti su oro bianco. < link: www.montblanc.com >

dueponti_magazine_104

GGETTI DEL DESIDERIO Sfavillanti diamanti, oro bianco, rosa e giallo. Le grandi Griffe non rinunciano mai al lusso neanche nel settore watch


OGGETTI DEL RIO

\\ oggetti_del_desideriodpmag

\\ luxury. Trollbeads Natale 2011 Il Vischio. Tra i nuovi beads, disponibile sia nella versione in oro, che in argento, da portare al polso rigorosamente per tutto il periodo delle festività, per non perdere l’occasione di un bacio. Teddy Bear. Tenero orsetto d’argento ispirato al regalo più tenero a cui Babbo Natale possa pensare per i bambini di tutto il mondo. Occhio di Tigre. Proposto Blu nella collezione autunnale, si veste per l’occasione di Rosso, andando ad arricchire la preziosa linea delle Pietre Dure sfaccettate. Beads Diamante Blu. Un beads che custodisce, nella trasparenza del vetro lavorato a mano, 13 luccicanti zirconi, su un fondo blu. Set Rosso Natale. Splendente set di beads di vetro in edizione limitata, ideato per gli amanti dei colori più classici, che vogliono un Natale bianco, verde e rosso. Set Natale Blu. Per chi cerca qualcosa che esuli un po’ dalla tradizione più rigorosa, un set dominato da un elegantissimo blu che richiama, nei disegni e nelle fantasie, i decori delle palle di Natale di una volta, in delicatissimo vetro. < link: www.trollbeads.com >

\\ luxury. Gucci Gioielli Da sinistra: Parure Horsebit Cocktail in oro rosa con full pavè di diamanti neri, onice e corindone. Foto al centro: collana, orecchini a cerchio, anello e bracciale rigido della collezione Bamboo Silver. Foto a destra: collana della collezione Horsebit in oro giallo 18 kt, collana della collezione Horsebit in oro rosa con morsetto in corindone e collana della collezione Horsebit in oro rosa. < link: www.gucci.com >

\\ luxury. Hermès Bracciali e anelli in oro rosa. L’universo equestre e nautico si sono fusi insieme per proporre degli anelli ultraleggeri dove le maglie iconiche della maison brillano e risplendono. Collane, bracciali ed anelli in oro rosa, donano alla pelle un tocco sensuale. Certe variazioni sono disponibili anche in oro bianco con diamanti. Prezzo al pubblico a partire da 650 €. < link: www.hermes.com >

\\ luxury. Hermès Bracciali Kelly. La chiusura della borsa Kelly si sposta sui gioielli. Grazie ad una nuova forma della classica chiusura, qui diventa un piccolo bracciale in oro bianco con un pavé di diamanti, disponibile anche in oro rosa e oro giallo. Prezzo al pubblico a partire da 5.200 €. < link: www.hermes.com >

dueponti_magazine_105


dpmagoggetti_del_desiderio \\

\\ luxury. Gucci Orologi Collezione G-Timeless Sport Una linea decisa di orologi sportivi per uomo e donna. Disegnato dal Direttore Creativo Frida Giannini, è disponibile in due varianti del modello da 44 mm. In acciaio o con trattamento PVD nero, abbinato a un quadrante bianco o nero e a cinturini coordinati. < link: www.gucci.com >

\\ luxury. Gucci Orologi Collezione U-Play U-Play, la collezione di orologi più giovane e dinamica di Gucci Timepieces, si arricchisce di tre nuovi modelli per offrire look sempre diversi. Disegnato da Frida Giannini, Direttore Creativo Gucci, l’orologio si declina in: Urban mesh con bracciale a maglia, Gucci Web con cinturino in canvas bianco e Sleek Guccissima in pelle elegante e raffinato. < link: www.gucci.com >

OGGETTI DEL DESIDERIO

\\ luxury. Jaeger-LeCoultre Master Compressor Extreme World Chronograph. Sponsor per il campione Vasilis Orfanos nel Dakar Rally 2011. Una competizione estrema per uno splendido cronografo resistente agli urti, che ha viaggiato dal Nord Argentina al Cile: 9,500 km in condizioni limite. < link: www.jaeger-lecoultre.com >

\\ luxury. Jaeger-LeCoultre Hybris-Mechanica-G de Sonnerie Sobrio ma ricco, elegante e irripetibile, dalle forme mobide: un’altra creazione della Manifattura JLC. < link: www.jaeger-lecoultre.com >

\\ luxury. Montblanc Haute Joaillerie White Nights Watch 208 piccoli diamanti sul fronte, 160 all’esterno della ghiera e 38 sul retro. Puro come una stella che brilla nel firmamento russo, questo orologio è un’oepra d’arte della manifattura svizzera. < link: www.montblanc.com >

dueponti_magazine_106

www.duepontimag.it


dpmagmust_have \\ < tag: accessori_scarpe&borse_luxury_brand_trend >

/&8$0--&$5*0/ */7&3/0 *53&/%*/'"550%*4)0&4&#"(41&326&450 '3&%%0*/7&3/0'"//0$"10"--"3&(0-" %&--"13"5*$*5ÂŤ1&3-6*&%&--"3"''*/"5" &-&("/;"/&*%&55"(-*1&3-&* 2

3

4

1

5

6

dueponti_magazine_108

www.duepontimag.it


\\ must_havedpmag < tag: accessori_scarpe&borse_luxury_brand_trend >

11

7

1 Elene Cassis. Dettaglio must have la mini-

8

9 10

borsetta nera su abito in seta grigio. (New York Mercedes Benz Fashion Week). 2 Bulgari. Collezione Alhambra. Foulard arancio in puro e caldo cashmere. 3 Gucci. Debutta una new version della storica Stirrup, nata nel 1975, dalla chiusura a sperone e di forma semiellittica. 4 Bulgari. Collezione Serpenti. Minaudiere in smalto nero con decorazioni in oro bianco, chiusura a testa di serpente in smalto e malachite. 5 Bulgari. Collezione Serpenti. Borsa a tracolla in pelle verde giada karug o rossa, chiusura a testa di serpente in oro bianco e finitura in smalto con occhi di malachite. 6 Bulgari. Collezione Serpenti. Cinta in pelle verde giada karug con chiusura a testa di serpente in oro bianco, smalto e malachite. 7 Hermès BagBerline. Ispirata all’universo delle automobili e dei sedili in pelle delle Grand Sport coupès, questa borsa dall’effetto imbottito e strutturato ha un look rilassato. Disponibile in otto colori con impunture a contrasto. Prezzo al pubblico 4.500 €. 8 Tory Burch. Ancora grigio con nuovi accostamenti in beige (New York Mercedes Benz Fashion Week). 9 Emporio Armani Women FW. Shopping di pelo mongolia verde con manici scamosciati in tono. Gemma di plexi sfaccettato in tono. 10 Hermès Illico. La fibbia da uomo della sac à dépeches si sposa perfettamente su questa borsa. Una vera opera d’artigianato, le forme morbide, la doppia tracolla e il risvolto, tutto sottolineato dai colori della pelle a contrasto. Prezzo al pubblico 4.400 €. 11 Gucci. Seventies Collection: un classico, con la banda centrale.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_109


dpmagmust_have \\ < tag: accessori_scarpe&borse_luxury_brand_trend >

1

3

2

5

4

6 7

8

1 Gucci. Close up dalle sfilate A/I per il sandalo in lucertola. 2 Emporio Armani. Francesina nera con stringhe e tacco vertiginoso. 3 Lella Baldi by Mary. Tronchetto in pelle grigio con stringhe nere. 4 Emporio Armani. Scarpa spuntata di capretto scamosciato verde con cinturino alla caviglia, tacco calice h.110, plateau interno e dettagli di vernice in tono. 5 Giuseppe Zanotti Design. Suede bluette, gioiello in punta, laccetto alla caviglia. 6 Emporio Armani. Sandalo spuntato di pony maculato stampe animalier nocciola e nero plateau interno, tacco cominc h.110. fasciato pelle. 7 Rossimoda, Emilio Pucci. Sandalo fucsia stringato. 8 Taccetti. Oro, bronzo, pelle nera. 9 Twice. Stivaletto in pelle nera con fibbie e tacco carro armato. 10 Rossimoda, Marc Jacobs. Francesina in pelle bordeaux verniciata.

dueponti_magazine_110

www.duepontimag.it

9

10


www.monwatch.com


dpmagmust_have \\ < tag: accessori_scarpe&borse_luxury_brand_trend >

1

2 4

5 1 Y-3. Look integrale total noir solo per lui

(New York Mercedes Benz Fashion Week). 2 Gucci. Mocassini in coccodrillo 1921 Collection, fibbia a morsetto. 3 Gucci. Stivali in coccodrillo e vitello 1921 Collection. 4 Emporio Armani. Polacchino in vernice beige. Suola carro armato. 5 Gucci. Close up dalla sfilata A/I 2011/2012 con storici modelli per new dandy.

dueponti_magazine_112

www.duepontimag.it


3


dpmagmake_up \\ < tag: make_up_correttore_discromie_colore >

IL CORRETTORE Il correttore è il prodotto solitamente usato per eliminare le discromie della pelle, che un semplice fondotinta non sarebbe in grado di coprire del tutto. Questo prodotto è dotato di una concentrazione più alta di pigmenti rispetto al fondotinta, il che lo rende decisamente più coprente < a cura di_Rossano De Cesaris > < ph_shutterstock.com >

In commercio i correttori si trovano in due texture diverse: cremosi (in tubetto o stilo) e compatti (in cialda, stick o in matita). Quelli fluidi sono maggiormente adatti alla zona perioculare, la cui pelle sottile e sensibile, se venisse truccata con un prodotto troppo duro e pastoso, si segnerebbe inevitabilmente evidenziando segni e rughette. Quelli compatti invece sono ottimi per tutto il resto del viso. In commercio si trovano anche i correttori dall’effetto lifting, che hanno particolari texture di una cremosità mediamente fluida e che producono sulla superficie un effetto temporaneo di tensione che alleggerisce i segni dell’età, in una zona (quella perioculare) particolarmente sollecitata e stressata dai continui movimenti della mimica facciale. Da tenere bene a mente, è comunque il fatto dueponti_magazine_114

www.duepontimag.it

che non è la quantità di prodotto usata a riuscire ad eliminare il problema, quanto piuttosto il giusto dosaggio della relativa tonalità usata, oltre ad una corretta manualità nella stesura. A differenza del fondotinta, che va sempre scelto di una tonalità il più possibile simile al proprio incarnato, il correttore va scelto di un colore specifico in base al tipo di discromia che si dovrà cercare di coprire, tenendo a mente la teoria della complementarietà dei colori. Se, ad esempio, si devono nascondere le occhiaie (zona di pelle color blu-violaceo), non si deve usare un correttore chiarissimo come erroneamente si potrebbe pensare, perché il risultato sarebbe grigiastro; ci vuole piuttosto una tonalità albicocca, in quanto nella scala cromatica è proprio il giallo-arancione il colore complementare del blu-viola (che quindi è in grado di neutralizzarlo). Per rossori come acne e couperose, invece, si può procedere utilizzando un pò di correttore verde malva, da mescolare ad un correttore simile al colore dell’incarnato ed applicare dove c’è necessità, sfumandolo ad arte col polpastello, su cui successivamente stendere il fondotinta con la spugnetta tamponando, non strofinando altrimenti si rimuoverebbe la copertura. < link: www.rossanodecesaris.com >


\\ beauty_newsdpmag < tag: make_up_correttore_discromie_colore_fondotinta >

… il correttore va scelto di un colore specifico in base al tipo di discromia che si dovrà cercare di coprire…

5 2

Obiettivo: pelle perfetta: 1. Make Up For Ever, High

4

Definition Concealer.

1

2. Vichy Aerateint Pure, azione anti-inquinamento colore puro, intatto per 12 ore. 3. L’Oréal Accord Parfait, Fondotinta fondente e uniformante e correttore in mousse.

4. Helena Rubinstein Color Clone Hydra 24h, la perfezione di una carnagione ultra-naturale e un’idratazione 24 ore.

3

5. Clinique All About Eyes Concealer, correttore-trattamento studiato per nascondere gonfiore oculare e occhiaie.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_115


dpmagbeauty_news \\

Dior Les Rouges Or Collezione Christmas 2011. I nuovi rossetti fanno scintille e le labbra diventano incandescenti. Dal rosso al rosa passando per il corallo, le più belle sfumature di rossetto sono state infuse di polvere color oro: 8 tonalità in edizione limitata (€ 30,01). Le Vernis Or: smalti allegri proposti in 4 tonalità gold in edizione limitata (€ 21,98). www.dior.com

BEAUTY JEWELS Preziosi come gioielli. Il trucco autunno/inverno si fa glamour e diventa oggetto del desiderio. < a cura di_Marina De Benedictis_Luana Briglia >

Guerlain Look Noel 2011 Belle De Nuit Per le feste gli ombretti della notte: Ombre Eclat 4 Couleurs - 10 les ombres de nuit (50,10 €); Rouge G26 Gardner (€ 38,80): un rosso mattone profondo e luminoso; Meteorites Perles de Nuit - Poudre Lumière - Eclat Pur in edizione limitata (€ 46,20). www.guerlain.com


\\ beauty_newsdpmag Guerlain Rouge Automatique Un’esplosione cromatica, una gamma di 25 colori, dai più discreti ai più accesi. Beige poudré, rosa scoppiettante, corallo goloso, rosso decisamente conturbante. Le texture, delicate e sensuali, scivolano sulle labbra, per fondersi sulla bocca come una seconda pelle. Il segreto di una nuova formula innovativa non grassa ma ultra idratante (€ 32,40). www.guerlain.com

Givenchy Rouge Interdit Rouge Interdit Lune Carmin n°52 (26,30 €) in edizione limitata da abbinare a Gloss Interdit Lune Carmin n°31 (24,30 €). www.givenchy.com

Helena Rubinstein Lash Queen Sexy Blacks Waterproof Volume push-up e curve provocanti. Ispirandosi alle splendide sinuosità delle curve femminili, HR crea un applicatore inedito e brevettato: la spazzola «90-60-90» che viene immersa in questa formula vellutata. Con la matita Silky Eyes per sottolineare lo sguardo. www.helenarubinstein.com

Yves Saint Laurent Rouge Volupté Perle Fiori autunnali dai riflessi nacré… Labbra sensuali e dalla lucentezza delicatamente perlata. Rouge Volupté Perle di Yves Saint Laurent è declinato in una linea di 6 tonalità naturali o notturne, dai riflessi cangianti. www.ysl.com

Givenchy Les Ombres de Lune Una polvere effetto luminosità per le guance, gli occhi, e il colorito e un ombretto intenso per una lettura in chiaroscuro. Lune Mystérieuse n°1 (48,50 €) www.givenchy.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_117


dpmagbeauty_news \\ < tag:make up_autunno/inverno_colori_tendenze_trattamenti >

1

3

2

4

5

4

6

7

9

8

1. Vichy Essentielles, Trattamento Comfort Labbra e Crema Mani Riparatrice ai polifenoli estratti dai petali della Rosa Gallica. 2. Make Up For Ever, Rouge Artist Mat, è un rossetto saturo di pigmenti per un colore ultra intenso fin dalla prima applicazione. Copertura a lunga durata. 3. Collistar Carisma Collezione Autunno inverno, Ombretto Effetto Seta per occhi ricchi di bagliori dorati e sfumature profonde (14 €). 4. L’Oréal Paris Collezione L’Or, rossetto Color Riche, in sei nuove nuance ricche di pigmenti e particelle dorate per impreziosire le labbra, come se fossero gioielli e Color Infaillible, 5 ombretti dai riflflessi cangianti per far esplodere lo sguardo di mille bagliori. 5. Make Up For Ever, Aqua lip. Se avete le labbra secche, esfoliatele o passate la notte con una buona crema idratante. Poi riscaldate con le mani la matita prima di applicare sul contorno labbra. 6. L’Oréal Paris, crea il Rossetto Universale, un rossetto che, con una sola nuance universale, si adatta perfettamente a ogni tipo di labbra. 7. Collistar Profumo della Felicità, vivace e gioioso, arricchito da oli essenziali euforizzanti ed estratti mediterranei rigeneranti: un vero trattamento di bellezza per il corpo e di benessere per lo spirito. 8. Clinique Turnaround Concentrate Radiance Renewer, Siero Rinnovatore di Luminosità: stimola il processo di rinnovamento e maturazione cellulare per offrire risultati efficaci e visibili. 9. Shu Uemura Nail Color, in tre texture: cremosa: dalla perfetta coprenza a effetto glossy; glitter: elegante e luccicante brillantezza; paillettes: scintillanti bagliori di lustrini in diverse dimensioni. dueponti_magazine_118

www.duepontimag.it


Eva Mendes

THE NEW EAU DE TOILETTE

Experience the world of Thierry Mugler on Discover more at mugler.com

Scopri la nuova fragranza Angel Eau de Toilette presso

MUZIO GIUSEPPE VIA VAL D’OSSOLA, 60 - PM PROFUMERIE VIA SOMALIA, 86 - PM2 VIA F. SAVERIO NITTI, 36 - MUZIO ALFONSO VIALE JONIO, 361 - A.R. VIA CONCA D’ORO, 222 - KIRIELEISON VIA SEBINO, 27 - GRUPPO MUZIO P.ZA PADRI VOCAZIONISTI - NOTTE VIA CARDUCCI, 41 - EMMERRE VIA DELLA ROTONDA, 1/2 - EMMERRE VIA E. FRANCESCHINI, 115/117 - LUBI SRL VIA VAGLIA, 33/35 - LUBI SRL CC.PORTA ROMA VIA ALBERTAZZI, 201 - LUBI SRL VIA CONCA D’ORO, 293/301 - LUBI SRL VIA VALSAVARANCHE, 45 - ZOPPO MARIO FRANCO VIA FLAMINIA, 49/51 - BERNABEI VIA ENEA, 9/A - LN RUBERTO VIA TUSCOLANA, 793/7B/795 - LN RUBERTO C.C. LA ROMANINA.


dpmaghair_news \\ < tag:hair_autunno/inverno_colori_tendenze_trattamenti >

i Sargassi consigliano: l’Oreal colorazione L’Oreal DiaLight. La colorazione

tono su tono ideale per capelli sensibilizzati. Perfetta per personalizzare o correggere un colore. Intenso trattamento della fibra, riflessi luminosi e brillantezza effetto vinile. L’Oreal DiaRichesse. La colorazione tono su tono ideale per capelli naturali. Il primo passo per coprire i capelli bianchi e donare loro un riflesso. Un risultato colore estremamente naturale.< link: www.lorealprofessionnel.it >

HAIR STYLE

Detergere, purificare, ristrutturare, nutrire, riparare. I gesti quotidiani si fanno trattamento.

3

1

2

4

1. Shu Uemura Art of Hair, Cleansing Oil Shampoo, la 1ª formula di Shu Uemura a base di oli di origine naturale arricchita con fermenti onsen per una perfetta detersione e purificazione del cuoio capelluto e della fibra capillare. 2. Kérastase Chroma Sensitive, il primo soin lavant di Kérastase che deterge i capelli prolungando la luminosità del colore, senza solfati, senza siliconi, senza parabeni; Kérastase Chroma Cristal spray illuminante per capelli colorati, senza risciacquo, massima leggerezza. 3. Elvive Total Repair 5 di L’Oréal Paris per capelli sfibrati, indeboliti, spenti, privi di morbidezza e con doppie punte. Una formula alla pro-keratina e ceramide che agisce a livello cellulare per una riparazione totale dei capelli sciupati, senza appesantirli. 4. Absolut Repair Cellular di L’Oréal Professionnel la nuova tecnologia arricchita in acido lattico per capelli sfibrati e rovinati, Siero Trattante: un gesto riparatore per punte danneggiate; Cleansing Balm un delicato lavaggio per chiome sensibili che unisce le proprietà lavanti dello shampoo a quelle nutrienti di una maschera. dueponti_magazine_120

www.duepontimag.it


Giancarlo Baldestein cura l’immagine per “Matrix” e ha curato quella di “Madre Natura” nella trasmissione di Bonolis e di diversi artisti a Sanremo. Oltre alle sue numerose esperienze nel mondo della Moda.

Studio Baldestein. Luxury Hair Style & Care

dueponti_magazine_122

www.duepontimag.it

dell’Oréal, le colorazioni non aggressive Inoa e gli shampoo haircare Kerastase. Colori strepitosi, tagli plasmati ad hoc e poi la Cerimonia di Shu Uemura: un bellissimo momento da dedicare a se stessi, grazie ai massaggi su cuoio capelluto, collo e spalle con la tecnica orientale shiatsu. Da Novembre anche il lunedì.

Studio Baldestein Servizi: Zona: Indirizzo: Contatti: Web:

Luxury Hair Style & Care Roma Flaminia Via Tuscania, 31 Roma Tel. 06.36298042 www.studiobaldestein.it

re d azio nal e

E

ntrare dello Studio Baldestein è prima di tutto un’esperienza dei sensi. Un open space su tre livelli arredato con colori tenui – dal biege al panna, dal marrone al bianco – con un mix di dettagli in pelle e legno. E così l’Atelier diventa subito una location antistress, con le sue atmosfere rilassanti, dove esaltare la propria bellezza grazie ad uno Staff altamente professionale. Giancarlo Baldestein, infatti, non è solo un affermato hair stylist, con esperienze nel settore della moda, del cinema e della tv. È un creativo a tutto tondo, attento all’estetica in tutti i suoi aspetti: dalla cura dei capelli alla scelta dei prodotti più adatti alla persona, dallo studio delle caratteristiche del volto all’ascolto delle esigenze di ogni singolo cliente, dalla selezione dei prodotti a base naturale alla ricerca di soluzioni sempre nuove. Lo Studio offre trattamenti su misura ed esclusivi perché “ogni donna è una regina”, secondo Giancarlo. Ecco allora le collezioni make-up griffate Shu Uemura, i prodotti skincare Sepai, la linea top Kéraskin

pub bl ic ita ri o

Trenta anni di esperienza dedicati ad hair style, hair care e make-up con tecniche e prodotti di ultima generazione. Un’attenzione particolare alla ricerca, ai tagli personalizzati e alla qualità. E da novembre lo Staff della bellezza vi aspetta anche il lunedì


dpmagdesign \\ < tag: design_ecosostenibilità_materiali_armonia_tecnologia >

/"563"- %&4*(/

*MEFTJHOEJPHHJTNFUUFEJQSPWPDBSF FSJUPSOB BMMFPSJHJOJ BMMBDPOUJOVBSJDFSDBEJVOBTJOUPOJB DPOJMQJBOFUBOFMSJTQFUUPEFMMFTVFSJTPSTF < di_Michele Emanuele Mercurio >

\\ I principali players del settore tengono gli occhi puntanti sull’ecosostenibilità e sull’approccio razionale. Linee semplici, materiali che ricordano la natura e armonia fra gli oggetti fanno da filo conduttore, l’ingegno e la tecnologia concludono il cerchio virtuoso. \\

dueponti_magazine_124

www.duepontimag.it


\\ Dell Studio Hybrid In completa sintonia con le foreste incontaminate e con un chiaro messaggio antidisboscamento, “Dell” presenta un insolito lettore CD/DVD, che può essere collegato al PC o allo stereo, frutto dell’originale lavoro di design della squadra creativa Dell, ogni pezzo è diverso dall’altro, e si caratterizza per le peculiari venature di legno. < link: www.dell.com >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_125


dpmagdesign \\ < tag: design_ecosostenibilità_materiali_armonia_tecnologia >

\\ Aquaduct Concept Vehicle Le linee che ricordano i flutti marini e il colore dell’acqua non sono casuali: questo veicolo a pedali nasconde un sofisticato sistema di filtraggio che depura molti litri d’acqua durante il percorso. Pensata per i paesi in cui l’acqua potabile è un lusso, permette di caricare il serbatoio di acqua grezza, con la pedalata si aziona il sistema di filtraggio che restituisce acqua pulita da bere. < link: www.ideo.com >

\\ Three-legged chair Joaquim Tenreiro con la sua Three-legged chair del 1947 è stato un vero precursore dell’eco-design. Linee razionali e poco ricercate fanno di questa sobria seduta un pezzo dall’eleganza semplice e ineguagliabile. L’alternarsi delle venature del legno conferisce un insolito effetto. Interessante anche l’appoggio a “tre piedi” che riesce, grazie alle inclinazioni appositamente studiate, a garantire una stabilità ottimale.

\\ Arlyn table Il tavolo reinterpretato da George Nakashima, lascia in secondo piano il concetto di legno per tenere vivo il materiale “albero”: una sezione orizzontale di tronco fa da piano d’appoggio per questo insolito tavolo. Le venature del legno e la forma non trattata delle superfici e dei bordi, rendono questo tavolo un oggetto unico al mondo e mai uguale agli altri tavoli della sua stessa serie.

dueponti_magazine_126

www.duepontimag.it


dpmagdesign \\ < tag: design_ecosostenibilità_materiali_armonia_tecnologia >

\\ Michel Lelièvre/ Studio Bleu Uno studio per la produzione di un orologio in serie dal design inimitabile. I cristalli liquidi propongono un display su tre righe. Il cinturino segue idealmente le linee della cassa con una forma continua e poco spigolosa. Davvero elegante e insolito, sembra ispirato alle serie televisive di fantascienza. Il display indica anche i giorni della settimana.

\\ Ero’s Transparent polycarbonate chair Di chiara ispirazione retrò, questa sedia vista da lontano sembra una coppa da Martini: la sua base è chiaramente ispirata ad una flûte. Perfetta per ambienti allegri e informali, o per un angolo bar. La struttura in policarbonato garantisce un’alta resistenza e i colori disponibili per la Ero’s sono molteplici. Le sue linee sinuose seducono al primo sguardo.

\\ Leaf design Lievore Altherr Molina Pensati per un uso semplice e informale, i prodotti della serie Leaf si ispirano alle sedie da giardino degli anni cinquanta. In metallo con imbottitura minimale solo sulla seduta, le sedie sono perfette per un uso in esterni o interni. Il tavolo che unisce un cerchio su tre zampe concentriche riprende le linee pulite delle sedie. Disponibile in vari colori, questa linea è un classico fin d’ora.

\\ Anche il lusso è sostenibile < di_Marina De Benedictis >

Ebbene sì, in epoca di crisi, anche i trend nel comparto del lusso virano altrove e cavalcano l’onda dell’innovazione e della salvaguardia del pianeta. Così è nata da qualche anno una nuova corrente di design d’alta gamma: il lusso ecosostenibile. Ed esiste anche una specifica fiera del settore, che a Parigi raccoglie ogni anno tutto il top del lusso sostenibile. Dai gioielli in materiali riciclati alle auto ad emissioni zero (Tesla Motors), dal mobile realizzato senza utilizzo di vernici nocive all’hotel che difende la natura senza inquinare. Le nuove frontiere dell’ecologia luxury oriented. < link: www.1618-paris.com > dueponti_magazine_128

www.duepontimag.it


Che un Tappeto Saman sia bello è scontato… ma non tutti sanno quanto!

SCONTI FINO AL

bordjalu antico persiano cm 242x148

qashqulì persiano lane cork tinte vegetali cm 207x124

€ 2.700 -50%

€ 2.900 -30%

€ 1.350

€ 2.030

nain extra fine lana e seta manifattura di corte cm 200x200

heritz periano manifattura d’epoca cm 303x208

sarouq antico persiano cm 150x100

€ 3.900 -30%

€ 5.200 -30%

€ 2.730

kashan persiano manifattura d’epoca cm 300x200

€ 9.900 -30%

€ 3.640

gabbeh persiano extra fine tinte vegetali lane filate a mano cm 155x106

€ 1.500 -70%

€ 6.930

70%

€ 1.800 -30%

€ 450

€ 1.260

kilim persiano antico cm 290x142

Islamabad fondo seta cm 190x120

ziegler extra tinte vegetali cm 190x130

€ 1.500 -50%

€ 1.400 -70%

€ 1.800 -50%

€ 750

€ 420

€ 900

Collezione Saman Via Giulia 187 Roma | Ponte Sisto, Fontana del Mascherone | Tel. 06.68.75.74.8 | info@ collezionesaman.com ORARIO CONTINUATO | APERTI LA DOMENICA | www.collezionesaman.com


dpmagdesign_news \\ Potete trovare Ceramica Galassia presso lo show room Tre P Ceramiche, Via della Maglianella 127/131

\\ Ethos di Ceramica Galassia La linea ETHOS di Caramica Galassia si presenta con un nuovissimo restyling. Ethos vuole rappresentare un richiamo al passato con contaminazioni moderne, come dimostrano le scelte stilistiche dei suoi elementi e le tecniche di lavorazione impiegate per realizzarli. Ethos significa “posto da vivere” e proprio come vuole questo nome, nato dal greco antico, la collezione rievoca la coerenza, la limpidezza e la razionalità dell’età classica. Caratteristiche che rendono il bagno un posto speciale dove vivere il proprio relax ma che, allo stesso tempo, grazie al mix di contemporaneità e atmosfere antiche, riescono a soddisfare le più diverse esigenze abitative ed estetiche. ETHOS deve la sua raffinatezza anche all’insolita combinazione di forme e materiali, accostati sapientemente alla purezza della ceramica bianca. < link: www.ceramicagalassia.it >

\\ Meg11 di Ceramica Galassia Il nuovo progetto di industrial design MEG11 nasce dalla ricerca di inedite soluzioni formali, caratterizzato da forme e segni che evidenziano l’emozionalità e la poetica degli oggetti stessi, “simboli” che trascendono la loro natura funzionale. I sanitari della collezione MEG11 si presentano essenziali puliti,eterei, dalle forme semplici, elementari, che si integrano perfettamente con gli altri elementi della serie, come il lavabo monolite realizzato anche nella inedita soluzione in legno di iroko < link: www.ceramicagalassia.it > dueponti_magazine_130

www.duepontimag.it


dpmagluxury_wine \\ < tag: champagne_bollicine_pommery_175 anni_m.me pommery >

Una storia… spumeggiante Pommery, uno dei nomi più noti quando si parla di champagne, compie 175 anni. Dai primi anni, segnati dall’estro di M.me Pommery, a oggi, quando sotto la proprietà di Paul-François Vranken e la guida tecnica di Thierry Gasco la maison non cessa di stupire < a cura di_Achilli Enoteca al Parlamento >

\\ L’Enoteca Achilli al Parlamento è particolarmente legata allo champagne. E, nel corso degli anni, con alcune maison abbiamo stretto un rapporto particolare che ci ha portato a una sorta di rispetto, oltre alla collaborazione. Tutto ciò perché abbiamo trovato in quei vini (sì, vini, perché lo champagne è prima di tutto un vino, forse il “re dei vini”) caratteristiche particolari che non solo ci hanno favorevolmente colpito, ma ci hanno permesso di consigliare ai nostri clienti etichette che hanno dato loro sempre grande soddisfazione. Tra queste maison, Pommery, che sta giusto festeggiando il 175° anniversario della fondazione. Non solo. È stato il nostro Daniele Taglia-

dueponti_magazine_132

www.duepontimag.it


\\ luxury_winedpmag < tag: champagne_bollicine_pommery_175 anni_m.me pommery >

clienti. Questa tradizione del brut di elevata qualità la ritroviamo oggi nel Grand Cru, un millesimato prodotto solo con uve classificate 100% in proporzione paritetica tra Pinot Noir e Chardonnay. L’attuale 2004 è uno champagne ricco ed elegante, fresco, di gusto minerale e agrumato. Molto attraente, sa esaltare la tavola come appagare da solo. Per questo, noi dell’Enoteca Achilli al Parlamento riteniamo sia ottimo per far avvicinare il grande pubblico a uno champagne importante, senza patemi d’animo e stress per il portafogli. ferri a selezionare gli champagne Pommery per la nuova guida Grandi Champagne 2012, di cui è stato membro del panel di degustazione (approfondimento nello spazio dedicato). Così, l’occasione del prestigioso traguardo di Pommery e l’avvicinarsi delle feste natalizie – notoriamente il periodo più vivace per il mercato dello champagne, nonostante la sua progressiva e giusta destagionalizzazione – ci porta a conoscere più da vicino questa maison.

Nel segno di Louise Pommery deve il suo sviluppo e la sua fama a una donna. Ancorché giovane, Jeanne Alexandrine Louise, meglio nota come Madame Pommery, si ritrovò a subire la morte prematura del marito e, quindi, a dover guidare la maison di champagne di famiglia. Ma dimostrò immediatamente capacità non comuni e un eccezionale savoire-fare, che le permise di portare Pommery tra le Grandes Marques. Nel 1868 iniziò i lavori per trasformare le crayere (antiche cave di gesso sotterranee di epoca gallo-romana) in cantine e al termine, dieci anni più tardi, fu la prima ad aprire al pubblico questi 18 Km di cantine sotterranee per le visite. Non solo: da grande appassionata d’arte, fece decorare quattro di queste grandi crayere con altrettanti bassorilievi a tema vino e Bacco dall’artista Gustave Navlet, tuttora ammirabili. Infatti, ancora oggi le cantine sono visitabili da parte del pubblico, mentre il legame con l’arte è perpetrato da Nathalie Vranken, moglie di Paul-François proprietario della maison. Tornando a M.me Pommery, fu sempre lei nel 1878 a volere il primo champagne “brut”, quel celebre Pommery Nature che da un lato porterà a una rivoluzione nel gusto dello champagne (fino ad allora decisamente dolce), dall’altro spalancherà alla maison di Reims le porte dell’importante mercato d’Oltremanica. Per questo successo, la signora fece rinnovare profondamente gli edifici della maison ricostruendoli in stile gotico in omaggio gli inglesi, diventati suoi ottimi

Onore al merito Nel 1979, per rendere omaggio a M.me Pommery e onorare la sua grande opera di sviluppo della maison, il principe Alain de Polignac, suo pronipote e chef de caves, creò uno champagne di prestigio che portava il suo nome. La Cuvée Louise, che sintetizzava tutta la filosofia di Pommery iniziata col quel celebre Nature 1874 e nasceva esclusivamente dalle migliori parcelle tra i vigneti di proprietà, con una leggera prevalenza dello Chardonnay sul Pinot Noir e lunga maturazione sui lieviti. Oggi, per la produzione della Cuvée Louise, si impiegano solo tre vigneti specifici, uno ad Avize, uno a Cramant e uno ad Aÿ, il che fa di questo Champagne un Grand Cru a tutti gli effetti. Non solo. Durante tutto l’anno, questi vigneti sono oggetto di particolari attenzioni e, al momento della vendemmia, solo 200 vendemmiatori specializzati possono raccogliere l’uva sotto l’occhio attento di Thierry Gasco, attuale chef de caves e “allievo” del Principe de Polignac. È quindi Gasco il custode della migliore tradizione Pommery, l’artefice di un grande vino che vede la luce solo nelle annate eccezionali. Oggi proponiamo, in bottiglia e in magnum, la Cuvée Louise 1999 (36% Pinot Noir, 64% Chardonnay), uno champagne giocato sulla finezza e sulla tipicità dello Chardonnay in Champagne, quindi florealità, mineralità, grassezza.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_133


dpmagluxury_wine \\ Quale champagne? Se la parola champagne fa immediatamente correre la mente a questo grande vino francese, oltre questo nome sono pochi a conoscere il mondo sfaccettato che vi si nasconde dietro. E, quando si tratta di scegliere oltre i nomi più noti o approfondire la conoscenza di questi stessi, sono sempre in pochi a sapersi orientare. Per tutti questi motivi nasce Grandi Champagne 2012, la più autorevole guida dedicata allo champagne. Ideata dal giornalista Alberto Lupetti insieme a cinque amici, tra cui il nostro Daniele Tagliaferri, in 272 pagine tutte a colori, su carta pregiata e formato tascabile, la guida propone una selezione di oltre 200 champagne, ciascuno con foto della bottiglia, nonché storia, metodo di produzione, abbinamenti enogastronomici, curiosità. La guida Grandi Champagne 2012 è in vendita da novembre nelle migliori librerie e nella nostra enoteca di via dei Prefetti a soli 12,50 euro.

Novità esaltanti

Ma, in questo suo essere molto fine, la Cuvée Louise rivela pure tanta energia che ne fa anche uno champagne da invecchiamento. Naturalmente, la Cuvée Louise, essendo intitolata a una donna, è anche rosé. Fu sempre il principe Alain de Polignac a idearla, giusto tre anni più tardi (1982), aggiungendo del vino rosso al medesimo assemblaggio (quindi il 6% di vino rosso al 28% di Pinot Noir e al 66% Chardonnay). Vino rosso proveniente da Bouzy (il villaggio più rinomato per l’attitudine alla produzione di vino rosso da breve macerazione di Pinot Noir). Anche la Louise Rosé nasce da uve Grand Cru, delle quali si utilizza solo la parte migliore del mosto (1.800 litri contro i 2.050 tradizionali); il vino svolge sempre la malolattica e, dopo la seconda fermentazione, matura tra i 6 e gli 8 anni sui lieviti. Il rémuage è manuale sulle classiche pupitre nelle antiche crayere e, al termine, il dosaggio è molto basso, 5 g/l, il che fa di questo champagne quello con il residuo zuccherino più basso di tutta la gamma Pommery. Nella nostra cantina di via dei Prefetti è presente l’annata 2000, un rosé molto piacevole e affascinante, dallo stile nuovamente legato allo Chardonnay. Cattura la contrapposizione tra i fini profumi minerali e il gusto cremoso e pieno, dolce e fresco. Un rosé raffinato e non meno attraente. dueponti_magazine_134

www.duepontimag.it

Queste le perle della gamma di Pommery ma, proprio in occasione dei festeggiamenti del 175° anniversario, la maison ha lanciato un nuovo champagne, tra l’altro di eccezionale prestigio, visto anche che è proposto rigorosamente in magnum (1,5 l) e in tiratura limitata: il Clos Pompadour. È un vigneto racchiuso da mura (da cui la denominazione clos) attiguo alla maison le cui uve venivano solitamente usate per gli assemblaggi dei vari champagne Pommery. Finché, nel 2002, lo chef de caves Thierry Gasco selezionò parte di queste uve e le assemblò nuovamente con priorità dello Chardonnay sul Pinot Noir prima di far maturare lo champagne ben otto anni nelle cantine sotterranee. La preziosità del Clos Pompadour è sottolineata dal fatto che ciascun magnum è accompagnato da un certificato firmato dallo chef de caves e proposto in un’elegante cassetta di legno. Un vero gioiello da amatori. A quanti, però, volessero una bottiglia parimenti unica senza raggiungere gli estremismi (e il prezzo…) del Clos Pompadour, Pommery offre la formula “For You”. Si tratta di una personalizzazione unica, riservata ai soli magnum e jeroboam (3 l) di Grand Cru e del celebre non millesimato Pommery Noir. Praticamente, ciascun cliente può scegliere una frase di massimo 30 caratteri da far scrivere in un’etichetta apposita: un modo tanto piacevole quanto esclusivo di fare un regalo unico alle persone care e agli amici. L’Enoteca Achilli al Parlamento è pronta a ricevere le ordinazioni di questi champagne esclusivi, in modo da poterli consegnare ai propri clienti, prontamente personalizzati e in cassetta di legno, prima delle feste natalizie. Vi aspettiamo. \\


}

L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

-µJOWFTUJNFOUPDPOTBQFWPMF < a cura di Lorenzo De Santis, Professional Banker, €FA €uropean Financial AdvisorTM >

art advisory L’arte non può essere scissa dal contesto sociale, storico, politico ed economico. E molte banche prevedono un servizio di consulenza ad hoc per chi vuole fare della sua passione per le cose belle un investimento che possa essere rivendibile sul mercato in qualsiasi momento < di_Lorenzo De Santis* > < ph_Shutterstock.com >

\\ L’autore di un’autentica opera d’arte si distingue dalla moltitudine di aspiranti poeti, scrittori e pittori che per diletto si cimentano nelle loro imprese, perché attraverso la sua creazione riesce a comunicare il suo pensiero, la sua visione del mondo o semplicemente ad emozionarci. L’artista più sensibile è certamente capace di anticipare le nuove tendenze ma inevitabilmente le sue opere saranno l’espressione dello spirito del tempo. È la storia che determina le epoche che generano gli stili. Gli archi dell’antica Roma avevano un significato onorario, una funzione politica, evocavano il potere e il prestigio dell’Impero e furono ripresi in età neoclassica. Il barocco sconvolge le forme razionali e l’equilibrio del Rinascimento perché il suo obiettivo è quello di stupire, commuovere per celebrare la gloria della Chiesa. L’arte non può quindi essere scissa dal con-

dueponti_magazine_136

www.duepontimag.it


se non si è esperti è molto difficile districarsi fra abili incantatori di serpenti che ci vendono croste al prezzo di un Picasso

 un quadro potrebbe non essere originale, per esempio appartenere alla sua scuola, quindi non necessariamente un falso;  due quadri, anche molto simili, dello stesso artista possono avere valori completamente diversi perchè appartengono uno al periodo migliore dell’autore l’altro a quello della decadenza o della mancanza di creatività. Anche i grandi artisti sono esseri umani e non possono creare all’infinito opere d’arte;

testo sociale, storico, politico ed economico. Economico appunto, ed è per quest’ultimo aspetto che in una rubrica finanziaria stiamo parlando di arte. Molti sono gli appassionati che frequentano le mostre, i musei, acquistano o semplicemente amano mobili antichi, gioielli, ceramiche preziose, quadri ecc. Tutti questi oggetti hanno una valutazione finanziaria e sono sottoposti alle leggi del mercato. In passato si parlava di beni rifugio. Quante volte abbiamo sentito dire “compro un tappeto come investimento sicuro”. Ed il concetto è corretto ma se non si è esperti è molto difficile districarsi fra abili incantatori di serpenti che ci vendono croste al prezzo di un Picasso oppure farsi incantare dalla firma senza che ne comprendiamo la qualità. Tra i tanti cito tre problemi che si pongono di fronte al neofita:

 l’opera di un artista contemporaneo può avere una valutazione “gonfiata” dalla moda del momento o dalla capacità di comunicare della galleria che lo ospita. In futuro, passata la moda e dimenticata dal gallerista potrebbe esser molto difficile rivendere quell’opera allo stesso prezzo al quale si è acquistata. Pensiamo a Rubens, il grande pittore fiammingo. Vi sono migliaia di quadri attribuiti a lui ma riflettiamo, trattava personalmente con i grandi committenti, era ambasciatore, alla sua epoca non c’erano aerei, si muoveva in carrozza quindi solo gli spostamenti richiedevano tantissimo tempo.

l’opera di un artista contemporaneo può avere una valutazione “gonfiata” dalla moda del momento o dalla capacità di comunicare della galleria che lo ospita

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_137


}

L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

-µJOWFTUJNFOUPDPOTBQFWPMF

Molte banche prevedono un servizio di consulenza ad hoc per chi vuole fare della sua passione per le cose belle un investimento

È molto probabile che non tutte le opere siano direttamente sue. Aveva 160 collaboratori, quindi niente di più normale che parte di esse siano della sua bottega. Anche fra i contemporanei i problemi sono gli stessi se non maggiori. Le 4 regole da seguire prima di intraprendere un investimento finanziario, valgono anche in questo caso. Ricordate? ANALISI DELLE PROPRIE CARATTERISTICHE, DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI, PREPARAZIONE, DETERMINAZIONE. Non dimentichiamole mai sono la chiave per fare buoni affari. Molte banche prevedono un servizio di consulenza ad hoc per chi vuole fare della sua passione per le cose belle un investimento che possa essere rivendibile sul mercato in qualsiasi momento: l’ART ADVISORY. Le opere d’arte sono come i titoli finanziari, se sono buone le rivendiamo facilmente anche con profitto, se sono cattive le dobbiamo tenere sperando che prima o poi risalgano oppure dobbiamo rimetterci tantissimi soldi.

Per info: tel. 064821354 mail Lorenzo.Desantis@pf.bancagenerali.it (rif. Duepontimag)

dueponti_magazine_138

www.duepontimag.it


4,00% 3,30%

sulle somme depositate per un anno1

(Tasso lordo annuo)

NETTO sulle somme vincolate per un anno1

(Tasso netto annuo)

BG Champion

Il conto deposito flessibile e sicuro Rendimenti più elevati rispetto al conto corrente Senza spese, senza imposte e il bollo lo paghiamo noi!

PCT Premium

Investimento in Pronti Contro Termine vincolato a scadenza

Offerta soggetta a limitazioni e riservata ai nuovi clienti o con nuova liquidità trasferita: chiama il Call Center, il Promotore Finanziario o Private Banker di Banca Generali per scoprire i dettagli.

Rendimenti che crescono in funzione della durata

Promozionale. Per le condizioni economiche dei prodotti illustrati e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili su supporto cartaceo presso le Succursali e gli Uffici dei Promotori Finanziari o Private Banker della Banca nonché in versione scaricabile sul sito internet www.bancagenerali.it Promozionale. Prima dell’adesione leggere il Prospetto di offerta disponibile, a partire dal 12/10/2011, sul sito internet dell’emittente www.bancaimi.it ovvero sul sito internet del collocatore www.bancagenerali.it e presso gli Uffici dei Promotori Finanziari o Private Banker. L’obbligazione potrà essere sottoscritta esclusivamente nel periodo dal 12 ottobre 2011 all’8 novembre 2011.

OGGI, due nuove offerte da cogliere al volo. DOMANI, un rendimento vantaggioso e certo.

1Messaggio 2Messaggio

CERTEZZE IN VISTA C A R TA E M AT I TA


}

L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

L’AVVOCATO RISPONDE < a cura del Dr. Andrea Bernardini, Avvocato Civilista, Esperto nel Diritto Condominiale e delle Locazioni | a.bernardini@luxurymedia.it >

le spese condominiali La parola all’Esperto per capire come vengono ripartite le spese condominiali tra proprietario e inquilino Avvocato, alcuni lettori le hanno inviato quesiti relativi alla ripartizione delle spese condominiali tra proprietario ed inquilino. In effetti, il pagamento delle spese condominiali nell’ambito dei rapporti di locazione è spesso motivo di contrasto, sia sul fronte condominiale sia nell’ambito del rapporto stesso tra locatore e conduttore. Iniziamo dal rapporto tra locatore e conduttore. Il taglio pratico di questa rubrica non consente, ovviamente, un compiuto approfondimento anche in relazione ai diversi tipi di locazione e, pertanto, direi di esemplificare con lo schema classico di un rapporto avente ad oggetto un immobile ad uso abitativo. Nel modulo contrattuale troviamo di solito una clausola relativa alle spese condominiali a carico dell’inquilino: a volte si precisa che si tratta delle spese ordinarie, altre volte c’è l’indicazione della norma di riferimento (art. 9 L. 392/1978), ma a prescindere dalla formula utilizzata, la disciplina non è derogabile a svantaggio del conduttore e, quindi, la sostanza non muta. Stipulato il contratto, l’inquilino inizia ad utilizzare l’abitazione e di fatto paga i cd. bollettini che l’amministratore invia presso lo stesso immobile, oppure deposita presso il portiere. E perché dovrebbero sorgere contrasti per una cosa così ovvia? Perché i cd. bollettini, ovverosia le richieste di pagamento del contributo periodico preventivo deliberato dall’assemblea condominiale, si riferiscono appunto a tutte le spese che il condominio ha deciso di dover affrontare nel corso dell’esercizio, ma che solo in parte il locatore può legittimamente addebitare al proprio inquilino. E questo si sa, le spese straordinarie rimangono a carico del proprietario. Non solo le spese straordinarie o, per meglio dire, ciò che in ambito condominiale è considerata una spesa ordinaria non è sempre addebitabile all’inquilino: per esempio, il compenso dell’amministratore e le spese di amministrazione (postali, cancelleria, ecc…), oppure il premio della polizza assicurativa dell’edificio, sono dueponti_magazine_140

www.duepontimag.it


vamente dovuto dal proprio inquilino e si dovrebbero effettuare i conseguenti conguagli, consentendo all’inquilino di verificarne la correttezza esercitando i diritti previsti dall’art. 9 L. 392/1978. E qui entra in gioco quello che lei ha chiamato il fronte condominiale, perché questo calcolo ce lo fa l’amministratore. Per la verità, è proprio passando sul fronte condominiale che spesso nasce il contrasto, perché l’amministratore del condominio non è tenuto affatto a redigere un’ulteriore contabilità individuale, in favore di quei condomini che hanno concesso il proprio immobile in locazione.

certamente spese ordinarie, ovverosia deliberabili con la maggioranza semplice dell’assemblea in seconda convocazione, ma non sono a carico dell’inquilino o, secondo un’interpretazione equitativa, non lo sono integralmente. Come si fa a sapere di preciso cosa deve pagare l’inquilino e perché, parlando delle spese, usa il verbo “addebitare” all’inquilino, non è quest’ultimo che deve pagarle? La risposta ad entrambe le domande la troviamo, almeno in termini generali, nell’art. 9 L. 392/1978, cui ho fatto cenno prima: è semplice reperire il testo anche in rete, visto che si tratta di norme ancora in vigore della cd. Legge Equo Canone. Possiamo leggere, quindi, quali sono le spese a carico dell’inquilino e quali diritti questi può esercitare, nei confronti del locatore, prima di procedere al pagamento. A ciò aggiungerei il fatto che il condominio, nel caso di morosità nel pagamento degli oneri condominiali, non ha titolo per chiedere l’adempimento direttamente all’inquilino, potendo agire per il recupero del credito (almeno in base allo stato attuale della normativa) solo nei confronti del condomino locatore. Leggendo questo art. 9 sembrerebbe che l’inquilino debba pagare solo poche cose. La norma, a parte elencare alcune spese espressamente, si riferisce testualmente anche “… alla fornitura di altri servizi comuni…”, il che amplia la gamma di ciò che è a carico dell’inquilino, ma non aiuta a stabilire con certezza la ripartizione delle spese stesse. Tant’è che le maggiori associazioni dei proprietari e degli inquilini sul tema hanno, a mio avviso opportunamente, stipulato quelli che definirei “accordi interpretativi”. Questi ultimi costituiscono una sorta di classificazione condivisa, anche sulla scorta della casistica giurisprundenziale, dei criteri da adottare per ripartire le spese condominiali tra locatore ed inquilino. Quindi quello che si fa di solito è tutto sbagliato, possibile? Non è sbagliato. Il fatto che l’inquilino paghi le quote di contributi condominiali ordinari nel corso dell’anno, nell’intera misura e con la tempistica approvate dall’assemblea condominiale, è un vantaggio anche per l’inquilino stesso che beneficia così di una rateizzazione. Ciò non toglie che a fine anno, dopo l’approvazione del rendiconto, il locatore ha la possibilità di calcolare quanto effetti-

Perché parla di una contabilità individuale? Perché l’amministratore deve rendere il conto della propria gestione all’assemblea, redigendo un bilancio in cui siano indicate chiaramente ed analiticamente le spese sostenute, gli incassi conseguiti ed i criteri di ripartizione adottati: il tutto affinchè l’assemblea dei condomini possa agevolmente comprendere l’andamento dell’esercizio ed approvare o meno l’operato dell’amministratore stesso. I compiti di quest’ultimo, in termini generali, non comprendono alcuna prestazione che non sia suscettibile di approvazione preventiva o successiva dell’assemblea la quale, evidentemente, è estranea al rapporto contrattuale che lega il singolo condomino al proprio inquilino. Quindi l’amministratore del condominio può rifiutarsi di indicare quali spese sono a carico dell’inquilino? Si, nel senso che si tratta di una prestazione che, allo stato della normativa vigente, non rientra tra le competenze dell’amministratore del condominio. A volte, anche se piuttosto di rado, accade di leggere rendiconti che includono anche una subripartizione delle spese, riferita alle unità immobiliari oggetto di rapporti di locazione, ma dal punto di vista formale si tratta di valutazioni personali dell’amministratore e, comunque, l’approvazione dell’assemblea di tali rendiconti non fornisce alcun particolare imprimatur su ciò che l’inquilino deve o non deve pagare. Ci sarà pure un modo per evitare che locatore ed inquilino litighino per stabilire cosa debba pagare l’uno o l’altro? Che si litighi o meno dipende principalmente dal buon senso dalle singole persone. Diciamo che si può adottare qualche accortezza contrattuale per ridurre la possibilità di equivoci. Per esempio, si può precisare che l’inquilino, nel corso della locazione, pagherà direttamente le spese ordinarie preventive nella misura e con le modalità stabilite dall’assemblea, salvo conguaglio di fine anno da determinarsi ricorrendo ad uno degli “accordi interpretativi” cui ho fatto cenno prima. Non si tratta di una clausola a “prova di bomba” (per motivi che sarebbe anche noioso spiegare), ma la chiara indicazione delle modalità di pagamento e del criterio per determinare la ripartizione delle spese, a mio avviso riduce (anche se non esclude) la possibilità che sorgano dubbi.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_141


}

la nostra alimentazione L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

< a cura del Prof. Giorgio Calabrese, Nutrizionista >

i nutrizionisti spiegano che gli spuntini fuori pasto permettono di ripartire le calorie durante la giornata in modo più adeguato

Obesità e il nuovo ruolo degli spuntini fuori pasto I fuori pasto possono aiutare a sentir meno la fame, ma si devono integrare e non sostituire i pasti.

L

a numerosità dei pasti nel corso della giornata di adulti e bambini è stata soggetta a lunghe discussioni scientifiche: oggi è consolidato che 5 pasti al giorno sono la numerosità più consigliata*. Secondo molti lavori scientifici abbiamo appurato che chi è abituato a mangiare qualcosa di genuino tra l’ora di colazione e il pranzo e tra questo e la cena, ha meno probabilità di accumulare chili di troppo e incorrere nell’obesità e nel sovrappeso. A dedicarsi a questa ricerca sono stati gli studiosi del Food & Nutrition Database Research Inc nel Michigan.

I risultati della ricerca

Alcune caratteristiche dei fuoripasto sembrano particolarmente importanti nell’aiutare a controllare le calorie, per esempio, per la presenza di una sufficiente quantità di fibra…

dueponti_magazine_142

www.duepontimag.it

Gli esperti hanno effettuato uno studio che ha coinvolto quasi seimila ragazzi con un’età compresa tra i 12 e i 18 anni. I risultati non hanno lasciato dubbi, infatti i ragazzi abituati a consumare spuntini genuini a metà mattina e durante il pomeriggio, quindi fuori da ogni pasto principale, tendono a mangiare meno a pranzo e soprattutto a cena. Ciò consente la riduzione della quantità di cibo che si assume durante i pasti principali. Lo stesso studio ha poi evidenziato che oltre il 39% dei ragazzi presi in oggetto, non consuma alcuno spuntino fuori pasto e che più del 21% di essi risultano essere in forte sovrappeso o vicini all’obesità. I colleghi nutrizionisti spiegano che gli spuntini fuori pasto permettono di ripartire le calorie durante la giornata in modo più adeguato, ma si deve trattare di alimenti genuini. Purtroppo sono noti come fuori pasto le terribili patatine che vengono sgranoc* (Documento ESPGHAN: committe on Nutrition J ped gastroent 2011;52:662-669; Critica Rev Ib Food science & techno 2010;50:100-105).


la colazione è importante!

10 REGOLE PER UNA SANA ALIMENTAZIONE 1. Il cibo è divertente… goditelo! 2. La colazione è un pasto molto importante 3. Mangia tanti cibi diversi ogni giorno: la varietà è la ricetta della salute 4. Quale gruppo di alimenti preferiresti? Basa la tua dieta sui carboidrati 5. Mangia frutta e verdura ad ogni pasto e per un gustoso spuntino! 6. Troppi grassi non fanno bene alla tua salute 7. Ecco la merenda! Mangia regolarmente e scegli tante merende diverse 8. Dissetati. Bevi liquidi in abbondanza, soprattutto acqua 9. Abbi cura dei tuoi denti! Lavali dopo ogni pasto 10. Muoverti! Fai attività fisica tutti i giorni

il cibo è divertente… goditelo!

chiate stando spaparanzati sul divano, e che sono diventate una causa delle rotondità che ci affliggono. Il gruppo di Dariush Mozaffarian della Harvard School of Public Health di Boston pubblica, sul New England Journal of Medicine, i risultati di una ricerca ventennale che è consistita nel registrare peso e abitudini alimentari di 98.000 donne e 22.500 uomini i quali, ogni quattro anni, dovevano indicare i loro cibi preferiti e salire sulla bilancia. All’inizio il peso era nella norma, poi aumentava di circa 380 grammi ogni anno fino ad arrivare a 7,6 chili nell’arco dei venti. L’ampia platea di soggetti e il lungo periodo di osservazione hanno permesso di individuare le cause che più incidono su pancia, fianchi e glutei. Al primo posto le patatine e subito dopo le bibite gassate zuccherate, ben prima della carne rossa e persino dei dolciumi che questa ricerca assolve, e che comunque sono marginali relativamente al fabbisogno calorico della giornata. E’ stato considerato anche il ruolo di altri fattori, come l’attività fisica, lo sport e il sonno. La conclusione dei ricercatori è dunque lapidaria: mangiare frutta, verdura e prodotti che contribuiscono ad aumentare la assunzione totale giornaliera di fibra (come ad esempio i legumi oppure quei fuori pasto ricchi di cereali che contengono una quantità di fibra che sia nella giusta concentrazione) è la scelta fondamentale contro il sovrappeso, osservando sempre uno stile di vita attivo, dinamico ed equilibrato.

È vero che i fuoripasto fanno dimagrire? Per perdere peso, come abbiamo ormai appurato sopra, si consiglia spesso di fare qualche spuntino tra un pasto e l’ altro. Ma questo aiuta davvero a non esagerare con le calorie? Alcune caratteristiche dei fuoripasto sembrano particolarmente importanti nell’aiutare a controllare le calorie. Questo vale, per esempio, per la presenza di una sufficiente quantità di fibra (di cui sono fonti la frutta, gli ortaggi, i prodotti che annoverano tra i loro ingredienti derivati integrali del grano o di altri cereali, o di proteine, come nel caso di yogurt e latte). Anche il volume sembra importante: sia usando più diffusamente tecnologie che aumentano il volume del pro-

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_143


}

la nostra alimentazione L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

Carboidrati (g)

Zuccheri (g)

Grassi (g)

di cui saturi (g)

Fibra (g)

116,8

488

12,6

5,5

6,2

3,2

0,5

0,027

5,8

5,8

4,7

6,1

8,8

16,2

2

1,143

137

571

16,1

9,9

6,9

2,9

0,7

0,046

6,8

6,8

6

11

9,8

14,4

2,6

1,896

483

2009,3

66,8

3,6

18,1

0,7

4,9

1

24,2

24

24,7

4

25,8

3,5

19,6

41,4

% GDA

491,6

2045

73

33,3

20,3

4,1

3,5

0,2

Crostata con marmellata

24,6

24,4

27

37

29

20,4

14

6,8

Prodotto da forno lievitato naturalmente (industriale)* gr. 28 % GDA Brioche preparata con yogurt (industriale) gr. 33 *% GDA Focaccia (panetteria)** gr. 140

(casalinga)** gr. 117

* Fonte etichetta nutrizionale ** Dati analitici medi (fonte DQG) da campioni artigianali

scottate integrali, oppure un fuori pasto come alcuni prodotti da forno di elevata qualità industriale o al latte, oppure un frutto, che conviene mangiare intero anziché sotto forma di succo, perché anche masticare fa sentire sazi. Abbiamo confrontato alcuni prodotti industriali e tradizionali. Dalla tabella qui sopra si evince che c’è molta differenza calorica tra prodotti che devono apportare nello stesso tempo di assunzione energia pronta. Si delinea un’ottima digeribilità nel prodotto da forno lievitato naturalmente, che presenta buoni carboidrati e pochi grassi. Nel confronto con i prodotti casalinghi si evince quindi che, seppur di buona fattura, questi ultimi presentano caratteristiche nutrizionali squilibrate nei confronti di grassi e zuccheri.

Mangia frutta e verdura ad ogni pasto e per un gustoso spuntino!

dueponti_magazine_144

Sodio (g)

Energia (kJ)

dotto riducendone il peso, come nel caso di prodotti nei quali viene aumentata la quantità di aria – come i cereali soffiati – ma molto più semplicemente ed efficacemente attraverso uno sviluppo di prodotti che già con piccole porzioni inducono soddisfazione di gusto e quindi aiutano a controllare la quantità di calorie che si introducono. In sostanza, lo spuntino può essere vantaggioso anche nell’alimentazione di chi ha qualche chilo di troppo, ma bisogna scegliere fuoripasto capaci di saziare, con un apporto calorico moderato (possibilmente sulle 120-150 calorie) e che contribuiscano ad apportare sostanze nutritive e protettive, magari abbinandoli ad un frutto. Bene, dunque, uno yogurt magro, con una-due fette bi-

Energia (kcal)

… sì ai prodotti da forno ma solo se di elevata qualità industriale…

% GDA


}

la nostra alimentazione L A PA R O L A A L L’ E S P E R T O

l’equilibrio. Quindi, se il tuo pranzo è stato ricco di grassi, scegli una cena leggera.

7. Ecco la merenda! Mangia regolarmente e scegli tante merende diverse

1. Il cibo è divertente... goditelo! Mangiare con la famiglia e gli amici a casa o a scuola, è un bel modo di godersi il cibo. È curioso vedere cosa scelgono gli altri da mangiare, quali sono i loro gusti e le loro abitudini. Torniamo ora al nostro piatto, a pranzo e a cena. Quanti tipi di frutta e verdura riesci a contare?

2. La colazione è un pasto molto importante Il nostro corpo ha sempre bisogno di energia e, dopo una notte di sonno, il livello di energia è basso. Le automobili, gli autobus e i treni non possono funzionare senza carburante. Quindi, che tu stia andando a scuola o ti stia divertendo nel tempo libero, incomincia sempre la giornata con una buona colazione.

3. Mangia tanti cibi diversi ogni giorno: la varietà è la ricetta della salute Ogni giorno, per essere in forma, hai bisogno di 40 diversi nutrienti con vitamine e minerali. Dato che nessun alimento singolo li contiene tutti, è importante bilanciare le tue scelte quotidiane. Non esistono cibi buoni e cibi cattivi, quindi non devi rinunciare alle cose che ti piacciono di più. Per vivere bene occorre una dieta equilibrata, varia, ed esercizio fisico regolare. Occorre educare al cibo, più che reprimere!

4. Quale gruppo di alimenti preferiresti? Basa la tua dieta sui carboidrati La maggior parte delle persone non mangia abbastanza carboidrati complessi, come pasta, riso, pane, patate e cereali. Più della metà delle calorie della tua dieta dovrebbe provenire da questi alimenti quindi è una buona idea mangiarne almeno uno ad ogni pasto. Prova il pane, la pasta e altri cereali integrali per avere fibre in più.

5. Mangia frutta e verdura ad ogni pasto e per un gustoso spuntino! È nella frutta e nella verdura che si trovano vitamine, minerali e fibre che per noi sono indispensabili. Dovremmo cercare di mangiarne 5 porzioni al giorno. Per esempio: con una spremuta al mattino, un frutto come merenda e sempre frutta e verdura ad ogni pasto avrai fatto il pieno. Puoi abbinare un fuoripasto alla frutta a merenda, l’importante è tenere sempre d’occhio la porzione. Quante varietà diverse di frutta e verdura puoi contare al supermercato? Provane nuove varietà.

6. Troppi grassi non fanno bene alla tua salute Mangiare spesso cibi grassi, anche se gustosi (come salse, fritti, salumi e patatine) non è sempre un bene per il tuo organismo. Preferisci olio (più spesso) e burro a crudo, sono sani e il gusto è assicurato. Anche se abbiamo bisogno di grassi per completare la nostra dieta, è meglio non mangiarne troppi e rischiare di perdere dueponti_magazine_146

www.duepontimag.it

Anche se fai pasti regolari durante il giorno, ci saranno dei momenti durante la giornata in cui sentirai fame, specialmente se fai attività fisica. I fuori pasto possono aiutare a sentir meno la fame, ma si devono integrare e non sostituire i pasti. Hai a disposizione moltissimi tipi di “fuori pasto”. Potresti scegliere dolci o biscotti, cioccolato, un gelato o altre merende confezionate (prodotti da forno, snack dolci), dolci o salate. In altre occasioni potresti preferire un panino, frutta fresca, uno yogurt o un bicchiere di latte. Qualunque sia la merenda che ti piace, ricordati di variare spesso per mantenere bilanciata la tua dieta.

8. Dissetati. Bevi liquidi in abbondanza, soprattutto acqua Lo sapevi che più della metà del tuo peso consiste in liquidi? Oltre a dare al tuo corpo tutto il cibo di cui ha bisogno quotidianamente per mantenersi sano, devi bere almeno 10 bicchieri di liquidi al giorno. È particolarmente importante se fa molto caldo o se hai fatto molta attività fisica: bere molto ti impedisce di disidratarti. Di solito - ma non sempre - te lo dice il tuo corpo, facendoti sentire assetato. L’acqua del rubinetto va bene, naturalmente, ma anche acqua minerale, latte, succhi di frutta, tè o bibite aiutano a soddisfare questo fondamentale bisogno dell’organismo.

9. Abbi cura dei tuoi denti! Lavali dopo ogni pasto Lavati i denti dopo ogni pasto. Mangiare cibi con zucchero e amido troppo spesso durante la giornata può essere causa di carie. Il modo migliore per mantenere un bel sorriso è di lavarsi i denti dopo ogni pasto con un dentifricio al fluoro. E dopo averli lavati la sera, non mangiare più niente e non bere altro che acqua!

10. Muoviti! Fai attività fisica tutti i giorni Così come una bicicletta può arrugginirsi se non viene utilizzata per un periodo lungo, anche i nostri muscoli e le nostre ossa devono essere tenuti in movimento. L’attività fisica serve a mantenere sano il tuo cuore e forti le tue ossa. Può anche essere molto divertente. Cerca di fare un po’ di movimento ogni giorno!

lo sapevi che più della metà del tuo peso consiste in liquidi? Bevi almeno 10 bicchieri di liquidi al giorno…


dpmagappuntamenti \\ < tag: eventi_spettacoli_musica_teatro_appuntamenti_novità >

Michelle Hunziker

\\ teatro sistina. Mi scappa da ridere. Michelle Hunziker Fino al 20 novembre 2011 Che cosa è la risata? Uno sfogo, una reazione nervosa del nostro organismo? Una forma di timidezza, un segnale di debolezza, un indice di positività? Per Michelle Hunziker, la risata è anche un modo di comunicare. La risata è il suo mantra. Ha una risata così cristallina da scatenare un uragano, capace di trasportare lo spettatore in un mondo inatteso di aneddoti sorprendenti, dove nessuno - soprattutto lei - si prende mai sul serio. E da qui nasce “Mi scappa da ridere”, il primo spettacolo originale portato in scena da Michelle, prodotto da Ballandi Entertainment, in cui è lei stessa a raccontare la “sua favola”. La sua vita reale, la sua infanzia, la sue passioni, i suoi principi azzurri si fondono a fantasia, invenzione ed immaginazione. < link: www.ilsistina.com >

Ale e Franz

\\ teatro olimpico. Ale e Franz Dal 6 all’11 dicembre 2011 Risate assicurate con il duo comico Ale e Franz e la loro “Aria Precaria”, uno spettacolo tutto da ridere. I fuoriclasse della battuta intelligente tornano al Teatro Olimpico con la loro fulminante e surreale comicità. Luoghi e non luoghi, sospesi tra il serio, l’umoristico, l’allegro e il pungente. Tempo e spazio che si incrociano e si allontanano in modi a volte inaspettati. E, che sia in una vivace bocciofila o in un call center, che sia una sala d’aspetto o una panchina al parco, l’aria è sempre diversa eppur è sempre aria precaria: in bilico tra il reale e l’impossibile. Due uomini e diversi personaggi che intrecciano le loro vite e le loro vicende in modo imprevisto e imprevedibile che raccontano, attraverso dieci diversi quadri, le contraddizioni e le assurdità delle persone (non) comuni. < link: www.teatroolimpico.it >

\\ teatro sistina. La cage aux folles (il Vizietto) Fino all’8 dicembre 2011 La storia narra la vicenda di Renato e del suo compagno Albin: gestiscono uno sfavillante locale notturno per travestiti a Saint Tropez, dove Albin si esibisce come drag queen con il nome d’arte di “Zazà”. I due, che vivono insieme da oltre 20 anni, hanno cresciuto assieme Laurent, figlio di Renato, nato da una fugace relazione eterosessuale con una ballerina. La tranquilla vita dei due viene però messa a dura prova quando Laurent annuncia di essersi fidanzato con la figlia di un politico reazionario e ultra-conservatore e che, in occasione della visita dei futuri suoceri, desidererebbe che Albin non fosse presente, per non fare cattiva impressione sul futuro suocero. Da qui ha inizio una serie di equivoci comici, che movimentano la vicenda fino a una conclusione a sorpresa. < link: www.ilsistina.com > Massimo Ghini, Cesare Bocci

dueponti_magazine_148

www.duepontimag.it


Ringiovanimento del volto

Due trattamenti mirati, non invasivi, per rigenerare e liftare il volto con risultati visibili e duraturi L’O S S I G E N O I PE RB AR ICO EST ET ICO Che cos’è? L’ossigeno iperbarico estetico è una tecnica di infusione percutanea, tramite un sofisticato apparato che trasforma l’aria (costituita al 21% da ossigeno e al 79% da azoto) in ossigeno puro, iperbarizzando (portando cioè ad una pressione superiore rispetto a quella atmosferica di 1 Barr.). Effetti e risultati Gli effetti sulla pelle sono una “rigenerazione”: dopo circa dieci giorni dalla prima seduta è già molto evidente l’evoluzione di tutti i parametri morfologici cutanei (turgore, elasticità, tessitura) e il miglioramento in termini di luminosità, tono e spessore della zona trattata. Notevole la diminuzione delle rughe dinamiche e statiche, il restringimento dei pori cutanei, l’involuzione dei processi acnei attivi e degli esiti cicatriziali post-acneici.

re da zion al e

pubbl i ci ta rio

Frequenza Ci sono vari protocolli: nel caso in cui l’operatore sia un medico, i principi attivi saranno veri e propri “farmaci” e l’ossigeno iperbarico rappresenterà una sorta di stringa verticale con cui iniettare. I protocolli di trattamento “strong” possono essere articolati in sedute intensive a cadenza mensile, della durata di circa 60 minuti, e in abbinamento ad altre strategie antiaging che ottimizzano il risultato: radiofrequenza bipolare, peelings, ecc. I protocolli “soft” prevedono i vece 6-10 sedute di circa 30 minuti e qualche richiamo mensile. Tale schema è adatto a pelli più giovani e rientra in un programma di prevenzione antiaging o di mantenimento o, ancora, nel pre e post operatorio chirurgico (lifting). In ogni caso le modalità, i tempi, i farmaci, da veicolare e le associazioni con altre terapie saranno quindi “strettamente personalizzati” e individuati in una valutazione medica essenziale per un risultato visibile e duraturo.

Frequenza Le sedute vengono eseguite con un manipolo e la qualità di calore prodotto viene stabilita dal medico. La radiofrequenza è una tecnica selettiva sul derma, non danneggia gli altri tessuti (venoso, linfatico, muscolare o nervoso), non è dolorosa (durante la seduta si avverte solo calore nella parte trattata), non ha conseguenze se non un lieve rossore destinato a sparire in un paio d’ore. Il trattamento completo prevede da 6 a 10 sedute ed i risultati sono veloci e duraturi. Ottimo l’abbinamento con ossigeno iperbarico. Per concludere Questa tecnica innovativa opera un netto miglioramento del tono della pelle con forte riduzione delle pieghe, lassità cutanee e smagliature. La sua efficacia è provata clinicamente e rappresenta la soluzione ideale per chi desidera un ringiovanimento visibile, efficace, duraturo e senza chirurgia.

la Dr.ssa Leda Moro

L A R AD I O F R EQ U ENZ A Che cos’è? È un trattamento non invasivo che sfrutta il passaggio di una energia elettromagnetica ad alta frequenza attraverso la pelle inducendo una neo-produzione di collagene. Questa tecnologia è approvata dalla FDA Americana per il trattamento del viso e delle lassità cutanee del corpo. Effetti e risultati L’effetto lifting cutaneo è quasi immediato dopo le prime sedute, tuttavia il vero risultato della radiofrequenza si manifesta appieno dopo un periodo di 3-6 mesi, cioè quando la formazione indotta dal nuovo collagene sarà completata. Le zone che appaiono più visibilmente migliorate sono il collo, le braccia, l’interno cosce e l’addome.

Dr.ssa Leda Moro Medico Chirurgo, Specialista in Cardiologia Medicina e Chirurgia Estetica, Direttore Brazil System srl Trattamenti: Zona: Contatti: Email: Sito:

Ossigeno iperbarico estetico, radiofrequenza Roma, Parioli e Gianicolense Tel. 06.66154318 dott.samoro@infinito.it www.brazilsystem.com

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_149


dpmagappuntamenti \\ < tag: eventi_spettacoli_musica_teatro_appuntamenti_novità >

\ teatro eliseo. Natale in casa Cupiello Dal 29 Novembre al 18 dicembre 2011 Pietro Carriglio, con la compagnia del Teatro Biondo Stabile di Palermo, propone un’edizione innovativa di una delle più famose e celebrate commedie di Eduardo De Filippo. Natale in casa Cupiello, tra le commedie di Eduardo è quella che ha avuto la gestazione più lunga e singolare. Egli stesso la definì “parto trigemino con una gravidanza di quattro anni”. Nacque, infatti, come atto unico (il secondo attuale), al cinema-teatro Kursaal di Napoli, dove debuttò nel dicembre del 1931, aprendo una stagione che doveva durare pochi giorni e durò invece diversi mesi. < link: www.teatroeliseo.it >

\\ teatro ambra jovinelli. Semo o nun semo di Nicola Piovani Fino al 20 Novembre 2011 Il titolo dello spettacolo, è il titolo di una canzone di Romolo Balzani ed è il titolo che abbiamo scelto per laserata di canzoni classiche romane. È noto che la storia della canzone romana è una storia minore rispetto ad altre, come quella napoletana. Eppure anche Roma ci ha lasciato qualche stornello che merita di essere ricordato. Così abbiamo pensato di riunire in una serata alcuni dei pezzi più pregiati che ancora oggi ci appaiono come i canti di Roma più emozionanti, “i meglio fichi del bigoncio”. Le abbiamo rispolverate e lucidate per presentarle in un concertino festoso, col vestito, col colore, con l’arrangiamento che possa di più rendere il loro sapore originale. Tre cantanti, un attore, un piccolo ensemble strumentale, e buon divertimento a tutti. < link: www.ambrajovinelli.org >

\\ gran teatro. I Promessi Sposi, l’opera moderna Fino al 27 novembre 2011 L’Opera Moderna I Promessi Sposi arriva a Roma. La rappresentazione scenica di produzione italiana, a metà strada fra il musical e l’opera rock, è ispirata al celebre romanzo di Alessandro Manzoni I promessi sposi ed è andata in scena per la prima volta nel 2010. Autore della riduzione teatrale e del libretto è Michele Guardì mentre le musiche originali sono di Pippo Flora, responsabile anche degli arrangiamenti e delle armonizzazioni corali. Il coro polifonico è diretto da Maria Grazia Fontana, mentre l’orchestra sinfonica Nova Amadeus è condotta da Renato Serio, cui è affidata anche la direzione musicale dell’intero progetto. Consulenza musicale, pianoforte, editing e missaggi sono di Sergio Cammariere. < link: www.ilgranteatro.it >

dueponti_magazine_150

www.duepontimag.it


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ evento. Nello spazio con Virgin Galactic SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

VipCafè Via Veneto, Perugia, Monaco, New Mexico. Le strade più in delle grandi città nel mondo, diventano la patria della movida, dello sport e del glamour. Soprattutto durante l’autunno < a cura di_Veronique Arnaud & Mari Fisher > < ph_ courtesy of Comunicazione Integrata Sas; Getty Images; Equa; Fabi Ghinfanti Com >

dueponti_magazine_152

www.duepontimag.it

New Mexico, 17 Ottobre 2011. Spaceport America Dedication: Sir Richard Branson, con il figlio Sam e la moglie Holly sospesi in una scenografica performance sui vetri del Virgin Galactic Gateway Space Hangar. È stata questa una parte della sorprendente cerimonia dedicata al nuovo hangar di Virgin Galactic, per dare spazio ai progetti del futuro (ph_Mark Greenberg/Virgin Galactic).


\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ evento. Rainbow MagicLand Notte Bianca Roma, Sabato 1 Ottobre 2011. Rainbow MagicLand, il parco divertimenti che sorge a Valmontone, a venti minuti d’auto dalla capitale, il 1 ottobre è stato in festa fino alle due del mattino. Tutte le 35 attrazioni sono rimaste aperte fino a notte fonda e uno spettacolo presentato da Lorena Bianchetti ha proposto sfilate di moda di giovani stilisti, esibizioni di gruppi musicali emergenti, coreografie di danza. La sfilata di Gai Mattiolo, al quale è stata consegnata ufficialmente dal Direttore Marketing del Parco Alessandro Tortorella, la cittadinanza onoraria di Rainbow MagicLand, ha chiuso le performance. Fuochi d’artificio hanno illuminato il cielo a conclusione della prima stagione estiva del Parco.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_153


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ coffè hour. Kimbo Coffee Hour Roma, Ottobre 2011. All’Hotel Majestic Bar La Ninfa di Via Veneto, si è tenuto il primo di una serie di incontri-evento in nome di caffè e cultura. Vip numerosissimi sul red carpet steso per l’occasione, profumo di caffè servito in mille modi grazie al Bartender Kimbo Carmine Castellano, temi di discussione: le grandi passioni e gli italiani eccentrici. Inoltre si va a caccia dei K-People, ovvero di persone dotate di particolare “opinion leadership sociale” ancora per altri eventi autunnali .

\\ evento. Compleanno al Gilda Roma, Ottobre 2011. Molti gli ospiti presenti alla grande festa a Roma al “Gilda”, in via Mario dei Fiori 97, per il compleanno di Giancarlo Bornigia che ha compiuto ben 81 anni. Il re delle feste, tuttora in piena attività, affiancato anche dalla moglie Lucia e dai figli, è riuscito a tenere in vita locali che hanno fatto storia, come “Il Piper” fondato nel 1965, lo stesso “Gilda” e l’“Alien”. Durante la serata Teddy Reno ha cantato vari pezzi in omaggio al festeggiato, poi spettacoli di burlesque, balli con l’animazione della “Chic Oper House” presente tutti i sabati e musica del d.j. Valter Paoli. Il party, con cena dalle 21.30, ha coinciso con l’apertura ufficiale della discoteca ora rinnovata in uno stile ancora più chic e luminoso insieme al ristorante “Le Cru”, in cui possiamo ritrovare Stefano Aviani con menu particolari e la tipica churrascaria.

dueponti_magazine_154

www.duepontimag.it

SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

\\ show. Rome Burlesque Festival Roma, 15 Dicembre 2011. A grande richiesta ricomincia l’arte del burlesque al Micca Club, dove il pubblico finalmente può assistere a serate di pura euforia artistica, con striptease, cabaret, musica dal vivo, workshop, mostre, photo shooting, Burlesque Market. In programma le esibizioni di Julie Atlas Muz da Detroit (Miss Exotic World e Miss Coney Island 2006), Luna Rosa (Uk), Billie Rae (Uk), Dixie Ramone (Roma - vincitrice del Dixie Evans Burlesque Festival di Las Vegas ed unica partecipante italiana del New York Burlesque Festival) e le nuove star del programma tv “Lady Burlesque” Albadoro Gala, Lady Letizia e Sweety J, presentate sul palco dal direttore artistico Alessandro Casella.

dueponti_magazine_156

www.duepontimag.it


pubbl icita rio r ed az ion al e

Scuderie di Palazzo Ruspoli

Hotel Adriano

Appuntamenti di stile Da quindici anni sulla cresta dell’onda con gli eventi di stile firmati Lesorelle, Teresa e Tina Zurlo tornano con un calendario ricco di appuntamenti da non perdere

Convoglia

LeSorelle Roma Servizi: Contatti: E.mail: Sito:

Organizzazione eventi di stile Tel. 06.3337126 Cell. 327.7322170 - 327.7322171 info@lesorelle.org www.lesorelle.org

Si parte con l’evento “Crea e Ricrea con Gusto” dedicato ai “CREART” che realizzano manufatti nel campo della Moda - Accessori - Bigiotteria - Gioielli - Complementi d’arredo ed inoltre per la prima volta, ai “CREART” che esprimono il loro talento nell’ambito del gusto (Pasticceria - Cioccolateria) dal 5 al 6 e dall’8 al 13 novembre presso le Scuderie di Palazzo Ruspoli in via di Fontanella Borghese. Creazioni artigianali anche all’Hotel Adriano in via di Pallacorda che il 12-13 novembre e il 26-27 novembre ospiterà il Galà del Bijou, un Luxury Corner dedicato al gioiello con pezzi unici del passato, rarità e capolavori vintage esposti in 12 spazi esclusivi con designer noti e meno noti, artisti del manufatto legati dal filo rosso dell’originalità. Location metropolitana, poi, per il FashionArt Urban Store del 6 e 20 novembre al Convoglia in via Giolitti: una giornata dedicata al fashion tra espositori di moda e sapori, immersi in un’atmosfera unica. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. Vere e proprie autorità a Roma per quanto riguarda gli eventi di questo genere LeSorelle danno vita da 3 lustri a manifestazioni riconosciute ormai come il mezzo ideale per quei brand e quei negozi che vogliano creare una vetrina prestigiosa nel centro storico più esclusivo. Per stilisti emergenti e new fashion brand il count-down per il successo è iniziato! www.duepontimag.it

dueponti_magazine_157


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

\\ news.

Auditorium Parco della Musica Roma, 4 Ottobre 2011. Presentata la Stagione 2011/2012 della Fondazione Musica per Roma che gestisce l’Auditorium Parco della Musica. A l nono anno di vita si prosegue lungo un percorso che ha consentito di proporre un programma composito e accessibile, sperimentale e popolare al tempo stesso. Nel corso della presentazione, ha dichiarato tra l’altro il Presidente della Fondazione Aurelio Regina: “500 appuntamenti che spaziano tra musica, spettacoli, cultura e arte, con diversi crossover, sempre più spesso incanalati in festival, rassegne, format originali”. Carlo Fuortes, Amministratore Delegato di Musica per Roma ha aggiunto: “È un programma all’insegna dell’innovazione culturale, della ricerca e dell’apertura a nuovi linguaggi” (ph Musacchio&Ianniello)

\\ eventi.

Festival del Cinema Internazionale Perugia, 1 Ottobre 2011. Il fotografo Bruce Weber, lo stilista Brunello Cucinelli, Elettra Goretti, Emanuele Rossi posano durante l’evento di apertura del Fest.

dueponti_magazine_158

www.duepontimag.it


\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni > SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

\\ musical. Mamma mia! Roma, 13 Ottobre 2011. Mamma mia! sbarca a teatro, dopo essere stato un film americano di successo mondiale girato a Skopelos in Grecia. Qui si balla e si canta sul palco in nome degli Abba, coi successi degli anni â&#x20AC;&#x2DC;70/80 sempre intramontabili. Al Brancaccio, con Chiara Noschese, prodotto da Stage Italia.

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_159


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni > \\ evento. XVI Meeting Internacional Italia/Brasile Roma, 11 Ottobre 2011. Emma Marcegaglia, Bruna Lombardi, Aloizio Mercadante, Eduardo Campos: sono solo alcuni nomi dei 120 leader imprenditoriali che hanno partecipato al 16° Meeting Internazionale sui rapporti economici, di integrazione e di sport dei due paesi, tenutosi all’Hotel St. Regis della Capitale e organizzato dalla LIDE.

\\ award. Golden foot 2011 Monaco, 10 Ottobre 2011. La leggenda del pallone Javier Zanetti vince il premio annuale dedicato ai massimi calciatori nel mondo. Ritira il premio, consegnato dal Principe Alberto II, anche Ryan Giggs. I campioni posano anche in gruppo sulla Champions Promenade del Principato nonché con le proprie bellissime accompagnatrici: fra i tanti, Pele, Figo, Gullit. dueponti_magazine_160

www.duepontimag.it


H&F group eventi e comunicazione Hoara Borselli ci illustra i segreti del wedding planner. Per far felice ogni coppia di sposi nel loro giorno più bello

re dazional e

pu bb li cit ar io

Cosa offre agli sposi l’agenzia H&F group? Offre l’opportunità ad una coppia di sposi di poter essere supportati, consigliati e agevolati nel difficile percorso di preparazione al matrimonio. Offre, anche, il vantaggio di poter risparmiare avendo con noi l’opportunità di usufruire di convenzioni che potranno notevolmente incidere sull’oneroso impegno economico che un tale evento comporta. La H&F dà, inoltre, la libertà di poter scegliere solo alcuni dei moltissimi servizi che offriamo e ciò comporta che potranno rivolgersi a noi anche coppie che sono già avanti con i preparativi e che in corso d’opera sentono l’esigenza di sentirsi supportati per essere sicuri di non lasciare nulla al caso. Quindi non sostituirsi agli sposi, ma affiancarli, guidarli, consigliarli. Organizzare loro un matrimonio nei minimi particolari è un’esperienza che deve dare una grande soddisfazione nel momento in cui proprio gli sposi, al termine della giornata, vengono a rimgraziarla. La nostra gratificazione sta nella loro felicità essendo noi consapevoli che il matrimonio sia l’unico evento che esige una perfezione assoluta. Il nostro lavoro consiste nel regalare alla coppia di sposi la certezza che tutto sarà come loro hanno sempre sognato. La preparazione di un matrimonio può essere lunghissima. Poi il giorno stesso può accadere l’imprevisto che sconvolge i piani. Come si interviene di fronte a situazioni non preventivate? Un buon wedding planner dovrebbe preventivare tutto ciò che potrebbe sconvolgere i piani, cercando che non accada mai, ma se dovesse succedere, con noi, gli sposi avranno la garanzia di una immediata risoluzione del problema.

Al primo appuntamento gli sposi sanno esattamente cosa vogliono? Al primo appuntamento gli sposi descrivono quel giorno come lo hanno sempre immaginato ed insieme delineiamo il cammino per far si che ciò non rimanga solo un sogno. Hoara, come nasce la tua passione per l’organizzazione di eventi? Questa è una passione che coltivo da sempre e da anni mi ci dedico parallelamente al mio impegno artistico. Con grande passione e dedizione seguo sempre in prima persona gli eventi che organizzo e anche nei matrimoni sono sempre in prima linea insieme al mio staff affinchè tutto possa riuscire alla perfezione. Un evento che ti è particolarmente piaciuto organizzare? Ho avuto un’enorme soddisfazione nel riuscire a realizzare il sogno di due ragazzi che da sempre desideravano potersi sposare su di un’isola deserta ma che lo vedevano come un qualcosa di irrealizzabile. Gli è stato regalato un giorno indimenticabile, in una spiaggia meravigliosa con un’atmosfera da sogno. Non smettono di ringraziarmi, ma attraverso queste pagine voglio io ringraziare loro per l’emozione che mi hanno regalato nel vedere la felicità nei loro occhi.

Hoara Borselli

H&F Group eventi e comunicazione Servizi: Indirizzo: Contatti: E.mail: Sito:

eventi e comunicazione Piazza Regina Margherita, 27, Roma Tel.06.8411442 - Cel. 349.2649024 info@hfgroup.it www.hfgroup.it

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_161


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni > SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

\\ sport. Axel Family Party Roma, 30 Settembre e 1 Ottobre 2011. Grande afflusso di vip e non nella prima festa del ghiaccio con l’Axel Family’s Party dedicata agli oltre 650 allievi e a seguire con “Tutti sui pattini”, giornata ad ingresso libero. Pattinano abitualmente molti figli e nipoti di personaggi dello spettacolo amici dell’Axel come: Paolo Bonolis, Fiorello, Pino Daniele e Renato Zero. Tra i frequentatori dell’Axel anche Paola Saluzzi, Luna Fisichella e Chiara Mastalli. La pista olimpionica è situata a Piazza Mancini con i suoi 1600 mq di ghiaccio a -10 gradi.

dueponti_magazine_162

www.duepontimag.it


\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_163


dpmagvip_cafè \\ < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni > SCARICA IL DUE PONTI MAGAZINE SUL TUO IPHONE E IPAD

\\ eventi. Admiral Club Roma, 12 ottobre 2011. Di nuovo nella splendida cornice di Corso Francia presso l’Admiral Club di Roma si è ripetuto l’ evento promozionale per le nuove VLT ed AWP. Palcoscenico ideale per l’intervento di noti volti del mondo dello spettacolo ospitati dal gruppo D’Annucci proprietari di alcune sale del settore. La serata apertasi con Happy Hour e musica dal vivo ha dato luogo a Tornei dimostrativi di Poker Texas Hold’em e Black Jack con la presenza di croupier ed hostess di gioco con premi in Smart Box e con l’affluenza di gran parte della bella gioventù di Roma Nord.


\\ vip_cafèdpmag < tags: vip_eventi_festival_fashion_libri_glamour_presentazioni >

\\ fashion.

Sfilata di Betta Guerrieri Milano, 26 Settembre 2011. Betta Guerreri al Gattopardo di Milano ha presentato la Sfilata delle Collezioni Donna Primavera-Estate 2012. Presenti alla soirèe Amadeus con la moglie Giovanna Civitillo, Samantha De Grenet con il compagno Massimo Zuccato, Silvana Giacobini, Lorena Bianchetti, Alba Parietti, Alessandro Cecchi Paone, Luigi Foscale con la moglie Monica Ghizzo, Justine Mattera, Marco Balestri, Roberto Alessi, Sandro Mayer con la moglie Daniela. Al termine della riuscitissima ed applauditissima sfilata è seguito un faraonico dinner-party per i 200 selezionati ospiti (T. Gandino).


em _ nov 9 o r nume

inside

011 bre 2

g il ma

irco del C azine

e lo Du

Sport Ponti

lub ing C

E R R ATA C O R R I G E Il Bistrò. Nel n.3 del Due Ponti Mag, all’inaugurazione della nuova location del Circolo sono intervenuti gli amici di “Festa Italiana” (Rai 1, con Caterina Balivo), e non di Piazza Italia come erroneamente indicato nell’articolo. Ci scusiamo con gli interessati.

in questo numero_ tributo \\ andrea pesciarelli tennis \\ un pomeriggio particolare scuole \\ calcio e nuoto kite \\ vento do brasil


\\ editorialedpmag < tag: editoriale_luigia latteri_notizie_news_due ponti sporting club >

editoriale. Il mio ricordo di Andrea Pesciarelli. \\ cari lettori, Questo mese mi trovo a scrivere l’editoriale in un momento in cui il cuore mio, come quello di moltissimi soci, è pervaso da una profonda tristezza per la perdita dell’amico Andrea Pesciarelli. Siamo ancora tutti increduli per quanto successo e questo avviene sempre quando una persona viene strappata all’improvviso ed è particolarmente forte per Andrea, ragazzo sempre sorridente e pronto alla battuta con tutti noi. La costernazione diffusa è dimostrazione della sua disponibilità con tutti, dai soci del circolo al personale di segreteria, perché molti di noi hanno apprezzato la sua intelligente ironia e la sua capacità di trasmettere il suo buon umore. La sua voglia di scherzare, perché, arrivando al Due Ponti, tutti i pensieri venivano lasciati fuori e si dedicava agli amici con simpatia e affetto.

Il mio ricordo di Andrea è il suo abbraccio, alla “rotonda” dell’entrata; io ho appena finito di correre, Andrea è pronto per la partita con gli amici giornalisti del giovedì e, quando ci davamo il cambio, lui mi salutava sempre con un abbraccio e io sempre a dire: “attento sono sudata, ho corso!”; “be’, e secondo te, io tra un po’ come sarò?”. Forse non realizzeremo subito che ci ha lasciato, perché pensiamo di incontrarlo da un momento all’altro, magari ci sorprendiamo a pensare “quando vedo Andrea devo dirgli…”. Magari è in trasferta, oppure con questi chiari di luna sarà impegnatissimo nel lavoro! Magari è una speranza, un’illusione… Ciao Andrea. \\ < Luigia Latteri >

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_169


dpmagtributo \\ < tag: andrea pesciarelli giornalista >

lo stadio del calciotto ad andrea pesciarelli Un pomeriggio all’insegna del divertimento secondo il suo stile, la festa di compleanno organizzata per Andrea Pesciarelli da Emanuele e Pietro Tornaboni, due grandi amici del giornalista scomparso, che avrebbe compiuto 47 anni proprio il 20 ottobre, quando molti amici si sono ritrovati sul campo in erba che è stato intitolato a lui < tx+ph_Luigia Latteri > < ph_Claudio Neri > < ph_Marco Nardo >

\\ Proprio quel campo in cui ha giocato solo qualche ora prima dell’incidente che lo avrebbe strappato ai familiari e ai tantissimi amici che hanno condiviso la cerimonia durante la quale Emanuele e Pietro hanno scoperto la nuova targa dello Stadio del Calciotto Andrea Pesciarelli, dando la parola alla mamma, alla moglie Elisabetta e ai figli Elena e Jacopo. Quindi, è iniziata la festa sportiva, un quadrangolare tra TG1, TG5 (i due schermi della vita professionale di Andrea), la Nazionale Attori e la Rappresentativa Due Ponti Amici di Andrea, che dueponti_magazine_170

ha unito tutti gli amici di “Pescia”, quelli con cui Andrea disputava la partita del giovedì: gli amici del TG1 Fabrizio Ferragni, Paolo Di Giannantonio, Raffaele Genah, , Stefano Orsini, Stefano Ziantoni, Massimo De Strobel, Marco Betello, Alessio Zucchini, Federico Vespa e poi Guido Del Turco, Lorenzo Montersoli, Fabio Tricoli, Sebastiano Somma, Edoardo Guarnera, Pino Capua, Marino Collacciani, Toni Santagata, Marco Nardo. La vittoria finale è andata alla Nazionale Attori che, dopo aver battuto il TG1, ha vinto la finale contro gli Amici di

www.duepontimag.it

Andrea del Due Ponti, che, invece, avevano eliminato il TG5. Elena e Jacopo hanno consegnato la coppa al Presidente della Nazionale Attori Lozzi, che ha festeggiato con Giorgio Pasotti, Emanuele Propizio, Danilo Brugia, Milo Coretti, Edoardo Velo, Alessio Di Clemente, Marcelo Fuentes, Stefano Masciolini, Edoardo Siravo, Marco Cassini. Tra i tantissimi amici intervenuti, presenti anche le colleghe Carlotta Mannu, Alessandra Di Tommaso, Simona Rolandi e Valentina Bisti che ha letto una bellissima poesia scritta dal socio Carlo Priolo. \\


dpmagtributo \\ < tag: andrea pesciarelli giornalista >

dedicato ad andrea pesciarelli, giornalista Addio Andrea, amico di sempre fanciullo nato grande ci lasci soli nell’abisso del mondo ci consegni al delirio dell’umanità ci rapisci l’amore per la vita Addio fratello dal tratto gentile figlio del vento, stella polare di eterna giovinezza genuino come i frutti sani della terra libero dai vizi umani leale come gli eroi dei poemi Addio amico mio nobile come la musica perfetto come le leggi del firmamento il dolore si nutre del prodigio del ricordo della Tua incancellabile presenza Addio compagno di giochi affoghiamo il dolore nei pensieri respingiamo l’evento nell’inutile disagio quotidiano ci spingi nei paradisi artificiali dell’illusione Volgiamo lo sguardo verso la notte camminiamo verso una strada cieca lanciamo un grido sordo verso il nulla ci pieghiamo in silenzio per onorarti. ciao Priolo!

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_171


dpmagtennis \\ < tag: un pomeriggio particolare_discipline sportive_tennis_bambini_adolescenti >

un pomeriggio particolare Come ogni anno, a fine Settembre, il Circolo Due Ponti riapre i battenti delle varie discipline sportive dedicate ai giovanissimi (tennis, danza, ginnastica, calcetto, nuoto) e come ogni anno, ascolto nuovi rumori e voci di genitori apprensivi e di bimbi entusiasti e impazienti d’iniziare la loro lezione (nel nostro caso il tennis), e che si aggiungono a quelli abituali di tutti i giorni < di_Roberto Iacopini > < di_shutterstock.com >

\\ E come ogni anno il mio inconscio tennistico mi spinge a curiosare fra un campo e l’altro, per ammirare le simpatiche evoluzioni tennistiche di molti bambini alle prese con le prime istruzioni per il gioco del tennis. Strada facendo, incontro una mamma, che avendo letto il mio modesto articolo, uscito nel mese di Settembre sempre suL Due Ponti Mag, si congratulava per la chiarezza delle mie tre risposte, riguardanti le altrettante domande (a che età i bambini possono incominciare il tennis, dove iniziarlo e perché). Sono arrivato poi sui campi, e vedere tante bambine e bambini alle prese con i primi apprendimenti che i Maestri con pazienza certosina consigliano, è uno spettacolo che infonde felicità. E la gioia dei loro gesti, del loro rincorrere la palla, si confonde con l’espressione di compiacimento e dueponti_magazine_172

www.duepontimag.it

di quasi partecipazione dei tanti genitori, che, con piccoli gesti ma eloquenti, vorrebbero anche loro, tirare qualche colpo alla palla. Così ho conosciuto Livia, Ginevra, Virginia, Flavio, Chiara, Francesca, Matteo, Belen, ma potrei citarne molti altri, tutti dai sei agli otto anni, e tutti impegnati gioiosamente fra l’ascoltare il loro istruttore e il mettere in pratica l’esercizio di turno. L’una tirava la palla all’altra e viceversa, chi correva per colpire la palla lontana, altri invece la lasciavano cadere per poi colpirla con decisione; e poi tutti a raccattarle di corsa per riempire il cestone, e una volta pieno, pronti e in posizione per un nuovo esercizio. I bambini nella loro innocenza, si coinvolgono spontaneamente, inconsciamente si trovano nella situazione di collaborazione fra loro, e anche negli errori, se errori si possono definire, o nei tanti


dpmagtennis \\ < tag: un pomeriggio particolare_discipline sportive_tennis_bambini_adolescenti >

gesti ancora disarmonici, e, anche le loro espressioni di meraviglia o di delusione per una palla mancata, o il loro spontaneo vociare, diventano del tutto irrilevanti; il tutto si armonizza con il tutto che li circonda. Terminata la lezione, li vedo raccogliere le loro racchette, magliette e quant’altro e, salutando l’istruttrice, si avviano tutti fieri e con sorriso smagliante a prendere l’abbraccio della mamma o del papà. Dal loro entusiasmo, capisco che non perderanno nemmeno un giorno di tennis. In altri due campi, invece, si allenano altri ragazzi e ragazze più avanti di età e di livello tennistico. Questo perché la scuola del Circolo Due Ponti ha continuità di crescita fino a livello agonistico. Sistematomi sulla balaustra di recinzione del campo, assisto ai loro allenamenti, proposti dai loro istruttori; con colpi di diritto e rovescio,

di buona fattura senza lesinare l’impegno fisico, colpo su colpo, con palleggi programmati e diagonali vincenti. Veronica e Silvia, così si chiamano le due tenniste, dimostrano una buona agilità, e non si fanno complimenti a tirare colpi “mancini”. Nel campo accanto a loro, Cristiano e Livio più vicini ai sedici/diciassette anni, stanno disputando una partita di preparazione per i futuri tornei, sfoderando il meglio del loro tennis. Dal suono dei loro colpi s’intuisce la maggiore praticità con questo sport, con un impegno settimanale di molte ore. Nel tornare ai miei impegni, mi sono sentito più intraprendente, anche più ricco di qualcosa che non è palpabile ma che riempie il cuore. E’ vero quello che mi disse un famoso filosofo: “ Ogni tanto tornare bambino aiuta a diventare uomini”.\\

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_173


dpmagscuole \\ < tag: a piccoli passi_ le scuole_piccoli soci_danza >

a piccoli passi le scuole del due ponti per i nostri piccoli soci < di_Anna Pichierri >

\\ Dal 19 settembre sono ricominciati i corsi di danza classica e moderna. I corsi si propongono di introdurre le allieve alla tecnica della danza attraverso divertenti esercizi al suolo e nello spazio che hanno come obiettivi base la coordinazione e l’armonia del movimento, l’allungamento e la tonificazione della muscolatura, la mobilitazione articolare e la correzione della postura. \\

CORSO UNDER 4 Il corso si svolge in termini di propedeutica della danza, la quale incoraggiando la naturale propensione del bambino al movimento, gli fornisce stimoli per sviluppare un’adeguata evoluzione motoria.

dueponti_magazine_174

www.duepontimag.it

CORSO 5-8 ANNI In questo corso si entra propriamente nello studio della danza moderna. La lezione è impostata su esercizi che prevedono non soltanto un semplice atto imitativo da parte del bambino, bensì un maggiore sforzo di memoria corporale.


dpmagscuole \\ < tag: a piccoli passi_ le scuole_piccoli soci_danza >

CORSO 8-11 ANNI Il corso mira a migliorare la qualità tecnica della preparazione attraverso lo studio di esercizi più complessi e ad affinare il senso ritmico e musicale.

CORSO OVER 11 Il corso, oltre a perfezionare la base tecnica, mira a sviluppare l’aspetto più spiccatamente artistico della danza moderna.

DANZA CLASSICA Il corso è consigliato a tutti coloro che, superati i 5 anni di età, si avvicinano alla danza. È una lezione per principianti, che ha come obiettivo quello di fornire una preparazione di base, per lo studio di qualsiasi altra disciplina della danza.


dpmagscuole \\ < tag: i nostri successi nel tennis_over 35_foro italivo vs due ponti >

scuola calcio < di_Francesco Cannistraro >

\\ Eccoci di nuovo in campo! È ripartita la scuola calcio, il cui obiettivo primario è quello di avvicinare i giovani calciatori e le loro famiglie al calcio, inteso come scuola di sport e di vita, contribuendo alla crescita morale e fisica dei giovani attraverso la pratica di questo bellissimo sport. Come ribadito dalle principali istituzioni sportive FIGC-UEFA nella carta dei diritti dei ragazii “di estrema rilevanza è considerato il ruolo del calcio come agente efficace di integrazione sociale”. La scuola calcio Due Ponti mette a disposizione di tutti le competenze specifiche di istruttori qualificati IUSM e FIGC e coinvolge nelle iniziative tutti i ragazzi, indipendentemente dalle capacità o da selezioni preliminari, per favorire, assieme allo sviluppo motorio, la socializzazione e la crescita individuale. \\

scuola nuoto < di_Marco Pomponi >

\\ Puntuale, come ogni anno, il 19 settembre è iniziata la stagione 2011 - 2012, per quel che riguarda la Scuola Nuoto del Due Ponti, giunta al suo 15° anno di attività. Ricaricate le batterie, durante le vacanze estive, con ancora negli occhi la splendida festa di fine anno dei brevetti di giugno, i nostri piccoli/grandi allievi ed i loro insegnanti sono pronti a ripartire per altri nove intensi mesi, nei quali, oltre alle lezioni normali nelle coppie di giorni canoniche ( lunedì – giovedì, martedì – venerdì, mercoledì – sabato), saranno previste gare, festa di Natale, incontri con altre piscine e una sorpresa a cui stiamo ancora lavorando. Quest’anno poi, c’è un motivo in più per iscriversi alla Scuola Nuoto del Due Ponti: per il primo anno, i ragazzi cresciuti nel nostro vivaio, dopo anni di Nuoto Propaganda, con successi e vittorie innumerevoli, inizieranno la loro più importante “avventura”, entrando nel Gotha del nuoto che conta: l’agonismo! Per cui, carissimi allievi della Scuola Nuoto, dateci dentro e impegnatevi sempre, perché, hai visto mai che a piccoli passi qualcuno di voi possa arrivare a livelli che neanche s’immaginava?... Buona stagione natatoria a tutti.) \\

dueponti_magazine_176

www.duepontimag.it


dpmagscuole \\ < tag: i nostri successi nel tennis_over 35_foro italivo vs due ponti >

due ponti scuola tennis < di_Alessio Palladino > < ph_shutterstock.com >

\\ Pronti? Via! Si riparte… La scuola tennis del Due Ponti è ripartita nel mese di ottobre a pieno regime con tutti i corsi, per soddisfare le esigenze di tutti i tennisti Sin dal 2002, abbiamo rivolto i nostri sforzi al settore giovanile, entrando a far parte delle scuole tennis del progetto P.I.A. – riconosciute dalla FIT – con un programma composto da tre diversi livelli: mini tennis 6/10 anni, perfezionamento 10/14 anni, specializzazione 14/18 anni. Il lavoro svolto in questi anni ci ha permesso di essere presenti e protagonisti in tutte le competizioni giovanili, sia a livello individuale che a squadre, con diversi atleti chiamati a far parte delle rappresentative regionali e nazionali. Già numerosissimi gli iscritti all’avviamento, con un nutrito gruppo di bambini del mini tennis e nei gruppi di perfezionamento. Quest’anno, dopo la conquista del titolo regionale di serie C e la promozione in serie B, la conquista del terzo posto del Campionato Nazionale Over 35, grazie ai nostri maestri Berrettini, Tarallo e Varriale, e sulla scia del titolo nazionale Under 16 del 2010, il nostro fiore all’occhiello è diventato il corso di specializzazione. Oltre a Cristiano Compagnone, con noi ormai da tre anni, diversi atleti di ottimo livello hanno scelto il Due Ponti Tennis Team per continuare il percorso agonistico. Tra questi: Silvia Ranocchi (class. 2.6), Veronica Sugoni (class. 3.3), Lorenzo Abbruciati (class. 2.6), Lucio Luciani (class. 2.7), Gabriele Noce (class. 3.1). \\

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_177


dpmagtennis \\ < tag: i nostri successi nel tennis_over 35_foro italivo vs due ponti >

i nostri successi nel tennis Ancora successi tennistici per il Due Ponti: la rappresentativa Over 35 ha giocato, a fine settembre, il concentramento nazionale al Foro Italico per l’assegnazione del titolo nazionale aggiudicandosi un onorevolissimo terzo posto < di_Luigia Latteri >

\\ La prima giornata ha visto il derby capitolino tra la squadra padrona di casa del Foro Italico e il Due Ponti, che si è aggiudicato il diritto a giocare la semifinale in uno scontro equilibratissimo vinto soltanto 7/6 al terzo set del doppio di spareggio dopo una giornata di tennis di altissimo livello, con i nostri Dario Berrettini e Stefano”Jeff” Tarallo che hanno lottato allo stremo, lasciando sul campo tutte le energie a loro disposizione. Tanto che, il giorno dopo, contro il C.A. Faenza, dopo aver concluso i singolari sull’uno pari, crollavano nel doppio dopo pochi games, ormai privi di energia. Il risultato ottenuto dal team, capitanato da Alessio Palladino coadiuvato dal coach Alessio Varriale, è di grande soddisfazione perché si tratta di una competizione di ottimo livello tecnico e ce ne rendiamo conto facilmente leggendueponti_magazine_178

www.duepontimag.it

do i nomi dei giocatori che hanno preso parte al girone finale: il nostro Tarallo ex 150 atp, Meneschincheri ex 130 atp, Gaudi ex 200 atp, Beraldo ex 400 atp, Tombolini class. 2.1 (ancora in attività, gioca anche la serie A). Grande conclusione di stagione anche per il nostro maestro Roberto Iacopini, che in un week end è riuscito ad aggiudicarsi ben due titoli Master: sabato 15 ottobre, al Foro Italico, il Master del GranPrix 2011, circuito nazionale e internazionale, in una combattutissima finale che lo visto imporsi dopo tre set giocati sul filo (7/5 – 6/7-7/5); il giorno dopo, domenica 16 ottobre, nonostante l’impegno del giorno precedente, riusciva a portare a casa anche il Master Città di Roma, vincendo la finale contro Renato Spaccarelli, questa volta più “facilmente” (6/3 - 6/0). \\


pubbl icita rio re da z iona l e

Un “pallone” per curare le sinusiti senza bisturi Intervista a Lino Di Rienzo Businco, Dirigente ORL dell’Ospedale Santo Spirito di Roma “Considerare la sinusite solo una condizione di infiammazione con o senza infezione che coinvolge i seni paranasali è corretto, ma riduttivo. Oggi preferiamo parlare di rinosinusite, in quanto la flogosi accompagna sempre in maniera concomitante sia la mucosa del naso che quella dei seni facciali, con essi in comunicazione. Il momento causale della sinusite risiede infatti nell’ostruzione del sottile canale di collegamento tra fossa nasale e seno paranasale, costituito dall’ostio sinusale di drenaggio e ventilazione.” A parlare è Lino Di Rienzo Businco, Dirigente Otorinolaringoiatra dell’Ospedale Santo Spirito di Roma, per approfondire il tema della diagnosi e della terapia della sinusite, “una patologia che nei prossimi 10 anni raggingerà il picco epidemico del 50%, specie nelle aree cittadine ed industrializzate, a causa delle allergie, degli agenti inquinanti ed irritanti che respiriamo nella vita quotidiana: gas, prodotti della combustione dei motori, smog. Una vera pandemia silenziosa”. Professor Di Rienzo Businco, oltre al dolore, quali sono i sintomi della sinusite? I sintomi più frequentemente riferiti dal paziente sono ostruzione nasale, secrezione muco - catarrale nasale, senso di peso/pressione della faccia e dei seni coinvolti (fronte, guancia) sino a una vera e propria cefalea, il classico scolo di muco retronasale. Quali sono le novità per i casi in cui è indicato l’intervento chirurgico? L’approccio chirurgico, oggi più che mai, deve essere mini-invasivo e massimamente conservativo. La chirurgia della rino-sinusite deve mirare esclusivamente alla canalizzazione delle aree chiave degli osti e alla toilette sinusale con bonifica del muco ristagnante, senza trascurare l’eventuale decongestione, sempre mini-invasiva, dei turbinati ipertrofici che, ostacolando il drenaggio dei seni, ne neutralizzerebbero gli effetti positivi. Per confermare la diagnosi ed eseguire una corretta programmazione chirurgica, è oggi essenziale uno studio pre-operatorio del paziente con TC spirale o cone-beam (TC a bassa dose radiante). In che cosa consiste la sinuplastica con la sonda dilatativa a palloncino? L’otorinolaringoiatria ha subito una vera e propria rivoluzione negli ultimi 7-10 anni, grazie all’introduzione di nuove tecnologie in ambito diagnostico e terapeutico che hanno radicalmente rivoluzionato l’agire quotidiano negli ambulatori e nelle sale operatorie. Recentemente, una nuova tecnologia americana d’avanguardia per il trattamento delle rinosinusiti croniche con ristagno di muco all’interno dei seni paranasali è

stata introdotta ad integrazione o, spesso, in sostituzione della classica FESS (Chirurgia Endoscopica Funzionale dei Seni Paranasali). Si tratta appunto della sinuplastica dilatativa, realizzata mediante un palloncino (balloon) che viene gonfiato all’interno del seno coinvolto dall’infiammazione, consentendo in questo modo il rapido drenaggio e la guarigione della sinusite stessa. È una metodica indolore e minimamente invasiva, che possiamo definire di “chirurgia gentile”, in luogo della più generica dizione di “chirurgia”, che evoca, consciamente o inconsciamente, immagini cruente. La metodica, infatti, non prevede né tagli, né applicazione di tamponi nasali, né perdita di sangue, riducendo così al minimo i disagi per il paziente. La sinuplastica ha rivoluzionato i vecchi interventi che erano molto invasivi e ad alto impatto intra e postoperatorio per il paziente; interventi che, erano spesso rifiutati dai pazienti, specie in età pediatrica. La sinuplastica con balloon può essere invece eseguita, senza rischi, su tutti i pazienti. L’otorinolaringoiatra effettua una dilatazione delle aperture naturali dei seni paranasali attraverso il gonfiaggio a pressione di un palloncino specifico. Questa apertura funzionale degli osti dei seni consente il rispetto della mucosa circostante – che non viene in alcun modo tagliata o strappata – e ripristina il corretto drenaggio fisiologico sinusale e la sua ventilazione. Un ulteriore sviluppo di questa tecnologia ci consente oggi di lasciare all’interno del seno trattato un sottile palloncino, lo stratus, che contiene una riserva di farmaco steroideo a lento rilascio: un vero e proprio stenting che mantiene aperti gli osti ottenuti dopo la sinuplastica dilatativa, facilmente rimovibile in ambulatorio dopo 28 giorni. La tecnologia dilatativa a palloncino, come detto, può essere impiegata da sola o integrata, se necessario, nell’ambito di un trattamento endoscopico FESS, con i microdebrider (piccole frese rotanti aspirative per l’asportazione dei polipi) o con la tecnologia a Risonanza Quantica Molecolare (RQM) per la decongestione dei turbinati, che impiega solo fasci di radiofrequenze in grado di generare l’effetto della “risonanza” sui legami molecolari senza causare il relativo danno mucoso, e quindi senza sangue ne tamponi.

Studio di Rienzo Businco Zona: Indirizzo: Contatti: Web: Email:

www.duepontimag.it

Roma Villa Torlonia Via G. B. De Rossi 15 A 00161 Roma Tel. 06.44202269 - 349.2313343 www.businco.net - www.sidero.it ldirienzo@businco.net

dueponti_magazine_179


dpmagfisioterapia \\ < tag: fisioterapia ed estetica_un singolare matrimonio_benessere e ricerca della perfezione >

la nuova sfida… fisioterapia ed estetica: un singolare matrimonio Che il due ponti sia un circolo all’avanguardia nelle scoperte del benessere psico fisico, lo abbiamo sempre saputo, ma in questa occasione si è davvero superato. quello che prima era un semplice centro estetico è diventato un affascinante luogo di benessere e di ricerca della perfezione < di_Giuditta Colafranceschi > < ph_Marco Pecoraro >

\\ Se si chiudono gli occhi e si immagina un posto capace di far evadere dalle fatiche di ogni giorno e dallo stress, beh, ci si trova proprio all’ interno di questa nuova struttura. I colori sono caldi e sembrano abbracciare i protagonisti che lo visitano e gli odori inondano i sensi. Le cabine sono quattro, grandi e luminosissime, ed ognuna racchiude dei macchinari differenti in base ovviamente al tipo di trattamento scelto. Dall’endermology alla pressoterapia ai massaggi linfodrenanti, le possibilità per tonificare e dimagrire sono davvero infinite. Sembra che i sogni possano trasformarsi in realtà. Dai servizi di base, ai più complessi trattamenti, ci sarà un personale esperto che si prenderà cura dei vostri desideri nel più accogliente degli ambienti. Gli obiettivi da raggiungere possono dueponti_magazine_180

www.duepontimag.it

essere infiniti: dal perfezionare aspetti dell’estetica, al benessere psico- fisico, al semplice stimolo di ritagliare un momento per volersi più bene. Chi si è lasciato tentare dalla curiosità di provare qualche trattamento si è reso conto di quanto sia stato facile star meglio. Ma l’aspetto più interessante è stato il matrimonio tra la fisioterapia ed il settore estetico/medico. Il socio infatti può essere seguito in un percorso completo: dall’allenamento in palestra con i personal trainer o in acqua con l’idrochinesiologo, passando attraverso i consigli di un nutrizionista che stabilisce i giusti apporti alimentari per gli allenamenti, concludendo con la cura dell’aspetto fisico attraverso l’estetica. Il tutto eseguito sotto la supervisione degli esperti fisioterapisti che ne monitorizzano l’esattezza dei


dpmagfisioterapia \\ < tag: fisioterapia ed estetica_un singolare matrimonio_benessere e ricerca della perfezione >

movimenti o curano i traumi dovuti a contusioni o sforzi eccessivi. La presenza della fisioterapia all’ interno del circolo è fondamentale per quanto riguarda il discorso della prevenzione degli infortuni, con la preparazione mirata degli atleti in tutti i settori sportivi. Altro aspetto di rilievo è la possibilità della consulenza immediata

nella occasioni di traumi quali distorsioni, distrazioni e stiramenti. La fisioterapia si avvale di apparecchiature all’avanguardia, come il laser ad alta potenza, la tecar terapia e l’ipertermia che affiancano le tecniche riabilitative manuali, che hanno da sempre reso il nostro centro leader nel settore sportivo. \\

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_181


dpmagcalcio \\ < tag: pianeta calcio_stagione calcistica_appuntamenti fissi_tornei >

< ph_Fabrizio Pallante > < ph_Luigia latteri >

\\ Ricomincia la stagione calcistica secondo la decennale tradizione e ritroviamo una serie di appuntamenti fissi irrinunciabili, per gli attori principali ma anche per il pubblico, perché il livello tecnico è sempre interessante, così come piacevoli sono i post partita, caratterizzati ora da simpatiche prese in giro, ora da scommesse per le future sfide. Come ogni anno, l’inizio della stagione è stato sancito dall’appuntamento di chiusura della precedente stagione, la Supercoppa, tra Velluti, detentrice della Coppa, e Angelini Nicoletti, squadra Campione 2011, che ha confermato la stagione trionfale con la vittoria di lunedì 24 ottobre. Dopo i due tempi regolamentari molto equilibrati e combattuti, conclusisi con il punteggio di 1 a 1, la Supercoppa è stata aggiudicata, come spesso accade ultimamente, alla lotteria dei calci di rigore. Proprio Tassone, autore della rete del vantaggio per Velluti nel dueponti_magazine_182

www.duepontimag.it

secondo tempo, ha sbagliato dal dischetto consegnando il trofeo alla squadra del trio delle meraviglie Barni-Crudi-Materazzi. Quindi il 5 novembre riparte il Campionato Over 40 con 8 squadre che giocheranno con la formula del girone all’italiana, andata e ritorno, e play off. Prossima anche la partenza del Campionato Assoluti, per il quale si stanno completando le iscrizioni. In attesa della ripresa dei Campionati, tuttavia, l’attività calcistica del circolo è sempre stata intensa, con alcuni appuntamenti episodici, come l’addio al calcio di Maurizio Galimi, che, dopo aver concluso il Campionato Over 40 Prestige Immobiliare 2011, ha deciso di “attaccare gli scarpini al chiodo”, con una partita tra la rappresentativa Prestige Immobiliare e Resto del… Due Ponti, conclusasi con un’ottima cena al Bistrò Due Ponti; poi ci sono gli appuntamenti fissi di sempre, come la partita del venerdì… \\


dpmagcalcio \\ < tag: la sfida_la partita delle partite_venerdì ore 14:00_rito >

È la partita delle partite < di_Nicola Colavita >

\\ Da oltre un decennio al Due Ponti Sporting Club il venerdì alle ore 14:00 si consuma un vero e proprio rito. Un gruppo storico di soci del circolo si incontrano e si scontrano per quella che è definita da tutti gli appassionati di pallone il momento di maggior attrazione calcistica del circolo. E non certo per l’aspetto tecnico della partita. È la storica sfida tra Bianchi contro Neri. Da una parte la squadra dei Bianchi con Nicola Colavita, Francesco “Ciccio” Petillo, Alessandro “Mago” Musmeci, il Bomber Marco Mazzocchi, Vito Mioni, Giandomenico D’Ambra, Gianluigi “Zio” D’Orazio e Marco “Mezzo” Pica; dall’altra la squadra dei Neri composta da Fabrizio Astorri, Stefano Meloni, Massimo Marronaro, Fabrizio Romani, Alessandro Tassi, Fabrizio Fonsi e Walter Coccia, per citare solo i fedelissimi. Tutti agli ordini, si fa per dire, del direttore di gara il mitico Domenico Casani, fischietto per eccellenza del Due Ponti. Avversari in campo, amici nella vita. L’appuntamento da oltre 10 anni a questa parte non è cambiato, gli attori nemmeno: ore 14:00 Stadio del Calciotto, Bianchi contro Neri. Lo spettacolo è assicurato. \\ www.duepontimag.it

dueponti_magazine_183


dpmagcalcio \\ < tag: due ponti sporting club progetto “calcio anno zero”_alessandro tassi>

due ponti sporting club progetto calcio “anno zero” La parola passa ad Alessandro Tassi che ci presenta simpaticamente il nuovo progetto della “nazionale” due ponti… Due Ponti Sporting Club Progetto Calcio “Anno Zero” < di_Alessandro Tassi > < ph_Marco Pecoraro >

\\ Cari soci e… non solo, quest’anno, diciamolo pure “finalmente”, Emanuele e Pietro, in rigoroso ordine alfabetico, hanno deciso di riorganizzare il pianeta calcio al circolo Due Ponti. Come per tutte le altre discipline sportive praticate al suo interno, a cui i due nostri vulcanici presidenti hanno fornito il migliore supporto possibile in termini di uomini e mezzi, anche per il calcio, finalmente, hanno deciso di dare una struttura ben organizzata e soprattutto funzionante. Dopo aver sguinzagliato il fido Leonardo alla ricerca degli uomini giusti, sulla base delle sue indicazioni, hanno individuato in Alessandro Bernabei, noto professionista di via Vallombrosa e dintorni, nonché ancora il miglior portiere del Circolo e per questo, uomo all’interno della squadra della Rappresentativa, e udite udite … il sottoscritto Alessandro Tassi, ormai ex giocatore (qualche maligno dubiterà che lo sia mai stato) e perciò ormai solo comodamente seduto su poltrone dirigenziali, come le persone a cui affidare l’ingrato, quanto stimolante compito di ricompattare le fila dell’ambiente calcistico, ultimamente un po’ confuso. Soci storici del Circolo e da sempre attaccati ai colori sociali del DUE PONTI, i due nostri eroi dovranno tenere a bada gli esuberanti atteggiamenti del fior fiore dell’espressione calcistica di Roma Nord. Dispiace che a questa chiamata alle armi non abbia risposto, nonostante la diretta e pressante richiesta da parte di Emanuele, l’altrettanto socio storico, nonché intimo amico del presidente, Luca Biscarini il quale, vessato da improrogabili e imprescindibili responsabilità ladueponti_magazine_184

www.duepontimag.it

vorative e… ’familiari’, ha risposto picche affermando: “io non comando a casa mia, pensa se me danno retta ar circolo..”Ai due nuovi capitani di ventura dunque, la responsabilità di far risorgere la storia calcistica del DUE PONTI agli antichi splendori (quelli di Zio Pino per intenderci, per quanto riguarda i tornei esterni, e quelli delle finali del torneo sociale viste da quasi 2000 spettatori entusiasti e paganti… per vedere sgambettare tale Roberto Macini, Nando Orsi, Fabrizio Fioretti, ma anche la versione umana di Matteo Materazzi, e gli stessi Alessandro Tassi e Luca Biscarini a capo rispettivamente del loro STORICO DEPORTIVO ancora vivo e vegeto e del purtroppo deceduto STORICO REAL. Tuttavia, stavolta, i due Tornabuoni hanno veramente deciso di meravigliare tutti, mettendo a disposizione della Rappresentativa (la nostra Nazionale per intenderci), non solo due ottimi tecnici sul campo come Sergio Smeriglia e Marco Scarfò, provenienti direttamente dal settore giovanile della scuola calcio del Circolo, ma addirittura un MENTAL COACH, come si ama adesso definire lo strizzacervelli di atleti in difficoltà: il socio Andrea Ceccarelli, anzi il Prof. Andrea Ceccarelli il quale, diciamolo, visti i personaggi che volenti o nolenti diventeranno suoi illustri pazienti, è stato considerato la vera priorità da affrontare e anche velocemente; in più, i nostri lungimiranti Abramovich Pietro ed Emanuele hanno rilevato “con quattro spicci” anche il centro di fisioterapia all’interno del Circolo dalla Top Phisio, nella certezza che tutto il nuovo proselitismo calcistico mieterà immancabilmente molte vittime e il povero


dpmagcalcio \\

Tommaso potrà finalmente muovere liberamente le sue sapienti mani senza rimetterci un solo Euro, come era costretto a fare prima, rifondendo di tasca propri gli incauti avventori del centro ignari delle precedenti tariffe. In tutto questo non vorremmo dimenticare i principali attori di questo splendido spettacolo: i giocatori, gioia e delizia dei tifosi in delirio sulle tribune in attesa di un gesto tecnico o di un saluto. Non ci sono più i mostri sacri a cui accennavamo prima: chi precocemente invecchiato (Orsi, Fioretti), chi troppo velocemente arricchito per giocare al DUE PONTI (Mancio), chi ancora insiste (Viky) e chi invece scappa di casa o prima passa da Prada… per pagare la moglie incaz… oh scusate, … per venire a tirare quattro calci ad una sfera. Nuove leve, speriamo all’altezza delle precedenti, si affacciano sul nuovo palcoscenico: il doppiamente decorato presidente Angelini (molti si chiedono cosa c’entri lui col calcio), l’arrembante Procesi, ormai definitivamente pronto al salto di qualità (nel senso che i suoi non vedono l’ora che faccia solo il presidente), l’eterno secondo Fonsi, il prode Cangelosi a capo della sua schiera di Over 40, l’immarcescibile Velluti (nessuno gli ha ancora detto che un presidente si dovrebbe vestire … da presidente) e via via tutti gli altri che delizieranno le serate gelide dell’inverno in arrivo a quei poveri tifosi seduti in tribuna organizzati dal Capo tifoso Nando. Il dilemma è: saranno capaci i nostri eroi del pallone di raccogliere e beneficiare di tanta magnificenza? Saranno capaci di mettersi loro stessi in gioco per favorire la socialità tanto auspicata, ma mai realmente perseguita? Avranno la costanza di portare avanti un programma con il giusto spirito, o prevarranno, come negli anni scorsi, antichi rancori e piccole gelosie? Avranno Pietro ed Emanuele il controllo dei propri ormo… scusate uomini a cui hanno affidato le sorti del calcio all’interno del loro Circolo? ANNO ZERO per tutti o… sarà meglio aggiungere qualche tavolo alla sala del burraco o allargare la palestra della ginnastica posturale. Si diceva una volta: ‘occhio alla penna’. Oggi vi diciamo: “Occhio a Viky, è più vivo che mai… Buon calcio a tutti, Alessandro Tassi \\


A fianco di chi fa sport

Intervista al dott. Andrea Grasso Abbiamo visitato il centro Trauma Sport Center, partner della Casa di Cura Villa Valeria di Roma, un binomio di alta specializzazione di chirurgia e chirurgia protesica traumatologica e centro di chirurgia artroscopica (ginocchio, spalla, anca e caviglia) per risolvere, con tecnologie d’avanguardia e medici specialistici,diretti dal dott. Andrea Grasso, piccoli e grandi interventi Dott. Grasso, negli ultimi anni la popolazione italiana che si dedica a varie discipline sportive è cresciuta in modo esponenziale. A fronte di questa crescita sociale a tutela della salute sono, purtroppo, anche aumentate varie patologie traumatiche. Quali sono le più comuni. La classificazione deve tener conto soprattutto del tipo di sport di cui parliamo. Nel calcio per esempio le patologie più frequenti riguardano le articolazioni di ginocchio e caviglia che più spesso vanno incontro e sono soggette ad episodi traumatici; diverso il discorso per altre discipline sportive nelle quali gli eventi traumatici possono riguardare principalmente la spalla come il tennis e la pallanuoto o il rugby dove le articolazioni coinvolte possono riguardare sia gli arti superiori che inferiori. Spesso l’aumento esponenziale della casistica degli infortuni è legata ad una non adeguata preparazione fisica e al maggior numero di atleti amatoriali che si dedicano alle discipline più svariate.

re d azio nal e

pub bl ic ita ri o

Lesioni e fratture le cause principali per chi fa sport, come comportarsi in caso di trauma? Fondamentale è immobilizzare l’ arto coinvolto, imporre un riposo funzionale, nei casi necessari effettuare bendaggi funzionale e compressivi ed indirizzare l’ atleta ad eseguire l’ esame diagnostico necessario per completare la diagnosi. Quali le fasi di riparazione della frattura e quali fattori influenzano il processo di riparazione? È possibile individuare 4 fasi del processo riparativo che ha inizio subito dopo l’evento traumatico. Fase 1 - Infiammazione: è la fase immediatamente successiva alla frattura che causa una lacerazione del periostio con distruzione dei sistemi haversiani. Si ha la formazione di un ematoma che viene rapidamente vascolarizzato. Nell’arco di giorni si genera un consistente tessuto di granulazione in risposta alle citochine rilasciate durante il danno tissutale. Fase 2 - Formazione del callo fibroso. Il tessuto fibrovascolare sostituisce il coagulo e si ha la deposizione di fibre collagene e, in seguito, di sali minerali. Si registra la comparsa di un callo costituito da tessuto connettivo e cartilagineo. La sua funzione è quella di stabilizzare temporaneamente l’osso. Nel frattempo cellule osteogeniche del periosteo si ingrandiscono e si trasformano in osteoblasti. Fase 3: Formazione del callo osseo. Si osserva un aumento rapido della rigidità del callo, accompagnato da una progressione della mineralizzazione del callo stesso. Nel caso in cui le estremità ossee siano supportate da una fissazione interna rigida il callo esterno non risulta funzionalmente necessario e può essere, quindi, di entità minima o assente. Dal momento che la riparazione dell’osso è un processo lento, è opportuno che un’evendueponti_magazine_186

www.duepontimag.it

tuale fissazione interna sia mantenuta in sede fino al completamento del processo. Fase 4: Rimodellamento. Questa fase inizia dopo che si è verificata l’unione della frattura. Si osserva un rinnovamento tissutale dovuto all’azione, opportunamente dosata, di osteoclasti e osteoblasti. L’azione degli osteoblasti porta alla sintesi di nuova matrice ossea che compensa l’effetto degli osteoclasti e che viene rapidamente mineralizzata. Alla fase di formazione dell’osso partecipano attivamente molteplici fattori ormonali e interleuchine di origine linfocitaria. Nei bambini il processo di riparazione delle fratture è molto evidente, a tal punto che gli esiti delle fratture possono scomparire anche completamente. Nell’adulto il rimodellamento è, invece, meno efficace; non si osserva, per esempio, la correzione di una rotazione assiale o di un’angolazione. È pertanto particolarmente importante che tali deformità vengano corrette prima che si verifichi l’unione dei frammenti ossei. In quali casi viene applicata la terapia farmacologica e fisica? In tutti quei casi in cui la componente algica (dolore) non è ben tollerata dall’atleta o in quei casi in cui è necessari una copertura antibiotica. Da non dimenticare per le fratture degli arti inferiori la necessità di una terapia anticoagulante per evitare episodi di tromboflebiti o trombosi venosa profonda. Questa terapia a volte è utilizzata anche nelle fratture degli arti superiori negli anziani. La terapia fisica, invece, è un buon adiuvante in quei casi in cui la formazione di callo osseo può essere rallentata da fattori biologici e in molti casi è riscontrata una buona efficacia nei risultati. Mi spiega cos’è la sindrome di Highlander over 40? Si chiama sindrome di Highlander, o dell’immortalità, riprendendo il titolo del celebre film degli anni ‘80 che decantava le gesta di un immortale. A soffrirne sono diversi over 40 che conservano una spiccata tendenza di competizione, autostima e sensazione di benessere. Colpisce più facilmente gli atleti che continuano l’attività dopo l’agonismo giovanile, o che – interrotta la pratica sportiva – la riprendono in età avanzata, oppure sedentari che pretendono di diventare atleti in età matura o avanzata. Negli individui colpiti da questa sindrome si creano sia la


convinzione che l’esercizio fisico possa preservare da qualsiasi stato patologico, sia la tendenza a minimizzare sintomi e fattori di rischio pregressi o attuali. Il fisico di un over 40 non può essere paragonato a quello di un ventenne o trentenne: per quanto in forma il primo non potrà mai competere con il secondo. Il consiglio degli scienziati, rivolto agli highlander, è dunque quello di lasciar perdere innanzitutto gli sport di “contatto” come il calcio ed il calcetto, e prediligere discipline individuali come il nuoto, la corsa e la bicicletta. In ogni caso, da evitare categoricamente sono gli scatti improvvisi. Simili sforzi, infatti, sono quasi sempre compiuti in condizioni di anaerobiosi, cioè senza consumo di ossigeno, e possono provocare repentini innalzamenti di pressione e del numero dei battiti cardiaci, mettendo a repentaglio la salute del cuore e dei vasi sanguigni. Va poi tenuto presente che è sempre meglio iniziare uno sport gradualmente e mai di colpo. Allo stesso modo è indispensabile tener presente che dopo una certa età muscoli, tendini e articolazioni necessitano di un tempo maggiore di recupero. Dott. Grasso il Trauma Sport Center oltre all’intenso lavoro in sala operatoria pone molta attenzione alla gestione del paziente pre e post operatorio. Una attenzione particolare a tutti coloro che per un trauma articolare si rivolgono a voi per una attenta valutazione obiettiva. Teniamo molto alla cura del paziente, una valutazione a 360°, grazie anche alla presenza di specialisti del settore e all’ utilizzo di metodiche diagnostiche e terapeutiche all’ avanguardia. Inoltre abbiamo introdotto per il paziente una convenzione medico/legale: chiunque faccia sport a vario titolo può sottoscrivere una tessera che offre ( con solo 100,00 euro l’anno) una copertura assicurativa in caso di infortunio. Ho letto lo slogan del Trauma Sport Center (TSC) ”tuteliamo lo sport ovunque si trovi”che vuol dire? Il TSC è costituito da specialisti del settore sanitario sportivo che hanno la volontà di offrire una copertura sanitaria del territorio, specializzata al trattamento delle patologie traumatiche dello sportivo. Offriamo un’assistenza allo sportivo dilettante e alle società per tutte le problematiche traumatologiche, dal trattamento medico alla riabilitazione fino al recupero sul campo e assicuriamo, inoltre, il supporto di seri professionisti per problematiche legali e medico legali. Il Trauma Sport Center

(TSC) è il centro operativo della Casa di Cura, dedicato alla tutela e al trattamento degli sportivi. Con l’affiliazione al TSC, tramite un tesseramento annuale, lo sportivo dilettante fino a 40 anni di età è coperto direttamente e integralmente per tutte le spese mediche e chirurgiche derivanti dal suo infortunio. Il trattamento avviene presso Villa Valeria, dove il paziente verrà gestito in forma privata senza dover anticipare nulla sul costo delle spese mediche e di degenza. Anche il recupero fisioterapico-riabilitativo post-operatorio, sarà integralmente a carico della card del TSC. Questo consente ai nostri atleti-pazienti di poter essere trattati nella forma più rapida e nelle modalità qualitativamente più adeguate al suo problema. Lo slogan sta ad indicare che la Casa di Cura Villa Valeria vuole essere unicamente il polo diagnostico e chirurgico demandando al territorio, attraverso la fidelizzazione di centri di riabilitazione specializzati nel settore sportivo, la fase di recupero post operatorio o post-infortunio. Questo consente ai pazienti di potersi riabilitare vicino a casa o al lavoro, sempre sotto la tutela del TSC. Uno degli infortuni più seri a chi pratica attività sportiva riguarda il legamento crociato anteriore. Chi è più soggetto a tale infortunio? L’epidemiologia delle lesioni legamentose del ginocchio nel mondo del calcio è stata oggetto di alcune indagini, che hanno indicato come detta patologia rappresenti non più del 3-5% del totale degli infortuni. Le lesioni del legamento crociato anteriore (LCA) e del legamento collaterale mediale (LCM) sono le più frequenti, mentre assai meno frequenti sono le lesioni del legamento crociato posteriore (LCP), del legamento collaterale laterale (LCL) e le lesioni combinate. Le lesioni legamentose del ginocchio sono più frequenti nelle categorie dilettantistiche ed amatoriali, rispetto alle categorie professionistiche. Ciò è imputabile al diverso impegno agonistico e di allenamento, alla diversa forma fisica, alle diverse condizioni dei terreni di gioco e delle scarpe. Nei giocatori operati per lesione del LCA, la frequenza di reinfortuni è assai rara. Le calciatrici sono in genere maggiormente soggette alle lesioni del LCA. La frequenza di tali lesioni è circa tre volte maggiore rispetto ai maschi. Le cause di ciò sono diverse e tra esse ricordiamo la maggiore lassità legamentosa delle donne, la loro diversa conformazione muscolo-scheletrica, i diversi livelli di forma fisica, di tecnica e di allenamento ed il ruolo del ciclo mestruale e degli estrogeni. Nel calcio femminile inoltre è presente una maggiore incidenza di lesioni del LCA nelle atlete che militano in serie A, rispetto a quelle che militano nelle categorie inferiori. È stato recentemente rilevato che la maggioranza delle lesioni dell’LCA (circa 65%) si produce senza che vi sia un contatto con l’avversario. Inoltre l’analisi di numerosi filmati che riprendevano il momento della lesione, permette di il Dott. Andrea Grasso affermare che il movimento di torsione del ginocchio, con il piede vincolato al terreno grazie ai Casa di Cura Villa Valeria tacchetti, non è quasi mai responsabile della lesione Trauma Sport Center del LCA, che invece si proServizi: Servizi per la tutela degli sportivi duce durante rapide deZona: Roma nord - Montesacro celerazioni, anche con Indirizzo: Viale Carnaro, 18, Roma cambio di direzione: tutti Contatti: Numero Verde 800 913 411 questi movimenti coinE.mail: info@traumasportcenter.it volgono pesantemente le Sito: www.villavaleria.it capacità coordinative del giocatore. www.duepontimag.it

dueponti_magazine_187


dpmagevento \\ < tag: torneo di tennis gastronimico_racchetta_forchetta_domenica 23 ottobre 2011 >

torneo prestige immobiliare tennis gastronomico Grande giornata di racchetta e… forchetta! Domenica 23 ottobre si è svolta la prima edizione del Torneo Prestige Immobiliare Tennis Gastronomico, che ha coniugato la passione del tennis a quella dell’arte culinaria < di_Luigia Latteri > < ph_Rodolfo Boccale >

\\ Le 12 squadre, formate da 4 uomini e 2 donne, si sono sfidate sui campi rossi, suddivise in 4 gironi. Il verdetto del campo ha determinato la classifica parziale, completata dopo la performance… “mangereccia”: i piatti presentati al concorso gastronomico hanno composto un buffet vario e colorato, ma anche molto appetitoso. Tutti i tennisti hanno pranzato insieme, commentando ora le gesta tennistiche ora le squisitezze cucinate per l’occasione, magari scambiando le ricette e i segreti, tesoro di tutti gli chef. E mentre ancora si gustavano gli ultimi bocconi, la giuria, formata da Paola Lanni (“nonna Paola” del Bistrò Due Ponti) e da Andrea Galimi, Marco Maltinti e Danilo Ferrari Ruffino, in rappresentanza dello sponsor Prestige Immobiliare, ha proceduto alla votazione, con voto unico per squadra, che esprimeva la valutazione di gusto e presentazione di entrambi i piatti. Laureata campione della prima edizione dueponti_magazine_188

www.duepontimag.it


dpmagevento \\ < tag: torneo di tennis gastronimico_racchetta_forchetta_domenica 23 ottobre 2011 >

del Torneo Prestige Immobiliare, a pieni voti, la squadra capitanata da Fabrizio Vita e composta da Mauro Giansiracusa, Rodolfo Boccale, Lillo Camilleri e da Olga Ventura e Antonella Lanzi, autrici dei due piatti presentati al concorso gastronomico e votati con il massimo da tutti i membri della giuria. Insomma, il primo posto nella classifica tennistica è stato confermato anche dalla migliore prova… delle cuoche! Emanuele Tornaboni, che ha ravvivato la giornata con il suo immancabile estro da trascinatore e intrattenitore, ha premiato la squadra vincitrice, insieme ad Alessio Palladino, direttore del torneo. Con l’importante supporto dell’Agenzia Prestige Immobiliare di Galimi & Co. e del Bistrò Due Ponti, molto importante per la logistica della parte gastronomica, il Due Ponti ha vissuto una giornata di divertimento, tennis e buona cucina. \\

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_189


dpmagkite_trip \\ < tag: vento do brasil_spot_sole_vento_mare >

vento do brasil I prossimi numeri della rubrica dedicata al mondo del kite e degli amanti del mare saranno dedicati alla scoperta dei migliori spot del mondo dove trascorrere giorni di sole, vento e mare. Ogni mese scopriremo i luoghi più ventosi e più consigliati dove poter praticare questo fantastico sport < tx+ph_Lorenzo Giovannelli >

\\ Il Brasile è senza ombra di dubbio uno dei migliori luoghi al mondo dove poter praticare il kitesurfing. Dal mese di luglio a gennaio è garantito il 90% di giorni ventosi lungo il tratto costiero che va da Nadal fino ad arrivare a Jericoacoara, con un intensità che varia dai 15 ai 25 nodi passando da lagune disperse nelle dune di sabbia a fantastiche onde da surfare nei reef dei vari spot. Il classico percorso che vi consiglio parte da Fortaleza, capoluogo della dueponti_magazine_190

www.duepontimag.it

regione del Cearà, una città molto caotica dove è anche possibile fare kite ma allo stesso tempo molto pericolosa; un consiglio personale è quello di uscire dall’aereoporto prendere una taxi e farsi portare nel primo spot: Combuco. È un piccolo paesino con qualche struttura alberghiera, famoso per la sua laguna dove il vento e lo spettacolo è assicurato: da questo spot sono usciti e si allenano i migliori rider del mondo di freestyle; assolutamente da fare è il


dpmagkite_trip \\ < tag: vento do brasil_spot_sole_vento_mare >

downwind dal paese alla laguna surfando le onde e sbizzarrendosi in freeride. Stanchi dell’acqua piatta ci si può spostare a 60 km verso nord raggiungendo Paracuru, altro paesino di dimensioni maggiori che offre uno spot a dir poco incredibile, praticello all’inglese per montare e smontare l’attrezzatura, attrezzato ristorante e uno spot dove a seconda della marea si possono trovare varie condizioni. Ultima meta di questo primo trip è il famoso paese di Jericoacoara, disperso nel mezzo delle dune, raggiungibile solo con la Jeep, noto per i suoi tramonti e per la particolarità di essere costruito interamente sulla sabbia. A Jeri è possibile trovare lussuose strutture

alberghiere e vari servizi, al contempo offre vari spot sia per kiter che windsurfisti passando dal mare alle lagune nascoste dalla dune. Per raggiungere questo luogo, nel caso in cui abbiate affittato una macchina, è consigliato prendere una “guida” che si trova all’ingresso del paese; le “guide” sono dei ragazzini esperti del 4x4 nelle dune, che per pochi soldi vi guidano la macchina all’interno di questo parco di sabbia. Raggiungere Fortaleza è semplice, grazie a voli diretti o con massimo uno scalo, molte compagnie prevedono il trasporto di boardbag, consigliato l’affitto di una macchina; per varie informazioni potete consultare i vari siti internet. Buon vento. \\

www.duepontimag.it

dueponti_magazine_191


dpmagnext_mag \\ < tags: nel prossimo numero_anticipazioni_dicembre 2011_gennaio 2012 > < food > Il nostro cenone!

< around the world > Lass첫, sulle montagne

< fashion > Buon Anno in sexy lingerie!

< supercars > Lusso in movimento < due ponti sporting club > Tornei, corsi ed eventi

< oggetti del desiderio > Idee regalo

dueponti_magazine_192

www.duepontimag.it

< spettacoli > Mostre, location, libri, teatro


Due Ponti Magazine Novembre 2011  

Luxury free magazine

Advertisement