Citizens Cafe Recipe Book (Italy) - Il Progretto Cafe

Page 1






RINGRAZIAMENTI Questo libro di ricette ed il progetto CAFE sono stati finanziati nell’ambito di una Grundtvig Learning Partnership Il programma Grundtvig è parte dell’iniziativa comunitaria Lifelong Learning. Mira a studiare e soddisfare i bisogni degli allievi coinvolti nell’educazione per adulti e per tutto l’arco della vita. Il programma si focalizza sull’apprendimento per un miglior inserimento sociale che nella maggior parte dei casi non viene riconosciuto. Austria: Nationalagentur Lebenslanges Lernen, National Agency for Lifelong Learning, Ebendorferstraße 7, 1010 Wien Bulgaria: HUMAN RESOURCE DEVELOPMENT CENTRE, 15 Graf Ignatiev Str, fl. 3 1000 Sofia Italia: Agenzia Nazionale LLP - Programmi settoriali Comenius, Erasmus, Grundtvig e Visite di Studio - AS Agenzia Scuola, Via Magliabechi 1, I - 50122 FIRENZE Lituania: Education Exchanges Support Foundation, Gelezinio Vilko str.12, LT-01112 Vilnius Spagna: OAPEE Paseo del Prado, 28 1ª planta 28014 Madrid Regno Unito: Ecorys, Vincent House, Quay Place, 92-93 Edward Street, Birmingham B1 2RA CONTATTI Per ulteriori informazioni contatta: Associazione N.E.T via Alfieri 9 35020, Roncaglia - Padova (ITALY) T: 00390498961994 E: info@associazionenet.it O Sense City / Kitchen, 122 Fazeley Street, Birmingham B5 5RS UK T: 0044 121 634 4999 E: jayne@kitchenschool.co.uk

ISBN 978-0-9573070-1-8 © Kitchen (Harborne) CIC Edited by Jayne Bradley Designed by Sarah Taylor Silverwood


Il Progretto CafĂŠ Ricettario



Indice Introduzione 1. Aperitivi 2. Antipasti 3. Primi Piatti 4. Secondi Piatti 5. Dessert 6. Digestivi Suggerimenti Su di noi


PRESENTAZIONE Che cos’è CAFE? C.A.F.E è un partenariato di apprendimento Grundtvig realizzato da sei organizzazioni Europee. L’obiettivo è di riunire le donne di tutta Europa e consentire loro di sviluppare e migliorare le proprie competenze nell’ambito della cucina e dell’alimentazione etica e solidale per un possibile futuro inserimento lavorativo e per la loro comunità. L’obiettivo del progetto è quello di incoraggiare una cittadinanza più attiva attraverso lo sviluppo di competenze relative ad alimentazione e cucina. Il programma mira a mostrare esempi di come altre persone sono riuscite a trasformare le loro competenze in un’impresa e attività lavorativa, e di come l’alimentazione sana ed etica può rendere una comunità sostenibile e migliorarla nella salute e benessere. Il programma include esempi di cittadinanza attiva in Europa, dallo sviluppo di attività inerenti ristorazione/alimentazione per supportare le zone rurali, agli orti in città e al sostegno al benessere delle comunità. Che cosa ha fatto CAFE’ Da ottobre 2010 ogni organizzazione della partnership, ha invitato donne e colleghe a prendere parte al programma che è durato due anni, visitando ciascuna città dei paesi partner. Si sono organizzati 3 meeting all’anno e tra i meeting sono state create 4 newsletter, il sito web, la raccolta di buone pratiche e la raccolta di ricette vegetariane per la realizzazione del libro finale. A ciascun meeting hanno partecipato una media di 10-12 persone. Ciascuna visita ha avuto un tema. L’Italia si è concentrata sull’alimentazione etica e vegetariana. La Bulgaria sulla ricerca delle buone


pratiche. La Spagna sullo sviluppo economico, il Regno Unito sugli orti in città e l’Austria e la Lituania sulla cittadinanza e la formazione. In due anni abbiamo organizzato meeting durante i quali abbiamo visitato realtà/aziende di catering, conosciuto cheflocali, assaggiato prodotti locali e preso parte a workshop di cucina. I meeting hanno avuto la durata di e sono stati gli aspetti più importanti del progetto . Il risultato del progetto è stata la raccolta di buone pratiche da parte di ogni paese riguardanti le esperienze di donne che sono riuscite ad avere un impatto sulla comunità attraverso il cibo oppure creando una attività culinaria di successo. Il secondo risultato del progetto è questo libro di ricette, un diario condiviso sotto forma di ricette della nostra partnership e una ricetta di successo per ogni attività descritta nel settore alimentare. Le informazioni dei partner possono essere trovate alla fine del libro di ricette nella sezione “Chi siamo”. Cos’è il libro di ricette di CAFE Questo ricettario segue la regola del sei: sei i paesi che hanno dato ognuno sei ricette, una ricetta per ciascuno delle sei portate di un pasto, rifinito con 6 suggerimenti per un progetto alimentare efficace. Inoltre, ogni partner ha offerto un esempio di attività commerciale nell’ambito dell’alimentazione – quindi abbiamo 6 esempi di buone pratiche, ciascuna si adatta al menu. In totale 36 ricette e sei storie di buone pratiche. Tema di Cafe – Cibo etico e sostenibile Vedrete che tutte le ricette sono vegetariane. Questo perché abbiamo ritenuto essenziale dimostrare attraverso il progetto la sostenibilità di


sistemi alimentari etici al di là di tutte le differenze culturali. Dieta sostenibile significa considerare la salute e il benessere di tutti gli esseri viventi e il pianeta in cui viviamo e che ci sostiene non solo le persone. Come leggere le ricette Vedrete che le ricette riflettono la diversità culturale dei partecipanti. Tutte le ricette sono per 4 persone a meno che non sia specificato diversamente. Ogni ricetta è stata provata dai partner ma vi consigliamo di usare il vostro gusto e parere personale e le alternative di cibo locali che preferite.


1.Aperitivi


HO VOGLIA DI QUALCHE COSA DI DIVERSO

AROMATICA – RISTORANTE BIOLOGICO E VEGETARIANO Aromatica è un ristorante biologico e vegetariano aperto in un’area marginale dell’Italia da una ragazza, Francesca, che era stanca di lavorare come assicuratrice. Così ha deciso di investire tutto quello che aveva per realizzare il suo sogno: aprire un ristorante vegetariano proprio. È vegetariana da molti anni. Ama gli animali e la natura e rispetta profondamente le creature più deboli e pensa che la maggior parte degli allevamenti intensivi e la completa indifferenza nei confronti degli animali sia sbagliata. È l’unica proprietaria. Il suo personale è composto da 4 ragazze che seguono e condividono gli stessi ideali. La sua idea era di avere un ristorante all’avanguardia. La scelta di prodotti biologici è una diretta conseguenza del rispetto per la natura. Questa è la filosofia alla base del ristorante “Aromatica”: è una scelta nuova, diversa e responsabile di un posto che rispetta la Natura. Aromatica preferisce prodotti locali, organici e di stagione scegliendo verdure, frutta, cereali e legumi che rispettano la biodiversità del mondo vegetariano. Latte, uova e formaggio, prodotti di origine animale, vengono da fattorie biologiche e controllate che non solo garantiscono la qualità del prodotto ma anche il rispetto e il benessere degli animali. In questo modo, Aromatica aiuta le persone a tutelare la propria salute offrendo loro ogni giorno il modo giusto per vivere con gusto. Aromatica voleva essere un investimento per il futuro. Quindi gli obiettivi principali del ristorante sono: 1.Utilizzare prodotti locali, biologici e di stagione 2.Utilizzare solo prodotti vegetariani sia per ragioni etiche che per ragioni di salute 3.Diffondere un modo nuovo e sano di mangiare: la dieta vegetariana 4.Diffondere l’importanza del rispetto della vita in ogni sua forma. Non voleva che diventasse un ristorante solo per vegetariani ma che fosse aperto a qualsiasi persona che volesse provare a cambiare il proprio punto di vista e cambiare per un giorno il modo tradizionale di mangiare. Infine i clienti rientrano in due categorie: ovegetariani/vegani che vengono soprattutto la sera. Conoscono molto bene gli ingredienti principali che usiamo quali seitan e tofu; opersone non-vegetariane che rimangono a bocca aperta quando scoprono che c’è qualcos’altro oltre alla carne. Considerando che l’esperienza ha avuto successo, Francesca organizza anche corsi di cucina vegetariana per avvicinare le persone curiose e interessate a questo mondo e serate a tema con menu fisso a prezzo fisso. Il ristorante Aromatica era e rimane ancora non solo innovativo nel modo di pensare, gestire e servire ma anche nel modo di considerare i clienti che non sono solo clienti ma una sorta di “allievi”. Francesca ha tentato di “educare” e insegnare loro non solo un modo nuovo e sano di mangiare ma anche un modo etico di godere il pasto con gli amici. Inoltre non si tratta solo di un ristorante ma piuttosto di un laboratorio. Le attività sono molte, tutte con lo stesso obiettivo: far capire alle persone che la vita può essere più felice, sana e leggera rispettando gli animali, la natura e la salute delle persone. www.kepykla-gardumelis.lt


AUSTRIA

Crema di zucca Ingredienti: 250 g formaggio fresco simile al primosale 1 cucchiaino di panna acida Sale, pepe Maggiorana, aglio Q.B. Semi di zucca tostati mescolati o macinati con un pestello e mortaio 5 cucchiaini di olio di semi di zucca Preparazione: Mettere tutti gli ingredienti in una terrina e mixateli con un minipimer. Consiglio: è buonissimo servito con pane nero!


BULGARIA

Ceci con verdure - Antipasti Ingredienti: 150 g ceci secchi 4 carote di media grandezza 2 peperoni verdi (possono essere usati anche quelli rossi) 4 cipolle di media grandezza Olio d’oliva Pepe nero 2 pizzichi di cumino 2-3 pizzichi di menta essiccata Succo di mezzo limone, appena spremuto 1.5 tazza di aneto fresco 2 piccoli spicchi d’aglio Preparazione: 1. Mettere a bagno i ceci in una terrina d’acqua una notte. 2. Scolare ed asciugare bene il giorno seguente; quindi bollire i ceci in acqua salata per 10-15 minuti. 3. Scolare e bollire in acqua salata. 4. Tagliare le verdure in piccoli pezzi (potete usare un frullatore) e cucinatele al vapore in un po’ di olio d’oliva e acqua. 5. Una volta che le verdure sono pronte, aggiungete i ceci scolati e le spezie, assieme all’aglio tritato e al succo di limone. 6. Lasciare il preparato a bollire per altri 10 minuti. Servire con pane tostato caldo


ITALIA

CruditĂŠs al pinzimonio con vinagrette alla senape di digione e al bergader Ingredienti: 2 carote 1 sedano 10 pomodorini pachino 1 cavolo 1 peperone giallo e 1 rosso 2 zucchine Q.b senape di Digione Q.b gorgonzola Bergader

Preparazione: Tagliare tutte le verdure nella forma che desiderate (lasciate le carote e il cavolo in acqua con aggiunta di succo di limone perchĂŠ non diventino neri, prima di tagliarle) A parte, in una terrina far sciogliere il sale e il pepe con l'aceto (le quantitĂ da usare sono le stesse che usereste se doveste condire a mano la insalata). Unire la senape di Digione (a vostro gusto) e infine, sempre sbattendo con la frusta, l'olio di oliva. Deve risultare un po' densa. Lo stesso procedimento per la vinaigrette al formaggio di Bergader, solo che al posto della senape,ci mettete il Bergader precedentemente sciolto a bagnomaria. Mettere le due coppette con le salse in tavola e su diversi piatti da portata le verdure disposte a piacimento ma asciutte.


LITUANIA

Crema di Funghi Ingredienti: 400 g funghi finemente tritati 1 cipolla finemente tagliata 2 cucchiai da tavola di olio d’oliva 1 cucchiaio da tavola di succo di limone 1 cucchiaio da tavola di aceto Pepe, sale Cipolline tagliate fini per servire Preparazione: Stufare i funghi nella loro acqua, quindi friggere la cipolla tagliata a fettine in un po‘ di olio e aggiungere i funghi. Aggiungere aceto o succo di limone al preparato e un pizzico di sale e pepe. Servire su fette tostate. Servire con cipolline.


SPAGNA

Toast Vegetali Ingredienti: 50 g di cipolla 50 g di peperone verde 50 g di carote 50 g di zucchine 8 olive nere 8 fette di pane tostato q.b Olio di semi Preparazione: Tagliare tutte le verdure a strisce sottili. Aggiungere un po’ di olio in una padella e friggere le verdure a fuoco medio per 3-4 minuti. Versare un po’ di olio in ogni fetta di pane tostato, quindi mettere le verdure sopra e decorare con un’oliva.


UK

Aperitivo Gin &Tonic con nespole Ingredienti: 1 parte di gin 1 parte di sciroppo di nespole 2 parti di acqua tonica

Preparazione: Mescolare bene assieme sciroppo di nespole e gin. Aggiungere il ghiaccio. Concludere con l’acqua tonica. Sedetevi su una sedia comoda e sorseggiate in attesa di un pasto delizioso.

Sciroppo di Nespole

Ingredienti: 2kg di nespole Acqua Zucchero semolato Preparazione: Lavare accuratamente le nespole quindi metterle in una padella. Coprirle con acqua fredda e portarle a bollitura. Bollire lentamente per circa 15 minuti, fino a che la frutta inizia a “squagliarsi”. Filtrare con una sacca di gelatina o una garza di mussolina . Il giorno seguente, dosare il liquido filtrato e aggiungere lo zucchero in proporzione 3:1. Quindi per 300 ml di liquido aggiungere 100 gr di zucchero ecc. Mettere di nuovo il liquido nella padella con lo zucchero, scaldare lentamente e mescolare fino a che lo zucchero si è sciolto. Bollire per 2-3 minuti quindi riporre in bottiglie sterilizzate e sigillare. Utilizzare su gelati, cialde, pancake; porridge, budino di riso, panna montata; budini di frutta, caffè e specialmente col gin tonic!


2. Antipasti


APERTITIVI SALUTARI IRUTE BAGDONIENE Panetteria „GARDUMĖLIS“ – Per i sostenitori di uno stile di vita sano L’unica panetteria di Neringa “Gardumėlis” situata al centro di Nida lavora ormai da 7 anni con grande successo. Com’è cominciata la storia di questo successo? Nel 2003 Irute Bagdoniene ha deciso di aprile la sua panetteria. Cucinare era la sua passione. Presenta domanda nell’ambito dell’iniziativa europea PHARE. La sua idea è di aprire appunto una panetteria in uno delle zone turistiche più famose della Lithuania - Nida – ed il finanziamento le viene accordato. Uno dei principali motivi della sua idea è il fatto che a Nida non ci sono panetterie. Ma è stata anche una grande sfida per Irute Bagdoniene fare nascere e gestire una nuova impresa in una piccola cittadina come Curonian Spit dove durante la bassa stagione la gente è poca e dove la bassa stagione comprende autunno, inverno e inizio primavera. Inoltre Irute non aveva alcuna esperienza di gestione aziendale. Ma è riuscita a sviluppare la sua panetteria. Irute Bagdoniene dice: "Durante questi sette anni abbiamo provato un sacco di ricette che costituiscono i prodotti di oggi di “Gardumėlis”. Anche se orientati verso prodotti da forno tradizionali lituani aderiamo al principio di una cucina sana - senza aromi chimici, coloranti, e conservanti per prolungarne la durata del prodotto. Tutti i nostri prodotti da forno sono a base di farina ecologica, uova fresche, con crema di alta qualità naturale lituana acida al posto della crema vegetale con addensanti e burro invece di margarina. Anche per le persone che per qualche ragione di salute non possono far uso di farina industriale, grassi o uova si trovano prelibatezze da provare nel nostro panificio ". La panetteria "Gardumėlis" è ora uno dei luoghi più popolare per mangiare a Nida non solo per la popolazione locale, ma anche per i turisti provenienti dall'estero. La panetteria ha un caffè aperto tutto l'anno dove si può non solo degustare tutti i prodotti, ma una tazza di caffè o tè, o fare uno spuntino. Nel periodo invernale 7 persone lavorano a tempo pieno alla panetteria, nel periodo estivo - 15. In bassa stagione a Irute piace leggere libri di ricette e cibi sani, e le piace anche preparare piatti nuovi visto che ha tempo in quanto in estate è molto occupato. La panetteria "Gardumėlis" è un esempio di attività imprenditoriale femminile di successo, che si combina con un hobby e con lo stile di vita quotidiano. La proprietaria della panetteria Irutė Bagdonienė non si limita a offrire ai clienti della panetteria cibo di alta qualità e sano, ma ha abituato anche la sua famiglia al cibo sano e naturale. Irutė Bagdonienė è anche un membro attivo del club "Esuva", partecipa a seminari vari e manifestazioni sullo stile di e cibo vita sano. www.kepykla-gardumelis.lt


AUSTRIA

Linguine con pesto ai semi di zucca Ingredienti: 400 gr di linguine ¼ litro di olio di semi di zucca Aglio, sale, maggiorana, pepe Succo di un limone, 4 cucchiai di parmigiano

Preparazione: Mescolare l’olio di semi di zucca con tutti gli altri ingredienti. Dopodiché unirlo alle linguine.


BULGARIA

Foglie di insalatina verde con fusilli e melanzane grigliate Ingredienti: 250 gr di fusilli 400 gr di foglie di insalatina verde 2 manciate di pomodorini ciliegino, tagliati a metà 4 fette di melanzana grigliata Parmigiano Reggiano a scaglie Sale e un mix di pepe (bianco, nero, verde e rosa) Ingredienti per il condimento: Succo di mezza arancia appena spremuta 1 cucchiaio da tavola di senape di Digione 1 cucchiaio da tavola di sale 5 cucchiai di olio extravergine di oliva Preparazione 1. Grigliare le fette di melanzane in una griglia mediamente calda per 5 minuti su ogni lato. 2. Bollire la pasta in acqua con sale e olio d’oliva a seconda delle istruzioni del pacchetto. Scolare e risciacquare con acqua fredda. Trasferire il tutto in una terrina grande. 3. Preparare il condimento mescolando tutti gli ingredienti e versarlo sopra alla pasta. Porre sopra le fette di melanzana grigliata, il mix di insalatina e pomodorini ciliegino tagliati a metà . Mescolare prima di servire e cospargere di scaglie di parmigiano. :


ITALIA

Carpaccio di avocado e zucchine Ingredienti: Zucchine (calcolare 1 zucchina per 2 persone) Avocado (a seconda della misura,un avocado per 3 persone) 2 cucchiai di olive nere denocciolate 1 cucchiaio di capperi sott'aceto succo di limone olio di oliva sale e pepe Preparazione: Lavare le zucchine e tagliarne le estremità, poi affettarle il più sottile possibile (ideale un’affettatrice) nel senso della lunghezza metterle nel piatto di portata e spruzzarle con succo di limone. Lavare l’ avocado (meglio acquistarli un po' crudi perché se sono troppo maturi non si tagliano bene), tagliarlo a metà ed estrarre in nocciolo, sbucciarlo e tagliarlo molto sottile mettere le fettine assieme alle zucchine e spruzzare anch'esse con succo di limone. In un tritatutto versare le olive scolate e i capperi scolati e sciacquati, sale, pepe e frullare il tutto aggiungendo l’ olio di oliva. Aggiungere la salsa cosi ottenuta sul nostro carpaccio e servire a temperatura ambiente. m with lemon juice.


LITUANIA

Barbabietole con fave Ingredienti: 2 barbabietole cucinate, sott’aceto, tagliate a cubetti 1/2 l (2 tazze) di fave cotte 3 cipolle tagliate a striscioline sottili 1/4 cucchiaio da caffè di pepe 3 foglie di alloro 3 cucchiai da tavola di olio d’oliva 1 cucchiaio da tavola di semi di cumino Sale q.b.

Preparazione: Pelare le fave cotte, tagliarle a metà. Friggere le strisce di cipolla in olio caldo con pepe, sale e foglie di alloro. Mescolare le barbabietole, fave e cipolle cospargerle con semi di cumino e servire.


SPAGNA

Gazpacho Ingredienti: 1 kg di pomodori 1/2 cipolla piccola (60 g) 1 peperone verde piccolo 1 cetriolo (piccolo) 1 tazzina di olio d’oliva 2 cucchiaini di aceto 200 gr. di pane vecchio del giorno intriso di acqua Sale Aglio

Preparazione: Mescolare i pomodori, la cipolla, il pepe, i cetrioli, l’aceto, l’aglio, l’olio (senza olio non si unisce bene il preparato) e il pane in un frullatore. Deve essere omogeneo e liquido. Può essere aggiunta l’acqua se si desidera un gazpacho più leggero. È importante che il gazpacho sia servito molto freddo, quindi dovrebbe essere conservato in frigo per un bel po’ prima di servirlo, anche se si possono aggiungere dei cubetti di ghiaccio prima di essere servito per renderlo più freddo.


UK

Pakoras di cipolle & chutney di salsa di pomodoro

Ingredients:

Pakoras:

250 gr farina di ceci o farina di grano 1 cucchiaio da tavola di peperoncino tritato 4 cucchiai da tavola di salsa di pomodoro rosso ¾ cucchiaino di sale 1 cucchiaio da tavola di acqua ½ cucchiaino di lievito in polvere ½ cucchiaio di lime pickle verde tagliato a fettine (alimento indiano) sminuzzato finemente 1½ peperoncino tazza di coriandolo sminuzzato ½ cucchiaino di zucchero 1 cipolla, tagliata a strisce in lunghezza ½ cucchiaino di sale tazza di acqua tiepida (se lo preferisci più fresco, usa lo yogurt 1Olio di semi di girasole (o qualsiasi al posto della salsa di pomodoro ma non altro olio vegetale, di cartamo, colza, sarà vegana) ecc) per friggere 1. Prepara il Chutney: mescola tutti gli ingredienti del Chutney insieme in una terrina. 2.Prepara il Pakoras: Scalda l’olio a 180/190 gradi. In una grande terrina, mescolare insieme la farina di ceci, i fiocchi di peperoncino rosso, sale, lievito in polvere, chili sminuzzato, coriandolo e cipolla tagliata a strisce. Aggiungere lentamente l’acqua, mentre si mescola con un cucchiaio di legno o con le mani. Mescolare con forza per un paio di secondi. L’impasto dovrebbe essere spesso, quasi quanto la panna montata e dovrebbero anche esserci delle bolle d’aria… Una volta scaldato l’olio, porre con cura dei mucchietti di impasto presi col cucchiaio nell’olio bollente. Cercare di non surriscaldare troppo l’olio perché il risultato sarebbero delle pakoras unte. Friggere fino a che le pakoras sono di color marroncino. Scolare su un cestello per raffreddarle su una teglia per biscotti. Ripetere con il resto dell’impasto. Servire subito e buon appetito. Ketchup Chutney:


3. Primi Piatti


AUSTRIA UNA ZUPPA CULTURALE Scambio inteculturale – Cuochi senza frontiere Endah Tri Lusianti Ebner è una donna indonesiana, che vive in Austria dove si è sposata. Quando viveva in Indonesia lavorava all’ufficio turistico ed aveva un lavoro sicuro. Ma quando è arrivata in Austria questa sicurezza è cambiata. Non è stato facile per lei trovare un lavoro. Era disoccupata e per superare la sua situazione ha frequentato molti corsi (e imparò anche la cultura austriaca). Ispirata dalle esperienze personali, ha deciso di fondare una organizzazione no profit chiamata "Rumahku". Il suo obiettivo era di promuovere lo scambio culturale Austro-Indonesiano. Nel dicembre 2011 è stata invitata come oratrice all’evento “colazione tra donne”, che viene organizzato ogni mese da una organizzazione no profit a sostegno delle donne chiamata “Freiraum”. Assieme alle colleghe Indonesiane è andata alla colazione per discutere sul suo paese, la sua cultura e la sua cucina. Eva Surma è una delle co-fondatrici della Associazione per donne che fa anche parte dell’Austrian Women's Network. Questa organizzazione no profit vuole aiutare le donne e le ragazze indecise e senza aiuti in modo anonimo e gratuito. L’obiettivo è di aiutare queste ragazze e donne a realizzare le loro aspettative di vita. Uno dei molti servizi offerti alle donne è questa colazione di cui abbiamo parlato prima, una volta al mese. A questo evento viene data l’opportunità a donne con diversi trascorsi e origini di ampliare e sviluppare la loro rete. Surma: “(…)queste esperienze comuni che viviamo nella società e le impressioni che abbiamo ci legano.” Klement: „la mattina alla colazione tra donne ho dimenticato i problemi di ogni giorno e apprezzato la comunità di donne diverse con diverse storie di vita”. www.rumahku.at


AUSTRIA

Riso fritto dall’Indonesia Ingredienti: 2 uova 1 cucchiaino di salsa di soia 3 cipolle Verdi 1 cipolla piccola 2 spicchi d’aglio 1 chili 350 g riso basmati bollito e freddo sale, pepe

Preparazione: Mettere un cucchiaio di olio nella padella, dopo averla scaldata mettere le uova con sale e pepe e cuocerle. Togliere le uova dalla padella, tagliarle a striscioline e lasciarle da parte. Lavare le cipolle verdi assieme all’aglio e tagliarle fini. Tagliare il chili a metà, curarlo, lavarlo e tagliarlo a striscioline. Scaldare l’olio nel wok e aggiungere le cipolle, l’aglio e il chili. Soffriggere mescolando continuamente finché la cipolla è dorata. Mescolare il riso bollito e cucinarlo per altri 3 minuti quindi cucinare tutto insieme con la salsa di soia fino a che tutto è riscaldato e mescolato bene. Alla fine aggiungere le striscioline di uova e insaporire. Buon appetito!


BULGARIA

Zuppa Tartara Ingredienti: 800 gr di yogurt bianco 250 gr di cetrioli 50 gr aneto 30 gr di noci tritate 40 ml di olio d’oliva 2-3 spicchi di aglio tritato Sale q.b. Preparation: Tagliare il cetriolo e l’aglio in pezzi molto piccoli. Aggiungere 1 bicchiere di acqua fredda allo yogurt e mescolare finché non diventa liquido. Aggiungere ancora acqua se necessario. Mescolare lo yogurt con il cetriolo e l’aglio tritato in una terrina grande e le noci tritate. Aggiungere l’olio d’oliva e il sale q. b. Cospargere con aneto fresco. Questo tipo di zuppa fredda viene di solito preparata d’estate – un po’ di cubetti di ghiaccio aggiungeranno freschezza.


Orzotto

ITALIA

Ingredienti: 400 gr di orzo decorticato 2 gambi di sedano 4 carote mezza cipolla 2 litri latte di soia o di riso rosmarino e salvia qb wurstel vegetali

Preparazioni: Sbucciare la carote e tagliarle a cubetti. Togliere i fili del sedano e tagliarlo a cubetti. Tritare finemente la cipolla. In una pentola far rosolare la cipolla con olio di oliva, aggiungere le carote e il sedano e far dorare. Versare l'orzo, rosolare appena e aggiungere prima mezzo litro di latte di soia o di riso. Cuocere come fosse un risotto aggiungendo il latte man mano che serve. Aggiungere i wurstel tagliati a rondelle. Cuocere per circa 20-25 minuti. Una volta cotto aggiustare di sale e pepe e aggiungere ancora tanto latte fino a che si ottiene la consistenza desiderata. Servire caldo accompagnando con crostini.


LITUANIA

Zuppa alla zucca Ingredienti: 800gr di zucca 1 cucchiaio da tavola di olio d’oliva 1,5 l di brodo vegetale 1 foglia d’alloro Sale, pepe Panna, per servire Preparazione: Pelare la zucca e tagliarla a cubetti. Tagliare la cipolla e dorarla in una padella con dell‘olio. Aggiungere la zucca e cucinare per 3 minuti. Aggiungere il brodo vegetale, l‘alloro e portare ad ebollizione. Bollire per 20 minuti fino a che la zucca si ammorbidisce, quindi togliere l‘alloro e mescolare tutto usando un frullatore. Versare la zuppa in una pentola, cospargere con sale e pepe. Servire con panna acida.


Paella vegetariana

SPAGNA

Ingredienti: 2 tazze di riso Prezzemolo tritato 1 cipolla tagliata a dadini Sale 2 spicchi d’aglio 4 tazze di acqua 100 gr di piselli cotti 100 gr di fagiolini/taccole 4-6 cuori di carciofo 1 peperone verde tagliato a dadini 1 barattolo di funghi cotti 100 gr di fave 1 melanzana piccola 1 barattolo di peperoni rossi a strisce 1 mestolo di salsa di pomodoro (non ketchup) Olio d’oliva Zafferano Preparazione: Tagliare la melanzana a fette e lasciarla scolare con un po’ di sale in modo che rilasci l’amaro. Tagliare a dadini la cipolla, l’aglio e il peperone verde e friggerli leggermente in una padella larga e bassa. Quando si sono dorate aggiungere la melanzana tagliata a dadini e continuare a friggere. Continuare aggiungendo i piselli, i fagiolini, le fave e i funghi. Cucinare per qualche minuto a fuoco medio. Aggiungere il riso e friggere ancora per un po’. Aggiungere la salsa di pomodoro e mescolare bene, muovendo e coprendo tutto il riso usando un cucchiaio di legno. Aggiungere l’acqua e lo zafferano. Lasciare cucinare a fuoco lento e quando è quasi pronto aggiungere i cuori di carciofo, le strisce di peperone e il prezzemolo sopra al riso. Togliere dal fuoco, coprire e lasciare riposare cinque minuti prima di servire.


UK

Zuppa di fagiolini e pastinaca Ingredienti: 1 cucchiaio da tavola di olio d’oliva 1 cipolla, tagliata fine 2/3 spicchi d’aglio tritati 250 gr di pastinaca, pelata e sminuzzata 150 gr di patate farinose, pelate e sminuzzate 400 gr fagiolini in scatola 400 ml di brodo vegetale foglie di alloro Succo di limone 50gr di panna acida parzialmente scremata (o panna di soia) 50-75 ml di latte scremato (o panna di soia) Preparazione: 1. In una padella larga e robusta, scaldare l’olio d’oliva e soffriggere la cipolla e l’aglio. Coprire e cucinare lentamente per circa 8 minuti, fino a che si ammorbidisce. Aggiungere la pastinaca e le patate e quindi aggiungere i fagiolini col loro liquido, il brodo, le foglie di alloro e il succo di limone. Portare ad ebollizione quindi abbassare il fuoco e lasciare bollire per circa 20 minuti fino a che le verdure sono ammorbidite. 2. Rimuovere le foglie di alloro, aggiungere la panna e mescolare col frullatore. Diluire col latte. Condire e riscaldare prima di servire.


4. Secondi Piatti


SECONDI PIATTI – IL CIBO COME IMPRESA DEL MONTE DE TABUYO Marisa, Encarna, Luci, Carmen e Visi sono un gruppo di cinque donne che vivono a Tabuyo del Monte, un piccolo villaggio a León, famoso per le sue ricche foreste che contengono migliaia di ettari di pini e colline dove vengono estratti tradizionalmente carbone, legno, resina, pinoli ecc. A questi prodotti dobbiamo aggiungere una nuova prelibatezza, i funghi selvatici. Quando quattro di queste donne persero il lavoro, cioè cucire reggiseni a domicilio per una ditta di intimo, decisero di iniziare un’attività in proprio usando prodotti naturali. Non è stato facile per cinque donne iniziare una propria attivitò in un ambiente rurale. Alla fine crearono una società per azioni dedicata alla preparazione di funghi selvatici dalle colline. Dopo due anni di aridità con poca pioggia iniziarono a coltivare i funghi da sole in modo naturale ed biologico. Decisero anche di coltivare altri prodotti quali porri, asparagi, pere, lamponi e rabarbaro per nominarne alcuni. Tutti vengono usati per preparare le loro ricette e rifornire il loro ristorante, El Comedor del Monte, nel quale offrono un menu a base di funghi. Non vendono i prodotti allo stato naturale ma piatti preparati inclusa una marmellata di lamponi con cacao, porri in salsa di aneto e lamponi. Questo è quello che le rende diverse da altri ristoranti. Gli inizi sono stati difficili con situazioni di maschilismo, come quando la banca ha chiesto loro quale era l’opinione dei loro mariti, e lungaggini burocratiche senza fine. Fortunatamente hanno ricevuto un finanziamento da un programma dell’Unione Europea dedicato allo sviluppo rurale. Guardando al passato sono molto felici dei risultati. Grazie alle vendite on line le conserve di frutta hanno raggiunto diverse località a livello nazionale e il ristorante ha avuto un rilancio che ha dato la necessaria liquidità per pagare i prestiti bancari. Il loro progetto ha preso anche in considerazione lo sviluppo sostenibile, hanno un compost dove buttano materiale dei boschi, buccie e frutta rimaste dalle marmellate e da altre ricette. Il compost viene mescolato con le feci delle pecore e usato come fertilizzante. Marisa, Encarna, Luci, Carmen e Visi sono orgoglio di essere in grado di vivere e lavorare nella loro città. Hanno viaggiato in vari posti raccontando la loro storia in modo che le donne possano rendersi conto che è possibile. Quando chiedono loro del futuro dicono che vorrebbero crescere in base alla domanda ma senza perdere la loro filosofia che le ha aiutate ad arrivare dove sono ora con una produzione limitata ma uno stretto legame alla loro terra. www.delmontedetabuyo.com


AUSTRIA

Fette di polenta con verdure al finocchio

Ingredienti: 200 gr di polenta ¼ litro d’acqua ¼ litro di latte di soia Sale, pepe, basilico 10 gr margherina Preparazione:

Polenta: fare bollire l’acqua, il latte di soia, la margherinae le spezie. Quindi aggiungere la polenta. Lasciarla nel liquido per 5 minuti. Quindi metterla in un recipiente rettangolare. Tagliarla a fette e grigliarla in una padella. Verdure al finocchio: Togliere tutti i filamenti del finocchio e tagliarlo in fette dello spessore di 5 mm. Scaldare l’olio in una padella e friggere le fette di finocchio leggermente su entrambi i lati. Una volta dorato il finocchio, versare del vino bianco e del brodo vegetale. Aggiungere le erbe aromatiche e lasciare bollire il tutto, coperto. Aggiungere i pomodori a dadini e condire con sale se necessario. Togliere il finocchio e metterlo su un piatto assieme alle fette di polenta. Alla fine, mettere un ramoscello di timo per guarnire. Buon appetito!


BULGARIA

Otto verdure Gyuvech* Ingredienti: 5 patate 1 melanzana 250 gr di fagiolini lessati 250 gr di piselli lessati 2 zucchine 3 peperoni verdi 3 carote 500 gr di salsa di pomodoro fatta in casa 1.5 tazze di prezzemolo tritato 1.5 tazze di olio di semi di girasole 2-3 peperoncini 1-2 spicchi d’aglio tritati Sale Pepe nero e rosa al gusto Preparazione: Tagliare tutte le verdure in pezzi grossi o a spicchi. Cospargere le fette di melanzana di sale e lasciarle riposare un’ora. Cuocere a vapore i fagiolini e le fette di melanzana con un po’ di olio di semi di girasole fino a che non diventano croccanti. Mettere tutte le verdure in una pentola di terracotta e coprirle di acqua. Cuocere al forno a 250 gradi per circa 30 minuti, quindi a 200 gradi per un’ora. Quando è pronto, cospargere con il prezzemolo fresco. *Un tipo di stufato di verdure cotto al forno, tradizionale nella cucina di Bosnia, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Turchia e Serbia.


ITALIA

Spezzatino di soia al curry con riso

Ingredienti: 50 gr di bocconcini di soia disidratati brodo vegetale curry panna di soia (1 scatola ogni 4 persone) 1 L di latte di soia 1 mela gialla 1 tazza da caffè di riso a persona

Preparazione: Prepariamo innanzitutto un brodo vegetale con sedano, carota, cipolla. Mettiamo a bollire il tutto e una volta pronto il brodo (1 ora circa) togliamo le verdure e versiamo la soia disidratata a pezzettini. Lasciamo bollire almeno 10 minuti. Togliamo la soia mettendola in uno scolapasta e lasciandola scolare dal brodo. Quindi scolarla e strizzarla bene. Mettere a bollire dell'acqua salata in una pentola. In una padella fare un soffritto di cipolla (abbondante) quindi unire la soia e farla imbiondire. Aggiungere la panna vegetale(1 confezione ogni 4 persone) e un po' di latte vegetale (soia o riso). Aggiungere il curry (la quantitĂ varia a seconda del gusto personale). Far cuocere a fuoco basso per 10 minuti. Poco prima della fine della cottura, unire le mele sbucciate e tagliate a pezzetti (1 mela ogni 4 persone). Nel frattempo buttare il riso nella pentola portatelo a cottura e scolatelo. Portare a fine cottura anche la soia, aggiustare di sale e pepe e quindi servire accompagnando con il riso. .


LITUANIA

Pasta con feta, zucchine e pomodorini Ingredienti: 1 zucchina 100 gr di feta 8 pomodorini 3 cucchiai di olio d‘oliva Q.b Basilico, origano 1 spicchio di aglio pelato Sale, pepe nero 300 gr di pasta Preparazione: Tagliare a rondelle le zucchine, pestare la feta e tagliare a metà i pomodorini. Cospargere di olio e spezie e mescolare il tutto. Quindi aggiungere l‘aglio grattuggiato e un pizzico di sale e pepe. Scaldare al forno a 200 gradi e arrostire tutto per 20 minuti. Bollire la pasta in acqua salata. Quindi aggiungerla alle zucchine. Mescolare il tutto e cospargere di olio d‘oliva e foglie di basilico


Fagiolini con funghi selvatici Ingredienti: 1 kg fagiolini 2 foglie di alloro 1 cipolla 1 cucchiaino di cumino Sale 200 cl di olio ½ kg funghi: pleurotus ostreatus , leucopaxillus candida 1 cucchiaio di funghi in polvere 1 peperone verde 2 pomodori piccoli 1 cucchiaio di Paprika

SPAGNA

100 cl vino bianco 2 spicchi di aglio Prezzemolo

Preparazione: Cucinare i fagiolini con l’alloro, la cipolla, il cumino e il sale. In una padella per friggere saltare la cipolla a dadini con olio. Quando è pronta aggiungere i funghi, i peperoni verdi tagliati, le foglie di alloro e il puré di pomodoro. Far saltare tutto insieme. A questo mix aggiungere la paprika, un goccio di vino bianco e i leucopaxillus candida come condimento (non molti e possono anche essere in polvere). Portare il tutto a ebollizione e aggiungere l’aglio tritato e il prezzemolo. Cuocere fino a che la salsa diventa densa. Aggiungere infine i fagiolini cotti e lasciar bollire ancora.


UK

Pumpkin Soufflé

Ingredients: pepe bianco 400 gr di zucca pelata Timo o altre spezie fresche 100 gr di mandorle tritate mediterranee (più sono meglio è) 100 gr di parmigiano grattato 200 gr di funghi tagliati finemente (o il pecorino vegano) Ingrediente segreto (non più segreto 6 uova ora): funghi secchi tritati, non c’è 60 gr di burro Sale marino iodato di alta qualità bisogno di re-idratarli quando si cucinano. o dell’Himalaya Preparazione: 1) Tagliare la zucca a dadini, metterla in una padella con un po’ di sale e 2-3 cucchiaini di spezie; coprire. Cucinare lentamente fino a che si ammorbidisce (5-10 minuti). Mettere in un frullatore o in qualcosa di simile (potreste anche arrostire la zucca/squash insieme e quindi schiacciarla). Mettere a raffreddare. Pre riscaldare il forno a 200 gradi. 2) Mescolare 50 gr di mandorle con metà del burro assieme al purée di zucca. Mischiare le 6 uova in una terrina separatamente (meglio se a lungo) e metà del parmigiano quindi mescolare lentamente il purée di zucca alle uova (cucchiaio per cucchiaio!!!!). Aggiungere sale, pepe, i funghi secchi tritati e le spezie secondo il proprio gusto. 3) Imburrare una teglia per il forno (come quelle per le torte) e versarci il preparato. Coprire col resto del parmigiano e mandorle e scaglie del burro rimanente. Per un risultato più “croccante”, usare un contenitore più grande e fare lo strato più basso, se invece preferite un soufflé che sia più morbido al centro, riempire la teglia facendo uno strato più alto. Mettere nel forno preriscaldato e cucinare per circa 30 minuti (o fino a che non rimane più residuo nell’ago da cottura). Servire subito. Può essere mangiato con verdure arrostite e/o pane e insalata. Il piatto è buono anche se lasciato raffreddare e consumato tagliato a fette il giorno seguente :


5. Dessert


UNA DOLCE STORIA DI SUCCESSO: la storia di una Pasticceria di successo La storia di 100 Grammi di dolci inizia con un sogno – il sogno della fondatrice e proprietaria Svetlana Timeva di avere una pasticceria con torte, dolci, cioccolatini, crostate e dessert, preparate con miniature che combinano varie forme e un gusto squisito. E, ancora più importante, dessert preparati nel rispetto del cibo e dei clienti. La ragione del successo di questa pasticceria è la passione e l’impegno di Svetlana per ottenere un prodotto di qualità. Non ha mai smesso di sognare e questo, senza dubbio, è il motivo principale del successo della pasticceria per più di 11 anni. Svetlana ama cucinare e preparare il pane in casa da quando aveva 6 anni. Le piace il sapore di prodotti di alta qualità e condividere il piacere del buon cibo con famiglia e amici, spesso riuniti attorno alla tavola di casa sua. Anche se Svetlana ha una laurea in legge, preferisce passare il tempo nelle cucine di famosi pasticceri e imparare come far diventare il piacere della cucina a casa una professione. Il sogno di Svetlana è di avere una pasticceria non nasce solo dall’amore per la cucina ma anche dal desiderio di condividere i piaceri del buon cibo e dimostra che è possibile avere successo con un’attività di questo tipo. Ecco perché la ditta ha un attenzione per i prodotti e gli ingredienti naturali e ogni membro dello staff ha sviluppato la capacità di identificare quelli artificiali con la “punta della lingua”. Non ci sono compromessi per la qualità del prodotto a spese del prezzo di vendita. La politica dell’azienda è di sviluppare un prodotto e calcolare il prezzo dopo che il gusto e le sue caratteristiche esterne sono state approvate. Se il prezzo è troppo alto – non verrà prodotto e offerto nelle pasticcerie fino a ulteriori sviluppi. Non è certamente facile fare affari col cibo. Una visione chiara su cosa e come vendere e pazienza nell’attendere le persone che apprezzeranno e compreranno il prodotto, sono fattori chiave per il successo. È necessario anche il 100% di impegno, seguendo le regole di affari e la politica del “nessun compromesso” per il personaggio principale della storia – il Prodotto. 100 Grammi di dolci si distingue per il suo vasto assortimento di pasticcini e dessert preparati a mano. Per dirla con le parole di Svetlana – “Vogliamo che I clienti si sentano nostri ospiti – vogliamo sorprenderli sempre con qualcosa di nuovo, ma allo stesso tempo fornire loro una selezione fissa dalla quale possono scegliere”. La grande varietà di prodotti non è solo nelle diverse categorie che offriamo ma anche nello sviluppo costante di nuovi prodotti della categoria – a seconda della stagione e delle tendenze culinarie. Un’altra caratteristica particolare è l’atmosfera che creiamo nei negozi e le confezioni uniche – è il tocco finale che aggiunge una qualità speciale al prodotto e al servizio eccezionale che offriamo ai nostri clienti. www.100gr-sladki.com


AUSTRIA

Semifreddo di castagne Ingredienti: 1 uovo 2 tuorli 2 cl rum 1 cl brandy ½ litro di panna liquida 50 gr cioccolato al latte 500 gr purÊe di castagne 150 gr zucchero Preparazione: Mescolare uova, rum, brandy e zucchero al vapore fino a che diventa soffice. Quindi continuare a mescolare a freddo e aggiungere il purÊe di castagne; dopo di che avvolgerli nella panna montata. Mettere tutto in un contenitore e congelare.


BULGARIA

Éclairs (bigné) in crema di lamponi

Per gli éclair:

4 uova 125 g burro 1 tazza da té di farina 1 bustina di lievito in polvere 1 tazza da té di acqua bollente Per la crema alla vaniglia: 370 g latte 125 g zucchero 1 uovo 35 g fecola 125 g panna

Ingredienti (per 10 coppette): : Per la crema di lamponi: 700 g lamponi surgelati 120 ml acqua 40 g fecola 150 g zucchero Preparazione: 1.Mettere i lamponi in una pentola, aggiungere acqua e zucchero. Aggiungere la fecola, sciolta in un po’ di acqua fredda. Bollire per un po’ di minuti fino a che il preparato si addensa, mentre si mescola con un mestolo di legno. Rimuovere il preparato dal fuoco e raffreddare. 2.Mettere il latte, lo zucchero e la vaniglia in una pentola per preparare la crema di vaniglia. Lasciare bollire, rimuovere dal fuoco e aggiungere la fecola, mescolata con un uovo, continuando a mescolare. Rimettere il preparato sul fuoco e mescolare fino a che non si addensa. Quindi toglierlo dal fuoco e lasciar raffreddare. 3.Preparare gli eclair mentre si aspetta che la crema raffreddi. Sciogliere il burro in acqua bollente e aggiungere la farina e il lievito in polvere mescolati insieme. Mescolare energicamente finché l’impasto è omogeneo. Togliere dal fuoco e raffreddare. Sbattere i tuorli d’uovo e aggiungerli all’impasto uno ad uno. Montare a neve gli albumi e aggiungerli al preparato. Formare gli éclairs con un cucchiaio e riporli in una teglia da forno con carta da forno lasciando un po’ di distanza tra uno e l’altro. Cucinare in forno preriscaldato a 220°c. Lasciare raffreddare e mettere la crema di vaniglia nella cavità formata in superficie. 4.Mettere due eclairs in una tazza con la crema di vaniglia. Coprire con la crema di lamponi e mettere un altro bigné con la crema sopra. Decorare con una foglia di menta fresca e servire freddo.


ITALIA

Biscotti alle nocciole con vegella

Ingredienti: per i biscotti

185 gr di farina ( a piacimento anche di farro o integrale) 25 gr di farina maizena 40 gr di nocciole 60 gr di zucchero di canna 75 gr di burro di soia 1 cucchiaio fecola di patate sciolta in un bicchiere di latte di riso 1 pizzico di sale

per vegella

150 gr di nocciole tostate e spellate (potete prenderle anche già tritate) 200 gr di malto di grano 8 cucchiai di olio di mais spremuto a freddo 3 cucchiai di cacao amaro in polvere 1 pizzico di vaniglia o in alternativa 1 fialetta 1 pizzico di sale latte di soia q.b.

Procedimento per i biscotti Mettere le nocciole e lo zucchero insieme nel mixer finché non si ottiene un composto cremoso. Aggiungere quindi il burro di soia e la fecola sciolta nel latte di riso. Togliere l'impasto dal mixer e trasferirlo in una ciotola, mescolando aggiungere la farina e la maizena setacciate e un pizzico di sale avvolgere la pasta nella pellicola e lasciare riposare in frigo per 15 minuti. A questo punto stendere la pasta dello spessore di circa mezzo centimetro - e con una formina ritagliare tanti dischetti. Trasferirli su una teglia coperta con carta da forno e infornare a 200° C per una quindicina di minuti (più o meno, non devono imbrunirsi troppo). Sfornarli e lasciarli raffreddare. Procedimento per la vegella Dopo aver tritato molto bene in un potente mixer le nocciole, aggiungete sempre nel mixer tutti gli altri ingredienti, tranne il latte,che verserete a filo mentre state mescolando gli altri ingredienti per calibrare la cremosità della vostra crema spalmabile. Ed ecco pronta la vostra crema di cioccolato e nocciole spalmabile vegetale! Versate un po' di crema in un lato dei biscotti alle nocciole e chiudete con altro biscotto.


LITUANIA

Tortine vegetariane al miele Ingredienti: 0,4 kg farina 1 bicchiere di zucchero 25 gr bucce di limone candite Uva moscata 100 gr mandorle 1 limone 1 bicchiere di miele cannella

Preparazione: Mettere lo zucchero, la cannella, le bucce di limone candite, l‘uva, le mandorle e la farna in una terrina. Scaldare il miele un po‘ (assicurarsi che non raggiunga il livello di bollitura) e versarlo nella terrina. Mescolare il tutto attentamente e lasciar raffreddare. Quindi stendere la pasta per 1 cm di spessore e formare varie tortine. Cospargere con un po‘ di farina e mettere tutte le tortine nella teglia e infornare in forno già riscaldato per 25-30 minuti.


Bonbon di arance

SPAGNA

Ingredients: 2 mandarini dolci 100 g cioccolato fondente Bastoncini da cocktail Preparation: Separare i mandarini a spicchi e mettere due spicchi per ogni bastoncino da cocktail, forare lo spicchio nella parte pi첫 larga. Sciogliere la cioccolata a bagno maria e coprire gli spicchi con la cioccolata fusa. Una volta raffreddati riporli in frigo e lasciare che il cioccolato si indurisca.


UK

Torta di arance

Questa è una torta dietetica, deliziosa e soffice, fantastica se servita come dessert: non contiene farina di grano quindi è adatto anche per diete prive di glutine (combinato con lievito in polvere senza glutine): l’aggiunta di farina di castagne gli da’ un gusto squisito. Servire calda con gelato fatto in casa, panna o un po’ di yogurt.

Ingredienti: 2 arance medie 200 gr di mandorle tritate 3 uova 50 gr di farina di castagne 250 gr di zucchero di canna 5 ml (1 cucchiaino da té) lievito in polvere 1 solo scorzette di limone zucchero a velo da spargere

Gelato alla vaniglia (circa 1 litro):

Questa ricetta può essere anche dimezzata! 480 ml di panna molto densa 240 ml di latte intero 150 gr di zucchero 2.5 ml (½ cucchiaino da té) di sale 3 rametti di vaniglia spezzati 2 uova

Preparazioni: 1. Pre-riscaldare il forno a 180 gradi e imburrare leggermente una teglia di 20 cm di diametro (una grandezza diversa va bene, modificando il tempo di cottura). Lavare le arance, bucare le arance in vari punti e mettere in forno a microonde ad alta potenza per 5-10 minuti finché non diventano tenere. Farle raffreddare e quindi tagliuzzarle finemente. Mettere le uova e lo zucchero in una terrina e mescolare velocemente per circa 10 minuti (l’impasto dovrebbe essere veramente denso e spumoso). Aggiungere le arance raffreddate, le scorzette di limone, le mandorle, la farina di castagne e il lievito in polvere nell’impasto con le uova e versare il tutto nella teglia imburrata. Cucinare per circa 45 minuti finché prende colore e lievita, usare una pellicola per coprirla se si scurisce troppo velocemente. Servire cosparsa di zucchero a velo. 2. Mettere la panna, il latte, lo zucchero e il sale in una padella quindi grattare i semi dei rametti di vaniglia. Scaldare fino ad ebollizione. Sbattere le uova in una terrina separata quindi aggiungere la panna al preparato, mescolando continuamente. Tornare a scaldare e mescolare costantemente fino a che si addensa ma non bollire! Versare attraverso un setaccio fine in una terrina e raffreddare – una volta raffreddato può essere lavorato in una gelatiera o messo in freezer – i cristalli di ghiaccio dovrebbero essere rotti ogni ora fino a che non si congela.


6. Digestivi


UK Digestivo – pensiero da parte di un partner di CAFÉ Come risultato del progetto CAFÉ, l’esempio finale è quello di una attività commerciale legata all’alimentazione gestita da una donna in uno dei partner del progetto, Sense City nel Regno Unito. Il partner inglese è una associazione no profit che sviluppa progetti alimentari gestiti dalla comunità e lavora nel campo della sostenibilità ambientale e del benessere della comunità. Nell’aprile 2013 Sense City chiuderà e verrà aperta Kitchen. Kitchen sarà la prima scuola di artigiani nell’ambito della cucina e dell’alimentazione a Birmingham. È una organizzazione no profit che offrirà una gamma diversa di corsi di cucina e di produzione alimentare fatta a mano, da corsi di cucina etnica a corsi di cucina Europea, da corsi per la preparazione della marmellata a corsi per la preparazione del pane. Al centro del programma della scuola ci saranno master e dimostrazioni di ricette firmate da chef e artigiani del cibo rinomati provenienti da Birmingham e da altri luoghi. La scuola sarà aperta sette giorni su sette, con lezioni durante il giorno che si concentreranno sulle abitudini di un’alimentazione sana e sulla cucina di base. Aumentare la conoscenza del cibo e le competenze viene ora riconosciuto a livello nazionale come la chiave per aiutare le persone a fare scelte più sane e vivere più a lungo. E’ il momento giusto per aprire una scuola e effettivamente avere risultati concreti piuttosto che gestire progetti per altre persone. Jayne è sicura che l’impresa porterà una nuova dimensione a Birmingham, “lo scenario alimentare di Birmingham è veramente interessante e vogliamo dare l’opportunità a tutti di esserne parte. Il nome è stato scelto deliberatamente perchè Kitchen, la cucina è il cuore della casa e vogliamo che la scuola sia il cuore di Birmingham”. Il programma CAFÉ ha dato a Jayne la fiducia e la conoscenza per decidere di aprire una propria attività. Dichiara, “vedere altre donne che hanno aperto una loro attività da zero, mi ha fatto capire che si può fare. E’ stato sorprendente vedere la gamma di attività in tutta Europa e quanto lontano si può andare se hai la passione pura e il coraggio per partire. L’esperienza di incontrare altre persone in circostanze più difficili rispetto alla mia, mi ha fatto capire che era possibile. Sense City ha operato dal 2009, lavorando nell’insegnamento e nel lavoro della comunità. La scuola di cucina sarà la sua prima attività diretta. Dai un’occhiata qui! www.kitchenschool.co.uk www.kitchenschool.co.uk


AUSTRIA

Liquore di ciliegie Ingredienti: ½ kg ciliegie 1 litro di grappa 1 kg zucchero 3 cucchiai da tavola di miele Preparazione:

Mettere tutti gli ingredienti in un grande bicchiere con un coperchio. Metterlo al sole per circa tre mesi. Accompagnatelo a della frutta!


BULGARIA

Sciroppo de rosa Ingredienti: 250 g petali di rosa 500 g zucchero Succo di 3 limoni, spremuti freschi Preparazione: 1.Mescolare zucchero e 500 gr di acqua in una pentola. Portare ad ebollizione, mescolare spesso e aggiungere i petali di rosa lavati. 2.Cuocere a fuoco basso e mescolare ancora per 10 minuti finchÊ lo zucchero si scioglie completamente. 3.Raffreddare lo sciroppo completamente e filtrare. 4.Mescolare il liquido con il succo di limone. 5.Conservare lo sciroppo in bottiglie ben chiuse in frigorifero. •Servire con ghiaccio e un bicchiere di acqua frizzante. •Decorare lo sciroppo con foglie di menta fresco e un pezzetto di limone.


ITALIA

Bevanda digestiva allo zenzero

Ingredienti: 1,5 l di acqua 6 cm di radice di zenzero biologica 3 cucchiaini da té di zucchero di canna Succo di mezzo limone biologico Preparazione:

Mettere in una padella lo zenzero pelato e tagliato finemente con l’acqua. Metterlo a scaldare e mescolare per 10 minuti. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare. Filtrare il preparato e aggiungere il succo di limone e lo zucchero. Mescolare e conservare in frigo. La bevanda quando fredda è ancora più piacevole e molto rinfrescante.


LITUANIA

Kvass di pane Ingredienti: 1 kg di pane secco 7 L acqua 30 gr (6 cucchiai da te) di lievito 1 tazza di uvetta Zucchero quanto basta Preparazione: Coprire il pane con acqua bollente e lasciare riposare per 24 ore. Filtrare, aggiungere il lievito con lo zucchero, mescolare bene e lasciare fermentare per 1-2 giorni in un luogo caldo. Versare il liquido fermentato in bottiglie di vetro, aggiungere varia uvetta in ogni bottiglia e chiudere bene. Conservare in luogo fresco. Kvass è pronto da bere il giorno seguente. Si potrà bere per i 2 mesi successivi se conservato in luogo fresco. Gira/Kvass ha un sapore unico, contiene molta vitamina B ed è un’ottima bevanda per i giorni caldi.


SPAGNA

Liquore di mirtillo Ingredienti: 450 g di mirtilli freschi 710 ml. di grappa ½ tazza (350 g) di zucchero Preparazione:

Lavare i mirtilli e metterli in un contenitore sigillato. Aggiungere la grappa, sigillare e mescolare. Agitare bene il primo giorno quindi continuare ad agitare ogni tanto per tre/quattro settimane. Filtrare il preparato e mettere il liquido in una bottiglia, aggiungere lo zucchero, sigillare e agitare finché si dissolve. Dopo tre mesi il liquido cambierà colore, aggiungere ancora zucchero se necessario. Il liquore sarà pronto dopo tre mesi, anche se è meglio lasciarlo macerare altri sei mesi se si vuole un gusto più forte.


UK

Liquore al caffé

Imiei suggerimenti per i digestivi sono ispirati a liquori. Ho avuto il privilegio di assaggiarne molti in Sud Africa, preparati Fynbos Enterprises http://fynbosenterprises.com/. Fynbos Enterprises produce una serie di liquori con ingredienti che provengono da una flora, delle erve e il fynbos che si trova a Città del Capo. Imiei preferiti erano quello al miele (non così buono per i vegani), al cedro e al caffè (anche se il caffè, se bevuto in grandi quantità, non è solo digestivo ma porta terribili mal di testa!)

Ingredienti: 340 gr di zucchero di canna 2,50 L di acqua 2 cucchiai da tavola di caffé solubile 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 5 L di vodka Preparazione: 1.Mettere lo zucchero, l’acqua, il caffé solubile e l’estratto di vaniglia in una pentola e portare ad ebollizione. Mescolare per 5 minuti. 2.Mettere il caffè in frigo a raffreddare. Una volta freddo, scremare e aggiungere la vodka, mischiare e versare in bottiglie sigillare o in vasi sigillati e conservare.


Suggerimenti



Consigli dai partner di Café’ Austria

Cercate persone che abbiano già avviato un progetto di successo in ambito alimentare in modo da potervi orientare. Contattate professionisti e cercate buone pratiche. Bulgaria

Vision chiara – c’è bisogno di un impegno totale per realizzare un’impresa che non scenda a compromessi per la perfezione del prodotto. Italia

Consiglio a tutti di seguire le proprie passioni e di cercare di farle diventare il proprio lavoro! .


Lituania

Un atteggiamento positive è molto importante quando si inizia una nuova attività. Mai dire “non ce la farò” o “è troppo difficile”. Bisogna credere che qualsiasi cosa è possibile! Spagna

E’ importante ascoltare I clienti perché ti daranno I riscontri per poter migliorare la propria impresa. Anche se si deve essere pronti a tutto devi sapere che è impossibile controllare tutte le situazioni. Ci sono domande, atteggiamenti e comportamenti che ti sorprenderanno ogni giorno. UK

Provaci!


Su di noi



Austria

Nome del responsabile: Dr. Joachim Gruber Nome dell’organismo: Bildungshaus Schloss Retzhof Città: Leitring Paese: Austria Retzhof è un centro di educazione superiore dal 1948. Situato nel cuore della Styria mira alla qualità, innovazione nell’ambito dell’apprendimento per tutto l’arco della vita con una tendenza comunque all’internazionalità e interculturalità Organizziamo e gestiamo seminari, simposi, conferenze ed eventi culturali a tema come anche attività di stage e di istruzione per le scuole. Sito Web: www.retzhof.at Bulgaria

Nome del responsabile: Katina Pancheva Nome dell’organismo European Institute for Sustainable Development (EISD) Città: Sofia Paese: Bulgaria EISD è stato fondato da un team di persone giovani, dinamiche e motivate, con esperienza in progetti e iniziative dell'UE. Siamo attivi nel campo dell'inclusione sociale, della parità opportunità, la buona governance, lo sviluppo istituzionale e le politiche pubbliche. Sito Web: www.eisd.bg


Italy

Nome del responsabile: Mirna Fusaro Nome dell’organismo Associazione N.E.T Città: Padova Paese Italia è un’associazione no profit che si occupa di europrogettazione, formazione e sviluppo locale sostenibile. E’ sorta nel 2001, ed è stata fondata da professionisti che per anni hanno operato nell'ambito formativo e sociale a livello locale e europeo. Sito Web: www.associazionenet.it Lituania

Nome del responsabile: Renata Baltrimiene Nome dell’organismo ERCC Città: Klaipeda Paese: Lituania Centro di Formazione, Ricerca e Consulenza (ERCC) è una organizzazione non profit non che opera nell’ambito formativo e educativo, educazione degli adulti competenze formali e informali, consulenza, ricerca pubblica e privata Sito Web: www.ercc.lt


Spagna

Nome del responsabile: Ignacio Courel Nome dell’organismo Ayuntamiento de San Andrés del Rabanedo Città: San Andrés del Rabanedo (León) Paese: Spagna Ayuntamiento offre formazione professionale e sostegno ai disoccupati attraverso il Centro Comunale per la formazione e la promozione dell'occupazione-CEMFE (www.cemfe.org). Inoltre aiuta gli imprenditori ad avviare un'attività in proprio. Sito Web: www.cemfe.org

UK

Nome del responsabile: Jayne Bradley Nome dell’organismo Sense City/Kitchen Città: Birmingham Paese: UK Sense City è un’organizzazione no profit che sviluppa progetti di reinserimento o inserimento attraverso il cibo. Lavoriamo con partner ed enti che hanno a che fare con la salute, l’ambiente e che integrano il cibo nelle loro vite. Nel 2013 l’impresa cambierà il nome in Kitchen (Harborne) e si occuperà di erogare corsi di cucina per adulti e giovani. Website:www.kitchenschool.co.uk







Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.