Page 13

MOSTRE

Antigone - Approfondimento su Angela Ricci Lucchi

Antigone nella città a Santa Cristina: l’approfondimento su Angela Ricci Lucchi

Sono stati cinque gli incontri al chiostro di Santa Cristina, sede del dipartimento di Arti Visive dell’Università di Bologna. Cinque lunedì, cinque incontri: come mi ha fatto notare Gianluca Guidotti, responsabile insieme a Enrica Sangiovanni della rassegna Antigonellacittà, questo è stato uno straordinario mese di luglio che mai più rivedremo perché pare che capiti una volta ogni 800 anni di imbattersi in cinque lunedì. I due di ArchivioZeta hanno organizzato questo progetto di attraversamenti, incontri e dialoghi in collaborazione con la Biblioteca delle Donne, l’associazione Orlando, la fondazione Zeri e con Arti Visive UniBo in un luogo ameno alla conversazione e alla riflessione. Sin dall’antichità infatti, sottolinea Gianluca, i portici sono un luogo di incontro per i filosofi e per la riflessione condivisa.

I

di Elena Minissale l personaggio di riferimento di ArchivioZeta è Antigone. Il motivo, mi spiega Enrica, è molto semplice: fin da .quando il mito ce l’ha consegnata, Antigone è una donna che si oppone al potere e che trova vie alternative per condurre il proprio pensiero. Questa opposizione spesso si paga cara: con l’isolamento, l’emarginazione, la morte. Sono quindici anni di creazione artistica per ArchivioZeta al Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa e quest’anno, dal 7 luglio al 19 agosto 2018, va in scena Antigone di Sofocle. L’Antigone che portano al chiostro di Santa Cristina Gianluca ed Enrica, non è solo l’Antigone del testo di Sofocle, è Antigone nacht und nebel (notte e nebbia). Un’Antigone che spazia nella con-

temporaneità e che si pone il problema dell’”insepoltura” dell’oggi: significa Mediterraneo, significa che la terra ferma oggi è terra di contaminazione, che la peste dilaga e il mito ci e si racconta ancora deflagrando con l’oggi. I due curatori della rassegna sottolineano la volontà di rendere omaggio alla Biblioteca delle Donne dove nel 1998 Raffaella Lamberti scrisse insieme alle femminise Antigone nella città. Questo saggio, spiega Gianluca, è un saggio fondativo di un certo modo di pensare la femminilità e il femminismo dentro la città. Il primo incontro è stato dedicato alla fotografia, all’atto della donna che si fotografa e che non è più fotografata dall’uomo.

13

Profile for Circolo CUBo

IL CUBO - n.23 2018  

Rivista trimestrale de "il CUBO" giornale di informazione Universitaria.

IL CUBO - n.23 2018  

Rivista trimestrale de "il CUBO" giornale di informazione Universitaria.

Advertisement