Page 1

T1 CV PR T2

LA STAMPA LUNEDÌ 13 MAGGIO 2013

.

Cronaca di Torino .59

Lunedì dell’Università

Il fascino irresistibile dei poeti maledetti Si apre con un omaggio ai «Poeti maledetti» il nuovo ciclo di primavera dei Lunedì dell’Università, organizzato dall’associazione Amici dell’Università (via Verdi 8, ingresso libero previo ritiro tagliando, tel: 011/66.04.284). Oggi, alle 18 nell’Aula Magna la professoressa Gabriella Bosco parlerà di Baudelaire, Rimbaud e Verlaine con l’attore Mario Brusa (nella foto).

PAGINA A CURA DI ANTONELLA TORRA

Per le vostre segnalazioni giornonotte@lastampa.it

Circolo dei Lettori

Musica e poesia ricordando Neruda Parole, musica e poesia si incontrano in «La verità non muore mai», l’appuntamento di oggi, alle 21 al Circolo dei Lettori (ingresso gratuito, via Bogino 9, tel: 011/30.42.808). Renzo Sicco Ospiti il giornalista e scrittore Gabriele Romagnoli che con il regista e direttore artistico di Assemblea Teatro Renzo Sicco parleranno di Pablo Neruda e della riesumazione del suo corpo. A far da cornice le composizioni di Vittorio Nocenzi eseguite al pianoforte da Anna Barbero con i ricordi di Matilde Urrutia (terza moglie di Neruda) interpretati da Roberta Fornier. [F.C.]

Un artista che amava la città Chet Baker veniva spesso a Torino, qui è in concerto al caffè Leri di corso Vittorio [PER GENTILE CONCESSIONE DEL FONDO VERNONI]

La mostra Unione Industriale

Dalla televisione alla carta stampata Chiacchierare di letteratura, attualità e di tutto quello che succede nel mondo. Ritornano i «Caffè Letterari» al Centro Congressi dell’Unione Industriale, la serie di Giuseppe Furno incontri con i più autorevoli scrittori italiani organizzati con il contributo della Camera di Commercio di Torino, di Lavazza e della Reale Mutua Assicurazioni (ingresso gratuito previa richiesta tessera, via Vela 17, tel: 011/57.18.246). Oggi, alle 15 è ospite Giuseppe Furno, sceneggiatore per la tv che parlerà del suo romanzo d’esordio «Vetro»(Longanesi) insieme con Mario Baudino. [F.C.]

Fringe Festival

È tempo di bilanci dopo gli spettacoli S’intitola «Con lo scatolone delle idee e la tinozza delle lamentele» l’agorà che oggi chiude il Torino Fringe Festival, la kermesse che per dieci giorni L’agorà ha invaso la città con spettacoli, performance, seminari e incontri dedicati alle realtà creative emergenti di tutta Europa. Dalle 11,30 al teatro Fassino di Avigliana, in via IV Novembre 19, gli organizzatori incontreranno il pubblico e le compagnie torinesi per tirare le somme sul festival appena concluso, confrontarsi, prendersi un po’ in giro e decidere cosa proporre l’anno prossimo. Si pranzerà poi con un buffet casereccio. [N.P.]

La Torino di Chet Baker riemerge dalla memoria Al Salone Off le fotografie ritrovate dell’ultimo “chorus” al Carignano MARCO BASSO

«M’interessa soprattutto arrivare a toccare qualcosa dentro a chi m’ascolta». Parola di Chet Baker. In questa frase c’è tutta la poesia che lo ha reso una leggenda del jazz. A 25 anni dalla scomparsa, il trombettista americano è ricordato con la mostra fotografica inserita nella sezione Off del Salone Internazionale del Libro «Chet Baker: l’ultimo chorus. Le immagini perdute»: inaugurazione domani sera, alle 19, in via Sant’ Agostino 25. Sei ritratti inediti dall’ultimo concerto di Chet Baker a al Teatro Carignano, il 21 aprile 1988, dov’era ospite di Enrico Rava. Sergio Ramella, l’organizzatore, aveva dato «carta bianca» a Rava che aveva chiamato oltre a Baker, Massimo Urbani, Franco D’Andrea, Giovanni Tommaso, Roberto Gatto e Franco Mondini. Chet era arrivato in ritardo, perché alla frontiera di Modane l’avevano fermato per una bottiglia di metadone e relative ricette. Le immagini perdute sono state ritrovate lo scorso anno dall’autore, Luciano Viotto, 55 anni, appassionato ricercatore di jazz. La sequenza fotografica esposta, riflette idealmente la vita artistica di Chet Baker; la passione e la bellezza intrinseca del volto, le differenti e mutevoli

espressioni, conducono all’ultimo ritratto: un volto reclinato, icona di Chet la sera. che, rispondendo forse all’ultima intervista italiana, rilasciata a Stefania Miretti confessa: «Quando possiedi del talento naturale devi fare attenzione a non farti rovinare dalle cose brutte che ci sono in questo mondo. Il nostro è un ambiente di persone molto sensibili, ma

25 anni fa Baker suona al Carignano il 21 aprile 1988, il 13 maggio morirà ad Amsterdam

di troppa sensibilità si muore». Viotto oltre ai ritratti, ha realizzato un documentario che ribadisce la statura artistica di Baker, la sua tormentata esistenza e l’intreccio di intensi rapporti umani. Il suo rapporto con l’Italia e con Torino in particolare, è stato molto profondo: il batterista Franco Mondini con cui suonò parecchio, Secondo Poncini, che lo

AUDITORIUM DEL LINGOTTO

Da Vivaldi a Piazzola con Galliano Le note di Richard Galliano che interpreta Piazzolla affiancate a pagine di Vivaldi e Bach, il tutto supportato dalle coreografie di due ballerini di tango. Una serata all’insegna della sensualità è il «Concerto di Primavera» del Gruppo Dirigenti Fiat in programma oggi, alle 21 all’Auditorium «Agnelli» del Lingotto (ingresso riservato ai soci, tel: 011/00.56.066). Il grande fisarmonicista francese, accompagnato dalla Camerata Ducale e dal violino di Guido Rimonda, sarà protagonista di un viaggio sonoro che mescola il tango di

Richard Galliano

1

con la sua «fisa» si esibisce nel «Concerto di Primavera» al LIngotto

Astor Piazzolla a un classico barocco quale il «Concerto in do minore» di Bach nella versione elaborata dallo stesso Galliano. Ci saranno anche brani di Vivaldi, Gardel e altri, allietati dalle figure dei ballerini Marcela Guevara e Stefano Giudice. Inoltre

Nevio Di Giusto, presidente del Gruppo Dirigenti Fiat, introdurrà «Fiat Tracks», il video che racconta il lavoro fatto da Vittorio Muò che ha tradotto in note i rumori delle linee di montaggio delle autovetture, sonorizzato dal vivo per l’occasione. [F.C.]

ospitava nel suo albergo, lo Swing Club che lo accoglieva sempre generosamente. Il quarto di secolo trascorso non ha affatto dissolto l’aura di «provvisoria irregolarità» che caratterizza tutta la sua vita raccontata dalla sua tromba così lirica e malinconica. Temporary Art Cafè / Pastis via Sant’Agostino 25 Telefono 011/ 569.20.09

RITROVI BOLERO MUSIC HALL ore 15 LE ROI ore 15 Piero Buscemi. Via Stradella 8 Torino. Tel. 011/2409241


La Stampa 13 maggio - Musica e poesia ricordando Neruda  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you