Page 1

la Repubblica

GIORNO&NOTTE

GIOVEDÌ 6 GIUGNO 2013

TORINO

■ XII

Appuntamenti SESSO VIETATO AL CIRCOLO

Ricco carnet di eventi al Circolo dei lettori in via Bogino 9: alle 11 con la conferenza «Lo stile italiano fa rotta a est»; alle 18 con Tim Parks che presenta il suo ultimo romanzo «Il sesso è vietato» (Bompiani) e con l’incontro sulle politiche pubbliche «Lungo Stura Lazio, una “favela” alle porte di Torino».

CATALOGO CONTEMPORANEO

IL TCI ALLO SPIRITO SANTO

La mostra fotografica «Catalogo interiore del contemporaneo» a cura di Daniela Giordi si inaugura alle 16.30 al Museo Regionale di Scienze Naturali in via Giolitti 36: si indaga il livello di adesione o di scollamento al presente e al vissuto, affrontando i temi dell’identità culturale, il corpo fisico e lo spazio. Info www. mrsntorino. it

Alle 11, nella Chiesa dello Spirito Santo di via Porta Palatina 9, si presenta al pubblico l’avvio della collaborazione tra il Touring Club e la Confraternita dello Spirito Santo per l’apertura della chiesa alle visite. Intervengono Dianella Mancin, GianMario Maggi, Paolo Uberti e Marinella Principiano. SEGRETI DOMUS PADI

Alle 17 alla Fondazione Accorsi-

NERONE, SCULTORE

Alle 18 alla Feltrinelli in piazza Cln 251 si presenta il volume «Nerone, Giovanni Ceccarelli. Scultore» (Scritturapura) con il curatore Antonio Musiari, Saar Ceccarelli, Giovanni Ceccarelli, Fulvio Ghilardi, Fabio Licciardi. Alle 18 alla Libreria Coop in piazza Castello 113 è prevista la presentazione del romanzo «Prigionieri dei secoli» (Marcianum Press) del giudice del Tribunale di Torino, Silvia Vitrò.

ALBERTO CAMPO EDIZIONE del decennale di “Novara Jazz” volge al termine e propone nel weekend gli appuntamenti più rilevanti dell’intero cartellone. Spicca ovviamente il recital di Gino Paoli in programma domani al teatro Coccia, ispirato al disco “Un incontro in jazz” del 2007: lo affiancano alcuni dei musicisti che parteciparono alle registrazioni, ossia Flavio Boltro (tromba), Danilo Rea (pianoforte), Rosario Bonaccorso (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria). Per gli intenditori, invece, il meglio arriva questa sera: all’auditorium del conservatorio Cantelli, accompagnato dal quartetto nostrano Eco d’Alberi, si esibisce infatti Wadada Leo Smith. Gigante della scena avant-garde, il trombettista afroamericano era quest’anno nella rosa dei finalisti in lizza per il Pulitzer della musica col monumentale album quadruplo edito nel 2012, “Ten Freedom Summers”. Quasi altrettanto stuzzicante è il concerto che si tiene sabato nel cortile del Broletto: è la riproposizione dal vivo di “Sousaphonix”, progetto discografico del geniale trombonista Mauro Ottolini, nella circostanza impegnato con l’appariscente basso tuba da parata delle marching bands di New Orleans chiamato sousafono. A capo di un’orchestrina di dieci elementi, l’eclettico artista veronese — che vanta collaborazioni che vanno da Carla Bley a Grace Jones — mette in scena una rilettura dei canoni originari del jazz inquinata da elementi rock, funk e reggae. E oltre a questo, c’è il solito contorno a base di jam session, Jazz Brunch (domenica a mezzogiorno con Cristiano Calcagnile e Gabrio Baldacci a Cameri, a Villa Picchetta), DJ set (domani al Broletto i torinesi Soulful con lo svedese Henrik Akerberg) e altro ancora.

L’

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CON KURT DIEMERGER

I FRATELLI DE SERIO

Alle 18.30 al cinema Romano in galleria Subalpina Roberto Mantovani presenta «Kurt Diemnerger. Il cinema d’alta quota»: uno dei testimoni

Dalle 17 alle 19 nell’aula magna del dipartimento delle Scienze della Vita in via Accademia Albertina 13, i fratelli De Serio, che sono stati in residenza in Brasile a Capacete nel

2012, dialogano con Lisa Parola di A. Titolo, responsabile del tavolo curatoriale del progetto «Resò» di residenze internazionali per artista promosso dalla Fondazione per l’Arte Crt. Info www. fondazionartecrt. it APERITIVO OMEGA TRE

Undici locali al Quadrilatero Romano sotto il segno dell’acciuga: la Focacceria Sant’Agostino, KM 5, JudaFire, Hafa Cafè, T-Club, Tre

Al via oggi dal Circolo dei Lettori la kermesse dedicata all’autore siciliano che offre riletture teatrali musica, video e persino un po’ di jazz

Incontri

PRIGIONE SECOLARE

Wadada Leo Smith

dell’himalaysmo moderno e tra i più grandi mountain explorer del mondo offre un giro d’orizzonte sull’alpinismo del passato, del presente del futuro. Info www. museomontagna. org

Il festival/1

La rassegna/1

Dalla tromba di Wadada alla voce di Gino Paoli gran finale al Novara Jazz

Ometto. Museo di Arti Decorative in via Po 55 è in programma una conferenza con visita ai capolavori del museo dal titolo «I segreti della “Domus Padi” (Casa di Po)». Info www. fondazioneaccorsi-ometto. it

Bentornato

Pirandello Un Nobel in Val Sangone tra Cocteau e Cechov

ANFITEATRO D’IVREA

MAURA SESIA

Alle 18.30 alla Libreria la Montagna in via Sacchi 28 bis, si presenta il libro «Anfiteatro Morenico di Ivrea. Guida all’Alta via e alla Via Francigena Canavesana» (Lineadaria Editore) di Matteo Antonicelli e Stefano Biava, con gli autori e il consigliere e segretario del Cai, Umberto Pallavicino.

SUO modo, è una testimonianza di resistenza anche il “Festival Nazionale Luigi Pirandello” che arriva alla VII edizione: inizia oggi e snocciola sei appuntamenti distribuiti tra giugno, luglio ed ottobre. Un progetto dedicato al Nobel per la Letteratura che si ispira al suo breve soggiorno in Piemonte, nel 1901, quando venne a Coazze a visitare la sorella Lina; il paese lo colpì, trascrisse in un taccuino le sue impressioni che finirono poi, sviluppate, in alcune novelle. «Sulla fine d’agosto — appuntò — tutto verde, come di maggio. Prati irrigui. Si fa la

A

SEGRETI COSCIENTI

Alle 21 alla libreria Il Gatto che Pesca di via dei Martiri della Libertà 42 a San Mauro Torinese, si presenta il romanzo «Segmenti di Coscienza» (Faligi) di Federico Sabatini. REBUS ESTIVO

Al Circolo degli Amici in via Ribes 2 (area bioindustry park) a Colleretto Giacosa, alle 21.30, Gianni Farinetti presenta il suo nuovissimo romanzo «Rebus di mezza estate» (Marsilio). (ga.c.)

Si parte con l’omaggio al poeta francese a 50 anni dalla morte, poi 5 serate a Torino, Coazze Avigliana e Alpignano seconda falciatura del fieno. L’erba rinasce dopo due giorni. Il paese è tutto sparso a gruppi e tutto sonoro d’acque scorrenti per le zane. Dirimpetto, la vecchia cattedrale. La valle del Sangone. Bosco di castagni. Campa-

nile della Cattedrale. Cuspide ottagonale. Finestra bifora. Orologio - “Ognuno a suo modo”». Ricordare Pirandello di passaggio in Piemonte è la “mission” di Linguadoc Communication di Giulio Graglia, che da alcuni anni ricama intorno a questo centro una serie di eventi soprattutto multidisciplinari e imparentati, anche alla lontana, con l’argomento principe: è il caso de “Le voci umane”, alle 21 al Circolo dei Lettori, un rendez-vous inaugurale che omaggia Jean Cocteau, in occasione del cinquantenario della morte e del 2013 anno di “Torino incontra la Francia”. L’allestimento coinvolge l’attrice Sara Camoletto al leggio ed il Duo Eridano, con la voce di Francesca Lanza ed il pianoforte di Diego Mingolla; è liberamente tratto dal monologo del 1930 “La voce umana” di Cocteau, la musica è di Francis Poulenc, Graglia firma l’adattamento e le video installazioni e la scrittrice Sabrina Gonzatto introduce. Le novelle di Pirandello sono intrise di teatralità. Infatti al festival non mancano mai letture drammatizzate con cura di alcuni racconti, come “Gioventù”, il 13 giugno al Museo della Lampadina Cruto di Alpignano, alle 21, con Domenico Brioschi e gli interventi musicali di Mingolla.

Il festival/2

La “Lingua Imperii” all’Astra ARLARE della caccia all’uomo significa evocare una lunga storia di violenza perpetrata dai dominatori. Hermann Göring, il “Grande Cacciatore”, diceva: «Io decido chi è ebreo e chi è ariano». Riflette anche sulla Shoah l’emozionante spettacolo “L.I. Lingua Imperii”, che Anagor porta in scena oggi e domani alle 21 al Teatro Astra per il Festival delle Colline con la regia di Simone Derai. Tre i nuclei principali di analisi della pièce: la lingua del potere, la ferocia della caccia, le testimonianze dei sopravvissuti. Straordinari i dialoghi di due ufficiali nazisti che contrappongono differenti posizioni sull’idea di razza e di obbedienza ai comandi.

P

Domenica pomeriggio al Silverado con l’eclettico statunitense “dj dell’anno” nel 2012

Nightclubbing

ANDREA POMINI ORTI di una location suggestiva nel verde di Sassi, il Silverado e il party domenicale Supernatural stanno segnando l’inizio di stagione estiva con ospiti di rango, e dopo SubbAn e Tale Of Us propongono questo fine settimana con Seth Troxler. Mica uno qualunque: eletto dj dell’anno per il 2012 dalla prestigiosa rivista online Resident Advisor, lo statunitense con i baffetti è cresciuto nella leggendaria scena techno della sua Detroit, della quale rappresenta la terza generazione, ma da tempo fa base a Berlino, dove ha affinato lo stile ed è diventato la superstar house internazionale che è oggi,

F

Seth Troxler, la techno tra Detroit e Celentano con date in ogni parte del mondo e stile eclettico di conseguenza. Eclettico sul serio: ha fatto il giro del web, soprattutto in Italia, il video della prima volta in cui ha suonato la cover di Si è spento il sole di Celentano, cantata da Vinicio Capossela per il produttore house napoletano Riva Starr, ad esempio. Con lui — che gli esegeti del clubbing torinese ricorderanno al debutto in città qualche anno fa pochi metri lontano, al Nietzsche Fabrik — i residenti Lol-

Domani al Bunker Deniz Kurtel e Chaim “stelle di periferia” lino, Federico Buratti e Just a Mood, dalle 15 in avanti. Domani, altro botto in periferia con Deniz Kurtel e Chaim al Bunker. La produttrice a artista turca è in città con la sua installazione luminosa Introspectacular, posi-

zionata nella stessa area industriale di via Paganini, un lavoro di «LED art» che fa interagire musicista e pubblico. Ma è qui anche per lanciare il suo nuovo album dallo stesso titolo, il terzo di una discografia improntata su una deep house atipica e molto interessante. Con lei, il collega israeliano Chaim Avital, nome di punta dell’etichetta BPitch Control di Ellen Allien, ottimo dispensatore di house con tocchi disco, pop e deep. Al Gamma, invece, We Play

The Music We Love risponde con il residente Rills e Luciano Esse, veterano della house nazionale con lunga esperienza londinese, oggi residente del milanese Amnesia. Sabato, largo invece al tedesco Thomas Koch in arte DJ T., ospite al Boiler di via Nizza di una serata speciale per celebrare il Gay Pride che poche ore prima avrà colorato il centro cittadino. Si parla di uno dei capisaldi della scena germanica degli ultimi dieci anni, apprezzato sia per le sue produzioni e la sua abilità in consolle, dove miscela hous e techno, electro e disco, sia per il catalogo della sua rinomata etichetta Get Physical.

IL “BIG” Andrea Pomini © RIPRODUZIONE RISERVATA

Seth Troxler, statunitense con i baffetti, al Silverado


la Repubblica

GIOVEDÌ 6 GIUGNO 2013

GIORNO&NOTTE

TORINO Galli, Pastis, FreeVolo, Ritual, Macario e Agrifoood, ogni giovedì sera puntano sul simbolo della tradizione piemontese: l’acciuga e propongono «L’Aperitivo Omega 3» a filiera corta. Info www. facebook. com/AperitivoOmega3

■ XIII della Provvidenza in corso Trento 13, Gian Marco Ciampa alla chitarra suona Paganini, Barrios, Mignone e altri; alle 21 il controtenore Angelo Galeano con Rita Peiretti al cembalo su Purcell, Britten, Bosco, Campora e altri. Ingresso gratuito; info 347/7059959.

nasce dalla riunione di volti noti del jazz italiano accomunati dalla passione per quel sound nato con Bitch’s brew di Miles Davis e poi sviluppatosi attraverso artisti come Zawinul, Shorter, Hancock, Corea, Mc Laughling. Info www. jazzclub. torino. it

GALLESI & JAZZ MARKET

MARIAMI ALLA MAISON

Alle 21.30 il Jazz Club Torino presenta in piazzale Fusi, Marco Gallesi & Jazz Market: il gruppo

Alle 21.30 alla Maison Musique in via Rosta 23 a Rivoli arriva l’australiano Dom Mariani per

CORDE PIZZICATE 2013

Per la rassegna «Corde pizzicate 2013» del Coordinamento Associazioni Musicali di Torino, alle 17 all’auditorium dell’Educatorio

l’ultimo concerto della stagione prima della pausa estiva. In apertura The Sick Rose. Ingresso 10 euro Info www. maisonmusique. it DRUMS MASTER SHOW

Alle 21.30 all’Hiroshima Mon Amour in via Bossoli 83, grande ritorno di Alessia Mattalia (batterista di Jeff Beck): prima con «Drums master show» con gli allievi e alle 22.30 con «The Spins’Showcase» con la sua band e per chiudere «Filnal party»

con Sergio Flash e Marco Brank. Ingresso gratuito; info www. hiroshimamonamour. org

cofanetto disco+libro. Biglietti 19/15 euro; info 328/4161425 e www. laltoparlante. it

THE FRANKENSTEIN TOUR

TESTA & DE LUCA

Il nuovo «Frankenstein» di Enrico Ruggeri parte oggi alle 21 da Asti (Palco 19, in via dell’Ospedale 19): come anteprima alla 18^ edizione del festival Astimusica, Ruggeri porterà sul palco il nuovo spettacolo dal suo «Frankenstein» uscito il 7 maggio scorso con un

Ultimo appuntamento extra del XVII Valsusa Filmfest: alle 21 al Teatro Fassino di Avigliana, Produzioni Fuorivia presenta Erri De Luca e Gianmaria Testa in «Che storia è questa». Ingresso 7 euro; info www. valsusafilmfest. it (gabriella crema)

La rassegna/2

La kermesse/1

Un “Viale di Libri” in corso Regio Parco N’ALTRA bella iniziativa, dopo “Libri in Barriera”, vede protagonisti il libraio Rocco Pinto e una Circoscrizione torinese: questa volta si tratta della 7, quella di Aurora, Vanchiglia, Sassi e Madonna del Pilone. Si chiama “Appesi a un libro”. È promossa dalla libreria di Pinto, “Il ponte sulla Dora”, dalla Circoscrizione e dall’Istituto Comprensivo Regio Parco; si svolge nella giornata odierna lungo corso Regio Parco, ribattezzato per l’occasione un “Viale di libri”. E tale sarà il corso che costeggia l’ex Ceat per circa 500 metri, fino al tram Diogene, dalle dieci del mattino alle dieci di sera. La manifestazione si declinerà attraverso banchetti e panchine ovviamente pieni di libri, letture, mostre (tra le quali un’esposizione dedicata alla casa editrice Sellerio), incontri con alcuni autori, musica. Si chiude con una festa sul tram Diogene, fra corso Regio Parco e corso Verona. (r.t.)

U

IL LIBRAIO Rocco Pinto il libraio ideatore dell’iniziativa “Un viale di libri” oggi in corso Regio Parco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La kermesse/2

Avventure sul fiume in battello con Salgari HE cosa c’è di più salgariano del Po? Capitan Emilio visse in una casa di corso Casale, a pochi metri dal fiume, e l’isolotto esistente in quel tratto forse divenne Mompracem. Per questi e altri motivi Pompeo Vagliani, fondatore del Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, si è inventato in collaborazione con la Biblioteca della Regione Piemonte tre pomeriggi sul Po, a bordo delle motonavi Valentina e Valentino. Li ha chiamati “Navigando con Salgari”. Ovvero «luoghi, memorie, e personaggi salgariani tra fantasia e realtà», da oggi alll’11 e al 13 giugno, in compagnia di attori, attrici, studiosi. Si comincia questo pomeriggio, alle 15.30. Di scena Roberto Antonetto, biografo di Salgari (insieme a Giovanni Arpino), e l’attore Giulio Cavallini. L’appuntamento è ai Murazzi, dove partono i battelli. Ingresso gratuito fino all’esaurimento dei posti. (m.nov.)

C

Un’altra caratteristica della manifestazione ideata da Giulio Graglia sono le repliche mutanti, degli stessi titoli: “Le voci umane” sarà presentato ancora il 4 luglio al Teatro Gobetti di Torino e l’11 luglio a Villa Prever di Coazze ma, a parte i musicisti, il cast si ingrandisce e varia con la partecipazione del Teatro delle Dieci; l’11 luglio la serata si completa con il Premio Letterario Giovanni Graglia. Relazioni stilistiche e tematiche sono riscontrabili tra Pirandello e Cechov, che è l’autore protagonista di una curiosa

performance, in prima nazionale il 18 luglio al cimitero di Alpignano, realizzata dal Teatro delle Dieci, con l’adattamento di Guido Davico Bonino, le melodie di Mingolla e la regia di Graglia. La rassegna si chiude il 17 ottobre con un apparente azzardo, già sperimentato con successo, “Pirandello Jazz”, con il trio Garra, Bosio, Negrin, al Museo Cruto di Alpignano. I prezzi dei biglietti sono popolari: vanno dagli 8 ai 10 euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LO SCRITTORE Emilio Salgari i cui racconti avventurosi sono protagonisti di letture sui battelli del Po

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Musei MUSEO EGIZIO

Via Accademia delle Scienze 6, martedìdomenica 8.30-19.30. Visite anche guidate a gruppi e individuali. 011/5617776.

Cuneo, riapre il Nuvolari tanto reggae, folk occitano e le canzoni di Fabi e Gazzè

PALAZZO REALE

Piazzetta Reale, martedì-domenica 8.30-19.30 (ultimo ingresso alle 18.20), 011/4361455. In corso la retrospettiva di Robert Capa. PALAZZO MADAMA

Piazza Castello, martedì-sabato 10-18, domenica 10-19, 011/4429911. Nella Corte Medievale retrospettiva di Elliott Erwitt. Visite alle collezioni del Museo di arte antica. MAO

Via San Domenico 9/11, martedìdomenica 10-18. Visite alle collezioni di arte orientale, 011/4436927. GAM

Via Magenta 31, martedì-domenica 1018, 011/4429518. Visite ai nuovi allestimenti tematici delle collezioni. Da oggi la personale di Nicola De Maria. CINEMA

Mole Antonelliana, martedì-domenica 920, sabato 9-23, 01/8138560. Visite alle collezioni di cinema e precinema. AGNELLI

Lingotto, via Nizza 230/103, 011/0062713, martedì-domenica 1019. In corso “Una passione per Jean Prouvé”. NUMERO VERDE

Per altre informazioni 800.329.329

I Mellow Mood, domani a Cuneo OME sempre in sincronia con la fine dell’anno scolastico, apre i battenti al Parco della Gioventù di Cuneo il Nuvolari Libera Tribù. E da oggi al 7 settembre propone una settantina di appuntamenti dal vivo, considerate le difficoltà del momento, in un contesto di — parole degli organizzatori — «sobrietà, piccoli prezzi e tanta musica di qualità offerta gratuitamente». È il caso della serata inaugurale, affidata allo swing elettronico dei torinesi Sweet Life Society, o dell’esibizione dei loro concittadini Soulful Orchestra, in agenda sabato. Ha invece un costo — relativamente basso: cinque euro — il reggae dei friulani Mellow Mood, di turno domani. E a proposito di reggae: è il genere che fornisce le uniche attrazioni internazionali del cartellone, ossia i giamaicani Morgan Heritage (9 luglio) e i californiani Aggrolites (tre giorni dopo). Nella sezione a pagamento del programma, con prezzi che peraltro non superano mai i 15 euro, spiccano poi i nomi di Africa Unite (venerdì 14), Fedez (venerdì 21), Niccolò Fabi (12 luglio), Max Gazzè (20 luglio), Ministri (30 agosto) e Modena City Ramblers (6 settembre). Ha vocazione rigorosamente autarchica il campionario degli spettacoli gratuiti, dov’è rappresentata la musica indipendente nostrana in tutte o quasi le sue sfumature: dall’hip hop di Stokka & Mad Buddy (sabato 15 con Johnny Marsiglia & Big Joe) al rock d’autore di Paletti (28 agosto) e Niccolò Carnesi (11 luglio), dall’avanguardia rumorista dei Mombu (2 luglio) al sofisticato pop degli Iori’s Eyes (29 agosto) e a quello formato “welfare” dei bolognesi Lo Stato Sociale (che chiudono la rassegna). Né poteva mancare all’appello il folk occitano di Lou Dalfin (27 luglio) e Lou Seriol (22 giugno). (al.ca.)

C

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 e martedì 11 giugno: ore 15 e ore 21

Dipinti antichi, moderni e contemporanei, argenti e arredi

La repubblica 6 giugno bentornato pirandello