Issuu on Google+

TEMPO LIBERO

TO

PALAZZO MADAMA

Il lessico della moda è da sfogliare Inaugurata ieri sulla passerella griffata del Circolo dei Lettori, “Voce del verbo moda”, la kermesse dedicata al fashion design, entra nel vivo con workshop, visite guidate, laboratori e mostre. Da oggi a Palazzo Madama con l’esposizione “La moda: lessico minimo”, si potrà “sfogliare” una sorta di vocabolario essenziale della storia della moda: dai corpini steccati ai gilet ricamati del Settecento, passando per diademi Impero, tabacchiere, pettini di tartaruga, ventagli dipinti delle collezioni del museo. Protagonista d’elite sarà però la Bolide, ovvero la prima borsa femminile che abbia utilizzato la chiusura lampo, appartenuta a Julie Hermès e realizzata per lei dal marito Emile nel 1923.

Storie, foto e curiosità saranno pubblicate anche on line sui social network Pinterest, Facebook e Twitter di Palazzo Madama. Venerdì, alle 17 e domenica alle 11, partirà la visita guidata a cura di Silvia Mira “Il museo è di moda”, un percorso tra i dipinti e le miniature del museo, indagando sulla moda femminile dal sedicesimo al diciannovesimo secolo. Sabato, appuntamento con “Ma cravatte a la mode”, workshop per mettere alla prova creatività e gusto, con matite e forbici. Domenica invece passeranno sotto la lente di ingrandimento le cinture. Per il programma completo www.circololettori.it. [al.ar.]

CARTELLONE Nove concerti con maestri internazionali di classica e non solo

Stagione Regio e Filarmonica Le colonne sonore in cattedra R

egio e Filarmonica: una stagione per due. Inizierà il 27 ottobre prossimo la stagione sinfonica, realizzata con l’apporto di Unicredit, che vedrà alternarsi nel Teatro di piazza Castello l’Orchestra e il Coro del Regio e la Filarmonica ‘900. Gli otto concerti in programma di qui e fino al 21 maggio prossimo, nove se si considera la doppia esecuzione di fine anno, attraverseranno due secoli di musica, dall’ ‘800 al ‘900, e faranno un’incursione nelle colonne sonore dei film, «che non è affatto musica di serie B», sottolinea Gianadrea Noseda. Sarà proprio il direttore artistico del Regio ad inaugurare, nell’ultimo weekend del mese, il calendario artistico musicale 2012-2013 proponendo un “Romeo e Juliette” di Hector Berlioz eseguito per la prima volta a Torino in versione integrale, comprendente cioè anche le parti vocali. Sempre sotto la guida di Noseda il concerto di fine anno, «né troppo popolare, né troppo intellettuale», con brani di Bizet, Majkovskij, Mendelssohn, e gli ultimi due appuntamenti di stagione dedicati ai “Folkson-

La stagione sinfonica partirà il prossimo 27 ottobre

gs” di Luciano Berio e alla “Suite de concert” di Taneev. Debutto di stagione, invece, per la Filarmonica ‘900 il 19 novembre prossimo sotto la direzione del maestro giapponese Yukata Sado. A seguire, a gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, l’esecuzione della rapsodia ebraica “S ch e lo m o” diretta da

Israel Yinon. Focus, poi, sulla musica da film con il Premio Oscar Luis Bacalov e con la proiezione del film “Il monello” di Charlie Chaplin e l’esecuzione dal vivo in sincrono della colonna sonora. Sul podio il maestro statunitense Timothy Brock. «Puntiamo molto sull’internazionalità - sostiene la presidente della Fi-

larmonica ‘900 Evelina Christillin -. Infatti per la nostra Orchestra abbiamo già progetti concreti per Lubiana, Varsavia, un altro in Germania e forse anche in Cina». Solisti, fra gli altri, il soprano Alda Caiello, il pianista Dmitrij Majborodia, il violinista Sergey Galaktionov. Sempre a fine ottobre, il 28 per l’esattezza, prenderà avvio anche la stagione dei “Concerti aperitivo” della domenica mattina, un melting pot musicale in sette appuntamenti. Protagonisti al Regio e al Piccolo Regio Puccini, fino al 24 marzo prossimo, tutti gli organici musicali del Teatro: l’Orchestra, il Coro, i gruppi da Camera, il Coro di Voci Bianche. «La nostra produttività altissima - sostiene Noseda - , ne è un esempio il fatto che in una settimana abbiamo registrato ben due dischi, uno per la Deutsche Grammophon, che sarà un disco di punta per l’anno verdiano, e l’altro un disco di Mascagni realizzato con la Filarmonica in 9 ore». Per info: www.teatroregio.tor i n o . i t ; w w w. f i l a r m o n ica900.it. Luigina Moretti

IN SCENA

“Apriti cielo”, Ficarra e Picone tornano al Colosseo “Apriti cielo”, arrivano Ficarra e Picone. S’intitola proprio così l’ultimo spettacolo teatrale del duo comico palermitano che da questa sera fino a sabato 20 saranno al Teatro Colosseo di via Madama Cristina 71. Cinque serate di gags e invenzioni comiche tutte nuove per ridere dal primo all’ultimo minuto, per iniziare con il sorriso la nuova stagione del teatro torinese. Come in tutti i lavori di Salvo (Ficarra) e Valentino (Picone), la risata ha sempre il retrogusto amaro ed ironico dell’attualità, dove a guardar bene, c’è proprio poco da ridere. Due ore di spettacolo in cui si alternano situazioni

paradossali e surreali al limite dell’assurdo. Ficarra e Picone vestono i panni di due strani e alquanto improbabili tecnici della televisione che, all’improvviso, s’imbattono casualmente in un cadavere. Da questo misterioso omicidio i due comici riescono a ricamare tutta una dietrologia nella migliore tradizione italiana. Misteri reali o semplici coincidenze? Sul palco il quesito rimane senza soluzione, come in molti casi della recente storia

tricolore. Meglio allora prenderla sul ridere, sfoderando l’arma sempre pungente dell’ironia. «Abbiamo scritto di scrivere questo spettacolo teatrale - spiegano Ficarra e Picone protagonisti al Colosseo da quesa sera -, perché dopo tanto cinema volevamo recuperare il contatto diretto col pubblico». Biglietti a 19, 22 e 26 euro. Info allo 011.6505195. [g.m.]

Spettacolando MAGNIFICHE VISIONI

PALAZZO CIVICO

CARIGNANO

“Les cousins”

Statue restaurate

“Lettere a Yves”

ÔLa cinepresa d’autore di Claude Chabrol è al centro dell’appuntamento settimanale con “Magnifiche visioni”, il festival permanente del film restaurato del Cinema Massimo. Questa sera sarà di scena “Les cousins” (i cugini). Appuntamento alle ore 20,30 e 22,30. Ingresso da 4 a 6 euro.

Ô Saranno inaugurate oggi dal sindaco Fassino le due statue in marmo poste all’ingresso di Palazzo Civico, raffiguranti il principe Eugenio di Savoia e il duca Ferdinando di Savoia, restaurate ad opera della Consulta per la Valorizzazione dei Beni artistici e culturali. Il sindaco donerà alla Consulta una targa.

Ô Sandro Lombardi, accompagnato dall’arpa di Stefania Saglietti, leggerà questa sera al Teatro Carignano di Torino “Lettere a Yves”, l’epistolario firmato da Pierre Bergé e indirizzato ad un’icona della moda internazionale, lo stilista francese Yves Saint Laurent. Appuntamento a teatro alle ore 21.

martedì 16 ottobre 2012

25


Cronaca qui 16 ottobre