Page 1

TEMPO LIBERO

TO

mercoledì 21 novembre 2012

25

IVREA “Questa sera si recita a soggetto” inaugura la stagione che vedrà sul palco i migliori attori italiani

Il Giacosa si apre nel nome di Pirandello

Mariano Rigillo in una scena

Spettacolando PREMIO LETTERARIO

Roberto Alonge ÔResi noti i nomi dei vincitori della XIX edizione del Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello, il prestigioso premio teatrale promosso dalla Fondazione Sicilia. Il “Premio per il saggio filologico” è stato assegnato a “Henrik Ibsen. Drammi moderni” (Rizzoli), a cura del professore torinese Roberto Alonge. Il libro è un ritratto del mondo della famiglia e dei rapporti tra i sessi, frutto di un’analisi degna della perizia di Freud. Un universo popolato da eroici capitani d’industria. CONSERVATORIO

Quartetto Hagen ÔL’Unione Musicale stasera alle 21 sul palco del Conservatorio “G. Verdi” di piazza Bodoni dà il via al ciclo su Beethoven con il Quartetto Hagen. Lukas Hagen e Rainer Schmidt ai violini, Veronica Hagen alla viola e Clemens Hagen al violoncello, affronteranno tre dei sei quartetti dell’opera n. 18 del compositore. Per informazioni 011 566.98.11. CONCERTI DEL POMERIGGIO

Annullato spettacolo ÔIl consueto appuntamento del mercoledì con “I concerti del pomeriggio” in programma oggi dalle 16 al Teatro Alfieri è stato annullato per un’indisposizione della soprano Susy Picchio. Il concerto sarà recuperato il prossimo 5 dicembre con lo stesso orario. CIRCOLO LETTORI

Carlo Cracco Ô“Se vuoi fare il figo usa lo scalogno”. Tra ironia e provocazione è questo il titolo del libro di Carlo Cracco , protagonista dell’incontro di stasera al Circolo dei Lettori di via Bogino 9. Il cuoco più famoso d’Italia, giudice al talent show “Masterchef” spiega come imparare a cucinare in 60 ricette. L’appuntamento è per le 18,30. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Ô Sarà Mariano Rigillo con un sorprendente Pirandello, a firmare stasera il debutto della stagione 2012-13 del Teatro Giacosa e dell’Officina H di Ivrea per il cartellone dell’associazione Il Contato del Canavese che propone quest’anno una formula variegata, spaziando dai grandi classici alla commedia brillante, portando in scena l’arte circense e la danza, il teatro d’autore e l’impegno civile. Una girandola di spettacoli che fino a maggio 2013 porteranno a Ivrea attori del calibro di Emilio Solfrizzi, Massimo Lopez, Lunetta Savino, Corrado Te-

deschi, Sebastiano Lo Monaco o Natalino Balasso. Ad aprire il sipario sulla stagione, “Questa sera si recita a soggetto”, capolavoro pirandelliano in programma oggi alle 21, con la compagnia Molière per la regia di Ferdinando Ceriani. Illusione e verità si intrecciano in una commedia dei conflitti in cui domina il caos. Una parodia della vita, definita dallo stesso Pirandello con la lapidaria affermazione: «tutto il teatro recita!». Sarà invece la Sicilia della criminalità organizzata la scenografia dello spettacolo “Per non morire di mafia”, con

Lo Monaco, al Giacosa il 2 dicembre. Il 9, per “Lo Schiaccianoci”, balletto con le coreografie di Fredy Franzutti, saranno le Officine H a fare da palcoscenico. Si tornerà invece al Giacosa, il 14 e il 15 per “Il mercante di Venezia” di Shakespeare con l’adattamento di Alberto Oliva e Mino Manni per la compagnia stabile “I Giovani del Teatro Giacosa”. L’11 gennaio toccherà alla coppia SofrizziSavino che porterà in scena “Due di noi” di Michael Frayn. Il 19, via con il “Cirque Deco” con gli artisti del Cirko Vertigo e la Vertigo Jazz Band. Il programma completo con costi e orari è su www.teatrogiacosa.it [al.ar.]

NICHELINO Spetta all’interprete partenopeo dare il via al ricco cartellone del Superga

“Spassiunatamente” napoletano Servillo canta la melodia del Sud Luigina Moretti

I

l concerto spettacolo di Peppe Servillo e del Solis String Quartet (unica data in Piemonte) inaugurerà questa sera il cartellone 2012 2013 del Teatro Superga di Nichelino. “Spassiunatamente” renderà omaggio alla canzone napoletana partendo da Raffaele Viviani per arrivare a Renato Carosone e farà da apripista ad una stagione, la XII ospitata sul palcoscenico di piazzetta Macario, che quest’anno apre alla musica concertistica e dà ampio spazio alla prosa. E con nomi sono di assoluto rilievo: oltre a Servillo e al quartetto dei Solis anche Ottavia Piccolo e Simone Cristicchi che porteranno in scena rispettivamente “Donna non rieducabile” e “Mio nonno è morto in guerra”. Per quanto riguarda gli altri titoli in programma per la prosa, 10 in totale, si va da “A piedi nudi nel parco” di Neil Simon, con Gaia De Laurentis e Stefano Artissunch, a “La dodicesima notte” di William Shakespeare con l’adattamento e la regia di Andrea Battistini, da “Madama Bovary”, scritto e interpretato da Lorena Senestro, ai “Comizi d’amore”, liberamente ispirato a quelli di Pier Paolo Pasolini, dalla rivisitazione del Decamerone, “Deca mero neAmori e sghignazzi” nell’adattamento di Ugo Chiti, a “Non ce ne importa niente” di Giorgio Bozzo, a “Non per un Dio” di Effeci Music.

Peppe Servillo e il Solis String Quartet

Novità di questa edizione gli appuntamenti con Mozart, Rossini e Puccini e con la figura della donna nella musica del Novecento, lo spazio dedicato alla musica concertistica.

Fedele, poi, al ruolo che si è ritagliato da tempo di “Casa della lirica”, il Teatro Superga proporrà in questa stagione 8 “messe in scena” tra cui “Il flauto magico” di Mozart, la “Tosca” di Puccini, l’ “Otello”

di Verdi e il balletto di Prokofiev “Romeo e Giulietta”. Completano il cartellone la rassegna domenicale pomeridiana “Tutti a teatro”, il “Teatro d’appartamento” e la “Musica d’appartamento”.

PIAZZA VITTORIO

Una mostra per i 150 anni delle Poste Le Poste Italiane compiono 150 anni. A raccontare il secolo e mezzo di vita della più importante azienda postale del nostro paese sarà la mostra-evento che si inaugurerà venerdì prossimo in piazza Vittorio a Torino. “150 anni dedicati al futuro”, così si intitola l’esposizione, ripercorrerà, attraverso foto, oggetti, filmati di ieri e di oggi, la storia di un’azienda nata nel 1862 come ente pubblico che gestiva in monopolio i servizi postali e telegrafici per conto dello Stato e diventata oggi società per azioni, con capitale detenuto dallo Stato italiano e dalla Cassa depositi e prestiti. L’infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare d’Italia, con oltre 32 milioni di clienti serviti, risulta da sei anni tra

le World’s Most Admired Companies, le aziende più ammirate al mondo, di Fortune. Articolata in tre sezioni, la mostra è allestita all’interno di tre cupole, quella del passato e del presente che ospitano le sezioni dedicate alla storia di Poste Italiane, e la cupola del futuro con proiezioni che evocano la comunicazione di domani. L’esposizione rimarrà sotto la Mole fino al 28 novembre prossimo per poi partire in tour in altre città d’Italia. Previste, per l’inaugurazione di venerdì prossimo, le presenze del sindaco Fassino, del presidente della Provincia Saitta, del presidente di Poste Italiane Giovanni Ialongo e dell’ad Massimo Sarmi. [l.mo.]


Cronaca Qui - Carlo Cracco  

Presentazione del libro di Carlo Cracco

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you