Issuu on Google+

POP & JAZZ IX ! LE AGENDE POP&JAZZ E NIGHTCLUBBING SONO SUL SITO WWW.TORINOSETTE.IT PER INVIARE NOTIZIE E COMUNICARE CON TORINOSETTE FAX: 011/6639036 E-MAIL: TORINOSETTE@LASTAMPA.IT

SI PARTE IL 15 CON IL READING DI CAPOVILLA

APERITIVO E MUSICA LA NOVITÀ DI TO.CROSS

L

CHRISTIAN AMADEO

a qualità dei concerti in teatro, il calore di un live club e l’atmosfera di un festival. Così si presenta To.Cross, una nuova rassegna suddivisa in tre date, il 15 marzo, 5 aprile e 24 maggio, raggruppando musica dal vivo, dj set ed esposizione di manufatti artigianali. L’organizzazione è firmata da NoveLune che ha scelto il teatro Vittoria di via Gramsci 4 quale location ideale dal punto di vista acustico e visivo, considerando anche i connotati teatrali delle principali performance. In ciascuna serata si comincia alle 19 con uno sfizioso apericena curato dal Barney’s Bar del Circolo dei Lettori,

! Pierpaolo Capovilla apre la rassegna

sonorizzato dalle selezioni meticce del giornalista Paolo Ferrari. Per tutta la durata della manifestazione, sui tre piani del teatro sono allestiti gli spazi espositivi curati dagli artigiani con i loro manufatti. Alle 21 le attenzioni si concentrano sulle esibizioni, tutte per la prima volta in città, con apprezzati e noti artisti del circuito alternativo italiano, introdotti da giovani leve locali. Il costo del biglietto per ciascuna serata è di 15 euro, con possibilità di abbonarsi alle tre sere al costo di 40 euro. Prevendite nei circuiti Vivaticket e Piemonte Ticket. Info 393/06.65.415. Le maggiori attese sono per i tre eventi serali di To.Cross, primo dei quali previsto venerdì 15. Dopo l’apertura di Daniele Celona, il palco

IL 16 AL FOLK CLUB E IL 21 A MAISON MUSIQUE

EUGENIO BENNATO E CISCO DUE STRADE ORIGINALI PER LA MUSICA POPOLARE

abato 16 marzo al Folk CluB di via Perrone 3 bis ritorna Eugenio Bennato, studioso, cantore e divulgatore per eccellenza del folk di matrice sudista (20 euro, ridotti 10). Il fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Musicanova e di Taranta Power è da sempre attento e icastico cantore della «Questione meridionale» e dei suoi personaggi maledetti, uccisi e cancellati dalla storia. Vi dedica la sua ultima incisione, che ritiene la più importante della carriera; spaziando da viaggiatore esperto tra la musica popolare e il cantautorato, Eugenio accosta alla tematica ottocentesca del brigantaggio storie raccolte dal tempo presente e a lui non meno care: canzoni dai quattro angoli del Mediterraneo, di rivolta e di emigrazione, di lotta e di speranza. Sempre al Folk Club, venerdì 15 marzo jazz di alta

S

! Eugenio Bennato al Folk Club

! Cisco il 21 a Maison Musique

classe con il Giovanni Guidi Trio; accanto al leader (che qualche giorno dopo, mercoledì 20, sarà protagonista anche all’Open Jazz di Ivrea, ma con una diversa formazione), sono di scena il contrabbassista californiano Thomas Morgan e il batterista portoghese Joao Lobo

(21,30; 15 euro, 8 per i minori di 30 anni, tel. 011/537636). Umbro di Foligno, classe 1985, Guidi deve il suo esordio discografico al fiuto di Enrico Rava, che lo volle nei progetti Under 21 e Rava New Generation e ancor oggi difficilmente rinuncia alla sua presenza al pianoforte.

! Remo Anzovino il 5 aprile

! Zibba chiude il 24 maggio

del teatro Vittoria è tutto per Pierpaolo Capovilla, impegnato in un reading di testi di Pier Paolo Pasolini. Il carismatico cantante e leader del Teatro degli Orrori rende omaggio al suo omonimo trovando completa affinità con il poeta e regista bolognese nelle sue tematiche di critica feroce dell’oblio dei valori della resistenza e di una società ingiusta. Il reading porta il titolo «La religione del mio tempo» ed è accompagnato musicalmente dalla chitarra e dalla strumen-

tazione elettronica di Paki Gennaro. Il secondo appuntamento di To.Cross venerdì 5 aprile prevede invece l’intervento di Remo Anzovino, trentaseienne pianista friulano che presenta il suo album «Viaggiatore immobile» La serata è introdotta alle 21 dalla giovane Maria Messina. Il sipario su To.Cross cala infine sulle note di Zibba & Almalibre, venerdì 24 maggio. Il ruolo di apripista è affidato a Massimo Lepre, in arte Marrone Quando Fugge.

In pochi anni, grazie a una matura consapevolezza nelle scelte artistiche, da giovane promessa del jazz nazionale si è affermato definitivamente, sia come pianista attento alla cantabilità delle esecuzioni che come completo organizzatore di suoni. È targato 2013 «City of Broken Dreams», l’album che ha avviato la sua collaborazione con la prestigiosa etichetta Ecm: per Guidi una doverosa consacrazione internazionale. A Maison Musique, in via Rosta 23 a Rivoli, giovedì 21 è in arrivo Cisco, alias Stefano Bellotti, con «Indietro popolo!», un viaggio a ritroso nel tempo che racconta la storia partendo dalla fine (ore 22, 10 euro). L’ex frontman dei Modena City Ramblers riavvolge il nastro del combat folk degli ultimi vent’anni, rileggendo il passato e suggerendo il modo di attrezzarsi per il futuro; una maratona all’incontrario che ha la musica come solo vincitore e l’invito a festeggiare, ballare, pogare e prendersi in giro come chiave di lettura predefinita. Venerdì 15 sempre alla Maison di Rivoli Milonga con la musica dal vivo di Roulotte Tango (12 euro), sabato 16 ballo folk con i belgi Naragonia, ovvero Pascale Rubens e Toon Van Mierlo; info allo 011/9561782.

ALLO UNITED VENERDÌ 15

SIGUE SIGUE SPUTNIK VE LI RICORDATE?

e Elio e le Storie Tese hanno lanciato di recente la canzone mononota, in passato c’è stato un gruppo che aveva già applicato un concetto simile, creando volutamente canzoni aventi tutte lo stesso stampo. Sono i Sigue Sigue Sputnik, esplosi a metà Anni 80 con due singoli, «Love missile F1-11» e «21st century boy», dai ritmi elettronici incalzanti, ossessivi e, appunto, ripetitivi. Fu un successo planetario. Nel 1989 si sciolsero, per riformarsi nel 2001 con un tour che li portò anche a Torino, a Hiroshima Mon Amour. Dell’ossatura originaria della band inglese sono rimasti Tony James e Neal X, che sul palco si scatenano tra creste punk, elettronica a palla e tanta stravaganza. Il ritorno a Torino è venerdì 15 alle 22 allo United Club di corso Vigevano 33/u dove si entra pagando 12 euro. Aprono le Favole Nere, band post-punk torinese.

S

! Sigue Sigue Sputnik: boom negli Anni 80, si sono riformati nel 2001 Italianissimi, ma con mire internazionali, gli Small Jacket che sabato 16 presentano il nuovo cd allo Uniteddividendo la serata con i Sons Of A Beach, nuova formazione che frulla stoner e southern rock, sommando coloriture psichedeliche. Inizio ore 22, costo 6 euro per soci Arci. Punk,infine,domenica17alle22,congliinglesiHi-fiSpitfires,e labandlocaledipunkoi!IlComplesso.Bigliettoa7euro. [CH. AM.]

CENTRI SOCIALI

LA 99 POSSE ALL’ASKA VENERDÌ 15

! Grayson Capps venerdì 15

Gilgamesh Capps e Stroger assi del Blues Festival Venerdì 15, per il Gilgamesh Blues Festival, al Magazzino di piazza Moncenisio 13 bis è in arrivo in prima nazionale Grayson Capps,il«Menestrellodellecause perse» come lo descrive il titolo del suo ultimo cd (ore 22, 12 euro). Capps incarna la figura del roots-rocker ai confini col blues. Cantautore, filosofo e poeta marginale, ha collaborato col cinema di successo: è sua la colonna sonora del film del 2004 «Una canzone per Bobby Long», tratto da un romanzo del padre, Everett Capps. Grayson vi ha pure una parte, a fianco di John Travolta e Scarlett Johansson. In apertura, dalle21,Pateàl’Huile,conRobertoGuiettieBeppeRainero. Giovedì21toccaalChicagoblues di Bob Stroger, accompagnato dalla Luca Giordano Band (14 euro). Stroger, il più importante bassistadelbluespost-classicoinattività nella Windy City. Frequenta palchi internazionali e sale di incisione fin dal 1965 e, in quanto a presenze nelle registrazioni che contano, è considerato il degno eredediWillieDixon.LucaGiordano,chitarristadiTeramoresidente aChicagoperbuonapartedell’anno,asuavoltaèunostimatointerpretealivellobicontinentale.Ilset di riscaldamento è affidato a Fast Frank&TheHotShoutBlues. Sabato 16 è di scena il rock ‘n roll dei Fabulous Contromano, capaci tributari di Elvis e Jerry Lee Lewis (10 euro); domenica 17 tocca al jazz, concerto e jam session a cura diMaxGalloconingressogratuito. Martedì19bluesjamconMassimo Altieri e Soul Sarah, mercoledì 20 rock jam con Giuvazza e Renato Tammi.Info:349/6843284. [E. F.]

! La 99 Posse l circuito antagonista torinese accoglie, tra centri sociali e luoghi occupati, proposte suddivise tra rap, dubepunk. La serata più in vista si svolge venerdì 15 al Csoa Askatasuna di corso Regina Margherita47,inricordodiDavide «Dax» Cesare, militante antifascista ucciso 10 anni fa a Milano da un gruppo di neofascisti. Tengono viva la memoria della tragedia alcuni esponenti della scena rap e reggae italiana, a partiredalletestediserie99Posse in formazione originale: Luca Persico, Massimo Jovine e Marco Messina, vere istituzioni del rap/raggamuffin’ militante. Prima della posse napoletana, venerdìsiascoltailrapdelpescarese Cuba Cabbal, del bergamasco Signor K e del rozzanese Acero Moretti. Il dj torinese Sakko è invece in consolle prima e dopo le esibizioni. S’inizia alle 22 e l’ingressoèasottoscrizione. Medesimamodalitàd’accesso per un altro appuntamento di spicco, ospitato dal Gabrio di via Revello3:dall’Inghilterraarrivano sabato 16 alle 22 gli Zion Train,gruppodiuncertospessore del dub dagli Anni 90 ad oggi, nell’unica data italiana. IntroduconoiPressureDubSound. Crust-punk e grindcore invece giovedì 21 alle 22 a El Paso, via Passo Buole 47, per opera di Malignant Tumour, Rabid Dogs e [CH. AM.] Zeitgeist.

I


13_03_15_torinosette_tocross_barneys