Page 1

GUBBIO Il portale web di informazione sull’attualità eugubina VENERDÌ 29 NOVEMBRE 2019 ANNO VII NUMERO 116

quindicinale d’informazione www.15giorni.it

LE GRANDI INCOMPIUTE

OPERE PUBBLICHE AL PALO NONOSTANTE TANTE PROMESSE. IL PARCHEGGIO MULTIPIANO DI SAN PIETRO SI CONFERMA ORRIBILE E UNO SPRECO DI DENARO PUBBLICO. È TORNATO IL SILENZIO SUL FUTURO DELL’EX OSPEDALE DI PIAZZA QUARANTA MARTIRI. LA DISCUSSA PISTA CICLABILE RIMANE INCOMPLETA MENTRE È FERMO IL PROGETTO DELLE LOGGE DEI TIRATORI. NEL CENTRO STORICO CI SONO VIE DISSESTATE E CANTIERI ABBANDONATI


F NELLI GUBBIO (PG)

075 0759276275 9276275

339 3397105176 7105176

ASSISTENZA INSTALLAZIONE INSTALLAZIONE CALDAIE CALDAIE AA SSISTENZA SSISTENZA CLIMATIZZAZIONE CLIMATIZZAZIONE ENERGIE EFino NERGIE INNOVABILI RINNOVABILI al R 65%

v v v v v v v v

INSTALLAZIONE CALDAIE

ECOBONUS

www.fanelliclima.it www.fanelliclima.it su nuove

GUBBIO GUBBIO(PG) (PG)

installazioni

CLIMATIZZAZIONE

ENERGIE RINNOVABILI

075Centro 9276275 Assistenza 339 7105176

Partner

v

075 9276275 339DI 7105176 [CON 7CALDAIE ANNI GARANZIA GRATUITA] I075 NSTALLAZIONE 9276275 339 7105176 075 9276275 339 7105176

IINSTALLAZIONI NSTALLAZIONE CALDAIE CERTIFICATE

v v v v vv v v vv v vv vv v

ASSISTENZA 075 9276275 339 7105176 ISSISTENZA NSTALLAZIONE CALDAIE IPAGAMENTI NSTALLAZIONE CALDAIE RATEALI A 075 9276275 339 7105176 C LIMATIZZAZIONE

075 927627

v v v v

INSTALLAZIO A SSISTENZA CALDAIE ASSISTENZA IINTERVENTO NSTALLAZIONE IN 24h 7 giorni su 7 CA LIMATIZZAZIONE SSISTENZA C LIMATIZZAZIONE LIMATIZZAZ E NERGIE R INNOVABILI ICALDAIA NSTALLAZIONE CALDAIE PULITA = bolletta leggera, niente sanzioni, sicurezza per la C tua casa C LIMATIZZAZIONE A SSISTENZA E NERGIE RINNOVABILI AELIMATIZZAZIONE SSISTENZA NERGIERR INNOVABILI ENERGIE RIN C E NERGIE INNOVABILI GUBBIO (PG) www.fanelliclima.it ...un’eccellenza C ELIMATIZZAZIONE NERGIE RINNOVABILI GUBBIO (PG)Eugubina www.fanelliclima.it GUBBIO (PG) GUBBIO (PG) DEGLI EUGUBINIwww.fane www.fanelliclima.it al SERVIZIO Ewww.fanelliclima.it NERGIE RINNOVABILI GUBBIO (PG) www.fanelliclima.it GUBBIO (PG) www.fanelliclima.it

F NELLI

!


COPERTINA

PATRIMONIO E CANTIERI IN MALORA OPERE PUBBLICHE ABBANDONATE, DAL PARCHEGGIO MULTIPIANO DI S. PIETRO AI NUOVI SILENZI SUL FUTURO DELL’EX OSPEDALE DI PIAZZA QUARANTA MARTIRI PASSANDO PER LA PISTA CICLABILE E LE LOGGE DEI TIRATORI, FINO ALLE VIE DISSESTATE NEL CENTRO STORICO E I CANTIERI BLOCCATI ORMAI DA ANNI Pochi soldi e tanti problemi: in queste condizioni è difficile, se non impossibile, intervenire sul patrimonio pubblico che sta andando sempre più in malora quando non ha un impatto devastante in certi contesti storico-architettonici. I casi sono molteplici, a cominciare dall’orribile parcheggio multipiano di San Pietro, ribattezzato l’ecomostro e lasciato al suo destino perché il completamento non è all’ordine del giorno. C’è chi ha invocato il Gabibbo oltre agli esposti alla magistratura su scelte, appalti e soldi spesi dal 2007 a oggi con le cifre raddoppiate negli anni rispetto ai piani di partenza. Sul patrimonio pubblico ci sono situazioni di degrado e abbandono particolarmente preoccupanti. È un problema economico poiché la maggior parte delle risorse economiche sono assorbite per risanare i “bubboni” consolidati (dalla discarica di Colognola ai debiti della società partecipata Gubbio Cultura e Multiservizi Srl rastrellando denaro in tutti i modi), e gestionale perché gli uffici tecnici se la prendono molto comoda su procedure e appalti. Vale per tante situazioni, anche per rimediare alla buca di una via del centro storico sempre più dissestato o per la ripulitura del palazzo dei Consoli dalla facciata annerita (inutilizzati fin qui 1,5 milioni di fondi statali). IN STAND BY Sull’ex ospedale di piazza Quaranta Martiri è stato annunciato in pompa magna un progetto di recupero con soldi pubblici traslocando uffici e servizi comunali e sanitari (ignorata per i rigurgiti statalisti la via della privatizzazione che sembrava poter imprimere una svolta), ma non si vede ancora nulla mentre il tempo passa, considerando che la faccenda è in piedi da anni visto che il trasloco a Branca risale al 2008 e si sarebbe dovuto programmare in largo anticipo per realizzare con tempistiche decenti un progetto concreto. Un altro capitolo aperto è la discussa pista ciclabile: versa in condizioni scandalose, oltre a non essere stata completata. È diventata

di MASSIMO BOCCUCCI

una trappola con situazioni di disagio e pericolo, come testimoniato anche dagli incidenti che in qualche caso hanno rischiato di avere conseguenze drammatiche. STATO DI ABBANDONO Sono sospesi e incompiuti altri interventi essenziali per rivitalizzare il centro storico, come la ristrutturazione di quelle vie ormai sopraffatte dal dissesto praticamente in ogni quartiere. Sono in molti a suggerire alla Giunta Stirati di trovare il sostegno di privati - partendo magari dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia - per approntare un piano di ripristino delle pavimentazioni, invece di imbarcarsi in imprese come il mini-tunnel che trova forti opposizioni e soprattutto non può ritenersi una vera esigenza, oltre ai disagi che porterebbe per i tempi dei lavori in una zona nevralgica del centro. La situazione delle vie storiche ha di contro raggiunto livelli insostenibili e si è fermi a qualche intervento - come quello pregevole in via Cairoli - programmato e realizzato con tempi lunghi. C’è poi la situazione di cantieri che in centro come in periferia si trascinano per mesi e anni deturpando il contesto e lasciando un segno di evidente degrado. Il Comune ha gli strumenti per poter intervenire, come l’escussione di fideiussioni qualora il privato non rispetti i tempi per ultimare i lavori. Ci sono situazioni critiche, la più vistosa in via Leonardo da Vinci. LOGGE BLOCCATE È fermo, di fatto accantonato, il progetto di riqualificazione delle Logge dei Tiratori che, al di là della solita cerchia dei bastian contrari di professione (per lo più nostalgici ideologici), viene visto dall’opinione pubblica come l’occasione per rilanciare un edificio storico di pregio, biglietto da visita della città. Il loggiato superiore seicentesco si presenta in condizioni di degrado ed è diventato la casa permanente dei piccioni in libera uscita a tutte le ore. Che peccato.

Via dell’Arboreto - Gubbio

Tende a partire da 15 euro

Tovaglia Lurex

Idee Regalo

Asciugamani Personalizzati

Cuscini Candele

Tantissime novità per la tua casa

3


Diventa un cliente della prima private bank italiana Sanpaolo Invest SIM fa parte del gruppo Fideuram-Intesa Sanpaolo Private Banking, prima(1) private bank italiana e tra le prime nell’Area Euro con 229,2 miliardi di Euro di masse amministrate di cui 156,9 miliardi di risparmio in gestione(2). (1) (2)

Fonte: Magstat, indagine 2017. Ranking realizzato sui dati di stock. Fonte: Fideuram-Intesa Sanpaolo Private Banking - Risultati consolidati al 30 giugno 2019

Da più di 25 anni cerco di soddisfare al meglio le esigenze dei miei clienti cercando di proteggere il loro patrimonio e di migliorarne il tenore di vita. Il patrimonio è il mezzo per realizzare gli obiettivi di vita personali e familiari, la capacità di raggiungerli dipende dalle strategie d’investimento.

Check up patrimoniale gratuito Tutti i giovedì su appuntamento a Gubbio e dintorni.

Scopri la mia pagina Alfabeto https://alfabeto.fideuram.it/giampiero.licari/home

Giampiero Licari Cell. 393473459703 e-mail: giampiero.licari@spinvest.com Ufficio di Roma Via Orazio, 10 Tel. 06 68403062 Il Private Banker è un professionista iscritto all’Albo Unico dei Consulenti Finanziari. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prima della sottoscrizione prendere visione del relativo documento informativo disponibile presso. gli Uffici dei Private Banker e sul sito www.fideuram.it.


ATTUALITÀ

CORSO GARIBALDI E S. PIETRO IN CERCA DI UN RILANCIO I COMMERCIANTI DEL SALOTTO BUONO CITTADINO SI MOBILITANO PER RENDERE PIÙ ATTRAENTE LA ZONA. PROPOSTI AL COMUNE ALCUNI INTERVENTI E RESTA APERTO IL NODO DEL DISCUSSO PARCHEGGIO MULTIPIANO DI VIA FONTE AVELLANA CHE HA VISTO LIEVITARE I COSTI A DISMISURA Corso Garibaldi salotto buono del centro storico. Se ne parla, anche perché c’è il rischio di uno spopolamento con la fuga di molte attività commerciali che si spostano oppure chiudono direttamente. Si riversano molte aspettative per recuperarne un ruolo centrale visto che anche il passeggio pre-serale ha perso di attrattività e fascino. I commercianti che resistono sono decisi a mettersi personalmente in gioco investendo ottimismo e risorse nel tentativo, in sinergia con il Comune, di ridare vitalità, lustro e forza catalizzatrice a una zona da tempo in sofferenza. Ci sono sempre più cartelli vendesi o affittasi riferiti a locali svuotati e in attesa di nuove occasioni. È in atto un confronto con l’Amministrazione Comunale per mettere a punto delle strategie operative ben precise. Facendo seguito per esempio al piano adottato per via della Repubblica con l’illuminazione finanziata per larga parte dai commercianti, è previsto il rinnovamento dell’impianto della pubblica illuminazione con l’utilizzo di lampade a led. Le attenzioni degli operatori commerciali sono riversate anche su traffico, parcheggi e collegamenti. Per il periodo natalizio corso Garibaldi vedrà iniziative di arredo, a cominciare da una guida rossa fino a rendere oltremodo attraenti le singole vetrine. PARCHEGGIO STRATEGICO Viene auspicata la definitiva sistemazione del parcheggio multipiano di via Fonte Avellana San Pietro, considerato un punto cruciale per il quartiere e per l’intero centro storico ma fin qui all’atto pratico soprattutto un pozzo di San Patrizio avendo visto aumentare a dismisura i costi di partenza in un’esperienza pubbli-

co-privato da definire tragica. Ora il Comune sta pensando - ha rivelato il sindaco Filippo Mario Stirati - a una gara pubblica con una formula che stimoli l’interesse del privato. Per il momento, con un investimento di un milione oltre a tutti i soldi pubblici già spesi, ad attivare 110 posti auto e collegamenti verticali. Si discute anche della possibilità di reinserire corso Garibaldi e via Cairoli nell’itinerario delle navette, prevedere fermate del trenino Gubbio Express, intensificare l’informazione sugli orari delle telecamere che sono una spada di Damocle. M.Boc.

NATALE, DOPO IL SUPER 2018 LE ATTESE RESTANO ALTE

La ruota panoramica ha cominciato a girare e Gubbio è pronta a tuffarsi nella consueta atmosfera di Natale. Che come tradizione vivrà il suo momento più carico di emozioni con l’accensione dell’ALbero di Natale più grande del mondo alle 19 di sabato 7 dicembre. La città spera di confermare i dati del 2018, auspicio condiviso da tutta la regione dopo i numeri record fatti registrare 12 mesi fa.

5

Il Natale è già arrivato!

Didiesse FROG 119,90 Acquistando 150 Cialde C&C

Ci trovi a GUBBIO in Via Cairoli, 6 e presso il C.C. "Le Mura"


NOLEGGIO

Merli

SERVIZIO DI NOLEGGIO Autocarri cassonati

Miniescavatori da 9 a 55 q

Pulmini 9 posti

Minipale da 15 a 30 q

Furgoni chiusi

Piccole macchine per l’edilizia

Macchine per giardinaggio Rulli compattatori

Generatori di corrente da 3 a 25 kw

Motocompressori

AUTOVETTURE UTILITARIE PER BREVI PERIODI

NOVITÀ

A M R O F A T T PIA A T A R R A C O T AU

PULMINO 9 POSTI Comprensivo di IVA Assicurazione Kasko Soccorso Stradale Catene a Bordo Chilometraggio Illimitato

Contattateci per qualsiasi vostra necessità: personale specializzato vi suggerirà la forma di noleggio più adatta alle vostre esigenze

LUCIANO MERLI GUBBIO - VIA DEL BOTTAGNONE - Loc. Fontanelle Tel. e Fax 075.9274578


POLITICA

“GIUSTO METTERCI LA FACCIA, PRONTI AL DIALOGO CON TESEI” INTERVENTO DEL SINDACO FILIPPO MARIO STIRATI DOPO LE ELEZIONI REGIONALI. “CLAMOROSO CHE IL CENTRODESTRA NON ABBIA ELETTI. NAFISSI HA OTTENUTO UN BUON RISULTATO ED È UNA RISORSA” di FILIPPO MARIO STIRATI *

Il centrodestra a forte trazione leghista ha vinto le elezioni regionali e il dato più clamoroso è che a Gubbio questa compagine non ha eletti non avendo, nel caso della Lega, addirittura presentato candidati. Questo mi sembra il dato più ciclopico. Per quanto riguarda la coalizione che ha sostenuto Vincenzo Bianconi e per la quale anche io mi sono battuto, nel caso della nostra lista civica ha eletto soltanto Andrea Fora con un risultato di Leonardo Nafissi buono per la percentuale di voti registrata a Gubbio, ottimo per le preferenze conseguite. Segno evidente che la coalizione che mi sostiene e che governa la nostra città ha contribuito fortemente a questo esito. È evidente che i tempi stretti e il modo rocambolesco e contraddittorio con il quale si è giunti alla definitiva coalizione non hanno aiutato la nostra campagna elettorale. Aggiungo tuttavia che ancora una volta, a differenza di altri, abbiamo offerto ai nostri cittadini una candidatura vera e potenzialmente vincente. Il sindaco di Gubbio, come è giusto che sia, si è posto responsabilmente il problema di una nostra presenza nel Consiglio Regionale per dare forza all’agenda programmatica del governo cittadino e per garantire alla città di Gubbio un ruolo importante nelle scelte che verranno effettuate nei prossimi anni. Non mi si può chiedere di essere asettico e sbiadito, è legittimo chiedermi di essere il sinda-

co di tutti e questo, nel dialogo con i cittadini e nelle scelte amministrative, assicuro che continuerò a farlo come l’ho sempre fatto. Tutti i sindaci e gli amministratori della nostra regione sono stati in prima linea nella campagna elettorale in ragione del loro schieramento politico; non vedo come avrebbe potuto essere diversamente nel mio caso. Naturalmente ho già intrapreso un confronto di tipo istituzionale con la presidente Donatella Tesei auspicando collaborazione e sinergia per il bene della nostra comunità. Lo farò con tutta la Giunta Regionale e con i consiglieri regionali affidando al tempo stesso a Vincenzo Bianconi e ad Andrea Fora in modo particolare la missione di interpretare opportunamente le questioni piccole e grandi che riguardano la realtà eugubina. Leonardo Nafissi è una risorsa a disposizione della nostra maggioranza e della nostra città: sapremo avvalercene con spirito inclusivo e positivo. L’azione di governo cittadino di cui siamo protagonisti e responsabili ci vede saldamente proiettati verso gli obiettivi prefissati. Al di là di ogni considerazione saranno i contenuti programmatici e gli atti deliberativi a rappresentare il vero banco di prova della nuova Giunta Regionale con uno speciale riferimento ai temi sensibili della sanità, dell’ambiente, della coesione territoriale, delle politiche sociali, culturali e turistiche, dei trasporti, del lavoro e dello sviluppo economico. In ordine a questo fondamentale terreno è auspicabile che la presidente Tesei sia la presidente di tutti e che si pongano le basi per un nuovo regionalismo teso a riequilibrare le diverse aree della regione e a risollevare quelle più in difficoltà. * SINDACO DI GUBBIO

7


POLITICA

“IL PD DEVE RIPARTIRE, MA SENZA I 5 STELLE” di MASSIMO BOCCUCCI

8

CALOGERO ALESSI HA TRAGHETTATO IL PARTITO DOPO LA SCONFITTA ALLE ELEZIONI COMUNALI DELLA SCORSA PRIMAVERA E ORA APRE LE PROSPETTIVE TRA PERCORSI DA AFFRONTARE, RIMPIANTI E PROSPETTIVE DA INQUADRARE

Calogero Alessi viene dalla Democrazia Cristiana. Altri tempi, altra storia. Il suo percorso politico l’ha portato a guardare a sinistra con l’adesione al Pd, lasciandosi alle spalle incarichi politici importanti ricordandone l’esperienza da consigliere regionale e altri ruoli come la presidenza di Sviluppumbria. È reduce dall’aver traghettato il Pd eugubino nella tormenta dopo la netta sconfitta elettorale alle Comunali di maggio e le dimissioni di Andrea Smacchi. È lui stesso ad annunciare che una fase storica si è conclusa e che adesso in piazza Oderisi si riparte con nuove prospettive. Come si sta riorganizzando il Pd eugubino e quali sono le vostre prossime scadenze? “Con le elezioni regionali si è concluso un ciclo. Si può dure che la riorganizzazione riparte da zero, cioè da un nuovo tesseramento sulla base del quale procederemo a celebrare il congresso locale e quello regionale. È importante che questo tesseramento si svolga nella maniera più trasparente, anche sulla base delle nuove regole stabilite a Bologna. È ancora più importante che con il tesseramento si riescano a coinvolgere energie nuove, giovani o meno, e che si favorisca, anche con l’apertura a chiunque voglia rientrare nel partito, il graduale superamento almeno delle divisioni più recenti. Questa fase dovrebbe riguardare i prossimi tre mesi”. Cosa ha lacerato in tutti questi anni il Pd tra fughe di persone e sconfitte elettorali? “Le sconfitte elettorali sono figlie delle divisioni e dei personalismi che hanno caratterizzato la storia della sinistra a Gubbio negli ultimi 25-30 anni”. Avete scontato una linea politica o le strategie della classe dirigente? “Resto convinto che fosse giusta la linea politica che abbiamo cercato di realizzare, cioè di un centrosinistra largo e civico intorno alla ricandidatura di Stirati. Certo, al di là delle scorrettezze che abbiamo subìto, e al di là delle buone intenzioni, abbiamo compiuto errori anche gravi come gruppo dirigente”.

“CI SARANNO IL TESSERAMENTO E UNA RINNOVATA CLASSE DIRIGENTE. QUESTA FASE DURERÀ TRE MESI” Temete di perdere molti dirigenti, iscritti ed elettori con l’avvento di Renzi? “Al momento, le defezioni in direzione Renzi non sembrano da noi di grande rilevanza. Certo, se dovesse tardare ancora la definizione di una chiara prospettiva e strategia nazionale per il Pd, le possibilità di rilancio del ruolo del nostro partito si attenuerebbero di molto, a prescindere da Renzi. Io stesso, che comunque rinnoverò la tessera del Pd e che per la mia storia non posso certo essere attratto da partiti personali, sono molto preoccupato e perplesso. In ogni caso il mio impegno personale sarà dedicato esclusivamente a iniziative di carattere culturale e formativo che ritengo più consone alla mia età e alle mie attitudini”. Un passo indietro: perché è fallito l’accordo con Stirati quando sembrava tutto fatto? “L’assemblea dell’Unione Comunale, dopo una discussione articolata, aveva approvato l’accordo con voto unanime. L’accordo è stato poi sottoscritto dalle diversi componenti nei giorni successivi. Subito dopo esplose la vicenda della sanità perugina, con avvisi di garanzia accompagnati da misure cautelari che hanno portato alle dimissioni del nostro segretario regionale, che era stato protagonista e firmatario dell’accordo. Questo fatto traumatico ha ridato fiato, nello schieramento di Stirati, a quelli che erano stati sempre contrari all’accordo e, all’interno del Pd, non ha giovato a mantenere saldo lo spirito unitario che si era manifestato nel voto dell’assemblea”. Aver condiviso l’ultima campagna elettorale con Stirati: questo vi ha riavvicinato al sindaco? “La coalizione di Stirati, al di là di alcune peculiarità localistiche, è una coalizione di centrosinistra e il Pd è il principale partito del centrosinistra: quindi è del tutto naturale che nelle elezioni regio-


nali ci trovassimo nello stesso schieramento, nonostante la singolare circostanza che a Gubbio il centrosinistra si sia riaffermato senza il Pd, anzi contro il Pd. Ma non si può dire che le nostre posizioni sia siano riavvicinate, anzi ho visto che il sindaco seguita ad insultarci: noi naturalmente sostenevamo la lista e i candidati del Pd, mentre Stirati sosteneva Leonardo Nafissi che era candidato nella lista civica di Bianconi”.

“NAFISSI HA AVUTO UN RISULTATO STRAORDINARIO DOVUTO IN GRAN PARTE AGLI ELETTORI DEL PD VISTE LE DEFEZIONI NELLO SCHIERAMENTO DI STIRATI” Cosa pensa del fatto che Stirati è stato in prima linea nelle candidature di Bianconi e Nafissi? “Ci sono state due fasi: la prima precedente all’accordo con i 5 Stelle e la seconda dopo. Nel complesso penso che Stirati abbia giocato bene le proprie carte: nella prima fase scegliendo Fora come candidato presidente, con la possibilità di piazzare un proprio candidato con altissime possibilità di successo, nella lista del candidato presidente. Nella seconda fase, dopo l’ingresso in campo di Di Maio, con il balletto dei candidati presidenti che cambiavano da un giorno all’altro, fino alla foto di Narni con la Proietti sul palco, Stirati non ha potuto fare molto e il suo candidato si è trovato nella lista di Bianconi che era capeggiata da Fora. Per quanto riguarda Nafissi, devo dire che ha avuto localmente un risultato di straordinaria rilevanza: questo risultato, in particolare se risultassero vere le voci di defezioni dallo schieramento stiratiano, è dovuto in misura notevolissima al voto di elettori Pd. Molti lo hanno votato pensando che fosse il candidato del Pd: alcune decine di elettori, a quanto mi si dice, erano tanto convinti di questo che hanno barrato il simbolo del Pd e sotto hanno scritto il nome di Nafissi, annullando così sia il voto per il partito che quello per il candidato. Certo, se proviamo a immaginare per un momento quanti voti in più Nafissi avrebbe potuto prendere in maniera dichiarata e trasparente dagli elettori del Pd nel caso che ad aprile avessimo fatto l’accordo per il centrosinistra largo nell’Amministrazione Comunale, comprendiamo come sulle divisioni e sugli equivoci è difficile costruire qualcosa di solido e di duraturo. Forse non è inutile ricordare che l’onorevole Verini, non certo nemico né di Stirati né di Nafissi, ci ha naturalmente invitato a votare e a far votare i candidati presenti nella lista del Pd, a cominciare dal capolista Gammaitoni”. L’Umbria diventata salviniana che effetto le fa? Si aspettava che anche a Gubbio vincesse la coalizione della Tesei?

“L’Umbria è in Italia e Gubbio è in Umbria, e la marcia trionfale salviniana verso i pieni poteri - per usare le sue parole - sembra proseguire: del resto la conquista delle principali amministrazioni comunali dell’Umbria era già avvenuta negli anni e nei mesi scorsi. Di per sé, un cambio in Umbria, dopo cinquant’anni di governo del centrosinistra, potrebbe essere salutare: occorre però che il Pd e le altre forze del centrosinistra riscoprano l’importanza del ruolo e dell’iniziativa dell’opposizione. Per quanto riguarda la nuova Giunta Regionale, i primi segnali non sono esaltanti ma come cittadini dobbiamo sperare che, con l’esercizio delle responsabilità nell’interesse generale dell’Umbria, possano emergere dinamiche positive e costruttive”. Quanto potrebbe penalizzare Gubbio non avere un proprio rappresentante in Regione? “L’affermazione degli interessi e delle prospettive di sviluppo di una città dipende innanzitutto dalla vitalità e dalla capacità propositiva e innovativa che la comunità locale, nelle sue varie componenti e articolazioni, riesce a esprimere. In secondo luogo dipende dalla capacità dell’Amministrazione Comunale di sollecitare e interpretare gli elementi più importanti e significativi di questa vitalità comunitaria e di rappresentarla autorevolmente, cioè con chiarezza di idee, verso l’esterno, OSSIA verso il livello regionale, statale ed europeo”. Quali segni lascia l’ultima tornata elettorale nel futuro del Pd? “Dobbiamo ripartire da zero, in una situazione difficile nella quale la proposta regionale e nazionale del Pd non appare particolarmente attrattiva”.

“SANITOPOLI CI HA PUNITO ED È STATA GESTITA MALE. INOPPORTUNA L’ALLEANZA CON I GRILLINI” Avete perso per lo scandalo di Sanitopoli che ha fatto saltare la Marini? “Certo non ha giocato lo scandalo e ancora di più il modo con cui è stato gestito”. Lei rifarebbe l’alleanza con i 5 Stelle che avevano denunciato il Pd aprendo di fatto la crisi in Regione? “È stato un errore, una scelta frettolosa e inopportuna”. Nel futuro vede un’alleanza stabile di centrosinistra tra Pd e 5 Stelle a livello nazionale e alle amministrative? “Sarebbe un errore definitivo se questa diventasse per il Pd una scelta strategica”.

IL QUADRO Tesseramento e congresso apriranno il nuovo corso locale, dove per ora c’è solo Marco Cardile

AZZERARE ED EVITARE FUGHE VERSO RENZI

Azzeramento da una parte, ripartenza dall’altra. È STRATEGIE DIFFERENTI la strada che sta prendendo il Pd dopo le ultime A Gubbio hanno prevalso Donatella Tesei e le forze batoste elettorali, con i minimi storici toccati tanto centrodestra con una bocciatura del centrosinistra alle Comunali di maggio (1.412 voti pari al 7,88 per nonostante l’impegno diretto del sindaco Stirati. Il cento) quanto alle Regionali del 27 ottobre (2.430 sindaco ci ha messo la faccia anche sulla candidatupari al 16 per cento). Numeri impietosi e pure il ri- La sede PD in Piazza Oderisi ra di Leonardo Nafissi (iscritto al Pd e vicino al moschio delle fughe, poiché c’è chi strizza l’occhio al nuovo partito vimento Liberi e Democratici che l’ha candidato), rimasto fuori di Matteo Renzi. Ha fatto un passo indietro Calogero Alessi, preda palazzo Cesaroni per 296 voti con le preferenze che nella cosidente dell’Unione Comunale e reggente dopo le dimissioni di alizione di Stirati sono state dirottate verso candidature esterne. Andrea Smacchi, aprendo di fatto la stagione del tesseramento Ha messo il dito nella piaga l’ex sindaco Orfeo Goracci quando a per avviare il congresso. In questo momento l’unico riferimento Stirati ha ricordato la mossa del sindaco tiferrnate Luciano Bacsul campo è il cardiologo Marco Cardile, consigliere comunale chetta di sganciare il vicesindaco piddino Michele Bettarelli eletdopo la candidatura a sindaco seguita alla rottura nelle trattative to in Regione, mentre Alessia Tasso (di cui si era parlato) è stata condotte da Smacchi con la coalizione del sindaco Filippo Mario esclusa dalla corsa. Per Goracci lei avrebbe avuto serie possibilità Stirati, che ha scaricato i piddini tra i veti incrociati e lo scandalo di farcela. Curioso che a fare il parallelo sia proprio Goracci che di Sanitopoli. Nel Pd c’è la volontà di avviare un profondo rinnel 2010 non sganciò il suo vicesindaco ma si candidò lui stesso novamento provando ad attrarre nuove energie, in un contesto alle Regionali lasciando la guida della città un anno prima deltuttavia duramente provato dalle delusioni elettorali visto che si la scadenza del mandato. Adesso il Pd attende indicazioni dalritrova all’opposizione dal 2001 fatta salva la parentesi con Diego la segreteria nazionale, mentre si aspettano le mosse di quanti Guerrini sindaco dal 2011 al 2013. Alessi in Unione Comunale ha guardano a Italia Viva di Renzi, come Smacchi e il professor Luca ripercorso i passaggi della crisi e della decisione di andare a una Cardinali che erano attesi ma non presenti alla Leopolda. reggenza interna per evitare il commissariamento. M.Boc.

9


Galleria d’Arte “Eugubina” Quadri & Cornici

UNICA SEDE Via Leonardo da Vinci 71/73 - Gubbio Tel. 075.9277776 - Cell. 329.0725255

Per i suoi 30 anni di attività vi aspetta con nuovi artisti contemporanei FRANCESCO QUINTALIANI

LISANDRO ROTA VINCENZO MARTINI

PAOLO FRESU

GIANNI MORAMARCO PINO PROCOPIO

FRANCESCO MUSANTE

VINCENT ALRAN

SIMONA PORFIRI

ANDREA AGOSTINI

ENRICA PIZZICORI

e ancora Accardi, Nespolo, Kostabi, Francesconi, Paolo da San Lorenzo, Buy, Tommaso Cascella, Talani, Morena, Borghese, D’Orazio, Schifano, Norberto, Alinari

e per Natale le sfere di ceramica di Vincenzo Martini e Francesco Quintaliani

dipinte a mano

Cornici e Specchiere artigianali su misura Vetro invisibile e incorniciature conservative


DIOCESI

PADRE FERNANDO, UN ESORCISTA A SANT’AGOSTINO L’ORDINE DEGLI AGOSTINIANI HA TRASFERITO L’ANZIANO FRATE CHE HA LASCIATO DOPO 55 ANNI LA PARROCCHIA PERUGINA DEI SANTI FILIPPO E GIACOMO IN SANT’AGOSTINO IN VIA DEI PELLARI Il buon ritiro di Padre Fernando Sulpizi, 83 anni, è il convento di Sant’Agostino a Gubbio, e ci sono rimasti malissimo i perugini per aver perso l’ultimo agostiniano nella loro parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo in Sant’Agostino in via dei Pellari. Il congedo è stato doloroso nei confronti di questo sacerdote che considerano di altissima spiritualità, un uomo di eccezionale cultura, un musicista di fama internazionale, inventore di strumenti musicali, conosciuto per i decennni trascorsi come docente di composizione al Conservatorio di cui è stato a lungo vicedirettore, e un esorcista che ha ricondotto tanta gente alla guarigione spirituale. Il noto padre Amorth quando si trovava in ambasce, gli domandava consiglio in ordine a casi complicati di possessione diabolica: Fernando aveva ideato un percorso di liberazione originale e profondo. ESPERIENZA E GRANDE STIMA Perugia ne sente fortemente la mancanza dopo oltre mezzo secolo al servizio della diocesi, così è stato scritto, aggiungendo che sono svaniti nel nulla quasi otto secoli di presenza agostiniana nel capoluogo umbro. A Gubbio arriva un agostiniano nato nelle Marche e che nella sua lunga missione a Perugia ne ha viste di tutti i colori tra furti, persecuzione da parte di drogati e spacciatori, minacce e ricatti. Si racconta che alle due di notte quando, sentendo rumori, accese la luce e si ritrovò il ladro in camera:

costui, tutto vestito di nero con una borsa scura, gli si rivolse chiedendo scusa e dicendo di trovarsi a passare per caso per poi svignarsela. La decisione dell’Ordine religioso ha sorpreso. I perugini sostengono che, data l’età e le condizioni di salute, questo sacerdote-teologo-artista potesse restare nella La Chiesa di Sant’Agostino città che l’ha adottato. PERUGINO D’AZIONE È stata decisa anche la chiusura dell’editoriale del Borgo d’Oro che ne pubblicava le opere. Per lui era stato ventilato il trasferimento a Cascia, poi la soluzione Gubbio. Padre Fernando sarebbe stato disposto ad andare avanti nella parrocchia di Perugia tornata alla diocesi, magari con un po’ di aiuto. Lasciare il capoluogo, in cui approdò da ragazzo per studiare musica, è difficile dopo 55 anni, ma anche perché sa che passerà alla storia come l’ultimo agostiniano di Perugia. Ora la sua parrocchia viene inserita nell’unità pastorale 7 con le celebrazioni affidate a Don Calogero Di Leo, parroco di Elce, restando in quei locali la Pastorale universitaria. M.Boc.

CRONACA Processo con rito abbreviato a Rimini per il 32enne eugubino dopo i fatti del 25 novembre 2018

STACCÒ MEZZO ORECCHIO ALLA RAGAZZA, SI SCUSA MA NON BASTA

l’avvocato pietralunghese di parte civile, Ha ammesso le proprie responsabilità e ritenendo che la ricostruzione “getta disi è scusato il trentaduenne eugubino che il 25 novembre dell’anno scorso in una discredito sulla ragazza con l’unico fine di carpire la benevolenza del giudice”. Per il scoteca di Saludecio, nel riminese, ha sferpubblico ministero Luigi Sgambati poco rato all’improvviso un morso all’orecchio importa il contesto e le circostanze, ma destro della trentaseienne che stava con conta solamente il fatto materiale. Il giudilui nel locale, fino a staccarle di netto più di mezzo padiglione auricolare. L’ha fatto ce Cantarini ha deciso che la ragazza non con una dichiarazione spontanea davanti verrà ascoltata, ritenendo probabilmente L’ingresso del Tribunale di Rimini al giudice dell’udienza preliminare del triche i fatti sono chiari e il movente dell’agbunale di Rimini, Vinicio Cantarini, nel dibattimento che lo vede gressione non fa la differenza. Vuole vederla di persona per caimputato con l’accusa di lesioni personali gravissime aggravate pire se contestare o meno l’aggravante prevista in casodi sfregio dai futili motivi legati a una generica e immotivata gelosia. permanente, circostanza che peserà sulla quantificazione della pena. L’udienza decisiva è prevista dopo la metà di dicembre. NUOVA UDIENZA PRIMA DI NATALE La storia ha colpito facendo il giro dei media, compresa la foto Il processo si svolge con rito abbreviato, che garantisce lo sconto postata su Facebook in cui in primo piano si vede la benda che di pena di un terzo in caso di condanna. Si è scusato del gesto le copre l’orecchio che il fidanzato le ha staccato quasi compleviolento con la giovane donna, che non era presente in aula, tornando poi a dare la stessa versione fornita dopo l’arresto: tamente, con la breve emblematica didascalia “Denunciate, sostiene di essere stato annebbiato dall’alcol e provocato dalla non state in silenzio”. La donna era stata dapprima ricoverata ragazza per una battuta che lei nega di avere mai pronunciato. all’ospedale di Cattolica per poi essere subito sottoposta ad AsQuesta versione è credibile secondo l’avvocato Ubaldo Minelli sisi al primo di una serie di interventi per la ricostruzione dell’oche difende il giovane e punta alla concessione delle attenuanrecchio. “Non sarei mai dovuta tornare con lui”, ha confidato mentre l’ex fidanzato veniva rinchiuso nel carcere riminese dei ti generiche. “Si tratta di scuse che non valgono e non possoCasetti. no essere accettate”, ha replicato in udienza Roberto Fiorucci, M.Boc.

11


ATTUALITÀ

I PENSIONAMENTI INGUAIANO IL COMUNE LASCIANO IL DIRIGENTE RAFFAELE SANTINI E TRE FUNZIONARI ALLA BIBLIOTECA SPERELLIANA, NON È ESCLUSA LA PARTENZA DI UN ALTRO DIRIGENTE. PROBLEMI PER RICOPRIRE I POSTI Fuga da palazzo Pretorio. Se ne vanno in diversi e i pensionamenti stanno mandando in crisi la macchina comunale. È scoperto dallo scorso primo ottobre il ruolo di responsabile dell’ufficio stampa, con la testata on line rimasta senza un direttore dopo il collocamento a riposo di Anna Buoninsegni, mentre si profilano la partenza del dirigente Raffaele Santini e c’è l’uscita di scena di tre funzionari alla biblioteca Sperelliana tra mille rumors sulle prospettive per assicurare la continuità di questo servizio. Per la comunicazione non c’è traccia di un concorso pubblico per sostituire la dottoressa Buoninsegni, sebbene la sua partenza fosse annunciata da lunghi mesi. Si è sentito in ambienti politici dell’intenzione del sindaco di ricorrere a una nomina fiduciaria ricompresa nel suo staff, anche se Filippo Mario Stirati non si è mai ufficialmente sbilanciato al riguardo. Ci sono anche voci su presunti coinvolgimenti legati alla politica. Si sta interessando l’Associazione stampa umbra (Asu) che intende vigilare sulla questione. Per ora al Comune vanno avanti senza aver adottato, per il momento, passaggi formali con atti concorsuali di assunzione o nomina diretta.

di MASSIMO BOCCUCCI

ALTRE SPINE Cambiamenti in vista nell’assetto dirigenziale. Lascia Raffaele Santini, responsabile del settore patrimonio, cultura, turismo e sport dopo i lunghi trascorsi all’ambiente e manutenzioni da quando è stato promosso nel ruolo di responsabilità al tempo di Orfeo Goracci sindaco. Non è prevista una successione, ma la ripartizione dei compiti tra i dirigenti in pianta organica, tanto più che c’è stata in passato una forzatura con tre dirigenti nella stessa area tecnica. C’è anche la domanda di pensionamento presentata da un altro dirigente, ma potrebbe esserci un ripensamento e il conseguente ritiro. Più complessa, infine, la situazione alla biblioteca Sperelliana nel complesso di San Pietro dove l’Amministrazione Comunale ha pensato inizialmente a un bando pubblico per affidare il servizio a un’organizzazione privata esterna. Questa ipotesi risulta al momento congelata, con indiscrezioni sulla possibilità che a sostituire i partenti siano altri dipendenti comunali assegnati al servizio. Non è dato sapere se questa manovra venga attuata per abbassare i costi del personale.

RENT

NOLEGGIO

...da oltre 20 anni movimentiamo le tue giornate GUBBIO (PG) Tel: 0759220595

13


L’IMPORTANZA DI AVERE UNA CALDAIA AGGIORNATA TUTTO QUELLO CHE I CONSUMATORI DEVONO SAPERE

La stagione invernale bussa alle porte e nelle case di migliaia di eugubini c’è una protagonista unica e insostituibile che torna a fare la sua parte: è la caldaia, strumento quanto mai attuale che ha dimostrato di saper stare al passo con i tempi e che oggi più che mai rappresenta un’alternativa semplice da installare e valida per contenere e mantenere in ordine i costi di ogni famiglia. Va da sé che la manutenzione della caldaia assume un’importanza fondamentale, divenendo un appuntamento imprescindibile per il corretto funzionamento dell’intero sistema. La manutenzione è di fatto un “dovere e un obbligo” a garanzia della sicurezza personale, della propria famiglia e, se si abita in un condominio, dell’intero vicinato. Evitare di provvedere con l’esecuzione della manutenzione è un problema traducibile in possibili negative o persino catastrofiche conseguenze. Il regolamento stabilito per Decreto dal Presidente della Repubblica n. 74 del 15 aprile 2013 fissa delle regole ben precise, tra cui risiede la necessità di procedere con le operazioni di manutenzione degli apparecchi eseguite in conformità alle necessarie prescrizioni e con la dovuta periodicità.

IN COSA CONSISTE LA MANUTENZIONE La normativa parla di “manutenzione ordinaria”, cioè quella prevista allo scopo di garantire il corretto funzionamento del sistema evitando i rischi connessi ai problemi di cattivo funzionamento, all’usura dell’intero sistema o di alcune delle sue parti. In linea massima, la manutenzione della caldaia riguarda: - Pulizia dello scambiatore lato fumi; - Prova di tiraggio della canna fumaria; - Controllo del funzionamento dei dispositivi di comando relativi alla regolazione; - Pulizia del bruciatore; - Analisi dei dispositivi di protezione, controllo e sicurezza; - Controllo dell’assenza di perdite di acqua o della presenza di possibili oggetti che impediscono il corretto deflusso dei prodotti dovuti alla combustione; - Verifica della parti usurabili come ugelli, ventilatori, camera di combustione, pressostati, elettrodi e guarnizioni di tenuta; - Prova di tenuta impianto gas.

LA PAROLA ALL’ESPERTO: “UNA BUONA MANUTENZIONE È SINONIMO DI SICUREZZA, RISPARMIO E MINORI EMISSIONI”

14

2020 e potranno essere portati in detrazione per i laQuanto riportato sopra rende l’idea di come la lista degli accogimenti non sia affatto corta. Rivolgersi a un vori eseguiti durante tutto l’anno solare 2020”. Non di esperto in questi casi è la scelta consigliata: Corrado minore importanza è l’aspetto del controllo delle emisFanelli * opera da decenni nell’ambito della manutensioni: “Una caldaia aggiornata e al passo con i tempi non è solo sinonimo di risparmio in termini di costi, ma zione delle caldaie e può mettere la propria esperienza fa bene anche all’ambiente perchè riduce l’emissione al servizio dei clienti. “La manutenzione ordinaria ridi CO2 nell’atmosfera, in quanto richiede minore energuarda molti aspetti indispensabili per il giusto funzionamento del sistema di climatizzazione, soprattutto allo scopo di gia per essere alimentata”. Risparmio in bolletta e più benessere verificare e provvedere dove necessario evitando inutili consumi per la propria salute. e possibili rischi. È evidente come la manutenzione deve esseOCCHIO ALLE MULTE re eseguita a regola d’arte, cioè rispettando determinate regole Nel caso in cui vengano riscontrate anomalie o non venga effettuainderogabili. Se non si possiedono le competenze stabilite dalla ta la revisione la multa può variare da 50 a 200 euro. Per il mancalegge è indispensabile affidarsi a tecnici specializzati e mai provto controllo dell’efficienza attinente alla combustione la sanzione varia dai 500 ai 3.000 euro, oltre i dovuti rimborsi per i costi di vedere personalmente”. verifica, mentre la multa per la mancanza del “libretto” varia dai ECOBONUS E RISPETTO DELL’AMBIENTE 500 ai 600 euro. “La manutenzione della caldaia è obbligatoria, Tra gli aspetti più rilevanti c’è quello legato al controllo dei fumi: ma non è stabilito il tempo entro cui eseguirla”, conclude Fanelli. “Si tratta di una verifica dei fumi della caldaia”, prosegue Fanelli. “Questo dipende dal tipo di impianto, i cui dati tecnici sono indi“In questo caso la normativa non si limita solamente a stabilire l’obbligatorietà, ma è puntigliosa nel fissare i termini a seconda cati espressamente nel libretto ad opera dell’installatore oppure del tipo di impianto di combustione in uso. Per chi è in possesdel tecnico. Diversamente nel caso del controllo dei fumi la legge fissa i dovuti termini. I costi per la manutenzione ordinaria non so di sistemi antiquati e non ha provveduto alla sostituzione, è sono proibitivi, le multe invece possono essere molto esose nel fondamentale attenersi alle regole indicate dal produttore. A ricaso in cui la mancanza di controllo comporti delle eventuali gravi guardo vale la pena ricordare l’esistenza dell’Ecobonus per gli inconseguenze. È indispensabile adoperarsi allo scopo di far eseguiterventi di sostituzione della caldaia allo scopo di rispettare l’efficienza energetica. La detrazione consiste nel recupero del 65% re la necessaria manutenzione non solo per evitare le sanzioni, ma del costo per la riqualificazione energetica, ma aumenta al 70% soprattutto per scongiurare risultati negativi per la sicurezza, poper i lavori di involucro dell’edificio condominiale e tendo anche ottenere un risparmio sui consumi grazie 75% per il miglioramento della prestazione energetica F NELLI al corretto funzionamento dell’impianto”. invernale. Tutti i bonus sono stati confermati nel DEF * INSTALLATORE E TECNICO CERTIFICATO

L’EVENTO Anche quest’anno il forno eugubino rappresenterà l’Umbria nella kermesse dei maestri pasticceri

FORNO VISPI “IAIO” CON I RE DEL PANETTONE

Per il secondo anno consecutivo Forno Vispi “Iaio” prenderà parte a Milano a Re Panettone, la kermesse che celebra le eccellenze della pasticceria italiana, in programma nel fine settimana 30 novembre-1° dicembre al Mind (ex area Expo). Un evento al quale prendono parte produttori selezionati dopo un’attenta verifica da parte del comitato organizzatore, con nu-

meri di visitatori in costante aumento. Iaio è l’unica realtà umbra presente, pronta a tuffarsi in una nuova avventura all’insegna dell’originalità e della sperimentazione tra panettoni dolci e soprattutto salati. Una vetrina unica che ha già consentito al forno eugubino di farsi conoscere ed esportare i propri prodotti all’estero, con richieste in costante aumento.


i c i r t a g u i c As €

R OF F E

per 24 mesi

TA

Grande risparmio

Delicata sui tuoi capi

Nuovo modello 2019

FRAZIONE SEMONTEFRAZIONE - GUBBIO (PG) Tel 075.9274234 SEMONTE TELwww.facebook.com/PierucciElettrodomestici 0759274234 LEOFFERTE@GMAIL.COM

TAN:0% TAEG:0% *totale 741,36

PROMOZIONE SODDISFATTI O RIMBORSATI

Lavatrice + Tutto a soli

Se non sei soddisfatto entro 30 giorni dal tuo acquisto sarai rimborsato

Stufa a Pellet Asciugatrice COSTRUITA IN ITALIA

Centrifuga

8Kg

per 24 mesi €

TAN:0% TAEG:0% * totale 750

SCONTATISSIMI !!! sconto 50% in fattura

=

STUFA A LEGNA

per 36 mesi

TAN:0%TAEG:0%* totale 1634,40

per 36 mesi

TAN:0%TAEG:0%*totale980,28

per 36 mesi

GIRI

STUFA A LEGNA STUFA A LEGNA

TAN:0%TAEG:0%*totale1089,36

per 36 mesi

per 24 mesi

TAN:0%TAEG:0%*totale980,28

TAN:0%TAEG:0%*totale635,28

Frigo Incasso

Cucina cm 60x60 forno ventilato 11 posizioni di cottura forno bruciatore gas tripla corona modello H6TMH2AF X IT

Cm177x54

Cm144x54

DISPONIBILE SOLO UN PEZZO PER TIPO, SCONTO IN FATTURA DEL 50% CON CESSIONE DEL CREDITO SALVO POSSIBILITA’ DI COMPLETARE LA PRATICA , I PREZZI SONO GIA’ AL NETTO DELLO SCONTO, A NEGOZIO PER TUTTI I DETTAGLI, AFFRETTATEVI!

Congelatore Congelatore cm 95x58

200 litri

Classe A+

TDLR70230

-10%

Consegna gratis !!!

+

CENTRIFUGA

SN636X00ME

P

Incasso

Incasso

Z IZ

Le migliori lavastoviglie Tedesche con 3 anni di garanzia

I migliori elettrodomestici Delonghi Comprati insieme costano meno €

S515T80X0E E N A& A P

Questo forno raggiunge i 300 gradi ed è dotato di pietra refrattaria cottura PIZZA, La funzione di LIEVITAZIONE ti consente di far lievitare l’impasto già nel tuo forno a 40 gradi.

- 30

STUFA A PELLET

23

10Kg

LAVAGGIO

INVERTER

per 36 mesi

giri

SUL MOTORE

STUFA A PELLET

TAN:0%TAEG:0%*totale1362,96

1200

8Kg

GESTITO DA SENSORI

CUCINA A LEGNA

regolamento presso nostro punto vendita

per 24 mesi per 24 mesi

Offer ta

Tutti allo stesso prezzo

TAN:0%TAEG:0%* ( totale 717,60)

TAN:0% TAEG:0% * totale 863,76

per 18 mesi

TAN:0% TAEG:0% *539,82

Novità

Forno Lavastoviglie Lavatrice Ventilato € incasso

I forni a vapore e tutta la qualita’ tedesca

Consente di ottenere piatti succulenti teneri e saporiti, preservando le sostanze nutritive

Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. *Offerta valida sino al 30/11/2019 15/12/2019 importo finanziabile come da esempio rappresentativo : prezzo del bene euro 741,36TAN:0% TAEG:0% in 24 rate di euro pari ad euro 30,89 ciascuna, , per un importo totale del credito dovuto dal cliente di euro 847,20 Informazioni IEBCC/SECCI presso il punto vendita .Salvo approvazione della finanziaria per cui la ditta Pierucci G e c opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

OFFERTA VALIDA SINO AL 30/11/2019, LE FOTO SONO SOLTANTO INDICATIVE, SALVO ERRORI, MERCE FRANCO NEGOZIO, SINO AD ESAURIMENTO SCORTE, PAGAMENTO RATEALE SALVO APPROVAZIONE FINANAZIARIA


CRONACA

VIOLENTATA SUL MONTE INGINO, CONDANNATO VENTIDUENNE LA STORIA DI DUE GIOVANI CHE AVEVANO AVUTO UNA RELAZIONE: LUI LE HA CHIESTO DI CHIARIRE MA IN REALTÀ AVEVA ALTRE INTENZIONI CON LEI MINORENNE. PER L’OPERAIO DUE ANNI E SEI MESI, IL RISARCIMENTO DANNI, IL RIMBORSO DELLE SPESE E L’INTERDIZIONE DAI LUOGHI FREQUENTATI DA MINORI Ha chiesto e ottenuto giustizia dopo aver subito violenza. Lei non ha mai pensato di tornare con lui che l’ha convinta con insistenza a rivedersi sul monte Ingino per poi violentarla brutalmente. Una questione d’onore e non una vendetta. È la storia di due giovani della periferia eugubina, lei diciassettenne all’epoca dell’accaduto, che risale al settembre 2017, e lui oggi ventiduenne operaio condannato a due anni e sei mesi, oltre che al risarcimento dei danni e al rimborso delle spese di giudizio, e all’interdizione dai luoghi frequentati da minori ai sensi dell’articolo 609 bis e ter del codice penale. È stato condannato per violenza sessuale, contestando anche l’offesa a persona minorenne e alla quale è stato legato affettivamente. Tra i due c’era stata una relazione poi interrotta con la giovane che aveva deciso di voltare pagina, ma lui a un certo punto si è rifatto vivo chiedendole di rivedersi in un posto tranquillo per poter parlare e chiarire. Evidentemente però le intenzioni erano altre. Quell’incontro è infatti finito nel modo peggiore e le ha lasciato un segno di profonda inquietudine.

Non è stato facile assorbire la vicenda e reagire, serviva soprattutto coraggio per confidarsi e uscire allo scoperto denunciando quanto era successo. Ha deciso di aprirsi a scuola, l’ha fatto con le amiche e le insegnanti. Sono stati quindi informati i genitori e attivati i carabinieri. C’era il rischio di non essere creduta, tanto che in sede di giudizio il ragazzo non ha negato il rapporto sessuale ma che lei era stata consenziente e che la loro storia non era mai finita. Il processo si è svolto in primo grado al tribunale di Perugia, con rito abbreviato, come richiesto dall’imputato. La sentenza è stata emessa dal giudice Valerio D’Andria sugli elementi portati del pubblico ministero Laura Reale che ha raccolto tutti i particolari del caso trovando riscontri oggettivi per confermare la credibilità del racconto. La ragazza è stata ascoltata in incidente probatorio e la tesi su come si sono svolti i fatti è stata sostenuta dal legale Tiziana Zeppa, mentre il giovane è stato assistito dall’avvocato Ubaldo Minelli che ora aspetta le motivazioni della sentenza per valutare il ricorso in appello.

I TESTIMONI DI GEOVA APRONO LA SALA DEL REGNO

16

Siamo stati i primi ad annunciare il progetto e l’inizio dei lavori. Ora i Testimoni di Geova hanno la loro casa perché, in sette mesi, hanno costruito la Sala del Regno, in via Dritta sotto la zona di San Lazzaro. Il luogo di culto è un passo ulteriore nel radicamente sul territorio, dopo il primo centro a Gubbio aperto 47 anni fa a San Martino e per trent’anni la sede in un locale in via Benedetto Croce. A Gubbio sono quasi un centinaio di evangelizzatori porta a porta dei Testimoni di Geova e una cinquantina i simpatizzanti che si associano ad alcune loro riunioni. La Sala del Regno è stata interamente autofinanziata

mediante offerte volontarie, con la struttura portante realizzata dall’impresa edile locale Cer. Per il resto, ai lavori hanno partecipato centinaia di volontari. Conta 120 posti su una superficie di 258 metri quadrati, ci sono una sala minore e una multifunzione. Il centro viene utilizzato dalla comunità eugubina due volte la settimana. Il centro ospita anche la celebrazione di matrimoni validi a tutti gli effetti civili. A livello nazionale, la confessione conta oltre 450mila associati, tra testimoni e simpatizzanti. Nel mondo i Testimoni di Geova sono 8,7 milioni, più 12 milioni di simpatizzanti.

Polo Commerciale Fontarcano

ELETTRAUTO

FILIPPETTI & GHIRELLI ANTIFURTI SATELLITARI

ANTIFURTI SATELLITARI BATTERIE / IMPIANTI HI-FI / ANTIFURTI MOVITRAK ACCESSORI AUTO / PIOMBATURA TACHIGRAFO

Via Nuova di Fonte Arcano / 075.922 08 37

ELETTROMECCANICA IMPIANTISTICA ELETTRICA E D’AUTOMAZIONE RIVENDITA E ASSISTENZA ELETTROUTENSILI ELETTROPOMPE - MOTORI ELETTRICI MATERIALE ELETTRICO

Tel. 075 9276116 - Fax 075 9228631 - Mob. 335 6178295 Mail fausto@etegubbio.it

Bivio Contessa Gubbio


Via Michelangelo 23 - Gubbio Informazioni 075 9271144

Vernici e smalti murali Smalti per ferro e legno Accessori per la verniciatura Prodotti per la pulizia, la protezione e il trattamento di tutti i pavimenti Laminati e parquet Colle e collanti per l’edilizia Cartongesso e sistema cappotto Presidi di sicurezza

IDEE REGALO Confezioni Anticalcare per doccia GEAL

Telaio Telato

Resine per pavimenti e rivestimenti Resine industriali

Colori ad olio e acrilici per Belle Arti


LA BACHECA DI Gli annunci e le segnalazioni dei lettori all’indirizzo redazione@15giorni.it

Vendo roba di antica e di valore come quadri, vecchia binda per piazzare le trebbie, arco con le frecce e altro ancora. Info: 329.1631997 (Francesco) In località Padule affittasi appartamento, anche per periodi brevi, posto al piano terra di un Casolare in pietra recentemente ristrutturato, composto da cucina soggiorno con finiture rustiche e caminetto, salottino, due camere letto, un bagno; ingresso indipendente, area verde, posto macchina, il tutto recintato accessibile con cancello automatico. Privacy e Confort. Info: 370.1049491 Ragazza di Gubbio cerca lavoro come compagnia ad anziani no tempo pieno ma orario spezzato giorno libero il sabato anche subito se veramente interessati. Info: 328.0010316 Cercasi lavoro per negozio o per bar o gelateria o pasticceria anche solo mezza giornata. Sono di Gubbio, automunita e molto disponibile. Info: 328.0010316 Signora di Gubbio con esperienza cerca lavoro per assistenza anziani anche notti in ospedale. Info: 349.6092994 Cercasi donna automunita di Gubbio o zone limitrofe per pulizie casa e piccola spesa settimanale il sabato mattina. Info: 338.2953622 Signora italiana con esperienza, automunita e residente a Gubbio offre la propria disponibilità per effettuare assistenza ad anziani orario notturno o giornaliero, pulizie, babysitters e notti in ospedale. Info: 335.6276288 Signora 45 anni italiana di Gubbio cerca lavoro come badante 24/h. Massima serietà e precisione. Automunita. Info: 320.8794271 A 800 m dal Centro Storico, zona Vittorina, vendesi appartamento al piano terra recentemente ristrutturato di 40 mq con annessa corte privata di 65 mq con posto auto. L’appartamento è gradevole e comodo, privo di barriere architettoniche. Prezzo interessante. Info: 327.9497231 Cerco affitto, appartamento (medio), arredato o non, a Gubbio (preferibilmente vicino Liceo Classico, Scientifico o San Pietro-Vittorina). Info: 371.1815162 (Valentina) Signora automunita di Gubbio cerca lavoro tutti i pomeriggi tranne la domenica. Info: 328.7014201 (Michela)

Vendo pneumatici da neve 215/50 R17 91H STARMAXX M+S DOT( 2618) anno 2018. Causa cambio macchina. Utilizzate poco. Info: 347.5352873 (Marco)

Chiama Pino e farà respirare il tuo camino. Il servizio di spazzacaminoa Gubbio è attivo anche nel mese di Dicembre. Info: 380.7712382

Vuoi fare shopping online ma non sai come fare o non l’hai mai fatto. Ci pensiamo noi per te! Contattaci al 349.2791734

Vendesi bellissimi cuccioli di pinscher di piccolissima taglia. Sono rimaste due bellissime femminucce. Info: 338.6680525 (Giuseppe)

Vendesi 8 bocce professionali nuove di ottima qualità con pallino per gioco delle bocce, euro 200. Info: 377.1894951

Azienda di Gubbio cerca ragazzo sotto i 30 anni, da inserire come addetto alle vendite. Info: 075.9273579

Vendesi Lancia Dedra 1.6 ie cv. 17 anno 1990 km. 67.000 reali, ottime condizioni, unico proprietario, euro 700. Info: 377.1894951

Vendo a prezzo di realizzo circa 100 fumetti Dylan Dog, ottime condizioni. Info: 377.1260413

Vendesi trattore Fiat 352 Montag in buone condizioni, con rimorchio ed erpici dx e sx, euro 3.500. Info: 377.1894951 Cuccia per cani medio grandi, in plastica robusta tipo tronchi di legno, praticamente nuova, vendo a euro 60. Info: 338.4747720 Signora italiana eugubina cerca lavoro come pulizie, assistenza anziani, compagnia anziani a casa e in ospedale, con esperienza. Info: 346.6604157 Causa inutilizzo, vendo Mercedes classe A180 diesel anno 2004 in buone condizioni a € 2.500. Info: 353.3806364 Ciao! Mi chiamo Elisabetta sono eugubina e cerco lavoro come notti a casa. Info: bettaubb@virgilio.it Disponibile olio di oliva, prezzo interessante. Info: 338.3765787 (Sandro) Vendesi 5 gomme estive 175/65 R15. Info: 339.4322424 (Mariella) Vendo appartamento con due camere 90mq, mobiliato in via Leonardo vinci n. 33, vicino scuole e piscina, prezzo interessante con certificato di abitabilità. Info: 334.7425019 Vendo cinque appartamenti completamente mobiliati, liberi da subito con autorizzazioni di abitabilità. Ogni appartamento misura 50 mq, 80mq e 140 mq. Zona Semonte, via dell’Assino, n. 214. Vendo per trasferimento all’estero. Info: 335.5359786 e 334.7425019 Ragazza con laurea magistrale in storia e filosofia all’università di Siena offre ripetizioni e aiuto compiti per studenti di scuola media e superiore per materie storia, filosofia, geografia, italiano, latino e inglese. Info: 347.0656027 Insegnante di musica impartisce lezioni di pianoforte, solfeggio e tastiera. Info: 338.4936777 Laureata in lingue straniere presso UCL Londra impartisce lezioni private di inglese per ragazzi/e scuole medie, superiori e università. Disponibile per aiuto compiti materie umanistiche. Info: 339.8859162

Vendo a prezzo di realizzo acquario (80 x 40 x 35) con filtro e vari accessori. Ottime condizioni. Info: 377.1260413 Vendo appartamento 120 mq a 5 minuti dal centro completo di fondi rifiniti, garage e giardino. Info: 331.2719158 (no perditempo) Vendo n. 4 Pneumatici Pirelli snowcontrol Winter 185/65 R15, seminuove al 90%. Prezzo: € 25,00 l’una. Info: 328.0574467 Ragazzo con 15 anni di esperienza in studi commerciali offre servizi di ragioneria generale (fatturazione, prima note e segreteria) ad aziende e socieà. Info: 338.4691564 (Luca) Vendo n.4 Pneumatici Michelin Energy 155/80 R13 Estive, battistrada 50%. Prezzo: € 15,00 l’una. Info: 328.0574467 Vendo chitarra basso elettrico modello Ibanez SR500, 4 corde, ottime condizioni, compresa custodia in legno rivestito. Prezzo 240 euro. Info: 340.1082278 Sono una ragazza italiana automunita, residente a Gubbio, cerco lavoro ad ore per pulizie, compagnia a persone anziane o assistenza. Zona Gubbio e dintorni. Info: 345.7639794 Signora italiana eugubina si rende disponibile per pulizie, assistenza anziani, compagnia anziani a casa e in ospedale con esperienza. Info: 348.6943162 Ciao! Sono eugubina munita di patente. Offro disponibilità nell’accompagnarti a fare la spesa, passeggiate, shopping, servizi vari! Info: 338.8766301 Vendo Ebike (bici pedalata assistita) Scott modello 720, taglia L, 2 anni di vita, tenuta molto bene, batteria in piena efficienza, Euro 1.350. Info: 338.477720 Ragazza appena diplomata cerca lavoro come barista o babysitter. Inoltre si offre come aiuto compiti elementari e medie. Prezzi modici. Info: 366.2149598 Vendesi motorino Piaggio Modello Free in ottime condizioni, prezzo 500 euro. Info: 327.8104422


KARATE

ANNALISA CASINI REGINA D’EUROPA ORO E ARGENTO PER L’ATLETA EUGUBINA ALLA RASSEGNA CONTINENTALE IN SPAGNA. LA SUA CARRIERA CONTINUA AI MASSIMI LIVELLI TRA TANTE SODDISFAZIONI Ha voglia di competere ai massimi livelli e di vincere. Annalisa Casini è fatta così. Si sta abituando alle soddisfazioni e ai titoli nelle varie rassegne sulla scena internazionale. È lei la regina d’Europa del karate shotokan dopo le medaglie d’oro e d’argento conquistati il 23 e 24 novembre scorso in Spagna, a Cadice, Spagna. Con lei il marito Nicola Bianchi che ha conquistato un oro, contribuendo in modo determinante al secondo posto conquistato dall’Italia nel medagliere. Per Nicola è stato un congedo di lusso dall’attività agonistica avendo raggiunto i 35 anni che sono il limite consentito per gareggiare. I due coniugi sono da anni punti di riferimento della nostra Nazionale azzurra e anche in Spagna hanno confermato le qualità onorando al meglio le aspettative: lei con l’oro nel kata a squadre e l’argento nell’individuale, lui con l’oro nel kata a squadre. PIÙ FORTE DI TUTTO La trasferta spagnola non è stata così semplice con Annalisa che ha dovuto debellare una brutta tracheite partendo con 38 di febbre. Si sono aggiunti dei contrattempi fastidiosi, come l’aver scoperto che nella camera d’albergo non funzionava il riscaldamento e solo dopo una serie di insistite proteste hanno potuto trasferirsi in un’altra stanza dove tuttavia col maltempo che infuriava pioveva all’interno con conseguenze ulteriore trasloco e altri disguidi. Al di là dell’Odissea, in gara le cose sono andate per il verso giusto con l’Italia che ha conquistato un totale di cinque medaglie d’oro,

CONCERTO DI NATALE IN VATICANO

NATALE A MONTEPULCIANO

DISPONIBILI

LEO CASAGRANDE È ANCORA NELLA TOP 5 MONDIALE

Passano gli anni ma Leonardo Casagrande non smette di stupire: alle soglie dei 40 l’atleta eugubino si è confermato al quinto posto nel campionato mondiale WNBF (World Natural Bodybuilng Federation) disputato a metà novembre a New York, bissando il risultato ottenuto nel 2018 al rientro dopo alcuni anni di stop. Un’altra eccellenza tutta eugubina che nobilità la città in giro per il mondo.

FONTE COLOMBO E GRECCIO

CARNEVALE

DI NIZZA E MENTON

19

CARNEVALE DI VENEZIA 23 FEBBRAIO

Una giornata tra i monasteri fondati da San Francesco, pranzo in ristorante e rievocazione del Presepe

15 DICEMBRE

ULTIMI 3 POSTI

un argento e un bronzo, restando dietro alla sola Russia. “Sono molto contenta e lo siamo come Nazionale per aver raggiunto questo risultato. Ci sono state delle conferma e abbiamo dei giovani interessanti per dare continuità al nostro percorso”, dice Annalisa che vive a si allena a Viareggio pur mantenendo il forte legame con la sua terra tanto da tornare spesso per allenarsi con il Karate Club Gubbio del suo maestro storico Gaetano Pierotti, cintura nera sesto dan. È da questa palestra che l’atleta eugubina ha cominciato, sotto la guida di Pierotti, a mietere i suoi primi successi a livello regionale e nazionale fino all’approdo in azzurro.

5 GENNAIO

14 DICEMBRE

Elisa, Bonnie Tyler, Noemi e Lionel Richie... questi sono solo alcuni nomi dei grandi interpreti della Musica internazionale si esibiranno sul palco dell’Aula Paolo VI in occasione del tradizionale appuntamento di Natale

di MASSIMO BOCCUCCI

Una giornata per grandi e piccini a Montepulciano, dove Babbo Natale e i suoi amici vi accoglieranno tra mercatini, elfi, la fabbrica dei dolci e tantissime altre sorprese vi aspettano in un’atmosfera unica e incantata!

ISCRIZIONE

ENTRO IL 05/12

ISCRIZIONE ENTRO IL 15/12

CANOVA ETERNA BELLEZZA 26 GENNAIO Mostra evento dedicata al rapporto tra l’Artista e la Città di Roma. Pranzo in trattoria, pomeriggio libero

ISCRIZIONE ENTRO IL 14/12

15-16 FEBBRAIO Una due giorni in giro per la Costa Azzurra per celebrare il Carnevale nel modo più originale... Battaglie di Fiori, esposizione di Carri Agrumati e parate di Carri Luminosi. Chi più ne ha più ne metta!

Una giornata dedicata alla visita della città che ospiterà il celebre Volo dell’Angelo. Pranzo e pomeriggio a disposizione del gruppo

ISCRIZIONE

ISCRIZIONE

ENTRO IL 28/12

ENTRO IL 15/01

Via Campo di Marte 46 - GUBBIO Tel. 075 927 15 40 Mail info@giringiroviaggi.com Web www.giringiroviaggi.com GiringiroViaggiGubbio

PER INFO, PROGRAMMI E COSTI RIVOLGERSI IN AGENZIA


LA ROCCA

20

VIVA CRISTO RE! “Viva Cristo Re” è il grido con cui andavano incontro alla morte i martiri cristeros, durante la sollevazione armata dei cattolici messicani contro le politiche laiciste del governo comunista presieduto da Plutarco Elías Calles. Era il 1929 e quei santi messicani (la gran parte canonizzata proprio da papa Benedetto XVI) avevano chiara la dottrina cattolica sui rapporti tra Stato e Chiesa, che è sì di “distinzione”, ma non certo di totale “separazione”. Lo Stato, cioè, non essendo entità divina, ha il dovere di riconoscere i “diritti di Dio”, primo fra tutti quello di essere riconosciuto e adorato con un culto pubblico. Solo dopo il Concilio Vaticano II, nella Chiesa ha cominciato a imporsi una concezione assolutamente non cattolica della cosiddetta “laicità dello Stato”. Secondo questa falsa prospettiva, la regalità di Cristo sarebbe solo di tipo spirituale o escatologico (cioè relegata al Regno che verrà alla fine dei tempi). Come se lo Stato fosse l’unica fonte del diritto e della moralità per una comunità, senza dover rendere conto alla legge di Dio. Non a caso, la solennità di Cristo Re, dopo il Concilio è stata volutamente spostata alla fine dell’anno liturgico, come a dire che la regalità di Cristo riguarda la “fine dei tempi”. Con buona pace dei santi martiri messicani e della dottrina cattolica.

LA MORTE DI CAVOUR E DEL RE Il famoso e ambiguo principio della “libera Chiesa in libero Stato”, strenuamente perseguito e difeso da quell’enigmatico e, per certi aspetti, inquietante personaggio che fu Camillo Benso di Cavour, è un principio non certo cattolico, ma massonico. Mira in effetti a non lasciare alcuna libertà sostanziale all’odiata Chiesa, nobilitando il tutto dietro il fantomatico riconoscimento di una non meglio precisata “libertà spirituale”. Lo aveva capito bene san Giovanni Bosco, che nella Torino massonica in cui operavano i Savoia e Cavour, lanciava i suoi strali contro un’unità nazionale fatta dai massoni contro la Chiesa. Più volte, dalle pagine del “giornale di Valdocco” mise in guardia sia Cavour che Vittorio Emanuele II dai castighi di Dio che incombono su chi combatte la Chiesa cattolica. Ebbene, mentre il giornale (con i suoi ammonimenti) era ancora in distribuzione, il conte di Cavour si ammalava gravemente, per spirare all’alba del 6 giugno 1861 a soli 51 anni. Una fine repentina e immatura giunta proprio nei giorni nei quali si festeggiava quell’unità della quale era stato lo spregiudicato tessitore. Non andò meglio al re, che moriva a meno di 58 anni il 9 gennaio del 1878 di “febbri romane”. Una malattia, si notò a Valdocco, che non avrebbe contratto se non fosse voluto andare a Roma...

a cura di LUIGI GIRLANDA IL RITORNO DEL RE La concezione liberale e massonica della “laicità dello Stato” è certamente un’aberrazione, ma è pur sempre vero che lo stesso Cristo ha detto non solo di distinguere “ciò che è di Cesare da ciò che è di Dio”, ma soprattuto che il suo regno “non è di questo mondo”. Chiarito che ciò non significa che lo Stato diventa “autonomo” e fonte di diritto, va ricordato, visto che nella neochiesa tutta orizzontale non si ricorda più, che il regno definitivo di Cristo sarà istaurato solo con il suo ritorno glorioso alla fine dei tempi. La storia, nella prospettiva cattolica, non finirà per una sorta di “estinzione” del genere umano, come è successo per i dinosauri, ma per il realizzarsi di un evento cosmico definitivo che metterà fine al tempo per farci entrare nell’eternità. Si tratta di un fatto certo (il ritorno di Cristo), ma con data incerta. Potrebbe accadere in questo istante, mentre stiamo leggendo queste parole, oppure tra altri duemila anni. Solo Dio lo sa! Ma ad assistervi ci saranno comunque esseri umani vivi. Dice infatti il Credo: “di nuovo verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti”. Se la prima venuta di Cristo, duemila anni fa, è avvenuta nell’ordinarietà e nel nascondimento, la seconda sarà “nella gloria”, ovvero manifesta a chiunque. Così tutti sapranno che il cattolicesimo è vero. Perfino i ministri della neochiesa.

Pillole Letterarie e Dintorni... a cura di ANNALISA BOCCUCCI

LA VITA BUGIARDA DEGLI ADULTI,

TRA LE PIEGHE VISCOSE DELL’ADOLESCENZA DOPO LA TETRALOGIA DE L’AMICA GENIALE, ELENA FERRANTE CI RIPORTA ALLA VITA GUIZZANTE DEL RIONE Il nuovo attesissimo romanzo di Elena Ferrante, scrittrice tradotta in tutto il mondo e autrice del fortunato ciclo di racconti ai quali fa capo L’amica geniale, è un’opera che, in perfetto accordo con la sua cifra stilistica accattivante e coinvolgente, già precedentemente in grado di focalizzare l’attenzione del lettore sulle avventure di Lila e Lenù, rimescola le carte in gioco, in una produzione che si pone degli interrogativi ambiziosi alla base: esiste il destino? Ne siamo vittime in qualche modo? I legami di sangue ci condizionano ancora? E soprattutto: il luogo in cui nasciamo esercita una qualche influenza sull’andamento delle nostre esistenze? Sono queste le domande che orientano il racconto delle vicende di Giovanna, un’adolescente che proviene da una famiglia della borghesia napoletana e che vive, nella zona scintillante del Vomero, una realtà quotidiana appartenente alla Napoli alta, illuminata e colta dalla quale il dialetto è bandito e che non intende mescolarsi al furore popolare che brulica e che spinge dal basso in una città affascinante e complessa. Un giorno Giovanna ascolta per caso suo padre Andrea parlare di lei con sua madre e lo sente dire che la loro giovane figlia “sta facendo la faccia di Vittoria”. Quella frase, la prima frase in dialetto che Giovanna sentiva pronunciare dalla bocca di suo padre e che risuonava tra le pa-

reti nobili di quella casa, aveva mosso in lei una curiosità morbosa, che ardeva di quel fuoco inarrestabile tipico dell’adolescenza. La giovane protagonista inizierà ad interrogarsi sull’identità di Vittoria, di quella zia che abitava in un quartiere popolare di Napoli, di quella sorella di suo padre, che egli stesso aveva allontanato, nascosto dalle foto di famiglia, ma che, da questo momento, accenderà in Giovanna una scintilla in grado di far partire il motore della storia. Proprio grazie al contatto con zia Vittoria, Giovanna smaschera la rete di bugie della quale la vita degli adulti si nutre in profondità, nascondendosi dietro alla maschera dorata e ipocrita del tabù e del divieto, mentre viene a contatto con una Napoli che non aveva mai conosciuto; violenta, estrema, viscerale, profonda, alla quale si sente indissolubilmente legata e della quale è convinta di far parte nonostante le sue origini borghesi. Elena Ferrante ci porta di nuovo ad analizzare, attraverso il racconto di un’altra voce femminile, la vita del rione: il contrasto tra la compostezza colta della famiglia di Giovanna e la rozzezza sincera e passionale di quella zia che lei sente come parte della sua famiglia, portano la protagonista ad approfondire l’indagine della sua anima, resa scivolosa da quell’inquietudine insita in ogni adolescente e tormentata dalla natura trascinante dei legami primordiali, del sangue, della carne e dell’appartenenza alla terra.


IL CASO Segnalata la presenza a Santa Croce e lungo la strada verso l’eremo di San Girolamo. Sono un pericolo

CINGHIALI LIBERI DI MUOVERSI IN CENTRO E TRA I RIFIUTI

in transito. Ormai questi animali non sembrano Cinghiali in libera uscita. Scendono in città, si curarsi più del fatto che nei centri abitanti c’è la muovono e si aggirano dove possono, in cerca di presenza dell’uomo, ma badano solamente a cibo rovistando in ogni zona. L’ultima presenza soddisfare le proprie esigenze. Rovistano negli segnalata dei cinghiali è dei giorni scorsi a Santa anfratti e dove trovano i rifiuti. Croce della Foce, lungo le mura urbiche fino alle Nei mesi scorsi, quando all’inizio dell’anno c’eabitazioni, e lungo la strada in salita che conduce verso l’eremo di San Girolamo. Sono stati avrano state segnalazioni all’interno di parco RanCinghiali a Santa Croce vistati nel primo caso a notte fonda (c’è un video ghiasci nel cuore del centro storico, il sindaco diventato virale) e verso San Girolamo alle prime luci della Filippo Mario Stirati di fronte alle devastazioni segnalate dai sera da un’auto che stava risalendo (sono state diffuse alcune cittadini, aveva convocato soggetti istituzionali e tecnici per foto). A Santa Croce ne è stato avvistato uno, mentre a San Gitrovare soluzioni mirate a proteggere persone e cose. Stirarolamo erano diversi esemplari, si muovevano in gruppo decisi ti aveva sottolineato la problematica del contenimento della e pronti ad attraversare anch’essi la strada per farsi largo. La specie in Italia, nel centro e nel territorio comprensoriale dove preoccupazione torna a farsi avvertire perché la stazza dei cinla presenza massiccia dei cinghiali provoca danni soprattutto alle coltivazioni. ghiali costituisce un pericolo per le persone e anche in mezzi R.Bar.

AL VIA LA NOVENA DELL’IMMACOLATA

22

Venerdì 29 novembre parte la Novena dell’Immacolata, Patrona di Gubbio, che culminerà domenica 8 dicembre con le celebrazioni della Solennità dell’Immacolata Concezione. La chiesa di San Francesco ospiterà tutti i giorni alle 18 la santa messa, preceduta alle 17,30 dalla recita del Santo Rosario, e a turno le parrocchie della zona cittadina si alterneranno per rendere omaggio all’Immacolata. Martedì 3 dicembre il vescovo Paolucci Bedini officerà la cerimonia religiosa nel secondo anniversario dell’ordinazione episcopale. Sabato 7 dicembre (ore 17 per la concomitante accensione dell’Albero) celebrerà don Andrea Svanosio, domenica 8 (ore 11,30) don Edoardo Mariotti mentre alle 18 sarà Paolucci Bedini a celebrare la messa solenne alla presenza delle autorità locali.

NUMERI UTILI Centralino Comunale Centralino Osp. Branca Pronto Soccorso Numero Verde Farmacie Guardia Medica Sez. Croce Rossa Gubbio Soccorso Misericordia Gubbio Carabinieri Vigili del Fuoco Vigili Urbani Cimitero Civico IAT Servizio Taxi Carabinieri Forestali Guardia di Finanza Centrale ENEL Canile Curia Vescovile ACI Soccorso Stradale

075.92371 075.9270801 075.9270744 800.829058 075.9239468 075.9273500 075.9277779 340.3859797 075.9235700 075.9273722 075.9273770 075.9237690 075.9220693 075.9273800 075.9272585 075.9273789 800.900.800 075.9274963 075.9273980 075.9220795 333.5224537

BOCCE, L’11 DICEMBRE TORNA IL TORNEO “SOTTO L’ALBERO”

Torna anche quest’anno l’appuntamento con il Torneo di Bocce “Sotto l’Albero”, manifestazione organizzata dall’Associazione Bocciofila Eugubina sotto l’egida della Fisdir (Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale) che il prossimo mercoledì 11 dicembre vedrà al via oltre 80 atleti in rappresentanza di una decina di associazioni regionali. Il torneo rappresenta un modo per consentire a tanti appassionati di trascorrere una giornata di divertimento (oltre 250 le presenze totali tra giocatori, arbitri e accompagnatori vari) all’ombra di uno degli scenari natalizi più suggestivi e invidiati al mondo. Molte attività locali partecipano alle spese della rassegna, giunta alla 22esima edizione, con il pranzo offerto a tutti gli ospiti e il materiale per le premiazioni. Il programma di gara prevede le qualificazioni al mattino e nel pomeriggio, a partire dalle 15, la fase finale fino alla proclamazione del vincitore. Un evento sempre molto atteso che vede l’associazione eugubina, guidata dal presidente Francesco Spaziani, in prima linea per la diffusione dei valori dello sport e l’attenzione rivolta a tutti i suoi protagonisti.

FARMACIE COMUNALE Piazza 40 Martiri 10 075.9272243 CECCARELLI Via L. da Vinci 50 075.9222471 CENTRO Via Cairoli 15 075.8085796 LUCONI Via Perugina 151/B 075.9273783 PIEROTTI Via Campo di Marte 46 075.9220635 CARDINALI Loc. Casamorcia 075.9255131 MONACELLI Frazione Padule 075.9291235 BRANCA Via Ponte Rosso 075.9256122 TOMARELLI Loc. Scritto 075.920134

GUBBIO

www.15giorni.it SITO UFFICIALE

15Giorni

PAGINA FACEBOOK

Società Editrice Infopress srl Mail redazione@15giorni.it Direttore Commerciale: Giancarlo Barbacci Tel. 339.5744413 Mail giancarlo.barbacci@libero.it Direttore Editoriale Massimo Boccucci Direttore Responsabile Roberto Barbacci Collaboratori: Annalisa Boccucci, Luigi Girlanda Stampa: Dimensione Grafica snc - Spello (PG) Chiuso in redazione: Mercoledì 27 Novembre 2019 Aut. Tribunale di Perugia n. 21 dell’11 ottobre 2013

Il prossimo numero sarà in distribuzione da

SABATO 14 DICEMBRE 2019


I T UOI REGALI DI NATALE A UN PREZZO SPECIALE 15

ci trovi a GUBBIO in P IAZZA 40 MART IRI e al CENT RO COMMERCIALE LE MURA - COOP Giaccone Modello Woolrich 139,00 euro

Abbigliamento Emporio Emily

Tel. 075.9274614


NUOVE COLLEZIONI COLLEZIONI NUOVE DI CALZATURE CALZATURE DI DELLE PIÙ PIÙ GRANDI GRANDI FIRME FIRME DELLE METÀ PREZZO PREZZO AA METÀ IN OCCASIONE DELLA 54^ FIERA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO IL PUNTO IN OCCASIONE DELLA 54^ FIERA NAZIONALE BIANCO IL PUNTO VENDITA DI ACQUALAGNA RESTERÀ APERTO DEL CONTARTUFO ORARIO CONTINUATO 9.00 - 19.30 VENDITA DI ACQUALAGNA RESTERÀ APERTO CON ORARIO CONTINUATO 9.00 - 19.30 PUNTI VENDITA / ACQUALAGNA, VIA CASE NUOVE / MONTECCHIO, CORSO XXI GENNAIO 160 SHOP ONLINE - CALZATURE GINEVRA - XXI @CALZATUREGINEVRA PUNTI VENDITAWWW.CALZATUREGINEVRA.IT / ACQUALAGNA, VIA CASE NUOVE / MONTECCHIO, CORSO GENNAIO 160 SHOP ONLINE WWW.CALZATUREGINEVRA.IT - CALZATURE GINEVRA - @CALZATUREGINEVRA

Profile for 15 Giorni

15 Giorni - Numero 116 - 29 Novembre 2019  

Si avvicina il momento più atteso dell'anno, perché le feste riempiono il cuore e regalano un po' di pace e serenità. 15Giorni ci ricorda pe...

15 Giorni - Numero 116 - 29 Novembre 2019  

Si avvicina il momento più atteso dell'anno, perché le feste riempiono il cuore e regalano un po' di pace e serenità. 15Giorni ci ricorda pe...

Profile for ciobi1984
Advertisement