Page 180

6.3 Conclusioni L’accesso dei residenti stranieri presso i servizi territoriali della salute mentale si riduce nel periodo 2010-2015, sia in termini assoluti che di valori percentuali sugli utenti totali. I dati sulla prevalenza degli utenti in carico agli stessi servizi territoriali sono coerenti con il trend temporale, con l’eccezione della Neuropsichiatria Infantile, dove la prevalenza degli utenti stranieri in carico aumenta nel tempo in modo più marcato rispetto alla popolazione italiana. I due dati prefigurano l’esistenza di un disagio e di un bisogno assistenziale specifico in età infantile ed adolescenziale che andrebbero verosimilmente approfonditi. Anche gli utenti dei servizi di alcologia si riducono, sia negli stranieri che negli italiani. Vengono confermati i differenziali collegati con le diverse nazionalità. L’afferenza ai servizi di Pronto Soccorso per disturbi mentali si riduce nel corso del tempo sia negli italiani che negli stranieri residenti, pur restando maggiore tra questi ultimi. Questo potrebbe prefigurare in parte una riduzione del livello di disagio quanto un relativo maggiore accesso ai servizi territoriali “non urgenti”. Vengono confermate le eterogeneità secondo le nazionalità, con i provenienti dai paesi africani e dall’America centro-meridionale che presentano le afferenze più elevate. L’ospedalizzazione per disturbi mentali resta sostanzialmente invariata, in lieve riduzione nella popolazione italiana residente, mentre appare più stabile nel tempo tra gli stranieri. L’ospedalizzazione risulta più elevata nei provenienti dai paesi dell’America centro-meridionale. Le forme psicotiche rappresentano oltre il 50% dei ricoveri, proporzione non dissimile da quella relativa agli italiani residenti; nei residenti stranieri prevalgono, con una differenza statisticamente significativa, i ricoveri per nevrosi e per dipendenza/abuso di alcol. I dati inerenti alla dipendenza ed all’abuso di alcol tendono ad essere persistenti nel tempo.

infosociale 49

178

Rapporto immigrazione in Trentino 2016  
Advertisement