Page 1

20° FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CORTOMETRAGGI 2019


2


Il Circolo Sogni opera, da diversi anni, nel panorama culturale promuovendo a livello locale e nazionale rassegne cinematografiche, incontri con gli autori, concorsi e corsi di cinema online. Obiettivo del Circolo è la promozione della cultura cinematografica attraverso film, dibattiti, conferenze, pubblicazioni e qualsiasi altro strumento che permetta di trasmettere i valori di cui il Sogni si fa portatore. Sin dalla nascita il Sogni si propone, infatti, di svolgere un servizio culturale e allo stesso tempo sociale, con una incessante attenzione alle problematiche dell’attualità e della Storia. Gli sforzi organizzativi hanno permesso di dare vita a prestigiosi rapporti di collaborazione con associazioni umanitarie e culturali. Dal 1999 il Circolo è intitolato ad Antonio Ricci, in nome del più giovane dei membri del Sogni, scomparso poco più che ventenne nell’estate dello stesso anno. A lui è dedicato anche il festival di cortometraggi e a lui rimarrà legata l’attività del Circolo.


COME NASCE IL CONCORSO

GLI ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL

Il Concorso di cortometraggi “Corti da Sogni - Antonio Ricci” nasce durante un casuale incontro in un’assolata e centralissima via di Ravenna; l’idea prende concretezza nel corso delle lunghe riunioni nella sala cinematografica del Circolo Sogni e, infine, si trasforma in realtà con la prima edizione del Festival nel mese di maggio dell’anno 2000. Questa è la genesi di un’iniziativa a cui si possono attribuire diversi significati: “Corti da Sogni”, oltre che come concorso, può essere visto come un appuntamento culturale, o un’occasione per i filmakers, italiani e stranieri, per dimostrare talento e creatività, oppure il frutto dell’amore per il cinema di un’associazione che da sempre organizza rassegne cinematografiche. Interpretazioni tutte corrette e affascinanti; ma per noi, membri del Sogni, questo concorso ha un significato intimo e solo in parte emotivamente condivisibile… ricordare un amico non è semplice. Abbiamo inseguito un sogno e il nostro progetto, insieme a Walter e Rosanna, è divenuto realtà. Ci congediamo sperando che il risultato del nostro lavoro possa, in questi giorni e in futuro, far rivivere con entusiasmo le passioni e l’impegno di Antonio. 4

ROBERTO ARTIOLI

FEDERICA BACCHILEGA

ANDREA CAPUCCI

SERENA DAL MONTE

LUIGI DISTASO

GIAMPAOLO FENATI

AGOSTINO GALEGATI

ALESSANDRO GARAVINI

STEFANIA LUZIETTI

FEDERICA MONTANI

MATTEO PAPI

ROSANNA RICCI

WALTER RICCI

DAVIDE VUKICH


CORTI DA SOGNI FESTEGGIA IL VENTENNALE

questi piccoli gioielli che possono essere amati dagli studenti come dagli adulti. Il ventennale coincide anche con l’avvio di un progetto di cui siamo molto orgogliosi. Stiamo parlando della giuria “Verdetti da Sogni” in cui alcuni detenuti della casa circondariale di Ravenna sono chiamati ad assegnare un premio. Gli incontri preparatori, che abbiamo svolto in carcere, ci hanno restituito un universo di grande umanità e attenzione nel segno del cinema. Gli eventi speciali del festival saranno dedicati al cinema d’autore e a una dimensione ormai dimenticata del cinema: il Super 8. Nel corso delle serate vedremo una rassegna di corti organizzati con Cinemaincentro e con la Federazione dei cinema d’essai (Fice). La rassegna proporrà cortometraggi italiani selezionati dalla Fice, che rappresenta una realtà importantissima per la tutela e la diffusione del cinema d’autore. L’evento dedicato al Super 8 si terrà, invece, nella galleria del teatro Rasi, dove vedremo alcuni fotogrammi in Super 8 che hanno immortalato eventi divenuti storici. Buona visione a tutti.

Il festival compie 20 anni. Corti da Sogni – Antonio Ricci ha alle spalle due decenni di proiezioni, incontri, eventi speciali, rassegne d’autore, nuove amicizie e tanta soddisfazione. Il ventennale, organizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, non può essere un anniversario come gli altri e per l’occasione il festival cresce ancora, passando da quattro a cinque giornate di proiezione. Vi aspettiamo dal martedì al sabato con i cortometraggi in concorso, grazie ai quali andremo a scoprire il cuore pulsante del cinema. I giovani registi sono uno specchio perfetto per comprendere in che direzione stia andando il mondo. Quali sono i temi dell’attualità su cui riflettere, a volte piangere e a volte sorridere. L’edizione 2019 si concentrerà anche sul percorso che ogni anno compiamo nelle scuole. Le matinée aumentano; grazie agli amici di Cinemaincentro, la sala Mariani ospiterà per tre mattine le proiezioni dei corti che per tematiche sono vicine al pubblico più giovane. Se possiamo darvi un consiglio, e avete una mattina libera, il circolo Sogni vi invita ad andare a vedere 5


EUROPEAN SOGNI AWARD RICONOSCIMENTO AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO EUROPEO •

MOULE BITE di Hanoteau Louis, Francia

CHERRIES di Dubravka Turic, Croazia

ORAGE PAR CIEL CLAIR di FAURE Yohan, Francia

NAISSANCE D’UNE ÉTOILE di Bort James, Francia

MASCARPONE di Jonas Riemer, Germania

ME FIRST di Aggelos Tzogou, Diamantis Pachis, Giorgos

Foskolos, Nikos Skiathitis, Panagiotis Fouscarinis, Ioanna Foskolou, Ioanna Tsarpala, Grecia

BUG di Cedric Prevost, Francia

SOMETHING ABOUT ALEX di Reinout Hellenthal, Olanda

LA BÊTE di Filippo Meneghetti, Francia

2ND CLASS di Jimmy Olsson, Svezia

GREENKEEPER di Lisa Pozo Nunez, Germania

OPERATION JANE WALK di Robin Klengel, Austria

RIP di Albert Pintò e Caye Casas, Spagna

LA GIURIA ALBERTO BUCCI (Direttore

ANDREAS HENN (regista)

artistico Soundscreen Film Festival)

GIULIA PANGALLO

TIZIANO GAMBERINI

(tirocinante Unione Italiana Circoli del Cinema)

(Cinemaincentro)

6


MOULE BITE

Jean-Eude, un giovane introverso, è invitato da Sarah a un insolito primo appuntamento in piscina. Una volta nel suo spogliatoio, si rende conto con orrore che il costume da bagno che ha appena comprato è troppo piccolo. Non può uscire così...

HANOTEAU LOUIS Interessato all’ambiente teatrale, dove lavora come assistente alla regia, direttore tecnico e artistico. Si avvicina in seguito al lavoro di regista, realizzando In Taupe, poi Moule Bite. Parallelamente, lavora come direttore in vari spettacoli teatrali (The Patient, Arsène Lupine, Killings a Cripple Creek, The Circle of White Chapel...). 7


CHERRIES

Le tensioni familiari stanno lentamente erodendo quella che avrebbe dovuto essere un’estate spensierata per il giovane Jakov. Una serie di eventi che finiscono in tragedia inciteranno la sua rivolta emotiva contro i grandi, ma anche il suo senso di colpa.

DUBRAVKA TURIC Regista, montatrice e sceneggiatrice, laureata all’Accademia delle Arti Drammatiche. Il suo primo corto “Belladonna”, che Turic ha scritto, diretto e montato, ha vinto il Premio Leone d’Oro al Festival di Venezia nel 2015. Il film è stato presentato anche al Sundance Film Festival nel 2016. “Cherries” è il suo secondo cortometraggio. 8


ORAGE PAR CIEL CLAIR

Dieci anni dopo la scoperta di un sistema planetario remoto in grado di sostenere le prime fasi di una civiltà, attendiamo i risultati di un referendum globale per rispondere alla domanda: dovremmo incontrare questa civiltà?

YOHAN FAURE Yohan Faure, appassionato di cinema fin dalla sua infanzia, si è laureato nel 2009 presso l’IMC Normandy Film School. E’ scrittore, regista e produttore, noto per Surrounded (2008) e The Fall Of Men (2015). 9


NAISSANCE D’UNE ÉTOILE

Emma sta per diventare la nuova Prima Ballerina. Ma qualcosa la turba. Un segreto che può mettere a rischio il sogno di una vita intera.

BORT JAMES Laureato alla Scuola di Belle Arti di Parigi, ha creato la James Bort Factory, una società che produce film e campagne pubblicitarie per marchi di lusso. Il suo corto “Naissance d’une étoile”, con Catherine Deneuve, è finalista agli Oscar del 2018 come “Best Short Fiction” ed è stato selezionato al Tribeca Film Festival. 10


MASCARPONE

Francis, proiezionista sognatore, si imbatte per caso nella limousine del boss Mascarpone. All’improvviso si ritrova in un film di mafiosi. Quando il suo cane viene preso in ostaggio dalla banda di Mascarpone, Francis viene coinvolto in una rapina. Dovrà salvare il suo cane e conquistare il cuore della diva cinematografica Vivien.

JONAS RIEMER Jonas Riemer gioca con i limiti del possibile, combinando elementi dei film d’azione, animazione ed effetti visivi. Nel 2011 ha lavorato come assistente di produzione del film di successo “This is not California”. “Mascarpone” è il suo primo corto come regista: il risultato è un blockbuster low-budget con oltre 100 collaboratori. 11


ME FIRST

La storia di una ragazza che pensa egoisticamente solo ai suoi problemi.

AGGELOS TZOGOU, DIAMANTIS PACHIS, GIORGOS FOSKOLOS, NIKOS SKIATHITIS, PANAGIOTIS FOUSCARINIS, IOANNA FOSKOLOU, IOANNA TSARPALA Ideato e realizzato, nel corso di una settimana, da un gruppo di ragazzi adolescenti all’interno di un laboratorio di cinema del SIFFY 2018 (Skopelos International Film Festival for Youth). 12


BUG

Guillaume soffre di solitudine. Tramite il suo computer, ha avuto una relazione di fantasia con una famosa attrice. Avendo scoperto che lei nella vita reale ha un nuovo partner, si consola scoprendo di essere in grado di continuare a vivere nella propria realtà, rievocando la sua donna ideale grazie al potere del software.

CÉDRIC PRÉVOST Cédric Prévost è uno scrittore e regista, conosciuto per Alter Ego (2008), Skin (2013) e Catharsis (2011). 13


SOMETHING ABOUT ALEX

Un giovane adolescente sviluppa una stretta amicizia con il fidanzato della sorella maggiore e deve affrontare la profondità dei suoi sentimenti quando la coppia annuncia che si trasferiranno altrove.

REINOUT HELLENTHAL Reinout Hellenthal è un produttore e regista olandese, di discendenza indonesiana, che lavora nel campo del cortometraggio narrativo e del documentario. I suoi film sono per lo più caratterizzati da storie tratte dalla vita reale e legate a temi contemporanei. 14


LA BÊTE

Un villaggio lontano nel tempo e nella terra. Nelle vicinanze, in una foresta infestata, un bambino cade in una fossa. Suo nonno, un pastore vecchio e quasi cieco, cerca di convincere gli abitanti del villaggio a salvarlo, affrontando l’oscurità della notte e le loro paure...

FILIPPO MENEGHETTI Comincia il suo percorso a New York lavorando in teatro e nel circuito del cinema indipendente. Tornato in Italia si diploma in regia cinematografica a Cinecittà e lavora come aiuto regista in diverse produzioni. “L’intruso”, uno dei suoi ultimi lavori, è stato selezionato in più di trenta festival italiani e internazionali. 15


2ND CLASS

Charlotte ha un nuovo lavoro come insegnante. Una notte viene aggredita da un nazista e viene gravemente ferita. Quando torna dai suoi studenti scopre che uno di loro è il figlio di quel nazista.

JIMMY OLSSON Nato nel 1980, ha frequentato la scuola di cinema dal 2004 a Stoccolma. Scrive commedie o drammi piuttosto oscuri, con storie che si concentrano sull’essere umano, sul suo sÊ interiore e sui suoi rapporti, combinando commedia e dramma. Quando non lavora a cortometraggi o sceneggiature, dirige spot pubblicitari. 16


GREENKEEPER

Guenther è un greenkeeper nel corpo e nell’anima. Sfortunatamente la sua squadra di calcio rimane lontana dietro le sue ambizioni. Sta a lui salvare l’onore della squadra quando questa è sul punto di retrocedere di nuovo.

LISA POZO NUNEZ Lisa Pozo Nunez è una regista tedesca. Nel 2009 ha terminato i suoi studi in Media Audiovisivi ed ha una laurea in ingegneria. Nel 2013 si è specializzata nel genere documentario e ha iniziato a lavorare da freelance come regista e montatrice per istituzioni pubbliche e televisioni. 17


OPERATION JANE WALK

E’ basato sul videogioco Tom Clancy’s The Division. Nelle regole del gioco, l’ambiente militaristico viene riutilizzato per un tour della città pacifista. Camminando attraverso la città post-apocalittica, vengono discussi temi come l’architettura, l’urbanistica e gli interventi dello sviluppatore del gioco nel tessuto urbano.

ROBIN KLENGEL Robin Klengel vive e lavora come artista, illustratore e antropologo culturale a Vienna e Graz. Colloca il suo lavoro tra arte, scienza e coinvolgimento socio-politico, e ha partecipato a vari progetti e pubblicazioni in questo campo. Dal 2017 è vice presidente dello spazio interdisciplinare di arte e cultura Forum Stadtpark. 18


RIP

In un piccolo villaggio abbandonato, una donna prepara i funerali di suo marito con la massima cura. Vuole che tutto vada secondo i piani, poiché per lei è molto importante dare una buona impressione agli ospiti.

ALBERT PINTÓ E CAYE CASAS Sono scrittori, registi e amici. Hanno diretto alcuni corti individualmente, ma è insieme che hanno raggiunto il successo, con il corto “NADA S.A.” (“Nothing Co.”) selezionato in oltre 300 festival, con oltre 50 premi. Questa grande risposta li ha resi più forti per continuare con i loro progetti: “Matar a Dios” e “RIP”. 19


MITICI CRITICI CATEGORIA RISERVATA AI CORTOMETRAGGI CHE PER SENSIBILITA’ E TEMATICA SONO INDICATI PER IL PUBBLICO PIU’ GIOVANE E DELLE SCUOLE •

BALL di Enrico Mughetti, Inghilterra

BREEZE di Chen Yu-shan, Taiwan

FAMILY di Shao-huai Weng, Taiwan

IL REGALO DI ALICE di Gabriele Marino, Italia

LA FESTA PIÙ BELLISSIMA di Hedy Krissane, Italia

MVP di Artur Marcol, Polonia

NUR di Gal Lin, Israele

THE FRENCH TOAST RECIPE di Paoli Valentin, Francia

THE LOVE BUCCANEER di Zhang Yan-jia, Taiwan

ZOMBIE TIME di Alfonso Fulgencio, Spagna

LA GIURIA ICS NOVELLO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CLASSE I E. Prof.ssa Marina Miceli

20


SOGNI D’ORO SEZIONE INTERNAZIONALE APERTA AI MIGLIORI LAVORI EXTRAEUROPEI •

A SNAKE MARKED di Riedinger Juan, Canada

ACÁ EN LA TIERRA di Rebeca Trejo, Mexico

ALL THESE CREATURES di Charles Williams, Australia

ANGEL’S MIRROR di Cheng Chao, Cina

FAUVE di Jeremy Comte, Canada

LABOR di Cecilia Albertini, USA

LARGE SOLDIER di Noa Gusakov, Israele

LIKE A GOOD KID di Arian Vazirdaftari, Iran

MOTHER OF di Gan de Lange, Israele

SWAMP di Juan Sebastián Mesa, Colombia

THE ROLE di Farnoosh Samadi, Iran

THE SEA SWELLS di GHOLAMI Amir, Iran

LA GIURIA ANNAMARIA CORRADO

LUCA MANSERVISI

FEDERICO SPADONI

SARA PIETRACCI

FEDERICA FERRUZZI 21


A SNAKE MARKED

Un condannato riceve una visita a sorpresa che lo costringe ad affrontare il suo passato, confondendo le linee della sua realtà attuale.

RIEDINGER JUAN Oltre ad avere una carriera come attore (Narcos, Good Behavior, The Claws, The Romeo Section) ha anche una lunga lista di riconoscimenti alla regia. Dopo essersi concentrato principalmente sulla sua carriera di attore, Juan è infatti andato dall’altra parte della telecamera per dirigere e montare il corto ‘A Snake Marked’. 22


ACÁ EN LA TIERRA

Ogni mattina a scuola, quando i compagni si mettono in fila, Sam, un ragazzo alieno, deve confrontarsi con una situazione difficile: non riesce ad adattarsi a questa società dove tutto deve essere classificato. Tuttavia, grazie ad un insegnante troverà il suo posto nel mondo.

REBECA TREJO Rebeca Trejo è attrice e regista, conosciuta per “Chamaco” (2009), “Acá en la tierra” e “Heaven on the Lake” (2012). 23


ALL THESE CREATURES

Un adolescente cerca di fare i conti con i suoi ricordi legati al lento progredire della malattia mentale del padre, ad una misteriosa infestazione e alle piccole creature che vivono dentro ciascuno di noi.

CHARLES WILLIAMS Negli ultimi dieci anni i film di Charles Williams sono stati premiati in alcuni dei festival cinematografici più prestigiosi al mondo, tra cui Clermont-Ferrand, Telluride, Toronto, MIFF, Flickerfest e Sapporo. Il suo ultimo cortometraggio “All These Creatures” (2018) è stato premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes. 24


ANGEL’S MIRROR

In Cina, nei primi anni ‘90, un bambino va a vivere con la sua famiglia in un grande complesso industriale. Mentre esplora il nuovo ambiente, incontra altri ragazzi che giocano a ping-pong e scopre di essere affascinato da una ragazza carina. Volendo saperne di più sulla ragazza, cerca a modo suo di iniziare un’amicizia con lei.

CHENG CHAO Si è laureato in chimica organica e ha conseguito un master in Cina. Ha imparato a dipingere da bambino ed era in una rock band in gioventù. Ha iniziato a fare videoclip per alcuni gruppi rock e musicisti indipendenti nel 2009. È un grande fan dei film. 25


FAUVE

Ambientato in una miniera a cielo aperto, due ragazzi intraprendono un gioco di potere apparentemente innocente con Madre Natura come unica osservatrice. Quando uno di loro improvvisamente viene catturato dalle sabbie mobili, la sfida finisce e il gioco non si rivelerà innocuo come pensavano.

JEREMY COMTE Laureatosi alla Concordia University, possiede come tratti distintivi la connessione con la Natura e la curiosità per la condizione umana. La sua narrativa è psicologica, cruda e trova connessioni attraverso l’immaginario poetico. Il suo cortometraggio “Fauve” ha vinto il Premio Speciale della Giuria al Sundance Film Festival 2018. 26


LABOR

Una madre surrogata affronta un dilemma straziante quando le viene chiesto di abortire il bambino che porta in grembo per un’altra donna.

CECILIA ALBERTINI Cecilia Albertini si laureata in Cinematografia presso la Columbia University. Ha iniziato la sua carriera nel cinema come attrice, recitando in lungometraggi e serie TV in Italia, passando poi alla scrittura e alla regia. Recentemente ha anche diretto e curato il film Live di Francis Ford Coppola. 27


LARGE SOLDIER

È il 1973, tempo di guerra in Israele, e tutto ciò che vuole la quindicenne Sherry è un fidanzato. Uno scambio di lettere con un soldato sconosciuto le fa credere che sarà il suo primo amore. Ma cosa succederà quando il soldato immaginario diventerà reale?

NOA GUSAKOV Noa Gusakov è cresciuta in Israele e tra i suoi lavori di sceneggiatura e regia spiccano quattro cortometraggi (Walking Up, Lookout, Sabbatical e Large Soldier) che sono stati proiettati in festival di tutto il mondo e hanno vinto molteplici premi. Attualmente Noa lavora come sceneggiatrice e montatrice per produzioni televisive. 28


LIKE A GOOD KID

Sara, una ragazza di 24 anni, deve fare da babysitter a Matin mentre sua madre è al lavoro. Al mattino Matin racconta a Sara la storia di un litigio con sua madre la sera prima. Questo porta a una serie di eventi durante il giorno che cambieranno Matin e Sara per il resto della loro vita.

ARIAN VAZIRDAFTARI Arian Vazirdaftari ha appreso le basi del cinema alla Karnameh Film School di Teheran. Ora sta ottenendo il suo Master in Cinema all’Università di Arti Drammatiche di Teheran. Finora ha realizzato cinque cortometraggi che sono stati ben accolti dalla critica. 29


MOTHER OF

Una madre scopre che è successo qualcosa a sua figlia. Istantaneamente il suo intero essere diventa madre di.

GAN DE LANGE Nata e cresciuta nel nord di Israele, si è laureata con lode alla Sam Spiegel Film School di Gerusalemme. I suoi quattro cortometraggi hanno partecipato a festival cinematografici internazionali in Israele e all’estero e vinto una serie di premi, tra cui il concorso ufficiale di Cannes Cinéfondation 2013. 30


SWAMP

Oscar e la sua famiglia vivono in un’umile casa di campagna minacciata da un imponente progetto idroelettrico. Di fronte all’incertezza e al dolore per essere stati costretti a lasciare la terra dove sono nati, i suoi nonni decidono di porre fine a tutto.

JUAN SEBASTIĂ N MESA Laureato in sceneggiatura e narrativa contemporanea, il suo primo lungometraggio Los nadie (2017) ha vinto il premio del pubblico alla Settimana Internazionale della Critica, a Venezia. Il suo cortometraggio Tierra Mojada ha partecipato a vari festival, tra cui Venezia, Sundance e Clermont Ferrand. 31


THE ROLE

Una donna accompagna il marito ad un provino. Ciò che accadrà la porterà a prendere un’importante decisione..

FARNOOSH SAMADI Farnoosh Samadi è una regista iraniana, diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Roma. Ha lavorato come co-sceneggiatrice nei pluripremiati cortometraggi di Ali Asgari, come “More Than Two Hours”, in concorso al Festival di Cannes, e “The Baby”, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Farnoosh è membro dell’Academy. 32


THE SEA SWELLS

La guerra sta circondando la vita di un vecchio che vive in mezzo al mare.

GHOLAMI AMIR Amir Gholami, nato nel 1984, critico cinematografico, regista di alcuni cortometraggi e documentari, ha partecipato come giudice e critico a numerosi Festival di cortometraggi in Iran. 33


FREQUENZE IN CORTO PREMIO AL MIGLIOR VIDEOCLIP CON MUSICA ORIGINALE •

838 - THIRSTY EYES, di Ioan Gavriel, Germania

ETERNAL RIDE OF A HEARTFUL MIND - PIQUED JACKS,

di Paolo Sodi, Italia

NOTTI DI CATRAME - MODER, di Rassu Massimiliano, Italia

ORA SEI... COSA SEI? - BLUGRANA, di Diego Monfredini, • Italia •

QUALCOSA CAMBIERÀ - CAMPOS, di Davide Barbafiera, Italia

SECOND HAND LOVERS - OREN LAVIE, di Oren Lavie, • Israele •

THINGS WERE BETTER BEFORE - TANKUS THE HENGE, di

Lu Pulici, Italia

LA GIURIA CHRISTOPHER ANGIOLINI

FRANCESCO GAROIA Giornalista e musicista.

Fondatore di Bronson Produzioni e giornalista musicale

ALESSANDRO BARONCIANI

FABRIZIO ZAMPIGHI Giornalista musicale per Sentireascoltare

Fumettista e musicista. 34


MADE IN ITALY RICONOSCIMENTO AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO ITALIANO •

IL REGALO DI ALICE di Gabriele Marino

THE NEST di Christian Filippi

ALEKSIA di Loris Di Pasquale

HERD di Mattia Temponi

PARRU PI TIA di Giuseppe Carleo

LA GITA di Salvatore Allocca

F**K DIFFERENT di David Barbieri

LA NOTTE DI CESARE di Sergio Scavio

MY TYSON di Claudio Casale

UN OGGI ALLA VOLTA di Nicola Conversa

LA GIURIA FRANCO CALANDRINI

MATTEO CAVEZZALI

Fondatore e direttore artistico Ravenna Nightmare Film Festival

Scrittore e direttore artistico ScrittuRa Festival

CORRADO RAVAIOLI Giornalista ed esperto di comunicazione 35


IL REGALO DI ALICE

Alice è una bambina a cui l’arte del cinema aiuta a vivere un momento difficile per la sua famiglia.

GABRIELE MARINO Nel 2010 è tra i fondatori di GMQUADRO, casa di produzione audiovisivi, con la quale dirige numerosi spot, un pilota di una serie tv poliziesca, una web serie e co-produce due film e un documentario. 36


THE NEST

Fabio è un insegnante introverso di scuola elementare, ha 45 anni e vive con la madre. Ogni sera porta fuori il cane insieme alla sua vicina: Naima, una giovane badante di origine eritrea. Un giorno che sua madre è in viaggio, Fabio decide di invitare Naima a casa sua per cena.

CHRISTIAN FILIPPI Negli anni lavora come assistente nel reparto fotografia, assistente regia e casting per diversi registi (Giovannesi, Ciprì, Garrone) e come editor di narrativa in case editrici, non smettendo di portare avanti un lavoro di ricerca personale come regista e sceneggiatore: il suo primo lavoro da regista è il cortometraggio “Marciapiede”. 37


ALEKSIA

Aleksia è un’adolescente turbolenta di origini russe, cresciuta con la madre e il fratellino alla periferia di Marghera. Dopo aver confessato alla sua amica Angela che era incinta, è costretta a rubare un tablet per raccogliere i soldi necessari per l’aborto. Durante il furto, però, le cose vanno male e Aleksia viene arrestata.

LORIS DI PASQUALE Studia presso il Centro di Cinematografia Internazionale Eleonora Duse. Lavora come attore in varie fiction e film. Nel 2011 ha debuttato alla regia con il cortometraggio “I Benpensanti”. Nel 2014 gira il pilota televisivo della serie “Bleff gioca le tue carte”, che ha attirato l’attenzione di diversi reti televisive. 38


HERD

Una ragazza si sveglia nella casa di un uomo conosciuto la sera prima. Hanno dormito insieme, ma lei non sa davvero nulla di lui. E quando sospetta di essere in pericolo, la paura si insinua sotto la sua pelle, prendendo il controllo delle sue scelte.

MATTIA TEMPONI Nato nel 1984, ha iniziato la sua carriera dirigendo/producendo cortometraggi e videoclip. Oltre alla sua produzione indipendente, ha lavorato come editor e regista per video aziendali e produttore esecutivo di corti e programmi televisivi. Ultimamente, ha lavorato come sceneggiatore per lo spettacolo Mediaset “Il Terzo Indizio�. 39


PARRU PI TIA

Annachiara vive nella periferia di Palermo con la sua famiglia e vuole riconquistare il suo ex ragazzo. Sua nonna le suggerisce di usare un rito antico che potrebbe salvare il destino del suo amore perduto.

GIUSEPPE CARLEO Giuseppe Carleo è nato a Palermo nel 1988. Ha studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma dove si è laureato in recitazione. Nel 2012 ha studiato regia iniziando ad esplorare le sue origini siciliane, una grande fonte di ispirazione del suo lavoro. 40


LA GITA

Megalie, quattordicenne, è figlia di genitori immigrati dal Senegal ma nata e cresciuta in Italia. Quando le verrà negata l’opportunità di partecipare a una gita all’estero, un’occasione irripetibile per lei di poter rivelare i propri sentimenti al suo compagno di classe Marco, quel posto le sembrerà irraggiungibile. Ma lo sarà poi davvero?

SALVATORE ALLOCCA E’ un regista, produttore e sceneggiatore romano. Dopo essersi laureato in Lettere indirizzo Cinema, fonda nel 2006 la Vega’s Project, società di produzione cinematografica e televisiva. Scrive, dirige, monta e produce diversi cortometraggi, videoclip e documentari, come “Negli occhi” (2010). 41


F**K DIFFERENT

Luca, bellissimo ragazzo dell’alta borghesia, durante una grigia serata in discoteca è inaspettatamente attratto da Susy, una ragazza non proprio conforme agli standard di perfezione a cui è abituato. Riuscirà a superare la paura del giudizio dei suoi amici e farsi avanti?

DAVID BARBIERI Nasce a Firenze nel 1994. All’età di diciassette anni comincia a studiare Regia e Recitazione. Nel 2016 consegue una borsa di studio agli Ivana Chubbuck Studios di Los Angeles, dove perfeziona la sua formazione professionale. Nel 2017 cura la regia di alcuni spot pubblicitari. “F**k different” (2018) è il suo primo cortometraggio. 42


LA NOTTE DI CESARE

Cesare è un uomo anziano e solitario. Una sera la sua vicina di casa gli chiede di badare a suo figlio Kadim per la notte.

SERGIO SCAVIO Nato a Sassari nel 1976, dirige il suo primo cortometraggio, “La Notte di Cesare” (2018), dopo una carriera divisa tra impegno culturale e insegnamento delle materie cinematografiche. Ha diretto vari festival e rassegne di cinema in Sardegna ed è membro del consiglio di amministrazione della Sardegna Film Commission. 43


MY TYSON

Emot Alaoma Tyson è il campione italiano di boxe dei pesi Youth. Mentre si allena, sua madre Patience racconta la storia della famiglia, dal viaggio migratorio alle difficoltà economiche incontrate in Italia. Rievocando il passato, Patience tesse il futuro di Tyson, il cui nome sembra predestinato ad essere un combattente.

CLAUDIO CASALE Nasce a Roma e si laurea in Economia. Vive per anni in India e SudEst Asiatico, dove sviluppa la sua passione per il documentario. Tornato in Italia gira due documentari: “Buio in sala” e “Piccolo mondo cane”. Nel 2018 realizza “My Tyson”, che vince il premio come miglior documentario alla 75° Mostra del Cinema Venezia. 44


UN OGGI ALLA VOLTA

Tre persone legate da un sottile destino si ritrovano faccia a faccia con le piccole e grandi sfide della vita. Una delicata riflessione su noi stessi e l’esistenza, da vivere un oggi alla volta.

NICOLA CONVERSA Nasce in Puglia nel 1989, membro del gruppo Nirkiop, fenomeno Youtube in continua ascesa dal 2010 con più di 45 milioni di visualizzazioni. Nel 2014 co-dirige ed interpreta il primo lungometraggio dei Nirkiop “La matricola”, di cui cura interamente la sceneggiatura. 45


MITICI CRITICI KIDS

AIDA di Mattia Temponi, Italia

BALL di Enrico Mughetti, Inghilterra

CINDERENTOLA di Astengo Jacopo, Italia

EMILY di Marlies van der We, Olanda

KRENK di Santi Tommaso, Italia

SENZA PAURA di Orazio Bottiglieri, Italia

LA GIURIA

SCUOLA PRIMARIA “A. TORRE” - CLASSI 3AB E 3AD Maestre: JENNY CARDINALI, MICHELA DALL’ARSO,

ANNA PERZIANO

46


PREMIO GIUSEPPE MAESTRI AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DI ANIMAZIONE

MERCURIO di Marco Bernardi, Italia

LATE AFTERNOON di Louise Bagnall, Irlanda

INANIMATE di Lucia Bulgheroni, Inghilterra

INTRODUCTION TO EPILOGUE di Indra Sproge, Lettonia

STARVATION di Zahra Rostampour, Iran

NO GRAVITY di Charline Parisot, Jérémy Cissé, Fioretta

Caterina Cosmidis, Flore Allier-Estrada, Maud Lemaître-Blanchart Ludovic Abraham, Francia

THE STAINED CLUB di Mélanie Lopez, Simon Boucly, Marie • Ciesielski, Alice Jaunet, Chan Stéphie Peang, Béatrice Viguier, France •

RAIN di Milczarek Piotr, Polonia

LA GIURIA ANGELINA MAESTRI

STUDIO CROMA

FLAVIO FABBRI 47


MERCURIO

Mercurio è un ragazzino che adora la bicicletta. Un giorno viene fermato dal regime Fascista e rinchiuso in un campo di smistamento, pronto per essere mandato in un campo di concentramento. Costretto a diventare rapidamente uomo, cercherà, con la sua lotta non armata, di vincere contro l’orrore del Fascismo e ottenere la libertà.

MARCO BERNARDI E’ uno dei più importanti animatori e fumettisti italiani, autore di significative collaborazioni nel mondo televisivo, musicale e pubblicitario. Negli anni ‘80 lavora alla serie tv “La Pimpa” e a diversi episodi de “La Linea” di Cavandoli. Realizza oltre trenta videoclip d’animazione, oltre che spot commerciali per brand internazionali. 48


LATE AFTERNOON

Emily si sente scollegata dal mondo che la circonda. Ritrova i suoi ricordi per rivivere diversi momenti della sua vita. Emily deve guardare al suo passato in modo che possa riconnettersi pienamente con il presente.

LOUISE BAGNALL Louise Bagnall ha diretto numerosi cortometraggi tra cui Donkey (2009), Loose Ends (2012) e piĂš recentemente Late Afternoon. Oltre al lavoro di regista, Louise lavora come storyboarder e character designer. Ăˆ una direttrice creativa di Cartoon Saloon che ha sede a Kilkenny, in Irlanda. 49


INANIMATE

Katherine ha una vita normale, un lavoro normale, un fidanzato normale e un appartamento normale. O almeno è quello che pensa fino al momento in cui tutto comincia a caderle letteralmente a pezzi!

LUCIA BULGHERONI E’ una regista di animazione italiana. Il suo interesse principale sta nell’esplorare temi riguardanti la filosofia, la psicologia e il subconscio, adatti ad essere visualizzati attraverso il mezzo dell’animazione. Con il suo corto “Inanimate” ha già vinto importanti premi a Cannes, ad Annecy e ai BAFTA Student Film Awards. 50


INTRODUCTION TO EPILOGUE

“Introduction to Epilogue” è un film colorato e allegorico sulla paura della morte. La vita durerà sempre per sempre e finirà sempre con la morte. E la fine sarà sempre un nuovo inizio.

INDRA SPROGE Artista diventata scrittrice in modo che i suoi personaggi sapessero cosa fare. E’ diventata regista e animatrice per insegnare loro a muoversi e a recitare. 51


STARVATION

Un lupo affamato è bloccato nello stereotipo dell’essere il grande lupo cattivo. Deve fuggire quando tutti lo accusano di violenza e omicidio. Affronterà il pericolo di essere ucciso.

ZAHRA ROSTAMPOUR Iraniana, è animatrice 2d, artista visivo e vanta diversi anni di esperienza professionale in animazione e grafica animata. Come regista indipendente, ha realizzato due cortometraggi animati: “Un orso che vuole essere un orso” e “Starvation”. Non vede l’ora di raccontare altre storie attraverso l’animazione. 52


NO GRAVITY

Un astronauta torna sulla terra e cerca di adattarsi di nuovo.

CHARLINE PARISOT, JÉRÉMY CISSÉ, FIORETTA CATERINA COSMIDIS, FLORE ALLIER-ESTRADA, MAUD LEMAÎTRE-BLANCHART E LUDOVIC ABRAHAM Si sono diplomati alla scuola Supinfocom Rubika (Francia) con un Master in regia digitale. Nel 2018, hanno co-diretto il cortometraggio “No Gravity”. 53


THE STAINED CLUB

Finn ha delle macchie sulla pelle. Un giorno, incontra un altro gruppo di ragazzi con delle macchie sui loro corpi. Un giorno capisce che queste macchie non sono solo belle.

MÉLANIE LOPEZ, SIMON BOUCLY, MARIE CIESIELSKI, ALICE JAUNET, CHAN STÉPHIE PEANG E BÉATRICE VIGUIER Si sono diplomati alla scuola Supinfocom Rubika (Francia) con un Master in regia digitale. Nel 2018, hanno co-diretto il cortometraggio “The Stained Club”. 54


RAIN

E’ un film animato sulla coscienza collettiva. Parla di come nessuna responsabilità per le nostre azioni ci spinge a seguire la folla in modo sconsiderato, il che potrebbe portare a una tragedia. Il film descrive anche la lotta di un individuo con l’ipnosi collettiva e le sue conseguenze sia per l’individuo che per gli altri.

MILCZAREK PIOTR Piotr Milczarek è nato e vive a Lodz. Ha studiato animazione e effetti speciali alla Scuola di cinema di Lodz, dove attualmente lavora come assistente. Ha diretto cortometraggi come “The Comic Book”, “La guerra dei mondi”, “Mr Mister” e “Lo scarafaggio”. Crea anche storyboard per spot pubblicitari. 55


FILM SCHOOL RICONOSCIMENTO AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO PRODOTTO DA SCUOLE DI CINEMA

BROKEN PIPE di Iris Ben Moshe, Israele

DÉDESTINÉS, di Porte Quentin e Beltra Jean-Baptiste, Francia

SCREW THE BOYS di Anthony Coveney, Canada

LA GIURIA LICEO SCIENTIFICO “A. ORIANI” - CLASSI 2AB E 2AC Prof.sse: ANGELA MALFITANO, AGNESE BAZZOCCHI

56


VERDETTI DA SOGNI

IL MONDIALE IN PIAZZA di Vito Palmieri, Italia

INTRODUCTION TO EPILOGUE di Indra Sproge, Lettonia

LA BÊTE di Filippo Meneghetti, Francia

PARRU PI TIA di Giuseppe Carleo, Italia

PEPITAS di Alessandro Sampaoli, Italia

STARVATION di Zahra Rostampour, Iran

LA GIURIA UNA GIURIA COMPOSTA DA ALCUNI DETENUTI DELLA CASA CIRCONDARIALE PORT’AUREA DI RAVENNA

57


SUPER 8: LA DIMENSIONE PERDUTA DEL CINEMA

Il passare del tempo e la scarsa qualità dei materiali dell’epoca hanno sbiadito per sempre questi storici Super 8 ed oggi è molto raro trovare pellicole che conservino gli splendidi colori originali per cui ci si deve accontentare di supporti arrossati o ingialliti. Ma il fascino, la meraviglia, la bellezza di una proiezione in pellicola che scorre veloce nel proiettore, resta un’esperienza “magica”, i film sembrano davvero più “vivi” perché il cinema è nato IN PELLICOLA e nemmeno la fredda e perfetta immagine digitale potrà mai sostituire l’origine dei nostri sogni. Il circolo Sogni dedica una finestra a una dimensione del cinema perduta nel tempo, ma che rappresenta una preziosa testimonianza di una fase storica della settima arte. Vedremo rarissimi estratti di filmati in Super 8, spiegati e illustrati dall’esperto Davide Vukich e con l’ausilio di due proiettori, che oggi sembrano reperti storici ma che riescono ancora a restituire la magia del cinema.

Prima del blu ray, prima del dvd, prima del VHS c’era…il SUPER 8! Evento in collaborazione con Start/Cinema Dal 1965 al 1985 per circa 20 anni l’unico modo per vedere un film al di fuori del cinema o della televisione era in pellicola nel cosiddetto “formato ridotto” Super 8. Era necessario trasferire i film dal formato 35mm all’8mm per dare la possibilità a chi (possessore di proiettore non troppo ingombrante) se ne voleva stare comodamente a casa a godersi in piccolo la magia del cinema. Spesso i distributori di allora realizzavano bobine dai 35 ai 360 metri con scene importanti tratte da film di successo se non addirittura (per chi se lo poteva permettere) di film interi. 58


I CORTI D’ESSAI DEL CINEMA ITALIANO

sommozzatore. Non si conoscono ma è solo una questione di tempo perché la nave sta attraccando e dal momento in cui metteranno piede su quell’isola che ora gli si staglia davanti, assolata e brulla come un deserto messicano, le loro vite cambieranno per sempre. Come una sorta di balletto tra la vita e la morte, tra l’innocenza e la sua perdita, tra l’inizio e la fine. Un film drammatico con un finale che, in maniera imprevedibile, restituisce speranza. Perché nel mezzo di una tragedia, la vita è e deve essere sempre più forte della morte.

Corti da Sogni propone una finestra sul cinema d’autore italiano. In collaborazione con Cinemaincentro e la Federazione italiana cinema d’essai (Fice), nel corso del festival saranno proiettati quattro cortometraggi che rappresentano una preziosa testimonianza sul cinema d’autore che si dedica al cortometraggio.

FRONTIERA

di Giacomo Sebastiani, 15’ David di Donatello 2019)

(Vincitore

PRENDITI CURA DI ME

di Mario Vitale, 15’

Sul ponte di Lampedusa ci primo giorno e un ragazzo

un traghetto diretto a sono un adolescente al di lavoro da necroforo alla prima missione da

Alice è tormentata da un incubo ricorrente che ogni notte fa riaffiorare un trauma 59


mai superato. Chiusa in sè stessa, ha smesso di parlare e comunica con il mondo con serafiche frasi scritte su postit colorati. Un giorno, in una piccola e fatiscente videoteca, incontra Marco, con cui condivide l’amore per il cinema degli anni ‘80…

tra di loro serpeggia una sola domanda: perché ha voluto riunirle lì?

IM BAREN

di Lilian Sassanelli, 15’ (Candidato al David di Donatello 2019)

SI SOSPETTA IL MOVENTE PASSIONALE CON L’AGGRAVANTE DEI FUTILI MOTIVI di Cosimo Alemà, 15’

Un giorno nella vita di una giovane ragazza italiana che si è appena trasferita a Berlino. Antonia attraversa una serie di grotteschi casting nel tentativo di trovare casa e, allo stesso tempo, ritrovare sè stessa. Giulia si prepara a trascorrere un weekend con Lucio. Tuttavia, ad aspettarla nella villa in cui si sono dati appuntamento non trova lui, ma tre sconosciute. Sono le altre amanti di Lucio che, come lei, hanno ricevuto lo stesso messaggio due giorni prima. L’uomo è irreperibile e 60


I COLLABORATORI DEL CIRCOLO SOGNI Il Circolo Sogni si avvale di una preziosissima squadra di collaboratori senza la quale non riusciremmo a proporvi ogni anno il nostro appuntamento con il “cinema breve“. Ringraziamo quindi di cuore: Fabio Mambelli, Fabrizio Succi, Claudia Zanzi (supporto nella selezione dei corti), Francesco Della Torre (sottotitoli e proiezioni), Michele Distaso (aggiornamento del sito), Alice Fabbri (coordinamento giuria Film School, sottotitoli e proiezioni), Giorgia Montanari e Virginia Irali (traduzioni).

61


Elaborazione grafica Circolo Sogni 2019

62


63

Profile for cinemasogni

CATALOGO CORTI DA SOGNI 2019  

Il catalogo della ventesima edizione del festival internazionale di cortometraggi Corti da Sogni "Antonio Ricci".

CATALOGO CORTI DA SOGNI 2019  

Il catalogo della ventesima edizione del festival internazionale di cortometraggi Corti da Sogni "Antonio Ricci".

Advertisement