Page 1

TIRATURA DI 6000 COPIE

I.R. INSERTO REDAZIONALE AL NOTIZIARIO

D GOVERNATORE ROTARY DISTRETTO 2060

chronicle NUMERO 03 ANNO 2008 - 2009

Agl i

a t o R i c i m A

Gentili Amiche e Cari Amici Rotaractiani, l’annata rotaractiana prosegue intensamente ed è arrivato anche l’appuntamento con la terza Assemblea Distrettuale. Purtroppo il tradizionale clima di entusiasmo, di gioia e di allegria che, fortunatamente, caratterizza la vita e l’attività del Rotaract è stato duramente seg n at o

RISCHIARE NON E’ UNO SBAGLIO!

Luca Periz Rappresentante Distrettuale Distretto 2060

D l e d i n a i t c ra

dalla improv visa e prematura recente scomparsa di Luigi Periz, Prefetto del Rotary Club Schio – Tiene e, soprattutto, amato padre e stimato collega del caro Luca, Vostro Rappresentante Distrettuale. All’Amico Luca ed alla sua Famiglia, in questo difficile momento, spero sia di prezioso sostegno ed incoraggiamento, oltre la affettuosa vicinanza mia personale e dell’intero Distretto Rotary 2060, soprattutto la solidarietà e la partecipazione di tutti Voi Rotaractiani che Vi stringete attorno al Vostro R.D. per accompagnarlo e , con amicizia ed ancora maggiore partecipazione, n e l l’i m p e g n o Eccoci personale, finalmente! Quando leggerete queste parole, probabilmente sarà già terminata la Distrettuale di Rovereto, evento a cui tengo molto perché a metà di un cammino sotto alcuni punti di vista nuovo, difficile, perché l’errore è sempre dietro l’angolo, umano, perché si può sempre correggere e migliorare, propositivo e appassionato perché l’obiettivo è fare per il bene del Rotaract.

sostenerlo

Sono fermamente convinto che il

enorme potenziale,

nostro sia umano che operativo, sia

frenato

in primo luogo dalla mancanza di consapevolezza del nostro raggio d’azione, dal limitare le nostre idee e giovanili entusiasmi per timore di

regole

news

andare contro

che in realtà vogliono stimolarci, non inquadrarci. In secondo luogo, non tutti tra noi vivono il Rotaract in prima linea perché semplicemente non lo conoscono o magari perché credono significhi fare i piccoli rotariani. Nulla di più sbagliato. Terzo, non ci facciamo conoscere come dovremmo. E questa è una conseguenza dei primi due punti. Scrolliamoci di dosso un po’ di !

polvere

0 6 0 2 o t i st r e t

familiare e rotaractiano che sta segnando particolarmente il presente momento della sua vita. In queste settimane, comunque, l’attenzione del Rotary nei confronti dei Rotaractiani, deve essere ancora maggiore del solito poiché, nel corso del prossimo mese di marzo, dedicato dal calendario rotariano all’opera di alfabetizzazione nel mondo,si celebra, nella settimana del 13 marzo, la settimana mondiale del Rotaract. Ritengo, però, che questa importante ricorrenza non debba costituire solo un semplice momento di particolare ricordo e di sensibilizzazione di tutto il mondo rotariano nei confronti del significato e dell’importanza del Rotaract nell’ambito della

grande Famiglia rotariana ma debba, necessariamente,

promuovere e suscitare in ogni Rotariano, in ogni Club ed in ogni Distretto del Rotary, Siamo una costante e g iova n i convinta e abbiamo a disposizione un campo da rendere fertile e produttivo per il benessere di tutti. Già gli antichi sapevano che per migliorare la produttività della terra bisognava farla riposare e poi stimolarla con colture differenti, non sempre le stesse nello stesso luogo. Pena l’impoverimento. Il nostro campo su cui esercitarci si chiama Rotaract, e come la terra ha bisogno di continuo

rinnovamento

per dare i

risultati migliori. Ognuno di noi puo’ dare molto in questa nostra comunità, e tanti ragazzi non aspettano altro che qualcuno dia loro le nostre possibilità. Noi possiamo farlo. Sono nel Rotaract da dieci anni e da dieci anni sento sempre le solite lamentele: soci disinteressati, non ci facciamo conoscere, problema del ricambio generazionale. Aiutatemi, forse sbaglio, ma se qualcosa non funziona significa che bisogna apportare

cambiamenti

, e questo dei vale per il lavoro, l’amore, lo sport, tutto. Quindi o si prova o si continua con le lamentele. La seconda via è per me

at ten zione e vicinanza ai problemi, alle esigenze ed alle necessità dei numerosi Club Rotaract del Distretto. Solo così, infatti, quello che, in ogni caso, costituisce uno dei doveri di ogni Rotary Club, espressamente sancito dalle norme rotariane, potrà trasformarsi produttivamente da mero obbligo, purtroppo non sempre rispettato, in un positivo e fattivo rapporto di collaborazione, in un reciproco stimolo di nuove esperienze e di necessaria integrazione, in un vicendevole apporto di contributi ideali, se è vero, come ne sono certo, che i Rotaractiani devono poter contare sui Rotariani quale prezioso punto di riferimento mentre il Rotary non può dimenticare che i

Rotaractiani costituiscono una parte fondante del proprio futuro.

Buon lavoro insieme, quindi, e ad maiora.

AlbertoGovernatore Cristanelli Distretto Rotary 2060 inaccettabile. Ora stiamo provando. E i risultati arriveranno. Prendiamo il caso della Distrettuale di Rovereto: abbiamo decisamente alzato

rischio

il tiro, è un , ma, a quanto pare la sala sarà piena, mi giungono continue richieste di ragazzi estranei al Rotaract che vogliono partecipare, i nostri club arriveranno con una presenza media di 7/8 soci, tanti aspiranti, tanti amici rotariani e rotaractiani di altri distretti. In questo clima sta il nostro futuro.

Noi

Il bello è che siamo i primi artefici di questo clima… Io penso che il 2009 sarà un anno importante, di cambiamenti, di svolta per molti di noi. Lo dico perché lo sento io e lo sentono intimamente tutte le persone con cui parlo. E’ come se tutte le difficoltà che ci circondano avessero ridestato una spinta positiva nella gente. e portiamo avanti questa spinta.

Stringiamoci

1

0


SECONDA DISTRETTUALE DI udine

sostenibilita’ e materiali Sabato 29 novembre,in occasione della seconda distrettuale,la Prof. Christina Conti e il dott. Massimo Rossetti hanno tenuto una conferenza sul tema dell’isolamento termico degli edifici. A fare da sfondo,la cornice dell’avvenieristico centro congressi Hypo Group Alpe-Adria Bank, rivoluzionario per la suggestiva inclinazione di 14gradi,e per il rispetto all’ambiente, essendo composto in materiali a risparmio energetico. L’isolamento termico è un fattore determinante per il contenimento del consumo energetico e del passaggio di calore: un modo efficace per ridurre non solo gli sprechi di energia e l’inquinamento, ma anche i costi legati al riscaldamento degli ambienti. Va promossa u n’i n n ova z io n e di tipo

adattativo, ovvero trasferita da altri settori e verso nuove strade; essa si manifesta nell’evoluzione delle tecniche, nello sviluppo delle produzioni, nella sperimentazione delle opere. Di fondamentale importanza appare la collaborazione dell’utente: concorre al raggiungimento di uno standard di qualità non solo il legislatore,o la certificazione dei prodotti e delle opere ecc. ma anche e soprattutto la consapevolezza dei consumatori/utenti delle opere. Triste è il quadro presentato sugli ultimi anni: si assiste ad un incremento delle costruzioni, ma l’edilizia è il set tore in

L A D IL

cui si investe meno in ricerca. Inoltre l’ europa detiene il poco confortante primato non solo del 50% dell’inquinamento, ma anche del 50% delle risorse sottratte alla natura, e 50% dei rifiuti mondiali… Ma qualcosa lo possiamo fare, ed ecco che ci vengono presentati materiali innovativi, che lasciano

qualche speranza per un futuro miglioramento.

Federica Barbugian Segretario Rac Padova

O T T E R T S I D

S W E n PRESIDENTE RACCONTA

la sala, davvero gremita per l’occasione! A termine dei lavori tutti a prepararsi per la serata presso l’albergo adiacente alla sede dei lavori in attesa della navetta. La serata di gala si è tenuta preso il Circolo Ufficiali di Udine dove abbiamo servito un intero menu legato alla tradizione friulana: l’ideale per vincere i primi freddi invernali! La serata si è conclusa con balli sfrenati al Circolo... ma è proseguita fino a tardissima notte in albergo! La domenica mattina, dopo un po’ di meritato riposo, ci siamo ritrovati per uno spuntino tutti insieme, prima di salutarci e darci appuntamento ai prossimi eventi. Il bilancio di questa Distrettuale non può che essere positivo: amicizia, partecipazione e “L’isolamento termico internazionalità, valori su cui degli edifici come si basa il Rotaract, sono stati fattore determinante gli ingredienti principali di per il contenimento dei questo weekend. Non resta altro consumi energetici.”, che ringraziare tutti quanti vi hanno partecipato e dare a tutti affrontato dalla , docente l’appuntamento a Rovereto! presso l’Università di Udine, e Massimo Rossetti, suo collaboratore; la relazione Enrico Ammirati ha catturato per un paio Presidente RTC Udine nord - Gemona d’ore l’attenzione di tutta Il weekend della Seconda Distrettuale è iniziato in anticipo, venerdì 28 novembre, con l’arrivo dei nostri amici del Rotaract Club Wiem Hoffburg, che hanno sfidato neve e ghiaccio per trascorrere qualche giorno insieme. Dopo una breve sosta in albergo è iniziata una frizzante serata al locale Venti3 a base di stuzzichini, musica e tantissimo divertimento! Sabato mattina abbiamo guidato i nostri amici viennesi per la città; un frugale pranzo... e subito è arrivata l’ora di iniziare i lavori del pomeriggio! Sistemati gli ultimi preparativi abbiamo accolto i nostri amici del Distretto nella moderna sede della Hypo Group a Tavagnacco (UD). Il tema dei lavori è stato

Prof.ssa Christina Conti

2

0

cena degli uguri

a

20 dicembre - La prestigiosa Chiesa di S. Andrea di Bigonzo della città di Vittorio Veneto ha ospitato il XXV° Concerto di Natale organizzato dal Rotaract Club di Conegliano - Vittorio Veneto. Come tradizione del club ogni anni infatti organizziamo nello spirito di solidarietà un concerto di Natale, questa edizione con i cori Corale Conegliano e Coro Castelcampo. Il ricavato delle offerte è stato devoluto alle necessità del “Piccolo Rifugio” al fine di contribuire alla ristrutturazione e alla costruzione della nuova ala. Ed anche quest’anno la notevole presenza di oltre 400 persone ha contribuito al successo musicale della serata. La serata è continuata con la “tradizionale” Cena degli Auguri del Distretto, con l’immenso piacere ed onere di avervi fatto apprezzare la nostra ospitalità. Senza di Voi l’evento non avrebbe avuto un tale successo!

Francesco Palumbo

Presidente Rtc Conegliano – Vittorio Veneto


Giovani, belli, ubriachi e dissoluti!

SGS: una sigla così piccola che racchiude in sè un significato enorme!

Ovvero Capodanno Internazionale Cremona 2009

spieghi il perché... Direi di cominciare da “ubriachi”. Ubriachi di…Rotaract! E chiunque abbia sbuffato non ha capito nulla. L’aria era già pregna dello spirito che ci contraddistingue solo entrando nella hall dell’albergo. Io e Serena siamo tra i primi, il “Dallo” (ndr Roberto Maria dall’Olmo RD Distretto 2050) appoggia il cellulare, già fumante, e ci viene a salutare come fossimo vecchi amici che non vedeva da tempo . Nella hall sono già rappresentati Milano, Napoli, Trieste, Rimini… L’aria Internazionale inizia a respirarsi quando percepiamo che con i nuovi arrivati la ragazza della reception parla inglese. La prima serata è solo l’antipasto, la visita di Piacenza e la cena sono solo una scusa per fare amicizie poter dire :“Eh, ma io che sono qui dal primo giorno…” Il secondo giorno è prevista la visita a Mantova: la corriera si riempie lentamente dopo la colazione, siamo stanchi ma dormiremo durante il viaggio, non è questo il particolare fondamentale, la cosa che conta è che siamo veramente….belli! Ed ecco spiegato un altro aggettivo, siamo belli perché nonostante il progetto di dormire anche il viaggio è una scusa per divertirci, siamo belli perché ovunque ti giri c’è un rotaractiano che sprizza allegria e soddisfazione. Siamo belli perché anche se non ci conosciamo chiunque ci veda da fuori penserebbe a un gruppo di amici compatto, anche se, in fondo, fino a ieri non ci eravamo mai visti! La gita a Mantova segna per il 2060 il punto di svolta, non che fossimo “invisibili” la sera prima, ma la ricerca dei soci del nostro distretto che ci hanno raggiunto in giro per la città fa comparite una nuova ruga sulla fronte del Dallo che, per l’occasione, si stacca anche da telefono. Recuperati tutti in tempo per il pranzo non possiamo non iniziare con un brindisi alla nostra maniera. Le successive visite sono solo la scusa per goderci la presenza del Teo distrettuale che per l’occasione ci ha raggiunto. Sfido chiunque di noi a ricordare qualcosa della mostra su…Matilde di Canossa, mi pare… Il ritorno a Cremona in macchina ci

catapulta nella realtà padana, ovunque nebbia e nessun punto di riferimento… Arriviamo circa un’ora dopo il pullman, ma il tempo SGS sta per e consiste in un programma della per cambiarci c’è, il party anni ’80 ci Fondazione Rotary che permette a giovani professionisti all’inizio della loro esperienza professionale aspetta. di confrontarsi a livello culturale e lavorativo con paesi diversi dal nostro. Questo programma infatti è L’accoglienza è spettacolare, neanche rivolto a giovani lavoratori con età compresa tra i 25 e 40 anni che siano impegnati da almeno due anni il tempo di entrare e subito ci viene nella loro professione. Quest’anno lo scambio avverrà tra quattro ragazzi del nostro distretto e quattro messo in mano l’aperitivo...rum e del Distretto 4600 del Brasile nel mese di maggio. pera…rum e pera?!? La mia avventura è iniziata più che casualmente a dicembre quando ho partecipato alle selezioni del Nella confusione del buffet compare SGS a Verona. Avevo sentito parlare di questa iniziativa da una mia cara amica che aveva partecipato un volto conosciuto… è proprio lui, qualche anno fa in Argentina e ne era rimasta affascinata e quando ho sentito che erano aperte il nostro RD, non voglio sapere come le iscrizioni nel nostro Distretto per le selezioni mi sono organizzata in fretta e furia per sia arrivato, ma ora, decisamente il sigla, parteciparvi e increibilmente è stato un successo! A gennaio ho avuto i risultati, la squadra 2060 può mostrare la sua faccia una più….festaiola, e infatti non una garanzia di era decisa: Fabiola Iezza, Federico Carrer, Manuel Bandiera, Matteo Maria deludiamo le aspettative, dopo una i n t e r n a z i o n a l i t à , Teggi. Da quel momento l’emozione è stata sempre in crescendo,coi ragazzi della divertimento, conoscenza cena frugale subito in pista e… e chi più ne ha più ne metta…. squadra e i nostri riferimenti Rotariani Alessandro Lolli, Diego Vianello non ricordo molto della festa, non queste sono le caratteristiche e il nostro Team Leader Nicola di Fabrizio è nata un affiatamento sono l’unico, ma le foto parlano peculiari di ogni appuntamento di squadra che cresce ad ogni incontro. Partirò all’incirca intorno al chiaro, abbiamo dato spettacolo! Eric e che hanno caratterizzato quattro di maggio per tornare a fine mese. Lo scambio consisterà in Il terzo giorno si apre con una anche l’ultimo Rem, svoltosi a e d un tour del distretto ospitante durante il quale saremo ospitati certezza: nessuno sembra in Danzica lo scorso gennaio. grado di reggere fino al conto da famiglie e clubs Rotariani e visiteremo aziende locali, uffici Un appuntamento importante, alla rovescia per stappare le governativi, organizzazioni comunitarie e molto altro con che ha visto impegnati entusiasmo bottiglie, tutti hanno risentito il significato di promuovere un scambio interculturale commissione europea e delegati, di viaggiare, della sera precedente. professionale fra i nostri due stati. Altro non vi so nella votazione delle località c o n o s c e r e , Per fortuna, un aiuto dire ma prometto che vi terrò aggiornati! che faranno da cornice ai Rem imparare, e inaspettato, arrivano gli ultimi del prossimo anno sociale finalmente potremo partecipanti, quelli che…solo 2009/2010. dire di meritarci il capodanno! ed è subito una veramentel’asseg nazione Una scelta che, vista la Rotaract Club Trento iniezione di energia per tutti. di questo evento candidatura di un club, non solo Dopotutto siamo giovani, Brum Preitaliano, ma soprattutto del nostro internazionale!!!!! abbiamo energia da vendere! Qui di seguito le date dei convention distretto, cioè il club di Trieste, prossimi appuntamenti Giovani?!? Ma non è vero! Birmingham 18mi ha tenuto personalmente con europei....e non solo!!!!! L’età media del nostro 20 giugno 2009 il fiato sospeso, ed il cui esito Distretto era di quasi 28 Uscc Conference finale, purtroppo, mi ha un po’ International anni! In un Club i cui soci San Josè Usa 16-19 luglio 2009 deluso. week end possono avere al massimo REM Detto questo, credo che la Milano 20-22 marzo 2009 30 anni mi pare un po’ Sofia 2-4 ottobre mancata scelta del nostro paese Skiweekend altina no?!? Siamo giovani 2009 ed in particolare del club di rotaract dentro, ma non basta, San Marino 29-31 gennaio 2010 Trieste, debba costituire per noi Svizzera 27-29 marzo 2009 ed è giusto che tutti noi soci del 2060, una maggiore presidenti ci impegniamo EUCO motivazione a frequentare gli Istanbul 29 marzo-4 aprile 2009 Tutte le informazioni sul sito: ad abbassare la media www.rotaracteurope.org!! eventi internazionali, come dire: coinvolgendo di più i Mexico Trip Vi aspetto!!!!!!! “ se “ Maometto non va alla nostri soci giovani! Messico 26 maggio-9 giugno montagna, la montagna va da Nonostante la non 2009 Silvia Zanon Maometto”…..quindi….forza, giovane età anche la Holland Delegato E.R.I.C coraggio, rimbocchiamoci le notte di capodanno è Roundtrip distretto 2060 maniche, riaccendiamo voglia stata memorabile e si Olanda 27 giugno Rotaract Club Montebelluna è conclusa per tutti nel 7 luglio 2009 migliore dei modi… a Portonovo e stavolta non ci sono brioches e nutella alle 4 di scuse, il 2060 deve esserci per mattina per TUTTI! imporre il suo stile! La giornata del primo è stata, P.S. e dissoluti?!? Non è che mi sia finalmente un day after come piace dimenticato..anzi… però Rotaract a noi, facce assonnate in coda per è come Las Vegas, tutto ciò che il brunch, pochissime parole e succede resta lì e si dimentica nel malinconia mista a voglia di tornare viaggio di ritorno… a casa e dormire il più possibile! Se non ci credete..l’unica è Si, sempre che l’incoming RD provare! non ti porti a vedere la mostra di Van Gogh (bellissima, veramente Dodo - Edoardo Grassi irrinunciabile :-p). Il viaggio di Presidente Rotaract Gorizia Monfalcone ritorno immersi nella nebbia e perennemente con il ghiaccio sotto le gomme ha romanticamente concluso un capodanno veramente indimenticabile, l’appuntamento è

Scambio di Gruppi di Studio

E.R.I.C.,

Fabiola Iezza

E.R.I.C

Nasce con un sms, una battuta di Federica, l’idea di questo articolo, noi siamo la nuova generazione Rotaract, siamo, giovani, belli, ubriachi e dissoluti! Lasciate che vi

3

0


Inaugurazione Sede Rac San Dona’ di Piave!!!

LA FANTASTICA ZONA 4 Con grande orgoglio annuncio al distretto che 9 club, ovvero la zona 4, hanno portato avanti un progetto uniti da un unico obiettivo.

Il progetto, SERVICE, votato dai 9 club è la raccolta fondi per l’associazione veneta contro la fibrosi cistica. “L’associazione Veneta per la lotta contro la fibrosi cistica” vuole creare un secondo polo di eccellenza presso l’ospedale di Treviso. Questa malattia è genetica e dà aspettative di vita molto limitate: oggi giorno, grazie alle tecniche, un malato di fibrosi cistica può arrivare fino a 37 anni ma sempre sotto cure mediche e ricoveri periodici. E’ inutile ribadire l’importanza di un centro anche a Treviso perché darebbe la possibilità alle famiglie e ai pazienti di poter vivere più tranquillamente senza dover percorrere km per ottenere cure settimanali indispensabili. Insieme vorremmo poter raggiungere almeno uno di tre obiettivi: un pirometro dal costo di 5.500€, due monitor rilevatori di parametri vitali dal costo di 12.000€, due pulso-ossimetri da polso dal costo di 2.000€. In questi mesi i club hanno svolto numerose iniziative (torneo di bowling, cene, inaugurazione della sede) e come progetto finale la realizzazione del concerto del 24 aprile. Quello che vorrei trasmettere con questo articolo è la forza dei club e delle persone unite; quello che al S.I.D.E. ci era stato presentato come una semplice formula matematica: 3+3=6 ma 3*3=9 per noi della zona 4 si e’ trasformata in realtà. L’unione dei club era già avvenuta quando abbiamo fatto la votazione per la redifinizione del fondo cassa dell’anno sociale 2007-2008, anche in quell’occasione i club sono rimasti solidali e abbiamo ottenuto così parte dei fondi per IL Service della Zona 4. Spero che da questa nostra esperienza molti altri club prendano spunto per uscire dalla realtà del singolo e unirsi con altri club per creare progetti più grandi. Noi della zona 4 vi aspettiamo il 24 aprile per il concerto presso lo Zion Rock Club di Conegliano, dove i Califfo De Luxe suoneranno per noi e per gli ospiti. Ringrazio tutti i presidenti che quest’anno che ho avuto il piacere di avere nella squadra: Luca Da Rold (rac Belluno-Cadore Cortina), Marco Bettiol stampe, (RAC Camposampiero), Matteo Saccon (RAC Conegliano), Francesco Palumbo (RAC Conegliano-Vittorio Veneto), Luca Slongo (RAC Feltre), a r a z z i , IL Filippo Zanella (RAC Montebelluna), Micol Pillon (RAC San Donà di Piave), Enrico Barcè (RAC Treviso), Giacomo Molucchi (RAC q u a d r i . ROTARACT Treviso Terraglio) e ovviamente Luca Periz il nostro R.D. che ha sempre appoggiato questo progetto e ci è sempre stato molto vicino. Gli occhiali CLUB Concludo con una piccola citazione: Napoleone Bonaparte diceva che quando uno è solo cammina piu’ velocemente ma sappiamo tutti sono circa la fine che ha fatto….. quindi è meglio dire che insieme si cammina meglio e ci si diverte di più!!!! FELTRE IN 700, di cui i più VISITA ALLA preziosi datano Francesca Zorzenoni LUXOTTICA Delegato di Zona 4 intorno al 1500 e fra Rotaract Club San Dona’ di Piave i paesi di provenienza spiccano Cina e Persia. Venerdì 14 novembre il Rotaract Tra i piccoli oggetti, Club Feltre si è ritrovato nelle interessaappaiono i splendide vallate dell´agordino bastoni da passeggio, i per una visita guidata alla ventagli, le tabacchiere e Luxottica. i porta-profumo tutti con L’appuntamento è alle 10.00 lente incorporata. di mattina all’entrata dello A forza di camminare stabilimento … per i corridoi del museo, il tempo non è dei migliori …lo perdiamo la cognizione scenario della Conca Agordina del tempo… sono le 13 è mesto, imbronciato e il cielo e dobbiamo rientrare plumbeo lascia cadere qualche a Feltre … saliamo in gocciolina… macchina entusiasti e Invero lo spettacolo è all’interno, contenti di aver visto al coperto, nel grande fabbricato come funziona quel blu che occupa una delle poche piccolo-grande gioiellino estensioni pianeggianti della chiamato Luxottica. vallata nei pressi di Valcozzena, Un sentito ringraziamento Luxottica allestito alla dirigenza Luxottica per frazione del comune di Agordo respira un’aria familiare, sembra nella magnifica averci dato questa splendida dov’è nato questo colosso del che tutti si sentano parte della produzione; il grande stessa famiglia, che tutti siano scuderia seicentesca opportunità made in Italy. del Palazzo Crotta De’ 1000 e 1000 persone che consapevoli di far parte di un i n v e s t i m e n t o Manzoni di Agordo. con ordine, professionalità e unico grande destino che unisce nella ricerca e Luca Slongo Un museo prezioso e passione progettano al computer, il loro benessere alla solidità del nel l’i n nova z ione, Presidente Rotaract Feltre l’integrazione verticale, affascinante che raccoglie muovono stampi, tagliano aste, gruppo. Adesso comincio a capire perché con quasi il 90% del una delle più complete saldano montature … processo produttivo gestito collezioni di oggetti antichi, nel Mentre passiamo in rassegna i Luxottica sia la numero 1 in fatto internamente e la capillarità campo dell’ottica. La raccolta si vari reparti, una cosa colpisce di occhiali… compone di più di 1200 pezzi la mia attenzione … tutto Diverse sono le caratteristiche dei punti di vendita nel mondo. occhiali, cannocchiali, all’interno dell’azienda è che hanno concorso a decretarne Terminata la visita allo tra stabilimento abbiamo avuto microscopi, strumenti ottici, grande, tutto assume i toni il successo. Innanzitutto il forte da multinazionale, eppure si radicamento con la zona di modo di visitare il museo nonchè materiale iconografico,

4

0


2060... Christmas is coming -RAC TRENTOOgni anno il Trentino-Alto Adige, con l’avvicinarsi del Natale, si colora di luci e suoni natalizi. Sono tantissimi i mercatini tradizionali che propongono oggetti caratteristici, decorazioni e mille idee per un regalo da mettere sotto l’albero. Trento non fa eccezione a questa regola, accogliendo turisti da tutta Italia e non solo, nella pittoresca piazza Fiera, dove il suono dei canti tradizionali si accompagna al profumo del vin brulé, delle caldarroste o dello strudel ancora caldo. Per questo Natale 2008 ci

siamo detti che avremmo avuto piacere a condividere con voi questo momento…ehm…prenatalizio!! Nonostante il tempo avverso degli ultimi giorni, siete venuti a trovarci da Verona, Peschiera, Feltre, perfino da San Donà, Mestre e Gorizia!!! Un pranzo tipico, chiacchiere, risate, foto (ovviamente!!) e poi, tutti verso i mercatini per brindare con un bicchiere di vin brulè, passeggiando tra i banchetti. Eh si, decisamente una bella giornata, che abbiamo riscaldato,nonostante il freddo, con il nostro entusiasmo ed il piacere di stare insieme… rotaractianamente!

Nuova sede per il RAC Verona Nord

Il 2009 è iniziato subito con una novità per noi ragazzi del Rotaract Verona Nord. Venerdì 9 gennaio infatti, nella consueta ma sempre splendida cornice di Villa Quaranta, la serata è stata dedicata all’inaugurazione della nostra nuova sede; all’ingresso della villa, quasi a darci il benvenuto, ora c’è la targa del Rotaract Verona Nord. L’ambiente già a noi molto familiare, ora lo sentiamo ancora più “nostro”. La serata, iniziata con un aperitivo, è entrata nel vivo non appena la Presidente del Rotaract Club Verona Nord ha preso in mano il microfono. Alla serata erano presenti numerosi autorità rotariane ospiti: il delegato distrettuale Rotary per il

Rotaract, il Dott. Edoardo Prevost Rusca, il Presidente del Rotary Club Verona Nord,il Presidente del Rotary Club Verona Verona Sud, e alcuni rappresentanti del Rotary Club Villafranca. Ai nostri quattro Rotary Padrini va un ringraziamento speciale perchè è anche grazie a loro e alla loro costante presenza, che riusciamo ad essere una “squadra” sempre più unita e sempre più desiderosa di nuove idee e nuove iniziative. La serata ha visto anche la partecipazione attiva della Presidente dell’AGBD, service del Rotaract Club Verona Nord. Tra i vari ospiti ricordiamo i ragazzi del neo Rotaract Legnago, che abbiamo avuto occasione di conoscere e che

RAc PESCHIERA -

FESTA DI CARNEVALE Cari lettori, anche quest’anno il club di Peschiera si è dato da fare per organizzare l’ormai famoso Carnival Party che ha avuto come sfondo il sottotetto della Caserma dell’Artiglieria di Peschiera del Garda. E vorrei anche precisare che questa volta abbiamo deciso di devolvere il ricavato della festa all’ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico) un’associazione Onlus che si propone di promuovere e sostenere iniziative a favore del bambino emopatico ed oncologico sotto il profilo della prevenzione, della diagnosi precoce, della riabilitazione e della socializzazione. In particolare questa associazione interviene supportando le famiglie sia dal punto organizzativo che pratico all’interno del reparto pediatrico dell’Ospedale G.B. Rossi di Borgo Roma per far sentire i bimbi come a casa. I preparativi della festa sono iniziati già il venerdì sera: Mirko si è impegnato ad appendere le tende colorate con grande sfoggio delle sue capacità da equilibrista e sostenuto dalle forti mani di tutto il club (chi c’era se ne può ben ricordare!) e poi aiuto al dj per il montaggio dell’attrezzatura “sonora” e addobbo con lancio strategico delle stelle filanti. Poi sabato pomeriggio ci sono stati gli ultimi ritocchi: beveraggi, ghiaccio per i mitici cocktail, qualche vestito della mitica Dora a rallegrare l’ingresso e poi … via per la vestizione! Alle 19.00 tutti puntuali in attesa dei partecipanti, chi al guardaroba e chi al parcheggio, abbiamo dato il benvenuto ai nostri amici che si sono buttati a capofitto in chiacchiere e spriz dando cosi inizio, con l’aperitivo, alla festa! Al suono della campana il nostro presidente MariaPaola ha salutato e ringraziato tutti per la partecipazione augurandoci buon divertimento e invitandoci ad armarci di piatti per iniziare l’assalto al buffet veramente ben fornito! E tra una montagna di antipasti da leccarsi i baffi, dei primi piatti davvero squisiti, dei secondi da re ed un trionfo di dessert belli da vedere e buoni da gustare, abbiamo aperto il bar e … dato inizio al dopo cena! Una parola va certamente spesa per la musica meravigliosa, abilmente mixata dal nostro amico dj … e all’ambiente reso davvero magico dalle luci del mitico Chris! Devo dire che davvero tutti si sono scatenati in pista e che mi sono divertita un sacco a curiosare tra i partecipanti e constatare che tutti si sono davvero impegnati nel trovare una maschera particolare ed unica: un gruppo di suorine, un meraviglioso Roger Rabbit con tanto di ciuffo di carote, Mister Mocio (con un simpaticissimo mocio in testa!), una ciurma di marinaretti … che dire … un grosso applauso a tutti perché siete stati bravissimi!!!

Anna Burati

speriamo di Socia Amica Rotaract Club Peschiera e Garda Veronese rincontrare presto nei nostri numerosi appuntamenti e i ragazzi del Rotaract Club di Peschiera. La serata ha visto un interessante susseguirsi di interventi da parte degli ospiti durante la cena che hanno toccato diversi argomenti, dall’importanza del Rotaract per i giovani alla presentazione del Ryla Junior. Il Rotaract Club Verona Nord può dirsi soddisfatto che l’inagurazione della propria sede si sia trasformata in una interessante e piacevole momento in cui i giovani veronesi sono stati protagonisti. Sciare, divertirsi, interagire e dedicare parte del proprio l o c a l i Elena Querenda tempo anche a coloro che tipici del posto Socia Rotaract Club Verona Nord sono meno fortunati - uno avevano ravvivato ancora di degli elementi fondamentali, più l’aria festosa, arrestatasi quest’ultimo, tra le finalità del temporaneamente non molto Rotaract - hanno caratterizzato tardi, per poter ricominciare il weekend del Rotaract l’indomani mattina con la Club Trieste Ski Challenge, ricognizione pre–gara alle ore racchiudendo in sé, come nelle 8.30. due edizioni precedenti, una Grazie agli sponsor, ai primi Come sfida ma anche un obiettivo. sette finalisti sono stati donati alcuni riconoscimenti durante Infatti la gara di sci e snowboard del 1 febbraio sulla pista la premiazione avvenuta alle ore un’insolita nera Misconca, ha visto la 11. All’ultimo arrivato, invece, isola bianca partecipazione di circa venti lo spiritoso Presidente Andrea, a due passi dal rotaractiani e non, “imbacuccati” ha pensato di provvedere, cielo, con pini come degli eschimesi, sfidarsi regalandogli una pistola innevati e qualche in amicizia, con il traguardo giocattolo: “l’ultimo… …che se casetta sparsa qua e là, comune di aiutare, attraverso il spari!!!”. il Monte Lussari, situato ricavato, i bisognosi della città di Voglia di collaborare e di nel Tarvisiano a 1789 metri Trieste donando loro dei pacchi comunicare, ma soprattutto di altezza, ha accolto il 31 alimentari con generi di prima di rendersi utili come giovani gennaio e il primo febbraio necessità: un contributo a favore indipendenti, rappresentano una quarantina di soci e amici dei meno fortunati, sempre più alcuni degli aspetti che, fin rotaractiani provenienti da numerosi di questi tempi, che dal 13 marzo del 1968, data di Trieste, Udine, Venezia fa seguito alla distribuzione nascita del primo club Rotaract, e Padova, regalando il natalizia di cibo e al dono di hanno lasciato un simbolo piacere di provare il capi di vestiario avvenuta a indelebile e vivido fino ai giorni tipico clima alpino, gennaio, in tema con il service nostri. che ormai da anni di quest’anno. era scomparso Il Rotaract Club Trieste Ski dalle vette Challenge 2009, però, per molte Benedetta Moro d ’ a l t a altre persone era già iniziato il Socia Rotaract Club Trieste quota. 31 gennaio, nel comodissimo albergo Rododendro, in cima al Monte Lussari, tra musica ed esprit friulano: la cena e i vari

SKi

Challenge

5

0


....service SERVICE service SERVICE service SERVICE....

R ot a r a

ct G

a t o R

orizi

aM

o n fa

l c on e

o t n e r T t c a r

...e come ogni anno... l’impegno del Distretto 2060 nei confronti dell’ A.I.R.C

6

0

t c a a r n a u t l l o e R teb n o M

Rotaract Padova

San D Rotarac t ona’ di P i ave


Car i a m ici, s i a m o arrivati a metà dell’anno sociale e il bello deve ancora venire! Sono molto soddisfatto di appartenere alla grande famiglia rotaractiana, quest’anno, in qualità di presidente, ho avuto l’occasione di conoscere tantissime persone e di apprezzarne l’operato, soprattutto alle Distrettuali e ad altri eventi organizzati. Ma un elogio particolare devo farlo ai miei soci del Rac di Camposampiero: senza di loro, quest’ anno, non sarebbe così ricco di emozioni. Pensate: siamo già riusciti a fare un service a favore della Protezione Civile, infatti abbiamo provveduto a comperare un carrello per il trasporto di una barca adibita alle emergenze. Ovviamente un grazie speciale va al Rotary padrino e al Credito Cooperativo dell’ Alta Padovana. Amicizia, impegno, passione e professionalità: sono questi i tratti caratteristici di questo club e delle persone che ve ne fanno parte; insomma stiamo vedendo attuarsi il cosidetto “effetto moltiplicatore” di cui ci ha parlato il nostro Rd,

CI E V R E S

CA R

L’U N ICEF è la principale organizzazione mondiale per la difesa dei diritti e delle condizioni di vita dell’infanzia e dell’adolescenza in tutto il mondo. Per realizzare questi obiettivi l’UNICEF realizza in 156 Paesi in via di sviluppo programmi di sviluppo a lungo termine, intervenendo nei settori più importanti per la vita del bambino: la salute maternoinfantile, la nutrizione, l’istruzione, la protezione da abusi e sfruttamento, la prevenzione dell’HIV/AIDS. Ma l’UNICEF non si limita a questo. Per assicurare

WORLD HERITAGE LIST/ Service RAC CIVIDALE

Luca. Colgo l’occasione per invitarvi ai nostri prossimi eventi come il corso di comunicazione a fine Febbraio; la festa di Pasqua con una bellissima rappresentazione teatrale e per finire, quello che si preannuncia esser già un evento a cui non mancare, il torneo di tennis e la seguente serata danzante! A tutti voi mando un caloroso abbraccio con l’augurio di vedervi al più presto.

A S O P M CA

Ma rco Bettiol

Come i più attenti lettori del nostro ormai mitico bollettino già sanno, quest’anno, in continuità con i Service degli anni scorsi, il Rotaract Club Cividale del Friuli si è impegnato a fare qualcosa che fosse contemporaneamente utile alla nostra realtà cittadina e funzionale a “lasciare il segno” e quindi far conoscere il Rotaract ai nostri compaesani. In particolare, il 2009 sarà un anno molto importante per la nostra comunità, dal momento che per il mese di luglio è atteso il

O R E I P M

pronunciamento dell’UNESCO sull’inserimento nella prestigiosa World Heritage List del centro storico di Cividale. Questa lista è composta da circa 800 siti di impareggiabile importanza storica e Cividale è capofila di un progetto che prevede la tutela, conservazione, e valorizzazione e la promozione di tutto il patrimonio longobardo in Italia. Nell’ottica dei molti lavori di sistemazione delle strutture e abbellimento della città necessari a supportare tale iniziativa, abbiamo pensato di dare il nostro piccolo contributo progettando e commissionando la costruzione di un pannello informativo per uno dei monumenti più caratteristici della nostra città, il Ponte del Diavolo. Tale pannello sarà realizzato in stretta collaborazione con il Comune per cui abbiamo già preparato u n a

bozza di progetto e sottoposto la stessa al parere d e l l ’A m m i n i s t r a z i o n e Comunale. Naturalmente la raccolta dei fondi necessari a pagare le spese è a nostro carico ed è cominciata in uno dei weekend antecedenti il Natale con il classico banchetto in Piazza Paolo Diacono. I nostri valorosi Rotaractiani, nonostante le condizioni metereologiche sfavorevoli ed il poco accogliente freddo dicembrino, hanno offerto vin brulè e cioccolata calda ai passanti, e venduto delle composizioni floreali a chi cercava un regalo dell’ultimo minuto. L’iter delle prossime settimane prevede un incontro con il Sindaco per rendere operativa la nostra proposta e dare finalmente inizio alla realizzazione del pannello e alla sua mesa in opera.

Massimo Frossi Presidente Rotaract Club Cividale del Friuli

LA REDAZIONE DEL CHRONICLE NEWS . direzione

LAURA CREMONESI

.

Public Relations CHIARA FORZAN . Planning Manager cHIARA mARCELLAN . REDATTRICE

FRANCESCA MAGRI . INVIATA SPECIALE FRANCESCA ZORZENONI . GRAFICA MICOL PILLON

editoriale massima efficacia e durata ai risultati concreti ottenuti con l’intervento diretto, l’UNICEF conduce una continua azione di stimolo e supporto ai governi e alle istituzioni pubbliche dei Paesi in cui opera, promuovendo l’adozione di politiche sociali più attente ai bisogni

dell’infanzia e dell’adolescenza e offrendo a tal fine un prezioso sostegno tecnico, finanziario e gestionale. In tutta la sua azione, l’UNICEF si ispira ai principi della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e assume come quadro di riferimento operativo gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite.

rac conegliano

Non si poteva, in questa sede, il Mart di Rovereto; in questo momento, a 100 anni dalla nascita del futurismo; con questo pubblico, il Rotaract, non rendere omaggio al futurismo e a Depero…. Ecco che dall’idea di Micol è nato questo numero… insolito per certi versi ma strettamente collegato con il nostro essere Rotaractiani. Coraggiosi. Audaci. Ribelli. (Marinetti mi scuserà per la citazione) Il CN di questo numero si è concentrato sui service, elemento centrale del nostro agire Rotaractiano, e gli eventi distrettuali che si sono susseguiti nel corso di questi mesi, dalle visite ai mercatini di natale alle feste in maschera. Ancora una volta devo ringraziare la redazione che come sempre sul filo del tempo mi ha aiutato a preparare questo irripetibile numero del nostro magazine distrettuale e tutti coloro che ci sostengono, ci leggono e ci scrivono. Aspettiamo sempre i vostri articoli e le vostre foto.

fonte: www.unicef.it

Laura Cremonesi

Diretrice del Chronicle News Socia Club Rovereto e del Garda Veronese

CARMAC SRL Via Igna,33 36010 Z.I. Carre’ (VI) Tel. 0445-314039 Fax 0445-316109 lisa@carmacitaly.com

7

0


MEMORANDUM I l Rotaract Club di

Camposampiero

Nuovi soci nel 2060!!!!!

vuole complimentarsi con

ELISA BONSO

per la

a e augur v a i p i d a’ me... san don a assie na t t c i a v r a e t c o u feli il ro abbiam si una o 9 p 0 s 0 2 i l i ch e ag ebbraio periamo tutt !!!! F 8 0 as ito dal meno...m escia sia fin n i a i c v so ro o alla a il cont Auguri O MOTT

MARC E O C C ARU LUCIA B

SPECIALIZZAZIONE CON LODE in Medicina

sua

...

Interna

I NUOVI SOCI DEL 2060 Rac

GORI

peschIERA -

RAC

GIULIA

UDINE

NORD/

Andrea Milella, E Eleonora Beviglia alessandra poggi ritorna dopo il congedo - rac udine Marco Pascoli - RAC MONTEBELLUNA Maria Elettra Favotto e Lucrezia GEMONA

I L PR ANZO D EI PRESI D ENTI i i i E DIZION E E’ sempre un piacere visitare l’entroterra veronese, sinonimo di distesa serenità, come le ampie pianure che lo compongono, inframmezzate qua e là da qualche timido promontorio, posto quasi in maniera strategica per poter goder del panorama. Il 24 gennaio 2009 non ha fatto eccezione ed è stata ancor più cosa gradita, essendo fissato per quel giorno il “Pranzo dei Presidenti”, il terzo di una serie di appuntamenti che fin dall’inizio dell’anno sociale ha coinvolto i Presidenti del nostro Distretto. Per l’occasione, Elisa, Presidente del RAC Verona Nord, aveva scelto la “Locanda Ca’ dei Maghi”, una trattoria in località Fumane. Alle 13:30 una decina di Club, rappresentati da circa 25 persone tra Presidenti e Segretari, hanno dato il via ad un banchetto caratterizzato da tipiche pietanze della cucina veneta con l’aggiunta di un’impronta veronese di qualità, suggellata da nomi importanti come Amarone, Valpolicella e Recioto. Tra una portata e l’altra si è discusso goliardicamente del più e del meno andando a toccare, via via che ci si approssimava al dessert, tematiche che riguardavano da vicino la vita rotaractiana. Terminato il pranzo, spronati dalla presenza di diverse autorità quali l’RD Luca Periz, i DZ e i due membri del Consiglio Direttivo RY Stefano Chioccon e Fabiola Iezza, i Presidenti hanno esposto all’Assemblea le proprie opinioni riguardo la conduzione dell’anno sociale in essere, mettendo in luce sia classiche problematiche che un apprendista Presidente si trova ad affrontare sia spunti costruttivi che un capace Presidente ha il desiderio di apportare. I consigli di Fabiola, forte di una lunga esperienza rotaractiana, e di Stefano, che è ha fatto parte del Rotaract per molti anni e che ora, nella sua opera all’interno del Rotary, ci sostiene e ci consiglia facendo da tramite con tra il distretto Rac e quello Rotary, associati alla disponibilità di Luca, particolarmente propenso ad ascoltare e ad accogliere ogni proposta ragionevole, hanno consentito di rendere il pranzo un’occasione particolarmente utile per proiettarsi tutti al meglio verso la conclusione dell’anno sociale. Idee e pareri sono stati scambiati fintantoché il crepuscolo non ha cominciato a farsi strada, lasciando i commensali stanchi ma soddisfatti di aver aggiunto un po’ di RACpower alla macchina Distrettuale.

8

0

fILIPPO zANELLA Presidente Club Montebelluna

CN_2008-2009_03  

rotaract, distretto 2060

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you