Page 1

ATTUALITÀ

INTERVISTE

DAI COMUNI

COPIA OMAGGIO

EVENTI&CULTURA

LIBRI

MUSICA

MODA

BENESSERE

CUCINA


La società Metanprogetti S.r.l., è un’Azienda che opera nella gestione e trasporto del gas naturale a mezzo di reti urbane nelle province di Asti, Alessandria, Novara e Torino. La società è stata creata nel 2002, a fronte delle disposizioni di legge per la liberalizzazione del mercato del gas. Attualmente il gasdotto progettato e costruito conta 42 Comuni metanizzati, servendo decine di migliaia di utenze, estese su una rete di distribuzione di circa 2.000 Km e municipalizzate per migliaia di Km.

Dal mese di Aprile 2007, in seguito alla liberalizzazione del mercato dell’energia è stata creata la nuova società METANPROGETTI SERVICE S.R.L. che ha rilevato da Metanprogetti la vendita del gas e, nell’ottica di coltivare il rapporto diretto tra Venditore ed il Cliente, non si avvale di alcun “call center” esterno ma impiega il proprio personale senza alcun intermediario al fine di dare risposte immediate e risolutive alle problematiche e/o informazioni poste dall’utente.

La METANPROGETTI SERVICE S.R.L. serve attualmente oltre 35.000 utenti, importanti Società come il Gruppo Fiat, alcune municipalizzate e Consorzi del Nord Italia per 19 Comuni.

La METANPROGETTI SERVICE S.R.L. aprirà prossimamente un nuovo ufficio nel centro di Chieri (TO) in Piazza Cavour 3, dove sarà ben lieta di accogliere per informazioni su eventuali offerte i cittadini di tale Comune.

METANPROGETTI S.R.L. Strada Cascina Cauda n. 2 14100 Asti - Piemonte - Italy tel. +39 0141446711 - fax +39 0141440056 www.metanprogetti.eu info@metanprogetti.it


Chieri Notizie Periodico d’informazione Anno III - N. 17 del 9 Febbraio 2013 Supplemento al quotidiano on line Chieri Notizie.it Reg. Trib. Torino n. 37 del 29/4/2008 - ROC n. 17050 Sped. Abb. Postale - Filiale di Torino (To) Direttore responsabile: Fabio Cirantineo

Grafica & Impaginazione: Rosa Zecchino

Stampa: Stargrafica Srl - S. Mauro T.se (To)

Chieri Notizie è distribuito gratuitamente nei comuni di: Chieri, Andezeno, Arignagno, Riva, Poirino, Trofarello, Cambiano, Santena, Pino T.se, Moncalieri, Nichelino, Castelnuovo Don Bosco Hanno collaborato: Luigi Cirantineo, Marco Liguori, Eleonora Barbieri, Laura Consorte, Lorenzo La Scala, Bruno Zolla, Arturo De Meo

Redazione: Via Diverio 11 - 10023 Chieri Per comunicati stampa e informazioni: Tel. 011 94 00 615 info@radiochieri.it Pubblicità su Chieri Notizie & Radio Chieri: Cel. 338 46 44 532 info@radiochieri.it

Chiuso in redazione il 5/02/2013 È vietata la riproduzione di testi, fotografie, studio grafico se non previa autorizzazione dell’editore. L’editore non è in alcun modo responsabile per marchi o slogan usati dagli inserzionisti.

Diventare papà

H

o sempre evitato di utilizzare gli spazi concessi dal giornale per parlare di me stesso e non è certo una delle cose che mi entusiasma, penso che la vita privata sia un bene assoluto ed è giusto che ognuno scelga se preservarlo o renderlo pubblico. Ma questa volta cari amici lettori, scelgo la seconda opzione, perchè diventare papà è fantastico, un qualcosa di così unicamente Il Direttore Responsabile speciale e magico come queste piccole grandi Fabio Cirantineo bimbe che ho visto nascere. Ah sì, vi avviso che questo sarà un “punto” sintetico ma mieloso, magari anche banalotto di “che bella la paternità” etc..., ma è così, un figlio ti cambia la vita (prima banalità), due ancora di più (seconda) ed è una gioia immensa. Pensate al momento più bello che avete vissuto, di soddisfazione personale, ora metteteci il tramonto a picco sul mare che avete sempre sognato o l’abbraccio che non vi aspettavate e che ha cambiato per sempre le cose. Ecco, ora che ci siete dovete ancora fare un passetto e (forse forse) arrivate alla felicità assoluta di vedere quelle piccole creature fra le vostre braccia. Che poi appena nati sembrano tutti uguali, ma quelle due gemelline sono tue figlie. Come lo capisci? Al momento del parto non lo realizzi subito, sei frastornato, devastato dall’emozione, ma ti aiutano a capirlo le lacrime di felicità. Una commozione unica, indimenticabile! E adesso? Adesso verrà il bello, di cullarle, cambiarle, coccolarle e di passare da papà in arrivo a papà all’arrembaggio. Non sarà come schiacciare un tasto sul computer o scrivere un post a due dimensioni, ma grazie alla super mamma e con l’aiuto della nonna, sarà tutto più facile!

il punto

9 FEBBRAIO 2013

3


...succede in città CHIERESI CHIAMATI AL VOTO IL 24 E 25 FEBBRAIO

P

Elezioni 2013: liste, candidati premier e coalizioni er le elezioni del Parlamento italiano sono in lizza diversi schieramenti e sono nate nuove alleanze politiche che rispolverano per la verità accordi stipulati già negli anni passati. Gli schieramenti in campo sono i seguenti: la sinistra con Antonio Ingroia, il centrosinistra con Pierluigi Bersani, il centro con Mario Monti e il centrodestra con Silvio Berlusconi. A questi quattro si aggiungono altri due movimenti che corrono per le elezioni 2013 senza aver stipulato nessuno accordo con altre forze politiche: il Movimento 5 Stelle guidato da Beppe Grillo e il movimento Fermare il declino con Oscar Giannino. Lo schieramento di sinistra è guidato dal magistrato e giornalista pubblicista palermitano Antonio Ingroia che lo scorso 29 dicembre ha ufficializzato la sua candidatura a premier con la sua lista Rivoluzione Civile. Questa candidatura ha subito ottenuto il parere favorevole di partiti politici e del movimento arancione di Luigi De

Magistris. Infatti la candidatura del magistrato antimafia è sostenuta da Antonio Di Pietro, dai Verdi di Angelo Bonelli, dal Partito della Rifondazione Comunista di Paolo Ferrero e dal Partito dei Comunisti Italiani di Oliviero Diliberto.

SOCIETÀ

Il candidato premier del centrosinistra è stato scelto qualche mese fa mediante le primarie ed è l’attuale segretario nazionale del Partito Democratico Pierluigi Bersani. Il suo schieramento è composto oltre dal PD anche da Sinistra ecologia libertà di Nichi Vendola, dal Partito Socialista Italiano

e da Centro Democratico. Quest’ultimo partito è nato il 28 dicembre scorso ad opera di Massimo Donadi, che è fuoriuscito dall’Italia dei Valori. Fanno parte di questa coalizione anche Megafono di Crocetta e Svp. Candidato premier dello schieramento di centro è il presidente del Consiglio dimissionario Mario Monti. Dopo diversi tentennamenti il Professore ha sciolto la riserva in seguito al forte pressing dei poteri forti, del Vaticano, delle cancellerie europee, dall’associazione Italia Futura di Luca Cordero di Montezemolo e di alcuni partiti tradizionali. La sua candidatura è sostenuta oltre che dalla sua lista Scelta Civica anche dall’Udc di Pierferdinando Casini e da Futuro e Libertà di Gianfranco Fini. La lista al Senato sarà unica e non avrà la scritta Scelta Civica, ma solo quella “Con Monti per l’Italia”. Discorso diverso per la Camera dei

Deputati dove le liste saranno tre e in coalizione fra loro. Dopo tanti tira e molla sulla sua ricandidatura a premier che hanno tenuto banco nel dibattito politico degli ultimi mesi, Silvio Berlusconi ha ufficializzato l’accordo con la Lega Nord raggiunto il 6 gennaio scorso ad Arcore. Lo schieramento di centrodestra è attualmente composto dal PdL, Lega Nord, Fratelli d’Italia, La Destra, Grande Sud-Mpa,

Partito Pensionati, Mir, Intesa Popolare e Liberi da Equitalia. Correrà da solo anche, Fare per Fermare il declino, il giornalista torinese Oscar Giannino. Il movimento Fermare il declino è nato la scorsa estate ed è di ispirazione liberale. Il programma elettorale del candidato

L’AGENZIA DELLE ENTRATE CHIUDE LA SEDE DI CHIERI Con una circolare interna l’Agenzia delle Entrate comunica la chiusura della sede di Chieri a far data dall’8 aprile. Tra l’inizio di marzo e la metà di maggio chiuderanno in Piemonte anche le sedi di Nizza Monferrato, Cossato, Bra, Domodossola e Santhià. Resta aperto uno spiraglio per mantenere in città almeno un punto di assistenza fiscale, se il Comune troverà il locale. La mannaia della spending review si abbatte dunque sull’ufficio di strada Valle Pasano e sui suoi 16 dipendenti, che saranno ripartiti tra le due sedi di Torino e quella di Moncalieri.

6

9 FEBBRAIO 2013

premier Oscar Giannino verte su dieci punti programmatici ispirati al rinnovamento della classe politica e al risanamento economico attraverso la riduzione simultanea di tasse e spesa pubblica per uscire dal tunnel dell’attuale e drammatica crisi economicofinanziaria. LC


...succede in città

L’opinione... di Bruno Zolla

REPARTO DI CARDIOLOGIA, AGENZIA DELLE ENTRATE, FABBRICATO EX MULINO BERRUTO

Tre argomenti che di recente allarmano, inquietano o semplicemente incuriosiscono i chieresi. Tre realtà solo apparentemente lontane e diverse fra di loro, unite invece da un filo conduttore che è figlio dei tempi grami che stiamo vivendo e che, come un banco di nebbia, avvolge e intorpidisce le nostre azioni e i nostri pensieri rendendo più difficile il percorso verso l’uscita dal tunnel. In questi frangenti c’è poi chi, e lo vedremo, sfrutta la nebbia e le circostanze per favorire, debitamente mascherati, interessi personali e trasversali. Tutto trae spunto dal bisogno esasperato, quasi morboso, di ridurre i costi della spesa pubblica, e siccome di incidere, anche solo minimamente, sugli immensi patrimoni di denaro che la politica e i partiti quotidianamente divorano, nemmeno a pensarci, allora è necessario ridurre i servizi. Mentre si pretendono dai cittadini contributi di tasse sempre maggiori, parallelamente si forniscono servizi sempre più ridotti. E così capita che a Chieri diventi un lusso il reparto di cardiologia, un privilegio del quale evidentemente non siamo più degni. Occorre innanzitutto risparmiare sulle spese sanitarie, mica sui costi della politica. I cittadini chieresi e tutti gli abitanti del vasto compren-

sorio che fa capo alla nostra città, vengono così defraudati di un servizio che va oltre le normali terapie di recupero cardio-circolatorie. Chi soffre o ha sofferto di queste patologie può, meglio di chiunque altro, capire come queste siano delicate anche e soprattutto sotto l’aspetto psicologico. Un paziente ha bisogno di appoggiarsi a una struttura in cui si senta, se non proprio come a casa, almeno protetto, a proprio agio, facilmente raggiungibile quotidianamente dai propri famigliari, curato con attenzione nell’immediato ma anche nel tempo. Grazie a questi provvedimenti, che forse aiutano i bilanci, ma di sicuro risultano insulsi e dannosi dal punto di vista dei pazienti, non sarà più possibile ottenere le cure e l’assistenza necessarie, presso l’ospedale di Chieri. Come se non bastasse è anche a rischio il più avanzato reparto di cardiologia ed emodinamica presso l’ospedale della vicina Moncalieri. In questo caso la situazione potrebbe essere ancora più complessa, poichè la ragione del contenimento dei costi, che giustificherebbe l’accorpamento di questo reparto presso una più grande struttura ospedaliera di Torino, è fortemente contestata dagli addetti ai lavori.

Il sospetto è che dietro questa motivazione si nasconda un ben più subdolo motivo di rivalità e di prestigio. Evidentemente l’egregio lavoro svolto dall’equipe capitanata dalla dottoressa Maria Teresa Spinnler, che in pochi anni con bravura e professionalità ha raggiunto traguardi di efficienza di assoluto livello, anziché maturare riconoscimenti e sostegni adeguati, ha probabilmente oscurato l’ego di qualcuno che, per non vedere eclissato il proprio prestigio, si sta adoperando per azzerare quanto di buono altri hanno costruito. Naturalmente a farne le spese, oltre a bravi medici che comunque, buon per loro, tali resteranno, sono i pazienti e i cittadini, schiacciati e compressi da tagli finanziari e forse anche da lotte di potere. Nessuno, fra quelli che si divertono in questi giochini, ha veramente a cuore i problemi degli ammalati e dei loro famigliari, costretti a ricoveri presso grandi strutture torinesi, dove si presume le cure siano appropriate, ma con disagi psicologici e logistici più che evidenti, soprattutto nel caso di persone anziane. Ma torniamo a Chieri, dove la fuga di servizi non trova fine. Abbiamo rischiato di perdere gli uffici dell’INPS (e non è detto che la questione sia risolta), qualche tempo fa abbiamo dato l’addio alla caserma della Guardia di Finanza, ora tocca all’Agenzia delle Entrate. Per quest’ultima è in atto un tentativo, da parte dell’amministrazione comunale, per trovare una sede alternativa che, pur con un organico ridotto, possa fornire i servizi minimi essenziali. Immaginiamo il disagio assurdo di doversi recare a Torino o Moncalieri, ogni volta in cui necessitiamo di un numero di partita iva, di un codice fiscale, di un duplicato di una tessera sanitaria smarrita o la registrazione di un contratto di affitto! Auguriamoci che il Sindaco riesca ad iniettare un po’ di buon senso in chi dimostra di esserne privo. Come ho già detto, la nostra città è un’importante realtà sul territorio e non può continuamente essere svi-

LE PROTESTE NON FERMANO LA CHIUSURA DELL’EMODINAMICA Lancione: “Se fosse stata messa a Chieri non ci sarebbero stati rischi”

G

li appelli, i presidi e le iniziative sindacali non sembrano fermare la decisione della Giunta regionale di chiudere il reparto di Emodinamica dell’Ospedale Santa Croce di Moncalieri, dove si curano importanti patologie cardiocircolatorie. A farne le spese saranno i reparti degli ospedali di Moncalieri e del San Luigi di Orbassano: il primo sarà accorpato a quello delle Molinette . Il secondo invece confluirà con l’ ospedale di Rivoli che ha una casistica maggiore (834 interventi di angioplastica l’ anno contro i 414 del San Luigi). Sopravvivono a Torino le emodinamiche del Mauriziano, San Giovanni Bosco e Maria Vittoria. <<L’ approvazione della delibera relativa alla rete di Emodinamica per il Piemonte costituisce il punto di partenza della riforma sanitaria - spiega l’ assessore Paolo Monferino - Una riforma implementata per dare vita ad un sistema sanitario sostenibile economicamente e di elevata qualità. Si tratta di un processo di razionalizzazione che parte dai suddetti laboratori per arrivare all’ intera rete ospedalierI>>. I protocolli internazionali, ricorda l’ assessorato, prevedono infatti un reparto di emodinamica ogni 300/600 mila abitanti. In Piemonte cioè dovrebbero essere 10 e sono, prima della riduzione, 22. Attacca però il Pd: <<Cota e Monferino avevano promesso condivisione e dialogo invece ridisegnano la mappa delle emodinamiche penalizzando i territori a favore della grande città. La chiusura di Moncalieri e gli

8

9 FEBBRAIO 2013


...succede in città lita e declassata di servizi essenziali, siano essi sanitari o amministrativi. Se non si pone fine a questa emorragia, capiterà che per una semplice raccomandata ci dovremo recare a Torino o magari ad Asti, per una radiografia chissà dove. E non basta la magra consolazione che a fronte di sempre maggiori perdite di servizi, ci sia invece ridondanza di altri. Avete mai fatto il conto di quante filiali di istituti di credito siano sparse in città? Fatelo, vi stupirete! E quanti supermercati alimentari, piccoli, medi e grandi? Ebbene a quanto pare potrebbero non bastare! Il comune di Chieri ha in atto un piano di recupero di edifici dismessi, tra cui ex produttività artigianali e industriali e fra questi l’ex mulino Berruto, che troneggia imponente a Porta Gialdo. Per questa area pare che l’unica proposta pervenuta agli uffici comunali, sia il recupero della stessa e della relativa cubatura a favore dell’insediamento di un ennesimo centro commerciale, con supermercato alimentare contornato da una serie più o meno numerosa di negozi. Fortunatamente i nostri amministratori, pur avendo l’obbligo di favorire i piani di recupero delle varie aree in questione (anche per introitare importanti oneri di urbanizzazione da trasformare in servizi, manutenzione dell’esistente e quant’altro di pubblica utilità) sono consapevoli del fatto che la città è decisamente satura di offerte commerciali, alimentari e non. Attualmente in Chieri esistono già una decina di supermercati alimentari che variano da superfici più modeste fino alla grande Ipercoop, e ben quattro di questi gravitano nella zona di Porta Gialdo.

Ora è lecito domandarsi cosa ce ne facciamo noi chieresi di un nuovo centro commerciale? Possibile che i proponenti siano così miopi da non valutare l’eventuale rischio del loro investimento? Pur con tutto il rispetto per la libertà di ognuno di perseguire i propri obiettivi, una scelta di questo genere lascia perplessi. L’offerta ha da tempo raggiunto la saturazione ed attualmente è superiore alla domanda, un eventuale elemento aggiuntivo, nella migliore dell’ipotesi, si sosterrebbe sottraendo risorse e clienti a quelli già presenti sul territorio. Gli amministratori comunali che hanno, fra i tanti compiti, anche quello di essere attenti allo sviluppo occupazionale, spero si rendano senz’altro conto che eventuali nuove assunzioni in strutture replicanti, verrebbero presto annullate da licenziamenti in altre realtà costrette ad affrontare una nuova concorrenza. Insomma la città non ne avrebbe alcun beneficio, pertanto occorre stimolare iniziative che si diversifichino da quelle già presenti sul territorio, come ad esempio una multisala cinematografica con annessi locali di ristorazione, ma ci sono tante altre soluzioni importanti che produrrebbero un valore aggiunto sul piano dell’offerta e su quello occupazionale. Confidiamo nella saggezza e nella capacità dei nostri amministratori, ma non dimentichiamo che è anche compito di noi comuni mortali far sì che la nostra voce e le nostre esigenze vengano ascoltate e prese in considerazione. Di fronte alle scelte di cui abbiamo parlato non possiamo tacere e accettarle supinamente, abbiamo il dovere oltre che il diritto di far valere la nostra opinione.

SANITÀ

accorpamenti tra Ivrea e Ciriè e tra il San Luigi e Rivoli sono scelte sbagliate che continueremo a contrastare>>. Per Francesco Lancione, sindaco di Chieri: <<Sarà difficile aspettarsi un cambiamento nella decisione presa dalla Regione in un periodo di tagli alle risorse, spero solo che il nostro territorio non perda altro. Cercheremo di tenerci strette le altre eccellenze. Se l’emodinamica fosse stata messa a Chieri non staremo a parlare di chiusura, invece con il reparto a Moncalieri, è semplice pensare ad un accorpamento con il vicino ospedale delle Molinette>>.

POLITICA

Nasce il circolo chierese “Fratelli d’Italia” <<È con grande entusiasmo che annunciamo, anche a Chieri, la nascita del movimento politico ‘Fratelli d'Italia’>>. Sono queste le parole con cui si presenta il nuovo partito di centro-destra voluto dagli onorevoli Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa. Aperto a tutti gli uomini di buona volontà (non solo agli exAN), tengono a precisare, e alternativo al PDL, FDI vuole essere punto di riferimento per chi intende la politica come servizio alla propria comunità in rappresentanza del popolo italiano. Coerenza, onestà, competenza e meritocrazia sono solo alcune delle parole chiave del nuovo movimento. Aderiscono a Fratelli d’Italia, in questa prima fase costituente, il Presidente Luigi Sodano, il vice Presidente Mauro Commisso, il segretario organizzativo Karol Vaccaro e molti altri volti nuovi della politica chierese, soprattutto giovani.

POLITICA

LA LEGA NORD CHIERESE PERDE PEZZI, NASCE IL NUOVO GRUPPO “POLITICA DEI CITTADINI” È caos all’interno del circolo chierese della Lega Nord. Malumori e tensioni “spaccano” il partito, i due consiglieri comunali, Tonino Sidari e Daniele Bozzalla Gros, abbandonano la sezione cittadina del Carroccio e formano un nuovo gruppo autonomo “Politica dei Cittadini”. I due ex leghisti hanno ufficializzato la nascita del “PDC” nell’ultima seduta del Consiglio comunale e confermato l’appoggio all’attuale maggioranza. Con la nuova formazione, la Lega Nord resta in Consiglio con un solo rappresentante, l’assessore all’ambiente Arturo Calligaro.

9 FEBBRAIO 2013

9


...succede in città

DISOCCUPAZIONE GIOVANILE RECORD NEL CHIERESE

I

n Italia più di un giovane, tra i 15 e i 24 anni, non aveva un lavoro nel mese di novembre. Un dato drammatico se si pensa che è lo stesso tasso del 1992. Secondo i dati dell’Istat, infatti, il tasso di disoccupazione giovanile è stato pari al 37,1%: record assoluto, ai massimi sia dalle serie mensili, ovvero da gennaio 2004, sia dalle trimestrali, cominciate nel

quarto trimestre di venti anni fa. A novembre 2012 tra i giovani italiani le persone in cerca di lavoro sono 641 mila e rappresentano il 10,6% della popolazione nella stessa fascia d’età. Implacabile, la crisi aggrava la situazione occupazionale anche in provincia. Secondo il Centro per l’Impiego di via Vittorio

Emanuele cresce nel Chierese la disoccupazione giovanile ed è quasi raddoppiata nei cinque anni di crisi. I dati pubblicati dall’ente riepilogano una situazione disastrosa: nel primo semestre del 2012 le persone disponibili al lavoro iscritte al Centro per l’Impiego erano 5.717, di cui 1.503 nella fascia 16-29 anni, cioè il 26,3% del totale, un dato superiore del 3% rispetto alla media provinciale. Gli iscritti fra i 30 e i 44 anni erano invece 2.303, in linea con il resto del Torinese, mentre 1.911 gli ultra 45enni, il 3 % in meno rispetto alla media provinciale. Nello stesso periodo le nuove domande sono state 1.035, frutto di 362 richieste provenienti dagli under 30, 398 dalla fascia 3044 anni e 275 dalle persone sopra i 45. Una situazione, questa, destinata a crescere, visto il maggior impoverimento delle famiglie e la sempre più crescente necessità di trovare un lavoro. Secondo la maggior parte delle previsioni, il tasso di disoccupazione è destinato a crescere fino alla metà del 2013, periodo nel quale dovrebbe stabilizzarsi e cominciare a calare.

Dalla Compagnia San Paolo, erogazioni per 130 mln di euro

SOCIETÀ

Un impegno in erogazioni al territorio provinciale di oltre 130 milioni di euro nel 2013. Questo è quanto prevedono le linee programmatiche 2013 della Compagnia di San Paolo, approvate all’unanimità dal consiglio generale, riunitosi a Torino sotto la presidenza di Sergio Chiamparino. In particolare 128 milioni (127,2 nel 2012) saranno destinati alle erogazioni in senso stretto, mentre circa 4,7 milioni andranno ai Fondi speciali per il volontariato. La decisione della Compagnia di San Paolo di mantenere invariato il livello delle erogazioni, e anzi di incrementarlo leggermente, sottolinea un comunicato, “è ispirata dalla volontà di rispondere alle esigenze date dalla perdurante crisi economica strutturale, tanto più acuite dalla flessione delle risorse degli enti locali”.

10

9 FEBBRAIO 2013

ECONOMIA

SLITTA IL PAGAMENTO DELLA NUOVA TASSA SUI RIFIUTI Slitta di tre mesi il pagamento della prima rata della nuova tassa sui rifiuti, la tanto odiata Tares (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi), che ora dovrà essere pagata a luglio, invece che ad aprile. La decisione è stata presa dalla Commissione Ambiente del Senato, che ha bocciato la proposta della Commissione Ambiente di far saltare di qualche mese la stessa entrata in vigore dell’imposta per mancanza di copertura finanziarie e accordando, tuttavia, lo slittamento della prima rata. Se l’impianto della norma che introduce la Tares non verrà modificato, la nuova tassa sui rifiuti costerà complessivamente quasi 2 miliardi di euro in più delle precedenti Tarsu e Tia. L’allarme è rilanciato dalla Cgia di Mestre, secondo le cui stime l’aggravio medio per le famiglie sarà nell’ordine del 29%. Più precisamente, stima la Cgia, l’aumento sarà di 1,9 miliardi di euro rispetto alle vecchie Tarsu e Tia, per garantire un gettito complessivo allo Stato di almeno 8 miliardi. <<È inaccettabile – afferma il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – subire aumenti di questo tipo, quando negli ultimi 5 anni di crisi economica la produzione dei rifiuti urbani è diminuita del 5% e l’incidenza della raccolta differenziata, che ha consentito una forte riduzione dei costi di smaltimento, è aumentata del 30,5%>>. Se non vi saranno modifiche, sottolinea la Cgia, questi saranno gli effetti economici della Tares sulle singole unità immobiliari: su un capannone di 1.200 mq l’aggravio sarà di 1.133 euro (+22,7%); su un negozio di 70 mq l’asporto dei rifiuti costerà 98 euro in più (+19,7%); su una abitazione civile di 114 mq l’applicazione della Tares comporterà un aumento di spesa di 73 euro (+29,1%).


...succede in città

SANITÀ

IL NUOVO DISTRETTO SANITARIO PRONTO PER MARZO

I

In piazza Pellico saranno trasferiti il CUP e il Centro Prelievi l nuovo distretto sanitario sarà pronto per marzo. Un cantiere iniziato nel 2007, durato quasi 6 anni, con un investimento per la realizzazione dell’opera di circa 6 milioni e mezzo di euro. E con le ultime rifiniture il direttore dell’Asl To 5 Maurizio Dore, annuncia la fine dei lavori e il trasloco degli arredi nella nuova struttura di piazza Pellico. <<A marzo 2013 – spiega il manager – il nuovo distretto sanitario sarà operativo, mentre la consegna del cantiere è avvenuta come previsto a dicembre 2012. Il progetto prevede tre piani di parcheggi interrati, 80 posti che si aggiungono ad altri 150 previsti su diversi livelli. Al secondo piano c’è l’area riservata ai mezzi dell’Asl, ci sono anche magazzini e un archivio. Il primo piano interrato ospita il centro prelievi, gli spogliatoi per i dipendenti, un deposito e altre zone di parcheggio. Questo livello è collegato all’ospedale Maggiore attraverso un passaggio sotterraneo in prossimità di Via Mosso>>.

<<Il Centro Unificato Prenotazioni – continua il direttore dell’Asl To5 – si trasferirà da Via Vittorio Emanuele e troverà spazio nei nuovi locali al pian terreno rivolto su piazza Pellico, al primo piano si trovano gli uffici distrettuali e al secondo gli ambulatori distrettuali. Infine, al terzo piano sono dislocati gli uffici amministrativi e nel sottotetto gli studi medici>>. <<Siamo pronti – conclude Dore – per il trasferimento dei documenti, abbiamo acquistato gli arredi, a breve comunicheremo la data del l’inaugurazione>>. FC

Girando per la Città... di Bruno Zolla

CHE MAGICA MATTINA Girando per la città è possibile assistere ad eventi naturali di straordinaria bellezza, purtroppo per voi che leggete dovrete accontentarvi della mia modesta descrizione, ma nessuno vi impedisce di provare in diretta le emozioni di una magica mattina. Gli ingredienti necessari sono tre: alzarsi presto dal proprio comodo letto, una giornata limpida e serena, un posto panoramico. Quest’ultimo è facilmente reperibile raggiungendo le prime alture della periferia verso Pino Torinese, oppure il piazzale antistante la chiesa di S. Giorgio, in pieno centro storico, i primi due ingredienti sono invece frutto della buona volontà e di fa-

vorevoli condizioni atmosferiche. Molte mattine di questo inizio febbraio sono state climaticamente perfette, freddo pungente ma non troppo, aria limpida e cristallina. Il cielo ancora parzialmente buio, blu scuro ad ovest e poi blu e azzurro-grigio seguendo lentamente con lo sguardo verso est dove all’orizzonte un chiarore prima soffuso e poi man mano più intenso identifica il punto da cui sorgerà il sole. Le montagne innevate, degna cornice semicircolare del meraviglioso quadro che si va formando, sono di un colore ancora grigio ghiaccio. Pochi minuti e l’aspetto cromatico

SCUOLA

PER LE ISCRIZIONI ALL’ANNO SCOLASTICO OBBLIGATORIO L’UTILIZZO DEL WEB Sono iniziate le iscrizioni al prossimo anno scolastico (2013-2014), che riguarderanno gli studenti chieresi, con una importante novità: dovranno essere effettuate esclusivamente on line per tutte le classi iniziali dei corsi di studio a eccezione della scuola per l’infanzia. Una modalità, per la verità già possibile l’anno scorso in maniera facoltativa, ma ora, con la spending review, diventata obbligatoria per le scuole statali (ma non per le private). Il ministero, per andare incontro alle famiglie, ha previsto che le scuole, sia quelle destinatarie delle domande sia quelle di provenienza, offrano un servizio di assistenza a coloro che non possiedono, a casa propria, un collegamento internet o che hanno poca dimestichezza con la tecnologia. Un aiuto anche da spot Rai e dalla sezione ad hoc sul portale del ministero. Il termine di scadenza per le iscrizioni è stato fissato al 28 febbraio.

cambia con lenta silenziosa gradualità. Ora l’orizzonte si arricchisce di sfumature rosa, arancio e rosse che progressivamente si trasferiscono sulle Alpi, dove il manto nevoso le assorbe e le fa proprie. In cielo la presenza di lievi stratificazioni nuvolose catturano e intensificano questi bagliori in un’esaltazione di colori, come fossero sapienti pennellate tracciate con superba maestria su questa tela grande quasi come la nostra regione. Questa descrizione nonostante l’impegno è sicuramente riduttiva e indegna di uno spettacolo di così straordinaria bellezza. Ora però che conoscete gli ingredienti, invito chiunque a verificare e a provare di persona. Pochi intensi minuti, poi il sole sorge diffondendo una luce diversa, più omogenea, che sostituisce in fretta i colori più audaci, in attesa di riutilizzarli l’indomani. Pochi minuti per uno spettacolo di incommensurabile bellezza che, oltre a valere il prezzo del biglietto,

riempie gli occhi e la mente. Abbandono la mia postazione e mi incammino distrattamente, ancora rapito, mentre la città si va risvegliando. Un passo dopo l’altro e mi ritrovo a percorrere via Palazzo di Città e, forse con la complicità dello spettacolo a cui ho da poco assistito, mi scopro a fantasticare e a tornare con la mente a questa stessa via tanti anni prima, quando al posto dell’asfalto c’era il ciottolato. Leggermente rialzato verso i lati, con al centro due strisce parallele di lastre in pietra marmorea chiamate “lose“, atte a favorire il percorso carraio. Rivedo ai lati i vecchi edifici con le botteghe artigianali di un tempo, chiamati “boite“. Poco oltre il palazzo Comunale sulla soglia di una di queste si affaccia un signore, con in mano un copertone di bicicletta, che mi sorride da lontano: mio padre che saluta il mio rientro da scuola. Che magica mattina!

9 FEBBRAIO 2013

11


...succede in città

COMMERCIO

UN NUOVO SUPERMERCATO ALL’EX MULINO BERRUTO? Dopo le polemiche la trattativa continua

«V

endesi cubature». Dopo qualche mese dall’annuncio, tra polemiche e smentite il Municipio non molla e continua la trattativa per l’ex Mulino Berruto con l’obiettivo di cedere i suoi diritti edificatori residenziali ad un privato e riqualificare l’area in disuso. La vendita dell’area dovrebbe portare nelle casse comunali un bel gruzzoletto, più gli oneri di urbanizzazione. Il progetto di riqualificazione prevede 3 mila metri quadri di attività commerciali e ristorative, con 2 mila metri quadri destinati agli alimentari, oltre a 90 parcheggi e una trentina di nuovi posti di lavoro. Si tratta dello stesso bando, che nel 2011 diede al Mc Donald’s la

SANITÀ

possibilità, senza non poche polemiche, di aprire un fast food in strada Padana Inferiore, ora, potrebbe toccare ad un gruppo che gestisce una nota catena di supermercati a livello nazionale. Per accogliere la richiesta, il Comune continua a lavorare all’approvazione di una variante parziale per trasferire cubature commerciali da un’altra area inutilizzata. La proposta, discussa in Consiglio Comunale, ha “spaccato” la maggioranza, tra favorevoli e contrari alla nascita di un nuovo supermercato. Infatti, l’ipotesi dell’ennesimo centro commerciale in città solleva dubbi anche nelle file dell’Udc contrario “Ad un nuovo massacro del centro storico”.

BUONI SCONTO PER L’ACQUISTO DI PANNOLINI LAVABILI La Provincia di Torino ha prorogato, salvo esaurimento, la dstribuzione dei buoni sconto per l’acquisto di pannolini lavabili sino al 28/02/2013, per tutte le famiglie con bimbi nati sino a tale data. A partire dalla metà di marzo i nuovi buoni per le famiglie, che consentono uno sconto del 30% sui pannolini e del 50% sui pannoloni, saranno in distribuzione direttamente nei negozi convenzionati, evitando così al consumatore di doversi recare in Provincia per il ritiro, come è avvenuto finora. Il progetto dell’Assessorato all’Ambiente della Provincia è attivo dal 2008 e a oggi sono stati distribuiti oltre 2.700 buoni sconto ad altrettante famiglie: gli eco pannolini sono una valida alternativa al prodotto usa e getta sia sul piano economico (in tre anni si risparmia tra i 650 e i 1.600 euro a seconda delle marche) sia sul versante ambientale, dal momento che Il 10% dei rifiuti indifferenziati sul territorio è costituito dai pannolini per bambini. Ogni nuovo nato, infatti, ne consuma in tre anni più di 6.000, vale a dire una tonnellata di rifiuti indifferenziati che finiscono in discarica. Dalle famiglie alle collettività: anche quest’anno la Provincia ha pubblicato un bando per la promozione dell’uso di pannolini e pannoloni lavabili all’interno di asili nido, strutture di accoglienza per bambini, ospedali e case di cura. Il contributo concesso è pari all’80% della spesa sostenuta per l’acquisto di pannolini, pannoloni, lavatrici, asciugatrici o per i costi di lavanderia (per i primi 6 mesi), fino a un limite di 6.000 euro per la linea “adulti” e di 5.000 euro per la linea “bambini”. Il bando e i moduli sono pubblicati sul sito della Provincia. La distribuzione dei vecchi buoni sconto per i pannolini lavabili proseguirà negli Uffici Relazioni con il Pubblico della Provincia fino al 28 febbraio.

12

9 FEBBRAIO 2013

Dello stesso parere anche l’Ascom che definisce il nuovo insediamento “catastrofico per i negozianti, un danno gravissimo al commercio in un momento di forte crisi dei consumi”. Al fiume di critiche prova a rispondere l’Assessore all’Urbanistica Valter Cravero che non si sbottona e stempera le polemiche: “Ne stiamo discutendo e valutando la proposta. Ricordo all’opposizione e ai colleghi di maggioranza, che siamo, comunque, per legge obbligati a rispondere e portare avanti una richiesta rivolta ad un

bando pubblico. Non sappiamo ancora cosa verrà realizzato al posto dell’ex Mulino, dobbiamo comunque prendere in considerazione l’offerta e discuterne tutti insieme. Da una parte dobbiamo tutelare i commercianti ma dall’altra sviluppare nuovi progetti per creare occupazione in un momento di forte recessione”. Parole che non tranquillizzano i commercianti chieresi che temono la nascita di un’altra struttura commerciale troppo vicina a Piazza Europa e ai punti esistenti come Lidl, A&O e Ipercoop. FC

La nuova palestra SOCIETÀ a San Silvestro realizzata con il contratto di dispobiilità Per la realizzazione dell’impianto sportivo indoor polivalente in regione San Silvestro, il Comune di Chieri ha deciso di utilizzare il nuovissimo strumento giuridico del”contratto di disponibilità”. Chieri figura come secondo Comune in Italia dopo Massarosa, in provincia di Lucca ad utilizzare questa nuova forma di partenariato pubblico-privato, introdotta dal decreto legge sulle liberalizzazioni. Il nuovo istituto presenta elementi di novità che potrebbero risultano interessanti per gli operatori privati e per gli enti pubblici. Con il “contratto di disponibilità” sono affidate all’affidatario, a suo rischio e spese, la costruzione e la messa a disposizione a favore dell’amministrazione aggiudicatrice di un’opera di

proprietà privata destinata all’esercizio di un pubblico servizio, a fronte di un corrispettivo, che potrà essere un canone di disponibilità, da versare soltanto in corrispondenza alla effettiva disponibilità dell’opera; l’eventuale contributo in corso d’opera, comunque non superiore al 50% del costo di costruzione dell’opera, in caso di trasferimento della proprietà dell’opera all’amministrazione aggiudicatrice; un eventuale prezzo di trasferimento, in relazione ai canoni già versati e all’eventuale contributo in corso d’opera, al valore di mercato residuo dell’opera, da corrispondere, al termine del contratto, in caso di trasferimento della proprietà dell’opera all’amministrazione aggiudicatrice.


...succede in città LAVORO

“Chieri Attiva”, il 5 marzo invito alle imprese del territorio

Il 5 marzo alle ore 18, nella Sala conferenze del Comune di Chieri, le imprese del territorio sono invitate all’incontro per presentare i primi risultati raggiunti, frutto del lavoro comune di sensibilizzazione svolto sul territorio dal Comune, dalla Cna, dalle altre Associazioni e dai Consulenti del lavoro; dare voce ad alcune delle imprese che hanno dato la loro disponibilità e attivato il percorso professionalizzante a favore dei primi candidati selezionati, e soprattutto raccogliere altre disponibilità da parte delle aziende e dei professionisti che vorranno intervenire. Il programma prevede: l’apertura e i saluti con il Sindaco Francesco Lancione, con Rachele Sacco, Assessore alle attività produttive e politiche del lavoro della Città di Chieri, Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di commercio di Torino e Claudio Campagnolo, Presidente della Cna Chieri. Per parlare dei primi risultati raggiunti e dei prossimi obiettivi interverrà Barbara Chiavarino, Responsabile del Progetto Chieri Attiva – Cna Torino. In chiusura, spazio alle testimonianze di un paio di imprese e di un paio di tirocinanti. Per partecipare inviare la propria adesione a: chieri.attiva@gmail.com

14

9 FEBBRAIO 2013

ECONOMIA

STANGATA SU CONTI CORRENTI E DEPOSITI In aumento i bolli per privati e imprese

C

on il 2013, è arrivata la minipatrimoniale su conti correnti e depositi in banca. Dopo il varo della legge sull’esenzione del bollo per i c/c al di sotto dei cinquemila euro, ecco la circolare applicativa dell’Agenzia delle entrate su calcoli ed esenzioni. Il documento, pieno di esempi, contiene molte indicazioni pratiche e spiega nel dettaglio quello che era stato stabilito con il decreto ap-

SCUOLA

plicativo del primo giugno. Il bollo sul conto corrente tradizionale, pari a 34,2 euro, non sarà dovuto da chi ha diritto ad avere il conto base, quello che banche e Poste devono offrire per legge a chi ha un reddito molto basso (7.500 euro calcolato con l’Isee). Sono poi esenti i correntisti che possano esibire una giacenza media inferiore a 5mila euro, compresi i conti in rosso che valgono zero. Ma

attenzione: il tetto si calcola considerando tutti i rapporti intestati ad un’unica persona fisica aperti in una sola banca (conti e libretti di risparmio) e se si supera ogni prodotto paga il suo bollo. E c’è di più: il calendario del rendiconto influenza non poco il calcolo della tassa. Se, per esempio, il conto corrente prevede un resoconto trimestrale il tetto dei 5 mila euro verrà calcolato sommando la media delle giacenze ogni 90 giorni. L’imposta si applica alle comunicazioni periodiche inviate alla clientela, anche nel caso in cui l’ente gestore non sia tenuto alla redazione e all’invio delle comunicazioni, mentre restano fuori le comunicazioni ricevute ed emesse dai fondi pensione e dai fondi sanitari.

MATURITÀ 2013, ECCO LE MATERIE D’ESAME Matematica per lo scientifico e latino al classico. Sono le materie della seconda prova della maturità 2013 diffuse nel decreto firmato dal ministro Francesco Profumo. Al classico rispettata l’alternanza con il greco. Le prove scritte quest’anno si terranno il 19 giugno (prima prova) e 20 giugno (seconda prova). Fra le altre materie ci sono lingua straniera al linguistico, pedagogia al liceo pedagogico, disegno geometrico, prospettiva, architettura al liceo artistico, economia aziendale per i ragionieri, tecnologia delle costruzioni per i geometri, alimenti e alimentazione all’Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione. Per gli istituti tecnici e professionali, spiega una nota del Miur, sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando eventualmente anche i laboratori dell’istituto. Il decreto individua, inoltre, le materie affidate ai membri esterni: “la scelta di queste ha seguito – si legge nella nota – laddove si è rivelato opportuno, il criterio della rotazione delle discipline. Si è dato comunque particolare rilievo agli insegnamenti di matematica e di lingua straniera”. Quest’anno, per la prima volta, la lingua straniera, negli istituti tecnici e professionali che prevedono tale insegnamento, è stata affidata ai commissari esterni.


...curiosando in Città

SAMSUNG GALAXY S3, IL PIÙ VENDUTO AL 3 STORE DI CHIERI 20 febbraio 2013 per la 3 sarà una data importante: dopo un anno di tariffe telefoniche che hanno subito poche variazioni, (anche se importanti) finalmente nel mondo dei contratti Ricaricabili, principalmente, e Abbonamenti ci sarà una svolta decisiva e molto importante. Purtroppo mentre stò scrivendo questo articolo non ho ancora nessun dato preciso da comunicarvi, ma dato che dal 10 al 15 Febbraio sarò alla Convention 2013 della 3 (H3G) che durerà ben 5 giorni, presumo che le novità saranno molto interessanti, sia dal punto di vista dei piani tariffari che, spero anche, della lista dei cellulari che propone la3. Nel frattempo tutte le Promozioni NO TAX per gli abbonamenti stanno dando interessanti risultati di gradimento, in quanto la famosa “Tassa Governativa” di 5.16 e mensili è compresa in quasi tutti i piani tariffari. Per esempio con il TOP SIM 400 si hanno a 15 e mese 400minuti di chiamate verso tutti, 100 sms, 2Gb internet e questi prezzi sono garantiti per Sempre senza variazioni di prezzo! Dal 10 al 15 Febbraio purtroppo il negozio rimarrà chiuso per la Convention 2013 ma potrete sempre scrivermi all’indirizzo mail 3storechieri@gmail.com e sarò molto felice di rispondervi, oppure se avrò notizie in anteprima, andando su face book all’indirizzo https://www.facebook. com/3StoreChieri metterò le anticipazioni che ci presenteranno. Intanto voglio comunicarvi che il Samsung Galaxy S3 in questo inizio di anno è lo Smartphone più venduto nel 3Store di Via S. Agostino, e dato che lo sto usando, posso confermare che se usato

16

9 FEBBRAIO 2013

con moderazione, la batteria ha una durata reale di 2 giorni!! Cosa impossibile per la concorrenza, e se sto collegato su internet dura si di meno, ma la qualità grafica schermo e la velocità di navigazione sono strabilianti! Nokia a Natale ha presentato 2 ottimi Smartphone: LUMIA820 e LUMIA 920 ma purtroppo le consegne sono veramente limitate, per cui è difficile dare una corretta valutazione nonostante le impressioni dei pochi fortunati possessori di queste 2 novità con Windows Phone siano veramente ottime (anche perché tutti e due hanno la PROMO NOTAX a partire da 20 e al mese). Per il momento le connessioni Internet IPER VELOCI con la banda LTE 4G nella zona di Chieri non sono ancora previste, ma i lavori fatti dalla 3 dell’inizio del 2012, che hanno rinnovato e ampliato i vecchi pali con le antenne per la connessone Iper veloce 42Mbit, ha dato buoni risultati. Infatti adesso guardare un film in streaming è possibile in tutto il territorio. Gli utenti che hanno preso l’iPad4 con 1Gb al giorno di traffico Internet al costo di 26 e al mese (tutto compreso) sono veramente entusiasti. Chi invece lo possiede già prenderà la sim ricaricabile al costo di 5 e al mese con 3GB al mese di navigazione. Quindi aspettate il 20 febbraio per venire a scoprire le NUOVE OFFERTE che sicuramente COPRIRANNO tutta l’offerta della 3 www.tre.it sia in campo Ricaricabile che Abbonamento.


Q

Il nonno

Fede e Cristianità

di Arturo De Meo

uando ero piccolo, andavo alle elementari, sul sussidiario scolastico vi erano molti racconti, ma uno mi colpì particolarmente e lo ricordo ancora adesso. Quel racconto mi è servito per il rispetto che porto verso gli anziani e ancora oggi insegno ai miei nipotini lo stesso rispetto che devono avere nei confronti delle persone diversamente giovani, gli anziani. Il racconto era intitolato “Il nonno”. Non ricordo ovviamente l’autore, ero troppo piccolo e, onestamente non è che la cosa mi importasse particolarmente al momento. Il racconto diceva così: «In una famiglia vivevano: un papà, una mamma, un figlio, che era un bambino (come lo ero io) e un nonno. Il nonno era anziano, viveva in casa con loro. Il vecchietto era avanti con l’età e i genitori del bambino (il padre era il figlio), lo tenevano non al centro delle loro attenzioni, infatti, non aveva un grande guardaroba per vestirsi, anzi vestiva con gli scarti del figlio, non era molto curato, anzi trasandato e solo,

abbandonato quasi, lo si curava solo perché era in casa con loro. Neanche per mangiare era a tavolo con loro, anzi doveva mangiare prima per non disturbare, figurarsi se era presente alle feste di Natale, Pasqua o alle altre festività e se ci fossero stati altri ospiti lo avrebbero rilegato in una stanza e guai ad uscire. (Quante persone, oggi, vivono nelle stesse condizioni). Un giorno, come tanti altri, il nonno mangiava la sua minestra nella sua ciotola, quella di tutti i giorni ed era fatta di terracotta, vecchia e sporca. (Il mio cagnolino mangia in una bella ciotola luccicante e pulita e il vostro?) Mentre mangiava, cadde la ciotola e tutta la minestra finì a terra. La ciotola si ruppe in tanti pezzi. I genitori incominciavano a sgridarlo in malo modo, rimproverandolo della poca attenzione che faceva e dicevano tante altre cose che potete immaginare. Quando ancora furiosi, si accorsero che io ero seduto per terra e avevo i cocci della ciotola in mano. Meravigliati di quello che io stavo facendo, sempre con un brutto piglio, mi chiesero cosa stessi facendo con quella schifezza in mano. Il bambino li guardò con stupore e disse: “Sto cercando di riparare la ciotola in modo che, quando voi sarete vecchi, avrò già pronta la ciotola per voi e per il vostro pranzo. Allora i miei genitori si guardarono e arrossirono, forse avevano capito!. Non dissero più nulla, ma da quel giorno buttarono la ciotola, guardavano e parlavano amorevolmente con il nonno, lo curavano e, udite udite, mangiava a tavola con noi e non più solo, anzi il primo posto a tavola era il suo e quando vi erano amici il posto a capo tavola era del mio nonnino. L’amore che da quel giorno i miei genitori avevano per il nonno era visibile a tutti, ed io pensai che nello stesso modo avrei

amato i miei genitori». Questo racconto, oggi come ieri, mi porta al rispetto, non solo degli anziani, ma di tutte quelle persone che sono deboli. Il nostro egoismo ce le fa ignorare di sovente. Gli anziani sono una ricchezza per noi, la loro esperienza, il loro sapere, la loro umanità e i loro sacrifici ci hanno permesso di essere uomini liberi. I nostri genitori, gli anziani di oggi, hanno patito la fame durante la guerra. L’umiliazione di andare via dalle loro case per crearsi un futuro migliore e crescere i figli in un benessere che allora non c’era per tutti. Cercarsi un lavoro non in terre natie, molte volte lontano dalla Patria, gli immigrati. Avere un anziano in casa, o avere un parente da curare è una grazia per la nostra persona. Pensate a come saremmo grati, quando anche noi anziani, a quei parenti che si prendono cura di noi. Essi sono un parafulmine per le famiglie che si occupano di loro, sono quelle persone che pregano per noi e i nostri bisogni, sono, ripeto, un parafulmine contro il male e Dio ce ne renderà merito rendendoci cento volte di più di quello che facciamo. Quando i nostri cari non ci saranno più diremmo: “Se li avessi ancora, quante cose farei per loro”. È il rimorso che ci fa parlare così, ma non è meglio fare di più adesso che sono in vita, non è meglio dimostrare ora il nostro affetto per loro, non è meglio ora dimostrare la nostra riconoscenza, la nostra gratitudine e soprattutto il nostro amore? Dopo morti non avranno più bisogno di noi se non delle nostre preghiere. Meditiamo su questo e, se abbiamo degli anziani in casa, accostiamoci a loro e con una carezza dicendo: “Ciao ti voglio bene”, e anche se siamo stati cattivi con loro, essi dimenticheranno, saranno felici e la loro felicità e la loro gioia ricadrà su di noi. Fatelo e vedrete. Grazie ciao nonno.

9 FEBBRAIO 2013

17


LUNEDÌ 11 MARZO 2013

SABATO 16 FEBBRAIO 2013

ore 10.30, Biblioteca Civica Nicolò e Paola Francone (Polo Culturale, via Vittorio Emanuele II, 1) Letture per bambini Sabato da Favola Maga Minin presenta letture per bambini dai 3 ai 6 anni a cura di Città di Chieri – Servizio Biblioteca ed Archivio Storico info 011 9428 400 biblioteca@comune.chieri.to.it www.comune.chieri.to.it ingresso libero

LUNEDÌ 25 FEBBRAIO 2013

ore 21, Sala Conferenze della Biblioteca Civica “Nicolò e Paola Francone” (Polo Culturale – via Vittorio Emanuele II, 1) Filosofia in Biblioteca Il principio speranza di Ernest Bloch Relatore Riccardo Armed a cura di Comune di Chieri – Servizio Biblioteca ed Archivio Storico info 011 9428 400 – biblioteca@comune.chieri.to.it – www.comune.chieri.to.it ingresso libero

MARTEDÌ 5 MARZO 2013

FINO A DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013

Cortile di S. Filippo (via Vittorio Emanuele II, 63 Pista di pattinaggio su ghiaccio lun - giovedì 16.00 - 22.30 venerdì 16.00 - 23.30 sabato 10.00 - 23.30 domenica 10.00 - 22.30 ingresso feriale 5 euro (ridotto 4) ingresso festivo e prefestivo euro 6 (ridotto 5) noleggio pattini euro 2,50 possibilità di abbonamenti e corsi di pattinaggio mattina su prenotazione per le scuole A cura di APD X Ice Chieri Info: maugillio@tiscali.it Sconti per le scuole

VENERDÌ 22 FEBBRAIO 2013

Chieri Montagna 150° anniversario CAI ciclo conferenze Sala Conferenze Polo Culturale Area ex Tabasso A cura Club Alpino Italiano Sez. di Torino, Sottosezione di Chieri Info@caichieri.it www.caichieri.it

Punto Informa Dislessia Biblioteca Civica - ore 17-19 A cura Ass. Italiana Dislessia sez. Torino e Provincia torino@dislessia.it ingresso libero

SABATO 23 FEBBRAIO 2013 Ritrovo ore 10, Sala Accoglienza della Biblioteca Civica “Nicolò e Paola Francone” (c/o Polo Culturale – via Vittorio Emanuele II, 1) La Città di Carta: visita guidata all’Archivio Storico “Filippo Ghirardi” i manifesti della città di Chieri: manoscritti e stampati di pubblico Gli incontri si svolgono nella Sala Studio dell’Archivio Storico un sabato al mese, salvo luglio. agosto e dicembre. L’Archivio Storico custodisce la documentazione prodotta dal Comune di Chieri dal 1194 (in copia dal 1168), consultabile per ricerche storiche, giuridiche, architettoniche, genealogiche, urbanistiche, sociali. Tra i documenti importanti: gli Statuti Civili medievali, risalenti al 1311, il cosiddetto Libro Rosso (che testimonia i rapporti con i centri vicini), la Carta dell’Impiccato, pre-

PALINSESTO PROGRAMMI da lunedì alla domenica 7.00/10.00 Buongiorno in musica ***10.00/19.00 Live Hit:i successi di tutti i tempi***19.00/00.00 ChIERI: i tuoi ricordi in musica ‘70-’80 *** 00.00/07.00 No stop music

9 FEBBRAIO 2013

LUNEDÌ 18 MARZO 2013

ore 21, Sala Conferenze della Biblioteca Civica “Nicolò e Paola Francone” (Polo Culturale – via Vittorio Emanuele II, 1) Filosofia in Biblioteca Etica, lavoro, politica nel pensiero di Hannah Arendt relatore Maria Luisa Berolusso a cura di Comune di Chieri – Servizio Biblioteca ed Archivio Storico info 011 9428 400 – biblioteca@comune.chieri.to.it – www.comune.chieri.to.it ingresso libero

ziosa mappa del territorio del 1457, il quattrocentesco Messale Francescano, disegni di Bernardo Vittone, e Mario Quarini, gli Ordinati Comunali a partire dal 1328, oltre 250 pergamene dal sec. XII, disegni e mappe dei sec. XVIII-XX, un raro incunabolo stampato a Lione nel 1496, atti del periodo dell’occupazione napoleonica. L’Inventario Generale del 1853, schedature varie ed altre liste ed elenchi costituiscono un’utile guida alla ricerca, supportata dal personale addetto. L’Archivio Storico è aperto ogni settimana dal martedì al giovedì negli orari 9-12.30 e 14.30-18. a cura di Comune di Chieri – Servizio Biblioteca ed Archivio Storico info Archivio Storico – 011 9428 404 vtedesco@comune.chieri.to.it www.comune.chieri.to.it ingresso libero (max 20 persone)

PALINSESTO NEWS ***GIORNALE RADIO NOTIZIE: 7.00/ 08.00/ 09.00/ 11.00/12.00/ 13.00/15.00/ 17.00/ 19.00 /20.00 ***INFO VIABILITÀ: 07.03/ 08.03/ 9.30/ 10.03/ 11.30/ 12.03/ 13.03/ 14.03/ 15.30/ 16.03/ 17.30/ 18.03/ 19.03/ 20.03 ***INFO METEO: 07.05/ 08.05/ 09.05/ 10.05/ 11.05 ***TRAFFICO FS : 08.30/ 10.30/ 12.30/ 13.30/ 16.30/ 18.30 ***CINEMA NEWS : 10.35/ 12.35/ 16.35/ 20.35

Buon ascolto!

18

NON PERDIAMO LA BUSSOLA Ciclo conferenze, Salone Oratorio di Pessione, Via Martini & Rossi 89 bis – Pessione Ore 21 A cura dell’Oratorio di San Giovanni Bosco Info: 011 1243942 e.mail: pessione.scuola@libero.it ingresso libero


...curiosando in Città

A Chieri, un nuovo negozio dedicato a diversi articoli di biancheria per la cucina, per la camera da letto e per il bagno

L

a galleria storica del Centro Commerciale il Gialdo si è arricchita di un nuovo punto vendita. A inizio anno ha aperto il nuovo negozio la ditta CB Confezioni Tendaggi che offre una vasta quantità di prodotti tessili per arredare con gusto ed eleganza tutti gli ambienti della casa. La CB propone interessanti e belle soluzioni per colorare, arricchire e rendere confortevoli i diversi spazi della propria abitazione. In particolare si possono trovare svariati articoli di biancheria per la cucina, la camera da letto e il bagno, come lenzuola, piumoni e trapunte, coperte, scaldaletti, plaid, federe, set di asciugamani, accappatoi, pigiami, cuscini d’arredo, tovaglie e copritavolo, tappeti bagno e tanti altri accessori tessili per soddisfare tutti i gusti e le tendenze del momento, non solo per la propria casa ma per molteplici soluzioni regalo. I marchi trattati sono alcuni tra i più prestigiosi del settore, quali Zucchi, Bassetti, Via Roma 60, Califfi, Mottura, Co.Bi. e altri ancora.

Si può inoltre trovare un vasto assortimento di tendaggi per interno ed esterno. I titolari con competenza e cortesia guidano personalmente il cliente lungo il suo percorso di scelta. La professionalità dell’azienda è sostenuta da un moderno laboratorio attrezzato con macchinari sofisticati e all’avanguardia, in grado di produrre grandi quantità di tendaggi e di proporre esecuzioni personalizzate con assoluta garanzia di cura , associata ad un ottimo rapporto qualità prezzo. Entrare nel mondo della CB Confezioni Tendaggi è facile, nel loro nuovo punto vendita presso la galleria storica del Centro Commerciale il Gialdo a Chieri, più difficile invece uscirne a mani vuote.

CB CONFEZIONI TENDAGGI Per informazioni:

Centro Commerciale Il Gialdo Tel. 011 42 30 568 www.cb-tendebiancheria.com

9 FEBBRAIO 2013

19


INFORMALAVORO 20

NUOVA INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE

D

Aspi dal 1 ° gennaio 2013

al 1 Gennaio 2013 l’Aspi sostituisce le attuali prestazioni di disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti normali, la disoccupazione speciale edile. Sono destinatari tutti i lavoratori, ivi compresi gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperativa che abbiano stabilito un rapporto di lavoro subordinato ed il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato. Non sono invece destinatari della nuova disciplina i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni, gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato ed i lavoratori entrati in Italia con permesso di soggiorno di lavoro stagionale. L’indennità è riconosciuta ai lavoratori in possesso dei seguenti requisiti: a) siano in stato di disoccupazione ai sensi del D.lgs 181/2000 e successive modificazioni; b) lo stato di disoccupazione sia involontario, con esclusione quindi, dei lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o risoluzione consensuale. Continuano a dare diritto alla prestazione le dimissioni qualora avvengano per giusta causa (es. mancato pagamento della retribuzione, aver subito molestie sessuali etc.); c) possano far valere almeno due anni di assicurazione. Il biennio viene calcolato a ritroso a decorrere dal primo giorno in cui il lavoratore risulta disoccupato; d) possano far valere almeno un anno di contribuzione contro la disoccupazione nel biennio precedente l’inizio del periodo di disoccupazione.

9 FEBBRAIO 2013

a cura dello Studio Sacco Per le nuove tipologie di lavoratori assicurati, che non hanno precedente assicurazione contro la disoccupazione, poiché il nuovo contributo Aspi è dovuto a partire dal 01/01/2013, solo da tale data iniziano a maturare l’anzianità assicurativa e il requisito contributivo. L’indennità mensile è rapportata alla retribuzione media mensile calcolata dall’Inps ed è pari al 75% nei casi in cui quest’ultima sia pari o inferiore all’importo di e 1.180,00 euro mensili. Nel caso in cui sia superiore di detto importo l’indennità è pari al 75% di 1.180,00 euro incrementata di una somma pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e predetto importo. L’indennità mensile non può comunque superare l’importo mensile massimo previsto annualmente.

All’indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese. La durata massima di fruizione per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 01/01/2013 al 31/12/2013 è pari a otto mesi per i soggetti con età anagrafica inferiore a 50 anni e dodici mesi per i soggetti con età superiore ai 50 anni di età. Per fruire dell’indennità i lavoratori aventi diritto devono, a pena di decadenza, presentare apposita domanda, esclusivamente in via telematica, entro il termine di due mesi dalla data di inizio del trattamento. Il beneficio decade nel caso, ad esempio, di perdita dello stato di disoccupazione, di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato di durata superiore ai sei mesi, raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato etc. Particolare attenzione dev’essere prestata in caso di inizio di nuova attività lavorativa che sia essa di lavoro subordinato, lavoro accessorio, lavoro autonomo o parasubordinato per le quali è prevista apposita normativa. Si specifica inoltre che anche la disoccupazione con requisiti ridotti è stata sostituita dalla mini-ASpI.


Sentirsi in forma

9 FEBBRAIO 2013

21


OROS COPO del MESE ARIETE (21/3 - 20/4) Febbraio si annuncia come un mese decisamente più favorevole del precedente. Il cielo si schiarisce e nel tuo cuore inizia a farsi spazio la voglia di divertimento, di stare con gli amici, la famiglia, le persone alle quali tieni di più. Vivrai un periodo vivace, ricco di momenti positivi, mentre le contraddizioni piano piano inizieranno a cedere il passo alle soluzioni e al rasserenamento. Soprattutto in famiglia, finalmente ci sono questioni che torneranno a posto, o tensioni che inizieranno ad allentarsi.

LEONE (23/7 - 23/8) Febbraio potrebbe portare a galla parecchie tensioni, soprattutto in ambito familiare e affettivo. Avrai la tentazione di risolvere i problemi tagliando i ponti con le persone coinvolte: tuttavia, secondo le stelle, potresti trovare mezzi diversi. Per fortuna, nonostante qualche momento in cui ti sentirai un po’ giù, sarai sempre lucido e pronto alla riflessione. Conta pure sugli amici, se in casa non sono disponibili.

SAGITTARIO (23/11 - 21/12) Febbraio potrebbe essere piuttosto contradditorio. I pianeti in Pesci, Nettuno, Mercurio (dal 2), Marte (dal 5) ti rendono irritabile e potrebbero aumentare le tensioni presenti in famiglia o con gli amici. In presenza di equivoci, muoviti con cautela: non essere impulsivo, perché correresti il rischio di esasperare le tensioni. Non dovrai però soltanto discutere con chi ti circonda: ci sono tante belle novità che ti aspettano e che ti renderanno felice!

VERGINE (24/8 - 22/9) Febbraio non sarà un mese semplicissimo. La “colpa” sarà di Marte e Mercurio, in dispettoso aspetto dal segno dei Pesci per buona parte di queste giornate. Transiti che indicano momenti di confusione, oppure polemiche e tensioni dichiarate in famiglia o con gli amici. Preparati a discutere e preparati a moderare la tua voglia di farlo con aggressività. Ci sono personaggi che te le tireranno proprio dalle mani (e dalla bocca, se non starai attento a quello che dici!).

CAPRICORNO (22/12 - 20/1) Febbraio ti promette vantaggi di tutti i tipi, sorprese e qualche novità. Le doti a tua disposizione, offerte dal passaggio di Mercurio in Pesci dal 5, saranno simpatia, lucidità, senso dell’umorismo. In più, e vale soprattutto se sei un Capricorno serio, taciturno e solitario, potresti avere una voglia maggiore di uscire e di divertirti. In famiglia i rapporti migliorano, nonostante qualche imprevisto minacciato da Urano.

GEMELLI (21/5 - 21/6) Febbraio potrebbe essere un mese piuttosto contradditorio. Ci sono pianeti benevoli nei tuoi confronti, e altri che invece ti guardano in cagnesco, pronti a seminare zizzania in casa o con gli amici. La tua capacità di cavartela in ogni circostanza però è sempre vivace: occhi aperti allora e smussa eventuali tensioni usando a piene mani la tua abilità e la tua astuzia. Sei costretto a raccontare qualche bugia? Forse sono solo mezze verità: in fondo bisogna pure sopravvivere ai fastidi dei parenti!

BILANCIA (23/9 - 22/10) Febbraio si annuncia come un mese migliore del precedente, sempre se a gennaio hai vissuto qualche problema. Le tensioni familiari, i bisticci con gli amici, le piccole o grandi insoddisfazioni della tua vita, iniziano a pesarti di meno. Perché risolverai quello che non funziona, o perché guarderai certe vicende da un altro punto di vista. In ogni caso, quello che importa è il risultato: ma non rivangare il passato, ok?

ACQUARIO (21/1 - 19/2) Se non hai compiuto gli anni a fine gennaio, questo è il mese del tuo compleanno. I regali non mancano, caro Acquario: vivrai un clima di maggiore accordo in famiglia, e inizierai ad osservare alcuni problemi da una prospettiva più leggera e disincantata. Saturno appesantisce proprio il tuo umore, e questi momenti di “sdrammatizzazione” sono preziosi anche per questo motivo. Avrai voglia di goderti la vita, di divertimento, di piaceri e di piacere! Giove approva: sono i suoi ambiti preferiti!

TORO (21/4 - 20/5) Febbraio potrebbe essere un mese venato da contraddizioni, con l’alternanza di momenti sereni e altri più nervosi. In famiglia, se ci sono già tensioni presenti in casa o con i parenti più lontani, dovrai adottare un atteggiamento prudente. Evita le prese di posizione troppo nette, perché non serviranno a nulla. Tutto sommato però, il lungo transito di Mercurio in Pesci, che inizierà il 5 febbraio, rappresenta lucidità e prontezza di riflessi al tuo servizio per affrontare ogni questione con abilità. E significa che se in casa litigherai, potrai sempre consolarti con tantissimi amici simpatici, nuovi o vecchi!

CANCRO (22/6 - 22/7) Inizia a dimenticare tensioni, rancori, dispetti e polemiche. Febbraio e i transiti planetari vogliono vederti felice, vogliono farti lasciare alle spalle tutto quello che nella tua vita non funziona o non ha funzionato. Hai un quadro astrale promettente: per sfruttarlo al meglio ricordati sempre che ci vorrà il tuo apporto decisivo, la tua volontà di girare pagina. Un piccolo esempio? Sei un po’ permaloso e forse non perdoni facilmente. Va oltre questo atteggiamento e scoprirai che anche certi personaggi in fondo non sono poi così male…

22

9 FEBBRAIO 2013

SCORPIONE (23/10 - 22/11) A Febbraio potresti vivere momenti di incertezza, di rancori dichiarati o taciuti per quieto vivere, mentre le contraddizioni degli altri rispecchiano però anche le tue. Non sarà un mese lineare, ma non sarà nemmeno un mese sfavorevole. Perché se Venere ti fa i dispetti, avrai come alleati Mercurio e Marte, pianeti in grado di esaltare la tua astuzia e la tua capacità strategica. E se qualcuno in famiglia o tra gli amici ti dà fastidio, tu sarai prontissimo a rimetterlo al suo posto!

PESCI (20/2 - 20/3) Ma che mese! Venere sarà favorevole i primi e gli ultimi giorni di febbraio, Mercurio sarà nel tuo segno dal 5, Marte dal due, per non parlare di Nettuno, Saturno e Plutone, tutti alleati. Approfitta di questo cielo così ricco per fare la pace con un familiare che per te è molto importante, per allargare il giro delle tue amicizie, se sei in cerca di divertimento e di movida, oppure per chiarire con un amico con il quale non sei più in buoni rapporti. Ma, soprattutto, approfittane per goderti la vita! Oroscopi.it


Chieri Notizie  

il mensile d'informazione , le news del territorio del chierese

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you