Issuu on Google+

RIMA ib ro

Is vi e rice

ANTEP

ter et

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o


IMA ib ro

vi e rice

ANTEP R

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o

og ni libr o

riv i

ri

ce vi il

r

la newslet al te ti

di primo capitolo


di primo capitolo

i alla new ivit sl cr

RIMA ib ro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

ce vi il

il

pr im il o ca gn pitolo di o

Grazie per aver scaricato il primo capitolo del libro disponibile in esclusiva per gli iscritti alla newsletter di Chiarelettere. Nel sito www.chiarelettere.it potrai trovare tutti i dettagli su questo volume. Qualora tu decida di leggere il libro acquistandolo online o in libreria ti segnalo che attraverso il sito potrai scrivere una recensione o inviare domande all’autore per approfondire gli argomenti da lui trattati. Buona lettura, Lorenzo Fazio Direttore editoriale Chiarelettere


IMA ib ro

vi e rice

ANTEP R

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o


vi e rice

ANTEP

Cos’è #salvaiciclisti? Questo è il racconto in prima persona di chi ha avviato la campagna in Italia. Un esempio unico di partecipazione democratica, che ha portato in piazza migliaia di persone. Un movimento nato dalla rete, arrivato alle prime pagine dei giornali e nei palazzi del potere. Una lotta politica pacifica ma determinata, perché città più vivibili sono il diritto di ogni cittadino.

RIMA ib ro

primapagina

i alla new ivit sl cr

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl

il

pr im il o ca gn pitolo di o

con scritti di Edmondo De Amicis, Curzio Malaparte, Dino Buzzati, Andrea Camilleri con un intervento di Bruno Gambarotta


IMA ib ro

vi e rice

ANTEP R

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o

© Chiarelettere editore srl Soci: Gruppo editoriale Mauri Spagnol S.p.A. Lorenzo Fazio (direttore editoriale) Sandro Parenzo Guido Roberto Vitale (con Paolonia Immobiliare S.p.A.) Sede: Via Melzi d’Eril, 44 - Milano ISBN

978-88-6190-330-2

Prima edizione: giugno 2012 Curzio Malaparte, Coppi e Bartali, Adelphi, Milano 2009. Su licenza di © Eredi Curzio Malaparte. Dino Buzzati, Non tramonterà mai la fiaba della bicicletta (in Id., Dino Buzzati al Giro d’Italia, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1981) su licenza di © Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano. Andrea Camilleri, Una corsa verso la libertà (in Gaetano Savatteri, La volata di Calò, Sellerio, Palermo 2008), su licenza di © Sellerio, Palermo. www.chiarelettere.it blog / INTERVISTE / LIBRI IN USCITA


i alla new ivit sl cr

Salva i ciclisti

chiarelettere

ib ro

RIMA

pr im il o ca gn pitolo di o

il

Pietro Pani

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl


IMA ib ro

vi e rice

ANTEP R

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o

Pietro Pani è lo pseudonimo scelto dall’autore di questo libro per evitare qualunque possibilità di identificare la campagna #salvaiciclisti con chi semplicemente ne ha raccontato la storia e le dinamiche che sono alla base del fenomeno. #salvaiciclisti non sarebbe stato possibile senza: William Maddler, Paolo «Rota Fixa» Bellino, Paolo Pinzuti, Marco «Marmaz» Mazzei, Simone Dini, Giuseppe «Losco» Fiore, Alessandro Micozzi, Michelangelo Alimenti, Marco Pierfranceschi, Alfredo Bellini, Alberto Fiorillo, Giselle Martino, Giuseppe Piras, Massimiliano Baccanico, Luca Conti, Stefano Gerosa, Valerio Parigi, Enrico Melissano, Filippo Cauz, Marta Ma Vie, Oronzo Bellini, Alfredo Angelici, Rudy Reyngut, Pierluigi Todisco, Mariella Berti, Alfredo Giordani, Manuel Massimo, Ilaria Sesana, Tina Margaret Lezzi, Eleonora Formisani, Alberica Di Carpegna, Roberto Peia, Angelo Melone, Enry Di Giacomo e tutto lo staff di EcoRadio.


i alla new ivit sl cr

RIMA ib ro

vi e rice

pr im il o ca gn pitolo di o

il

Sommario

salva i ciclisti Questo libro Città a misura di bicicletta Un modello di cittadinanza attiva La bicicletta è politica

7 11 45 63

Una storia italiana La tentazione della bicicletta di Edmondo De Amicis Coppi e Bartali di Curzio Malaparte Non tramonterà mai la fiaba della bicicletta di Dino Buzzati Una corsa verso la libertà di Andrea Camilleri Elogio della bicicletta di Bruno Gambarotta

Appendice

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl ANTEP

111 125 131 139 157 167


ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

ib ro

vi e rice

ANTEP RIMA il

pr im il o ca gn pitolo di o


i alla new ivit sl cr

pr im il o ca gn pitolo di o

il

salva i ciclisti

RIMA ib ro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl


ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

ib ro

vi e rice

ANTEP RIMA il

pr im il o ca gn pitolo di o


i alla new ivit sl cr

RIMA ib ro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl

il

pr im il o ca gn pitolo di o

Hers¸eyime, Pınar’a


ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

ib ro

vi e rice

ANTEP RIMA il

pr im il o ca gn pitolo di o


i alla new ivit sl cr

RIMA ib ro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

il

pr im il o ca gn pitolo di o

Una strategia senza tattiche è il cammino piÚ lento verso la vittoria. Le tattiche senza una strategia sono il clamore prima della sconfitta. Sun Tzu


ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

i alla new ivit sl cr

ib ro

vi e rice

ANTEP RIMA il

pr im il o ca gn pitolo di o


i alla new ivit sl cr

ib ro

RIMA

pr im il o ca gn pitolo di o

il

Questo libro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

© 2012 Chiarelettere editore srl

Ci sono date che si ripresentano costantemente nella vita delle persone. Per me il 28 aprile è una di queste. Il 28 aprile 2011 è stato il giorno in cui io e mia moglie siamo saliti su un aereo per lasciarci alle spalle le amarezze di un paese lanciato a tutta velocità verso il fondo del baratro. Perché? Perché l’Italia è quel paese in cui ti trattano come un ragazzino anche se hai più di 30 anni e devi pregare in ginocchio che ti venga offerta l’opportunità di dimostrare quello che vali. Ti dicono che sei troppo giovane, «Che cosa ne vuoi sapere tu?», che si è sempre fatto così, «E tu chi ti credi di essere per cambiare le cose?». L’Italia è quel paese in cui per portare qualcosa di nuovo devi dimostrare di essere abbastanza vecchio da aver maturato l’esperienza


© 2012 Chiarelettere editore srl IMA Salva i ciclisti ib ro

vi e rice

ANTEP8 R

ter et

Is

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o

necessaria per dimenticare qualunque forma di creatività. Oppure devi avere le conoscenze giuste. Io di conoscenze giuste non ne ho mai avute. Mio padre non è mai stato presidente di nessuna azienda, i suoi amici non hanno mai ricoperto posizioni influenti, politici in famiglia non ce ne sono mai stati. A un certo punto io e mia moglie abbiamo deciso di smettere di farci andare bene una situazione che non andava bene e abbiamo deciso di emigrare. Con i soldi della liquidazione siamo partiti per un viaggio in bicicletta attraverso il Sud America: Cile, Argentina, Bolivia, Perù. Tre mesi e mezzo di tenda e cucina da campo, vita vera senza filtro insomma. Il rientro non è stato in Italia, ma in Turchia, a Smirne, la città originaria di mia moglie. Qui lei ha trovato lavoro, una buona posizione, io mi sono iscritto a un corso intensivo di turco per riuscire a integrarmi il più velocemente possibile. Al momento di cercare un lavoro, è avvenuto l’inaspettato: il 2 febbraio 2012 ho saputo del lancio della campagna Cities fit for cycling del «Times» di Londra e, contattati una trentina di blogger che si occupano di ciclismo, ho proposto loro di replicare l’iniziativa. «Chiamiamola #salvaiciclisti» ho suggerito. «Lanciamola tutti insieme alle 12 dell’8 febbraio.»


i alla new ivit sl cr

RIMA ib ro

vi e rice

ANTEP

ter et

Is

Š 2012 Chiarelettere editore srl

il

pr im il o ca gn pitolo di o


RIMA ib ro

Is vi e rice

ANTEP

ter et

i alla new ivit sl cr

il

pr im il o ca gn pitolo di o


Salva i ciclisti