Page 1

®

Distribuito gratuitamente

via Bonsi, 45 _ 47921 Rimini _ tel 0541.780332

redazione@chiamamicitta.net

www.chiamamicitta.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

Anno XXIII n. 699

ADDIO PROVINCIA, MA SERVIRà? di Stefano Cicchetti

Nebbia fitta sugli effettivi risparmi, la distribuzione delle competenze, le conseguenze per i cittadini L’ultimo libro di Giuseppe Chicchi di Lorella Barlaam

Provate a chiedere per strada. Abolire le province? Sìììììì! Abolire la tua provincia? Ehi, un attimo. Ciascuno troverà i suoi bravi perché e per come che gli fanno schiacciare il piede sul freno. E non sono solo motivi di campanile, non è solo folclore. Se l’Italia spiccava in Europa per essere la nazione “delle cento città”, quando le altre ne contavano sulle dita di una mano, vorrà pur dire che l’ordinamento

Vinicio fiero e ribelle pag. 7

di Marta Ileana Tomasicchio

pag. 9

in province un qualche suo senso ce l’ha. Sia come sia, il governo in carica ha deciso non l’abolizione vera e propria, ma la “devitalizzazione” più l’accorpamento: niente più organi eletti dal popolo, ma un presidente eletto dai sindaci, e criteri inflessibili per passare da 86 a 51 province. Di queste,10 si chiameranno “aree metropolitane” e corrispondono più o meno alle province dei maggiori capoluoghi di regione. a pag. 3

L’imprenditore: “Dover rifiutare lavori per i no delle banche” pag. 13


2

commerciale@ondalibera.net 1

15/11/12

15.36

RELÈ - TASSINARI/VETTA

ok CHIAMAMI CITTA’ 260x330+5.pdf

21 novembre > 4 dicembre 2012

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

RHEX RIMINI FIERA 23–26/02/2013 HOTELLERIE & WELLNESS TECHNOLOGY & DESIGN COOKING & MISE EN PLACE FOOD & BEVERAGE INNOVATION & TRENDS

RIMINI HORECAEXPO IL NUOVO SALONE DELLA RISTORAZIONE E DELL’OSPITALITÀ Rimini Fiera vara un nuovo, grande evento internazionale dedicato al composito mondo dell’Horeca. SAPORE e SIA GUEST, dopo anni di successo, salgono insieme a bordo del RHEX. Un format unico sulle tendenze e i consumi del tempo ‘fuori casa’. Una formidabile vetrina per espositori e operatori dell’industria alberghiera, dell’ospitalità, della ristorazione, dell’intrattenimento. WWW.RHEX.IT organizzato da

in collaborazione con


PRIMO PIANO

21 novembre > 4 dicembre 2012

Zeìnta dì BorgTv

Verso l’accorpamento nella totale confusione di Stefano Cicchetti

ADDIO PROVINCIA, MA SERVIRà? Nebbia fitta sugli effettivi risparmi, la distribuzione delle competenze, le conseguenze per i cittadini

L’

< segue dalla prima pagina

operazione taglia-campanili era già stata tentata in passato nelle parole, mentre nei fatti continuavano a proliferare. Conquistavano così l’alloro di capoluogo provinciale Fermo (36 mila abitanti), Verbania (31 mila), Vibo Valentia (34 mila), Lanusei (5 mila), eccetera eccetera. Poi i morsi della crisi e le campagne anti-casta hanno spazzato via ogni remora, o quasi. Tutti soffrono i tagli, il più vago degli enti amministrativi non poteva cavarsela. Evviva. Però, intanto, se l’obbiettivo è risparmiare, alla fine di quanto sarà questo risparmio? Il governo non ha fornito cifre ufficiali. Secondo chi al governo c’è stato, l’ex ministro Giulio Tremonti, nella casse dello stato resterebbero 200 milioni in più. L’immancabile Bortolussi della CGIA di Mestre ne ha calcolati 510. Secondo i più furibondi fustigatori della casta, si potrebbe arrivare anche a 2 miliardi. Solo che a oggi tutto l’ambaradan di miliardi ne costa 13, poiché le vituperate province qualche servizio lo rendono e i loro costi dovranno essere ovviamente presi in carico da altri, comuni o regioni che siano. Ma attenzione: quei calcoli, per quanto discordanti,

si riferiscono all’abolizione di tutte le province, non di 35. I conti della serva dicono quindi che il risparmio potrebbe andare dai 60 ai 600 milioni. Pochi o molti, sempre soldi in meno sulle spalle del cittadino. Ma perché sulle medesime spalle non ricadano altri guai, a questo punto bisognerebbe sapere come cambieranno le province accorpate, tipo la nostra. A chi i patrimoni immobiliari? Dove va il personale? E a chi gli uffici centrali delle forze dell’ordine, del fisco, la camera di commercio e così via? Su questi temi, non c’è provincia accorpata dove non sia scoppiata la rissa. E, di nuovo, non si tratta solo di capricci paesani, ma anche di bisogni veri dei cittadini. Stando al nostro caso romagnolo, è facile vedere come ciascuno abbia da spendere delle proprie buone ragioni. Ravenna, più per storia che per la leggera prevalenza di popolazione - che comunque è il criterio scelto dal governo - sembrerebbe la capitale più ovvia. Ma a Forlì-Cesena ribattono che sommando i cittadini dei loro ex-capoluoghi, il totale è di molto superiore; più concretamente, mettono sul piatto la loro collocazione “baricentrica” (anche se non

si capisce se si riferiscono a Forlì o a Cesena) che risulterebbe più comoda per ogni romagnolo. E Rimini? A parte l’invidia di cotanta coesione fra forlivesi e cesenati, quando riminesi e riccionesi da che mondo è mondo non sono mai riusciti a battere un chiodo assieme, sulla costa, dove “siamo più avanti”, si parte dal web: provate a cliccare su Google e vediamo chi fra tutti raccoglie più notorietà! Con più fondamento, si osserva poi che certi problemi, a iniziare dall’ordine pubblico, non si capisce per quale motivo dovrebbero essere gestiti da città dove ce ne sono di meno. Ma la discussione è appena iniziata, né si sa quando, e come, finirà. Da noi siamo ancora al fioretto, mentre da molte altre parti si annunciano mazzate: fior di ricorsi alla corte costituzionale, e con qualche parvenza di fondatezza. Il governo dei tecnici, che in questa materia quanto a pressapochismo ha dato dei punti a molti esecutivi politici, fra poco se ne laverà le mani. Il meno che si possa dire del provincione romagnolo è che nasce male. Ma chissà, anche i figli non voluti, se si impara ad amarli, possono venir fuori dei gran bravi ragazzi.

REDAZIONE - Pubblicità Rimini, Via Bonsi, 45 Tel. 0541 - 780332 - 780544 Fax 0541 - 784170 redazione@chiamamicitta.net codice ISNN 1971 - 565X DIREZIONE - Direttore Responsabile Stefano Cicchetti Responsabile Privacy: Stefano Cicchetti Caporedattore: Claudio Costantini Segretaria di Redazione: Sara Sparaventi Redazione: Lorella Barlaam (cultura), Eva Micucci (spettacoli), Rita Bellentani (healthness) Coordinatore progetto “Zeinta di Borg”: Antonio Cuccolo. AMMINISTRAZIONE - Proprietà: Ondalibera Srl Cap. Soc. € 35.000,00 Amministratore Unico: Renato Ioli Amministratore Delegato: Ivano Panigalli Direzione generale e Commerciale: Luca Maria Ioli Responsabile amministrazione: Madelena Cerbara Grafica: Newdada Comunicazione Via delle Officine, 8 - Rimini Stampa: Galeati Industrie Grafiche Via Selice, 188/189 Imola (BO) Distribuzione: Agenzia Bianchi & Memoli. Aut. del Trib. di Rimini n. 19 del 13/8/1988 Sede Legale: Via Bonsi, 45.

QUALITÀ QUALITÀ

TECNOLOGIA TECNOLOGIA

IL 24 NOVEMBRE RIPRENDE ZEINTA DI BORG TV Il programma realizzato da CNA Commercio e Turismo che racconta il territorio e i suoi operatori economici. L’argomento principale sarà il radicamento delle imprese commerciali nel Centro Storico di Rimini. Ci sarà poi la finestra sui nuovi imprenditori, mentre lo storico dell’arte Alessandro Giovanardi illustrerà il Barocco a Rimini. Sabato 13.30 Sabato 16.00 Domenica 18.45 Domenica 19.00

Icaro TV Icaro TV Icaro TV VGA

Youtube alla pagina http://www.youtube.com/user/zeintadiborg oltre al BLOG http://zeintadiborg.blogspot.it/

VALORE VALORE

RAV4 RAV4 CONNECT CONNECT TUO DA 173,47 € AL MESE CON TASSO ZERO E TAEG 1,87% **. TUOMODELLO DA 173,47 € VERSIONE AL MESE CON LISTINO TASSO ZEROOFFERTA E TAEG 1,87% . SCONTO RAV4 CLASSIC RAV4 CROSSOVER RAV4 CROSSOVER RAV4 CROSSOVER RAV4 CROSSOVER

VERSIONE 2.2 DIESEL 150 CV 4x4 LOUNGE 2.2 DIESEL 150 CV

LOUNGE 2.24x4 DIESEL 150 CV LOUNGE 2.24x4 DIESEL 150 CV

LOUNGE 2.24x4 DIESEL 150 CV 4x4 STYLE 2.2 DIESEL 150 CV

CON CAMBIO AUTOMATICO

4x4 STYLE

CON CAMBIO AUTOMATICO

LISTINO

32.300 € 32.300 € 32.300 € 32.300 € 34.950 € 34.950 €

OFFERTA

25.900 € 25.900 € 25.900 € 25.900 € 28.200 € 28.200 €

SCONTO

6.400 € 6.400 € 6.400 € 6.400 € 6.750 € 6.750 €

CON NAVIGATORE, SISTEMA MULTIMEDIALE TOYOTA TOUCH&GO®, INTERNI IN PELLE E ALCANTARA® DI SERIE. CON NAVIGATORE, SISTEMA MULTIMEDIALE TOYOTA TOUCH&GO®, INTERNI IN PELLE E ALCANTARA® DI SERIE.

Ch. 91 Ch. 91 Ch. 91 Ch. 86

ZEINTA DI BORG TV è anche su Facebook alla pagina http://www.facebook.com/ zeintaDiBorg?ref=ts&fref=ts

FINO AL 30 NOVEMBRE FINO AL 30 NOVEMBRE

MODELLO RAV4 CLASSIC

3

OF SU V FERTE FETT INO E PRFERUTR S NT E COUNVEO IN PSRETGTUA RE N CON ONTA SEG A NA

ANNI DI GARANZIA ANNI DI GARANZIA

*Esempio di finanziamento per Rav4 Crossover 2.2 D-4D 4x4 Lounge € 25.900. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di € 5,25 +IVA) con il contributo della casa e dei concessionari Toyota. Offerta valida fino al 30 novembre 2012 in caso di ritiro dell’usato con l’obbligo di possesso di almeno 6 mesi. Anticipo € 11.900. 23 rate da € 173,47. TAN (fisso) 0%. TAEG 1,87%. Rata finale € 10.360. Durata del finanziamento 24 mesi. Spese € 350. € 3,50 per ogni rata. Imposta di bollochiavi € 14,62. Importo totale finanziato e totale da rimborsare 14.444,93 incasso rata e+IVA) imposta bollo). Protezione *Esempio di finanziamento perd’istruttoria Rav4 Crossover 2.2Spese D-4Dd’incasso 4x4 Lounge € 25.900. Prezzo promozionale in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori€Uso PFU ex (oltre DM n.spese 82/2011 di € 5,25 condi il contributo della Persona, copertura Incendio Furto e garanzie accessorie GAP e Kasko disponibili su richiesta. approvazione Toyota SECCI disponibile in Anticipo concessionaria. Offerta valida per i contratti entro il 30/11/2012. vetturaDurata indicativa. casa e deieconcessionari Toyota. Offerta valida fino al 30 novembre 2012 inSalvo caso di ritiro dell’usato con Financial l’obbligo Services. di possesso di almeno 6 mesi. € 11.900. 23 rate da € 173,47. TAN stipulati (fisso) 0%. TAEG 1,87%. RataImmagine finale € 10.360. del Valori massimi:24 consumo combinato 13,1 km/l, emissioni finanziamento mesi. Spese d’istruttoria € 350. Spese CO d’incasso € 3,50 per ogni rata. Imposta di bollo € 14,62. Importo totale finanziato e totale da rimborsare € 14.444,93 (oltre spese incasso rata e imposta di bollo). Protezione Persona, copertura 2 189 g/km. Incendio e Furto e garanzie accessorie GAP e Kasko disponibili su richiesta. Salvo approvazione Toyota Financial Services. SECCI disponibile in concessionaria. Offerta valida per i contratti stipulati entro il 30/11/2012. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 13,1 km/l, emissioni CO2 189 g/km.


sorrisi e cassoni

4

21 novembre > 4 dicembre 2012

E per Capodanno Riccione molla X Factor, mentre Rimini vuole soffiare a Sky l’altro format sbanca-audience: i cinque delle primarie di Lia Celi

L

a crisi, come la morte, bussa ai palazzi dei re e all’abituro del povero. Con diversi effetti, naturalmente, come dimostrano due notizie concomitanti registrate in settimana, una proveniente da un palazzo (se vogliamo chiamare così il Comune di Riccione), l’altra da un modesto appartamento di Rimini.

IL BIGLIETTO DELL’AMORE? DI SOLA ANDATA In entrambi i casi si trattava di invitare qualcuno in Riviera: i giudici di X Factor, la cui presenza era stata ventilata per il Capodanno riccionese, e una ragazza brasiliana, che un 30enne barese residente a Rimini aveva agganciato in rete per consumare una notte di fuoco a casa sua. Qualcosa è andato storto in entrambi i casi. Con tutta la stima che nutro per Riccione (e che ultimamente mi è costata qualche tirata d’orecchi) l’idea di accaparrarsi il quartetto più hot della tv per la notte più impegnativa

Disavventure in tempo di crisi: lui paga tutto, ma solo fino al raggiungimento dell’obiettivo

dell’anno mi sembrava un pelino ambizioso, specie in tempi di amministrazioni pubbliche a stecchetto. Che il sindaco Pironi avesse scoperto un giacimento di petrolio in viale Ceccarini? Una miniera di diamanti in zona Abissinia? No, contava su una generosa offerta dei privati, che a quanto pare hanno risposto con uno sguardo lugubre e vuoto che neanche i Frères Chaos. Intanto il sindaco Gnassi pare stia impegnandosi per portare a Rimini per la notte di San Silvestro l’altra squadra sbanca-au-

dience di Sky, i cinque candidati alle primarie del centrosinistra, ingaggiandoli prima che il successo televisivo gli dia alla testa e comincino a chiedere cachet stellari come Morgan o Simona Ventura. Ma veniamo all’altra notizia da crisi, quella del rimorchiatore barese-riminese. Che, dopo aver finanziato alla sua nuova amica il viaggio verso Rimini, e soddisfatta la libido, si è rifiutato di pagarle anche il viaggio di ritorno, com’era stato pattuito; capito che non si trattava di una larvata proposta di convivenza, la ragazza ha mollato l’amante taccagno, ma ha continuato a cazziarlo telefonicamente, tanto da spingerlo a chiedere aiuto alla polizia. L’uomo dei sogni di ogni fanciulla romantica, insomma. Va bene la crisi, ma un pulcioso biglietto di seconda classe è alla portata di tutti, specie dopo una scopata gratis. Poi la gente si chiede perché una ragazza diventa un’Olgettina: per 2500 euro al mese più i viaggi pagati, e mica su un Regionale Veloce. Attente signorine, a Rimini si tira la cinghia: prima di accettare inviti per il weekend da nostri concittadini conosciuti su Internet fatevi inviare un ticketless andata e ritorno. http://www.liaceli.com


21 novembre > 4 dicembre 2012

così è...se non vi piace

5

Ieri esodati, oggi studenti, domani…? di Nando Piccari

N

on posso certo essere sospettato di “scarsa ripulsa” verso Grillo, che regala alla politica-spettacolo il miasma maleodorante del fanatismo di una “cultura del disprezzo” che ha molto in comune con quanto l’Italia già conobbe agli albori del fascismo. Ciò non mi impedisce, però, una civile indignazione per come i media hanno “inzuppato il pane” nella vicenda di sua figlia, trovata in possesso di una modesta quantità di droga. Una porcata

QUEI FREGOLI DEL PAZ giornalistica, ancor più insopportabile per il sottinteso che la sorregge: “Se Grillo fosse il dimenticato ex comico di ieri, non ci saremmo certo curati di sua figlia. Ma oggi, che grazie alle nostre campagne di sostegno è padrone di un redditizio partito-azienda, la disavventura di quella ragazza frutta un po’ di copie e di audience in più; e lui questo ce lo deve”. È la stessa logica con cui l’esercitino dei grillo-dipendenti, arruolati da Casaleggio, si apposta sul web e cecchinaggia sparando nel mucchio, con un’arroganza che si fonda sul mito della “superiorità di sé”. Quando invece si tratta spesso della semplicioneria di chi, convinto che il mondo coincida con “la rete”, confonde

Ogni sabato va in scena uno spettacolino diverso, purché “antagonista” l’orecchiare con la cultura, il chiacchiericcio informatico con l’informazione, le relazioni umane con il “chatting”. Cosicché la violenza comportamentale del “grillino doc” genera, insieme alla ripulsa, anche un divertito compatimento. Lo stesso che ha suscitato l’ultima esibizione della Pre-

Offerte di Lavoro

miata Compagnia del Paz, che con la compiacenza di Carmen Lasorella ha tentato di scippare agli studenti riminesi la Giornata della Legalità. Si tratta di trasformisti alla Fregoli, cresciuti alla scuola (...occupata) di un caricaturale ex assessore di Rifondazione, capaci di assumere i più diversi travestimenti. Mentre i loro omologhi figli di papà bighellonano fra shopping e happy hour, loro provano per tutta la settimana lo spettacolo del sabato. A seconda di quale cavolata spari la Fornero, possono indifferentemente diventare esodati, cassintegrati, precari, disoccupati; o se arriva l’estate, “l’esercito degli stagionali”. Ogni tanto Pazzaglia li porta sotto il Comune a recitare da “cacerolazos”

che sbattono le pentole e fanno rabbrividire chi ricorda che quella fu la colonna sonora del golpe di Pinochet. Ciò nonostante, il ruolo che preferiscono è recitare da antifascisti, con la repellente spalla di Forza Nuova, i cui annunci - per lo più a vuoto - di calate dei suoi quattro gatti a Rimini, danno loro l’occasione di infamare l’Anpi, dove pure non manca chi li tratta coi guanti. O di inscenare pagliacciate come quella di maggio, con una decina di esagitati a fare ala ad un “carriolo amplificatore” che alternava techno music a un gallinaceo «siamo la Rimini bella che dice no al fascismo». Seguiti a debita distanza da alcuni di Sel e Rifondazione che avevano l’aria di pensare “ma guarda un po’ chi ci tocca prender su!” P.S. Le elezioni USA devono aver provocato un bella delusione a Davide Serra, il miliardario amichetto di Renzi che tiene i soldi alle Cayman perché così fan tutti. Lui che pochi giorni prima, in tv, s’era detto deluso da Obama e, alla domanda dell’Annunziata, s’è ben capito che rispondeva «non saprei chi votare», anziché “voto Romney”, solo per non danneggiare Renzi. Furbo come una volpe quel Serra! Anche se Renzi, che ama unire il futile al dilettevole, alla Leopolda l’ha invece annunciato sulle note di Attenti al lupo. Visto il piagnucolio in cui s’è profuso pure in quella sede per la presunta offesa di Bersani, e considerato che Renzi più che a Palazzo Chigi fa pensare allo Zecchino d’oro, non potevano intonargli Ma il coccodrillo come fa...?

Parrucchiere/a. Per salone di Cattolica siamo alla ricerca di un/a parrucchiere/a con esperienza nella mansione da inserire all’interno dello staff. Il candidato ideale è persona autonoma nello svolgimento dei servizi tecnici/stilistici e nel taglio, con buone doti comunicative e relazionali. (rif. 668)

Impiegato/a commerciale marketing. Per azienda artigiana del settore metalmeccanico di Rimini siamo alla ricerca di un impiegato/a junior con competenze in ambito web. La figura inserita si dovrà occupare della promozione e commercializzazione dei prodotti e della gestione delle richieste dei clienti. Il candidato ideale ha passione e curiosità per il mondo Internet e un percorso di studi in linea con un profilo di Web Marketing (o paritetico); sarà inserito inizialmente con un tirocinio professionalizzante. (rif. 664) Impiegato sistema qualità settore elettrico. Per azienda del settore impiantistico di Bellaria / Santarcangelo siamo alla ricerca di un impiegato sistema qualità. La figura opererà all’interno dell’ufficio sistema qualità e supporterà l’ufficio acquisti. Il candidato ideale ha preferibilmente già esperienza all’interno di un’azienda del settore elettrico/elettronico o un diploma / laurea in linea. (rif. 666) Agente di commercio. Per azienda di Rimini che opera nel settore degli antifurti / sicurezza privata  siamo alla ricerca di un agente di commercio titolare della propria Partita Iva. Inserito all’interno dell’organico si occuperà della gestione e dell’ampliamento di un portafoglio clienti già esistente operando prevalentemente nelle zone di Forlì/Cesena, Ravenna e Marche. Il candidato ideale ha preferibilmente già esperienza in questo settore. (rif. 667)

Contabile esperto/a. Per azienda impiantistica della zona sud della provincia di Rimini siamo alla ricerca di un contabile con esperienza. Il candidato ha una buona esperienza (almeno 3 anni) nell’elaborazione di operazioni di tipo amministrativo e deve esser competente nella redazione del bilancio d’esercizio. Dato il profilo richiesto il candidato ideale è una persona esperta ed allo stesso tempo ambiziosa, in grado di coordinare e gestire i giovani colleghi dell’ufficio amministrativo e sarà impiegato con un orario full time. (rif. 670) Apprendista operaio/a metalmeccanico. Per azienda metalmeccanica della zona di Villa Verucchio / Poggio Berni siamo alla ricerca di un/a apprendista operaio/a. La figura inserita opererà su macchine utensili a controllo numerico (tornio,fresa…) seguendo la produzione e intervenendo in caso di necessità; in fase iniziale è previsto un periodo di affiancamento. Il candidato ideale è persona con una buona manualità e domiciliato in zona. (rif. 672) Agente venditore di siti internet. Per azienda di Rimini del settore informatico siamo alla ricerca di una figura commerciale che si occupi della vendita di siti web. Inserito all’interno dell’organico dovrà occuparsi del primo contatto e della visita ai clienti. Il candidato ideale ha una buona predisposizione ai rapporti interpersonali. L’azienda fornirà formazione completa, rimborsi spese (su base chilometrica e autostrada) e provvigioni interessanti. La zona di lavoro è circoscritta nell’area di Rimini e province limitrofe. (rif. 671)

Le ricerche sono rivolte a uomini e donne (L. 903/77). I dati saranno trattati e conservati esclusivamente per finalità di selezioni presenti e future, garantendo i diritti ai sensi del Dlgs.196/03. (Informativa Privacy sul sito www.buonlavoro.biz)

Contattaci per candidarti o per conoscere altre opportunità di lavoro. Buon Lavoro esaminerà il tuo curriculum e lo inoltrerà alle Imprese associate a CNA, interessate a conoscere profili analoghi.

P.le Tosi, 4 Rimini - Tel 0541/760235 - Fax 0541/760297 info@buonlavoro.biz - www.buonlavoro.biz


s/punto di vista

6

21 novembre > 4 dicembre 2012

E intanto si cambia la legge elettorale con lo scopo dichiarato di non far vincere nessuno, ma soprattutto Grillo di Giampaolo Proni

H

o assistito al dibattito del 12 novembre su Sky TG24 tra i candidati alle primarie del PD. Sicuramente un prodotto valido: finalmente un dibattito senza urli, con tempo uguale per tutti, domande sul programma, tempi brevi da TV

vince corre per la Presidenza, e se prevale alle elezioni forma un governo e ha tutti i mezzi per attuare il suo programma. In Italia non è così. A pochi mesi dal voto, in barba alle regole del Consiglio d’Europa, stiamo per cambiare la legge elettorale, che

ALTRO CHE AMERICA moderna e non i salotti alla Vespa o le piazze di Santoro. Il giorno dopo Repubblica si sperticava di elogi, come se si fosse aperta una nuova era per la politica italiana. Concita De Gregorio cinguettava: “Che bello spettacolo, la politica che parla delle cose, i candidati che non si insultano, nessuno che grida, qualcuno che si alza dal pubblico e fa domande vere, dirette”. Bersani addirittura dichiara: “In tv la prova che possiamo governare”. Ahimé, tutto bello e molto americano, peccato che fosse tutto totalmente falso. Perché non siamo negli USA, siamo in Italia. Negli USA il candidato alle primarie che

Benissimo le primarie, ma non basta un dibattito in tv per dimostrare di poter governare non sarà fatta per far decidere noi elettori ma per fermare Grillo, soprattutto. Casini è stato chiaro: “Se non ci mettiamo d’accordo saremo spazzati via”. Perché, con l’attuale legge elettorale, il primo partito (non coa-

lizione) prende la maggioranza alla Camera. E loro sanno che può essere il 5 Stelle. Quindi devono fare una legge che costringa a formare coalizioni, cosa che Grillo non farà, vale a dire che il prossimo governo sarà del PD con Casini. Alla faccia dei candidati americani. Ma ovviamente a quel punto tutti i programmi degli ‘americani’ saltano. Via il matrimonio gay o niente cattolici, sbarramento della Confindustria a Vendola, e via così. Addirittura, potremmo ritrovarci Monti, se non sarà Presidente della Repubblica. O un altro tecnico, perché il PIL calerà ancora,

nel 2013, e ci saranno ancora tasse e tagli, perché il paese cade letteralmente a pezzi. La polizia si scontra già con gli operai. In Grecia e in Spagna siamo a un passo dalla rivolta popolare. In questo frangente, in ogni caso, la scelta delle primarie ha veramente portato un po’ di democrazia, e il PD si merita la pubblicità che si sta facendo. I suoi candidati, però, hanno il dovere di dire più verità, molta di più. E devono prepararsi, se governeranno, a una situazione di emergenza che richiede la rifondazione del paese. Altro che America.

con il patrocinio di

organizzato da:

Ministero dello Sviluppo Economico

tel 0541 439573 • www.blunautilus.it

rif. chiamamicittà

www.expoelettronica.it

• Elettronica • Informatica • Hobbistica • DVD e Games • Telefonia fissa e mobile • Hardware e software • Radiantismo • Ricezione satellitare • Materiali di consumo

1-2 DICEMBRE 2012

Mercatino dell’usato Dischi e cd usati e da collezione

FIERA DI FORLI Ore 9-18

Video Games Laser Games Softair Evolution Modellismo Train Simulator Flight Simulator vieni a conoscere linux folug / www.folug.org


21 novembre > 4 dicembre 2012

CULTURA

Uscirà in dicembre l’ultimo libro di Giuseppe Chicchi per Capitani Editore

Per uscire dalla crisi smettiamo di ubriacarci di melata

«I

di Lorella Barlaam

l mio vero nome é Duemilionitrecentosettantaduemilaquattrocentocinquantadue perché noi formiche ci chiamiamo con un numero progressivo. In questo racconto, per comodità, mi denominerò Venti, tanto la vera formica numero venti è morta da un pezzo.» Così, nell’incipit di “Formiche. Noti i colpevoli, ma nessuno fu innocente” si presenta la protagonista, “storica della Memoria” alla ricerca della verità sulle vicende del suo formica-

«Un esempio di “feticismo delle merci”, ma anche un apologo apertamente riferito alla crisi dei mutui subprime e alle colpe del sistema finanziario. Però, come recita il sottotitolo, nessuno fu innocente perché se le banche hanno potuto speculare fu anche perché le formiche si fecero sedurre dalla dolce melata nell’illusione di una facile emancipazione sociale.» Nel 2011 con “La Formazione. Il lungo viaggio nella politica” avevi dato alle stampe una riflessione ‘rapsodi-

che guida la rivolta), che “le banche hanno bisogno di noi per guadagnare”. Il linguaggio del racconto mi è stato utile per indagare con maggiore libertà i caratteri e i comportamenti individuali e collettivi. Il racconto, per sua natura, assume il rischio di indagare la parte “profonda” degli individui, non dice e non cerca la verità, si accontenta del verosimile. Grazie a questa scelta la storia della rivolta contro le banche del formicaio, qua e là, riesce anche a strappare qualche sorriso.» Da dove, l’ispirazione? «L’idea del racconto nasce dall’osservazione delle formiche sulla terrazza di casa mia. Ho sempre amato le formiche, pur talvolta combattendole, per la loro attitudine al lavoro collettivo. Ho pensato che il loro vivere sociale potesse ben rispecchiare quello degli umani. D’altra parte, da Fedro a Orwell, gli animali ci aiutano a capire i nostri difetti. E direi che il racconto contiene due messaggi. Il primo riguarda il collettivo e indica nella democrazia e nelle sue istituzioni lo strumento per la crescita civile. Il secondo riguarda gli Giuseppe Chicchi individui e indaga il percorso che separa l’obbedienza passiva al senso comuca’ sui percorsi e incontri di una vita. Stavolta ne della tradizione, dalla piena responsabilità racconti un apologo. La narrazione è modalità dell’individuo. E’ un modo per dire che, nella più “persuasiva” e magistra della saggistica? modernità, la lotta di classe da sola non basta.» «Di certo la crisi finanziaria in corso meritereb- Quanto c’è di Rimini nel tuo formicaio? «La mia be assai più di un apologo, se non altro perché città, Rimini, sta sullo sfondo. Come il formicaci ha fatto finalmente capire che la nostra libertà io, alla fine dei conti, è un laboratorio dove effiè inversamente proporzionale ai nostri debiti», mero e strutturale si misurano in ogni decisione riflette Chicchi. «Le formiche si ribellano perché pubblica e privata. In una fase di risorse scarse hanno capito, come dice Tre (la formica barbuta dovremmo evitare di ubriacarci di melata.»

“Formiche. Noti i colpevoli, ma nessuno fu innocente” racconta un formicaio che potrebbe essere Rimini

io. In uscita a metà dicembre per l’editore Capitani, il nuovo libro di Giuseppe Chicchi, Sindaco di Rimini negli anni Novanta per due legislature e Deputato nella XV legislatura, racconta «una storia che ha come protagoniste le abitanti di un formicaio, che si sono indebitate con le banche per acquistare afidi da cui spremere melata, un dolce latte che ha sostituito nel formicaio l’antica attitudine alla raccolta» ci anticipa l’autore.

Santarcangelo •12 •13 •14

Da novembre comincia l’Anno Solare Tra un Festival e l’altro “far crescere, nella città e nel territorio, una cultura teatrale che metta al centro la ricerca e la creazione artistica” è l’impegno di Anno Solare, il programma che accompagna le tre edizioni del Festival Internazionale del Teatro in Piazza di Santarcangelo. Così ripartono, da novembre a giugno, È primavera!, residenze artistiche e di creazione al Lavatoio, accompagnate da degustazioni enogastronomiche, Compagnia di giro, in cui sono gli spettatori a muoversi da una “piazza” teatrale all’altra e la Non-scuola del Teatro delle Albe, mentre si pro-

gettano nuove iniziative. Quattro gli spettacoli per la Compagnia di giro, con l’organizzazione di un pullman dal parcheggio Francolini di Santarcangelo verso i teatri del territorio. Si parte il 30 novembre, quando al Teatro Rasi di Ravenna debutterà Pantani, la nuova produzione del Teatro delle Albe (il costo del biglietto comprensivo del viaggio è di 15 euro, 50 euro l’abbonamento a tutto il ciclo), mentre E’ primavera esordisce il 21 novembre con Topo degli Aidoru (ingresso gratuito). La Non-scuola coinvolgerà gli studenti della Scuola Media “Teresa Franchini” in un gio-

co nel territoTopo degli Aidoru rio del teatro, e per condividere le linee curatoriali del Festival prossimo venturo basterà cliccare su santarcangelofestival.wordpress.com, che raccoglie i testi - originali o appositamente tradotti in italiano dai principali contributi alla teoria e alla critica delle arti - che stanno affiancando il lavoro del direttore artistico, Silvia Bottiroli, e del condirettore Rodolfo Sacchettini. Info e programma completo su: www.santarcangelofestival.com tel. 0541 626185 dal lunedì al venerdì.

Teatri Moderno di Savignano, Titano e Nuovo di San Marino, CorTe Coriano

...chi è di scena?/2 Continua il nostro viaggio di cartellone teatrale in cartellone teatrale. Il Teatro Moderno di Savignano al Rubicone intitola “Piume” il programma 2012/2013, che all’insegna del “pensiero positivo” inaugura la stagione col Dario Vergassola di Sparla con me il 7 dicembre, per proseguire con La locandiera di Carlo Goldoni, con Jurij Ferrini il 21, e proseguire nell’anno nuovo con Giobbe Covatta, l’omaggio a Giorgio Gaber di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda degli Oblivion, Sposami! di e con Alessandra Casali e Sketch and Soda con Lillo & Greg. Info tel. 0541 943960 - www. teatromoderno.org. A San Marino, invece, una stagione per due teatri, tra prosa e “Racconti in musica”: il 30 novembre al Titano andrà in scena Dignità Autonome di Prostituzione, uno spettacolo di Luciano Melchionna e Betta Cianchini, per proseguire con A piedi nudi nel parco di Neil Simon il 10 dicembre al Teatro Nuovo. Appuntamento a gennaio 2013 con Luca Barbareschi e Il discorso del re e i Kataklò con Puzzle, mentre in febbraio al concerto di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Musica nuda seguirà Il fu Mattia Pascal di Tato Russo. Marzo apre con Il Piccolo Principe da Saint Exupery con Fabrizio Gifuni e Isabella Ragonese, e prosegue con The sacred concert di Duke Ellington, con Simone La Maida e Off Course Big Band. Da non perdere, 120 chili di Jazz, di e con Cesar Brie, il 27 marzo. Sipario il 9 aprile con Italy, dall’omonimo poema di Giovanni Pascoli. In scena, Gianmaria Testa e Giuseppe Battiston. Info e programma completo su: www.sanmarinoteatro.sm - tel. 0549 882452. Il dicembre del Teatro CorTe di Coriano vede invece protagonisti l’attrice e imitatrice Gabriella Germani con Basta con le solite facce (1 dic.), Michele Cafaggi con L’omino della pioggia il 7, e il 21 il concerto degli EQU, con Un altro me tour. Gifuni-Ragonese Info: tel 0541 658667 - www.fratelliditaglia.com.

Agenda 22 novembre RIMINI. “Libri da queste parti”. Rassegna di incontri con l’autore. 22 nov. Emanuele Mussoni Villa des VergersRuspoli e il giardino di Pietro Porcinai (Medusa, 2011), Sala del Giudizio, Museo della città. Presso le Sale Antiche della Gambalunga: 29 nov. Fabio Tomasetti Cambiare Rimini. De Carlo e il Piano del Nuovo Centro (1965-1975) (Maggioli, 2012); 6 dicembre Viaggio alla fine del mondo e ritorno (Raffaelli, 2011) di Pier Paolo Benedetti, 7 dic. L’arte fuori di sé. Un manifesto per l’età post-tecnologica (Feltrinelli, 2011) di Andrea Balzola e Paolo Rosa, 13 dic. Marino Biondi Renato Serra. La critica, la vita (Ed. di storia e letteratura, 2012). Tutti gli incontri ore 17.30, ingresso libero. Info: tel. 0541 704486 www.bibliotecagambalunga.it 22 novembre CORIANO. “Letture a km 0”. Presentazione del libro “Cartografie di una vita da un baule di cartacce”, di Rodolfo Francesconi (ed. Raffaelli). Sala Isotta di Corte, ore 21. Info: tel. 0541 657113 www.comune.coriano.rn.it RIMINI. Inaugurazione “51° mostra di Ceramica”, a cura della Fondazione ENAIP S. Zavatta. Palazzo del Podestà, P.zza Cavour. Ore 17.30. La mostra resterà aperta fino al 2 dicembre. 24 novembre RIMINI. Biblioterapia 2012. Lo psicanalista Romano Madera converserà su “Il labirinto del riconoscimento a partire dal libro rosso di Carl Gustav Jung”. Sala del Giudizio, Museo della Città. Ore 17. Info: tel. 0541 704486 www.bibliotecagambalunga.it 27 novembre RIMINI. “Io sono uno. Ricordando Luigi Tenco”, con Andrea Amati e Federico Mecozzi. Teatro degli Atti. Ore 21. Info: tel. 0541 793811 www.teatroermetenovelli.it 28 novembre RIMINI. “DUE PASSI SONO” con Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi, spettacolo vincitore Premio Scenario per Ustica 2011 e Inbox 2012. Teatro degli Atti, ore 21. Info: tel. 0541 793811 www.teatroermetenovelli.it 30 novembre MISANO. “I Comandamenti. Parola di Dio o parola dell’uomo?”. Umberto Curi e Khaled Fouad Allam: «Come ripensare i comandamenti oggi». Teatro Astra, via d’Annunzio 20. Ore 21. Info: 0541 618484 - www.misano.org 1 dicembre RIMINI. Biblioterapia 2012. Il poeta e scrittore Valerio Magrelli racconta “Paul Valèry. Vedersi vedersi”. Sala del Giudizio, Museo della Città. Ore 17. Info: tel. 0541 704486 www.bibliotecagambalunga.it RIMINI. “Ultimo round”, di e con Maria Costantini. musica Vincenzo Vasi, regia Gian Maria Tosatti. Teatro degli Atti, ore 21. Info: Info: tel. 0541 793811 www.teatroermetenovelli.it 2 dicembre RIMINI. “OBLIVION SHOW 2.0: IL SUSSIDIARIO”, con gli Oblivion e la regia di Gioele Dix. Teatro Novelli. Ore 21. Info: tel. 0541 793811 www.teatroermetenovelli.it

7


commerciale@ondalibera.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

Micól, commessa residente a Cattolica

Inverno senza pensieri. A scaldarvi ci pensa SGR. Inverno senza pensieri è la nuova tariffa gas proposta da SGR per chi vuole dimenticarsi dei problemidi assistenza della caldaia e avere in un’unica e semplice bolletta il servizio di fornitura gas e la manutenzione dell’impianto.

clienti@sgrservizi.it sgrservizi.it

La mia energia. Locale, leale, sociale.

CoMoDo_www.comodosociale.it - ph: Chico De Luigi

8


21 novembre > 4 dicembre 2012

Intervista a Capossela, live sabato 1 dicembre al Velvet di Rimini

Ribelle e fiero: Vinicio il “rebeta” di Marta Ileana Tomasicchio

I

l suo nuovo frutto musicale era sbocciato questa estate. Con “Rebetiko Gymnastas”, ha voluto confermare ancora una volta di essere un “Rebeta”: lui stesso spiega che il termine “viene dal turco “rebet”, ribelle, colui che meno si tira indietro quando le città vanno a fuoco. Il rebetiko è musica nata da una catastrofe, da una grande crisi e da una colossale migrazione. Da allora ha sempre avuto un contenuto eversivo, ha portato in sé il cromosoma della ribellione, della rivolta individuale”. Ogni lavoro di Vinicio

e concetti e idee in questa conversazione. Cosa scatena in te questa ricerca profonda nelle origini e culture anche di altre realtà, apparentemente lontane? “Ho registrato questo disco per amore di questa musica, che non è solo una musica, ma anche un modo di prendere la vita, che mette al centro l’individualità, i valori del comportamento, il senso della dignità e dell’appartenenza. La fierezza anche nella difficoltà, nella capacità di attraversare il dolore e non tenerlo a parte dalla vita. Quello che sta succedendo

“Chi siamo quando ci si toglie quello che abbiamo: i Rebeti sapevano sempre chi erano” Capossela non può che essere una sorpresa, spesso anche una corsa affannosa per documentarsi sul nuovo contenuto. E’ impressionante quanto sia ‘popolare’, pur di fronte a tanta minuziosità nella ricerca. Questo è il suo bello. Non tante ore fa, chiacchieravo con una ragazza che esclamava “Ah Vinicio!”: la parte romantica di Vinicio. Mentre io intercetto la sua parte ferocemente dotta. Di fronte ad un tale enorme ‘ruminante’ culturale, una intervista è ostica. Le esigenze di approfondimento non si esauriscono in poco tempo e spazio. Ne faccio di necessità virtù e se ne riportano note

in Grecia e in Europa tocca questi valori, perché la crisi non è solo economica, ma di identità. Chi siamo quando ci si toglie quello che abbiamo. I Rebeti sapevano sempre chi erano. Non dipendeva da quello che consumavano. E questa è una cosa importante per tutti.” La musica è quindi anche divulgazione oltre che parte di te. “Il rebetiko non ti vuole rendere migliore, ma solo te stesso. Ha una carica eversiva, si ribella a tutto quello che finisce per occultarci a noi stessi. A questo scopo ognuno sceglie il rebetiko che vuole, questo è il mio. Sono esercizi

Mercoledì 21 Power garage dalla Francia - sul palco del Sidro arrivano i Magnetix

Altro giro altro BSide - al Velvet il live del one man show Lewis Floyd Henry, apre Enrico Gardini Vinicio Capossela

di pratica applicate a canzoni che amo, anche se non appartengono specificamente a quella tradizione. Il mediterraneo, che è il mare dei mostri, del mito, delle migrazioni è da sempre una cassa di risonanza per questi lamenti. In Grecia nave e cassa armonica si chiamano “skafo”, la stessa parola. La musica è come un “mezzo di trasporto.” Con degli “skafi” ma anche la chitarra di Alessandro “Asso” Stefana e in contrabbasso di Glauco Zuppiroli, verrai in concerto a Rimini. Dove ci traghetterai quella sera? “Sarà un concerto di canzoni che attingono da un repertorio vario, brani dei miei primi dischi, canzoni di anarchici, canzoni in rebetiko originale cantate da Manolis Pappos e Vassili Massalas. Una musica che non ha paura né della gioia, né del dolore”.

Un weekend di pop la musica live è al Palafiera di Forlì per il concerto di Biagio Antonacci che torna in Romagna per “Biagio Live” in cui propone i suoi successi del passato mixati alle hit dell’ultimo album “Sapessi dire no”, disco rimasto per dodici settimane ai primi posti delle classifiche di vendita. Il weekend di concerti si chiude domenica 25 al Palafiera di Pesaro con un appuntamento dedicato ad un pubblico più giovane: sul palco sale l’idolo dei teenager Emma Marrone. La giovane cantante fiorentina dopo il successo ottenuto in tv e quello al Festival di Sanremo sta

Agenda

Venerdì 23 Notte afro all’Ecu - per il Mecca remember aprono gli O.P.S. poi dj set di Berto e Accio

Il 23, 24 e 25 con Pooh, Biagio ed Emma Weekend all’insegna del pop in arrivo con tre concerti a Rimini, Forlì e Pesaro che vedono protagonisti tre grandi artisti del panorama nazionale. Si parte venerdì 23 al 105 Stadium dove tornano i Pooh in una tappa del loro “Opera seconda tour”. Sul palco del palazzo riminese Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian saranno affiancati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno che contribuirà a dare un gusto ancora più intenso ai grandi successi di questo gruppo senza età. La sera successiva l’appuntamento con

SPETTACOLI

proseguendo alla grande la sua carriera e a Pesaro proporrà i brandi dell’ultimo “Sarò libera”.

Quintorigo Experience - al Teatro Corte di Coriano presentazione del nuovo progetto della band dedicato a Jimi Hendrix Sabato 24 Al Rio Grande è sempre tempo di Bradipop - si comincia con il concerto dei Piano B poi pop, rock e afro Martedì 27 “Io sono uno”- al teatro degli Atti Andrea Amati e Federico Mecozzi ricordano Tenco Venerdì 30 Al Road House un omaggio a Mina - i Viale Mazzini dedicano un tributo alla cantante cremonese Il Satellite di nuovo in orbita al Life notte a tutto rock con Capoz, Fox e Lupo Una Vita Inn Jazz - al Teatro del Mare di Riccione esibizione e consegna del premio alla carriera al pianista Enrico Intra Sabato 1 Il Makima è Narciso.. a Portoverde cena e dj set by Hakuna Matata Staff a cura di Matteo Ortalli

Emma in concerto il 25 a Pesaro

di Paolo Bronzetti

“Dracula 3D”

“Il sospetto” di Dario Argento con Rutger Hauer,  Asia Argento, Thomas Kretschmann, Marta Gastini, Morgane Slemp 

In Transylvania, nella zona dei Carpazi, arriva il giovane bibliotecario Jonathan Harker chiamato dal conte Dracula. L’uomo scopre subito di essere finito in un castello sinistro e pericoloso. Dario Argento con un occhio al mercato internazionale porta il 3D nell’horror italiano, le atmosfere di “profondo rosso” o “quattro mosche di velluto grigio” sono ormai un pallido ricordo. Banale.

di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen,  Alexandra Rapapor,  Thomas Bo Larse,  Anne Louise Hassing

Lucas è un maestro d’asilo in un piccolo paese della Danimarca. La bambina del suo miglior amico racconta una bugia, Lucas diventa una vittima. Vinterberg che abbiamo conosciuto con il crudele “Festen” nel 1998 è un abile regista e mantiene un livello qualitativo alto anche in questa quinta pellicola passata a Cannes. In questa caccia alle streghe in nome dell’intolleranza il film appassiona raccontando una perdita dell’innocenza. Prezioso.

Lunedì 26 novembre 2012 dalle ore 15.00, presso la Sala Il Lavatoio di Santarcangelo di Romagna, si svolgerà l’incontro di presentazione degli esiti raggiunti nella provincia di Rimini dal progetto I giovani centrano il lavoro: risultati e prospettive, realizzato sui territori provinciali di Rimini e di Forlì-Cesena dal dicembre 2011 al

dicembre 2012 con fulcro nei Centri di Aggregazione Giovanile. Il progetto rappresenta un innovativo percorso di sostegno all’avvicinamento al lavoro di ragazze e ragazzi a bassa scolarità e per questo è particolarmente importante informare il territorio dei risultati raggiunti. Tutti gli interessati ad approfondire l’argomento sono inviatati a partecipare. L’ufficio resta disposizione per ogni ulteriore informazione (tel. 0541 363981).

9


10

commerciale@ondalibera.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

In campo dal 1985 su tutto il territorio nazionale

Quando Costruire è innovazione

Informazione pubblicitaria

C.A.R. Il Consorzio Artigiani Romagnolo di Rimini

Il Consorzio Artigiani Romagnolo nasce nel 1985 grazie all’iniziativa degli artigiani edili ed impiantisti della Provincia di Rimini. Ad oggi opera attivamente su tutto il territorio nazionale offrendo un’ampia serie di servizi integrati per il mondo delle costruzioni, grazie all’esperienza acquisita negli anni e all’ambizione di svolgere ai più elevati livelli professionali i propri servizi. Il Consorzio, in costante crescita, si è dotato al proprio interno degli strumenti e delle figure professionali necessarie per operare in maniera efficiente ed efficace nell’ambito della gestione degli appalti pubblici e privati, incentivare la ricerca industriale e l’innovazione per il settore dell’edilizia in un’ottica di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale per le nuove costruzioni, per le ristrutturazioni e per il recupero del patrimonio edilizio. Il consorzio vuole rappresentare una struttura fortemente radicata sul proprio territorio, essere fonte di rinnovamento culturale e tecnologico, interprete di riferimento per i propri interlocutori, offrendo servizi di qualità e guidare con passione i propri associati per renderli partner della rivalutazione e riqualificazione del patrimonio immobiliare e del territorio, promuovendo soluzioni nelle quali gli obbiettivi primari restano: • Soddisfazione del Cliente • Rispetto dell’ambiente • Risparmio energetico • Crescita della professionalità e del valore etico I campi d’interesse del Consorzio riguardano tutto il processo edilizio ed i relativi

settori, seguendo la pianificazione dell’intervento, i vari soggetti di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione di nuove costruzioni (sia del settore residenziale sia dell’edilizia specialistica) e del patrimonio edilizio esistente (dal recupero, al restauro e alla manutenzione dei beni culturali). Se si pensa che gli edifici nel loro complesso sono responsabili

ad oggi del 40 % del consumo globale di energia nell’Unione Europea, si capisce l’importanza di realizzare soluzioni a ridotto consumo energetico e a basso impatto ambientale, attraverso lo sfruttamento e l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, che costituiscono gli strumenti fondamentali e necessari per ridurre la dipendenza energetica, le emissioni di gas, ed il consumo idrico. Si apre di fatto un nuovo scenario sulla modalità del costruire in un mercato dell’edili-zia in evoluzione e sempre più attento alla sostenibilità ambientale, at-

Efficienza e Qualità traverso le nuo-ve tecnologie costruttive ed impiantistiche trainate dalle Fonti Energetiche Rinnovabili (FER). La filosofia che ha sempre contraddistinto il Consorzio Artigiani Romagnolo è basata sulla consapevolezza che non bastano comunque solo grandi competenze nell’ambito tecnologico costruttivo, conoscenza e rispetto delle leggi, ma anche la pas-sione nel far bene e nel perseguire la qualità dell’opera. Per questo da sempre il Consorzio da voce alle proprie imprese, con scambio di informazioni ed esperienze che ampliano il Know how già acquisito, mantiene rapporti di collaborazione con società di ingegneria e con i proget-

tisti, si confronta con i propri committenti, fornisce assistenza legale e attività tecnico - commerciali alle proprie imprese. Il Consorzio Artigiani Romagnolo inoltre è in grado di assicurare prestazioni altamente qualificate per lo svolgimento dell’intero pacchetto di service manutentivo, ordinario e straordinario (GLOBAL SERVICE), garantendo al committente il rapporto con un unico interlocutore, una riduzione dei tempi di risposta oltre ad un abbattimento dei costi di gestione. L’offerta del Consorzio è rivolta ad una clientela sia pubblica (enti, am-ministrazioni, ecc.) che privata (amministratori, società di gestione e singoli cittadini), che abbiano in gestione o di proprietà immobili di qualsiasi natura e tipologia.

CAR Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. via Caduti di Marzabotto, 47 - Rimini Tel. 0541 793195 - Fax 0541 795955 - www.carrimini.it


21 novembre > 4 dicembre 2012

Distribuito gratuitamente

via Bonsi, 45 _ 47921 Rimini _ tel 0541.780332

CHIAMAMI VALMARECCHIA

www.chiamamicitta.net - redazione@chiamamicitta.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

11

Anno XXIII n. 699

E intanto Sogliano vuole allargare il polo di Ginestreto, l’associazione Liberaluso non ci sta

RIFIUTI, VALMARECCHIA VIRTUOSA di Daniela Succi

M

eno rifiuti, più differenziata. La Valmarecchia, con Santarcangelo in prima fila a eccellere, ha raccolto la sfida del riciclo. Dalla Provincia sottolineano i “risultati confortanti” relativi al potenziamento della raccolta del differenziato nei 7 nuovi Comuni della Valmarecchia, i quali hanno fatto registrare nel corso del 2011 consistenti incrementi di rifiuti differenziati raccolti, portando i loro dati vicini alla media provinciale. A detta dell’assessore Sabba, se la materia recuperata diventa una risorsa e una ricchezza per l’ambiente e per le comunità che ci vivono, questo lo si deve anche ai notevoli investimenti fatti in termini di impianti. Per quanto riguarda la raccolta del differenziato, i comuni della Valmarecchia nel loro insieme si giocano la paletta d’oro con Coriano e Morcia-

no, lasciando indietro tutti gli altri Comuni provinciali. Da parte sua Santarcangelo si trova in prima fila, con Misano e Coriano, ma anche per la raccolta dei rifiuti in generale: e qui viene da domandarsi come mai Santarcangelo produca in percentuale più rifiuti di Rimini. A voler guardare bene, comuni ricicloni a parte, ci sono infatti notevoli differenze di produzione

434, San Leo 524, mentre Novafeltria arriva a 527 e Verucchio a 536. Salendo ancora, ci sono Talamello con 561, Poggio Berni con 632, Torriana 648, fino al record santarcangiolese di 873 chili procapite. Proprio mentre escono i dati provinciali sui rifiuti, Sogliano Ambiente svela le sue carte e annun-

Bene la differenziata, ma Santarcangelo ne produce pro capite più di Rimini rifiuti procapite. Se Casteldelci nel 2011 produce 345 kg a persona e Maiolo sale appena a 355, Pennabilli ne denuncia 428, Sant’Agata Feltria

Sabrina Fabbri (CNA Novafeltria) : “Abbassare le tasse, semplificare la burocrazia e combattere il nero”

Dopo la neve si fa fatica a rialzarsi Se questo è un periodo difficile per tutto rative di garanzia per cercare, dove possibiil tessuto economico e sociale, per tutte le le, di affiancare le imprese nell’accesso al categorie del lavoro e i settori di impiego, credito e abbiamo stipulato con le banche ancor più pesante e difficoltosa è la gestio- del territorio un accordo per alcune voci di ne e la sopravvivenza di un territorio che conto, in modo da intervenire, dove possibisubisce anche danni derivanti da calamità le, su un risparmio nel tasso di interesse. Ci naturali. L’alta Valmarecchia è in forte dif- stiamo adoperando per analisi capillari dei ficoltà, oramai ad un anno di distanza dal costi aziendali delle nostre imprese assonevone che ha ulteriormente peggiorato ed ciate, in modo da sfruttare al meglio risorse influenzato l’andamento delle attività del interne alle singole realtà economiche”. territorio, fatica a rialzarsi. Sabrina Fabbri Come si presentano le aziende oggi, quali referente di CNA di Novafeltria, confron- sono le maggiori difficoltà? tandosi tutti i giorni con i piccoli impren- “Rispetto ad un anno addietro, la situazioditori e i cittadini, sente bene il polso di ne è peggiorata: gli incassi sono diminuiti e slitta la programquesta situazione. mazione del lavoro. A quasi un anno Nessun aiuto pubblico L’unica certezza sono dall’emergenza-neve, le imposte da pagache aiuti sono arrivaper artigianato re!”. ti? e commercio Nascono nuove idee “Mentre il settore da parte delle imprese agricolo usufruisce comunque di contributi per le calamità na- o si è solo vittime degli eventi? Esiste l’inturali, lo stesso principio non è valido per novazione? i settori dell’artigianato e del commercio, “I giovani, penalizzati da un mercato che per i quali non è stato riconosciuto nulla. non assume, si propongono nell’aprire nuoQuesto naturalmente ha creato forti diffi- ve attività, e questa è innovazione. Il comcoltà per molte imprese e pubblici esercizi, pito dell’associazione è orientarli nel modo pensiamo solo al danno causato dall’inevi- giusto, con studi di fattibilità e analisi del tabile blocco del lavoro da febbraio a marzo mercato”. scorso, alcune aziende da quella data non Quale consiglio si sente di dare alle amministrazioni e alle imprese? sono più riuscite a ripartire”. In che modo CNA aiuta le aziende in dif- “Diminuirei i costi di gestione a carico delle imprese, ad esempio rifiuti, pubblicità, ficoltà? “In questo momento di difficoltà CNA è da suolo pubblico. Alleggerirei la troppa butramite con le banche per garanzie nell’ero- rocrazia che pesa sulle aziende con delle gazione di finanziamenti e anticipi a breve. politiche di semplificazione e aumenterei i B.P. Siamo sempre presenti con le nostre coope- controlli sul lavoro nero”.

cia di stare per diventare un’azienda produttrice di compost di qualità costruendo - “a completamento del polo di Ginestreto - un impianto per il recupero delle materie. Obiettivo, chiudere il ciclo del rifiuto autonomamente, a km zero. Il chilometro zero deriva dalla decisione di trattare anche l’unico rifiuto che producono: il percolato, il quale ha un impianto all’avanguardia che, dicono i tecnici, non emette sostanze nocive tanto che l’acqua di risulta viene utilizzata per innaffiare il verde pubblico.

Però non sono proprio tutti d’accordo, tanto che l’associazione ambientalista Liberaluso dichiara: “Alla fine la salute dei cittadini e i rischi per l’ambiente ancora una volta vengono sacrificati sull’altare degli interessi aziendali e degli esclusivi benefici solo per una piccola parte di abitanti, che per contro non hanno mai subìto alcun disagio”. Lo stesso direttore generale di Sogliano Ambiente, Giovanni Giannini, ha ammesso la presenza di bastoni fra le ruote, “oppositori di comuni confinanti, i quali non hanno i benefici di Sogliano”. Intanto Liberaluso si riserva di mettere in campo iniziative dissuasorie entro breve. Intanto, Sogliano Ambiente inaugurerà i nuovi impianti il 1° dicembre.


12

commerciale@ondalibera.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

dal 1 al 24 dicembre

Shopping di Natale con lâ&#x20AC;&#x2122;artigianato artistico e tradizionale

aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00

Vecchia Pescheria - Piazza Cavour Rimini Per info Monica Gardini 339 3293918

La Mostra Mercato è organizzata dalle Associazioni artigiane CNA Rimini e CONFARTIGIANATO Rimini


21 novembre > 4 dicembre 2012

Distribuito gratuitamente

via Bonsi, 45 _ 47921 Rimini _ tel 0541.780332

CHIAMAMI RICCIONE

www.chiamamicitta.net - redazione@chiamamicitta.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

E il caso non è isolato: bilanci a posto, niente debiti, ma il credito non arriva

QUANDO IL PROBLEMA SI CHIAMA “BANCA”

“P

er un’azienda come la nostra i problemi hanno un nome solo: banca”. Trent’anni di attività nella metalmeccanica, 15 addetti, bilanci a posto e niente debiti: la F.lli Di Giuli è un’impresa riccionese piccola ma dinamica. Che, quanto a lavoro, non sente affatto il fiato della crisi sul collo. Nel 2012 ha aumentato, sia pur di poco, il suo fatturato e le previsioni dicono bene anche per il 2013. Merito dell’export e del successo che le lavorazioni eseguite a Riccione per aziende

sitivi, non abbiamo ipoteche, i due capannoni, la sede, la maggior parte dei macchinari, sono pagati. Tutte cose che oggi in banca non contano più nulla”. Risposte negative che non sono arrivate solo a Di Giuli: “Sentendo le aziende come la nostra - conferma l’imprenditore riccionese - il problema è sempre quello. Anche loro hanno delle commesse che devono rifiutare perché non riescono ad acquistare nemmeno le materie prime. Eccolo quindi il problema che sta azzoppando anche le imprese sane: la liquidità”.

Silvano Di Giuli

LA VALCONCA CONTRO L’ABUSIVISMO A Morciano l’Unione dei Comuni ha firmato un protocollo contro gli irregolari dell’acconciatura e dell’estetica Il 30 ottobre nella sala del consiglio comunale di Morciano è stato varato il protocollo rivolto contro le attività abusive nei settori dell’acconciatura e dell’estetica. Le firme sono di Valerio Malpassi per CNA, Eliseo Alisiani per Confartigianato, Gianni Bartolomeo in rappresentanza dell’Unione dei Comuni della Valconca. Erano presenti numerosi operatori dei settori interessati, che in Valconca contano circa 40 attività. Documenti simili erano già stati firmati su

iniziativa delle associazioni di categoria a Riccione (9 maggio), Cattolica e San Giovanni in Marignano (18 giugno). Nei Comuni firmatari si farà un’apposita campagna di affissioni e saranno esposte locandine presso le attività, per sensibilizzare la clientela sui rischi che si corrono rivolgendosi a operatori abusivi: mancato rispetto delle norme igienico-sanitario, agevolazione verso chi non rispetta le regole fiscali, previdenziali, urbanistiche e di sicurezza sui

Dal 24 novembre nei giardini Montanari

Un vero villaggio natalizio per pattinare e non solo

La paradossale vicenda di un’impresa riccionese: costretti a rifiutare le commesse perché il credito per acquistare le materie prime non si trova che esportano con successo nei paesi emergenti, come il Brasile, la Russia, il Nord Africa. E allora? “E allora - spiega Silvano Di Giuli - il paradosso è che dobbiamo rifiutare delle commesse, rinunciando quindi anche ad aumentare ulteriormente il fatturato e magari dare nuova occupazione, per il semplice motivo che le banche non dànno più niente a nessuno. Ma non solo a chi deve pagare dei debiti, ma nemmeno per acquistare quei beni che servono per poter lavorare di più. Per esempio: noi, per la natura dei nostri prodotti, dobbiamo fare importanti acquisti di materie prime, dall’alluminio alla componentistica di base. Ebbene,

Anno XXIII n. 699

Il Palaghiaccio di Ambra Orfei

facciamo fatica anche ad accettare certi lavori, perché oggi come oggi le banche semplicemente non ti dànno nemmeno un aumento del fido di pochi mesi, quello che servirebbe appunto per importanti acquisti di materie prime. E siccome senza materie prime il fatturato non può aumentare, il cerchio si chiude. Dico di più: il fido, caso mai, te lo tolgono. Nonostante, si badi bene, i nostri bilanci siano sempre stati po-

luoghi di lavoro. Il protocollo prevede inoltre maggiore interazione con lo Sportello Unico dell’Unione e le Forze dell’Ordine per la segnalazione degli abusivi, ma anche maggiori servizi a domicilio per le utenze che ne hanno necessità e disponibilità degli operatori a individuare prestazioni essenziali da erogare a tariffe sociali agevolate a chi è in difficoltà economiche, soprattutto se anziano.

13

Dopo una breve pausa torna finalmente a Riccione durante le festività natalizie la pista da pattinaggio su ghiaccio, in una nuova location e con tante novità a partire dal prossimo 24 novembre. Ad allestire la zona interessata (quella dei giardini Montanari) sarà la A.O. Entertainment srl, società che fa capo ad Ambra Orfei e che si è aggiudicata il bando pubblico per la gestione (l’offerta della A.O. è stata l’unica pervenuta). Sotto l’esperta direzione artistica della Orfei la pista dei giardini sarà trasformata in un vero e proprio villaggio natalizio, il “Riccione Christmas Village”, dove il pattinaggio sarà solo una delle attività proposte. Intanto la prima novità, non da poco, è che la pista su ghiaccio sarà completamente coperta da una tensostruttura trasparente che permetterà a tutti di pattinare al chiuso senza dover affrontare le rigide temperature invernali. Per chi non si vuole cimentare sul ghiaccio ci sarà la possibilità di passeggiare tra le casette di legno addobbate in tema natalizio che ospiteranno i mercatini (sia di prodotti artigianali che alimentari) o di fare un suggestivo giro sulla ruota panoramica (che sarà però funzionante tra qualche settimana) mentre per i più piccoli ci sarà la casetta di Babbo Natale dove consegnare le letterine. Si potrà pattinare tutti i giorni, dal 24 novembre al 6 gennaio, fino alle 23 e sarà chiaramente possibile affittare i pattini. La A.O. sta inoltre valutando se organizzare corsi e spettacoli per rendere ancora più completa l’offerta del villaggio. M.O.


14

commerciale@ondalibera.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

Natale insieme

Expo dei Soci di Banca Malatestiana per il territorio Palacongressi di Rimini Sabato 15 e Domenica 16 Dicembre 2012, ore 10 - 19 Come in una grande Piazza Mercato, prodotti del territorio, servizi, idee e proposte delle nostre aziende. Incontri ed eventi per vivere insieme la ricorrenza piĂš amata dellâ&#x20AC;&#x2122;anno.

ESPOSIZIONI Enogastronomia e Artigianato, Casa e Arredo, Pianeta Donna, Tempo Libero, Trasporti e Tecnologie

EVENTI Le magiche atmosfere del Natale, Degustazione di prodotti tipici, Animazione per bambini, Tombola, Arti e mestieri della tradizione, Divertirsi con il dialetto, Pittori e artisti riminesi

Tutto il programma sul sito www.bancamalatestiana.it

INGRESSO LIBERO*

*Scarica il biglietto invito dal sito www.bancamalatestiana.it o ritiralo presso le Filiali di Banca Malatestiana

BANCAMALAT_ann_nat_pag_C_CittaĚ&#x20AC;.indd 1

14/11/12 15.14


21 novembre > 4 dicembre 2012

IL TACCUINO DELLA TAVOLA

15

A Santarcangelo Marino Niola sarà ospite di “Cibo come cultura”

Quel filo d’olio tra Vergini e extravergini

L

di Lorella Barlaam

a buona notizia è che a Santarcangelo dal 24 novembre torna “Cibo come cultura”. Quelle golose sono che il 30 novembre a parlare di “Gli animali da cortile. Una risorsa storica per l’alimentazione. Tra tradizione ed innovazione”, ci saranno Oreste Delucca e Alessio Zanon. E il 7 dicembre a conversare su storia, mito e cultura dell’olio, “Tra Vergini e extravergini”, con l’esperto Stefano Cerni ci sarà l’antropologo della contemporaneità Marino Niola, di cui è appena uscito presso il Mulino il pirotecni-

è il simbolo della democrazia occidentale. Anche l’olio ha una forte valenza simbolica, è il ‘crisma’ del Cattolicesimo, protagonista di molti riti perchè ‘conserva’, promessa di immortalità, e ‘fa scivolare’, quindi facilita il passaggio, anche da una vita all’altra. L’olio congiunge e disgiunge, lega e tiene distinto. E, come tutto ciò che è sacro, ha un lato d’ombra, fonte di superstizioni come la paura che si rovesci, mettendo in discussione l’ordine del mondo e destabilizzando il tempo.» Un filo d’olio unisce anche le sponde

dai grassi. E finiamo per vivere da ammalati per morire da sani. Mentre l’olio buono fa anche molto bene, contiene bioflavonoidi, vitamine, non ha le controindicazioni dei grassi animali. In Cilento in realtà il pesce lo mangiavano non più di tre volte a settimana, l’alimento base erano i legumi; un ‘mangiare filosofico’ - d’altronde siamo vicini alla pitagorica Elea - che corrisponde all’etimologia di dieta, il greco diàita, giusto

Dove mangiare

meno di € 20 da € 20 a € 35 da € 35 a € 50 più di € 50

PIZZA PESCE CARNE CARNE SU RICHIESTA ETNICO APERTO FINO A TARDI

Sala Il Lavatoio, ore 21. Info: tel. 0541 356299

Ristorante

«La cultura dell’olio da noi sta crescendo, come è successo qualche anno fa per quella del vino…» co “Non tutto fa brodo”. Per Niola, direttore del Centro Studi sulla Dieta Mediterranea del Suor Orsola Benincasa di Napoli ed editorialista di “La Repubblica”, tre sono gli alimenti mitici, “a denominazione di origine consacrata”: il vino di Dioniso, i cereali di Cerere e l’olio. Perché «c’è un mito all’origine dell’olio. Che lo lega alla democrazia» ci spiega Niola. «Nella disputa tra gli dei per il patronato dell’Attica, alla fine delle ‘eliminatorie’ sull’Acropoli restarono Atena e Posidone. Il dio del mare fece scaturire una polla d’acqua salata, emblema del dominio sui mari, la vergine dea fece spuntare un ulivo. Vinse lei, e la città si chiamò Atene. Così l’ulivo, pianta sacra su cui gli efebi giuravano fedeltà alla pòlis,

stile di vita.» Da questo equilibrio sembriamo sempre più lontani… «E il paradosso» sorride Niola «è che del cibo si parla sempre di più, è un fenomeno che confina con la moda. Gli chef sono diventati i successori degli stilisti… così che oggi mangiamo cibi da poveri e li paghiamo da ricchi.»

Il Pescato del Canevone Via Luigi Tonini,34 Rimini - Centro storico Tel. +39 366 35 41 510

del Mediterraneo… «Certo: l’ulivo ha origini antichissime ed era coltivato in tutta l’area che va dall’Italia alla Grecia, dalla Spagna alla Turchia nella sua parte ‘ellenistica’, fino all’Armenia. Più che un condimento, un nutrimento, nelle zone elettive come il Cilento, culla della ‘dieta mediterranea’. La battezzò così Ancel Keys, il grande nutrizionista dietologo di Eisenhower. Che nel dopoguerra, nel così detto “triangolo della lunga vita” tra Castellabate, Agnone e Pollica fu colpito dalla longevità degli abitanti e la mise in relazione con il menù locale, a base di pesce, ortaggi e olio extravergine. Oggi questa dieta la sviliamo: solo spaghetti pomodoro e basilico, con appena un filo d’olio, da ossessionati

Ristorante Guido Lungomare Spadazzi, 12 - Miramare di Rimini, tel. 0541 374612, www.ristoranteguido. it, info@ristoranteguido.it, nasce nel 1946, chiuso il lunedì. Trattoria Farini Via Farini, 13/15 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 709548, www.farini13.it. Chiuso il martedì. Cucina stagionale con pesce fresco, salumi, formaggi e carni a Km zero. Ristorante Il Pescato del Canevone Via Tonini, 34 Rimini - Centro storico, tel. 366.3541510, www.ilpescatodelcanevone. it, chiuso sabato a pranzo e lunedì pranzo e cena. Ogni giorno pesce fresco direttamente dal nostro peschereccio. Il Ristorante Club Nautico Largo Boscovich, 12 - Rimini Porto, tel. 0541 27005, www.ilristoranteclubnautico.it, info@ ilristoranteclubnautico.it, nasce nel 1983, chiuso il lunedì da ottobre a maggio. Terrazzini esterni con tavolini alla francese aventi vista sul Porto Canale. Ristorante Dei Marinai Largo Boscovich, 2 - Rimini Porto, tel. 0541 28790, www.ristorantedeimarinai.it, info@ ristorantedeimarinai.it, nasce nel 1963 solo per i soci - dal 1995 aperto a tutti, chiuso il lunedì. Ristorante Bellavista Via Roma, 1 - Montescudo, tel. 0541 984818, nasce nel 1991, chiuso il lunedì. Ampia terrazza con vista mozzafiato. Piatti tipici nel segno della tradizione. Osteria Del Vizio Via Circonvallazione Meridionale, 41 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 783822, www.osteriadelvizio.com, info@osteriadelvizio.com, nasce nel 2001, chiuso il martedì, ferie: luglio e agosto. Osteria Della Piazzetta Vicolo Pescheria, 5 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 783986, www.osteriadellapiazzetta. com, info@osteriadellapiazzetta.com, nasce nel 1998, chiuso la domenica da ottobre a maggio escluso dicembre. Solo pesce fresco.

Rosticceria Il Mare nel Borgo Via XX Sttembre, 49 - Rimini, tel. 0541 020458, nuova gestione dal 2010, chiuso la domenica sera e il lunedì. Pescato fresco, cotto e preparato da asporto. Ristorante King Thai Via Dante Alighieri, 39 Rimini Centro Storico, tel. 0541 412589, un ristorante dove gustare i piatti più prelibati della cucina thailandese. Aperto tutti i giorni pranzo e cena. Menù turistico da 8€. Ristorante&Vineria Squilla Mantis Via Tiberio, 11 - Rimini - Borgo San Giuliano tel. 0541 53577. A due passi dal Ponte di Tiberio, Squilla Mantis propone cucina di mare con prodotti di stagione e aperitivi. Aperto a pranzo e a cena. Osteria Tiresia Via XX Settembre, 41 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 781896, www.osteriatiresia.it, info@osteriatiresia.it, nasce nel 1997, chiuso il lunedì. Ampio giardino estivo. Ristorante Le Logge Viale Trieste, 5 - Rimini - Marina Centro, tel. 0541 55978. Pasta fatta in casa, antipasti, crostini, secondi semplici, carne argentina, contorni sfiziosi, insalatone. Novità pizza: impasti Bio, kamut, farro e integrale. Aperto anche a mezzogiorno. Trattoria San Giovanni Via Flaminia, 11 - Rimini - Centro Storico tel. 0541 780394, nasce nel 2007, chiuso il martedì. Cucina del territorio con prodotti di stagione e pasta al mattarello. Ristorante Da Oberdan Via Destra del Porto, 159 - Rimini Porto, tel. 0541 27802/0541 55002, www.daoberdan. com, nasce all’inizio degli anni ‘60, chiuso il mercoledì. Trattoria Tonino (Il Lurido) Via Ortaggi, 7 - Rimini - Borgo San Giuliano, vicino al ponte di Tiberio, tel. 0541 24834, www.trattorialurido.it, nasce nel 1948, chiuso il martedì, ferie: nel periodo del fermo pesca. Dolci e dessert fatti in casa. Giardino estivo.

Aperto: dal martedì alla domenica (pranzo e cena) sabato solo cena - giardino estivo.

Osteria della Piazzetta Vicolo Pescheria, 5 Rimini - Centro storico tel. 0541 783986

w w w.os t e r i a d e l l a p i a z zet t a .co m info@oster iadellapiaz zetta.com

Osteria San Maurizio Via della Pace, 2 - Coriano, tel. 0541 657943, aperto nel 2010, aperto anche la domenica. Cucina toscana ed attenzione alla stagionalità in una delle location più belle della Provincia di Rimini. Trattoria Da Marinelli Via Circonvallazione Occidentale, 36/38 Rimini - Centro storico, tel. 0541 783289, www.damarinelli.it, info@damarinelli.it, nasce nel 1987. Osteria Il Mare In Piazza Via Poletti, 3 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 780423, www.ilmareinpiazza.it, nasce nel 2004. Menù a 15€. Osteria Delle Storie Di Mare Via Leurini Fratelli, 2 - Rimini Porto, tel. 0541 709279, nasce nel 2003, chiuso il lunedì, ferie: nel periodo del fermo pesca. Solo pesce fresco: di conseguenza il menù varia a seconda del pescato. Ristorante Pic Nic Via Tempio Malatestiano, 30 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 21916, nasce nel 1965, chiuso il lunedì eccetto luglio ed agosto. Giardino estivo. Taverna I Tre Mori Via XX Settembre, 11 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 786604, www.myspace.com/ tavernaitre, chiuso il lunedì sera. Crostini, piadina e affettati, formaggi. Osteria La Chiacchiera Via Covignano, 271/M - Colle di Covignano, tel. 0541 751066, www.osterialachiacchiera.it, aperto a pranzo e a cena. Giugno, luglio e agosto solo a cena. Cucina aperta fino a tardi. L’Osteria propone “i mangiari di Romagna” e la pasta fresca della mamma di Marco. L’Osteria L’Angolodivino Via San Giuliano, 43 - Rimini - Borgo San Giuliano, tel. 0541 50641, angolodivino@ email.it, nasce nel 1985, aperto tutti i giorni anche a pranzo. La cucina prevede piatti del territorio preparati con carne di mora romagnola e chianina. Novità menù vegetariano a pranzo!

Trattoria Gambon Via Montefeltro 19/A - Rimini - Borgo Sant’Andrea, tel. 0541 718558, nuova gestione dal 2010, chiuso il martedì e il mercoledì a pranzo. Cucina e prodotti della Valmarecchia, pane toscano di Novafeltria del Forno Suzzi. Offerta pranzo con primo a scelta, acqua e caffè a 8€. Trattoria Santa Colomba Via Bologna 1/3 - Montecolombo, tel. 0541 984298 - 347 4341470- www.trattoriasantacolomba.it. Ambiente familiare e ben curato. Cucina di stagione con “incursioni” da altre regioni, vini all’altezza e pasta fatta in casa, i marchi di fabbrica. Aperto domenica a pranzo e chiuso lunedì. Pub, Ristorante Cerchi nel Grano Via Giacomo Matteotti, 28/I - Via Pozzetto - Rimini - Borgo San Giuliano, tel. 0541 709400. Potrete scegliere i piatti della tradizione romagnola o golosi hamburger e pizze farcite. Ogni sera propone musica ed eventi speciali. Aperto tutti i giorni tranne il martedì, dalle 12 alle 14,30 e dalle 16 fino a tarda notte. Ristorante Pizzeria Da Marco Viale Tiberio, 8 - Rimini - Borgo San Giuliano, tel. 0541 55118, www.ristorantedamarco.com, info@ristorantedamarco.com, nasce nel 1970, chiuso il lunedì. Forno a legna. Ristorante Pesceazzurro Viale Principe di Piemonte, 2 - altezza Bagno 140 - Miramare di Rimini, www.pesceazzurro.com, ristorante self service che propone pesce cucinato dai cuochi della cooperativa pescatori. Menù completo a 12 Euro. Lo trovi anche a Fano, Cattolica e Milano Marittima. Ristorante I Tre Re Via Fratelli Cervi, 1 - Poggio Berni, tel. 0541 629760, www.itrere.net, info@itrere.net. Il ristorante è un luogo di raffinata ospitalità in un ambiente caldo e familiare. Posto sulla sommità delle colline di Poggio Berni, offre uno splendido panorama. E’ aperto tutte le sere, escluso il martedì, la cantina il lunedì.


16

commerciale@ondalibera.net

21 novembre > 4 dicembre 2012


SPORT

21 novembre > 4 dicembre 2012

Storie e personaggi del nostro sport

L’ETERNO RAGAZZINO CHE NON HA SMESSO DI AMARE IL CALCIO di Enzo Pirroni

M

acciò - Zengarini - Garri - Spadoni - Iseppi… e fu tempo di massacro. Così titolavano i giornali. Era il 1968 quando il diciannovenne Claudio Macciò giunse in riva all’Adriatico, proveniente dal Genova Gruppo C (squadra di quarta serie di proprietà dell’armatore ligure Costa). Arrivò in compagnia di altri giocatori: Carelli, Faloppa, Josio, Natali, Rosa. Da quella squadra ci si aspettava tanto.

Claudio Macciò, l’ala destra del Rimini che tentò la grande avventura Claudio Macciò nell’Atalanta Il 1968 fu un anno di grandi entusiasmi e di esaltanti speranze. La “Primavera di Praga” era cominciata il Quartiere Latino di Parigi veniva scosso dai violenti scontri tra studenti e polizia, ovunque nel mondo, si nutrivano attese, sogni, miraggi. Il giovane numero sette (i numeri sulla maglia, a quel tempo avevano ancora un valore ed un significato) si mise in luce come un giocatore di qualità e, nonostante l’aspetto adolescenziale, dimostrò grande sapienza tattica ed un ottimo possesso dei fondamentali. Allorché, nella stagione 1970 - 71, alla guida del Rimini giunse

Pivatelli e con lui approdarono sul vecchio prato del “Romeo Neri”, giocatori della forza e dello spessore di Iseppi, Ferrari, Melotti, Bolognesi e soprattutto dell’insuperabile Valerio Spadoni, parve giunto il fatidico momento, per la nostra squadra, di abbandonare la categoria, nella quale da un decennio era relegata, per poter compiere il tanto sospirato balzo verso la serie B. Fu un calcio bellissimo quello espresso da quei talentuosi calciatori. Macciò fu per tutto il campionato uno degli atleti più redditizi e per l’amore dimostrato ai colori sociali, per la generosità

che profondeva in ogni occasione (indimenticabili certe sue velocissime fughe lungo la linea laterale del campo) non faticò a diventare uno dei beniamini del pubblico. Concluso il biennio all’insegna di Gino Pivatelli (1970 -71, 1971-72), anche per Claudio Macciò arrivò il momento di emigrare verso più prestigiose e blasonate società, come era giusto fosse e come meritava. Ascoli, Atalanta, Brindisi, furono le successive tappe di una carriera in ascesa. Carlo Mazzone, Heriberto Herrera, Osvaldo Bagnoli, furono i tecnici che poterono avvalersi delle non comuni doti (atletiche, tecniche e morali) del giovane calciatore, il quale seppe farsi apprezzare ed ovunque ripagando, chi aveva in lui creduto. Dopo quattro anni, tornò a Rimini. Il richiamo di una città che l’aveva adottato e che aveva saputo apprezzarlo certamente avrà giocato un ruolo determinante. In maglia biancorossa giocò ancora per due stagioni, disputando 126 partite e mettendo a segno 8 gol. Ormai Rimini era diventato l’approdo definitivo. A Rimini aveva creato la propria famiglia, a Rimini c’erano gli amici e tanti ricordi esaltanti che lo facevano sentire come a casa propria. Continuò a giocare per altro tempo ancora: in C2 nel Riccione e nel Fano, quindi nei campionati dilettanteschi, a testimonianza di quanto fosse grande la passione di Claudio Macciò per il foot-ball. Il tempo non lo ha minimamente scalfito: mantiene tutt’ora l’aria di perenne ragazzino, quel ragazzino che ci faceva delirare allorché partiva, con la palla incollata al piede, sulla fascia destra del campo.

Agenda Domenica 25 Basket DNB: Crabs - Stamura Occasione di riscatto per i Granchi dopo il ko di Firenze Podismo: Gara “A spas par Sanstovan” 31a edizione della corsa cesenate con pecorso di 10 e 2 km Sabato 1 Volley B1: Viserba - Alfieri Cagliari Una vittoria per continuare a volare Calcio a 5 C1: Rimini - Torresavio Al Flaminio una sfida complicata per i biancorossi Domenica 2 Calcio Lega Pro 2a Divisione: Rimini - Castiglione I biancorossi cercano i tre punti per lasciare la zona play out a cura di Matteo Ortalli

Rappresentanza e servizi per la tua impresa del commercio e del turismo > Sicurezza e HACCP > Gestione fiscale e societaria > Credito e finanziamenti > Consulenza del lavoro e gestione personale > Ricerca e selezione del personale > Formazione professionale

Per informazioni Marco Mussoni 0541/760282 e Ivano Panigalli 0541/780332 | ipanigalli@cnarimini.it www.cnarimini.it | info@cnarimini.it

17


CHIAMAMI CITTADINO

18

21 novembre > 4 dicembre 2012

Tutti gli uomini liberi, ovunque si trovino, sono cittadini di Berlino. Come uomo libero, quindi, mi vanto di dire: “Ich bin ein Berliner” (J. F. Kennedy, 26 giugno 1963)

a cura di Claudio Costantini

Sanatoria 2012, seconda parte 130 mila domande sono in trattativa presso le Questure, le Direzioni Territoriali del Lavoro e gli Sportelli Unici per l’Immigrazione

P

di Agron Ceka er portare a termine la procedura sono richiesti almeno sei mesi di arretrati retributivi, contributivi e fiscali. Ora le 130 mila domande sono in trattativa presso le Questure, le Direzioni Territoriali del Lavoro (DPL) e gli Sportelli Unici per l’Immigrazione (SUI) competenti e se non

ci saranno impedimenti nei prossimi mesi i datori di lavoro ed i lavoratori verranno chiamati a firmare il contratto di soggiorno presso i SUI. A quel punto, per arrivare finalmente al termine della regolarizzazione, i datori dovranno aver versato almeno sei mesi di arre-

Educazione interculturale e integrazione degli immigrati

Nasce il coordinamento tra i comuni del distretto rimini sud

La lezione greca

L’accordo sottoscritto nei giorni scorsi prevede che i Comuni, la Provincia, le scuole di ogni ordine e grado, la Prefettura, l’Ausl, le associazioni del volontariato collaborino nel modo più stretto ed efficace per favorire l’integrazione culturale e sociale degli immigrati e delle loro famiglie. Le azioni previste dal protocollo, che prende le mosse dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani del 1948, mirano, più in dettaglio, a contrastare la dispersione scolastica negli alunni figli di immigrati, favorire il mantenimento dei legami con le culture di provenienza, promuovere la cultura dell’accoglienza, favorire l’inserimento lavorativo e contrastare il peso dei pregiudizi. Laboratori scolastici ed extrascolastici, corsi di lin-

gua madre e lingua italiana, orientamento lavorativo, formazione professionale e tirocini aziendali per i ragazzi dai 16 anni di età: solo alcuni degli strumenti a disposizione degli educatori della scuola e dell’associazionismo. Il capofila del coordinamento delle attività previste dal protocollo sarà il Comune di Riccione, che curerà i rapporti con tutti i soggetti aderenti all’accordo e metterà a disposizione il proprio Centro di documentazione delle esperienze educative e sociali e lo Sportello immigrati. Allo stesso modo Prefettura, AUSL Rimini, Ufficio del XVII Ambito territoriale Rimini, gli istituti scolastici comunali statali e paritari aderenti, metteranno in gioco spazi e risorse disponibili.

Incontri del Meditteraneo 2012 Il tema degli incontri di questo anno è la crisi economica che ha colpito l’Europa e in particolar modo i paesi del sud, quelli che si affacciano al Mediterraneo. La situazione greca, la più drammatica,

non è affatto risolta e può ancora contagiare altri paesi. Se ne discuterà al Palazzzo del Turismo di Riccione mercoledi 28 novembre alle ore 18 con la presentazione del libro di Patrizio Nassirio “OUZO AMARO, la tragedia greca dalle Olimpiadi al gol di Samaras”. Alle ore

FLS

Federazione Lavoratori Stranieri

I NOSTRI SERVIZI Graziano Vespa

LAVORO PERMESSI DI SOGGIORNO Segretario Provinciale Reg. Rimini STUDIO VISTI D’INGRESSO CITTADINANZA NULLA OSTA Via dei Martiri, 61/a - 47924 RiminiFIDEJUSSIONI (RN) DECRETO FLUSSO Tel. e fax 0541.478956 - cell.327.9597999 POLIZZE SANITARIE SISTEMA INFORMATIVO SCHENGEN LEGALEe-mail: flscisal.rimini@libero.it

trati di stipendi, tasse e contributi. Per quanto riguarda i contributi, le aziende dovranno esibire copia delle denunce Uniemens o, in caso di rapporti di lavoro agricolo, copia dei modelli DMAG. Alle famiglie basterà invece presentare le ricevute dei bollettini MAV inviati dall’Inps

a chi ha chiesto di mettere in regola colf, badanti o babysitter. Le tasse arretrate saranno richieste solo alle imprese, dal momento che nei rapporti di lavoro domestico il datore di lavoro non è sostituto d’imposta.

“Equamente 2012,” mostre, incontri ed eventi aperti a tutti

Coltiviamo un’altra economia di Barbara Calabrese Il Natale bussa alle porte e come ogni anno nel mese di dicembre a farci compagnia le svariate iniziative organizzate all’interno della manifestazione pubblica Equamente, promossa da diverse associazioni di volontariato in collaborazione con Volontarimini, la Provincia di Rimini e la Regione Emilia Romagna. Quest’anno più degli altri anni il programma sarà ricco di novità e di eventi di sensibilizzazione alla solidarietà internazionale che metteranno in evidenza le questioni dei paesi di provenienza dei migranti. Dal 6 dicembre al 6 gennaio oltre alla nota Mostra Mercato del Commercio equo e solidale a cura della Coop. sociale Pacha Mama ci saranno ben altre 7 mostre che sarà possibile visitare a Rimini presso il Palazzo del Podestà e lo Spazio Duomo e a Riccione presso l’Arboreto Cicchetti. Numerosi gli incontri, gli spettacoli, le presentazioni di libri e i laboratori gratuiti rivolti ai ragazzi che

vedranno come momento clou la “Giornata Giovani” del 14 dicembre, spaziando dai graffiti alla moda. Non mancherà per due domeniche successive la Biblioteca Vivente fatta di persone in carne ed ossa disposte a raccontare la propria storia e a rispondere alle domande di tutti gli appassionati di “lettura”e di intercultura. Due saranno anche le proiezioni di documentari e molti di più gli eventi per bambini che avranno modo di dare spazio alla loro creatività realizzando addobbi natalizi e buffi pupazzetti per teatrini. Allo Spazio Duomo in contemporanea alla mostra permanente di fotografia “A tempo pieno” si terrà nelle giornate del 15 e 16 dicembre un workshop sul tema del “volto” come anteprima del rinomato evento culturale Interazioni 2013 che coinvolgerà, attraverso performance creative, stranieri e italiani riuniti piacevolmente in interessi comuni.

21 “COME LA GRECIA. Quando la crisi di una nazione diventa la crisi di un intero sistema”: con Giulietto Chiesa, giornalista e presidente di Alternativa; Dimitri Deliolanes, corrispondente in Italia della televisione pubblica greca ERT. Modera Patrizio Nissirio, respon-

sabile ANSAMED. Durante la serata verranno eseguiti dal vivo brani musicali della tradizione mediterranea per Bouzouki, Oud e Voce. Il 4 febbraio sempre a Riccione gli Incontri del Mediterraneo ospiteranno Lucio Caracciolo direttore della rivista di geopolitica Limes.

НАШИ УСЛУГИ Вид на жительство

ЮРИДИЧЕСКИЕ

ВСТУПЛЕНИЕ VISA

РАБОТА Управление контрактами внутреннего / СЕМЬИ СОТРУДНИКОВ - Споры STUDIO Признание иностранных квалификаций легализованный перевод - устный перевод ГРАЖДАНСТВО ГАРАНТИИ МЕДИЦИНСКОЕ СТРАХОВАНИЕ

Выдача - Обновление - Преобразование Туризм - исследование - Медицинское обслуживание Развлечения - Спорт

ОФОРМЛЕНИЕ

Воссоединение семьи - подчиненный работы самозанятости - Сезонные работы

поток заказов Обычные - Сезонные

Шенгенская информационная система Отчеты - Высылка

Консалтинг - помощь

Informazioni ed assistenza stranieri SEGRETERIA PROVINCIALE RIMINI Via Dei Martiri, 61/a - 47924 Rimini (RN) - Tel / Fax 0541.478956 Cell. 327.9597999 - email: flscisal.rimini@libero.it


Mercato Coperto Rimini www.chiamamicitta.net

21 novembre > 4 dicembre 2012

Distribuito gratuitamente

Anno XXIII n. 219

FOTO BELLARIVA NON SCATTA PIù Chiude un’altra attività storica della Riviera

a pagina 6

LA STORIA

Il tenente nella neve di Stefano Cicchetti

PAGINA 2

IMPRESE E PERSONE

Mazza Arredamenti Bio’s Cafè

PAGINA 3

Farmacia Versari Antennista Arlotti

PAGINA 5

IN CITTà Natale Insieme al Palacongressi Euromarket Gea di Zannoni Stefano e C s.n.c. Sede legale: Via Castelfidardo 15/17/19/21 47900 Rimini

Intervista al - coach Claudio Belotti Tel. 0541 53064 Fax 0541 708164

P.IVA eilC.F. 00141190405 - R.E.A. Store RN 120516 Apre primo Riama

email: eurogea@libero.it

Gualtieri in mostra in Prefettura

NOVELLI Via Cappellini 15 (

COLETTI Via Coletti 57 (Dar

MERCATO COPERTO Via Cas

VIA DELLA FIERA Via Della F

PAGINA 6

NATALE CON VITALCENTRORIMINESE Dal 6 Dicembre al 6 Gennaio

Segui il cuore

potrete acquistare i biglietti della prima LOTTERIA DEL CUORE in tutte le attività aderenti, al costo di 1,00 € a biglietto.

Per tutti i clienti del comitato

In palio 60 fantastici premi!

I Premio Una Crociera di una settimana Offerta da In Transit viaggi e Comitato

Sconto del

10%

su una spesa minima di 50,00 € sul secondo acquisto tra tutti i negozi del nostro comitato.

Promozione Valida fino al 06/01/2013

II Premio Due voli A/R per una capitale europea Offerti dall’aeroporto internazionale Federico Fellini III Premio Due week end per 2 persone solo trattamento Offerto da Rimini Terme IV Premio Bicicletta da Donna Offerta dalla Bottega del Ciclo

Parte del ricavato verrà inoltre devoluto in beneficenza all'associazione ASCOR (Associazione sostenitori Cardiologia Ospedaliera Riminese) per l'acquisto di un defibrillatore che verrà collocato nel centro storico di Rimini e un corso di formazione sulla rianimazione.

Estrazione dei premi 6 Gennaio, Piazza Cavour ore 16.30 e festa della befana con animazione per bambini.

V Premio Un cesto di prodotti “Antichi Sapori” Offerto dal supermercato Conad Rimini Centro

Altri 55 fantastici premi Scopri su Facebook tutti gli associati alle nostre iniziative - www.facebook.com/rimini.centrostorico e www.facebook.com/vitalcentro.riminese


2

LA STORIA

21 novembre > 4 dicembre 2012

Era nato a Rimini e passò la sua infanzia presso Santa Sofia

IL TENENTE NELLA NEVE di Stefano Cicchetti

E

ra nato a Rimini il 21 febbraio 1919, ci ha lasciati il 3 settembre scorso, a 93 anni. E 70 anni fa, Nelson Cenci era nelle nevi di Russia, sottotenente della Divisione Alpina Tridentina, comandante di plotone nella compagnia “Vestone”. Insomma, era lui il “tenente Cenci” più volte citato da Mario Rigoni Stern ne “Il sergente nella neve”. Fra i due era nata un’amicizia fraterna che non sarebbe mai venuta meno, “nonostante le idee politiche praticamente opposte”. Anche lui raccontò la tragedia russa in diversi libri e soprattutto in “Ritorno” (Rizzoli, 1981; Mursia, 2008), di cui Rigoni Stern scrisse l’introduzione. Cenci, volontario negli Alpini, in Montenegro conobbe Don Gnocchi, cui restò sempre legato. In Russia si imbatté anche nel sottotenente Giuseppe Prisco, divenuto poi avvocato nonché leggendario dirigente dell’Inter: “Siamo rimasti molto amici, Peppino e io. L’unica cosa che ci divideva, se così si può dire, era il tifo, perché io sono sempre stato milanista”. Ferito a Nikolajevka, medaglia d’argento al valor militare, Cenci nel dopoguerra si laureò in medicina, divenne primario a Varese e libero docente. Si ritirò poi a Cologne, nella Franciacorta: dopo tante sofferenze condivise con gli Alpini di quelle terre, si sentiva ormai “bresciano onorario”. Ma non dimenticò mai la sua infanzia, come raccontò in un’intervista raccolta da Patrizia Marchesini: “Fino all’età di due anni rimasi

a Rimini. Poi, siccome la mia mamma era una maestra elementare e aveva trovato un posto sull’Appennino tosco-romagnolo, ci trasferimmo a Pietrapazza. In seguito ci spostammo a Monte Iottone, dove vissi fino a dodici anni. Di recente sono tornato a Santa Sofia e ho incontrato una mia compagna

non riconosco più Rimini. Sono tornato tante volte, ma la città oggi è diversa. Ogni ritorno era per me una delusione”, disse

Il 3 settembre se n’è andato a 93 anni Nelson Cenci, amico di Rigoni Stern e Don Gnocchi di scuola che non vedevo da ottant’anni”. Nacque qui la sua passione per la montagna, compresa la partecipazione a gare di sci, durata anche dopo il trasferimento a Milano per gli studi. Poi la guerra e quel che ne seguì. Al ritorno dalla Russia, restò in convalescenza a Rimini, giusto in tempo per trovarsi sotto i bombardamenti. Rifugiatosi durante un’incursione in una galleria del trenino di San Marino, ebbe l’avventura di incontrarvi il fratello dell’uomo che gli aveva salvato la vita trascinandolo ferito su di una slitta per chilometri e chilometri. Si chiamava Giampaolo Lancini, ma, gravemente ferito a sua volta, era morto dopo il ritorno. Cenci restò legato anche a Rimini, anche se non gli piaceva come era cambiata: “Oggi

a Stefano Rossini che lo intervistava per Il Ponte. Non ritrovava più i suoi luoghi, nemmeno il negozio “Le quattro stagioni” di Piazza Tre Martiri, che apparteneva a un suo zio. “Noi sopravvissuti - diceva Cenci all’intervistatrice - abbiamo il dovere di raccontare quanto accadde affinché tutto ciò non capiti mai più. Lei ha citato Rigoni e vorrei ricordare una cosa che lui scrisse: Un giorno abbiamo avuto fame, abbiamo sofferto il freddo e siamo tornati in pochi. Oggi le nostre case sono calde, le nostre tavole sono piene di cibo. Stiamo bene, ma ricordiamoci di quanto è stato.
Il nostro dovere è raccontare ai giovani. E forse, raccontando, portiamo una forma di conforto ai parenti degli scomparsi”.

La ritirata di Russia; in basso Nelson Cenci

INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE? PASSA DA EPASA CNA! Da EPASA CNA ti aiutiamo a fare la domanda dell’indennità di disoccupazione

Presso il Patronato EPASA CNA è attivo il servizio di presentazione delle domande di disoccupazione, gratuito e rivolto a tutti i lavoratori dipendenti licenziati. Comprende: 1. Verifica dei requisiti per richiedere l’indennità di disoccupazione ordinaria e da requisiti ridotti (stagionale) 2. Compilazione della domanda di disoccupazione 3. Verifica dell’iter della pratica Nella sede EPASA CNA di p.le Tosi, 4 a Rimini dopo la presentazione della domanda potrai rivolgerti a BuonLavoro CNA per lasciare il tuo curriculum e avere una consulenza gratuita su come presentarlo e affrontare positivi colloqui di lavoro. Inoltre ogni giovedì alle 17.00 BuonLavoro CNA organizza un incontro per le persone disoccupate che vogliono rimettersi in gioco nel mondo del lavoro. Per informazioni: EPASA CNA dott.ssa Elisa Giungi tel. 0541 760265 egiungi@cnarimini.it - P.le Tosi 4, Rimini. Tutte le mattine, dal lunedì al giovedì: ore 8.30-12.30. Anche pomeriggio, martedì e giovedì: ore 14.30-18.30. Venerdì chiuso. BuonLavoro CNA: Dott.ssa Chiara Francesconi tel. 0541-760268 cfrancesconi@cnarimini.it

Informazione pubblicitaria

Il reddito dei lavoratori dipendenti rimasti privi di lavoro è tutelato dall’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria. Per maturare il diritto serve presentare la domanda di disoccupazione.


21 novembre > 4 dicembre 2012

le attività sotto casa

INTIMO

Informazione pubblicitaria

Mazza Arredamenti

Cose di Sogno

3

Il mobile ideale da tre generazioni

Intimo Donna Costumi e Calze

Produzione su misura e grandi marchi per le soluzioni più adatte a ogni casa

Disponibili tutte le taglie anche calibrate Via Garibaldi, 103 - Rimini Tel. 0541 784560 ALIMENTARI

Mercato Coperto Rimini Via Castelfidardo, n° 15/21

Mazza Arredamenti offre un connubio ottimale tra il negozio d’arredamento e la falegnameria, per proporre sempre le soluzioni d’arredo più adatte alle diverse esigenze, non trascurando la bellezza, il design e la funzionalità. La famiglia Mazza commercializza mobili e ne realizza su misura da ben tre generazioni. Acquistare il proprio arredamento presso Mazza Arredamenti significa avere a disposizione un’ampia scelta di tipologie d’arredo ed uno staff di artigiani pronti a realizzare mobili su misura per completare il proprio progetto, oltre al mobile standard della produzione industriale.

Gli articoli e i servizi: - porte rei 30/60 Tagliafuoco a norma per la legge antincendio - progettazione e consulenza - falegnameria per arredi su misura - porte d’arredo - arredi per l’albergo - arredi per l’ufficio - arredi per la casa - arredi commerciali - arredi per esterni - complementi d’arredo - tendaggi per interni ed esterni - realizzazioni chiavi in mano

Mazza Arredamenti è in via Circonvallazione Meridionale 67/69 - Rimini tel. 0541 786156 / info@arredamentimazza.it / www.arredamentimazza.it

TABACCHERIA

P. Malatesta, 21 - tel. 0541 782224 PESCHERIA

Informazione pubblicitaria

Bio’s Cafè

Pesce Nostrano

Magiare fuori e mangiare sano Promozione speciale fino al 20 dicembre di Mara D’Angeli

Mercato Coperto - Banco n° 20 Via Castelfidardo Andrea cell. 329 9418818

CALZATURE

Mangiare fuori e mangiare sano? Da Bio’s Cafè si può. Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 24 (tranne il martedì che chiude alle 15 e la domenica che apre alle 18), il locale di via Bramante 7/a è il posto adatto per un pasto, uno spuntino o una merenda nel nome della leggerezza e della qualità. Tutto cento per cento bio con un’ampia gamma di piatti gustosi e soprattutto sani. Tutti i giorni per pranzo un ricco buffet molto vario dove si potrà scegliere dai cereali ai legumi, dalle verdure, sia crude che al vapore o al forno, alla pasta, dalle zuppe alle frittatine. E, per completare, seitan, tempeh e tofu con allettanti ricette ogni giorno diverse.

FORNO TUTTI I TIPI DI PANE

Euromarket Gea di Zannoni Stefano e C s.n.c.

Farro - Kamut NOVELLI Cappellini 15 (Zona Teatro) - Rimini - Tel. 0541 24640 Pane della Via salute Bio - Integrale

Sede legale: Via Castelfidardo 15/17/19/21 47900 Rimini Tel. 0541 53064 - Fax 0541 708164 email: eurogea@libero.it Specializzato in dolci da forno e tutti i tipi P.IVA e C.F. 00141190405 - R.E.A. RN 120516

Aperto tutte le mattine fino alle 14 - chiuso la domenica

COLETTI Via Coletti 57 (Darsena) - Rimini - Tel. 0541 54387

di pane con lievito madre

MERCATO COPERTO Via Castelfidardo 15/21 - Rimini - Tel. 0541 53064

VIA DELLA FIERA Via Della Fiera 2/A - Rimini - Tel. 0541 788391 - Fax 0541 780933 P.zza Malatesta, 21/B - Rimini Tel. 0541.1740176

Oltre a questo c’è naturalmente il menù alla carta, oppure potrete gustarvi una deliziosa centrifuga, fresca e antiossidante, una tisana o un the bancha che favoricse la digestione. Non dimentichiamo che Bio’s Cafè è anche pizzeria con possibilità di scegliere tra tre impasti diversi: farro, khamut (grano khorasan), grano. Il lievito è di pasta madre perciò altamente digeribile. Per i più golosi inoltre gelato fatto in casa, così come tutta la pasticceria e dolci al cucchiaio. E non perdetevi la promozione: fino al 20 dicembre tutti i lunedì, mercoledì e giovedì, ogni due pizze da asporto, una bibita in omaggio!


4

21 novembre > 4 dicembre 2012

NEL BORGO


NEL BORGO

21 novembre > 4 dicembre 2012

5

Il passato come valore

AL FULGOR LE GIGANTOGRAFIE DI VENTURA

I

l cippo del primo miglio alla Colonnella di cui era stato segnalato il degrado in un articolo del nostro giornale, “avrà una sua giusta collocazione e valorizzazione”: parola dell’assessore alla cultura Massimo Pullini. Se ne è già discusso con Maurizio Biordi, dirigente della sezione archeologica del museo, e con i responsabili dei lavori pubblici per dare rilievo e risalto a quanto il passato ha lasciato alla città. Purtroppo, quando si parla di reperti storici e artistici, del loro restauro e recupero i tempi sono lunghi, dal momento che viene coinvolta la Sovraintendenza, importante però è avviare l’iter che prima o poi dovrà portare a

risultati visibili. Sempre sulla scia del recupero ta positiva anche sulle attività economiche. del passato culturale e architettonico, ma anche A giorni, l’involucro del cantiere ospiterà le di quello prossimo, il 25 ottobre sono iniziati gigantografie delle opere fotografiche di Paoi lavori per predisporre il cantiere del cinema lo Ventura, artista milanese che ha esposto in Fulgor, dove sarà realizzata la “Casa del Ci- tutto il mondo e spesso si è ispirato a temi “felliniani”, nema di Federico c o m e Fellini”. E l’assessore promette: quello Un inve- valorizzeremo la pietra miliaria romana del circo. stimento Un’espoimportansizione te per la città, fatto nonostante le ristrettezze all’aperto molto suggestiva che renderà la economiche, che una volta finito aumenterà il servitù imposta dal cantiere meno pesante. Un prestigio del Centro Storico con una ricadu- altro edificio, il teatro Galli, uno dei più belli

dell’ottocento, già transennato per i lavori di restauro e ricostruzione, un tesoro per la città, ne nasconde un altro. Sotto il teatro, com’è noto, sono affiorati importanti reperti di epoca romana, che il Comune di Rimini vuole valorizzare come ha fatto con la Domus di piazza Ferrari. I tempi quindi si allungano, ma tesori della storia non possono essere trascurati, sono una parte della nostra ricchezza. Importante è voler coniugare passato e presente e oltre a visitare reperti antichi si possa in un ragionevole futuro ascoltare al teatro Galli un’opera lirica, magari di Giuseppe Verdi.

Fra gli obiettivi, un defibrillatore in Piazza Tre Martiri

Col cuore si vince

Specialmente nei fine settimana, il Centro si riempie di persone di ogni età, c’è chi ci pensato di coniugare la promozione delle offerte con incentivi originali, utili al comva solo per una passeggiata e incontrare persone, chi perché è bello stare fra la gente e pratore, ma anche alla solidarietà sociale. Due sono le iniziative del periodo festivo. La magari per i più giovani incrociare sguardi e sorrisi, chi invece comincia ad osservare prima è “Segui il Cuore”: in ogni negozio dell’associazione se si acquista un qualsiasi le vetrine sia sul Corso d’Augusto che nelle vie laterali per farsi un’idea sui regali per il prodotto, si riceverà un coupon spendibile in un altro negozio aderente all’iniziativa. prossimo Natale e Fine Anno. C’è la crisi ed è una verità sacrosanta, ma questa non toglie La seconda è la “Lotteria del cuore”: ogni esercizio commerciale del circuito avrà a il piacere di recarsi in Centro. Le luminarie creano allegria e un po’ di speranza che le disposizione un certo numero di biglietti da distribuire ai clienti, diecimila in tutto, con cose possano andare meglio in un prossimo futuro. i quali poter partecipare ad una estrazione di premi, Con il solo pessimismo non si è mai costruito niente Le iniziative dei commercianti ottanta in tutto. Il primo premio è una crociera, altri sono voli gratuiti in Europa, altri ancora sono offerti di buono. Questo è il momento dei commercianti, di “Vitalcentroriminese” contro la crisi dagli stessi negozi. Il biglietto costerà un euro e il ridopo mesi di negozi semi vuoti ora si spera di recuperare almeno in parte quello che si è perso e ce la mettono tutta con offerte, sconti, cavato servirà per acquistare, in collaborazione con l’ASCOR (Associazione Sostenitori proposte originali. L’associazione dei commercianti “Vitalcentroriminese” sempre molto Cardiologia Ospedaliera Riminese), un defibrillatore da sistemare in Piazza Tre Martiri e dinamica nel compito che si è dato di promuovere il commercio nel Centro Storico, ha pagare il relativo corso di formazione per un volontario.

Farmacia Versari

Informazione pubblicitaria

La passione di star vicino alla gente

Antennista Arlotti

Informazione pubblicitaria

Per salvarsi dal digitale

Da oltre mezzo secolo un punto di riferimento sicuro nel Borgo San Giuliano

Un’esperienza trentennale per risolvere i problemi vecchi e nuovi di tv, domotica e fotovoltaico

di Mara D’Angeli

di Mara D’Angeli

Un punto di riferimento per gli abitanti del Borgo San Giuliano è la farmacia gestita dalla fine degli anni ‘50 anni dalla famiglia Versari. Punto di forza della farmacia è un lavoro in cui la conoscenza dei farmaci si unisce alla passione per i propri clienti a cui si desidera fornire un servizio di supporto alle terapie mediche o un consiglio per patologie minori. “Per questo la nostra professionalità passa attraverso un rapporto di fiducia che, in molti casi, si costruisce negli anni e che sicuramente un luogo come il Borgo favorisce. Ci sono alcuni servizi, in cui la nostra farmacia si è specializzata, come le preparazioni galeniche e l’assortimento di farmaci per la cura degli animali che ha fidelizzato una clientela di amanti della caccia - spiegano.- Un ser-

vizio offerto negli ultimi anni è la possibilità di prenotare tramite il CUP visite e prestazioni specialistiche convenzionate con il SSN.” La Farmacia è rifornita di prodotti omeopatici e in breve tempo può rifornirsi delle specialità particolari o da preparare appositamente. In questo ultimo anno, per andare incontro alle esigenze dei clienti è stato ampliato l’orario di apertura. Il turno di chiusura del venerdì è ridotto al solo pomeriggio, e l’apertura pomeridiana il lunedì e il mercoledì è anticipata alle 14.15. Lunedì 8.15-12.45 e 14.15-19.30; martedì 8.15-12.45 e 15.15-19.30; mercoledì 8.15-12.45 e 14.15-19.30; giovedì 8.15-12.45 e 15.15-19.30; venerdì 8.1512.45 e pomeriggio chiuso; sabato 8.1512.45 e 15.15-19.30. Foto Migliorini

Innovazione e tradizione. Queste le caratteristiche che contraddistinguono l’attività dell’Antennista Arlotti in via Tiberio 45. Una storia iniziata qualche decennio fa e che ha permesso di maturare una forte esperienza nel settore, sempre al passo coi tempi però e le nuove tecnologie. La ditta è infatti esperta non solo di impianti elettrici ma anche di digitale, domotica e fotovoltaico. Tutto parte circa trent’anni fa quando il padre Gianfranco, antennista, da dipendente trova il coraggio di aprire in proprio un’attività nel Borgo San Giuliano. Ditta specializzata in elettrica che ora vede la partecipazione di tutta la famiglia impegnata a lavoravi. È proprio la componente umana infatti a fare la reale differenza. L’azienda si occu-

pa dalla realizzazione e la progettazione di impianti elettrici all’istallazione delle tv satellitari. Specializzata, inoltre, di impianti fotovoltaici per uso civile, di video citofono, impianti satellitari e per il digitale terrestre. In più, naturalmente, di ogni sistema che riguarda la domotica in casa. Il responsabile è Gabriele, elettricista professionista. E, al nucleo, si aggiunge anche Valter Vasi, un collaboratore che è “come se fossero due”. Arlotti dispone di un reparto con vasto assortimento di materiale elettrico, in cui è possibile trovare tutto l’occorrente per la realizzazione di un impianto elettrico. La ditta è inoltre distributrice di ricambi assortiti. E pure di quei pezzi talvolta introvabili.


6

27 giugno > 10 luglio 2012

Intervista al coach Claudio Belotti a Rimini il 29 novembre

“L’UOMO DA IMITARE, QUELLO E’ UN LEADER”

S

di Beatrice Piva

arà un’altra coinvolgente serata, il 29 novembre, per il ciclo “Riprenditi la vita 100%” il progetto che riunisce a Rimini cinque tra i maggiori formatori ed esperti Italiani nel campo della gestione della sfera emozionale e nella realizzazione degli obiettivi di vita e professionali. Le serate già concluse hanno visto protagonisti Roberto Re, Alfio Bardolla e Paolo Bacchini, mentre la conclusione del 6 dicembre sarà nelle mani di Ciro Imparato, esperto nell’uso della voce, che svelerà i segreti della giusta comunicazione. Il 29 novembre arriverà il coach Claudio Belotti, autore dei best seller La vita come tu la vuoi e The Spiral: 12 anni di esperienza internazionale in coaching, Programmazione Neuro Linguistica e crescita personale, per “aprire le menti” degli spettatori verso soluzioni e nuove strategie di successo personale. Tra gli argomenti trattati, autostima, realizzazione dei propri desideri, focalizzazione degli autentici obiettivi di vita. Belotti negli ultimi anni ha lavorato come coach e trainer con migliaia di persone in quattro continenti, ha affiancato professionisti dello sport nel raggiungimento di risultati sempre maggiori. Maggior esperto in Italia delle “dinamiche a spirale”, una tec-

nica utilissima nella comprensione dei conflitti e dell’evoluzione del genere umano, strategia usata, si legge, anche da Nelson Mandela in Sudafrica. Claudio Belotti, da dove è nata l’ idea o esigenza di diventare un coach? “Fin da piccolo ho sempre cercato di capire la dinamica che spinge le persone ad avere, rispetto allo stesso stimolo, reazioni del tutto differenti, ho sempre cercato delle risposte, sono una persona curiosa per natura. Spinto dalla passione per i viaggi e culture differenti, mi ritrovo, appena compiuti i ventisei anni, alla guida di un noto ristorante in Massachusetts. La ricerca di soluzioni e tecniche comunicative per poter gestire al meglio le trenta persone che componevano il mio staff, mi ha portato a studiare e sfruttare nel mio lavoro le tematiche legate alla comunicazione e controllo emotivo. Questo bagaglio di esperienza è stata la base, in Italia, per Claudio Belotti continuare a frequentare prima, e gestire in seguito, corsi specifici rivolti alla crescita personale e comunicazionale”. Quali caratteristiche o predisposizioni del suo carattere le hanno permesso di diventare coach di successo?

“Sicuramente mi ritengo una persona molto determinata. La determinazione e la capacità di semplificare i problemi e renderli superabili e comprensibili, sono le mie qualità più importanti. A 42 anni ho scritto La vita come tu la vuoi, un testo semplice che lascia il segno, l’ho scritto per me, come se un mio amico mi parlasse, ed è in questo modo che mi relaziono con le persone, con un linguaggio semplice, pulito e vero. Sono molto apprezzato per questo lato del mio carattere”. E’ cambiato rispetto al passato il modo di fare leadership? Quali valori e caratteristiche deve avere oggi un leader? “Il vecchio stereotipo del leader, oggi non più attuale, personificava l’uomo perfetto, di successo, con una famiglia modello e una struttura indistruttibile, un esempio molto difficile da raggiungere ed imitare per le persone comuni. Era il leader degli anni ’80, autorevole ed autoritario. Oggi il leader è colui che riesce a essere uomo da imitare perché ha superato le sue difficoltà nella vita e riesce a trasmettere valori veri e reali al suo team. E’ colui che dimostra di avere coraggio”. Le serate organizzate da 1-id ExclusivEvents, In touch comunicazione, Le Spiagge del Benessere in winter e Angeli pierre, si tengono all’Holiday Inn Viale Amerigo Vespucci 16, Rimini. Per info. www.l-id.it o chiamare 800.910.668. Costo della serata € 32 in omaggio libro dell’autore. Inizio alle ore 20,30.

Natale insieme al Palacongressi Il 15 e 16 dicembre “Expo dei Soci di Banca Malatestiana” Banca Malatestiana ha organizzato “Natale Insieme - Expo dei Soci di Banca Malatestiana per il territorio”: sarà un evento ricco di attrattive espositive e con un fitto programma di eventi: le magiche atmosfere del Natale, degu-

stazione prodotti tipici, animazioni per bambini, arti e mestieri della tradizione, divertirsi con il dialetto, pittori e artisti riminesi. Partecipano con loro stand anche Zeinta di Borg e Consorzio Castelli e Valli Romagnole.

Natale Insieme si svolgerà al nuovo palacongressi di Rimini e sarà aperto il 15 e 16 dicembre dalle ore 10 alle 19.

FOTO BELLARIVA NON SCATTA PIU’ carta quello che avevi impresso nella pellicola, ora vedi subito il risultato sul display e non c’è più l’emozione dell’attesa, della scoperta”. Patrignani con le sue foto, scattate nell’arco di quasi mezzo secolo, molte esposte nel suo negozio a Bellariva, ha documentato il mutamento dei costumi, del modo di vivere, di divertirsi, di fare vacanza. A Bellariva non c’era cresima, matrimonio, comunione che non vedesse la presenza della sua macchina foto-

Renato Patrignani chiude l’attività: ha raccontato la città per quasi mezzo secolo tografo di Bellariva. “Iniziai da ragazzo questo mestiere - continua Patrignani - poi nel ‘68 decisi di mettermi in proprio e aprire un negozio, quello stesso che chiuderà a giorni perché cesso l’attività. La licenza comprendeva oltre alla fotografia anche quella di vendita di bombole a gas. Con quest’ultima mi sono pagato il negozio”. In pochi anni la fotografia ha avuto uno sviluppo, un cambiamento drastico, non più pellicola e camera oscura, ma foto digitali: “Prima non si vedeva l’ora di sviluppare su

grafica. “Si lavorava sedici ore al giorno, nel negozio con mia moglie, nella camera oscura per sviluppare e poi la sera d’estate nei dancing, nei lunapark e la mattina sulla spiaggia”. Tutti i giornali di Rimini, compreso il nostro, hanno pubblicato le suo foto per documentare avvenimenti. Una fra le tante che lui ricorda bene è quella data al Carlino diversi anni fa: una cagna allattava dei gattini orfani della loro mamma. Ma Patrignani faceva anche scoop con le celebrità, come con Lady Diana quando

Sabato 24 novembre in via Soardi a Rimini

La Coop New Horizon inaugura il primo Riama Store

Prima c’erano Greta, Fethi, Miki, Cristina, Amare, Eva e Alice. Ma da oggi sono arrivate anche Stella, Mary, Stefy, Susy, Sofia e Teresa. Nomi che racchiudono un progetto di forte impatto sociale, ambientale e culturale. E, soprattutto, sostenibile. Sono i nomi dei 12 modelli delle Riama Bag, le borse 100% made in Rimini realizzate con il recupero di materiale non compostabile come il pvc dei cartelloni pubblicitari cinematografici e turistici, le cinture di sicurezza delle automobili e le manichette di estintori. Il marchio, ideato da Rita Bellentani, è stato acquistato un anno fa dalla Cooperativa Sociale New Horizon, con un obiettivo importante: inserire persone diversamente abili nel laboratorio di produzione delle Riama Bag e aprire un punto vendita al pubblico. Un progetto che sabato 24 novembre alle ore 17 diventa realtà: inaugura infatti con una grande festa aperta al pubblico in Via Soardi 35, in pieno centro storico di Rimini, il primo RIAMA STORE dove sarà possibile acquistare le Riama Bag, borse impermeabili, originali, autentici pezzi unici numerati fatti a mano, diversi gli uni dagli altri. Un’iniziativa fortemente voluta dalla Cooperativa Sociale New Horizon, da diversi anni attiva sul territorio riminese, impegnata nell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Con una curiosità: le Riama Bag non hanno etichetta, ma una vera e propria “carta d’identità” che attesta, per tutti coloro che ne ‘adotteranno’ una, l’eticità che ne è alla base. Per informazioni: www.riamabag.it

I dieci anni del Museo Gualtieri di Talamello

“Il digitale ha ucciso l’emozione dell’attesa” Erano gli anni in cui in mare a qualche metro dalla battigia, c’erano, a distanza di un centinaio di metri una dall’altra, le altalene con la pubblicità del Campari sulla traversa. Quante persone, bambini, ragazze, donne sono stati fotografati mentre ondeggiavano avanti ed indietro. La maggioranza delle foto erano ancora sviluppate in bianco e nero e c’era la fila dei bagnanti che aspettavano di essere fotografati. Sono i ricordi di Renato Patrignani, storico fo-

NEL BORGO

venne per il Pio Manzù e lui riuscì per primo a fotografarla all’aeroporto (c’erano quaranta fotografi che aspettavano) grazie ad una scorciatoia. Sue sono anche le immagini a corredo del libro “La mia Bellariva” di Enzo Corbelli. I tempi cambiano e così le abitudini e anche la fisionomia dei luoghi. Bellariva non ha più il suo fotografo, ma le immagini colte dalla macchina fotografica di Patrignani continueranno a raccontare la sua storia.

Un pittore che ritorna alla sua terra Un turista che decide di visitare la Valle del Marecchia, può aggiungere al suo itinerario un percorso originale, la visita dei luoghi dove sono esposti i quadri di Fernando Gualtieri. La famiglia del pittore dello “Splendore del reale” è originaria di Talamello ed in questa località è sorto un museo dedicato alla sua opera. L’undici novembre scorso è stato ricordato il decennale del Museo Gualtieri alla presenza dell’artista e delle autorità locali, un’occasione per vedere come l’arte, la pittura si possono coniugare con la storia, le tradizioni e la natura dei luoghi in una reciproca valorizzazione. Sempre nella Valle, a San Leo il Palazzo Mediceo ospita una importante collezione di Gualtieri proveniente da Parigi con opere di ispirazione diversa e di un altro periodo di quelle esposte a Talamello. Altri quadri dell’artista si possono ammirare all’inizio della valle a Rimini, al Museo della Città. Sempre a Rimini, il prossimo primo dicembre alle ore 11,30 si inaugurerà nella sala delle riunioni al secondo piano della prefettura una esposizione di quadri di Gualtieri. L’esposizione è aperta al pubblico.

Chiamami Città 699  

21 novembre 2012_Centro Storico