Page 1

Nel cuore della tua città Via Caduti di Marzabotto, 31 47922 Rimini - tel. 0541 780332

redazione@chiamamicitta.net

gratis a casa tua e nei dispenser

www.chiamamicitta.net

25 settembre - 8 ottobre 2013

Anno XXIV n. 719

Biblioterapia 2013, appassionati di meraviglia di Lorella Barlaam

LA RIVIERA DEI PARCHI CHE ROMAGNOLA NON è

Mirabilandia agli spagnoli, il resto ai genovesi: un bene o un male? di Stefano Cicchetti

Lo dicono perfino i sussidiari delle elementari: “La riviera romagnola è celebre per le sue spiagge e per i suoi parchi acquatici”. La Riviera dei Parchi si chiama infatti il consorzio che mette insieme Acquario di Cattolica, Aquafan, Italia in Miniatura, Oltremare, Imax, Fiabilandia, Mirabilandia. Ma quanto di romagnolo c’è ancora in questa Riviera? Mentre a Rimini infuria la contrapposizione Delfinario sì-Delfinario no, va avanti un altro processo. Il parco più grande, Mirabilandia, fin dal 2006 è di proprietà della spagnola Advent Parques Reunidos, un colosso che gestisce oltre 50 impianti per il divertimento a tema in tutto il mondo. segue a pag. 3

pag 11

Intervista a Omar Pedrini, l’indipendente di Marta Ileana Tommasicchio

pag 12

Il permesso di soggiorno per studio ora è pluriennale di Raluca Albu

pag 23

FORTI INCENTIVI STATALI: -65% PER RISPARMIO ENERGETICO -50% PER RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA Affrettati non perdere l’occasione... VIA CURIEL, 42 - VISERBA DI RIMINI (RN) TEL 0541.738573 VIA DELL’ARTE, 15 - SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN) TEL. 0541 622880 www.navacchi.it

Nuova gestione Prossima Apertura Specialità: carne, pesce e cassoni Via Marecchiese, 39 Rimini


2

commerciale@ondalibera.net

25 settembre - 8 ottobre 2013


25 settembre - 8 ottobre 2013

PRIMO PIANO

3

Dal 3 al 5 ottobre a Rimini Fiera

di Stefano Cicchetti

L’

acquario di Cattolica e il gruppo Aquafan-Imax-Oltremare sono ormai del gruppo Costa di Genova, che a quanto pare acquisterà (e trasferirà a Riccione?) anche Italia in Miniatura. Fiabilandia da tempo fa capo allo Zoo Safari di Fasano.

“RINASCIMENTO” Idee vincenti che passano di mano ILDELL’INDUSTRIA segue dalla prima pagina

Come dire, siamo zeppi di idee, ma poi all’incasso ci passano altri. Ma sarebbe una lettura dettata solo dal più provinciale dei vittimismi. Ci sono almeno altri due aspetti che andrebbero considerati, uno positivo e l’altro negativo. Il primo, è che se le multinazionali inve-

LA RIVIERA DEI PARCHI CHE ROMAGNOLA NON è Mirabilandia agli spagnoli, il resto ai genovesi: un bene o un male? Lo spirito del campanile potrebbe trarre da ciò amare considerazioni. Noi maestri del turismo, noi capaci di inventarci dal nulla il filone del divertimento a tema proprio nel momento della crisi più nera (quella delle mucillaggini a fine anni ’80), quel filone lo abbiamo lasciato in mani “forestiere”.

stono qui, significa che questo territorio dà loro fiducia. Il che non è poco, data la scarsa considerazione che invece l’Italia nel suo complesso riscuote presso la finanza mondiale, ogni giorno crudelmente espressa nei numeri del famigerato spread. Il secondo, è che però questi affari dove il

grosso mangia il piccolo fanno parte dei processi di concentrazione che vanno avanti almeno da due decenni e che mettono in mano sempre più ricchezza a sempre meno soggetti. E dove la distribuzione della ricchezza è più squilibrata, minore è il tasso di democrazia. Il nostro Paese e ancor più il nostro territorio si sono sempre caratterizzati per un’altissima percentuale di imprese medie e piccole, che non solo ha consentito un benessere diffuso con ben pochi paragoni nel mondo, ma ha anche impedito, o almeno fronteggiato, la concentrazione del potere fra pochi padroni del vapore. Di giorno in giorno, questo però è sempre meno vero. La politica esiste proprio per governare questi fenomeni, o almeno provarci. Infatti vediamo che sono esattamente queste le priorità della rinata Forza Italia (a parte i processi e le condanne del suo bis-fondatore). E sono al centro del dibattito congressuale del Pd (seconde solo all’avvincente dilemma segretario/candidato). Come promanano dalle analisi di Beppe Grillo (una volta esauriti gli insulti). Meno male che sappiamo sceglierci una classe politica tanto attenta e lungimirante. Altro che i tedeschi.

REDAZIONE - Pubblicità Rimini, Via Caduti di Marzabotto, 31 47922 Rimini Tel. 0541 - 780332 - Fax 0541 - 780544 - redazione@chiamamicitta.net codice ISNN 1971 - 565X - DIREZIONE - Direttore Responsabile Stefano Cicchetti Responsabile Privacy: Stefano Cicchetti Caporedattore: Claudio Costantini Segretaria di Redazione: Sara Sparaventi Redazione: Lorella Barlaam (cultura), Eva Micucci (spettacoli) Coordinatore progetto “Zeinta di Borg”: Antonio Cuccolo. AMMINISTRAZIONE - Proprietà: Ondalibera Srl Cap. Soc. Responsabile amministrazione: Madelena Cerbara Grafica: Agenzia NFC diAmedeo Bartolini & Co., via XX Settembre 32 - Rimini Stampa: Galeati Industrie Grafiche Via Selice, 188/189 Imola (BO) Distribuzione: Agenzia Rimini Marketing. Aut. del Trib. di Rimini n. 19 del 13/8/1988 Sede Legale: Via Bonsi, 45.

AERONAUTICA ITALIANA

Airet, il salone che vuole riunire la filiera del volo in un’unica offerta rivolta ai paesi emergenti Quattro saloni in uno, dal 3 al 5 ottobre, a Rimini Fiera con AIRET - The Italian Air Industry Renaissance - per riunire le filiere dell’aeronautica italiana, da sempre protagoniste nel mondo, in un’unica offerta espositiva integrata e dare così risposta alle aziende più innovative del made in Italy di settore, che mirano ai Paesi più in crescita nel comparto aeronautico ed aeroportuale. Si attendono infatti delegazioni dalla Russia europea e da quella siberiana, da Kazakistan, Azerbaijan, Ucraina, Dubai e Tanzania, oltre ai rappresentanti di industrie aeronautiche produttrici di aeromobili. Quattro sezioni: AIREM, incentrata sull’industria meccanica, meccanotronica ed elettronica ad elevata tecnologia, le macchine per la lavorazione dei materiali aeronautici; AIRED, con design, arredi, materiali e soluzioni per gli spazi aeroportuali; AIRES, con i sistemi d’avanguardia in ambito aeroportuale, per la tutela ambientale e il risparmio energetico, ATC, strumentazioni anti intrusione e di protezione dei piazzali e delle piste; ALA, Airet Light Aviation, dedicata all’aviazione leggera e sportiva. Al centro dell’area espositiva ci sarà Aired Air Terminal, riproduzione dal vero di un ipotetico aeroporto, realizzara da Silvano Buzzi & Associati. Info: www.airet.it


commerciale@ondalibera.net

25 settembre - 8 ottobre 2013

ph. Gabriele Scarpato - www.leleweb.it

4

SGR. Offerta Luce e Gas. Più risparmio per te, più luce al nostro territorio. Promozione Benvenuto* “4 mesi a quota zero”. Ai nuovi clienti che sottoscrivono la Formula Vantaggio non sarà applicato il contributo quota mensile per i primi 4 mesi.

clienti@sgrservizi.it www.sgrservizi.it *Offerta valida per le richieste sottoscritte entro il 30/09/2013

La mia energia. Locale, leale, sociale.


25 settembre - 8 ottobre 2013

SORRISI E CASSONI

5

Un crimine efferato che ferisce nel profondo l’animo femminile di Lia Celi

M

i hanno rubato il cellulare. Non a Rimini, ma - va detto - a Riccione, su quel lungomare tutto carino, moderno e leccatino che a Rimini tanti invidiano, più o meno inconfessabilmente. Possiamo consolarci, ecco a cosa servono in

Questura a denunciare il furto c’erano in fila prima di me tre ragazze, vittime dello stesso crimine, e il fatto che fossero tutte giovanissime almeno mi ha rassicurato sul fatto che non ci cascano solo le babbione come me. Una aveva lasciato la borsa incustodita per

MOLTI LADRI E POCHI GENTILUOMINI Lo scippo del cellulare, un’altra piaga che colpisce le donne realtà i lungomare-salotto dove la gente passeggia rilassata e tranquilla e tutti sembrano impegnati solo a godersi la brezza marina e il panorama: a facilitare il lavoro agli scippatori di telefonini. Lavoratori indefessi, attivi - va detto - non solo a Riccione, e specializzati nel derubare i cellulari alle donne. Ho l’impressione che noi ce lo facciamo sfilare molto più facilmente degli uomini: quando sono andata in

pochi secondi in pizzeria, un’altra era stata derubata a una festa di compleanno e aveva lo sguardo ferito e perplesso di chi deve sospettare dei propri amici; una terza era stata alleggerita sull’autobus, secondo il più classico dei copioni urbani. Tutte quante, a qualche ora dal furto dello smartphone, mostravamo i chiari segni della crisi d’astinenza: respiro corto, occhi dilatati, catatonia alternata ad agitazione. Alcune erano venute

accompagnate dal papà o dalla mamma, che lungi dallo scuoterle ricordando loro che l’umanità ha vissuto milioni di anni senza cellulare e 24 ore di sconnessione non erano una tragedia (ci vuole un marito per dire queste cose), le abbracciavano mormorando teneramente: «stai tranquilla tesoro, quando abbiamo finito qui te ne compri subito un altro». Sì, rubare il telefonino a noi donne è più facile che ai maschi, perché non lo teniamo in tasca ma in borsetta, e lo tiriamo fuori continuamente per chiamare navigare e smessaggiare, ovunque siamo, affamate e assetate di chiacchiere, contatti e relazioni, com’è nella nostra natura. L’incubo della solitudine e del silenzio è definitivamente sconfitto. Ai maschi il cellulare è utile, per noi è proprio un organo vitale, tant’è vero che sulle bancarelle

i telefonini-giocattolo sono quasi sempre in versione rosa e civettuola: un gioco da ragazze. E un gioco da ragazzi, a quanto pare, sfilarglielo dalla borsetta. A confronto rubare una bicicletta è un colpo sofisticato da «Sette uomini d’oro». A meno che, come qualcuno sospetta, non sia tutta una messinscena volta a procurarsi un alibi per sbarazzarsi di un vecchio apparecchio e comprarsi un modello più aggiornato: se nel periodo immediatamente successivo all’arrivo in Italia dei nuovi iPhone si registrerà un’impennata di denunce per furto o smarrimento l’ipotesi sarà pienamente dimostrata. Ma scommettiamo che in quel caso i sedicenti derubati saranno tanto maschi quanto femmine? http://www.liaceli.com/


6

commerciale@ondalibera.net

25 settembre - 8 ottobre 2013


25 settembre - 8 ottobre 2013

COSì è... SE NON VI PIACE

7

Tempeste in bicchieri d’acqua di Nando Piccari

N

on essendo in procinto di diventare neo-renziano, mi ritrovo prigioniero di un’antiquata cultura secondo la quale, in politica, “sintonia” e “simpatia” non sono la stessa cosa, né debbono necessariamente convivere quando si giudichi qualcuno. Per questo non ritengo di contraddirmi nel

di Susa è sorta una bella scuola di terrorismo, purtroppo tollerata e anzi protetta da larga parte della “brava gente” di quei luoghi. “Possibile che abbia detto comprensibili?”, si sono chiesti in tanti; tenendo tuttavia ben distinto il loro stupore e disagio dalla tronfia prosopopea di Alfano, che l’ha attaccato

DOPO IL “PARTITO LIQUIDO” ARRIVA IL “PARTITO COOL” nutrire scarsa simpatia per Stefano Rodotà anche quando mi trovi in sintonia con certe sue posizioni, perché espresse con l’aria del saccente che si degna di elargire verità e certezze a noi che fatichiamo a capire il mondo. Ma questo non mi ha impedito un iniziale moto di solidarietà nei suoi confronti allorché, qualche giorno fa, è stato messo in croce per l’uso infelice di una parola. Egli aveva infatti definito «deprecabili ma comprensibili» le esortazioni a compiere un ulteriore «salto di qualità» sulla via del crimine, rivolte da due brigatisti, giustamente in galera, ai loro discepoli “No Tav” che è sperabile ci vadano quanto prima, dal momento che in Val

Il Professore incompreso e il Sindaco pago-uno prendo-due esibendosi nel riuscitissimo ruolo di “Asinus in cathedra”. «Comprensibili sta per prevedibili, nel senso che da gente del genere cosa ci si può aspettare?», ha poi specificato Rodotà. Qui, però, la solidarietà mi si è inacidita in fastidio, dal momento che il Professore non ha potuto fare a meno di corredare di severi

Offerte di Lavoro Ingegnere Informatico/delle Telecomunicazioni. Per azienda di servizi situata a Rimini Sud siamo alla ricerca di un candidato in possesso della Laurea Ingegneristica in Telecomunicazioni/Informatica. Il/la candidato ideale ha preferibilmente esperienza nell’ambito del networking, nella progettazione di reti wireless e nella configurazione di apparati. Data l’urgenza della ricerca, verranno prese in considerazione con priorità persone immediatamente disponibili. (rif. 776) Impiegato/a commerciale. Per azienda del settore meccanico situata a Rimini Nord, siamo alla ricerca di un/a impiegato commerciale. La figura inserita si occuperà dell’inserimento ordini, della compilazione di bolle e fatture oltre alla gestione del front-office. Il/la candidato ideale ha una buona conoscenza della lingua inglese ed è residente in zone limitrofe al luogo di lavoro. (rif. 777) Magazziniere. Per azienda metalmeccanica situata a Rimini Nord siamo alla ricerca di un/a magazziniere preferibilmente iscritto alle liste di mobilità. L’azienda valuterà sia candidati in età di apprendistato sia candidati con più esperienza nel settore. Il/la candidato ideale è persona residente in zone limitrofe al luogo di lavoro. (rif. 778)

Le ricerche sono rivolte a uomini e donne (L. 903/77). I dati saranno trattati e conservati esclusivamente per finalità di selezioni presenti e future, garantendo i diritti ai sensi del Dlgs.196/03. (Informativa Privacy sul sito www.buonlavoro.biz)

Contattaci per candidarti o per conoscere altre opportunità di lavoro. Buon Lavoro esaminerà il tuo curriculum e lo inoltrerà alle Imprese associate a CNA, interessate a conoscere profili analoghi.

P.le Tosi, 4 Rimini - Tel 0541/760235 - Fax 0541/760297 info@buonlavoro.biz - www.buonlavoro.biz

rimbrotti quell’opportuno chiarimento, quasi a dire: “Non sono io ad essermi spiegato male, siete voi ignorantoni che non conoscete la lingua italiana. Ma come osate dubitare di me?”. Quando gli sarebbe bastato ammettere che può capitare a chiunque di usare un termine inadatto, invece di contribuire all’ennesima tempesta in un bicchier d’acqua. Anche perché bastano e avanzano quelle del PD, ultima la recente Assemblea Nazionale “sulle regole”. In origine lo statuto stabiliva che il segretario fosse anche il candidato Presidente del Consiglio, e questo giustificava la stravaganza per cui alla sua elezione mediante “primarie” potessero concorrere pure i non iscritti al partito. Poi arriva Renzi e quella norma decade: opportunamente, perché come si fa a pre-designare un candidato leader quando ancora le elezioni sono di là da venire? Logica avrebbe voluto che Renzi, beneficiario di tale innovazione normativa, fosse il primo a sostenerne la definitiva sanzione statutaria; cosicché d’ora in poi possano essere gli iscritti a eleggere con le primarie un segretario che, se intende candidarsi alla guida del Paese, a tempo debito partecipi ad altre primarie, questa volta aperte anche a chi del PD si dichiari solo elettore. Invece no: il candidato-segretario Renzi rivuole l’automatismo dei due ruoli, salvo poi lasciare alla Bindi l’incombenza di innalzare barricate. E anche quanti non condividono il suo “pago uno prendo due” considerano però normale che – unico caso al mondo – ad eleggere colui che vogliono sia “solo” segretario concorra non chi è iscritto al partito, magari anche da un minuto, ma chiunque: come se alle elezioni in Lombardia partecipassero pure i confinanti Svizzeri che adorano la cassöla e la

torta sbrisolona. Al momento tutto è però tornato in alto mare. La sola quasi-certezza è che il prossimo segretario sarà comunque Renzi, il quale ha già detto di volere «un partito cool», che si pronuncia “cul” e tradotto vuol dire “fighetto”. A chi ha passato “i migliori anni della propria vita” dandosi da fare per “non morire democristiano”, si potrà oggi chiedere di finire in un...cul de sac? Per di più, a Rimini, sotto l’ala di Zerbini? P.S. Le cronache ci hanno riferito di una cena dei massimi esponenti del PdL di Santarcangelo più Mauro Ioli e quel Consigliere Comunale “scilipotiano” glorificato per aver tramato contro il Sindaco Morri. Un simpatico simposio alimentare che sarebbe rimasto segreto, se in quel locale non fosse capitato un dirigente del PD clementino. Qualcuno era incuriosito che a quel tavolo sedesse anche un estraneo alla politica santarcangiolese, il quale ad ogni portata iniziava a mangiare qualche minuto prima degli altri. Era l’assaggiatore, che quelli del PdL s’erano portati appresso perché con certi commensali non si può mai sapere.

COOPERATIVA EDILIZIA BERTINI S.C.aR.L. in liquidazione coatta amministrativa ex art. 2545-terdecies C.C. D.D. 06/05/2011 n. 203/2011 C.F. e n. di iscrizione al Registro delle Imprese di Rimini 00763560406 Commissario Liquidatore Dott. Stefano Baratti Studio in Via Ariete n. 18 - 47923 Rimini Tel./Fax 0541-793114 E-mail studio@stefanobaratti.it - PEC studio@pec.stefanobaratti.it

Avviso di manifestazione di interesse all’acquisto di fabbricato sito nel Comune di Montescudo (RN), località Trarivi Il presente avviso si inserisce nell’ambito delle attività della gestione commissariale, finalizzate all’alienazione dell’attivo della Liquidazione Coatta Amministrativa. A tal fine si è disponibili a ricevere manifestazioni di interesse all’acquisto di edificando fabbricato ad uso civile abitazione e relativi servizi, situato in località Trarivi - Comune di Montescudo (RN), ricompreso nella zona PEEP Trarivi (previsione di costruzione di case a schiera). Il fabbricato è composto da n. 3 immobili indipendenti, articolati ciascuno su 3 livelli: al primo livello - ingresso, portico, garage, cantina, ripostiglio; al secondo livello - cucina, soggiorno, disimpegno, bagno e n. 2 camere; al terzo livello - sottotetto. Per il dettaglio delle problematiche urbanistiche e/o catastali, degli oneri comunali ed opere pubbliche a completamento, dello stato di fatto dell’immobile, si rinvia alla relazione tecnica redatta dal Geom. Alberto Tura di Rimini, comprensiva di planimetrie e foto. Detta perizia e le eventuali ulteriori informazioni

e documentazioni inerenti il fabbricato verranno fornite agli interessati, previa formale manifestazione di interesse da inviarsi allo Studio del Commissario Liquidatore. Si precisa che la presente comunicazione non ha valore di avviso di vendita bensì di manifestazione di interesse all’acquisto, in quanto per le specifiche modalità di alienazione del bene occorrerà la preventiva autorizzazione del Ministero competente alla Vigilanza sulla procedura. è consentita la presentazione di manifestazioni di interesse anche per solo una delle tre parti indipendenti costituenti il fabbricato, pur precisando che dato lo stato di fatto dell’immobile si darà precedenza ad offerte complessive: quelle individuali potranno essere prese in considerazione unicamente se coordinate e/o coordinabili con altre offerte individuali pervenute che consentano l’alienazione dell’intero bene immobile. Rimini, 9/9/2013. Il Commissario Liquidatore Dott. Stefano Baratti


8

25 settembre - 8 ottobre 2013

commerciale@ondalibera.net

Informazione pubblicitaria

SEI DISOCCUPATO?

SEI DISOCCUPATO STAGIONALE?

Il Patronato Epasa CNA ti fa GRATIS la pratica per la MINI ASPI Chi perde il posto trova l’aiuto di EPASA Dal 01/01/2013 l’indennità MiniAspi sostituisce la precedente Disoccupazione stagionale (Disoccupazione Requisiti Ridotti)

Chiedi i rimborsi fiscali attraverso il Centro assistenza fiscale - Caf Cna entro il 30 settembre Hai percepito redditi da lavoro dipendente nel 2012 ma nel frattempo sei rimasto senza lavoro? Rivolgiti subito in CNA al Centro di assistenza fiscale - CAF per fare il modello 730 e ottenere il rimborso delle imposte a credito, cioè quelle che hai versato in più. Affrettati: per presentare il 730 e ottenere il rimborso dall’agenzia delle entrate, c’è tempo solo fino al 30 settembre! Il CAF CNA è vicino a chi ha perso lavoro: con il 730 ti regala la Card Cna Cittadini per ottenere subito sconti dal 10 al 20% su poliambulatori medici, studi dentistici, farmacie, numerose attività commerciali e tutti i servizi di CNA utili ai cittadini nelle aree lavoro, formazione. Il CAF è in tutte le sedi CNA con i seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30

CNA Rimini, vantaggi per tutti

COSA CAMBIA CON LA MINI-ASPI: • possono beneficiarne tutti i lavoratori stagionali, cioè anche gli apprendisti, i dipendenti pubblici con contratto a termine e i soci lavoratori di cooperativa (prima era rivolta solo a lavoratori dipendenti qualificati del settore privato) • il beneficio è erogato nel momento in cui sopraggiunge la disoccupazione e non nell’anno successivo • la domanda va presentata subito dopo la fine del rapporto e nel termine massimo di 68 gg (prima si presentava nel periodo gennaio/marzo dell’anno successivo) • bisogna presentarsi subito al centro per l’impiego per rilasciare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro. • sono necessarie almeno 13 settimane di contribuzione nell’anno precedente la data di fine rapporto di lavoro (prima erano necessarie 78 gg e almeno un contributo versato nel biennio precedente) • l’indennità, così come il versamento dei contributi figurativi, ha una durata pari alla metà delle settimane di contribuzione del lavoratore nell’ultimo anno. Viene erogata mensilmente e non più in un’unica soluzione come in precedenza.

EPASA CNA TI AIUTA GRATUITAMENTE A VERIFICARE SE HAI I REQUISITI, A FARE LA DOMANDA E A INVIARLA

Con la Card CNA Cittadini subito uno sconto del 20% sulla compilazione della dichiarazione dei redditi Da quest’anno CNA apre i suoi servizi e il suo sistema di convenzioni anche ai cittadini. Abiti in uno dei comuni della provincia di Rimini? Con la Card CNA Cittadini, ricevi immediatamente uno sconto del 20% sulla compilazione della dichiarazione dei redditi. Gli operatori del CAF, del Patronato Epasa, di CNA Pensionati sono pronti a rispondere alle tue domande, a darti un consiglio, a fornirti un’assistenza completa. Di più: con la Card CNA Cittadini accedi automaticamente ad agevolazioni e sconti da 10% al 20% su un’ampia gamma di servizi e acquisti: poliambulatori medici, studi dentistici, farmacie, ma anche ristoranti, vacanze, autonoleggio e trasporti, terme, informatica, acquisto automobili e numerose attività commerciali. Cerchi qualità e risparmio? Benvenuto in CNA!

RIVOLGITI ALLE SEDI CNA

Riccione Viale Ceccarini 163 tel 0541/601273

S.Giovanni in Marignano Via Cabral 40 tel 0541/968008

Rimini P.le Tosi, 4 tel 0541/760262

Morciano Via Roma, 36 tel 0541/988923

Santarcangelo di r. Via Togliatti, 17 tel 0541/625656

Bellaria Igea Marina Via Orazio, 128 tel 0541/332060

Misano Adriatico Via Gramsci 51/a tel 0541/613109

Novafeltria Viale Angelo Battelli, 26 tel 0541/926010

Cattolica Via Cabral, 40 tel 0541/968008

Verucchio P.zza Risorgimento, 5 tel 0541/678013


25 settembre - 8 ottobre 2013

S/PUNTO DI VISTA

9

Non per è fare un complimento che i giornali titolano “Gallipoli come Riccione” di Giampaolo Proni

D

i ritorno da una vacanza in Salento, propongo alcune riflessioni. La Puglia, e in particolare la penisola salentina, sono state la meta giovanile dell’estate. Si è arrivati così agli eccessi che qui a Rimini sono ben noti. Da RepubblicaBari “Il giorno dopo lo stop alle notti selvag-

py hours e occasioni di sballo. A fronte del turismo ‘da sballo’, esiste però un altro turismo, che spesso si ritrova nelle località dell’interno: un’offerta di ristorazione e accoglienza sofisticata e anche di vero lusso, di ottimo gusto e culturalmente alta, a prezzi del tutto accettabili. Gli ospiti di que-

CARI PUGLIESI, NON RIPETETE I NOSTRI ERRORI Sballo e cemento rendono sull’immediato ma poi fanno terra bruciata ge in riva al mare fra musica a tutto volume e fiumi di alcol, durante le quali si sono verificati due forse tre casi di stupro, è tempo di bilanci e riflessioni a Gallipoli” (25/8). Il titolo non ci fa tanto onore “Gallipoli come Riccione”. Così, è intervenuto il Prefetto limitando severamente vendita di alcool, hap-

> > > > > > > >

sti circuiti sono spesso stranieri, i numeri più limitati. Osservando lo sviluppo di località emergenti, mi chiedo: se noi riminesi avessimo ancora la riviera romagnola degli anni ‘50, davvero rifaremmo le stesse cose? Personalmente, non penso che tutto andrebbe scon-

SERVIZI PULIZIE LAVAGGIO VETRI/VETRATE/PANNELLI SOLARI (anche in quota) SERVIZI FACCHINAGGIO SERVIZI MANUTENZIONE ORDINARIA GIARDINAGGIO SERVIZI PARCHEGGI SERVIZI ALLESTIMENTI SERVIZI RIORDINO AMBIENTI

volto. Rimini, per la sua natura geografica, la viabilità e la cultura, è una grande località popolare. Dunque non si sarebbe mai potuta arrestare all’epoca del Grand Hotel e poi del Savioli. Tuttavia, almeno due scelte ci hanno creato più danni che vantaggi: la cementificazione e lo sballo estremo, e ora ci rendiamo conto che nel turismo è molto difficile tornare indietro. Una volta che un territorio è stato urbanizzato e dotato di certi tipi di offerta, è impossibile o comunque molto difficile ri-trasformarlo. Perciò, come riminese mi sento di dire agli imprenditori turistici del Salento, e a chi deve prendere le grandi decisioni che tracciano il profilo

turistico di un territorio: non lasciate che le politiche turistiche le facciano i prefetti o i politici. Fate subito le vostre scelte. Migliorate le infrastrutture per accogliere più persone, ma attenzione a non esagerare. Il turismo da sballo rende, ma lascia terra bruciata. Se tagliate un ulivo secolare per colare del cemento, sappiate che non lo avrete mai più. Va bene accogliere i giovani, ma non solo quelli che si scolano bottiglie di vodka. E non perdete gli ospiti stranieri: il turismo dall’estero è quello che mantiene alta la qualità. Insomma, prendete da noi quello che abbiamo fatto bene, ma non gli errori. A questo serve l’esperienza.


10

25 settembre - 8 ottobre 2013

cultura

A Misano “Lo sterco del diavolo. Il denaro che fa girare il mondo”

È LA FINE QUANDO IL DENARO È UN FINE di Lorella Barlaam

L

a rassegna filosofica promossa dalla Biblioteca di Misano e curata da Gustavo Cecchini, al via il 4 ottobre, come di consueto coglie un tema complesso della contemporaneità: quel denaro che “fa girare il mondo”, ma che Lutero stigmatizzava come “sterco del diavolo”. Una realtà doppia. Da sempre misura delle cose, oggi – e ancor più in tempo di crisi - anche dell’uomo. Primo degli otto incontri, quello con Umberto Galimberti, filosofo e psicanalista, che ragionerà

«Non è il consumo a farci felici… i nostri bisnonni lo erano certamente più di noi perché tra loro parlavano. Per la felicità, che è incommensurabile, contano le relazioni, la solidarietà, l’amicizia… già Aristotele diceva che l’uomo è un animale sociale, e non basta a se stesso. Mentre adesso i valori sono quelli dell’individualismo, dell’egoismo, e anche i giovani sembrano rassegnati a tutto: nel ’68 non ci si sarebbe potuto nemmeno pensare a una cosa come un contratto co.co.pro… Insom-

Umberto Galimberti il 4 ottobre aprirà la rassegna filosofica con la conferenza “Il feticismo del mercato” su “Il feticismo del mercato” da acuto indagatore di confini qual è. «Si può parlare di feticismo» mi spiega Galimberti, «quando una cosa non vale per se stessa ma assume un valore più grande di quello intrinseco perché si carica di quello ‘spirito’ che i primitivi chiamavano ‘mana’, diventando valore assoluto e generatore simbolico dei valori. Così è accaduto per il mercato, e oggi non sappiamo più cosa è bene, bello e santo ma capiamo solo cosa è utile, perché porta vantaggio. Di conseguenza, l’economia sostituisce le altre dimensioni del vivere sociale e anche la politica non è più un luogo di decisione, dal momento che per decidere guarda l’economia, che detta le scelte. Tutti i governi, per questo, sono ormai governi ‘tecnici’. Ma il mercato confligge col mondo della vita. Perché non gli importa che la gente sia povera, che i giovani non trovino lavoro, l’importante è stare nel 3% del trattato di Maastricht… e i fini dell’economia non sono più i nostri fini». In che senso?

ma, ha preso piede quell’ospite inquietante che è il nichilismo, che già Nietzsche identificava con la mancanza di scopo, di risposta al perché… È come se i giovani pensassero quando non c’è futuro, goditi il presente, l’assoluto presente… quei due soldi che ti danno i tuoi, stare in giro fino alle 4 del mattino, tanto nessuno di giorno chiamerà il tuo nome. Questo è il segno di una profonda mancanza…» Quali speranze nutrire, che fare, allora? «Non bisogna nutrire speranze: ‘speranza’, ‘auspicio’ sono parole della passività… Una rivoluzione non ci sarà, perché, come spiega Hegel, questa nasce da un conflitto tra due volontà, quella del servo e quella del padrone, in cui uno dei due prevale. Nella stagione del ’68 c’era la possibilità di un conflitto, esisteva una dialettica servo/padrone, da un lato gli operai, dall’altro Agnelli. Ma adesso servo e padrone sono dalla stessa parte, e dall’altra c’è il mercato, che è nessuno. Ma Nessuno è sempre il nome di qualcuno, come ci dice Omero…

Umberto Galimberti

A mio parere non c’è nulla da fare: sono crollati imperi come quello babilonese, tramonteremo anche noi. Perché abbiamo eretto il denaro a misura di tutte le cose e non è più un mezzo ma è diventato un fine, subordina a sé la soddisfazione dei bisogni e in che misura produrre. Non credo che siamo sull’orlo dell’abisso: è un pezzo che già ci siamo precipitati dentro. D’altronde l’Occidente è da sempre “terra del tramonto”... e forse questo tramonto comporta che si torni a una povertà, a una penuria, a una decrescita, e magari può farci riscoprire i valori che abbiamo perso…» Programma su: http://www.misano.org

APPUNTAMENTO A RIMINI PER IL XLI CONGRESSO AISS “Arti del vivere e semiotica: tendenze, gusti, estetiche del quotidiano” Dal 4 al 6 ottobre Rimini diventerà una piccola capitale della semiotica internazionale, grazie al XLI Congresso AISS, intitolato “Arti del vivere e semiotica: tendenze, gusti, estetiche del quotidiano”. Che, come da call for papers, si costituisce come «una sorta di fotografia dedicata a come la semiotica possa contribuire a restituire uno sguardo sulle attuali arti del vivere», dato che «sin dalla sua nascita nell’ambito delle scienze umane contemporanee, la semiotica offre la propria attitudine analitica allo scopo di osservare e mostrare i meccanismi soggiacenti alle diverse forme del sistema della comunicazione: dalla marca alla pubblicità, dalla comunicazione politica ai media, dall’alimentazione alla moda. La trasformazione dello scenario comunicativo in corso pone d’altro canto alla semiotica, così come a discipline attigue come la sociologia o l’antropologia, nuove sfide sulla capacità di analizzare il reale.» Il tema, che ha ricevuto un primo approfondimento già in occasione del convegno Blurring Landscape -Sociosemiotica della vita quotidiana, organizzato a Rimini nel 2006, sarà indagato, tra gli altri, da Umberto Eco, Paolo Fabbri, Ugo Volli, Vanni Codeluppi, Maria Pia Pozzato, Giovanni Matteucci e Giampaolo Proni. Info: www.associazionesemiotica.it

TU IN POLTRONA LA TUA PENSIONE IN BANCA RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A TITOLARI DI PENSIONE

La Scuola

Conto Argento

BM

a zero spese tutto gratuito, solo vantaggi

COMODAMENTE: ACCREDITO PENSIONE, BOLLETTE, UTENZE, ASSICURAZIONE MALATTIA E INFORTUNI, FURTI E RAPINE VALORI, RESPONSABILITÀ CIVILE, L’ESCLUSIVA CONAD CARD (per uno sconto del 2% su ogni spesa) CHIEDI AI NOSTRI SPORTELLI

“Messaggio Promozionale” - Per le condizioni contrattuali e le coperture assicurative è necessario fare riferimento ai fogli informativi e alla nota informativa disponibili presso le nostre filiali e sul sito www.bancamalatestiana.it


25 settembre - 8 ottobre 2013

cultura

Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri 2013

Agenda

LA MERAVIGLIA. CHE PASSIONE!

25 settembre RIMINI. Pneuma 2. In ascolto dello spirito. Matthew Fox , teologo e antropologo americano, ex domenicano, scoperto nel 2011 in Italia, con In principio era la gioia, (Fazi) converserà su “La spiritualità del creato e il futuro del cristianesimo”. Sala del Giudizio Museo della città. Ore 17.00. Info: Telefono : 0541 734670; 0541 793851

di Lorella Barlaam

“L

a meraviglia. Che passione!”, l’edizione 2013 di “Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri” a cura della Biblioteca Gambalunga, è al via. Ci si iscrive dal 5 ottobre, si comincia il 19. «La meraviglia» scrive Mariangela Gualtieri, poeta e fondatrice con Cesare Ronconi del Teatro Valdoca, «viene da uno sguardo in pienezza, in presenza perfetta e per questo è così affine alla poesia, che a sua volta è sguardo magico, voce che rivela, nell’ordinario, lo straordinario». Mentre secondo Cartesio questa “prima delle passioni” è «una sorpresa improvvisa dell’anima, per cui essa si volge a considerare con attenzione quegli oggetti che le sembrano rari ed eccezionali». Tra poesia e filosofia, una vera e propria “passione della meraviglia” attraversa le religioni, nutre la nostra letteratura e l’arte: per darne una ‘mappa’ la Biblioterapia chiamerà voci differenti. Ad aprire sarà il filosofo Umberto Curi, il 19 ottobre, con “La passione del pensare. Il pathos come origine della filosofia”, in cui ragionerà su quella “passione di conoscere” che per Aristotele nasce dalla meraviglia. A seguire uno dei maggiori psichiatri italiani, Eugenio Borgna, il 26 ottobre ci inviterà ad “Ascoltare l’infinito che è in noi” nei labirinti della mente, mentre al teologo Vito Mancuso, il 9 novembre, sarà affidato il bivio “Meraviglia o dolore” che è il nostro sentimento del mondo. La scrittrice e saggista Melania Mazzucco ci guide-

rà poi, il 23 novembre, attraverso i capolavori dei “Musei delle meraviglie”. Alla sezione “Voci del verbo leggere”, invece, appartengono “Wunderkammer. Stanze (e cassetti) delle meraviglie” (30 novembre), un reading con le

Le iscrizioni partono il 5 ottobre. Tra gli ospiti, Umberto Curi, Eugenio Borgna, Vito Mancuso, Melania Mazzucco, Laura Boella e Mariangela Gualtieri letture e la musica dal vivo dell’Associazione culturale Mala testa, e l’incontro del 7 dicembre con la filosofa Laura Boella dedicato a “Le imperdonabili” del pensiero e della scrittura: Milena Jesenská, Etty Hillesum, Marina Cvetaeva, Ingeborg Bachmann e Cristina Campo. «Perché allora l’universo scrive i suoi segreti con mano d’innamorato?», meraviglioso verso di Adonis, è il titolo del reading poetico con cui Mariangela Gualtieri aprirà “Ad al(a)ta

Melania Mazzucco

voce”, il 14 dicembre. «Percorrerò due paesaggi» anticipa. «La percezione del meraviglioso nella fissità, nello stare fermi, come cose, come montagne, e quella nell’osservazione attraverso un semplice microscopio, nel cui campo visivo si mettono frammenti di natura, frammenti di se stessi, pezzetti di cibo, di animali o della casa. E poi andrò libera, percorrendo versi editi e inediti che cantano il meraviglioso nella natura, nell’amore, anche nel dolore.» A chiudere, il 21 dicembre, per il progetto “Lingue di confine”, sarà una conferenza-spettacolo felliniana: “Le lingue di Federico”, a cura di Loris Pellegrini, che con Mirco Gennari, Francesca Airaudo, Giorgia Penzo e Francesco Tonti esplorerà l’universo linguistico del grande regista, tra lingua colta e dialetti popolari, tra modi di dire divenuti proverbiali e “icone parlanti” dei suoi film più noti. Iscrizioni e info: Biblioteca civica Gambalunga-Ufficio Prestiti, tel. 0541 704486 – www.bibliotecagambalunga.it – Facebook: Biblioterapia 2013

Una mostra alla Libreria Risorgimento celebra il 70° della Liberazione

PAROLE E IMMAGINI D’INFAMIA E DI RISCATTO “Infamia e riscatto. Oppressione dispotica e rinascita democratica nell’ Italia del Novecento” è il titolo della mostra che fino al 14 dicembre fa della Libreria Risorgimento una Wunderkammer della nostra storia recente. «Ho voluto rendere omaggio al 70° anniversario della Lotta di Liberazione» mi spiega Giovanni Luisè, curatore della mostra, «attraverso documenti e immagini dell’epoca, appartenenti alla mia collezione privata, raccontando l’infamia – il fascismo – e il riscatto – la Resistenza – dell’Italia di allora. Nella sala dell’esposizione, a tutta parete, ci sono giornali, manifesti, immagini e documenti cartacei di diversa natura che vanno dal 1924 al 1945». Entrando, subito si viene colpiti da due quotidiani del 1924 con la notizia della soppressione della libertà di stampa. «Ho dato alla mostra un ordine cronologico» mi spiega Luisè, «e proseguendo troviamo giornali e opuscoli degli anni ’30, che fanno l’apoteosi del fascismo; ho dedicato un’intera parete alla

promulgazione delle leggi razziali, in cui spiccano due vignette antisemite pubblicate su la Stampa a firma di Giovannino Guareschi. A seguire, si può leggere un’Enciclica di Pio XII in cui Papa Pacelli non fa menzione delle leggi razziali, ma esprime soddisfazione per la stipula dei Patti Lateranensi… e poi espongo i giornali che riportano la notizia della caduta di Mussolini il 25 luglio, il proclama di Badoglio dell’8 settembre ’43, per proseguire

Il bello della memoria

L’ARCHIVIO FRA CREATIVITÀ E DOCUMENTAZIONE Giovedì 3 ottobre alle 17.30, presso la Sala del Giudizio al Museo della Città, una conversazione tra Giuseppina Benassati, Massimo Pulini e Paolo Fabbri, condotta da Valeria Cicala, presenterà il catalogo di “Negli interstizi del tempo. L’archivio fotografico della Biblioteca Gambalunga”, a cura di Oriana Maroni e Nadia Bizzocchi. Aperta fino al 30 settembre, la mostra mette in scena l’archivio fotografico della Gambalunga facendo vivere al visitatore le «suggestioni e vi-

sioni delle fotografie in archivio, i sortilegi del tempo divenuto memoria, i teatri magici delle storie “messe da parte”» attraverso un percorso inconsueto nella labirintica memoria visiva cittadina, «narrato in trentadue “racconti” fotografici che ripercorrono la formazione dell’archivio», una banca di immagini che raccoglie oltre un milione di foto su Rimini e la sua provincia, raccolte in centocinquant’anni di storia. Info: tel. 0541 704486

11

con la documentazione - quasi commovente nella sua povertà - della lotta partigiana, libriccini stampati alla macchia, foglietti la cui consegna poteva costare la vita… Chiudo, senza commentare, con la notizia dell’esecuzione di Mussolini.» A guidare il visitatore, oltre alle didascalie esposte, c’è un ricco catalogo a colori che raccoglie il materiale inquadrandolo nel suo periodo storico. E, naturalmente, si può contare sulla sterminata – e appassionata – competenza di Giovanni Luisè. E il nostro libraio antiquario non si fa pregare: «Per l’autunno sono in attesa della visita di diverse scuole primarie e secondarie della città: è davvero importante che i ragazzi vengano messi in contatto con le testimonianze dirette della loro storia…» Libreria Risorgimento, corso d’Augusto 76, Rimini. Orari di apertura: lun. sab 9.30 - 12.30/16.00 – 19.00; martedì pomeriggio chiuso. Tel. 0541 28755

RIMINI. Cinema Tiberio. Opera e Balletto live. Emozioni in musica e danza sul grande schermo. Per la stagione 2013/2014 da fine Settembre 2013 a fine Giugno 2014 una rassegna ricca di eventi da non perdere. In cartellone appuntamenti con opere liriche e balletti classici e moderni, trasmessi in diretta o in differita dai principali teatri internazionali. Ingresso: a pagamento. Info: 328 25 71 483 - www.cinematiberio.it RIMINI. Festival Francescano - Le Mostre a Castel Sismondo. Fino al 3 novembre: Viaggio nei colori dello spirito, La fuga in Egitto, Nel segno del Tau e della Conchiglia, Sant’Antonio ‘Da Rimini detto’, Il beato Amato Ronconi di Saludecio e I sandali consumati di fra Gioacchino. Orario: venerdì 27 e sabato 28 settembre dalle 9 alle 22; domenica 29 settembre dalle 9 alle 19; dal 1 ottobre al 3 novembre dalle 16 alle 20 (chiuso il lunedì) Info: 392 2229186; www.festivalfrancescano.it/mostre-2/ 2 ottobre RIMINI. “Pneuma 2. In ascolto dello spirito”. F. Taiten Guareschi, monaco e maestro zen, conversa su “Frammenti di totalità”. Introduce Massimo Pulini. Sala del Giudizio Museo della città. Ore 17.00. Info: Telefono : 0541 734670; 0541 793851 RIMINI. “Università aperta”. In attesa dell’inaugurazione ufficiale del nuovo anno accademico, in programma venerdì 4 ottobre, Università Aperta “Giulietta Masina e Federico Fellini” di Rimini ha già aperto le iscrizioni ai corsi e laboratori del 2013/2014. Sono ben 70 i corsi, seminari e laboratori tra arte, lingue, scrittura, psicologia, teatro in programma quest’anno, con contributi alla portata di tutte le tasche. Il primo corso del nuovo anno accademico, “Fotografia tra tecnica e arte”, parte il 2 ottobre. Info: tel. 0541 28568 / 22323, www.uniaperta.it 9 ottobre RIMINI. “Pneuma 2. In ascolto dello spirito”. Marisa Iannucci, ricercatrice di formazione artistica ed umanistica, specializzata in lingua e cultura araba, in Civiltà dell’Europa Orientale e del Mediterraneo, in Cooperazione internazionale e tutela dei diritti umani, converserà su “Il Corano e le donne. Una lettura di liberazione”.Sala del Giudizio Museo della città. Ore 17.00. Info: Telefono : 0541 734670; 0541 793851


12

25 settembre - 8 ottobre 2013

SPETTACOLI

Pedrini sul palco del MEI, il Festival di musica indipendente dal 27 al 29 settembre a Faenza

L’indipendente Omar di Marta Ileana Tomasicchio

F

aenza come porto nazionale d’approdo di musicisti dalle etichette indipendenti, così come da major, ma con l’indole dell’indipendenza. Venerdì 27 al Teatro Sarti uno spettacolo comico-musicale con Gene Gnocchi “No MTV awards USA” con fasulli premi e motivazioni. Sabato 28 in città, una Notte Bianca di musica live ovunque ed un palco principale con Omar Pedrini ma anche Enzo Avitabile, Massimo Bubola, Enrico Ruggeri, Andrea Mingardi, Il Santo Niente e la Bandabardò che celebra vent’anni di attività. Domenica 29 reading di Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Pierpaolo Capovilla (Il Teatro degli Orrori), concerti di Almamegretta, Saluti da Saturno e molti altri. Non citare tutti nomi e programma è un vero dispiacere, ma si può sempre consultare il sito www.mei.it. Torno a Pedrini, già Timoria, ecclettico: musica, tv, teatro sono il suo pane. Papà da poco, mi interessa sapere altro. Professionalmente, cosa stai vivendo? “Due impellenze. Due concerti unplugged per ringraziare il mio pubblico al termine del tour “La capanna dello zio Rock”, iniziato quasi per gioco. Poi uscirà il mio disco nuovo: sto terminando le parti in inglese, avanti e indietro da e per l’Inghilterra. Sono stato impegnato in teatro, una passione latente in me e che, come una piantina, amo innaffiare. Al Parenti di Milano, mio teatro del cuore e importante per la sua programmazione particolare, in contemporanea in una sala c’ero io, in una c’era Timi, in un’altra

Agenda

Moni Ovadia. Un mese di sold-out per uno spettacolo su John Belushi con Nicola Nocella, Nastro d’Argento come miglior attore esordiente, conosciuto sul set di Pupi Avati. Tornato alla musica, sto dando le ultime

Sabato 28 Rock acustico alla House of Rock – sul palco il duo Dunessy Un tuffo negli anni ’80 – al Retropolis del Velvet apre la serata Loredana Bertè

“Ho promesso che a Faenza suonerò qualche nuova canzone, con emozione, anche alla mia età”.

pennellate di vernice al disco. Uscirà il 28 ottobre. Ho promesso che a Faenza suonerò qualche nuova canzone, con emozione, anche alla mia età”. Quando si presenta qualcosa di molto personale, emozionarsi è la minima manifestazione. “Esatto. Il giorno che non mi emozionerò più sarà il momento di smetterla con questo mestiere. Ecco che dopo tanti anni uscire con il nuovo disco, anche se è il mio diciassettesimo album, per me è come un ricominciare da capo, il primo disco nella mia nuova vita. Nella mia prima vita ci sono gli altri sedici”. Sul MEI? “Un grande affetto che ho per la manifestazione. Non mi sento tanto un ospite ma un

Il 29 e 30 settembre a Santarcangelo

Un’orchestra, 15 solisti un grande frontman – Renzo Arbore arriva al 105 Stadium con la sua Orchestra Italiana Mercoledì 2 Melodie dissonanti e sonorità irrequiete – al Sidro arrivano i Suez col nuovo disco “Illusion of growth” Omar Pedrini

collaboratore, porterò quest’anno anche le telecamere di RAI5 per parlare di musica indipendente. Il mio disco anche se distribuito dalla Universal uscirà per la indipendente etichetta di Ron. Ecco, sono ritornato indipendente vedi”? (ride) Per essere il più possibile liberi? “Sì ma credo anche che oggi sia la strada più bella. I dischi non hanno più un mercato vero e proprio, ma in questo momento ci si possono permettere delle libertà, come per me quella di uscire in vinile. Le idee hanno più spazio adesso rispetto a prima, quando tutto era industrializzato. Quindi tenete d’occhio il mondo indipendente.”

Sonorità soft al Circolo Milleluci – scaldano la serata Riccardo Amadei e Les Pastis Venerdì 4 Il Satellite torna in orbita – al Life prima notte rock della nuova stagione Sabato 5 Si riaccende la Piramide – techno e tendenza per la riapertura del Cocoricò a Riccione Domenica 6 Dalla Gran Bretagna al Circolo dei Malfattori – a Poggio Berni live gipsy folk di Gabby Young a cura di Matteo Ortalli

Grande successo per il nostro inserto

Giovani Imprenditori alla Fiera di San Michele

Chiamami Città a ruba durante il MotoGP

Torna la Piccola Campionaria

Sono andate letteralmente a ruba le copie di Chiamami Città distribuite all’autodromo di Santamonica durante il weekend del MotoGP. Sommersi dall’entusiasmo degli appassionati, i nostri ragazzi hanno funzionato anche da “ufficio informazioni”: in tanti si sono rivolti a loro per consigli e indicazioni, riconoscendo nel giornale una valida guida per la permanenza in riviera. Da parte nostra, vogliamo dire un grandissimo “grazie!” all’amministrazione comunale di Misano, agli organizzatori della manifestazione, agli inserzionisti che ci hanno sostenuto in questo progetto, che il prossimo

“Seduto in quel caffé, io non pensavo a te..”… ma semmai, se si è appassionati della natura, alla Fiera di San Michele, che si aprirà a Santarcangelo appunto il 29 settembre per proseguire domenica 30. Edizione messa in forse dall’epidemia di aviaria, ma che invece si svolgerà regolarmente, pur con qualche assenza. Si parte sabato all’alba con la gara di Canto per Uccelli da richiamo: cento pennuti in coro, un’esperienza davvero suggestiva. Per far conoscere ai più piccini l’esperienza dell’allevamento sarà anche allestita un’aia-pollaio dove i bimbi potranno vedere l’apertura delle uova e le chiocce. Poi laboratori di preparazione di nidi e mangiatoie per uccelli, oltre alla tradizionale mostra mercato di animali e attrezzature. Domenica invece arrivano mucche, pecore, asini, pony e persino un cavallo da tiro. Tra gli stand, un punto di riferimento importante per le aziende è la VII edizione del-

la Piccola Campionaria CNA Giovani Imprenditori in Piazza Marini. Parteciperanno: A.G.M. srl Tecnoenergy - soluzioni termoidrauliche di efficienza e risparmio energetico, Mia Pura srl (azienda convenzionata CNA) - commercio di depuratori e frigo-gasatori dell’acqua ad uso domestico e aziendale, Torneria in legno di Abbondanza Andrea & C. - produzione scale e ringhiere per interno legno/ferro, Ubiservice srl - progettazione e installazione di impianti fotovoltaici ad uso civile ed industriale. Lo stand è anche un punto di incontro per gli imprenditori che vogliono scambiarsi opinioni e condividere esperienze per migliorare le proprie attività. Per informazioni sullo stand: CNA Giovani Imprenditori -  Mariella Mengozzi - tel. 0541 76028 - mariella.mengozzi@cnarimini.it sulla festa di San Michele http://www.comune.santarcangelo.rn.it/

anno intendiamo ancora ampliare e migliorare.

La prima edizione della Fotomaratona di Rimini

Guardare la città con occhi diversi Domenica 15 settembre, si è svolta la Prima Edizione della Fotomaratona di Rimini organizzata dal t.club. Trentotto intrepidi fotografi amatoriali si sono messi in gioco, nonostante le pessime condizioni metereologiche, scattando per 4 ore e consegnando complessivamente 114 immagini. I temi scelti dagli organizzatori non erano collegati a tecniche fotografiche particolari, ma avevano come unico obiettivo quello di mostrare Rimini oggi: L’ESTATE STA FINENDO, RIMINI

ROMANA, RIMINI MULTIETNICA. Il 29 settembre ci sarà la premiazione. Durante la serata Mario Guaraldi presenterà il libro fotografico pubblicato per l’occasione e personalizzato per ogni partecipante, mentre al sottofondo musicale provvederà Fabrizio Inti (DJ di Radio Icaro, Produttore e appassionato di vinili). Appuntamento nel Palazzo del Podestà (primo piano sopra la FAR, Piazzale Cavour) dalle ore 18,00 alle ore 20,00 (circa).


25 settembre - 8 ottobre 2013

13

SPETTACOLI

Au Revoir Simone il 26 settembre live a Poggio Berni

Classe newyorkese in musica e look di Marta Ileana Tomasicchio

R

iparte al Circolo dei Malfattori a Poggio Berni un vivo programma con appuntamenti di musica, letteratura, arti visive. L’apertura suggella una collaborazione con il Velvet Club&Factory e rappresenta anche la prima data di eventi omaggio all’universo femminile “¡Qué viva Donna!”. La sera di giovedì 26 settembre sul palcoscenico arrivano le newyorkesi Au Revoir Simone, apprezzate anche durante la loro partecipazione al Verucchio Festival nel 2007. Le tre musiciste, con il loro amore per le tastiere e strumenti ritmici vintage, lo stile accurato sia nell’immagine che nella musica, in questo tour italiano presentano il loro nuovo album “Move in Spectrums” in contestuale uscita. Il loro sofisticato pop elettronico ha ammaliato, raccolto consensi e permesso loro di lavorare con personalità come

“La rocca di Verucchio è stato il nostro luogo live più magico” David Lynch, Johnny Marr (già The Smiths) e Air, oltre che di dedicarsi alla scrittura di colonne sonore. Assieme a Erika Spring, in rappresentanza del trio, converso sul nuovo disco, come davanti ad una tazza di the. ‘Move in Spectrums’ è il vostro nuovo album, dopo un po’ di tempo per ispirazioni, ricerca o altro? “Dopo che abbiamo finito il tour per “Still Night, Still Light”, alla fine del 2010, siamo tornate a casa nelle nostre vite. Heather al lavoro terminando la sua laurea in Scienze alla

Il cinema dell’autunno. Autori in erba e maestri affermati “The Grandmaster”

di Wong Kar-wai con Tony Leung e Ziyi Zhang

Il film è basato sulla vita di Yip Man, maestro d’arti marziali e mentore del grande Bruce Lee. Fra le battaglie si fa luce l’esistenzialismo amoroso del maestro cinese Wong Kar Wai sempre abile a raccontare l’inquietudine dei suoi personaggi.

“Via Castellana Bandiera”

di Emma Dante con Elena Cotta, Emma Dante, Alba Rohrwacher e Renato Malfatti

Storia ambientata a Palermo, nel vicolo che dà il titolo al film. Protagonista è un duello al femminile fra Rosa (Emma Dante), siciliana che vive a Milano, arrivata nel capoluogo siciliano con la compagna Clara (Alba Rohrwacher) e Samira (Elena Cotta) albanese in Sicilia da anni. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Emma Dante, coinvolge e rapisce con la sua tragicità reale.

“Bling Ring”

di Sofia Coppola con Emma Watson, Leslie Mann, Taissa Farmiga

Los Angeles, tutti cercano il successo e i soldi. L’ossessione per la vita delle star porta i ragazzi a rintracciare online gli indirizzi di molte celebrità, tra cui Paris Hilton, Orlando Bloom e Rachel Bilson, arrivando a sottrarre dalle loro abitazioni tre milioni di euro in beni di lusso. Basato su un evento realmente accaduto. Ancora glamour, adolescenza e noia, Sofia Coppola conferma le proprie manie. Il livello del film è più vicino all’ultimo “Somewhere” che al bellissimo “Lost in traslation”.

Columbia University, Annie ed io abbiamo suonato in un paio di altre band. Personalmente ho realizzato un EP solista. Abbiamo continuato a lavorare insieme quando è stato umanamente possibile (sorride).” Ritornerete dopo qualche anno in una zona specifica in Italia. Verucchio e Poggio Berni sono distanti solo pochi chilometri. Cosa ricordate del Festival? “La rocca di Verucchio è stato il nostro luogo live più magico. Quella notte era un sogno, abbiamo avuto modo di assaporare il fascino senza tempo dell’Italia che porta le persone da tutto il mondo.” Create musica sia per vostre composizioni che per colonne sonore. Come cambia il vostro approccio? “Quando componiamo musica insieme, entriamo in un mondo molto privato, che nel

Au Revoir Simone

caso portiamo a un produttore. Siamo guidate dalle nostre visioni e ci prendiamo tutto il tempo di cui abbiamo bisogno per sentire una canzone completa. Quando lavoriamo su una colonna sonora, di solito collaboriamo con un’altra persona o un gruppo di persone. E’ divertente e porta all’interno la dinamica e le idee da posti differenti. Entrambi sono molto gratificanti! Spesso è davvero bello avere ispirazione e idee dall’esterno.”

Cinque giorni per il boss

Arrivano i Glory Days Dal 25 al 30 settembre Ritorna anche quest’anno il consueto appuntamento col “Glory Days in Rimini”. Giunto alla 15^ edizione, questo evento negli anni ha raccolto tutti gli appassionati di Bruce Springsteen dalla Svezia, Spagna, Germania, Austria e Italia. Anche quest’anno Rimini si rivela vetrina ideale per l’evento. Dal 25 al 30 settembre, cinque giorni intensi di musica con diversi e validi performer. L’apertura sarà al Circolo Milleluci (il 25) con il cantautore riminese Luca Casali che aprirà la serata per Joe Castellani, storico rocker della Riviera, accompagnato dal “maestro” Alessio Raffaelli. Giovedì 26 settembre ci spostiamo alla Bottega della Creperia con un incontro da non perdere: Pow Lean e il duo Hernandez & Sampedro, un cantautore triestino ma spagnolo d’adozione con un duo che la scorsa estate ha girato in lungo e largo la riviera ottenendo consensi, anche con l’uscita del loro disco “Happy Island”. Venerdì il gioco si fa duro e i duri del Glory Days cominciano a giocare sul serio. Vetrina del weekend diventa il Rockisland, locale che ha già vissuto le precedenti ultime (e indimenticabili) edizioni. Serata che si apre all’insegna del folk con Johnny Duk dalla Svizzera, seguito da Daniele Tenca accompagnato dai Mama Bluegrass Band, strumenti rigorosa-

mente acustici per riproporre lo Springsteen delle Seeger Session e non solo. Ma la giornata clou, come da tradizione, sarà sabato. Si parte dal primo pomeriggio con la consueta partita tra fans al bagno 106. Seguirà, al The Barge, l’evento principale del Glory Days: l’intervista con Vini Lopez, primo batterista di Springsteen, che ha suonato nei suoi primi dischi d’esordio. Seguirà la presentazione del nuovo CD-DVD dei Miami & the Groovers “No way back” che raccoglie il meglio in audio e video della band riminese ritratta in un live spettacolare. La serata prosegue al Rockisland dove si alterneranno, oltre allo stesso Vini Lopez, i Lowlands, The Spring Street, vera e autentica tribute band springsteeniana e tanti altri in una kermesse finale che promette sorprese. Ma si continua ancora anche domenica, questa volta all’House of Rock, per il pranzo con artisti sul palco che eseguiranno brani tratti da “Tracks”, la raccolta di inediti di Springsteen. Serata di chiusura col botto il 30 settembre alla Bottega della Creperia, con Andrea Amati, Enrico Gardini, Miami & the Groovers e gli esordienti e interessanti Landlord. Ricordiamo che tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. Per info www.glorydaysinrimini.net Beppe Ardito

Hai già visitato il portale GAER? Il sito è dedicato alla promozione della creatività dei giovani artisti dei nove territori provinciali e sostenuto dall’Assessorato “Progetto Giovani” della Regione Emilia-Romagna.

“Sacro GRA” di Gianfranco Rosi

Il GRA, il Grande Raccordo Anulare di Roma, con i suoi 70 km è la più estesa autostrada urbana d’Italia. Nicolò Bassetti ha abbandonato la macchina sul bordo della strada e ha esplorato i territori intorno al GRA, attraverso incontri straordinari... Trionfatore dell’ultimo Festival di Venezia, il lavoro di Rosi sarà una vera sorpresa per chi ritiene il documentario un genere noioso adatto a pochi. Da non perdere. Paolo Bronzetti

La proposta permette all’artista, con una semplicissima registrazione, di utilizzare uno spazio autogestito, aggiornabile quotidianamente, ricevere notizie su manifestazioni artistiche e culturali a livello regionale, aderire a bandi di concorso, poter interagire con giovani curatori, condividere le proprie produzioni ed il proprio profilo su diversi Social Network, dialogare con altri artisti, rendersi visibili oltre i “confini locali”. L’indirizzo è il seguente: www.gaer.ws Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Politiche Giovanili della Provincia di Rimini, Piazzale Bornaccini n.1-Facebook Giovani Provincia Rimini Elena Malfatti e.malfatti@provincia.rimini.it 0541/363983 / Francesca Macchitella f.macchitella@provincia.rimini.it 0541/363991 Facebook: Giovani Provincia Rimini


14

25 settembre - 8 ottobre 2013

SPORT

Agenda

Storie e personaggi del nostro sport

ALFIO SUL RING CON NINO di Enzo Pirroni

I

n occasione della terza sfida mondiale con Emile Griffith, che si sarebbe svolta il 4 marzo 1968 al Madison Square Garden di New York, Nino Benvenuti, si era affidato, ancora una volta, alle cure del maestro Libero Golinelli. Era costui un personaggio d’ibridità demoniaca con un passato quantomeno inquietante, capace, tuttavia, grazie alle naturali doti mesmeriche di trasformare un amorfosico atleta in un vero e proprio gladiatore del ring. Ebbene, il maestro di Imola, aveva deciso di porre il proprio campo di allenamento, in quegli ultimi giorni di un inverno estremamente mite, nella nostra città. Il campione di Isola d’Istria poteva, in quell’occasione, disporre di ottimi sparring partners come i fratelli romani Giulio e Vittorio Saraudi ed il friulano Mario Battistutta. Inoltre, all’occasione poteva incrociare i guantoni con i tanti pugili riminesi, che in quel tempo, brillavano nel boxing nazionale. Il light middleweight Alfio Neri era uno di questi. Alfio Neri, la boxe l’aveva nel sangue. Era entrato in palestra a tredici anni nel 1955 ed immediatamente i tecnici della Libertas: Aroldo Montanari, Alfredo Neri (Grin), Dauro Tamburini si resero conto delle doti straordinarie possedute da Alfio. Allorché nel 1959, debuttò come novizio, Neri, mostrava di padroneggiare il mestiere come un professionista. I risultati non tardarono e vinse, con relativa facilità, i Campionati Regionali Novizi a cui fecero seguito quelli per dilettanti. Più di cento furono i combattimenti sostenuti con la canottiera dei “puri” e quando nel 1965 passò professionista entrando a far parte della

colonia gestita dal geometra bolognese Amaduzzi, le attese riposte sul ventitreenne super welter erano sicuramente assai grandi. Le cose non andarono come ci si aspettava anche se, a dire il vero, la carriera professionistica di Alfio può ritenersi altamente positiva: dodici incontri vinti, uno pareggiato ed un’unica sconfitta. Oggi, Alfio è un corpulento, affabilissimo signore che, per passione, esercita l’antica arte della mascalcia. Nei di lui discorsi è rinvenibile una sorta di velata malinconia: ma-

Fu il riminese Neri a fare da sparring partner a Benvenuti che preparava il terzo match con Griffith linconia per qualcosa che poteva essere e non sarà mai, rimpianto di un’avventura che non può reiterarsi, di un sogno irrimediabilmente sfuggito. Ma torniamo a Nino Benvenuti. In quell’inizio del 1968, oltre che fungere da sparring del grande Nino i due sostennero ben tre esibizioni sulla distanza degli otto rounds: una si tenne

Sabato 28 Skateboard: H.A.S.H. Al Playhall di Riccione 25 skater professionisti che si scontreranno per il best trick e best skater Domenica 29 Motociclismo: Motoraduno Città di Riccione Tutti in sella alle due ruote per la giornata organizzata dal Moto Club della Perla Verde Podismo: Marcialonga sul Rubicone 41a edizione della corsa con gare di 14, 7 e 2 km Sabato 5 Basket DNB: Varese - Rimini Crabs Comincia in trasferta la nuova avventura dei Granchi allenati quest’anno da Paolo Rossi Domenica 6 Calcio Lega Pro 2a Divisione: Rimini – Bellaria Sesta giornata al Neri per i ragazzi di Osio impegnati nell’atteso derby a cura di Matteo Ortalli

Esibizione tra Nino Benvenuti e Alfio Neri, 1968

sul Lungomare in quello che un tempo si chiamava il “galoppatoio”, un’altra a Reggio Emilia e l’ultima nei locali dell’Altro Mondo che aveva appena un anno di vita. Il locale, voluto da Gilberto Amati, si caratterizzava per le soluzioni tecniche all’avanguardia, per l’illuminazione assolutamente innovativa che il “mago” Elio Pasquini (Nin) aveva approntato in anticipo sui tempi affidandosi esclusivamente alla sua futu-

ristica immaginazione. Tutto è finito. Noi, altro non facciamo che ricordare un’età nella quale i personaggi vivevano le passioni come imprese artistiche. Ed ancor oggi vedendo Alfio Neri allontanarsi sulla sua bicicletta non posso fare a meno di pensare ad Isaak Babel per il quale il mondo era “come un prato di maggio su cui andavano e venivano, sogni, donne e cavalli”.


25 settembre - 8 ottobre 2013

CHIAMAMI 33

15

Così le discipline cinesi possono aiutarci contro le malattie croniche e invalidanti

QIGONG E TAIJIQUAN: IL MOVIMENTO È VITA Informazione pubblicitaria

di Claudio Romoli*

P

remessa Nel Piano Sanitario Nazionale 20112013, la criticità nel futuro prossimo è rappresentata dalle malattie croniche ed invalidanti. Negli allegati del piano sopracitato vengono ad esempio ricordate le due cause maggiormente frequenti di mortalità e di invalidità che costituiscono il vero grande problema sia in termini di qualità della vita della persona che impiego di risorse economiche sempre più rilevanti. “In tale contesto, si confermano anche nel triennio in esame le due grandi sfide assistenziali che hanno caratterizzato gli ultimi cicli della programmazione nazionale. La prima è quella relativa ai problemi di assistenza socio sanitaria connessa alla non autosufficienza: nel nostro SSN il tema dell’assistenza agli anziani e ai disabili non autosufficienti già oggi pesa molto di più che in altre realtà a causa della più alta percentuale di anziani e grandi anziani e tende ad assorbire sempre più risorse per servizi di carattere prevalentemente socio-sanitario. La seconda è legata all’incremento dei costi legato allo sviluppo della tecnologia e ai nuovi farmaci. Questi due sottoinsiemi di tematiche assistenziali di fatto segnano un fattore di svolta epocale che assorbirà una ampia parte delle risorse aggiuntive”. (PSN 2011-2013- 1.2 Sfide assistenziali del SSN italiano pag.6) Nell’appendice finale “Patologie rilevanti” sono riportati dati epidemiologici molto interessanti. “Le malattie cardiovascolari costituiscono la più importante causa di morte nel mondo e la loro elevata crescente prevalenza incide, anche in Italia, sulla salute pubblica e sulle risorse sanitarie ed economiche. I recenti dati ISTAT riportano che un italiano su 4 è affetto da malattie cardiache. Esse rappresentano la principale causa di disabilità fra gli anziani. La frequenza di nuovi eventi coronarici nella fascia di età 3569 anni è di 5,7/1000/anno negli uomini e di 1,7/1000/anno nelle donne; la spesa per gli interventi cardiochirurgici è stimabile in circa 650 milioni di euro/anno e rappresenta da sola l’1% della spesa sanitaria. L’invecchiamento della popolazione e l’aumentata sopravvivenza dopo

eventi cardiaci acuti ne giustificano l’aumento di prevalenza negli ultimi anni e l’ulteriore incremento previsto nei prossimi decenni. E’ ormai universalmente riconosciuto come l’80% circa delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari possano essere prevenute intervenendo sugli stili di vita e sui fattori di rischio.” (PSN 2011-20131.2 Sfide assistenziali del SSN italiano pag.9899) Per le malattie oncologiche, seconda causa di morte, viene detto: “Gli obiettivi di salute con evidenze di efficacia e/o sui quali siano state definite delle politiche internazionali, sono: combattere il fumo, l’uso di alcol, gli agenti infettivi oncogeni, l’esposizione ad oncogeni negli ambienti di vita e di lavoro; promuovere azioni di contrasto ai fattori di rischio, in particolare promuovendo un’alimentazione sana e l’attività fisica”. (PSN 2011-20131.2 Sfide assistenziali del SSN italiano pag.101102) Quello che viene proposto Appare evidente che quello che viene proposto a chi volesse intraprendere un percorso volto ad una vera prevenzione rispetto alle malattie sopracitate rimane nella più grande confusione e nell’indeterminatezza. Basta seguire qualsiasi media (internet rimane la punta di diamante del sistema informativo) in tema di prevenzione e di benessere per ritrovarsi sommersi da una quantità enorme di proposte e di informazioni, che alla fine però non arrivano mai alla definizione di un percorso semplice e chiaro, insomma di soluzioni che prima di tutto abbiano a che fare con la quotidianità di ciascuno di noi. L’alimentazione e il movimento, poi, sono due temi che la anche scienza ufficiale applicata (parliamo degli operatori del SSN, che quotidianamente devono interessarsi ai nostri problemi di salute) da sempre ha relegato in un angolo oscuro e dimenticato. Il movimento è vita (Qigong e Taijiquan) Fin dall’antichità i Cinesi hanno dato grande importanza agli esercizi fisici. Era pensiero comune che la vita venisse dal movimento, ecco perché nella Raccolta delle

dottrine dei Qin anteriori è scritto: “L’acqua corrente non diventa putrida ed il cardine di una porta non viene corroso dai tarli”. Avviene lo stesso anche per il corpo e per l’energia vitale. Allo stesso modo anche Laozi dice: “La durezza e la rigidità sono compagne della morte, la morbidezza e la flessibilità sono compagne della vita.” (cap. 76). Gli esercizi fisici, oggi comunemente indicati col termine di Qigong, anticamente erano chiamati Daoyin Shu (Arte del guidare), Yangsheng Shu (Arte di nutrire la vita) o Xianren Shu (Arte degli immortali) ed hanno una storia lunga più di 23 secoli. Erano praticati con lo scopo principale di ricercare la longevità, di prevenire e curare le malattie o come importante procedura della medicina riabilitativa. Fu per questo che ricevettero un grosso contributo per il loro sviluppo e arricchimento nel corso dei secoli, sia da parte di scienziati, sia da parte di medici e pazienti, sia dalle tecniche dell’ascesi religiosa che delle arti marziali. Questa Arte di nutrire la vita si basava, sostanzialmente, sulla teoria dei San Bao, le Tre Gemme, tre forze universali operanti nell’uomo (ma anche nel macrocosmo cielo e terra) ed essenziali alla sua esistenza: il Jing, forza essenziale, il Qi, energia o soffio vitale e lo Shen, spirito. Questa teoria si comprende meglio, come spiega J. Blofeld, alla luce di due concetti tipicamente taoisti sulla natura dell’esistenza: 1) l’indivisibilità e anzi l’identità di spirito e materia; 2) l’identico funzionamento delle leggi della natura a qualsiasi possibile livello e a qualsiasi possibile qualità dell’esistenza. Il Jing è l’energia naturale della vita, la forza prodotta dal nutrimento; è anche associato, nella tradizione taoista, all’energia sessuale che si manifesta primariamente come seme. Il Qi è il principio vitale, l’energia o fiato originale (Yuan Qi) che permea l’universo e che è assimilato proprio attraverso la respirazione; è, inoltre, l’energia o soffio vitale presente nell’uomo, il soffio corretto (Zheng Qi), l’energia che circola nei canali e nei collaterali del corpo per nutrire i vari organi; è anche l’energia vitale

nella pratica degli “esercizi interni” delle arti marziali. (Il Qi è stato messo anche in relazione col Pneuma greco e col Prana indiano.) Lo Shen è essenzialmente spirito, con tutte le sue funzioni coscienti, è la vitalità umana a livello dell’espressione più sottile. L’obiettivo della pratica, quindi, era di raggiungere la longevità conservando e nutrendo queste Tre Gemme. Ciò si poteva realizzare attraverso il controllo del corpo (Tiao shen), per mezzo di posizioni, il controllo del respiro (Tiao xi), ed infine il controllo della mente (Tiao xin), per mezzo della concentrazione, della meditazione e del distacco. Altri fattori importanti erano il regolamento della dieta, il tempo e la durata degli esercizi e così via. Sia per scopo religioso che sanitario, si diede sempre più importanza alla coltivazione della Tre Gemme, queste dovevano essere preservate e non dissipate, mantenendole pure ed efficienti, in modo da prevenire il declino della vecchiaia. Così i taoisti ricercarono “l’elisir dell’immortalità”, mentre i medici e i cultori delle arti marziali pensavano a rinforzare il corpo e la mente e a curare e prevenire le malattie. Fondamentali divennero gli esercizi del Qi, che permettevano di dirigerlo con la mente in tutte le parti del corpo. Da qui, quindi, è derivato il termine Qigong: tecnica del Qi o esercizi di respirazione. Il Taijiquan nasce alla fine della dinastia Ming (1600) ad opera di Chen Wangting ed una forma evoluta di Qigong. Dallo stile del fondatore che venne chiamato CHEN discendono poi gli stili YANG (1789-1872) SUN (1861-1932) WU (Yuxiang) (1812-1880) WU (Jianquan) (1870-1942). *Pranoterapeuta, iscritto all’Albo operatori della BioNaturopatia; diplomato in Medicina Tradizionale Cinese; docente presso l’Accademia di Medicina Tradizionale Cinese; terapeuta presso il Gymnasium Terra e Sole. Utilizza auricoloterapia, fitoterapia cinese, dietetica cinese, pranopuntura, massaggio Tuina, digitopressione per ristabilire l’equilibrio energetico perduto. Istruttore nazionale Csen, di Taijiquan stile Chen Xiaoija e Qigong, con il grado di cintura nera 3° Duan. Insegna al corso di Qigong e Taiji terapeutico presso il Gymnasium Terra e Sole a Rimini tutti i martedì e venerdì dalle ore 18,30 alle 19,30. Inizio corsi 1° ottobre.


16

commerciale@ondalibera.net

25 settembre - 8 ottobre 2013


25 settembre - 8 ottobre 2013

commerciale@ondalibera.net

17


18

25 settembre - 8 ottobre 2013

commerciale@ondalibera.net

Informazione pubblicitaria

LA COOPERATIVA SOCIALE “INSIEME” La Cooperativa Sociale “Insieme”, costituitasi il 9 marzo 2012, trae la sua origine dall’esperienza ecclesiale maturata nell’ambito delle Parrocchie Sant’Andrea dell’Ausa (Crocifisso), San Gaudenzo e San Raffaele Arcangelo, in Rimini; si ispira ai valori del Vangelo, espressi nella dottrina sociale della Chiesa, e ai principi fondamentali della Costituzione Italiana; pone la centralità della persona come fine di ogni azione, in coerenza con i principi di solidarietà e sussidiarietà; riconosce il lavoro come diritto e mezzo di realizzazione della persona; allo scopo di offrire il proprio servizio nella gestione di iniziative ed opere rivolte alla persona nelle varie età e situazioni della vita, per attività

educative, culturali, assistenziali, pastorali, sportive, ricreative, attività artigianali e commerciali. La Cooperativa, che ha sede legale in via Marecchiese 53 a Rimini, può offrire gli stessi servizi anche ad altri enti ecclesiali e/o civili oltre alle parrocchie nel cui ambito è sorta, come potrà gestire in proprio attività ed opere coerenti con la mission. Lo scopo principale che la Cooperativa intende perseguire è quello dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini, sviluppando fra essi lo spirito mutualistico e solidaristico mediante: a) la gestione di servizi socio-sanitari ed

IL CENTRO DIURNO PER ANZIANI “CASA BETANIA”

educativi; b) lo svolgimento delle attività di impresa, finalizzate all’inserimento ed all’integrazione sociale e lavorativa di persone svantaggiate, ai sensi degli artt. 1, lettera b), e 4 della legge n. 381/1991. I principi inalienabili della Cooperativa sono: la legalità in tutti i suoi aspetti; il rispetto delle persone (sia lavoratori che utenti); l’anteporre le esigenze delle persone a quelle della Cooperativa (nei limiti e in base, ovviamente, alle disponibilità economiche). Tali principi fanno in modo che la Cooperativa dia la possibilità alle persone svantaggiate e ai giovani di entrare nel mondo del lavoro, garantendo un trattamento eco-

nomico equo, e riservi ai fruitori dei servizi un’attenzione e una cura più che solerti. “Insieme”, più che una Cooperativa in senso tecnico, vuol essere un’occasione per tutti di collaborare, di sentirsi e di dimostrarsi una comunità concreta: l’intento è quello di lavorare insieme per realizzare progetti e cogliere le esigenze del territorio, stimolando la crescita e la partecipazione di tutti. Attualmente, la Cooperativa gestisce tra le sue attività l’assistenza socio-sanitaria nel Centro diurno per anziani “Casa Betania” e la ristorazione presso il “Campo don Pippo” e sviluppa il progetto “Borse dArte” dell’Associazione di volontariato “Eppuregira” di Riccione.

IL RISTORANTE-PIZZERIA DEL “CAMPO DON PIPPO”

“Casa Betania” è una ridente residenza, in via Marecchiese 53 a Rimini, inserita in un ampio spazio verde e destinata a Centro diurno per anziani. È ben inserita nel contesto urbano, di facile accesso e dotata di un ampio giardino privato ad uso esclusivo degli ospiti della casa. Il centro diurno offre ospitalità diurna ed assistenza con un modulo di permanenza molto flessibile. Evita il prolungato isolamento degli anziani e favorisce la socializzazione e il mantenimento del livello di autonomia funzionale attraverso piani di assistenza personalizzati e attività di gruppo mirate.

Il “Campo don Pippo”, in via Santa Cristina, 22/c a Rimini, ospita al suo interno due aree con destinazioni specifiche e complementari: l’area sportiva, attrezzata con campi all’aperto per calcio, calcetto, pallacanestro, pallavolo, beach-volley, beach-tennis e campo indoor per pallavolo e calcio a cinque, e corredata di un capiente centro servizi; e l’area ricreativa, nella quale trovano posto la cascina ad uso ristorante, il parco giochi, il palco spettacoli, i servizi igienici, le strutture di accoglienza e la cappellina. Il Ristorante – Pizzeria dispone di 250 posti. È all’interno dell’ampia zona verde polivalente del Campo, con spazio giochi riservato

ai bambini. Particolarmente gradevole la permanenza nel parco durante la bella stagione. Si organizzano feste di compleanno, cene di gruppo, buffet e servizi per cerimonie.

IL PROGETTO “BORSE DARTE”, UNA STORIA PIENA DI BELLEZZA

Delle borse uniche dipinte dai ragazzi delle cooperative sociali della Riviera Adriatica. È dall’incontro tra creatività, solidarietà e imprenditoria che nascono le “Borse dArte”. L’idea è semplice: trasformare un’opera artistica eseguita da una persona svantaggiata in lavoro, in oggetto alla moda con pari dignità estetica e commerciale degli altri. Immetterlo nel mercato, non come singolo evento di

beneficenza, ma come vera e propria operazione imprenditoriale. Il 100% del guadagno sarà impiegato in attività di cooperazione sociale. È la strategia dell’associazione di volontariato “Eppuregira” di Riccione. Una storia piena di bellezza. Perché l’associazione “Eppuregira”, in collaborazione con la Cooperativa Sociale “Insieme”, ha deciso di esprimere e di far esprimere le persone svantaggiate che assiste non utilizzando i canali tradizionali, ovvero commissioni di Enti Pubblici o Privati, ma dare forma a progetti innovativi o sostenerne già esistenti, creare quindi soggetti economici in grado di mettere e mantenere sul mercato prodotti di alta qualità ed economicamente sostenibili. L’iniziativa nasce dall’incontro di cinque

INSIEME Società Cooperativa Sociale Sede sociale: Via Marecchiese 53 - 47922 Rimini (RN) Tel. e Fax: 0541 771535 E-mail: insiemescs@gmail.com Amministrazione: amministrazione@cooperativasocialeinsieme.it Sito: www.cooperativasocialeinsieme.it P.IVA 04003780402

donne con esperienza di vita diverse che condividono la stessa sensibilità sociale: Alma Bertozzi, ex dirigente AUSL della Provincia di Rimini, Meris Campolucci, imprenditrice del settore moda, Sara Bolognesi, giovane educatrice che presiede l’associazione “Eppuregira”, Debora Branchi, maestra d’arte e coordinatrice dei ragazziartisti, Cinzia Mariani, impegnata da anni in attività sociali. L’idea - spiegano i volontari di Eppuregira - è nata dalla bellezza di alcuni dipinti fatti da soggetti svantaggiati: quei colori, e le emozioni a essi sottese, rivestono tele accantonate nei laboratori delle nostre strutture (al progetto partecipano le cooperative sociali Edith Stein, Ca’ Santino e Consorzio Mo-

saico), materiale anche custodito, ma sicuramente poco utilizzato e comunque molto lontano dalla quotidianità che ci appartiene. Comprare Borse dArte non vuol dire solo partecipare a un’azione benefica. Basta ammirare i colori e le fantasie delle shopper, già gettonatissime, dai disegni e fantasie uniche, per capire che si acquista un oggetto alla moda, di tendenza, che nulla ha da invidiare alle altre borse sognate dalle fashion victim. È l’obiettivo che muove l’operazione. Le Borse dArte sono opere uniche, irripetibili, come i loro creatori, con i loro disagi ma anche la loro ricchezza espressiva. Essi infatti rappresentano il fulcro dell’intera iniziativa, riempiendo ogni bagaglio delle loro emozioni e del loro immaginario pittorico.

Centro diurno per anziani “Casa Betania” Via Marecchiese, 53 – 47922 Rimini (RN) - Tel. 0541 771535 - Email: casabetania@cooperativasocialeinsieme.it Ristorante-Pizzeria “Campo don Pippo” Via Santa Cristina, 22/C – 47923 Rimini (RN) - Tel. 0541 751055 – Cell. 366 7791190 Progetto “Borse dArte” Via Marecchiese 53 – 47922 Rimini (RN) - Email: info@borsedarte.com - Sito: www.borsedarte.com


inserto di Via Caduti di Marzabotto, 31 47922 Rimini - tel. 0541 780332

gratis a casa tua e nei dispenser

a cura di Maria Luisa Bertolini redazione@chiamamicitta.net

www.chiamamicitta.net

25 settembre - 8 ottobre 2013

Anno XXIV n. 719

Piazzale Tosi , 4 47923 - Rimini (RN) Tel. 0541 760288 - cell. 320 6058240 impresa.donna@cnarimini.it www.cnarimini.it

Inserimento al nido

COME AFFRONTARE IL PRIMO DISTACCO

Intervista alla dottoressa Valeria Galoppa, psicologa e coordinatrice della Foresta Incantata di Rimini

è

tempo di scuola. Sono moltissime le mamme che intraprendono con i loro cuccioli un nuovo cammino. La prima uscita “sociale” è l’asilo nido ma è anche il primo vero distacco dal genitore. Un buon nido può costituire un’esperienza di crescita molto importante. Possiamo aiutare i nostri bimbi a vivere al meglio questa esperienza? Come fare per non rendere traumatico il passaggio dall’ovattato nido domestico a quel nuovo mondo pieno di facce nuove, voci non conosciute, bimbi che piangono ma anche colori, attività stimolanti e nuovi piccoli amici? Dottoressa, come vivono mamma e bambino il primo contatto con l’asilo? «L’inserimento al nido o a scuola è sempre un momento molto delicato nella vita di un bambino, ma anche in quella dei suoi genitori. Spesso i genitori, le mamme in primis, vivono un senso di colpa nel lasciare il bambino al nido e lui percepisce questo disagio del genitore che alimenta la sua paura dell’abbandono». Come devono comportarsi i genitori? «È necessario essere sereni in questa scelta e stabilire con le maestre un rapporto di fiducia reciproca, mostrarsi tranquilli trasmette sicurezza, se ci fidiamo noi per primi

anche il bambino lo farà. Perché il bambino non viva un sentimento di abbandono, è importante che i genitori trascorrano con lui il tempo in cui non è al nido. La costante presenza dei genitori dà al bambino la sicurezza del distacco: un distacco che è solo temporaneo, perché mamma e papà lo andranno a prendere e staranno con lui, perché gli vogliono bene». Qualche consiglio specifico? «Si consiglia per il primo mese di inserimento, di lasciare il piccolo il meno possibile solo con i nonni o con una babysitter dopo il nido e cercare di stare insieme durante il week-end. Bisogna salutare sempre quando si va via in modo tale che il bambino si abitui gradualmente al fatto che la mamma va via però poi ritorna, è consigliabile che almeno la prima settimana la persona che porta il bambino sia anche quella che lo va a riprendere». Ci dobbiamo spaventare delle crisi di pianto? «Una crisi di pianto forte è normale che ci sia nel momento del distacco e in tutti i periodi di interruzione della frequenza (al rientro al nido dopo una malattia, dopo le vacanze…). La crisi dell’inserimento potrebbe anche non manifestarsi subito, ma dopo alcuni mesi».

Il distacco dalla mamma provoca sentimenti negativi nel bambino? «La frustrazione del distacco è una frustrazione “positiva” che serve al bambino per crescere (non abbiate paura di traumatizzarlo) ». Come tranquillizzare il piccolo? «Cercate di mostrarvi serene di fronte al bambino che piange perché il bambino avverte le nostre emozioni: se siamo tranquilli, il bambino lo sente e di conseguenza si tranquillizza».


13

20

25 settembre - 8 ottobre 2013

Provincia di Rimini

Per Lei: Servizio di accompagnamento ed inclusione sociale per donne in difficoltà

NOI MAMME

Per appuntamenti Tel. 0541/363989 Piazzale Bornaccini, 1 - Rimini (3° piano)Ufficio Pari Opportunità della Provincia di Rimini per info www.provincia.rimini.it (Pari Opportunità)

Un week end di corsi e attività per rigenerarsi e ritrovare il proprio spazio

YOGA, NATURA E BENESSERE

Al via “Yoga nella natura”, un fine settimana all’insegna della contemplazione nell’antico borgo di Badia di Sasso-Corniolo

L

ezioni di Kundalini Yoga per sperimentare un livello di vitalità rinnovato. Passeggiate meditative – Breathwalk sui sentieri del Parco nazionale delle foreste Casentinesi per combinare passo e respiro, attraverso una tecnica di meditazione dinamica. Corsi di Sat Nam Rasayan, antica arte di cura e di rilassamento, di origine indiana. Sedute di massaggio Ayuryoga per eliminare le tossine e riequilibrarsi. Sono alcune delle proposte di “Yoga nella Natura”, tre giorni di attività e di momenti di profondo rilassamento nell’antico borgo di Badia di Sasso, sulle alture dell’Appennino Tosco Emiliano. Un luogo fuori dal tempo, circondato da boschi e panorami, e caratterizzato dalla presenza dell’antica abbazia dell’VIII sec. d.C., patrimonio delle belle arti. Tutte le attività in programma nascono dall’incontro di discipline indiane e tecniche di cura ayurvedica, unite dall’intento di offrire al partecipante un’esperienza indimenticabile di silenzio e di calma, quali condizioni di equilibrio, essenziali per relazionarsi umanamente ed in modo autentico. Unitamente alla pratica dello yoga e della

magnetico terrestre rende più facile meditare e rigenerarsi. Il programma di sabato permette ampie sperimentazioni, dalla Breathwalk che trae origine dall’antica tradizione di meditare camminando e che consiste nell’abbinamento di passo e ritmo respiratorio, fino al Sat Nam Rasayan, tecnica di rilassamento profondo, in cui lo stato meditativo diventa campo della cura dell’altro. Il filo conduttore dell’intero week end, è l’insegnamento del Kundalini Yoga, così come trasmesso da Yogi Bhajan, a partire dalla fine degli anni Sessanta in Occidente. Una vera tecnologia, utile da applicare in questi tempi, in cui non si può prescindere dal relazionarsi agli alti livelli di stress. Tecniche veloci ed efficaci che rafforzano il sistema nervoso, bilanciano il sistema ghiandolare e rendono più flessibile il corpo e silenziosa la mente. Domenica 12, le attività si concentrano alla mattina, in modo da lasciare spazio nel pomeriggio per le sedute di massaggio Ayuryoga, per le passeggiate negli splendidi boschi del Parco delle foreste Casentinesi e per il completo relax. Un programma tutto all’insegna del benessere e dello scambio, che vede la collabo-

sul futon con l’ausilio di olio di sesamo caldo e di una polvere (calamus) per eliminare le tossine depositate nei muscoli. Info e programma https://www.facebook.com/yogamassaggionatura Programma completo Venerdì 25 ottobre Ore 17:00 Arrivo e benvenuto 19:00 - 20:00 Presentazione e meditazione di apertura del corso 20:00 Cena 21:00 - 22:00 Meditazione serale

meditazione e alla relazione con la natura circostante, la qualità del vivere si esprime poi attraverso il convivio e la buona cucina che utilizza ingredienti biologici e a “Km zero”. Si inizia venerdì 25 ottobre con la presentazione dei corsi e l’introduzione alla pratica della meditazione. Sabato 26 ottobre è possibile cominciare prima del sorgere del sole con una pratica, conosciuta come “Sadhana dell’Era dell’Acqurio”. Esercizi di yoga e mantra, suoni sacri, fatti nelle ore, così dette dell’Ambrosia, quando il campo elettro-

razione di due insegnanti e terapeute olistiche, Vanina Patrizio e Nicoletta Magnani, provenienti da Rimini e da Roma, che, per questa occasione, metteranno insieme la loro esperienza nell’ambito dello yoga e dell’ayurveda. Un incontro originale che si sintetizza nella seduta di massaggio Ayuryoga, di cui ogni partecipante avrà modo di beneficiare. Un massaggio profondo, integrato da posture di allungamento, attraverso cui il corpo ristabilisce il naturale stato di armonia dell’energia vitale. La sessione di massaggio dura circa 60 minuti e viene fatta

Sabato 26 ottobre* Ore 4:30 – 7:00 Aquarian Sadhana 7:00 - 8:00 Breathwalk, meditare camminando 8:00 – 9:30 Colazione 10:00 – 12:00 Set di Kundalini Yoga 13:00 Pranzo 15:30 – 17:30 Sat Nam Rasayan 19:00 Cena 21:00 – 22:00 Meditazione serale Domenica 27 ottobre* Ore 4:30 - 7:00 Aquarian Sadhana 7:00 - 8:00 Breathwalk, meditare camminando 8:00 - 9:30 Colazione 10:00 - 12:00 Kundalini Yoga (sala Yoga) 13:00 Pranzo 14:00 - 17:00 Spazio dedicato ai massaggi, alle passeggiate nel bosco e al completo relax * La seduta individuale di massaggio ayuryoga di 60 minuti viene programmata nel corso della giornata.

I BENEFICI DELL’ACQUAGYM

Come sfruttare al meglio le proprietà della ginnastica in acqua di Jessica Albanese* Se stai cercando uno sport da praticare durante la gravidanza, avrai sentito parlare di acquagym, ma quali sono i pro e i contro di questa disciplina sportiva? Jessica, alle neo mamme che allenamento consigli? Durante i nove mesi, svolgere attività fisica in acqua può risultare particolarmente piacevole e rilassante; ci si sente più leggere: il peso del corpo è circa 1/6 di quello che si registra a terra. Un vantaggio soprattutto negli ultimi mesi, quando il pancione grava sulla schiena e può facilmente causare lombalgie. In più, la pressione idrostatica favorisce il ritorno venoso e migliora la vascolarizzazione degli arti inferiori, contrastando gonfiori e senso di pesantezza, complice anche l’azione vasocostrittrice del freddo. La resistenza offerta dall’acqua consente poi di ottenere una tonificazione muscolare anche migliore rispetto all’attività svolta a terra. L’acquagym è utile anche da un punto di vista emozionale? è provato che muoversi in acqua stimola la produzione di endorfine, gli ormoni che infondono benessere. Inoltre, in gravidanza i gesti lenti e i suoni ovattati aiutano a rilassarsi e a entrare in contatto con il proprio bambino, specie quando si eseguono gli esercizi in immersione. Stiamo parlando di una disciplina completa? Certo! I benefici sono molteplici: è completa, efficace, armonica, dispendiosa in termini calorici. Sfrutta la maggiore densità dell’acqua rispetto all’aria per calibrare in maniera progressiva l’intensità del carico, diversificando velocità ed estensione del movimento. Con il movimento in acqua, si sviluppano le normali capacità fisiche di resistenza, forza, coordinazione e azione e si migliora la prestazione e l’estetica del corpo. Vengono utilizzati attrezzi? Possono essere molteplici tra i quali: l’acqua belt (una cintura galleggiante) le cavigliere, i manubri, le tavolette, il tondo ludo( tubi ) lo step... Le persone in sovrappeso possono praticare Acquagym? E’ l’ideale per chi vuole perdere peso in maniera graduale riscoprendo una sensazione di leggerezza post allenamento. Quali sono i benefici che apporta? Impatto dolce allo sforzo fisico, tutela delle ossa e delle articolazioni, potenziamento sulla flessibilità articolare, miglioramento del tono muscolare, eliminazione delle tossine e drenaggio. Possono praticare tutti? L’acquagym è un’attività di gruppo che tutti possono praticare. Ottimo per prevenire artrosi, discopatie e scoliosi. Come vi ho già sottolineato è indicato per donne in gravidanza e anziani anche se per queste due categorie consiglio sempre una versione dolce o per coloro che sono sotto regime riabilitazione. La musica ha un effetto positivo sulla psiche e sul corpo, ci si mantiene in forma e ci si diverte. * Mamma, manager e istruttrice della Palestra Just Fitness


25 settembre - 8 ottobre 2013

CESENATICO POLO & COUNTRY CLUB Affitto Box e Paddok - Pensione Cavalli Scuola di equitazione - Passeggiate Pista allenamento trotto Campo pratica in sabbia

21

Info 345.3263904 FB cesenatico polo&country club via Cantalupo 5 - Cesenatico

Da un’idea di CNA Impresa Donna

GIORNATA DEL CONT@TTO APERTE LE ISCRIZIONI Sabato 14 dicembre l’incontro fra tutti i partecipanti alla rete di imprese “Insieme per il business”

I

mprenditori prendete carta e penna: sabato 14 dicembre 2013 sarà la Giornata del Cont@tto, l’incontro fra tutti i partecipanti alla rete di imprese “Insieme per il business”. L’appuntamento si svolgerà nell’ambito della II edizione dell’Expò Natale Insieme organizzata dalla Banca Malatestiana al Palacongressi di Rimini dalle ore 9.30 alle 18.00 ed è destinato ai soci CNA e della banca stessa. Un meeting vero e proprio, a tu per tu, fra tutti coloro che finora si erano conosciuti attraverso la rete che si è sviluppata sul portale Cont@tto. Il 14 dicembre si svolgeranno quindi gli appuntamenti programmati e già fissati on line: tutti con il fine di incrementare il business delle imprese associate a CNA. Cont@tto – Insieme per il business è una rete di imprese nata due anni fa proprio ampliare il giro d’affari e scambiare esperienze e conoscenze. Attualmente la rete include oltre 100 imprese e tutti gli associati CNA possono partecipare gratuitamente entrando sul portale www. rete-contatto.it e iscriversi al Business Club, compilando il Profilo aziendale dove sono indicate tutte le informazioni circa l’azienda, la attività, l’unione di appartenenza, la descrizione specifica dell’attività, i prodotti

o i servizi offerti, i mercati, i clienti, le offerte riservate ai soci CNA, la motivazione per cui si partecipa, quali aziende vorrebbero incontrare. Dall’incrocio dei dati forniti da ciascuna impresa iscritta si ottiene un elenco di imprese compatibili con le preferenze (Unioni e Associazioni) espresse nel quadro “VOGLIO INCONTRARE”. Ogni impresa metterà in rete la propria capacità di offerta, e attraverso un’analisi dei propri bisogni potrà individuare quelle più interessanti. Tutte queste attività alle imprese non costano nulla: non si pagano né l’iscrizione, né la gestione delle attività sul portale, né tanto meno la partecipazione alla Giornata del Cont@tto, in occasione della quale si potrà entrare gratuitamente al Palacongressi di Rimini ritirando il proprio accredito personale direttamente all’arrivo al desk accrediti. Naturalmente, per ottenere un maggior numero di contatti è meglio iscriversi subito!

4ZAMPE1GRANDECUORE

COME PRENDERSI CURA DI UN PORCELLINO D’INDIA Prima di prendere un animale è sempre bene porre delle domande e informarsi riguardo alla sua natura La cavia è docile (non morde mai al contrario del criceto) e il suo allevamento non impone grossi sforzi economici, né grosso impegno. Dopo poche settimane impara a riconoscere il padrone e lo saluta sempre con simpatici fischi e salti di gioia, soprattutto quando arriva “la pappa”. Abituata da piccola, sarà molto socievole e chiederà sempre il contatto con il padrone. Al contrario di come molti pensano, non sono animali “non” impegnativi, richiedono costanti cure, e non possono essere lasciati alle cure esclusive di bambini perché estremamente delicati. Come comunicare il nostro affetto? «La cosa migliore è accarezzarla, sicuramente gli piacerà, farà le fusa e farà dei piccoli salti. Se salta come se avesse degli spasmi, è normale, così libera energia». Ha bisogno di spazio? «Una cavia ha bisogno di spazi grandi e non di gabbie per criceti: partite dal presupposto che più grande è meglio è. I porcellini d’India non sono animali predatori e sono un po’ maldestri, quindi non mettergli degli ostacoli tipo delle ruote, ma tunnel e tane».

Che cosa mangia? «Non gli deve mancare né fieno (un misto di erbe) né il mangime (si trovano tranquillamente in un negozio di animali). Oltre a ciò ha molto bisogno di frutta e verdura. Non sintetizza la vitamina C, è bene quindi fornire loro un pezzo di peperone al giorno (in abbinamento a un’altra verdura) poiché molto vitaminico». Convivono con altri animali? «Dipende: con altri animali preda, sì (ad esempio con i coniglietti ci sono molto spesso convivenze riuscitissime) mentre con i predatori, ovviamente, non è consigliabile. Basta un attimo di distrazione e la cavia è condannata». Quanto costa il mantenimento? «Dopo la spesa iniziale per l’alloggio, le cavie vivono di fieno e verdure. È ovviamente obbligatorio pulirle ogni dì sostituendo le traversine o il pellet che usate come “fondo”. Questo ovviamente non comporta grosse spese. Portate a far visitare le vostre cavie a scadenze regolari e almeno una volta l’anno. Nonostante non necessitino vaccini o similari, è bene farle comunque vedere ogni tot di tempo».

“Quando meno...è di più: la mia terra, la mia uva, il mio vino,solamente.”

Per ogni informazione: Mariella Mengozzi Piazzale Tosi, 4 – 47923 Rimini Tel. 0541 760288 – Cell. 320 6058240 info@rete-contatto.it

La Casa delle Donne Piazza Cavour 27 Rimini - Tel.0541 704545 aperta dal Lunedi al Venerdì ore 9.00 - 13.00 Sportello antiviolenza Rompi il silenzio Giovedi ore 14.30 - 16.30 http://lacasadelledonne.comune.rimini.it/ lacasadelledonne@comune.rimini.it facebook: La Casa delle Donne - Comune di Rimini twitter: @casadonnerimini

WINE SHOP Via Tomasetta, 9/G - Rimini Cell 335/5378949 www.vitaevini.it Seguici anche su VITAE Azienda Agricola


22

25 settembre - 8 ottobre 2013

IL TACCUINO DELLA TAVOLA

È la più antica associazione enogastronomica del mondo

LA CHAÎNE DES RÔTISSEURS SBARCA IN ROMAGNA

di Lorella Barlaam

E

rano a cena a Santarcangelo in settembre, i confrères della Chaîne des Rôtisseurs, e l’assaggio del territorio deve essergli piaciuto perché ad ottobre hanno organizzato un altro simposio, a Rimini. Un buon segno, per la nostra Romagna. Per spiegare perché, cominciamo dal programma del loro 45° Grand Chapitre International d’Italie che si è appena tenuto a Pavia, in maggio, «alla scoperta dell’antica Città Longobarda e dei suoi innumerevoli tesori». Tre giorni intensi in cui alle raffinate cene “a tema” nei migliori locali si alternavano escursioni guidate da esperti d’arte e architettura, recital petrarcheschi, concerti nei chiostri, cocktail in eleganti dimore e cene di gala, all’insegna del buon mangiare e del buon vivere. Una sorta di ‘umanesimo’ enogastronomico su cui chiediamo lumi al Conte Argo Fedrigo, Bailli ovvero Presidente del neo-costituito Bailliage del Collio e Laguna, tra i promotori dell’incontro di Santarcangelo. «La Chaîne des Rôtisseurs è la più antica associazione enogastronomica del mondo: si è costituita come ordine cavalleresco dalla ‘gilda’ dei rosticceri, nel 1248, sotto l’egida di Re Luigi IX di Francia, canonizzato come San Luigi dei Francesi, ed è stata poi sospesa da Napoleone Bonaparte. Dopo 150 anni di oblio, nel 1950 è stata riportata alla luce, e riconosciuta dalla repubblica Francese. Osteria Della Piazzetta

Da allora la nostra Confraternita promuove i territori in cui ha sede, facendo conoscere attraverso le sue strutture nazionali e

Il conte Argo Fedrigo: «Ci interessa moltissimo la vostra Romagna, un vero ‘giacimento’ di eccellenze che abbiamo già cominciato a scoprire…» internazionali le eccellenze di ogni regione del mondo, in nome della buona tavola ma anche dei valori dell’amicizia e della fratelmeno di 20 €

da 20 € a 35 €

lanza. Direi che è una… corporazione di buongustai» sorride Fedrigo, «apolitica, ecumenica e aperta al mondo: la nostra sede è a Parigi, il Gran Maestro è un arabo, siamo presenti in cento paesi del mondo, con circa 27.000 confrères. Che si dividono nelle due categorie degli amateur e dei professionel, insomma tra chi pratica l’enogastronomia per professione, come i grandi chef o gli enologi migliori, e chi si riconosce nella nostra filosofia che dà valore al buon vivere e alla buona cucina, che un’armoniosa convivialità esalta… E direi che potremmo avere come motto la frase di Oscar Wilde “so resistere a tutto tranne che alle tentazioni”…» E qui in Romagna? «La nostra ‘missione’ è quella di valorizzare le risorse migliori d’ogni territorio, sotto l’aspetto enogastronomico, turistico e culturale. Ci interessa moltissimo la vostra Romagna, un vero ‘giacimento’ di eccellenze che abbiamo già cominciato a scoprire. Qui non è stato ancora insignito nessun Bailli,

da 35 € a 50 €

più di 50 €

Carne

Pesce

e pensiamo di farlo nel corso del prossimo anno: il dott. Alvise Fedrigo, con un gruppo di buongustai e professional romagnoli, si è candidato per la costituzione in Romagna del nuovo Bailliage, che dovrebbe chiamarsi Rubicone, prendendo il nome da un confine ideale della storia. L’obiettivo è promuovere un turismo enogastronomico di alto livello, pensato per persone che hanno le possibilità e il gusto del buon vivere, che restituisca alla Romagna un ruolo nel turismo d’alta gamma, ora un po’ appannato…» Pizza

Etnico

Bio

Celiaci

Vicolo Pescheria, 5 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 783986, www.osteriadellapiazzetta.com, info@osteriadellapiazzetta.com, nasce nel 1998, chiuso la domenica da ottobre a maggio escluso dicembre. Solo pesce fresco. Ristorante Guido

Osteria Del Vizio

Trattoria Tonino (Il Lurido)

Osteria La Chiacchiera

Lungomare Spadazzi, 12 - Miramare di Rimini, tel. 0541 374612, www.ristoranteguido.it, info@ristoranteguido.it, nasce nel 1946, chiuso il lunedì.

Via Circonvallazione Meridionale, 41 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 783822, www.osteriadelvizio.com, info@ osteriadelvizio.com, nasce nel 2001, chiuso il martedì, ferie: luglio e agosto.

Via Ortaggi, 7 - Rimini - Borgo San Giuliano, vicino al ponte di Tiberio, tel. 0541 24834, www.trattorialurido.it, nasce nel 1948, chiuso il martedì, ferie: nel periodo del fermo pesca. Dolci e dessert fatti in casa.

Via Covignano, 271/M - Colle di Covignano, tel. 0541 751066, www.osterialachiacchiera.it, aperto a pranzo e a cena. Giugno, luglio e agosto solo a cena. Cucina aperta fino a tardi. Propone “i mangiari di Romagna” e la pasta fresca della mamma di Marco.

Trattoria Farini

Ristorante Le Logge

Ristorante Pacini

L’Osteria L’Angolodivino

Via Farini, 13/15 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 709548, www.farini13.it. Chiuso il martedì. Cucina stagionale con pesce fresco, salumi, formaggi e carni a Km zero.

Viale Trieste, 5 - Rimini - Marina Centro, tel. 0541 55978. Pasta fatta in casa, antipasti, crostini, secondi semplici, carne argentina, contorni sfiziosi, insalatone. Aperto anche a mezzogiorno. Novità pizza: impasti Bio, kamut, farro e integrale.

Via Castello di Montebello, 6 - Torriana, tel. 0541 675410, www.ristorantepacini.com. Cucina tipica romagnola con specialità di affettati e salumi locali, paste fatte a mano, selezioni di carni cotte alla brace. Chiuso il mercoledì.

Via San Giuliano, 43 - Rimini - Borgo San Giuliano, tel. 0541 50641, angolodivino@email.it, aperto tutti i giorni anche a pranzo. Piatti del territorio preparati con carne di mora romagnola e chianina. Novità menù vegetariano a pranzo!

Il Pescato del Canevone

Osteria Tiresia

Trattoria Da Marinelli

Trattoria Gambon

Via Tonini, 34 Rimini - Centro storico, tel. 366 3541510, www.ilpescatodelcanevone.it, chiuso sabato a pranzo e lunedì pranzo e cena. Ogni giorno pesce fresco direttamente dal nostro peschereccio.

Via XX Settembre, 41 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 781896, www.osteriatiresia.it, info@osteriatiresia.it, nasce nel 1997, chiuso il lunedì.

Via Circonvallazione Occidentale, 36/38 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 783289, www.damarinelli.it, info@damarinelli.it, nasce nel 1987.

Via Montefeltro 19/A - Rimini - Borgo Sant’Andrea, tel. 0541 718558, Cucina e prodotti della Valmarecchia, pane toscano di Novafeltria del Forno Suzzi. Offerta pranzo con primo a scelta, acqua e caffè a 8€.

Il Ristorante Club Nautico Largo Boscovich, 12 - Rimini Porto, tel. 0541 27005, www.ilristoranteclubnautico.it, info@ilristoranteclubnautico.it, nasce nel 1983, chiuso il lunedì da ottobre a maggio. Terrazzini esterni con tavolini alla francese aventi vista sul Porto Canale.

Trattoria San Giovanni

Osteria Il Mare In Piazza

Ristorante Da Marco

Via Flaminia, 11 - Rimini - Centro Storico tel. 0541 780394, nasce nel 2007, chiuso il martedì. Cucina del territorio con prodotti di stagione e pasta al mattarello.

Via Poletti, 3 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 780423, www.ilmareinpiazza.it, nasce nel 2004.

Viale Tiberio, 8 - Rimini - Borgo San Giuliano, tel. 0541 55118, www.ristorantedamarco.com, info@ristorantedamarco.com, nasce nel 1970, chiuso il lunedì. Forno a legna.

Ristorante Dei Marinai

Ristorante Il Ciccio

Osteria Delle Storie Di Mare

Ristorante La Mi Mama

Largo Boscovich, 2 - Rimini Porto, tel. 0541 28790, www. ristorantedeimarinai.it, info@ristorantedeimarinai.it, nasce nel 1963 solo per i soci - dal 1995 aperto a tutti, chiuso il lunedì.

Via Fratti, 45 - Morciano di R., tel. 0541 857791 - www.ilciccio.com. La cucina offre i piatti della tradizione con una ricerca accurata delle materie prime. Chiuso mercoledì sera e sabato a pranzo.

Via Leurini Fratelli, 2 - Rimini Porto, tel. 0541 709279, nasce nel 2003, chiuso il lunedì, ferie: nel periodo del fermo pesca. Solo pesce fresco: di conseguenza il menù varia a seconda del pescato.

ViaPoletti 32/Piazza Malatesta - Rimini - Centro Storico, Tel. 0541 787509. Cucina di carne e pesce e specialità vegane e vegetariane. Ideale per pausa pranzo e serate in compagnia di amici.

Ristorante Bellavista

Ristorante Da Oberdan

Ristorante Pic Nic

Ristorante Pesceazzurro

Via Roma, 1 - Montescudo, tel. 0541 984818, nasce nel 1991, chiuso il lunedì. Ampia terrazza con vista mozzafiato. Piatti tipici nel segno della tradizione.

Via Destra del Porto, 159 - Rimini Porto, tel. 0541 27802/0541 55002, www.daoberdan.com, nasce all’inizio degli anni ‘60, chiuso il mercoledì.

Via Tempio Malatestiano, 30 - Rimini - Centro storico, tel. 0541 21916, nasce nel 1965, chiuso il lunedì eccetto luglio ed agosto.

Viale Principe di Piemonte, 2 - altezza bagno 140 - Miramare di Rimini, www.pesceazzurro.com, ristorante self-service con menù completo a 12 euro.


23

25 settembre - 8 ottobre 2013

Tutti gli uomini liberi, ovunque si trovino, sono cittadini di Berlino. Come uomo libero, quindi, mi vanto di dire: “Ich bin ein Berliner” (J. F. Kennedy, 26 giugno 1963)

a cura di Claudio Costantini

Buone notizie per gli studenti stranieri che vogliono studiare o seguire corsi di formazione in Italia

Il permesso di soggiorno per studio diventa pluriennale di Raluca Albu

I

l 12 settembre è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge 12 settembre 2013, n. 104 “Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca” che nell’ articolo 9 prevede che la durata del permesso di soggiorno non potrà essere inferiore “al periodo di frequenza, anche plurien-

traduzioni/traslation Xорошие новости для иностранных студентов, желающих учиться или посещать образовательные курсы

Вид на жительство по мотивам учебы становится многолетним Ралука Албу 12 сентября был опубликован в «Официальном вестнике», («Gazzetta Ufficiale») Декрет-Закон 12 сентября 2013 года n° 104: “Неотложные меры в области университетского образования и исследований”, в котором Статья 9 предусматривает, что срок действительности вида на жительство не должен быть меньше «периода обучения, в том числе и многолетнего курса образоания или подготовки, что должно быть должным образом заверен-

nale, di un corso di studio o per formazione debitamente certificata, fatta salva la verifica annuale di profitto”. Quindi chi si iscriverà, per esempio, ad un corso universitario non dovrà più rinnovare il permesso di soggiorno ogni anno, con tutti i costi che il rinnovo comporta, ma potrà avere un permesso но и подтерждено ежегодной проверкой успехов в учебе». Так, студент, записавшийся, например, на университетский курс не должен ежегодно обновлять вид на жительство и нести все расходы, связанные с его обновлением, но получит долгосрочный вид на жительство, при условии успешного обучения и превышения экзаменов. Каким образом будет проходить проверка годового успеха в учебе и расходов на этот вид на жительство, выяснится в течение 6 месяцев, срок, после которого должны внести изменения введенные новым законом об иммиграции, после чего нужны еще 15 дней, чтобы вошли в действие новые нормы срока действительности вида на жительтва по учебе и образованию. “Это большой шаг вперед для Италии”, сказала министр Кейндж, которая старается привлечь все больше «мозгов» в Италию.

Esperienze scolastica di un giovane immigrato

Il primo giorno di scuola Nell’augurare agli studenti un buon inizio anno scolastico, mi è ritornato in mente il mio primo giorno di scuola in Italia. Era il settembre del 1992 ed io ero appena arrivato e dovevo iniziare la prima superiore a Rimini. Con la lingua italiana scarseggiavo, poiché in Albania avevo studiato l’inglese alle medie. Nell’attesa che ci chiamassero nelle varie classi aspettavamo all’ingresso della scuola, in tanti, senza conoscerci. Un ragazzo, ha iniziato a parlare con me, ma io con il mio italiano a mala pena rispondevo e gli ho detto che “ero albanese e non sapevo bene l’italiano!”. Non mi ha chiesto più nulla e si è allontanato da me. Quel primo incontro con la scuola italiana è rimasto impresso in me e mi ha colpito. Quel ragazzo, poi, per coincidenza era della mia classe e nel tempo siamo diventati amici. Ora, penso che certi fenomeni non si ripetono più, poiché l’Italia è cambiata e conosce e

condivide di più la realtà dell’immigrato; poiché bisogna conoscere l’altro per poi accettarlo e per questo ci è voluto del tempo. Penso che “conoscere” sia una parola composta da “cono” e “scienza”. Il “cono” è il punto d’appoggio di questa “scienza” che permette di equilibrare un rapporto conoscendosi… Agron Çeka agronceka@libero.it

di soggiorno pluriennale, a condizione di dimostrare che sta sostenendo e superando esami. Il modo in cui si procederà alla “verifica annuale del profitto” e il costo di questo permesso di soggiorno saranno chiariti entro 6 mesi, termine entro il quale si dovrà pubblicare la modifica al regolamento di attuazione

della legge sull’immigrazione dopo di che ci vorranno altri 15 giorni per l’entrata in vigore delle nuove norme sulla durata dei permessi di soggiorno per studio o formazione. “Un grande passo avanti per l’Italia” l’ha chiamato il ministro Kyenge, che dovrà attirare più “cervelloni” in Italia.

‫خبر مفرح للطلبة الاجانب الراغبين في الدراسة او التكوين‬

‫تصريح الاقامة للدراسة اصبح يمتد لعدة سنوات‬ ‫لرالوكا البو‬ ‫ اجراء ات‬:‫ بعنوان‬104 ‫ رقم‬2013 ‫ سبتمبر‬12 ‫ سبتمبر وقع نشر قانون‬12 ‫يوم‬ ‫ ان مدة تصريح‬9 ‫ و الذي ينص في الفصل‬،‫ الجامعة و البحث‬،‫سريعة في التعليم‬ ‫الاقامة لا يمكن ان يكون لفترة تقل عن فترة الدراسة حتى و ان كان لعدة سنوات سواء‬ ‫ و بذلك من سيتسجل بالجامعة‬.‫للدراسة او التكوين مع المراقبة السنوية للامتحانات‬ ‫ و لكن يمكنه‬،‫ خاصة مع كلفة التجديد العالية‬،‫لا يجب عليه تجديد الاقامة سنويا‬ .‫الحصول هلى تصريح لعدة سنوات شرط اثبات الحضور و النجاح في الامتحانات‬ ،‫ اشهر‬6 ‫طريقة هذه المراقبه للامتحانات و كلفة هذا التصريح ستتوضح في غضون‬ ‫ يوما من ذلك التاريخ سيدخل حيز‬15 ‫ و بعد‬،‫وهي اقصى مدة لنشر تعديل قانون الهجرة‬ ‫ و‬،‫ هكذا سمته الوزيرة كينج‬:"‫ "هي خطة كبيرة نحو الامام بالنسبة لايطاليا‬.‫التنفيذ‬ ‫هذا من شانه ان يجذب "ادمغة" اكثر لايطاليا‬.

Il Sussidio di disoccupazione per lavoratori stagionali, i termini per la domanda

In attesa di un nuovo lavoro La legge cambia e suscita confusione e mala informazione. E’ successo a Rimini a metà mese, quando il Centro per l’Impiego della Provincia è stato letteralmente preso d’assalto da lavoratori stagionali disoccupati che dovevano iniziare l’iter burocratico per il sussidio di disoccupazione (Mini aspi). Quasi tutti coloro che si sono presentati agli sportelli avevano la convinzione di dover presentarsi al CPI entro 8 giorni dalla cessazione dell’attività, quando in realtà questo termine è di 60 giorni a partire dall’ottavo giorno successivo alla cessazione lavorativa. Il CPI ha saputo però fronteggiare questa situazione ampliando l’orario di apertura degli sportelli e dando informazioni precise in merito. Già dal 19 settembre la situazione si è tranquillizzata. Italiani insieme a immigrati (ucraini, russi, albanesi, romeni, moldavi, polacchi, macedoni, tunisini, thailandesi, danesi) hanno aspetta-

to pazientemente all’ingresso del CPI. La maggior parte sono donne che lavoravano negli alberghi e ristoranti durante l’estate, ma anche commesse e qualche muratore. Tutti sperano di trovare un nuovo lavoro. Hanno diritto a questo sussidio lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente l’occupazione e che hanno lavorato almeno 13 settimane versando contributi negli ultimi 12 mesi (compresi gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative, artisti, i dipendenti pubblici a termine e i lavoratori a tempo determinato della scuola). Dopo la Dichiarazione di Immediata Disponibilità lavorativa (DID) fatta al Centro per l’Impiego, la domanda del “Mini aspi” dovrà essere inviata all’INPS in via esclusivamente telematica. Più info sul sito www.inps.it R. A.


24

commerciale@ondalibera.net

25 settembre - 8 ottobre 2013


25 settembre - 8 ottobre 2013

IDEA CASA

25

Grazie al web gli scambi si intensificano e prende piede anche l’affitto

Piccoli affari crescono

T

anti acquisti per nulla. O per poco tempo. Le mamme lo sanno. I babbi annuiscono con rassegnazione: spesso un bebè non riesce a varcare la soglia di casa perché è piena. Trabocca di cose per lui/lei da zero a diciotto anni. Nonni, zii, amici, vicini e parenti tutti, infatti, non vogliono fare mancare nulla al neo arrivato. Ecco così che cullina, lettino, seggiolone, seggiolina, fasciatoio, vaschetta, palestrina, girello, altalene, scivoli, umidificatori, giochi e vestiti per la prima comunione (c’erano le offerte vuoi non approfittarne?), moonboot numero 34 (“hanno previsto un gelido inverno”), parabrezza per la bicicletta (“guai alla corrente!”), tiralatte, bollitori, sterilizzatori e scorte alimentari di ogni tipo hanno preso possesso della casa e ai poveri genitori non resta che spostarsi in cantina o nel garage. Il bebè sarà anche piccolo, ma ha bisogno di tante cose e anche se non ne ha bisogno ora, magari prima della maggiore età potrebbero rivelarsi indispensabili. Ma quando il troppo stroppia bisogna correre ai ripari. Per frenare il consumismo sfrenato, si possono regalare alle associazioni benefiche. Ma sono nati anche (genialmente) negozi

Nel riminese stanno nascendo molti negozi vintage per l’infanzia dove si possono portare gli oggetti che i bambini non utilizzano più e ricavare dal 25 al 50% del prezzo vintage per bimbi dove si possono portare gli oggetti che non si utilizzano più e ricavare, alla vendita, dal 25 al 50% del prezzo. A Rimini, ad esempio nascono come funghetti e poi si sviluppano sul web fino a diventare veri e propri punti di riferimento, con facebook che si presta da vetrina e scambio opinioni. Niente di meglio, quindi: il negozio ritira l’usato, lo pubblicizza e se qualcuno compra si ricava pure qualcosa. Altra idea intrigante è l’affitto. Cosa farsene infatti di tiralatte, coppette assorbi latte, coppette in argento anti-ragadi (qualcuno ha creato interessanti orecchini, ma meglio lasciare stare se non si è orafi provetti) quando il bimbo è ormai alle elementari? Tanto vale affittare, usare per tutto il tempo necessario e restituire. Non si stimolerà il commercio, ma non si riempie nemmeno la cantina. È vero che si spera sempre di prestare all’amica col figlio più piccolo, ma attenzione all’effetto boomerang: si fa presto a dimenticarsi cosa si è prestato e a volte torna indietro il doppio con gli interessi. Ma anche i bambini, nel loro piccolo, si ingegnano. Stanchi

Chi prima arriva meglio dorme Speciale promozione sui materassi singoli in pronta consegna

degli stessi giochi (“hai la camera piena, ne vuoi ancora?”, quando in realtà le mensole sono piene di carillon rotti con le apine colorate che si accendono misteriosamente alle 4 di mattina), ecco che da alcuni anni nelle piazze di Rimini, Riccione e Cattolica per tutta l’estate crescono mercatini dove i più piccoli espongono e vendono i giochi che dismettono senza alcun rammarico. Anzi, tanti giovani commercianti in erba cominciano ad apprezzare e capire come ci si guadagna da vivere. Anche se la merce di scambio che va per la maggiore sono le poco ingombranti figurine (Yu-gi-ho!, Pokemon ecc) e il resto torna a riempire la casa. Ma in fondo, in cantina non si sta così male. E. M.


26

25 settembre - 8 ottobre 2013

gratis a casa tua e nei dispenser Via Caduti di Marzabotto, 31 47922 Rimini - tel. 0541 780332

redazione@chiamamicitta.net

www.chiamamicitta.net

25 settembre - 8 ottobre 2013

La crisi edilizia fa crollare il gettito degli oneri di urbanizzazione, nella tassa di soggiorno “vanno eliminate le incongruenze”

RICCIONE, VIA LIBERA ALLA MANOVRA ECONOMICA

M

antenere in piedi un bilancio comunale è diventata ormai un’impresa, uno slalom stretto stretto tra Tares, Imu, Imposta di soggiorno e decine di altre voci che pesano come macigni sui contribuenti, ma che

al rifacimento delle strade, degli asfalti e dei marciapiedi, al rinascimento della spiaggia: questi sono i nostri indirizzi”. Presentando la manovra di salvaguardia del bilancio 2013, la Dirigente dei Servizi finanziari

Sindaco soddisfatto: “Mantenuti impegni e previsioni, mentre la maggior parte dei comuni ancora non ha approvato il bilancio” spesso significano la sopravvivenza o meno di un Comune. A Riccione è stata votata in Consiglio comunale lo scorso 19 settembre la salvaguardia degli equilibri di bilancio, atto che il Sindaco commenta con una certa soddisfazione: “Abbiamo mantenuto tutte le previsioni e gli impegni assunti al momento dell’approvazione del bilancio avvenuta lo scorso 11 aprile, questo quando a tutto’oggi l’80 per cento dei comuni italiani non ha ancora approvato il proprio bilancio e non sa se riuscirà a chiuderlo entro il prossimo 30 novembre”. Certo non può essere tutto rose fiori, le difficoltà sono oggettive e Pironi lo sa: “Non vogliamo fare i fenomeni, conosciamo i nostri limiti e quelli imposti dal patto di stabilità. Abbiamo dato la priorità assoluta alle scuole, al decoro della città,

Cinzia Farinelli, ha illustrato alcuni dati di sintesi. L’importo degli oneri di urbanizzazione che risultano incassati al momento è di circa 1,3 milioni di euro contro una previsione di circa 1,8 milioni al 31 dicembre 2013 (fino a 6-7 anni fa la previsione annuale si aggirava sui 5 milioni annui, ridottisi poi di pari passo con la crisi edilizia). La Tares (ex Tarsu, imposta sulla raccolta dei rifiuti) ha avuto finora un gettito di 5.776.000 euro contro una previsione di 13 milioni e 100 euro. La prima rata ha centrato esattamente la previsione di incasso, circa un terzo della previsione totale (è in corso di riscossione la seconda rata, la terza rata di conguaglio in dicembre). Per quanto riguarda l’Imu ad oggi l’incasso è di 11.931.000 euro di cui 765.000 euro relativi al 2012 e la previsione definitiva è fissata in 23 mi-

lioni; importante anche la voce di entrata da recupero di evasione fiscale, su cui gli uffici comunali si sono particolarmente impegnati: 470 mila euro. Discorso a parte ed ancora piuttosto spinoso merita l’imposta di soggiorno, da cui deriva al momento una entrata di circa 1,8 milioni euro, relativi al periodo giugno-agosto. Mancano all’appello ancora una settantina di hotel, in gran parte di categoria tre e quattro stelle, la speranza è quella di raggiungere i 2,6 milioni previsti. Il Sindaco su questo tema è piuttosto duro: “Sgombriamo subito il campo da molte falsità che qualcuno continua a ripetere, non c’è stata alcuna difficoltà o mancanza di informazione tra gli uffici comunali e gli albergatori e non c’è stata alcuna difficoltà di applicazione”. Ma il primo anno di applicazione non poteva che dar vita ad alcune incongruenze: “Ci sono alcuni scompensi troppo evidenti tra strutture simili - ammette il Sindaco Pironi - questo ci porterà a fare delle verifiche incrociando tutti i dati in nostro possesso. Costituiremo un gruppo di lavoro. Il regolamento di applicazione dell’imposta di soggiorno prevede inoltre la costituzione di un Osservatorio, con il compito di verificare la corretta destinazione del ricavato dell’imposta. Potrebbe avere anche il compito di scoprire il perché di queste differenze di incasso tra una struttura e l’altra”.

Un DVD racconta la storia di Cattolica

QUANDO I SECOLI SCORRONO IN 3D

Altro che “Avatar”! La storia di Cattolica adesso va in scena in un DVD in cui una rigorosa ricostruzione documentale si avvale di tecniche informatiche d’avanguardia per raccontare il territorio. È “Cattolica dalle origini al Settecento - Ricostruzione 3D dell’evoluzione dell’insediamento dall’antichità al secolo XVIII” che l’autrice, Maria Lucia De Nicolò, (Università di Bologna), presenterà all’Archivio di Stato di Rimini, il 29 settembre alle 17. «Il DVD è un ‘prodotto’ innovativo pensato per una comunicazione veloce, rivolta soprattutto

alle giovani generazioni meno propense a letture di ampio respiro» chiarisce la De Nicolò. «E - perché no? - per una informazione turistica che valorizzi davvero il territorio, alla portata di tutti. Il DVD, della durata di 25 minuti, completa un corposo volume corredato da un ricchissimo apparato di immagini, funzionali già da sole a creare un racconto, ma anche ad incuriosire per invitare alla lettura ….» Come è nato il progetto? «Questa è la prima tappa della collana editoriale “Storia per luoghi”, ideato e proposto alla Banca di Credito Cooperativo di Gradara che ha

sostenuto tutta l’impresa. La sperimentazione del primo volume, dedicato a Cattolica e al suo territorio, percorre la storia dell’insediamento dalle origini al ‘900, mentre il DVD propone l’evoluzione dell’insediamento privilegiando la più antica identità di Cattolica, quella di centro viario con un’economia orientata verso l’ospitalità. Il prosieguo della collana riguarderà il territorio dei Monti di Focara». Quanto lavoro ci è voluto? «Per completare il primo DVD ci sono voluti quasi due anni, e mi sono avvalsa di collaboratori straordinari, come Carlo Cestra Digital Production. Per Cestra il lavoro su Cattolica è stato un esperimento nuovo, dal momento che si è dovuto operare per la maggior parte su documentazione archivistica e non su materiali fisici, come nel caso dei suoi precedenti lavori per Piero e Alberto Angela, basati sulla ricostruzione di monumenti archeologici. Fondamentali per alcuni passaggi sono state le fonti attinte dalle carte dell’Archivio di Stato di Rimini: un vero patrimonio! È per questo che sarà un piacere per me presentare l’opera proprio lì, cogliendo l’occasione delle Giornate Europee del Patrimonio». Info: tel 0541 784474. L. B.

Anno XXIV n. 719

Energie rinnovabili

L’EOLICO A MONDAINO Marano Solar pronta a investire 3 milioni, ma un comma di una legge regionale blocca l’iter La percentuale dell’energia prodotta da fonti rinnovabili dovrà essere in Italia, come da impegni europei, del 26% entro il 2020. Un obiettivo importante da raggiungere per un paese che non ha petrolio e gas se non in quantità assai ridotte e ha fatto la scelta di non costruire impianti nucleari. Nella nostra regione si sono sviluppati in questi anni importanti impianti fotovoltaici che sfruttano l’energia del sole, ma non impianti eolici. Nel nostro circondario e precisamente nel comune di Mondaino vi è una delle zone più adatte per l’eolico. La Marano Solar, un’azienda del settore energie rinnovabili, ha già stipulato nel 2009 una convenzione con il comune in questione per l’impianto di tre pale eoliche alte 80 metri e un basamento di ancoraggio di 25 metri. è stato fatto lo studio dell’impatto ambientale e paesaggistico, che risulta assai basso, sono state espletate tutte le pratiche burocratiche con una spesa per ora di 200 mila euro, il costo globale sarà di 3 milioni di euro. La produzione di energia potrà coprire il consumo di 2500 famiglie e non immetterà nell’atmosfera 2600 di tonnellate annue di CO2 come avrebbe fatto una centrale tradizionale per produrre la stessa quantità di energia. L’iter però si è bloccato. Nella nostra regione è stato introdotto nella legge sulle energie rinnovabili un comma, quello delle 1800 ore equivalenti del funzionamento annuo di un impianto, mentre in Italia le ore equivalenti per le rinnovabili sono di 1325 per il fotovoltaico, 1563 per l’eolico (in Germania 1600), 2531 per l’idroelettrico. Un limite impossibile da raggiungere. Alla Marano Solar ribadiscono che la legge regionale è una delle migliori in Italia, eccetto per il comma delle 1800 ore. Per cui faranno ricorso, sperando in tempi brevi, al Tar per poi dar via libera ad un investimento produttivo.


San Giuliano Via Caduti di Marzabotto, 31 47922 Rimini - tel. 0541 780332

redazione@chiamamicitta.net

gratis a casa tua e nei dispenser www.chiamamicitta.net

25 settembre -8 ottobre 2013

Anno XXIV n. 236

Tradizione Le leggi del ‘300? Come quelle di oggi di Oreste Delucca

pagina 3

Imprese e persone L’Oro del Borgo

un mare di racconti nel borgo

Il 6 ottobre via il traffico e largo all’arte Foto Gallini

pag. 5

Caldaie Orlandi

pagina 4

Nel Borgo Festa del borgo Sant’Andrea dedicata a Fabio Tombari pagina 5 San Giuliano ricorda Montemaggi Padre Montorsi lascia il convento delle Grazie pagina 6


2

25 settembre - 8 ottobre

commerciale@ondalibera.net

IMPRESE CHE SERVONO Con CNA le imprese del territorio si mettono in rete per offrirti qualità e convenienza Scopri i loro prodotti e servizi

Secchiaroli Elettronica, leader nel settore degli impianti di sicurezza e videocontrollo è lieta di informarvi che fino al 31.12.13 potrete approfittare della detrazione del 50% per il vostro impianto di sicurezza! In omaggio un anno di manutenzione preventiva: avrete il 15% di sconto su pezzi aggiuntivi, priorità di intervento e una visita di controllo annuale.

OGGI IL TUO GUADAGNO è IL RISPARMIO! Miapura, i sistemi di filtraggio per l’ACQUA DA BERE, firgogasatori, impianti per microfiltrazione, osmosi, ionizzatori, ed il KIT FILTRANTE ad un prezzo eccezionale per non recarsi più alle “case dell’acqua”. Mai più bottiglie e risparmio assicurato. E da oggi la spillatura della birra per casa tua, anche a noleggio per le tue feste Vieni a scoprire tutti i vantaggi!

Sopralluoghi gratuiti. Venite a visitare lo showroom, toccate con mano il vostro impianto! SECCHIAROLI ELETTRONICA srl

Viale Oliveti, 2/A Miramare di Rimini - Tel. 0541 375700 - Fax 0541 377903 e-mail: uffcom@secchiarolisicurezza.it - www.secchiarolielettronica.com

Miapura srl - Via Giulio Cesare, 44 - Riccione - Tel. 0541 1903455 info@miapura.it - www.miapura.it - shop.miapura.it

PUNTO PRELIEVI Nuova Ricerca ha aperto un nuovo Punto Prelievi e Poliambulatorio a Villa Verucchio in P.zza Europa, 36 CLINICA (Direttore Sanitario Dr. Carlo Valbonesi). Orario di apertura prelievi dalle 7.30 alle 10.00 senza prenotazione; orario apertura poliambulatori per visite specialistiche dalle 14.00 alle 19.00. Per informazioni: tel. 0541-319400; fax 0541.310401 villaverucchio@nuovaricerca.com www.nuovaricerca.com RIMINI - Via Settembrini, 17/H - Tel. 0541.319411 - www.nuovaricerca.com Villa Verucchio - Piazza Europa, 36 - 47826 - Tel. 0541.319400

Vuoi abbattere i costi di stampa? Preventivi gratuiti e senza impegno per Toner e Cartucce. Scrivici su info@ecofuturoitalia.it o contattaci 329.2489343

EcoFuturo S.A.S. - Via Babbi, 4 - 47924 Rimini (Rn) tel. 0541 1794292 - cell. 329.2489343 - info@ecofuturoitalia.it

Nido Tartaruga per bambini da 1 a 3 anni e Scuola d’infanzia dai 3 ai 6 anni

Voglia di una vacanza “all inclusive” oppure zaino in spalla e bed & breakfast sono la vostra passione? un comodo tour guidato in pullman vi soddisfa o siete viaggiatori “on the road”? state progettando il vostro “viaggio di nozze” da sogno? . Aiutati dalla nostra disponibilità ed esperienza saprete scegliere le mete più adatte per rendere uniche le vostre vacanze! Richiedeteci il nuovo catalogo con PARTENZE DA RIMINI o se preferite navigare in rete www.compilationviaggi.com è il sito dove potrete consultare le nostre proposte e LAST MINUTE! E non vi resta che partire..

La Trottola srl - c/o Centro Comm.le Le Befane - Via Caduti di Nassiriya 20 - 47923 RIMINI - Tel. 0541/309685 - Fax 0541/307822

Aperto tutti i giorni dell’anno dal lunedì al venerdì, dalle 7,30 alle 16, in via Carpegna 17 a Rimini. Il nido è autorizzato al funzionamento dal Comune di Rimini, è organizzato per prepare pasti biologici su tabella dietetica AUSL, da possibilità di richiedere voucher al Comune di Rimini e di attivare convenzioni aziendali. Inoltre l’inserimento dei bambini è possibile in qualsiasi momento dell’anno. Nido Scuola Tartaruga - Via Carpegna 17/19 Rimini Tel e fax 0541 790877 - Cell 348 4266444 - nidotartaruga@libero.it facebook: Nido Tartaruga

Speciale

VIGILANZA MALATESTIANA,  è  strutturata  per  offrire  il  massimo  in  termini  di  qualità,  affidabilità  e  copertura  oraria  del  servizio.  L’Istituto  di  Vigilanza  Malatestiana,  con  la  sua  centrale  operativa tecnologicamente aggiornata e dotata delle più attuali risorse informatiche, e la perfetta preparazione di un team di agenti selezionato,  soddisfa  ogni  esigenza  di  presidio  fisso  prolungato senza limiti di tempo (24 ore su 24), anche nelle giornate festive.

RIGENERAZIONE CELLULARE PELLE DEL VISO Azione Ristrutturante Anti-Aging “ritorno dalle vacanze” Specialissima Promozione per Voi: FLUIDO VISO RIGENERANTE alla PESCA € 13,00 sc 25% € 9,50 SIERO INTENSIVO ANTI-AGING GIORNO € 20,00 sc 25% € 15,00 SIERO INTENSIVO ANTI-AGING NOTTE € 22,00 sc 30% € 15,00

IL CIGNO DI LEDA: Rimini - Via Tempio Malatestiano 8 - tel. 0541 29214 Laboratorio Garagnani Ricerche Cosmetiche: tel 0541-758844 - email: garicosm@adhoc.net - www.garicosm.com

CNA E LE IMPRESE L’ITALIA CHE SOSTIENE L’ITALIA

Sconto del 10% su un  contratto annuale Sconto del 20% su contratto triennale Centralina di allarme bidirezionale  collegata con l’istituto in comodato  gratuito su ogni nuovo contratto.

Piantonamento Radioallarme Teleallarme Servizi di zona  e pronto intervento

Portierato fiduciario Videosorveglianza da postazione remota Vigilanza speciale

Vigilanza Malatestiana Srl | Via Emilia 155, - 47921 Rimini (RN) Tel. 0541.610312 - Fax 0541. 471473 | E-mail: info@vigilanzamalatestiana.it  www.vigilanzamalatestiana.it

E se sei socio CNA o titolare della CARD CNA CITTADINO richiedi gli SCONTI RISERVATI e risparmia sui costi della tua impresa, famiglia e tempo libero CNA Rimini tel 0541 777510 - www.cnarimini.it


LA STORIA

25 settembre - 8 ottobre

3

Rileggendo gli Statuti medievali di Rimini

2013: RITORNO AL 1334? di Oreste Delucca

L

a vita a Rimini, nel Medioevo, era regolata dagli Statuti Comunali, un corpo di leggi e disposizioni assai nutrito, che riguardava tutti gli aspetti della convivenza. Per farci un’idea, potremmo pensare all’insieme dei quattro codici moderni (civile, penale, di procedura civile e penale). Sono stati probabilmente composti a partire dal XII secolo, ma la più antica redazione pervenutaci è del 1334. Purtroppo gli Statuti di Rimini non sono mai stati pubblicati e quindi bisogna ricorrere ai pochi esemplari manoscritti superstiti, oltre ad una buona trascrizione curata nell’Ottocento da Antonio Bianchi, bibliotecario della Gambalunga. Siccome per le mie ricerche devo consultarli spesso, sono riuscito a farmene una fotocopia e così li ho sempre a portata di mano in casa. Quando qualche fatto o situazione dell’oggi attira particolarmente la mia attenzione, mi viene spontaneo sfogliare gli Statuti e verificare quali erano – in quei casi – le regole vigenti a Rimini nel Medioevo. E proprio l’altro giorno, sollecitato dalle tante notizie di stampa, rileggevo la rubrica XXIV del terzo libro che recita: “Quod domini Malatesta et Galaottus de Malatestis et eorum descendentes non sint ligati ad observationem aliquorum statutorum, ordinamentorum, provisionum vel reformationum communis Arimini”. Scusate se ho riportato il titolo originale in latino, ma l’ho fatto per evitare che qualcuno

mi accusi di averne manipolato la traduzione. Il corpo della rubrica, comunque, non fa che confermarne il titolo, ripetendo che Malatesta e Galeotto figli di Pandolfo Malatesta ed i loro discendenti non sono tenuti ad osservare alcuno statuto, ordinamento, provisione e riformanza del Comune di Rimini; e ciò per il presente, il passato e il futuro. Questa norma – che ricalca analoghe disposizioni medievali, contenute negli Statuti Comunali di altre città – come ben capite, la riguardavo in riferimento a tutto il chias-

Nel Medioevo la legge non era uguale per tutti, mentre oggi… so che sta facendo Berlusconi nel tentativo di non sottostare alle sentenze pronunciate dalla Magistratura in applicazione delle leggi vigenti. Sono passati 700 anni da quando i signorotti di Rimini (e delle altre città) non erano soggetti alle leggi, in quanto individui al di sopra delle leggi, superiori ai comuni mortali. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti. Espressioni come democrazia, divisione dei poteri, stato di diritto, uguaglianza di tutti di fronte alla legge, si sono – pur faticosamente – affermate e sono diventate la base della nostra società.

Una pagina degli Statuti Comunali di Rimini (Biblioteca Gambalunga Rimini, secolo XV).

È possibile che un individuo possa pretendere di annullare in un sol colpo secoli e secoli di battaglie civili, di progresso democratico, di giustizia sostanziale? Se dovesse accadere, si scriverebbe una pagina davvero brutta e pericolosa nella storia del nostro Paese. Abituato a guardare gli avvenimenti nel lungo periodo, mi sforzo di immaginare come

valuteranno i posteri le vicende che stanno infiammando la politica italiana in questi giorni. Trascorso un giusto lasso di tempo e lasciate decantare le animosità odierne, credo proprio che il tentativo di riesumare situazioni proprie del Medioevo riceverà – nella migliore delle ipotesi – un giudizio sarcastico.

Detersivi alla spina... e non solo! Superconveniente per te e per l’ambiente CONVENIENTE perchè risparmi il 40% rispetto ai detersivi tradizionali. ECOLOGICO perchè utilizzi sempre lo stesso contenitore. Scopri quanto è conveniente rispettare la natura senza rinunciare a prodotti di alta qualità. Porta i tuoi flaconi vuoti, se non li hai li puoi acquistare da noi solo la prima volta. Noi tariamo il flacone e tu paghi solo il contenuto. Trovi tutti i prodotti per l’igiene della casa realizzati con materie prime selezionate senza nichel e non testati sugli animali. Via Dario Campana, 84-86 (Piazzetta Ina Casa) - Rimini Tel. 0541 777127 - www.ecobollerimini.it


4

25 settembre - 8 ottobre

LE ATTIVITà SOTTO CASA OREFICERIA

Oro del Borgo

Informazione pubblicitaria

Tradizione e tecnologie Gioielli progettati in 3D Cad, saldature laser e artigianato d’antico stampo

Tradizione e tecnologia si fondono all’Oro del Borgo per creare oggetti preziosi. Unendo i due saperi, il laboratorio di oreficeria di via San Giuliano 9 produce a mano anelli, orecchini, girocolli e bracciali. “Affianchiamo alle tecniche artigianali l’utilizzo di macchinari all’avanguardia”, spiegano Thomas e Giuseppe, rispettivamente orafo e incassatore, due specializzazioni diverse ma che vanno di pari per un risultato eccellente. Si parte dalla progettazione con l’ausilio del sistema informatico 3D Cad e la saldatura laser, che aggiungono una marcia in più al lavoro degli artigiani di vecchio stampo. “Mettere insieme artigianato e tecnologia ci permette di realizzare dei lavori più accurati e migliori nei dettagli. Ci permette il massimo della qualità nel minimo degli spazi”. Il bello della tecnologia. “Il programma Cad permette di vedere in anteprima il prodotto - proseguono i titolari - cosicché il cliente si rende conto di quello che sarà il prodotto finito prima ancora che venga realizzato. E sarà anche partecipe nella fase di progettazione facendo vedere il prodotto tramite il computer: si può

Foto Marco Ventura

di Mara D’Angeli

partire da un’idea o anche da un’immagine portata dal cliente stesso, dalle quali si parte per la progettazione”. I programmi Cad per il disegno tecnico in 3D permette di realizzare un’immagine tridimensionale, che è possibile ruotare e angolare come si vuole. “Realizziamo il massimo delle vostre idee al minimo dei costi; i clienti possono portare anche il loro oro e pietre preziose e semi-preziose da reintegrare in un oggetto nuovo”. Oro del Borgo, via San Giuliano 9, tel. 0541 23671.

Via S. Giuliano, 9 - Rimini - Tel. 0541 23671 - orodelborgo@gmail.com AGENZIA IMMOBILIARE

Viale Tiberio, 28 Rimini T. 0541.770608

AGENZIA VIAGGI

L’unica vera Agenzia Viaggi low cost specializzata nella ricerca del miglior prodotto al miglior prezzo! seguici anche su Facebook: MORGANA PROMOTION Morgana Promotion - Offerte Viaggi Viale G. Matteotti, 62/B - 47921 Rimini Gent.mo Sig.ri Proprietari, Tel +39 0541 743905 - Fax +39 0541 1791833 Orari: lun-ven 9.00-12.30/15.30-19.30 Con la presente siamo a contattarla a seguito delle richieste parte della Infoline +39 pervenuteci 347 2243109 da - info@morganapromotion.com Sabato 9.00-12.30 nostra clientela selezionata, per l’acquisto e/o locazione di immobili siti in questa zona.

La invitiamo pertanto a contattarci al fine di valutare, senza alcun impegno, possibili collaborazioni. ALIMENTARI

Caldaie Orlandi

Informazione pubblicitaria

Esperienza e assistenza Mezzo secolo al servizio degli impianto termoidraulici e di climatizzazione

Offriamo gratuitamente la valutazione del vostro immobile. Inoltre ci avvaliamo della consulenza esterna di uno studio di architettura per la progettazione di nuove soluzioni interne con valutazione dei costi d’intervento, verifica conformità unità immobiliari e redazione pratiche urbanistiche e catastali, certificazioni energetiche, progettazione, consulenza e direzione lavori per ristrutturazioni e nuovi fabbricati.

.

Esperienza e assistenza a 360 gradi da Caldaie Orlandi, in via Calatafimi. Un’esperienza maturata in cinquant’anni da quando, nel 1963, la famiglia Orlandi ha aperto il primo negozio di termoidraulica in via Tripoli. Assistenza che si è affinata fino a diventare punto di riferimento per caldaie e impianti di climatizzazione sia per abitazioni private che grandi attività. Caldaie Orlandi è disponibile per pulizie caldaie, prove di combustione, apertura libretti impianto su caldaie di tutte le marche a prezzi contenuti. La Orlandi termoidraulica vende e fornisce assistenza a tutti i rivenditori della Romagna ed è centro pilota per diversi importanti marchi. Il negozio gestisce anche impianti a condensazione, un tipo di caldaia che riutilizza i prodotti di combustione permettendo di eliminare i consumi. Risultato: risparmio economico e rispetto per l’ambiente. La ditta è inoltre abilitata all’assistenza e alla manutenzione per tutti i marchi sul mercato (risponde ai requisiti

La ringraziamo anticipatamente e, in attesa di un Suo gentile riscontro, le porgiamo cordiali saluti.

RISTORANTE

A.G.C. Immobiliare

Viale Tiberio, 28 - Rimini (RN)

ai sensi della legge 46/90). È stato Athos Orlandi, zio di Orlando, a occuparsi per primo degli impianti termoidraulici, gestendo rappresentanze per il nord Italia negli anni ’50. Negli anni ’60 è arrivato il negozio in via Tripoli, trasferito nel decennio successivo, nella sede di via Calatafimi, più adeguata alle esigenze di spazio che l’attività, negli anni, aveva maturato e che oggi conta ben sette vetrine espositive dove, ad affiancare ad affiancare Orlando, c’è il figlio Marco. Si effettuano anche sopralluoghi e preventivi gratuiti per la clientela. Via Calatafimi 21/B, tel. e fax 0541 782354.

Tel. 0541 770608 - Fax. 0541 795476 rimini@immobiliareromagna.it

PIADINERIA

piada e cassoni da asporto!

PIADINERIA DEL BORGO di De Paoli Mauro per le tue Tel. 0541-24369 prenotazioni Piazzale Francesco Vannoni, 4 -Rimini


25 settembre - 8 ottobre CARTUCCE E INCHIOSTRI

NEL BORGO

5

Dal 12 al 14 ottobre

Il Borgo dei Ghiottoni La festa di Sant’Andrea quest’anno sarà dedicata a Fabio Tombari negozio specializzato in cartucce e toner INK3 RIMINI - via Circonvallazione Occidentale, 126 - tel. 0541.1832650 VENDITA ORO

PASTICCERIA

dalle ore 3,00 di ogni sabato paste calde fino alle ore 14,00 della domenica

RISTORANTE

I

prossimi 12, 13, 14 ottobre, in occasione della festa di San Gaudenzo patrono della nostra città, nel borgo Sant’Andrea celebrerà la sua festa biennale. Come nelle ultime due edizioni, anche quest’anno filo conduttore della kermesse sarà un artista con la sua opera. Dopo Fellini e Pascoli, tocca a Fabio Tombari. Nato a Fano nel 1889, maestro elementare, diventa uno dei più apprezzati narratori degli anni trenta con “Le cronache di Fruscaglia”; scrive molto anche per ragazzi e su temi gastronomici. E questi ultimi saranno, statene certi, trattati abbondantemente nella festa. Tombari si sentiva sia marchigiano che romagnolo, fino a coniare il temine di terra marchignola, “quell’antica bellezza paesaggistica ai confini fra Marche e Romagna, tra i colli che segnano il confine delle due regioni, a cavallo tra Saludecio, Mondaino e Montegridolfo”. Nel borgo Sant’Andrea prevedono 50 mila presenze in tre giorni, per cui stanno preparando 10 mila pasti, 50 spettacoli, e oltre 100 aree espositive, il tutto eventi reso possibile da 160 volontari e dai soci dell’associazione Quei de Borg. Sant’Andrea quest’anno sarà il Borgo dei Ghiottoni proprio dal titolo di un libro di gastronomia di Tombari. L’area della festa sarà divisa in “isole Tombariane” e fra queste naturalmente quella dei Ghiottoni, dove si potranno apprezzare prodotti gastronomici di qualità. Una cucina, quella del libro di Tombari, che echeggia Petronio, Apuleio e i cuochi rinascimentali con preparazioni come “lepre ripiena di triglie e funghi”, “seppie con le mele cotogne”… Altre “isole” saranno dedicate a spettacoli musicali e teatrali, come quello presentato da Li Zanzeri, la Compagnia del Serraglio, Maria Costantini; all’Antropofisia “La filosofia della libertà”; un’altra ancora

sarà dedicata alle edizioni storiche dei libri dello scrittore. I bambini ne avranno una loro speciale “Il posto che non c’è”, un’area ludico-didattica con laboratori di disegno e scrittura ispirati alle storie de “Il libro degli animali” di Tombari. Ogni via avrà i suoi stand espositivi e gastronomici e poi spettacoli e musica, elementi sempre presenti alle feste del Borgo Sant’Andrea. Il programma completo della festa si potrà leggere come sempre sul nostro giornale. Arrivano i parcheggi In occasione dell’evento del 14 ottobre saranno inaugurati i parcheggi di via Melozzo e Cignani, polmoni per il commercio del borgo e comodità per i cittadini. Una promessa mantenuta. Ora si aspetta di vedere se sarà possibile la realizzazione, nella stessa area, della piazza multifunzionale. La riscoperta dell’antica chiesa di S. Andrea Un altro importante evento in occasione della Festa attirerà l’attenzione dei cittadini. A cinquanta metri da piazza Mazzini lungo la circonvallazione verso sud dove ora si trova un piccolo parcheggio, un tempo, dal quinto secolo dopo Cristo secondo molti studiosi fra i quali l’illustre storico riminese Tonini, sorgeva l’antica chiesa di Sant’Andrea Donato e Giustina, da cui il nome del Borgo. Nel 1863, sistemando il Foro Boario, emersero i resti della chiesa e gli scavi condotti da Luigi Tonini misero in luce lo sviluppo planimetrico dell’edificio ed altri manufatti di estremo interesse per la storia della Rimini paleocristiana. Sarà allestita per l’occasione una mostra in parrocchia, presentato un volumetto di Piergiorgio Pasini e sarà scoperta una lapide, in attesa di una ripresa degli scavi, nel luogo dove sorgeva la chiesa.

Il 6 ottobre nel Borgo San Giuliano

“Racconti di Mare”

Situato nei pressi del Ponte di Tiberio

PRATICHE AUTO

Rinnovo patenti con visita medica in sede Bolli Auto e Moto Targhe auto, moto, ciclomotori in tempo reale

Chiamaci per la tua pubbli L’unico Free Press d’informazione della provincia di Rimini, dal 1989 gratuitamente a casa tua

Tel. 0541 780332

commerciale@ondalibera.net

www.chiamamicitta.net

Ponte chiuso e niente il traffico per far posto a musica e letture, teatro e danze, artigianato e mostre fotografiche Un Borgo San Giuliano sempre più da leggere da sognare. Solo due settimane fa si è concluso “Fuori dal fango”, tre giorni di “resistenza culturale” dove sono stati i protagonisti quei libri sommersi dal fango del nubifragio di giugno. Il 6 ottobre sarà la volta di “Racconti di Mare” voluto dall’associazione dei commercianti del Borgo. Nelle vie e nelle piazze di San Giuliano sarà esposto l’Artigianato Artistico e dal pomeriggio fino a sera l’evento sarà accompagnato da spettacoli musicali, teatrali e di danza. Il Ponte di Tiberio verrà chiuso alle auto e tutta l’area sarà solo pedonale. Ma ecco il programma. Poeti in libertà alle 17 “Dalla Marianna”, all’“Angolo Divino” e al “Ristorante da Marco”: “Frammenti di mare” con Giorgia Bascucci, Laura Borghesi e Roberto Borghesi. Alle 19 aperitivo “sgradleda e vino”. Dalle 17 alle 22 in via Tiberio, musica con Le Raclage, pop-rock con Marianna Balducci, Bruno Valeri SololiveSet e Incursioni di Danza Urbana a cura di Tilt Danza e Teatro (20,30). Piazzetta Pirinèla: Tonino Vasi e Cesare Succi in “Romagna Jam Session”; intermezzo teatrale con Emanuela Neri “Odisèa” di Tonino Guerra (reading); alle 16,30 Lorenzo Scarponi in “Se non ci fosse il mare; dalle 17 alle 22 “E la nave va”, piano e voci (canzoni rivisitate stile retrò) TiEnDì Piano e Voce (Samuel Panigalli e Armida Loffredo). Piazzetta Padella: Mulino D’Amleto presenta Beppe Chirico in “Takabanda”, storie in musica; L’inedito Quintetto “A...mar lei!”, brevi interven-

ti teatrali a 5 voci; Federica Fabbri e Antonella Gelsomini in “Le sorelle Mascalzoni”, tratto dallo spettacolo E Mer; Andrea Cenni in “Il birro romagnolo”; Stefano Della Rosa ed Emanuela Ceccarini in “Il Bagnino Osvaldo”. In giro per il Borgo: mostra fotografica e di pittura sul mare a cura di Alessandro La Motta. Via San Giuliano, sagrato della Chiesa: “Danze popolari della tradizione romagnola” con il duo Bucci - Valli (musica dal vivo) e Gruppo Aperto Balli Tradizionali Romagnoli, a cura di Ivan Biondi. Intermezzi teatrali: “E Mer. storie del nostro mare”, con Musiche di Cesare Succi (ore 16 e 19). Via San Giuliano, Piazzetta Angolo Divino: “Onda su onda, alla deriva” con i Swing O Leles (dalle 18 alle 22); Teresio Troll & Arturo. Piazzetta Bar Alba: “Elementi”, performance di danza moderna a cura di Manuale di danza e Manu & Co; “Dance!” a cura di Rinomata Scuola di danza Germano De Rossi e Wellness Tiberio; “Incursioni di Danza Urbana” a cura di Tilt Danza e Teatro (20,30). Ristorante Da Marco: poeti in libertà, “Frammenti di mare”, con Giorgia Bascucci, Laura Borghesi e Roberto Borghesi; Mario Gentilini “Vi racconto il Borgo e il mare”. Sala 5x10: “Le Leggende del mare” di Maria Costantini (45 min.). Ingresso 3 euro (ore 20,30 e 21,30) Invaso nord: passeggiata in barca lungo il Marecchia (offerta libera).


6

25 settembre - 8 ottobre

NEL BORGO

Scoperta una targa ricordo sulla casa natale dello storico riminese

San Giuliano e la famiglia ricordano Amedeo Montemaggi

S

abato scorso, nel 69° anniversario della liberazione di Rimini, nel Borgo San Giuliano in via Pozzetto 19, casa natale di Amedeo Montemaggi, è stata scoperta una targa in ricordo dello storico riminese. Montemaggi è sempre stato fiero delle sue origini borghigiane, del carattere indipendente dei suoi abitanti nonostante

le dure condizioni di vita dei tempi passati. Negli ultimi anni a San Giuliano ha dedicato ricerche e studi sulle sue origini preromaniche e galliche da cui il nome ricordato dallo storico Tonini “Borgo Gallico”. La famiglia scoprendo questa targa vuole ricordare il profondo legame di Montemaggi con la sua città. Molti lo ricordano ed hanno apprez-

zato il suo impegno come insegnate, giornalista e soprattutto storico. Con molto piacere ricordiamo la sua collaborazione con il nostro giornale su cui scrisse diversi articoli che riguardavano il nostro territorio e la nostra città. Montemaggi per le sue ricerche approfondite e documentate è diventato uno dei maggiori storici della “Linea

Inaugurato il 12 settembre dalla Cooperativa Sociale Insieme

La bella festa del 14 settembre

“Casa Betania”, un nuovo centro diurno per anziani Sabato 21 settembre, alle ore 15,30, è stato inaugurato il Centro diurno per anziani “Casa Betania”, in via Marecchiese 53 a Rimini. “Casa Betania” è un Centro diurno per anziani; suo obiettivo è di dare risposte a persone anziane sole che rischiano di isolarsi e di non avere rapporti con nessuno, andando quindi verso un progressivo isolamento e decadimento fisico e mentale. Il Centro vuole essere un aiuto anche per le famiglie che hanno persone anziane da seguire e che, per impegni di lavoro, rischiano di lasciarle sole. È un modo per rasserenare la vita di queste persone, dando loro una speranza e porgendo una risposta ai loro bisogni.

Gotica” e degli avvenimenti della Seconda Guerra Mondiale a essa correlati. I suoi studi, apprezzati e conosciuti in ambito nazionale e internazionale, dimostrato l’importanza decisiva, sia politica che militare, della “Battaglia di Rimini” nella Seconda Guerra Mondiale, inserendo così la nostra città nella “Grande Storia”.

GRAZIE VALLONI! è stata proprio una bella festa quella del 14 settembre a Casa Valloni. L’inserto realizzato dagli ospiti, per l’occasione rivelatisi brillanti giornalisti, e pubblicato dal nostro giornale, è piaciuto davvero a tutti. Nella foto, il nostro Antonio Cuccolo consegna un attestato di ringraziamento ai dirigenti della struttura. A sua volta, l’Istituto ha voluto donarci un ricordo di questa magnifica giornata. Sperando di collaborare nuovamente, tutta la redazione saluta con affetto le donne e gli uomini di Casa Valloni!

Il Centro è aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 19, con la possibilità di personalizzare sia i giorni che gli orari.

Il francescano lascia il santuario delle Grazie

Arrivederci padre Giambattista Dopo tanti anni padre Giambattista Montorsi lascia il Santuario della Madonna delle Grazie di Rimini, per andare in quel di Piacenza. Padre Montorsi ha voluto salutare la città con una serata dallo stile sobrio e soprattutto ricca di umanità e cultura, attraverso la visita guidata della nuova ala museo missionario del Santuario dedicata alla Cina, con pezzi unici e di straordinario valore storico culturale. L’altra parte della

serata è stata dedicata al materiale informativo sulla via Crucis realizzata dallo scultore riminese Elio Morri, che ha una particolarità: è l’unica raffigurazione di questo genere dove non appaia alcuna forma di violenza, a causa della radicale scelta di Morri di non usare mai la sua arte per dare forma alla brutalità umana. E’ stato grande e commosso il saluto da parte di tutti, dalla gente di mare attraverso l’Associazio-

ne marinai d’Italia, ai podisti riminesi (famosa è il palio dell’Assunta) e la gente dei borghi, che hanno partecipato alle rievocazioni del SomarLungo che il Lunedì di Pasqua ha portato i riminese alle Grazie. Grazie padre per l’impegno e l’affetto che ha profuso alla comunità riminese.

Antonio Cuccolo

Il corso in trenta lezioni dal 15 ottobre al circolo Acli di Rivazzurra

Imparare la pittura con Max Sirotti

Un corso di pittura in trenta lezioni proposto da Max Sirotti. Architetto e pittore riminese, già componente del gruppo artistico Complotto Grafico (1981-85), Sirotti ha partecipato a diverse esposizioni e le sue opere compaiono in collezioni private in Italia e all’estero. Il suo stile iperrealista è caratterizzato da un altissimo virtuosismo tecnico. Il corso è rivolto agli appassionati che vogliono acquisire un metodo che li possa orientare nei diversi passaggi della realizzazione di un dipinto fino ad acquisire la padronanza necessaria per esprimere al meglio le proprie attitudini e inclinazioni. Durante le lezioni saranno affrontati diversi aspetti teorici e tecnici, che

saranno poi applicati in esercitazioni pratiche accompagnate da divagazioni su temi storicoartistici. Il corso è organizzato in tre fasi da 10 lezioni ciascuna (dal 15 ottobre al 17 dicembre; dal 7 gennaio all’11 marzo; dal 18 marzo al 20 maggio), per un totale di 30 lezioni di due ore e mezza, che si svolgeranno tutti i martedì dalle 20.30 al Circolo ACLI di Rivazzurra, in via dei Martiri. Il costo è di 180 euro a fase, più 20 di iscrizione una tantum. Info: ACLI Rimini 0541 784193 riminicentro@aclirimini.it

Chiamami Città 719  

25 settembre 2013_Borgo San Giuliano

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you