Issuu on Google+

OD

NS

PO

S

1

NOU

LISTA · LISTE

CHARVEN R PE

D SO

NO I

elezioni comunali 23 maggio 2010 · elections communales 23 mai 2010

U R C H A RV

E

Ennio Subet Isidoro Viérin


Programma Elettorale 2010

Cari concittadini, è doveroso per un sindaco e per una amministrazione comunale realizzare i progetti inseriti nel proprio programma elettorale. Questo è il documento ufficiale degli interventi che si intendono concretizzare e che gli elettori, trascorsi i cinque anni di mandato, potranno utilizzare per verificare l’effettiva realizzazione o almeno la volontà di portare a compimento tali progetti. A causa delle tempistiche imposte dagli adempimenti burocratici, spesso non imputabili alla volontà dell’amministrazione, il quinquennio legislativo non consente, talvolta, di portare a compimento tutte le iniziative programmate. Ed è proprio nel segno della continuità, per completare quanto

già avviato, che una buona parte del gruppo, che ha ben amministrato Charvensod nell’ultimo quinquennio, coordinato dal sindaco uscente, si ripresenta ai suoi elettori. Gli obiettivi della lista civica “Noi per Charvensod – Nous pour Charvensod” vanno oltre la sola continuità amministrativa; per questo motivo presenta volti nuovi e numerosi giovani che, portando nuove idee e competenze, si mettono al servizio della comunità per favorire insieme la crescita di Charvensod che non richiede grandi opere, ma mirati interventi per rendere ancora più vivibile il suo territorio, nel massimo rispetto del suo habitat e alla portata del cittadino.


S

PO

NS

NOU

OD

NO I

D SO

CHARVEN R PE

U R C H A RV

E

le but et l’obligation de notre Maire et de son administration est de réaliser les projets inscrits dans notre programme électoral. Ce programme doit être le document officiel mentionnant les objectifs que nous avons l’intention de porter à bien et que les électeurs (à l’écheance de la mandature), pourront consulter et vérifier afin de juger de l’avancée et de la réalisation des projets proposés Malgré divers empêchements qui ne nous sont pas toujours imputables nous n’avons pas pu finaliser toutes les initiatives programmées. C’est dans cette optique qu’un certain nombre d’amministrés de Charvensod, ammenés par le maire sortant, se represente à ses électeurs. Les objectifs de la

liste civique, « Noi per Charvensod – Nous pour Charvensod » ne veulent pas être seulement une continuité administrative, nous presentons de ce fait de nouveaux élements jeunes et dynamiques qui se mettront au service de la communauté pour favoriser ensemble la croissance de Charvensod.

Programme Electoral 2010

Chers citoyens,


Libertà è partecipazione

L’amministratore per noi: l’amministratore scelto dai cittadini deve essere in contatto quotidiano con la realtà in cui vive, ci confronteremo regolarmente con gli abitanti di Charvensod e con le associazioni presenti sul territorio per operare scelte, non solo condivise da coloro che ricoprono cariche amministrative ma anche dalla parte più ampia possibile della popolazione di Charvensod. Il consigliere eletto si occuperà della realtà e dei problemi quotidiani del nostro territorio e fungerà da collante tra il cittadino, il consiglio e la giunta comunale, la quale avrà il compito di tradurre in progetti e atti concreti le istanze provenienti dalla popolazione. Il cittadino per noi: consideriamo il cittadino di Charvensod come principale protagonista delle scelte che l’Amministrazione dovrà effettuare nella prossima legislatu-

ra. Porremo quindi attenzione ai bisogni delle persone, grazie alla profonda conoscenze delle loro situazioni di vita. La comunicazione per noi: riteniamo importante il miglioramento e il potenziamento dei servizi di comunicazione tra l’Amministrazione e la cittadinanza. Dedicheremo maggiore spazio, all’interno del periodico d’informazione “Liaison”, ai servizi e agli impegni del Consiglio e della Giunta Comunale. Tutte le famiglie riceveranno la “Carta dei servizi”, un vademecum su tutti i servizi gestiti dal Comune. Diffonderemo la conoscenza dei servizi offerti dal Difensore civico, con cui stringere una fattiva collaborazione a favore del cittadino. Altrettanto faremo sul sito web istituzionale, sfruttando maggiormente le nuove tecnologie informatiche.


Infanzia per noi: la garderie “Les Gamins” verrà integrata con l’imminente costruzione dell’asilo nido consortile in località Le Pont-Suaz che sarà un concreto strumento di sostegno per le giovani famiglie del nostro comune. Verranno così eliminate le lunghe “liste di attesa”. Continueremo il progetto “Per ogni bimbo nato un bimbo salvato” avviato dal Celva e conclusosi a dicembre 2009, con l’acquisto, per ogni nuovo nato, di una puetta, la famosa bambola di pezza dell’Unicef, che servirà a finanziare un ciclo completo di vaccinazioni contro le sei malattie killer dell’infanzia nei paesi del terzo mondo. Forniremo ad ogni famiglia, con un nuovo nato, un buono per l’acquisto di pannolini ecologici che costituiscono una soluzione alternativa ed efficace per un consumo responsabile. Scuola per noi: incrementeremo gli spazi verdi a servizio dei plessi scolastici, sarà poi nostra priorità attuare una accurata manutenzione degli edifici scolastici al fine di garantire il massimo confort e sicurezza dei bambi-

ni. Continuerà la proficua collaborazione già avviata con l’Istituzione scolastica per progetti didattici volti a favorire la crescita culturale e civica dei nostri ragazzi. Uno in particolare ci sta a cuore, “il consiglio dei ragazzi”, che sarà promosso con particolare attenzione rivolta a tematiche di educazione civica ed ambientale; relativamente a quest’ultimo aspetto è nostra intenzione ripristinare l’annuale festa degli alberi. Giovani per noi: promuoveremo, in collaborazione con enti, associazioni e istituzioni private, borse di studio, per dare la possibilità ai nostri giovani, attraverso scambi interculturali, di ampliare il loro bagaglio formativo, anche con corsi all’estero. Sfrutteremo a fondo la convenzione con il Comune di Aosta per la partecipazione dei nostri adolescenti presso la “Cittadella dei giovani” del Capoluogo regionale affinché possano usufruire di spazi per esprimere la loro creatività. Nell’ambito della delega alla politiche sociali, creeremo una commissione consiliare “aperta”, per conoscere meglio la realtà giovanile e per aprire un confronto con tutte le iniziative e le organizzazioni attive sul territorio, come l’Oratorio parrocchiale. Forniremo ai neo maggiorenni una “carta di maturità civica” che permetta loro di avvicinarsi ai diritti-doveri degli adulti.

L’infanzia, la scuola, i giovani, il nostro futuro

L’educazione scolastica è per noi l’elemento fondamentale e formante di una società, per cui basilari saranno le azioni di supporto e sostegno in tale ambito.


Una Comunità solida e solidale

Charvensod è un paese che in questi anni ha conosciuto un incremento di abitanti. Questo dato, considerato con l’invecchiamento della popolazione, comporterà una crescita della domanda di “welfare”, ovvero di assistenza alla popolazione anziana, ai bisognosi e ai nuclei familiari in difficoltà. Per noi solidarietà significa aiutare concretamente chi ha davvero bisogno di aiuto e sostenere chi deve occuparsene direttamente, soprattutto ora che l’attuale crisi economica colpisce soprattutto le fasce più deboli della società. Gli interventi nel campo delle politiche sociali rivolte agli anziani e alla famiglia richiedono un’azione continuativa e non solo uno slogan da campagna elettorale. Con questa consapevolezza ci impegniamo a rifinanziare e migliorare le iniziative già in corso e di formulare nuove proposte per soddisfare le attuali e future necessità. Per questo occorrerà modulare un vero o proprio “Piano sociale strutturato” su vari versanti: Famiglie per noi: la famiglia è la cellula di base della nostra società. È una delle nostre priorità, bisogna favorirne la formazione, sostenerne la crescita, identificarla come destinatario principale di sostegno e solida-

rietà. Come in passato, l’obiettivo sarà quello di sostenere i genitori nel loro ruolo educativo. Per favorire la conciliazione tra lavoro e famiglia, realizzeremo progetti per la creazione e la sperimentazione di spazi extrascolastici all’interno del nostro territorio. Stabiliremo inoltre esenzioni o riduzioni sulla tariffa di accesso alla mensa scolastica, per famiglie numerose, o a basso reddito o con figli disabili. Continueremo la gestione, in collaborazione con la nostra Comunità Montana, i centri diurni estivi e la colonia marina estiva per i nostri ragazzi. Anziani per noi: gli anziani costituiscono una risorsa ed un bene per il territorio di Charvensod, si devono valorizzare le loro conoscenze specifiche, al fine di consentire la crescita dei giovani e l’integrazione socio culturale fra le generazioni. L’apertura del centro polifunzionale, ubicato al Capoluogo, fortemente voluto e in fase di ultimazione, diventerà un luogo di aggregazione e di incontro, nel quale potranno interagire giovani ed anziani, con lo scopo specifico di trasmettere le conoscenze fra le generazioni, al fine di una integrazione del tessuto sociale e del senso di appartenenza alla comunità di Charvensod. Per favorire la


migliore fruizione del centro, si istituirà un servizio navetta, inizialmente sperimentale, con orari e calendari da concordare in base alle esigenze dell’utenza. Vogliamo inoltre costituire una commissione aperta, con lo scopo di coinvolgere, nella progettazione delle attività del centro, il maggior numero di persone. Potenzieremo la convenzione con il Comune di Aosta per la partecipazione alle attività organizzate dalla “Cooperativa Sociale degli Anziani per l’Autogestione”.

Data la positiva esperienza, condotta con la Comunità Montana MontEmilius, si confermeranno tutti i servizi da dedicare ai nostri “nonni”: i soggiorni marini e climatici (terme), la teleassistenza e in particolar modo l’assistenza domiciliare. Questo importante servizio ha già assunto un peso fondamentale nel quadro delle politiche agli anziani, con l’impegno di esplorare tutte le possibilità per aumentare ulteriormente la percentuale di anziani assistiti a casa propria.


Il territorio per noi: assicurare la cura del nostro territorio, in un’ottica di salvaguardia, di sviluppo e di sicurezza, è per noi priorità fondamentale.

Ambiente e territorio

 La manutenzione del territorio di

Charvensod e la sua gradevolezza ambientale e paesaggistica saranno una delle priorità dell’Amministrazione comunale. A fianco dei previsti progetti di ampio respiro, ci dovrà essere un’attenzione precisa, costante e quotidiana agli aspetti della manutenzione ordinaria, dell’arredo urbano, della pulizia degli spazi pubblici.  Verrà ulteriormente migliorato l’aspetto estetico del paese e delle sue strade. Tale scopo sarà perseguito, grazie al coinvolgimento della popolazione, mediante una campagna di sensibilizzazione per il rispetto e la cura degli spazi urbani da considerare “casa comune” di tutti i cittadini. Dopo le ben riuscite riqualificazioni dei centri storici di Félinaz e di Château, interverremo con la ripavimentazione della strada del borgo del capoluogo, interessato da lavori volti a migliorarne la vivibilità e la gradevolezza, anche con interventi di arredo urbano e valorizzazione “stori-

ca-urbanistica” di tutta la restante viabilità minore.  Indiremo un concorso di idee per la riqualificazione della facciata della Biblioteca comunale e della zona circostante al fine di un migliore inserimento nel tessuto urbano del borgo.  Considerato l’incremento demografico di Ampaillan procederemo alla progettazione e conseguente realizzazione di un parcheggio comunale a servizio della frazione.  Di concerto con l’Amministrazione comunale di Aosta troverà compimento la riqualificazione del ponte all’ingresso del paese.  Dopo quelli realizzati a Plan-Félinaz e ad Ampaillan, saranno celermente avviati i lavori che doteranno la strada regionale, che attraversa il capoluogo, di marciapiede al fine di tutelare la sicurezza dei pedoni. Attueremo un’operazione di restyling del tratto di marciapiede compreso tra la rotonda del Pont-Suaz e l’inizio del costruendo marciapiede verso Gressan. Interventi verranno messi in opera sulle altre arterie regionali e comunali che ne risultano sprovvisti.  Procederemo alla realizzazione del parcheggio sito in località Bourneau – Château, di quello ubica-


to a Félinaz e al rifacimento della strada per Roulaz, lavori che hanno già ottenuto la relativa copertura finanziaria, in parte dall’Amministrazione regionale che ha sostenuto le proposte dell’attuale Amministrazione comunale.  La pericolosità della tratta regionale attraversante l’abitato di PlanFélinaz, verrà attenuata con l’inserimento di una rotonda all’altezza del campo sportivo. Questo sarà solo il primo intervento per rendere più sicura la circolazione in tale frazione. Sarà nostra premura reperire nuovi finanziamenti per concludere gli interventi proposti dal concorso di idee bandito dalla nostra Amministrazione alcuni anni or sono, inserendo una seconda rotonda all’inizio e una serie di slarghi all’uscita del paese.  Promuoveremo, d’intesa con l’Amministrazione regionale e al fine di salvaguardare la sicurezza dei cittadini, l’installazione di sistemi di traffic calming (attraversamenti rialzati lungo l’asse stradale) lungo tutte le strade regionali che attraversano i nostri centri abitati.  Difesa del suolo: sarà data priorità assoluta alla realizzazione di un canale di gronda, a difesa dell’abitato del Capoluogo, per evitare che

le acque non regimate si possano riversare, qualora si presentassero particolari condizioni critiche, sull’abitato. Questo intervento servirà ad intercettare tali acque per convogliarle in canali di scarico. Procederemo poi al completamento dei collettori delle acque bianche del Capoluogo e di Plan-Félinaz.  Al fine di promuovere, ottimizzare e rendere più agevole la raccolta differenziata dei rifiuti installeremo, nel nostro territorio, altre due isole ecologiche automatizzate, rimpiazzeremo tutti i cassonetti RSU, valutando altresì sistemi di raccolta seminterrati e introdurremo un sistema premiale per chi produce meno quantità di rifiuti e ricicla maggiormente.  Attiveremo una rete di monitoraggio dell’ambiente urbano, per garantire a ogni cittadino una migliore qualità di vita in un ambiente tutelato e sempre più pulito. Forniremo, anche attraverso il sito istituzionale del Comune, informazioni tempestive, pertinenti ed affidabili sull’ambiente ed approfondimenti sulla qualità dell’aria che respiriamo, dell’acqua che beviamo. Organizzeremo inoltre visite didattiche guidate alla scoperta delle nostre sorgenti e della rete acque-


dottistica, al fine di favorire il consumo della nostra acqua, valutando la possibilità di realizzare punti di mineralizzazione dell’acqua.  Procederemo, in accordo con l’ARPA Regionale, al censimento e alla mappatura di tutti i fabbricati, pubblici e privati, con la presenza di amianto, incentivandone lo smaltimento.  Al fine di favorire il recupero degli immobili dei nostri centri storici, proporremo la riduzione mirata degli oneri di urbanizzazione, da inserire nel Piano Regolatore Generale Comunale di prossima adozione.  Doteremo tutte le fermate degli autobus di pensiline.

 Proporremo, di concerto con la

Comunità montana di estendere il collegamento con reti wireless su tutto il nostro territorio.  Porteremo a compimento il progetto di videosorveglianza nei punti più sensibili del nostro territorio (monitoraggio della rotatoria del Pont-Suaz, del traffico verso il Capoluogo, verso Gressan e nella zona del campo sportivo di Plan-Félinaz, del piazzale e delle vie di accesso antistante la scuola dell’infanzia e primaria di Pont-Suaz, dell’area antistante il municipio) estendendolo inoltre alla zona adiacente la chiesa parrocchiale, il cimitero e le isole ecologiche.


nicipale di Aosta, durante il fine settimana e nell’orario notturno. Continueranno con attenzione il monitoraggio della frana della Becca di Nona e le relative prove di evacuazione dettate dal relativo Piano di emergenza. Acquisteremo idonee attrezzature e mezzi per sostenere ed ampliare l’attività dei Vigili del Fuoco Volontari che hanno dimostrato, in questi anni, notevoli capacità organizzative e generosa disponibilità alle esigenze della comunità. Si realizzerà una nuova idonea sede all’interno dell’immobile della ex stalla sociale.

Protezione civile e sicurezza

La sicurezza per noi. Gestire la sicurezza del cittadino in tutte le sue forme non è solo un dovere ma un impegno prioritario. La prima ed efficace politica per la sicurezza passa attraverso un’azione di prevenzione sociale ed una partecipazione attiva alla vita comunitaria da parte di tutti i cittadini. Accanto a ciò non vanno tralasciati gli interventi di controllo del territorio, stimolando le sinergie tra tutte le forze dell’ordine, mantenendo ed implementando ciò che è gia stato fatto. Proseguirà la collaborazione con le forze di polizia mu-


Charvensod comune rinnovabile

Il tema dell’energia e della sostenibilità ambientale per noi: diventerà cruciale nei prossimi anni per questo ci proponiamo un obiettivo ambizioso e di lungo periodo ma chiaro: rendere Charvensod un comune autosufficiente energeticamente, attraverso investimenti nell’energia “verde” rinnovabile e sostenibile, in grado di assicurare efficienza degli impianti comunali di illuminazione e riscaldamento, con risparmi per il bilancio nonché valorizzazione delle risorse naturali.  Incoraggeremo l’utilizzo di fonti energetiche alternative e ecocompatibili: 1 sole da trasformare: assicureremo attraverso apposite risorse dedicate, la massima diffusione dell’energia solare di tipo pubblico e privato; 2 acqua da sfruttare: procederemo a mirate valutazioni finalizzate

alla costruzione di micro centrali idroelettriche utilizzando l’acqua del nostro acquedotto ed eventualmente le condotte di proprietà dei consorzi di miglioramento fondiario. 3 calore da trasferire: analizzeremo la possibilità di aderire, attraverso una convenzione, alla neo costituita Società “Telcha” s.r.l per favorire l’estensione del teleriscaldamento nella zona di Le PontSuaz e Plan-Félinaz. Si provvederà alla definizione e attuazione di un piano di certificazione energetica di tutti gli edifici pubblici al fine di perseguire un effettivo e concreto contenimento dei consumi di energia. Inizieremo inoltre il percorso certificativo UNI EN ISO 14000:2004, standard internazionale di riferimento per i sistemi di gestione ambientale.


tà comunale e favorire la loro massima potenzialità; di concerto con la locale associazione allevatori verrà poi valutata la possibilità di istituire un centro di raccolta per deiezioni animali e si cercherà l’eventualità di individuare sede adeguata alla latteria turnaria del Capoluogo. Incentiveremo le colture tradizionali per sostenere la biodiversità, caratteristica essenziale del nostro territorio, valutando inoltre la possibilità di istituire punti di commercializzazione diretta dei prodotti dei nostri agricoltori.

Agricoltura

Conservazione e sviluppo del territorio per noi: il nostro territorio è a prevalente vocazione agricola, sarà quindi nostro compito promuoverlo, in collaborazione con le associazioni di categoria, valorizzando tutte le attività e le iniziative atte a far conoscere le grandi ricchezze ed i tesori di questo settore. In collaborazione con gli agricoltori, soggetti fondamentali per la cura del nostro territorio e venendo incontro alle loro esigenze, vogliamo completare la ristrutturazione degli alpeggi di proprie-


Cultura, Turismo, Sport e Tempo Libero

Charvensod è per noi un paese ricco di associazioni che costituiscono una delle sue ricchezze e una risorsa indispensabile per la coesione della nostra comunità. Un tessuto che va incentivato, coordinato e sostenuto, soprattutto per le sue azioni nei confronti delle giovani generazioni. L’essere presenti nell’elenco dei “Comuni Fioriti” è stato un primo passo concreto. Pulizia, cura del decoro sono sinonimi anche di turismo e di maturità civica. Alle iniziative “Comune fiorito” e “Adotta un fiore” abbineremo l’istituzione di un concorso dedicato alla cura degli orti, fornendo compostiere per il compostaggio domestico. L’Amministrazione attuerà politiche di valorizzazione dei beni artistici e architettonici, anche in collaborazione con l’ente parrocchia di Santa Colomba, che possono costituire un effettivo elemento di attrattiva turistica per la loro importanza storico-culturale, confidando nella rapida approvazione di una legge regionale che tuteli i santuari religiosi, presenti nel nostro territorio con l’Eremo di San Grato. Biblioteca e Pro-loco: le attività della Biblioteca comunale e della Pro-loco dovranno procedere

in stretta sinergia al fine di fornire una unitaria offerta culturale e gastronomica che caratterizzi il nostro comune. Traditèn, la veillà di fine anno, sarà l’espressione principale dell’identità di una comunità che guarda al futuro con la consapevolezza del suo passato. Nell’ambito della riqualificazione del campo sportivo di Plan-Félinaz, che vedrà la programmata e finanziata sostituzione del manto erboso con innovativo materiale sintetico, provvederemo al rifacimento degli spogliatoi per renderli adeguati alle norme di sicurezza nonché di tutte le tipologie di risparmio energetico in modo da ridurre le spese di gestione. Valuteremo la possibilità, attraverso la cessione di diritto di superficie con Enti privati o con associazioni senza scopo di lucro, di realizzare un centro acquatico specializzato a beneficio di bambini, gestanti, anziani e disabili. Doteremo così il nostro Comune di un importante servizio, annullando sia i costi di investimento che di gestione. Pubblicizzeremo, attraverso una mappatura, le cascate di ghiaccio presenti nel nostro territorio, al fine di promuoverne uno sviluppo turistico e sportivo.


Si cercherà, in collaborazione con

la Società Pila s.p.a, di proporre uno sviluppo ecosostenibile della parte alta del nostro territorio, favorendo la creazione di un percorso di free-ride; supportato dalla possibilità di creare un punto ristoro all’interno delle strutture esistenti di proprietà comunale. Provvederemo ad un miglioramento della rete sentieristica, preziosa eredità del nostro passato agricolo, in modo particolare cureremo il sentiero che raggiunge la Becca di Nona anche in vista della Sky-race Aosta-Charvensod-Becca di Nona, che è entrata a far parte di un circuito internazionale di Sky running, la “Mountain Running International Cup - Gran Premio delle Nazioni 2010”. Un opuscolo informativo promuoverà questo evento e conterrà, oltre alla cartografia

con reticolato utm, perciò compatibile con i palmari gps, anche utili informazioni medico-scientifiche. Dopo aver realizzato il Percorso delle marmotte tra il Col Replan e Chamolé prevediamo di portare a compimento ulteriori tracciati a tema con valenza culturale e didattica, già individuati in località Santa Colomba. Incrementeremo poi gli spazi ludici nelle zone verdi comunali dotandole altresì di servizi essenziali. Studieremo la possibilità di realizzare un parco giochi, utilizzabile anche in inverno, per i bambini e ragazzi del nostro Comune. Potenzieremo, attraverso la competente commissione consiliare, con la collaborazione dell’Istituzione scolastica e delle associazioni del territorio, i rapporti con il comune gemellato di Les Bois.


La macchina amministrativa

Primi collaboratori degli eletti e

degli amministratori sono i dipendenti comunali. Il loro lavoro, che garantisce il perseguimento degli obiettivi dell’Amministrazione comunale, sarà oggetto di grande attenzione, ai fini di una sempre maggiore efficienza ed efficacia dell’amministrazione pubblica. Abbiamo in programma di continuare il percorso di miglioramento tecnologico al fine di offrire ai cittadini la possibilità di accedere attraverso internet ai servizi erogati dal comune e di relazionarsi con gli uffici comunali direttamente da casa propria (richiesta

documenti, scarico modulistica, segnalazione guasti ecc..) La collaborazione con le associazioni presenti sul territorio (Alpini, Ski-Club Chamolé, Società Charvensod calcio, Associazioni di sport de Noutra Tera, Gruppo teatrale, Gruppo Folkloristico, Oratorio e gruppi parrocchiali) sarà un impegno costante per l’ottimizzazione dei servizi al cittadino. Valuteremo la possibilità di attrezzare uno sportello del cittadino, localizzato a Pont-Suaz o a PlanFélinaz, con apertura settimanale, al fine di agevolare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini.


Subet Ennio

Aosta 14.12.1962

Candidato alla carica di vicesindaco

Viérin Isidoro

Aosta 09.03.1962

Sindaco uscente, Vice-Presidente Comunità Montana Mont Emilius uscente

Assessore uscente

Albaney Joël Aosta 22.10. 1984 Dipendente Cogne Acciai Speciali

Borbey Nadia Aosta 09.05.1978 Docente di scuola dell’infanzia

Dipendente regionale

Docente di scuola secondaria, presidente biblioteca comunale

OD

NS

PO

S

Torino 29.03.1976

NOU

Borbey Ronny

Consigliere uscente

AR R CH VEN E P

D SO

NO I

Agente di assicurazioni

U R C H A RV

E

I candidati

Candidato alla carica di sindaco


Comé René

Vigile del fuoco

Comé Sara Aosta 10.12.1984 Docente di scuola dell’infanzia

Aosta 30.06.1977

AR R CH VEN E P

S

PO

NS

OD

NO I

Lo Tufo Mario Belvedere Marittimo (CS) 25.05.1966

Artigiano - Elettricista

D SO

NOU

I candidati

Giachino Giancarlo Aosta 12.10.1954 Imprenditore, direttore responsabile “Liaison”

U R C H A RV

E

Viérin Eva

Funzionario regionale

Aosta 16.04.1966


Fazari Claudio

Aosta 20.01.1968

OD

D SO

AR R CH VEN E P

PO

S

Aosta 20.10.1986

Aosta 27.01.1970

U R C H A RV

E

I candidati

Secco Silvano

Dipendente regionale

NO I

Aosta 01.11.1959

NOU

Vona Claudio

Geometra

Marzi (CS)15.01.1959

Artigiano – Idraulico

Lombardo Franco

Albergatore

Gallo Antonio

Consigliere uscente

NS

Imprenditore


Come si vota

Contrassegnando il simbolo della lista n. 2 «Noi per Charvensod - Nous pour Charvensod», l’elettore vota il candidato alla carica di sindaco Ennio SUBET e il candidato alla carica di vice sindaco Isidoro VIéRIN. Oltre al voto di lista l’elettore può esprimere 3 voti di preferenza scrivendo, nelle tre linee prestampate, il cognome (e il nome in caso di omonimia) di tre consiglieri scelti esclusivamente nella lista già votata.

Quando si vota

CHARVEN R PE

S

PO

NS

NOU

OD

D SO

NO I

Esclusivamente domenica 23 maggio 2010, dalle 7 alle 22.

U R C H A RV

E

VOTA LISTA n.

1

Committente Nelva Stellio Giuseppe federico Materiale autofinanziato dai candidati


Charvensod Lista 1 Programma Elettorale