Page 10

Matteo Danieli

Indolenza ed esperienza del dolore (da Solaria, inedito)

Parte I Ho ricevuto il dono non l’evento E questa parola rimante con talento io non l’ho avuto io non l’ho dato Avrei potuto avere una vita al tempo A tempo con la storia con lo spirito empio Ma tutto il vuoto che riempio Intorno a un progetto astuto, storto Non basterà a colmar lo scempio Sulla soma indolente di un morto Ho barattato più pace che stento Ho abbandonato pericolosi sogni - inutile che menta io non sono stato io sono un muto Parte II Penso a quanta indolenza io e mio fratello portiamo intorno alla stanza: io non posso costruirla perché il terminare è la diga in mezzo al fiume; lui non può riempirla perché lo svuotare è sempre il rogo del dolore Alla fine un soggiorno aperto Od un vuoto con le mura Poca differenza fanno dalla strada: bizzarro o silenzioso oscuro sempre parla di luce o di paura Parte III Ed allora cosa ha generato quest’allergia al dolore questa fuga dal confronto questa remota distinzione? Tin tin tin quest’allegra demenziale Questa follia sul totale questa risata di conforto? Un’immersione nel dolore Ecco cosa Ha reso odore dal passato un cadavere di tempo putrefatto La poltiglia d’infezioni familiari Senza colpa per nessuno O per tanti.

Profile for Charta Sporca

Charta Sporca - Numero 26  

Charta Sporca n. 26, marzo/aprile 2017

Charta Sporca - Numero 26  

Charta Sporca n. 26, marzo/aprile 2017

Advertisement