Issuu on Google+

COLTIVIAMO IL SEME DELLA SPERANZA RAPPORTO SOCIALE 2012/2013


Lettera del Presidente  

Il 2012 ha rappresentato per noi un anno molto particolare. La morte di Mons. Cesare Mazzolari, avvenuta il16 luglio 2011, ha lasciato un immenso vuoto, e la scelta di diventare, pochi mesi dopo, una Fondazione, portando il suo nome, è stata un passaggio voluto e sentito da tutti, per non permettere né al tempo né alla memoria collettiva di dimenticare la grandezza, la bontà e la profonda umanità di un uomo che ha dedicato tutta la sua vita agli altri e a Dio, curando e amando senza riserve un popolo, per il quale ha saputo declinare la pace e un’idea di futuro, che oggi noi vogliamo portare avanti. Il primo passo verso un futuro possibile è l’ istruzione. Lo sapeva bene Padre Cesare e lo sapevano anche quelle donne sud sudanesi che nel lontano 2009, con la loro voglia di cambiare, diedero il via al grande progetto di realizzazione del primo Centro di formazione per insegnanti. Nel 2012 il Centro è stato il nostro principale impegno, e non solo in termini economici. Continui viaggi, per sopralluoghi, incontri, contrattazioni, e duro lavoro insieme alle squadre locali di operai, hanno impegnato soci e volontari per tutto l’anno, rubando ferie e riposo a molti. Un impegno che è proseguito anche per tutto il 2013, per terminare il Centro, arredarlo e avviare i primi corsi, malgrado l’emergenza alimentare, che fin dall’inizio dell’anno, ci ha visto impegnati a sostenere un programma di supporto nutrizionale materno infantile con la nostra consociata Arkangelo Ali Association. Uno sforzo imponente, che è potuto proseguire senza interruzioni soprattutto grazie al sostegno di tanti italiani, che di anno in anno hanno rinnovato la loro fiducia nel nostro lavoro. Ed anche se nel complesso le entrate di raccolta fondi sono diminuite, è un sostegno confermato in questi anni, nonostante i tempi estremamente incerti che viviamo. A loro, ai nostri sostenitori, è dedicato prima di tutto questo Bilancio Sociale, il primo, della Fondazione. Rendicontare il nostro lavoro per rendere più chiaro il senso del nostro impegno e della loro partecipazione, per condividere e capire fino in fondo quell’idea di futuro per il popolo sud sudanese che ci ha lasciato Padre Cesare. Raccontare il nostro lavoro per stringere rapporti, conquistare fiducia, costruire nuove forme di collaborazione e partecipazione. Con l’obiettivo comune di proseguire il cammino, tracciato da Mons. Mazzolari, per sostenere, assistere e accompagnare i nostri fratelli e le nostre sorelle sud sudanesi verso quel futuro di pace e prosperità possibile. Non sappiamo quanto potremo raccogliere nel corso del 2014, a causa dell’indeterminatezza politica ed economica e la profonda crisi che stiamo vivendo ormai da alcuni anni. Molti dei nostri progetti hanno carattere d’urgenza, per i quali è indispensabile una disponibilità immediata di fondi. Ma il nostro principale obiettivo, legato all’istruzione, ha un respiro a lunga distanza, e dobbiamo assicurare al Centro di Formazione degli Insegnanti un’attività regolare e le migliori opportunità di sviluppo e aggiornamento dei programmi di insegnamento, per garantire al Sud Sudan uno sviluppo reale. In queste pagine sono descritte in modo chiaro e trasparente tutte le attività che nel 2012 e 2013 abbiamo portato avanti per garantire quel futuro al Paese. Siamo certi che potremo contare ancora sul sostegno di tanti, per proseguire il cammino.

3


Lettera del Presidente  

Il 2012 ha rappresentato per noi un anno molto particolare. La morte di Mons. Cesare Mazzolari, avvenuta il16 luglio 2011, ha lasciato un immenso vuoto, e la scelta di diventare, pochi mesi dopo, una Fondazione, portando il suo nome, è stata un passaggio voluto e sentito da tutti, per non permettere né al tempo né alla memoria collettiva di dimenticare la grandezza, la bontà e la profonda umanità di un uomo che ha dedicato tutta la sua vita agli altri e a Dio, curando e amando senza riserve un popolo, per il quale ha saputo declinare la pace e un’idea di futuro, che oggi noi vogliamo portare avanti. Il primo passo verso un futuro possibile è l’ istruzione. Lo sapeva bene Padre Cesare e lo sapevano anche quelle donne sud sudanesi che nel lontano 2009, con la loro voglia di cambiare, diedero il via al grande progetto di realizzazione del primo Centro di formazione per insegnanti. Nel 2012 il Centro è stato il nostro principale impegno, e non solo in termini economici. Continui viaggi, per sopralluoghi, incontri, contrattazioni, e duro lavoro insieme alle squadre locali di operai, hanno impegnato soci e volontari per tutto l’anno, rubando ferie e riposo a molti. Un impegno che è proseguito anche per tutto il 2013, per terminare il Centro, arredarlo e avviare i primi corsi, malgrado l’emergenza alimentare, che fin dall’inizio dell’anno, ci ha visto impegnati a sostenere un programma di supporto nutrizionale materno infantile con la nostra consociata Arkangelo Ali Association. Uno sforzo imponente, che è potuto proseguire senza interruzioni soprattutto grazie al sostegno di tanti italiani, che di anno in anno hanno rinnovato la loro fiducia nel nostro lavoro. Ed anche se nel complesso le entrate di raccolta fondi sono diminuite, è un sostegno confermato in questi anni, nonostante i tempi estremamente incerti che viviamo. A loro, ai nostri sostenitori, è dedicato prima di tutto questo Bilancio Sociale, il primo, della Fondazione. Rendicontare il nostro lavoro per rendere più chiaro il senso del nostro impegno e della loro partecipazione, per condividere e capire fino in fondo quell’idea di futuro per il popolo sud sudanese che ci ha lasciato Padre Cesare. Raccontare il nostro lavoro per stringere rapporti, conquistare fiducia, costruire nuove forme di collaborazione e partecipazione. Con l’obiettivo comune di proseguire il cammino, tracciato da Mons. Mazzolari, per sostenere, assistere e accompagnare i nostri fratelli e le nostre sorelle sud sudanesi verso quel futuro di pace e prosperità possibile. Non sappiamo quanto potremo raccogliere nel corso del 2014, a causa dell’indeterminatezza politica ed economica e la profonda crisi che stiamo vivendo ormai da alcuni anni. Molti dei nostri progetti hanno carattere d’urgenza, per i quali è indispensabile una disponibilità immediata di fondi. Ma il nostro principale obiettivo, legato all’istruzione, ha un respiro a lunga distanza, e dobbiamo assicurare al Centro di Formazione degli Insegnanti un’attività regolare e le migliori opportunità di sviluppo e aggiornamento dei programmi di insegnamento, per garantire al Sud Sudan uno sviluppo reale. In queste pagine sono descritte in modo chiaro e trasparente tutte le attività che nel 2012 e 2013 abbiamo portato avanti per garantire quel futuro al Paese. Siamo certi che potremo contare ancora sul sostegno di tanti, per proseguire il cammino.

3


Chi siamo

Indice

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari è una Onlus fondata nel 2000,con lo scopo di sostenere le popolazioni del Sud Sudan attraverso progetti di aiuto umanitario e di sviluppo, affiancando attivamente la Diocesi di Rumbek, e promuovendo in Italia campagne di sensibilizzazione e solidarietà per quelle popolazioni. Nata come un’associazione, Cesar oggi è diventata una Fondazione per tutelare la memoria, le opere e l’alta figura di Mons. Cesare Mazzolari, morto nel luglio 2011, di cui oggi porta il nome, vescovo della Diocesi di Rumbek. Cesar coordina e promuove partnership con tutti gli enti italiani e stranieri che intendono avviare alleanze di cooperazione per l’aiuto e lo sviluppo delle popolazioni sud sudanesi, promuovendo in ogni sua forma la solidarietà morale e materiale a favore del Sud Sudan.

Pag. 05 Pag. 05

Chi siamo

Pag. 06

Dove operiamo

Pag. 07

I proventi di Cesar

Pag. 08

La grande famiglia di Cesar

Pag. 10

I nostri partner in Sud Sudan

Pag. 12

I Progetti Cesar 2012/2013

Pag. 13

Area “Educazione”

Pag. 16

Area “Sanità”

Pag. 19

Area “Accesso all’acqua”

Pag. 21

Area “Sviluppo”

Pag. 26

Pag. 23

Area “Promozione umana e pastorale”

Pag. 30

Comunicazione

Pag. 31

Bottega Solidale Warawara

Pag. 32

Bilanci

Pag. 38

Come sostenere CESAR

La nostra mission

CESAR in Italia

Redazione Un ringraziamento allo staff e a tutti i collaboratori in Italia e all’estero che hanno offerto il loro prezioso contributo nella raccolta e nella organizzazione delle informazioni e dei dati. Redazione: Anna Fabbricotti, Claudia Tonoli e Paolo Taraborelli Arts: Moris Urari (Glue Studio) Immagini: Archivio Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari Onlus

4

Cesar ha ottenuto il riconosciuto giuridico nazionale nel 2005. Nell’agosto 2006 Cesar ha partecipato alla costituzione della Arkangelo Ali Association (AAA), un’Organizzazione Non Governativa (Ong) sudanese specializzata in progetti socio-sanitari. Cesar è inoltre membro della Consulta per la Pace del Comune di Brescia e dal 2008 è membro e socio dell’Associazione Ong e Onlus Lombarde (Co.Lomba. Cooperazione Lombardia). Cesar, inoltre, è riconosciuta dal Governo del Sud Sudan fin dal 2009.

La nostra Mission Cosa facciamo In questi lunghi anni Cesar ha realizzato numerosi interventi in ambito educativo, sanitario, umanitario, di accesso all’acqua, a sostegno della promozione umana e dello sviluppo. Cesar dedica parte della sua attività alla sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, organizzando specifiche iniziative di educazione allo sviluppo (EAS). Attraverso i gemellaggi, stretti tra alcune comunità italiane e sudanesi, sono nate preziose esperienze di cooperazione. Cesar opera sostenendo attivamente i partner attraverso attività di cooperazione e partnership su progetti, attività di raccolta fondi in Italia e all’estero, e iniziative di informazione e sensibilizzazione sul territorio italiano: inoltre porta avanti progetti di educazione, sanità, acqua, sviluppo e promozione umana. Cesar agisce sempre in funzione dei bisogni e delle aspirazioni delle comunità locali, con cui interagisce e collabora, senza alcuna distinzione di razza, cultura o fede, e rispettandone la cultura, le tradizioni ed i costumi. Forte dello spirito di intervento di Mons. Cesare Mazzolari, con cui ha condiviso i primi lunghi anni di impegno e amore verso il popolo sud sudanese, e del quale intende proseguire l’opera, Cesar porta avanti progetti volti a rafforzare le fondamenta dello sviluppo del Paese, nella convinzione che l’estrema povertà ed il sottosviluppo del Sud Sudan potranno essere vinti solo ed esclusivamente attraverso le capacità, l’intelligenza e l’autonomia degli uomini e delle donne e dei giovani sudanesi. Presta particolare attenzione alle fasce più deboli e colpite dalla guerra: i bambini e le donne, in particolare, ma anche i malati e gli emarginati. Agisce sempre ed in ogni circostanza con un approccio pragmatico valutando criticamente l’adeguatezza e l’efficacia dei propri sforzi per raggiungere gli obiettivi ed assicurarsi la soddisfazione dei beneficiari e di tutti gli attori coinvolti. Oltre a questo, Cesar supporta la Diocesi con progetti di sostegno diretto ai missionari ed alle loro attività. Opera grazie a volontari e personale esperto attivi sia in Italia che a Rumbek. In Italia Cesar svolge un’intensa attività di informazione, promozione e sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, con eventi e iniziative nazionali e locali, organizza campagne di raccolta fondi, a sostegno delle attività e dei progetti in Sudan e collabora attivamente con altre realtà italiane. E’ inoltre fortemente impegnata a promuovere forme nuove di solidarietà, favorendo la nascita di gruppi di appoggio di volontari che sostengono e realizzano le iniziative di sensibilizzazione e le campagne di raccolta fondi sul territorio, e attraverso modelli innovativi di partecipazione delle imprese. Oggi può contare sul supporto di una rete di oltre 30 gruppi di appoggio volontari, numerosi Enti e Comuni gemellati, e partner attivi in tutta Italia, e attraverso modelli innovativi di partecipazione delle imprese.

5


Chi siamo

Indice

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari è una Onlus fondata nel 2000,con lo scopo di sostenere le popolazioni del Sud Sudan attraverso progetti di aiuto umanitario e di sviluppo, affiancando attivamente la Diocesi di Rumbek, e promuovendo in Italia campagne di sensibilizzazione e solidarietà per quelle popolazioni. Nata come un’associazione, Cesar oggi è diventata una Fondazione per tutelare la memoria, le opere e l’alta figura di Mons. Cesare Mazzolari, morto nel luglio 2011, di cui oggi porta il nome, vescovo della Diocesi di Rumbek. Cesar coordina e promuove partnership con tutti gli enti italiani e stranieri che intendono avviare alleanze di cooperazione per l’aiuto e lo sviluppo delle popolazioni sud sudanesi, promuovendo in ogni sua forma la solidarietà morale e materiale a favore del Sud Sudan.

Pag. 05 Pag. 05

Chi siamo

Pag. 06

Dove operiamo

Pag. 07

I proventi di Cesar

Pag. 08

La grande famiglia di Cesar

Pag. 10

I nostri partner in Sud Sudan

Pag. 12

I Progetti Cesar 2012/2013

Pag. 13

Area “Educazione”

Pag. 16

Area “Sanità”

Pag. 19

Area “Accesso all’acqua”

Pag. 21

Area “Sviluppo”

Pag. 26

Pag. 23

Area “Promozione umana e pastorale”

Pag. 30

Comunicazione

Pag. 31

Bottega Solidale Warawara

Pag. 32

Bilanci

Pag. 38

Come sostenere CESAR

La nostra mission

CESAR in Italia

Redazione Un ringraziamento allo staff e a tutti i collaboratori in Italia e all’estero che hanno offerto il loro prezioso contributo nella raccolta e nella organizzazione delle informazioni e dei dati. Redazione: Anna Fabbricotti, Claudia Tonoli e Paolo Taraborelli Arts: Moris Urari (Glue Studio) Immagini: Archivio Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari Onlus

4

Cesar ha ottenuto il riconosciuto giuridico nazionale nel 2005. Nell’agosto 2006 Cesar ha partecipato alla costituzione della Arkangelo Ali Association (AAA), un’Organizzazione Non Governativa (Ong) sudanese specializzata in progetti socio-sanitari. Cesar è inoltre membro della Consulta per la Pace del Comune di Brescia e dal 2008 è membro e socio dell’Associazione Ong e Onlus Lombarde (Co.Lomba. Cooperazione Lombardia). Cesar, inoltre, è riconosciuta dal Governo del Sud Sudan fin dal 2009.

La nostra Mission Cosa facciamo In questi lunghi anni Cesar ha realizzato numerosi interventi in ambito educativo, sanitario, umanitario, di accesso all’acqua, a sostegno della promozione umana e dello sviluppo. Cesar dedica parte della sua attività alla sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, organizzando specifiche iniziative di educazione allo sviluppo (EAS). Attraverso i gemellaggi, stretti tra alcune comunità italiane e sudanesi, sono nate preziose esperienze di cooperazione. Cesar opera sostenendo attivamente i partner attraverso attività di cooperazione e partnership su progetti, attività di raccolta fondi in Italia e all’estero, e iniziative di informazione e sensibilizzazione sul territorio italiano: inoltre porta avanti progetti di educazione, sanità, acqua, sviluppo e promozione umana. Cesar agisce sempre in funzione dei bisogni e delle aspirazioni delle comunità locali, con cui interagisce e collabora, senza alcuna distinzione di razza, cultura o fede, e rispettandone la cultura, le tradizioni ed i costumi. Forte dello spirito di intervento di Mons. Cesare Mazzolari, con cui ha condiviso i primi lunghi anni di impegno e amore verso il popolo sud sudanese, e del quale intende proseguire l’opera, Cesar porta avanti progetti volti a rafforzare le fondamenta dello sviluppo del Paese, nella convinzione che l’estrema povertà ed il sottosviluppo del Sud Sudan potranno essere vinti solo ed esclusivamente attraverso le capacità, l’intelligenza e l’autonomia degli uomini e delle donne e dei giovani sudanesi. Presta particolare attenzione alle fasce più deboli e colpite dalla guerra: i bambini e le donne, in particolare, ma anche i malati e gli emarginati. Agisce sempre ed in ogni circostanza con un approccio pragmatico valutando criticamente l’adeguatezza e l’efficacia dei propri sforzi per raggiungere gli obiettivi ed assicurarsi la soddisfazione dei beneficiari e di tutti gli attori coinvolti. Oltre a questo, Cesar supporta la Diocesi con progetti di sostegno diretto ai missionari ed alle loro attività. Opera grazie a volontari e personale esperto attivi sia in Italia che a Rumbek. In Italia Cesar svolge un’intensa attività di informazione, promozione e sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, con eventi e iniziative nazionali e locali, organizza campagne di raccolta fondi, a sostegno delle attività e dei progetti in Sudan e collabora attivamente con altre realtà italiane. E’ inoltre fortemente impegnata a promuovere forme nuove di solidarietà, favorendo la nascita di gruppi di appoggio di volontari che sostengono e realizzano le iniziative di sensibilizzazione e le campagne di raccolta fondi sul territorio, e attraverso modelli innovativi di partecipazione delle imprese. Oggi può contare sul supporto di una rete di oltre 30 gruppi di appoggio volontari, numerosi Enti e Comuni gemellati, e partner attivi in tutta Italia, e attraverso modelli innovativi di partecipazione delle imprese.

5


Dove operiamo

I proventi di Cesar Negli ultimi due anni, 2012 e 2013, come per molte altre organizzazioni non profit, la raccolta fondi della Fondazione ha subito una drastica flessione. Un calo certamente legato alla grave situazione di crisi che attraversa il nostro Paese e che ha inciso molto anche sul non profit italiano. Malgrado questo, però il numero di donatori fedeli alla nostra causa non è diminuito: mentre le donazioni si sono sensibilmente abbassate di valore, verosimilmente per difficoltà reali o temute rispetto alla situazione attuale. Questo vuol dire che continuiamo ad essere apprezzati e sostenuti da tante cittadine e cittadini italiani.

DAL SUDAN... Il nome ufficiale del Paese era Al-Jumhuriyat as Sudan. Prima della separazione, era diviso in 9 Federazioni, 66 Province e 281 aree locali. La Capitale amministrativa era Khartoum (Al-Khurtum). Negli anni 2000 il Sudan era un Paese caratterizzato da uno stato cronico di non-sviluppo, determinato da una situazione economica e politica che si trascina fin dal periodo coloniale, resa ancor peggiore dalla lunga guerra civile quasi ininterrotta dal 1956 al 2004 tra le forze del governo sudanese (GoS), e quelle del Sudan People’s Liberation Army (SPLA/M), che hanno portato all’indipendenza del Sud Sudan.

Cesar è finanziata principalmente e quasi del tutto dal sostegno di privati, persone e imprese che ci seguono, rinnovandoci ogni anno la fiducia, e contribuendo in maniera determinante alla realizzazione dei nostri progetti. Le donazioni individuali sono una garanzia d’indipendenza e ci permettono di intervenire in maniera tempestiva nelle emergenze, di fronte a cui, in un Paese fragile come il Sud Sudan, dobbiamo purtroppo essere sempre pronti.

Il processo di pace, condotto dai Paesi vicini al Sudan (Kenya, Uganda, Etiopia ed Eritrea), e a cui hanno partecipato attivamente anche Paesi occidentali, tra cui l’Italia, la Gran Bretagna, la Norvegia, e gli Stati Uniti, ha condotto alla firma, nel luglio 2002, di una tregua e un protocollo d’intesa a Machakos, in Kenya. L’instabilità è però continuata fino a tutto il 2004. Il 9 gennaio 2005 sono stati finalmente firmati a Nairobi gli accordi di Pace (C.P.A.), dando inizio ad una nuova era per il popolo Sudanese. Nel gennaio 2011 si è tenuto il primo importantissimo Referendum per la secessione. Ha votato il 70% degli aventi diritto ed il 98% del popolo sud sudanese ha chiesto l’indipendenza. ...ALLA REPUBBLICA DEL SUD SUDAN La Repubblica del Sud Sudan (talvolta indicata come Sud Sudan o Sudan Meridionale) nasce il 9 luglio 2011. E’ il 54° Stato africano. La sua capitale è Juba. Geograficamente corrisponde approssimativamente alla regione storicamente nota come Equatoria, e non ha sbocco sul mare. Confina ad est con l’Etiopia, a sud con il Kenya, l’Uganda, a ovest con la Repubblica Centrafricana, e a nord con il Sudan, in particolare con le province sudanesi del Darfur, Kordofan e Nilo azzurro, attualmente in rivolta contro Khartoum. Il nuovo Paese è stato ammesso ufficialmente all’Onu il 14 luglio 2011, diventandone il 193esimo Stato membro.

Come abbiamo utilizzato i fondi 2012 e 2013

PRINCIPALI DATI AMMINISTRATIVI: Nome completo: Repubblica del Sudan del Sud Lingue ufficiali: Inglese Altre lingue: Arabo e lingue locali nilosahariane Capitale: Juba (circa 163.000 abitanti) Forma di Governo: Repubblica presidenziale Presidente: Salva Kiir Mayardit Indipendenza: 9 luglio 2011 Superficie: 620.000 Kmq Popolazione: 8.260.000 ca. Valuta: Sterlina Sud Sudanese

6

Gordhim

BAHR AL-GHAZAL

Mayem Abun

Nyamlell Lietnhom

Marial Lou

Wau

Tonj

ALTO NILO

Malakal So ba t

SUD SUDAN Rumbek

Agangrial

Yirol Mapourdit

Yambio

Juba EQUATORIA

7


Dove operiamo

I proventi di Cesar Negli ultimi due anni, 2012 e 2013, come per molte altre organizzazioni non profit, la raccolta fondi della Fondazione ha subito una drastica flessione. Un calo certamente legato alla grave situazione di crisi che attraversa il nostro Paese e che ha inciso molto anche sul non profit italiano. Malgrado questo, però il numero di donatori fedeli alla nostra causa non è diminuito: mentre le donazioni si sono sensibilmente abbassate di valore, verosimilmente per difficoltà reali o temute rispetto alla situazione attuale. Questo vuol dire che continuiamo ad essere apprezzati e sostenuti da tante cittadine e cittadini italiani.

DAL SUDAN... Il nome ufficiale del Paese era Al-Jumhuriyat as Sudan. Prima della separazione, era diviso in 9 Federazioni, 66 Province e 281 aree locali. La Capitale amministrativa era Khartoum (Al-Khurtum). Negli anni 2000 il Sudan era un Paese caratterizzato da uno stato cronico di non-sviluppo, determinato da una situazione economica e politica che si trascina fin dal periodo coloniale, resa ancor peggiore dalla lunga guerra civile quasi ininterrotta dal 1956 al 2004 tra le forze del governo sudanese (GoS), e quelle del Sudan People’s Liberation Army (SPLA/M), che hanno portato all’indipendenza del Sud Sudan.

Cesar è finanziata principalmente e quasi del tutto dal sostegno di privati, persone e imprese che ci seguono, rinnovandoci ogni anno la fiducia, e contribuendo in maniera determinante alla realizzazione dei nostri progetti. Le donazioni individuali sono una garanzia d’indipendenza e ci permettono di intervenire in maniera tempestiva nelle emergenze, di fronte a cui, in un Paese fragile come il Sud Sudan, dobbiamo purtroppo essere sempre pronti.

Il processo di pace, condotto dai Paesi vicini al Sudan (Kenya, Uganda, Etiopia ed Eritrea), e a cui hanno partecipato attivamente anche Paesi occidentali, tra cui l’Italia, la Gran Bretagna, la Norvegia, e gli Stati Uniti, ha condotto alla firma, nel luglio 2002, di una tregua e un protocollo d’intesa a Machakos, in Kenya. L’instabilità è però continuata fino a tutto il 2004. Il 9 gennaio 2005 sono stati finalmente firmati a Nairobi gli accordi di Pace (C.P.A.), dando inizio ad una nuova era per il popolo Sudanese. Nel gennaio 2011 si è tenuto il primo importantissimo Referendum per la secessione. Ha votato il 70% degli aventi diritto ed il 98% del popolo sud sudanese ha chiesto l’indipendenza. ...ALLA REPUBBLICA DEL SUD SUDAN La Repubblica del Sud Sudan (talvolta indicata come Sud Sudan o Sudan Meridionale) nasce il 9 luglio 2011. E’ il 54° Stato africano. La sua capitale è Juba. Geograficamente corrisponde approssimativamente alla regione storicamente nota come Equatoria, e non ha sbocco sul mare. Confina ad est con l’Etiopia, a sud con il Kenya, l’Uganda, a ovest con la Repubblica Centrafricana, e a nord con il Sudan, in particolare con le province sudanesi del Darfur, Kordofan e Nilo azzurro, attualmente in rivolta contro Khartoum. Il nuovo Paese è stato ammesso ufficialmente all’Onu il 14 luglio 2011, diventandone il 193esimo Stato membro.

Come abbiamo utilizzato i fondi 2012 e 2013

PRINCIPALI DATI AMMINISTRATIVI: Nome completo: Repubblica del Sudan del Sud Lingue ufficiali: Inglese Altre lingue: Arabo e lingue locali nilosahariane Capitale: Juba (circa 163.000 abitanti) Forma di Governo: Repubblica presidenziale Presidente: Salva Kiir Mayardit Indipendenza: 9 luglio 2011 Superficie: 620.000 Kmq Popolazione: 8.260.000 ca. Valuta: Sterlina Sud Sudanese

6

Gordhim

BAHR AL-GHAZAL

Mayem Abun

Nyamlell Lietnhom

Marial Lou

Wau

Tonj

ALTO NILO

Malakal So ba t

SUD SUDAN Rumbek

Agangrial

Yirol Mapourdit

Yambio

Juba EQUATORIA

7


La struttura operativa di Cesar in Sud Sudan

La grande famiglia di Cesar Il CDA di Cesar Presidente: Mariangela Rossini Vice Presidente: Marco Bertolotto Maurizio Contolini - Consigliere Maria Mazzolari - Consigliere Enrico Paliotto - Consigliere Giuliana Pezzi - Consigliere Pietro Pini - Consigliere Valentina Tamburro - Consigliere Renato Verona - Consigliere

La struttura operativa di Cesar La Fondazione Cesar è diretta dal Presidente, Mariangela Rossini, che coordina in forma totalmente volontaria tutte le attività di Cesar. Lo staff retribuito è composto da Claudia Tonoli, Paolo Taraborelli, Anna Fabbricotti e, in forma di collaborazioni esterne, Chiara Pea e Laura Zanella. Tutto il personale retribuito svolge anche intensa attività di volontariato per Cesar. Inoltre, fanno parte dello staff, a vario titolo ed in forma totalmente volontaria, diversi Consiglieri del CdA della Fondazione. Lo staff

Marco Bertolotto, medico, vice Presidente della Fondazione, è responsabile e capo progetto del Teachers Training Center di Cuiebet, e presta il suo tempo in forma volontaria per gestire i lavori e i rapporti con le istituzioni locali in Sud Sudan

Enrico Paliotto, ingegnere, è progettista e direttore dei lavori del TTC ed ha prestato in forma volontaria il suo tempo e le sue capacità professionali per la realizzazione del TTC

Ernst Ulz, missionario laico della Diocesi di Rumbek, è coordinatore dei progetti di pastorale, promozione umana e sviluppo della Diocesi e collabora attivamente con la Fondazione

Jonathan Barsby, Amministratore Generale della Diocesi di Rumbek, collabora attivamente con la Fondazione, curandone anche gli aspetti organizzativi in loco

Natalina Sala, è responsabile dell’Area Sanità della Diocesi di Rumbek e presidente della Arkangelo Ali Association

Callixte Minani, medico, è direttore scientifico della Arkangelo Ali Association e coordina le attività dei 14 Centri ospedalieri gestiti dalla Ong

Cesar può contare su una ricca rete di amici, sostenitori e volontari, sparsi su tutto il territorio italiano, cresciuti in questi anni, e divisi in veri e propri Gruppi Di Appoggio volontari (GDA) grazie all’impegno dei soci e dello staff di Cesar. Insieme a numerose scuole, i volontari realizzano iniziative, incontri e campagne di raccolta fondi un po’ ovunque. Un lavoro immenso e prezioso, che ha contribuito in maniera sostanziale alla promozione del progetto, e ha permesso in questi anni di farci conoscere dal grande pubblico. Un impegno eccezionale di cui non possiamo che essere grati ad ognuno. Abbiamo inoltre potuto contare sul sostegno e l’amicizia di tante organizzazioni e reti, della società civile e della Chiesa, che ci sono vicine e hanno collaborato con noi per realizzare eventi e contribuire alla nascita della scuola, offrendoci tutto il loro impegno e la loro passione. Una rete, una grande famiglia fatta di grandi uomini e grandi donne che con il loro impegno quotidiano e la loro dedizione continuano ogni giorno questo lungo cammino al fianco del popolo sud sudanese.

Claudia Tonoli, è responsabile della segreteria, coordina i volontari e le iniziative sui territori e ha prestato il suo impegno anche in Sud Sudan

Mariangela Rossini, amministratrice, è presidente della Fondazione e direttore operativo in forma volontaria di tutte le attività

Anna Fabbricotti, fund raiser, è responsabile nazionale dell’ufficio raccolta fondi e comunicazione, per il quale cura e gestisce gli eventi, le campagne, e le attività istituzionali e di corporate

Laura Zanella, giornalista, cura e gestisce l’ufficio stampa di Cesar e da qualche mese affianca le attività di raccolta fondi

Maria Mazzolari, Maurizio Contolini, consiconsigliere e sorella del gliere, cura in forma volontaria le attività di Cesar in Vescovo, volontaria, cura Veneto e ha prestato il suo gli eventi di raccolta fondi impegno volontario per gli sul territorio bresciano, e presta il suo tempo per le incontri con le scuole del territorio e per attività in attività di sensibilizzazione e promozione anche della Sud Sudan memoria di suo fratello

8

Paolo Taraborelli, progettista, cura la stesura e la rendicontazione dei progetti di Cesar

Chiara Pea, amministratrice, si occupa degli eventi e delle campagne della Bottega Warawara e coordina i progetti commerciali di Cesar, curandone ogni aspetto organizzativo

Valentina Tamburro, consigliere, presidente dell’ Ass. Genova con l’Africa, gestisce in forma volontaria le attività di Cesar in Liguria e nord ovest d’Italia, cura i rapporti con i GdA e le scuole del territorio

Jessica Travaglia, presidente dell’ Ass. Mimosa, coordina le attività ed il gruppo di volontari di Trento

9


La struttura operativa di Cesar in Sud Sudan

La grande famiglia di Cesar Il CDA di Cesar Presidente: Mariangela Rossini Vice Presidente: Marco Bertolotto Maurizio Contolini - Consigliere Maria Mazzolari - Consigliere Enrico Paliotto - Consigliere Giuliana Pezzi - Consigliere Pietro Pini - Consigliere Valentina Tamburro - Consigliere Renato Verona - Consigliere

La struttura operativa di Cesar La Fondazione Cesar è diretta dal Presidente, Mariangela Rossini, che coordina in forma totalmente volontaria tutte le attività di Cesar. Lo staff retribuito è composto da Claudia Tonoli, Paolo Taraborelli, Anna Fabbricotti e, in forma di collaborazioni esterne, Chiara Pea e Laura Zanella. Tutto il personale retribuito svolge anche intensa attività di volontariato per Cesar. Inoltre, fanno parte dello staff, a vario titolo ed in forma totalmente volontaria, diversi Consiglieri del CdA della Fondazione. Lo staff

Marco Bertolotto, medico, vice Presidente della Fondazione, è responsabile e capo progetto del Teachers Training Center di Cuiebet, e presta il suo tempo in forma volontaria per gestire i lavori e i rapporti con le istituzioni locali in Sud Sudan

Enrico Paliotto, ingegnere, è progettista e direttore dei lavori del TTC ed ha prestato in forma volontaria il suo tempo e le sue capacità professionali per la realizzazione del TTC

Ernst Ulz, missionario laico della Diocesi di Rumbek, è coordinatore dei progetti di pastorale, promozione umana e sviluppo della Diocesi e collabora attivamente con la Fondazione

Jonathan Barsby, Amministratore Generale della Diocesi di Rumbek, collabora attivamente con la Fondazione, curandone anche gli aspetti organizzativi in loco

Natalina Sala, è responsabile dell’Area Sanità della Diocesi di Rumbek e presidente della Arkangelo Ali Association

Callixte Minani, medico, è direttore scientifico della Arkangelo Ali Association e coordina le attività dei 14 Centri ospedalieri gestiti dalla Ong

Cesar può contare su una ricca rete di amici, sostenitori e volontari, sparsi su tutto il territorio italiano, cresciuti in questi anni, e divisi in veri e propri Gruppi Di Appoggio volontari (GDA) grazie all’impegno dei soci e dello staff di Cesar. Insieme a numerose scuole, i volontari realizzano iniziative, incontri e campagne di raccolta fondi un po’ ovunque. Un lavoro immenso e prezioso, che ha contribuito in maniera sostanziale alla promozione del progetto, e ha permesso in questi anni di farci conoscere dal grande pubblico. Un impegno eccezionale di cui non possiamo che essere grati ad ognuno. Abbiamo inoltre potuto contare sul sostegno e l’amicizia di tante organizzazioni e reti, della società civile e della Chiesa, che ci sono vicine e hanno collaborato con noi per realizzare eventi e contribuire alla nascita della scuola, offrendoci tutto il loro impegno e la loro passione. Una rete, una grande famiglia fatta di grandi uomini e grandi donne che con il loro impegno quotidiano e la loro dedizione continuano ogni giorno questo lungo cammino al fianco del popolo sud sudanese.

Claudia Tonoli, è responsabile della segreteria, coordina i volontari e le iniziative sui territori e ha prestato il suo impegno anche in Sud Sudan

Mariangela Rossini, amministratrice, è presidente della Fondazione e direttore operativo in forma volontaria di tutte le attività

Anna Fabbricotti, fund raiser, è responsabile nazionale dell’ufficio raccolta fondi e comunicazione, per il quale cura e gestisce gli eventi, le campagne, e le attività istituzionali e di corporate

Laura Zanella, giornalista, cura e gestisce l’ufficio stampa di Cesar e da qualche mese affianca le attività di raccolta fondi

Maria Mazzolari, Maurizio Contolini, consiconsigliere e sorella del gliere, cura in forma volontaria le attività di Cesar in Vescovo, volontaria, cura Veneto e ha prestato il suo gli eventi di raccolta fondi impegno volontario per gli sul territorio bresciano, e presta il suo tempo per le incontri con le scuole del territorio e per attività in attività di sensibilizzazione e promozione anche della Sud Sudan memoria di suo fratello

8

Paolo Taraborelli, progettista, cura la stesura e la rendicontazione dei progetti di Cesar

Chiara Pea, amministratrice, si occupa degli eventi e delle campagne della Bottega Warawara e coordina i progetti commerciali di Cesar, curandone ogni aspetto organizzativo

Valentina Tamburro, consigliere, presidente dell’ Ass. Genova con l’Africa, gestisce in forma volontaria le attività di Cesar in Liguria e nord ovest d’Italia, cura i rapporti con i GdA e le scuole del territorio

Jessica Travaglia, presidente dell’ Ass. Mimosa, coordina le attività ed il gruppo di volontari di Trento

9


I nostri partner in Sud Sudan Diocesi di Rumbek La Diocesi Cattolica di Rumbek (DOR) è una delle sette Diocesi Cattoliche della Repubblica del Sud Sudan. E’ situata nel cuore del Sud Sudan, coprendo l’intero Stato dei Laghi e la parte meridionale dello Stato di Warrap – in un’area di circa 65.000 Km2 (più grande della Svizzera o dell’Austria). La popolazione locale è stimata intorno al milione e mezzo di abitanti, anche se non sono disponibili statistiche aggiornate. Istituita come Vicariato Apostolico nel 1955, venne elevata allo status di Diocesi nel 1974. Guidata fino alla sua morte da Mons. Cesare Mazzolari, la Diocesi ad oggi è priva di Vescovo. Tra il 2011 ed il 2013 è stato Amministratore Diocesano, Padre Fernando Colombo, da anni già presente lì e amico di Padre Cesare. Dalla fine del 2013, è stato nominato Coordinatore Diocesano Padre John Mathiang, sacerdote sud sudanese di etnia dinka ordinato sacerdote nel 2010 da Mons. Cesare Mazzolari, dopo un lungo percorso di studi teologici anche in Italia, dove oggi è molto conosciuto, presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma. Ad oggi la Diocesi di Rumbek è formata da 11 missioni e parrocchie principali, e da una serie di parrocchie secondarie, e conta all’incirca su 150 cappelle e stazioni di preghiera.

ARKANGELO ALI ASSOCIATION La AAA, Ong sud sudanese, nasce nel 2006 per volere della Diocesi di Rumbek e di CESAR per gestire e fornire i servizi sanitari necessari alla popolazione bisognosa. Opera in cinque dei dieci Stati che compongono la nazione (Lakes, Northern Bahr el Ghazal, Warrap, Western Bahr el Ghazal e Western Equatoria), oltre che sul territorio della Diocesi, coordinando 14 Centri Ospedalieri. Grazie all’impegno dei medici e degli operatori sanitari di AAA, ogni anno vengono curati circa 100.000 pazienti, la maggior parte dei quali sono bambini, donne e anziani bisognosi di trattamenti specifici o cure e assistenza per malattie quali malnutrizione acuta grave, malaria cerebrale, diarrea acuta, polmonite, TBC, lebbra. L’organizzazione è stata ufficialmente riconosciuta dal Governo del Sud Sudan il 10 novembre 2006, e collabora a stretto contatto con il Ministero della Salute del Governo locale e le altre agenzie internazionali impegnate in ambito sanitario. AAA inoltre, implementa e gestisce tutti i progetti sanitari sui territori della Diocesi. Tra i principali programmi già avviati dalla AAA ci sono il controllo della Tubercolosi e della Lebbra, la formazione di personale locale e la fornitura di efficienti servizi di assistenza sanitaria di base.
 L’ufficio principale dell’Ong si trova a Juba (capitale del Sud Sudan) e si avvale di due sedi operative di supporto a Nairobi (in Kenya) e presso la Diocesi di Rumbek. Collabora attivamente e promuove progetti sanitari con il supporto di Cesar.

Le 11 missioni sono: • Rumbek, Cattedrale della Sacra Famiglia (con le parrocchie secondarie del Sacro Cuore e Pachong) • Rumbek, Chiesa del Sacro Cuore • Rumbek, Chiesa di Santa Teresa • MarialLou, Chiesa San Daniele Comboni (con la parrocchia secondaria di Romic) • Warrap, Chiesa San Daniele Comboni • Tonj, Chiesa Don Bosco • Agangrial, Chiesa Maria Madre di Dio (con le parrocchie secondarie di Cueibet e Barghel) • Wulu, Chiesa dei Santi Pietro e Paolo • Mapuordit, Chiesa Santa Josephine-Bakhita • Yirol, Chiesa Santa Croce • Bunagok/Aliap, Chiesa di S. Anselmo La Diocesi di Rumbek (DOR) è una Chiesa impegnata in attività educative e pastorali in tutte le sue Missioni dove convivono più congregazioni, suore e volontari laici, di ogni parte del mondo, con cui negli anni Cesar ha creato forti rapporti di fiducia e amicizia e sostiene e collabora attivamente, in accordo con l’amministrazione.

10

11


I nostri partner in Sud Sudan Diocesi di Rumbek La Diocesi Cattolica di Rumbek (DOR) è una delle sette Diocesi Cattoliche della Repubblica del Sud Sudan. E’ situata nel cuore del Sud Sudan, coprendo l’intero Stato dei Laghi e la parte meridionale dello Stato di Warrap – in un’area di circa 65.000 Km2 (più grande della Svizzera o dell’Austria). La popolazione locale è stimata intorno al milione e mezzo di abitanti, anche se non sono disponibili statistiche aggiornate. Istituita come Vicariato Apostolico nel 1955, venne elevata allo status di Diocesi nel 1974. Guidata fino alla sua morte da Mons. Cesare Mazzolari, la Diocesi ad oggi è priva di Vescovo. Tra il 2011 ed il 2013 è stato Amministratore Diocesano, Padre Fernando Colombo, da anni già presente lì e amico di Padre Cesare. Dalla fine del 2013, è stato nominato Coordinatore Diocesano Padre John Mathiang, sacerdote sud sudanese di etnia dinka ordinato sacerdote nel 2010 da Mons. Cesare Mazzolari, dopo un lungo percorso di studi teologici anche in Italia, dove oggi è molto conosciuto, presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma. Ad oggi la Diocesi di Rumbek è formata da 11 missioni e parrocchie principali, e da una serie di parrocchie secondarie, e conta all’incirca su 150 cappelle e stazioni di preghiera.

ARKANGELO ALI ASSOCIATION La AAA, Ong sud sudanese, nasce nel 2006 per volere della Diocesi di Rumbek e di CESAR per gestire e fornire i servizi sanitari necessari alla popolazione bisognosa. Opera in cinque dei dieci Stati che compongono la nazione (Lakes, Northern Bahr el Ghazal, Warrap, Western Bahr el Ghazal e Western Equatoria), oltre che sul territorio della Diocesi, coordinando 14 Centri Ospedalieri. Grazie all’impegno dei medici e degli operatori sanitari di AAA, ogni anno vengono curati circa 100.000 pazienti, la maggior parte dei quali sono bambini, donne e anziani bisognosi di trattamenti specifici o cure e assistenza per malattie quali malnutrizione acuta grave, malaria cerebrale, diarrea acuta, polmonite, TBC, lebbra. L’organizzazione è stata ufficialmente riconosciuta dal Governo del Sud Sudan il 10 novembre 2006, e collabora a stretto contatto con il Ministero della Salute del Governo locale e le altre agenzie internazionali impegnate in ambito sanitario. AAA inoltre, implementa e gestisce tutti i progetti sanitari sui territori della Diocesi. Tra i principali programmi già avviati dalla AAA ci sono il controllo della Tubercolosi e della Lebbra, la formazione di personale locale e la fornitura di efficienti servizi di assistenza sanitaria di base.
 L’ufficio principale dell’Ong si trova a Juba (capitale del Sud Sudan) e si avvale di due sedi operative di supporto a Nairobi (in Kenya) e presso la Diocesi di Rumbek. Collabora attivamente e promuove progetti sanitari con il supporto di Cesar.

Le 11 missioni sono: • Rumbek, Cattedrale della Sacra Famiglia (con le parrocchie secondarie del Sacro Cuore e Pachong) • Rumbek, Chiesa del Sacro Cuore • Rumbek, Chiesa di Santa Teresa • MarialLou, Chiesa San Daniele Comboni (con la parrocchia secondaria di Romic) • Warrap, Chiesa San Daniele Comboni • Tonj, Chiesa Don Bosco • Agangrial, Chiesa Maria Madre di Dio (con le parrocchie secondarie di Cueibet e Barghel) • Wulu, Chiesa dei Santi Pietro e Paolo • Mapuordit, Chiesa Santa Josephine-Bakhita • Yirol, Chiesa Santa Croce • Bunagok/Aliap, Chiesa di S. Anselmo La Diocesi di Rumbek (DOR) è una Chiesa impegnata in attività educative e pastorali in tutte le sue Missioni dove convivono più congregazioni, suore e volontari laici, di ogni parte del mondo, con cui negli anni Cesar ha creato forti rapporti di fiducia e amicizia e sostiene e collabora attivamente, in accordo con l’amministrazione.

10

11


I progetti di Cesar CESAR Onlus promuove iniziative di solidarietà internazionale e progetti di cooperazione internazionale nell’ambito della salute, dell’educazione, dello sviluppo, dell’accesso all’acqua, della promozione umana e dell’emergenza nei territori del Sud Sudan. Tutti i progetti proposti e sostenuti da CESAR Onlus sono il frutto di studi di fattibilità svolti in stretta collaborazione con le nostre controparti locali presenti nei territori di riferimento, ovvero la Diocesi di Rumbek (DOR) e la Arkangelo Ali Association (AAA), che, per la loro presenza ed esperienza pluriennale in Sudan, sono gli attori principali con i quali realizziamo i progetti e con cui ci rapportiamo quotidianamente. I progetti educativi e di promozione umana/pastorale sono portati avanti in stretta collaborazione con la Diocesi di Rumbek (DOR), attraverso il Dipartimento Educativo e il Dipartimento per la Pastorale, i cui responsabili, sotto la supervisione della amministrazione generale della Diocesi, sono incaricati della realizzazione diretta di questi interventi; mentre i progetti legati alla salute sono gestiti dalla Arkangelo Ali Association (AAA) che collabora in stretto contatto con Cesar e con la Diocesi di Rumbek. Particolare attenzione, inoltre, viene sempre posta alle pratiche di rendicontazione (finanziaria, narrativa e fotografica) anche in fase di avanzamento, volte a comunicare con completa trasparenza i risultati raggiunti e l’utilizzo dei fondi ricevuti e finanziati. Nel corso del 2012 e del 2013 è continuato il lavoro di progettazione, realizzazione e sostegno dei progetti di formazione ed istruzione della Diocesi, con la realizzazione in particolare del Teachers Training Center di Cuiebet (TTC), il Centro di formazione degli insegnanti, il primo in Sud Sudan, oggi quasi completamente terminato, avviando nel 2013 un forte e particolare sostegno ai programmi di lotta all’emergenza fame della AAA.

AREA EDUCAZIONE Senza educazione non c’è sviluppo. In Sud Sudan solo il 3% dei bambini riesce a completare la scuola primaria e di questi solo il 4% sono bambine. Tra gli insegnanti a ruolo, solo il 17% ha un diploma. CESAR in questi anni ha speso grandi energie per favorire la diffusione di un’educazione di qualità a tutti i livelli (prescolare, primaria, secondaria, professionale degli insegnanti e per adulti analfabeti). CESAR ha sostenuto la Diocesi di Rumbek nella costruzione e nella gestione di 13 scuole primarie, 3 scuole secondarie, 1 scuola secondaria femminile e corsi di alfabetizzazione per gli adulti. CESAR pone particolare attenzione alla questione di genere e alla formazione di nuovi formatori. Oggi le scuole primarie diocesane contano oltre 10.500 iscritti e 250 insegnanti a ruolo.

12


I progetti di Cesar CESAR Onlus promuove iniziative di solidarietà internazionale e progetti di cooperazione internazionale nell’ambito della salute, dell’educazione, dello sviluppo, dell’accesso all’acqua, della promozione umana e dell’emergenza nei territori del Sud Sudan. Tutti i progetti proposti e sostenuti da CESAR Onlus sono il frutto di studi di fattibilità svolti in stretta collaborazione con le nostre controparti locali presenti nei territori di riferimento, ovvero la Diocesi di Rumbek (DOR) e la Arkangelo Ali Association (AAA), che, per la loro presenza ed esperienza pluriennale in Sudan, sono gli attori principali con i quali realizziamo i progetti e con cui ci rapportiamo quotidianamente. I progetti educativi e di promozione umana/pastorale sono portati avanti in stretta collaborazione con la Diocesi di Rumbek (DOR), attraverso il Dipartimento Educativo e il Dipartimento per la Pastorale, i cui responsabili, sotto la supervisione della amministrazione generale della Diocesi, sono incaricati della realizzazione diretta di questi interventi; mentre i progetti legati alla salute sono gestiti dalla Arkangelo Ali Association (AAA) che collabora in stretto contatto con Cesar e con la Diocesi di Rumbek. Particolare attenzione, inoltre, viene sempre posta alle pratiche di rendicontazione (finanziaria, narrativa e fotografica) anche in fase di avanzamento, volte a comunicare con completa trasparenza i risultati raggiunti e l’utilizzo dei fondi ricevuti e finanziati. Nel corso del 2012 e del 2013 è continuato il lavoro di progettazione, realizzazione e sostegno dei progetti di formazione ed istruzione della Diocesi, con la realizzazione in particolare del Teachers Training Center di Cuiebet (TTC), il Centro di formazione degli insegnanti, il primo in Sud Sudan, oggi quasi completamente terminato, avviando nel 2013 un forte e particolare sostegno ai programmi di lotta all’emergenza fame della AAA.

AREA EDUCAZIONE Senza educazione non c’è sviluppo. In Sud Sudan solo il 3% dei bambini riesce a completare la scuola primaria e di questi solo il 4% sono bambine. Tra gli insegnanti a ruolo, solo il 17% ha un diploma. CESAR in questi anni ha speso grandi energie per favorire la diffusione di un’educazione di qualità a tutti i livelli (prescolare, primaria, secondaria, professionale degli insegnanti e per adulti analfabeti). CESAR ha sostenuto la Diocesi di Rumbek nella costruzione e nella gestione di 13 scuole primarie, 3 scuole secondarie, 1 scuola secondaria femminile e corsi di alfabetizzazione per gli adulti. CESAR pone particolare attenzione alla questione di genere e alla formazione di nuovi formatori. Oggi le scuole primarie diocesane contano oltre 10.500 iscritti e 250 insegnanti a ruolo.

12


ANNO 2012

ANNO 2013

Il 2012 ha visto Cesar impegnata principalmente nella realizzazione del TTC di Cuiebet, un centro polifunzionale destinato alla formazione degli insegnanti delle scuole primarie. L’importanza e l’ampiezza del progetto che ha coinvolto CESAR negli ultimi 5 anni, è dovuta sia alla complessità del progetto che al coordinamento dei diversi soggetti che hanno collaborato e collaborano all’iniziativa. Il progetto nel suo totale è costato quasi 900.000€. Per ogni ulteriore dettaglio, è possibile consultare il Report di progetto sul sito www.cesarsudan.org

Progetto TTC “Teachers Training Center” MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Nel corso del 2013 sono stati completati: il primo dormitorio, che ospiterà i corsisti provenienti dalle aree più distanti, il blocco aule, la Cappella, ed un blocco esterno per la lavanderia e servizi igienici. Il Centro è stato inoltre dotato dei primi, parziali, arredi. COSTO LAVORI SU PROGETTO: € 180.975,80

Progetto TTC “Teachers Training Center” MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Centro di formazione per gli insegnanti Nel corso del 2012 sono stati completati: la casa dei formatori, il locale alloggio per il generatore, una torre sopraelevata per il deposito dell’acqua, la cucina esterna in appoggio alla casa dei formatori, le cucine e la “Rukuba” (il refettorio) per i corsisti. E’ stata inoltre avviata la costruzione del primo dormitorio e del blocco aule. COSTO LAVORI SU PROGETTO: € 304.222,25 Progetto preliminare per il laboratorio di formazione a distanza MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: dotare il Centro della attrezzatura informatica necessaria ad avviare laboratori di formazione a distanza (FAD), che coinvolgeranno Università ed esperti italiani ed europei, garantendo così ai futuri maestri e maestre del Sud Sudan la miglior qualità di studio ed aggiornamento delle pratiche di insegnamento. La prima fase del progetto ha consentito di realizzare una prima missione tecnica in loco e l’acquisto delle prime attrezzature necessarie. In questa fase è stato essenziale la partecipazione del dottor Antonio Campanaro, tecnico informatico dell’Università di Torino. Il progetto andrà poi implementato in una seconda fase, più complessa. COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 50.000 COSTO DELLA PRIMA FASE: €5.800,00

Arredo scolastico e sistemazione pavimentazione scuola di Bunagok/ Aliap MISSIONE: Aliap DESCRIZIONE: Il progetto ha permesso di dotare la scuola primaria diocesana di Bunagok/Aliap dell’ arredo scolastico (banchi e sedie) e di procedere al rifacimento della pavimentazione dell’edificio. Il progetto è stato realizzato all’interno del gemellaggio tra la comunità di Gussago (BS) e quella di Bunagok/Aliap. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

14

Progetto di Alfabetizzazione di Donne e Adulti MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Cesar ha sostenuto con un piccolo contributo il progetto di Padre John Mathiang volto a finanziare corsi per persone adulte analfabete e dar loro una formazione di base, favorendo la promozione della formazione dei soggetti svantaggiati. COSTO DEL PROGETTO DIOCESANO: € 9.000,00 SOSTEGNO CESAR NEL 2013 : € 2.000,00 Progetto di promozione della formazione universitaria femminile MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Il progetto, portato avanti in collaborazione con il Dipartimento Educativo della Diocesi di Rumbek, prevede il sostegno economico di Cesar a giovani ragazze sud sudanesi per percorsi di formazione universitari. Nel 2013, come prima, è stata scelta, Mary Mayang, giovane diplomata alla Loreto School di Rumbek, che seguirà un corso di laurea in Economia presso l’Università Cattolica di Nairobi, in Kenia, interamente sostenuto da Cesar, con il sostegno di alcuni donatori, attraverso una borsa di studio. Il progetto coprirà i costi di iscrizione, l’acquisto dei libri ed altro materiale e i costi di mantenimento della giovane per tutto l’iter universitario. COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 9.000,00 SOSTEGNO PRIMO ANNO: € 3.000,00

15


ANNO 2012

ANNO 2013

Il 2012 ha visto Cesar impegnata principalmente nella realizzazione del TTC di Cuiebet, un centro polifunzionale destinato alla formazione degli insegnanti delle scuole primarie. L’importanza e l’ampiezza del progetto che ha coinvolto CESAR negli ultimi 5 anni, è dovuta sia alla complessità del progetto che al coordinamento dei diversi soggetti che hanno collaborato e collaborano all’iniziativa. Il progetto nel suo totale è costato quasi 900.000€. Per ogni ulteriore dettaglio, è possibile consultare il Report di progetto sul sito www.cesarsudan.org

Progetto TTC “Teachers Training Center” MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Nel corso del 2013 sono stati completati: il primo dormitorio, che ospiterà i corsisti provenienti dalle aree più distanti, il blocco aule, la Cappella, ed un blocco esterno per la lavanderia e servizi igienici. Il Centro è stato inoltre dotato dei primi, parziali, arredi. COSTO LAVORI SU PROGETTO: € 180.975,80

Progetto TTC “Teachers Training Center” MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Centro di formazione per gli insegnanti Nel corso del 2012 sono stati completati: la casa dei formatori, il locale alloggio per il generatore, una torre sopraelevata per il deposito dell’acqua, la cucina esterna in appoggio alla casa dei formatori, le cucine e la “Rukuba” (il refettorio) per i corsisti. E’ stata inoltre avviata la costruzione del primo dormitorio e del blocco aule. COSTO LAVORI SU PROGETTO: € 304.222,25 Progetto preliminare per il laboratorio di formazione a distanza MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: dotare il Centro della attrezzatura informatica necessaria ad avviare laboratori di formazione a distanza (FAD), che coinvolgeranno Università ed esperti italiani ed europei, garantendo così ai futuri maestri e maestre del Sud Sudan la miglior qualità di studio ed aggiornamento delle pratiche di insegnamento. La prima fase del progetto ha consentito di realizzare una prima missione tecnica in loco e l’acquisto delle prime attrezzature necessarie. In questa fase è stato essenziale la partecipazione del dottor Antonio Campanaro, tecnico informatico dell’Università di Torino. Il progetto andrà poi implementato in una seconda fase, più complessa. COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 50.000 COSTO DELLA PRIMA FASE: €5.800,00

Arredo scolastico e sistemazione pavimentazione scuola di Bunagok/ Aliap MISSIONE: Aliap DESCRIZIONE: Il progetto ha permesso di dotare la scuola primaria diocesana di Bunagok/Aliap dell’ arredo scolastico (banchi e sedie) e di procedere al rifacimento della pavimentazione dell’edificio. Il progetto è stato realizzato all’interno del gemellaggio tra la comunità di Gussago (BS) e quella di Bunagok/Aliap. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

14

Progetto di Alfabetizzazione di Donne e Adulti MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Cesar ha sostenuto con un piccolo contributo il progetto di Padre John Mathiang volto a finanziare corsi per persone adulte analfabete e dar loro una formazione di base, favorendo la promozione della formazione dei soggetti svantaggiati. COSTO DEL PROGETTO DIOCESANO: € 9.000,00 SOSTEGNO CESAR NEL 2013 : € 2.000,00 Progetto di promozione della formazione universitaria femminile MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Il progetto, portato avanti in collaborazione con il Dipartimento Educativo della Diocesi di Rumbek, prevede il sostegno economico di Cesar a giovani ragazze sud sudanesi per percorsi di formazione universitari. Nel 2013, come prima, è stata scelta, Mary Mayang, giovane diplomata alla Loreto School di Rumbek, che seguirà un corso di laurea in Economia presso l’Università Cattolica di Nairobi, in Kenia, interamente sostenuto da Cesar, con il sostegno di alcuni donatori, attraverso una borsa di studio. Il progetto coprirà i costi di iscrizione, l’acquisto dei libri ed altro materiale e i costi di mantenimento della giovane per tutto l’iter universitario. COSTO TOTALE DEL PROGETTO: € 9.000,00 SOSTEGNO PRIMO ANNO: € 3.000,00

15


ANNO 2012 Nel corso del 2012, come già sottolineato, Cesar è stata quasi totalmente impegnata nella realizzazione del Centro di formazione degli insegnanti di Cuiebet. Le attività sanitarie della AAA sono state portate avanti principalmente in collaborazione con la Diocesi, altre agenzie internazionali impegnate in Sud Sudan nell’ambito sanitario e attraverso donazioni dirette alla Ong sud sudanese. Trasporto di una ambulanza in loco MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Questo progetto ha consentito di pagare le spese di trasferimento e trasporto interno di una autoambulanza che CESAR ha donato alla Diocesi e che oggi è utilizzata per visite sanitarie. COSTO DEL PROGETTO: € 975,00

AREA SANITÀ

Sostegno all’ospedale di Mapuordit MISSIONE: Mapuordit DESCRIZIONE: Il progetto ha visto l’interessamento di diversi donatori in sostegno alle attività sanitarie dell’ospedale “Mary Immacolate” di Mapuordit con un particolare impegno per l’acquisto di farmaci ed il rifornimento della farmacia in dotazione al presidio sanitario. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

Il Sud Sudan detiene il primato mondiale di decessi per parto e percentuali altissime di morti legate a malaria, tubercolosi e lebbra. Spesso queste malattie sono associate al grave problema della malnutrizione. CESAR ha garantito l’appoggio alla costruzione di numerosi centri sanitari, fornito attrezzature medicali e veicoli dedicati, e intrapreso l’avvio di corsi professionalizzanti per formare tecnici sanitari locali che possano farsi carico della salute del proprio Paese. CESAR sostiene i programmi di lotta alla malaria, alla lebbra e alla TBC, fornendo attività di prevenzione, educazione sanitaria, sanità comunitaria con particolare attenzione alle donne, alle gestanti e bambini. 17


ANNO 2012 Nel corso del 2012, come già sottolineato, Cesar è stata quasi totalmente impegnata nella realizzazione del Centro di formazione degli insegnanti di Cuiebet. Le attività sanitarie della AAA sono state portate avanti principalmente in collaborazione con la Diocesi, altre agenzie internazionali impegnate in Sud Sudan nell’ambito sanitario e attraverso donazioni dirette alla Ong sud sudanese. Trasporto di una ambulanza in loco MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Questo progetto ha consentito di pagare le spese di trasferimento e trasporto interno di una autoambulanza che CESAR ha donato alla Diocesi e che oggi è utilizzata per visite sanitarie. COSTO DEL PROGETTO: € 975,00

AREA SANITÀ

Sostegno all’ospedale di Mapuordit MISSIONE: Mapuordit DESCRIZIONE: Il progetto ha visto l’interessamento di diversi donatori in sostegno alle attività sanitarie dell’ospedale “Mary Immacolate” di Mapuordit con un particolare impegno per l’acquisto di farmaci ed il rifornimento della farmacia in dotazione al presidio sanitario. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

Il Sud Sudan detiene il primato mondiale di decessi per parto e percentuali altissime di morti legate a malaria, tubercolosi e lebbra. Spesso queste malattie sono associate al grave problema della malnutrizione. CESAR ha garantito l’appoggio alla costruzione di numerosi centri sanitari, fornito attrezzature medicali e veicoli dedicati, e intrapreso l’avvio di corsi professionalizzanti per formare tecnici sanitari locali che possano farsi carico della salute del proprio Paese. CESAR sostiene i programmi di lotta alla malaria, alla lebbra e alla TBC, fornendo attività di prevenzione, educazione sanitaria, sanità comunitaria con particolare attenzione alle donne, alle gestanti e bambini. 17


ANNO 2013 I tassi di denutrizione sono ancora oggi altamente drammatici in Sud Sudan, a causa delle scarse condizioni sanitarie, della inadeguata nutrizione di madri e bambini, della mancanza di pratiche di cura e della mancanza di cibo. A questo si vanno a sommare gli alti tassi di povertà e analfabetismo, le condizioni climatiche caratterizzate da inondazioni e carestie, gli assalti al bestiame e le continue violenze interetniche e i conflitti riaccesi, che portano ad un continuo spostamento della popolazione in fuga. Più del 90 percento della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno e circa un terzo, il 31,3 percento, di coloro che hanno una casa vivono con pochissimo cibo. Nel corso del 2013, alle già gravi condizioni di sviluppo della popolazione, si sono sommate stagioni particolarmente violente con numerose inondazioni e un nuovo grave conflitto, ancora oggi non risolto, tra l’esercito, fedele al governo, e i ribelli guidati dall’ex vice presidente Riek Machar nelle ricche regioni petrolifere del nord est del Paese, che ha causato migliaia di sfollati e profughi interni, giunti in massa anche sul territorio della Diocesi di Rumbek e in quelli dove opera la AAA. Il tasso di denutrizione tra la popolazione è del 22 per cento, significativamente più elevato di quel 15 per cento che l’OMS indica quale emergenza alimentare. Tra i bambini sotto i 5 anni, il 34% sono affetti da arresto di crescita e il 33% è sottopeso. Sostegno al Programma nutrizionale materno infantile LUOGO: sui territori dove sono i 14 centri sanitari di AAA DESCRIZIONE: Il progetto prevede il supporto alle attività di AAA nel campo della malnutrizione infantile attraverso l’acquisto di materiale sanitario (bilance pediatriche, alimenti ad alto valore nutritivo, ecc.), materiale per la preparazione degli alimenti (pentole, secchi, ecc.) ed il successivo trasporto via terra. E’ previsto inoltre il coinvolgimento di un nutrizionista ed il suo trasporto presso i 14 centri sanitari di AAA. Il programma nutrizionale sostenuto da Cesar, infatti, favorisce la formazione delle mamme dei bambini che saranno accompagnate in un percorso di educazione alimentare e nutrizionale, con dimostrazioni ed assemblee, con l’obiettivo di far si che possano cucinare cibi corretti ed ad alto tasso nutritivo con alimenti disponibili in loco e il sostegno degli operatori, continuando a prendersi cura dei bambini, ormai guariti, anche una volta tornati a casa. COSTO DEL PROGRAMMA/ANNO: € 30.000,00 SOSTEGNO PROGETTO 2013: € 6.000,00

AREA DI ACCESSO ALL’ACQUA CESAR nella sua attenzione ai bisogni primari delle comunità locali ha sempre cercato di favorire un adeguato accesso all’acqua potabile per le popolazioni del Sud Sudan attraverso la realizzazione di nuovi pozzi e reti di distribuzione. La presenza di pozzi con acqua potabile, Garantisce benefici immediati e duraturi ai fini dell’alimentazione, dell’igiene e della salute. La realizzazione di infrastrutture idriche in prossimità di edifici scolastici e sanitari consente di favorire il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità locali e, allo stesso tempo, di contribuire al potenziamento degli interventi educativi e sanitari già avviati sul territorio. Pozzi a pompa manuale, serbatoi di raccolta, reti di distribuzione, pompe solari, sono alcuni degli interventi portati a termine da CESAR.

18


ANNO 2013 I tassi di denutrizione sono ancora oggi altamente drammatici in Sud Sudan, a causa delle scarse condizioni sanitarie, della inadeguata nutrizione di madri e bambini, della mancanza di pratiche di cura e della mancanza di cibo. A questo si vanno a sommare gli alti tassi di povertà e analfabetismo, le condizioni climatiche caratterizzate da inondazioni e carestie, gli assalti al bestiame e le continue violenze interetniche e i conflitti riaccesi, che portano ad un continuo spostamento della popolazione in fuga. Più del 90 percento della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno e circa un terzo, il 31,3 percento, di coloro che hanno una casa vivono con pochissimo cibo. Nel corso del 2013, alle già gravi condizioni di sviluppo della popolazione, si sono sommate stagioni particolarmente violente con numerose inondazioni e un nuovo grave conflitto, ancora oggi non risolto, tra l’esercito, fedele al governo, e i ribelli guidati dall’ex vice presidente Riek Machar nelle ricche regioni petrolifere del nord est del Paese, che ha causato migliaia di sfollati e profughi interni, giunti in massa anche sul territorio della Diocesi di Rumbek e in quelli dove opera la AAA. Il tasso di denutrizione tra la popolazione è del 22 per cento, significativamente più elevato di quel 15 per cento che l’OMS indica quale emergenza alimentare. Tra i bambini sotto i 5 anni, il 34% sono affetti da arresto di crescita e il 33% è sottopeso. Sostegno al Programma nutrizionale materno infantile LUOGO: sui territori dove sono i 14 centri sanitari di AAA DESCRIZIONE: Il progetto prevede il supporto alle attività di AAA nel campo della malnutrizione infantile attraverso l’acquisto di materiale sanitario (bilance pediatriche, alimenti ad alto valore nutritivo, ecc.), materiale per la preparazione degli alimenti (pentole, secchi, ecc.) ed il successivo trasporto via terra. E’ previsto inoltre il coinvolgimento di un nutrizionista ed il suo trasporto presso i 14 centri sanitari di AAA. Il programma nutrizionale sostenuto da Cesar, infatti, favorisce la formazione delle mamme dei bambini che saranno accompagnate in un percorso di educazione alimentare e nutrizionale, con dimostrazioni ed assemblee, con l’obiettivo di far si che possano cucinare cibi corretti ed ad alto tasso nutritivo con alimenti disponibili in loco e il sostegno degli operatori, continuando a prendersi cura dei bambini, ormai guariti, anche una volta tornati a casa. COSTO DEL PROGRAMMA/ANNO: € 30.000,00 SOSTEGNO PROGETTO 2013: € 6.000,00

AREA DI ACCESSO ALL’ACQUA CESAR nella sua attenzione ai bisogni primari delle comunità locali ha sempre cercato di favorire un adeguato accesso all’acqua potabile per le popolazioni del Sud Sudan attraverso la realizzazione di nuovi pozzi e reti di distribuzione. La presenza di pozzi con acqua potabile, Garantisce benefici immediati e duraturi ai fini dell’alimentazione, dell’igiene e della salute. La realizzazione di infrastrutture idriche in prossimità di edifici scolastici e sanitari consente di favorire il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità locali e, allo stesso tempo, di contribuire al potenziamento degli interventi educativi e sanitari già avviati sul territorio. Pozzi a pompa manuale, serbatoi di raccolta, reti di distribuzione, pompe solari, sono alcuni degli interventi portati a termine da CESAR.

18


ANNO 2012 Programma “Water & Sanitation” (acqua e igiene) MISSIONE: Località di Luanyaker (Stato di Warrap) DESCRIZIONE: Il progetto ha contribuito alla riabilitazione di un centro sanitario nella località di Luanyaker nella contea di Gogrial East (Stato di Warrap). I fondi sono stati utilizzati per la ristrutturazione di un edificio del centro sanitario specializzato in TBC. COSTO PROGETTO: € 4.000,00

Perforazione pozzo a pompa manuale MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Il progetto risponde alla richiesta di Padre John Mathiang di aiuto per la realizzazione di un pozzo a pompa manuale in località Rumbek, in modo da favorire l’accesso all’acqua potabile per le comunità locali da lui seguite. COSTO PROGETTO: €9.000,00 FONDI INVIATI DA CESAR PER IL PROGETTO: € 4.500,00

AREA SVILUPPO Il Sud Sudan è un Paese caratterizzato da uno stato cronico di non sviluppo che fonda le radici nel periodo coloniale e poi aggravato da una guerra civile durata nel complesso oltre 50 anni. CESAR si sta impegnando per promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio locale attraverso laboratori di artigianato, sartoria, mulini, programmi agricoli, centri professionali, radio e molto altro. CESAR dedica particolare attenzione ai processi di emancipazione delle donne e al reinserimento sociale ed economico dei malati di lebbra. 20


ANNO 2012 Programma “Water & Sanitation” (acqua e igiene) MISSIONE: Località di Luanyaker (Stato di Warrap) DESCRIZIONE: Il progetto ha contribuito alla riabilitazione di un centro sanitario nella località di Luanyaker nella contea di Gogrial East (Stato di Warrap). I fondi sono stati utilizzati per la ristrutturazione di un edificio del centro sanitario specializzato in TBC. COSTO PROGETTO: € 4.000,00

Perforazione pozzo a pompa manuale MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: Il progetto risponde alla richiesta di Padre John Mathiang di aiuto per la realizzazione di un pozzo a pompa manuale in località Rumbek, in modo da favorire l’accesso all’acqua potabile per le comunità locali da lui seguite. COSTO PROGETTO: €9.000,00 FONDI INVIATI DA CESAR PER IL PROGETTO: € 4.500,00

AREA SVILUPPO Il Sud Sudan è un Paese caratterizzato da uno stato cronico di non sviluppo che fonda le radici nel periodo coloniale e poi aggravato da una guerra civile durata nel complesso oltre 50 anni. CESAR si sta impegnando per promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio locale attraverso laboratori di artigianato, sartoria, mulini, programmi agricoli, centri professionali, radio e molto altro. CESAR dedica particolare attenzione ai processi di emancipazione delle donne e al reinserimento sociale ed economico dei malati di lebbra. 20


ANNO 2012 Realizzazione di un campus sportivo a Rumbek MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: il progetto ha coinvolto i responsabili dell’area educativa della Diocesi e le Amministrazioni locali sud sudanesi, che hanno selezionato, allenato ed istruito, per alcuni mesi, 160 giovani, appassionati di calcio, per prepararli ad un campus sportivo cui hanno partecipato tecnici ed allenatori del G.I.S.S. (Genova International School of Soccer) venuti dall’Italia per seguire i giovani. Il Campus si è concluso con un torneo di calcio tra i partecipanti divisi in quattro squadre. Il tutto è stato curato e coordinato da rappresentanti di Cesar. L’iniziativa è nata con lo scopo di realizzare un vero Centro sportivo stabile per i giovani delle scuole di Rumbek e del TTC, ma, per una serie di difficoltà oggettive e tecniche, l’idea è stata attualmente accantonata, in attesa di nuove opportunità. COSTO COMPLESSIVO DEL CAMPUS: € 27.751,58

AREA PROMOZIONE UMANA E PASTORALE La Fondazione CESAR anche in quest’ultimo biennio ha sostenuto la Diocesi di Rumbek nel supporto alle numerose attività di promozione umana e pastorale dalle Missioni della Diocesi di Rumbek. Sono stati inviati fondi destinati a sostegno della complessa problematica emergenza legata alla vacanza delle sede diocesana e a quella legata gli scontri che hanno coinvolto i territori del Sud Sudan a partire dal mese di Dicembre. In questa fase delicata CESAR ha sostenuto le Missioni per garantire la continuità all’operato della Diocesi. 22


ANNO 2012 Realizzazione di un campus sportivo a Rumbek MISSIONE: Rumbek DESCRIZIONE: il progetto ha coinvolto i responsabili dell’area educativa della Diocesi e le Amministrazioni locali sud sudanesi, che hanno selezionato, allenato ed istruito, per alcuni mesi, 160 giovani, appassionati di calcio, per prepararli ad un campus sportivo cui hanno partecipato tecnici ed allenatori del G.I.S.S. (Genova International School of Soccer) venuti dall’Italia per seguire i giovani. Il Campus si è concluso con un torneo di calcio tra i partecipanti divisi in quattro squadre. Il tutto è stato curato e coordinato da rappresentanti di Cesar. L’iniziativa è nata con lo scopo di realizzare un vero Centro sportivo stabile per i giovani delle scuole di Rumbek e del TTC, ma, per una serie di difficoltà oggettive e tecniche, l’idea è stata attualmente accantonata, in attesa di nuove opportunità. COSTO COMPLESSIVO DEL CAMPUS: € 27.751,58

AREA PROMOZIONE UMANA E PASTORALE La Fondazione CESAR anche in quest’ultimo biennio ha sostenuto la Diocesi di Rumbek nel supporto alle numerose attività di promozione umana e pastorale dalle Missioni della Diocesi di Rumbek. Sono stati inviati fondi destinati a sostegno della complessa problematica emergenza legata alla vacanza delle sede diocesana e a quella legata gli scontri che hanno coinvolto i territori del Sud Sudan a partire dal mese di Dicembre. In questa fase delicata CESAR ha sostenuto le Missioni per garantire la continuità all’operato della Diocesi. 22


ANNO 2012

ANNO 2013

“Sostegno alla Diocesi di Rumbek” MISSIONE: intero territorio della Diocesi di Rumbek DESCRIZIONE: Questo progetto ha l’obiettivo di sostenere regolarmente le attività e le urgenze che la Diocesi di Rumbek e i suoi missionari si trovano quotidianamente ad affrontare nel loro incessante lavoro sul campo ed al fianco delle comunità che assistono in ambito pastorale e della promozione umana. Il costo di queste attività è calcolato attorno ai €100.000/anno PARTECIPAZIONE CESAR NEL 2012: € 55.227,17

“Sostegno alla Diocesi di Rumbek” MISSIONE: intero territorio della Diocesi di Rumbek DESCRIZIONE: Nel corso del 2013, le attività dei missionari e dei volontari della Diocesi sono continuate senza sosta, in particolare nella gestione delle scuole e dei programmi educativi e nelle attività di assistenza in ambito pastorale e promozione umana. PARTECIPAZIONE CESAR NEL 2013: € 38.624,20

Dotazione di attrezzature per le Comboni Sisters di Cuiebet MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Il progetto ha consentito di fornire alle religiose comboniane presenti nella località di Cuiebet, proprio accanto al TTC, i fondi per l’acquisto di un frigorifero per la conservazione del cibo. Tale progetto ha previsto, oltre al frigorifero, l’acquisto dei pannelli solari per farlo funzionare, il trasporto da Nairobi e la manodopera per il montaggio, e la messa in opera dell’impianto dei pannelli solari. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

24

25


ANNO 2012

ANNO 2013

“Sostegno alla Diocesi di Rumbek” MISSIONE: intero territorio della Diocesi di Rumbek DESCRIZIONE: Questo progetto ha l’obiettivo di sostenere regolarmente le attività e le urgenze che la Diocesi di Rumbek e i suoi missionari si trovano quotidianamente ad affrontare nel loro incessante lavoro sul campo ed al fianco delle comunità che assistono in ambito pastorale e della promozione umana. Il costo di queste attività è calcolato attorno ai €100.000/anno PARTECIPAZIONE CESAR NEL 2012: € 55.227,17

“Sostegno alla Diocesi di Rumbek” MISSIONE: intero territorio della Diocesi di Rumbek DESCRIZIONE: Nel corso del 2013, le attività dei missionari e dei volontari della Diocesi sono continuate senza sosta, in particolare nella gestione delle scuole e dei programmi educativi e nelle attività di assistenza in ambito pastorale e promozione umana. PARTECIPAZIONE CESAR NEL 2013: € 38.624,20

Dotazione di attrezzature per le Comboni Sisters di Cuiebet MISSIONE: Cuiebet DESCRIZIONE: Il progetto ha consentito di fornire alle religiose comboniane presenti nella località di Cuiebet, proprio accanto al TTC, i fondi per l’acquisto di un frigorifero per la conservazione del cibo. Tale progetto ha previsto, oltre al frigorifero, l’acquisto dei pannelli solari per farlo funzionare, il trasporto da Nairobi e la manodopera per il montaggio, e la messa in opera dell’impianto dei pannelli solari. COSTO DEL PROGETTO: € 5.000,00

24

25


Tale attività è stata dedicata: nel 2012 in particolare sul tema dell’istruzione ed il Centro di Formazione per Insegnanti di Cuiebet e nel 2013 sull’emergenza fame che attanaglia la neonata Repubblica del Sud Sudan. Tutte le attività hanno impegnato volontari e collaboratori in tutta Italia ed hanno potuto contare sull’appoggio di istituzioni, enti e imprese. Queste la campagne principali: ANNO 2012 CAMPAGNA NAZIONALE di SENSIBILIZZAZIONE SUL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE Dal 9 al 16 luglio 2012, per celebrare il primo anniversario della scomparsa di Mons. Cesare Mazzolari e il primo anno di indipendenza della Repubblica del Sud Sudan, CESAR ha promosso una grande campagna di sensibilizzazione sulle reti RAI e i media nazionali con interviste, filmati e racconti, per far conoscere il nuovo Sud Sudan, raccontare l’impegno e i progetti dell’organizzazione ed in particolare il Centro di formazione per insegnanti di Cuiebet. Alcuni membri della Fondazione sono intervenuti sulle Radio Rai, all’interno dei programmi “Baobab” e “Le Brave Ragazze”, e la campagna è stata promossa con pubblicità su Rai Sport e all’interno del programma “Linea Verde”, sempre della Rai. Sono poi stati pubblicati alcuni articoli sull’inserto “Salute” di Repubblica e su “Famiglia Cristiana”, e numerose sono state le apparizioni sui giornali e tv locali. Per l’occasione, CESAR ha attivato un proprio Numero Verde gratuito – 800.45.23.33 – ancora oggi a disposizione di chiunque per informazioni sui progetti e per le donazioni. ANNO 2013 LE CAMPAGNE A SOSTEGNO DEL PROGRAMMA NUTRIZIONALE MATERNO INFANTILE Per sostenere il programma nutrizionale della AAA e l’emergenza fame che si è aggravata nell’ultimo anno, Cesar, grazie alla collaborazione di alcune importanti imprese, ha lanciato due importanti campagne:

CESAR IN ITALIA Cesar, grazie alla sua rete di volontari e sostenitori, svolge in Italia un’intensa attività di informazione, promozione e sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, con eventi e iniziative nazionali e locali, organizza campagne di raccolta fondi, a sostegno delle attività e dei progetti in Sudan e collabora attivamente con altre realtà italiane impegnate nel sostegno al Sud Sudan.

in occasione della Santa Pasqua, è stata lanciata la prima Campagna di Pasqua, con ottime Uova di cioccolato, prodotte artigianalmente dalla ditta LAC Cioccolato e Pasticceria di San Zeno (BS) in esclusiva per noi. La campagna ha coinvolto tutti i gruppi di appoggio e le scuole partecipanti al concorso Cesar. Totale Uova vendute 865, Ricavo raccolta fondi 3.200€ La campagna di Natale ha proposto invece gli ottimi Panettoni e Pandori originali e artigianali, prodotti per noi da “Il Vecchio Forno Artigiano” di Brogliano (VI) . Anche in questo caso per la promozione della campagna sono stati coinvolti i volontari, i gruppi di appoggio volontario sparsi per l’Italia e le scuole che partecipano al Concorso “Cibo sano, cibo per tutti” (vedi di seguito) Totale dolci di Natale venduti 1.800, Ricavo raccolta fondi 7.000€ Entrambe le raccolte fondi sono state impiegate a sostegno del programma nutrizionale materno infantile che dall’inizio del 2013 stiamo portando avanti grazie all’impegno dei medici e degli operatori e volontari della Ali Arkangelo Association su tutto il territorio della Diocesi di Rumbek.

27


Tale attività è stata dedicata: nel 2012 in particolare sul tema dell’istruzione ed il Centro di Formazione per Insegnanti di Cuiebet e nel 2013 sull’emergenza fame che attanaglia la neonata Repubblica del Sud Sudan. Tutte le attività hanno impegnato volontari e collaboratori in tutta Italia ed hanno potuto contare sull’appoggio di istituzioni, enti e imprese. Queste la campagne principali: ANNO 2012 CAMPAGNA NAZIONALE di SENSIBILIZZAZIONE SUL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE Dal 9 al 16 luglio 2012, per celebrare il primo anniversario della scomparsa di Mons. Cesare Mazzolari e il primo anno di indipendenza della Repubblica del Sud Sudan, CESAR ha promosso una grande campagna di sensibilizzazione sulle reti RAI e i media nazionali con interviste, filmati e racconti, per far conoscere il nuovo Sud Sudan, raccontare l’impegno e i progetti dell’organizzazione ed in particolare il Centro di formazione per insegnanti di Cuiebet. Alcuni membri della Fondazione sono intervenuti sulle Radio Rai, all’interno dei programmi “Baobab” e “Le Brave Ragazze”, e la campagna è stata promossa con pubblicità su Rai Sport e all’interno del programma “Linea Verde”, sempre della Rai. Sono poi stati pubblicati alcuni articoli sull’inserto “Salute” di Repubblica e su “Famiglia Cristiana”, e numerose sono state le apparizioni sui giornali e tv locali. Per l’occasione, CESAR ha attivato un proprio Numero Verde gratuito – 800.45.23.33 – ancora oggi a disposizione di chiunque per informazioni sui progetti e per le donazioni. ANNO 2013 LE CAMPAGNE A SOSTEGNO DEL PROGRAMMA NUTRIZIONALE MATERNO INFANTILE Per sostenere il programma nutrizionale della AAA e l’emergenza fame che si è aggravata nell’ultimo anno, Cesar, grazie alla collaborazione di alcune importanti imprese, ha lanciato due importanti campagne:

CESAR IN ITALIA Cesar, grazie alla sua rete di volontari e sostenitori, svolge in Italia un’intensa attività di informazione, promozione e sensibilizzazione sulla realtà del Sud Sudan, con eventi e iniziative nazionali e locali, organizza campagne di raccolta fondi, a sostegno delle attività e dei progetti in Sudan e collabora attivamente con altre realtà italiane impegnate nel sostegno al Sud Sudan.

in occasione della Santa Pasqua, è stata lanciata la prima Campagna di Pasqua, con ottime Uova di cioccolato, prodotte artigianalmente dalla ditta LAC Cioccolato e Pasticceria di San Zeno (BS) in esclusiva per noi. La campagna ha coinvolto tutti i gruppi di appoggio e le scuole partecipanti al concorso Cesar. Totale Uova vendute 865, Ricavo raccolta fondi 3.200€ La campagna di Natale ha proposto invece gli ottimi Panettoni e Pandori originali e artigianali, prodotti per noi da “Il Vecchio Forno Artigiano” di Brogliano (VI) . Anche in questo caso per la promozione della campagna sono stati coinvolti i volontari, i gruppi di appoggio volontario sparsi per l’Italia e le scuole che partecipano al Concorso “Cibo sano, cibo per tutti” (vedi di seguito) Totale dolci di Natale venduti 1.800, Ricavo raccolta fondi 7.000€ Entrambe le raccolte fondi sono state impiegate a sostegno del programma nutrizionale materno infantile che dall’inizio del 2013 stiamo portando avanti grazie all’impegno dei medici e degli operatori e volontari della Ali Arkangelo Association su tutto il territorio della Diocesi di Rumbek.

27


GLI INCONTRI CON I VOLONTARI ED I SOSTENITORI

LE CAMPAGNE PER IL 5x1000 Nell’ultimo biennio, massicce campagne sono state promosse per il 5x1000.

CESAR ha da sempre scelto l’incontro diretto con i volontari e i propri sostenitori, organizzando momenti di incontro e conoscenza con gruppi, associazioni, parrocchie e donatori o potenziali tali, coinvolti nella causa del Sud Sudan. Diversi volontari della Fondazione hanno incontrato molte delle scuole iscritte al Concorso Cesar, presentando la Fondazione e parlando con gli studenti del Sud Sudan e delle opportunità di sviluppo del Paese e del continente africano, confrontandosi con loro sui temi dell’istruzione e delle risorse alimentari.

Nell’anno 2012 sono stati versati alla Fondazione i fondi della 5a edizione del 5x1000 (Rif. anno 2010), già rendicontati. Nella 5a edizione, relativa alle dichiarazioni dei redditi 2010, il totale delle firme per Cesar sono state 890 con un incremento di 13 donatori rispetto all’edizione precedente (756). I fondi raccolti sono stati € 27.245, meno dell’edizione precedente relativa al 2009 (29.738 Euro), probabilmente a causa del tetto imposto al 5x1000 e della attuale crisi finanziaria.

Inoltre, tra il 2012 ed il 2013, sono proseguite le attività del gruppo “pastorale”, composto da gruppi missionari del territorio di Brescia, interessato a promuovere iniziative a favore della Diocesi di Rumbek con una speciale attenzione alle attività di pastorale e promozione umana. Il gruppo si è anche impegnato concretamente per la raccolta di fondi da destinare all’ambito pastorale organizzando cene di beneficenza con lotterie.

Nell’anno 2013 sono stati versati alla Fondazione i fondi della 6a edizione del 5x1000 (Rif. anno 2011) che dovranno essere rendicontati con rendiconto separato entro un anno dalla ricezione. Nelle dichiarazioni dei redditi 2011, le firme per CESAR sono state 785 con un decremento di 105 donatori rispetto all’edizione precedente, e risulta in calo anche il valore dei fondi ricevuti: € 25.826.

Alcuni eventi ed iniziative significative di sensibilizzazione e conoscenza

LE ALTRE INIZIATIVE DI CESAR IN ITALIA

ANNO 2012 9 luglio: Apre la nuova sede di CESAR, a Concesio (BS) , in locali offerti alla Fondazione dallo stesso Comune di Concesio con cui viene organizzata la conferenza stampa di inaugurazione; 11 luglio: Viene scoperta con una seguitissima Cerimonia la Targa Commemorativa dedicata a Mons. Cesare Mazzolari nell’area verde di via XXV Aprile a Brescia, voluta e promossa dallo stesso Comune di Brescia; 22 settembre: Arriva in Italia Padre John Mathiang, sacerdote dinka , oggi coordinatore diocesano della Diocesi di Rumbek, presentato ai donatori ed al grande pubblico in un incontro ad Arenzano (GE)

I CONCORSI DI CESAR PER LE SCUOLE ANNO 2012 Nel corso dell’anno si è conlcusa la seconda edizione del Concorso nazionale per le scuole “Aggiungi un posto in classe…c’è un compagno in più!”. Il concorso, promosso in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e seguito da Rai Educational, media partner, proponeva agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, statali e paritarie d’Italia, la realizzazione di opere ed elaborati artistici per raccontare il Diritto all’Istruzione, cercando di focalizzare l’attenzione su due temi molto importanti: la “questione di genere”, ovvero il diritto alla studio, all’emancipazione ed allo sviluppo delle donne; e il “diritto allo sport ed al gioco” come riscatto e crescita sociale. La premiazione si è tenuta nel teatro dello storico liceo Morgagni di Roma. Con questa iniziativa CESAR ha voluto coinvolgere le scuole e gli insegnanti direttamente nel progetto di sviluppo di un sistema educativo del Sud Sudan, curando e coltivando il senso di solidarietà e di appartenenza alla cittadinanza mondiale. Alle due edizioni del concorso hanno partecipato complessivamente circa 140 scuole.

ANNO 2013 Il 27 luglio, ad Arco in provincia di Trento, si è tenuta l’iniziativa “Nord nord 4 Sud Sudan”, in collaborazione con la Nazionale Italiana Scrittori, la Nazionale Italiana Olimpionici e l’Unione Sportiva di Arco che ha visto nella mattinata un incontro pubblico con testimonianze e racconti sul Sud Sudan, nel pomeriggio una divertente e seguita partita di calcio a 11 tra la 2 nazionali e una squadra di ex stelle dell’US di Arco, e la sera una cena solidale con tutti i partecipanti all’evento nelle splendide sale del Casinò di Arco.

ANNO 2013 Per l’anno scolastico 2013/2014 Cesar ha voluto proporre un nuovo Concorso alle scuole di tutta Italia: tema del concorso il cibo, la fame nel mondo, quel Diritto al cibo sancito dalla Convenzione Onu per i Diritti del fanciullo. Il concorso chiede ai giovani di ogni classe (dalle scuole primarie alle secondarie di secondo grado) di realizzare opere utili a promuovere e sensibilizzare il grande pubblico sul tema del cibo e della fame, e a far conoscere il nostro programma di supporto nutrizionale materno infantile nell’area di Rumbek, in Sud Sudan, riflettendo, provando a rispondere al grande divario tra Nord e Sud sul tema delle risorse e del diritto al cibo. Al Concorso partecipano 97 Istituti di tutta Italia ed ogni categoria, con oltre 6.000 studenti impegnati. Laboratori didattici nelle scuole In occasione della II edizione del concorso scuole “Aggiungi un posto in classe…c’è un compagno in più!”, sono stati realizzati numerosi laboratori didattici per studenti con una serie di incontri di sensibilizzazione e di presentazione dell’attività della Fondazione presso alcuni degli Istituti iscritti alla manifestazione o interessati ad altre iniziative. 28

Concorso nazionale d’arte per scuole primarie e secondarie di I e II grado d’Italia A.S. 2013/2014 Il cibo è un bisogno primario comune a tutti, un diritto universale, ma con molte sfumature differenti tra Nord e Sud del mondo… Termine di iscrizione 31 gennaio 2014. Vai sul nostro sito: www.cesarsudan.org o chiama 030.2180654

29


GLI INCONTRI CON I VOLONTARI ED I SOSTENITORI

LE CAMPAGNE PER IL 5x1000 Nell’ultimo biennio, massicce campagne sono state promosse per il 5x1000.

CESAR ha da sempre scelto l’incontro diretto con i volontari e i propri sostenitori, organizzando momenti di incontro e conoscenza con gruppi, associazioni, parrocchie e donatori o potenziali tali, coinvolti nella causa del Sud Sudan. Diversi volontari della Fondazione hanno incontrato molte delle scuole iscritte al Concorso Cesar, presentando la Fondazione e parlando con gli studenti del Sud Sudan e delle opportunità di sviluppo del Paese e del continente africano, confrontandosi con loro sui temi dell’istruzione e delle risorse alimentari.

Nell’anno 2012 sono stati versati alla Fondazione i fondi della 5a edizione del 5x1000 (Rif. anno 2010), già rendicontati. Nella 5a edizione, relativa alle dichiarazioni dei redditi 2010, il totale delle firme per Cesar sono state 890 con un incremento di 13 donatori rispetto all’edizione precedente (756). I fondi raccolti sono stati € 27.245, meno dell’edizione precedente relativa al 2009 (29.738 Euro), probabilmente a causa del tetto imposto al 5x1000 e della attuale crisi finanziaria.

Inoltre, tra il 2012 ed il 2013, sono proseguite le attività del gruppo “pastorale”, composto da gruppi missionari del territorio di Brescia, interessato a promuovere iniziative a favore della Diocesi di Rumbek con una speciale attenzione alle attività di pastorale e promozione umana. Il gruppo si è anche impegnato concretamente per la raccolta di fondi da destinare all’ambito pastorale organizzando cene di beneficenza con lotterie.

Nell’anno 2013 sono stati versati alla Fondazione i fondi della 6a edizione del 5x1000 (Rif. anno 2011) che dovranno essere rendicontati con rendiconto separato entro un anno dalla ricezione. Nelle dichiarazioni dei redditi 2011, le firme per CESAR sono state 785 con un decremento di 105 donatori rispetto all’edizione precedente, e risulta in calo anche il valore dei fondi ricevuti: € 25.826.

Alcuni eventi ed iniziative significative di sensibilizzazione e conoscenza

LE ALTRE INIZIATIVE DI CESAR IN ITALIA

ANNO 2012 9 luglio: Apre la nuova sede di CESAR, a Concesio (BS) , in locali offerti alla Fondazione dallo stesso Comune di Concesio con cui viene organizzata la conferenza stampa di inaugurazione; 11 luglio: Viene scoperta con una seguitissima Cerimonia la Targa Commemorativa dedicata a Mons. Cesare Mazzolari nell’area verde di via XXV Aprile a Brescia, voluta e promossa dallo stesso Comune di Brescia; 22 settembre: Arriva in Italia Padre John Mathiang, sacerdote dinka , oggi coordinatore diocesano della Diocesi di Rumbek, presentato ai donatori ed al grande pubblico in un incontro ad Arenzano (GE)

I CONCORSI DI CESAR PER LE SCUOLE ANNO 2012 Nel corso dell’anno si è conlcusa la seconda edizione del Concorso nazionale per le scuole “Aggiungi un posto in classe…c’è un compagno in più!”. Il concorso, promosso in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e seguito da Rai Educational, media partner, proponeva agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, statali e paritarie d’Italia, la realizzazione di opere ed elaborati artistici per raccontare il Diritto all’Istruzione, cercando di focalizzare l’attenzione su due temi molto importanti: la “questione di genere”, ovvero il diritto alla studio, all’emancipazione ed allo sviluppo delle donne; e il “diritto allo sport ed al gioco” come riscatto e crescita sociale. La premiazione si è tenuta nel teatro dello storico liceo Morgagni di Roma. Con questa iniziativa CESAR ha voluto coinvolgere le scuole e gli insegnanti direttamente nel progetto di sviluppo di un sistema educativo del Sud Sudan, curando e coltivando il senso di solidarietà e di appartenenza alla cittadinanza mondiale. Alle due edizioni del concorso hanno partecipato complessivamente circa 140 scuole.

ANNO 2013 Il 27 luglio, ad Arco in provincia di Trento, si è tenuta l’iniziativa “Nord nord 4 Sud Sudan”, in collaborazione con la Nazionale Italiana Scrittori, la Nazionale Italiana Olimpionici e l’Unione Sportiva di Arco che ha visto nella mattinata un incontro pubblico con testimonianze e racconti sul Sud Sudan, nel pomeriggio una divertente e seguita partita di calcio a 11 tra la 2 nazionali e una squadra di ex stelle dell’US di Arco, e la sera una cena solidale con tutti i partecipanti all’evento nelle splendide sale del Casinò di Arco.

ANNO 2013 Per l’anno scolastico 2013/2014 Cesar ha voluto proporre un nuovo Concorso alle scuole di tutta Italia: tema del concorso il cibo, la fame nel mondo, quel Diritto al cibo sancito dalla Convenzione Onu per i Diritti del fanciullo. Il concorso chiede ai giovani di ogni classe (dalle scuole primarie alle secondarie di secondo grado) di realizzare opere utili a promuovere e sensibilizzare il grande pubblico sul tema del cibo e della fame, e a far conoscere il nostro programma di supporto nutrizionale materno infantile nell’area di Rumbek, in Sud Sudan, riflettendo, provando a rispondere al grande divario tra Nord e Sud sul tema delle risorse e del diritto al cibo. Al Concorso partecipano 97 Istituti di tutta Italia ed ogni categoria, con oltre 6.000 studenti impegnati. Laboratori didattici nelle scuole In occasione della II edizione del concorso scuole “Aggiungi un posto in classe…c’è un compagno in più!”, sono stati realizzati numerosi laboratori didattici per studenti con una serie di incontri di sensibilizzazione e di presentazione dell’attività della Fondazione presso alcuni degli Istituti iscritti alla manifestazione o interessati ad altre iniziative. 28

Concorso nazionale d’arte per scuole primarie e secondarie di I e II grado d’Italia A.S. 2013/2014 Il cibo è un bisogno primario comune a tutti, un diritto universale, ma con molte sfumature differenti tra Nord e Sud del mondo… Termine di iscrizione 31 gennaio 2014. Vai sul nostro sito: www.cesarsudan.org o chiama 030.2180654

29


Periodico informativo semestrale “CESAR”

Il sito internet rappresenta sempre più un’interfaccia diretto per comunicare le attività in Sud Sudan e in Italia della Fondazione e si conferma un importante strumento che permette di far conoscere l’organizzazione in Italia e all’estero. Sul sito è possibile scaricare tutte le informazioni utili di Cesar.

Da diversi anni, ormai, e per raggiungere ed informare ogni singolo donatore e sostenitore di Cesar, vengono pubblicati due report l’anno. I fogli informativi vengono inviati ad un pubblico di circa 4.500 persone e distribuiti in ogni occasione ed iniziativa pubblica. Oltre al resoconto ed allo stato di avanzamento dei progetti, il foglio informativo riporta sempre notizie sulla situazione attuale del Paese e della Diocesi.

www.cesarsudan.org Nel 2011 è stato creato un blog per raccontare il percorso di costruzione del Centro di formazione degli insegnanti. Una finestra aperta sul più importante cantiere di Cesar con i racconti , le foto e le testimonianze, che permette ai sostenitori di seguire passo dopo passo lo stato di avanzamento del progetto in loco. Uno strumento fondamentale che coinvolge e rende partecipi tutti coloro che seguono e sostengono il progetto. Alla fine del 2013 è stato caricato il dossier con la realizzazione completa del progetto scuola: dall’idea all’intera costruzione del centro. www.progettoscuola.cesarsudan.org Per consentire un collegamento continuo con i sostenitori e simpatizzanti, anche tra i più giovani, CESAR è presente sui principali social network , quali Facebook, dove ha aperto due pagine “Fondazione CESAR” e “L’educazione è la chiave dello sviluppo. Per ridare l’Africa all’Africa” e Twitter. Utili anche come mezzi per comunicare in tempo reale le novità sui progetti e lanciare le campagne di raccolta fondi.

ANNO 2013 All’interno del foglio informativo inviato in occasione del Santo Natale è stato inserito il dossier “Centro per la Formazione Insegnanti Mons. Cesare Mazzolari Cuiebet (Sud Sudan). Una storia da raccontare” http://www.cesarsudan.org/images/stories/TTC_web.pdf, dove, in 36 pagine, raccontiamo come è nato il Centro per la Formazione degli Insegnanti di Cuiebet, chiesto e voluto dal popolo sud sudanese e dalle donne, per garantire ai propri figli una vera ed adeguata istruzione, e realizzato grazie all’aiuto di numerosissime persone che hanno sostenuto ed accompagnato la fondazione dall’inizio alla fine.

A sostegno dei progetti di Cesar

www.facebook.com/LA.CHIAVE.DELLO.SVILUPPO

La Bottega Solidale “WARAWARA” è nata dall’impegno volontario di un gruppo di sostenitori locali di CESAR che si sono costituiti nell’Associazione di promozione sociale “Amici di Cesar” per sostenerne le attività, e al prezioso aiuto di una di essi che ha prestato gratuitamente i locali di sua proprietà al centro della bella cittadina di Gussago (Bs) per avviarla. Gestita esclusivamente da volontari, la Bottega WaraWara (che vuole dire “mercato” in lingua Dinka), in via Roma, 29, a Gussago, propone prodotti tipici del commercio equo solidale e oggettistica varia africana e non solo, con un ampio settore dedicato ai prodotti realizzati dai giovani ospiti, tutti con disabilità medio lievi, della Cooperativa “Il Ponte” di Villa Carcina (BS), con la quale Cesar ha avviato da anni una proficua collaborazione, che propongono oggettistica da regalo, gadget e soluzioni divertenti per la casa ed il tempo libero. Oltre a questo, grazie alla bravura ed all’impegno di alcune volontarie, la Bottega propone da alcuni anni, originali bomboniere solidali, fatte a mano e artigianali, per ogni tipo di evento speciale, dal matrimonio alla laurea, molto apprezzate dal pubblico, e che in questi anni hanno visto un boom delle vendite. Nel corso del 2013, grazie ad un’attenta ristrutturazione dei locali e dell’organizzazione della Bottega, è stato avviato un vero e proprio servizio per le spose e gli eventi, con le bomboniere, una ricca possibilità di abiti riciclati, tutti donati gratuitamente a Cesar, e la collaborazione di agenzie di catering, sarte e fotografi per la perfetta realizzazione di ogni tipo di evento, sempre nel segno della solidarietà. Tutti i prodotti e i servizi della Bottega sostengono i progetti di Cesar in Sud Sudan.

Il blog dedicato al concorso scuole ha cambiato alla fine del 2013 la propria immagine, passando dal tema della istruzione a quello dell’emergenza fame. Il blog è rivolto a tutte le scuole partecipanti e contiene le informazioni ed immagini utili e la possibilità per ogni studente o scuola partecipante di raccontare la propria esperienza, postare foto e video, ed entrare in contatto con altre scuole. www.aggiungiunpostoinclasse.cesarsudan.org Mostra fotografica “Rebecca e la Pioggia” di Monika Bulaj Nel maggio 2012, la mostra fotografica “Rebecca e la pioggia. Viaggio tra i cristiani del profondo Sudan” di Monika Bulaj è stata allestita a Cogoleto (Genova). Nel settembre del 2013, la mostra è stata invece allestita a Trento all’interno della manifestazione “Sulle rotte del mondo”. La mostra, realizzata dalla nota fotografa Monika Bulaj nel lontano 2007, è da sempre, nella sua eleganza e straordinaria bellezza, un ottimo mezzo di sensibilizzazione e strumento per attirare l’attenzione del pubblico sulla difficile situazione del Sud Sudan.

Anno 7 - N.2 - Dicembre 2013 - www.cesarsudan.org

Sommario: Avvenimenti Pagina 2 Le grandi sfide della nuova Repubblica del Sud Sudan Pagina 3 In cammino per... Progetti in corso Pagina 4 Riabilitazione socio-economica Pagina 5 Educazione primaria Pagina 6 Sostegno alla formazione universitaria femminile Pagina 7 Non importa quanto... Le nostre iniziative Pagina 8 Cibo sano, cibo per tutti Pagina 9 Nord Nord 4 Sud Sudan Pagina 10 In ricordo di Mons. Mazzolari / Trento: Sud Sudan in mostra Pagina 11 Bottega solidale Warawara Pagina 12 Lasciti

“Il vostro aiuto avvicinerà il futuro dell’Africa alla pace e alla solidarietà nel mondo. Siate autori di pace, dateci una mano e grazie a nome del Sud Sudan” Mons. Cesare Mazzolari (1937 – 2011)

Bottega solidale Warawara

www.facebook.com/pages/Fondazione-CESAR-Onlus

https://twitter.com/FondazioneCESAR

Pubblicazione semestrale di Cesar Onlus – Anno 7 – N° 2- Dicembre 2013. Poste Italiane S.p.A. – Spedizione in abbonamento postale – D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 2, DCB – BS. Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 6 del 15/03/2007 In caso di mancata consegna rinviare all’UFFICIO POSTALE DI BRESCIA CMP per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa

LA COMUNICAZIONE DI CESAR

Nel 2013, grazie ad un prezioso contributo del nostro partner, la Glue Studio, che da sempre cura i nostri progetti grafici e le iniziative sul web, abbiamo potuto realizzare ed aprire un vero e proprio sito di E-commerce della Bottega, che ora è attivo on-line all’indirizzo www.warawara.it La bottega Warawara sostiene annualmente i progetti della Fondazione Cesar con un importo di circa 10.000€

30

31


Periodico informativo semestrale “CESAR”

Il sito internet rappresenta sempre più un’interfaccia diretto per comunicare le attività in Sud Sudan e in Italia della Fondazione e si conferma un importante strumento che permette di far conoscere l’organizzazione in Italia e all’estero. Sul sito è possibile scaricare tutte le informazioni utili di Cesar.

Da diversi anni, ormai, e per raggiungere ed informare ogni singolo donatore e sostenitore di Cesar, vengono pubblicati due report l’anno. I fogli informativi vengono inviati ad un pubblico di circa 4.500 persone e distribuiti in ogni occasione ed iniziativa pubblica. Oltre al resoconto ed allo stato di avanzamento dei progetti, il foglio informativo riporta sempre notizie sulla situazione attuale del Paese e della Diocesi.

www.cesarsudan.org Nel 2011 è stato creato un blog per raccontare il percorso di costruzione del Centro di formazione degli insegnanti. Una finestra aperta sul più importante cantiere di Cesar con i racconti , le foto e le testimonianze, che permette ai sostenitori di seguire passo dopo passo lo stato di avanzamento del progetto in loco. Uno strumento fondamentale che coinvolge e rende partecipi tutti coloro che seguono e sostengono il progetto. Alla fine del 2013 è stato caricato il dossier con la realizzazione completa del progetto scuola: dall’idea all’intera costruzione del centro. www.progettoscuola.cesarsudan.org Per consentire un collegamento continuo con i sostenitori e simpatizzanti, anche tra i più giovani, CESAR è presente sui principali social network , quali Facebook, dove ha aperto due pagine “Fondazione CESAR” e “L’educazione è la chiave dello sviluppo. Per ridare l’Africa all’Africa” e Twitter. Utili anche come mezzi per comunicare in tempo reale le novità sui progetti e lanciare le campagne di raccolta fondi.

ANNO 2013 All’interno del foglio informativo inviato in occasione del Santo Natale è stato inserito il dossier “Centro per la Formazione Insegnanti Mons. Cesare Mazzolari Cuiebet (Sud Sudan). Una storia da raccontare” http://www.cesarsudan.org/images/stories/TTC_web.pdf, dove, in 36 pagine, raccontiamo come è nato il Centro per la Formazione degli Insegnanti di Cuiebet, chiesto e voluto dal popolo sud sudanese e dalle donne, per garantire ai propri figli una vera ed adeguata istruzione, e realizzato grazie all’aiuto di numerosissime persone che hanno sostenuto ed accompagnato la fondazione dall’inizio alla fine.

A sostegno dei progetti di Cesar

www.facebook.com/LA.CHIAVE.DELLO.SVILUPPO

La Bottega Solidale “WARAWARA” è nata dall’impegno volontario di un gruppo di sostenitori locali di CESAR che si sono costituiti nell’Associazione di promozione sociale “Amici di Cesar” per sostenerne le attività, e al prezioso aiuto di una di essi che ha prestato gratuitamente i locali di sua proprietà al centro della bella cittadina di Gussago (Bs) per avviarla. Gestita esclusivamente da volontari, la Bottega WaraWara (che vuole dire “mercato” in lingua Dinka), in via Roma, 29, a Gussago, propone prodotti tipici del commercio equo solidale e oggettistica varia africana e non solo, con un ampio settore dedicato ai prodotti realizzati dai giovani ospiti, tutti con disabilità medio lievi, della Cooperativa “Il Ponte” di Villa Carcina (BS), con la quale Cesar ha avviato da anni una proficua collaborazione, che propongono oggettistica da regalo, gadget e soluzioni divertenti per la casa ed il tempo libero. Oltre a questo, grazie alla bravura ed all’impegno di alcune volontarie, la Bottega propone da alcuni anni, originali bomboniere solidali, fatte a mano e artigianali, per ogni tipo di evento speciale, dal matrimonio alla laurea, molto apprezzate dal pubblico, e che in questi anni hanno visto un boom delle vendite. Nel corso del 2013, grazie ad un’attenta ristrutturazione dei locali e dell’organizzazione della Bottega, è stato avviato un vero e proprio servizio per le spose e gli eventi, con le bomboniere, una ricca possibilità di abiti riciclati, tutti donati gratuitamente a Cesar, e la collaborazione di agenzie di catering, sarte e fotografi per la perfetta realizzazione di ogni tipo di evento, sempre nel segno della solidarietà. Tutti i prodotti e i servizi della Bottega sostengono i progetti di Cesar in Sud Sudan.

Il blog dedicato al concorso scuole ha cambiato alla fine del 2013 la propria immagine, passando dal tema della istruzione a quello dell’emergenza fame. Il blog è rivolto a tutte le scuole partecipanti e contiene le informazioni ed immagini utili e la possibilità per ogni studente o scuola partecipante di raccontare la propria esperienza, postare foto e video, ed entrare in contatto con altre scuole. www.aggiungiunpostoinclasse.cesarsudan.org Mostra fotografica “Rebecca e la Pioggia” di Monika Bulaj Nel maggio 2012, la mostra fotografica “Rebecca e la pioggia. Viaggio tra i cristiani del profondo Sudan” di Monika Bulaj è stata allestita a Cogoleto (Genova). Nel settembre del 2013, la mostra è stata invece allestita a Trento all’interno della manifestazione “Sulle rotte del mondo”. La mostra, realizzata dalla nota fotografa Monika Bulaj nel lontano 2007, è da sempre, nella sua eleganza e straordinaria bellezza, un ottimo mezzo di sensibilizzazione e strumento per attirare l’attenzione del pubblico sulla difficile situazione del Sud Sudan.

Anno 7 - N.2 - Dicembre 2013 - www.cesarsudan.org

Sommario: Avvenimenti Pagina 2 Le grandi sfide della nuova Repubblica del Sud Sudan Pagina 3 In cammino per... Progetti in corso Pagina 4 Riabilitazione socio-economica Pagina 5 Educazione primaria Pagina 6 Sostegno alla formazione universitaria femminile Pagina 7 Non importa quanto... Le nostre iniziative Pagina 8 Cibo sano, cibo per tutti Pagina 9 Nord Nord 4 Sud Sudan Pagina 10 In ricordo di Mons. Mazzolari / Trento: Sud Sudan in mostra Pagina 11 Bottega solidale Warawara Pagina 12 Lasciti

“Il vostro aiuto avvicinerà il futuro dell’Africa alla pace e alla solidarietà nel mondo. Siate autori di pace, dateci una mano e grazie a nome del Sud Sudan” Mons. Cesare Mazzolari (1937 – 2011)

Bottega solidale Warawara

www.facebook.com/pages/Fondazione-CESAR-Onlus

https://twitter.com/FondazioneCESAR

Pubblicazione semestrale di Cesar Onlus – Anno 7 – N° 2- Dicembre 2013. Poste Italiane S.p.A. – Spedizione in abbonamento postale – D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 2, DCB – BS. Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 6 del 15/03/2007 In caso di mancata consegna rinviare all’UFFICIO POSTALE DI BRESCIA CMP per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa

LA COMUNICAZIONE DI CESAR

Nel 2013, grazie ad un prezioso contributo del nostro partner, la Glue Studio, che da sempre cura i nostri progetti grafici e le iniziative sul web, abbiamo potuto realizzare ed aprire un vero e proprio sito di E-commerce della Bottega, che ora è attivo on-line all’indirizzo www.warawara.it La bottega Warawara sostiene annualmente i progetti della Fondazione Cesar con un importo di circa 10.000€

30

31


TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI (II)

4.468

9

III - immobilizzazioni finanziarie Altri Titoli

100.000

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE (III)

100.000

100.000

104.468

100.009

0

0

1.761

24.103

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

0

0

III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

0

0

179.691

158.918

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (B)

I bilanci economici di Cesar

C)

ATTIVO CIRCOLANTE I - Rimanenze II - Crediti

IV - Disponibilità liquide

CESAR – FONDAZIONE MONS. CESARE MAZZOLARI – ONLUS Sede legale ed operativa: Via Pascoli 6 – 25062 Concesio Sede operativa estera: Cesar Association c/o Pandoor - Sud-Sudan Iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Brescia al n. 243 Iscritta presso l'Anagrafe delle ONLUS – Codice fiscale 98092000177

100.000

Cassa

433

403

Banca e posta Ratei attivi

179.259 0

158.515 151

Risconti TOTALEattivi ATTIVO CIRCOLANTE (C)

193181.452 29.595 183.021

Ratei attivi E RISCONTI (D) D) TOTALE RATEI ERATEI RISCONTI

0

Risconti attivi TOTALE ATTIVITA'

193 286.113 29.595 312.776

BILANCIO AL 31/12/2012

193 151 29.746

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari TOTALE RATEI E RISCONTI (D) ONLUS - Bilancio al 31/12/2012

193

29.746

TOTALE ATTIVITA'

286.113 312.776

PASSIVITA'

2012

2011

2012 26.248

2011 111.991

0

569

26.248 7.274

111.991 (86.312)

33.5220

569 26.248

Avanzo/Disavanzo di gestione FONDI PER RISCHI ED ONERI

7.274

(86.312)

TOTALE PATRIMONIO NETTO (A) Fondo progetto Scuola Cuibet

33.522 50000

26.2480

B)

FONDI PER RISCHI ED ONERI TOTALE FONDI PER RISCHI ED ONERI (B)

50.000

0

C)

Fondo progetto Scuola Cuibet DI LAV. SUBORD. TRATT. DI FINE RAPPORTO

50000

0

50.000 11.997

0 9.181

STATO PATRIMONIALE ATTIVITA' A)

2012

2011

A)

CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI

PATRIMONIO NETTO

PASSIVITA' Riserva ordinaria 0

TOTALE CREDITI VERSO SOCI (A)

B)

0

A)

IMMOBILIZZAZIONI

PATRIMONIO NETTO Avanzo di gestione esercizi precedenti Riserva ordinaria di gestione Avanzo/Disavanzo

I - immobilizzazioni immateriali

Avanzo di gestione esercizi precedenti TOTALE PATRIMONIO NETTO (A)

Immobilizzazioni immateriali

324

324

(fondi ammortamento)

(324)

(324)

B) TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI (I)

0

0

II - immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni materiali

12.411

6.909

(fondi ammortamento)

(7.942)

(6.900)

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI (II)

4.468

TOTALE PER FINE RISCHI ED ONERI (B)SUBORD. (C) TOTALE FONDI TRATTAM. RAPP. LAVORO

C) D) 9

III - immobilizzazioni finanziarie Altri Titoli TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE (III)

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (B)

C)

D) 100.000

104.468

32

E) 0

1.761

24.103

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

0

0

III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

0

0

179.691

158.918

Cassa

433

403

Banca e posta

179.259

158.515

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE (C)

D)

100.009

0

IV - Disponibilità liquide

RATEI E RISCONTI

11.997 20.967 9.181 11.073

DEBITI Debiti v/banche

167.219

247.270

Debiti verso fornitori Debiti diversi

11.073 8.315

20.967 6.613

Debiti v/banche di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

167.219 89.219

247.270 170.153

Debiti diversi TOTALE DEBITI (D)

8.315 186.606 6.613 274.850

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo RATEI E RISCONTI

89.219

TOTALE DEBITI (D) Ratei passivi

186.606 2.497 274.850 3.989

100.000

ATTIVO CIRCOLANTE

II - Crediti

TOTALE TRATTAM. Debiti verso fornitori FINE RAPP. LAVORO SUBORD. (C)

100.000

100.000

I - Rimanenze

TRATT. DEBITI DI FINE RAPPORTO DI LAV. SUBORD.

181.452

183.021

E)

RATEI ERATEI RISCONTI TOTALE E RISCONTI (E) Ratei passivi

170.153

3.989 3.989

2.497 2.497

TOTALE RATEI E RISCONTI (E) TOTALE PASSIVITA'

3.989 312.776 2.497 286.113

TOTALE PASSIVITA'

286.113 312.776

33


TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI (II)

4.468

9

III - immobilizzazioni finanziarie Altri Titoli

100.000

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE (III)

100.000

100.000

104.468

100.009

0

0

1.761

24.103

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

0

0

III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

0

0

179.691

158.918

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (B)

I bilanci economici di Cesar

C)

ATTIVO CIRCOLANTE I - Rimanenze II - Crediti

IV - Disponibilità liquide

CESAR – FONDAZIONE MONS. CESARE MAZZOLARI – ONLUS Sede legale ed operativa: Via Pascoli 6 – 25062 Concesio Sede operativa estera: Cesar Association c/o Pandoor - Sud-Sudan Iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Brescia al n. 243 Iscritta presso l'Anagrafe delle ONLUS – Codice fiscale 98092000177

100.000

Cassa

433

403

Banca e posta Ratei attivi

179.259 0

158.515 151

Risconti TOTALEattivi ATTIVO CIRCOLANTE (C)

193181.452 29.595 183.021

Ratei attivi E RISCONTI (D) D) TOTALE RATEI ERATEI RISCONTI

0

Risconti attivi TOTALE ATTIVITA'

193 286.113 29.595 312.776

BILANCIO AL 31/12/2012

193 151 29.746

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari TOTALE RATEI E RISCONTI (D) ONLUS - Bilancio al 31/12/2012

193

29.746

TOTALE ATTIVITA'

286.113 312.776

PASSIVITA'

2012

2011

2012 26.248

2011 111.991

0

569

26.248 7.274

111.991 (86.312)

33.5220

569 26.248

Avanzo/Disavanzo di gestione FONDI PER RISCHI ED ONERI

7.274

(86.312)

TOTALE PATRIMONIO NETTO (A) Fondo progetto Scuola Cuibet

33.522 50000

26.2480

B)

FONDI PER RISCHI ED ONERI TOTALE FONDI PER RISCHI ED ONERI (B)

50.000

0

C)

Fondo progetto Scuola Cuibet DI LAV. SUBORD. TRATT. DI FINE RAPPORTO

50000

0

50.000 11.997

0 9.181

STATO PATRIMONIALE ATTIVITA' A)

2012

2011

A)

CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI

PATRIMONIO NETTO

PASSIVITA' Riserva ordinaria 0

TOTALE CREDITI VERSO SOCI (A)

B)

0

A)

IMMOBILIZZAZIONI

PATRIMONIO NETTO Avanzo di gestione esercizi precedenti Riserva ordinaria di gestione Avanzo/Disavanzo

I - immobilizzazioni immateriali

Avanzo di gestione esercizi precedenti TOTALE PATRIMONIO NETTO (A)

Immobilizzazioni immateriali

324

324

(fondi ammortamento)

(324)

(324)

B) TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI (I)

0

0

II - immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni materiali

12.411

6.909

(fondi ammortamento)

(7.942)

(6.900)

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI (II)

4.468

TOTALE PER FINE RISCHI ED ONERI (B)SUBORD. (C) TOTALE FONDI TRATTAM. RAPP. LAVORO

C) D) 9

III - immobilizzazioni finanziarie Altri Titoli TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE (III)

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (B)

C)

D) 100.000

104.468

32

E) 0

1.761

24.103

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

0

0

III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

0

0

179.691

158.918

Cassa

433

403

Banca e posta

179.259

158.515

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE (C)

D)

100.009

0

IV - Disponibilità liquide

RATEI E RISCONTI

11.997 20.967 9.181 11.073

DEBITI Debiti v/banche

167.219

247.270

Debiti verso fornitori Debiti diversi

11.073 8.315

20.967 6.613

Debiti v/banche di cui esigibili oltre l'esercizio successivo

167.219 89.219

247.270 170.153

Debiti diversi TOTALE DEBITI (D)

8.315 186.606 6.613 274.850

di cui esigibili oltre l'esercizio successivo RATEI E RISCONTI

89.219

TOTALE DEBITI (D) Ratei passivi

186.606 2.497 274.850 3.989

100.000

ATTIVO CIRCOLANTE

II - Crediti

TOTALE TRATTAM. Debiti verso fornitori FINE RAPP. LAVORO SUBORD. (C)

100.000

100.000

I - Rimanenze

TRATT. DEBITI DI FINE RAPPORTO DI LAV. SUBORD.

181.452

183.021

E)

RATEI ERATEI RISCONTI TOTALE E RISCONTI (E) Ratei passivi

170.153

3.989 3.989

2.497 2.497

TOTALE RATEI E RISCONTI (E) TOTALE PASSIVITA'

3.989 312.776 2.497 286.113

TOTALE PASSIVITA'

286.113 312.776

33


RENDICONTO GESTIONALE ONERI

2012

2011

PROVENTI

A - ONERI DA ATTIVITA' TIPICHE Spese postali e di spedizione

1.129

7.857

13.407

15.012

Spese per il personale e oneri sociali

48.043

22.427

Rimborsi spese a volontari e collabor.

2.387

7.530

Contributi da Fondaz., banche e impr.

6.517

1.056

Cinque per mille

27.940

30.698

Spese veicolaz. rivista e promozionali Erogazioni liberali varie Erogazioni liberali Diocesi di Rumbek Progetto Scuola Cuibet Concorsi e progetti Oneri diversi di gestione TOTALE A

3.262

1.077

99.156

335.787

200.765

77.466

10.912

0

3.958

12.304

417.476

511.213

B - ONERI PROMOZ. E RACCOLTA FONDI

Contributi da enti pubblici

24.396

5.000

LiberalitĂ  da Enti per la Pastorale

10.226

43.919

307.517

387.173

110.000

0

27.245

29.738

1

24.461

Contributi da pers. fisiche ed enti NP

Altri ricavi



   

TOTALE A

479.386

490.291





B - PROVENTI PROM. E RACCOLTA FONDI

Oneri

0

0

Raccolta fondi

0

1.692

TOTALE B

0

0

TOTALE B

0

1.692

0

0

0

0

C - ONERI DA ATTIVITA' ACCESSORIE

D - ONERI FINANZIARI E PATRIMONIALI

TOTALE C



2.239

Interessi attivi bancari e finanziari Interessi su titoli

Interessi passivi bancari

6.524

9.910

TOTALE D

8.725

12.149

E - ONERI STRAORDINARI

TOTALE D





 ! "#$ 

D - PROVENTI FINANZIARI E PATRIM. 2.201

       

C - PROVENTI DA ATTIVITA' ACCESSORIE

TOTALE C

Oneri bancari e finanziari

   

                %  1 22 

    

       !"# 

 $% &'()  *+*,--

2011

A - PROVENTI DA ATTIVITA' TIPICHE

Spese per servizi da terzi e consulenze

Spese per viaggi e trasporti

2012

311

238

913

1.064

1.224

1.302



-#.+-

#"



/""0

/#"0

         

!"

"

 ! "#$ 

E - PROVENTI STRAORDINARI

Sopravvenienze passive

0

333

Sopravvenienze attive

1.411

480

TOTALE E

0

333

TOTALE E

1.411

480

844

870

Cancelleria

1.965

1.862

Spese telefoniche,energia,riscaldamento

6.412

7.643

Spese per servizi da terzi e consulenze

2.733

6.434

Assicurazioni

1.022

657

#

,!



 

,!",,

,!",,



/+!*"-0

/-!*"0

F - ONERI DI SUPPORTO GENERALE Materiale di consumo e merci

Spese per viaggi e trasporti

1.000

1.133

27.687

26.472

Spese per servizi

3.526

948

Ammortamento beni materiali

1.833

2.005

Oneri diversi di gestione

1.523

8.359

48.544

56.383

Spese per il personale e oneri sociali

TOTALE F

       



$%')*%*

 !%! ! $# 

,!

     +   



$"")"""

&(*+(,

,*,&(

"

"

,),'-

$),%$

#./01/#/.##//2

"

"

""."/%! ! $#12#!!13""431! !

"

"

%')"3%

$,-)%-$

      



RISULTATO GESTIONALE POSITIVO

474.746 7.274

580.077 TOTALE PROVENTI

  !#!#

(86.312)

482.020

,!

$"")"""

$#-" TOTALE ONERI

*)*%'

493.765

35!"/64-# //

,#

"##

#4/

+!"#

,-*!*

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari ONLUS - Bilancio al 31/12/2012

34

   

   

    

35 +7*(,7  ( *,7 


RENDICONTO GESTIONALE ONERI

2012

2011

PROVENTI

A - ONERI DA ATTIVITA' TIPICHE Spese postali e di spedizione

1.129

7.857

13.407

15.012

Spese per il personale e oneri sociali

48.043

22.427

Rimborsi spese a volontari e collabor.

2.387

7.530

Contributi da Fondaz., banche e impr.

6.517

1.056

Cinque per mille

27.940

30.698

Spese veicolaz. rivista e promozionali Erogazioni liberali varie Erogazioni liberali Diocesi di Rumbek Progetto Scuola Cuibet Concorsi e progetti Oneri diversi di gestione TOTALE A

3.262

1.077

99.156

335.787

200.765

77.466

10.912

0

3.958

12.304

417.476

511.213

B - ONERI PROMOZ. E RACCOLTA FONDI

Contributi da enti pubblici

24.396

5.000

LiberalitĂ  da Enti per la Pastorale

10.226

43.919

307.517

387.173

110.000

0

27.245

29.738

1

24.461

Contributi da pers. fisiche ed enti NP

Altri ricavi



   

TOTALE A

479.386

490.291





B - PROVENTI PROM. E RACCOLTA FONDI

Oneri

0

0

Raccolta fondi

0

1.692

TOTALE B

0

0

TOTALE B

0

1.692

0

0

0

0

C - ONERI DA ATTIVITA' ACCESSORIE

D - ONERI FINANZIARI E PATRIMONIALI

TOTALE C



2.239

Interessi attivi bancari e finanziari Interessi su titoli

Interessi passivi bancari

6.524

9.910

TOTALE D

8.725

12.149

E - ONERI STRAORDINARI

TOTALE D





 ! "#$ 

D - PROVENTI FINANZIARI E PATRIM. 2.201

       

C - PROVENTI DA ATTIVITA' ACCESSORIE

TOTALE C

Oneri bancari e finanziari

   

                %  1 22 

    

       !"# 

 $% &'()  *+*,--

2011

A - PROVENTI DA ATTIVITA' TIPICHE

Spese per servizi da terzi e consulenze

Spese per viaggi e trasporti

2012

311

238

913

1.064

1.224

1.302



-#.+-

#"



/""0

/#"0

         

!"

"

 ! "#$ 

E - PROVENTI STRAORDINARI

Sopravvenienze passive

0

333

Sopravvenienze attive

1.411

480

TOTALE E

0

333

TOTALE E

1.411

480

844

870

Cancelleria

1.965

1.862

Spese telefoniche,energia,riscaldamento

6.412

7.643

Spese per servizi da terzi e consulenze

2.733

6.434

Assicurazioni

1.022

657

#

,!



 

,!",,

,!",,



/+!*"-0

/-!*"0

F - ONERI DI SUPPORTO GENERALE Materiale di consumo e merci

Spese per viaggi e trasporti

1.000

1.133

27.687

26.472

Spese per servizi

3.526

948

Ammortamento beni materiali

1.833

2.005

Oneri diversi di gestione

1.523

8.359

48.544

56.383

Spese per il personale e oneri sociali

TOTALE F

       



$%')*%*

 !%! ! $# 

,!

     +   



$"")"""

&(*+(,

,*,&(

"

"

,),'-

$),%$

#./01/#/.##//2

"

"

""."/%! ! $#12#!!13""431! !

"

"

%')"3%

$,-)%-$

      



RISULTATO GESTIONALE POSITIVO

474.746 7.274

580.077 TOTALE PROVENTI

  !#!#

(86.312)

482.020

,!

$"")"""

$#-" TOTALE ONERI

*)*%'

493.765

35!"/64-# //

,#

"##

#4/

+!"#

,-*!*

Cesar - Fondazione Mons. Cesare Mazzolari ONLUS - Bilancio al 31/12/2012

34

   

   

    

35 +7*(,7  ( *,7 


 !%! ! $# 

,!

     +   



$"")"""

$"")"""

&(*+(,

,*,&(

"

"

,),'-

$),%$

#./01/#/.##//2

"

"

""."/%! ! $#12#!!13""431! !

"

"

      



,!

  !#!# $#-"

< 



$,-)%-$

,#

"##

#4/ 

+!"#

,-*!*

/#2

#,"

,*#

+7*(,7  ( *,7 

,

 

  



   

        

/#2

8

 

#,"

,*#

,

 

  

   

4/4/2#/.

4/44//#

//

   



%')"3%

8

 



=;

4/4//4

35!"/64-#

$)$!-

'),!!

$ )*",

:45/

*$) $3

*')"*

.4/)/#95

$)'%$

!) ',

.+)=#94)

$)%$*

%)3$,

<.4

!%)%'

02

!,)-*" "





0 #/.>

!3)%3"

--)$3%

50 #..

'")3"%

!""),%3

#/40

-)3*,

$")-$!

2/0/

!)-%"

)-3'

*&

, +*,+&

!%)!*'

. !-9#3"!##3#$15$#1#-#!"  . ! 3 . !-9#3"!# 3#$. $-! $ 

,)!,*

5   



. !-9#3"!##3#$15$#1#-#!" :; . ! 3 . !-9#3"!#

+40/.##//2

:;

+40 #..

,)!,* 3")"""

,+* ((

*7



")"""

"

*

7 *

")"""

"

,*&+8 *

*88+ 7 *

3")"""

 *:** )+ 55)  7 )  28#9



,"!-,

,*&+8

+"!

,,!-#

*88+

    3   $  4   28#9

 +"!

+*!,* ,-!,*

2/

+!#,

    3   $  4  



+*!,*

4//2

"

    



4//2

 

  

!,)!*3

#2

!,

$



 *7(+

,+8* (&

"

##

"

"



#

!)!*$

!)!"$

//2#

!" 

 $$

//4//2#

)$!"

%)3!*

///.

-$ 

-$ 

7* &

(*+ 7

 *

&

 *

,

=

 :



:*



4224//2 



 

'3

"

4222

"

$)*$$

(7



*,

!3!

'**





:< #/.#

- '

$)-%3

4/#9=0=/#

,)' -

%)*$!

4/4/2#/.

$)"$3

!),

//#.

$)$"%

$)"!!

4/4200/4

4/44//#

2/0/ +

"

$)"""

!,)- $

!,)%',

'' $)"'3

)3!% $)'

')3'%

$)3!

,(*(,

,(*7,,

         

)-'-



*(&&

     +* +,





 7 *(+&  (&*& &

 

  

   

$$")"""

 7 *(+&  (&*& &

,#!,



!3)"""

!3)'!%

*)%3"



+!#, ,,!-#

",)3$,

,*&7

4/4/2

,#!, ,"!-,

$")!!%



,-!,*

2/ 2/

    



"

" !*3)-**



#

*:**

+40/.##//2

2/



*7



"

)+ 55)  7 )  + 5

6    



,+* ((

"

+ 5

6    

 

,)!,* !%)!*'

$ )'%%

5   



"

$ )'%% !%)!*' ,)!,*

+40 #..



!%)!*'

!*) -%

*:

=

3#$. $-! $     

3),-"

)!%!

*:

  

.4.#

//4/2#)



=; $),*

4/4200/4

4/2#)2/4

"

*8(8 )-'-

 

*8(8    

    

36    

 

37


 !%! ! $# 

,!

     +   



$"")"""

$"")"""

&(*+(,

,*,&(

"

"

,),'-

$),%$

#./01/#/.##//2

"

"

""."/%! ! $#12#!!13""431! !

"

"

      



,!

  !#!# $#-"

< 



$,-)%-$

,#

"##

#4/ 

+!"#

,-*!*

/#2

#,"

,*#

+7*(,7  ( *,7 

,

 

  



   

        

/#2

8

 

#,"

,*#

,

 

  

   

4/4/2#/.

4/44//#

//

   



%')"3%

8

 



=;

4/4//4

35!"/64-#

$)$!-

'),!!

$ )*",

:45/

*$) $3

*')"*

.4/)/#95

$)'%$

!) ',

.+)=#94)

$)%$*

%)3$,

<.4

!%)%'

02

!,)-*" "





0 #/.>

!3)%3"

--)$3%

50 #..

'")3"%

!""),%3

#/40

-)3*,

$")-$!

2/0/

!)-%"

)-3'

*&

, +*,+&

!%)!*'

. !-9#3"!##3#$15$#1#-#!"  . ! 3 . !-9#3"!# 3#$. $-! $ 

,)!,*

5   



. !-9#3"!##3#$15$#1#-#!" :; . ! 3 . !-9#3"!#

+40/.##//2

:;

+40 #..

,)!,* 3")"""

,+* ((

*7



")"""

"

*

7 *

")"""

"

,*&+8 *

*88+ 7 *

3")"""

 *:** )+ 55)  7 )  28#9



,"!-,

,*&+8

+"!

,,!-#

*88+

    3   $  4   28#9

 +"!

+*!,* ,-!,*

2/

+!#,

    3   $  4  



+*!,*

4//2

"

    



4//2

 

  

!,)!*3

#2

!,

$



 *7(+

,+8* (&

"

##

"

"



#

!)!*$

!)!"$

//2#

!" 

 $$

//4//2#

)$!"

%)3!*

///.

-$ 

-$ 

7* &

(*+ 7

 *

&

 *

,

=

 :



:*



4224//2 



 

'3

"

4222

"

$)*$$

(7



*,

!3!

'**





:< #/.#

- '

$)-%3

4/#9=0=/#

,)' -

%)*$!

4/4/2#/.

$)"$3

!),

//#.

$)$"%

$)"!!

4/4200/4

4/44//#

2/0/ +

"

$)"""

!,)- $

!,)%',

'' $)"'3

)3!% $)'

')3'%

$)3!

,(*(,

,(*7,,

         

)-'-



*(&&

     +* +,





 7 *(+&  (&*& &

 

  

   

$$")"""

 7 *(+&  (&*& &

,#!,



!3)"""

!3)'!%

*)%3"



+!#, ,,!-#

",)3$,

,*&7

4/4/2

,#!, ,"!-,

$")!!%



,-!,*

2/ 2/

    



"

" !*3)-**



#

*:**

+40/.##//2

2/



*7



"

)+ 55)  7 )  + 5

6    



,+* ((

"

+ 5

6    

 

,)!,* !%)!*'

$ )'%%

5   



"

$ )'%% !%)!*' ,)!,*

+40 #..



!%)!*'

!*) -%

*:

=

3#$. $-! $     

3),-"

)!%!

*:

  

.4.#

//4/2#)



=; $),*

4/4200/4

4/2#)2/4

"

*8(8 )-'-

 

*8(8    

    

36    

 

37


Come sostenere Cesar DONAZIONI Fai la tua donazione tramite conto corrente bancario o postale, oppure direttamente online sul sito www.cesarsudan.org con carta di credito. Se vuoi, indica, il progetto o l’ambito di intervento di Cesar che vuoi sostenere. DIVENTA SOSTENITORE DI CESAR! Puoi diventare sostenitore Cesar con una donazione di soli 50 euro o una donazione continuativa, anche di soli 10 euro al mese, tramite RID bancario, indicando, se preferisci, il progetto o l’ambito di intervento di Cesar che hai scelto di sostenere. FAI UN REGALO A CHI AMI! Un regalo speciale per condividere con chi ami la tua voglia di aiutare il Sud Sudan! Fai a suo nome una donazione a Cesar e indicaci la persona cui inviare il nostro grazie con una dedica speciale ed un nostro omaggio. Scrivi a info@ cesarsudan.org per dirci a chi vuoi fare il regalo con la tua donazione e lasciare, se lo desideri, un tuo messaggio personale. DAI UN VALORE DIVERSO ALLE TUE FESTE! Scegli le esclusive bomboniere di Cesar, tutte fatte a mano, e tra le mille diverse offerte solidali della Bottega Warawara per i tuoi regali... e realizza con noi il tuo evento per renderlo davvero unico e speciale! Visita www.warawara.it e ordina ciò che vuoi. E per scegliere con noi le più belle bomboniere per i tuoi momenti speciali, contattaci all’indirizzo: info@warawara.it 5 BUONI MOTIVI PER DESTINARE IL TUO 5X1000 A CESAR ONLUS Per sostenere la pace, l’educazione, lo sviluppo, le donne e la crescita economica del Sud Sudan basta un piccolo gesto: la tua firma sul 5x1000. CODICE FISCALE 98092000177. Ogni donazione a favore di Cesar onlus è deducibile secondo i termini di legge. Conserva la ricevuta del tuo versamento.

Sede legale: Via Pascoli 6, 25062 Concesio (BS) Telefono e fax: 030.2180654 Telefono cellulare: 333.3775252 Cod. Fiscale: 98092000177 info@cesarsudan.org www.cesarsudan.org Sedi Operative: Arenzano (GE) - Toirano (SV) Trento - Verona Botteghe Solidali: Gussago (BS) - Via Roma 29 Tel. e fax: 030.2524388 Concesio (BS) - Piazza Garibaldi 24/25 Tel: 030.2754492 P. IVA: 03177150988 info@warawara.it www.warawara.it

Scegli come fare le tue donazioni, sono fiscalmente deducibili:

1) Attraverso bonifico bancario Intestato a “Cesar Onlus”: UBI Banco di Brescia IT52S0350054410000000017517 BCC di Brescia IT66Q0869254411006000601488 Banca Popolare di Verona IT72Y0518811706000000122940

2) Attraverso bollettino postale: C/C postale: N° 27744465 IT90R0760111200000027744465 Intestato a “Cesar Onlus” 3) Direttamente online visitando il sito www.cesarsudan.org Questa pubblicazione è stampata su carta riciclata.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del dlgs 196/2003. Per l’informativa sulla tutela dei dati e ogni comunicazione richiesta dal D.Lgs 196/2003“Codice della Privacy” potete consultare il seguente link: http://www.informativaonline.com/content/view/809/26/


Come sostenere Cesar DONAZIONI Fai la tua donazione tramite conto corrente bancario o postale, oppure direttamente online sul sito www.cesarsudan.org con carta di credito. Se vuoi, indica, il progetto o l’ambito di intervento di Cesar che vuoi sostenere. DIVENTA SOSTENITORE DI CESAR! Puoi diventare sostenitore Cesar con una donazione di soli 50 euro o una donazione continuativa, anche di soli 10 euro al mese, tramite RID bancario, indicando, se preferisci, il progetto o l’ambito di intervento di Cesar che hai scelto di sostenere. FAI UN REGALO A CHI AMI! Un regalo speciale per condividere con chi ami la tua voglia di aiutare il Sud Sudan! Fai a suo nome una donazione a Cesar e indicaci la persona cui inviare il nostro grazie con una dedica speciale ed un nostro omaggio. Scrivi a info@ cesarsudan.org per dirci a chi vuoi fare il regalo con la tua donazione e lasciare, se lo desideri, un tuo messaggio personale. DAI UN VALORE DIVERSO ALLE TUE FESTE! Scegli le esclusive bomboniere di Cesar, tutte fatte a mano, e tra le mille diverse offerte solidali della Bottega Warawara per i tuoi regali... e realizza con noi il tuo evento per renderlo davvero unico e speciale! Visita www.warawara.it e ordina ciò che vuoi. E per scegliere con noi le più belle bomboniere per i tuoi momenti speciali, contattaci all’indirizzo: info@warawara.it 5 BUONI MOTIVI PER DESTINARE IL TUO 5X1000 A CESAR ONLUS Per sostenere la pace, l’educazione, lo sviluppo, le donne e la crescita economica del Sud Sudan basta un piccolo gesto: la tua firma sul 5x1000. CODICE FISCALE 98092000177. Ogni donazione a favore di Cesar onlus è deducibile secondo i termini di legge. Conserva la ricevuta del tuo versamento.

Sede legale: Via Pascoli 6, 25062 Concesio (BS) Telefono e fax: 030.2180654 Telefono cellulare: 333.3775252 Cod. Fiscale: 98092000177 info@cesarsudan.org www.cesarsudan.org Sedi Operative: Arenzano (GE) - Toirano (SV) Trento - Verona Botteghe Solidali: Gussago (BS) - Via Roma 29 Tel. e fax: 030.2524388 Concesio (BS) - Piazza Garibaldi 24/25 Tel: 030.2754492 P. IVA: 03177150988 info@warawara.it www.warawara.it

Scegli come fare le tue donazioni, sono fiscalmente deducibili:

1) Attraverso bonifico bancario Intestato a “Cesar Onlus”: UBI Banco di Brescia IT52S0350054410000000017517 BCC di Brescia IT66Q0869254411006000601488 Banca Popolare di Verona IT72Y0518811706000000122940

2) Attraverso bollettino postale: C/C postale: N° 27744465 IT90R0760111200000027744465 Intestato a “Cesar Onlus” 3) Direttamente online visitando il sito www.cesarsudan.org Questa pubblicazione è stampata su carta riciclata.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del dlgs 196/2003. Per l’informativa sulla tutela dei dati e ogni comunicazione richiesta dal D.Lgs 196/2003“Codice della Privacy” potete consultare il seguente link: http://www.informativaonline.com/content/view/809/26/


Sede legale:

Via Pascoli 6, 25062 Concesio (BS) Telefono e fax: 030.2180654 Telefono cellulare: 333.3775252 Cod. Fiscale: 98092000177 info@cesarsudan.org - www.cesarsudan.org

Sedi Operative:

Arenzano (GE) - Toirano (SV) - Trento - Verona Botteghe Solidali: Gussago (BS) - Via Roma 29 - Tel. e fax: 030.2524388 Concesio (BS) - Piazza Garibaldi 24/25 - Tel: 030.2754492 P. IVA: 03177150988 info@warawara.it - warawara.it


Coltiviamo il seme della speranza