Page 32

Intervista

Come? «Spingendo alla diffidenza le masse non privilegiate. Nessuno si fida di nessuno: non dello Stato, non della classe dirigente, non dell’informazione. Le masse vogliono tutto e subito, e non si fidano: in Italia, questo processo, lo stiamo sperimentando, anche nei confronti di altri paesi» Già: neocolonialisti, integratori, speculatori e sfigati: sono le quattro categorie sotto cui ricomprendi gli Stati e il loro comportamento nei confronti dei migranti… L’Italia di Forchielli è tra gli sfigati…. «L’immigrazione, oggi, non la gestiamo, ma la subiamo. Io sono un fautore dell’integrazione, ma non credo possa esserci integrazione nei confronti di un unico interlocutore, ovvero quello di religione musulmana che non si concilia con l’evoluzione contemporanea e tratta come sappiamo, schiacciandola, la donna. Non ci sono paesi musulmani evoluti se non quella Turchia che nel frattempo è finita nella merda, e a noi tocca immigrazione che non scegliamo» Ovvero? « Un’immigrazione sfigata verso un paese sfigato» Sul quale, tuttavia la finanza scommette: racconti il tuo mestiere di gestore di fondi come quello di uno scommettitore. Metafora colorita, ma rende l’idea: guardi una corsa, studi i concorrenti e punti… Hai fatto così anche con la ceramica? «Ho scommesso su Graziano Verdi: cavallo vecchio, ma affidabile, e io credo che esperienza e competenza possano ancora fare la differenza. Diciamo, visto che sono tifoso del Bologna, che Verdi è il mio Palacio….»

30

A Sassuolo dicono che, dopo le acquisizioni di Elios, Devon&Devon, LaFabbrica e Rondine a breve comprerete altro, voi del fondo Mandarin: un gruppo da 100 milioni di euro di fatturato. Ma il nome è top secret…. «E top secret resta, anche se la notizia è vera: ma chiedete a Verdi, non mi dice mai niente e io non saprei dirvi altro….» In ‘Fuoco e fiamme’ scrivi che l’intelligenza artificiale eroderà posti di lavoro e cambierà la manifattura. Nella ceramica questo processo di innovazione è in atto da tempo: le fabbriche sono sempre più evolute, gli operai sempre meno… «Succede: io nella ceramica vedo un miglioramento qualitativo, ma la finanza guarda i numeri e il valore aggiunto, non chi e come lo produce. Vale per la ceramica come per la manifattura in genere» Guardando i dati del comparto a fine 2018 emerge come i primi dieci gruppi facciano il 50% del fatturato di settore… Cosa significa? «Che piccolo, anche nella ceramica, non è più bello, anche se parliamo di eccellenze. Come in altri settori occorre consolidarsi, servono gruppi e sinergie in grado di generare economie di scala» E’ l’unica via? «La più accreditata. Succede a tutti i settori» Anche perché le costruzioni, in Italia, non ripartono, e la ceramica resta al palo… «All’estero il settore ceramico continua a crescere, e ha fatto bene a guardare subito oltreconfine… La soglia che ti impone di esportare è diventata bassa, e per esportare e sopravvivere servono capitali, ma non si

CERAMICANDA135

Profile for Ceramicanda

Ceramicanda 135  

Ceramicanda 135  

Advertisement