Page 1

d

w men zĂ n mi

nĂ­

Anno C

Questo sacramento di vita eterna ci rinnovi, o Padre, nellÂ’anima e nel corpo, perchĂŠ, comunicando a questo memoriale della passione del tuo Figlio, diventiamo eredi con lui nella gloria. Per Cristo nostro Signore.

Â&#x201E;gh nfÂ&#x201E;Â&#x2026;Â&#x2020;Â&#x2021; Â&#x2C6;Â&#x2030;Â&#x160;Â&#x2039;Â&#x152;Â?Â&#x17D;P~ oSÂ?"$Â?Â&#x2018;< BÂ&#x2019;m$ <Â&#x201C;Â&#x201D;Â&#x2022;Â&#x2013;fÂ&#x2014; Â&#x2DC;Â&#x2122;&5g|}~Â&#x20AC;h

 NÂ&#x201A;Â&#x192;&



* Preghiera dopo la comunione *



   XXVI domenica del tempo ordinario

Accogli, Padre misericordioso, i nostri doni, e da questÂ&#x2019;offerta della tua Chiesa faÂ&#x2019; scaturire per noi la sorgente di ogni benedizione. Per Cristo nostro Signore.

defgh ijk lmnop6qrs tuvw%xyz{&5 g|}~Â&#x20AC;h  N Â&#x201A;Â&#x192;&

2010926

* Preghiera sulle offerte *

Parola del Signore. Lode a te, o Cristo.



  

j



risorgesse dai mortiÂ&#x201D;Âť.

   questo modo lui è consolato, tu invece

 sei in mezzo ai tormenti. Per di piĂš, tra   !" noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono #$ %"# passare da voi, non possono, nĂŠ di lĂŹ $& '()*+ ,-. possono giungere fino a noiÂ&#x201D;. /0123)4!56 E quello replicò: Â&#x201C;Allora, padre, ti prego 789:;<=><? di mandare Lazzaro a casa di mio @<"%ABCD&E padre, perchĂŠ ho cinque fratelli. Li ammonisca severamente, perchĂŠ non FG'(<H7IJKLM vengano anchÂ&#x2019;essi in questo luogo di N<OP&<'(#)* tormentoÂ&#x201D;. Ma Abramo rispose: Â&#x201C;Hanno EFG+QR7STU< Mosè e i Profeti; ascoltino loroÂ&#x201D;. E lui  V!<WXYZ&EF replicò: Â&#x201C;No, padre Abramo, ma se dai G[<'(\]<#NIJ morti qualcuno andrĂ  da loro, si KLM^7STU_` convertirannoÂ&#x201D;. Abramo rispose: Â&#x201C;Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non <"W#ab&c saranno persuasi neanche se uno

2010926

   XXVI domenica del tempo ordinario

Loda il Signore, anima mia.

ôþÜ(áø ÍÚúÂ&#x201E; g&ĂťĂ&#x2013; 146:1bĂź

Salmo responsoriale Sal 145



Parola di Dio. Rendiamo grazie a Dio.

 146:7, 8-9, 9-10

   

gn xiè tin zh





Anno C

Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri sulla montagna di Samaria! Distesi su letti dÂ&#x2019;avorio e sdraiati sui loro divani mangiano gli agnelli del gregge e i vitelli cresciuti nella stalla. Canterellano al suono dellÂ&#x2019;arpa, come Davide improvvisano su strumenti musicali; bevono il vino in larghe coppe e si ungono con gli unguenti piĂš raffinati, ma della rovina di Giuseppe non si preoccupano. Perciò ora andranno in esilio in testa ai deportati e cesserĂ  lÂ&#x2019;orgia dei dissoluti.

Prima lettura



¢$Â&#x201E;gÂł'(´ ¾œÂ&#x2030; ¡¸HšºŸ½žHÂż6 Ă&#x20AC;Ă Ă&#x201A;<Ă&#x192;Ă&#x201E;Ă&#x2026;Ă&#x2020;Â&#x201E; Ă&#x2021;Ă&#x2C6;Ă&#x2030;Ă&#x160;Â&#x201E;Ă&#x2039; Ă&#x152;Ă?UĂ&#x152; Ă&#x17D;Â&#x153;Ă?Ă?UĂ?Ă&#x2018;Ă&#x2019; Ă&#x201C;Ă&#x201D;Ă&#x2022; Ă&#x2013;HĂ&#x2014;Ă&#x2DC;Ă&#x2122;0Ă&#x161;Ă&#x203A;Ă&#x153;Ă? Ă&#x17E;Ă&#x;Ă Â&#x201E;ĂĄâãÂ&#x2030;Â?äR JĂĽĂŚçè#ĂŠÂ&#x160;&6 ¾ê-ĂŤLĂŹĂ­!Â&#x2039;ĂŽĂŻ #Ă°Tùò"-ĂłP&c

O Dio, che riveli la tua onnipotenza soprattutto con la misericordia e il perdono, continua a effondere su di noi la tua grazia, perchĂŠ, camminando verso i beni da te promessi, diventiamo partecipi della felicitĂ  eterna. Per il nostro Signore GesĂš Cristo...

fg Â&#x161;Â&#x203A;Â&#x153;Â?Â&#x17E;Â&#x;Â?  ÂĄ ¢$Â&#x2039;h #£¤oÂĽÂŚ §Â&#x160;U¨h  tŠÂ&#x201C;ÂŞfÂ&#x2014;z{&5  oÂŤÂŹg|}~<Â&#x153;

Ko­Ž¯fg°¹° ²&

Dal libro del profeta Amos (6,1.4-7)

* Colletta *

 

 6:1a,4-7

XXVI domenica del tempo ordinario

  


2010926

   XXVI domenica del tempo ordinario



Anno C

Tu, uomo di Dio, evita queste cose; :9)*( +, fg- + ĂŤ ./ tendi invece alla giustizia, alla pietĂ , alla fede, alla caritĂ , alla pazienza, alla Âľ0 Â&#x2039;Â?ͨh ÂŹ 12 ÂŹ mitezza. Combatti la buona battaglia a 3ÂŹ 3 ÂŹ 45Â&#x153; 67 ĂŤ 8 della fede, cerca di raggiungere la vita 9 / : 7ĂŠa ;O < ĂŤ = eterna alla quale sei stato chiamato e per la quale hai fatto la tua bella > °¹(  ÂŽ6 ?@A m professione di fede davanti a molti 6Š BC  DE ÂĄP Ăş testimoni. OFG && 7Âą`f Davanti a Dio, che dĂ  vita a tutte le g DÂ&#x153; H ä IJ Ă&#x2014;1 BEK ĂşO cose, e a GesĂš Cristo, che ha dato la sua bella testimonianza davanti a Ponzio FG~|} DÂż L  M ĂŤ Pilato, ti ordino di conservare senza N OL # PQR x ST macchia e in modo irreprensibile il U  g|}~  comandamento, fino alla manifestazione del Signore nostro GesĂš ĂŞ( VW  XY Z[   Cristo, che al tempo stabilito sarĂ  a noi ĂŞÂŽ \ {] ¢$T mostrata da Dio, il beato e unico & ²² & ggÂŽ ^ ÂŞ Sovrano, il Re dei re e Signore dei #S# _ `, #S i aÂ&#x2DC;U  signori, il solo che possiede lÂ&#x2019;immortalitĂ  e abita una luce b 7 Z[K "#$ Z[ f inaccessibile: nessuno fra gli uomini lo

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a Timòteo (6,11-16)

Seconda lettura



6:11-16

Egli sostiene lÂ&#x2019;orfano e la vedova, ma sconvolge le vie dei malvagi. Il Signore regna per sempre, il tuo Dio, o Sion, di generazione in generazione.

Ă˝(Â&#x201E;g Â&#x153;  Â&#x201E;g  !  "# &Â&#x201E;g°° $ $ 6% ²+¡¸+ fg &' x(+ôþÜ

 !"#$%&

Il Signore ridona la vista ai ciechi, il Signore rialza chi è caduto, il Signore ama i giusti, il Signore protegge i forestieri.

Il Signore rimane fedele per sempre rende giustizia agli oppressi, dĂ  il pane agli affamati. Il Signore libera i prigionieri.

Ă˝(Â&#x201E;gqr ÂŤ Â&#x201E;g     Â&#x2030;Â&#x201E;g    Â&#x201E;gä  Ă   & ôþÜ

Ă˝(Â&#x201E;g6ĂŹĂž  Â&#x201E; g[   Â&#x201E;gĂŹ @H &ôþÜ

y

n

de

xn lĂ­ng tĂłng zĂ i

yĂş

nĂ­

6 7 8 

beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in

Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. + Dal Vangelo secondo Luca. (16,19-31) Gloria a te, o Signore.

Vangelo

2010926

   XXVI domenica del tempo ordinario



Anno C

X|}ä rst '(´7 In quel tempo, GesĂš disse ai farisei: j 4Â&#x2030; uvwx K yz ÂŤCÂ&#x2019;era un uomo ricco, che indossava { ff |} C ~Ă&#x203A;&  7 vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Â&#x20AC; Â&#x20AC;;123 Â&#x201A; Â&#x2030; Â&#x192;Â&#x201E;  Un povero, di nome Lazzaro, stava alla Ă&#x192;Ă&#x2C6;< Â&#x2026;D&< TÂ&#x2020; n j sua porta, coperto di piaghe, bramoso 4Â&#x2021; Â&#x201E; Â&#x2C6;Â&#x2030;  Â&#x160;Â&#x2039; Â&#x;  Â? Â&#x152; di sfamarsi con quello che cadeva dalla 7Â? % Â&#x17D;< Â&#x192;Â&#x201E;& Â&#x20AC; SP  tavola del ricco; ma erano i cani che f¤< Â? EFG Â?Â&#x2018; V& venivano a leccare le sue piaghe. Un giorno il povero morĂŹ e fu portato j "SPĂŹ Â&#x2019;Â&#x201C; P& dagli angeli accanto ad Abramo. MorĂŹ <Â&#x201D; ABU Â&#x2022;Â&#x2013;  Â&#x2020;  anche il ricco e fu sepolto. Stando negli $$Z[ EFGK< Â?Â&#x2018; U1 inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e 23 Â&#x2014; ;'()*EFG+ vide di lontano Abramo, e Lazzaro S Â? Â&#x2DC; +./0123 Â&#x2122; < accanto a lui. Allora gridando disse: TÂ&#x161;Â&#x203A; Â&#x153;Â?Â&#x17E; %Â&#x;   ÂĄÂ&#x161; Â&#x201C;Padre Abramo, abbi pietĂ  di me e manda Lazzaro a intingere nellÂ&#x2019;acqua la 56 ¢£ U¤¼Œ B&E punta del dito e a bagnarmi la lingua, FG'( § ÂŤ ¨Š @ ` perchĂŠ soffro terribilmente in questa  XÂŞ  ÂŤ ÂŞ ÂŹ P { ? 1 fiammaÂ&#x201D;. 23Â&#x201D;Âł" PÂŹ PB&ĂŞ< Ma Abramo rispose: Â&#x201C;Figlio, ricòrdati V P Âś ­  ? ¨P BP& che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi

5

yuĂ n gung rĂłng gu

 )

zh

. * +  / 0 , - + (123416:19-31

y



Alleluia!

'(' (

)*+ ,-

GesÚ Cristo da ricco che era, si è fatto povero per voi, perchÊ voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà. (2Cor 8,9)

|}~ i Ž j 7ç k P l m O 5 < lm? k6j7&Ýnopq 8:9ß

Canto al Vangelo Alleluia, alleluia!



Parola di Dio. Rendiamo grazie a Dio.

'(' (

   

gn xiè tin zh



g& cd Â&#x153;° $ efg, < + ha mai visto nĂŠ può vederlo. A lui onore e potenza per sempre. Amen. h&


http://www.centroitaliacina.it/wp/wp-content/uploads/2008/12/2010_09_26_xxvidomto_c  

http://www.centroitaliacina.it/wp/wp-content/uploads/2008/12/2010_09_26_xxvidomto_c.pdf

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you