__MAIN_TEXT__

Page 1

Relazione di viaggio

Articolo testimonianza Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

“La felicità ha molte facce. Viaggiare probabilmente è una di queste. Affida i fiori a chi sappia badarvi e incomincia. O ricomincia. Nessun viaggio è definitivo” JOSE’ SARAMAGO

VISITA DI STUDIO Progetto EU’GO in GERMANIA 11 – 15 Giugno 2012


Articolo Testimonianza

di Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

Relazione di viaggio Ho trovato molto interessante il progetto EU’GO sin dal primo incontro organizzato nell’ufficio del Cemea e ho quindi accolto con entusiasmo la proposta di partecipare al viaggio in Germania. Ho dunque affidato non solo i fiori ma anche le verdure del mio orto

urbano, seguendo il consiglio di Josè

Saramago, per recarmi a Postdam presso la Projecthaus. L’incontro con cittadini provenienti da altri Stati Europei (Francia, Spagna, Inghilterra e l’ospitante Germania) è stato stimolante e significativo, superando di gran lunga le aspettative. Sedersi intorno a un tavolo e confrontare le diverse esperienze di orti urbani o giardini condivisi, ha reso possibile una maggior

conoscenza

delle

realtà

sociali

e

urbane

delle

città

coinvolte

nel

progetto.

Uno degli aspetti, a mio parere, più significativi è stato quello di percepire un comune denominatore che anima le iniziative dei cittadini nei confronti del verde urbano e il loro rapporto con l’orticoltura. Infatti le diverse realtà, ad eccezione del parco aristocratico presentato dall’unico inglese presente, rispondono a bisogni comuni condivisi da gruppi o singoli cittadini da un lato spinti dal desiderio di ridare vita a zone degradate o lasciate in stato di abbandono per interessi o piani urabanistici non attuati e dall’altro l’esigenza, in periodo di grave crisi economica, di produrre ortaggi biologici per l’ autoconsumo. Nell’incontro in Germania è emerso con forza un approccio politico/sociale che vede gli orti urbani come luogo d’ incontro e scambio in cui persone eterogenee si improvvisano progettisti, giardinieri, animatori sociali, curano insieme o individualmente il loro piccolo eden promuovendo al contempo attività didattiche e culturali. Trasformando la cura dell’orto o del giardino in occasioni di socialità, d’ inclusione sociale e integrazione delle comunità straniere. Esempi significativi i 2 orti visitati a Berlino : il Ton Steine Garden e l’ Allmende-Kontor. Il primo ha maggiori analogie con la situazione romana e quella dell’orto di Barcellona del quartiere Xino, in quanto si tratta di area urbana residuale, occupata da cittadini e autogestita con coltivazioni in terra.

VISITA DI STUDIO Progetto EU’GO in GERMANIA 11 – 15 Giugno 2012


Articolo Testimonianza

di Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

Il secondo ha rappresentato l’esperienza più sorprendente : orti inediti e precari ma dotati di una forza creativa dirompente. Collocati nell’area dell’ aeroporto di Berlino ovest, occupano una piccola porzione del campo e dietro il compenso di un contributo annuo, danno la possibilità agli abitanti del quartiere di dar libero sfogo alla passione per il giardinaggio e offrono occasioni di socialità. Dal momento che in un prossimo futuro si prevede un grosso intervento urbanistico ed edificatorio, il limite imposto di non coltivare in terra, ha stimolato la fantasia, rendendo particolarmente originali e vernacolari questi piccoli orti, espressione di una natura domestica e quotidiana che rivendica un’estetica autonoma, frutto di una libertà creativa assoluta.

Molto interessante è stata anche la visita al Prinzessinengarten, in cui un piccolo gruppo di cittadini occupa un lotto nel centro di Berlino, salvandolo da speculazioni edilizie, coltivando ortaggi bio in ogni sorta di contenitori e promuovendo la vendita a km 0. Per quanto riguarda l’ esperienza a Postdam, oltre al giardino della Projecthaus, in cui si sperimentano coltivazioni, la visita al giardino creato accanto ad una scuola, riprendendo la tradizione viva all’Est, ci ha colmati di gioia per la presenza dei bambini e per l’ accoglienza che ci è stata riservata in un angolo di paradiso. Aspetto rilevante è stato constatare come la permacultura si stia diffondendo seguendo modi e rapporti che variano in base alle situazioni specifiche e soprattutto al rapporto cittadini e autorità politiche e amministrative locali. La Spagna e l’Italia presentano delle analogie nel difficile rapporto tra la cittadinanza attiva e le istituzioni, spesso sorde e indifferenti alle esigenze dei cittadini, mentre si ha l’impressione che si arrivi più facilmente ad accordi soddisfacenti negli altri Paesi.

VISITA DI STUDIO Progetto EU’GO in GERMANIA 11 – 15 Giugno 2012


Articolo Testimonianza

di Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

Per quanto riguarda l’organizzazione del viaggio, non posso che complimentarmi con il Cemea, che ha ben organizzato gli incontri pre e post visita e ringraziare Ilenia per la dedizione al progetto, il suo entusiasmo e la sua competenza. E’ stata una meravigliosa compagna che ha facilitato l’interazione con la sua presenza di spirito e simpatia. Pienamente soddisfacente è stata anche l’accoglienza alla Projecthaus, che disponendo di un magnifico spazio aperto ci ha consentito di alternare relax ed impegno, dandoci la possibilità di prolungare, oltre i tempi stabiliti dal programma, i momenti di condivisione. Unico punto debole è stata la scelta dell’hotel, bello ma lontanissimo dalla Projecthaus. Questo ha comportato lunghi tempi di percorrenza sul pubblico trasporto, accorciando lo spazio per la condivisione e la presentazione delle rispettive realtà, presentate frettolosamente e senza dare la possibilità di un dibattito. Ho un’altra osservazione che riguarda i partecipanti: ho trovato carente la presenza inglese che ha inviato solo una persona e così pure quella francese che ha inviato una coppia proveniente dallo stesso orto di Marsiglia. Queste ultime annotazioni non hanno comunque inficiato l’ottimo risultato e la piena soddisfazione derivante dal viaggio. In conclusione credo che, se gli obiettivi dei progetti finanziati dalla Commissione Europea, oltre a promuovere l’apprendimento e la condivisione delle esperienze, mirano a facilitare i rapporti e la conoscenza tra cittadini delle diverse nazioni europee, questo viaggio ha raggiunto i suoi scopi.

Maria Antonietta Cossu, Giugno 2012

VISITA DI STUDIO Progetto EU’GO in GERMANIA 11 – 15 Giugno 2012

Profile for CEMEA CEMEA

Relazione di viaggio  

Articolo Visita di Studio Germania, Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

Relazione di viaggio  

Articolo Visita di Studio Germania, Maria Antonietta Cossu, Orto urbano Amici della Terra

Advertisement