Page 13

La mobilità elettrica è la grande scommessa dell’industria dell’automobile Nel 2018, secondo i dati di EV Volumes, il mercato globale dei veicoli elettrici (tra ibridi plug-in e full electric) ha registrato un vero e proprio boom in termini di vendite, con un aumento del 61% sull’anno precedente. In termini di volumi si parla del 2,2% del totale immatricolato, pari a circa 2,1 milioni di autoveicoli su scala globale. Anche se dovranno passare ancora molti anni per una diffusione su larga scala, il trend sembra segnato. I punti di ricarica stanno gradualmente crescendo, l’autonomia dei veicoli elettrici in termini di percorrenza chilometrici è sempre più elevata ed anche l’offerta delle case auto ha già raggiunto ad oggi livelli molto interessanti. Dove va, invece, il mondo dell’autoriparazione? Quale destino legherà le auto elettriche con il mondo dell’aftermarket? Secondo alcuni analisti, con la diffusione sempre maggiore di questo tipo di veicoli il settore dell’autoriparazione subirà un effetto importante: si stima infatti che le auto elettriche richiederanno un terzo degli interventi rispetto a un’auto tradizionale. Questo perché, per la sua conformazione, un’auto elettrica ha meno componenti rispetto a un’auto con motore termico e, inoltre, non prevede la sostituzione di candele, iniettori, filtri dell’aria, del combustibile e dell’olio lubrificante. Meno

interventi, quindi, che si traducono in meno introiti per le officine. Tuttavia, su questo punto è importante fare un’importante precisazione. Spesso si dimentica che, oltre alle batterie e alle componenti tipiche dei veicoli elettrici, sicuramente uno degli elementi più importanti di un’auto elettrica è il software e lo sarà sempre di più in futuro con l’evoluzione delle tecnologie legate alla connettività e alla guida autonoma. La diffusione di queste auto avrà un forte impatto sul business del settore dell’autoriparazione. L’assistenza sarà in grado di essere sempre più efficace grazie alla grande quantità di dati che saranno sempre più disponibili a bordo delle auto e alle analisi che verranno fatte da algoritmi sempre più sofisticati. Da questo punto di vista, allora, l’auto elettrica può essere considerata una grande opportunità di crescita per l’assistenza del futuro.

MTA annuncia la collaborazione con e.GO Mobile L’accordo di collaborazione tra MTA e il costruttore tedesco di veicoli elettrici riguarda la fornitura del quadro di bordo Smart, della sua gamma di prodotti elettronici customizzabili, che verrà utilizzato per la nuova e.GO Life, una city car elettrica a 4 posti offerta in tre differenti versioni della batteria. Il quadro di bordo Smart per e.GO Life si presenta come uno strumento compatto dalle linee squadrate e moderne che si distingue per il TFT a colori da 4,3”, con grafiche personalizzate e spie tipiche della guida elettrica. Il TFT è realizzato con una sofisticata tecnologia produttiva ed è incollato al vetro minerale tramite un processo di optical bonding. Entrambe le caratteristiche assicurano la visibilità in ogni condizione di luce solare, anche intensa. Smart è in grado di visualizzare immagini con dettaglio e profondità grazie al potente microprocessore, capace di supportare grafiche 2,5 D simili a quelle dei moderni smartphone. Smart è stato fornito con un software di base poi implementato dagli ingegneri di e.GO Mobile grazie ai tool proprietari di MTA: MTA Studio, un software che consente agli OEM di personalizzare quadri di bordo, display e centraline elettroniche e MTA Gate , un tool specifico per impieghi sul fine linea dell’assemblaggio vettura.

13

Profile for E.T. Edizioni Tecniche SRL

MARKET ROAD N. 156  

MARKET ROAD N. 156  

Profile for ceisrl