Page 1

R

ati scopri i d s tic y anal google ortale p del nostro

SETTEMBRE 2017

0 200x

d SUPER Recor si s di acce eb al Sito W

30 ANNI CON LE FERRAMENTA

CEI Srl - P.zza S. Camillo De Lellis, 1 - 20124 Milano - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB MI - N. 244/2017

Copia venduta solo in abbonamento www.ferramenta2000.net

100% MADE IN ITALY dal 1912

MUSTAD S.p.A. Balangero/Pinerolo (TO) - Tel. 0123.346625 www.mustad.it - commercio@mustad.it


PIÙ FORTE DI SEMPRE

Ambrovit è l’azienda leader in Europa nel commercio di viti e bulloni

44.000

24/48

6

100%

pallets pronti per essere spediti; Ambrovit dispone della più ampia gamma di viti nel mercato europeo.

h è il tempo di spedizione della merce in tutta Europa dal momento dell’ordine a quello di consegna.

certificazioni che garantiscono la qualità dei prodotti e dei processi produttivi.

total supply. La totale disponibilità offerta al cliente è un valore aggiunto al rapporto cliente/fornitore.

Trova tutti i nostri prodotti su www.catalog.ambrovit.it

Via Giulio Natta, 29, 27026 Garlasco (PV) Italy Tel +39.0382.810280 Fax +39.0382.810700 email info@ambrovit.it web www.ambrovit.it


ETA

SEISMIC

ETA

ETAG 001 Part 5

ETA

ETAG 001 Part 5

OPTION 1

OPTION 7

ETA

info@blumorgana.it

UF

MAN

IN

CE

93 19

ETA

ETAG 001 TR023

REBAR

ETAG 029

MASONRY

9

02

TR

ETAG 001 Part 5 OPTION 7

ETA - 15/0708

STYRENE FREE CLP Classification

ONG

ETA

ETAG 001 Annex E

RESIN MADE IN

S

L’UNICO PRODUTTORE ITALIANO DI ANCORANTI CHIMICI

TUR E D BY BO

SS

MAde in itAly

AC

FIRE

RESISTANCE R120 EOTA - TR 020

EPOXY21 1937

V-PLUS 2017

sistemi di fissaggio

w w w . b o s s o n g . c o m

VINIL

POLY-SF 1962

®

2017

BOSSONG S.p.A. Sistemi di Fissaggio Zona Industriale 2 - Via E. Fermi, 49/51 24050 GRASSOBBIO (Bergamo) Italy Tel +39 035 3846 011 - Fax +39 035 3846 012 info@bossong.com


2000

SOMMARIO

settembre

2017

2000

Rubriche e servizi

DOSSIER n VITI E BULLONI

Una vite nOn è

sOltantO Una vite

9 Editoriale

Banalizzare un prodotto come la vite e il bullone è sicuramente un errore. E per molte ragioni. Non solo si tratta di un componente chiave utilizzato in un grande numero di settori industriali, dall’automotive, alla carpenteria per arrivare ai serramenti e alla produzione di elettrodomestici, ma il livello qualitativo medio espresso dai produttori del comparto è sempre più elevato

34

10 Notizie in breve

Dossier viti e bulloni

70 Mercato della ferramenta

34

74 La parola al rivenditore 2000

76 Safety nella ferramenta

SCENARI n

Gli italiani e la casa Le opportunità per il mercato

80 Elettrico nella ferramenta 83 Almanacco 2017

La quarta edizione dell’Osservatorio sulla casa realizzato da Doxa e ideato da Leroy Merlin offre un quadro dei miglioramenti che gli italiani vorrebbero per potersi dichiarare davvero soddisfatti delle proprie abitazioni. Riuscire a rispondere a queste esigenze è la sfida che si pone alle aziende che operano nel settore Solo un italiano su quattro si dichiara completamente sod-

offrire agli addetti ai lavori informazioni su tendenze e caratte-

disfatto della casa in cui vive. In testa all’elenco delle cau-

ristiche della casa del futuro, secondo le aspettative dei loro

se di insoddisfazione lamentate dagli altri figurano lo scarso

abitanti. A ideare l’iniziativa è stato Leroy Merlin che quest’an-

isolamento, i costi eccessivi del riscaldamento o la scarsa

no per la prima volta è stato affiancato da Saint Gobain in

qualità delle finiture. Riuscire a intercettare queste esigenze

omaggio a un’impostazione che mira a coinvolgere un sem-

rappresenta un’opportunità per gli addetti ai lavori, a patto

pre maggior numero di player attivi nel mondo dell’abitare.

però di saper anche promuovere una più diffusa conoscenza delle soluzioni disponibili. Questo in estrema sintesi lo scena-

Il contesto abitativo

rio e le considerazioni che emergono dall’analisi dei risultati

La ricerca offre innanzitutto una conferma: l’Italia è un pae-

contenuti nella quarta edizione dell’Osservatorio della casa,

se di proprietari, che pur di acquistare la propria abitazione

l’indagine Doxa che si propone l’obiettivo di monitorare gli

sono disposti a sottoscrivere un mutuo (lo si fa nel 60%

stili abitativi degli italiani per fotografarne lo stato dell’arte e

dei casi.) Ben l’82% degli italiani è proprietario della casa

46 Osservatorio casa

46

2000

ANNIVERSARI n

Bossong

55 anni all’insegna della qualità e dell’innovazione

Da quando l’ha rilevata nel 1962 la famiglia Taddei è stata costantemente impegnata nel promuovere la crescita dell’azienda. Il risultato è che oggi Bossong offre una delle più vaste gamme di soluzioni di fissaggio nel mondo ed è una realtà che punta ad accrescere la propria dimensione internazionale restando fortemente ancorata al mercato italiano

Anche negli anni più bui della crisi, Michele e Andrea Tad-

La famiglia Taddei ha acquisito Bossong dal fondatore nel 1962.

dei, rispettivamente direttore commerciale e amministratore

Quali sono state le tappe fondamentali di questi 55 anni di storia?

delegato dell’azienda di Grassobbio (Bg) non hanno mai

In primo luogo ci sembra giusto sottolineare che l’acquisto di

smesso di credere nell’innovazione come motore di sviluppo

Bossong Gmbh da parte della nostra famiglia è stata una del-

decidendo di investire su una riorganizzazione dell’azienda,

le rare eccezioni, uno dei pochi casi che vedono una realtà

sull’aggiornamento dei processi produttivi e, naturalmente,

italiana acquistare un’azienda tedesca.

su un continuo affinamento e ampliamento della gamma. Il

I primi passi in questo mercato sono stati principalmente

risultato? Un fatturato in forte crescita e un brand che presso

lo sviluppo nel mercato del fissaggio con la promozione di

gli addetti ai lavori è sinonimo di professionalità, affidabilità,

ancoranti meccanici strutturali, presentando sul mercato sia

sicurezza e tecnica. Di questo e di molto altro abbiamo parla-

una gamma di nostra produzione sia quella omologata tede-

to nell’ambito dell’intervista che segue.

sca dei brand Read Head, prima, e MKT poi.

56

56 Anniversari Bossong

2000

DOSSIER n CASSETTE PORTAUTENSILI

Le moLte quaLità di un prodotto “apparentemente” sempLice Sono davvero molti i requisiti che devono essere soddisfatti dalle cassette portautensili per essere all’altezza delle esigenze degli utenti professionali ma anche degli hobbisti e degli amanti del fai da te: avere un design ergonomico, essere sicure e leggere, ma anche resistenti e, va da sé, concepite per agevolare l’attività di chi le utilizza

Un mercato maturo e un prodotto che, a

che riguardano le caratteristiche del

Sarebbe però un errore pensare che il

prima vista, può apparire molto sempli-

prodotto che deve essere ergonomico,

target dei privati, costituito essenzial-

ce. Questa la fotografia che a un primo

sicuro, leggero ma resistente, adatto

mente da hobbisti e amanti del Fai da

sguardo sembra offrire la categoria dei

al trasporto di utensili di grandi dimen-

Te, sia meno esigente.

contenitori portautensili. Ma basta an-

sioni e, contemporaneamente, di quelli

dare appena un po’ oltre la superficie

piccoli. E non potrebbe essere diversa-

Le nuove proposte dei produttori

per capire che non sono poche le sfide

mente visto che il riferimento principe è

Le aziende che operano in questo set-

che si propongono alle aziende attive

quello del mondo dei professionisti che

tore continuano a innovare la gamma

in questo segmento di mercato. Sfide

di questi oggetti fa un uso intensivo.

offerta in modo da riuscire a coprire un

60 Speciale cassette portautensili

60

2000

OSSERVATORIO PERMANENTE

Lazio

L’OSSERVATORIO PERMANENTE incentra la propria analisi sull’osservazione del tessuto imprenditoriale e distributivo regionale, con una particolare attenzione alle nuove tendenze, all’andamento dei fatturati, ai problemi e alle possibili soluzioni, ad eccellenza, armonia e creazione di valore aggiunto. Fonte privilegiata resta la voce diretta delle aziende a fondamento del settore, distinguendo fra imprese produttrici, distributive e commerciali, dettaglianti, grossisti e GDS. L’obiettivo è offrire una fotografia rappresentativa di tutta la filiera. Lo scenario di base - Scenario economico - Le istituzioni Il sistema imprenditoriale - Schede aziende I grossisti

pag. pag. 51 pag. pag.56

Lo scenario dei rivenditori

La GDS - Scenario di riferimento - Schede società/insegne

4

pag. 50

pag. 55

- Analisi della distrib. provinc. degli esercizi al dettaglio in sede fissa - Schede dettaglianti

86

pag. pag. 49

- Scenario di riferimento - Schede grossisti

pag. pag. 57 pag. 60 pag. pag. 62 pag. 63

86 Osservatorio Lazio


CR18DBL SEGHETTO FRONTALE

W E N Capacità taglio legno / acciaio 120 / 19 mm Capacità taglio tubi acciaio Ø 130 mm (5”) Lunghezza corsa lama 32 mm Velocità a vuoto 0 ~ 2.500 corse/min Dati batterie compatibili 18 V slide a litio Peso (con batteria 6 Ah) 3,4 kg

Velocità di taglio TUBO IN ACCIAIO

CR18DBL

LEGNO

10,6 sec.

CR18DSL

60 %

PIU’ VELOCE

CR18DBL

6,2 sec.

CR18DSL

17 sec.

TAGLIA IN META’ TEMPO 13,3 sec.

Tubo in acciaio Ø 48 mm

Legname SPF 2 x 10

Velocità variabile elettronicamente Il pulsante permette di regolare la velocità scegliendo tra 4 regolazioni

Modalità Low

0 ~ 1.600 corse/min

Modalità Medium

0 ~ 2.300 corse/min

Modalità High

0 ~ 2.500 corse/min

AUTO MODE

0 ~ 1.600 corse/min (con carico pesante)

0 ~ 2.500 corse/min (con carico leggero)

Seguici sui nostri canali:

AUTO MODE A seconda dell’applicazione la velocità si adatta automaticamente, diminuisce il numero di corse della lama quando il carico di lavoro è leggero, se il carico di lavoro diventa più pesante la velocità aumenta automaticamente, assicurando le massime prestazioni. La modalità automatica garantisce un minor consumo di batteria, una bassa rumorosità e ridotte vibrazioni.

PANNELLO DI CONTROLLO 1 Selettore della velocità

1

3

2

Indicatore della carica 2 residua della batteria 3 Modalità Auto-Mode

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL PRODOTTO VISITA IL NOSTRO SITO WEB: www.hitachi-powertools.it


2000

settembre

COLOPHON

2017

C.E.I.Srl

Tel. 02/66984880 - Fax 02/67493557 e-mail: hoga@hogaitalia.com n Direttore Responsabile Sergio Galimberti n Condirettore Camilla Galimberti - camilla.galimberti@hogaitalia.com n Collaboratori Giovanni Carlini, Antonio Rana, Marilena Del Fatti Simona Zin, Agent321, Confcommercio n Comitato di redazione Giovanni Bellitti, Maurizio Benini, Dario Casiraghi, Ezio Chies, Marco Fabrizio n Impaginazione Laura Longoni

In ricordo di Sergio Granati

Il nostro amico e collaboratore Sergio Granati ci ha lasciati. Il caro amico Sergio con cui ho diviso buona parte della mia vita è stato fedele a sè stesso nella malattia come nella salute. La serenità e il sorriso lo hanno accompagnato fino all’ultimo. Chi ha avuto il piacere di conoscerlo nel lavoro e nella vita privata ha riconosciuto il valore di onestà e schiettezza fiduciosa che ha fatto della sua vita un esempio di altruismo e generosità. In noi tutti, nella redazione e nei collaboratori è ancora oggi vivo il ricordo del suo modo di essere gentile, altruista, disponibile con tutti. Noi ti dobbiamo molto, Sergio. Ci hai insegnato come si lavora e si vive in armonia con il prossimo. Grazie e ancora grazie per essere stato con noi Il Direttore

n Stampa AGF SpA

Le aziende della ferramenta che conta

n Ufficio traffico e pubblicità web Tel. 02-66988424 n Promozione e Sviluppo Sara Masi n Consulenti per la pubblicità Concetta Patané - concetta.patane@hogaitalia.com n Servizio abbonamenti Tel. 02-66988424

I numeri del nostro sito

n Abbonamento per anno 2017 Abbonamento promozionale per i punti vendita: 15,62 euro + 22,38 euro per le spese postali = 38 euro

Abbonamento per aziende: 28,62 euro + 22,38 euro per le spese postali = 51 euro

C/C postale n. 21059209 Resto Europa 94 Euro Altri Continenti 94 Euro + spese di spedizione del Paese di competenza Costo di copertina 1,42 Euro

n Abbonamenti annui Italia Scala sconti: per raggruppamenti di abbonamenti 1000-2000-4000-8000 e oltre. Sconto incondizionato da trattarsi con ufficio abbonamenti.

ferramenta2000.net

VAI AL RAPPORTO

All Web Site Data Panoramica del pubblico

01 ago 2017 - 20 set 2017

Tutti gli utenti

100,00% Sessioni

Panoramica

Sessioni 500

n Aut. Trib. di Milano n. 32 del 18.1.1992 250

n Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (com n° 46) art. 1, comma 1, DCB MI Manoscritti e foto non si restituiscono

8 ago

15 ago

22 ago

29 ago

5 set

12 set

New Visitor

n Concessionaria per la pubblicità: CEI s.r.l. Piazza S. Camillo De Lellis, 1 20124 Milano Tel. 02/66984880 Fax 02/67493557

Sessioni

Utenti

Visualizzazioni di pagina

11.300

10.222

29.200

Pagine/sessione

Durata sessione media

Frequenza di rimbalzo

2,58

00:01:27

64,19%

Returning Visitor

13%

87%

% nuove sessioni

86,92%

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati di uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso il Servizio Cortesia, ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D.Lgs 196/03. - Piazza S. Camillo De Lellis, 1 - Milano - Tel. 02/66984880 - Fax 02/6705538 Lingua

n Garanzia di riservatezza per gli abbonati L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità

di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: CEI - Responsabile Dati - P.za S. Camillo De Lellis, 1-20124 Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (legge 675/96 tutela dati personali).

Diritti riservati, copy rivista Ferramenta FC2000

Sessioni

1. it

6.344

2. it-it

4.118

3. en-us 4. fr

@2000Ferramenta

3,38%

45

0,40%

41

0,36%

32

0,28%

7. en-gb

29

0,26%

8. fr-fr

27

0,24%

9. zh-cn

23

0,20%

10. ru

21

0,19%

© 2017 Google

6

382

5. es

Organo ufficiale dell’Unione distributori italiani bulloneria

Ferramenta 2000 Magazine e Portale

56,14% 36,44%

6. de

La rivista interattiva è sfogliabile al sito www.ferramenta2000.net

seguici su

% Sessioni

Euroimpianti Firenze è partner di Ferramenta2000


7


Sorridi

La fiducia è il cuore pulsante di ogni nostra azione

SEDE: Via Villetta Strà, 12 -13881, Cavaglià (BI) Tel. 0161 96044 - Fax 0161 966770 vendite@machieraldo.it

TAKE&CARRY: Via San Quirico, 139/R -16163, Genova Tel. 010 8593533/8593733 - Fax 010 8593491 genova@machieraldo.it

www.machieraldo.it


2000

EDITORIALE n

Almanacco 2017, si replica e si migliora

Innanzitutto è d’obbligo una precisazione: il Titolo “Almanacco” non rispecchia interamente il contenuto della pubblicazione che entro fine anno arriverà sulle scrivanie degli operatori del settore della ferramenta. Un contenuto che è molto più articolato, complesso e dettagliato, tanto che sarebbe forse più adatto parlare di un Annuario, nel senso etimologico del termiCamilla Francesca Galimberti ne. Tuttavia, essendo l’edizione 2017 in un certo senso ibrida, Il direttore si è scelto di optare per il termine più popolare di Almanacco.

Questa parola di origine araba veniva utilizzata per definire una pubblicazione annuale dove, tra l’altro, si collegavano gli eventi, le manifestazioni e le fiere popolari alle stelle e ai loro cicli gallatici. Per i suoi contenuti, anche il nostro Almanacco ha una validità di almeno 12 mesi, in quanto affianca ai dati anagrafici delle più rappresentative società del settore, anche una serie di analisi, dati statistici e informazioni relativi a questo mercato, ai singoli operatori e ad aspetti salienti delle singole aziende strutturati e organizzati in modo da facilitarne la lettura. E proprio grazie a questa impostazione l’Almanacco a cui sta lavorando la nostra casa editrice proporrà per la prima volta una fotografia, una rappresentazione quantitativa del mondo della Ferramenta, del Fai da Te e del Giardinaggio che, siamo sicuri, non mancherà di suscitare l’interesse degli addetti ai lavori per i quali sarà un utile strumento di lavoro e un alleato nello sforzo di sviluppare continuamente il proprio business. Nel ringraziare tutte le aziende che hanno scelto di collaborare fin dal primo momento a questa pubblicazione mettendo a disposizione della nostra Redazione tutte le informazioni richieste, questa Direzione annuncia che, a partire da quest’anno, l’Almanacco sarà riproposto ogni anno. Ovviamente, ogni edizione verrà continuamente arricchita con nuove sezioni e dati sempre più specifici in modo da offrire sempre nuove chiavi di lettura del settore e dei suoi player. Per la nostra Casa Editrice sarà un fiore all’occhiello da veicolare, oltre che nei normali canali distributivi, anche nelle fere nazionali e internazionali che ci vedranno presenti. E un modo per confermare l’impegno a essere sempre più propositivi ed attivi. Perché, ci facciamo in quattro per le ferramenta dalla A (di almanacco ) alla … V di vendere!

9


2000

NOTIZIE n In breve

Obi unione tra natura e design Questo il titolo del progetto presentato da Obi Italia lo scorso 12 settembre a Bergamo Alta in occasione della manifestazione “I Maestri del Paesaggio”. Dal 7 al 24 settembre Piazza Mascheroni a Bergamo Alta si trasformerà in un giardino elegante e di tendenza dove sperimentare un percorso sensoriale alternato ad aree di relax, proprio grazie al progetto ideato e realizzato da Obi Italia, che è tra i main sponsor della kermesse dedicata al paesaggio e alle espressioni più interessanti di landscaping internazionale, Il progetto paesaggistico realizzato da Obi è in linea con il tema dell’evento Cool Landscape e presenta tre diversi giardini. Ad accomunare ciascuna ambientazione sono le graminacee diffuse in tutta Italia che conferiscono un senso di movimento e accompagnano il visitatore lungo tutto il percorso principale e il verde che è il colore predominante e simboleggia l’equilibrio tra natura e design urbano. Si dirama, infatti, dal percorso principale e culmina nell’incontro con le pareti su cui si arrampica. Le tre ambientazioni sono caratterizzate da spazi vegetazionali diversi ma connessi tra loro grazie alle piante e vedono l’inserimento di un’ampia gamma di prodotti disponibili nei punti vendita Obi, dall’arredo esterno alle pavimentazioni in legno fino ai punti luce posizionati attorno alle diverse ambientazioni per conferire un’atmosfera estremamente piacevole. Delle tre aree, il Giardino Mediterraneo celebra l’essenza e gli aromi caratteristici dell’Italia Meridionale e ospita 15 specie diverse. Nella seconda area è stato allestito il Giardino

10


all’Italiana, che si richiama a una prospettiva di rigore e alla geometria delle forme delle aiuole ornamentali, tipiche delle ville sparse su tutto il territorio ed in particolare nell’Italia Centrale. Oltre al bosso sono presenti altre 5 specie vegetali. Conclude il percorso l’area dedicata al Giardino Romantico caratterizzata dalla presenza di un pozzo che è metafora dell’elemento acqua e della vita stessa e da ben 24 specie. Complessivamente l’allestimento realizzato dalla multinazionale tedesca occupa una superficie di circa 230 mq.

SOLIDE FONDAMENTA PER LA TUA FERRAMENTA RICHIEDI I CATALOGHI AL TUO AGENTE DI ZONA.

S.R. 307 del Santo, 110 35010 Cadoneghe (Padova) tel . 049.8873838 - fax 049.8873796 vendite@mistraltools.it - www.mistraltools.it Dal Professionale al Fai da te. Un passo lungo 3011 anni.


2000

NOTIZIE n In breve Ha aperto a Camporosso il sesto Brico Io in Liguria

Lo scorso 7 settembre Brico io ha inaugurato il nuovo punto vendita di Camporosso ( Im) che si sviluppa su 1500 metri quadrati e si trova in una zona industriale dove sono presenti altri megastore e supermercati. Salgono così a 68 i punti vendita diretti aperti dall’insegna sul territorio nazionale. Parallelamente continua la ristrutturazione degli store già attivi, diretti e in affiliazione, per adeguare layout e veste grafica sul percorso che il gruppo ha avviato nel 2015. Il nuovo Brico Io è adiacente al punto vendita Trony, con il quale condivide lo stabile di via Turistica 3, e dispone di un ampio parcheggio gratuito. Già nella hall antistante l’ingresso al negozio, attraverso le grandi vetrate sulla destra, si può lanciare un’occhiata all’offerta dell’Outlet del Kasalingo, lo shop-in-shop con tante proposte originali e intelligenti per la casa e la cucina a prezzi scontati che è ormai diventato una caratteristica di gran parte dei punti vendita dell’insegna. Percorrendo il corridoio centrale si incontrano i 16 diversi reparti: ferramenta, utensileria elettrica e manuale, accessori auto, decorazione, scaffali, casa e bagno, vernici, legno e giardinaggio, elettricità e illuminazione, ancora colle e piccola edilizia. Complessivamente sono oltre 20.000 le referenze proposte dall’assortimento. Completa anche l’offerta dei servizi: taglio legno su misura; vendita a metro di tovagliati, corde, cavi; tintometro; targhe e duplicazione chiavi. I 16 addetti presenti nel punto vendita sono a disposizione dei clienti per fornire consigli, consulenze e preventivi gratuiti. Il negozio di Camporosso è anche abilitato come punto di ritiro per gli acquisti effettuati sul sito www.bricoio.it e partecipa alla raccolta punti per i soci Coop, ai quali tutti i mercoledì è riservato uno sconto del 10% sugli acquisti. Il

12

volantino dedicato all’apertura ha proposto una selezione di articoli acquistabili Sotto Costo fino al 16 settembre, oltre a più di 100 articoli a prezzi speciali d’inaugurazione. Infine, fino al 24 settembre per ogni acquisto effettuato e indipendentemente dall’importo, verrà emesso un secondo scontrino con uno sconto di 20 euro utilizzabile dal 25 settembre al 1 ottobre su una spesa minima di 60 euro.


INFINITE SOLUZIONI PER RISULTATI SORPRENDENTI

Alpina. Emozioni a colori. alpina-colori.it

13


2000

NOTIZIE n In breve Betafence partner del Politecnico di Milano per il Master in Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive Il Master in Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive del Politecnico di Milano nasce come risposta alla domanda di figure professionali specializzate capaci di rispondere alla domanda crescente di interventi di riqualificazione e adeguamento degli impianti sportivi anche e soprattutto dal punto di vista della sicurezza affrontando con competenza le complessità del processo decisionale e manageriale di progettazione e valorizzazione delle infrastrutture sportive, sia nuove che già esistenti, in integrazione con il territorio. Il Master di II Livello in Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive vede il prestigioso ateneo milanese collaborare con enti di riferimento del settore (Coni Servizi SpA, Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), Istituto per il Credito Sportivo (ICS), Lega Serie A e COoni Regione Lombardia), ma anche con partner commerciali di alto profilo, specializzati nella proposta di soluzioni per l’impiantistica sportiva. Tra questi si distingue Betafence, azienda leader nella sicurezza sportiva, con soluzioni di recinzione innovative brevettate in Italia, perfettamente rispondenti a tutte le norme vigenti in materia. Impegnata costantemente nella diffusione di una cultura specifica sulla recinzione, soprattutto attraverso partnership qualificate con referenti di spicco, quali enti naziona-

14

li, università ed ordini professionali, Betafence partecipa in qualità di sponsor tecnico dell’iniziativa. Grazie all’intervento dell’azienda, gli studenti avranno la possibilità di conoscere da vicino lo scenario legislativo di riferimento, i criteri di progettazione e le conseguenti caratteristiche tecniche che devono presentare le recinzioni utilizzate all’esterno ed all’interno di stadi, impianti e campi sportivi di vario livello. Il tutto supportato da una documentazione ricca e articolata di esempi d’installazione e case studies. Betafence ha, infatti, curato numerosi progetti nell’ambito della messa in sicurezza di impianti sportivi: dagli stadi di Serie A (es. Juventus Stadium, Olimpico di Roma, San Siro di Milano), e B fino alle leghe minori. Il Master, della durata di un anno, partirà ad ottobre e si rivolge a laureati in architettura, ingegneria, design e discipline affini, in possesso della Laurea specialistica e/o Magistrale.


15


2000

NOTIZIE n In breve Il Catas entra nell’elenco ufficiale Epa Lo scorso 12 luglio Catas è stato ufficialmente ammesso nella lista dei TPC-Third Party Certifier (http://bit. ly/2tPug3K) riconosciuti da Epa (Environment Protection Agency), l’agenzia americana che ha fra i propri compiti anche i controlli e le certificazioni in materia di emissioni di formaldeide dei pannelli. Nel darne la notizia, il laboratorio sottolinea che questo atto ribadisce e ufficializza una realtà consolidata, in quanto Catas era già stato riconosciuto come laboratorio autorizzato dal momento che Epa, di fatto, ha semplicemente esteso a tutto il territorio nazionale gli standard in vigore in California dal 2009 ed emanati dal Carb (California Air Resources Board), l’ente che a suo tempo aveva ammesso il laboratorio friulano fra i 43 al mondo in grado di certificare tali emissioni. Nell’esprimere la propria soddisfazione per quello che considera un riconoscimento della propria competenza e credibilità Catas ricorda che dal prossimo dicembre produttori,

importatori, distributori e trasformatori di pannelli dovranno rispettare limiti ben precisi se vorranno operare in territorio statunitense: 0,05 parti per milione (ppm) per i pannelli di compensato; 0,09 ppm per i pannelli di particelle; 0,11 ppm per i pannelli Mdf e 0,13 ppm per i pannelli Mdf sottili (fino a 8 millimetri). Inoltre, il “Formaldehyde Standards for Composite Wood Products Act” aggiunge qualche novità allo standard californiano: riguarderà, ad esempio, anche i pannelli impiallacciati, che dovranno rispettare i limiti definiti per i compensati in base alla tipologia di adesivo utilizzata per incollare il rivestimento.

Terna e Assa Abloy siglano

Targa per Cvm da Confindustria di Vicenza

un importante accordo commerciale

50 anni di iscrizione sono un traguardo che va sicuramente celebrato. Un punto di vista evidentemente condiviso anche da Confindustria Vicenza che,per celebrare questo importante traguardo, ha conferito una targa alla Cvm srl di Arcugnano, in provincia di Vicenza. L’azienda è presente sul mercato dal 1966 come produttrice di articoli religiosi e souvenirs in plastica. Nel 1974, divenuta SrL, ha convertito la produzione in articoli per la segnaletica stradale (sempre in plastica) e oggi è leader nel mercato europeo, con un tasso di crescita per il 2017 del 12%. “Questo risultato va condiviso con tutti i collaboratori di Cvm SrL”, ha affermato Andrea Segalla, general manager dell’azienda, prima di rilanciare “adesso il prossimo obiettivo è quello di raggiungere i 100 anni di iscrizione”.

Più che un punto di arrivo, l’accordo siglato tra Il Consorzio Terna e Assa Abloy sembra essere il primo passo di una collaborazione che in prospettiva dovrebbe portare a nuovi sviluppi. Questo almeno è quanto si può cogliere dalle dichiarazioni rilasciate dalle due parti. L’accordo commerciale siglato dal Consorzio Terna attraverso i suoi soci Capaldo/ Fraschetti/Viglietta e Assa Abloy, leader globale non solo ha durata pluriennale, ma, come si sottolinea nel comunicato congiunto,pone le basi per uno sviluppo non solo commerciale ma di crescita e di nuovo approccio moderno al mondo che entrambi rappresentano. Aziende leader che credono nella collaborazione per portare al consumatore finale, attraverso la filiera lunga, sempre più informazioni ma soprattutto nuove tecnologie che attraverso la formazione aiuteranno lo sviluppo di un settore fondamentale come quello della sicurezza. Franco Fraschetti, Presidente di Terna ha sottolineato che “per noi questo accordo rappresenta una pietra miliare in questo specifico mondo, un punto di partenza per poter sempre di più fortificare non solo la relazione con un importante fornitore come Assa Abloy, ma portare ed apportare supporto alla crescita di un importante segmento nell’ambito della nostra proposta merceologica”. Sulla stessa linea anche Francesco Villani, Managing Director di Assa Abloy Italia secondo cui “l’accordo appena sottoscritto con il gruppo Terna, non è un punto di arrivo ma di partenza. Il dialogo con la Distribuzione moderna, che il gruppo Terna rappresenta, deve guardare avanti con l’unico obbiettivo di creare valore, soprattutto per i clienti lungo tutta la filiera, fino all’utilizzatore finale. Co-Marketing & Formazione, Sistemi informatici integrati, maggiore pianificazione e scambio di informazioni strutturate ci permetteranno di crescere ed al contempo eliminare inefficienze, ottimizzando i costi e gli sforzi”.

16


17


2000

NOTIZIE n In breve Dormakaba conferma la presenza al prossimo Colfert expo

Dormakaba sarà tra i protagonisti di ColfertExpo in programma dal 29 settembre al 1 ottobre preossimo presso il Pala Expo di Venezia. In questo modo l’azienda conferma la lunga e sinergica collaborazione con Colfert e coglie l’occasione per presentare a un pubblico di professionisti TS98 Xea, la sua ultima novità nella famiglia dei chiudiporta adatta sia ad applicazioni in ambienti privati sia in uffici e ambienti aziendali e che in più è studiata per abbattere le barriere architettoniche. Nel nuovo chiudiporta le funzioni idrauliche e la forza di chiusura possono essere impostate in tutta comodità sul lato frontale; un indicatore ottico, inoltre, comunica in modo chiaro il valore di chiusura selezionato. TS98 XEA è facilmente installabile, in 4 tipologie di montaggio, anche su porte tagliafuoco e resiste anche ad

Si amplia la linea Wd-40 Specialist La linea della americana WD-40 si amplia con l’arrivo di un nuovo prodotto sviluppato appositamente per la manutenzione di tutti i tipi di cilindro e dedicato sia ai professionisti (settore edilizio, industria, agricoltura, …) sia agli amanti del fai-da-te. Si tratta del Lubrificante Serrature Anticorrosivo che va ad ampliare la linea di prodotti Wd-40 Specialist, sino ad oggi composta da 10 articoli. Disponibile da settembre nel formato da 250 ml, il nuovo lubrificante serrature è stato sviluppato per la cura e manutenzione di ogni tipo di cilindro (incluse porte blindate). In particolare, è raccomandato per i meccanismi delle porte, cilindri, cerniere e pistoncini, per maniglie e perni dei deviatori, ma anche per serrature di case, mobili, veicoli, lucchetti, casseforti e bagagliai. La sua formula, che non contiene né grasso né silicone, permette al lubrificante di penetrare capillarmente dentro tutti i micro-meccanismi delle serrature, senza sporcarle. Oltre al suo potere sbloccante istantaneo, il Lubrificante Serrature garantisce una manutenzione preventiva delle parti mobili e protegge dalla ruggine anche all’esterno. Come tutti i prodotti della linea Wd-40 Specialist, anche questo lubrificante è dotato del sistema professionale Doppia Posizione che permette di passare, in un solo gesto, da una vaporizzazione ampia ad una applicazione più precisa. La cannuccia è particolarmente adatta per lubrificare i meccanismi più stretti e i punti più difficili da raggiungere, come appunto le serrature.

18

ambienti estremi: la chiusura automatica è affidabile anche a -40 °C! Il nuovo chiudiporta dormakaba è disponibile in più superfici e varianti di colori per soddisfare le varie esigenze estetiche ed architettoniche. Questo, e molto altro naturalmente, presso lo spazio espositivo dormakaba al COLFERTexpo 2017.

Lecablocco tagliafuoco per un parcheggio a Reggio Emilia

La gamma Lecablocco Tagliafuoco Facciavista è protagonista nella realizzazione del parcheggio multipiano Vittoria nel centro storico di Reggio Emilia, che ha previsto la costruzione di un fabbricato costituito da due livelli completamente interrati (-1 e -2), e da un piano di copertura sul quale è stata ripristinata la piazza con i suoi elementi caratterizzanti. Date le particolari esigenze di sicurezza antincendio correlate a questa tipologia di struttura, il progetto ha previsto la realizzazione di pareti divisorie fra i box auto caratterizzate da coefficienti di resistenza al fuoco fino a EI 120 minuti, che sono state realizzate utilizzando i blocchi Lecablocco Tagliafuoco facciavista da 8 cm e 15 cm, nella versione due fori e tre pareti. Le pareti divisorie tra i box auto del Parcheggio Vittoria sono realizzate in Lecablocco Tagliafuoco facciavista da 8 cm (con classificazione di resistenza al fuoco certificata EI 60 minuti) e 15 cm, nella versione due fori e tre pareti (con classificazione al fuoco certificata rispettivamente di EI 90 minuti ed EI 120 minuti), con finitura liscia che permette di lasciare la parete a vista oppure di rifinirla con semplice pittura (in questo caso con colori differenziati in funzione dei piani). Nelle pareti in Lecablocco Tagliafuoco B15x20x50 3 pareti facciavista sono quindi stati creati opportuni irrigidimenti grazie all’utilizzo del pezzo speciale B15x20x50 due fori, all’interno del quale sono stati creati veri e propri pilastrini verticali per resistere alla spinta della basculante a chiusura dei box auto e per un corretto ancoraggio alle strutture esistenti.


Debutta al Gafa di Colonia la nuova visual identity di Fitt L’azienda ha scelto il Gafa, la la più importante manifestazione al mondo per i settori garden e open air svoltasi a Colonia dal 3 al 5 settembre scorso, per presentare ai buyer internazionali la nuova Vision e Visual Identity del Gruppo e la nuova collezione Yoyo 2018.

MISURARE NON È MAI STATO COSÌ FACILE!

Veloce. Economico. Preciso.

8,4%

MeasureNote

Fitt, che nel 2016 ha dichiarato un fatturato di 217 milioni di euro e un’incidenza dell’ export del 72%, quest’anno ha avviato il processo di riassetto aziendale e di potenziamento del brand, accompagnato dalla realizzazione del nuovo logo. Il riassetto prevede un piano di crescita da qui al 2023, che porterà il Gruppo a consolidare ulteriormente la propria presenza internazionale entrando in nuovi mercati, primo tra tutti quello degli Stati Uniti. In un’ottica di potenziamento del brand. Fitt ha anche di recente cambiato la denominazione societaria delle filiali commerciali Comecap e Melisse, diventate rispettivamente Fitt France e Fitt España y Portugal. È stata accolta con interesse Yoyo 2018, l’innovativa soluzione per innaffiare e lavare che ha rivoluzionato il mercato dei tubi da giardino grazie alla sua elevata maneggevolezza, leggerezza e compattezza.

di umidità

Software di misura e documentazione per smartphone e tablet Trasferire i valori misurati Supporto vocale FotoNote: contrassegnare i punti misurati nella foto

MeasureLocation: memorizzare luogo e orario della misurazione ....e molto altro

MISURATORI DELL‘UMIDITÀ E DEI MATERIALI Laser Range-Master T4 Pro

MoistureMaster Compact Plus DampMaster Compact Plus

DistanceMaster Compact Pro

TELEMETRI CONNECTION

CERTIFIED DESIGN AND QUALITY

Agenzia per l’Italia

Via A. Di Dio, 16 - 20010 Ossona (MI) Tel. 02-90.29.72.34 - Cell. 335-69.43.334- benedetto@notab.it

19

www.benedettonotararigo.it www.benedettonotararigo.it


2000

NOTIZIE n In breve Nasce Svitol Easy L’azienda italiana Arexons, da 90 anni leader nei prodotti per la cura e la manutenzione dell’auto oltre a innumerevoli prodotti per il fai da te e l’industria continua a innovare la propria offerta. L’ultima novità presentata al mercato è Svitol Easy, una gamma di sei prodotti nel formato da 200 ml dedicati ad usi specifici - Grasso, Electric, Sport, Casa, Serrature, Silikon (quest’ultimo anche in versione 400 ml)- facili e versatili da applicare, grazie alla doppia erogazione nebulizzata o precisa. Svitol Easy, nelle versioni Casa, Sport e Serrature si presenta anche nella versione da 50 ml, un formato comodo per ogni occasione, da portare sempre con sé per ogni evenienza.

Emak: sono online i nuovi portali e-commerce Efco e Oleo-Mac L’esperienza di navigazione dell’utente è l’elemento guida alla base del relooking dei portali e-commerce dei brand di casa Emak Efco www.efco.it e Oleo-Mac www.oleomac.it che rientra in un progetto più ampio di digital marketing volto a potenziare la presenza online dell’azienda. Nella nuova versione la veste grafica e l’architettura del sito sono state studiate per ottimizzare la fruibilità dei contenuti e rendere i due presidi più intuitivi e user-friendly. Sono stati ideati diversi percorsi di navigazione in base alla tipologia di target individuati (dagli hobbisti ai professionisti del verde), consentendo una ricerca del prodotto facilitata in base agli usi specifici (tipo di lavoro da effettuare), all’ambiente (bosco/urbano/campagna/casa) e al tipo di utilizzo delle macchine (da occasionale a professionale). Nel menu principale a fianco delle pagine principali dedicate a Prodotti, Accessori, Abbigliamento Protettivo, la sezione Informazioni utili comprende cataloghi, manuali tecnici, store locator e il nuovo Glossario, un archivio dinamico e collaborativo del sapere della comunità del giardinaggio. Uno spazio dove proporre suggerimenti, reperire soluzioni e sperimentare nuove idee. Tra le novità anche la sezione Idee Verdi, che raccoglie video, approfondimenti, tutorial e news per gli appassionati del verde e gli operatori professionali. Infine, è stato semplificato il processo d’ordine per l’acquisto delle macchine direttamente dai portali, che avviene sempre attraverso i rivenditori specializzati.

20


21


Dalle aziende

ColfertExpo 2017

Idee per qualificare il serramento Le novità e le molte conferme dell’ottava edizione della manifestazione biennale proposta da Colfert nel 50esimo anniversario della sua attività É partito il conto alla rovescia per ColfertExpo, la manifestazione biennale promossa da Colfert che dal 2003 si propone come punto d’incontro per i professionisti del serramento e come occasione di scambio reciproco tra le esigenze dei clienti e le proposte dei fornitori durante la quale i visitatori, tutti professionisti del settore, possono toccare con mano le novità di prodotto della filiera e confrontarsi con i più importanti attori del mercato. L’ottava edizione – che si svolgerà dal 29 settembre al 1 ottobre - cade in un anno davvero speciale per Colfert, quello del suo 50esimo anniversario. Ad ospitare l’evento sarà il PalaExpo, il nuovo polo fieristico di Venezia, che con oltre 9000m² di superficie, accoglierà le novità di prodotto di tutta la filiera in tema di ferramenta ed accessori per i serramenti, sistemi di oscuramento, protezione e sicurezza, involucro edilizio e schermature. Saranno presenti oltre 140 espositori tra i quali, anche quest’anno, i serramentisti che hanno deciso di presentarsi come interlocutori per le altre aziende del settore proponendo il prodotto finito e dando l’opportunità ai visitatori di conoscere le innovazioni dell’intera filiera del serramento. ColfertExpo propone anche quest’anno una ricca agenda formativa che vedrà alternarsi convegni, tavole rotonde e dibattiti durante i quali verranno affrontati temi legati alla formazione tecnica e alle nuove opportunità per il mondo del serramento. Spicca tra gli altri il convegno “Industria 4.0 Scenari e opportunità”, che si terrà il 29 settembre. Sarà moderato da Andrea Cabrini.Illlustri relatori, tra cui Carlo Alberto Carnevale Maffè, Maria Cristina Piovesana, Michele Colombo, Roberto Gaspari e Valter Caiumi, evidenzieranno la grande occasione di riscossa per la manifattura e l’economia offerta dalla quarta rivoluzione industriale. Di sicurezza e danti effrazione si parlerà nel convegno di venerdì mattina, “Sicurezza e prove antieffrazione” che proporrà gli interventi di Davide Barbato del Laboratorio LegnoLegno e di alcuni produttori di ferramenta e accessori - tra cui Siegenia, Bauxt, Evva ed Hoppe - e dei produttori di infissi che hanno superato brillantemente i test per la certificazione in classe RC2. Nel pomeriggio di sabato 30 settembre è in calendario la tavola rotonda “Patologie e difetti nella posa in opera: conoscere le norme e prevenire i contenziosi” che vedrà Ennio Braicovich, Samuele Broglio, Stefano Mora e Piero Mariotto animare il dibattito. Infine, le novità dell’edizione 2017: l’Arena Smart 30, che propone veloci focus della durata di 30 minuti relativi sulle novità del settore e sulle anteprime dell’offerta formativa Colfert, e la pagina Facebook dedicata alla manifestazione.

22

SITO INTERNET www.colfertexpo.it PROGRAMMA FORMATIVO E REGISTRAZIONE AGLI EVENTI Sala Plenaria: https://www.colfertexpo.it/ita/ programma/convegni-colfertexpo Arena smart 30: https://www.colfertexpo.it/ita/ programma/convegni-colfertexpo-2-3-4


2000

NOTIZIE n In breve

Da Honeywell un video come guida al nuovo standard EN388 per i guanti protettivi Si intitola “EN388 Gloves Standard Evolution” (l’evoluzione dello standard EN388 per i guanti protettivi) il video creato da Honeywell per aiutare i responsabili della sicurezza e i lavoratori a scegliere il corretto livello di protezione antitaglio previsto dall’aggiornamento dello standard EN388 per guanti protettivi (protezione contro i rischi meccanici). Il video fa parte di una serie di strumenti che comprendono anche una guida e le risposte alle domande più frequenti. L’obiettivo è aiutare gli utilizzatori a comprendere la nuova classificazione dei livelli di protezione antitaglio introdotta alla fine del 2016. Il video EN388 Gloves Standard Evolution spiega perché il nuovo test ISO 13997 TDM per fibre abrasive ha dimostrato di rilevare misurazioni più accurate per la classificazione delle prestazioni antitaglio offrendo risultati più precisi (con classificazioni che vanno da A a F) e quali sono i cambiamenti relativi alle marcature riportate sui guanti antitaglio introdotti dal nuovo standard, per aiutare gli utilizzatori a riconoscerle e a selezionare il livello di protezione antitaglio adeguato per il lavoro specifico che devono svolgere. Il video e altri strumenti sono disponibili su http:// hwll.co/_EN388Video.

profe ssional

Per la ISO 45001 bisognerà attendere il 2018 In una notizia pubblicata sul sito di Uni si ipotizza che, stando alle attuali tempistiche, la pubblicazione della futura ISO 45001 sui sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro potrebbe avvenire entro il mese di aprile 2018. Dell’elaborazione di questo documento normativo si sta occupando l’ISO/PC 283 (“Occupational health and safety management systems”), a segreteria BSI. Il comitato, creato nel 2013, sta svolgendo un lavoro intenso che, dopo l’incontro di Vienna del febbraio scorso, ha segnato importanti passi in avanti. Giunto allo stadio DIS (Draft International Standard, n.d.r.), il documento ha concluso infatti lo scorso 14 luglio la seconda inchiesta, superata positivamente con 53 voti favorevoli, 7 voti negativi e 6 astensioni. Anche l’Italia ha approvato, presentando i propri commenti al testo. In totale - si legge nella notizia pubblicata sul sito Uni - il documento ha ricevuto più di 1600 commenti da parte di 45 Stati e 7 organizzazioni internazionali. L’ISO/PC 283 ha già in programma, dal 18 al 23 settembre una riunione in Malesia per iniziare ad affrontare tutti i commenti ricevuti e cominciare così a predisporre finalmente la bozza finale (FDIS) che dovrà essere poi sottoposta, attraverso inchiesta interna o voto formale, a tutti gli Stati partecipanti per la pubblicazione come norma internazionale.

Dal 1929 Mundial Alfredo Casartelli s.r.l. produce utensili professionali per utensileria, industria, autoriparazione, elettrico, idraulica, edilizia… Qualità, design, innovazione sono caratteristiche della gamma Mundial.

U t e n s i l e r i a

A l f r e d o

utensili professionali

C a s a r t e l l i

w w w. m u n d i a l - c a s a r t e l l i . i t

23

professional tools

Mundial Alfredo Casartelli s.r.l. - 22030 Caslino d'Erba (Como) Italy - tel. +39 031 621330 fax +39 031 622551 - e-mail:mundial@mundial-casartelli.it - www.mundial-casartelli.it


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI

Portiamo l’eccellenza italiana nel mondo I produttori italiani di viteria e bulloneria godono di una solida reputazione in ambito internazionale. Tanto che, oggi, questo comparto può offrire grandi opportunità ai giovani interessati a una carriera che li porti a lavorare nel mondo, ma per aziende italiane. Ne abbiamo parlato con Sergio Pirovano, presidente di Upiveb -Unione Produttori Italiani Viteria e Bulloneria Si apre con una nota positiva l’intervista

contribuito il fatto che uno degli effetti

zioni in cui ci si confronta con aziende

a Sergio Pirovano, presidente di Upi-

dell’evoluzione tecnologica è che oggi

o “continenti” che applicano strategie

veb - Unione Produttori Italiani Viteria

le aziende possono svolgere le stesse

di mercato non troppo leali. Questo è

e Bulloneria: “Anche nel nostro settore

attività impiegando meno personale”.

uno degli effetti sgraditi della globaliz-

stiamo registrando segnali molto con-

zazione che, per le aziende che hanno

fortanti. Forse finalmente stiamo uscen-

Presidente, questa non è una delle con-

saputo strutturarsi adeguatamente, ha

do dalla grande crisi iniziata nel 2008

dizioni per restare competitivi sui mercati

rappresentato comunque un grosso

e sembrerebbe che nel nostro paese,

internazionali?

plus. Tre dei sei global player che oggi

ma non solo, la situazione economi-

L’industria dei fasteners italiani cerca

operano a livello mondiale sono azien-

ca si stia stabilizzando. Certo restano

ovviamente di guadagnare quote di

de italiane oltre che nostre associate.

ancora aperte questioni fondamentali

mercato, ma lo fa investendo sul’auto-

Questo dato basta a dare la percezio-

come quella del recupero dei livelli oc-

mazione dei modelli produttivi - ormai

ne dell’importanza del fastener italiano

cupazionali precrisi. A questo ha anche

stiamo evolvendo verso un modello di

e del fatto che anche questo comparto

industria 5.0 -, ma anche e moltissimo

porta nel mondo il Made in italy e la cul-

sul capitale umano. Nell’ultimo ven-

tura industriale e imprenditoriale di cui

tennio in questo settore sono stati fatti

è espressione.

passi da gigante sul piano dell’internazionalizzazione. Oggi siamo posizionati

Accanto a questi big ci sono anche aziende

sui più importanti mercati mondiali ed

produttrici molto piccole. Si andrà verso

europei e questo ci porta a compete-

una selezione dei player?

re con le aziende più importanti e rap-

Pur essendo molto piccole, sono co-

presentative del mondo. Per fare tutto

munque aziende strutturate e dotate di

questo occorre molta capacità impren-

un savoir faire molto professionale che

ditoriale, ma anche una grande solidità

si concretizza in una produzione di altis-

aziendale o di gruppo.

sima qualità che consente loro di crearsi una domanda sui mercati internazio-

Sergio Pirovano, presidente UPIVEB

24

Allude a una solidità finanziaria che per-

nali. Inoltre, in molti casi somministrano

metta anche di affrontare le turbolenze del

ai grandi gruppi un prodotto che viene

mercato?

immediatamente veicolato sul mercato

Queste turbolenze sono dovute a fattori

mondiale. E, questo, perché nel nostro

economici, come le crisi o le oscillazio-

comparto esiste una filiera tra la picco-

ni della domanda, ma anche a situa-

la, la media e la grande azienda.


Quale valutazione dà Upiveb delle misure di anti dumping adottate in passato dalla Comunità Europea? Il dato da cui partire è che nel mondo industriale e artigianale europeo esiste da sempre una fortissima cultura del fastener, che ha portato alla nascita di numerose aziende. Noi non chiediamo dazi, ma una competizione leale, perché non possiamo accettare delle situazioni che vanno a detrimento delle

continuare a offrire a livello internazio-

altrettanta flessibilità e se non trova la

nostre aziende e delle nostre maestran-

nale un prodotto ad altissima tecnologia

coppia di serraggio programmata e se

ze. Mi pare evidente che queste realtà

che viene facilmente recepito e impie-

la vite non dà la forza stabilita, si bloc-

che esportano in Europa a prezzi risibili

gato proprio perché assicura perfor-

ca. In una catena produttiva questo è

lo possono fare perché sono sostenute

mance di notevole efficacia. La nostra

uno scenario assolutamente inaccetta-

da fattori esterni che nulla hanno a che

filiera vende un prodotto in garanzia.

bile. Le industrie del nostro settore sono

fare con la produzione o con l’azienda

Ogni giorno un enorme quantitativo di

chiamate a garantire un livello di difet-

stessa. Pertanto, ritengo giusto che la

viti viene immesso e impiegato in Italia

tosità prossimo allo zero se non voglio-

Comunità Europea si attivi per evitare

e nel mondo nei più disparati settori. I

no esporsi al rischio di essere espulsi

questa concorrenza sleale. La libera

clienti sono sempre più esigenti a livello

da settori, come quello dell’automotive,

circolazione delle merci è un valore

di qualità. I produttori italiani riescono a

molto ambiti perché assicurano una

acquisito, ma tutti devono recepire de-

soddisfarli grazie a una grande cultu-

costanza di richiesta di prodotto che

terminate linee di condotta, capire che

ra d’impresa, a continui investimenti in

consente di creare efficienze a livello

esistono delle regole a cui tutti devono

ricerca e sviluppo, nell’implementazio-

produttivo.

attenersi.

ne di nuove tecnologie e nel costante miglioramento dei processi produttivi.

Condivide l’analisi di chi parla di una filie-

Sono nel giusto se penso che in questo

Vent’anni fa le catene produttive erano

ra troppo frammentata e non chiaramente

settore l’innovazione più che sul prodotto

strutturate con un operaio che con la

articolata?

si declina su altri aspetti della struttura

chiave chiudeva il bullone e, quando

La filiera della distribuzione deve af-

aziendale?

ne capitava uno un po’ più grosso, im-

frontare delle tematiche particolari. La

La ricerca e sviluppo deve essere con-

primendo un po’ più di forza riusciva ad

decisione di molte aziende di deloca-

tinua sia nel processo manufatturiero

aggiustare la coppia di serraggio. Oggi

lizzare è all’origine del calo registrato

sia a livello di prodotto. La sfida oggi è

è stato sostituito da un robot che non ha

sul mercato italiano. Il problema della

Gli associati UPIVEB riuniti in occasione di un evento

25


2000

26

DOSSIER n VITI E BULLONI filiera italiana è che vi operano aziende

Eifi stiamo lavorando a tanti e importan-

cercano in tutti i modi di perfezionare il

che nella quasi totalità sono di carattere

ti progetti, dallo sviluppo di un nuovo

loro prodotto e di costruire un comparto

familiare e, pur essendo di buon livello,

sistema di codifica alle attività volte a

tanto strutturato da risultare in un certo

rispetto ai loro competitor internaziona-

promuovere una cultura tecnica speci-

senso immune rispetto a tutte le forme

li sono di dimensioni molto più ridotte.

fica. Abbiamo avviato iniziative di ca-

di concorrenza sleale.

Questo le espone alla concorrenza

rattere imprenditoriale per aumentare

delle grosse organizzazioni interessate

la professionalità del nostro personale.

C’è qualcosa che vuole aggiungere?

a penetrare sul mercato italiano. Sono

Due anni fa abbiamo creato Meetaly, un

Vantiamo partnership con universi-

però orgoglioso di vedere che in molti

congresso mondiale dove si è discusso

tà italiane ed estere e mi permetto di

stanno cercano di internazionalizzarsi.

di economia, di finanza, di mobility, di

dire che forse oggi sarebbe neces-

Il distributore italiano deve ricollocarsi

tecnologia e di molto altro che ha visto

sario che le istituzioni prestassero più

in un ambito distributivo a livello euro-

la presenza di tutti i costruttori mondiali

attenzione anche a un settore come il

peo e deve anche cercare di studiare

di autoveicoli. Come italiani abbiamo

nostro che è in grado di offrire a tanti

qualche iniziativa a livello mondiale,

messo a disposizione delle associazio-

ragazzi la possibilità di trovare impiego

perché solo così riuscirà a operare sui

ni europee la rivista “Italian Fasteners”,

in aziende italiane lavorando presso i

mercati internazionali e a sottrarsi alla

che viene veicolata a tutti gli attori del

loro stabilimenti all’estero. Inoltre, au-

pressione di realtà straniere che già

mercato a livello mondiale. Questo è

spico che credano in questo settore

fanno questo.

uno dei modi con cui cerchiamo di ga-

tanti nuovi imprenditori. Per continuare

rantire alle nostre aziende una visione

a primeggiare a livello internazionale il

In questo contesto quale è il ruolo di Upi-

globale. Le continue richieste di multi-

nostro comparto ha bisogno di una filie-

veb e quali le attività che state portando

nazionali interessate ad associarsi e di

ra dove i produttori siano affiancati da

avanti?

associazioni paritetiche di altri Paesi in-

distributori strutturati per operare con

Anche la nostra associazione si è in un

teressate a gemellarsi con noi mi porta-

eccellenza su tutti i mercati. Il nostro è

certo senso internazionalizzata. Non

no a pensare che la nostra strategia sia

un prodotto che può sembrare povero,

solo facciamo parte di Eifi (European

apprezzata oltre che fruttuosa. Conti-

ma certo non è da sottovalutare. Anzi,

Industrial Fasteners Institute), ma ne

nueremo a valorizzare e a far conosce-

a chi ci ha creduto e vi si è dedicato

abbiamo anche la segreteria. E questo

re la serietà di queste aziende italiane

con passione ha riservato moltissime

non è un aspetto secondario. In ambito

che con grandi sacrifici ogni giorno

soddisfazioni.


27


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI

Il settore cresce, ma è ancora troppo frammentato

Il dato positivo è che il settore mantiene da anni un ininterrotto trend di crescita, la criticità è che la filiera è ancora troppo disordinata. In questo contesto la priorità di Udib - Unione Distributori italiani Bulloneria è promuovere, nei limiti consentiti dalle leggi vigenti, forme di collaborazione tra i player del mercato e, attraverso iniziative come l’One Day Master in Fasteners, la formazione dei collaboratori neo assunti delle aziende associate. Ne abbiamo parlato con Gian Marco Dalpane, dal 2012 presidente dell’associazione

28

Costituita nel 1976, nel corso degli anni

più marcata nella fascia entry level

importanti. Siamo da poco tempo usciti

Udib – Unione Distributori Italiani Bullo-

del mercato…

da un sistema di anti dumping contro la

neria si è affermata come punto di riferi-

In questo, come del resto in tutti gli al-

Cina che aveva della percentuali molto

mento per il settore. Oggi conta circa 40

tri settori, questa è la fascia di mercato

importanti, anche se dall’iniziale 84%

soci che operano nei vari settori della

che trova vantaggio nel cercare di far

si era scesi all’75%, ma già incombe la

distribuzione di fasteners. Dal 2012 a

produrre in Paesi come Vietnam, Cina,

spada di Damocle di una possibile nuo-

ricoprire la carica di presidente è Gian

Taiwan o Thailandia, dove i costi di

va e ulteriore azione di anti dumping.

Marco Dalpane che nell’intervista che

produzione sono decisamente più bas-

Questo perché sono in molti a ritenere

segue fa il punto sulla situazione del

si rispetto a quelli dell’area UE. Tutto

che le viti provenienti dalla Cina sono

mercato, sull’attività fin qui svolta e sui

questo, come accennavo prima, ha

proposte a prezzi talmente ribassati da

programmi futuri dell’associazione.

precise implicazioni a livello di qualità,

essere inaccettabili e da imporre l’a-

Dal vostro osservatorio privilegiato

perché in quei Paesi la produzione non

dozione di misure di contrasto. I distri-

come sta andando questo mercato?

riesce quasi mai a garantire standard

butori guardano con preoccupazione

Negli ultimi vent’anni il settore è stato

qualitativi costanti. E questo fa sì che,

a questa eventualità, perché in questo

caratterizzato da un trend di crescita

in genere, non vi vengano delocalizzate

modo si andrebbero a bloccare anche

costante con l’unica eccezione, forse,

le produzioni delle linee destinate a set-

dei flussi che sono assolutamente indi-

del 2009. L’Italia non solo è il Paese eu-

tori come quello automobilistico e ancor

spensabili. Il rischio è che siano costret-

ropeo con il maggior numero di aziende

di più delle costruzioni e delle strutture

ti a farsi carico di questi eventuali nuovi

attive nella produzione, ma vanta anche

metalliche, che hanno delle rischiosità

dazi, pur di garantire la disponibilità di

un livello qualitativo decisamente eleva-

alcuni tipi di fasteners sul mercato euro-

to. In questo contesto la distribuzione

peo e italiano.

deve farsi spazio in un mercato in cui da

Quanto è importante l’innovazione in

qualche tempo operano anche aziende

questo settore?

del Far East che producono con livelli di

Per noi parlare di innovazione è, a dir

qualità e prezzi assolutamente inferiori.

poco, estremamente difficile e compli-

Immagino che la loro concorrenza sia

cato. Viti e bulloni sono infatti un pro-


Gian Marco Dalpane Presidente UDIB

dotto estremamente maturo su cui è

duttrici più grandi o avevano acquisito

oggettivamente difficile fare sviluppo.

dei distributori o se ne erano creati di

Le uniche innovazioni che si sono viste

propri. Oggi a mio parere la situazione

di recente hanno riguardato i trattamen-

è peggiorata, perché sono intervenute

ti protettivi e autofrenanti. Detto questo

due ulteriori figure: quella del produtto-

viti e bulloni sono un prodotto indispen-

re/importatore e quella del distributore/

sabile che viene largamente utilizzato

importatore. Spesso l’importatore figura

nei settori più disparati, dai serramenti

come produttore e alcune aziende pro-

all’automotive fino all’occhialeria. Que-

duttrici importano, direttamente o attra-

sto fa sì che i player del settore siano

verso i propri distributori, le linee che

spinti a a cercare lo sviluppo nel pro-

non trovano conveniente fabbricare di-

1 milione di euro di fatturato. Una bel-

cesso, con l’obiettivo di diminuire i co-

rettamente. Tutto questo ha fatto sì che

la differenza rispetto a Paesi come la

sti di tutta la filiera. Il che significa, ad

la filiera versi in uno stato di estremo di-

Germania dove i fatturati di costruttori

esempio, studiare nuovi servizi, ma an-

sordine e che la polverizzazione sia ad-

e distributori vanno dai 20 ai 30 milioni

che imballaggi più convenienti sotto il

dirittura aumentata e più penalizzante.

in su. Un’azienda che fattura un milio-

profilo dei costi, dell’utilizzo e della so-

Che cosa intende per penalizzante?

ne di euro più che pensare al mercato

stenibilità.

In Italia sono circa 350 le aziende del

globale si preoccupa di quello locale e

In una precedente intervista Lei la-

settore bulloneria. Siamo il paese che

in generale ha una ridotta capacità di

mentava che questo è un mercato

ha il maggior numero di aziende ma sia-

investimento e fatica anche a rispon-

molto frammentato. È ancora così?

mo anche quelli che, in media, hanno le

dere con immediatezza alle richieste

Allora la confusione era tra produttore

dimensioni più piccole rispetto al resto

del mercato. Tornando all’ipotesi di un

e distributore, perché le aziende pro-

d’Europa. Molte faticano a raggiungere

nuovo antidumping, la differenza è che

29


2000

30

DOSSIER n VITI E BULLONI un’azienda grande e ben strutturata è in

è adeguata già da tanto tempo. Resta

ferenza di quanto accade in altri Paesi,

grado di inviare propri buyer nel mondo

un tema di vigilanza sulle importazioni,

da noi alcuni produttori pretendono di

a cercare delle produzioni che ne sia-

perché la stessa identica cosa non è

arrivare fino all’impianto dell’utilizzato-

no esenti, mentre una piccola non può

sempre vera all’estero. Su questo ab-

re. Temono che lasciando il mercato ai

permetterselo. E questo fa una grandis-

biamo sensibilizzato i nostri associati,

distributori finiranno per essere penaliz-

sima differenza sul piano della compe-

anche se devo riconoscere che molti

zati dal fatto che decidano di andare a

titività.

Paesi si stanno adeguando. Ultimamen-

comprare nel resto del mondo.

Cosa fa Udib per ovviare a questa

te abbiamo registrato dei ritardi nelle

In conclusione, quali sono le altre at-

oggettiva debolezza del mercato ita-

consegne attribuibili proprio

tività che vedono impegnata Uidib?

liano?

venti di adeguamento degli impianti al

A breve partirà la quarta edizione del

Oggi abbiamo quasi 40 soci tra cui

rispetto delle normative ambientali, che

One Day Master in Fasteners. Ci siamo

figurano i più grossi distributori di ca-

sono finalmente state introdotte anche

resi conto che nei corsi di ingegneria

pitale italiano. Nei limiti concessi dalle

lì.

meccanica c’era poca attenzione al no-

vigenti disposizioni di legge, Udib ha

Qual è lo stato dei rapporti tra fabbri-

stro prodotto.

individuato un’opportunità nell’impegno

canti e distributori?

Di conseguenza i nostri associati do-

a promuovere una relazione di qualità

I rapporti con U.P.I.V.E.B. (Unione Pro-

vevano farsi carico della formazione

tra i nostri associati, tra distributori e

duttori Italiani Viteria e Bulloneria)

dei neo assunti. In collaborazione con

produttori e anche con le associazioni

sono ottimi anche se non mancano le

l’Università Enzo Ferrari di Modena e

europee. Abbiamo anche messo a pun-

differenze di veduta. Ad esempio, sul-

Democenter abbiamo pensato, idea-

to un percorso di rete che, però, non

la necessità di promuovere un riordino

to e attuato questo Master sulle viterie

ha avuto i riscontri che avrebbe merita-

della filiera. In parte dipende dal fatto

proprio per ovviare a questa carenza

to perché, come è noto, l’imprenditore

che la figura del distributore fatica ad

di know how specifico sui fasteners.

italiano ama sentirsi “padrone a casa

essere riconosciuta sul mercato. In real-

Sempre con l’obiettivo di fare rete, ab-

propria”. Diversi nostri soci hanno già

tà anche con l’avanzare di un modello di

biamo aperto sul nostro sito un’area

attivato sistemi di acquisto integrati o

industria 4.0 il distributore resta fonda-

dove i soci possono proporre i propri

organizzano delle collettive per andare

mentale. Non fosse altro che per il fatto

over stock. Una sorta di e-commerce

a delle fiere o a visitare delle aziende. In

che oggi il mercato necessita di un just

interno con i prodotti in esubero di ogni

qualche caso si uniscono per importa-

in time globale. E questo richiede ca-

singola azienda che sta ottenendo buo-

re del materiale o per massificare delle

ratteristiche che in genere il produttore

ni riscontri. Lo scorso giugno abbiamo

produzioni anche italiane. Sono tutte

non ha, mentre il distributore sì, proprio

organizzato una missione alla fiera di

forme di consociativismo estremamen-

perché oggi la logistica gli consente di

Shanghai a cui hanno partecipato una

te positive.

fare da cassa di espansione del produt-

decina dei nostri iscritti. Riproporremo

Dal 21 settembre non è più consen-

tore: subisce il lotto del fabbricante così

questa iniziativa anche per le prossime

tito l’uso di cromo esavalente. È una

come lui lo pretende per poi ridistribu-

fiere internazionali. Infine, esponenti di

criticità o un’opportunità?

irlo verso l’utilizzatore anche in piccoli

Udib sono membri delle commissioni

Direi che il tema è già superato dai fatti,

quantitativi. Contribuisce a creare disor-

Uni per rappresentare il punto di vista e

perché la maggior parte delle aziende

dine nella filiera anche il fatto che, a dif-

gli interessi dei distributori.

a inter-


BENEFITS LEGGERA E CONFORTEVOLE OTTIMO DRENAGGIO DELL’ACQUA DESIGN ANTISCIVOLO SPECIFICO

GARSPORT MONZA S1p

Alta resistenza all’abrasione Mescola antistatica e resistente agli oli Resistente al calore (HRO)

GARSPORT S.R.L. - Via Piave 15 - 31040 Volpago del Montello TV Tel. (+39) 0423 870044 - Fax (+39) 0423 870010 31 web: www.garsport.it - e-mail: info@garsport.it


Dalle aziende

Chromiting la finitura ecologica ad alta resistenza ®

La soluzioni Mustad al fine vita dei trattamenti di finitura con Cromo esavalente, che sfruttano le nuove tecnologie in materia di trattamenti protettivi La normativa Europea già vigente da

Reach sono la finitura tropicalizzata,

anni per alcuni settori industriali (auto-

impiegata sulle viti destinate alle appli-

mobile e elettrodomestico fra gli altri),

cazioni all’esterno proprio per le sue

ha fissato la data del 21 Settembre

caratteristiche di elevata resistenza

2017 come limite massimo per l’im-

alla ruggine, e quella nera impiegata

piego del Cromo esavalente (CrVI+)

invece per le viti di fissaggio della ferra-

nei trattamenti galvanici. Ciò significa

menta, delle bandelle e dei cardini per

che da questa data, salvo specifiche deroghe, non è più con-

serramenti. Il cambiamento era nell’aria, tant’è che negli ultimi

sentito utilizzare questa sostanza normalmente impiegata per

anni, l’industria dei trattamenti protettivi ha fatto passi da gigan-

realizzare alcuni trattamenti di finitura dei metalli. I trattamenti

te offrendo oggi una vasta scelta di soluzioni che permettono di

di finitura colpiti maggiormente dalla nuova regolamentazione

garantire un’elevata protezione contro la ruggine e un aspetto estetico ottimale, ma con il vantaggio di essere compatibili con le esigenze dell’ambiente.

La Panelvit® Chromiting® La gamma Panelvit® Chromiting® sfrutta proprio queste nuove tecnologie per garantire al cliente utilizzatore tre importanti vantaggi: - resistenza alla corrosione molto elevata, necessaria per utilizzi all’esterno; - rispetto delle norme europee in materia ambientale; - colore iridescente universale per abbinarsi a qualsiasi elemento ferramenta.


Lo sviluppo della nuova gamma Panelvit® Chromiting® ha così permesso a Mustad, non solo di rispondere ad un obbligo di legge ma anche di proporre alla propria clientela un prodotto moderno con una finitura universale che si può utilizzare sia

L’AFFIDABILITÀ CHE NASCE DALLA SPECIALIZZAZIONE

in ambienti riparati e protetti (come avveniva per la zincatura

L’azienda nasce nel 1912 producendo chiodi per ferri da

bianca) che all’esterno o in condizioni di elevata corrosività

cavallo prodotto assai differente dalla vite, ma sempre de-

(come avveniva per la finitura tropicalizzata). La tabella sopra ri-

rivato di filo d’acciaio, e poco per volta a tale produzione si

portata confronta le prestazioni dei vari trattamenti di finitura

affianca quella delle Viti per Legno.

comunemente utilizzati sulle viti per il legno, con i consigli di im-

Nel dopoguerra la tecnologia di carbonitrurazione, unita

piego definiti dalla norma EN 1670. Come si può notare, il tratta-

ad acciai ad alto contenuto di Carbonio, porta all’inizio della

mento Chromiting® grazie alla resistenza di 240 ore al test di

produzione delle Viti Autofilettanti. Con l’ingresso, a caval-

nebbia salina, si distacca sensibilmente dalle prestazioni degli

lo degli anni 80, nel settore industriale dell’auto, Mustad

altri trattamenti, soprattutto quelli “ecologici” ovvero esenti

ha una forte spinta a incrementare gli investimenti per

da Cromo esavalente.

ricercare produttività, qualità e soluzioni tecniche innova-

La gamma Panelvit® con finitura Chromiting® è composta di

tive. Questa filosofia aziendale basata sul miglioramento

oltre 300 articoli nelle varie tipologie di testa, Svasata Piana e

continuo è diventata la mentalità di tutti i 120 dipendenti

Cilindrica, nella versione Panelvit® FC per l’assemblaggio delle

Mustad ed è stata applicata integralmente al processo

strutture in legno e nella sempre più richiesta Panelvit® PF con

produttivo indipendentemente dalla vite prodotta e dal

impronta esalobata TX.

suo destinatario. La Mustad spa è oggi uno dei più grandi produttori europei di viti cementate con le sue due unità produttive a Balangero e Pinerolo, entrambe in provincia di Torino. Quotidianamente vengono prodotti milioni di pezzi che vengono venduti sia alle più importanti industrie, sia alla distribuzione tramite Grossisti qualificati in Italia ed in Europa. L’azienda è certificata ISO/TS 16949:2002 ISO 9001:2000 dai Lloyd’s Register e ha conseguito nel corso del 2012 la marcatura CE di tutta la gamma di viti per il legno. La gamma produttiva oggi comprende una vasta scelta di prodotti per l’assemblaggio dei diversi materiali: legno, PVC, alluminio, ferro e lamiera, plastica, oltre alla possibilità di sviluppare viti speciali a seconda delle esigenze del cliente. 105 anni di storia industriale sempre all’ avanguardia danno la sicurezza che Mustad è un’azienda fortemente specializzata che può garantire ai suoi clienti ciò che da una vite fondamentalmente ci si aspetta: l’affidabilità e la sicurezza.

33


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI

Una vite NON è

soltanto una vite

Banalizzare un prodotto come la vite e il bullone è sicuramente un errore. E per molte ragioni. Non solo si tratta di un componente chiave utilizzato in un grande numero di settori industriali, dall’automotive, alla carpenteria per arrivare ai serramenti e alla produzione di elettrodomestici, ma il livello qualitativo medio espresso dai produttori del comparto è sempre più elevato

34


Anche per il mercato delle viti e dei bulloni nell’ultimo periodo si vanno moltiplicando i segnali positivi. “Dopo anni di recessione e di difficoltà economiche di molti clienti, stiamo assistendo a una fase più positiva anche se con continui alti e bassi. Per questo motivo è importante più che mai avere un rapporto di vera partnership con la clientela basata su reciproca fiducia e voglia di affrontare insieme le sfide di questo nuovo mercato” afferma Molé Luca, responsabile vendite di Mustad, prima di osservare che “la vite è erroneamente considerata un prodotto banale. “La vite è una vite” si dice e spesso non ci si rende conto dei danni che può provocare quando capita che sia difettosa. Cerchiamo con la formazione e l’affiancamento tecnico, che un produttore può dare, di creare o consolidare la consapevolezza che la vite non è solo un prodotto, ma, soprattutto, una funzione: quella di sostegno e collegamento”, conclude. E forse proprio questa sua caratteristica di prodotto dagli utilizzi trasversali è all’origine del “crescente interesse dimostrato dalla clientela ad allargare gamma e offerta” riscontrato da Gaetano Della Corte, Product Manager di Nobex. Nonostante questo, però, sono diverse le sfide che il comparto si trova ad affrontare. Gianmarco Dalpane, amministratore delegato di Bulloneria Emiliana chiama in causa l’eccessiva frammentazione. “Le problematiche del marcato italiano”, dichiara infatti, “sono principalmente la moltitudine e la dimensione dei concorrenti. Sono oltre 350 con dimensioni, molto spesso, inferiori al milione di euro di fatturato, il che rende il mercato italiano certamente troppo polverizzato in confronto ad altri mercati europei”. Questa frammentazione sembra pesare anche quando il mercato si trova a fare i conti con le conseguenze della progressiva globalizzazione dei mercati. “Ritengo”, osserva a questo proposito Silvano Chiello, amministratore unico di Kil-

Per facilitare l’accesso a tutte le informazioni sulle viti per carpenteria 05452, Ambrovit ha messo a disposizione un video, che è disponibile su Youtube (www.ambrovit.it_video_05452) e il QR-code qui riprodotto

ton, “che la maggior criticità in merito a un pieno sviluppo Italiano/Europeo sia rappresentata dall’importazione. Ancora oggi sul mercato operano sog-

Rivit, viteper plastica e vite truciolare

getti che immaginano un paese privo di produttori interni e credono che la richiesta possa essere assolta in toto dall’importazione.

In

Italia

questo

problema è maggiormente sentito in quanto si è completamente sgretolata quella costruzione commerciale piramidale che partiva dal basso ed era formata da produzione/importazione, distribuzione e cliente finale e che vede oggi paesi come la Germania in situazione predominante proprio per la stretta collaborazione tra le parti.

35


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI Stechel: vite Spax TSP con testa svasata piana e vite TR con testa ridotta utilizzata per i serramenti

In mancanza di ciò, e con la crescita

con la quale ci stiamo confrontando è

programmare il lavoro con anticipo. E

dell’accesso all’importazione da parte

la richiesta da parte dei nostri clienti

questo le porta a richiedere gli articoli

anche dei più piccoli soggetti favori-

di forniture urgenti, che pure riusciamo

necessari da un giorno all’altro”. An-

ta anche da più facili e veloci mezzi

a gestire grazie al nostro magazzino

che nella visione di Bagnolini questa

di comunicazione, si è innescato un

sempre ben rifornito. Inoltre, grazie

è una criticità che può trasformarsi in

circolo vizioso di abbassamento delle quotazioni che, negli anni, ha portato a ridurre enormemente quelle marginalità che consentivano maggiori investimenti e crescita, nonché alla moria sistematica di aziende produttive e alla conseguente mancanza di materiale nazionale. Detto questo personalmente penso che ipotizzare una crescita continua del mercato sia pura fantasia.

opportunità a patto di sapersi struttu-

“Negli ultimi anni l’export si è attestato ad un 15% del fatturato ed è in continua crescita”

rare per rispondere al manifestarsi di

Silvano Chiello, amministratore unico di Kilton

stro magazzino e, quindi, verso i nostri

La crisi mondiale dovrebbe invece es-

questa nuova esigenza. “I fattori di sviluppo del mercato “, prosegue, “sono relativi all’ampliamento della gamma dei prodotti disponibili presso il noclienti. Più la gamma di prodotto a magazzino è ampia e più si hanno opportunità di servire rapidamente i clienti”. La prospettiva da cui guarda il merca-

sere analizzata come fattore di surplus

alla nostra flessibilità riusciamo a ge-

to Stechel, che distribuisce in esclusi-

produttivo.... ma forse il discorso si fa

stire in tempi rapidi ordini di piccole

va per il mercato italiano della tedesca

più lungo” conclude Chiello. La crisi e

e grandi quantità”. Si concentra sullo

Spax, è relativa al segmento delle viti

il cambiamento dei modelli di business

stesso fenomeno anche Luca Bagno-

truciolari. “Il mercato delle viti per le-

pongono oggi nuove sfide agli opera-

lini, Responsabile Divisione Viteria di

gno” esordisce Sebastiano Agazzi,

tori del settore. A porre il tema è Ivan

Rivit. “La criticità più importante”, os-

Responsabile Vendite Spax, “è sud-

Vanini, Direttore Marketing di Panoz-

serva infatti, “è il mercato stesso che

diviso nelle due macro categorie del

zo. secondo cui “la maggiore criticità

non permette alle imprese clienti di

serramento e del mobile. Il mercato

Promotion Tech: TX – Testa Inox, vite autoperforante dotata di testa in acciaio Inox A2 e guarnizione in EPDM premontata, con corpo in acciaio al carbonio cementato trattato con una speciale finitura. Garantisce oltre 1500 ore in nebbia salina

36


ALLARGHIAMO GLI ORIZZONTI DELLA SALDATURA ! Entra a far parte della famiglia GYS. Per te, artigiano ▪ specialista ▪ industria, dalla più grande e moderna fabbrica d’Europa produttrice dal 1964 di generatori tradizionali ed inverter: - attrezzature di saldatura e taglio MMA ▪ MIG-MAG ▪ TIG ▪ PLASMA

- dispositivi di manutenzione per batterie CARICA BATTERIE ▪ AVVIATORI ▪ SALVA DATI ▪ TESTER

- attrezzature per carrozzerie SPOTTER ▪ INDUZIONE ▪ PUNTATRICI ▪ RIVETTATRICI ▪ RADDRIZZATORI

- molti altri prodotti complementari ACCESSORI ▪ UTENSILI VARI

www.gys.fr

37


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI

Fondata nel 1876 a Piove di Sacco (Pd) la Andrighetti Spa mette a disposizione dei rivenditori un assortimento di 30.000 articoli sempre disponibili a magazzino ed una rete di vendita costituita da 15 agenti monomandatari

del serramento in legno ha avuto una

questo dossier, più di altri contribui-

la distribuzione. Secondo Sebastiano

grossa contrazione, a causa della

scono ad alimentare la domanda di

Agazzi nel segmento viti truciolari “il

crisi dell’edilizia; contrazione solo in

viti e bulloni, anche se non in modo

settore che sta realmente trainando è il

parte compensata dagli incentivi sul-

esclusivo. Come si può vedere si tratta

mobile di qualità, di design, che viene

la ristrutturazione che prevede sgravi

di settori che sono molto esigenti sul

esportato in vari paesi tra cui Russia,

fiscali del 50%. Inoltre, la concorren-

piano della qualità. “Operiamo in tut-

Emirati Arabi. Anche se è più che al-

za del serramento in Pvc prodotto in

ti i settori, dall’automotive al bianco,

Polonia, Romania e Slovenia ha ulte-

dal serramento al legno, passando

riormente danneggiato le vendite delle

dall’edilizia all’elettronica e dalla gran-

finestre in legno. Il mercato del mobile

de distribuzione”, premette Silvano

in legno, invece, pur avendo sofferto

Chiello, prima di osservare che “non

la crisi dell’edilizia, ha visto crescere

vediamo in questo momento un mer-

l’export. In sintesi c’è stata una contra-

cato predominate, probabilmente pro-

zione delle vendite delle viti per serra-

prio in virtù dell’alta offerta di articoli

menti, compensata dall’aumento delle

proposta”. Luca Bagnolini nota che

vendite di viti per il mobile. Per questo

le richieste arrivano “principalmente

motivo, a mio giudizio, il mercato delle

dall’industria meccanica seguita dalla

viti per legno in Italia è stazionario, con

rivendita sulla quale Rivit sta investen-

una lieve crescita dovuta all’aumento

do in maniera importante”. “Cogliamo

tro una nicchia sta crescendo anche

dei prezzi”.

una timida ripresa dell’edilizia”, affer-

il comparto del serramento blindato.

ma Molé Luca, “anche se i settori più

L’incremento dei furti in ville e apparta-

I settori che trainano la domanda

performanti sono quelli legati al mon-

menti, ha aumentato il bisogno di sicu-

Automotive, carpenteria, ferramenta e

do dell’industria (dall’auto, all’elettro-

rezza e, di conseguenza, la spesa in

edilizia: questi i settori che, secondo

domestico al mobile) e dell’indotto,

porte blindate, finestre antisfondamen-

le aziende intervistate nell’ambito di

che coinvolge positivamente anche

to e inferriate”.

Nobex - SCB CE - Viti per calcestruzzo in acciaio autofilettante certificate in opzione 1 per fissaggi su calcestruzzo fessurato e non fessurato per carichi di media portata con falsa rondella fangiata zigrinata sottotesta e doppio fi letto Hi-lo. Resistente al fuoco EI 120. Utilizzata per carpenteria pesante, strutture provvisionali, scaffalature metalliche, tende da sole, ancoraggi di impianti di condizionamento, idraulici ed elettrici, mensole, strutture porta-cavi, scale antincendio e di sicurezza macchinari, strutture per facciate ventilate, segnaletica stradale, profili, ringhiere, corrimani, scale, ecc...

38

“La vite non è solo un prodotto, ma soprattutto una funzione: quella di sostegno e collegamento” Molé Luca, responsabile vendite di Mustad

Kilton: vite autofilettante finta rondella senza punta


39


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI Panozzo: nella foto VTALR, viti a testa alettata con rondella, VTB, viti con testa a brugola, DAU, dadi esagonali autobloccanti e BOC, boccole in nylon plastica

sinonimo di rapporto qualità prezzo

viene applicato anche da Panozzo

L’Export, per molti è una voce di fat-

eccellente, sia su quello estero che

che, come riferisce Ivan Vanini, “opera

turato in crescita

negli ultimi anni si è attestato ad un

sia in Italia che all’estero. Attualmen-

Va da sé che Stechel che “da oltre

15% ed è in continua crescita”, di-

te l’export incide per il 15% sul nostro

vent’anni importa le viti Spax (o ABC

chiara infatti Silvano Chiello. Anche

fatturato”. Luca Bagnolini rivendica

Spax)”,

Sebastiano

Nobex lavora “sia in Italia sia con l’ex-

per Rivit una posizione di leadership

Agazzi, “operi solo in Italia”. L’Italia

port, ma prevalentemente con i sistemi

“ in Italia e all’estero, dove è presente

è il mercato di riferimento anche per

di fissaggio”, dichiara Gaetano Della

in oltre 55 paesi attraverso una rete di

Bulloneria Emiliana, come confer-

Corte. Lo stesso modello di business

distributori”.

come

ricorda

ma Gian Marco Dalpane: “operiamo prevalentemente in Italia anche se seguiamo all’estero i clienti che hanno delocalizzato le proprie produzioni, mantenendo i fornitori locali”. In questo caso, la presenza all’estero è dettata dalla scelta di molte aziende di delocalizzare in toto o in parte le proprie unità produttive. In generale. comunque, l’export è un’opzione a cui si guarda con crescente interesse già da alcuni anni. “Da ormai alcuni anni”, afferma Molé Luca di Mustad, “ope-

“La clientela sta mostrando un crescente interesse dimostrato ad allargare gamma e offerta” Gaetano Della Corte, Product Manager di Nobex riamo attivamente anche sui mercati esteri a maggior valore aggiunto. Il fatturato export rappresenta oggi circa un terzo del nostro totale”. Tra coloro che hanno deciso di cimentarsi anche con altri mercati figura anche Kilton. “Operiamo sia sul territorio nazionale, con una clientela trentennale che riconosce ormai nel nostro marchio un

40

Bulloneria Emiliana: nell’immagine un mix di prodotti classici di bulloneria


41


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI

Ambrovit ha messo a disposizione di coloro che sono interessati ad avere maggiori dettagli sulla gamma di viti per esterno 04364 rappresentata nella foto un video, che è disponibile su Youtube (www.ambrovit.it_video_04364) e il QR-code qui riprodotto

I canali distributivi utilizzati A livello distributivo la scelta prevalente è quella di presidiare tutti i canali, dal diretto, alla grande distribuzione, alla ferramenta specializzata fino ad arrivare all’ormai onnipresente on line. Gian Marco Dalpane spiega che per Bulloneria Emiliana il canale di vendita prevalente è “quello diretto, con l’operatore dedicato che mantiene un rapporto privilegiato e preferenziale con il cliente”. Lo stesso fa anche Panozzo. “Vendiamo sia direttamente dalla nostra sede di Merate che attraverso rivenditori specializzati”, è infatti la risposta di Ivan Vanini. Gaetano Della Corte identifica “nella ferramenta tradizionale e professionale” come

“La maggiore criticità con la quale ci stiamo confrontando è la richiesta da parte dei clienti di forniture urgenti” Ivan Vanini, Direttore Marketing di Panozzo il canale “che ci vede predominanti, in quanto produttori, con una gamma ampia e profonda, seguito dal settore Edile ed Elettrico”. Luca Bagnolini mette al primo posto “la forza vendita esterna in quanto i prodotti, soprattutto le macchine Rivit, hanno necessità di essere presentate. A seguire il canale

Kilton: viti hi-lo per plastica e viti metriche tefr dentellate

42

di vendita crescente è sicuramente il web”. La strategia di Kilton è piuttosto articolata. “Utilizziamo differenti canali di vendita”, dichiara Silvano Chiello, “senza preclusione per nessuno. Si va dai grandi distributori agli agenti di zona investendo poi a livello di immagine su pubblicazioni di ogni genere anche specificatamente settoriali. Il canale che ci ha dato più soddisfazione in tutti questi anni è stato comunque il nostro caro e vecchio sito internet. L’avevamo pensato cosi circa 25 anni fa, quando pochi credevano nel web ed è ancora oggi uno tra quelli più semplici e consultati del settore, aperto a tutti e con la possibilità di scaricare schede tecniche inerenti ai fasteners”. Anche Mustad ha scel-


to di essere presente su più canali. “in parallelo privilegiando la filiera distributiva tradizionale e la distribuzione attraverso rivenditori del settore professionale. Grande impulso allo sviluppo di nuovi prodotti e tecnologie viene dato dal settore industriale dell’Automotive che forniamo in Italia e in molti paesi europei, afferma al riguardo Molé Luca. “Il nostro principale canale di vendita sono i rivenditori specializzati nella vendita di ferramenta e accessori per il serramento, come per esempio Venerota, Nicolini, Errezeta, Colfert e Ferexpert”, afferma il Responsabile Vendite Spax Sebastiano Agazzi, prima di osservare che “siamo presenti anche nelle ferramenta specializzate nel mobile, come per esempio Poma, Nobili, Mobilaccessorio, Ferramenta Mela. Per la nostra azienda il primo canale è più importante in termini di fatturato, perché la qualità e le

“La contrazione delle vendite delle viti per serramenti è stata compensata dall’aumento di quelle delle viti per il mobile” Sebastiano Agazzi, Responsabile Vendite Spax (Stechel) caratteristiche tecniche della vite Spax sono più evidenti nella produzione e nel montaggio dei serramenti. I nostri clienti in questo canale sono molto fedeli”, conclude. I più adatti per le Ferramenta Tutte le aziende protagoniste di questo dossier concordano nel riconoscere al canale delle Ferramenta Tradizionali la preparazione e la capacità di trattare tutta l’articolata e complessa offerta espressa dal comparto. “Non crediamo”, è la reazione di Silvano Chiello quando viene sollecitato sull’argomento, “ci siano viti o bulloni che possano interessare in modo specifico le ferramenta. Si potrebbe dire tutte e nessuna. Ormai nel bene o nel male nel settore ci si è inventati di tutto o quasi e molti degli articoli oggi presenti sui mercati sono “rivisitazioni commerciali” di prodotti vecchi. Mi spiego meglio, sono stati pubblicizzati articoli che per differenze di uno o due gradi nell’angolo del filetto sono poi stati proposti con valori aggiunti decisamente ben al di là del reale valore tecnico del prodotto. Basti pensare che solo un paio di anni fa abbiamo visto un produttore taiwanese pubblicizzare come innovativo un prodotto da noi brevettato 33 anni prima!” Netta anche la risposta offerta da Ivan Vanini: “Riteniamo che tutte le nostre tipologie di viti possono essere adatte alle ferramenta. Luca Molè di Mustad introduce qualche distinguo in base

43


2000

DOSSIER n VITI E BULLONI al tipo di clientela a cui si rivolge la singola realtà: “Le ferramenta oggi hanno assortimenti molto ampi in base alla tipologia di cliente alla quale si rivolgono. Perciò normalmente il grossista che le fornisce acquista da noi svariate centinaia di articoli che spaziano dalle viti per legno, ferro, autoforanti e per edilizia. Se poi la clientela è specializzata (mobile, serramento, ferro, alluminio) allora il cliente può trovare nel nostro catalogo una vasta selezione di prodotti di nicchia per completare il suo assortimento”. Lega l’assortimento al target di clientela anche Gaetano Della Corte. “Sicuramente le vite per legno la fanno da padrone, ma anche le altre a seconda della tipologia del cliente sono richieste”. Lo stesso fa anche Luca Bagnolini, che osserva: “Le linee più richieste dal settore ferramenta sono quelle classiche metriche, autofilettanti e truciolati, ovvero, quelle richieste dal privato. Fanno eccezione le fermamenta che lavorano con l’industria, che richiedono anche articoli più di nicchia”. Sebastiano Agazzi, entra più nello specifico: “La vite più importante per il montaggio della ferramenta sulle finestre è la vite con testa ridotta

Bulloneria Emiliana: foto di autofilettanti specifiche per elettrodomestici e apparecchiature elettroniche

e smussata, rivestimento antiruggine e color argento. Il color argento permet-

Dalpane risponde alla domanda intro-

ralmente alla qualità e alla disponibilità

te alla vite di mimetizzarsi con la ferra-

ducendo un nuovo elemento: “Più che

a magazzino”. Anche per Gian Marco

menta, mentre la testa ridotta e smus-

al tipo di bulloni le ferramenta sono at-

Dalpane la chiave di volta è la reputa-

“Più prodotti a magazzino disponibili più opportunità di servire rapidamente i clienti”

tente al confezionamento degli stessi:

zione che l’azienda ha saputo costru-

devono essere il più possibile piccole

irsi negli anni. “Bulloneria Emiliana”,

confezioni e possibilmente anonime”.

ricorda infatti, “ha da sempre puntato,

Luca Bagnolini, Responsabile Divisione Viteria di Rivit

44

e continua a farlo, alla soddisfazione Gli argomenti di vendita su cui pun-

del proprio cliente tramite un’ottima

tano i produttori

qualità dei prodotti e un servizio at-

Perché un rivenditore dovrebbe sce-

tento e puntuale”. Silvano Chiello in-

gliere di mettere i vostri articoli nel

vita il rivenditore a impegnarsi per, in

proprio assortimento? Come si vedrà

un certo senso, distinguere tra quali-

nelle risposte che seguono i concetti

tà dichiarata e qualità effettiva. “A un

che ricorrono sono affidabilità, servizio

rivenditore, che spesso è attento al

e capacità di proporre una gamma ar-

prezzo, suggerirei di vagliare attenta-

sata entra perfettamente nei fori della

ticolata in modo da soddisfare anche

mente le qualità dei prodotti. Spesso

ferramenta. Inoltre, Spax è l’unica vite

le più recenti esigenze. Gaetano Del-

come nel cibo quello che non vediamo

per legno ad avere una punta quadra

la Corte non ha dubbi: “Le principali

può essere diverso da ciò che appare.

autoforante che consente di avvitare

motivazioni che spingono il rivenditore

Le banali viti autofilettanti si possono

la vite senza preforo, senza minima-

a scegliere Nobex sono la profondità

produrre con differenti materiali più o

mente spaccare il legno”. Gian Marco

di gamma e l’assortimento. Oltre natu-

meno economici. Lo stesso vale per i


trattamenti termici, galvanici e si potrebbe continuare ancora. In Kilton siamo ben consapevoli che gli “ingredienti” dei nostri prodotti sono solo di prima qualità perché li gestiamo dal primo all’ultimo passaggio con l’esperienza che abbiamo maturato negli anni. E le nostre porte sono aperte a chiunque voglia verificare di persona quanto asseriamo”, assicura. Luca Mulè punta sulla capacità di Mustad di intercettare le evoluzioni del mercato con la massima tempestività. “Da noi la ricerca è sempre orientata

Fondata nel 1876 a Piove di Sacco (Pd) la Andrighetti Spa mette a disposizione dei rivenditori un assortimento di 30.000 articoli sempre disponibili a magazzino ed una rete di vendita costituita da 15 agenti monomandatari

a sviluppare prodotti che semplifichino le operazioni di fissaggio. Per questo abbiamo collaborazioni con molte aziende che producono elementi di ferramenta in modo da conoscere ed anticipare le evoluzioni del mercato. Allo stesso tempo, occorre essere molto reattivi rispetto alle modifiche delle norme in materia di prestazioni o di rispetto dell’ambiente. Spinti proprio da nuove esigenze di impiego e dall’esigenza di produrre con il minor

zincato giallo, che contengono il cro-

Vanini, “ci si trova costretti a eliminare

impatto ambientale possibile, negli ul-

mo VI (elemento altamente cancero-

potenziali conduttori elettrici e, quindi,

timi tempi abbiamo lavorato molto sui

geno) ha portato Spax a impegnarsi

in qualche modo si è costretti a ricor-

trattamenti di finitura dei nostri prodot-

nella messa a punto di un rivestimento

rere a materiali alternativi come la pla-

alternativo. Recentemente abbiamo

stica, che garantisce le stesse proprie-

lanciato sul mercato l’innovativo rive-

tà meccaniche dei metalli, ma senza

stimento Wirox, che resiste 20 volte di

avere le loro caratteristiche negative.

più alla ruggine e non contiene nessun

La viteria in plastica offre indubbi van-

elemento cangerogeno. Al momento,

taggi quali: peso minore, isolamento,

Spax è l’unico produttore ad offrire viti

non corrosività, elevata attenuazione,

in acciaio con una così elevata resi-

elevata resistenza alle vibrazioni”.

stenza alla ruggine. Queste viti sono

Luca Bagnolini fa il punto sulle novità

disponibili in due finiture: Wirox (color

di recente lanciate sul mercato da Ri-

argento) Yellox (colore giallo) e come

vit. “Tra le novità presentate dalla no-

ti, per offrire soluzioni che rispettano

tutte le altre in gamma sono prodotte in

stra azienda nell’ultimo periodo ricor-

l’ambiente e le norme, senza sacrifi-

Germania nello stabilimento di Enne-

do le viti truciolati con impronta Torx

care, anzi migliorando le prestazioni di

petal”. A premiare le aziende è anche

e punta perforante che garantiscono

resistenza ed estetiche delle viti”. La

a capacità di innovare la propria offer-

rapidità nel montaggio; facilità di mon-

capacità di proporre tempestivamente

ta dando prova di una grande capa-

taggio e impronta Torx con maggiore

prodotti in linea con i più recenti detta-

cità di comprendere tempestivamente

tenuta dell’inserto. Infine, le viti in pla-

mi delle normative è un valore aggiun-

quali potrebbero essere le nuove esi-

stica che presentano le seguenti ca-

to anche secondo Sebastiano Agazzi

genze create dalle trasformazioni con-

ratteristiche: filetto a 30 gradi per una

che, in particolare, si riferisce al divie-

seguenti all’evoluzione tecnologica nei

miglior penetrazione; passo rapido per

to di utilizzare cromo esavalente in vi-

settori a cui si rivolgono. “Spesso per

evitare che il filetto strappi la plastica

gore dal 21 settembre di quest’anno.

varie esigenze tecniche e di sicurez-

e punta tronca per evitare di perforare

”La messa al bando dei rivestimenti

za”, à la premessa da cui parte Ivan

la plastica ed eventuali cavi elettrici”,

“Più che al tipo di bulloni le ferramenta sono attente al loro confezionamento” Gian Marco Dalpane, amministratore di Bulloneria Emiliana

45


2000

SCENARI n

Gli italiani e la casa Le opportunità per il mercato

La quarta edizione dell’Osservatorio sulla casa realizzato da Doxa e ideato da Leroy Merlin offre un quadro dei miglioramenti che gli italiani vorrebbero per potersi dichiarare davvero soddisfatti delle proprie abitazioni. Riuscire a rispondere a queste esigenze è la sfida che si pone alle aziende che operano nel settore Solo un italiano su quattro si dichiara completamente sod-

offrire agli addetti ai lavori informazioni su tendenze e caratte-

disfatto della casa in cui vive. In testa all’elenco delle cau-

ristiche della casa del futuro, secondo le aspettative dei loro

se di insoddisfazione lamentate dagli altri figurano lo scarso

abitanti. A ideare l’iniziativa è stato Leroy Merlin che quest’an-

isolamento, i costi eccessivi del riscaldamento o la scarsa

no per la prima volta è stato affiancato da Saint Gobain in

qualità delle finiture. Riuscire a intercettare queste esigenze

omaggio a un’impostazione che mira a coinvolgere un sem-

rappresenta un’opportunità per gli addetti ai lavori, a patto

pre maggior numero di player attivi nel mondo dell’abitare.

però di saper anche promuovere una più diffusa conoscenza

46

delle soluzioni disponibili. Questo in estrema sintesi lo scena-

Il contesto abitativo

rio e le considerazioni che emergono dall’analisi dei risultati

La ricerca offre innanzitutto una conferma: l’Italia è un pae-

contenuti nella quarta edizione dell’Osservatorio della casa,

se di proprietari, che pur di acquistare la propria abitazione

l’indagine Doxa che si propone l’obiettivo di monitorare gli

sono disposti a sottoscrivere un mutuo (lo si fa nel 60%

stili abitativi degli italiani per fotografarne lo stato dell’arte e

dei casi.) Ben l’82% degli italiani è proprietario della casa


in cui vive e questa incidenza è una peculiarità tutta nostra che sembra destinata a non venir meno neppure con l’avvicendarsi delle generazioni. “Per il 12% degli italiani”, ha osservato al riguardo Anna Comincini, Research Manager di Doxa, “l’abitazione è in cima alle priorità, per il 62% è molto importante e per un altro 20% è importante. Un altro segnale che la casa è nel cuore dei nostri connazionali è che la percen-

anche il fatto che l’italiano medio tende ad essere stanziale

tuale di coloro che affermano di considerarla poco o per

e in media vive circa 14 anni nella stessa abitazione.

niente importante è bassissima: pari allo 0,5%. Un altro dato veramente significativo”, ha proseguito Anna Comin-

Ma come sono le case degli italiani?

cini, “è che anche per i tanto spesso citati e analizzati Mil-

La prima risposta è che hanno una metratura piuttosto ampia,

lennials il fatto di arrivare ad avere una casa tutta loro è

visto che la grandezza media è di 98 mq e che la maggior

una priorità”. La percentuale di persone di età compresa

parte presenta almeno quattro locali. Il 65% degli italiani vive

tra i 18 e i 34 anni è, infatti, pari al 12% nel cluster di colo-

in un appartamento situato in un condominio e solo il 35% in

ro che hanno dichiarato di aver identificato la casa come

una villetta o in una casa separata. Stando alle dichiarazioni

prima priorità, al 64% in quello di chi lo considera molto

del campione intervistato, il bagno è presente in tutte le abi-

importante e al 25% in quello di chi lo ritiene importante.

tazioni, mentre nel 77% dei casi un locale è adibito a salotto

Molto probabilmente contribuisce a questa scala di priorità

(+3% vs 2015), nel 93% c’è una camera da letto, nel 75% la

KNIPEX Quality – Made in Germany

Sistema di ancoraggio per utensili con anello di fissaggio

Article No. 00 50 04 T BK Permette una protezione affidabile contro la caduta evitado gravi lesioni, danni alle cose o la perdita dell’utensile

Per maggiori informazioni sulla gamma KNIPEX, si prega di contattare:

> Set con cavo di ancoraggio, lacci adattatori e moschettoni > La combinazione dei singoli particolari costituisce un sistema utilizzabile con moltissime varianti di fissaggio > Assortimento in elegante confezione con foro per espositore Self-service

Fabio Scollo 366.6858385 f.scollo@knipex.com www.knipex.com

47


2000

48

SCENARI n

cucina è una stanza separata e nel 49% c’è anche una sala

attenta alla salute, comoda da vivere e capace di rispecchia-

da pranzo. Il 23% degli intervistati ha lo studio e il 43% un

re il modo di essere di chi la abita, rispettosa dell’ambiente,

giardino di proprietà. La ricerca ha cercato di stabilire anche

deve far risparmiare e deve anche essere smart. Il riferimen-

quale sia il locale più amato dagli italiani. A ottenere il mas-

to a questi cinque pilastri è costante nell’analisi del livello di

simo delle preferenze è il salotto (45%), seguito da cucina

soddisfazione e delle cause dell’insoddisfazione dichiarata

(21%) e camera da letto (10%).

da alcuni italiani nei confronti della propria abitazione. A fron-

L’indagine dei requisiti che secondo gli italiani un’abitazione

te di una valutazione che complessivamente è buona – il voto

deve necessariamente soddisfare ha portato all’individuazio-

medio assegnato è 7,5 – è da rilevare che la percentuale di

ne di cinque pilastri. La casa ideale degli italiani deve essere

chi si è dichiarato pienamente soddisfatto è piuttosto bassa e


49


2000

50

SCENARI n

si aggira intorno al 25%. La classifica dei motivi di insoddisfa-

di come questo sia un fattore che gioca a favore del valore

zione vede ai primi tre posti l’inadeguatezza dell’isolamento

della casa stessa. Solo il 15% del campione pensa a citare

termico (32%), l’insufficienza dello spazio disponibile (30%)

anche la predisposizione o la presenza di un impianto foto-

e i costi di mantenimento troppo elevati (27%). Le percentuali

voltaico. Segno che forse la sensibilità per i temi della soste-

non sono altissime neppure quando si tratta di individuare i

nibilità non è ancora così fortemente sviluppata.

motivi di soddisfazione: il 34% degli intervistati cita il nume-

Gli aspetti che preoccupano di più

ro adeguato di finestre e balconi, un altro 34% l’entità dello

Partendo dalla constatazione che il pilastro della casa “at-

spazio disponibile e 33% la presenza di un posto auto o di un

tenta alla salute” ha ottenuto il 40% delle preferenze Giulio

box auto, a dimostrazione di una maggiore consapevolezza

De Gregorio, Direttore Habitat di Saint Gobain ha osservato


51


2000

52

SCENARI n

che ben il 69% dei rispondenti si è dichiarato sensibile al

provenienti dall’umidità”. Un problema quest’ultimo che è

tema dell’inquinamento indoor. Il problema ha osservato De

stato citato dal 32% dei rispondenti e che, secondo de Gre-

Gregorio è che: “pochi sanno che l’inquinamento interno è

gorio, trova una spiegazione nel fatto che il 46% degli italiani

cinque volte maggiore di quello esterno. Ciò che sorprende

vive in abitazioni costruite almeno 40 anni fa e che spesso

ancora di più è quanto poco siano conosciute le maggiori

non sono adeguatamente isolate. “Una parte importante del

cause che influiscono sulla qualità interna dell’aria, ovvero gli

campione”, ha proseguito, “ ha affermato di fare uso di pro-

aldeidi, i VOC - Composti Organici Volatili presenti in deodo-

dotti specifici per le problematiche legate all’umidità”. Il fatto

ranti, materiali per la pulizia della casa ma anche in molti ma-

significativo, però, è che in genere si tratta più di palliativi che

teriali da costruzione, come colle, solventi, pitture, e le muffe

di soluzioni e che la maggioranza degli italiani ignora che


oltre 15.000 accessori

per auto, camion, camper, moto e ciclo

•A Accessorii per manutenzione t i e garage

PVC

• Accessori elettrici • Lampadine e Led • Spazzole tergicristallo Tappeti

• Articoli per la pulizia e la cura del veicolo • Articoli per il “Fai da Te” • Portaggio

Spazzole Tergicristallo

Vasche Baule

• Catene da neve • Prodotti chimici • Accessori per interni ed esterni ...e molto altro ancora...

PVC

CAFFALATURE ed ESPOSITORI per l' allestimento Vasta gamma di S de

l punto v endita

il partner IDEALE al servizio del CLIENTE LAMPA S.p.A. - Via G. Rossa, 53/55 - 46019 Viadana (MN) - Tel. 0375 820 700 - www.lampa.it - info@lampa.it f

53


2000

54

SCENARI n

“oggi sono disponibili materiali edili che non contengono Voc

torio. Solo il 24% degli intervistati considera l’efficientamento

e soprattutto sono in grado di neutralizzare quelli esistenti”,

energetico legato all’isolamento termico un fattore primario

ha rilevato De Gregorio. Lo stesso discorso vale anche per il

nella scelta dell’abitazione. Eppure è noto che il 38% dei con-

tema dell’inquinamento acustico. Solo il 24% del campione

sumi energetici in Italia sono legati ai cosiddetti “usi civili”” ivi

si dichiara soddisfatto dell’isolamento acustico della propria

compresi quelli legati al riscaldamento e al raffrescamento

abitazione, mentre il72% ha cercato di porvi rimedio installan-

delle abitazioni privati. Eppure soluzioni come l’isolamento

do i doppi vetri e solo l’11% effettuando lavori specifici sulle

del cosiddetto involucro opaco con appositi materiali conti-

pareti interne. La scarsa conoscenza delle soluzioni esistenti

nuano ad essere ignorate dai più. Secondo l’Osservatorio sti-

trova conferma anche in un altro dato emerso dall’Osserva-

mando in 9.832 milioni di mq lo stock potenziale di edifici da


coibentare, basterebbe isolare il 10% di queste superfici per

sità dello spazio disponibile per realizzare nuove costruzioni

abbattere dell’9,2% la bollette energetica nazionale.

porta a concentrare gli sforzi sulle attività di ristrutturazione e

Un altro tema centrale evidenziato dal campione è quello del

a sostenere una domanda di soluzioni capaci di adattarsi a

comfort, della casa “comoda da vivere”. A questo proposito

questo contesto.

sono considerati prioritari fattori esterni quali le caratteristiche del quartiere, la vicinanza ai mezzi pubblici e ai negozi,

La casa smart può attendere (per ora)

ma anche gli interventi per abbellire uno o più ambienti della

La casa intelligente, ovvero quella dotata di apparecchi co-

casa. L’Osservatorio rileva infatti che oltre l’85% degli intervi-

mandabili a distanza, non sembra ancora aver conquistato

stati ha eseguito almeno uno dei lavori di abbellimento e che

un grande posto nel cuore degli italiani. Appare tuttavia inco-

la spesa media ad essi riferita si aggira intorno ai 3.000 euro.

raggiante il dato secondo cui il 16% degli intervistati consi-

Solo il 34% degli italiani è realmente soddisfatto dello spazio

dera la presenza di sistemi innovativi un elemento molto im-

che ha a disposizione e questo è il segnale che le nostre

portante nella scelta della casa e il 21% che dichiara di non

case faticano ad adattarsi alle diverse fasi della vita familiare

avere preoccupazioni legate all’utilizzo di oggetti intelligenti

e che una delle esigenze è proprio quella di modulare gli

e connessi nella propria abitazione. Tra gli apparecchi più

spazi in funzione di questi cambiamenti. Non solo, il fatto che

desiderati quelli che consentono il monitoraggio a distanza

circa un terzo del campione abbia effettuato almeno un inter-

degli ambienti tramite telecamere (36%) e i sistemi di illumi-

vento di manutenzione viene giudicato come la conseguen-

nazione sensbili alla luce diurna e alla presenza di persone

za di una maggiore disponibilità a investire per preservare

(32%) e gli elettrodomestici gestibilia distanza con il proprio

nel tempo il valore immobiliare alla propria abitazione. Tutto

smartphone (26%).

questo porta, come ha rilevato Gianni Bientinesi, Direttore Business Intelligence Leroy Merlin Italia, a una situazione in cui non solo “il DIY si sta diffondendo sempre più, ma a differenza di ciò che si potrebbe ipotizzare il 52% di chi lo pratica dichiara di non farlo per combattere la crisi economica, ma perché in questo modo sente la casa più sua e a propria misura. È anche interessante rilevare che c’è un 27% degli intervistati che afferma di occuparsi personalmente dei lavori di manutenzione e ristrutturazione della casa e che questo gruppo è ben rappresentato sia da uomini (58%) che da donne (42%)” ha concluso Bientinesi sottolineando che la scar-

La metodologia seguita Si è trattato di un’indagine ndagineCAWI (Computer Assisted Web Interviewing che ha previsto l’invio di un questionario via Web ad un campione di 1.500 individui rappresentativo della popolazione italiana da partire dai 18 anni. Le persone intervistate sono responsabili delle scelte relative alle opere di abbellimento e ristrutturazione della propria abitazione.

55


2000

ANNIVERSARI n

Bossong

55 anni all’insegna della qualità e dell’innovazione

Da quando l’ha rilevata nel 1962 la famiglia Taddei è stata costantemente impegnata nel promuovere la crescita dell’azienda. Il risultato è che oggi Bossong offre una delle più vaste gamme di soluzioni di fissaggio nel mondo ed è una realtà che punta ad accrescere la propria dimensione internazionale restando fortemente ancorata al mercato italiano

56

Anche negli anni più bui della crisi, Michele e Andrea Tad-

La famiglia Taddei ha acquisito Bossong dal fondatore nel 1962.

dei, rispettivamente direttore commerciale e amministratore

Quali sono state le tappe fondamentali di questi 55 anni di storia?

delegato dell’azienda di Grassobbio (Bg) non hanno mai

In primo luogo ci sembra giusto sottolineare che l’acquisto di

smesso di credere nell’innovazione come motore di sviluppo

Bossong Gmbh da parte della nostra famiglia è stata una del-

decidendo di investire su una riorganizzazione dell’azienda,

le rare eccezioni, uno dei pochi casi che vedono una realtà

sull’aggiornamento dei processi produttivi e, naturalmente,

italiana acquistare un’azienda tedesca.

su un continuo affinamento e ampliamento della gamma. Il

I primi passi in questo mercato sono stati principalmente

risultato? Un fatturato in forte crescita e un brand che presso

lo sviluppo nel mercato del fissaggio con la promozione di

gli addetti ai lavori è sinonimo di professionalità, affidabilità,

ancoranti meccanici strutturali, presentando sul mercato sia

sicurezza e tecnica. Di questo e di molto altro abbiamo parla-

una gamma di nostra produzione sia quella omologata tede-

to nell’ambito dell’intervista che segue.

sca dei brand Read Head, prima, e MKT poi.


i flussi del lavoro e dell’organizzazione interna. Inoltre, abbiamo effettuato investimenti nella produzione introducendo nuovi automatismi per migliorare la redditività e la qualità dei prodotti puntando su controlli di tutti i pezzi fino a riuscire a ridurre al massimo sia gli scarti che i difetti. Altri investimenti sono stati destinati alla parte logistica dell’azienda. In particolare, abbiamo proceduto al re-layout di alcune zone con il parziale automatismo del magazzino al fine di migliorare il servizio di consegna per la clientela. Questa operazione che si concluderà verso fine anno, ci assicurerà un incremento delle potenzialità di consegna di circa il 50%.. Quali sono gli obiettivi di Bossong a breve e medio periodo in termini di fatturato, presenza internazionale ecc.? Il processo di internazionalizzazione e apertura a nuovi mercati iniziato alcuni anni fa ha fatto sì che l’export sia il settore che registra i migliori risultati e, per questo motivo, abbiamo intenzione di allargare ulteriormente i nostri orizzonti e di aumentare i nostri investimenti all’estero per incrementare ulteriormente il numero di Paesi in cui saremo presenti e anche il numero di clienti nelle singole nazioni in cui già operiamo. Tutto questo, però, senza trascurare la nostra presenza nel Tra le tante, le tappe fondamentali di Bossong sono state

mercato che per noi resta cruciale, quello Italiano, cercando

principalmente nel 1993 e nel 2009. Il 1993, infatti, è l’anno

di coprire sempre meglio il territorio.

dell’inizio della produzione dell’ancorante chimico, mentre nel 2009 abbiamo ottenuto le prime marcature CE. Queste

In quali ambiti intravvedete le

certificazioni hanno attestato l’alta qualità e la professionalità

maggiori possibilità di svilup-

dei nostri prodotti. Da allora, abbiamo puntato maggiormente

po?

sulle elevate performance del prodotto e su marcature sem-

Le maggiori possibilità di

pre più complete in modo tale da poter competere con pro-

sviluppo saranno principal-

dotti tecnicamente al top del mercato.

mente legate alle esporta-

Una fotografia della realtà odierna di Bossong Per Bossong il 2016 è stato l’anno che ha fornito definitivamente un chiaro segnale della fine della crisi, e , per questo motivo, siamo fiduciosi che questo 2017 ci riservi numerose soddisfazioni. Infatti, ad oggi, il fatturato ha registrato un notevole incremento. Speranzosi che questo trend sia costante, anche per quest’anno, abbiamo messo a budget più del 3% del nostro fatturato in ricerca e sviluppo. La decisione di dedicare una buona fetta di fatturato alla ricerca e sviluppo non è figlia solo di questo trend positivo. Infatti, negli anni più recenti quando la crisi attanagliava il nostro settore abbiamo deciso di approfittarne dedicandoci a numerosi investimenti, a una riorganizzazione e, perfino, a re-inventarci nei mercati. In questo modo, oltre che all’incessante ricerca su nuove formulazioni e al continuo upgrade delle certificazioni europee, abbiamo migliorato e ottimizzato

La realtà Bossong in Italia La sede centrale è a Grassobbio (BG) dove si trovano gli stabilimenti che comprendono 5.200 mq di superficie coperta e sono articolati in uffici, magazzino, spazi vendita, reparti di produzione, officina per la riparazione degli attrezzi, sala prove e collaudo dotata di moderne attrezzature e laboratorio chimico. In omaggio alla propria attenzione per i temi del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità l’azienda ha realizzato una copertura di 1.000 mq. di pannelli fotovoltaici in grado di generare quasi 200.000 kWh all’anno con una potenza di circa 140 kW. Bossong ha anche aperto una sede a Roma, dove oltre agli uffici commerciali è presente anche un magazzino, ed è presente con un proprio magazzino anche a Cagliari e in Germania. Gamma di prodotti riconosciuta tra le più complete e qualificate. Moderne soluzioni nel campo del fissaggio e dell’ancoraggio chimico. Progressivamente ha allargato la sua gamma produttiva e oggi offre una delle più vaste gamme di soluzioni di fissaggio.

57


2000

ANNIVERSARI n Le principali sfide che emergono dai nostri mercati di riferimento sono abbastanza eterogenee, essendo un mondo abbastanza variegato. Principalmente, però, cerchiamo di confrontarci con gli stakeholders più sensibili a una politica di qualità e sicurezza del prodotto piuttosto che a una mera politica di prezzo anche a discapito della qualità. Per questo motivo siamo fermamente convinti che sia indispensabile dedicare risorse rilevanti alla ricerca e sviluppo e, contestualmente, allo studio di normative con lo scopo di promuovere prodotti sempre più performanti sia dal punto di vista della qualità, ma anche sempre più sicuri sia per l’operatore che per le strutture. Inoltre, siamo molto focalizzati su un servizio performante post-vendita. Forniamo assistenza sia direttamente in cantiere che tramite web attraverso il nostro software di calcolo, oppure fornendo video esplicativi per la corretta posa dei nostri prodotti. Si parla molto di brand reputation e di brand awareness. Qual è la strategia Bossong a questo proposito? Ovviamente, un brand forte e riconosciuto sul mercato ha i suoi vantaggi; per questo ci impegniamo quotidianamente zioni, in quanto è la maggior fonte di crescita, senza però trascurare il continuo investimento nella ricerca di nuovi prodotti e nelle migliorie di performance dei prodotti già esistenti. Quali sono le sfide che vi vengono poste dai vostri target di riferimento? Vi sembrano più sensibili alla qualità del prodotto o stante la crisi sono più disposti a compromessi sulla qualità per avere il prezzo?

58

nel far sì che gli operatori quando acquistano un prodotto Bossong siano pienamente soddisfatti e propensi ad un nuovo acquisto e anche nel promuovere in campagne di Brand Awareness mirate a presentare il marchio Bossong in differenti nuovi mercati. Nella percezione dei nostri clienti il Brand Bossong è già oggi sinonimo di professionalità, affidabilità, sicurezza e tecnica. In poche parole un prodotto di qualità a un prezzo economicamente giusto.


Per la famiglia Taddei l’appartenenza ad associazioni di settore è

gli interessi comuni e anche creare lobby per la salvaguardia

di rilevante importanza. In quali associazioni siete oggi presenti e

e il bene del mercato stesso. La principale associazione di cui

che valore ha oggi questo tipo di impegno?

siamo soci è Ecap, il Consorzio di servizi per le Piccole e Me-

Essere parte di un gruppo di società di settore è per noi fon-

die Imprese Europee produttrici di ancoranti meccanici, chi-

damentale, in quanto può essere un’importante opportunità di

mici e plastici fondato nel febbraio 2001 in Italia che oggi ha al

crescita ma, soprattutto, perché siamo consapevoli che agen-

suo interno associati di diverse nazioni europee. Siamo anche

do come gruppo coeso si può fare più sinergia nel sostenere

associari a Confindustria Bergamo e ASSORESTAURO.

59


2000

SPECIALE n CASSETTE PORTAUTENSILI

Le molte qualità di un prodotto “apparentemente” semplice Sono davvero molti i requisiti che devono essere soddisfatti dalle cassette portautensili per essere all’altezza delle esigenze degli utenti professionali ma anche degli hobbisti e degli amanti del fai da te: avere un design ergonomico, essere sicure e leggere, ma anche resistenti e, va da sé, concepite per agevolare l’attività di chi le utilizza

FOTO MUNGO

60

Un mercato maturo e un prodotto che, a

che riguardano le caratteristiche del

Sarebbe però un errore pensare che il

prima vista, può apparire molto sempli-

prodotto che deve essere ergonomico,

target dei privati, costituito essenzial-

ce. Questa la fotografia che a un primo

sicuro, leggero ma resistente, adatto

mente da hobbisti e amanti del Fai da

sguardo sembra offrire la categoria dei

al trasporto di utensili di grandi dimen-

Te, sia meno esigente.

contenitori portautensili. Ma basta an-

sioni e, contemporaneamente, di quelli

dare appena un po’ oltre la superficie

piccoli. E non potrebbe essere diversa-

Le nuove proposte dei produttori

per capire che non sono poche le sfide

mente visto che il riferimento principe è

Le aziende che operano in questo set-

che si propongono alle aziende attive

quello del mondo dei professionisti che

tore continuano a innovare la gamma

in questo segmento di mercato. Sfide

di questi oggetti fa un uso intensivo.

offerta in modo da riuscire a coprire un


range sempre più ampio di esigenze e anche per continuare ad offrire nuovi motivi di interesse. “Uno degli ultimi modelli che Plano ha presentato”, dichiara Giorgio Moschini, Strategic Development Manager della Mungo di Padova, “è l’873. Si tratta di un portautensili professionale unico nel suo genere perché è caratterizzato da un vano molto grande nella parte superiore, che è in grado di contenere utensili ingombranti e da tre comodi cassetti per riporre in modo organizzato utensili più piccoli e le minuterie. Plano ha rivolto grande attenzione alla sicurezza dell’utilizzatore, infatti questo portautensili è dotato di dispositivo che impedisce l’apertura accidentale dei cassetti evitando la caduta accidentale del contenuto e di una maniglia ergonomica con impugnatura antiscivolo. Le materie prime sono state selezionate per garantire la qualità che un professionista richiede e pretende da un portautensili moderno. I cassetti in ABS, il corpo in polipropilene composite e le chiusure in acciaio sono stati studiati e testati in laboratorio, ma soprattutto “sul campo”. Il livello qualitativo raggiunto è così elevato che Plano ha deciso di offrire la garanzia a vita su questo e su molti altri prodotti della sua gamma, come viene meglio spiegato sul sito www.planolifetimewarranty.com”. Propone continuamente novità la Gt line di Valsamoggia in provincia di Bologna. Tra le altre Simone Guglielmini, Responsabile Vendite Italia ricorda

GT Line: Anche Rock Turtle Pel è adatta per interventi tecnici per trasfertisti ad elevato uso di (elettro) utensili e assicura capacità di carico; elevata resistenza agli urti. Sono presenti anche 2 serrature TSA con chiave

“due modelli di valigie porta utensili che

acquistare attrezzature professionali:

sono molto apprezzati. Parlo di “Pivot

questo articolo migliora o no la qualità

Pel” e “Rock Turtle”. Questi articoli sono

del mio lavoro?”. L’attenzione per le esi-

stampati con un sistema rotazionale e

genze dell’utilizzatore traspare anche

sono stati realizzati in polietilene ad alta

dalle parole scelte da Fabio Sisti per

densità. Risultano adatti per un utiliz-

illustrare la proposta della Contenitore

zo sia con utensili tradizionali che con

Metallico di Monza. “La nostra azienda

elettroutensili. Questo grazie alla par-

propone la gamma valigie CM compo-

ticolare configurazione che prevede la

sta da tre modelli realizzati in lamiera e

presenza sia di pannelli ad elastici che

dotati di maniglia e chiusure in metallo

ampi vani provvisti di rete. La presenza

e bottone centrale per apertura del co-

delle ruote rende questi articoli unici nel

perchio. Gli interni presentano vaschet-

loro genere e ancora più performanti e

te in plastica porta minuterie e spugna

permette all’utilizzatore di ricevere una

sotto coperchio per evitare la fuori

chiara e positiva risposta a quella che a

uscita del materiale. La verniciatura è

moi parere è la vera e unica domanda

stata fatta con polveri epossidiche in

che l’utilizzatore si pone quando deve

versione bucciata”. La cassetta portautensile accompagna il professionista in qualsiasi momento della sua attività e per questo, uno dei requisiti che questo prodotto è chiamato a soddisfare è quello di garantire una robustezza tale da assicurare una elevata durata nel tempo. Su questo aspetto pone l’accento Roberto Lugani, Direttore Generale della Mobil Plastic, che ha sede a Confienza in provincia di Pavia. “La nostra gamma”, spiega, “si chiama

Mundial: l’azienda propone una linea di cassette portautensili realizzata in metallo e plastica che risultano insieme leggere e resistenti

Easy Box e comprende valigette con diverse misure dalla 12” alla 24”. Sono realizzate in polipropilene di alta qualità per garantire robustezza anche ad uso

61


2000

SPECIALE n CASSETTE PORTAUTENSILI marchio Plano, come spiega Giorgio Moschini: “Plano produce e distribuisce proteggiutensili made in Italy fin dal 1992 per i professionisti più esigenti che esigono spazio, organizzazione e protezione per i propri utensili. In particolare, chi sceglie questo prodotto lo fa perché ha la necessità di trasportare e proteggere molti utensili, che talvolta sono anche voluminosi. Contemporaneamente, però, trasportano anche utensili piccoli, minuterie o pezzi di ricambio”. “Gli utilizzatori finali dei nostri prodotti”, spiega Fabio Sisti, “sono Mundial: l’azienda propone una linea di cassette portautensili realizzata in metallo e plastica che risultano insieme leggere e resistenti

idraulici, elettricisti, falegnami, serramentisti. In comune hanno che esigono un prodotto di lamiera fatto per durare nel tempo”. Si concentra sulle esigenze della sua clientela anche Simone Guglielmini che spiega: “Questi articoli

intensivo. Tra i loro valori aggiunti il fatto

no di rispettare standard qualitativi

che sono dotate di un pratico vassoio

elevati. Più che sugli ultimi modelli in

interno e di portaminuterie sul coper-

arrivo Alfredo Casartelli, amministrato-

chio”. Massimo Centinaro Direttore

re dell’azienda, preferisce concentrarsi

Commerciale Italia e Estero di Smarty,

sui materiali utilizzati che sono “metallo

l’azienda di Beinasco in provincia di To-

e plastica”.

rino specializzata in “storage solutions” rivendica “siamo gli unici in Italia sul

Il target di utenti è molto diversificato

mercato delle cassette portautensili a

Questa categoria di prodotto si rivolge

produrre un nuovo sistema di cassette

a un target di clienti molto ampio che

impilabili, tramite un brevetto di aggan-

spazia dai professionisti ai cultori del

cio laterale. Parliamo di sistema e non

fai da te e agli hobbisti. La scelta di

di cassette, in quanto impilandole una

Alfredo Casartelli è stata di rivolgersi

sull’altra l’utilizzatore può continuare

unicamente al mondo dei professioni-

ad implementare il numero di cassette

sti. Stesso posizionamento ha scelto il

(“Pivot Pel” e “Rock Turtle - Ndr) fanno parte del top di gamma della famiglia GT line e trovano come maggiori utilizzatori tecnici manutentori, installatori e collaudatori, che riescono a soddisfare al meglio le loro principali esigenze quali l’elevata capacità di carico,

utilizzandole contemporaneamente in modo da avere tutto sempre in ordine e da ottimizzare gli spazi. Oltre all’utilizzo dell’Abs, per rendere estremamente robusto il prodotto, BoxOnBox presenta una serie di accorgimenti tecnici e strutturali che lo rendono un partner insostituibile per il lavoro e per tutti i professionisti e non particolarmente esigenti”. La gamma proposta da Mundial Alfredo Casartelli sita a Caslino d’Erba in provincia di Como si rivolge ai professionisti dell’utensileria, industria, autoriparazione, elettrico, idraulica, edilizia che anche per questi articoli chiedo-

62

Mobil Plastic: Easy Box comprende valigette realizzate in polipropilene di alta qualità proposte in diverse misure, dalla 12” alla 24”, adatte anche a un uso intensivo


2000

SPECIALE n CASSETTE PORTAUTENSILI

Samrty: BoxOnBox è un nuovo sistema di cassette impilabili con aggancio laterale brevettato realizzate in Abs.

l’ergonomia e la resistenza, intesa sia

completa per tutte le esigenze del DIY.

sti. “La nostra gamma”, dichiara infatti

come durata nel tempo che come pro-

Nel mondo professionale le esigenze

Roberto Lugani, “si rivolge prevalen-

tezione del contenuto”.

prioritarie sono la robustezza e l’affida-

temente a un utilizzatore hobbista ma

Smarty ha messo a punto una soluzio-

bilità, in quanto talvolta devono conte-

i nostri prodotti sono apprezzati e uti-

ne che le consente di intercettare sia il

nere utensili di alto valore, per questo,

lizzati anche da artigiani professionisti

target dei professionisti sia quello dei

a differenza della maggior parte degli

i quali in genere ricercano prodotti più

privati. “Negli ultimi anni”, afferma a

altri produttori, utilizziamo materiali

robusti”.

questo proposito Massimo Centina-

specifici come ABS e non il polipropi-

ro, “con lo sviluppo del sistema Bo-

lene”. Si rivolge prevalentemente ad un

La Ferramenta resta un punto di

xOnBox cerchiamo di rivolgerci a chi

utente privato Mobil Plastic, anche se

riferimento

utilizza le cassette per il lavoro, come

per le loro caratteristiche i suoi conte-

Come è inevitabile i canali presidiati dai

gli artigiani e i professionisti, ma con-

nitori portautensili riescono comunque

produttori sono diversi. Tutte le azien-

tinuiamo anche ad avere una gamma

a convincere anche alcuni professioni-

de intervistate nell’ambito di questo Speciale, però, individuano nella Ferra-

Usag: la gamma dei contenitori portautensili è composta da una borsa porta notebook 007 PCV, una borsa professionale portautensili 007 V, un organizer 007 ORV e un trolley portautensili 007 TV che si caratterizza per l’uso di tessuti ad alta resistenza e per il design innovativo ed ergonomico

menta uno dei canali di riferimento nella consapevolezza che attraverso questo rivenditore specializzato possono raggiungere l’articolato mondo dei professionisti, ma anche il target degli hobbisti e dei bricoleur. “La nostra azienda vende nei canali tradizionali ferramenta al dettaglio e all’ingrosso e Gds” dichiara Roberto Lugani, In alcuni casi, l’azienda propone una gamma diversificata in base alle caratteristiche della clientela di ciascun canale. “I canali distributivi più consolidati sono rappresentati da quello della ferramenta, utensileria,

64


Samrty: BoxOnBox è un nuovo sistema di cassette impilabili con aggancio laterale brevettato realizzate in Abs.

elettrico e termoidraulico, ognuno dei

canale ferramenta, edile ed elettrico e

quali affrontato con prodotti più adatti

una selezione nei punti vendita di quel-

di altri, e con specifiche azioni di trade

le catene della grande distribuzione

marketing” afferma al riguardo Simone

specializzata che credono e puntano

Guglielmini. Di segno opposto la stra-

sulla qualità”. Si pone in una posizione

tegia distributiva illustrata da Alfredo

un po’ differente Massimo Centinaro,

Casartelli: “Siamo presenti con un’u-

che spiega che al momento per la sua

nica linea nei canali della Ferramenta,

azienda “il canale prioritario è il B2b

delle utensilerie e delle forniture indu-

costituito dai produttori che utilizzano le

striali”. Questi sono i canali individuati

nostre cassette per rivendere i loro pro-

come riferimento per la propria azienda

dotti. Uno dei servizi che offriamo loro

anche da Fabio Sisti: “I nostri canali di

è che “personalizziamo” le cassette a

vendita sono la ferramenta tradizionale,

secondo delle loro specifiche richieste

e anche l’utensileria e le forniture indu-

inserendo dei loghi, utilizzando colori

striali”, dichiara. Parte dall’analisi delle

specifici, ecc. La linea DIY viene inve-

caratteristiche della clientela Giorgio

ce distribuita alla Gda o tramite grossi-

Moschini: “I prodotti Plano vengono

sta. Infine, il canale e-commerce viene

scelti e apprezzati dai professionisti più

utilizzato esclusivamente per veicolare i

esigenti per le loro funzionalità, per la

prodotti dedicati alla casa”.

qualità e la durata. I professionisti, ma

Ma quali sono tra i tanti proposti i mo-

anche gli hobbisti più evoluti, posso-

delli individuati dai produttori come

no trovare i prodotti Plano più profes-

particolarmente indicati per i punti ven-

sionali presso i partner distributivi del

dita della Ferramenta?

VELOCE, VERSATILE, PRECISA

Per maggiori informazioni visitate il nostro sito www.abctools.it Scegli tra oltre 36.000 utensili professionali che fanno per te.

www.abctools.it

65


2000

SPECIALE n CASSETTE PORTAUTENSILI “Plano ha scelto per i suoi prodotti un

chiara infatti. Questo è anche l’approc-

te ai nostri clienti”. Si dichiara convinto

unico livello qualitativo, il più alto, ga-

cio adottato da Simone Guglielmini,

della necessità di provvedere a formare

rantito dal made in Italy e dalla garanzia

che dichiara: “Otre ai due modelli che

il venditore Fabio Sisti che sottolinea:

a vita. Il professionista può scegliere il

ho già citato, gli articoli Atomik, New

“anche se siamo in presenza di prodot-

prodotto più adatto alle sue esigenze

Mega, Metal lite e Alc/170 sono quelli a

ti semplici, penso che sia comunque

tra i quasi 100 modelli della gamma Pla-

maggior rotazione”.

necessario presentarli con delle spie-

no sulla base del tipo e del numero di

gazioni tecniche che ne valorizzano le

utensili che vuole portare con sé”, affer-

Il ruolo del venditore

caratteristiche e i particolari. In genere,

ma Giorgio Moschini. Anche Alfredo

Anche in un mercato sostanzialmen-

per la formazione degli agenti vengono

Casartelli non fa distinzione e propone

te maturo come questo al rivenditore

organizzati degli incontri dedicati, op-

a questo canale tutta la sua offerta di

viene riconosciuto un ruolo importante

pure, si va in affiancamento visitando

cassette “in metallo e plastica”.

in quanto figura che è in grado di indi-

i nostri clienti”. Parte dal presupposto

“Tutta la gamma classica per il DIY,

rizzare e orientare le scelte del cliente.

che “il prodotto non ha caratteristiche

mentre per le ferramenta specializzate

Le aziende ne sono consapevoli e per

tecniche particolari” Roberto Lugani

anche i prodotti BoxOnBox, adatte per

questo dedicano tempo e risorse alla

per sostenere che “risulta facilmente

il professionista”, risponde invece Mas-

formazione dell’addetto alla vendita.

comprensibile e vendibile anche con

simo Centinaro. Fabio Sisti cita “la

Questa attività viene sempre prevista in

una formazione basica durante la pre-

gamma di valigie porta minuterie CM,

occasione del lancio di novità. Questo,

sentazione alla forza vendita”. Alfredo

articolata in tre modelli con differen-

ad esempio, è quanto dichiara Giorgio

Casartelli ritiene sufficiente mettere

ti dimensioni, i bauli in lamiera e altre

Moschini: “Ogni volta che presentia-

a disposizione una “documentazione

valigie vuote, sempre proposte in varie

mo un nuovo prodotto formiamo i nostri

dettagliata”.

dimensioni”. La prospettiva adottata da

venditori e rivenditori in merito alle ca-

Individua nella formazione dell’addet-

Roberto Lugani è quella dei risultati di

ratteristiche tecniche, alle funzionalità

to alla vendita una priorità Simone

vendita. “Tra i nostri prodotti spicca per

e alla tipologia di professionista desti-

Guglielmini. “Questo”, dichiara, “è un

apprezzamento e risultati di vendita la

natario del prodotto. Cataloghi, bro-

tema molto attuale e determinate per

valigetta Easy Box 20”. Forse perché

chure, newsletter, app, social network

una strategia vincente in un mercato

è la misura più utilizzata con un ecce-

e sito internet ci permettono invece di

maturo come quello che trattiamo. Di

zionale rapporto prezzo/qualità”, di-

presentare i nostri prodotti direttamen-

fatto la preparazione tecnica e com-

Usag: le cassette portautensili della serie 641 da 16, 19 e 24 pollici a prezzi vantaggiosi presentano un sistema di apertura con una sola mano. Per maggiore sicurezza è possibile chiuderle con un lucchetto e sul coperchio sono presenti due comodi scomparti porta-minuteria. Sono studiate per essere impilate e per questo particolarmente leggere

66


Mungo: Col marchio Plano l’azienda propone 873, un portautensili professionale dotato di dispositivo che impedisce l’apertura accidentale dei cassetti e di una maniglia ergonomica con impugnatura antiscivolo

C

M

Y

merciale della rete vendita è molto importante. E questo a CM

differenza di quello che si potrebbe pensare, non solo dal MY

punto di vista della vendita in sé - il così detto sell in - ma soCY

prattutto in un’ottica di trasferimento delle nozioni tecniche CMY

al trade, il quale solo in questo modo riuscirà a coinvolgere K

positivamente l’utilizzatore finale, che anche in questo ambito a volte è molto più informato del suo interlocutore. A tal proposito per supportare il cliente rivenditore nella fase di proposta dei nostri prodotti, abbiamo ideato la “tavola sinottica”, una sintesi delle caratteristiche principali degli articoli sia tecniche sia di targeting”. La strategia illustrata da Massimo Centinaro è un po’ diversa e tiene conto delle scelte aziendali nella costruzione della rete di agenti rappresentanti: “Preferiamo il contatto diretto con l’azienda, in quanto i nostri funzionari sono costantemente aggiornati sulle novità purtroppo con gli agenti plurimandatari non è facile gestire la formazione”, afferma. L’andamento del mercato L’andamento delle vendite rispecchia il fatto che questo è un mercato maturo caratterizzato da un trend della domanda piuttosto stabile. Complessivamente, però, le aziende interpellate nell’ambito di questo speciale prevedono di riuscire a chiudere l’anno con un fatturato positivo e anche con qualche punto di crescita. Secondo Roberto Lugani “per la nostra azienda il primo semestre dell’anno si è chiuso in leggero rialzo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Contiamo di chiudere il 2017 in crescita su un 2016 che

67


2000

SPECIALE n CASSETTE PORTAUTENSILI

Mungo: Col marchio Plano l’azienda propone 873, un portautensili professionale dotato di dispositivo che impedisce l’apertura accidentale dei cassetti e di una maniglia ergonomica con impugnatura antiscivolo

si era chiuso con il ns record storico”. Alfredo Casartelli si limita a osservare che “l’andamento è buono”. Preferisce

di rivendita…non dimentichiamo che in

chia che hanno eroso fette di mercato,

una fase di trasformazione il cambia-

perché, se mi è permessa una battuta,

mento è fisiologico, il miglioramento no.

purtroppo i nostri rivenditori non sono

Quello dipende da noi”, è la sua consi-

molto “nazionalisti”.

derazione finale. La qualità dei risultati

Per quanto ci riguarda abbiamo perso

ottenuti dalle aziende dipende anche

quote di mercato nella Gds, ma ab-

dalla loro capacità di confrontarsi con

biamo finalizzato contratti importanti

alcuni fenomeni emergenti e di ridefini-

con produttori Europei di elettro uten-

re tempestivamente le proprie strategie

sili e utensili manuali, che utilizzano il

in modo da individuare nuove oppor-

sistema BoxOnBox per rivendere i loro

tunità e leve di sviluppo. “Il mercato

prodotti e fidelizzare il cliente. Questa

delle cassette portautensili è stabile”,

scelta ci ha premiato e le nostre previ-

è la premessa da cui muove Massimo

sioni sono che a fine anno avremo un

Centinaro, prima di osservare che “il

incremento a due cifre sul fatturato”.

problema è che sono arrivati in Italia i produttori dell’Est Europa e della Tur-

non sbilanciarsi troppo anche Fabio Sisti, che dichiara: “Il primo semestre ha segnato un incremento delle vendite, e

Contenitore Metallico - Si rivolge al mondo dei professionisti la gamma valigie CM, composta da tre modelli in lamiera con maniglia, chiusure in metallo e bottone centrale per apertura del coperchio

anche la richiesta è aumentata. Per tutti questi motivi ci auguriamo che si mantenga questo trend fino a fine anno”. Ha buone aspettative anche Giorgio Moschini che rileva: “il mercato di questa tipologia di prodotti è stato pressoché stabile quest’anno, ma ci aspettiamo una leggera crescita nell’ultimo quadrimestre del 2017”. Più articolata la risposta offerta da Simone Guglielmini. “Dopo un inizio altalenante il trend si è definito in positivo sia rispetto al pari periodo dello scorso anno che nei successivi mesi di luglio e agosto. Questa situazione penso possa permanere anche nei mesi che ci porteranno a fine anno che, da sempre, è un periodo molto “importante” per il raggiungimento dei risultati consuntivi. Il mercato è sicuramente in veloce “trasformazione”, soprattutto per l’incremento del canale e-commerce e la sua poca decifrabilità in questo settore. Tale digitalizzazione porta sicuramente da parte delle aziende e dei loro clienti a nuove azioni strategiche da intraprendere. Un altro fattore significativo di mercato è il variato assetto produttivo delle nostre regioni coinvolte in processo di cambiamento strutturale dettato dalla congiuntura sfavorevole degli ultimi anni, che di fatto hanno impattato anche sui canali

68

GT Line: Pivot Pel è indicata per interventi tecnici per trasfertisti ad elevato uso di (elettro) utensili ed è realizzata in polietilene ad alta densità con 4 ruote


10093 COLLEGNO (TORINO) Via Rosa Luxemburg, 10 Tel. 011 7793655 - Fax 011 725761 E-mail: cebocer@tin.it

69


2000

MERCATO FERRAMENTA n IL MERCATO ITALIANO DELLA FERRAMENTA TRADIZIONALE Le dimensioni operative dei dettaglianti nel nord est Dopo aver approfondito le dinamiche del nord ovest è il caso di analizzare quali sono le trasformazioni in atto nel nord est. Partendo anche stavolta dalle dimensioni operative per passare poi alle politiche di fornitura e alla composizione della clientela.

n I principali risultati La dimensione media di un punto vendita di quest’area terri-

venditori con una superficie media intorno a 478 metri quadri

toriale è intono ai 327 metri quadri. In media vi sono occupati

ed un numero di occupati pari a 6. I rivenditori che generano

4 addetti, ciascuno dei quali si occupa quindi di circa 80 mq

quote di giro d’affari superiori mostrano invece una superfi-

di superficie. Rispetto al dato nazionale si rileva un numero

cie meno elevata dei precedenti (366 mq) ed un numero di

superiore di occupati (1) a fronte di una dimensione media

addetti inferiore (4). Tali indicatori si ripercuotono in modo dif-

generale pressoché identica. Sul dato territoriale incidono i ri-

ferente sulla superficie media dedicata per addetto. Per i pic-

venditori di media dimensione ma con un giro d’affari inferiore

coli dettaglianti si aggira sui 54 mq per occupato. Per tutti gli

al previsto e tipico dei dettaglianti con dimensioni operative

altri il dato è simile (93 per addetto). In quest’area territoriale

in genere più elevate. Infatti i punti vendita con una superficie

si potrebbe dedurre che le dimensioni operative medio-alte

di 136 metri quadri e 2 addetti sono caratteristici di attività

non influiscono in modo decisivo sulle soglie del giro d’affari.

con un fatturato annuo inferiore a 150 mila euro l’anno. Nella

Detto in altri termini, non è tanto il fatturato a contare quanto

fascia di fatturato fra 150 e 200 mila euro annui compaiono ri-

la sua rotazione talvolta anche in spazi meno ampi.

n Le linee di tendenza

70

Rispetto all’anno prima si rileva una riduzione del numero me-

fenomeno che riguarda la gestione degli spazi è la tendenziale

dio di occupati, che scende di due unità (da 6 a 4). La tenden-

riduzione delle superfici medie del punto vendita. Il fenomeno

za sembra rispecchiare quella osservabile a livello nazionale,

sembra riguardare soprattutto i rivenditori di grandi dimensio-

anche se la tecnica e le modalità del campionamento sono

ni, il che torna con le conclusioni anzidette su efficienza ed

differenti e si parte da basi metodologiche diverse. Un altro

efficacia nella gestione degli spazi e delle superfici di vendita.


IL MERCATO ITALIANO DELLA FERRAMENTA TRADIZIONALE – DIMENSIONE OPERATIVA NEL NORD EST PER FASCIA DI FATTURATO (Euro), 2014 E 2015

2014

2015

Sup. (mq)

Addetti

Mq / Addetto

Sup. (mq)

Addetti

Mq / Addetto

Media nazionale

476

4

111

325

3

99

Media nord est

463

6

83

327

4

80

217

6

53

136

2

54

-

-

-

478

6

93

709

6

114

366

4

93

Fino a 150 mila Da 150 a 200 mila Oltre 200 mila

IL MERCATO ITALIANO DELLA FERRAMENTA TRADIZIONALE – DIMENSIONE OPERATIVA NEL NORD EST PER FASCIA DI FATTURATO (Euro), 2015

71


72


Dalle aziende

Errebi Ferramenta “Mon Amour” Per la storica azienda di Cibiana in provincia di Belluno continuare a lavorare sull’ampliamento di gamma è da sempre un must. Un aggiornamento sulle più recenti evoluzioni dell’offerta Ferramenta “mon amour”, è questo il filo conduttore in Errebi, una filosofia commerciale ben definita e condivisa. Cerchiamo di migliorarci ogni giorno per soddisfare le esigenze di questo mercato diventato sempre più esigente tanto in termini di prodotti che di servizio. Siamo conosciuti come azienda produttrice di chiavi per serrature e macchine per la duplicazione. La nostra gamma è completa e si aggiorna costantemente negli anni. Forniamo dalla tradizionale chiave “cadorina” per portoni alle più sofisticate chiavi per auto e per “cilindro europeo”. Questa è la nostra base da cui siamo partiti. Seguendo le richieste del mercato abbiamo sviluppato e inserito negli anni prodotti sempre più legati all’elettronica. Ci riferiamo al mondo dei transponder e microchip, tipici del settore automotive, dando la possibilità alla ferramenta di accedere ad un settore che fino a non molto tempo fa era di esclusiva pertinenza delle concessionarie per auto. Ai prodotti transponder abbiamo poi abbinato i gusci per chiavi auto. Una scelta di complemento di gamma. Ad oggi abbiamo un catalogo completo che permette di far fronte alle esigenze del “sig. Rossi” che per usura ha rovinato i tasti della sua chiave auto o peggio ne ha rotto il guscio o involucro esterno in plastica. Non serve più andare in concessionaria con dispendio di tempo e costi più elevati. Sempre stando nel campo elettronico siamo entrati nel mondo dei radiocomandi per l’apertura dei cancelli, abbiamo sviluppato un prodotto, il Simply – FR1, di facile duplicazione, che copre un’ampia gamma di codici fissi e variabili. A settembre abbiamo lanciato sul mercato lo Smart – SP 1, radiocomando specifico per codici fissi. Per fine anno confidiamo in

altre novità. Per non trascurare il tradizionale, da aprile dello scorso anno abbiamo iniziato la distribuzione sul territorio nazionale dei prodotti della consociata Ifam, storica azienda spagnola operante nel settore dei cilindri, dei lucchetti, degli antifurti per moto e cicli. Entro fine anno usciremo con una nuova macchina elettronica che si colloca nel settore cosiddetto “low cost” di questo prodotto. Con tale macchina è possibile duplicare chiavi piatte, tracciate e punzonate. È la macchina ideale per la ferramenta che vuole fare un salto di qualità nella duplicazione. Si tenga presente che la macchina elettronica non sostituisce quella manuale, ma la affianca. Per tale motivo continueremo a perfezionare le nostre macchine duplicatrici manuali. Entro fine anno prevediamo di uscire con la Delta Advance, una macchina per la duplicazione di chiavi doppia mappa. Ampliare la gamma continuerà ad essere il nostro “must” sia per rimanere al passo con i tempi sia per fornire al nostro cliente prodotti sempre più sofisticati e al tempo stesso facili da utilizzare. La ferramenta necessita di tali prodotti per abbinare all’offerta tradizionale articoli e servizi tecnologici “easy to use” che contribuiscono a distinguere il canale tradizionale dalla grande distribuzione.

73


2000

LA PAROLA AI RIVENDITORI n

Ferramenta Bellini In tutta sicurezza Ferramenta Bellini opera a Firenze dal 1983. Il titolare Riccardo Bellini spiega come viene gestita l’offerta di prodotti per la sicurezza nei due punti vendita con i quali opera nel capoluogo toscano e quali sono i trend che caratterizzano la domanda nel target dei privati Ricerca e richiesta di sicurezza sono diventati temi caldi per

Sono soprattutto i privati, interessati a mettersi in sicurezza

gran parte degli italiani. Se ne sono accorti tutti gli operatori

con porte blindate, cancelli alle finestre, cambio serrature

del settore, che hanno visto accrescere il proprio giro d’affari.

con cilindri europei. Sono proprio loro a spingere gli ammini-

Aziende, grossisti e rivenditori che hanno specializzato la loro

stratori a mettere in sicurezza anche lo stabile in cui vivono. I

attività su questo comparto hanno consolidato e riequilibrato

nostri clienti consigliano il nostro nominativo a parenti, amici e

le rispettive posizioni competitive. Il miglioramento di servizio

conoscenti. E anche grazie a questo passaparola le richieste

ed assistenza, con la preparazione del personale hanno fatto

sono aumentate rapidamente.

il resto. Sentiamo come ha organizzato l’attività Riccardo Bel-

Quali sono prodotti e servizi più richiesti a seconda del segmento

lini, titolare della Ferramenta Bellini, dettagliante di Firenze.

di clientela? Sono principalmente la trasformazione da chiave a doppia

74

Come avete organizzato l’offerta di prodotti e servizi per la sicu-

mappa, le porte con cilindri europei, i cancelli alle finestre e la

rezza?

sostituzione di cilindri e serrature. D’altro canto, e secondo il no-

Per quanto riguarda la sicurezza abbiamo pian piano amplia-

stro punto di vista, abbiamo riscontrato un calo nella domanda

to la nostra gamma di articoli. Di conseguenza sono cresciu-

di casseforti.

te le nostre conoscenze e competenze per seguire le richie-

Ci sono preferenze a seconda di marche o aziende?

ste della nostra clientela. Grazie poi al passaparola il lavoro in

Non particolarmente. La clientela si lascia consigliare da noi e

questo campo è aumentato notevolmente negli ultimi anni e

preferisce aziende leader come Cisa e Mottura, fornitori con cui

siamo riusciti a diventare un buon punto di riferimento anche

peraltro lavoriamo bene.

per vari amministratori condominiali della zona.

L’offerta di tali articoli e prodotti mostra una buona rotazione e

Perché, quali sono i segmenti di clientela più attenti alla sicurez-

garantisce sufficienti marginalità?

za?

La rotazione è buona, ma la marginalità soffre perché si tende a


sostenere le vendite e a ridurre il magazzino perché, vista la varietà e la vastissima gamma d’offerta, preferiamo fare riferimento dai grossisti di zona per rispondere alle necessità del momento con un ridotto margine di ricarico e senza rimanenze. l servizio offerto influisce sull’ampiezza ed estensione del bacino di clientela? No. In teoria direi che potrei servire tutta Firenze. In ogni modo, ho creato zone d’utenza grazie alla fidelizzazione di clienti principalmente privati che, come ho già detto, mi fanno pubblicità grazie al passaparola. Per sostenere la nostra attività, poi, realizziamo dépliant esplicativi dei nostri servizi ed effettuiamo un volantinaggio nelle cassette postali ogni volta che entriamo in qualche nuovo condominio. Come è organizzato il team di servizio ed assistenza? Grazie alla selezione effettuata nel nostro personale, abbiamo creato una squadra di ragazzi giovani, dinamici e professionali che riscuotono molto successo da parte dei clienti.

FERRAMENTA BELLINI

Ubicazione

e storia. L’attività parte a fine 1983, quando Riccardo rileva un piccolo negozio di articoli per la pulizia della casa. Grazie alla collaborazione dei familiari, trasforma la vendita inserendo articoli di ferramenta e vernici, espandendo così l’assortimento dei prodotti offerti. Nel 2006 nasce la LB service di Roberto Bellini tecnico specializzato, specializzata nella realizzazione di impianti di telefonia, telematica, trasmissione dati, allarme e video controllo, impianti elettrici civili. Nel 2007, dalla collaborazione con un artigiano locale, viene creata “Targhe di Firenze”, una linea dedicata all’incisione di targhe

in ottone e plexiglass di ogni forma e dimensione ed alla realizzazione di pulsantiere in ottone naturale, verniciato e trattato in PVD. Nel 2009 apre Casa Bellini, un nuovo punto vendita dedicato alla pulizia della casa ed all’igiene della persona. Dimensioni e caratteristiche. I punti vendita sono due, Ferramenta Bellini, in via Vittorio Emanuele, di circa 50 metri quadri, e nelle vicinanze di una ventina metri vi è Casa Bellini, con una dimensione di 80 metri quadri. Il team è composto da 3 addetti e ad un gruppo di professionisti esterni che fornisce servizio ed assistenza in ogni campo e soprattutto nella sicurezza. Oltre alla specializzazione in tale settore, l’offerta

comprende minuterie metalliche, sistemi di fissaggio, utensileria manuale ed elettrica, colori e vernici per legno con sistema tintometrico elettronico Paramatti, targhe, timbri, pulsantiere in ottone, alluminio e plex nella linea Targhe di Firenze, nonché articoli per pulizia ed igiene.

Ferramenta Bellini Via Vittorio Emanuele, 13/15 - 50134 Firenze

Casa Bellini Via XX Settembre 26/r 50129 Firenze Tel. 055499001 Fax 0554626888 Sito Internet: www.ferramentabellini.com Email info@ferramentabellini.com

75


2000

SAFETY NELLA FERRAMENTA

LA NOVITÀ IN VETRINA Lady D è la scarpa da lavoro «pensata in rosa» per garantire protezione, leggerezza, qualità, colore, comfort e originalità in giardino, al lavoro e nelle attività di tutti i giorni. La suola, leggerissima, ultrapiatta e molto flessibile, è realizzata in poliuretano trasparente per agevolare la camminata. Le losanghe, poste nel punto di maggior flessione del battistrada, garantiscono un effetto defaticante anche dopo un intenso utilizzo. Raffinate, colorate e moderne, le Lady D hanno tomaia in Nabuck bottalato, oppure in vitello scamosciato bottalato con inserti in tessuto fantasia, e fodera Naturalbreath altamente performante in grado di eliminare l’umidità del piede. Il puntale Aluforce, in fusione di alluminio, garantisce sicurezza e resistenza, pur preservando la leggerezza della calzatura. Le calzature Lady D hanno poi suoletta antiperforazione Highsafe-tex ad alta densità e plantare E.V.A. anatomico ed estraibile. Misure: 36-42 DIKE

L’azienda di Torino presenta la scarpa antinfortunistica modello 8473.3 S1 P SRC della linea Sportline. Si tratta di una scarpa antinfortunistica bassa, sportiva, leggera e 100% metal free che è idonea per gli allergici al cromo in quanto prodotta utilizzando materiali sintetici. La presenza del copripuntale assicura una maggiore durata della tomaia, mentre la presenza di un’intersuola antiperforazione non metallica assicura protezione senza compromettere la flessibilità dalla scarpa. Contribuiscono ad assicurare il massimo del comfort i materiali utilizzati, che sono traspiranti e ottimizzati pe il microclima, il collarino soffice e imbottito, la tomaia tessile senza cuciture per eviare punti di pressione e i lacci elastici per allacciamento rapido con cursore. La suola in poliuretano bidensità presenta eccellenti caratteristiche di assorbimento shock e resistenza allo scivolamento. Conforme ai requisiti ESD: resistenza elettrica verso terra < 35 megahom. Calzate da 36 a 48. UVEX

La calzatura di sicurezza 7213FG “Flex” è certificata EN 20345:2011 - S1P SRC si caratterizza per la straordinaria leggerezza (peso indicativo misura 42: 450 g), massima flessibilità e alta traspirabilità. Questa scarpa metal free presenta una tomaia in pelle scamosciata con inserti in mesh ad alta traspirazione e suola in materiale polimerico con resistenza 200 joule. La protezione antiperforazione è garantita dall’utilizzo di fibra composita con trattamenti ceramici. A completare il comfort di utilizzo concorre anche il sottopiede anatomico in carbon. Disponibile nelle numerazioni da 35 a 48. BETA UTENSILI

76


LE SCARPE Con le nuove calzature Delta Sport S1P HRO SRC si amplia la gamma di scarpe con una linea dal look sportivo e confortevole proposta dall’azienda. Sono studiate nei minimi dettagli e disponibili nei colori nero-rosso e blugiallo. Design sportivo ed innovativo, lamina in composite anti-perforazione ultra flessibile e colori accattivanti sono solo alcuni degli elementi che lecontraddistinguono. La scarpa Delta Sport si compone di tomaia in PU iniettato “mesh” con fodera in poliestere e soletta di pulizia staccabile. Per la sua leggerezza e traspirabilità è particolarmente confortevole se indossata per tutta la giornata lavorativa. La sua lamina in composite coniuga due caratteristiche fondamentali per una scarpa di sicurezza ossia l’anti-perforazione e l’ultra flessibilità. La suola in gomma e nitrile, invece, garantisce flessibilità. La scarpa è dotata di puntale in composite 200j, più leggero dell’acciaio e in materiale non conduttore ed è amagnetica. DELTA PLUS

L’azienda opera nel settore da oltre trent’anni ed è specializzata nell’offrire una protezione personalizzata e completa del lavoratore. Le soluzioni che figurano nel suo catalogo sono firmate dai migliori brand nel campo della sicurezza sul lavoro. Primo tra tutti Goodyear per il quale detiene la produzione e la vendita a livello europeo. E proprio con questo marchio è brandizzata questa calzatura bassa in pelle scamosciata. Assicura il massimo comfort grazie alla fodera traspirante antibatterica assorbente e deassorbente il sudore, che è anche resistente all’abrasione. Soletta estraibile anatomica in tessuto traspirante, antistatica. Suola in gomma, puntale e lamina in composito (non metallico). Disponibile nei numeri da 36 a 48. ARIETE GROUP

Le scarpe MONZA S1P della collezione Garsport Heritage sono state progettate e sviluppate pensando ai rischi e alle esigenze dei lavoratori professionali. Grazie ad una partnership unica tra il brand calzaturiero italiano e le suole a marchio Michelin, queste calzature tecniche possono contare sulla leggerezza come elemento chiave e presentano caratteristiche ad alte prestazioni: grande protezione, elevata stabilità e trazione in ambienti di lavoro come l’industria meccanica, più o meno pesante, ma anche le attività lavorative indoor, in combinazione con un design che richiama lo stile sneaker. Sono costruite con una tomaia in pelle scamosciata abbinata a nylon ad alta resistenza re foderate con materiale sintetico Airmesh, che le rende estremamente traspiranti, utilizzano il puntale in alluminio e lamina anti-perforazione in materiale composito. Piatta come nelle scarpe da running la suola Michelin Heritage si ispira al pneumatico da camion Michelin Cargo Xbib High Flotation e garantisce stabilità e supporto. Lo specifico pattern in punta ne migliora l’aderenza, mentre il comfort è garantito dall’intensità dell’intersuola in Eva con eccellenti caratteristiche di rebound. Proprietà di antistaticità, resistenza al calore (HRO) e agli oli/acidi. Certificazioni: S1P. GARSPORT

77


2000

SAFETY NELLA FERRAMENTA L’azienda presenta una calzatura stretch Made in Europe e conforme alla norma EN ISO 20345 S3 SRC. Tra i principali vantaggi offerti da questa calzatura alta si ricordano il puntale in fibra di vetro, lo spunterbo di protezione, la soletta in cuoio e la tomaia stretch; chi conosce i vantaggi dei prodotti elasticizzati apprezzerà sicuramente questa calzatura. Composizione: lamina tessile e puntale in fibra di vetro. Taglie: 38 – 47 INDUSTRIAL STARTER

Fluent Black/Orange S1 P Src è il nuovo modello sportivo, leggerissimo e confortevole della linea best seller Running che a oggi ha venduto più di 2,5 milioni di paia. La suola sportiva, leggera e dal profilo sottile, racchiude in sé notevoli proprietà tecniche.Éconfortevole ed assorbe lo shock d’impatto evitando spiacevoli ripercussioni su arti e colonna vertebrale durante la camminata. Il disegno del battistrada accompagna il movimento di flessione. Eccellente resistenza allo scivolamento grazie al disegno del battistrada e alla disposizione dei ramponi a piccole isole ravvicinate che garantiscono aderenza sia in senso longitudinale che trasversale. Il battistrada in TPU è particolarmente resistente all’abrasione. La protezione in TPU, posizionata sulla punta, protegge la calzatura da eventuali colpi accidentali. La tomaia è una novità assoluta: in tessuto, senza cuciture, altamente traspirante, resistente all’abrasione e allo strappo. Il puntale in alluminio e la lamina non metallica Apt Plate rendono la calzatura leggerissima e confortevole. La soletta è anatomica, in morbido poliuretano, soffice e confortevole, assicura un ottimo assorbimento dello shock d’impatto. COFRA

Viene venduta soltanto nel canale delle ferramenta tradizionali la scarpa Victix che presenta una tomaia di nuovissima concezione 3D KPU MESH in tessuto termoplastico microstampato senza cuciture che offre traspirabilità e flessibilità senza rinunciare alla stabilità garantendo un’elevata resistenza all’abrasion.Il puntale in materiale composito assicura una protezione ultraleggera e resistenza all’urto fino a 200J. La suola in gomma presenta proprietà antistatiche e assicura un’efficace protezione antiscivolo in presenza di macchie d’olio. La lamina antiperforazione in tessuto alta tenacità (HT) à leggera e flessibile e assicura comfort e flessibilità. Classe di protezione: S1P SRC FERRITALIA

78


LE SCARPE Aderenza ottimale, ultra-leggerezza, e impermeabilità. La linea Cross è caratterizzata da tecnologie e materiali che la rendono unica nel suo genere. Grazie alla struttura della suola permette una maggiore sicurezza su più superfici. Il puntale a fibra di vetro oltre a essere conforme alle norme di sicurezza, risulta anche essere il puntale più leggero, seguito da quello in composito e infine da quello in acciaio. Tra gli altri plus figurano l’assenza di parti metalliche e il fatto che queste scarpe sono realizzate in materiali non rilevabili dai metal detector. Altre caratteristiche: fodera altamente traspirante; suola in gomma Total Grip; tomaia traspirante, resistente allo strappo e all’abrasione; Maggiore visibilità, grazie al trattamento riflettenteluminescente. GRISPORT

Stile, colori e lavorazioni rendono il design della nuova linea di calzature di sicurezza TSS Gladiators estremamente accattivante, garantendo sempre un livello di elevata qualità dei materiali selezionati, per rispondere al meglio alle esigenze di sicurezza e protezione. Le calzature di questa linea, di livello S1P SRC, si aggiungono alla vasta offerta Rays di calzature S1P, S2 ed S3. La leggerezza e flessibilità assicurate dall’intersuola in Eva e dal puntale in Compotech le rendono particolarmente indicate per l’utilizzo continuativo e prolungato garantendo agilità di movimento senza affaticare l’utilizzatore. Gli inserti in tessuto traspirante consentono un’ottima ventilazione anche in ambienti caratterizzati da elevato calore; mentre la suola in gomma garantisce un ottimo grip su qualsiasi tipo di superficie. RAYS

DO IT WITH PASSION OR NOT AT ALL

Scopri la collezione Cyclon su:

DIKE.WORKS

79


2000

L’ELETTRICO NELLE FERRAMENTA

LA NOVITÀ IN VETRINA Continua l’ondata di successo delle lampade “Led Stick” dovuta alle loro prestazioni di assoluta eccellenza. I filamenti led all’interno utilizzano materie prime di elevata qualità. Il supporto è realizzato in materiale zaffiro artificiale o materiale ceramico a seconda della potenza della lampada e della necessità di dissipazione termica che permetta la massima affidabilità e durata. Disponibili nelle versioni chiara e satinata, i modelli goccia, sfera, oliva, globo e tubolare T25 e nella versione satinata la lampada reflector. Grande tecnologia in un design tradizionale che si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di arredo, in particolar modo la goccia con cupola argenta e la versione ambrata per la goccia, l’oliva, la globo e la lampada edison ST58, sono la soluzione perfetta per idee originali e raffinate, che ricreano giochi di luce e atmosfere uniche. L’ultima novità della serie e la prima presentata sul mercato, è la goccia chiara 11 Watt con attacco E27, la più potente della linea disponibile nelle colorazioni 2700K, 4000K e 6500K. L’efficienza luminosa è pari a 1521 lumen e si diffonde a 360°, con un notevole risparmio energetico. BOLT LIGHTING

L’azienda presenta le chiavi dinamometriche professionali serie TWC che sono ideali per utilizzo destrorso e sinistroso. Gli accoppiamenti corretti tra bulloneria e supporti vanno eseguiti in modo calibrato, mediante l’utilizzo di chiavi dinamometriche. Il corretto serraggio della bulloneria impedisce di danneggiare le filettature, in caso di precarichi troppo alti, e gli svitamenti involontari in caso di precarichi troppo bassi. Queste chiavi dinamometriche vengono proposte nei seguenti tipi: TWC10.50-14 (regolazione Nm 10-50); TWC20-100-38 (regolazione Nm 20-100); TWC40.200-12 (regolazione Nm 40-200). Il sistema di sblocco Lock & Unlock e la pratica scala di taratura, velocizzano la regolazione, mentre il riarmo è automatico. La scala graduata è espressa in Nm o Lbf.ft. La precisione di serraggio è ± 0.5%, in conformità ai requisiti richiesti dalla norma UNI ISO 6789:2004. CEMBRE

Si caratterizza per l’estrema cura dedicata alle linee estetiche, alle caratteristiche tecniche ed alla facilità di installazione e utilizzo la nuova serie di Applique da esterno IP65 con pannello solare Arcadia. Sono dotate di batterie a Litio che riescono a garantire un’autonomia di 12h/16h (le prestazioni di autonomia dipendono fortemente dalla tipologia di installazione) con la ricarica effettuata in 4h/6h dal pannello solare posto nella parte superiore Grazie al sensore PIR, l’accensione in modalità ridotta (luce minore 10Lux) è automatica al calare della sera. Al rilevamento di una persona nel raggio di 2/6 metri il pannello passa in modalità massima, per poi tornare a quella ridotta automaticamente.

CENTURY ITALIA

80


La collezione 2017 di accessori per illuminare gli spazi esterni si compone di sensori di presenza e crepuscolari; colonnine multi presa; connettori; staffe per installazione ad angolo; picchetti. Tutti, sono realizzati in lega di alluminio anodizzato e certificati con grado di protezione adeguati per l’installazione che ne competono (IP44/IP68). Nei sensori di presenza e crepuscolari si segnala Detect Me 4, un modello a parete in policarbonato disponibile nella versione verniciata in colore bianco o nero, con durata di accensione regolabile da 10 secondi a 15 minuti e raggio di copertura fino a 12mt. per 360°. È adatto a lampadine ad incandescenza 1200W max e a risparmio energetico 300W max. Due le colonnine multi presa in gamma. La Park 4 è alta 40cm ed è disponibile nella versione alluminio spazzolato o verniciato nero opaco. È munita di 4 prese con coperchio di protezione. È disponibile nella versione alluminio spazzolato o verniciato nero opaco IP44 la ParkT, che è alta 60 cm ed è munita di 1 presa con coperchio di protezione e di timer per accensione/spegnimento. EGLO

L’azienda completa la sua gamma di avvolgicavo con due avvolgi-prolunghe automatici a molla con cavo lungo rispettivamente 13+2 metri e 8+2 metri. Nella confezione sono incluse due viti che consentono di fissare la staffa dell’avvolgicavo al muro, rendendolo molto pratico per il lavoro nelle officine o in garage. L’avvolgiprolunghe è automatico con un sistema a molla che consente di bloccare la prolunga alla lunghezza desiderata. Una volta terminato il lavoro la prolunga si riavvolge in automatico se si tira leggermente verso l’alto. Il prodotto è dotato di un disgiuntore termico di sicurezza, che stacca la corrente non appena viene superata la portata massima di 1100W con cavo avvolto o 3200W con cavo svolto. Il cavo della prolunga è di tipo H05VV-F con sezione 3G1,5 mm² e la spina e la presa sono schuko (tedesche).

Due gli articoli selezionati dall’azienda per questa rubrica. Il primo è un faretto led antiurto 50 w con supporto corredato da 5 metri cavo. Le sue caratteristiche tecniche principali sono: -3800 lumen; colore luce 4000k; 1 presa schuko max 2000w; 2 prese usb 5v - 2,1a - ip54. Il secondo è il proiettore alogeno 400w con supporto + 5 metri cavo + spina CEE. MISTRAL

ELECTRALINE

81


82


È IN ARRIVO LA SECONDA EDIZIONE

AlmanaccO La raccolta completa degli Osservatori di tutte le Regioni italiane 2000

ALMANACCO 2017 EDIZIONE

2017

6.060

I NOMI DELLE SOCIETA’, GLI INDIRIZZI MAIL, I SITI WEB, I DATI MARKETING DELLE AZIENDE DEL SETTORE FERRAMENTAEDILIZIA-FAI DA TE-GARDEN IN ITALIA NOME, CITTA’, INDIRIZZO, NUMERO TELEFONICO, E-MAIL E SITI WEB

L’Almanacco è la raccolta di tutti gli Osservatori Regionali pubblicati sul nostro mensile Ferramenta 2000 con elenco completo di tutte le aziende in ordine alfabetico che dichiarano di essere operatori del settore con indirizzo del loro sito web. Ferramenta - Edilizia - Fai da te - Giardinaggio. Un solo unico numero per avere una panoramica completa dell’andamento del nostro paese diviso per regioni attraverso una consultazione rapida ed efficace. Richiedi la scheda dati a: ferramenta2000.net@gmail.com

l’Italia sotto la lente d’ingrandimento di 2000

Regione per regione, i segreti di tutti i protagonisti della filiera distributiva 95 83


2000

L’ALMANACCO 2017 n

IL GRANDE ALMANACCO DELLE FERRAMENTA E DEL FAI DA TE È in arrivo la seconda edizione dell’Almanacco per le ferramenta, GDO, Brico Center e buyer internazionali tutti gli Osservatori Regionali pubblicati sul nostro mensile

strumento unico e prezioso, proprio come anticamente lo

Ferramenta 2000:una sola unica pubblicazione per avere

era l’Almanacco cioè il libro che registrava indicazioni astro-

una panoramica completa dell’andamento del nostro paese

nomiche e meteorologiche, ipotizzando un collegamento tra

diviso per regioni attraverso una consultazione rapida ed

eventi terreni ed eventi cosmici, e notizie sulle fiere popolari,

efficace. Da sempre gli Osservatori Regionali che pubbli-

i mercati contadini e le festività. Poi il termine, di origine

chiamo sulla rivista Ferramenta 2000 sono l’appuntamento

araba, si è evoluto fino a rappresentare, similmente alla

mensile di particolare interesse per il mercato in quanto

parola annuario, una raccolta di dati e notizie concernenti

presentano, attraverso notizie, dati e statistiche, una “foto-

l’andamento di un settore specifico in un’annata specifica.

grafia” reale ed esaustiva delle singole e specifiche realtà

Per questo motivo Almanacco è la parola più indicata per la

italiane.

nostra pubblicazione. L’unicità del nostro Almanacco risiede

L’Almanacco 2017 avrà una tiratura cartacea di 5.000 copie

proprio nel fatto di essere riusciti a fornire un quadro detta-

mentre la versione digitale sul web (promossa e distribuita

gliato, regione per regione, del settore ferramenta attraverso

attraverso il nostro database di oltre 10.000 nominativi)

analisi e rappresentazione di dati e di statistiche.

garantirà una circolazione a 360° che potrà aiutare i Buyer

In altre parole abbiamo messo l’Italia delle ferramenta, per

internazionali ad avere una visione ed un approccio mirato

l’anno 2016, sotto la lente d’ingrandimento raccontando i

con le realtà del nostro Paese.

segreti di tutti i protagonisti della filiera distributiva. All’in-

Segnaliamo inoltre che sul

terno della pubblicazione troverete un resoconto che parte

portale

dalla lettura della situazione nazionale per poi approfon-

www.ferramenta2000.net, sulla

dire la realtà di ogni singola regione e provincia, con una

banda di destra, è possibile tro-

valutazione di feedback, affidabilità e organizzazione che

vare la versione PDF sfogliabile

danno al nostro Almanacco l’impronta di un vero e proprio

della scorsa edizione.

2000

È in arrivo l’Almanacco 2017 del settore. Si tratta di uno

di grossisti, rete fissa al dettaglio, grande distribuzione,

O DEL DETTAGLI

RIPARTIZIONE

IGLIA A PER FAM IN SEDE FISS

TO DI PRODOT

– 2015 (%)

L’Almanacco delle Regioni si propone come uno stru mento in grad fotografare la realtà del settore o di Partendo dall’esp in Italia. erie nza dell permanente, pub blicato a puntate ’Osservatorio siamo riusciti su Ferramenta2 ad 000, distributivo itali assemblare dati e analisi sul tessuto ano , distinguendo dettaglianti, gros come di consueto sist tra Un manuale agil i e grande distribuzione spec e ializzata. di analizzare la e di facile consultazione che consente regione, provinci situazione di tutta la filiera regione per a per provincia, merceologiche ragi onando sulle tend in atto enze attraverso il baro e sullo stato di salute di ogn i territorio metro economi co. in apertura un resoconto sul cont Non poteva mancare esto dell’econom italiana ed euro pea per capire ia in quale scenario si muovono i prot ago comparto ferramenisti del nta.

operatori di rilevanza nazionale e internazionale. Si tratta a tutti gli effetti di uno strumento unico e prezioso, che rappresenta il primo Almanacco/Annuario per il settore della ferramenta e del Fai da te italiano mai pubblicato nel nostro Paese. I dati sono stati raccolti e analizzati dagli uffici redazionali della nostra casa editrice. L’Almanacco della ferramenta larità a cura della Direzione della rivista Ferramenta2000, procedendo alla distribuzione e alla vendita attraverso i consueti canali. Propositivi e attivi, è proprio il caso di dire

(Unità)

e regioni

T

Nord oVes ta Valle d'Aos Piemonte Liguria

Lombardia Nord esT Adige Trentino Alto Veneto ia Giulia Friuli - Venez gna Emilia Roma CeNTro Toscana Umbria Marche Lazio sud

Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITalIa

IN FERRA-

2015

2014

afiche Aree geogr

Var. %

2015 / 2014 -1,6

7.422 97

7.541 103

-5,8 -1,1

2.643

2.672

-2,1

1.098

1.122

-1,6

3.584

3.644

2.592 603 2.385 8.491 2.415 713 1.033 4.330

20.300 1.181 329 3.677 5.274 697 2.595 4.723 1.824

42.383

9

-1,2

5.981 449

6.051 471

-4,7 -0,6

2.576 596

-1,2 -1,0

2.360 8.430 2000 2000

continua quindi a essere preparato e pubblicato con rego-

ZATO A, SPECIALIZ IN SEDE FISS REGIONI (a) DETTAGLIO RAFICHE E IZIONE DEL A E COMPOS IL FAI DA TE - AREE GEOG STRUTTUR ARTICOLI PER MENTA ED

2016 n

L’ALMANACC O delle REGIONI D’IT ALIA

Annuario statistico. Quindi ecco le coordinate e il barometro economico dei vari territori, insieme all’elenco accurato

ALMANACCO

-0,7 ACCO 2016 n ALMAN-0,8 -2,9

2.396 692

0,1

1.034

-0,5

4.308

-1,8

19.933 1.161 332

VALLE D’AOSTA

-1,7 0,9

-1,9 E DI BASE COORDINAT ività industriale hinari, metallo, plastica) -2,2 zza dell’att 5.160Debole incremento dell’export (macc -4,9 Leggero

3.607LE 663

azione

à dei livelli di occup di lavoro, stabilit Crescita offerta e dei servizi Aumento nel settorlivello dei prestiti del Miglioramento

-0,3 O è costituito AL DETTAGLI vendita. Il 54,6% -2,0 LA RETE FISSA conta 97 punti di rivenditori ati al “fai da te” ative le quote -1,5 ed il di articoli destin o. Sono signific nel dettaglio termoidraulic aggio. Fra il 2014 ale elettrico e ltura e giardin fissa specializzata la rete -1,5 ature per agrico vetro piano, materi ine ed attrezz enta, vernici, macch ferram di di a zi da eserci 17 e dei punti vendit costruzione 5,8%. di materiali da si riduce del tenza della rete 2015 la consis

2.587

4.627

1.796

6 2015 41.76Nel

che ci facciamo in quattro per la ferramenta: dalla A di Almanacco alla V di Vendere. Sempre con la medesima passione e competenza. L’Almanacco 2017 è la raccolta di

LA RETE FISSA

AL DETTAGLI

O PER CATEGORI

84 DC

A DI PRODOTTO

– 2015 (%)


non puoi mancare! compila e restituisci

Presenta 2000

ALMANACCO 2017 EDIZIONE

2017

6.060

I NOMI DELLE SOCIETA’, GLI INDIRIZZI MAIL, I SITI WEB, I DATI MARKETING DELLE AZIENDE DEL SETTORE FERRAMENTAEDILIZIA-FAI DA TE-GARDEN IN ITALIA NOME, CITTA’, INDIRIZZO, NUMERO TELEFONICO, E-MAIL E SITI WEB

EDIZIONE 2017 FORMAT DA COMPILARE RAGIONE SOCIALE: CITTA’:

INDIRIZZO: PROVINCIA:

CAP:

TELEFONO:

(non visibile)

FAX:

E-MAIL:

(non visibile)

SITO WEB: www.

(non visibile)

Cosa fai? DETTAGLIANTE GROSSISTA PRODUTTORE IMPORTATORE RAPPRESENTANTE GDO ANNO FONDAZIONE

Qual è il tuo settore di riferimento? FERRAMENTA GIARDINAGGIO GRANDE DISTRIBUZIONE HAI UN E-COMMERCE

SI SI SI SI

NO NO NO NO

Voglio sapere se posso rendere visibile il telefono e l’e-mail:

SI

NO

Rinviare il modulo compilato all’indirizzo camilla.galimberti@hogaitalia.com o al fax 02-66988427

85


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE

Lazio

L’OSSERVATORIO PERMANENTE incentra la propria analisi sull’osservazione del tessuto imprenditoriale e distributivo regionale, con una particolare attenzione alle nuove tendenze, all’andamento dei fatturati, ai problemi e alle possibili soluzioni, ad eccellenza, armonia e creazione di valore aggiunto. Fonte privilegiata resta la voce diretta delle aziende a fondamento del settore, distinguendo fra imprese produttrici, distributive e commerciali, dettaglianti, grossisti e GDS. L’obiettivo è offrire una fotografia rappresentativa di tutta la filiera. Lo scenario di base - Scenario economico - Le istituzioni

pag. 87 pag. 88

Il sistema imprenditoriale - Schede aziende

pag. 88

I grossisti - Scenario di riferimento

pag. 92

- Schede grossisti

pag. 92

Lo scenario dei rivenditori - Analisi della distrib. provinc. degli esercizi al dettaglio in sede fissa - Schede dettaglianti La GDS - Scenario di riferimento - Schede società/insegne

86

. pag. 94 pag. 95 . pag. 96 pag. 97


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio

Scenario di base Nel Lazio nel 2016 l’attività economica è moderatamente aumentata, sospinta dalla crescita dei consumi e dalle esportazioni. Per il 2017 le aspettative degli imprenditori sono di un rafforzamento della ripresa congiunturale e della spesa per investimenti. Nel 2016 si è registrata una contenuta espansione dei livelli di attività nel comparto industriale, favorita dalla dinamica della domanda estera; in prospettiva gli imprenditori si attendono un rafforzamento della dinamica del fatturato. Nelle costruzioni l’attività ha ristagnato. La ripresa dei consumi, soprattutto in beni durevoli, e la crescita dei flussi turistici, sebbene più lenta che nell’anno precedente, hanno trainato l’espansione del settore dei servizi. Nel 2016 è proseguita a un ritmo moderato l’attività di investimento che tenderebbe a rafforzarsi nel 2017, anche grazie agli incentivi fiscali. In un contesto caratterizzato da Aree territoriali

Lazio

un miglioramento della redditività delle aziende, ma da un livello nel complesso ancora contenuto degli investimenti, la domanda di finanziamenti è risultata ancora limitata. Le condizioni di accesso al credito rimangono distese e sul finire dell’anno scorso la dinamica dei prestiti bancari alle imprese è tornata positiva. Le politiche di offerta delle banche sono rimaste selettive, privilegiando i prestiti a favore della clientela meno rischiosa. La contenuta espansione dei livelli di attività sta favorendo il miglioramento della qualità del credito. Le condizioni del mercato del lavoro sono migliorate. L’occupazione è cresciuta grazie al comparto dei servizi, mentre è ancora calata nell’industria e nelle costruzioni. Nel 2016 le più favorevoli condizioni del mercato del lavoro hanno influito positivamente sul reddito disponibile delle famiglie e sulla dinamica dei consumi. Nel 2016 nel mercato degli immobili

residenziali le transazioni sono ulteriormente cresciute e la flessione dei prezzi si è attenuata rispetto all’anno prima. Dall’agosto del 2016 una serie di eventi sismici ha colpito quattro regioni tra cui il Lazio, la regione con il maggior numero di vittime. L’area interessata, prevalentemente montuosa, presenta una bassa densità di popolazione e di attività produttive, che in prevalenza sono legate all’agricoltura e al turismo. La legge di bilancio ha stanziato 7,1 miliardi per ricostruire gli edifici privati e pubblici; al fine di accelerare l’attività di riedificazione, ad aprile di quest’anno è stato istituito un Fondo in cui è stato stanziato un miliardo per ciascun anno del triennio 2017-19. Il piano di interventi prevede contributi a copertura totale delle spese di ricostruzione per le prime e le seconde abitazioni nei comuni colpiti dal sisma e misure a sostegno dell’attività economica nell’area.

Principali tendenze evolutive Contenuta espansione dell’attività manifatturiera (automotive, metalmeccanica) Sostegno dell’export, Stagnazione dell’attività edilizia, Stazionarietà dei consumi interni

Frosinone Latina Rieti Roma Viterbo

Tenuta dell’industria manifatturiera, Stazionarietà degli scambi con l’estero Stabilità della domanda interna Stagnazione del comparto manifatturiero, Criticità delle esportazioni Tenuta delle vendite interne Stazionarietà dell’attività manifatturiera, Tenuta dell’export Stagnazione della domanda interna Difficoltà del settore manifatturiero, Stabilità delle esportazioni Tenuta del commercio interno Stabilità del comparto manifatturiero, Bassa propensione all’export Stazionarietà delle vendite interne

Fonti: Banca d’Italia, Unioncamere, CCIAA

Le istituzioni CONFESERCENTI – CESARE TIRABASSO RESPONSABILE AREA COMMERCIO n Come si sono trasformati negli ultimi due anni mercato e struttura del commercio di articoli di ferramenta e bricolage e dei prodotti per il giardinaggio? La rete dei dettaglianti di bricolage, ferramenta e giardinaggio risente, come

tutta la struttura del commercio al dettaglio, della complessa situazione delle vendite al consumo sia di beni alimentari che di non alimentari. Le difficili condizioni economiche delle famiglie italiane si ripercuotono negativamente su tutti gli acquisti. n Tale trasformazione è differente nei diversi canali (consorzi agrari, garden center, grossisti, grande distribuzione, centri bricolage, esercizi

87


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio di ferramenta e/o di giardinaggio ed altri)? Apertura ed espansione della GDS e dei grandi centri commerciali influiscono in modo consistente sull’evoluzione del commercio. Il fenomeno è identico anche nel caso del bricolage e della ferramenta. Appare meno vistoso nel giardinaggio dove sono presenti le grandi superfici specializzate come i garden center. n Quali sono le politiche attuate per lo sviluppo di questa rete commerciale sul territorio? Di fatto non ce ne sono. Ciò implica uno sforzo da parte nostra ad attuare azioni volte allo sviluppo della rete del

commercio al dettaglio. n In che modo avviene ciò? La nostra associazione si batte da lungo tempo per consentire una riduzione della pressione fiscale (oggi al 6570%), per creare regole sul commercio elettronico valide per tutti e per favorire una politica di crediti alle piccole e medie imprese di più ampio respiro. n Tali azioni consentono di diffondere conoscenza e formare gli operatori attivi nel settore del bricolage e del giardinaggio? Più che formazione, la nostra associazione punta a favorire uno sviluppo della categoria del commercio non soltanto dal punto di vista economico, ma

anche della socialità. È una battaglia culturale volta a consentire una maggiore diffusione nelle città della rete di dettaglianti, in grado di rivitalizzare i centri cittadini e di garantire, ove possibile, anche sicurezza alla cittadinanza. Le strade vuote di negozi sono insicure. n Qual è il futuro della rete vendita del “fai da te” nell’era di Internet? Una struttura del commercio organizzato con regole precise e valide per tutte, anche su Internet per le vendite on-line, può consentire uno sviluppo più armonico del mercato. Come detto, questo è uno degli obiettivi che la nostra associazione pone in primo piano.

LO SCENARIO IMPRENDITORIALE Century Italia Srl È specializzata nel settore dell’illuminazione quale produttrice e distributrice del marchio Century per le lampade a basso consumo energetico, alogene e led. La mission sta nell’incremento della gamma prodotto con articoli nuovi in linea con le richieste del mercato che volgono verso una costante ricerca di tecnologia all’avanguardia e un ampio range di soluzioni tecniche. Elementi fondamentali sono la ricerca e sviluppo e il continuo aggiornamento tecnologico sullo stato relativo alla forma e alle performance dei propri prodotti. Innovazione, progettazione e sviluppo attiva una produzione propria con tecnologie all’avanguardia, in particolare per la realizzazione di apparecchiature a led da interno e esterno. Grazie alle prestazioni altamente performanti dei propri prodotti si sono instaurati rapporti di partnership con i maggiori clienti italiani ed europei.

Cereria Di Giorgio Spa

Ragione sociale Località Anno di fondazione Addetti (unità) Superficie (mq) Fatturato (Mn.€) Settore di riferimento Tipologia di prodotti

Century Italia Srl Latina 1995 23 8.000 n.d. Illuminazione Lampade e Apparecchi Led – Alogene - CFL

Organizzazione commerciale e distributiva

Agenti su tutto il territorio nazionale

Canali di vendita Telefono

Elettrico, Ferramenta, GD, GDS 0773242708

Sito Internet

www.century-italia.com

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

info@century-italia.com No -

Ragione sociale Località Anno di fondazione Addetti (unità) Superficie (mq) Fatturato (Mn. €) Settore di riferimento

Cereria Di Giorgio Spa Pomezia (RM) 1908 29 n.d. n.d. Produzione di candele

Specializzata nella produzione di candele e ceri, ha una vasta gamma di prodotti diversificati per specialità e canale di vendita: horeca, arredo, liturgico, compleanno, citronella, fragranze e votivo. La linea di articoli conta oltre un migliaio di prodotti. Oltre a dedicarsi alla propria produzione, è impegnata anche nelle collaborazioni con brand di prestigio e realizzazione di prodotti personalizzati, come produzione Tipologia di prodotti di candele per brand di prestigio, per la GD, per eventi e produzioni cinematografiche, oltre alla collaborazione attiva Organizzazione commerciale e distributiva con artisti affermati per la fornitura di materie prime per la Canali di vendita creazione di opere d’arte in cera ed installazioni. Telefono Sito Internet Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

88

Candele Agenti Rivendite tradizionali, GD, GDO, GDS, B2B 069122943 www.cereriadigiorgio.it customercare@cereriadigiorgio.it www.cereriadigiorgio.it -


Clai Imballaggi Industriali Srl Oltre alla vendita nel canale Industria uno dei punti di forza è la presenza nella Gds e Gdo con l’imballaggio per il fai da te. Gamma di prodotti specifici e tecnici per la protezione, l’imballo ed il trasloco utilizzati dai professionisti e resi di facile uso per i cultori del Fai da Te. La linea comprende: scatole di cartone, porta abiti, film protettivi a bolle d’aria ed in espanso, articoli specifici per il trasporto e lo stoccaggio, materiali protettivi per l’edilizia e accessori multiuso. L’obiettivo è l’impatto zero attraverso l’utilizzo di materiali ecosostenibili.

Ragione sociale

Clai Imballaggi Industriali Srl

Località

Roma

Anno di fondazione

1964

Addetti (unità)

20

Superficie (mq)

3.200

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Imballaggio

Tipologia di prodotti

Imballaggio e confezionamento

Organizzazione commerciale e distributiva Funzionari e agenti di vendita

FI-Elettronica

Canali di vendita

Industria, Gd, Gdo

Telefono

067932500

Sito Internet

www.claimballaggi.it

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

segreteria@claimballaggi.it Sì -

Ragione sociale

FI-Elettronica

È specializzata nella produzione di apparecchiature elettroniche Località professionali come scacciatopi professionali ad ultrasuoni per interni Anno di fondazione ed esterni, dispositivi antivolatile bioacustici e luminosi, dispositivi Addetti (unità) antiabbaio ad ultrasuoni ed altre strumentazioni da laboratorio. Superficie (mq)

Roma 1985 -

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Apparecchiature elettroniche professionali

Tipologia di prodotti

Dispositivi antiratto e antivolatile

Organizzazione commerciale e distributiva Vendita diretta

GB Trade Srl

Canali di vendita

Vendita diretta

Telefono

0650916453

Sito Internet

www.fielettronica.com

Indirizzo email aziendale

info@fielettronica.com

E-commerce

http://www.fielettronica.com/catalog/

Fatturato e-commerce

30%

Ragione sociale

GB Trade Srl

È specializzata nella produzione e distribuzione di articoli di Località illuminazione, energia ed utensili per bricolage e giardinaggio. Vi fanno Anno di fondazione capo tre brand: Omega Electric Line, un assortimento di materiale Addetti (unità) elettrico e illuminazione, orientato al pubblico consumer. Con la gamma di LED, Eco-Alogne e CFL, possono soddisfare ogni necessità. La linea Superficie (mq) include staffe TV, cavi USB, multiprese, spine e adattatori; Henergia, Fatturato (Mn. €) una linea di illuminazione professionale, frutto di ricerca e sviluppo ai massimi livelli caratterizzata da una gamma che va dalla lampada Settore di riferimento tradizionale all’armatura stradale, passando per Floodlight, fari da Tipologia di prodotti stadio, sistemi lineari e un vasto assortimento di strip led; Kombo, gamma di elettroutensili per bricolage e garden, utensileria di qualità, banchi lavoro, zanzariere, accessori casa, giardino ed idraulica. Organizzazione commerciale e distributiva

Roma 2000 40 7.500 9,0 Illuminazione / Ferramenta Illuminazione, bricolage, ferramenta, idraulica, giardino Rete Agenti interna + agenzie di rappresentanza sul territorio. Produzione OEM per grandi clienti

Canali di vendita

70% GDO 15% Grossisti 15% Ferramenta

Telefono

069344245

Sito Internet

www.gbtrade.it

Indirizzo email aziendale E-commerce

commerciale@gbtrade.it No

Fatturato e-commerce (in % sul fatt. totale) -

89


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio GBS Elettronica Srl

Ragione sociale

È specializzata in apparecchi ed accessori per Tv e radiocomandi. Località Propone una gamma completa di telecomandi, radiocomandi, ricevitori Anno di fondazione universali, supporti universali per Tv, Dvd, casse acustiche, accessori ed Addetti (unità) impianti tv come antenne, filtri, derivatori, alimentatori, amplificatori ed altro materiale elettrico ed elettronico di consumo. Il principale punto di forza Superficie (mq) è l’impegno costante del team di marketing, vendite e ricerca e sviluppo. Fatturato (Mn. €)

GBS Elettronica Srl Aprilia (LT) 1976 n.d.

Settore di riferimento

Elettronica – elettricità

Tipologia di prodotti

Accessori per Tv, radiocomandi

Organizzazione commerciale e distributiva Agenti, distributori, rivenditori, filiali

Job Scpa È una società di servizi per fornire un valido supporto alle aziende in tutto il processo di terziarizzazione dei servizi. Persegue ogni giorno la strada dell’eccellenza e dell’innovazione, cresce insieme alla clientela affiancandoli costantemente. Applicando una strategia aziendale snella ed efficace accresce così il loro livello di fidelizzazione. Tutto questo per dare sempre più garanzia di affidabilità e soddisfazione per tutte le esigenze lavorative delle aziende che vogliono ottimizzare le prestazioni in termini di qualità e costi.

Canali di vendita

Ferramenta, elettrico, DIY, consumer, professionale

Telefono

067236734

Sito Internet

www.gbs-elettronica.it

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

info@gbs-elettronica.it No -

Ragione sociale

Job Scpa

Località

Ariccia (RM)

Anno di fondazione

2015

Addetti (unità)

20

Superficie (mq)

160

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

GDO

Tipologia di prodotti

Servizi

Organizzazione commerciale e distributiva B2B

Puntogas Srl È specializzata nella commercializzazione di impianti GPL Metano per tutte le autovetture, inoltre è esclusivista per BRC per il Lazio e le province dell’Aquila e Terni da oltre 15 anni e rivenditore autorizzato Ellebi, Beissbarth (gruppo Bosch), Biemmedue, Slime, Black & Decker, Stanley, Dewalt, ecc. Il personale addetto alla vendita all’assistenza e al magazzino, possiede una lunga e approfondita esperienza nel settore e migliora giorno dopo giorno perché viene messo in grado di partecipare con profitto ad una serie di corsi di aggiornamento. È possibile visionare e testare i prodotti nella show room fornitissima e tecnicamente all’avanguardia.

Canali di vendita

B2B

Telefono

069343946

Sito Internet

www.jobdecor.it

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

info@jobscpa.it No -

Ragione sociale Località Anno di fondazione Addetti (unità) Addetti (unità) Fatturato (Mn. €) Settore di riferimento

Puntogas Srl Albano Laziale (Roma) 1990 2.000 n.d. Automotive e Industria

Tipologia di prodotti

Batterie, utensili, attrezzature, impianti gpl, sistemi antiforatura e materiale di consumo

Organizzazione commerciale e distributiva

Agenti, concessionari, rivenditori, distributori, filiali

Canali di vendita Telefono Sito Internet Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

90

Rivendite tradizionali e/o moderne, b2b, Gd 0678851182 www.puntogas.it info@puntogas.it b2b.puntogas.it

-


Rizzo Aquae Srl È specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di articoli nel settore edile termoidraulico, in particolare, soluzioni per l’acqua come apparecchiature di scarico, galleggianti e accessori di rubinetteria. I galleggianti rappresentano il core business dell’azienda perché si prestano ad essere impiegati per più usi (condotte, serbatoi, cassette) sia in ambito domestico che industriale: l’azienda ne produce e commercializza undici diversi modelli. Alla gamma dei galleggianti si lega anche la linea di sfere per galleggianti. L’azienda produce anche una serie di apparecchiature di scarico in ottone, che si compone di sei diversi modelli.

Ragione sociale

Fonte Nuova (Roma)

Località

1959

Anno di fondazione

-

Addetti (unità)

-

Superficie (mq)

n.d.

Fatturato (Mn. €)

Idrotermoidraulica

Settore di riferimento

Rubinetti a galleggiante; batterie di

Tipologia di prodotti

Agenti e distributori nazionali e internazionali

Organizzazione commerciale e distributiva -

Tufitalia Srl È specializzata nel taglio del tufo con sistemi moderni ottenendo blocchetti di tutte le misure. L’estro e la creatività di tutto lo staff della Tufitalia si trasforma in realizzazioni di tufo dalle fontane da giardino ai vasi, dalle fioriere per arredo urbano alle panchine, e ancora bordure di contenimento, pavimentazioni, muretti, sculture e cachepot. Il gruppo di abili scultori lavora anche materiali antichi come il peperino, il marmo rosso etrusco ed il cotto antichizzato.

Canali di vendita

0690539616

Telefono

www.rizzoaquae.it

Sito Internet

info@rizzoaquae.it; export@ rizzoaquae.it;

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

No 1%

Ragione sociale

Tufitalia Srl

Località

Civita Castellana (VT)

Anno di fondazione

1988

Addetti (unità)

6

Superficie (mq)

3.800

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Giardino – Edilizia – Estrattivo

Tipologia di prodotti

Estrazione e commercio di tufo vulcanico e commercio pietre naturali

Organizzazione commerciale e distributiva Agenti, rivenditori, grossisti

Telefono

Rivendite tradizionali e collaborazioni con progettisti per vendita ad imprese. 0761516406

Sito Internet

www.tufitalia.it

Indirizzo email aziendale E-commerce Fatturato e-commerce

info@tufitalia.it No -

Canali di vendita

91


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio

I Grossisti SCENARIO DI RIFERIMENTO In Lazio sono attivi 9 grossisti, di cui 5 rientranti in altrettanti consorzi. È il caso di F.lli Zangrillo Srl (Axel), Fraschetti Spa (Terna), Giovanni Ferrari Srl (CDF), Siropa Spa (Ferritalia) e Viridex Srl (Gieffe).

Grossista

Telefono

Email

Sito Internet

C. Cantini & C. Spa

065759801

info@cantini.net

www.cantini.net

F.lli Zangrillo Srl

07717909302

info@zangrillo.it

www.zangrillo.it

Ferramenta Prenestina Srl

06270301

acquisti@ferramentaprenestina.it

www.ferramentaprenestina.it

Fraschetti Spa

07753831

-

www.fraschettispa.it

Giovanni Ferrari Srl

0691609901

info@ferramenta.it

www.ferraridistribuzione.eu

Maiolini Pierino Sas

0621801952

maiolinipierinosas@tiscali.it

-

Siropa Spa

06231941

info@siropa.it

www.siropa.it

Specialchiavi Srl

0641200536

info@specialchiavi.it

www.specialchiavi.it

Viridex Srl

069697152

info@viridex.it

www.viridex.it

GROSSISTA

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? (Variazione % rispetto all’anno precedente)

F.lli Zangrillo Srl Insegna Denominazione sociale Anno di fondazione Gruppo di appartenenza e/o riferimento Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo

Zangrillo Distribuzione F.lli Zangrillo Srl 1974 Axel Group 1999

Indirizzo sede legale

Via A. De Gasperi, 101 – Formia (LT)

Telefono Sito Internet Indirizzo email aziendale Superficie (mq) Addetti (unità) E-commerce Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale)

077179091 www.zangrillo.it info@zangrillo.it 54.000 n.d. No -

Ribasso

92

Stabile

Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Ribasso

Rialzo ✔

Variazione % in valore delle vendite Invariato +5% Invariato +10% +10% Invariato +5% +5%

Perché si registrano tali andamenti? Il trend risente dell’andamento dei mercati di sbocco.

Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato?

Fatturato Margini

Articoli di ferramenta Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

Trend del settore Trend della Sua attività

Stabilità ✔ ✔

Rialzo ✔

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.


GROSSISTA

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? (Variazione % rispetto all’anno precedente)

Ferramenta Prenestina Srl Insegna Denominazione sociale Anno di fondazione Gruppo di appartenenza e/o riferimento Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo

Ferramenta Prenestina Srl 1961 Privati indipendenti Roma 06270301

Indirizzo sede legale

www.ferramentaprenestina.it

Telefono Sito Internet Indirizzo email aziendale Superficie (mq) Addetti (unità) E-commerce Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale)

prenes@tin.it 700 18 No No -

Stabile

Fatturato Margini

= + = =

Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Ribasso

Rialzo

✔ ✔

GROSSISTA

Stabilità

Trend del settore Trend della Sua attività

Rialzo ✔ ✔

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista, perché continuiamo a credere che la specializzazione resisterà anche a dispetto della concorrenza della GDS.

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? (Variazione % rispetto all’anno precedente)

Giovanni Ferrari Srl Insegna Denominazione sociale Gruppo di appartenenza e/o riferimento Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo

Giovanni Ferrari Srl 1973 CDF ‐ CONSORZIO DISTRIBUTORI FERRAMENTA 2003 Piazza di Villa Carpegna, 43 – Roma

Indirizzo sede legale

07753831

Telefono Sito Internet Indirizzo email aziendale Superficie (mq) Addetti (unità) E-commerce Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale)

www.ferraridistribuzione.eu info@ferramenta.it 30.000 85 No -

Anno di fondazione

Ribasso

Stabile

Variazione % in valore delle vendite 6% 4% 6% 4% 6% 5% 2% 5% -

Come prevede possa evolversi la situazione in futuro? Ribasso

Rialzo ✔

Articoli di ferramenta Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

Perché si registrano tali andamenti? Gli incentivi fiscali alla ristrutturazione, al risparmio energetico e all’affitto degli immobili stanno portando una lieve riprese a tutti i settori.

Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato?

Fatturato Margini

Variazione % in valore delle vendite =

Perché si registrano tali andamenti? Il mercato è in un momento di difficoltà, resistono gli articoli classici di ferramenta.

Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato? Ribasso

Articoli di ferramenta Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

Trend del settore Trend della Sua attività

Stabilità ✔

Rialzo ✔

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

93


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio

Lo scenario dei rivenditori ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE PROVINCIALE DEGLI ESERCIZI AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA A fine 2016 nel Lazio si contano 4.255 esercizi al dettaglio in sede fissa specializzati nel commercio di articoli per il fai da te. Negli ultimi due anni si assiste ad una stabilità della struttura della rete, anche se nel corso dell’ultimo quinquennio il ridimensionamento è evidente visto che si riscontra una contrazione media annua dello 0,7%. Contribuisce a tale calo il numero di rivenditori di ferramenta, che rappresentano la metà di questo settore. Negli ultimi cinque anni in esame tale comparto di dettaglianti diminuisce al ritmo annuo dell’1,2%. Al confronto appaiono più stabili, se non in leggera crescita, altre figure di rivenditori come quelli di articoli igienico-sanitari e di macchine ed attrezzature per agricoltura e giardinag-

gio. L’analisi per provincia mette in luce la concentrazione di dettaglianti in provincia di Roma, dove fra il 2015 ed il 2016 si registra una riduzione dello 0,8%. Seguono, nell’ordine, le province di Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti. Fra queste risultano in crescita i rivenditori nelle province di Viterbo, Rieti e Frosinone, mentre si assiste ad un calo in quella di Latina. In generale, il trend è condizionato dai dettaglianti di ferramenta, che costituiscono la quota più significativa di commercianti in tutte le province. Solo nelle province di Rieti e Viterbo il calo dei negozi di ferramenta viene riequilibrato dall’aumento dei dettaglianti di materiali da costruzione e/o di macchine ed attrezzature per agricoltura e giardinaggio.

Evoluzione del numero degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, dal 2012 al 2016 var. % Categorie di prodotto Non specificato Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico Articoli igienico-sanitari Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle Macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio Totale

2012

2013

2014

95

92

83

2.254

2.207

2.164

134

138

140

1.123

1.110

1.104

768

773

780

4.374

4.320

4.271

2015

2016

81

73

2.138 2.146

var. %

2016/2015

2016/2012

-9,9

-6,4

0,4

-1,2

143

-2,1

1,6

1.111 1.120

0,8

-0,1

-

0,2

0,1

-0,7

146 773

773

4.249 4.255

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

Evoluzione della distribuzione provinciale degli esercizi al dettaglio in sede fissa del fai da te, 2015 e 2016 2015 Province / Categorie di prodotto Non specificato

FR

LT

RI

RM

VT

Totale

3

12

3

62

1

81

Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

261

203

64

1.471

139

2.138

Articoli igienico-sanitari Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

9 183

13 120

9 56

102 670

13 82

146 1.111

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

180

130

59

292

112

773

Totale

636

478

191

2.597

347

4.249 2016

Province / Categorie di prodotto

FR

LT

RI

RM

VT

Totale

Non specificato

3

11

3

55

1

73

Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

269

211

67

1.461

138

2.146

Articoli igienico-sanitari Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

10 183

12 120

9 60

98 668

14 89

143 1.120

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

177

122

60

293

121

773

Totale

642

476

199

2.575

363

4.255

var. % 2016/2015 Province / Categorie di prodotto Non specificato

FR

LT

RI

RM

VT

Totale

-

-8,3

-

-11,3

-

-9,9

Ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico

3,1

3,9

4,7

-0,7

-0,7

0,4

Articoli igienico-sanitari Materiali da costruzione, ceramiche, piastrelle

11,1 -

-7,7 -

7,1

-3,9 -0,3

7,7 8,5

-2,1 0,8

Macchine, attrezz. e prodotti per agric. e giardinaggio

-1,7

-6,2

1,7

0,3

8,0

-

Totale

0,9

-0,4

4,2

-0,8

4,6

0,1

Fonte: elaborazione su dati di fonte Confcommercio, Ministero dello Sviluppo Economico

94


dettagliante

dettagliante

dettagliante

Castagnacci Cinzia Ferramenta

Conca d’Oro Ferramenta

Ferramenta Giuseppe Piccioni

Denominazione attività Località Superficie (mq) Addetti (unità) Anno di fondazione Tendenza fatturato

Castagnacci Cinzia Ferramenta Ferentino (FR) 300 1 1960 Calo

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

Variaz % delle vendite

-

-

Quali sono le ragioni che spiegano tale andamento? La crisi del settore edilizio. Come prevede possa evolversi la situazione nei prossimi anni? Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso Stabilità ✔ ✔

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Pessimista.

Denominazione attività

Conca d’Oro Ferramenta

Denominazione attività

Ferramenta Giuseppe Piccioni

Località Superficie (mq)

Roma www.ferramentaconcadoro.it amministrazione@ ferramentaconcadoro.it 400 8 1975 Calo

Località Superficie (mq) Addetti (unità) Anno di fondazione Tendenza fatturato

Vallerano (VT) 300 4 1997 Stabile

Addetti (unità) Anno di fondazione Tendenza fatturato Anno di fondazione Tendenza fatturato

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (riscaldamento)

Variaz % delle vendite + + + -

Quali sono le ragioni che spiegano tale andamento? Pesa la crisi dell’edilizia.

Merceologie di prodotto Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giard. Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (riscaldamento)

Variaz % delle vendite

-

+

Quali sono le ragioni che spiegano tale andamento? L’andamento risente delle condizioni meteo e dello sviluppo dei singoli mercati di sbocco. Come prevede possa evolversi la situazione nei prossimi anni?

Come prevede possa evolversi la situazione nei prossimi anni? Ribasso Stabilità ✔ Trend del settore ✔ Trend della Sua attività

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati?

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista, ma il settore dovrebbe essere sostenuto e alleggerito da oneri e costi.

Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso Stabilità ✔ ✔

Rialzo

In generale, per il futuro della sua attività è ottimista o pessimista? Pessimista.

95


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio

LA GDS SCENARIO DI RIFERIMENTO In Lazio sono attivi 114 punti vendita facenti capo a 12 gruppi della GDS. La provincia con il maggior numero di punti vendita è Roma. Seguono, nell’ordine, Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti. Il gruppo Bricofer è attivo con 44 superfici, di cui 18 con brand Bricofer e 26 Thormax, concentrate perlopiù nella provincia di Roma. Orizzonte e BricoBravo sono attivi rispettivamente con 13 e 12 punti vendita. Alla prima fanno capo punti vendita ubicati soprattutto nella provincia di Latina, alla seconda superfici presenti nella provincia di Roma. Ad Adeo fanno capo 10 punti vendita, di cui 6 con brand Leroy Merlin, 3 Bricocenter ed 1 Bricoman, attivi prevalentemente nella provincia di Roma.

Insegne / Province

FR

LT

RI

RO

VT

Brico di Più - Ikasa

-

-

-

-

1

1

Brico IO

2

2

1

3

-

8

Brico OK

1

-

-

4

-

5

BricoBravo

-

-

-

11

1

12

Bricocenter

1

-

-

2

-

3

Bricofer

-

1

1

15

1

18

Bricoman

-

-

-

1

-

1

Bricomania Srl

-

-

-

1

-

1

BricoSì

-

-

-

3

-

3

Evoluzione Brico

1

1

-

6

1

9

Leroy Merlin

-

-

-

6

-

6

Obi

-

1

-

3

1

5

Orizzonte

2

9

-

2

-

13

Pratiko

-

-

-

2

-

2

Self

-

-

-

1

-

1

Thormax

2

3

2

18

1

26

Totale

9

17

4

78

6

114

Dati riferiti ad luglio 2017

96

Ad Evoluzione Brico fanno capo 10 punti vendita, di cui 6 in provincia di Roma e gli altri 4 rispettivamente nelle province di Frosinone, Latina e Viterbo. In tale dato rientra la superficie di Brico di Più – Ikasa. Brico IO è attiva con 8 punti vendita, di cui 3 a Roma, 2 rispettivamente a Frosinone e Latina ed 1 a Rieti. Brico OK e Obi sono presenti rispettivamente con 5 punti vendita. Anche nel loro caso il maggior numero di superfici è ubicato in provincia di Roma. BricoSì è attiva con 3 punti vendita tutti presenti a Roma. Pratiko è presente con 2 punti vendita. Completano lo scenario Bricomania Srl e Self, entrambe attive rispettivamente con 1 punto vendita.

Totale


GDS

GDS

Brico OK Valmontone / Lulli Brico Srl

Brico Bravo – Brico Bravo Retail Srl

Insegna

Brico OK Valmontone

Insegna

Brico Bravo

Denominazione sociale

Lulli brico Srl

Denominazione sociale

Brico bravo retail srl

Anno di fondazione

2014

Anno di fondazione

1959

Gruppo di appartenenza e/o riferimento Brico OK Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo 2014

Gruppo di appartenenza e/o riferimento Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo -

Indirizzo sede legale

Via A. Moro, Valmontone (RM)

Indirizzo sede legale

Via Silvio Pellico 24 – Roma

Telefono Sito Internet

069597308 www.bricook.it

Telefono Sito Internet

062926015 www.bricobravo.com

Indirizzo email aziendale

lullibricosrl@gmail.com

Indirizzo email aziendale

info@bricobravo.com

Superficie (mq)

1.600

Superficie (mq)

-

Addetti (unità)

6

Addetti (unità)

-

E-commerce

-

E-commerce

www.bricobravo.com

Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale) -

Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale) 80%

Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato? Ribasso Fatturato Margini

Stabilità ✔ ✔

Rialzo

Come prevede possa evolversi la situazione in futuro?

Trend del settore Trend della Sua attività

Stabilità

Rialzo ✔

Articoli di ferramenta

Variazione % in valore delle vendite

Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

= + + = = + =

Perché si registrano tali andamenti? Il trend risente degli andamenti dei settori di sbocco.

Ribasso

Stabilità

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati?

Variazione % in valore delle vendite

Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

Ribasso Fatturato Margini

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Articoli di ferramenta

Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato?

Perché si registrano tali andamenti? Abbiamo investito molto nella logistica e nella qualità del servizio offerto al cliente. Come prevede possa evolversi la situazione in futuro?

Rialzo ✔

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

= = + = = + + +

Ribasso Trend del settore Trend della Sua attività

Stabilità ✔

Rialzo ✔

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

97


2000

OSSERVATORIO PERMANENTE n Lazio GDS Evoluzione Brico / Mastro Brico Insegna

Mastro Brico

Denominazione sociale

2005

Anno di fondazione

Evoluzione Brico

Gruppo di appartenenza e/o riferimento 2017 Anno di apertura e/o ingresso nel gruppo Torrice (FR) Indirizzo sede legale

0775301867

Telefono Sito Internet

mastrobrico@libero.it

Indirizzo email aziendale

2.700

Superficie (mq)

5

Addetti (unità)

7

E-commerce

www.ferramentagrelliassisi.it

Fatturato e-commerce (in % sul fatturato totale) 5% Qual è il trend dell’attività a livello di margini e fatturato? Ribasso Fatturato Margini

Stabilità ✔

Rialzo

Qual è la tendenza delle vendite dei prodotti commercializzati? Articoli di ferramenta

Variazione % in valore delle vendite

Articoli per la sicurezza Attrezzature per edilizia Attrezzature per giardinaggio Colori e vernici Materiale elettrico Minuteria Utensileria elettrica Utensileria manuale Altro (spec.)

+ +

Perché si registrano tali andamenti? In generale l’aumento riguarda l’utensileria a mano per giardinaggio e la minuteria nella ferramenta grazie all’incremento del fai da te. Il calo più sensibile avviene nelle macchine a motore del giardinaggio e in tutti i comparti della ferramenta legati al mondo dell’edilizia, che è in crisi. Fra gli altri settori sono dinamici il pet, i prodotti chimici e piante e fiori. Come prevede possa evolversi la situazione in futuro?

Trend del settore Trend della Sua attività

Ribasso ✔ ✔

Stabilità

Rialzo

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Fondamentalmente pessimista, se non si reagisce in modo concertato e programmato alle secche del mercato.

98


360°

Ferramenta 2000_Settembre  
Ferramenta 2000_Settembre  
Advertisement